NORME GENERALI. Norme operative per le subagenzie IASS Intermediazioni della Novit Assicurazioni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NORME GENERALI. Norme operative per le subagenzie IASS Intermediazioni della Novit Assicurazioni"

Transcript

1 NORME GENERALI Norme operative per le subagenzie IASS Intermediazioni della Novit Assicurazioni Versione 1.0 ottobre 2007

2 Indice Introduzione Gestione contabile ed amministrativa dell Agenzia Norme amministrative Norme contabili Tenuta documenti e stampati Documenti compilati Documenti annullati Certificazione copertura assicurativa: utilizzo del fax di copertura Certificazione delle coperture assicurative Entrata in vigore delle coperture assicurative Principio generale Copertura immediata Certificazione dell entrata in vigore delle coperture Aspetti operativi particolari Anagrafica clienti Assunzione contratti Sconti particolari e deroghe Contratti emessi non ancora incassati Assunzione polizza auto: criteri generali Tariffazione Sostituzione di contratti auto Repertori polizze Coassicurazione Rimesse fondi alla Compagnia Definizione Operatività Titoli a termine Regolazione rendiconti Definizione Modo di operare Denunce sinistri Sinistri auto - Modalità apertura denuncia sinistri auto ( RC E CVT ) Sinistri R.E Aspetti particolari da disposizioni di legge Attestazione dello stato di rischio Modalità di rilascio dell attestazione Antiriciclaggio Tutela dei dati personali Comunicazioni commerciali effettuate dalle agenzie...15

3 Introduzione Il presente manuale intende fornire le linee guida per un corretto utilizzo della procedura di emissione polizze di Novit Assicurazioni. Tale sistema informatico è accessibile, collegandosi attraverso internet, dal lunedì al sabato dalle ore 8 alle ore 21. La Direzione Tecnica è a disposizione della Rete di Vendita ed è costituita dall Ufficio Portafoglio e dall Ufficio Sinistri. L Ufficio Portafoglio (F.O.R.) si occupa di assunzione contratti e gestione portafoglio e fornisce il servizio di assistenza alle agenzie attraverso il numero verde Tale servizio è disponibile dal lunedì al venerdì con orario 9-13, Profili utenze La Direzione fornisce utenze definite con profilo di Agenzia o di Subagenzia. L utenza di Subagenzia, completa di tutte le funzioni di gestione polizze, anagrafica e scadenzario, visualizza esclusivamente i propri titoli, con la possibilità di effettuare tutte le relative operazioni. L utenza di Agenzia, invece, visualizza e può agire su tutto il portafoglio, compreso quello delle proprie subagenzie; l agenzia quindi è in grado di incassare i titoli delle polizze emesse dalle subagenzie, ma non è possibile il contrario. Il profilo di Agenzia, al contrario di quello di subagenzia, è ovviamente dotato della funzione di Giornale cassa, nonché della funzione di Gestione subagenti, che permette di fare l estratto conto meccanizzato di ogni subagente censito.

4 1. Gestione contabile ed amministrativa dell Agenzia Fatte salve tutte le norme, obblighi ed adempimenti contenuti nell Accordo Nazionale Agenti e nel Contratto di Agenzia, si enucleano qui di seguito le regole principali per la gestione contabile ed amministrativa dell Agenzia. 1.1 Norme amministrative Quotidianamente è necessario chiudere il giornale cassa. La Direzione lo considera ricevuto nel momento in cui se ne effettua la chiusura sul sistema informatico e non ne richiede né la stampa né l invio. L utilizzo della procedura centralizzata e meccanizzata consente l aggiornamento in tempo reale degli archivi di Direzione; i documenti stampati da tale sistema non possono essere in alcun modo modificati dall agenzia, in quanto devono essere coerenti con i dati memorizzati. Qualora la Direzione riscontrasse manomissioni o alterazioni ai documenti inviati, si riserva la facoltà di farsi rimborsare eventuali somme pagate per sinistro in conseguenza delle alterazioni apportate. L emissione della polizza effettuata attraverso la procedura informatica crea automaticamente una registrazione contabile sullo scadenziario titoli; tale registrazione deve essere riscontrata al momento dell incasso del contratto. I premi incassati dal subagente possono essere riscontrati anche dall Agenzia di riferimento. Tutta la produzione effettuata deve essere inserita in due buste, una specifica per l allegato 7A e la privacy, e l altra per la documentazione rimanente. L invio di tali buste è richiesto con cadenza decadale. L invio alla Direzione delle buste deve essere effettuato a mezzo corriere. L indirizzo di recapito è: PROMINDUSTRIALE S.r.l. c.a. UFFICIO NOVIT Via Curiel, Moncalieri (To) 1.2 Norme contabili La Direzione mensilmente trasmette alle Agenzie, dopo aver contabilizzato tutte le operazioni del mese, le eventuali comunicazioni di sistemazione dei saldi del giornale cassa. Sarà quindi cura dell Agenzia registrare sul proprio Giornale Cassa le due seguenti operazioni: - storno del saldo provvisorio risultante dalle sue registrazioni alla fine del mese elaborato meccanograficamente, saldo che in via eccezionale potrebbe essere influenzato da errori di calcolo; - registrazione del saldo definitivo risultante dall elaboratore, che recepisce quindi il calcolo provvigionale corretto e definitivo. In parallelo con le due registrazioni, l Agente provvederà a prelevare o ad immettere nella cassa dell Agenzia la differenza dei due saldi, in modo che vi sia sempre coincidenza tra saldo risultante dal Giornale di Cassa e Cassa dell Agenzia.

5 1.3 Tenuta documenti e stampati In occasione dell avviamento dell agenzia, verrà consegnata una dotazione iniziale di C.G.A. dei prodotti inizialmente commercializzati e del modulo da utilizzare per la stampa del Contrassegno, Certificato di assicurazione e Carta Verde. La richiesta di approvvigionamento degli stampati, deve essere inoltrata via mail all indirizzo o tramite fax al numero 011/ all attenzione dell Ufficio Posta. L Agente, insieme agli stampati, riceverà una bolla di accompagnamento che dovrà restituire debitamente firmata. Per la gestione ottimale delle spedizioni, ogni agenzia potrà effettuare un solo ordine al mese. Eventuali esigenze straordinarie verranno gestite in base alla necessità. Si richiede quindi all Agente la massima cura nella valutazione della scorta da tenere in agenzia Documenti compilati L Agente è tenuto a conservare nei locali dell Agenzia la copia di sua pertinenza dei documenti compilati e firmati. Occorre invece conservare in Agenzia per 10 anni i documenti privi di efficacia (ad es: polizze stornate ecc.) Documenti annullati Le polizze annullate devono essere raccolte in un apposito contenitore, all uopo designato. Vedi il paragrafo Repertorio di polizze. 1.4 Procedura di emergenza Certificazione copertura assicurativa: utilizzo del fax di copertura L agenzia, solo ed esclusivamente nel caso in cui la mancata operatività del sistema informatico precluda la possibilità del riscontro del titolo, è tenuta ad inviare un fax all Ufficio Portafoglio con la richiesta di copertura di polizze e/o quietanze. N.B. Quando l operatività del sistema risulta ripristinata, l Agenzia deve procedere all incasso del titolo sul sistema informatico, indicando come data cassa quella del giorno in cui il pagamento è stato effettuato.

6 2 Certificazione delle coperture assicurative 2.1 Entrata in vigore delle coperture assicurative Principio generale Le coperture assicurative decorrono dalle ore 24 del giorno di incasso del premio effettuato attraverso la procedura di scadenzario titoli, in accordo con quanto prescritto dal Codice Civile e dalle condizioni generali di assicurazione. Si ricorda inoltre che, dal punto di vista giuridico, è ammesso l incasso anticipato del premio su contratti con effetto differito, in tal caso la copertura decorrerà dalle ore 24 del giorno di effetto Copertura immediata In caso di Polizze Auto, sia R.C. che auto rischi diversi, è tuttavia possibile rilasciare copertura anche prima delle ore 24 del giorno di effetto sempre che l incasso del premio avvenga entro tale termine. Tale operazione è effettuabile modificando, all atto dell emissione, l ora decorrenza richiesta nella pagina Dati Del Contratto della procedura informatica. Le coperture assicurative delle quietanze di premio incassate decorrono sempre e solo dalle ore 24 del giorno dell effettivo incasso. 2.2 Certificazione dell entrata in vigore delle coperture L Agenzia o Subagenzia che incassa il premio è tenuta a certificare la copertura assicurativa: - registrando data incasso, ora e firma su ognuna delle 3 copie del contratto di polizza - riscontrando il titolo sul sistema informatico La Direzione richiede che il riscontro del titolo sul sistema informatico sia contestuale all incasso del premio. In caso contrario provvederà a farsi rimborsare gli importi pagati per liquidare eventuali sinistri avvenuti e non coperti in conseguenza del mancato riscontro del titolo sullo scadenzario.

7 3 Aspetti operativi particolari 3.1 Anagrafica clienti Le informazioni riferite ai nominativi che hanno rapporti con la Compagnia sono memorizzate nell archivio denominato Anagrafe Unica (di seguito A.U.). Tali dati possono riferirsi a persone fisiche o giuridiche. La chiave dell A.U. è il codice fiscale o la partita iva. A seconda della tipologia di polizza, sono memorizzati i dati riferiti a: - contraente polizza r.e. - assicurato/i polizza r.e. - contraente polizza auto - intestatario al P.R.A. polizza auto - esecutore operazione di incasso ai fini della rilevazione dati antiriciclaggio Il tipo rapporto viene assegnato automaticamente a fronte dell accensione del rapporto con la Compagnia (es. emissione polizze). Per la procedura antiriciclaggio sono inoltre memorizzati i dati relativi a: - tipo e numero del documento di identità - ente e località di rilascio - data di rilascio - settore attività e ramo/gruppo La gestione dei dati in Anagrafe Unica è consentita sia in fase d emissione polizza che utilizzando le normali funzioni della procedura anagrafica. Un aspetto importante legato alla funzione di anagrafica è il concetto di proprietà dell anagrafica in base al quale l agenzia che effettua l inserimento del codice fiscale del cliente è anche la sola in grado di poterne effettuare le variazioni anagrafiche. Le altre agenzie, ovviamente, sono in grado di richiamare i dati anagrafici del cliente inserendo il codice fiscale, ma non potranno variarli, e potranno visualizzare esclusivamente i dati personali ; Indirizzi, Riferimenti, Altri dati, Informazioni commerciali, Visite, Rapporti, e Privacy saranno visibili esclusivamente dall agenzia che ha effettuato l inserimento. In caso di trasferimento definitivo di un cliente presso un altra agenzia, occorre avvisare l Ufficio Portafoglio affinché possa concedere a tale agenzia la proprietà dell anagrafica del cliente. Nel caso in cui un cliente già nostro assicurato accenda un contratto presso un ulteriore agenzia e occorra fare una variazione anagrafica, è necessario che l agenzia che acquista il contratto contatti l agenzia titolare dell anagrafica, perché solo quest ultima può effettuare le variazioni necessarie.

8 3.2 Assunzione contratti L Agente può assumere esclusivamente le tipologie di contratto gestite dalla procedura informatica Sconti particolari e deroghe Il sistema mette a disposizione dell Agenzia la possibilità di effettuare gli sconti in autonomia gestendo un plafond assegnato; per sconti particolari, previo accordo con la Direzione Commerciale, occorre far riferimento all Ufficio Portafoglio, che gestisce invece in autonomia ogni eventuale deroga tecnicoassuntiva Contratti emessi non ancora incassati La direttiva prescrive di effettuare l incasso del titolo contestualmente all emissione del contratto. Nei casi sporadici in cui tale regola non si possa seguire per necessità di emissioni anticipate, l Agente deve procedere ad incassare il titolo non oltre i due giorni seguenti la data di decorrenza della polizza stessa. Trascorso tale termine di tempo ed in mancanza di perfezionamento, l Agente dovrà effettuare immediatamente l annullamento del contratto, archiviando la documentazione come disposto dalla Direzione. In caso di sostituzione a scadenza, il periodo per il perfezionamento si estende a 15 giorni di mora; al termine di tale periodo ed in mancanza di incasso del titolo, si deve procedere come sopra. La Direzione sottolinea che è suo diritto monitorare i contratti non perfezionati nei termini sopra indicati Assunzione polizza auto: criteri generali. L Agenzia, all atto della stipula di un nuovo contratto, deve raccogliere la documentazione comprovante lo stato del rischio del veicolo o del natante da assicurare. La Direzione richiede esplicitamente che Contraente e Assicurato coincidano nei contratti di nuova emissione. In caso di voltura o di prima immatricolazione al P.R.A., occorrerà allegare alla copia del contratto da inviare in Direzione la fotocopia della carta di circolazione, del foglio di via o di altro documenti idoneo a giustificarne la condizione. Per i contratti relativi a veicoli o natanti assicurati in precedenza presso altra Impresa assicuratrice la documentazione richiesta, che deve risultare allegata alla copia del contratto inviato in Direzione, è l attestazione dello stato di rischio in originale e la fotocopia della carta di circolazione; ciò vale anche se il nuovo contratto è stipulato con la stessa Impresa che l ha rilasciata. In accordo con la Legge n.40 del 2 Aprile 2007 (cosiddetta Legge Bersani), nel caso in cui l Assicurato, o un suo famigliare stabilmente convivente, acquisti un ulteriore veicolo in aggiunta a quello attualmente assicurato, dovrà produrre copia dell ultimo attestato di rischio valido, copia di certificato e contrassegno in vigore e copia del libretto della vettura la cui targa è riportata sull attestato, oltre ovviamente alla fotocopia della carta di circolazione relativa al veicolo che si desidera assicurare. Nel caso in cui la Direzione riceva un contratto emesso con tariffa bonus/malus privo della dell attestazione di rischio, della fotocopia della carta di circolazione, del foglio di via o di altro documento idoneo a giustificarne la classe di assegnazione, provvederà a rettificarlo in classe di merito 18 al primo quietanzamento; nel caso di contratti con tariffa fissa con applicazione del pejus, sarà conteggiata la maggiorazione del 30%. In entrambi i casi il contratto verrà disdettato. Verificatesi le condizioni di cui al paragrafo precedente, l Agenzia può far pervenire alla Direzione la documentazione mancante così da riclassificare il contratto, ma non sarà rimborsata alcuna differenza Tariffazione La tariffazione è legata all intestatario al P.R.A. L applicazione di eventuali tariffe convenzionate è legata al Contraente di polizza.

9 3.2.5 Sostituzione di contratti auto. E prevista la sostituzione del contratto per cambio veicolo mantenendo la classe di merito se: - il precedente veicolo viene venduto/demolito/esportato definitivamente/dato in conto vendita/colpito da furto. - il nuovo veicolo sia di proprietà della stessa persona alla quale apparteneva il veicolo uscito di garanzia, o del coniuge in regime di comunione di beni. Tale opportunità si applica anche tra società di persone e socio e viceversa. - In caso di trasferimento della proprietà del veicolo che comporti il passaggio da una pluralità di intestatari ad uno soltanto di essi, e non viceversa. - Il nuovo veicolo deve appartenere al medesimo settore tariffario. In caso contrario, se non sono soddisfatte contemporaneamente tali condizioni, non è possibile sostituire la polizza ma occorre emettere un nuovo contratto. La sostituzione è anche ammessa nei seguenti casi: - inserimento o eliminazione di qualunque garanzia, rispettando i vincoli assuntivi. Si richiede particolare attenzione in caso di aggiunta di garanzie in corso di anno. Ricordiamo che eventuali rimborsi sulle garanzie A.R.D. del contratto sostituito non saranno corrisposti. - Variazione dei parametri tariffari (massimali, residenza dell assicurato, ecc.) - Reimmatricolazione del veicolo - Riattivazione del contratto dopo sospensione - Aggiornamento del valore assicurato a scadenza annuale. Nel caso in cui il valore del veicolo sia adeguato automaticamente dalla procedura INFOCAR, non occorre sostituire il contratto. I documenti giustificativi ai fini dell assunzione possono essere surrogati, in casi eccezionali, da autocertificazione (fatta eccezione per gli attestati di rischio e la documentazione attestante l acquistato). 3.3 Repertori polizze La gestione dei repertori di polizza non viene effettuata. Si richiede comunque particolare cura nell archiviazione dei contratti annullati; tali polizze, auto o R.E., annullate senza effetto dall origine, annullate con appendice, o stornate, devono essere conservate in agenzia in appositi contenitori e messe a disposizione per eventuali controlli. Le polizze AUTO dovranno essere corredate da certificato, contrassegno, carta verde e una copia di polizza; per le polizze R.E. devono essere raccolti gli originali di contratto. 3.4 Coassicurazione In attesa della predisposizione del sistema informatico, gli eventuali casi in cui sia indispensabile assumere polizze in coassicurazione saranno gestiti con il supporto della Direzione Tecnica.

10 3.5 Rimesse fondi alla Agenzia Definizione. La rimessa fondi è il saldo, periodicamente calcolato, dall Agenzia. L importo del saldo è ottenuto sottraendo dalle entrate gli importi delle provvigioni Operatività. La data valuta per il beneficiario delle rimesse è fissa e deve rispettare le scadenze determinate dalla Agenzia. Tale operazione deve essere effettuata esclusivamente attraverso bonifico bancario dal conto corrente di subagenzia a favore del conto corrente della Agenzia: UNICREDIT BANK sede di ORISTANO INTESTATO: IASS INTERMEDIAZIONI SRL C/C ABI CAB CIN G Dopo aver eseguito il bonifico, il subagente deve inviare il modello emesso dalla procedura informatica sul quale è registrata la rimessa inoltre deve essere inviata la relativa documentazione bancaria attestante l avvenuto bonifico. Contestualmente alla chiusura del foglio cassa del giorno di decade, sono eseguite le operazioni per predisporre la rimessa successiva. Si sottolinea l importanza di prestare particolare attenzione alle rimesse decadali e di rispettare la data di valuta, nei termini indicati sull area contabile del sito iassintermediazioni. 3.6 Titoli a termine Ogni mese verranno spedite in agenzia le quietanze accompagnate dal relativo tabulato riepilogativo; i titoli relativi saranno disponibili sulla procedura informatica nella sezione Titoli scadenzario. Il trattamento riservato ai titoli di quietanzamento sarà il seguente: TITOLO INCASSATO: Parte per Direzione Tagliando Agenzia: archiviare in agenzia TITOLO SOSTITUITO a scadenza anniversaria: archiviare in incarto agenzia TITOLO SOSTITUITO in corso di contratto: allegare alla polizza sostituente da allegare in Direzione TITOLO INSOLUTO: trattenere in Agenzia ed allegare ad appendice di annullamento contratto TITOLO ANNULLATO a scadenza anniversaria: archiviare in incarto agenzia TITOLO ANNULLATO in corso di contratto: allegare all annullamento da inviare in Direzione 3.7 Regolazione rendiconti Definizione I saldi dei rendiconti derivano dalla somma delle differenze fra le registrazioni esposte dall Agente sul Giornale cassa e le corrispondenti partite riscontrate dalla Direzione.

11 3.7.2 Modo di operare L Agente è tenuto a verificare ed a registrare tempestivamente sul Giornale Cassa le operazioni indicate ed a segnalare immediatamente alla Direzione eventuali discordanze.

12 3.8 Denunce sinistri Sinistri auto - Modalità apertura denuncia sinistri auto ( RC E CVT ) In attesa che venga rilasciata in tempi brevi la procedura di apertura denuncia di società alla rete agenziale le denunce di sinistro inoltrate dagli assicurati dovranno essere inviate alla Direzione Ufficio Sinistri a mezzo fax ( ) o e mail utilizzando l apposito modulo allegato. Sarà cura dell ufficio sinistri ricontattare l agenzia fornendo le prime notizie inerenti il n di sin istro e la tipologia e qualora si configurasse un diritto di risarcimento a favore dell assicurato, il nominativo del perito. In questa fase sarà estremamente importante raccogliere il maggior numero d informazioni dall assicurato sulla reperibilità del veicolo e sulla presenza di eventuali testimoni e Autorità intervenute. Nel caso di denuncia inoltrata con constatazione amichevole a doppia firma l Ufficio Sinistri in fase di apertura otterrà immediatamente la conferma della copertura assicurativa dalla compagnia debitrice avviando l applicazione della procedura CARD a firma congiunta. Per la denuncia a firma singola verrà inoltrata alla compagnia debitrice oltre alla richiesta di copertura anche una conferma della responsabilità per la quale il termine di riscontro concesso è di 30 giorni nel corso dei quali la società provvederà a disporre comunque perizia sul veicolo assicurato. Le modalità di raccolta delle denunce di sinistri che colpiscano le garanzie CVT sono analoghe e la documentazione da inoltrare sarà costituita dal modulo di denuncia sinistro allegato sottoscritto dall assicurato con una breve descrizione del fatto e per le garanzie che lo prevedano, la denuncia presentata all Autorità. Anche nel caso suddetto l Ufficio Sinistri provvederà a fornire le informazioni necessarie per una rapida e corretta definizione del sinistro. La gestione dei sinistri, esclusi i CARD Debitori, dall apertura fino alla definizione del danno è demandata alla società AciGlobal che dispone di una rete di periti e di carrozzerie, il cui elenco verrà diffuso non appena disponibile, su tutto il territorio nazionale. Tutta la documentazione in originale dovrà essere inviata presso: ACIGLOBAL Servizio Sinistri Viale Sarca, Milano I sinistri CARD Debitori sia a firma congiunta che a firma singola e cioè tutti i sinistri nei quali il nostro assicurato ammetta la propria piena responsabilità e che rispondano ai requisiti della Convenzione, verranno gestiti dalla Direzione Ufficio Sinistri e la relativa documentazione cartacea dovrà essere conservata presso l Agenzia che provvederà alla spedizione solo su specifica richiesta della Direzione stessa Sinistri R.E. La denuncia dell assicurato corredata ove previsto dalle C.G.A., dalla copia della denuncia presentata all Autorità nonché da ogni ulteriore documentazione prodotta, dovrà essere inviata all Ufficio Sinistri di Direzione, che provvederà ad istruire ed a liquidare il sinistro. Sarà cura dell Ufficio Sinistri di Direzione tenere informata l Agenzia in ordine allo stato e alla gestione del sinistro. Eliminato:, Eliminato: anno Eliminato: e

13 4 Aspetti particolari da disposizioni di legge 4.1 Attestazione dello stato di rischio E il documento che fornisce lo stato del rischio del veicolo o del natante; in esso sono riportati i sinistri verificatisi negli ultimi 5 anni e, in caso di tariffa bonus-malus, le classi di merito di provenienza e di assegnazione (interne), riferite all intestatario al P.R.A. del veicolo, nonché la classe di conversione universale CU, che garantisce all assicurato omogeneità di trattamento in caso di trasferimento presso altra Compagnia. L attestato, in originale, deve accompagnare il contratto emesso per assicurare il veicolo a cui l attestato si riferisce. Nel caso in cui l attestazione di rischio emessa da altra Impresa riporti il nominativo del contraente di polizza diverso dall intestatario al P.R.A., il nostro contratto dovrà essere assunto indicando come contraente l intestatario al P.R.A. stesso. La legge n 40 del 2 aprile 2007, ha introdotto due novità riguardanti l attestazione dello stato di rischio: 1. la durata dell attestato è stata estesa fino ad un massimo di 5 anni, allegando le relative dichiarazioni (di fermo veicolo/ di non aver utilizzato la classe per assicurare un altro veicolo) 2. l ultimo attestato di rischio valido, relativo ad un veicolo attualmente assicurato con polizza in vigore, può essere utilizzato per assicurare ulteriori veicoli, del medesimo settore tariffario, dello stesso proprietario (persona fisica) o di un componente stabile del suo nucleo famigliare Modalità di rilascio dell attestazione L Impresa trasmette al contraente almeno 30 gg. prima della scadenza del contratto l attestazione dello stato del rischio. Qualora in corso di contratto si sia verificata una delle seguenti circostanze: furto del veicolo, esportazione definitiva all estero, consegna in conto vendita, demolizione, cessazione definitiva della circolazione, e il periodo di osservazione risulti concluso, l Impresa invia al contraente, almeno 30 gg. prima della scadenza del contratto, la relativa attestazione. Analogo obbligo sussiste nei casi di vendita del veicolo qualora l alienante abbia esercitato la facoltà di risoluzione del contratto. L Agenzia, comunque, è in grado di stampare l attestato di rischio relativo alle scadenze del mese in corso e dei 12 mesi precedenti. Le richieste di emissione di attestato di rischio relative ad altri periodi dovranno essere inviate alla Direzione, che li evaderà entro 15 giorni. Analogamente anche in caso di deterioramento, smarrimento o mancato pervenimento al contraente dell attestazione sullo stato di rischio, l assicuratore ne rilascia un duplicato, su richiesta del contraente, entro 15 g. dalla stessa, senza applicazione di costi. 4.2 Antiriciclaggio Operazioni soggette a registrazione su Archivio Unico Informatico Le imprese di assicurazione a fronte di un pagamento o un incasso devono identificare e registrare in un archivio informatico centralizzato presso la Direzione i soggetti che pongono in essere le seguenti operazioni, secondo gli standard fissati dal Ministero 1. incasso premi e recupero sinistri superiori a euro 2. pagamento sinistri superiori a euro 3. incasso premi e recupero sinistri superiori a 3.098,74 euro (Lire 6 milioni) in contanti; A tali fini deve essere esclusivamente utilizzato il modello 1012 "Identificazione normativa antiriciclaggio", che deve essere trasmesso all Ufficio Gestione Premi possibilmente il giorno dell'operazione e comunque entro 30 giorni da tale data. E opportuno precisare che i pagamenti ovvero gli incassi superiori a euro, effettuati con mezzi diversi dall assegno di bonifico e dal bonifico su conto corrente ed i pagamenti ovvero gli incassi effettuati

14 per importi superiori a 3.098,74 euro in contanti senza procedere agli adempimenti di identificazione e registrazione, sono puniti con una multa da Euro 2.582,28 a Euro ,42 gravante sul personale incaricato dell operazione. L operatore che omette di indicare le generalità del soggetto per conto del quale eventualmente esegue l operazione o le indica false è punito con la reclusione da sei mesi ad un anno e con la multa da Euro 516,47 a 5.164,57. (art. 2 L. 197/91) Non rientrano nella normativa antiriciclaggio le operazioni, di cui ai precedenti punti, se effettuate con uffici di pubblica amministrazione (compresi gli Uffici Postali), banche, società di intermediazione immobiliare, operatori di borsa, agenti di cambio, società di gestione di fondi comuni di investimento, società fiduciarie, imprese di assicurazione italiane, altri intermediari finanziari iscritti in apposito elenco del Ministero del Tesoro. Per tale casistica è però prevista la compilazione di modulistica apposita. Qualsiasi pagamento d importo superiore a euro deve essere effettuato tramite bonifico bancario. Per quanto concerne i pagamenti a mezzo assegno di traenza tale limite si riferisce al pagamento complessivo e non al valore del singolo pagamento, non è permesso pertanto effettuare una liquidazione con l emissione di più assegni con lo stesso beneficiario il cui ammontare complessivo superi i euro. Tale operatività comporta oltre che una semplificazione procedurale, per quanto concerne le dovute segnalazioni relative alla normativa antiriciclaggio, anche maggior sicurezza e minori incombenze nel caso di furto o smarrimento assegni. Solo in via del tutto eccezionale e con specifica autorizzazione da richiedere di volta in volta all Ente Amministrazione Finanza e Controllo, potranno essere effettuati pagamenti superiori a Euro con mezzo diverso dal bonifico. E stata predisposta una procedura per la generazione automatica del modulo Il modello viene stampato in fase di incasso sulla base del seguente specchietto. FORMA DI PAGAMENTO IMPORTO SUPERIORE A EURO ASSEGNO BANCARIO ,00 ASSEGNO DI BONIFICO ,00 ASSEGNO CIRCOLARE ,00 ASSEGNO DI TRAENZA ,00 BONIFICO BANCARIO ,00 CONTANTI (BANCONOTE) 3.098,74 BANCOMAT ,00 VERSAMENTO SU C/C POSTALE ,00 DISPOSIZIONE DI PAGAMENTO R.I.D ,00 Al momento dell incasso del titolo, a seconda della tipologia di pagamento impiegata e della somma incassata, e quindi della necessità o meno di segnalare l operazione ai fini della normativa antiriciclaggio, si presenteranno due diverse videate. Nel caso in cui sia necessaria la segnalazione antiriciclaggio e quindi la stampa del modello 1012, la procedura richiede l acquisizione dei dati per l antiriciclaggio. Bisogna inserire i dati relativi all operazione, i dati del contraente o beneficiario e quelli dell esecutore del pagamento se non coincide con il contraente. Se il contraente è anche esecutore del pagamento, si può utilizzare il comando Duplica e verranno riportati i dati già inseriti. Il campo valuta è già compilato con il codice previsto per l euro; il campo Corrispondenza serve per segnalare i pagamenti per corrispondenza ed è preimpostato sul No. Dopo che i dati sono stati caricati e si è confermata l operazione, viene automaticamente stampato il modello 1012 in formato pdf. Incassi frazionati Tramite l applicativo il titolo è sempre e solo incassabile per intero. Operazioni multiple In presenza di operazioni multiple (incassi di polizze o quietanze effettuati con un unico assegno per un importo superiore ai ) è necessario compilare a mano il modello antiriciclaggio (1012 manuale)

I processi di Genial+: le modifiche al contratto e la gestione dei sinistri

I processi di Genial+: le modifiche al contratto e la gestione dei sinistri I processi di Genial+: le modifiche al contratto e la gestione dei sinistri 1 Obiettivo Al termine di questa unità sarai in grado di: Conoscere i processi di Genial+, il loro funzionamento e i vantaggi

Dettagli

Acquisizione della documentazione per l emissione dei contratti auto. ALL in 1. Giugno 2015

Acquisizione della documentazione per l emissione dei contratti auto. ALL in 1. Giugno 2015 Acquisizione della documentazione per l emissione dei contratti auto ALL in 1 Giugno 2015 DISCLAIMER Il presente documento, considerato nella sua interezza, illustra la documentazione da richiedere al

Dettagli

CIRCOLARE n. 2 del 16 giugno 2008 Direzione Tecnica. Alle AGENZIE. Oggetto: Norme contabili e gestionali

CIRCOLARE n. 2 del 16 giugno 2008 Direzione Tecnica. Alle AGENZIE. Oggetto: Norme contabili e gestionali CIRCOLARE n. 2 del 16 giugno 2008 Direzione Tecnica Alle AGENZIE Oggetto: Norme contabili e gestionali Le presente circolare disciplina le principali disposizioni di carattere contabile e gestionali che

Dettagli

L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo)

L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) REGOLAMENTO N. 4 DEL 9 AGOSTO 2006 REGOLAMENTO CONCERNENTE GLI OBBLIGHI INFORMATIVI A CARICO DELLE IMPRESE IN OCCASIONE DI CIASCUNA SCADENZA ANNUALE DEI CONTRATTI R.C.AUTO DI CUI AL TITOLO XIV (VIGILANZA

Dettagli

Condizioni di assicurazione

Condizioni di assicurazione Mod. 5251 RCA - Ed. 08/14 Autovetture Condizioni di assicurazione 1 di 96 2 di 96 1.1 DECORRENZA DELLA GARANZIA E PAGAMENTO DEL PREMIO L assicurazione ha effetto dal giorno e dall ora indicati in polizza

Dettagli

L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo)

L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) REGOLAMENTO N. 4 DEL 9 AGOSTO 2006 REGOLAMENTO CONCERNENTE GLI OBBLIGHI INFORMATIVI A CARICO DELLE IMPRESE IN OCCASIONE DI CIASCUNA SCADENZA ANNUALE DEI CONTRATTI R.C.AUTO DI CUI AL TITOLO XIV (VIGILANZA

Dettagli

NOTA INFORMATIVA. Il contraente deve prendere visione delle condizioni di assicurazione prima della sottoscrizione della polizza

NOTA INFORMATIVA. Il contraente deve prendere visione delle condizioni di assicurazione prima della sottoscrizione della polizza NOTA INFORMATIVA contratto di assicurazione Novit Auto- motocicli e ciclomotori contratto di assicurazione di responsabilità civile per la circolazione dei veicoli a motore modello n.1060 del 1 dicembre

Dettagli

LED srl Presentazione Sistema Informativo Premi e sinistri (IRIS) Pagina 1 di 18

LED srl Presentazione Sistema Informativo Premi e sinistri (IRIS) Pagina 1 di 18 Pagina 1 di 18 PRESENTAZIONE SISTEMA INFORMATIVO IRIS...3 PREMESSA...3 Informazioni generali...3 Aree applicative del sistema...4 ASSUNZIONE...5 Archivi...5 Identificativo del contratto...5 Persone coinvolte

Dettagli

Testo Aiba - Accordo Broker/Impresa - (Ediz. luglio 2009)

Testo Aiba - Accordo Broker/Impresa - (Ediz. luglio 2009) Testo Aiba - Accordo Broker/Impresa - (Ediz. luglio 2009) ACCORDO DI LIBERA COLLABORAZIONE NEI RAMI.. Vogliate prendere cortese nota che fra la nostra società in seguito definita l Impresa e la Vostra

Dettagli

PRESENTAZIONE SISTEMA INFORMATIVO IBIS... 1

PRESENTAZIONE SISTEMA INFORMATIVO IBIS... 1 PRESENTAZIONE SISTEMA INFORMATIVO IBIS... 1 PREMESSA... 1 GESTIONE DEL PORTAFOGLIO... 2 QUIETANZAMENTO... 4 GESTIONE DEGLI INCARTI DI SINISTRO... 5 GESTIONE AMMINISTRATIVA... 7 INCASSI... 7 ESTRATTI CONTO

Dettagli

ISVAP Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo

ISVAP Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo ISVAP Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo Disposizioni in materia di assicurazione obbligatoria R.C.Auto disciplina del bonus/malus. Relazione di presentazione

Dettagli

ISVAP Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo

ISVAP Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo ISVAP Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo CIRCOLARE N. 555/D Oggetto: Disposizioni in materia di assicurazione obbligatoria R.C.Auto disciplina del bonus/malus.

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE -ADDETTO AL FRONT OFFICE ASSICURAZIONI- DESCRIZIONE PROFILO

Dettagli

ATTESTATO DI RISCHIO. Che cos è. L attestazione sullo stato del rischio è il documento che la compagnia di

ATTESTATO DI RISCHIO. Che cos è. L attestazione sullo stato del rischio è il documento che la compagnia di ATTESTATO DI RISCHIO Che cos è L attestazione sullo stato del rischio è il documento che la compagnia di assicurazione rilascia in prossimità della scadenza annuale della polizza RCA, nel quale sono indicate

Dettagli

Nuova Tariffa U100 - Assicurazione a vita intera a premio unico con versamenti aggiuntivi - Vitattiva Carati

Nuova Tariffa U100 - Assicurazione a vita intera a premio unico con versamenti aggiuntivi - Vitattiva Carati DIREZIONE GENERALE CIRCOLARE N. 38/2006 ASSICURATIVA Bologna, 20 Luglio 2006 A tutte le Agenzie A tutti gli Ispettori della Direzione Centrale Commerciale e Marketing Agli Ispettori della Revisione Agenzie

Dettagli

TITOLO VI CREDITO, ASSICURAZIONI, BORSE VALORI CAPITOLO I. Usi bancari

TITOLO VI CREDITO, ASSICURAZIONI, BORSE VALORI CAPITOLO I. Usi bancari TITOLO VI CREDITO, ASSICURAZIONI, BORSE VALORI CAPITOLO I Usi bancari 1) MODALITA CONTABILI PER IL CALCOLO E MISURA DEGLI INTERESSI I rapporti di dare e avere relativi al conto, con saldo debitore o creditore,

Dettagli

L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo)

L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) REGOLAMENTO N. 27 DEL 14 OTTOBRE 2008 CONCERNENTE LA TENUTA DEI REGISTRI ASSICURATIVI DI CUI ALL ARTICOLO 101 DEL DECRETO LEGISLATIVO 7 SETTEMBRE 2005, N. 209 CODICE DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE. L ISVAP

Dettagli

SVD: regolamento Ivass 9/2015. Dematerializzazione attestato di rischio

SVD: regolamento Ivass 9/2015. Dematerializzazione attestato di rischio Circolare ai collaboratori di Südtirol Vita & Danni CIRCOLARE N. 046/2015 Alla c.a. di Tutti i collaboratori di Südtirol Vita & Danni Milano, 1 luglio 2015 SVD: regolamento Ivass 9/2015. Dematerializzazione

Dettagli

Regolamento per la rendicontazione dei progetti finanziati. Da Fondazione Telecom Italia FTI

Regolamento per la rendicontazione dei progetti finanziati. Da Fondazione Telecom Italia FTI Regolamento per la rendicontazione dei progetti finanziati Da Fondazione Telecom Italia FTI 1. Obbligazioni del Beneficiario: a. Destinatari del Bando [Soggetti proponenti] b. Conformità della documentazione

Dettagli

PRIMA AFFILIAZIONE AL CNSL

PRIMA AFFILIAZIONE AL CNSL Prot.n. 1936 /im Allegati: vari Roma, 15 luglio 2015 Ai Presidenti Regionali Libertas Ai Presidenti Provinciali Libertas e p.c. Al Vice Presidente Nazionale Libertas Ai Consiglieri Nazionali Libertas Ai

Dettagli

Direzione Regionale della Calabria Ufficio Gestione Tributi VADEMECUM SERVIZIO DI EMISSIONE DEI VALORI BOLLATI CON MODALITA TELEMATICHE

Direzione Regionale della Calabria Ufficio Gestione Tributi VADEMECUM SERVIZIO DI EMISSIONE DEI VALORI BOLLATI CON MODALITA TELEMATICHE Direzione Regionale della Calabria Ufficio Gestione Tributi VADEMECUM SERVIZIO DI EMISSIONE DEI VALORI BOLLATI CON MODALITA TELEMATICHE Edizione aggiornata a Dicembre 2010 INTRODUZIONE Il Decreto Legge

Dettagli

NOTA INFORMATIVA. Il contraente deve prendere visione delle condizioni di assicurazione prima della sottoscrizione della polizza

NOTA INFORMATIVA. Il contraente deve prendere visione delle condizioni di assicurazione prima della sottoscrizione della polizza NOTA INFORMATIVA contratto di assicurazione Novit Auto- NATANTI contratto di assicurazione di responsabilità civile per la circolazione dei natanti modello n. 1060 del 1 dicembre 2010 La presente nota

Dettagli

BOZZA DEL REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA CONTABILE- AMMINISTRATIVA TRA L AZIENDA U.S.L. 10 DI FIRENZE E LA SOCIETA DELLA SALUTE DI FIRENZE

BOZZA DEL REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA CONTABILE- AMMINISTRATIVA TRA L AZIENDA U.S.L. 10 DI FIRENZE E LA SOCIETA DELLA SALUTE DI FIRENZE BOZZA DEL REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA CONTABILE- AMMINISTRATIVA TRA L AZIENDA U.S.L. 10 DI FIRENZE E LA SOCIETA DELLA SALUTE DI FIRENZE A. ASPETTI GENERALI Oggetto Il presente regolamento

Dettagli

REGOLE DI ASSEGNAZIONE DELLA CLASSE INTERNA E CORRISPONDENZA CLASSE CU (IN VIGORE DALL 1.2.2011)

REGOLE DI ASSEGNAZIONE DELLA CLASSE INTERNA E CORRISPONDENZA CLASSE CU (IN VIGORE DALL 1.2.2011) REGOLE DI ASSEGNAZIONE DELLA CLASSE INTERNA E CORRISPONDENZA CLASSE CU (IN VIGORE DALL 1.2.2011) Come richiesto dalla vigente normativa, per ciascuna forma tariffaria, l Impresa, ha determinato un criterio

Dettagli

CONTRAENTE: COMUNE DI ARZACHENA via Firenze 2-07021 Arzachena DURATA: TRE ANNI DECORRENZA: ORE 24:00 DEL 31 DICEMBRE 2015

CONTRAENTE: COMUNE DI ARZACHENA via Firenze 2-07021 Arzachena DURATA: TRE ANNI DECORRENZA: ORE 24:00 DEL 31 DICEMBRE 2015 COMUNE DI ARZACHENA Provincia di Olbia - Tempio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO POLIZZA TRIENNALE RC AUTO PER I VEICOLI COMUNALI 2016-2018 LIBRO MATRICOLA CONTRAENTE: COMUNE DI ARZACHENA via Firenze 2-07021

Dettagli

http://www.siaworld.com PRODUCERS OF WORLD CLASS INSURANCE SYSTEMS OMNIA7 RSA GESTIONE WEB MANUALE D USO

http://www.siaworld.com PRODUCERS OF WORLD CLASS INSURANCE SYSTEMS OMNIA7 RSA GESTIONE WEB MANUALE D USO [vers 4] OMNIA7 RSA GESTIONE WEB MANUALE D USO Page of INDICE... CAPITOLO 1: AVVIO DI OMNIA7... 1.1 AUTENTICAZIONE PRAGMA WEB (F5)... CONTROLLI DATA OMNIA E DATA ULTIMO FOGLIO CASSA... AVVIO DEL PROGRAMMA

Dettagli

N. Prot.: COMUNICAZIONE \ 8 Data: 30/06/2015. Regolamento Ivass n. 9/2015 La Dematerializzazione degli Attestati di Rischio R.C.

N. Prot.: COMUNICAZIONE \ 8 Data: 30/06/2015. Regolamento Ivass n. 9/2015 La Dematerializzazione degli Attestati di Rischio R.C. N. Prot.: COMUNICAZIONE \ 8 Data: 30/06/2015 Annulla / Sostituisce: Oggetto: Regolamento Ivass n. 9/2015 La Dematerializzazione degli Attestati di Rischio R.C. Auto Emittente: BROKER Destinatari: A tutti

Dettagli

CONDIZIONI CONTRATTUALI

CONDIZIONI CONTRATTUALI CONDIZIONI CONTRATTUALI Contratto di capitalizzazione a premio unico e premi integrativi, con rivalutazione annuale del capitale assicurato (tariffa n 357) PARTE I - OGGETTO DEL CONTRATTO Articolo 1 -

Dettagli

POLIZZA AUTO. Nota informativa

POLIZZA AUTO. Nota informativa POLIZZA AUTO Nota informativa La presente nota informativa è stata predisposta dall impresa Credemassicurazioni S.p.A. in conformità alle indicazioni contenute nel D.Lgs. 7 settembre 2005, n. 209, nelle

Dettagli

L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo)

L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) REGOLAMENTO N. 4 DEL 9 AGOSTO 2006 REGOLAMENTO CONCERNENTE GLI OBBLIGHI INFORMATIVI A CARICO DELLE IMPRESE IN OCCASIONE DI CIASCUNA SCADENZA ANNUALE DEI CONTRATTI R.C.AUTO DI CUI AL TITOLO XIV (VIGILANZA

Dettagli

ART. 1 OGGETTO DELLA PRESTAZIONE DEL SERVIZIO E DESCRIZIONE TECNICA

ART. 1 OGGETTO DELLA PRESTAZIONE DEL SERVIZIO E DESCRIZIONE TECNICA CAPITOLATO D ONERI PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE EMESSE PER VIOLAZIONI AL CODICE DELLA STRADA NEI CONFRONTI DI CITTADINI STRANIERI ART. 1 OGGETTO DELLA PRESTAZIONE

Dettagli

REGOLE DI ASSEGNAZIONE DELLA CLASSE INTERNA E CORRISPONDENZA CLASSE CU (IN VIGORE DALL 1.7.2011)

REGOLE DI ASSEGNAZIONE DELLA CLASSE INTERNA E CORRISPONDENZA CLASSE CU (IN VIGORE DALL 1.7.2011) REGOLE DI ASSEGNAZIONE DELLA CLASSE INTERNA E CORRISPONDENZA CLASSE CU (IN VIGORE DALL 1.7.2011) Come richiesto dalla vigente normativa, per ciascuna forma tariffaria, l Impresa ha determinato un criterio

Dettagli

COMUNE DI BELLUNO. Regolamento. per la gestione. degli oggetti rinvenuti

COMUNE DI BELLUNO. Regolamento. per la gestione. degli oggetti rinvenuti COMUNE DI BELLUNO Regolamento per la gestione degli oggetti rinvenuti Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 73 del 29/11/2004 DISPOSIZIONI GENERALI - premessa - Nell ambito del Settore Bilancio

Dettagli

CICLO ATTIVO DELL AGENZIA DELLE DOGANE

CICLO ATTIVO DELL AGENZIA DELLE DOGANE CICLO ATTIVO DELL AGENZIA DELLE DOGANE ROMA, DICEMBRE 2001 1 Definizione del ciclo attivo Per ciclo attivo si intende la rilevazione e la registrazione a fini civilistici e fiscali delle entrate dell Agenzia,

Dettagli

UN NUOVO PRODOTTO...3 CONTI CORRENTI...4

UN NUOVO PRODOTTO...3 CONTI CORRENTI...4 UN NUOVO PRODOTTO...3 Disponibilità del servizio...3 CONTI CORRENTI...4 Estratto conto...4 Dati storici...5 Assegni...6 Utenze...6 Il Mio Bilancio...6 PAGAMENTI...9 Bonifici on line Italia...9 Bonifico

Dettagli

CONTRATTO di ACQUISTO ONLINE

CONTRATTO di ACQUISTO ONLINE CONTRATTO di ACQUISTO ONLINE GLOSSARIO Azienda Mediadream S.r.l. con sede in via Belvedere 45, 22100 COMO (CO), codice fiscale e partita I.V.A. 02512420130 (di seguito l Azienda). La quale Azienda rappresenta

Dettagli

Infine richiede che ogni eventuale comunicazione sia trasmessa all indirizzo del domicilio fiscale sopra indicato.

Infine richiede che ogni eventuale comunicazione sia trasmessa all indirizzo del domicilio fiscale sopra indicato. RICHIESTA DI LIQUIDAZIONE PER DECESSO DELL ASSICURATO Il presente modulo, una volta compilato e firmato, nonché corredato della documentazione completa indicata a pag. 2, necessaria a verificare l effettiva

Dettagli

ISTRUZIONI OPERATIVE

ISTRUZIONI OPERATIVE ISTRUZIONI OPERATIVE Milano, luglio 2007 05/07/2007 e-mail: info@prev.i.log..it web: www.prev.i.log..it Indice A Adempimenti per le adesioni A1 Adesione A2 Adesione dei lavoratori A3 Distinta delle adesioni

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DELLA FARMACAP TRIENNIO 2015-2017. Art.1 - SCOPO, MATERIA, LIMITI DELLA CONVENZIONE

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DELLA FARMACAP TRIENNIO 2015-2017. Art.1 - SCOPO, MATERIA, LIMITI DELLA CONVENZIONE Allegato 1 SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DELLA FARMACAP TRIENNIO 2015-2017 Art.1 - SCOPO, MATERIA, LIMITI DELLA CONVENZIONE Premesso che con delibera del Commissario Straordinario,

Dettagli

F.A.Q. NORMATIVA ANTIRICICLAGGIO

F.A.Q. NORMATIVA ANTIRICICLAGGIO F.A.Q. NORMATIVA ANTIRICICLAGGIO Limitazioni nell uso del Contante, Assegni e Titoli al Portatore Disposizioni antiriciclaggio previste dall art. 49 del decreto legislativo 21 novembre 2007, n. 231, come

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO UNIONE COMMERCIANTI

FOGLIO INFORMATIVO UNIONE COMMERCIANTI scheda prodotto CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA UNIONE COMMERCIANTI aggiornato al 30.08.2013 FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA UNIONE COMMERCIANTI INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione

Dettagli

Regolamento per il servizio di Cassa Economale

Regolamento per il servizio di Cassa Economale Azienda di Servizi alla Persona Regolamento per il servizio di Cassa Economale Approvato con Delibera di CdA n. 4 del 27/02/2014 Sede Legale: Via Di Mezzo n. 1 47900 RIMINI Sede Amministrativa: Via Massimo

Dettagli

5)- COME VIENE DEFINITA LA FORMALITÀ PRESSO IL P.R.A. RELATIVA AD UN IPOTECA? A - Annotazione B - Iscrizione C Trascrizione

5)- COME VIENE DEFINITA LA FORMALITÀ PRESSO IL P.R.A. RELATIVA AD UN IPOTECA? A - Annotazione B - Iscrizione C Trascrizione 1)- PER UN VEICOLO ESPORTATO ALL'ESTERO E SUCCESSIVAMENTE REISCRITTO IN ITALIA DALLO STESSO INTESTATARIO QUALE IPT PAGA?: A - L'IPT si paga in misura proporzionale B - Non si paga IPT C - L'IPT si paga

Dettagli

Da inviare a: Aon S.p.A., Via C. Colombo 149, 00147 Roma. Cognome:.. Nome:.. Codice Fiscale: Data di nascita:..

Da inviare a: Aon S.p.A., Via C. Colombo 149, 00147 Roma. Cognome:.. Nome:.. Codice Fiscale: Data di nascita:.. Convenzione LTC CIPAG/Poste Vita n. 22 Modulo di adesione per la copertura aggiuntiva Individuale ai sensi dell art. 15 delle Condizioni Generali di Assicurazione Da inviare a: Aon S.p.A., Via C. Colombo

Dettagli

SEZIONE RESPONSABILITÀ CIVILE

SEZIONE RESPONSABILITÀ CIVILE COSA ASSICURA COSA ASSICURA 2.1 OGGETTO DEL CONTRATTO Reale Mutua tiene indenne l Assicurato, entro i massimali convenuti in polizza, di quanto questi sia tenuto a pagare, quale civilmente responsabile

Dettagli

MODULO PER RICHIESTA VARIAZIONI CONTRATTUALI

MODULO PER RICHIESTA VARIAZIONI CONTRATTUALI 1. CORREZIONE DATA DI NASCITA E SESSO DELL ASSICURATO Il sottoscritto contraente della polizza, comunica a differenza di quanto indicato nel certificato di assicurazione la data di nascita dell assicurato

Dettagli

Indice 1. PREMESSA...4 2. OPERATORE...4 3. RENDICONTAZIONI ONLINE...5 3.1. Saldi ed ultimi dieci movimenti...6 4. RENDICONTAZIONI GIORNALIERE...

Indice 1. PREMESSA...4 2. OPERATORE...4 3. RENDICONTAZIONI ONLINE...5 3.1. Saldi ed ultimi dieci movimenti...6 4. RENDICONTAZIONI GIORNALIERE... Manuale Operatore Indice 1. PREMESSA...4 2. OPERATORE...4 3. RENDICONTAZIONI ONLINE...5 3.1. Saldi ed ultimi dieci movimenti...6 4. RENDICONTAZIONI GIORNALIERE...6 4.1. Saldi...6 4.1.1. Riepilogo saldi...6

Dettagli

Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la formazione dei dirigenti del terziario

Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la formazione dei dirigenti del terziario Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la formazione dei dirigenti del terziario GUIDA per la gestione dei Voucher formativi 2012 Sommario Premessa... 2 1. Soggetto Responsabile del Piano: obblighi

Dettagli

CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE

CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE ART. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO ED OBBLIGHI DELLA SOCIETÀ AIG Foundation Investments (di seguito il Contratto ) è un Contratto di assicurazione sulla vita di tipo Unit Linked a

Dettagli

I S V A P. 25 marzo 2003

I S V A P. 25 marzo 2003 I S V A P Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo 25 marzo 2003 363148 Alle Imprese di assicurazione con sede legale in Italia Alle Rappresentanze Generali di Imprese

Dettagli

INDICE. Che cos è l indennizzo diretto? Il modulo blu di constatazione amichevole: ecco cosa scrivere! La richiesta di risarcimento

INDICE. Che cos è l indennizzo diretto? Il modulo blu di constatazione amichevole: ecco cosa scrivere! La richiesta di risarcimento INDICE 03 04 05 06 07 08 Che cos è l indennizzo diretto? Il modulo blu di constatazione amichevole: ecco cosa scrivere! La richiesta di risarcimento Come e quando disdire la polizza rca Esempio di disdetta

Dettagli

Fascicolo Informativo Precontrattuale. Responsabilità Civile professionale in convenzione SMI

Fascicolo Informativo Precontrattuale. Responsabilità Civile professionale in convenzione SMI Fascicolo Informativo Precontrattuale Responsabilità Civile professionale in convenzione SMI Gentile dottore, La invitiamo a leggere con attenzione le informazioni che seguono, preparate con l intento

Dettagli

REGOLE DI ASSEGNAZIONE DELLA CLASSE INTERNA E CORRISPONDENZA CLASSE CU (IN VIGORE DALL 1.5.2011)

REGOLE DI ASSEGNAZIONE DELLA CLASSE INTERNA E CORRISPONDENZA CLASSE CU (IN VIGORE DALL 1.5.2011) REGOLE DI ASSEGNAZIONE DELLA CLASSE INTERNA E CORRISPONDENZA CLASSE CU (IN VIGORE DALL 1.5.2011) Come richiesto dalla vigente normativa, per ciascuna forma tariffaria, l Impresa ha determinato un criterio

Dettagli

Mini Guida. Le classi di merito

Mini Guida. Le classi di merito Mini Guida Le classi di merito Guida realizzata da Con il patrocinio ed il contributo finanziario del LE CLASSI DI MERITO Non sempre chi si accinge a stipulare un contratto assicurativo R.C. Auto conosce

Dettagli

Regolamento n. 13 del 6 febbraio 2008 concernente la disciplina: del certificato di assicurazione e contrassegno e del modulo di denuncia di sinistro

Regolamento n. 13 del 6 febbraio 2008 concernente la disciplina: del certificato di assicurazione e contrassegno e del modulo di denuncia di sinistro Regolamento n. 13 del 6 febbraio 2008 concernente la disciplina: del certificato di assicurazione e contrassegno e del modulo di denuncia di sinistro 1 Consolidamento della disciplina Per la maggior parte

Dettagli

L ISVAP (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo)

L ISVAP (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) ISVAP REGOLAMENTO N. 4 DEL 9 AGOSTO 2006 Obblighi informativi a carico delle imprese in occasione di ciascuna scadenza annuale dei contratti R.C. auto, di cui al Titolo XIV (Vigilanza sulle imprese e sugli

Dettagli

Caricamenti Carta verde Certificato di assicurazione Condizioni generali di assicurazione Constatazione amichevole di incidente Contraente

Caricamenti Carta verde Certificato di assicurazione Condizioni generali di assicurazione Constatazione amichevole di incidente Contraente Glossario A Agente di Assicurazione - Soggetto che, mettendo a disposizione del pubblico la propria competenza tecnica, svolge stabilmente in forma professionale ed autonoma l incarico di provvedere a

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA RENDICONTAZIONE DELLE SPESE

LINEE GUIDA PER LA RENDICONTAZIONE DELLE SPESE Avviso Pubblico per il finanziamento di (pubblicato sul BURC n.48 del 30 novembre 2012 parte III) ALLEGATO 5 LINEE GUIDA PER LA RENDICONTAZIONE DELLE SPESE Premessa e scopo della presente guida Nell'atto

Dettagli

LA TRASPARENZA FA BENE A TUTTI

LA TRASPARENZA FA BENE A TUTTI LA TRASPARENZA FA BENE A TUTTI Come cambiano le norme e quali sono gli impatti sull operatività legata al rapporto con il cliente BROCHURE INFORMATIVA PER GLI ESERCIZI COMMERCIALI CONVENZIONATI, AGENTI

Dettagli

Condizioni Generali di Vendita di beni tramite il sito web shop.deagostinipassion.com

Condizioni Generali di Vendita di beni tramite il sito web shop.deagostinipassion.com Condizioni Generali di Vendita di beni tramite il sito web shop.deagostinipassion.com 1. Le presenti condizioni generali di vendita (nel seguito Condizioni Generali di Vendita ) hanno ad oggetto la disciplina

Dettagli

(DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE N. 12/2007)

(DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE N. 12/2007) OSSERVAZIONI ANIA SULLO SCHEMA DI REGOLAMENTO ISVAP IN MATERIA DI CERTIFICATO DI ASSICURAZIONE, CONTRASSEGNO E MODULO DI DENUNCIA DI SINISTRO DELL ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA DEI VEICOLI A MOTORE E DEI

Dettagli

SISTEMA INFORMATICO GESTIONALE INTEGRATO

SISTEMA INFORMATICO GESTIONALE INTEGRATO 181818Pagina 1 di 18 SYSINFO SISTEMA INFORMATICO GESTIONALE INTEGRATO SCHEDA INFORMATIVA Realizzato da SYSLOG srl Release: 1.9 Pagina 1 di 18 181818Pagina 2 di 18 PRINCIPALI MODULI DEL SISTEMA 1) Modulo

Dettagli

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3 FAQ 2015 Flusso telematico dei modelli 730-4 D.M. 31 maggio 1999, n. 164 Comunicazione dei sostituti d imposta per la ricezione telematica, tramite l Agenzia delle entrate, dei dati dei 730-4 relativi

Dettagli

CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE. R C Natanti

CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE. R C Natanti CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE R C Natanti Definizioni Termini assicurativi ed espressioni tecniche ai quali le Parti attribuiscono, nell ambito del presente contratto, il significato qui precisato: Assicurato:

Dettagli

COMUNICAZIONE n 8 RCAuto 14.12.2012

COMUNICAZIONE n 8 RCAuto 14.12.2012 COMMISSIONE AUTO COMUNICAZIONE n 8 RCAuto 14.12.2012 c.a. c.a. Spett.le MILANO ASSICURAZIONI S.p.A. Direzione Auto Dr. Davide ZAMBON D.ssa Claudia PRCIC Ufficio Relazioni Agenti D.ssa Antonella BIANCHI

Dettagli

COMUNE DI CALANNA (Provincia di Reggio Calabria)

COMUNE DI CALANNA (Provincia di Reggio Calabria) COMUNE DI CALANNA (Provincia di Reggio Calabria) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO ECONOMATO Approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 01 del 28\12\2007 CAPO I Servizio di Economato Art. 1 Servizio di economato

Dettagli

Gestione Fatture/Parcelle/Fatture Elettroniche verso la Pubblica Amministrazione Conto Terzi. Gestione Proforme Conto Terzi

Gestione Fatture/Parcelle/Fatture Elettroniche verso la Pubblica Amministrazione Conto Terzi. Gestione Proforme Conto Terzi Fatturazione Conto Terzi Fct WinParc Gestione Fatture/Parcelle/Fatture Elettroniche verso la Pubblica Amministrazione Conto Terzi Fct Proforma Gestione Proforme Conto Terzi Fct Ddt Gestione Documenti di

Dettagli

Comune di Avigliana. Regolamento

Comune di Avigliana. Regolamento Comune di Avigliana Provincia di Torino Regolamento per la gestione degli oggetti e beni rinvenuti nel territorio comunale. Approvato dal Consiglio Comunale in data 17/10/2013 con deliberazione n. 65 1

Dettagli

Progetto ANAMA REGOLAMENTO 121213

Progetto ANAMA REGOLAMENTO 121213 Progetto ANAMA REGOLAMENTO 121213 Nell ambito del Progetto ANAMA (di seguito denominato anche Progetto ) ideato da ANAMA CONFESERCENTI, Via Nazionale 60 00184 Roma, tel. 06/47.251, il presente REGOLAMENTO

Dettagli

PARTE I INFORMAZIONI GENERALI

PARTE I INFORMAZIONI GENERALI Polizza multirischi dell Agente di assicurazione: Responsabilità Civile e Garanzie complementari Modulo di proposta Avviso importante Il Proponente è tenuto a rispondere alle domande di seguito indicate.

Dettagli

Ge.Co. Gestione Completa PantaRei Soluzioni Informatiche srl

Ge.Co. Gestione Completa PantaRei Soluzioni Informatiche srl Ge.Co. Gestione Completa PantaRei Soluzioni Informatiche srl GECO.DOCX [2/12] del 18/12/2011 Introduzione Il software di gestione Aziendale Ge.Co. è uno strumento moderno ed efficiente, semplice da utilizzare

Dettagli

GARANZIE : AGENZIA DI: RIVA DEL GARDA 620. Auto - Furto Massimale: 17.000,00 Franchigia : 400,00 Imposte : 297,36 Premio netto annuo : 2.

GARANZIE : AGENZIA DI: RIVA DEL GARDA 620. Auto - Furto Massimale: 17.000,00 Franchigia : 400,00 Imposte : 297,36 Premio netto annuo : 2. INSER S.P.A. 001.0006400751 AGENZIA DI: RIVA DEL GARDA 620 CONTRATTO DI ASSICURAZIONE: VITTORIA - A.R.D. Chilometrica n 620.018.0000106700 DECORRENZA CONTRATTO: 20/06/2013 SCADENZA 1 RATA: ore 24:00 del

Dettagli

CONSORZIO DI BONIFICA DELL ORISTANESE. Con sede in Oristano (OR) C.F 9002260092 *****

CONSORZIO DI BONIFICA DELL ORISTANESE. Con sede in Oristano (OR) C.F 9002260092 ***** CONSORZIO DI BONIFICA DELL ORISTANESE Con sede in Oristano (OR) C.F 9002260092 ***** Capitolato Speciale Per l affidamento del Servizio di Tesoreria e Cassa CIG: 0226589B25 Art. 1 Il Servizio di Tesoreria

Dettagli

COMUNE DI MONSERRATO

COMUNE DI MONSERRATO COMUNE DI MONSERRATO Provincia di Cagliari Settore Economico Finanziario DISCIPLINARE PER LA PARTECIPAZIONE ALLA GARA E PER LA PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE Allegato A al bando di gara 1) Ente Aggiudicatore:

Dettagli

REGOLAMENTO N. 13 DEL 6 FEBBRAIO 2008. L ISVAP (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo)

REGOLAMENTO N. 13 DEL 6 FEBBRAIO 2008. L ISVAP (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) REGOLAMENTO N. 13 DEL 6 FEBBRAIO 2008 REGOLAMENTO CONCERNENTE LA DISCIPLINA DEL CERTIFICATO DI ASSICURAZIONE, DEL CONTRASSEGNO E DEL MODULO DI DENUNCIA DI SINISTRO DI CUI AL TITOLO X (ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA

Dettagli

REGOLAMENTO N. 9 DEL 19 MAGGIO 2015

REGOLAMENTO N. 9 DEL 19 MAGGIO 2015 REGOLAMENTO N. 9 DEL 19 MAGGIO 2015 REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA DELLA BANCA DATI ATTESTATI DI RISCHIO E DELL ATTESTAZIONE SULLO STATO DEL RISCHIO DI CUI ALL ART. 134 DEL DECRETO LEGISLATIVO 7 SETTEMBRE

Dettagli

CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA

CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA Tra l AUTORITA GARANTE PER L INFANZIA E L ADOLOSCENZA C.F. 11784021005 con sede in Roma Via di Villa Ruffo, 6 che per brevità sarà in seguito chiamata

Dettagli

RESPONSABILITÀ CIVILE COLPA GRAVE PSICHIATRI CONVENZIONE SOCIETA ITALIANA. Polizza di Assicurazione per la. Guida Operativa DI PSICHIATRIA

RESPONSABILITÀ CIVILE COLPA GRAVE PSICHIATRI CONVENZIONE SOCIETA ITALIANA. Polizza di Assicurazione per la. Guida Operativa DI PSICHIATRIA Polizza di Assicurazione per la RESPONSABILITÀ CIVILE COLPA GRAVE PSICHIATRI CONVENZIONE SOCIETA ITALIANA DI PSICHIATRIA AON / mod. 168/1 Guida Operativa Sommario Informazioni sulla Polizza... 3 Informazioni

Dettagli

LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI NELL ASSICURAZIONE R.C. AUTO

LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI NELL ASSICURAZIONE R.C. AUTO TRASPARENZA E QUALITÀ LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI NELL ASSICURAZIONE R.C. AUTO Terza Edizione La guida pratica alle procedure di risarcimento per l utente r.c. auto Documento realizzato da: ADICONSUM Questo

Dettagli

1. Identità e contatti del finanziatore e dell intermediario del credito

1. Identità e contatti del finanziatore e dell intermediario del credito INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI CARTA DI CREDITO BANCOPOSTA CLASSICA offerta a Clienti titolari del conto BancoPosta che hanno in essere un mutuo Banco Posta erogato da Deutsche

Dettagli

MANUALE DI EMISSIONE POLIZZA ASSìYOU

MANUALE DI EMISSIONE POLIZZA ASSìYOU MANUALE DI EMISSIONE POLIZZA ASSìYOU Per l emissione della nuova polizza AsSìYou, procedere come segue: Collegarsi al portale internet www.assicuragroup.it, entrare nella sezione PRODOTTI SìCURO, accedere

Dettagli

Fondo Pensione Previcooper Regole Operative per il versamento dei contributi

Fondo Pensione Previcooper Regole Operative per il versamento dei contributi Fondo Pensione Previcooper Regole Operative per il versamento dei contributi VERSIONE LUGLIO 2015 Vi preghiamo di leggere con attenzione queste brevi note: se seguirete letteralmente le istruzioni contenute

Dettagli

E-BANKING ONBANK/CORPORATE BANKING INTERBANCARIO

E-BANKING ONBANK/CORPORATE BANKING INTERBANCARIO Il presente foglio informativo non costituisce offerta al pubblico ai sensi dell art. 1336 Cod.Civ. E-BANKING ONBANK/CORPORATE BANKING INTERBANCARIO Sezione I - Informazioni sulla Banca Cassa Rurale di

Dettagli

Assicurazione della Responsabilità Civile dell Agente di Assicurazione e garanzie complementari. Modulo di proposta

Assicurazione della Responsabilità Civile dell Agente di Assicurazione e garanzie complementari. Modulo di proposta Avviso importante Assicurazione della Responsabilità Civile dell Agente di Assicurazione e garanzie complementari Modulo di proposta Il Proponente è tenuto a rispondere alle domande di seguito indicate.

Dettagli

La riqualificazione energetica delle scuole: prospettive, gestione, criticità

La riqualificazione energetica delle scuole: prospettive, gestione, criticità La riqualificazione energetica delle scuole: prospettive, gestione, criticità IL FONDO ROTATIVO PER KYOTO PAGAMENTI E RENDICONTAZIONE Antonio Rattà, Roma 17 aprile 2015 Definizione E il processo di consuntivazione

Dettagli

All atto della stipulazione il contratto è assegnato alla classe di merito CU ed Aziendale 14 se relativo a:

All atto della stipulazione il contratto è assegnato alla classe di merito CU ed Aziendale 14 se relativo a: CRITERI DI INDIVIDUAZIONE DELLA CLASSE DI MERITO BONUS/MALUS CU ED AZIENDALE Le sotto riportate regole hanno validità dal 01 Ottobre 2010 al 30 Giugno 2011 All atto della stipulazione il contratto è assegnato

Dettagli

REGOLE DI ASSEGNAZIONE DELLA CLASSE INTERNA E CORRISPONDENZA CLASSE CU (IN VIGORE DALL 1.7.2012)

REGOLE DI ASSEGNAZIONE DELLA CLASSE INTERNA E CORRISPONDENZA CLASSE CU (IN VIGORE DALL 1.7.2012) REGOLE DI ASSEGNAZIONE DELLA CLASSE INTERNA E CORRISPONDENZA CLASSE CU (IN VIGORE DALL 1.7.2012) Come richiesto dalla vigente normativa, per ciascuna forma tariffaria, l Impresa ha determinato un criterio

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE SPESE ECONOMALI, DI PRONTA CASSA E DELL UTILIZZO DELLE CARTE DI CREDITO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE SPESE ECONOMALI, DI PRONTA CASSA E DELL UTILIZZO DELLE CARTE DI CREDITO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE SPESE ECONOMALI, DI PRONTA CASSA E DELL UTILIZZO DELLE CARTE DI CREDITO Indice TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art.1 Ambito di applicazione Art. 2 Definizioni TITOLO

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO OGGETTI SMARRITI

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO OGGETTI SMARRITI COMUNE DI QUINTO VICENTINO REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO OGGETTI SMARRITI 1 DISPOSIZIONI GENERALI Titolo primo Articolo 1 1. Nell ambito del Servizio Patrimonio ed alle sue dipendenze opera

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE PROCEDURE DI INCASSO E PAGAMENTO E PER LO SVOLGIMENTO DEI SERVIZI BANCARI Deliberazione n. 120 del 01.03.2007

REGOLAMENTO PER LE PROCEDURE DI INCASSO E PAGAMENTO E PER LO SVOLGIMENTO DEI SERVIZI BANCARI Deliberazione n. 120 del 01.03.2007 REGOLAMENTO PER LE PROCEDURE DI INCASSO E PAGAMENTO E PER LO SVOLGIMENTO DEI SERVIZI BANCARI Deliberazione n. 120 del 01.03.2007 Articolo 1 - Oggetto del Regolamento 1. Il presente Regolamento disciplina

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI RECUPERO CREDITI EXTRAGIUDIZIALE

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI RECUPERO CREDITI EXTRAGIUDIZIALE CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI RECUPERO CREDITI EXTRAGIUDIZIALE Art. 1) OGGETTO L attività consiste nello svolgimento del recupero crediti extragiudiziale dei corrispettivi derivanti

Dettagli

SCHEMA DI NOTA INFORMATIVA CONTRATTO DI ASSICURAZIONE SULLA VITA E DI CAPITALIZZAZIONE

SCHEMA DI NOTA INFORMATIVA CONTRATTO DI ASSICURAZIONE SULLA VITA E DI CAPITALIZZAZIONE SCHEMA DI NOTA INFORMATIVA CONTRATTO DI ASSICURAZIONE SULLA VITA E DI CAPITALIZZAZIONE Inserire la seguente frase: La presente Nota informativa è redatta secondo lo schema predisposto dall ISVAP, ma il

Dettagli

Contributi per l'acquisto di autoambulanze e di beni strumentali

Contributi per l'acquisto di autoambulanze e di beni strumentali Via Battuti Rossi, 6/A 47121 Forlì Via dell Arrigoni, 308 47522 Cesena Contributi per l'acquisto di autoambulanze e di beni strumentali Sul sito internet del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Dettagli

BSI NEW PROTECTION. Linea Investimento Protetto. Appendice B - modulo di Proposta

BSI NEW PROTECTION. Linea Investimento Protetto. Appendice B - modulo di Proposta Linea Investimento Protetto Il presente modulo di Proposta, che forma parte integrante del Prospetto Informativo, è stato depositato in CONSOB il 28 dicembre 2007 ed è valido a partire dal 1 gennaio 2008

Dettagli

Global Assicurazioni S.p.A. a custodire l originale

Global Assicurazioni S.p.A. a custodire l originale GLOBAL VALORE PROTETTO TARIFFA A VITA INTERA A PREMIO UNICO V1 GA VERSIONE AD ACCUMULO BANCA CONVENZIONE FILIALE ABI CAB PROPOSTA Stipulata il CONTRAENTE Cognome/Rag.soc. Nome Sesso Codice Fiscale/P.IVA

Dettagli

REGOLE DI ASSEGNAZIONE DELLA CLASSE INTERNA E CORRISPONDENZA CLASSE CU (IN VIGORE DALL 1.7.2011)

REGOLE DI ASSEGNAZIONE DELLA CLASSE INTERNA E CORRISPONDENZA CLASSE CU (IN VIGORE DALL 1.7.2011) REGOLE DI ASSEGNAZIONE DELLA CLASSE INTERNA E CORRISPONDENZA CLASSE CU (IN VIGORE DALL 1.7.2011) Come richiesto dalla vigente normativa, per ciascuna forma tariffaria, l Impresa ha determinato un criterio

Dettagli

Copyright 2015 Tutti i diritti sono riservati Vietata la riproduzione anche parziale 17

Copyright 2015 Tutti i diritti sono riservati Vietata la riproduzione anche parziale 17 Un particolare tipo di polizza, infine, è costituito dall assicurazione sulla patente. Con essa il titolare può assicurare sé stesso, a prescindere dai veicoli che effettivamente guiderà, per i rischi

Dettagli

CORSO DI PREPARAZIONE ALL ESAME ISVAP

CORSO DI PREPARAZIONE ALL ESAME ISVAP CORSO DI PREPARAZIONE ALL ESAME ISVAP PER AGENTI E BROKER Organizzato da Per informazioni: formazione@finanzaediritto.it www.editricelefonti.it Chi siamo Editrice Le Fonti è una primaria casa editrice

Dettagli