COPIA CONFORME ALL ORIGINALE PER USO AMMINISTRATIVO E D UFFICIO DELLA ORDINANZA N. 5 DEL ORDINANZA N. 5 DEL

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COPIA CONFORME ALL ORIGINALE PER USO AMMINISTRATIVO E D UFFICIO DELLA ORDINANZA N. 5 DEL ORDINANZA N. 5 DEL"

Transcript

1 COPIA CONFORME ALL ORIGINALE PER USO AMMINISTRATIVO E D UFFICIO DELLA ORDINANZA N. 5 DEL Registro Generale n. 5 ORDINANZA N. 5 DEL Ufficio: COMMERCIO Oggetto: CRITERI PER L'APERTURA E LA CHIUSURA DEGLI ESERCIZI DI VENDITA AL DETTAGLIO - CALENDARIO DEROGHE CHIUSURE DOMENICALI E FESTIVE - CALENDARIO MERCATI SETTIMANALI - ANNO 2012 Visto il Decreto Legislativo. del , n. 114, ed in particolare il titolo IV orari di vendita ; Vista la L.R. n. 10 del ; Vista la L.R. n.15 del ; Visto il decreto del dirigente del Settore Turismo della Provincia di Venezia n. 33 prot. n : L. R. N. 62 del , n. 62 e successive integrazioni: Individuazione dei Comuni a prevalente economia turistica e delle città d arte ai fini delle deroghe agli orari di vendita richiesta dal Comune di Noale quale città d arte: individuazione ; Vista la delibera di Consiglio Comunale n. 80 del adeguamento criteri per la disciplina delle attività di vendita; Visto quanto riportato nel Bollettino Ufficiale del 30 dicembre 2011 della Regione Veneto dove è stata pubblicata la legge regionale 27 dicembre 2011, n. 30 recante Disposizioni urgenti in materia di orari di apertura e chiusura delle attività commerciali al dettaglio e disposizioni transitorie in materia di procedimenti amministrativi per il rilascio di autorizzazioni commerciali per grandi strutture di vendita e parchi commerciali ; Dato atto che tale legge, dichiarata urgente ai sensi dell articolo 44 dello Statuto, entra in vigore il giorno successivo alla pubblicazione; Visto che in data 3 gennaio 2011 ns.prot. n.174 è stata inviata via fax la bozza della presente ordinanza alle Associazioni di Categoria maggiormente rappresentative a livello nazionale, alle Organizzazioni Sindacali, e che le stesse hanno espresso parere favorevole per tutto quanto indicato

2 nella stessa; Visto l art.50, comma 7, del D.Lgs , n.267 Testo Unico delle Leggi sull ordinamento degli Enti Locali ; Visto il testo della precedente ordinanza n.226 del 30 dicembre 2011: Deroghe domenicali per l anno 2012 : giornate del 6 e 8 gennaio 2012 ; Tutto ciò premesso; O R D I N A che gli orari di apertura e chiusura degli esercizi di vendita al dettaglio sono rimessi alla libera determinazione degli esercenti, nel rispetto delle disposizioni dell art. 11 del D. L.gs , n. 114, dei criteri di cui al presente provvedimento e alla LR 30/2011. ART. 1 DEROGHE ALL OBBLIGO DI CHIUSURA anno 2012 In virtù di quanto disposto dal Decreto del Dirigente del Settore Turismo della Provincia di Venezia n. 33 prot. n : L.R. N. 62 del , e successive integrazioni: Individuazione dei Comuni a prevalente economia turistica e delle città d arte ai fini delle deroghe agli orari di vendita richiesta dal Comune di Noale quale città d arte, limitatamente agli esercizi di vicinato e medie strutture edificate alla zona classificata dagli strumenti urbanistici come Zona A del Comune di Noale, ai sensi della L.R. n. 62/1999 è applicabile quanto disposto dall art. 12 del D. L.gs. Bersani: gli esercenti possono determinare liberamente gli orari di apertura e chiusura e possono derogare all obbligo di cui all art. 11 comma 4 del D. L.gs n. 114/98. Per gli esercizi di vicinato e di media struttura del territorio del Comune di Noale, al di fuori della zona classificata dagli strumenti urbanistici come Zona A, ai sensi della L. R. N. 62/1999 viene confermata la chiusura obbligatoria per i giorni domenicali e festivi, tale obbligo è sospeso durante l intero mese di dicembre, come previsto dall art. 11 comma 5 del D. L.gs. 114/98, per l anno 2012, gli esercizi commerciali di vendita al dettaglio su area privata, nonché gli esercenti dell attività di pianificazione, possono derogare all obbligo della chiusura domenicale e festiva, oltre che nel mese di dicembre, anche nelle seguenti giornate: 06 gennaio Epifania 08 gennaio 1 domenica dei saldi di fine stagione 15 gennaio 2 domenica dei saldi di fine stagione e Mercatino dell Antiquariato 12 febbraio Mercatino dell Antiquariato - Evento Cuore S. Valentino 19 febbraio Ultima domenica di Carnevale Domenica grassa 11 marzo Mercatino dell Antiquariato 1 aprile Domenica delle Palme 13 maggio Mercatino dell Antiquariato 10 giugno Mercatino dell Antiquariato - Infiorata 8 luglio Saldi Estivi di fine stagione 9 settembre Mercatino dell Antiquariato 7 ottobre Sagra del Rosario 14 ottobre Mercatino dell Antiquariato

3 1 novembre Ognisanti 11 novembre Mercatino dell Antiquariato Ed inoltre in occasione delle seguenti feste: Domenica 15 Aprile 2012 Solo nel Capoluogo in concomitanza della manifestazione di Noale in Fiore; Domenica 29 Aprile 2012 Solo nella frazione di Briana in concomitanza della manifestazione Briana in Festa; Domenica 27 Maggio 2012 Solo nella frazione di Moniego in concomitanza della manifestazione Festa di S. Urbano; Domenica 15 Luglio 2012 Solo nella frazione di Cappelletta in concomitanza della manifestazione Sagra del Carmine; ART. 2 MERCATI STRAORDINARI Per l anno 2012 il mercato settimanale del capoluogo si svolgerà tutti i giovedì. Ai sensi della L.R. n. 10/2001, è previsto nell anno 2012 n. 1 mercato straordinario con la seguente data: Giovedì Festività di tutti i Santi 1 novembre 2012 L attività in forma itinerante dovrà rispettare le norme sugli orari previste per il commercio al dettaglio in sede fissa, ai sensi dell art.30 comma 1 del d.lgs. 114/1998. ART. 3 CHIUSURA DOMENICALE, FESTIVA E INFRASETTIMANALE Fatto salvo quanto previsto dall art.11, comma 4, del decreto legislativo 114\98, e al precedente art. 1 della presente ordinanza, gli esercizi commerciali di vendita al dettaglio osservano la chiusura domenicale e festiva. Per l anno 2012 è data facoltà alle attività di vendita al dettaglio di fissare la mezza giornata di chiusura di riposo infrasettimanale. Gli esercizi del settore alimentare devono garantire l apertura al pubblico in caso di tre o più festività consecutive, effettuando l apertura antimeridiana fino alle ore 13.00, nella terza festività. ART. 4 ATTIVITA DI VENDITA DI PRODOTTI STAGIONALI I mesi di ottobre e novembre ai titolari degli esercizi di frutta e verdura è data facoltà di tenere aperto nei giorni festivi per la sola vendita di caldarroste e frutta secca.

4 ART.5 - ESCLUSIONI Non sono tenute al rispetto dei presenti criteri le tipologie di attività elencate all art. 13, 1 comma, del D. Lgs. 114/1998 e precisamente: rivendite di generi di monopolio; esercizi di vendita interni ai campeggi, ai villaggi turistici ed ai complessi turistici ed alberghieri; esercizi di vendita al dettaglio situati nelle stazioni ferroviarie ed aeroportuali ; esercizi di vendita al dettaglio situati all interno di sale cinematografiche; rivendite di riviste e giornali; gelaterie, pasticcerie, gastronomie e rosticcerie; esercizi specializzati nella vendita di bevande, fiori, piante ed articoli di giardinaggio, mobili, libri, dischi, nastri magnetici, musicassette, videocassette, opere d arte, oggetti d antiquariato, stampe, cartoline, articoli da ricordo ed artigianato locale, qualora le suddette attività siano svolte in maniera esclusiva e prevalente; vendita al dettaglio svolta presso stazioni di servizio autostradali. La presente ordinanza vale anche per le attività del settore alimentare - panifici che hanno la facoltà, oltre che a vendere, a panificare. Per le attività commerciali all interno degli impianti di distribuzione carburante, è fatto salvo quanto previsto dalla deliberazione di Giunta Regionale n.977 del ART. 6 DISPOSIZIONI FINALI La presente ordinanza entra in vigore dal 1 gennaio 2012 e verrà pubblicata all Albo Pretorio del Comune. I criteri stabiliti dal presente provvedimento potranno essere soggetti a revisione, integrazione o adeguamento, qualora ne venga ravvisata l opportunità. Contro il presente atto è ammissibile ricorso nei modi e nelle forme di legge: - ricorso giurisdizionale al TAR del Veneto, entro 60 gg dalla notifica o dalla piena conoscenza della presente; - ricorso straordinario al Capo di Stato, entro 120 gg dalla notifica o dalla piena conoscenza della presente Responsabile del Procedimento è il Dott. Giacomo D Ancona (tel 041/ ) Responsabile dell Istruttoria è la dott.ssa Chiara Leandri (tel.041/ ) Entrambi in servizio presso Settore Affari Generali Ufficio Segreteria -Commercio presso il quale si può prendere visione degli atti - Orari : Ufficio Segreteria: Martedì/giovedì/venerdì/ dalle 9.00 alle Martedì dalle alle 18.00

5 Letto e sottoscritto a norma di legge. IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO F.to D'Ancona Giacomo ATTESTATO DI PUBBLICAZIONE Della suestesa ordinanza viene iniziata oggi la pubblicazione all'albo Pretorio on line per 15 giorni consecutivi dal al Lì Il Messo Comunale Copia conforme all originale. Lì IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO D'Ancona Giacomo