DELIBERAZIONE N. 52/15 DEL

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DELIBERAZIONE N. 52/15 DEL 23.12.2014"

Transcript

1 Oggetto: Assegnazione intero "Capannone officine" presso i locali CRFP ex CISAPI di Cagliari alla Direzione generale per la Comunicazione - Servizio Comunicazione Istituzionale, Trasparenza e Coordinamento Rete URP e Archivi, per la realizzazione dell'archivio di deposito generale dell'amministrazione regionale e di un primo nucleo dell'archivio storico. Nuove disposizioni. Il Vicepresidente, di concerto con gli Assessori del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e Sicurezza Sociale, degli Enti Locali, Finanze e Urbanistica, dei Lavori Pubblici e della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport, riferisce riguardo alla situazione di emergenza dei numerosi locali, che insistono nell area di Cagliari, adibiti ad archivi di deposito dell Amministrazione regionale, che conservano attualmente una consistente parte della documentazione relativa a pratiche esaurite. Il Vicepresidente richiama quindi la deliberazione della Giunta regionale n. 38/11 del , con la quale, su proposta della Regione Sardegna, è stato inserito nell APQ Beni Culturali il finanziamento di euro per la realizzazione dell Archivio Storico degli atti della Regione. Il Vicepresidente ricorda che in conseguenza della predetta programmazione, con la deliberazione n. 50/14 del , la Giunta regionale stabiliva di finanziare la realizzazione dell archivio di deposito regionale e del primo nucleo dell archivio storico in una parte del capannone Officine presso il Centro Regionale di Formazione Professionale (CRFP) ex CISAPI a Mulinu Becciu - Cagliari, individuando l Assessorato dei Lavori Pubblici come titolare dell esecuzione dell intervento. Tale soluzione soddisfaceva l urgente esigenza dell'amministrazione di disporre di oltre 40 km lineari di scaffalature da destinare all archiviazione, e di poter impiantare il primo nucleo dell archivio storico. Adottando tale soluzione si affrontava in modo risolutivo la duplice criticità, tuttora presente, della totale assenza di un locale adibito ad archivio storico e della non adeguatezza di una parte dei locali adibiti ad archivio di deposito, problematica più volte segnalata dalla Soprintendenza archivistica, oltre che quella della cronica insufficienza di spazi di archiviazione. Il Vicepresidente prosegue evidenziando che l Assessorato dei Lavori Pubblici ha provveduto nel 2010 a bandire l appalto per la realizzazione dell archivio con il contributo dell Agenzia Regionale 1/6

2 Edilizia Abitativa - AREA Sardegna, incaricata della redazione del progetto preliminare da porre a base di gara, ma, in fase di aggiudicazione definitiva, tale gara è stata annullata per l accertata irregolarità dell aggiudicatario durante la verifica del possesso dei requisiti prescritti. I tempi relativi all indizione di una nuova gara d appalto si sono dilatati a causa delle criticità in materia di sicurezza strutturale ed antiincendio rilevate nel corso della progettazione definitiva dell archivio da parte di AREA Sardegna, criticità dovute principalmente alla prevista contestuale presenza, all interno del medesimo capannone Officine, delle aule di formazione e dei laboratori per apprendisti elettromeccanici e saldatori dei corsi di formazione professionale gestiti dall Assessorato del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e Sicurezza Sociale. Il Vicepresidente, di concerto con l Assessore del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e Sicurezza Sociale, sottopone quindi alla Giunta, anche alla luce delle criticità emerse, due motivazioni di pari dignità e rilevanza che suggeriscono di destinare l intero Capannone officine alle attività d archivio. La prima motivazione attiene alla necessità di concentrare in maniera ottimale le attività di formazione professionale contemperando la qualità della stessa con il pieno ed efficace utilizzo del patrimonio logistico della Regione. In tal senso, considerata l'attuale non conformità del Capannone officine di che trattasi alla normativa in materia di sicurezza prescritta per i luoghi dove si svolgono le attività di formazione, e considerata la residuale porzione di spazio che i predetti laboratori occupano rispetto alla cubatura dell intero Capannone, è opportuno mantenere nel compendio del Centro ex CISAPI unicamente lo svolgimento della parte teorica dell insegnamento nei diversi ambiti connessi alle attività formative programmate anche in sinergia con le altre Amministrazioni pubbliche. L altra motivazione è fondata sull obbligo di legge che incombe sulla Regione Sardegna che è quello di garantire la corretta e adeguata conservazione del proprio patrimonio archivistico. Infatti la notevole consistenza degli atti prodotti dall Amministrazione regionale esige la disponibilità di adeguati spazi al fine di consentire la corretta conservazione degli archivi delle Direzioni generali e degli Enti regionali, molti dei quali attualmente in condizioni critiche di conservazione, assicurandone inoltre la fruizione da parte dell utenza esterna. Il Vicepresidente, pertanto, sottopone alla Giunta, di concerto con gli Assessori del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e Sicurezza Sociale, degli Enti Locali, Finanze e Urbanistica, dei Lavori Pubblici e della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport, la proposta di destinare il predetto Capannone unicamente ad archivio, quale sede di deposito generale dell Amministrazione regionale e del primo nucleo dell archivio storico, dismettendo le aule 2/6

3 didattiche, i laboratori e i magazzini presenti in tale edificio. Il Vicepresidente prosegue evidenziando che l Agenzia AREA ha svolto un approfondimento preliminare in tal senso, confrontandosi in proposito anche con il competente Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco. In esito a tale confronto la soluzione sopra prospettata è apparsa percorribile. Pertanto il Vicepresidente propone, di concerto con l Assessore del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e Sicurezza Sociale, la destinazione ad archivio dell intero capannone Officine presso il Centro Regionale di Formazione Professionale (CRFP) ex CISAPI a Mulinu Becciu - Cagliari, e sottolinea che la deliberazione della Giunta regionale n. 32/21 del 15 settembre 2010, ed i conseguenti accordi in essa richiamati, intercorsi fra le diverse Direzioni generali coinvolte, devono considerarsi superati. La destinazione dell intero Capannone ad archivio è coerente con la prospettiva di creare all interno del complesso ex CISAPI un polo di alta formazione e specializzazione in materia archivistica, in collaborazione con la Soprintendenza archivistica regionale. Il Vicepresidente propone inoltre, di concerto con l Assessore della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport, come misura necessaria e complementare, di assegnare alla Direzione generale dei Beni culturali, Informazione, Spettacolo e Sport opportune risorse, specificamente vincolate alla disinfezione della documentazione degli archivi dell Amministrazione regionale e degli Enti maggiormente a rischio di deterioramento irreversibile, nella misura di euro sul capitolo SC dell'upb S La predetta azione sarà realizzata in coordinamento con la Direzione generale per la Comunicazione della Presidenza. Il Vicepresidente prosegue, di concerto con gli Assessori del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e Sicurezza Sociale, degli Enti Locali, Finanze e Urbanistica, dei Lavori Pubblici e della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport, illustrando le seguenti fasi di intervento idonee a consentire la piena disponibilità del Capannone per le attività di archiviazione: 1) la Direzione generale per la Comunicazione definirà gli standard per il corretto trasferimento, la conservazione e la gestione della documentazione destinata ad archivio di deposito e dovrà avviare con i soggetti interessati i contatti propedeutici alla realizzazione e gestione dell archivio di deposito generale dell Amministrazione regionale, in costante e stretto raccordo con il Servizio Beni librari, biblioteca e archivi storico regionali della Direzione generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport, che curerà la definizione degli standard relativi alla realizzazione del primo nucleo dell archivio storico; favorirà, in collaborazione con la Direzione generale degli Enti Locali e Finanze, lo svuotamento dei locali spogliatoio del Capannone e 3/6

4 della palestra dalla documentazione ora presente, in stretto raccordo con gli Assessorati titolari della documentazione; 2) la Direzione generale degli Enti locali e Finanze, in collaborazione con la Direzione generale del Lavoro, individuerà tra i macchinari e le apparecchiature presenti nel Capannone quelli per i quali è stato già redatto il verbale di fuori uso, in modo che si possa procedere alla dismissione entro la data di pubblicazione del bando di gara per la realizzazione dell Archivio; in ogni caso, tutti i materiali comunque presenti nel Capannone a tale data verranno trasferiti a cura dell aggiudicatario presso un luogo idoneo individuato dalla stessa Direzione generale degli Enti locali e Finanze; 3) la Direzione generale dei Lavori Pubblici darà disposizioni all Agenzia Area per l adeguamento del progetto definitivo dell archivio, ricomprendendo in esso i costi, a corpo, di trasferimento dei materiali di cui al punto 2; 4) le attività indicate al punto 3 della presente deliberazione richiederanno la destinazione all interno della gara per l archivio dell importo a corpo di euro, di cui già previsti e altri ricavati da una parte delle somme attualmente a disposizione per una prima fornitura degli arredi (scaffalature) destinati all archivio; 5) per consentire la dotazione di arredi all archivio, a lavori ultimati, si propone di assegnare euro nel bilancio regionale alla Direzione generale degli Enti locali e Finanze a valere sul capitolo SC dell'upb S ; 6) la Direzione generale Enti Locali e Finanze dovrà adeguare quattro locali spogliatoio adiacenti al predetto Capannone perché possano essere utilizzati come magazzino dove custodire il materiale del Centro di formazione in sostituzione degli attuali locali destinati a magazzino, allocati all interno del Capannone. Per consentire il predetto adeguamento si propone di destinale la somma di euro sul capitolo SC dell'upb S a favore della Direzione generale degli Enti locali e Finanze. Il Vicepresidente, di concerto con l Assessore degli Enti Locali e Finanze, propone infine di dare mandato alla Direzione generale degli Enti Locali e Finanze di curare il trasferimento dei materiali contenuti nel magazzino all interno del Capannone verso gli spazi ex spogliatoio, una volta che saranno adeguati. La Giunta regionale, condividendo quanto rappresentato e proposto dal Vicepresidente, di concerto con gli Assessori del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e Sicurezza Sociale, degli 4/6

5 Enti Locali, Finanze e Urbanistica, dei Lavori Pubblici e della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport e acquisiti i pareri favorevoli di legittimità dei Direttori generali della Presidenza e della Comunicazione DELIBERA di annullare le decisioni assunte dalla Giunta Regionale con la deliberazione n. 32/21 del 15 settembre 2010; di destinare l intero Capannone officine dei locali CRFP ex CISAPI di Cagliari ad archivio generale di deposito dell'amministrazione regionale e degli Enti strumentali e a primo nucleo dell archivio storico, assegnandolo alla Direzione generale per la Comunicazione; di dismettere le aule didattiche, i laboratori tecnici e i magazzini attualmente presenti in tale sito; di dare mandato alla Direzione generale degli Enti locali e Finanze di individuare, tra i macchinari e le apparecchiature presenti nel Capannone, quelli per i quali è stato già redatto il verbale di fuori uso, in modo che si possa procedere alla dismissione entro la data di pubblicazione del bando di gara per la realizzazione dell Archivio; in ogni caso, tutti i materiali comunque presenti nel Capannone a tale data verranno trasferiti a cura dell aggiudicatario presso un luogo idoneo individuato dalla stessa Direzione generale degli Enti locali e Finanze; di dare mandato alla Direzione generale dei Lavori Pubblici affinché avvii ogni opportuna azione idonea a porre l Amministrazione nelle condizioni di realizzare nel predetto sito l archivio generale di deposito dell'amministrazione regionale e degli Enti strumentali e il primo nucleo dell archivio storico, dando disposizioni per l adeguamento del progetto definitivo all Agenzia AREA, ricomprendendo in esso i costi, a corpo, di trasferimento dei materiali presenti nel Capannone entro la data di pubblicazione del bando di gara per la realizzazione dell Archivio. Per tali attività verrà destinato all interno della gara per la realizzazione dell opera di che trattasi l importo a corpo di euro, di cui già previsti e altri ricavati dalle somme attualmente a disposizione per una prima fornitura degli arredi (scaffalature); di assegnare alla Direzione generale dei Beni culturali, Informazione, Spettacolo e Sport opportune risorse nella misura di euro a valere sul capitolo SC dell'upb S specificamente vincolate al recupero, in coordinamento con la Direzione per la Comunicazione, degli archivi dell amministrazione regionale e degli Enti, maggiormente a rischio di deterioramento irreversibile; 5/6

6 di individuare nel Servizio Comunicazione istituzionale, trasparenza e coordinamento rete URP e archivi della Direzione generale per la Comunicazione della Presidenza la struttura che definirà gli standard per il corretto trasferimento, la conservazione e la gestione della documentazione destinata ad archivio di deposito in costante e stretto raccordo con il Servizio Beni librari, biblioteca e archivi storico regionali della Direzione generale dei Beni culturali, Informazione, Spettacolo e Sport, che curerà la definizione degli standard relativi alla realizzazione del primo nucleo dell archivio storico. La Direzione generale per la Comunicazione dovrà curare con i soggetti interessati i contatti propedeutici alla realizzazione e gestione dell archivio di deposito generale dell Amministrazione regionale e coordinare, in collaborazione con la Direzione generale degli Enti Locali e Finanze, lo svuotamento dei locali spogliatoio del Capannone e della palestra assicurando il trasferimento della documentazione attualmente allocata nei predetti locali, in stretto raccordo con gli Assessorati titolari della documentazione; di dare mandato alla Direzione generale Enti Locali e Finanze di adeguare quattro locali spogliatoio perché possano essere utilizzati come magazzino dove custodire il materiale attualmente conservato nei locali oggi destinati a tale uso all interno del Capannone, destinando per tali attività la somma di euro sul capitolo SC dell'upb S a favore della Direzione generale degli Enti Locali e Finanze; di proporre l assegnazione, a lavori ultimati, di euro nel bilancio regionale alla Direzione generale degli Enti locali e Finanze a valere sul capitolo SC dell'upb S per consentire la dotazione di arredi all archivio; di dare mandato alla Direzione generale degli Enti Locali e Finanze di curare il trasferimento dei materiali contenuti nel magazzino all interno del Capannone verso gli spazi ex spogliatoio, una volta che saranno adeguati. Il Direttore Generale Alessandro De Martini Il Vicepresidente Raffaele Paci 6/6

DELIBERAZIONE N. 40/33 DEL 7.8.2015

DELIBERAZIONE N. 40/33 DEL 7.8.2015 Oggetto: Norme per lo sviluppo del cinema in Sardegna. Programma di spesa. Esercizio finanziario 2015. Euro 3.410.000. L.R. n. 20 settembre 2006, n. 15, art. 24, comma 1. L Assessore della Pubblica Istruzione,

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROPONENTE Settore Urbanistica Rigenerazione Urbana DIRETTORE CARLETTI arch. RUGGERO Numero di registro Data dell'atto 723 14/05/2015 Oggetto : Approvazione in linea tecnica

Dettagli

Documento Tecnico DT 06 DT 06 Rev. 0

Documento Tecnico DT 06 DT 06 Rev. 0 REGOLAMENTO DELL UFFICIO TECNICO Art.1 - Identità dell Ufficio tecnico L Ufficio tecnico: 1. ha la funzione di supporto e coordinamento delle attività di laboratorio e le esercitazioni previste dai Dipartimenti,

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 48/54 DEL 1.12.2011

DELIBERAZIONE N. 48/54 DEL 1.12.2011 Oggetto: Progetto integrato per la tutela attiva dei locali storici del commercio: censimento dei negozi storici in Sardegna. L Assessore del Turismo, Artigianato e Commercio evidenzia che l'attuale crisi

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 11/1 DEL 24.3.2015

DELIBERAZIONE N. 11/1 DEL 24.3.2015 Oggetto: Programma di razionalizzazione dell assetto logistico degli uffici regionali, con particolare riferimento alla sede dell Assessorato del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e Sicurezza

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 3/12 DEL 19.1.2016

DELIBERAZIONE N. 3/12 DEL 19.1.2016 Oggetto: Programmazione Unitaria 2014-2020. Strategia 1 "Investire sulle persone". Priorità Scuola. Riprogrammazione Azioni Piano di Azione e Coesione e indicazioni operative finalizzate all'attuazione

Dettagli

L.R. n. 23/2005. Decreto del Presidente della Regione n. 3/2008. Azienda pubblica di servizi alla persona p

L.R. n. 23/2005. Decreto del Presidente della Regione n. 3/2008. Azienda pubblica di servizi alla persona p Oggetto: L.R. n. 23/2005. Decreto del Presidente della Regione n. 3/2008. Azienda pubblica di servizi alla persona p "Istituto dei ciechi di Cagliari". Attribuzione di quota del Fondo regionale per il

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 48/7 DEL 2.10.2015

DELIBERAZIONE N. 48/7 DEL 2.10.2015 Oggetto: Programma regionale per il sostegno economico a famiglie e persone in situazioni di povertà e di disagio. L.R. 9 marzo 2015, n. 5, art. 29, comma 23 - euro 30.000.000 (UPB S05.03.007). L.R. n.

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 50/24 DEL 21.12.2012

DELIBERAZIONE N. 50/24 DEL 21.12.2012 Oggetto: Interventi a favore del sistema cooperativistico regionale. - Modifica parziale della Delib.G.R. n. 23/2 del 29.5.2012. POR FSE 2007-2013. L Assessore del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione

Dettagli

Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico CENTRO DI RIFERIMENTO ONCOLOGICO DI BASILICATA. Rionero in Vulture (PZ)

Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico CENTRO DI RIFERIMENTO ONCOLOGICO DI BASILICATA. Rionero in Vulture (PZ) I.R.C.C.S. Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico CENTRO DI RIFERIMENTO ONCOLOGICO DI BASILICATA C. R. O. B. Rionero in Vulture (PZ) 85028 Rionero in Vulture (PZ) Via Padre Pio,1 P. IVA. 01323150761

Dettagli

ARCHIVIO CENTRALIZZATO AMMINISTRAZIONE GENERALE

ARCHIVIO CENTRALIZZATO AMMINISTRAZIONE GENERALE AFFIDAMENTO, PREVIA ACQUISIZIONE DELLA PROGETTAZIONE DEFINITIVA IN SEDE DI OFFERTA, DELLA PROGETTAZIONE ESECUTIVA COMPRENSIVA DEL COORDINAMENTO SICUREZZA IN PROGETTAZIONE, ESECUZIONE LAVORI E FORNITURA

Dettagli

L autonomia scolastica

L autonomia scolastica L autonomia scolastica di Giacomo D Alterio La Legge 7 agosto 1990 n. 241, che detta le nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto d accesso ai documenti amministrativi, meglio

Dettagli

Citta di Cinisello Balsamo ---------------- Provincia di Milano ------ DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Citta di Cinisello Balsamo ---------------- Provincia di Milano ------ DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA CONFORME Citta di Cinisello Balsamo ---------------- Provincia di Milano ------ Codice n. 10965 Data: 28/01/2004 GC N. 23 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: Abbattimento delle barriere

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA con l Istituto Comprensivo di Vigodarzere per erogazione fondi anno scolastico 2013/2014

PROTOCOLLO DI INTESA con l Istituto Comprensivo di Vigodarzere per erogazione fondi anno scolastico 2013/2014 PROTOCOLLO DI INTESA con l Istituto Comprensivo di Vigodarzere per erogazione fondi anno scolastico 2013/2014 (art. 159 e 190 D. Lgs 297/94; art. 3 L. 23/96) Allegato DGC n. 153/5.12.2013 L anno duemilatredici

Dettagli

GIUNTA PROVINCIALE DI TORINO -----------------------

GIUNTA PROVINCIALE DI TORINO ----------------------- GIUNTA PROVINCIALE DI TORINO ----------------------- Verbale n. 5 Adunanza 3 febbraio 2009 OGGETTO: I.I.S. CURIE, GRUGLIASCO (TO) SEZIONE STACCATA DI COL- LEGNO. RISTRUTTURAZIONE DELLA VILLA N. 6. APPROVAZIONE

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 31/21 DEL 5.8.2014

DELIBERAZIONE N. 31/21 DEL 5.8.2014 Oggetto: Piano straordinario di edilizia scolastica Iscol@: avvio dell asse di Interventi di messa in sicurezza e manutenzione programmata degli edifici scolastici. Il Presidente, nell illustrare la proposta

Dettagli

Il Commissario Straordinario Arch. Maurizio Tofani

Il Commissario Straordinario Arch. Maurizio Tofani MONTI CIMINI RISERVA NATURALE REGIONALE LAGO DI VICO Strada Provinciale Cassia Cimina, Km 12-01032 Caprarola (VT) Tel. 0761-647444 Fax 0761-647864 PROPOSTA DI DELIBERAZIONE n. 4 DEL 16.02.2012 OGGETTO:

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 19-02-2014 (punto N 30 ) Delibera N 118 del 19-02-2014 Proponente GIANFRANCO SIMONCINI DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA

Dettagli

PROVINCIA DI MANTOVA

PROVINCIA DI MANTOVA PROVINCIA DI MANTOVA Deliberazione della Giunta Provinciale Seduta n.1 del 29/08/2014 ore 09:00 delibera n. 102 OGGETTO: APPROVAZIONE DEL PIANO REGOLATORE PORTUALE DI MANTOVA QUALE PIANO D'AREA DEL PTCP

Dettagli

Università degli Studi di Milano

Università degli Studi di Milano F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome D ANDREA PEPPINO Indirizzo PIAZ.LE FERDINANDO MARTINI N.1, 20137 - MILANO Telefono 02/5512354 Fax 02/50313402 E-mail peppino.dandrea@unimi.it

Dettagli

COMUNE DI GAVARDO Provincia di Brescia

COMUNE DI GAVARDO Provincia di Brescia COMUNE DI GAVARDO Provincia di Brescia DETERMINAZIONE N. 20 del 16/06/2008 NUMERO GENERALE 298 ORIGINALE Oggetto : AFFIDAMENTO INCARICO DI CONSULENZA DI TIPO TECNICO FORMATIVO IN MATERIA AMBIENTALE PER

Dettagli

LABORATORIO SEMINARIALE 17 Aprile 2015 Liberare risorse per promuovere innovazione e qualità dei servizi

LABORATORIO SEMINARIALE 17 Aprile 2015 Liberare risorse per promuovere innovazione e qualità dei servizi LABORATORIO SEMINARIALE 17 Aprile 2015 Liberare risorse per promuovere innovazione e qualità dei servizi L esternalizzazione del Servizio di Ristorazione La Casa Albergo, completata una serie di interventi

Dettagli

15 20/02/2012 12 14/02/2012 ORIGINALE

15 20/02/2012 12 14/02/2012 ORIGINALE COMUNE DI LACONI rovincia di Oristano Deliberazione originale della Giunta Comunale N 15 del 20/02/2012 roposta Deliberazione n. 12 del 14/02/2012 ORIGINALE Oggetto: "Opere di consolidamento statico e

Dettagli

DELIBERAZIONE N. DEL

DELIBERAZIONE N. DEL Oggetto: Istituzione del Repertorio Regionale dei Profili di Qualificazione e del Sistema regionale per l individuazione, validazione e certificazione delle competenze. L Assessore del Lavoro, Formazione

Dettagli

Repubblica Italiana CITTA DI MAZARA DEL VALLO

Repubblica Italiana CITTA DI MAZARA DEL VALLO Repubblica Italiana CITTA DI MAZARA DEL VALLO -----===ooo===----- 4 SETTORE - SERVIZI CULTURALI E ALLA PERSONA SERVIZIO: CULTURA E PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO: BIBLIOTECA DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE (Individuato

Dettagli

REGOLAMENTO PER L INSERIMENTO LAVORATIVO DI PERSONE SVANTAGGIATE E DISABILI

REGOLAMENTO PER L INSERIMENTO LAVORATIVO DI PERSONE SVANTAGGIATE E DISABILI 79 REGOLAMENTO PER L INSERIMENTO LAVORATIVO DI PERSONE SVANTAGGIATE E DISABILI ADOTTATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 84 REG./29 PROP.DEL. NELLA SEDUTA DEL 12/04/2006 LINEE PROGRAMMATICHE

Dettagli

Oggetto: Regolamento Urbanistico ed Edilizio di Faenza (RUE). INDIRIZZI PER L ADOZIONE

Oggetto: Regolamento Urbanistico ed Edilizio di Faenza (RUE). INDIRIZZI PER L ADOZIONE Oggetto: Regolamento Urbanistico ed Edilizio di Faenza (RUE). INDIRIZZI PER L ADOZIONE Il Presidente sottopone per l approvazione quanto segue: Normativa di riferimento: - Legge regionale n. 47 del 07.12.1978

Dettagli

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO STATALE L. AMABILE

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO STATALE L. AMABILE ISTITUTO TECNICO ECONOMICO STATALE L. AMABILE Via De Concilii, 13 83100 AVELLINO Tel. 0825.1643241 Fax 0825. 1643242 E-mail: AVTD03000B@istruzione.it PEC: AVTD03000B@PEC.ISTRUZIONE.IT Sito web: www.itcamabile.it

Dettagli

Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI, IL BILANCIO, LE RISORSE UMANE E LA FORMAZIONE

Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI, IL BILANCIO, LE RISORSE UMANE E LA FORMAZIONE IL DIRETTORE GENERALE VISTO il decreto legislativo 20 ottobre 1998, n. 368, e successive modificazioni; VISTO il decreto legislativo 8 gennaio 2004, n. 3; VISTO il decreto legislativo 22 gennaio 2004,

Dettagli

G. F. MAIA MATERDONA - A. MORO

G. F. MAIA MATERDONA - A. MORO Scuola Secondaria di 1 Grado G. F. MAIA MATERDONA - A. MORO Via G.Carducci n.3-72023 MESAGNE (BR) Sede Materdona 0831 771421 Fax n. 0831 730667 Sede Moro / Fax 0831738266 C.F. 91062130744 - C.M. BRMM06500N

Dettagli

LA GIUNTA. con propria Deliberazione n. 311 del 23.12.2003 è stato approvato il progetto preliminare dell intervento, ammontante a. 1.090.

LA GIUNTA. con propria Deliberazione n. 311 del 23.12.2003 è stato approvato il progetto preliminare dell intervento, ammontante a. 1.090. LA GIUNTA Premesso che: l Amministrazione Comunale intende provvedere alla ristrutturazione del fabbricato adiacente Via Gobetti della ex caserma Piglione (ex distretto militare) per ospitare il centro

Dettagli

Azienda per l Assistenza Sanitaria n. 5 Friuli Occidentale

Azienda per l Assistenza Sanitaria n. 5 Friuli Occidentale Azienda per l Assistenza Sanitaria n. 5 Friuli Occidentale DECRETO DEL DIRETTORE GENERALE N. 132 DEL 11/03/2015 OGGETTO APPROVAZIONE PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO DI LAVORI DI ADEGUAMENTO DELLA RETE DATI

Dettagli

Ipotesi soggetti esterni da coinvolgere: MIT Provveditorato ai Lavori Pubblici Agenzia del Demanio

Ipotesi soggetti esterni da coinvolgere: MIT Provveditorato ai Lavori Pubblici Agenzia del Demanio MINISTERO;DELLO SVILUPPO ECONOMICO IPOTESI PROGRAMMA REVISIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO Ufficio per gli Affari Generali e per le Risorse Tale documentazione si riferisce a dossier inerenti l istruttoria

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 52/40 DEL 23.12.2014

DELIBERAZIONE N. 52/40 DEL 23.12.2014 Oggetto: POR FESR Sardegna 2007-2013. Progetto sperimentale Reti di distribuzione e mobilità elettrica. Programmazione azioni di promozione del risparmio e dell efficienza energetica a valere sulla linea

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014 Oggetto: Assegnazione all Azienda ASL n. 8 di Cagliari dell espletamento della procedura per l affidamento del servizio di realizzazione del sistema informatico per la gestione dell accreditamento dei

Dettagli

COMUNE DI MAMMOLA PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA C.F. 00221370802 Tel. 0964.414025 Fax 0964.414003 URL: www.comune.mammola.rc.it

COMUNE DI MAMMOLA PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA C.F. 00221370802 Tel. 0964.414025 Fax 0964.414003 URL: www.comune.mammola.rc.it COPIA COMUNE DI MAMMOLA PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA C.F. 00221370802 Tel. 0964.414025 Fax 0964.414003 URL: www.comune.mammola.rc.it Determina n : 74 ANNO 2014 Registro Generale Data : 27/05/2014 N 233

Dettagli

COMUNE DI ALBANELLA (Provincia di Salerno)

COMUNE DI ALBANELLA (Provincia di Salerno) COMUNE DI ALBANELLA (Provincia di Salerno) COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 74 Del 10-10-2012 Oggetto: Approvazione progetto esecutivo lavori di "Recupero di un Palazzo da adibire a centro

Dettagli

VADEMECUM SULLA TENUTA DEL FASCICOLO DI OPERAZIONE PRESSO I BENEFICIARI FINALI

VADEMECUM SULLA TENUTA DEL FASCICOLO DI OPERAZIONE PRESSO I BENEFICIARI FINALI UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO CENTRO REGIONALE DI PROGRAMMAZIONE POR SARDEGNA 2000 2006 VADEMECUM SULLA TENUTA DEL FASCICOLO

Dettagli

PRIMO PROGRAMMA DELLE OPERE STRATEGICHE LEGGE N. 443/2001

PRIMO PROGRAMMA DELLE OPERE STRATEGICHE LEGGE N. 443/2001 PRIMO PROGRAMMA DELLE OPERE STRATEGICHE LEGGE N. 443/2001 INTERVENTI PER L EMERGENZA IDRICA NEL MEZZOGIORNO CONTINENTALE ED INSULARE: INTERCONNESSIONE DEI SISTEMI IDRICI TIRSO E FLUMENDOSA-CAMPIDANO E

Dettagli

Preparazione Verifica Approvazione

Preparazione Verifica Approvazione Pag. 1 di pag. 5 NORME UNI EN ISO 9001 : 2008 GESTIONE LE PULIZIE E LA MANUTENZIONE INDICE 1. SCOPO 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 3. RESPONSABILITA 4. PROCEDURA 4.1 Pulizia 4.2 Manutenzione ordinaria e straordinaria

Dettagli

COMUNE DI BALLAO PROVINCIA DI CAGLIARI

COMUNE DI BALLAO PROVINCIA DI CAGLIARI COMUNE DI BALLAO PROVINCIA DI CAGLIARI COPIA DETERMINAZIONE N. 446 del Ufficio: Ufficio Servizi Sociali AFFIDAMENTO DIRETTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO GRATUITO AI RESIDENTI PER FREQUENZA CORSI DI NUOTO

Dettagli

LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI

LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI piazza I Maggio, 26-33100 Udine - Tel. 0432 504577 Fax. 0432 511490 Codice fiscale: 80023240304 e-mail: info@liceostellini.it - Indirizzo Internet: www.stelliniudine.gov.it

Dettagli

Estratto dalla Relazione al bilancio consuntivo per l esercizio finanziario 2012 (aggiunti alcuni schemi di sintesi).

Estratto dalla Relazione al bilancio consuntivo per l esercizio finanziario 2012 (aggiunti alcuni schemi di sintesi). Estratto dalla Relazione al bilancio consuntivo per l esercizio finanziario 2012 (aggiunti alcuni schemi di sintesi). 1 Il bilancio consuntivo per l esercizio 2012 è stato approvato con Delibera del Cda

Dettagli

Centro di Responsabilita' 68 Centro di Costo 61

Centro di Responsabilita' 68 Centro di Costo 61 Centro di Responsabilita' 68 Centro di Costo 61 Pratica n. 2800565 Oggetto: Convenzione per il conferimento di incarico professionale all Ing. Monica Evangelisti per attivita di supporto al Responsabile

Dettagli

Il Dirigente sottoscritto sottopone a codesto organo l opportunità di adottare l atto che segue in uno con la relazione illustrativa:

Il Dirigente sottoscritto sottopone a codesto organo l opportunità di adottare l atto che segue in uno con la relazione illustrativa: Settore n 6 Manutenzione Ambiente Il Dirigente sottoscritto sottopone a codesto organo l opportunità di adottare l atto che segue in uno con la relazione illustrativa: Relazione del Dirigente: Premesso

Dettagli

SISTEMI URBANI Interventi per il piano d'area emergenza in Abruzzo Programma stralcio per la parziale ricostruzione dell'università de L'Aquila

SISTEMI URBANI Interventi per il piano d'area emergenza in Abruzzo Programma stralcio per la parziale ricostruzione dell'università de L'Aquila SISTEMI URBANI Interventi per il piano d'area emergenza in Abruzzo Programma stralcio per la parziale ricostruzione dell'università de L'Aquila SCHEDA N. 125 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO

Dettagli

Comune di San Sperate

Comune di San Sperate Comune di San Sperate Provincia di Cagliari web: www.sansperate.net e-mail: protocollo@pec.comune.sansperate.ca.it Proposta N.1403 del 01/12/2014 DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE SETTORE SERVIZI CULTURALI

Dettagli

COMUNE DI AZZATE Provincia di Varese ESTRATTO DAL REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE. N. 128 Reg. Delib. N. Reg. Pubbl.

COMUNE DI AZZATE Provincia di Varese ESTRATTO DAL REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE. N. 128 Reg. Delib. N. Reg. Pubbl. Deliberazione di Giunta Comunale n. 128 del 29.12.2015 ORIGINALE - COPIA COMUNE DI AZZATE Provincia di Varese ESTRATTO DAL REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE N. 128 Reg. Delib. N. Reg.

Dettagli

Capitolato per la selezione di una cooperativa sociale di tipo b per la realizzazione di attività relative all ambito disabilità e protezione civile

Capitolato per la selezione di una cooperativa sociale di tipo b per la realizzazione di attività relative all ambito disabilità e protezione civile Capitolato per la selezione di una cooperativa sociale di tipo b per la realizzazione di attività relative all ambito disabilità e protezione civile Obiettivi specifici Per il generale, si individuano

Dettagli

COMUNE DI ANZOLA DELL'EMILIA

COMUNE DI ANZOLA DELL'EMILIA COMUNE DI ANZOLA DELL'EMILIA PROVINCIA DI BOLOGNA DETERMINAZIONE : AREA SERVIZI ALLA PERSONA SERVIZIO ISTRUZIONE E SPORT AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE LUDICO-RICREATIVA DEL SERVZIO "CENTRI ESTIVI" DEL COMUNE

Dettagli

DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO

DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO 11345 01/12/2014 Identificativo Atto n. 1172 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO APPROVAZIONE PROGETTO SPERIMENTALE DI MASTER RIVOLTO AD APPRENDISTI ASSUNTI AI SENSI DELL ART. 5 DEL D.LGS.

Dettagli

RENDICONTO DELLA GESTIONE

RENDICONTO DELLA GESTIONE Allegato A) alla delibera consiliare n. 18 del 28.4.2014 COMUNE DI BOMPORTO (Modena) RELAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE AL RENDICONTO DELLA GESTIONE DELL ESERCIZIO 2013 Approvata dalla Giunta Comunale con

Dettagli

Oggetto: Armonizzazione contabile della Regione Autonoma della Sardegna. Disposizioni di indirizzo politico amministrativo.

Oggetto: Armonizzazione contabile della Regione Autonoma della Sardegna. Disposizioni di indirizzo politico amministrativo. Oggetto: Armonizzazione contabile della Regione Autonoma della Sardegna. Disposizioni di indirizzo politico amministrativo. Il Presidente, d intesa con l Assessore della Programmazione, Bilancio, Credito

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA DIREZIONE IO SG.99.008 GESTIONE DEGLI ESPOSTI

ISTRUZIONE OPERATIVA DIREZIONE IO SG.99.008 GESTIONE DEGLI ESPOSTI ISTRUZIONE OPERATIVA DIREZIONE IO SG.99.008 GESTIONE DEGLI ESPOSTI REV. n. DATA Responsabile REDAZIONE Responsabile VERIFICA Responsabile APPROVAZIONE Data: 07.01.2013 Data: 07.01.2013 Data: 07.01.2013

Dettagli

di concerto con il Ministro dell economia e delle finanze,

di concerto con il Ministro dell economia e delle finanze, di concerto con il Ministro dell economia e delle finanze, VISTA la Legge 8 luglio 1986, n. 349 e s.m.i., Istituzione del Ministero dell Ambiente e norme in materia di danno ambientale ; VISTA la Legge

Dettagli

ASSESSORADU DE SOS AFÀRIOS GENERALES, PERSONALE E REFORMA DE SA REGIONE ASSESSORATO DEGLI AFFARI GENERALI, PERSONALE E RIFORMA DELLA REGIONE

ASSESSORADU DE SOS AFÀRIOS GENERALES, PERSONALE E REFORMA DE SA REGIONE ASSESSORATO DEGLI AFFARI GENERALI, PERSONALE E RIFORMA DELLA REGIONE ASSESSORADU DE SOS AFÀRIOS GENERALES, PERSONALE E REFORMA DE SA REGIONE ASSESSORATO DEGLI AFFARI GENERALI, PERSONALE E RIFORMA DELLA REGIONE Prot. n. 8226 Determinazione n. 750 Cagliari, 11 Novembre 2014

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 43/25 DEL 28.10.2014. Flexicurity politiche attive per i lavoratori in uscita dagli ammortizzatori sociali.

DELIBERAZIONE N. 43/25 DEL 28.10.2014. Flexicurity politiche attive per i lavoratori in uscita dagli ammortizzatori sociali. Oggetto: Flexicurity politiche attive per i lavoratori in uscita dagli ammortizzatori sociali. L Assessore del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e Sicurezza Sociale rappresenta che, a seguito

Dettagli

FRONTESPIZIO DETERMINAZIONE

FRONTESPIZIO DETERMINAZIONE FRONTESPIZIO DETERMINAZIONE REGISTRO: NUMERO: DATA: OGGETTO: Determinazione 0001115 18/06/2015 13:42 PROCEDURA NEGOZIATA 23/2015 RISANAMENTO CONSERVATIVO, RIPARAZIONE DEL DANNO E MIGLIORAMENTO SISMICO

Dettagli

COMUNE DI ALBANELLA (Provincia di Salerno)

COMUNE DI ALBANELLA (Provincia di Salerno) COMUNE DI ALBANELLA (Provincia di Salerno) COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 63 Del 05-09-2012 Oggetto: Approvazione progetto esecutivo per il recupero di un Palazzo da adibire a centro

Dettagli

SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI BRINDISI

SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI BRINDISI SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI BRINDISI N. 1859 Del registro delle deliberazioni num. prop.pdl02044-14rev 01PDL 02007-14 Ufficio del Responsabile

Dettagli

CAP04 Gestione del Processo di Consulenza Tecnica

CAP04 Gestione del Processo di Consulenza Tecnica CAP04 Gestione del Processo di Consulenza Tecnica 1 di 7 INDICE 1 Pianificazione della realizzazione del prodotto... 2 2 Processi relativi al cliente... 2 2.1 Analisi dei bisogni, determinazione dei requisiti

Dettagli

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA AVVISO DI SELEZIONE PER CONFERIMENTO INCARICO DI SERVIZI ATTINENTI L INGEGNERIA E L ARCHITETTURA DI IMPORTO INFERIORE A 100.000,00 EURO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI. Via Coppino, 26-07100 SASSARI C.F. - P. IVA 02268260904

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI. Via Coppino, 26-07100 SASSARI C.F. - P. IVA 02268260904 AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI Via Coppino, 26-07100 SASSARI C.F. - P. IVA 02268260904 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 420 DEL 11/07/2012 OGGETTO: Contratto triennale di noleggio

Dettagli

Quesito n. 1 Chiarimento n. 1 Chiarimento n. 1 RETTIFICA del 5/11/2013 - Art. 35.2 Variazione del prezzo unitario per la Quota Energia

Quesito n. 1 Chiarimento n. 1 Chiarimento n. 1 RETTIFICA del 5/11/2013 - Art. 35.2 Variazione del prezzo unitario per la Quota Energia Quesito n. 1 Con riferimento all art. 35.2 del Capitolato Speciale (Variazione del prezzo unitario per quota energia), si chiede di confermare che le variazioni del costo dell energia dovute alle componenti

Dettagli

CONTRIBUTI PER LIMITATI INTERVENTI DI EDILIZIA SCOLASTICA su edifici di proprietà comunale L.R. 18/84 CRITERI per l ASSEGNAZIONE

CONTRIBUTI PER LIMITATI INTERVENTI DI EDILIZIA SCOLASTICA su edifici di proprietà comunale L.R. 18/84 CRITERI per l ASSEGNAZIONE CONTRIBUTI PER LIMITATI INTERVENTI DI EDILIZIA SCOLASTICA su edifici di proprietà comunale L.R. 18/84 CRITERI per l ASSEGNAZIONE A) INDIRIZZI GENERALI DI PROGRAMMAZIONE SCOLASTICA ED EDILIZIA La Provincia

Dettagli

Comune di San Sperate

Comune di San Sperate Comune di San Sperate Provincia di Cagliari web: www.sansperate.net e-mail: protocollo@pec.comune.sansperate.ca.it Proposta N.1144 del 16/11/2015 DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE SETTORE UFFICIO TECNICO

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 33/23 DEL 30.6.2015

DELIBERAZIONE N. 33/23 DEL 30.6.2015 Oggetto: PO FSE 2014/2020. Borse di studio e azioni di sostegno a favore di studenti capaci e meritevoli privi di mezzi, inclusi gli studenti con disabilità. Criteri generali per i bandi relativi all'anno

Dettagli

COMUNE DI BAUNEI Provincia dell Ogliastra

COMUNE DI BAUNEI Provincia dell Ogliastra COMUNE DI BAUNEI Provincia dell Ogliastra DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO Servizio: SERVIZIO TECNICO Area: RESPONSABILE: ING. PIRAS ANTONIO N. 543 N. SETTORIALE 223 del OGGETTO: 31/12/2015

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO POLIZIA LOCALE 2015

PROGRAMMA FORMATIVO POLIZIA LOCALE 2015 DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA UFFICIO AUTONOMIE LOCALI E DECENTRAMENTO AMMINISTRATIVO PROGRAMMA FORMATIVO POLIZIA LOCALE 2015 COMITATO TECNICO CONSULTIVO PER LA POLIZIA LOCALE REGIONE BASILICATA

Dettagli

allegato alla determinazione del responsabile dell ufficio tecnico n. del

allegato alla determinazione del responsabile dell ufficio tecnico n. del allegato alla determinazione del responsabile dell ufficio tecnico n. del COMUNE di CELLE LIGURE (Provincia di Savona) via S. Boagno 11 telefono 019 99801 telefax 019 993599 telex... e-mail lavoripubb@comunecelle.it

Dettagli

Valore Cultura Decreto legge recante disposizioni urgenti per la tutela, la valorizzazione e il rilancio dei Beni e delle Attività Culturali

Valore Cultura Decreto legge recante disposizioni urgenti per la tutela, la valorizzazione e il rilancio dei Beni e delle Attività Culturali Valore Cultura Decreto legge recante disposizioni urgenti per la tutela, la valorizzazione e il rilancio dei Beni e delle Attività Culturali Roma 2 agosto 2013 1) Valore Grandi Progetti Disposizioni urgenti

Dettagli

C O M U N E D I SINNAI

C O M U N E D I SINNAI C O M U N E D I SINNAI PROVINCIA DI CAGLIARI AVVISO PUBBLICO INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEGLI OPERATORI ECONOMICI DA INVITARE ALLA PROCEDURA INFORMALE AI SENSI DELL ART. 30 DEL CODICE DEI

Dettagli

P R O V I N C I A D I B A R I

P R O V I N C I A D I B A R I P R O V I N C I A D I B A R I SERVIZIO EDILIZIA PUBBLICA E TERRITORIO VIA CASTROMEDIANO, 130-70125 - BARI TEL. 080 5412841 - FAX 080 5412872 COLLEGAMENTO DELLE SS.PP. 27 E 201 ALLA S.S. 96 NEI PRESSI DELL

Dettagli

A. TITOLO REGIONE LIGURIA L.R. 5 agosto 1987, n. 25 Contributi regionali per il recupero edilizio abitativo e altri interventi programmati

A. TITOLO REGIONE LIGURIA L.R. 5 agosto 1987, n. 25 Contributi regionali per il recupero edilizio abitativo e altri interventi programmati A. TITOLO REGIONE LIGURIA L.R. 5 agosto 1987, n. 25 Contributi regionali per il recupero edilizio abitativo e altri interventi programmati Modificata con L.R. 15 dicembre 1995, n. 57 Modifiche alle leggi

Dettagli

COMUNE di BUSACHI. Provincia di Oristano. Prot. n 2064 Busachi 16.04.2013

COMUNE di BUSACHI. Provincia di Oristano. Prot. n 2064 Busachi 16.04.2013 COMUNE di BUSACHI Provincia di Oristano Prot. n 2064 Busachi 6.04.203 CONDIZIONI E PROCEDURE PER ACCEDERE AL PROGRAMMA AZIONI DI CONTRASTO ALLE POVERTA ESTREME 6^ ANNUALITA BANDO DI CONCORSO LINEA DI INTERVENTO

Dettagli

PRE-INTESA PER L ATTUAZIONE DEL PROCESSO DI RIQUALIFICAZIONE SUL LAVORO PER OPERATORE SOCIO- SANITARIO NEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI RIMINI.

PRE-INTESA PER L ATTUAZIONE DEL PROCESSO DI RIQUALIFICAZIONE SUL LAVORO PER OPERATORE SOCIO- SANITARIO NEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI RIMINI. PRE-INTESA PER L ATTUAZIONE DEL PROCESSO DI RIQUALIFICAZIONE SUL LAVORO PER OPERATORE SOCIO- SANITARIO NEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI RIMINI. PREMESSO CHE : La Regione Emilia-Romagna con propria deliberazione

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 La definizione del Programma Il Programma annuale è elaborato ai sensi del Regolamento concernente le istruzioni generali sulla gestione amministrativo -

Dettagli

3.4.1 Descrizione del Programma

3.4.1 Descrizione del Programma PROGRAMMA N - 014 REALIZZAZIONE E MANUTENZIONE DELLE OPERE PUBBLICHE E DEI BENI DEMANIALI E PATRIMONIALI RESPONSABILE ING. LEO GALLI (Il riferimento al Responsabile è puramente indicativo, individuazione

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 39/36 DEL 10.10.2014

DELIBERAZIONE N. 39/36 DEL 10.10.2014 Oggetto: Contratti di Formazione Specialistica per la frequenza delle Scuole di Specializzazione in discipline mediche delle Facoltà di Medicina e Chirurgia delle Università degli Studi di Cagliari e di

Dettagli

10.2013. 07.201 Misure per favorire la cessione dei crediti vantati nei confronti di Regione, agenzie regionali, enti e

10.2013. 07.201 Misure per favorire la cessione dei crediti vantati nei confronti di Regione, agenzie regionali, enti e DEL 31.10 10.2013 Oggetto: L.R. n. 18 del 26.07 07.201.2013,, art. 3 e D.L. 185/2008, art. 9, comma 3-bis3 e 3-ter. Misure per favorire la cessione dei crediti vantati nei confronti di Regione, agenzie

Dettagli

Giunta Camerale Deliberazione n. 184 del 13.11.2008

Giunta Camerale Deliberazione n. 184 del 13.11.2008 = LEGGE FINANZIARIA 2008: DETERMINAZIONI IN MERITO AL PIANO TRIENNALE RAZIONALIZZAZIONE SPESE. Il Presidente ricorda che la legge 24 dicembre 2007 n. 244 (legge finanziaria 2008) all art.2 dispone che:

Dettagli

Il Dirigente sottoscritto sottopone a codesto organo l opportunità di adottare l atto che segue in uno con la relazione illustrativa:

Il Dirigente sottoscritto sottopone a codesto organo l opportunità di adottare l atto che segue in uno con la relazione illustrativa: Settore n 6 Manutenzione Ambiente Il Dirigente sottoscritto sottopone a codesto organo l opportunità di adottare l atto che segue in uno con la relazione illustrativa: Relazione del Dirigente: Premesso

Dettagli

Oggetto: Azienda pubblica di servizi alla persona Umberto I di Pordenone. Approvazione statuto.

Oggetto: Azienda pubblica di servizi alla persona Umberto I di Pordenone. Approvazione statuto. Servizio affari istituzionali e locali, polizia locale e sicurezza Oggetto: Azienda pubblica di servizi alla persona Umberto I di Pordenone. Approvazione statuto. L Assessore regionale alle autonomie locali

Dettagli

CONTRATTO DI COMODATO. L anno duemiladieci, il giorno del mese di. -la dottoressa Anna Paola Fois, nata a Sassari il giorno 27 gennaio 1953, la

CONTRATTO DI COMODATO. L anno duemiladieci, il giorno del mese di. -la dottoressa Anna Paola Fois, nata a Sassari il giorno 27 gennaio 1953, la CONTRATTO DI COMODATO L anno duemiladieci, il giorno del mese di in, sono comparsi: -la dottoressa Anna Paola Fois, nata a Sassari il giorno 27 gennaio 1953, la quale interviene al presente atto in nella

Dettagli

Documento scaricato da www.gestione-rifiuti.it

Documento scaricato da www.gestione-rifiuti.it Regione Sicilia Legge Regionale n. 40 del 21 aprile 1995 Provvedimenti per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani e dei rifiuti speciali inerti. Disposizioni varie in materia urbanistica. L'Assemblea

Dettagli

CAPITOLATO GENERALE adottato ai sensi dell art. 3 del Regolamento dei Contratti

CAPITOLATO GENERALE adottato ai sensi dell art. 3 del Regolamento dei Contratti CAPITOLATO GENERALE adottato ai sensi dell art. 3 del Regolamento dei Contratti 1/7 ART. 1 OBBLIGATORIETA (Articolo 2 e 3 del Regolamento dei Contratti) 1.1. In virtù della delega contenuta nell articolo

Dettagli

Manuale di gestione dell istituto Pagina 1 di 5 MP 5 SOSTEGNO MQ V. 2.0

Manuale di gestione dell istituto Pagina 1 di 5 MP 5 SOSTEGNO MQ V. 2.0 Manuale di gestione dell istituto Pagina 1 di 5 5 SOSTEGNO 5.0 DESCRIZIONE Il buon funzionamento dell istituto esige la gestione di tutta una serie di attività che, pur non creando direttamente valore

Dettagli

Determinazione Dirigenziale n. 1843 del 30/09/2015. Centro di responsabilità 32 Centro di costo 108 Pratica n. 3623741

Determinazione Dirigenziale n. 1843 del 30/09/2015. Centro di responsabilità 32 Centro di costo 108 Pratica n. 3623741 Determinazione Dirigenziale n. 1843 del 30/09/2015 Centro di responsabilità 32 Centro di costo 108 Pratica n. 3623741 Oggetto: APPALTO, AL CONSORZIO CONCESSIONI RETI GAS S.R.L. CONSORTILE, DEI SERVIZI

Dettagli

Scheda 4 RIDUZIONE DEI COSTI PER INTERVENTI EDILIZI

Scheda 4 RIDUZIONE DEI COSTI PER INTERVENTI EDILIZI Scheda 4 RIDUZIONE DEI COSTI PER INTERVENTI EDILIZI - descrizione oggetto della proposta e contesto di riferimento Ottimizzazione economica degli interventi edilizi necessari alla realizzazione dei piani

Dettagli

DETERMINAZIONE. Settore Progettazione Direzione Lavori e Manutenzione 630 23/04/2013

DETERMINAZIONE. Settore Progettazione Direzione Lavori e Manutenzione 630 23/04/2013 DETERMINAZIONE Settore Progettazione Direzione Lavori e Manutenzione DIRETTORE NUMERO CARLETTI arch. RUGGERO 38 NUMERO DI Prot. preced. Registro Protocollo Data dell'atto 630 23/04/2013 Oggetto : Aggiudicazione

Dettagli

REGIONE PIEMONTE BU2 09/01/2014

REGIONE PIEMONTE BU2 09/01/2014 REGIONE PIEMONTE BU2 09/01/2014 Provincia di Alessandria Accordo di programma tra la Provincia di Alessandria e il Comune di Ovada per la realizzazione del nuovo Polo scolastico di Ovada III lotto - I

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 25/18 DEL 12.6.2012

DELIBERAZIONE N. 25/18 DEL 12.6.2012 Oggetto: Sardegna Regionale Marittima - SAREMAR S.p.A.. Operazioni sul patrimonio. Il Presidente, di concerto con l Assessore dei Trasporti, richiama la deliberazione n. 36/6 del 1/9/2011, con la quale

Dettagli

Originale DELIBERAZIONE DELLA COMMISSIONE STRAORDINARIA

Originale DELIBERAZIONE DELLA COMMISSIONE STRAORDINARIA CITTÀ DI GIUGLIANO IN CAMPANIA Provincia di Napoli Originale DELIBERAZIONE DELLA COMMISSIONE STRAORDINARIA N. 134. Data 18/09/2014 OGGETTO: PROGRAMMA OPERATIVO PON FESR AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO, ASSE

Dettagli

PROT. n. 4084 /B15 Umbertide,16 ottobre 2013 LETTERA DI INVITO ALLA PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE

PROT. n. 4084 /B15 Umbertide,16 ottobre 2013 LETTERA DI INVITO ALLA PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE PROT. n. 4084 /B15 Umbertide,16 ottobre 2013 LETTERA DI INVITO ALLA PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE BANDO DI GARA STIPULA DI CONVENZIONE PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA TRIENNIO 01.01.2014 31.12.2016

Dettagli

L Assessore degli Affari Generali, Personale e Riforma della Regione riferisce quanto segue.

L Assessore degli Affari Generali, Personale e Riforma della Regione riferisce quanto segue. Oggetto: Definizione dell assetto organizzativo della Direzione generale della Protezione Civile e modifica dell assetto organizzativo della Direzione generale del Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale.

Dettagli

Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Risorse Umane Direzione Centrale Pianificazione e Controllo di Gestione.

Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Risorse Umane Direzione Centrale Pianificazione e Controllo di Gestione. Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Risorse Umane Direzione Centrale Pianificazione e Controllo di Gestione Roma, 11/11/2011 Circolare n. 146 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili

Dettagli

- Tavola A Planimetria catastale; planimetria del contesto; pianta dello stato attuale e interventi; pianta del soppalco;

- Tavola A Planimetria catastale; planimetria del contesto; pianta dello stato attuale e interventi; pianta del soppalco; Richiamata la deliberazione della Giunta Comunale n. 105 del 30.10.2006 avente ad oggetto Adozione del programma triennale dei Lavori Pubblici anni 2007 2009 ; Richiamata la determina n. 448 del 01.12.2006

Dettagli

Oggetto: Variante puntuale al Piano Strutturale adozione ai sensi dell art. 19 della L.R. 65/2015

Oggetto: Variante puntuale al Piano Strutturale adozione ai sensi dell art. 19 della L.R. 65/2015 Oggetto: Variante puntuale al Piano Strutturale adozione ai sensi dell art. 19 della L.R. 65/2015 Premesso che il Comune di Radda in Chianti : è dotato di Piano Strutturale adottato con D.C.C. n. 2 del

Dettagli

Frontino DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 427 DEL 05-08-2013

Frontino DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 427 DEL 05-08-2013 Frontino DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 427 DEL 05-08-2013 OGGETTO: ASSUNZIONE SPESA PER ACQUISTO DI UNA NUOVA STAZIONE RFID PER SERVIZIO DI AUTOPRESTITO PRESSO LA BIBLIOTECA COMUNALE Documento informatico

Dettagli

APPALTO IN GLOBAL SERVICE di SERVIZI INTEGRATI PER LA MANUTENZIONE DEGLI EDIFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI GENOVA

APPALTO IN GLOBAL SERVICE di SERVIZI INTEGRATI PER LA MANUTENZIONE DEGLI EDIFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI GENOVA APPALTO IN GLOBAL SERVICE di SERVIZI INTEGRATI PER LA MANUTENZIONE DEGLI EDIFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI GENOVA CONTESTO PATRIMONIALE GENERALE Consistenza : 265 unità/attività (n. 200 edifici)

Dettagli