Spettabile AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS ED I SERVIZI IDRICI Piazza Cavour , MILANO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Spettabile AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS ED I SERVIZI IDRICI Piazza Cavour 5 20121, MILANO"

Transcript

1 Spettabile AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS ED I SERVIZI IDRICI Piazza Cavour , MILANO Direzione Infrastrutture Milano, 13 febbraio 2015 Oggetto: DCO 5/2015/R/EEL, rubricato: CRITERI DI REGOLAZIONE DELLE TARIFFE E DELLA QUALITA DEI SERVIZI DI TRASMISSIONE, DISTRIBUZIONE E MISURA DELL ENERGIA ELETTRICA PER IL QUINTO PERIODO DI REGOLAZIONE - DECORRENZA 1 GENNAIO Inquadramento generale e linee di intervento. Osservazioni assorinnovabili. Spettabile Autorità, facendo seguito alla raccolta di osservazioni da Voi indetta mediante il Documento di Consultazione in oggetto, inviamo alcune prime considerazioni assorinnovabili, riportate nel documento allegato. Ringraziando per l opportunità offerta, assorinnovabili sottolinea la propria piena disponibilità ad approfondire ogni tematica inerente la presente consultazione e, più in generale, gli aspetti d interesse del settore delle fonti rinnovabili. L occasione ci è gradita per porgervi i nostri migliori saluti. Il Presidente assorinnovabili Agostino Re Rebaudengo

2 Allegato S1. Osservazioni sull ipotesi di prolungamento della durata del periodo di regolazione e sulle esigenze di aggiornamento infra-periodo. Pur comprendendo le esigenze di maggior stabilità ed efficienza dell azione regolatoria alla base della valutazione dell estensione da quattro a sei anni del periodo regolatorio, la prospettiva fortemente incerta circa l evoluzione del sistema elettrico, così come descritta al paragrafo 3 Elementi di contesto, lascerebbe piuttosto propendere per il mantenimento dell attuale durata. L estensione della durata, pur con gli aggiornamenti annuali e infra-periodo di cui al punto 7.4, potrebbe rallentare l adeguamento dell azione regolatoria ad un contesto ad oggi non solo incerto, ma anche in rapida evoluzione. Si propone pertanto di mantenere almeno per questo nuovo periodo regolatorio la durata di quattro anni, rimandando l eventuale estensione del periodo a valutazioni successive. S2. Osservazioni sull ipotesi di introduzione di logiche fondate sul costo totale. assorinnovabili condivide l assunto espresso da AEEGSI al punto 8.2, in base al quale l attuale approccio ibrido di regolazione dei servizi di trasmissione, distribuzione e misura dell energia elettrica (regolazione incentivante per i costi operativi e remunerazione dell investimento per i costi di capitale) possa indurre a un sovrainvestimento negli asset, a discapito di attività a costo riconosciuto fissato. assorinnovabili avverte l esigenza di imprimere un impulso decisivo allo sviluppo delle infrastrutture elettriche di trasmissione e distribuzione verso la completa integrazione degli impianti FER: tale sviluppo non può più avvenire soltanto secondo i canoni tradizionali, ma deve seguire le nuove indicazioni che stanno emergendo dal filone di attività tecnico regolatorie in ambito Smart Grid. L adozione di una soluzione basata sul riconoscimento della spesa totale sostenuta dalle imprese regolate (costi operativi e investimenti), può consentire la cosiddetta smartizzazione delle reti e favorire l ulteriore sviluppo e la migliore integrazione delle fonti rinnovabili. S3. Osservazioni sulle ipotesi relative agli obiettivi di recupero di produttività e di ripartizione dei recuperi di efficienza a fine periodo. S4. Osservazioni sulle ipotesi di affinamento dei meccanismi di riconoscimento dei costi.

3 S5. Osservazioni sulle ipotesi di svolgere analisi approfondite sui costi limitatamente alle imprese di dimensione superiore a punti di prelievo e di estendere alle altre imprese di dimensione inferiore i risultati ottenuti da tali analisi. S6. Osservazioni sulle ipotesi relative alla determinazione del WACC e al perimetro dei parametri rilevanti per la determinazione del medesimo WACC da considerare come specifici delle singole attività regolate. S7. Osservazioni sulle considerazioni relative agli orientamenti per l impostazione della regolazione in relazione alle esigenze di sviluppo infrastrutturale dei diversi servizi. La promozione dello sviluppo delle infrastrutture di rete costituisce, assieme all evoluzione delle regole di dispacciamento, un caposaldo dell azione di AEEGSI per il completo sfruttamento delle potenzialità offerte dagli impianti FER e in particolare dalla generazione distribuita. assorinnovabili concorda con la nuova prospettiva di regolazione tariffaria indicata nel Quadro Strategico per il quadriennio imperniata su una maggiore selettività degli investimenti e su una logica di tipo output-based, pur con le cautele espresse ai punti 10.8 e Per quanto riguarda l infrastruttura di trasmissione, assorinnovabili apprezza l esplicito riferimento all integrazione delle fonti rinnovabili, tra i benefici su cui sviluppare la nuova regolazione tariffaria: assorinnovabili ha da sempre seguito con attenzione i temi legati allo sviluppo della rete di trasmissione per la connessione, in particolare per l integrazione degli impianti FER (si pensi ad esempio allo studio Rete e Vento Lo sviluppo della rete elettrica italiana per la connessione e l integrazione della fonte eolica del maggio 2011 ) evidenziando varie criticità e inefficienze che hanno notevolmente rallentato le procedure di connessione e di necessario potenziamento della rete, incidendo ancora oggi sull esercizio di non pochi impianti, attraverso la loro modulazione. assorinnovabili auspica che quanto prospettato per il nuovo periodo di regolazione risolva definitivamente i problemi evidenziati in precedenza. Per quanto riguarda la rete di distribuzione, assorinnovabili concorda sull estensione anche in questo ambito di logiche tariffarie selettive e di tipo output-based, con l obiettivo della smartizzazione della rete. Relativamente a quanto osservato al punto 10.17, assorinnovabili rileva che la necessaria evoluzione del quadro regolatorio del dispacciamento non stia procedendo con particolare celerità, se si pensa ad esempio i primi orientamenti in tal senso, espressi da AEEGSI nel DCO 354/2013 dell agosto 2013, non hanno ad oggi avuto seguito. È ovvio che per poter condividere quanto affermato alla fine del punto 10.17, in base a cui i costi relativi all interfacciamento degli impianti dei clienti attivi con le smart grid debbano essere sostenuti dai clienti medesimi, in virtù di potenziali benefici derivanti ai clienti stessi, è necessario iniziare a

4 definire quantitativamente tali benefici. Inoltre è opportuno chiarire che la rete di comunicazione cui gli utenti si collegheranno deve essere resa disponibile in prossimità degli impianti stessi. S8. Osservazioni sull ipotesi di introdurre menù di regolazione caratterizzati da differenti profili di rischio e di rendimento. In merito al tema dell attenuazione del rischio volume, si vuole evidenziare come, a fronte dei rischi connessi a potenziali sottoutilizzi delle infrastrutture paventati al punto 11.2, le infrastrutture di trasmissione e distribuzione presentano ancora notevoli tratti di inadeguatezza, con relativi maggiori oneri e inefficienze. Si pensi ad esempio alla considerevole rendita di congestione generata dai vincoli di transito sulla rete di trasmissione o alle numerosi impianti che ancora operano in limitazione di produzione, in attesa di potenziamenti di rete, o ancora alle richieste di connessione ancora in attesa di essere evase. In altri termini l infrastruttura di trasporto dell energia appare oggi più che sotto-utilizzata, inadeguata. In questo contesto l autoconsumo potrebbe fornire un contributo non trascurabile alla gestione delle criticità sopra riportate, trasformandosi da minaccia a opportunità. Di più si suggerisce a AEEGSI di procedere con una stima quantitativa dei benefici di sistema derivanti dall autoconsumo, in modo da passare dalle attuali criticate agevolazioni tariffarie a forme più strutturare e stabili di promozione di queste particolari configurazioni impiantistiche. Infine si concorda con gli orientamenti espressi da AEEGSI al punto 11.5, in merito ad una maggior responsabilizzazione degli operatori rispetto ai costi del servizio e in particolare al rischio volume. S9. Osservazioni sulle considerazioni relative alla struttura delle tariffe di rete. In riferimento alla volontà dell Autorità di procedere ad un attento esame della struttura tariffaria ed all ipotesi di aumentare il peso delle componenti delle tariffe per l uso delle reti legate alla potenza impegnata, assorinnovabili ribadisce l importanza di non svincolare completamente gli oneri di rete dal consumo di energia elettrica perché tale scelta andrebbe a discapito degli interventi di efficienza energetica e generazione distribuita. A tal proposito si ricorda che gli utenti usufruiscono dei servizi di trasmissione e distribuzione lungo la rete pubblica solo nel caso di prelievi (Segnalazione AS 898 del 2011 dell Autorità Garante della Concorrenza inviata al Governo e al Parlamento) e che anche a livello comunitario si esprime particolare favore nei riguardi dell auto-produzione/auto-consumo invitando gli Stati membri a favorire e garantire lo sviluppo di sistemi che prevedano la vicinanza dell impianto produttivo rispetto all utente finale per conseguire gli obiettivi e la finalità di efficienza energetica di cui alla Direttiva 2012/12/CE. assorinnovabili, pertanto, auspica che le eventuali proposte che l AEEGSI avanzerà nell ambito della revisione della struttura tariffaria non penalizzeranno sistemi virtuosi che invece le normative comunitarie invitano a promuovere. S10. Osservazioni sulle ipotesi di intervento in materia di regolazione delle Connessioni.

5 S11. Osservazioni sulle ipotesi di regolazione della continuità del servizio. S12. Osservazioni sulle ipotesi di regolazione in materia di qualità della tensione nelle reti di distribuzione. assorinnovabili condivide quanto proposto da AEEGSI in tema di regolazione della continuità del servizio, con particolare riferimento al focus necessario sulle interruzioni senza preavviso e attribuibili a forza maggiore (punto 15.4) e in tema di regolazione della qualità della tensione. In quest ultimo caso deve essere particolarmente controllata la rete in bassa tensione, secondo quanto stabilito al punto S13. Osservazioni sulle ipotesi di intervento in materia di qualità commerciale. S14. Osservazioni sulle ipotesi di intervento in materia di qualità del servizio di misura. S15. Osservazioni sulle ipotesi di intervento in materia di qualità del servizio di trasmissione. In merito alla richiesta avanzata da AEEGSI al punto 19.5 relativa all individuazione di meccanismi finalizzati a ridurre l impatto del fuori servizio di ampie porzioni di RTN per cause eccezionali, si suggerisce di avviare con Terna una valutazione circa la modifica dei piani di Difesa e Riaccensione, volta all utilizzo della generazione collegata alle reti di sub trasmissione per l alimentazione di porzioni di rete durante periodi caratterizzati da fuori servizio più o meno estesi di elementi della RTN. Lo stesso principio vale per la rete di distribuzione. Si tratta in sostanza di valutare la revisione dei criteri alla base dei due documenti sopra citati, analizzando la possibilità di alimentare porzioni più o meno estese delle reti di distribuzione e di trasmissione attraverso l utilizzo della generazione diffusa e di altri dispositivi, in modo da ridurre gli effetti dei fuori servizio. assorinnovabili ha già condotto alcune valutazioni con Terna su questo tema, nell ambito più ampio dei servizi di rete fornibili dagli impianti FER, ed è disponibile a proseguire tali considerazioni tecnico/economiche condividendole con AEEGSI.

Spettabile AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS ED I SERVIZI IDRICI Piazza Cavour 5 20121, MILANO

Spettabile AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS ED I SERVIZI IDRICI Piazza Cavour 5 20121, MILANO Spettabile AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS ED I SERVIZI IDRICI Piazza Cavour 5 20121, MILANO DMEG Direzione Mercati mercati@autorita.energia.it Milano, 10 febbraio 2015 Oggetto: DCO 644/2014/R/EEL,

Dettagli

Spettabile Autorità per l Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico Piazza Cavour 5 20121, MILANO

Spettabile Autorità per l Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico Piazza Cavour 5 20121, MILANO Spettabile Autorità per l Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico Piazza Cavour 5 20121, MILANO Direzione infrastrutture, unbundling e certificazione infrastrutture@autorita.energia.it Direzione

Dettagli

Spettabile Autorità per l Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico Piazza Cavour 5 20121, MILANO

Spettabile Autorità per l Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico Piazza Cavour 5 20121, MILANO Spettabile Autorità per l Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico Piazza Cavour 5 20121, MILANO Direzione infrastrutture, unbundling e certificazione infrastrutture@autorita.energia.it Milano, 4

Dettagli

DCO AEEGSI 605/2015/R/EEL,

DCO AEEGSI 605/2015/R/EEL, Spettabile Autorità per l Energia Elettrica il Gas ed il Sistema Idrico Piazza Cavour, 5 20121 - Milano Alla cortese attenzione di: Dipartimento per la regolazione regolazione@autorita.energia.it Milano,

Dettagli

CRITERI PER INCENTIVARE L ACCELERAZIONE DELL ENTRATA IN ESERCIZIO DEGLI INVESTIMENTI DI SVILUPPO DELLA CAPACITÀ DI STOCCAGGIO

CRITERI PER INCENTIVARE L ACCELERAZIONE DELL ENTRATA IN ESERCIZIO DEGLI INVESTIMENTI DI SVILUPPO DELLA CAPACITÀ DI STOCCAGGIO DCO 38/11 CRITERI PER INCENTIVARE L ACCELERAZIONE DELL ENTRATA IN ESERCIZIO DEGLI INVESTIMENTI DI SVILUPPO DELLA CAPACITÀ DI STOCCAGGIO Documento per la consultazione per la formazione di provvedimenti

Dettagli

Oggetto: Documenti per la consultazione n. 183/2013/R/eel e n. 209/2013/R/eel

Oggetto: Documenti per la consultazione n. 183/2013/R/eel e n. 209/2013/R/eel Spettabile Autorità per l energia elettrica e il gas Direzione Mercati Direzione Infrastrutture Piazza Cavour 5 20121 Milano Alla cortese attenzione di: Dott. Federico Boschi Direttore Direzione Mercati

Dettagli

La regolazione delle reti elettriche in Italia

La regolazione delle reti elettriche in Italia La regolazione delle reti elettriche in Italia IEFE UNIVERSITA BOCCONI PROGETTO DI RICERCA PROMOSSO DA ANIE RAPPORTO FINALE, GIUGNO 2014 Michele Polo (IEFE, Dipartimento di Economia e eni Chair in Energy

Dettagli

Oggetto: commenti al documento di consultazione 255/2015/eel dell AEEGSI.

Oggetto: commenti al documento di consultazione 255/2015/eel dell AEEGSI. Bologna 20 luglio 2015 Spettabile Autorità per l energia elettrica il gas ed il sistema idrico Piazza Cavour, 5 20121 Milano Oggetto: commenti al documento di consultazione 255/2015/eel dell AEEGSI. Gentili

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 4 DICEMBRE 2014 597/2014/R/COM AVVIO DI PROCEDIMENTO PER L ADOZIONE DI PROVVEDIMENTI IN MATERIA DI METODOLOGIE E CRITERI PER LA DETERMINAZIONE E AGGIORNAMENTO DEL TASSO DI REMUNERAZIONE DEL

Dettagli

RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEI SERVIZI E SULL ATTIVITÀ SVOLTA 2004.

RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEI SERVIZI E SULL ATTIVITÀ SVOLTA 2004. RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEI SERVIZI E SULL ATTIVITÀ SVOLTA 2004. Presentazione del Presidente dell Autorità. Roma, 6 luglio 2004. Orientamenti per l azione futura. Considerate la dinamica e la complessità

Dettagli

SEGNALAZIONE DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS AL PARLAMENTO E AL GOVERNO IN ORDINE AD ALCUNI EFFETTI DELL ART

SEGNALAZIONE DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS AL PARLAMENTO E AL GOVERNO IN ORDINE AD ALCUNI EFFETTI DELL ART PAS 16/11 SEGNALAZIONE DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS AL PARLAMENTO E AL GOVERNO IN ORDINE AD ALCUNI EFFETTI DELL ART. 7 DEL DECRETO-LEGGE 13 AGOSTO 2011, N. 138 NEI SETTORI DELL ENERGIA

Dettagli

Aspetti regolatori per gli accumuli energetici. Federico Luiso

Aspetti regolatori per gli accumuli energetici. Federico Luiso Aspetti regolatori per gli accumuli energetici Federico Luiso Autorità per l energia Pisa, 22 maggio 2013 1 INDICE 1. Caratteristiche della regolazione attraverso i progetti pilota 2. Il quadro normativo

Dettagli

Spettabile Autorità per l Energia Elettrica il Gas e il Sistema Idrico Piazza Cavour 5 20121, MILANO. Alla cortese attenzione di:

Spettabile Autorità per l Energia Elettrica il Gas e il Sistema Idrico Piazza Cavour 5 20121, MILANO. Alla cortese attenzione di: Spettabile Autorità per l Energia Elettrica il Gas e il Sistema Idrico Piazza Cavour 5 20121, MILANO Alla cortese attenzione di: Ing. Guido Bortoni Presidente presidenza@autorita.energia.it Dott. Alberto

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS DELIBERAZIONE 19 DICEMBRE 2013 614/2013/R/EFR AGGIORNAMENTO DEL LIMITE MASSIMO PER LA RESTITUZIONE DEGLI ONERI GENERALI DI SISTEMA NEL CASO DI IMPIANTI ALIMENTATI DA FONTI RINNOVABILI CHE ACCEDONO ALLO

Dettagli

L integrazione delle fonti rinnovabili non programmabili e della generazione distribuita nel sistema elettrico

L integrazione delle fonti rinnovabili non programmabili e della generazione distribuita nel sistema elettrico L integrazione delle fonti rinnovabili non programmabili e della generazione distribuita nel sistema elettrico Milano, 6 febbraio 2014 Direzione Mercati Unità Produzione di energia, fonti rinnovabili ed

Dettagli

Spettabile Gestore dei Servizi Energetici - GSE V.le Maresciallo Pilsudski 92 00197, ROMA consultazioneraee@gse.it

Spettabile Gestore dei Servizi Energetici - GSE V.le Maresciallo Pilsudski 92 00197, ROMA consultazioneraee@gse.it Spettabile Gestore dei Servizi Energetici - GSE V.le Maresciallo Pilsudski 92 00197, ROMA consultazioneraee@gse.it Milano, 22 Maggio 2015 Prot. n. 184/2015 Oggetto: Rifiuti di Apparecchiature Elettriche

Dettagli

CONSULTAZIONE IN MERITO AI DECRETI MINISTERIALI DI ATTUAZIONE DEL DECRETO LEGISLATIVO SULLE FONTI RINNOVABILI

CONSULTAZIONE IN MERITO AI DECRETI MINISTERIALI DI ATTUAZIONE DEL DECRETO LEGISLATIVO SULLE FONTI RINNOVABILI CONSULTAZIONE IN MERITO AI DECRETI MINISTERIALI DI ATTUAZIONE DEL DECRETO LEGISLATIVO SULLE FONTI RINNOVABILI Documento di Osservazioni e Proposte R.ETE. Imprese Italia (Confartigianato, CNA, Casartigiani,

Dettagli

PROFILI GIURIDICI E REQUISITI PER IL FINANZIAMENTO DEI SISTEMI EFFICIENTI DI UTENZA. Verona, 11 maggio 2012

PROFILI GIURIDICI E REQUISITI PER IL FINANZIAMENTO DEI SISTEMI EFFICIENTI DI UTENZA. Verona, 11 maggio 2012 1 PROFILI GIURIDICI E REQUISITI PER IL FINANZIAMENTO DEI SISTEMI EFFICIENTI DI UTENZA Verona, 11 maggio 2012 Avvocato Emilio Sani Via Serbelloni, 4-20100 Milano Tel 02 763281 2 Il D. Lgs 115/2008 Articolo

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA DI GROSSISTI DI ENERGIA E TRADER

ASSOCIAZIONE ITALIANA DI GROSSISTI DI ENERGIA E TRADER Milano, 16 Marzo 2015 Spett.le Autorità per l energia elettrica, il gas e il sistema idrico Direzione Infrastrutture, Unbundling e Certificazione Piazza Cavour 5 20121 Milano Osservazioni al DCO 34/2015/R/eel

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS DELIBERAZIONE 20 DICEMBRE 2012 559/2012/R/EEL REVISIONE DEI FATTORI PERCENTUALI CONVENZIONALI DI PERDITA APPLICATI ALL ENERGIA ELETTRICA PRELEVATA SULLE RETI DI MEDIA E BASSA TENSIONE E DISPOSIZIONI IN

Dettagli

DCO 346/2014/R/GAS Riforma degli obblighi di separazione funzionale per il settore dell energia elettrica e del gas - Primi orientamenti-

DCO 346/2014/R/GAS Riforma degli obblighi di separazione funzionale per il settore dell energia elettrica e del gas - Primi orientamenti- DCO 346/2014/R/GAS Riforma degli obblighi di separazione funzionale per il settore dell energia elettrica e del gas - Primi orientamenti- Osservazioni e proposte ANIGAS Milano, 29 settembre 2014 PREMESSA

Dettagli

IL SETTORE ELETTRICO TRA NUOVI CONSUMI E NUOVE REGOLE DI MERCATO

IL SETTORE ELETTRICO TRA NUOVI CONSUMI E NUOVE REGOLE DI MERCATO ASSEMBLEA ANNUALE ASSOELETTRICA Milano, 28 Maggio 2015 IL SETTORE ELETTRICO TRA NUOVI CONSUMI E NUOVE REGOLE DI MERCATO Agostino Re Rebaudengo Presidente assorinnovabili IL SETTORE ELETTRICO ITALIANO Il

Dettagli

QUADRO NORMATIVO PER LE RETI

QUADRO NORMATIVO PER LE RETI 1 QUADRO NORMATIVO PER LE RETI ELETTRICHE DI DISTRIBUZIONE GESTITE DA ENEL DISTRIBUZIONE S.P.A. 1.1 INTRODUZIONE Nel presente capitolo verrà illustrato per grandi linee il quadro normativo Italiano che

Dettagli

DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 5/2015/R/EEL

DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 5/2015/R/EEL DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 5/2015/R/EEL CRITERI DI REGOLAZIONE DELLE TARIFFE E DELLA QUALITA DEI SERVIZI DI TRASMISSIONE, DISTRIBUZIONE E MISURA DELL ENERGIA ELETTRICA PER IL QUINTO PERIODO DI REGOLAZIONE

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 7 AGOSTO 2014 421/2014/R/EEL ULTERIORI INTERVENTI RELATIVI AGLI IMPIANTI DI GENERAZIONE DISTRIBUITA FINALIZZATI A GARANTIRE LA SICUREZZA DEL SISTEMA ELETTRICO NAZIONALE L AUTORITÀ PER L ENERGIA

Dettagli

DCO 4/10 CODICE DI CONDOTTA COMMERCIALE PER LA VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE. Osservazioni e proposte ANIGAS

DCO 4/10 CODICE DI CONDOTTA COMMERCIALE PER LA VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE. Osservazioni e proposte ANIGAS DCO 4/10 CODICE DI CONDOTTA COMMERCIALE PER LA VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE Osservazioni e proposte ANIGAS Milano, 7 giugno 2010 Premessa Anigas presenta le proprie osservazioni al DCO

Dettagli

Lo sviluppo delle reti elettriche verso le smart grid: il ruolo del regolatore italiano

Lo sviluppo delle reti elettriche verso le smart grid: il ruolo del regolatore italiano Simposio Tecnico: Energy storage per la mobilità sostenibile Progetto AlpStore, Energy Storage for the Alpine Space Lo sviluppo delle reti elettriche verso le smart grid: il ruolo del regolatore italiano

Dettagli

ORIENTAMENTI IN MATERIA DI AGGIORNAMENTO DELLA REGOLAZIONE DELLA MISURA DELL ENERGIA ELETTRICA PRODOTTA

ORIENTAMENTI IN MATERIA DI AGGIORNAMENTO DELLA REGOLAZIONE DELLA MISURA DELL ENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 262/2014/R/EEL ORIENTAMENTI IN MATERIA DI AGGIORNAMENTO DELLA REGOLAZIONE DELLA MISURA DELL ENERGIA ELETTRICA PRODOTTA Documento per la consultazione 6 giugno 2014 1 Premessa

Dettagli

Recepimento direttiva 28/2009/CE promozione energia da fonti rinnovabili

Recepimento direttiva 28/2009/CE promozione energia da fonti rinnovabili Recepimento direttiva 28/2009/CE promozione energia da fonti rinnovabili Audizione presso la X Commissione del Senato Roma, 18 Gennaio 2011 Sviluppo delle fonti rinnovabili in Italia TWh Obiettivo rinnovabili

Dettagli

DCO 401/2014/R/com. Osservazioni e proposte ANIGAS. Milano, 6 ottobre 2014

DCO 401/2014/R/com. Osservazioni e proposte ANIGAS. Milano, 6 ottobre 2014 DCO 401/2014/R/com ORIENTAMENTI PER LA DEFINIZIONE DI EVENTUALI ULTERIORI MODIFICHE AL CODICE DI CONDOTTA COMMERCIALE PER LA VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E GAS NATURALE, A SEGUITO DELL ENTRATA IN VIGORE

Dettagli

relativo al progetto pilota presentato dalla società Azienda Energetica Prato

relativo al progetto pilota presentato dalla società Azienda Energetica Prato PARERE TECNICO relativo al progetto pilota presentato dalla società Azienda Energetica Prato Soc. Cooperativa, come risultante a seguito delle modifiche proposte ai sensi della deliberazione ARG/elt 12/11

Dettagli

Le specificità delle aree urbane e l automazione avanzata della rete di distribuzione

Le specificità delle aree urbane e l automazione avanzata della rete di distribuzione Le specificità delle aree urbane e l automazione avanzata della rete di distribuzione Smart Distribution System Milano, 28 settembre 2015 Agenda Premessa Gli sviluppi della rete elettrica e gli ambiti

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA DI GROSSISTI DI ENERGIA E TRADER

ASSOCIAZIONE ITALIANA DI GROSSISTI DI ENERGIA E TRADER Milano, 31 Gennaio 2014 Spett.le Autorità per l'energia elettrica, il gas ed il sistema idrico Direzione Mercati Unità Mercati Elettrici all'ingrosso Piazza Cavour 5 20121 Milano Osservazioni al DCO 587/2013/R/eel

Dettagli

L integrazione degli impianti alimentati da fonti rinnovabili non programmabili nelle reti elettriche

L integrazione degli impianti alimentati da fonti rinnovabili non programmabili nelle reti elettriche FEDERPERN Italia Convegno nazionale L energia idroelettrica in Italia L integrazione degli impianti alimentati da fonti rinnovabili non programmabili nelle reti elettriche Ing. Alessandro Arena Direzione

Dettagli

Osservazioni e suggerimenti ANIGAS

Osservazioni e suggerimenti ANIGAS DCO 23/09 STRUMENTI VOLTI AL CONTENIMENTO DEL RISCHIO CREDITIZIO PER I VENDITORI DEL MERCATO DELL ENERGIA ELETTRICA E PROPOSTE DI MODIFICA DELLA DELIBERAZIONE ARG/ELT 4/08 IN TEMA DI CLIENTI NON DISALIMENTABILI

Dettagli

DCO 656/2014/R/GAS Meccanismi regolatori di incentivazione per lo sviluppo di ulteriori prestazioni di punta da stoccaggio del sistema nazionale

DCO 656/2014/R/GAS Meccanismi regolatori di incentivazione per lo sviluppo di ulteriori prestazioni di punta da stoccaggio del sistema nazionale DCO 656/2014/R/GAS Meccanismi regolatori di incentivazione per lo sviluppo di ulteriori prestazioni di punta da stoccaggio del sistema nazionale Documento per la consultazione Milano, 19 gennaio 2015 1

Dettagli

FederIdroelettrica. Principali novità regolatorie in materia di generazione distribuita

FederIdroelettrica. Principali novità regolatorie in materia di generazione distribuita FederIdroelettrica Principali novità regolatorie in materia di generazione distribuita Ing. Alessandro Arena Direzione Mercati Unità Produzione di energia, fonti rinnovabili ed efficienza energetica Autorità

Dettagli

Connessione alle reti: revisione degli strumenti finalizzati a superare il problema della saturazione virtuale delle reti elettriche

Connessione alle reti: revisione degli strumenti finalizzati a superare il problema della saturazione virtuale delle reti elettriche Connessione alle reti: revisione degli strumenti finalizzati a superare il problema della saturazione virtuale delle reti elettriche Fiera di Verona, 1 maggio 212 convegno nazionale 8a edizione POLYGEN

Dettagli

LO SVILUPPO DELLE SMART GRID E IL FUTURO DISPACCIAMENTO DELLA GD

LO SVILUPPO DELLE SMART GRID E IL FUTURO DISPACCIAMENTO DELLA GD LO SVILUPPO DELLE SMART GRID E IL FUTURO DISPACCIAMENTO DELLA GD M. Delfanti, G. Monfredini, V. Olivieri Politecnico di Milano Introduzione Le smart grid, basate su strutture e modalità operative fortemente

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA DI GROSSISTI DI ENERGIA E TRADER

ASSOCIAZIONE ITALIANA DI GROSSISTI DI ENERGIA E TRADER Spett.le Autorità per l energia elettrica, il gas e il sistema idrico - Direzione Infrastrutture, Unbundling e Certificazione e Direzione Mercati Piazza Cavour 5 20121 Milano Milano, 1 Giugno 2015 Osservazioni

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Deliberazione 29 dicembre 2011 - ARG/elt 199/11 Disposizioni dell Autorità per l energia elettrica e il gas per l erogazione dei servizi di trasmissione, distribuzione e misura dell energia elettrica per

Dettagli

Testo integrato delle modalità e delle condizioni tecnico-economiche per lo scambio sul posto (TISP) L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Testo integrato delle modalità e delle condizioni tecnico-economiche per lo scambio sul posto (TISP) L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Deliberazione 3 giugno 2008 - ARG/elt 74/08 Testo integrato delle modalità e delle condizioni tecnico-economiche per lo scambio sul posto (TISP) L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Nella riunione

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 30 LUGLIO 2015 397/2015/R/EEL AGGIORNAMENTO DELLE MILESTONE E DELLE DATE OBIETTIVO DEGLI INVESTIMENTI STRATEGICI DI SVILUPPO DELLA RETE DI TRASMISSIONE NAZIONALE L AUTORITÀ PER L ENERGIA

Dettagli

p.c. Oggetto: Interventi di sostegno alla produzione di energia da biomassa. Proposte assorinnovabili

p.c. Oggetto: Interventi di sostegno alla produzione di energia da biomassa. Proposte assorinnovabili Spett. Ministero dell Ambiente, e della tutela del territorio e del mare Via Cristoforo Colombo 44 00147 Roma Alla cortese attenzione di: Silvia Velo Sottosegretario Segreteria.Velo@minambiente.it Maurizio

Dettagli

La deliberazione 578/2013/R/eel I Sistemi Efficienti di Utenza (SEU)

La deliberazione 578/2013/R/eel I Sistemi Efficienti di Utenza (SEU) Energia Media Dalla diagnosi energetica alla riduzione dei costi energetici nell industria La deliberazione 578/2013/R/eel I Sistemi Efficienti di Utenza (SEU) Ing. Alessandro Arena Direzione Mercati Unità

Dettagli

Certificati bianchi titoli di efficienza energetica a portata di mano

Certificati bianchi titoli di efficienza energetica a portata di mano 3 Conferenza Annuale Fire Roma, 10 aprile 2014 Certificati bianchi titoli di efficienza energetica a portata di mano Le nuove regole sul rimborso in tariffa e sui grandi progetti Marco De Min Direzione

Dettagli

Senato della Repubblica X Commissione Industria

Senato della Repubblica X Commissione Industria Senato della Repubblica X Commissione Industria Memoria Anigas in ordine allo schema di decreto legislativo recante attuazione delle direttive europee 2009/72/CE, 2009/73/CE e 2008/92/CE relative a norme

Dettagli

Documento per la consultazione. nell ambito del procedimento avviato con deliberazione 483/2014/R/eel. 6 agosto 2015 - 2 -

Documento per la consultazione. nell ambito del procedimento avviato con deliberazione 483/2014/R/eel. 6 agosto 2015 - 2 - DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 415/2015/R/EEL REGOLAZIONE DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI DI TRASMISSIONE, DISTRIBUZIONE E MISURA DELL ENERGIA ELETTRICA, NEL QUINTO PERIODO DI REGOLAZIONE Orientamenti finali

Dettagli

DCO 449/2015/R/GAS Mercato del gas naturale Revisione della componente QVD a copertura dei costi di commercializzazione al dettaglio

DCO 449/2015/R/GAS Mercato del gas naturale Revisione della componente QVD a copertura dei costi di commercializzazione al dettaglio DCO 449/2015/R/GAS Mercato del gas naturale Revisione della componente QVD a copertura dei costi di commercializzazione al dettaglio Commenti e proposte Anigas Milano, 27 ottobre 2015 PREMESSA Anigas presenta

Dettagli

Osservazioni e proposte ANIGAS

Osservazioni e proposte ANIGAS DCO 30/11 REGOLAZIONE DELLA QUALITÀ DEL GAS NATURALE Proposte di revisione della deliberazione 6 settembre 2005, n. 185/05 Osservazioni e proposte ANIGAS Milano, 14 settembre 2011 Pagina 1 di 8 PREMESSA

Dettagli

Il ruolo dell Autorità per l energia elettrica e il gas

Il ruolo dell Autorità per l energia elettrica e il gas I Comuni e le gare d ambito per la concessione delle reti gas Il ruolo dell Autorità per l energia elettrica e il gas Milano, 6 giugno 2013 Marco Delpero Vice Direttore Direzione Infrastrutture Unbundling

Dettagli

FINALI NON DOMESTICI AVENTI DIRITTO AL SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA

FINALI NON DOMESTICI AVENTI DIRITTO AL SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA DCO 19/10 ADOZIONE DI NUOVE PROCEDURE PER L IDENTIFICAZIONE DEI CLIENTI FINALI NON DOMESTICI AVENTI DIRITTO AL SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA Documento per la consultazione Mercato di incidenza: energia elettrica

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 23 DICEMBRE 2015 654/2015/R/EEL REGOLAZIONE TARIFFARIA DEI SERVIZI DI TRASMISSIONE, DISTRIBUZIONE E MISURA DELL ENERGIA ELETTRICA, PER IL PERIODO DI REGOLAZIONE 2016-2023 L AUTORITÀ PER L

Dettagli

Potenza efficiente Produzione lorda di lorda energia elettrica. Figura 1: situazione degli impianti di cogenerazione nel 2005 (fonti GSE e Terna).

Potenza efficiente Produzione lorda di lorda energia elettrica. Figura 1: situazione degli impianti di cogenerazione nel 2005 (fonti GSE e Terna). Scheda D Analisi e valutazioni relative al decreto legislativo 8 febbraio 2007, n. 20 di attuazione della Direttiva 2004/8/CE del Parlamento europeo e del Consiglio e altre norme in materia di cogenerazione

Dettagli

AGGIORNAMENTO DEL FATTORE DI CONVERSIONE DEI KWH IN TEP CONNESSO AL MECCANISMO DEI TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA

AGGIORNAMENTO DEL FATTORE DI CONVERSIONE DEI KWH IN TEP CONNESSO AL MECCANISMO DEI TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA DCO 2/08 AGGIORNAMENTO DEL FATTORE DI CONVERSIONE DEI KWH IN TEP CONNESSO AL MECCANISMO DEI TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA (Articolo 2, comma 3, dei decreti ministeriali 20 luglio 2004) Documento per

Dettagli

pubblicata sul sito www.autorita.energia.it in data 20 febbraio 2008

pubblicata sul sito www.autorita.energia.it in data 20 febbraio 2008 pubblicata sul sito www.autorita.energia.it in data 20 febbraio 2008 Delibera ARG/com 15/08 MODIFICHE E INTEGRAZIONI ALLA DELIBERAZIONE DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS 27 GIUGNO 2007, N.

Dettagli

Intervista al dott.fabrizio Tortora Vicepresidente Aper 1. APER e il settore delle energie rinnovabili

Intervista al dott.fabrizio Tortora Vicepresidente Aper 1. APER e il settore delle energie rinnovabili Intervista al dott.fabrizio Tortora Vicepresidente Aper 1 APER e il settore delle energie rinnovabili L APER (Associazione Produttori Energia da Fonti Rinnovabili) è la prima associazione nazionale in

Dettagli

Osservazioni e proposte ANIGAS

Osservazioni e proposte ANIGAS DCO 25/08 ATTIVAZIONE DI UN SISTEMA DI RICERCA DELLE OFFERTE COMMERCIALI DELLE IMPRESE DI VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS Documento per la consultazione Osservazioni e proposte ANIGAS Milano, 8 agosto

Dettagli

Autorità per l energia elettrica e il gas

Autorità per l energia elettrica e il gas Autorità per l energia elettrica e il gas COMUNICATO Per caro petrolio, elettricità + 3,8 % e gas + 3,4% nel 1 trimestre 2008 Scatta ulteriore riduzione tariffe trasporto e distribuzione- In arrivo le

Dettagli

Efficienza negli usi finali e produzione di energia: i SEU e la deliberazione 578/2013/R/eel

Efficienza negli usi finali e produzione di energia: i SEU e la deliberazione 578/2013/R/eel Efficienza negli usi finali e produzione di energia: i SEU e la deliberazione 578/2013/R/eel Seminario FIRE Milano, 25 giugno 2014 Ing. Gervasio Ciaccia Direzione Mercati Unità Produzione di energia, fonti

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS DELIBERAZIONE 11 DICEMBRE 2014 610/2014/R/EEL AGGIORNAMENTO PER L ANNO 2015 DELLE TARIFFE E DELLE CONDIZIONI ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI CONNESSIONE E ALTRE DISPOSIZIONI RELATIVE ALL EROGAZIONE

Dettagli

GENERAZIONE DISTRIBUITA + ELETTRIFICAZIONE DEI CONSUMI = EFFICIENZA ENERGETICA

GENERAZIONE DISTRIBUITA + ELETTRIFICAZIONE DEI CONSUMI = EFFICIENZA ENERGETICA ITALIA, PENSI DI AVERE GLI E FACTOR? Milano, 14 dicembre 2015 GENERAZIONE DISTRIBUITA + ELETTRIFICAZIONE DEI CONSUMI = EFFICIENZA ENERGETICA Agostino Re Rebaudengo Presidente assorinnovabili ASSORINNOVABILI

Dettagli

Forum sull energia elettrica. Sicurezza, affidabilità, mercato

Forum sull energia elettrica. Sicurezza, affidabilità, mercato Forum sull energia elettrica. Sicurezza, affidabilità, mercato Executive Summary Abstract Quattro le principali tematiche analizzate dai gruppi di lavoro all interno del Forum: 1. GENERAZIONE. L analisi

Dettagli

Autorità per l energia elettrica e il gas

Autorità per l energia elettrica e il gas ! Competenze AEEG inerenti le reti elettriche La rete di trasmissione nazionale Le reti di distribuzione La misura dell energia elettrica La remunerazione delle attività 2 di 70 Competenze AEEG inerenti

Dettagli

Energy Storage - state of the art and evolution scenarios: looking for a killer application

Energy Storage - state of the art and evolution scenarios: looking for a killer application Energy Storage - state of the art and evolution scenarios: looking for a killer application Maurizio Delfanti, Davide Falabretti, Marco Merlo Politecnico di Milano Dipartimento di Energia Introduzione:

Dettagli

Agevolazioni riconosciute ai progetti pilota di cui all articolo 14 della deliberazione 15 dicembre 2010 ARG/elt 242/10 per l anno 2014

Agevolazioni riconosciute ai progetti pilota di cui all articolo 14 della deliberazione 15 dicembre 2010 ARG/elt 242/10 per l anno 2014 Determinazione 4 settembre 2015, n. 9/15 Agevolazioni riconosciute ai progetti pilota di cui all articolo 14 della deliberazione 15 dicembre 2010 ARG/elt 242/10 per l anno 2014 IL DIRETTORE DELLA DIREZIONE

Dettagli

NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO

NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO Appunti a cura dell Ing. Emanuela Pazzola Tutore del corso di Elettrotecnica per meccanici, chimici e biomedici A.A. 2005/2006 Facoltà d Ingegneria dell Università degli

Dettagli

FOCUS NORMATIVO. Il Testo Integrato della regolazione della Qualità dei Servizi di Distribuzione e Misura dell Energia Elettrica

FOCUS NORMATIVO. Il Testo Integrato della regolazione della Qualità dei Servizi di Distribuzione e Misura dell Energia Elettrica Sommario FOCUS NORMATIVO... 3 AGGIORNAMENTI NORMATIVI... 4 ANDAMENTO MERCATO ENERGIA ELETTRICA... 5 ANDAMENTO ASTE ENERGETICHE... 6 ADDIO AL MERCATO TUTELATO... 7 FOCUS NORMATIVO Il Testo Integrato della

Dettagli

Enermanagement 2014. Efficienza energetica e mercati dell elettricità e del gas

Enermanagement 2014. Efficienza energetica e mercati dell elettricità e del gas Enermanagement 2014 Efficienza in, inside and out Milano, 4 dicembre 2014 Efficienza energetica e mercati dell elettricità e del gas Marco De Min Direzione Mercati Unità Produzione di energia, fonti rinnovabili

Dettagli

Memoria per l audizione di Anigas

Memoria per l audizione di Anigas X COMMISSIONE ATTIVITA PRODUTTIVE, COMMERCIO E TURISMO CAMERA DEI DEPUTATI Indagine conoscitiva sulla strategia energetica nazionale sulle principali problematiche in materia di energia Memoria per l audizione

Dettagli

Delibera n. 280/07 L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS. Nella riunione del 6 novembre 2007. Visti:

Delibera n. 280/07 L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS. Nella riunione del 6 novembre 2007. Visti: Delibera n. 280/07 MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO-ECONOMICHE PER IL RITIRO DELL ENERGIA ELETTRICA AI SENSI DELL ARTICOLO 13, COMMI 3 E 4, DEL DECRETO LEGISLATIVO 29 DICEMBRE 2003, N. 387/03, E DEL COMMA

Dettagli

Sunny Days 2014. I Sistemi Efficienti di Utenza (SEU) per gli impianti fotovoltaici

Sunny Days 2014. I Sistemi Efficienti di Utenza (SEU) per gli impianti fotovoltaici Sunny Days 2014 I Sistemi Efficienti di Utenza (SEU) per gli impianti fotovoltaici Ing. Alessandro Arena Direzione Mercati Unità Produzione di energia, fonti rinnovabili ed efficienza energetica Autorità

Dettagli

Delibera 12 dicembre 2013-578/2013/R/eel

Delibera 12 dicembre 2013-578/2013/R/eel Delibera 12 dicembre 2013-578/2013/R/eel Regolazione dei servizi di connessione, misura, trasmissione, distribuzione, dispacciamento e vendita nel caso di sistemi semplici di produzione e consumo Con la

Dettagli

Regimi di incentivazione per la generazione

Regimi di incentivazione per la generazione geotermiche per generazione elettrica VANTAGGI DELLA FONTE GEOTERMICA Principali vantaggi pratici della fonte geotermica: A differenza di altre FER si caratterizza per la capacità di generare elettricità

Dettagli

Delibera n. 28/06 L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS. Documenti collegati

Delibera n. 28/06 L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS. Documenti collegati Documenti collegati Comunicato stampa Pubblicata sul sito www.autorita.energia.it in data 13 febbraio 2006 Delibera n. 28/06 CONDIZIONI TECNICO-ECONOMICHE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO DELL ENERGIA

Dettagli

Decreto-Legge 24 giugno 2014, n. 91

Decreto-Legge 24 giugno 2014, n. 91 Decreto-Legge 24 giugno 2014, n. 91 Audizione del Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. Nando Pasquali Presidente e Amministratore Delegato Roma, 3 luglio 2014 Indice Il Gruppo GSE Decreto-Legge 24

Dettagli

Scatti al 30 giugno 2014

Scatti al 30 giugno 2014 Scatti al 30 giugno 2014 1 Il mercato dell energia elettrica in Italia 2013 Bilancio anno 2013-4,4% Previsione anno 2014 Domanda Energia Elettrica 298 TWh (totale) 233 TWh al mercato non domestico www.consulenzaenergetica.it

Dettagli

MECCANISMO DI CONTROLLO DELLA VENDITA AI CLIENTI FINALI DI

MECCANISMO DI CONTROLLO DELLA VENDITA AI CLIENTI FINALI DI DCO 26/09 MECCANISMO DI CONTROLLO DELLA VENDITA AI CLIENTI FINALI DI ENERGIA ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI Documento per la consultazione Mercato di incidenza: energia elettrica 27 luglio 2009 Premessa

Dettagli

Audizioni periodiche e speciali dell Autorità per l energia elettrica e il gas ai sensi della deliberazione n. 33/03

Audizioni periodiche e speciali dell Autorità per l energia elettrica e il gas ai sensi della deliberazione n. 33/03 Audizioni periodiche e speciali dell Autorità per l energia elettrica e il gas ai sensi della deliberazione n. 33/03 Intervento del Direttore Energy Management di Tirreno Power Ugo Mattoni Roma, 17 luglio

Dettagli

Analisi della spesa energetica in un edificio tutto elettrico Simone Maggiore

Analisi della spesa energetica in un edificio tutto elettrico Simone Maggiore Roma, 08 Luglio 2015 Analisi della spesa energetica in un edificio tutto elettrico Simone Maggiore Il ruolo di RSE nella ricerca Ricerca sul Sistema Energetico RSE SpA svolge attività di ricerca applicata

Dettagli

Autorità per l energia elettrica e il gas

Autorità per l energia elettrica e il gas Autorità per l energia elettrica e il gas COMUNICATO Energia: da aprile bollette elettricità ancora in calo (-3,1%), aumento per il gas (+3,6%) Oltre al caro- petrolio, pesa sul gas il basso grado di concorrenza

Dettagli

Audizione X Commissione Senato sulla Strategia Energetica Nazionale. Roma, 10 ottobre 2012.

Audizione X Commissione Senato sulla Strategia Energetica Nazionale. Roma, 10 ottobre 2012. Audizione X Commissione Senato sulla Strategia Energetica Nazionale. Roma, 10 ottobre 2012. Intervento di Bruno Lescoeur, Amministratore Delegato, Edison Nella prima occasione in cui ho parlato a questa

Dettagli

Documento per la consultazione AEEG 547/2013/R/com Osservazioni di Energia Concorrente

Documento per la consultazione AEEG 547/2013/R/com Osservazioni di Energia Concorrente 1 Documento per la consultazione AEEG 547/2013/R/com Osservazioni di Energia Concorrente Il presente documento illustra gli orientamenti generali di Energia Concorrente in ordine all introduzione del Sistema

Dettagli

ASSOELETTRICA. La riforma delle tariffe elettriche domestiche. Incontro con la stampa Roma, 17 febbraio 2015

ASSOELETTRICA. La riforma delle tariffe elettriche domestiche. Incontro con la stampa Roma, 17 febbraio 2015 ASSOELETTRICA La riforma delle tariffe elettriche domestiche Incontro con la stampa Roma, 17 febbraio 2015 1 Cos è il mercato tutelato? Dal 1 luglio 2007 il mercato dell energia elettrica è completamente

Dettagli

Il contatore degli oneri delle fonti rinnovabili

Il contatore degli oneri delle fonti rinnovabili Il contatore degli oneri delle fonti rinnovabili Il costo indicativo cumulato annuo degli incentivi riconosciuti agli impianti alimentati da fonti rinnovabili diversi da quelli fotovoltaici Febbraio 2013

Dettagli

PRIME DISPOSIZIONI RELATIVE AI SISTEMI DI ACCUMULO - ORIENTAMENTI

PRIME DISPOSIZIONI RELATIVE AI SISTEMI DI ACCUMULO - ORIENTAMENTI DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 613/2013/R/EEL PRIME DISPOSIZIONI RELATIVE AI SISTEMI DI ACCUMULO - ORIENTAMENTI Documento per la consultazione Mercato di incidenza: energia elettrica 19 dicembre 2013 1

Dettagli

Definizione delle tariffe di collettamento e depurazione dei reflui industriali autorizzati in pubblica fognatura

Definizione delle tariffe di collettamento e depurazione dei reflui industriali autorizzati in pubblica fognatura Definizione delle tariffe di collettamento e depurazione dei reflui industriali autorizzati in pubblica fognatura Eleonora Bettenzoli Responsabile Qualità ambientale, della Risorsa e Misura QRM Direzione

Dettagli

Seminario di presentazione del DCO 33/11. Direzione Mercati Direzione Tariffe Autorità per l energia elettrica e il gas

Seminario di presentazione del DCO 33/11. Direzione Mercati Direzione Tariffe Autorità per l energia elettrica e il gas Regolazione dei servizi di connessione, trasmissione, distribuzione, misura e dispacciamento nel caso di sistemi semplici di produzione e consumo e nel caso di reti private Seminario di presentazione del

Dettagli

SPALMA INCENTIVI FV. Gli effetti del D.Lgs. 91/2014 L. 116/2014. Presentazione a cura di: Raul Ruggeri

SPALMA INCENTIVI FV. Gli effetti del D.Lgs. 91/2014 L. 116/2014. Presentazione a cura di: Raul Ruggeri SPALMA INCENTIVI FV Gli effetti del D.Lgs. 91/2014 L. 116/2014 Presentazione a cura di: Raul Ruggeri DISPOSITIVO 1/2 Art. 23 Riduzione delle bollette elettriche a favore dei clienti forniti in media e

Dettagli

Chiarimenti in merito alle modalità di transizione dalla delibera n. 224/00 alla delibera n. 28/06 Comunicato stampa

Chiarimenti in merito alle modalità di transizione dalla delibera n. 224/00 alla delibera n. 28/06 Comunicato stampa Pagina 1 di 13 Documenti collegati Chiarimenti in merito alle modalità di transizione dalla delibera n. 224/00 alla delibera n. 28/06 Comunicato stampa Pubblicata sul sito www.autorita.energia.it in data

Dettagli

Documento per la consultazione AEEG 330/2013/R/gas Osservazioni di Energia Concorrente

Documento per la consultazione AEEG 330/2013/R/gas Osservazioni di Energia Concorrente 1 Documento per la consultazione AEEG 330/2013/R/gas Osservazioni di Energia Concorrente Il presente documento illustra le osservazioni di Energia Concorrente in ordine alle questioni aperte alla consultazione

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS ED IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS ED IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 27 DICEMBRE 2013 630/2013/R/EEL ADOZIONE DI JOINT OPINIONS OF THE ENERGY REGULATORS ON THE REDIPUGLIA VRTOJBA AND ZAULE-DEKANI EXEMPTION APPLICATIONS L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL

Dettagli

DCO 237/2013/R/GAS Criteri per la determinazione delle tariffe per il servizio di rigassificazione di Gnl per il quarto periodo di regolazione

DCO 237/2013/R/GAS Criteri per la determinazione delle tariffe per il servizio di rigassificazione di Gnl per il quarto periodo di regolazione DCO 237/2013/R/GAS Criteri per la determinazione delle tariffe per il servizio di rigassificazione di Gnl per il quarto periodo di regolazione Commenti e proposte Anigas Milano, 28 giugno 2013 1 Premessa

Dettagli

Convegno su Riforma Tariffe Elettriche

Convegno su Riforma Tariffe Elettriche Convegno su Riforma Tariffe Elettriche 10 novembre 2015 Auditorium GSE Paolo Rocco Viscontini Una riforma contro l autoconsumo elettrico e la concorrenza Le disposizioni di legge, che regolano l autoconsumo

Dettagli

Sunny Days SMA 2014. Gli aspetti regolatori della disciplina sui Sistemi Efficienti di Utenza (SEU) e sui Sistemi di Accumulo. Ing.

Sunny Days SMA 2014. Gli aspetti regolatori della disciplina sui Sistemi Efficienti di Utenza (SEU) e sui Sistemi di Accumulo. Ing. Sunny Days SMA 2014 Gli aspetti regolatori della disciplina sui Sistemi Efficienti di Utenza (SEU) e sui Sistemi di Accumulo Ing. Alessandro Arena Direzione Mercati Unità Produzione di energia, fonti rinnovabili

Dettagli

Delibera n. 50/02. L Autorità per l energia elettrica e il gas. Nella riunione del 26 marzo 2002, Premesso che:

Delibera n. 50/02. L Autorità per l energia elettrica e il gas. Nella riunione del 26 marzo 2002, Premesso che: Delibera n. 50/02 Condizioni per l erogazione del servizio di connessione alle reti elettriche con tensione nominale superiore ad 1 kv i cui gestori hanno obbligo di connessione di terzi. (pubblicata sul

Dettagli

Distribuzione di gas naturale

Distribuzione di gas naturale 56 Distribuzione di gas naturale PRINCIPALI INDICATORI DI PERFORMANCE (milioni di ) 2010 2011 2012 Var.ass. Var.% Ricavi della gestione caratteristica (*) 1.233 1.297 1.434 137 10,6 - di cui ricavi di

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 20 NOVEMBRE 2014 574/2014/R/EEL DISPOSIZIONI RELATIVE ALL INTEGRAZIONE DEI SISTEMI DI ACCUMULO DI ENERGIA ELETTRICA NEL SISTEMA ELETTRICO NAZIONALE L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS

Dettagli

SVILUPPO DELLE SMART GRID: OPPORTUNITÀ PER LE AZIENDE ITALIANE DEL SETTORE

SVILUPPO DELLE SMART GRID: OPPORTUNITÀ PER LE AZIENDE ITALIANE DEL SETTORE SVILUPPO DELLE SART GRID: OPPORTUNITÀ PER LE AZIENDE ITALIANE DEL SETTORE prof. aurizio Delfanti ing. Valeria Olivieri SVILUPPO DELLE SART GRID: OPPORTUNITÀ PER LE AZIENDE ITALIANE DEL SETTORE L innovazione

Dettagli

Presentazione. Il Presidente Dott. Arrigo Piovan

Presentazione. Il Presidente Dott. Arrigo Piovan Presentazione Il Consorzio Energindustria, cosciente dell aumento dei costi energetici sostenuti dalle aziende e del fatto che un uso non corretto delle fonti energetiche comporti un aggravio di costi

Dettagli