DVR HD-SDI STAND-ALONE A 4 / 8 / 16 CANALI ART. HDDVR040A / HDDVR080A / HDDVR160A

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DVR HD-SDI STAND-ALONE A 4 / 8 / 16 CANALI ART. HDDVR040A / HDDVR080A / HDDVR160A"

Transcript

1 DVR HD-SDI STAND-ALONE A 4 / 8 / 16 CANALI ART. HDDVR040A / HDDVR080A / HDDVR160A Prima di utilizzare questo dispositivo, leggere attentamente questo manuale e conservarlo per future consultazioni. Via Don Arrigoni, Rovetta S. Lorenzo (Bergamo)

2 ATTENZIONE Leggere attentamente il presente manuale dell'utente per essere in grado di utilizzare l'apparecchio in modo corretto e sicuro. Non si garantisce la correttezza integrale del contenuto. Il contenuto di questo manuale è soggetto a modifiche senza preavviso. Questo apparecchio deve essere utilizzato unicamente con il tipo di alimentazione indicato sulla targhetta dei dati tecnici. Prima dell'uso è necessario verificare la tensione di alimentazione. Nel caso di inutilizzo per un periodo di tempo prolungato, estrarre la spina di alimentazione dalla presa di corrente. Non installare l'apparecchio in prossimità di fonti di calore come radiatori, griglie di ventilazione, caloriferi, stufe o altri apparecchi che producono calore. Non installare l'apparecchio in prossimità dell'acqua. Pulire utilizzando solamente un panno asciutto. Non ostruire le aperture di ventilazione. Accertarsi inoltre che sia presente una buona ventilazione intorno all'apparecchio. Non spegnere il DVR durante la normale registrazione! La modalità corretta per spegnere correttamente il DVR consiste nell'arrestare per prima cosa la registrazione, quindi selezionare il pulsante Shut-down (Arresto) nel menu per uscire e infine spegnere l'alimentazione. Questo apparecchio è destinato all'uso in ambienti interni. Evitare che l'apparecchio si bagni, facendo attenzione a non collocarlo in un ambiente esposto alla pioggia oppure umido. Nel caso di penetrazione di solidi o liquidi all'interno dell'apparecchio, spegnere immediatamente l'alimentazione e contattare un tecnico qualificato per far controllare l'apparecchio prima di riavviarlo. Per tutti gli interventi di riparazione e assistenza, rivolgersi solamente a personale qualificato. Questo apparecchio non contiene componenti riparabili dall'utente senza assistenza tecnica o specifica approvazione. Questo manuale si riferisce ai videoregistratori digitali HD a 4, 8 e 16 canali. 2

3 1.1 Caratteristiche principali FORMATO DI COMPRESSIONE Compressione H.264 standard con ridotto bit rate e migliore qualità di immagine VIDEOSORVEGLIANZA DAL VIVO Supporto uscita VGA / CVBS / HDMI Supporto ingressi video SDI (4 / 8 / 16 canali) Supporto della sicurezza dei canali tramite mascheramento della visualizzazione dal vivo Visualizzazione dello stato di registrazione locale e di informazioni di base Supporto porta USB per il pieno controllo dell'apparecchio tramite mouse SUPPORTI DI REGISTRAZIONE DVR HD a 4 canali: supporta 2 HDD SATA DVR HD a 8 e 16 canali: supporta 8 HDD SATA BACKUP Supporto di dispositivi USB 2.0 per effettuare il backup Supporto salvataggio dei file registrati in formato AVI standard su un computer remoto tramite Internet REGISTRAZIONE E RIPRODUZIONE Modalità di registrazione: Registrazione manuale, programmata, su allarme sensore e rilevamento del movimento Modalità di recupero spazio disco quando l'unità disco rigido è piena Risoluzione, frame rate (frequenza di quadro) e qualità di immagine regolabili 128 MB per ogni packaging di file video 4/8/16 canali audio disponibili Tre modalità di ricerca delle registrazioni: ricerca per orario, ricerca eventi e ricerca immagini Supporto riproduzione a singolo schermo / 4 schermi simultanei (1080P) Possibilità di eliminazione e blocco dei singoli file registrati Supporto riproduzione remota nel client di rete tramite LAN o Internet ALLARMI Ingressi / Uscite di allarme: 4 CAN (4/4), 8 CAN (8/4), 16 CAN (16/4) Supporto programmazione per allarme sensore e rilevamento del movimento Supporto pre-registrazione e post-registrazione Supporto registrazione su canali collegati a seguito di attivazione rilevamento del movimento o allarme su un determinato canale Supporto funzionalità PTZ collegate: preset (preposizionamento), cruise (ronda) automatica e tracciamento del corrispondente canale CONTROLLO PTZ Supporto di vari protocolli PTZ Supporto di 128 preposizionamenti PTZ e 8 tracce di ronda automatica Supporto del controllo PTZ remoto tramite Internet SICUREZZA Diritti utente personalizzabili: ricerca log (registro), configurazione sistema, audio bidirezionale, gestione file, gestione unità disco, accesso remoto, visualizzazione dal vivo, registrazione manuale, riproduzione, controllo PTZ e visualizzazione dal vivo in remoto Supporto di 1 amministratore e fino a 63 utenti Supporto registrazione eventi su registro e relativo controllo, con numero eventi illimitato RETE Supporto dei protocolli TCP/IP, DHCP, PPPOE, DDNS Supporto del browser IE (Internet Explorer) per la visualizzazione remota Supporto impostazione del quantitativo di client connessi simultaneamente Supporto di doppio stream Lo stream di rete è regolabile in modo indipendente per adattarsi alla larghezza di banda e all'ambiente di rete. Supporto di acquisizione immagini e regolazione colori in visualizzazione dal vivo in remoto Supporto ricerca remota per orario ed eventi e riproduzione canali con acquisizione immagini Supporto del controllo PTZ remoto con preposizionamento e ronda automatica Supporto impostazione menu completo da remoto con modifica di tutti i parametri del DVR da remoto Supporto video sorveglianza tramite dispositivi mobili, quali iphone e smartphone con sistema operativo Android; rete 3G disponibile Supporto CMS per la gestione di dispositivi multipli su Internet 3

4 1.2 Descrizione del pannello frontale Nota: le figure e le descrizioni qui presenti sono riportate solo a scopo di riferimento e si riferiscono al caso standard. Pannello frontale del modello art. HDDVR040A N. Nome Descrizione 1 USB Per collegare un mouse o una chiavetta USB 2 POWER (ALIMENTAZIONE) Spia alimentazione 3 RECORD / FOCUS (Registrazione / Messa a Registrazione manuale / regolazione messa a fuoco (PTZ) fuoco) 4 Play / IRIS (Riproduzione / Diaframma) Riproduzione / Regolazione diaframma (PTZ) 5 REW / ZOOM Riavvolgimento in modalità di riproduzione / Regolazione (Riavvolgimento / Zoom) zoom (PTZ) 6 FF / P.T.Z. (Avanzamento Avanzamento rapido in modalità di riproduzione / Accesso rapido / PTZ) alla modalità PTZ 7 STOP / ESC (Arresto / Arresto della riproduzione in modalità di riproduzione / Uscita o Ritorno) Uscita dal menu o ritorno alla pagina precedente 8 Tasti numerici Per immettere cifre o selezionare un canale 9 MENU / + Accesso alla pagina MENU / Incremento valori 10 SEARCH / - Accesso alla pagina di ricerca / Diminuzione valori Per immettere numeri superiori a 10 / Premerlo due volte senza interruzione per inserire Ricevitore IR Ricevitore per controllo remoto 13 Invio Invio 14 Split / Tasti di direzione Per commutare la suddivisione dello schermo / spostare l'elemento selezionato 4

5 1. L'interfaccia del pannello frontale per il modello art. HDDVR080A / HDDVR160A contiene i seguenti elementi: Tipo Nome Descrizione REC (Registraz.) Durante la registrazione la spia si illumina di colore blu Indicatore stato di funzionamento Pulsante a doppia funzione Pulsanti funzione Pulsanti numerici Pulsanti di input USB HDD (Unità disco rigido) Backup Net (Rete) Play (Riproduzione) In fase di scrittura/lettura dell'unità disco rigido la spia si illumina di colore blu In fase di backup dei file e dei dati la spia si illumina di colore blu In fase di accesso alla rete la spia si illumina di colore blu Durante la riproduzione la spia si illumina di colore blu Power (Alimentazione) Quando l'alimentazione è collegata la spia si illumina di colore blu P.T.Z./ - 1. Accesso alla modalità PTZ modalità dal vivo 2. Diminuzione dei valori in fase di impostazione AUDIO/+ 1. Controllo audio 2. Incremento dei valori in fase di impostazione MENU INFO BACKUP (copia di backup) SEARCH(Ricerca) Accesso al menu in modalità dal vivo Verifica dei dati registrati Registrazione manuale Riproduzione/Pausa Riavvolgimento Avanzamento rapido Uscita/ESC Accesso alla modalità di backup nella modalità dal vivo Accesso alla modalità di ricerca 1-9 Per inserire i numeri 1-9 o selezionare una telecamera 0/10+ Consente di inserire i numeri 0, 10 e quelli superiori a 10 in combinazione con gli altri pulsanti numerici Pulsanti di direzione Per modificare la direzione degli elementi selezionati Visualizzazione multi-schermo Per modificare la modalità di visualizzazione dello schermo a 1/4/9/16 canali Pulsante Invio Per confermare la selezione Porta USB Per connettere dispositivi USB esterni quali unità USB flash, unità disco rigido USB per effettuare il backup o l'aggiornamento del firmware 1.3 Descrizione del pannello posteriore Pannello posteriore del modello art. HDDVR040A Elemento Nome Descrizione 1 Alarm Out (Usc. allarme) Uscita relè 4-can Da collegare a un allarme esterno. 2 Alarm In (Ingr. allarme) Ingressi di allarme. Da collegare a sensori esterni. 3 P/Z Da collegare a una telecamera speed dome 4 K/B Da collegare a una tastiera 5 Porta CVBS Uscita segnale video CVBS 6 Audio out (Usc. audio) Uscita audio da collegare al sistema di riproduzione acustica 7 MIC IN (Ingr. microfono) Ingresso da collegare al microfono. 8 Audio in (Ingr. audio) Ingressi audio (4 canali) 9 HD SDI Video In (Ingr. video HD SDI) Ingressi video (4 canali) 10 Porta HDMI Per collegare un display ad alta definizione 11 Porta VGA Uscita VGA da collegare al monitor 12 LAN Porta di rete 13 Porta USB Per connettere dispositivi USB esterni quali unità USB flash, unità disco rigido USB per effettuare il backup o l'aggiornamento del firmware oppure per collegare un mouse USB 14 DC 12V (Alimentazione 12 Vcc) Ingresso alimentazione 5

6 Fig 2-3 Pannello posteriore del modello art. HDDVR080A Fig 2-4 Pannello posteriore del modello art. HDDVR160A Elemento Nome Descrizione 1 HD SDI Video In (Ingr. video HD SDI) Ingressi segnale video HD SDI. 2 Alarm In (Ingr. allarme) Ingressi di allarme per il collegamento di sensori 3 Porta HDMI Per collegare un display ad alta definizione 4 Porta VGA Uscita VGA da collegare al monitor 5 LAN Porta di rete 6 Porta USB Per connettere dispositivi USB esterni quali unità USB flash, unità disco rigido USB per effettuare il backup o l'aggiornamento del firmware. 7 GND Messa a terra 8 K/B Da collegare a una tastiera. A = TX+, B = TX-. 9 P/Z Da collegare a una telecamera speed dome. Y = TX+, Z = TX-. 10 CVBS Uscita CVBS 11 Audio out (Usc. audio) Uscita audio da collegare al sistema di riproduzione acustica 12 MIC IN (Ingr. microfono) Ingresso da collegare al microfono. 13 Alarm Out (Usc. allarme) Uscita relè. Da collegare a un allarme esterno. 14 Audio in (Ingr. audio) Ingresso audio 15 E-SATA Per collegare unità disco rigido per effettuare il backup. 1.4 Telecomando (opzionale) Funziona con due batterie formato AAA. Aprire il coperchio del vano batterie del telecomando. Collocare le batterie. Prestare attenzione alla corretta polarità (+ e -). Richiudere il coperchio del vano batterie. Fig 2-6 Telecomando 6

7 Pulsante Pulsante di alimentazione Pulsante REC Pulsanti numerici -/-- /0-9 Pulsante Fn1 Pulsante Multi Pulsante Next SEQ Audio Switch Pulsanti di direzione Pulsante Invio Pulsante Menu Pulsante Exit (Uscita) Focus/IRIS/Zoom/PTZ (Messa a fuoco/diaframma/zoom/brandeggi) Pulsante Preset (Preposizionamento) Pulsante Cruise (Ronda) Pulsante Track (Tracciamento) Pulsante Wiper (Tergicristallo) Pulsante Light (Luce) Pulsante Clear (Cancella) Pulsante Fn2 Pulsante Info Pulsante Snap (Scatto) Pulsante Search (Ricerca) Pulsante Cut (Taglio) Pulsante Backup Pulsante Zoom Pulsante PIP Funzione Spegnimento: per arrestare il DVR. Utilizzarlo prima di spegnere l'alimentazione Per effettuare la registrazione manuale Per inserire i numeri o selezionare una telecamera Al momento non disponibile Per selezionare la modalità di visualizzazione multi-schermo Per passare alle immagini dal vivo Per accedere alla modalità di sequenza automatica Per abilitare la modalità audio in modalità di visualizzazione dal vivo Per commutare l'uscita tra BNC e VGA Per spostare il cursore in fase di impostazione o per il brandeggio orizzontale/verticale in modalità PTZ Per confermare la selezione o l'impostazione Per accedere al menu Per uscire dall'interfaccia corrente Per comandare la telecamera PTZ. È possibile regolare zoom/diaframma/messa a fuoco della telecamera Per accedere alla configurazione dei preposizionamenti in modalità PTZ Per accedere alla configurazione delle ronde in modalità PTZ Per accedere alla configurazione tracciamento in modalità PTZ Per abilitare la relativa funzione tergicristallo in modalità PTZ Per abilitare la funzione di illuminazione in modalità PTZ Per tornare alla precedente interfaccia Al momento non disponibile Fornisce informazioni sul DVR come la versione firmware, informazioni sull'unità disco rigido Per controllare la riproduzione. Riproduzione/Pausa/Arresto/Sezione precedente/sezione seguente/riavvolgimento/avanzamento rapido Per l'acquisizione manuale delle immagini Per accedere alla modalità di ricerca Per impostare l'orario di inizio/fine del backup in modalità riproduzione Per accedere alla modalità di backup Per ingrandire le immagini Per accedere alla modalità di impostazione funzione PIP (Immagine nell'immagine) 1.5 Controllo tramite il mouse Collegamento del mouse L'apparecchio supporta il mouse USB tramite la relativa porta sul pannello posteriore, fare riferimento alla Fig Nota: Nel caso che il mouse non venga rilevato oppure non funzioni, procedere nel seguente modo: 1. Verificare che il mouse sia collegato alla porta riservata al mouse USB non all'altra porta USB 2. Provare a utilizzare un altro mouse il cui funzionamento sia accertato Utilizzo dell'apparecchio tramite mouse La struttura del menu principale è mostrata in Fig In modalità dal vivo: Facendo doppio clic con il pulsante sinistro del mouse su una telecamera è possibile visualizzarla a schermo intero. Fare nuovamente doppio clic per tornare alla precedente visualizzazione. Fare clic con il pulsante destro del mouse per visualizzare la barra di controllo nella parte inferiore dello schermo come mostrato in Fig Qui sono contenuti tutti i comandi e le impostazioni disponibili. Fare nuovamente clic con il pulsante destro del mouse per nascondere la barra di controllo. In fase di impostazione: Fare clic con il pulsante sinistro per inserire una determinata impostazione. Fare clic con il pulsante destro del mouse per annullare l'impostazione o tornare al precedente menu. Per inserire il valore, spostare il cursore sul campo di immissione e fare clic. Verrà visualizzata un'apposita finestra di inserimento come illustrato in Fig È possibile inserire numeri, lettere dell'alfabeto e simboli. Fig 2.12 Finestra di inserimento numeri e caratteri 7

8 Alcuni valori, per es. l'orario, sono modificabili con la rotellina del mouse. Spostare il cursore sul valore e ruotare la rotellina quando il valore lampeggia. È anche possibile trascinare il mouse. Per es. per impostare l'area di rilevamento del movimento: fare clic su "Customized" (Personalizzata), premere il pulsante sinistro e, mantenendolo premuto, trascinare il cursore per definire l'area di rilevamento del movimento. Oppure in Set schedule (Impostazione programmazione): premere il pulsante sinistro e, mantenendolo premuto, trascinare il cursore per impostare il periodo di programmazione. In modalità di riproduzione: Fare clic con il pulsante sinistro del mouse per selezionare le opzioni. Fare clic con il pulsante destro del mouse per tornare alla modalità dal vivo. In modalità di backup: Fare clic con il pulsante sinistro del mouse per selezionare le opzioni. Fare clic con il pulsante destro del mouse per tornare alla precedente immagine. In modalità di controllo PTZ: Fare clic con il pulsante sinistro del mouse per selezionare i pulsanti di comando delle funzionalità PTZ. Fare clic con il pulsante destro del mouse per tornare alla modalità dal vivo. Nota: in tutte le operazioni indicate nel seguito il mouse è il dispositivo predefinito salvo le eccezioni indicate esplicitamente. 8

9 2 Funzionalità di base - Istruzioni per l'uso 2.1 Accensione/Spegnimento Prima di accendere l'unità, accertarsi che tutti i collegamenti siano stati effettuati correttamente Accensione Fase 1: collegare l'alimentazione, quindi accendere il pulsante di alimentazione vicino alla presa di alimentazione sul pannello posteriore Fase 2: l'apparecchio inizierà ad avviarsi e la spia di alimentazione diventerà blu Fase 3: prima dell'avvio comparirà una finestra di dialogo intitolata WIZARD (Procedura guidata di configurazione, fare riferimento alla seguente figura) con campi relativi a fuso orario, data e ora, indirizzo IP, impostazione rapida della registrazione e informazioni per l'unità disco rigido. Dopo l'accensione dell'apparecchio, in assenza di menu o in presenza solo delle immagini dal vivo, è possibile effettuare una pressione prolungata del pulsante ESC per attivarlo. Nota: questo apparecchio è in grado di visualizzare il menu solo su un monitor VGA o un monitor BNC per volta, in caso di visualizzazione delle immagini dal vivo senza menu, verificare innanzitutto se il menu è visualizzato su un altro dispositivo oppure tramite pressione prolungata del tasto ESC attendere la comparsa della finestra di dialogo di accesso Spegnimento È possibile spegnere l'apparecchio utilizzando il telecomando, la tastiera e il mouse. Tramite telecomando: Fase 1: premere il pulsante di alimentazione, verrà visualizzata la finestra di arresto, fare clic su OK e poco dopo l'unità si spegnerà. Fase 2: scollegare l'alimentazione. Tramite tastiera e mouse: Fase 1: accedere al menu, quindi selezionare l'icona System Shut Down (Arresto sistema), verrà visualizzata la relativa finestra. Fase 2: fare clic su OK, poco dopo l'unità si spegnerà. Fase 3: scollegare l'alimentazione. 2.2 Accesso L'utente può connettersi/disconnettersi al/dal sistema DVR. Una volta disconnesso, l'utente non può effettuare altre operazioni tranne modificare la visualizzazione multi-schermo. Fig 3-1 Accesso Nota: nome utente e password predefiniti sono rispettivamente admin e Per istruzioni relative a modifica password, aggiunta o eliminazione di utenti, consultare la sezione 3.7 relativa alla Gestione utenti. 9

10 2.3 Anteprima dal vivo Fig. 3-2 Pagina di anteprima dal vivo Significato dei simboli visualizzati nella pagina di anteprima dal vivo: Simbolo Significato Simbolo Significato Verde Registrazione manuale Rosso Registrazione relativa Giallo Registrazione relativa al rilevamento del movimento Blu all'attivazione all'allarme Registrazione programmata Riproduzione dal vivo Fare clic sul pulsante di riproduzione per riprodurre il video registrato. Fare riferimento alla Figura 3-3. È possibile eseguire le operazioni disponibili facendo clic sui relativi pulsanti. 10

11 Fig. 3-3 Riproduzione dal vivo Elemento Funzione Descrizione 1 Barra di avanzamento della Consente di avanzare dal primo all'ultimo segmento di riproduzione registrazione e spostarsi nel relativo periodo di tempo. 2 Comandi di base per la Riproduzione / Pausa / Arresto / Avanzamento fotogramma / riproduzione Avanzamento rapido / Riavvolgimento rapido 3 Modalità di visualizzazione 4 can: 1 / 4, 8 can:1 / 4 / 6 / 9 / 1+5 / 1+7, 16 can: 1 / 4 / 6 / 9 / 16 / 1+5 / 1+7 / Zoom Zoom digitale (x2) 5 Colore Impostazione colore immagine 6 Taglio Consente di selezionare una specifica parte del video e di effettuarne il back up su chiavetta USB 7 Nome telecamera Consente di abilitare/disabilitare la visualizzazione del nome della telecamera 8 Volume Attivazione/disattivazione altoparlante 9 Riduci a icona Consente di nascondere la barra degli strumenti 10 Uscita dalla modalità di riproduzione 11 Consente di spostare la barra di riproduzione sullo schermo 3 Guida all'impostazione del menu principale Fare clic con il pulsante destro del mouse oppure premere il pulsante ESC sul pannello frontale per visualizzare la barra di controllo sullo schermo. Fare riferimento alla Fig Commutazione visualizzazione canale singolo a schermo intero, telecamera 1 ~ 4 o telecamera 1 ~ 8, telecamera 1 ~ Single (Singolo) Visualizzazione canale singolo a schermo intero 2 Multi (Multipla) 4 can: 1/4, 8 can: 1/4/9, 16 can: 1/4/9/16 3 E-Zoom (Zoom digitale) Zoom digitale dal vivo / in riproduzione (x2) 4 Audio Impostazione canale audio e volume 5 PTZ (Brandeggi/Zoom) Accesso alla modalità di controllo PTZ 6 Record Registrazione manuale (Registrazione) 7 Playback Riproduzione del file più vicino (Riproduzione) 8 Menu principale Accesso al menu principale OSD 9 Dwell (tempo di permanenza) Sequenza canali (solo modello a 16 canali) Fig. 4-1 Comandi del menu principale 11

12 Facendo clic sul pulsante Menu, viene visualizzata l'interfaccia illustrata in Fig. 4-2; per visualizzare il menu principale è anche possibile premere il pulsante MENU sul pannello frontale oppure utilizzare il telecomando. Menu principale OSD Fig 4-2 System setup (Configurazione del sistema) 3.1 Configurazione di base La configurazione di base comprende tre sottomenu: System (Sistema), Date & Time (Data e ora) e DST (Ora legale) System (Sistema) Fase 1: accedere a System setup (Configurazione del sistema)basic (Configurazione di base)system (Sistema); fare riferimento alla seguente Fig. 4-3: Fig. 4-3 Configurazione di base - Sistema 12

13 Fase 2: in questa pagina dell'interfaccia è possibile impostare i seguenti parametri: Device Name (Nome dispositivo), Device ID (ID dispositivo), Video Format (Formato video), Max Network Users (N. max utenti rete), VGA Resolution (Risoluzione VGA) e Language (Lingua). Di seguito viene riportata una descrizione di ciascuno di tali parametri: Device name (Nome dispositivo): il nome del dispositivo. Si può visualizzare sul lato client o CMS che semplifica il riconoscimento da parte dell'utente del dispositivo in remoto. Video format (Formato video): sono disponibili due modalità: PAL e NTSC. è possibile selezionare il formato video in base a quello della telecamera. Password check (Verifica password): abilitando questa opzione, l'utente deve inserire nome utente e password per poter effettuare le operazioni in corrispondenza dei relativi diritti nella configurazione del sistema. Show time (Visualizza orario): visualizza l'orario in modalità dal vivo. Show wizard (Visualizza procedura guidata): spuntando questa casella di controllo, verrà visualizzata una procedura guidata di apertura per effettuare l'impostazione del fuso orario e di data/ora. Max Online Users (N. max utenti online): consente di impostare il quantitativo massimo di utenti connessi in rete. VGA Resolution (Risoluzione VGA): risoluzione della pagina di visualizzazione dal vivo, è possibile selezionare i seguenti valori: VGA 800*600, VGA 1024*768, VGA 1280*1024, CVBS e HDMI. Nota: passando da VGA, a CVBS e HDMI viene modificata la modalità di generazione del menu, pertanto provvedere a collegare il relativo monitor. Language (Lingua): consente di impostare la lingua utilizzata nei menu. Nota: dopo aver modificato la lingua e l'uscita video, è necessario accedere nuovamente al dispositivo Date & Time (Data e ora) Fase 1: accedere a System setup (Configurazione del sistema)basic (Configurazione di base)date & Time (Data e ora); fare riferimento alla seguente Fig. 4-4: 8 CAN Fig. 4-4 Configurazione di base - Data e ora Fase 2: in questa pagina dell'interfaccia è possibile impostare i seguenti parametri: Date Format (Formato data), Time Format (Formato ora), Time Zone (Fuso orario) in this interface; spuntando la casella Sync Time With NTP Server (Sincronizzazione orario con il server NTP) è possibile aggiornare la data in base al server NTP. È anche possibile regolare manualmente la data. Fase 3: facendo clic sul pulsante Default (Preimpostazioni) è possibile ripristinare le impostazioni predefinite; facendo clic sul pulsante Apply (Applica) è possibile salvare le impostazioni effettuate; facendo clic sul pulsante Exit (Esci) è possibile uscire dall'interfaccia corrente DST (Ora legale) Fase 1: accedere a System setup (Configurazione del sistema)basic (Configurazione di base)dst (Ora legale); fare riferimento alla seguente Fig. 4-5: Fig. 4-5 Configurazione di base - Ora legale Fase 2: in questa pagina dell'interfaccia è possibile impostare i seguenti parametri: Daylight Saving Time (Abilitazione Ora legale), Time Offset (Differenza orario), Mode (Modalità), From/Until (Da/A) (mese/giorno/data di inizio e fine). Fase 3: facendo clic sul pulsante Default (Preimpostazioni) è possibile ripristinare le impostazioni predefinite; facendo clic sul pulsante Apply (Applica) è possibile salvare le impostazioni effettuate; facendo clic sul pulsante Exit (Esci) è possibile uscire dall'interfaccia corrente. 13

14 3.2 Configurazione visualizzazione dal vivo Questa configurazione comprende quattro sottomenu: Live (Dal vivo), Main Monitor (Monitor principale), Spot (Monitor spot) e Mask (Maschera) Live (Visualizzazione dal vivo) In questa pagina di interfaccia è possibile impostare il nome delle telecamere, regolare i colori modificando la luminosità, la tonalità, la saturazione e il contrasto. Fase 1: accedere a System setup (Configurazione del sistema)live (Visualizzazione dal vivo)live (Visualizzazione dal vivo); fare riferimento alla seguente Fig. 4-6: Fig. 4-6 Configurazione visualizzazione dal vivo Fase 2: spuntare la casella di controllo accanto al nome di una telecamera per visualizzarlo; facendo clic sul pulsante Setting verrà visualizzata la finestra illustrata nella seguente Fig. 4-7: Fig. 4-7 Regolazione colore dal vivo Fase 3: in tale interfaccia è possibile regolare la luminosità, la tonalità, la saturazione e il contrasto nella modalità dal vivo; fare clic sul pulsante Default (Preimpostazioni) per ripristinare le impostazioni predefinite, fare clic sul pulsante OK per salvare le impostazioni effettuate. Fase 4: per impostare gli stessi parametri per tutti i canali, spuntare la casella di controllo All (Tutti), quindi effettuare le impostazioni di interesse. Fase 5: facendo clic sul pulsante Default (Preimpostazioni) è possibile ripristinare le impostazioni predefinite; facendo clic sul pulsante Apply (Applica) è possibile salvare le impostazioni effettuate; facendo clic sul pulsante Exit (Esci) è possibile uscire dall'interfaccia corrente Main Monitor (Monitor principale) Fase 1: accedere a System setup (Configurazione del sistema)live (Visualizzazione dal vivo)host monitor (Monitor host); fare riferimento alla seguente Fig. 4-8: Fig 4-8 Configurazione visualizzazione dal vivo - Monitor principale 14

15 Fase 2: selezionare la modalità di split (suddivisione): 1 1, 2 2, 2 3, 3 3, 4 4 e il canale. Fase 3: Dwell Time (Tempo di permanenza): intervallo di tempo di visualizzazione di un'immagine prima di passare alla successiva immagine in sequenza. Fase 4: selezionata la modalità di suddivisione, procedere ad effettuare l'impostazione del gruppo corrente di immagini. Fare clic sul pulsante il precedente gruppo di canali e fare clic sul pulsante per impostare il successivo. Fase 5: facendo clic sul pulsante Default (Preimpostazioni) è possibile ripristinare le impostazioni predefinite; facendo clic sul pulsante Apply (Applica) è possibile salvare le impostazioni effettuate; facendo clic sul pulsante Exit (Esci) è possibile uscire dall'interfaccia corrente Spot (Monitor spot) Fase 1: accedere a System setup (Configurazione del sistema)live (Visualizzazione dal vivo)spot (Monitor spot); fare riferimento alla seguente Fig. 4-9: Fig 4-9 Configurazione visualizzazione dal vivo - Monitor spot Fase 2: selezionare la modalità di split (suddivisione): 1 1 e il canale. Fase 3: Dwell Time (Tempo di permanenza): intervallo di tempo di visualizzazione di un'immagine prima di passare alla successiva immagine in sequenza. Fase 4: selezionata la modalità di suddivisione, procedere ad effettuare l'impostazione del gruppo corrente di immagini. Fare clic sul pulsante il precedente gruppo di canali e fare clic sul pulsante per impostare il successivo. Fase 5: facendo clic sul pulsante Default (Preimpostazioni) è possibile ripristinare le impostazioni predefinite; facendo clic sul pulsante Apply (Applica) è possibile salvare le impostazioni effettuate; facendo clic sul pulsante Exit (Esci) è possibile uscire dall'interfaccia corrente Mask (Mascheramento) L'utente può definire un massimo di tre aree di mascheramento sull'immagine visualizzata dal vivo. Fig 4-10 Configurazione visualizzazione dal vivo - Maschera Impostazione area di mascheramento: fare clic sul pulsante Setting (Impostazione), si accede alla modalità di impostazione dell'area di mascheramento, è sufficiente premere il pulsante sinistro del mouse e, mantenendolo premuto, trascinare il cursore in modo da definire il rettangolo desiderato (vedere immagine seguente). Fare clic sul pulsante Apply (Applica) per rendere effettive le impostazioni. 15

16 Eliminazione area di mascheramento: selezionare una determinata area di mascheramento, fare clic con il pulsante sinistro del mouse per eliminarle e fare clic sul pulsante Apply (Applica) per rendere effettive le impostazioni. Impostazione area di mascheramento Nota: l'area di mascheramento non verrà registrata sul DVR. Utilizzare questa funzionalità con attenzione. Aree di mascheramento sull'immagine dal vivo 3.3 Configurazione della registrazione La configurazione della registrazione comprende cinque sottomenu: Enable (Abilitazione), Record Bit rate (Bitrate di registrazione), Time (Orario), Recycle Record (Recupero spazio disco) e Stamp (Sovrapposizione informazioni) Enable (Abilitazione) Fase 1: accedere a System setup (Configurazione del sistema)record (Registrazione)Enable (Abilitazione); fare riferimento alla seguente Fig. 4-11: Fig Configurazione registrazione - Abilitazione Fase 2: è possibile spuntare la casella di controllo associata a Record (Registrazione), Audio e Record Time (Orario registrazione). Fase 3: per impostare gli stessi parametri per tutti i canali, spuntare la casella di controllo All (Tutti), quindi effettuare le impostazioni di interesse. Fase 4: facendo clic sul pulsante Default (Preimpostazioni) è possibile ripristinare le impostazioni predefinite; facendo clic sul pulsante Apply (Applica) è possibile salvare le impostazioni effettuate; facendo clic sul pulsante Exit (Esci) è possibile uscire dall'interfaccia corrente. Definizione e descrizione dei parametri di registrazione: Parametro Significato Record (Registrazione) Consente di abilitare/disabilitare la registrazione di ogni canale. Audio Abilita/disabilita la registrazione audio. 16

17 3.3.2 Stream di registrazione Fase 1: accedere a System setup (Configurazione del sistema)record (Registrazione)Record Bit Rate (Bitrate di registrazione). Fase 2: impostare i seguenti parametri: Fps (Fotogrammi al secondo), Resolution (Risoluzione), Quality (Qualità), Encode (Codifica) e Max bitrate (Kbps max). Fase 3: per impostare gli stessi parametri per tutti i canali, spuntare la casella di controllo All (Tutti), quindi effettuare le impostazioni di interesse. Fase 4: facendo clic sul pulsante Default (Preimpostazioni) è possibile ripristinare le impostazioni predefinite; facendo clic sul pulsante Apply (Applica) è possibile salvare le impostazioni effettuate; facendo clic sul pulsante Exit (Esci) è possibile uscire dall'interfaccia corrente. Nota: se il bitrate viene impostato su un valore che supera le risorse del dispositivo, tale valore verrà regolato automaticamente. Definizione e descrizione dei parametri relativi allo stream di registrazione: Parametro Resolution (Risoluzione) FPS (Fotogrammi al sec) Quality (Qualità) Encode (Codifica) Max Bitrate (Bitrate massimo) Significato Risoluzione supportata: 1080P DVR HD 4 CAN: 7 FPS (6 FPS) DVR HD 8 e 16 CAN: 15 FPS (12 FPS) Qualità delle immagini registrate. Maggiore è il valore selezionato, più nitide saranno le immagini registrate. Sono disponibili sei opzioni: Lowest (Minima), Lower (Inferiore), Low (Bassa), Medium (Media), Higher (Maggiore) e Highest (Massima). VBR e CBR Intervallo di valori: 1536 kbps~12288 kbps Time (Orario) Fase 1: accedere a System setup (Configurazione del sistema)record (Registrazione)Time (Orario); fare riferimento alla seguente Fig. 4-12: Fig Configurazione registrazione - Orario 17

18 Pre-alarm Record Time (Periodo di registraz. pre-allarme): il periodo di registrazione prima che si verifichi un evento, vale a dire il tempo di registrazione prima del rilevamento del movimento o dell'attivazione di un allarme sensore. Post-alarm Record Time (Periodo di registraz. post-allarme): impostare il periodo di registrazione dopo che l'allarme cessa, sono disponibili cinque opzioni: 10 s, 15 s, 20 s, 30 s e 60 s. Expire time (Scadenza): il periodo di mantenimento delle registrazioni salvate. Allo scadere della data impostata, i file di registrazione verranno eliminati automaticamente. Fase 2: per impostare gli stessi parametri per tutti i canali, spuntare la casella di controllo All (Tutti), quindi effettuare le impostazioni di interesse. Fase 3: facendo clic sul pulsante Default (Preimpostazioni) è possibile ripristinare le impostazioni predefinite; facendo clic sul pulsante Apply (Applica) è possibile salvare le impostazioni effettuate; facendo clic sul pulsante Exit (Esci) è possibile uscire dall'interfaccia corrente. 18

19 3.3.4 Stamp (Sovrimpressione informazioni) Stamp:consente la sovrimpressione del nome del canale e l'indicazione oraria sul video. Fase 1: accedere a System setup (Configurazione del sistema)record (Registrazione)Stamp (Sovrapposizione informazioni); fare riferimento alla seguente Fig. 4-13: Fig Configurazione registrazione - Sovrapposizione informazioni Fase 2: è possibile spuntare la casella di controllo associata a Camera Name (Nome telecamera), Time Stamp (Sovrapposizione informazioni) e fare clic sul pulsante Setting (Impostazione) per impostare, tramite trascinamento con il mouse, la posizione desiderata dei testi sullo schermo; fare riferimento alle seguenti figure: Prima del trascinamento Dopo il trascinamento Fase 3: per impostare gli stessi parametri per tutti i canali, spuntare la casella di controllo All (Tutti), quindi effettuare le impostazioni di interesse. Fase 4: facendo clic sul pulsante Default (Preimpostazioni) è possibile ripristinare le impostazioni predefinite; facendo clic sul pulsante Apply (Applica) è possibile salvare le impostazioni effettuate; facendo clic sul pulsante Exit (Esci) è possibile uscire dall'interfaccia corrente Recycle record (Recupero spazio disco) Fase 1: accedere a System setup (Configurazione del sistema)record (Registrazione)Recycle Record (Recupero spazio disco). Fase 2: spuntando la casella di controllo Recycle Record (Recupero spazio disco) viene abilitata questa funzionalità che consente di continuare a registrare, sovrascrivendo le registrazioni meno recenti, quando l'unità disco rigido è piena. Disabilitando questa funzionalità, quando l'unità disco rigido è piena la registrazione viene arrestata. Fase 3: facendo clic sul pulsante Default (Preimpostazioni) è possibile ripristinare le impostazioni predefinite; facendo clic sul pulsante Apply (Applica) è possibile salvare le impostazioni effettuate; facendo clic sul pulsante Exit (Esci) è possibile uscire dall'interfaccia corrente. 3.4 Configurazione programmazione La configurazione della programmazione comprende tre sottomenu: Schedule (Programmazione), Motion (Movimento) e Alarm (Allarme). 19

20 3.4.1 Schedule (Programmazione) Sono indicati i sette giorni della settimana da Monday (Lunedì) a Sunday (Domenica) e ogni riga corrisponde alle 24 ore di un giorno. Facendo clic sulla griglia è possibile effettuare le impostazioni di interesse. L'area attivata è di colore blu, quella non attivata di colore grigio. Fase 1: accedere a System setup (Configurazione del sistema)schedule (Programmazione)Schedule (Programmazione); fare riferimento alla seguente Fig. 4-14: Fig Configurazione programmazione - Programmazione Fase 2: selezionare un canale, fare doppio clic e verrà visualizzata una finestra di dialogo (illustrata in Fig. 4-15) in cui è possibile modificare la programmazione settimanale: Fig Configurazione programmazione - Programmazione settimanale 1 Fare clic sul pulsante Add (Aggiungi) per aggiungere la programmazione di un determinato giorno; fare clic sul pulsante Delete (Elimina) per eliminare la programmazione selezionata; Copy (Copia): consente di copiare su altre date la programmazione specificata. Fare clic sul pulsante OK per salvare le impostazioni effettuate, fare clic sul pulsante Exit (Esci) per uscire dall'interfaccia corrente. 2 È possibile applicare la programmazione di un dato canale a un altro canale o a tutti i canali, è sufficiente selezionare il canale e fare clic sul pulsante Copy (Copia). Fase 3: facendo clic sul pulsante Default (Preimpostazioni) è possibile ripristinare le impostazioni predefinite; facendo clic sul pulsante Apply (Applica) è possibile salvare le impostazioni effettuate; facendo clic sul pulsante Exit (Esci) è possibile uscire dall'interfaccia corrente Motion (Movimento) Fase 1: accedere a System setup (Configurazione del sistema)schedule (Programmazione)Motion (Movimento); fare riferimento alla Fig. 4-16: Fig Configurazione programmazione - Movimento Fase 2: i passaggi per effettuare l'impostazione del rilevamento del movimento sono simili al caso della programmazione, è possibile fare riferimento al paragrafo Programmazione per i dettagli. Nota: per impostazione predefinita la griglia relativa al rilevamento del movimento è completamente 20

21 selezionata, vale a dire è tutta di colore blu Sensor (Sensore) Fase 1: accedere a System setup (Configurazione del sistema)schedule (Programmazione)Sensor (Sensore); fare riferimento alla Fig. 4-17: Fase 2: i passaggi per effettuare l'impostazione relativa all'allarme sono simili al caso della programmazione, è possibile fare riferimento al paragrafo Programmazione per i dettagli. Nota: per impostazione predefinita la griglia relativa al sensore è completamente selezionata, vale a dire è tutta di colore blu. Fig Configurazione programmazione - Sensore 3.5 Configurazione allarme Comprende cinque sottomenu: Sensor (Sensore), Motion (Movimento), Video Loss (Perdita video), Other Alarm (Altro allarme) e Alarm Out (Usc. allarme) Sensore Comprende tre sottomenu: Basic (Impostaz. di base), Alarm Handling (Gest. allarmi) e Schedule (Programmazione). 1 Basic (Impostazioni di base) Fase 1: accedere a System setup (Configurazione del sistema)alarm (Allarme)Sensor (Sensore)Basic (Impostaz. di base); fare riferimento alla Fig. 4-18: Fig Configurazione allarme - Sensore - Impostaz. di base Fase 2: spuntare la casella di controllo Enable (Abilita) per attivare il relativo allarme sensore e impostare opportunamente il tipo di allarme nel campo Type (Tipo). Sono disponibili due opzioni: NO (Normalmente aperto) e NC (Normalmente chiuso). Fase 3: per impostare gli stessi parametri per tutti i canali, spuntare la casella di controllo All (Tutti), quindi effettuare le impostazioni di interesse. Fase 4: facendo clic sul pulsante Default (Preimpostazioni) è possibile ripristinare le impostazioni predefinite; facendo clic sul pulsante Apply (Applica) è possibile salvare le impostazioni effettuate; facendo clic sul pulsante Exit (Esci) è possibile uscire dall'interfaccia corrente. 2 Alarm Handling (Gestione allarmi) Fase 1: accedere a System setup (Configurazione del sistema)alarm (Allarme)Sensor (Sensore)Alarm Handling (Gest. allarmi); fare riferimento alla Fig. 4-19: Fig Configurazione allarme - Sensore - Gest. allarmi 21

22 Step2: selezionare il valore di Holding time (Durata) e fare clic sul pulsante Setting nella colonna Trigger (Attivazione): verrà visualizzata la relativa finestra di dialogo illustrata in Fig 4-20: Fig Configurazione allarme - Sensore - Gest. attivazione Fase 3: spuntando la casella di controllo Buzzer (Cicalino), in corrispondenza dell'allarme verrà attivato il cicalino dell'apparecchio. Show Full Screen (Visualizzaz. a schermo intero): quando l'allarme viene attivato, verrà attivata la visualizzazione a schermo intero. To alarm out (Usc. di allarme): spuntare la casella di controllo per attivare l'uscita di allarme sul canale specificato. Fare clic sul pulsante OK per salvare le impostazioni effettuate, fare clic sul pulsante Exit (Esci) per uscire dall'interfaccia corrente. To record (Canale registrazione): spuntare il canale su cui effettuare la registrazione dalla relativa telecamera, quando viene attivato l'allarme. Fare clic sul pulsante OK per salvare le impostazioni effettuate, fare clic sul pulsante Exit (Esci) per uscire dall'interfaccia corrente. To P.T.Z (Collegamento PTZ): consente di impostare preposizionamento e ronda collegati all'allarme. È possibile selezionare uno o più canali come canali collegati. Fare clic sul pulsante OK per salvare le impostazioni effettuate, fare clic sul pulsante Exit (Esci) per uscire dall'interfaccia corrente. Fase 4: per impostare gli stessi parametri per tutti i canali, spuntare la casella di controllo All (Tutti), quindi effettuare le impostazioni di interesse. Fase 5: facendo clic sul pulsante Default (Preimpostazioni) è possibile ripristinare le impostazioni predefinite; facendo clic sul pulsante Apply (Applica) è possibile salvare le impostazioni effettuate; facendo clic sul pulsante Exit (Esci) è possibile uscire dall'interfaccia corrente. 3 Schedule (Programmazione) Fase 1: accedere a System setup (Configurazione del sistema)alarm (Allarme)Sensor (Sensore)Schedule (Programmazione); fare riferimento alla Fig. 4-21: Fig, 4-21 Sensore - Programmazione Fase 2: i passaggi per effettuare l'impostazione relativa alla programmazione sensore sono simili al caso della programmazione, è possibile fare riferimento al paragrafo Programmazione per i dettagli. Nota: per impostazione predefinita la griglia relativa al sensore è completamente selezionata, vale a dire è tutta di colore blu Motion (Movimento) Comprende due sottomenu: Motion (Movimento) e Schedule (Programmazione). 1 Motion (Movimento) Fase 1: accedere a System setup (Configurazione del sistema)alarm (Allarme)Motion (Movimento); fare riferimento alla Fig. 4-22: 22

23 Fig Configurazione allarme - Movimento Fase 2: spuntare la casella di controllo Enable (Abilita) per attivare l'allarme associato al rilevamento del movimento e impostare il parametro Holding Time (Intervallo) per specificare l'intervallo di tempo tra due eventi contigui di rilevamento del movimento. Se non viene rilevato nessun altro evento di movimento durante tale intervallo l'evento verrà considerato un singolo movimento continuo, altrimenti i due eventi contigui rilevati saranno considerati due differenti eventi di rilevamento del movimento. Facendo clic sul pulsante Setting (Impostazione) nella colonna Trigger (Attivazione) verrà visualizzata l'apposita finestra di dialogo: Fase 3: i passaggi per effettuare l'impostazione del rilevamento del movimento sono simili al caso della gestione allarmi, fare riferimento al capitolo Sensore Gestione allarmi per ulteriori dettagli. Fase 4: fare clic sul pulsante Setting (Impostazione) nella colonna Area (Area di rilevamento movimento), verrà visualizzata la relativa finestra di dialogo illustrata in Fig. 4-23: Fig Movimento - Area Fase 5: nella finestra di impostazione dell'area di rilevamento movimento, è possibile trascinare il cursore della barra di scorrimento Sensitivity (Sensibilità) per impostare un valore di sensibilità compreso tra 1 e 8 (il valore predefinito è 4). Maggiore è il valore, più elevata è la sensibilità. Dato che sulla sensibilità influiscono il colore e l'orario (diurno o notturno), è possibile regolarne il valore a seconda delle effettive condizioni operative; facendo clic sull'icona possibile impostare l'intera area per il rilevamento del movimento; facendo clic sull'icona l'area definita; facendo clic sull'icona è è possibile cancellare è possibile verificare se il valore di sensibilità e l'area di rilevamento movimento sono adeguati(fare riferimento alla seguente immagine); fare clic sull'icona per salvare l'impostazione effettuata e fare clic sull'icona per uscire dalla finestra corrente. Nota: in fase di impostazione dell'area di rilevamento del movimento con il mouse, è prima necessario fare clic sull'icona per cancellare l'area correntemente definita e successivamente effettuare l'operazione. Fase 6: per impostare gli stessi parametri per tutti i canali, spuntare la casella di controllo All (Tutti), quindi effettuare le impostazioni di interesse. Fase 7: facendo clic sul pulsante Default (Preimpostazioni) è possibile ripristinare le impostazioni predefinite; facendo clic sul pulsante Apply (Applica) è possibile salvare le impostazioni effettuate; facendo clic sul pulsante Exit (Esci) è possibile uscire dall'interfaccia corrente. 2 Schedule (Programmazione) Fase 1: accedere a System setup (Configurazione del sistema)alarm (Allarme)Motion (Movimento) -> Schedule (Programmazione); fare riferimento alla Fig. 3-24: 23

24 Fig Configurazione allarme - Movimento - Programmazione Fase 2: i passaggi per effettuare l'impostazione relativa alla programmazione allarme sono simili al caso della programmazione, è possibile fare riferimento al paragrafo Programmazione per i dettagli Video Loss (Perdita video) Fase 1: accedere a System setup (Configurazione del sistema)alarm (Allarme)Video Loss (Perdita video); fare riferimento alla Fig. 3-25: Fig Configurazione allarme - Perdita video Fase 2: i passaggi per effettuare l'impostazione dell'attivazione dell'allarme relativo a una perdita video sono simili al caso della gestione allarmi, fare riferimento al capitolo Sensore Gestione allarmi per ulteriori dettagli. Fase 3: per impostare gli stessi parametri per tutti i canali, spuntare la casella di controllo All (Tutti), quindi effettuare le impostazioni di interesse. Fase 4: facendo clic sul pulsante Default (Preimpostazioni) è possibile ripristinare le impostazioni predefinite; facendo clic sul pulsante Apply (Applica) è possibile salvare le impostazioni effettuate; facendo clic sul pulsante Exit (Esci) è possibile uscire dall'interfaccia corrente Other Alarm (Altri allarmi) Fig Altri allarmi Fase 1: accedere a System setup (Configurazione del sistema)alarm (Allarme)Other Alarm (Altri allarmi); fare riferimento alla Fig. 4-26: Fase 2: qui è possibile definire il tipo di allarme, per es. nel caso dell'allarme associato al disco pieno, nell'elenco a discesa Disk Shortage Alarm (Allarme di spazio disco esaurito) selezionare un valore di spazio disponibile al di sotto del quale verrà indicato un apposito avviso nella parte inferiore destra dell'immagine dal vivo. Fase 3: facendo clic sul pulsante Default (Preimpostazioni) è possibile ripristinare le impostazioni predefinite; facendo clic sul pulsante Apply (Applica) è possibile salvare le impostazioni effettuate; facendo clic sul pulsante Exit (Esci) è possibile uscire dall'interfaccia corrente. 24

25 3.5.5 Alarm Out (Usc. allarme) Comprende tre sottomenu: Alarm Out (Usc. allarme), Schedule (Programmazione) e Buzzer (Cicalino). 1 Alarm Out (Usc. allarme) Fase 1: accedere a System setup (Configurazione del sistema)alarm (Allarme) -> Alarm Out (Usc. allarme); fare riferimento alla Fig. 4-27: Fig Configurazione allarme - Uscita allarme Fase 2: in questa finestra, impostare i seguenti parametri dell'uscita di allarme: Relay Name (Nome relè) e Holding Time (Durata). Quest'ultimo indica l'intervallo di tempo tra due allarmi contigui. Fase 3: per impostare gli stessi parametri per tutti i canali, spuntare la casella di controllo All (Tutti), quindi effettuare le impostazioni di interesse. Fase 4: facendo clic sul pulsante Default (Preimpostazioni) è possibile ripristinare le impostazioni predefinite; facendo clic sul pulsante Apply (Applica) è possibile salvare le impostazioni effettuate; facendo clic sul pulsante Exit (Esci) è possibile uscire dall'interfaccia corrente. 2 Schedule (Programmazione) Fase 1: accedere a System setup (Configurazione del sistema)alarm Out (Usc. allarme) -> Schedule (Programmazione); Fase 2: i passaggi per effettuare l'impostazione relativa alla programmazione uscita allarme sono simili al caso della programmazione, è possibile fare riferimento al paragrafo Programmazione per i dettagli. Nota: per impostazione predefinita la griglia relativa al rilevamento del movimento è completamente selezionata, vale a dire è tutta di colore blu. 3 Cicalino Fase 1: accedere a System setup (Configurazione del sistema)alarm Out (Usc. allarme) -> Buzzer (Cicalino). Disattivandolo per tutti gli eventi non verrà attivato il cicalino. Fase 2: spuntare la casella di controllo Buzzer per attivare/disattivare il cicalino e impostare il relativo Holding Time (Durata). 3.6 Configurazione rete Comprende due sottomenu: Network (Rete) e Network Stream (Stream di rete) Network (Rete) Fase 1: accedere a System setup (Configurazione del sistema)network (Rete)Network (Rete); fare riferimento alla Fig. 4-28: Fig Configurazione rete - Rete Fase 2: HTTP Port (Porta HTTP): il valore predefinito è 80. Se il valore predefinito viene modificato, è necessario aggiungere il numero di porta all'indirizzo IP inserito nella barra indirizzi di IE. Per es., impostando la porta HTTP su 82, 25

26 l'indirizzo IP: deve essere inserito nel modo seguente: nella barra indirizzi del browser IE. Server Port (Porta server): porta di comunicazione Per connettersi a Internet sono disponibili tre tipi di assegnazioni degli indirizzi IP, selezionare il tipo adatto al proprio ambiente di rete. 1. IP STATICO (FISSO): Inserire manualmente: IP Address (Indirizzo IP), Subnet Mask (Maschera di sottorete), Gateway e DNS server (Server DNS). 2. DHCP : Spuntare la casella di controllo "Obtain IP address automatically" (Acquisizione automatica indirizzo IP) per effettuare l'acquisizione automatica Indirizzo IP, Maschera di sottorete, Gateway e Server DNS. 3. PPPOE: inserire nome utente e password del provider di servizi internet. Indipendentemente dal tipo utilizzato, fare clic su Test (Prova) prima di fare clic su Apply (Applica) per verificare il corretto funzionamento delle impostazioni effettuate. Definizione e descrizione dei parametri relativi alla configurazione di rete: Parametro Significato HTTP Port (Porta HTTP) Numero di porta utilizzato per l'accesso con il browser IE. Valore predefinito di porta: 80 Server Port (Porta server) Numero di porta del server. Valore predefinito di porta: 6036 IP statico IP Address (Indirizzo IP) Indirizzo IP del server Subnet Mask (Maschera di sottorete) Maschera di sottorete del server Gateway Gateway del server DNS Server (Server DNS) Indirizzo del server DNS PPPOE Nome utente Nome utente della connessione a larga banda a mezzo modem su linea telefonica Password Password della connessione a larga banda a mezzo modem su linea telefonica Server DDNS DDNS Server (Server DDNS) Sito web fornito dal fornitore del servizio di nomi di dominio dinamico. Nome utente Password Opzioni disponibili Nome utente per l'accesso al sito web del fornitore del servizio di nomi di dominio dinamici. Password per l'accesso al sito web del fornitore del servizio di nomi di dominio dinamici Stream di rete Fase 1: accedere a System setup (Configurazione del sistema)network (Rete)Sub Stream (Sotto-stream); fare riferimento alla seguente Fig. 4-32: 8 canali Fig Configurazione rete - Sotto-stream Fase 2: impostare i seguenti parametri: Fps (Fotogrammi al secondo), Resolution (Risoluzione), Quality (Qualità), Encode (Codifica) e Max bitrate (Kbps max). 26

27 Fase 3: per impostare gli stessi parametri per tutti i canali, spuntare la casella di controllo All (Tutti), quindi effettuare le impostazioni di interesse. Fase 4: facendo clic sul pulsante Default (Preimpostazioni) è possibile ripristinare le impostazioni predefinite; facendo clic sul pulsante Apply (Applica) è possibile salvare le impostazioni effettuate; facendo clic sul pulsante Exit (Esci) è possibile uscire dall'interfaccia corrente. Definizione e descrizione dei parametri relativi allo stream di rete: Parametro FPS (Fotogrammi al sec) Resolution (Risoluzione) Quality (Qualità) Encode (Codifica) Max Bitrate (Bitrate massimo) Significato Per DVR HD 4 CAN 7 FPS, Per DVR HD a 8 e 16 CAN 30 FPS Supportata CIF La qualità dell'immagine client. Maggiore è il valore selezionato, più nitide saranno le immagini registrate. Sono disponibili sei opzioni: Lowest (Minima), Lower (Inferiore), Low (Bassa), Medium (Media), Higher (Maggiore) e Highest (Massima). VBR e CBR Valori disponibili: 64 Kbps, 128 Kbps, 256 Kbps, 512 Kbps, 768 Kbps, 1 Mbps, 2 Mbps Fase 1: accedere a System setup (Configurazione del sistema)network (Rete) (Messaggi ); fare riferimento alla seguente Fig. 4-31: Fig Configurazione rete - SMTP Server/Port (Server/Porta SMTP): nome e numero di porta del server SMTP. Se il server SMTP utilizzato supporta la connessione sicura (SSL), come Gmail, impostare Port (Porta) a 465 e spuntare la casella di controllo SSL Check (Verifica SSL). Send address/password (Indirizzo/Password mittente): indirizzo e password del mittente. Receive address (Indirizzo destinatario): indirizzo destinatario. È possibile aggiungere fino a tre indirizzi . Per verificare il corretto funzionamento della posta elettronica fare clic sul pulsante Test. Attaching image amount (Q.tà immagini allegate): è possibile allegare al massimo tre immagini per volta. Snap Time Interval(s) (Intervallo/i acquisizione): È possibile selezionare l'intervallo di tempo tra istantanee. Si consiglia vivamente di utilizzare Google mail (gmail) Per esempio: SMTP Server: smtp.gmail.com Porta: 465 SSL Check: V Send Address: Receive Address1: 27

28 3.6.4 Other Settings (Altre impostazioni) Fase 1: Enable DDNS server (Abilita server DDNS): è necessario inserire nome utente, password e nome di dominio host del sito web registrato. Fare clic su TEST per verificare il corretto funzionamento dei valori immessi. Fig Configurazione rete - Altre impostazioni Fase 2: facendo clic sul pulsante Default (Preimpostazioni) è possibile ripristinare le impostazioni predefinite; facendo clic sul pulsante Apply (Applica) è possibile salvare le impostazioni effettuate; facendo clic sul pulsante Exit (Esci) è possibile uscire dall'interfaccia corrente. Nota: Il server del nome di dominio selezionato dall'utente è associato al nome di dominio del DVR. Prima è necessario accedere al sito web fornito dal provider del server per registrare un account (nome utente e password) e successivamente ottenere un nome di dominio online per il server. Una volta che il nome di dominio è stato ottenuto correttamente, è possibile accedere al server dal client IE inserendo il relativo nome di dominio. *Consultare l'appendice C per impostare la funzionalità DDNS. 3.7 Configurazione gestione utenti Fase 1: accedere a System setup (Configurazione del sistema)user (Utenti); fare riferimento alla Fig. 4-33: Fig Gestione utenti Fase 2: fare clic sul pulsante Add (Aggiungi), verrà visualizzata la finestra di dialogo illustrata in Fig. 4-34: Fig 4-34 Aggiunta utente - Imp. generali 28

29 1 General (Imp. generali): qui è possibile inserire il nome utente e la password, selezionare il tipo utente (Normale e Avanzato) e immettere l'indirizzo MAC del PC; facendo clic sul pulsante OK l'utente verrà aggiunto all'elenco degli utenti. Facendo clic sul pulsante Exit (Esci) è possibile uscire dall'interfaccia corrente. Nota: quando il valore predefinito dell'indirizzo MAC del PC di associazione è 0, l'utente non è associato al computer specificato e può collegarsi al DVR sul computer dopo aver impostato lo specifico indirizzo MAC di associazione. 2 Authority (livello di autorizzazione): a) Admin (Amministratore): l'amministratore ha il pieno controllo del DVR. Per il DVR è previsto un solo account di amministratore. b) Advance (Avanzato): A parte le operazioni di firmware upgrade (aggiornamento del firmware), reset factory default (ripristino dei valori predefiniti), shut down (arresto) e change other user s password (modifica la password di altri utenti), l'account avanzato è in grado di controllare il DVR come un account admin. c) Normal (Normale): l'account normale è in grado di effettuare le seguenti operazioni: live view (visualizzazione dal vivo), playback (riproduzione), search (ricerca), backup, log off (disconnessione), view DVR information (visualizzazione informazioni sul DVR) e change his own password (modifica della propria password). 3.8 Configurazione PTZ Comprende due sottomenu: Serial Port (Porta seriale) e Advanced (Imp. avanzate). 1 Serial Port (Porta seriale) Fase 1: accedere a System setup (Configurazione del sistema)p.t.z. (Brandeggi/Zoom)Serial Port (Porta seriale); fare riferimento alla seguente Fig. 4-36: Fig Configurazione P.T.Z. - Porta Seriale Fase 2: spuntare la casella di controllo Enable (Abilita) per abilitare il relativo canale, impostare il valore di Address (Indirizzo), Baud rate (Velocità di trasmissione) e Protocol (Protocollo) in base alle impostazioni della telecamera speed dome. Fase 3: per impostare gli stessi parametri per tutti i canali, spuntare la casella di controllo All (Tutti), quindi effettuare le impostazioni di interesse. Fase 4: facendo clic sul pulsante Default (Preimpostazioni) è possibile ripristinare le impostazioni predefinite; facendo clic sul pulsante Apply (Applica) è possibile salvare le impostazioni effettuate; facendo clic sul pulsante Exit (Esci) è possibile uscire dall'interfaccia corrente. Definizione e descrizione dei parametri relativi allo stream di rete: Parametro Address (Indirizzo) Baud rate (Vel. di trasmissione) Protocol (Protocollo) Significato Indirizzo del dispositivo PTZ Baud rate del dispositivo PTZ. Valori disponibili: 110, 300, 600, 1200, 2400, 4800, 9600, 19200, 34800, 57600, , , , Protocollo di comunicazione del dispositivo PTZ Valori disponibili: NULL, PELCOP, PELCOD, LILIN, MINKING, NEON, STAR, VIDO, DSCP, VISCA, SAMSUNG, RM110, HY 29

30 2 Advanced (Impostazioni avanzate) Fase 1: accedere a System setup (Configurazione del sistema)p.t.z. (Brandeggi/Zoom)Advanced (Imp. avanzate); fare riferimento alla seguente Fig. 4-37: Fig Configurazione P.T.Z. - Imp. avanzate Fase 2: nella scheda Advanced (Imp. avanzate), premere il pulsante Setting (Impostazione) nella colonna Preset (Preposizionamento), verrà visualizzata la finestra di dialogo illustrata in Fig. 4-38: Fig Imp. avanzate - Imp. preposizionamento a. nella finestra di impostazione preposizionamento, fare clic sul pulsante Setting (Impostazione), verrà visualizzata la finestra di dialogo illustrata in Fig. 3-39: Fig Preposizionamento - Impostazione b. è possibile ruotare in alto, in alto a sinistra, in basso, in basso a destra, a sinistra, in basso a sinistra, a destra e in alto a destra e arrestare la rotazione. Inoltre è possibile regolare la velocità di rotazione e il valore di zoom, messa a fuoco e diaframma della telecamera dome; c. selezionare il numero sequenziale del punto di preposizionamento e impostarne il relativo nome. Fare clic sul pulsante Save (Salva) per salvare le impostazioni effettuate, fare clic sull'icona per nascondere la barra degli strumenti (facendo clic con il pulsante destro del mouse è possibile riaprirla); fare clic sull'icona per uscire dall'interfaccia corrente. d. nella pagina di interfaccia del preposizionamento, fare clic sul pulsante OK per salvare le impostazioni effettuate, fare clic sul pulsante Exit (Esci) per uscire dall'interfaccia corrente. Fase 3: nella scheda Advanced (Imp. avanzate), premere il pulsante Setting (Impostazione) nella colonna Cruise (Ronda), verrà visualizzata la finestra di dialogo illustrata in Fig. 4-40: 30

31 Fig Impostazione ronda a. fare clic sul pulsante Add (Aggiungi) per aggiungere un elemento all'elenco (è possibile aggiungerne 8 al massimo); selezionando un elemento nell'elenco e premendo il pulsante Setup (Imposta), verrà visualizzata la finestra di dialogo illustrata in Fig. 4-41: Fig Impostazione ronda - modifica elemento b. fare clic sull'icona di aggiunta per impostare velocità e durata del punto di preposizionamento, fare clic sull'icona di eliminazione per eliminarlo; fare clic sull'icona di modifica per modificare le impostazioni di un punto di preposizionamento. È possibile fare clic sulle icone per regolare la posizione del punto di preposizionamento. Fare clic sul pulsante Preview (Anteprima) per un'anteprima dell'elemento della ronda, fare clic sul pulsante OK per salvare le impostazioni effettuate, fare clic sul pulsante Exit (Esci) per uscire dall'interfaccia corrente. c. selezionare un punto di preposizionamento nell'elenco e fare clic sul pulsante Delete (Elimina) per eliminarlo; fare clic sul pulsante Clear All (Cancella tutto) per eliminare tutti gli elementi dall'elenco; fare clic sul pulsante OK per salvare le impostazioni effettuate; fare clic su Exit (Esci) per uscire dall'interfaccia corrente. Fase 4: nella scheda Advanced (Imp. avanzate), premere il pulsante Setting (Impostazione) nella colonna Track (Traccia), verrà visualizzata la finestra di dialogo illustrata in Fig. 4-42: Fig Impostazione traccia a. è possibile ruotare la telecamera dome in alto, in alto a sinistra, in basso, in basso a destra, a sinistra, in basso a sinistra, a destra e in alto a destra e arrestare la rotazione. Inoltre è possibile regolare la velocità di rotazione e il valore di zoom, messa a fuoco e diaframma della telecamera dome; fare clic sul pulsante Start Record (Avvia registrazione) per registrare la traccia di spostamento PTZ, facendo nuovamente clic sul pulsante è possibile interrompere la registrazione; fare clic su Start Track (Riproduci traccia) per riprodurre la traccia registrata, facendo nuovamente clic sul pulsante è possibile interrompere la riproduzione. b. fare clic sull'icona per nascondere la barra degli strumenti, facendo clic con il pulsante destro del mouse è possibile riaprirla, ; fare clic sull'icona per uscire dall'interfaccia corrente. Fase 5: nella scheda Advanced (Imp. avanzate), facendo clic sul pulsante Default (Preimpostazioni) è possibile ripristinare le impostazioni predefinite; facendo clic sul pulsante Apply (Applica) è possibile salvare le impostazioni effettuate; facendo clic sul pulsante Exit (Esci) è possibile uscire dall'interfaccia corrente. 31

32 4 Ricerca, riproduzione e back-up delle registrazioni La configurazione della ricerca comprende tre sottomenu: Time Search (Ricerca per orario), Event Search (Ricerca eventi) e File Manager (Gestione file). 4.1 Time Search (Ricerca per orario) Fase 1: accedere al menu Search (Ricerca)Time Search (Ricerca per orario); fare riferimento alla Fig. 5-1: Fig. 5-1 Configurazione ricerca - Ricerca per orario Fase 2: selezionare il canale e la modalità di visualizzazione; una data evidenziata nel calendario indica la corrispondente presenza di dati di registrazioni in tale data. Fase 3: selezionare una data, premere il pulsante Search (Ricerca) e fare clic sulla griglia temporale per impostare l'orario di inizio o inserire l'orario di registrazione manualmente. Il periodo selezionato è indicato in colore blu sulla griglia. Nota: le colonne verticali indicano le ore, le righe orizzontali indicano i canali. Fase 4: fare clic sul pulsante di riproduzione per riprodurre la registrazione; fare clic sui pulsanti disponibili sullo schermo per eseguire le corrispondenti operazioni: Pulsanti di riproduzione Nota: quando la risoluzione del monitor è VGA 800*600, è possibile premere la barra di divisione verticale dell'interfaccia della ricerca per orario per espandere completamente l'interfaccia. 4.2 Eventi Search (Ricerca eventi) Fase 1: accedere al menu Search (Ricerca)Event Search (Ricerca eventi); fare riferimento alla Fig. 5-2: Fig. 5-2 Configurazione ricerca - Ricerca eventi Fase 2: fare clic sul pulsante Search (Ricerca), nell'apposito elenco verranno visualizzati gli eventi trovati. È possibile selezionare la data, il canale e spuntare, come si desidera, le caselle di controllo Motion (Movimento), Sensor (Sensore) oppure All (Tutti) per filtrare i relativi eventi. Fase 3: facendo doppio clic su un file relativo a una registrazione è possibile riprodurlo. Nota: quando la risoluzione del monitor è VGA 800*600, è possibile premere la barra di divisione verticale dell'interfaccia della ricerca eventi per espandere completamente l'interfaccia. 32

33 4.3 File Manager (Gestione file) Fase 1: accedere al menu Search (Ricerca)file Manager (Gestione file); fare riferimento alla Fig. 5-3: Fig. 5-3 Configurazione ricerca - Gestione file Fase 2: fare clic sul pulsante Search (Ricerca), nell'apposito elenco verranno visualizzati i file trovati. È possibile selezionare la data e il canale come si desidera. 1 Premendo il pulsante Lock (Blocca) dopo aver spuntato la casella di controllo corrispondete a un dato file, è possibile impedire l'eliminazione o la sovrascrittura del file selezionato. 2 Premendo il pulsante Lock (Blocca) su un file bloccato è possibile sbloccare tale file. 3 Premendo il pulsante Delete (Elimina) su un file non bloccato è possibile eliminare tale file. Fase 3: spuntando la casella di controllo All (Tutti), è possibile bloccare/sbloccare oppure eliminare tutti file presenti nell'elenco della gestione file. Fase 4: facendo doppio clic su un file non bloccato è possibile riprodurlo. Nota: quando la risoluzione del monitor è VGA 800*600, è possibile premere la barra di divisione verticale dell'interfaccia della gestione file per espandere completamente l'interfaccia. 4.4 Backup L'unità supporta il backup tramite masterizzatore DVD SATA esterno e unità flash USB Flash, mediante la porta USB sul pannello frontale. È anche possibile effettuare il backup via Internet tramite il browser IE. Fare riferimento al capito Backup remoto. Fase 1: accedere alla configurazione Backup; fare riferimento alla Fig. 5-4: Fig. 5-4 Configurazione backup Fase 2: impostare il valore di Start Time (Orario di inizio) ed End Time (Orario di fine), selezionare i canali e premere il pulsante Search (Ricerca), i risultati della ricerca verranno visualizzati nell'apposito elenco. Fase 3: dopo aver spuntato la casella di controllo associata a un file o la casella di controllo All (Tutti) per selezionarli tutti, fare clic sul pulsante Backup, verrà visualizzata la finestra di dialogo illustrata in Fig. 5-5: 33

34 Fig. 5-5 Informazioni di backup Fase 4: in questa finestra di dialogo è possibile verificare le informazioni relative ai file di backup, quali il tipo di supporto utilizzato per l'archiviazione, il tipo di file salvato, ecc. Fare clic sul pulsante Apply (Applica) per avviare il backup. Nota: quando la risoluzione del monitor è VGA 800*600, è possibile premere la barra di divisione verticale dell'interfaccia della gestione file per espandere completamente l'interfaccia. 5 Gestione del DVR 5.1 Visualizzazione delle informazioni di sistema Il menu Information (Informazioni) comprende cinque sottomenu: System (Sistema), Event (Eventi), Log (Registro), Network (Rete) e Online user Informazioni sul sistema In questa pagina è possibile verificare la versione hardware, la versione MCU, versione kernel, l'id del dispositivo, ecc. Fare riferimento alla Fig. 6-1: Fig. 6-1 Informazioni sul sistema Informazioni eventi In questa pagina è possibile verificare gli eventi registrati in base alla data impostata. Fare riferimento alla Fig. 6-2: Fig. 6-2 Informazioni eventi 34

35 5.1.3 Informazioni registro In questa pagina è possibile verificare le voci di interesse presenti nel registro in base alla data impostata. Fare riferimento alla Fig. 6-3: Fig. 6-3 Informazioni registro Informazioni sulla rete In questa pagina è possibile verificare i parametri relativi alla rete. Fare riferimento alla Fig. 6-4: Fig. 6-4 Informazioni sulla rete Informazioni sugli utenti online In questa pagina è possibile verificare i dettagli degli utenti connessi al momento. Fare riferimento alla Fig. 6-5: Fig 6-5 Informazioni sugli utenti online Allarme manuale Qui è possibile verificare i parametri relativi all'allarme ad attivazione manuale per attivare un avviso di emergenza. 35

36 5.1.6 Gestione disco Fase 1: accedere al menu Disk Management (Gestione disco); fare riferimento alla Fig. 6-7: Fig. 6-7 Gestione disco Nota: prima di effettuare registrazioni è necessario provvedere alla formattazione dell'unità disco. Se l'unità disco non è formattata, verrà visualizzato lo spazio disco libero e lo spazio totale con l'indicazione OM nella parte inferiore dello schermo. Fase 2: fare clic sul pulsante Refresh (Aggiorna) per aggiornare le informazioni contenute nell'elenco, impostare le proprietà del disco e quindi fare clic sul pulsante Apply (Applica) per salvare le impostazioni effettuate. Fase 3: selezionare un unità disco rigido e fare clic sul pulsante Format (Formatta) per avviarne la formattazione. Nota: a seguito della formattazione tutti i file registrati nell'unità disco rigido verranno persi Aggiornamento Al momento è supportato solo l'aggiornamento tramite USB. Quando è disponibile una nuova versione del firmware, richiederla al proprio fornitore accertandosi che corrisponda al proprio modello di DVR. È possibile esaminare le informazioni USB all'interno della Gestione disco Disconnessione Facendo clic sull'icona Log off (Disconnessione) verrà visualizzata la relativa finestra di dialogo. Fare clic sul pulsante OK per disconnettersi dal sistema. Per effettuare nuovamente l'accesso, fare clic sull'icona e immettere nome utente e password per accedere nuovamente al sistema Spegnimento Nota: facendo clic sull'icona Shut Down il DVR verrà spento. 36

37 6 Videosorveglianza remota 6.1 Accesso al DVR Per effettuare la visualizzazione in remoto, il DVR deve essere collegato in rete locale (LAN) o tramite Internet. L'impostazione di rete deve essere eseguita conformemente e la relativa funzionalità abilitata. Fare riferimento al capitolo 4.6 Configurazione rete. L'unità supporta il browser IE senza installazione di alcun software client. Supporta i seguenti sistemi operativi: Windows 7, XP e Vista Collegamento su rete LAN Fase 1: Inserire indirizzo IP, maschera di sottorete e gateway. Se si utilizza la funzionalità DHCP, abilitare tale funzionalità sia nel DVR sia nel router. Accedere al Menu Information (Informazioni) Network (Rete) per esaminare la configurazione di rete del DVR. Fase 2: Accedere alla sezione Video per impostare i parametri video di rete come la risoluzione, la frequenza di quadro ecc. Fase 3: Aprire il browser IE su un computer presente sulla stessa rete LAN. Immettere l'indirizzo IP del DVR nella barra degli indirizzi di IE e premere Invio. Fase 4: IE effettuerà automaticamente il download del controllo ActiveX. Verrà visualizzata una finestra a comparsa in cui si richiede di inserire nome utente e password. Fase 5: Inserire correttamente il proprio nome utente e la propria password e premere Invio. Verrà visualizzata l'immagine seguente. Fig. 7-1 Visualizzazione tramite browser IE Nota: nel caso la porta HTTP non sia 80 ma un altro numero, è necessario aggiungere tale numero di porta dopo l'indirizzo IP immesso. Per es. se la porta HTTP è 82, è necessario inserire un indirizzo del tipo: Il nome utente e la password devono coincidere con quelli utilizzati sul DVR. Il nome utente predefinito è admin e la relativa password è Collegamento su rete WAN Esistono due modi per collegare a Internet il DVR. 1. Collegamento del DVR a Internet tramite router o server virtuale. Fase 1: Inserire indirizzo IP, maschera di sottorete e gateway. Se si utilizza la funzionalità DHCP, abilitare tale funzionalità sia nel DVR sia nel router. Fase 2: Accedere alla sezione Video per impostare i parametri video di rete come la risoluzione, la frequenza di quadro ecc. Fase 3: Inoltrare l'indirizzo IP e il numero di porta nella configurazione Virtual Server del router o del server virtuale. Chiudere il firewall. Nota: Il blocco forwarding può risultare diverso in differenti router e server, di conseguenza consultare il manuale del proprio router per ulteriori informazioni. Per utilizzare un nome di dominio dinamico, è necessario richiedere un nome di dominio in un server DDNS supportato dal DVR o dal router. Successivamente aggiungerlo al DVR o router. Attualmente l'unità supporta solo www,no-ip.com e Per quanto riguarda il router, consultare il relativo manuale. Fase 5: Aprire il browser IE, inserire l'indirizzo IP oppure il nome di dominio dinamico e premere Invio. Se la porta HTTP è diversa da 80, aggiungere il numero di porta dopo l'indirizzo IP o il nome di dominio. Fase 6: IE effettuerà automaticamente il download del controllo ActiveX. Verrà visualizzata una finestra a comparsa in cui si richiede di inserire nome utente e password. 37

38 Fase 7: Inserire correttamente il proprio nome utente e la propria password e premere Invio per accedere alla visualizzazione. Nota: Se non è possibile effettuare il download e l'installazione del controllo ActiveX, consultare l'appendice 0 Appendice A FAQ (Domande frequenti) Q7. 2. Collegamento diretto del DVR a Internet. Fase 1: Inserire IP Address (Indirizzo IP), Subnet Mask (Maschera di sottorete) e Gateway ottenuti dal proprio ISP. Se si utilizza l'adsl, inserire nome utente e password e fare clic su OK. Il DVR si collegherà al server e visualizzerà il messaggio connection succeeds (Connessione effettuata). Fase 2: Le seguenti fasi sono identiche alle fasi 4-7 indicate sopra per l'altra modalità di connessione. 6.2 L'interfaccia di visualizzazione dal vivo in remoto è illustrata qui sotto: Fig. 7-2 Interfaccia di visualizzazione dal vivo in remoto Simboli e relative funzioni: 1 Indicatore di canale 2 Modalità di visualizzazione 3 Volume schermo 4 Acquisizione immagine 5 Avvio registrazione manuale 6 Avvio registrazione IE 7 Comunicazione vocale 8 Riproduzione 9 Colore bidirezionale 10 Controllo PTZ 11 Stato stream master / sotto-stream Nota: facendo clic sul pulsante è possibile effettuare una registrazione manuale e il relativo file verrà salvato sul PC in uso. Modalità di visualizzazione schermo: Fare clic sull'icona a fianco di ogni modalità di visualizzazione, verrà visualizzata la seguente finestra di dialogo per la selezione dei canali: Fig. 7-3 Finestra di dialogo per la selezione dei canali Prendendo come esempio il modello di DVR a 8 canali, è possibile spuntare come si desidera le caselle di controllo associate ai canali da 1 a 16, ma al massimo possono essere selezionati 8 canali. Quindi premere il pulsante OK per confermare l'impostazione effettuata. Acquisizione immagini Facendo clic sull'icona Istantanea il sistema procederà ad acquisire automaticamente le immagini salvandole sul computer in uso. Il percorso di salvataggio delle immagini acquisite deve essere impostato in Remote Preview (Anteprima remota)configuration (Configurazione)Local configuration (Configurazione locale). 38

39 Regolazione del colore: Spostare la barra di scorrimento per regolare il valore dei seguenti parametri: Brightness (Luminosità), Contrast (Contrasto), Hue (Tonalità) e Saturation (Saturazione). Facendo clic su Default (Imp. predefinite) è possibile ripristinare i valori originali Pulsanti Descrizione Spostare la barra di scorrimento per regolare il valore della luminosità del canale. Spostare la barra di scorrimento per regolare il valore del contrasto del canale. Spostare la barra di scorrimento per regolare il valore della saturazione del canale. Spostare la barra di scorrimento per regolare il valore della tonalità del canale. Fare clic su questo pulsante per ripristinare i valori predefiniti di luminosità, contrasto, saturazione e tonalità. Consente di salvare le regolazioni effettuate. Controllo PTZ Per prima cosa è necessario collegare una telecamera speed dome tramite RS485, accertandosi che il protocollo della speed dome sia supportato dal dispositivo e impostando manualmente i relativi parametri. È possibile comandare la telecamera dome in alto, in basso, a destra, a sinistra e arrestare la rotazione. Inoltre è possibile regolare la velocità di rotazione e il valore di zoom, messa a fuoco e diaframma della telecamera dome e impostarne i preposizionamenti ecc. Descrizione dei pulsanti: Pulsanti Descrizione : rotazione in alto della telecamera dome. : rotazione in alto a sinistra della telecamera dome. : rotazione in alto a destra delle telecamera dome. : rotazione in basso della telecamera dome. : rotazione in basso a sinistra della telecamera dome. rotazione in basso a destra della telecamera dome. : rotazione a sinistra della telecamera dome. : rotazione a destra della telecamera dome. : arresto della rotazione della telecamera dome. Spostare la barra di scorrimento per regolare la velocità di rotazione della telecamera dome. Pulsante 'Diaframma'. Fare clic sul pulsante clic sul pulsante per incrementare il valore di diaframma della telecamera dome. Fare per diminuire il valore di diaframma della telecamera dome. Pulsante 'Zoom'. Fare clic sul pulsante per ridurre l'immagine della telecamera. Pulsante 'Messa a fuoco'. Fare clic sul pulsante per mettere a fuoco da vicino. Vai al preposizionamento Seleziona ed esegue ronda automatica Traccia Scansione automatica per ingrandire l'immagine della telecamera. Fare clic sul pulsante per mettere a fuoco da lontano. Fare clic sul pulsante Facendo clic con il pulsante destro sull'interfaccia di visualizzazione dal vivo, compare il seguente menu a discesa: Fig. 7-4 Menu visualizzabile tramite pulsante destro del mouse Stream: il DVR supporta master stream (stream principale) e sub stream (sotto-stream). Il master stream ha una frequenza di quadro maggiore, max 25 FPS(PAL)/ 30 FPS(NTSC)per ogni canale, ma richiede una maggiore larghezza di banda complessiva; lo stream secondario ha una frequenza di quadro inferiore, max 6 FPS (PAL)/ 7 FPS (NTSC) per ogni canale, ma richiede una minore larghezza di banda. Di conseguenza è possibile selezionare lo stream in base alla larghezza di banda disponibile. All to master/sub stream (Tutto su stream master/secondario): consente di impostare tutti i canali sullo stream principale o secondario. Enable audio (Abilita audio): Abilita/disabilita l'audio. Full screen (Schermo interno): per visualizzare l'anteprima dal vivo a schermo intero con la barra degli strumenti nascosta; fare doppio clic con il pulsante sinistro del mouse o clic con il pulsante destro per tornare. Zoom in (Zoom avanti): zoom elettronico per ingrandire l'immagine del singolo canale. Fare clic con il pulsante sinistro sul canale da ingrandire; fare clic con il pulsante destro del mouse e selezionare Zoom in (Zoom avanti) dal menu per ingrandire l'immagine. Premere il pulsante sinistro del mouse e trascinare il cursore per visualizzare l'immagine. Fare doppio clic con il pulsante sinistro del mouse per uscire. Fare clic con il pulsante destro del mouse per tornare all'interfaccia principale. 39

40 6.3 Riproduzione e backup da remoto Riproduzione remota Fare clic sul pulsante per accedere alla finestra di riproduzione delle registrazioni, fare riferimento alla Fig. 7-5: Selezionare la data di registrazione e i canali; fare doppio clic sul nome di file nell'apposito elenco per riprodurre il file e visualizzare le relative immagini. Fig. 7-5 Finestra di riproduzione dei file registrati Questo DVR supporta le seguenti funzionalità remote: Time Search (Ricerca per orario), Event Search (Ricerca eventi) e File Manager (Gestione file). Ricerca per orario: Fase 1: accedere al menu Search (Ricerca)Time Search (Ricerca per orario); fare riferimento alla Fig. 7-6: Fig. 7-6 Finestra di ricerca per orario Fase 2: fare clic sul pulsante Search (Ricerca). I dati delle registrazioni verranno visualizzati nell'apposito elenco Data Information (Informazioni sui dati); una data evidenziata all'interno del riquadro indica la presenza di dati di registrazione ed è possibile fare clic su tali dati; è possibile selezionare i canali di registrazione nel riquadro. Fase 3: Nel riquadro è possibile impostare l'orario di riproduzione dei dati e la modalità di visualizzazione dei vari canali, secondo necessità. Fase 4: Selezionare un elemento nell'elenco Data Information e fare clic sul pulsante Play (Riproduzione) per avviare la riproduzione. Fase 5: Facendo clic sui vari pulsanti disponibili nella finestra è possibile effettuare le relative operazioni come: avanzamento rapido, pausa, modifica nella modalità di visualizzazione dei vari canali, ricerche ecc., fare riferimento alla Fig. 7-7: 40

41 Fig. 7-7 Riproduzione risultati ricerca per orario Ricerca eventi: Fase 1: accedere al menu Search (Ricerca)Event Search (Ricerca eventi); fare riferimento alla Fig. 7-8: Fig. 7-8 Finestra di ricerca eventi Fase 2: fare clic su una data evidenziata e selezionare i canali di registrazione, quindi spuntare le caselle di controllo relative al tipo di eventi e fare clic sul pulsante Search (Ricerca). Fase 3: gli eventi verranno visualizzati nell'elenco Event List (Elenco eventi), fare doppio clic su un elemento per riprodurlo. Gestione file Fase 1: accedere al menu Search (Ricerca)File Management (Gestione file); fare riferimento alla Fig. 7-9: 41

42 Fig. 7-9 Finestra di gestione file Lock (Blocco): selezionare un file nell'elenco File List (Elenco file) e fare clic sul pulsante Lock (Blocca) per bloccare il file in modo da evitare che venga eliminato o sovrascritto. Unlock (Sblocco): selezionare un file precedentemente bloccato, fare clic sul pulsante Unlock (Sblocco) per sbloccarlo. Delete (Eliminazione): selezionare un file non bloccato e fare clic sul pulsante Delete (Elimina) per eliminarlo dall'elenco Backup remoto Fare clic sul pulsante Backup per accedere alla relativa finestra, fare riferimento alla Fig. 7-10: Fig Finestra di backup Fase 1: selezionare i canali desiderati, impostare il valore di Start Time ed End Time (l'orario di inizio e di fine) e quindi fare clic sul pulsante Search (Ricerca): i risultati della ricerca verranno visualizzati all'interno dell'elenco File. Fase 2: selezionare i file desiderati e fare clic sul pulsante Browse (Sfoglia) per impostare il percorso di salvataggio, quindi fare clic sul pulsante Backup per avviare il backup. I file di backup verranno salvati sul PC in uso. 6.4 Configurazione remota del sistema È possibile effettuare la configurazione remota dei parametri dell'apparecchio. Le funzionalità disponibili per la configurazione remota comprendono la configurazione di base, la configurazione della visualizzazione dal vivo, la configurazione della registrazione, la configurazione della programmazione, la configurazione allarmi, la configurazione di rete, la configurazione PTZ e la configurazione utenti. Dopo aver selezionato una voce nell'elenco a sinistra è possibile selezionare i relativi parametri nella scheda a destra. Quando un utente effettua l'impostazione dei parametri relativi a una certa voce di menu, gli altri utenti non possono intervenire su tale voce. Fare clic su Config per accedere alla finestra riportata sotto, fare riferimento alla Fig. 7-11: 42

43 Fig 7-11 Configurazione remota Il sotto-menu laterale elenca le varie voci disponibili e le opzioni relative a ogni voce sono simili a quelle presenti sul DVR. Fare riferimento al Capitolo 3 Guida all'impostazione del menu principale per maggiori dettagli. Fare clic sul pulsante Apply per salvare le impostazioni effettuate, fare clic sul pulsante Default (Impostazioni predefinite) per ripristinare la impostazioni originali. 6.5 Gestione remota Ricerca remota informazioni registro Durante il periodo di funzionamento, il sistema registra automaticamente informazioni sulle condizioni operative e sulle operazioni eseguite. È possibile visualizzare tali informazioni, tra cui nome utente, indirizzo IP ecc. Facendo clic su INFO Log, è possibile impostare il valore di Start Time (Orario di inizio) per visualizzare il registro di sistema nel seguente modo: Fig, 7-12 Ricerca remota registro 43

44 7 Videosorveglianza tramite dispositivi mobili Il DVR consente di effettuare la sorveglianza tramite dispositivi mobili iphone e Android, in questo capitolo viene illustrata l'installazione del programma su tali due tipi di smartphone. 7.1 Procedura di installazione su iphone Attualmente il software supporta solo la versione ios e superiore, dunque se la versione del firmware del dispositivo è inferiore, procedere ad aggiornarla. Di seguito è illustrata la procedura da seguire per l'iphone. Fase 1:accedere all'app Store sul proprio iphone. Fase 2: Tramite la funzione Search nell'elenco dei risultati della ricerca. (Ricerca) cercare SuperLivePro, i programmi richiesti verranno visualizzati Fase 3: Fare clic su SuperLivePro, accedere alla pagina Introduce e fare clic su su FREE (Gratis), che diventerà INSTALL (Installa). Fase 4: Inserire la password di itunes Store e fare clic OK nella finestra illustrata qui sotto. Nota: se è la prima volta, inserire l'id utente; se non si dispone di un account itunes, è prima necessario richiederne uno. Fase 5: Attendere lo scaricamento e l'installazione del programma. Al termine dell'installazione verrà visualizzata l'icona SuperLivePro. Facendo clic sull'icona, verrà visualizzata la finestra raffigurata sotto. 44

45 Fase 6: Inserire l'indirizzo IP (o il nome di dominio) del server, l'id utente e la relativa password. Fare clic su Login (Accedi) per accedere. Fase 7: Verrà visualizzata la finestra predefinita suddivisa in quattro riquadri. Le funzionalità disponibili e le relative descrizioni sono indicate di seguito. 7.1 Fare clic sull'icona o per visualizzare i diversi canali. 7.2 Fare clic sull'icona e quindi su OK per acquisire l'immagine (cattura schermata). 7.3 Fare clic sull'icona per effettuare una registrazione locale. 7.4 Fare clic sull'icona per attivare l'audio del DVR. 7.5 Fare clic sull'icona per trasmettere audio al DVR. 7.6 Fare clic sull'icona per effettuare la regolazione dei colori della telecamera. 7.7 Fare clic sull'icona per effettuare le operazioni PTZ (brandeggi/zoom). 7.8 Fare clic sull'icona per visualizzare l'immagine. 7.9 Fare clic sull'icona per avviare la riproduzione locale & remota Fare clic sull'icona per effettuare la configurazione remota del DVR Fare clic sull'icona per visualizzare informazioni sul DVR Fare clic sull'icona per modificare l'elenco DVR Fare clic sull'icona per impostare l'area di rilevamento del movimento. 45

46 7.2 Procedura di installazione per smartphone con S.O. Android Sul proprio smartphone fare clic sull'icona del Play Store Google. Quindi premere sull'icona della ricerca a destra. Tramite la tastiera virtuale digitare SUPERLIVEPRO e premere Invio. Le applicazioni disponibili verranno visualizzate nei risultati della ricerca. Fare clic su SUPERLIVEPRO, verrà visualizzata una breve descrizione dell'app; a questo punto fare clic su INSTALL (Installa). 46

47 Fare clic sul pulsante ACCEPT & DOWNLOAD (Accetta e scarica). L'app verrà scaricata sul proprio smartphone, attendere il completamento dell'operazione. Il programma verrà quindi installata sullo smartphone in uso. Al termine dell'installazione, fare clic su Open (Apri) per avviare l'app. 47

48 Digitare l'indirizzo IP del proprio DVR, il nome utente e la password. Se si desidera che l'app memorizzi tali dati, selezionare l'opzione REMEMBER SERVER (Ricorda server), quindi fare clic su LOGIN (Accedi). A questo punto il collegamento al DVR è stabilito e sarà possibile visualizzare tutte le funzionalità dell'app. Descrizione dell'interfaccia principale Elemento Playback (Riproduzione) Image (Immagine) Log (Registro) Server list (Elenco server) Live (Visualizzazione dal vivo) Settings (Impostazioni) Information (Informazioni) Help (Guida) Logoff (Disconnessione) Descrizione Riproduzione dei file video Sfoglia foto sul server Registro software Visualizzazione e modifica elenco server Visualizzazione telecamere online Configurazione software Informazioni su server e software Informazioni guida sul software e FAQ (Domande frequenti) Disconnessione dal server corrente. 48

49 Finestra di visualizzazione dal vivo Icona Descrizione Visualizzazione a singolo schermo Visualizzazione a quattro riquadri Configurazione canali Controllo PTZ Acquisizione immagine Registrazione Talk Audio canale Nascondi Superlivepro 49

50 Appendice A FAQ (Domande frequenti) D1. Perché il DVR non si avvia dopo aver collegato l'alimentazione? a. L'adattatore di rete è danneggiato. Sostituire l'adattatore. b. L'alimentazione fornita dall'adattatore non è sufficiente. Rimuovere l'unità disco rigido per verificare. c. Si è verificato un problema hardware. D2. Menu assente o visualizzazione delle sole immagini dal vivo. a. Controllare se il menu è visualizzato su altri monitor e verificare che il monitor sia collegato all'uscita video principale e che l'uscita video del DVR sia impostata correttamente oppure, tramite pressione prolungata del tasto ESC, attendere che venga visualizzata la finestra di dialogo di accesso. D2. La spia di alimentazione del DVR si illumina, ma non viene visualizzato nulla. Perché? a. L'alimentazione fornita dall'adattatore non è sufficiente. Rimuovere l'unità disco rigido o cambiare l'adattatore e riprovare. b. Il formato video del DVR è differente da quello del monitor. c. Problema di cablaggio. Controllare il cavo e i connettori sul monitor e il DVR. D3. Perché non vengono visualizzate immagini su alcuni o tutti i canali del DVR? a. Problema di cablaggio. Controllare il cavo e i connettori sulle telecamere e il DVR. b. Problema a livello di telecamere. Controllare le telecamere. c. Il formato video del DVR è differente da quello delle telecamere. Modificare il formato del sistema DVR. D4. Impossibile trovare l'unità disco rigido. a. L'alimentazione fornita dall'adattatore non è sufficiente. Sostituire l'adattatore e riprovare. b. Problema di cablaggio. Verificare l'alimentazione e i cavi dei dati. c. L'unità disco rigido è danneggiata. Sostituirla con una nuova. D5. Impossibile effettuare registrazioni. a. L'unità disco rigido non è formattata, Prima dell'uso, formattare il disco rigido manualmente. b. La funzionalità di registrazione non è abilitata oppure la configurazione è errata. Fare riferimento al Capitolo 5 su Ricerca, riproduzione e back-up delle registrazioni c. L'unità disco rigido è piena e la funzionalità di recupero spazio non è abilitata. Fare riferimento al Capitolo 4.3 Configurazione registrazione. Sostituire l'unità disco rigido oppure abilitare la funzionalità di recupero spazio. d. L'unità disco rigido è danneggiata. Sostituirla con una nuova. D6. Impossibile utilizzare il mouse. a. Attendere 1-2 minuti dopo aver collegato il mouse. b. Il mouse non è rilevato dal sistema. Collegarlo/scollegarlo alcune volte. c. Il mouse utilizzato non è compatibile. Cambiare il mouse. D7. Impossibile scaricare il controllo ActiveX. a. Il browser IE blocca i controlli ActiveX. Effettuare le seguenti impostazioni. 1 Aprire il browser IE. Fare clic su Tools (Strumenti) > Internet Options (Opzioni Internet). 2 Selezionare Security (Protezione) > Custom Level (Livello personalizzato).vedere Fig Abilitare tutte le sotto-opzioni sotto ActiveX controls and plug-ins (Controlli ActiveX e plug-in). Vedere Fig Quindi fare clic su OK per completare la configurazione. b. Il controllo ActiveX è bloccato da altri plug-in o anti-virus. Provvedere a disinstallarli o chiuderli. 50

51 Fig. 7-1 Fig. 7-2 D8: Cosa fare se all'avvio del DVR viene visualizzato continuamente il messaggio please wait (Attendere...)? Prima causa possibile: il cavo del disco rigido e i cavi dei dati non sono collegati correttamente. Soluzione: Controllare il collegamento del cavo del disco rigido e dei cavi dei dati e accertarsi che siano collegati correttamente. Se dopo tale verifica il problema non è risolto, scollegare i cavi e provare a ricollegarli nuovamente. Seconda causa possibile: Si è verificato un arresto forzato perché il disco rigido ha una traccia disabilitata e il sistema non è in grado di saltare la fase di controllo del disco rigido. Soluzione: Sostituire il disco rigido con uno nuovo oppure riformattare quello difettoso. D9: Come inserire password e numeri? Il metodo per inserire password e numeri consiste nel fare clic nel riquadro relativo alla password o agli elementi per i quali sia necessario l'inserimento numerico: verrà visualizzata una piccola tastiera. Tramite tale tastiera virtuale è possibile selezionare numeri e lettere da inserire (la password iniziale è ) oppure è possibile utilizzare i tasti numerici presenti sul pannello frontale o sul telecomando. D10: Come effettuare l'aggiornamento quando vengono aggiunte nuove funzionalità o apportate modifiche al software? Dopo aver prelevato l'aggiornamento software dal produttore, copiarlo su un'unità USB e quindi selezionare Upgrade (Aggiornamento) nel menu. Nel caso di aggiornamento del modulo kernel, utilizzare la seguente procedura: prima inserire l'unità USB nel DVR, quindi inserire adwsws come password di accesso al sistema e il sistema effettuerà automaticamente l'aggiornamento del modulo kernel. Al termine, riavviare il DVR per rendere effettivo l'aggiornamento. Nota: non spegnere l'apparecchio mentre è in corso il processo di aggiornamento! Altrimenti è possibile che il DVR non sia in grado di riavviarsi. D11: Perché il disco rigido utilizzato in un DVR viene identificato come una nuova unità disco se è già stato utilizzato in un DVR dello stesso tipo? Inoltre perché è necessario riformattarlo nuovamente? Se il DVR utilizza un solo disco rigido, il disco rigido rimosso da un DVR e installato su un altro DVR dello stesso tipo può funzionare normalmente senza necessità di formattazione. Tuttavia, nel caso che si aggiunga un nuovo disco rigido a un DVR, tale disco rigido verrà identificato come uno nuovo e verrà richiesto di formattarlo indipendentemente dal fatto che tale disco sia stato precedentemente utilizzato o meno in un altro DVR dello stesso tipo. In tale situazione è possibile utilizzarlo normalmente dopo aver effettuato la formattazione secondo le istruzioni; nel caso di due o più dischi rigidi utilizzati in diversi DVR che vengono installati in un altro DVR dello stesso tipo, verranno identificati come nuovi e sarà necessario formattarli tutti. In linea generale, si consiglia di non migrare dischi rigidi da un DVR a un altro per evitare la perdita di dati. 51

52 D12: Quali sono i requisiti minimi di configurazione per i PC su cui vengono eseguiti i client di connessione per il monitoraggio remoto? Modulo PC Parametri CPU Intel Celeron 2.4G Scheda madre Intel 845 Unità disco rigido 80 GB RAM 512 MB VGA NVIDIA GeForce MX440/FX5200 ATI RADEON 7500/X300 S.O. Windows 2000 (SP4 o superiore) / Windows XP(SP2 o superiore) / Vista / 7 DirectX 9.0 D13: Quali sono i requisiti minimi di configurazione del PC per la visualizzazione di mainstream in tempo reale su 8 canali? Modulo PC Parametri CPU Intel Core (TM) 2 Duo CPU E4600 Scheda madre Chip G31/P31 Unità disco rigido 80 GB RAM 1 GB VGA GMA3100/NVIDIA GeForce 8400/ ATI RADEON HD3450 S.O. Windows 2000 (SP4 o superiore) / Windows XP(SP2 o superiore) Vista / 7 DirectX

53 Appendice B Calcolo della capacità di registrazione È possibile calcolare lo spazio richiesto sul disco rigido in base alla durata totale della registrazione e alle impostazioni di registrazione del DVR. Il DVR utilizza un bit rate video fisso. Nella seguente tabella sono indicate le diverse impostazioni nel caso CBR (Bit rate costante). Risoluzio ne 1080P Freq. di quadro totale (FPS) 6 (PAL) / 7 (NTSC) 12 (PAL) / 15 (NTSC) Qualità video Bit Rate (kbps) Spazio utilizzato (MB/h) Massima 12 M 1350 Elevata 9 M 1013 Media 7 M 788 Bassa 6 M 675 Inferiore 4 M 450 Minima 1,5 M 169 Massima 12 M 2700 Elevata 10 M 2250 Media 8 M 1800 Bassa 6 M 1350 Inferiore 2 M 450 Minima 1,5 M 338 La formula utilizzata per il calcolo è la seguente: Capacità di registrazione totale = Spazio utilizzato all'ora (MB/h) (percentuale di copertura disco rigido) durata registrazione (ore) numero di canali. Per esempio, supponiamo di utilizzare telecamere PAL e di impostare la risoluzione su 1080P, la qualità video su Minima, la frequenza di quadro su 6 fps, abilitando un totale di 4 canali. Vogliamo trovare la capacità totale richiesta per effettuare la registrazione continua per un mese. Ecco il relativo calcolo: Capacità di registrazione totale =169 (MB/h) X 24 (ore/giorno) X 30 (giorni) X 4 (canali)= (MB) 475 GB. Di conseguenza sarà necessario installare un'unità disco rigido SATA da 500 GB per un mese di registrazione video. 53

54 Dispositivi compatibili Appendice C Dispositivi compatibili 1. Unità USB testate Marca A-DATA Transcend Kingston Toshiba SanDisk Capacità 512 MB, 1 GB, 2 GB 4 GB 2 GB 2 GB 4 GB 2. Masterizzatori esterni CD/DVD USB compatibili testati Marca LG Modello GH24NS90 54

55 3. Modelli di unità disco rigido compatibili Marca N. modello Capacità WESTERN DIGITAL 1600AAJS FW:00L7A0 2500AVVS FW:73M8B0 3200AVVS 5000AVDS FW:63U7B0 5000AVJS FW:63YJA0 5000AVVS FW:63M8B0 5000AAKS FW:00V1A0 5000BUDT (2.5") FW:63G8FY0 5000AUDX FW:63WNHY0 10EURS FW:630AB1 10EVDS FW:63U8B0 15EARS FW:00Z5B1 15EURS FW:63S48Y0 20EVDS FW:63T3B0 20EARS FW:00S8B1 2001FASS FW:00U0B0 160 GB 250 GB 320 GB 500 GB 500 GB 500 GB 500 GB 500 GB 500 GB 1 TB 1 TB 1,5 TB 1,5 TB 2 TB 2 TB 2 TB HITACHI HDS721616PLA380 HCT721025SLA380 HCP725050GLA380 HDP725050GLA GB 500 GB 500 GB 1 TB SEAGATE ST500DM002 (SATA3) FW:KC44 ST AS FW:CC38 ST AS (SATA3) FW:JC4B ST2000DL003 (SATA3) FW:CC32, CC3C 500 GB 1 TB 1 TB 2 TB TOSHIBA HCS5C1050DLE630 FW:620 DT01ABA050V DT01ABA100 DT01ACA GB 1 TB 1 TB 55

56 APPENDICE D - Procedura di impostazione DDNS (Considerare come esempio) 1. Visitare il sito web e registrare un nuovo account compilando tutti i campi dell'apposito modulo, quindi premere il pulsante Submit (Invia). È necessario disporre di un indirizzo valido che verrà utilizzato come nome utente. 2. Creare un nome di dominio secondo le proprie esigenze e selezionare una delle estensioni disponibili dall'apposito elenco, quindi fare clic sul pulsante Request Domain (Richiedi dominio). 56

57 3. Se il nome scelto è già esistente, sarà necessario sceglierne un altro, altrimenti verrà visualizzata la seguente schermata: 4. A questo punto impostare tutti i campi previsti sul DVR, quindi fare clic su Test per verificare i dati. Quindi fare clic su Apply (Applica) per completare la configurazione di rete del DVR. (Menu -> Network (Rete) -> Other Settings (Altre impostazioni)) DDNS: abilitato DDNS Type (Tipo DDNS): mintdns Server: User Name (Nome utente): (l'account sul sito web in base al precedente punto 1) Password: xxxxxx (la password del proprio account sul sito web in base al precedente punto 1) Host Domain (Dominio host): smartdvr.myfreeip.me (il dominio creato sul sito web vedere precedente punto 2) Update Interval (Intervallo aggiornamento) [H]: 3 (periodo di tempo per sincronizzarsi con il servizio (3 indica 3 ore) Premere il pulsante TEST, se tutto è a posto verrà visualizzato il messaggio DDNS updates successfully (Aggiornamento DDNS completato). 5. È anche possibile visitare il sito web GEEKCITI per verificare il corretto funzionamento delle impostazioni effettuate. 57

58 È possibile effettuare il test con un computer dotato del browser Internet Explorer, digitando il nome del nuovo dominio nella barra degli indirizzi. Verrà visualizzata la pagina principale del DVR e, dopo aver inserito nome utente e password e aver selezionato la lingua, sarà possibile visualizzare dal vivo le immagini fornite dalle telecamere. 58

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

VIDEOREGISTRATORE DIGITALE STAND ALONE H264 CON 4 8 16 INGRESSI

VIDEOREGISTRATORE DIGITALE STAND ALONE H264 CON 4 8 16 INGRESSI VIDEOREGISTRATORE DIGITALE STAND ALONE H264 CON 4 8 16 INGRESSI ART. SDVR040A SDVR080A SDVR160A Leggere questo manuale prima dell uso e conservarlo per consultazioni future 0 Indice Capitolo 1 - Descrizione

Dettagli

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme.

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme. Guida operatore del registratore TruVision Vista Live Sull immagine live dello schermo vengono visualizzati laa data e l ora corrente, il nome della telecamera e viene indicato se è in corso la registrazione.

Dettagli

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Questa guida riporta i passi relativi all'installazione ed all'utilizzo dell'app "RxCamLink" per il collegamento remoto in mobilità a sistemi TVCC basati

Dettagli

391514 / 391528. DVR a 4 canali con LAN, H264 LE 06105AA-01 AT-13W03. DVR a 8 canali con LAN, H264. Manuale utente

391514 / 391528. DVR a 4 canali con LAN, H264 LE 06105AA-01 AT-13W03. DVR a 8 canali con LAN, H264. Manuale utente LE 06105AA-01 AT-13W03 391514 / 391528 DVR a 4 canali con LAN, H264 Contenuto 1 Dettaglio confezione... 4 2 Panoramica... 4 2.1 DVR... 4 2.1.1 Pannello anteriore... 4 2.1.2 Pannello posteriore... 5 2.2

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

H.264 Standalone DVR

H.264 Standalone DVR H.264 Standalone DVR Manuale d uso ed installazione Codici prodotto: 90002004 4 CH (Senza Allarmi) 1 HDD 90002008 8 CH (Senza Allarmi) 1 HDD 90002104 4 CH (Allarmabile) 2 HDD 90002108 8 CH (Allarmabile)

Dettagli

ivms-4200 Client Software Manuale Utente Hangzhou Hikvision Digital Technology Co., Ltd.

ivms-4200 Client Software Manuale Utente Hangzhou Hikvision Digital Technology Co., Ltd. ivms-4200 Client Software Manuale Utente Hangzhou Hikvision Digital Technology Co., Ltd. Manuale utente del Client software ivms-4200 Informazioni Le informazioni contenute in questo documento sono soggette

Dettagli

Manuale dell utente di TruVision NVR 10

Manuale dell utente di TruVision NVR 10 Manuale dell utente di TruVision NVR 10 P/N 1072766C-EN REV 1.0 ISS 15OCT14 Copyright Marchi commerciali e brevetti Produttore Conformità alle norme FCC Canada Conformità ACMA Certificazione Direttive

Dettagli

Telecamera IP Wireless/Wired. Manuale d uso

Telecamera IP Wireless/Wired. Manuale d uso Telecamera IP Wireless/Wired VISIONE NOTTURNA & ROTAZIONE PAN/TILT DA REMOTO Manuale d uso Contenuto 1 BENVENUTO...-1-1.1 Caratteristiche...-1-1.2 Lista prodotti...-2-1.3 Presentazione prodotto...-2-1.3.1

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it IDom MANUALE UTENTE Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it 2 COPYRIGHT Tutti i nomi ed i marchi citati nel documento appartengono ai rispettivi proprietari. Le informazioni

Dettagli

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1 Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5 9356197 Edizione 1 DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ Noi, NOKIA CORPORATION, dichiariamo sotto la nostra esclusiva responsabilità che il prodotto SU-5 è conforme alle

Dettagli

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail Xerox WorkCentre M118i Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail 701P42705 Questa guida fornisce un riferimento rapido per l'impostazione della funzione Scansione su e-mail su Xerox WorkCentre

Dettagli

DVR Icatch serie X11 e X11Z iwatchdvr applicazione per iphone /ipad

DVR Icatch serie X11 e X11Z iwatchdvr applicazione per iphone /ipad DVR Icatch serie X11 e X11Z iwatchdvr applicazione per iphone /ipad Attraverso questo applicativo è possibile visualizzare tutti gli ingressi del DVR attraverso il cellulare. Per poter visionare le immagini

Dettagli

Manuale d uso. Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto!

Manuale d uso. Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto! Manuale d uso Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto! Giacchè noi costantemente aggiorniamo e miglioriamo il Tuo e-tab, potrebbero

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Meeting

TeamViewer 8 Manuale Meeting TeamViewer 8 Manuale Meeting Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni

Dettagli

Trattamento aria Regolatore di pressione proporzionale. Serie 1700

Trattamento aria Regolatore di pressione proporzionale. Serie 1700 Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria +24VDC VDC OUTPUT MICROPROCESS. E P IN EXH OUT Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria 7 Trattamento

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Altre opzioni Optralmage

Altre opzioni Optralmage di Personalizzazione delle impostazioni............ 2 Impostazione manuale delle informazioni sul fax......... 5 Creazione di destinazioni fax permanenti................ 7 Modifica delle impostazioni di

Dettagli

MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2

MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2 MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2 Pag. 1 / 10 SOMMARIO: 1 INTRODUZIONE... 3 2 PANNELLO DI CONTROLLO... 4 2.1 I TASTI... 4 2.2 IL DISPLAY... 4 3 I MENU... 5 3.1 MODIFICA TERMOSTATO AMBIENTE RADIO...

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 Manuale d'istruzioni Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 382280 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato l'alimentatore DC Programmabile 382280 della Extech.

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione.

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Indice Trovare le informazioni necessarie... 3 Ripristino e backup... 4 Cos'è il ripristino

Dettagli

Manuale dell'utente Vodafone Smart 4G

Manuale dell'utente Vodafone Smart 4G Manuale dell'utente Vodafone Smart 4G 1. Il telefono 1 1.1 Rimozione del coperchio posteriore 1 1.2 Ricarica della batteria 2 1.3 Scheda SIM e scheda microsd 3 1.4 Accensione/spegnimento e modalità aereo

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

MANUALE D ISTRUZIONE

MANUALE D ISTRUZIONE MANUALE D ISTRUZIONE Software di Gestione e Controllo DVR CM-3000 Eurotek S.r.l. Via Vincenzo Monti 42, 20016 PERO (MI) Tel.: +39 0233910177 - P.IVA: 09848830015 CLAUSOLA DI ESCLUSIONE DELLA RESPONSABILITÀ

Dettagli

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Installazione Modem USB Momo Gestione segnale di rete Connessione Internet Messaggi di errore "Impossibile visualizzare la pagina" o "Pagina

Dettagli

Manuale d Uso. Ref: 04061

Manuale d Uso. Ref: 04061 Manuale d Uso Ref: 04061 1 Grazie per aver acquistato il lettore digitale ENERGY SISTEM INNGENIO 2000. Questo manuale fornisce istruzioni operative dettagliate e spiegazioni delle funzioni per godere al

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Assistenza tecnica Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili

Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Sommario Per iniziare............................................ 3 Il WiFi Booster......................................... 4 Pannello

Dettagli

Manuale dell'utente. Smart 4 turbo

Manuale dell'utente. Smart 4 turbo Manuale dell'utente Smart 4 turbo Alcuni servizi e applicazioni potrebbero non essere disponibili in tutti i Paesi. Per maggiori informazioni rivolgersi ai punti vendita. Android è un marchio di Google

Dettagli

FS-1118MFP. Guida all'installazione dello scanner di rete

FS-1118MFP. Guida all'installazione dello scanner di rete FS-1118MFP Guida all'installazione dello scanner di rete Introduzione Informazioni sulla guida Informazioni sul marchio Restrizioni legali sulla scansione Questa guida contiene le istruzioni sull'impostazione

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

XM100GSM SCHEDA GSM PER CENTRALI SERIE XM

XM100GSM SCHEDA GSM PER CENTRALI SERIE XM 1 Stato del combinatore direttamente sul display della Consolle XM Interrogazione credito residuo tramite SMS e inoltro SMS ricevuti Messaggi di allarme pre-registrati Completa integrazione con centrali

Dettagli

Forerunner. 10 Manuale Utente. Luglio 2013 190-01472-31_0C Stampato a Taiwan

Forerunner. 10 Manuale Utente. Luglio 2013 190-01472-31_0C Stampato a Taiwan Forerunner 10 Manuale Utente Luglio 2013 190-01472-31_0C Stampato a Taiwan Tutti i diritti riservati. Ai sensi delle norme sul copyright, non è consentito copiare integralmente o parzialmente il presente

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE GUIDA DELL UTENTE IN RETE Memorizza registro di stampa in rete Versione 0 ITA Definizione delle note Nella presente Guida dell'utente viene utilizzata la seguente icona: Le note spiegano come intervenire

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

1 Stampanti HP Deskjet 6500 series

1 Stampanti HP Deskjet 6500 series 1 Stampanti HP Deskjet 6500 series Per trovare la risposta a una domanda, fare clic su uno dei seguenti argomenti: HP Deskjet 6540-50 series Avvisi Funzioni speciali Introduzione Collegamento alla stampante

Dettagli

ACCREDITAMENTO EVENTI

ACCREDITAMENTO EVENTI E.C.M. Educazione Continua in Medicina ACCREDITAMENTO EVENTI Manuale utente Versione 1.5 Maggio 2015 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 4 1. Introduzione 5 2. Accesso al sistema 6 2.1

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione)

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione) CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA La consultazione della casella di posta elettronica predisposta all interno del dominio patronatosias.it può essere effettuata attraverso l utilizzo dei

Dettagli

Invio di SMS con FOCUS 10

Invio di SMS con FOCUS 10 Sommario I Sommario 1 1 2 Attivazione del servizio 1 3 Server e-service 3 4 Scheda anagrafica 4 4.1 Occhiale... pronto 7 4.2 Fornitura... LAC pronta 9 4.3 Invio SMS... da Carico diretto 10 5 Videoscrittura

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Utilizzare Swisscom TV

Utilizzare Swisscom TV Swisscom (Svizzera) SA Contact Center CH-3050 Bern www.swisscom.ch 125474 12/2010 Utilizzare Swisscom TV Panoramica delle funzioni più importanti Indice Funzioni importanti quadro generale 3 Funzione PiP

Dettagli

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0)

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0) Indice generale PREMESSA... 2 ACCESSO... 2 GESTIONE DELLE UTENZE... 3 DATI DELLA SCUOLA... 6 UTENTI...7 LISTA UTENTI... 8 CREA NUOVO UTENTE...8 ABILITAZIONI UTENTE...9 ORARI D'ACCESSO... 11 DETTAGLIO UTENTE...

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Alb@conference GO e Web Tools

Alb@conference GO e Web Tools Alb@conference GO e Web Tools Crea riunioni virtuali sempre più efficaci Strumenti Web di Alb@conference GO Guida Utente Avanzata Alb@conference GO Per partecipare ad un audioconferenza online con Alb@conference

Dettagli

Gli aggiornamenti della Guida di SKY... 6

Gli aggiornamenti della Guida di SKY... 6 G U I D A A L L U S O S O M M A R I O Benvenuti in MySKY... 4 Vista frontale e vista in prospettiva del Decoder MySKY... 4 A cosa serve questo manuale... 5 Cosa è la TV digitale satellitare... 5 Il Decoder

Dettagli

Manuale istruzioni. 01913 Cronotermostato GSM. CLIMAPHONE

Manuale istruzioni. 01913 Cronotermostato GSM. CLIMAPHONE Manuale istruzioni 01913 Cronotermostato GSM. CLIMAPHONE Spazio riservato per annotare le tre cifre del PIN dell'eventuale password di protezione. Indice Principali operazioni a cura dell'utente............................................

Dettagli

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor NetMonitor Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor Cos è NetMonitor? NetMonitor è un piccolo software per il monitoraggio dei dispositivi in rete. Permette di avere una panoramica sui dispositivi

Dettagli

IP Wireless / Wired Camera

IP Wireless / Wired Camera www.gmshopping.it IP Wireless / Wired Camera Panoramica direzionabile a distanza Questo documento è di proprietà di Ciro Fusco ( Cfu 2010 ) e protetto dalle leggi italiane sul diritto d autore (L. 633

Dettagli

Assistenza. Contenuto della confezione. Modem router Wi-Fi D6200B Guida all'installazione

Assistenza. Contenuto della confezione. Modem router Wi-Fi D6200B Guida all'installazione Assistenza Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero di serie riportato sull'etichetta del prodotto e utilizzarlo per registrare

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S.

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. All accensione del Tab e dopo l eventuale inserimento del codice PIN sarà visibile la schermata iniziale. Per configurare

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

AMICO CI SENTO. Manuale di istruzioni - Italiano

AMICO CI SENTO. Manuale di istruzioni - Italiano AMICO CI SENTO Manuale di istruzioni - Italiano 1. Per iniziare 1.1 Batteria 1.1.1 Installare la batteria Rimuovere il coperchio della batteria. Allineare i contatti dorati della batteria con i relativi

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Istruzioni sull aggiornamento per i modelli di navigazione: AVIC-F40BT, AVIC-F940BT, AVIC-F840BT e AVIC-F8430BT

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Aladino Vision, il nuovo concetto di cordless

Aladino Vision, il nuovo concetto di cordless Gentile Cliente, Ti ringraziamo per aver scelto Aladino Vision. Aladino Vision è unico, essenziale, elegante e definisce un nuovo concetto per la telefonia cordless assegnando un ruolo attivo alla stazione

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

ipod shuffle Manuale Utente

ipod shuffle Manuale Utente ipod shuffle Manuale Utente 1 Indice Capitolo 1 3 Informazioni su ipod shuffle Capitolo 2 5 Nozioni di base di ipod shuffle 5 Panoramica su ipod shuffle 6 Utilizzare i controlli di ipod shuffle 7 Collegare

Dettagli

Guida all'impostazione

Guida all'impostazione Guida all'impostazione dello scanner di rete Guida introduttiva Definizione delle impostazioni dalla pagina Web Impostazione delle password Impostazioni di base per la scansione di rete Impostazioni del

Dettagli

Manuale per l utilizzo di Orderman Sol e Sol+

Manuale per l utilizzo di Orderman Sol e Sol+ Manuale per l utilizzo di Orderman Sol e Sol+ 2010 by Orderman GmbH Bachstraße 59, 5023 Salisburgo Austria www.orderman.it Salvo errori e refusi. Non è consentita la copia - anche di estratti - senza l'autorizzazione

Dettagli

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT Web Meeting Quick Start Guide V4_IT Indice 1 INFORMAZIONI SUL PRODOTTO... 3 1.1 CONSIDERAZIONI GENERALI... 3 1.2 SISTEMI OPERATIVI SUPPORTATI E LINGUE... 3 1.3 CARATTERISTICHE... 3 2 PRENOTARE UNA CONFERENZA...

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

Nitro Reader 3 Guida per l' utente

Nitro Reader 3 Guida per l' utente Nitro Reader 3 Guida per l' utente In questa Guida per l'utente Benvenuti in Nitro Reader 3 1 Come usare questa guida 1 Trovare rapidamente le informazioni giuste 1 Per eseguire una ricerca basata su parole

Dettagli

Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser.

Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser. Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser. Se vogliamo accedere alla nostra casella di posta elettronica unipg.it senza usare un client di posta (eudora,

Dettagli

Guida alle impostazioni generali

Guida alle impostazioni generali Istruzioni per l uso Guida alle impostazioni generali 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Collegamento della macchina Impostazioni di sistema Impostazioni Copiatrice/Document server Impostazioni fax Impostazioni Stampante

Dettagli

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili 2012 NETGEAR, Inc. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte della presente pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta,

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

Manuale - TeamViewer 6.0

Manuale - TeamViewer 6.0 Manuale - TeamViewer 6.0 Revision TeamViewer 6.0 9947c Indice Indice 1 Ambito di applicazione... 1 1.1 Informazioni su TeamViewer... 1 1.2 Le nuove funzionalità della Versione 6.0... 1 1.3 Funzioni delle

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org.

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Nuovo documento Anteprima di stampa Annulla Galleria Apri Controllo ortografico Ripristina Sorgente dati Salva Controllo

Dettagli

Manuale del fax. Istruzioni per l uso

Manuale del fax. Istruzioni per l uso Istruzioni per l uso Manuale del fax 1 2 3 4 5 6 Trasmissione Impostazioni di invio Ricezione Modifica/Conferma di informazioni di comunicazione Fax via computer Appendice Prima di utilizzare il prodotto

Dettagli

Oscilloscopi serie WaveAce

Oscilloscopi serie WaveAce Oscilloscopi serie WaveAce 60 MHz 300 MHz Il collaudo facile, intelligente ed efficiente GLI STRUMENTI E LE FUNZIONI PER TUTTE LE TUE ESIGENZE DI COLLAUDO CARATTERISTICHE PRINCIPALI Banda analogica da

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

Il manuale dell utente può essere scaricato dal sito gopro.com/support GUIDA DI RIFERIMENTO RAPIDO

Il manuale dell utente può essere scaricato dal sito gopro.com/support GUIDA DI RIFERIMENTO RAPIDO Il manuale dell utente può essere scaricato dal sito gopro.com/support GUIDA DI RIFERIMENTO RAPIDO / Benvenuto Quando si utilizza la videocamera GoPro nell ambito delle normali attività quotidiane, prestare

Dettagli

Telefono Sirio lassico

Telefono Sirio lassico GUIDA USO Telefono Sirio lassico 46755H Aprile 2013 3 Indice INTRODUZIONE...1 CARATTERISTICHE TECNICHE E FUNZIONALI...1 CONTENUTO DELLA CONFEZIONE...1 INSTALLAZIONE...2 DESCRIZIONE DELL APPARECCHIO...3

Dettagli

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis Descrizione Generale Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis EOLO DAVIS rappresenta una soluzione wireless di stazione meteorologica, basata su sensoristica Davis Instruments, con possibilità di mettere

Dettagli

Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk. by Gassi Vito info@gassielettronica.com

Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk. by Gassi Vito info@gassielettronica.com Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk by Gassi Vito info@gassielettronica.com Questa breve guida pratica ci consentirà installare Zeroshell su pen drive o schede

Dettagli