GUIDA ALL INSTALLAZIONE DI NX9 PER WINDOWS

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GUIDA ALL INSTALLAZIONE DI NX9 PER WINDOWS"

Transcript

1 GUIDA ALL INSTALLAZIONE DI NX9 PER WINDOWS

2 INDICE GENERALE INTRODUZIONE 3 PIATTAFORME HW SUPPORTATE/CERTIFICATE 3 CONTENUTO DEL DVD/KIT D INSTALLAZIONE. 5 MODALITÀ DI LICENSING NX9. 6 PANORAMICA DELL INSTALLAZIONE. 10 INSTALLAZIONE NX CONSIDERAZIONI PRELIMINARI RELATIVE AL LICENSING. 11 JRE 12 VERIFICA DEL FILESYSTEM E DELLO SPAZIO RICHIESTO. 13 VERIFICA COMUNICAZIONE TRA SERVER E CLIENT 14 IMPIEGO CHIAVE HW SENTINEL 16 PROCEDURA GUIDATA D INSTALLAZIONE 17 PROCEDURA D INSTALLAZIONE SILENT /AUTOMATICA 23 ESECUZIONE NX 9.0, VERIFICHE POST-INSTALLAZIONE. 27 2

3 INTRODUZIONE Questo documento fornisce le indicazioni di massima per l installazione e l esecuzione di NX 9.0 su PC dotati di SO Windows 7 a 64-bit. A partire dalla 9.0 NX non è più disponibile su piattaforma Windows a 32-bit. Per una verifica delle piattaforme supportate, tra cui figura anche Windows 8, raccomandiamo i clienti di consultare la documentazione (Note di release) fornite con il DVD/kit d installazione e, soprattutto, il seguente foglio Excel disponibile on-line sul nostro sito di supporto e che viene periodicamente aggiornato: cation.xls PIATTAFORME HW SUPPORTATE/CERTIFICATE Per le informazioni di dettaglio riguardo i PC ufficialmente supportati da NX 9.0 raccomandiamo i clienti di consultare periodicamente il seguente documento Excel disponibile sul sito di supporto del GTAC: > Hardware and Software Certifications > Hardware (Graphics Card) Certifications. 3

4 La consultazione periodica di questo foglio Excel è importante anche per stabilire l adeguatezza del driver della scheda grafica in uso: sono là elencate le schede grafiche supportate (per i modelli riportati nello sheet Supported Systems ) ed i relativi driver al momento certificati e testati da Siemens PLM (e dagli HW vendor). 4

5 CONTENUTO DEL DVD/KIT D INSTALLAZIONE NX 9.0 viene fornito in genere su un DVD d installazione, ma può essere comunque scaricato dai clienti dal nostro sito ftp, previo accesso tramite account utente registrato, dal seguente link: https://download.industrysoftware.automation.siemens.com/download.php/ug/win6 4/nx bit.zip L installazione su client avviene tipicamente dal DVD medesimo, oppure il suo contenuto (analogamente se si scarica il kit d installazione) viene copiato su una cartella temporanea locale oppure in rete su cartella condivisa. L applicazione può poi essere installata localmente (nella maggior parte dei casi è cosi ed è certamente raccomandabile per garantire maggiore velocità) oppure centralizzata e condivisa su un unità di rete. Sia che si utilizzi il DVD sia che si operi sull archivio scaricato e scompattato il contenuto del kit d installazione sarà il seguente: File README.TXT Cartella docs Cartella nx090 SPLMLicenseServer_ v6.1.1.exe Fornisce una breve descrizione introduttiva sul contenuto del supporto/kit d installazione, oltre alle info principali sulla major release ed altre indicazioni di massima. Contiene le guide (in inglese) d installazione dell applicazione e del gestore Flexlm Siemens, le note di release ed un elenco dei PR fissati in NX9.0. E la cartella principale del kit d installazione, contiene i pacchetti base, quelli opzionali ed i traslatori Eseguibile d installazione del gestore Flexlm Siemens a cui è richiesto l upgrade nel caso cui quello installato fosse di versione precedente. E richiesto solo ed esclusivamente nel caso in cui la licenza fosse di tipo floating, il gestore va installato sulla macchina che farà da server di licenza. 5

6 Nota: la documentazione di NX(l help on line) viene distribuito su altro supporto/kit che richieda un installazione a parte e che va fatta dopo aver installato il sw di base. Se il lettore DVD non fosse predisposto per l autorun dovrete lanciare manualmente l eseguibile Launch.exe evidenziato nello screenshot riportato a pag. 5. MODALITÀ DI LICENSING NX9 NX9 supporta due modalità distinte di licensing: 1. Il client NX9 preleva la licenza di Nx da un license server (che può essere fisico o virtuale) che monta il gestore Flexlm di Siemens, obbligatoriamente aggiornato a quello presente nel kit/dvd della 9.0; lo scenario tipico è quello di due macchine distinte (una che fa da server di licenza ed una o più macchine come client NX), ma è perfettamente lecito che il gestore Flexlm sia installato sulla medesima macchina su cui è installata e viene lanciata l applicazione NX; in questi casi comunque si parla di licenza floating (flottante); per riconoscere tale tipo di licenza di cui disponete potete aprire con un editor di testo il file di licenza, che dovrebbe avere una struttura tipica come quella riportata di seguito (tralasciamo la porzione iniziale commentata, prefissata da cancelletti, corrispondente ai dati del cliente e la parte finale, contenente la distinta dei moduli licenziati ; ovviamente nel vostro caso i moduli licenziati riportati nei PACKAGE/INCREMENT potrebbero essere totalmente diversi da quelli di questo esempio campione). SERVER YourHostname COMPOSITE=02D8B6F1254D VENDOR ugslmd PACKAGE NX11110 PACKAGE NX13300N INCREMENT NX11110 INCREMENT ADVDES 6

7 FEATURE server_id ugslmd 28.0 permanent Mettiamo in evidenza solo le prime due righe, che sono quelle rilevanti: Quella contenente la parola chiave SERVER, dove va riportato accanto (al posto della generica dicitura YourHostname) il nome del server host (il nome della macchina che fa da server di licenza come risulta da SO), a cui dovrà corrispondere il cosiddetto Composite Host ID (aka Composite o semplicemente CID), rilevabile lanciando l applicazione getcid.exe (manualmente o da interfaccia grafica) e che cablato da Siemens nel campocomposite= La riga VENDOR ugslmd, presente come la precedente solo nel caso di licenza floating; questa riga, a parte la possibilità di potere cablare una seconda porta statica per la comunicazione del vendor daemon ugslmd.exe, è invariante ed è sempre presente nel caso di licenza flottante. In questi casi perché i client NX9 possano avviarsi sarà necessario verificare (ad installazione client NX9 completata) che siano definite correttamente le seguenti variabili di SO: SPLM_LICENSE_SERVER: questa variabile di sistema deve risultare impostata a dove <porta> indica la porta TCP/IP (default la porta 28000) riportata al fondo della riga SERVER nel file di licenza (che si può, secondo necessità, impostare anche ad altra porta, tipicamente nel range ) e <nome_server> rappresenta il nome dell host che fa da server, come riportato nella riga SERVER nel file di licenza dunque p.es. (il nome del server NON è case-sensitive, non fa differenza maiuscolo/minuscolo). 7

8 UGS_LICENSE_BUNDLE: questa variabile utente, che è opzionale e si può usare in alternativa nel caso non si voglia utilizzare il tool ad interfaccia grafica che va a scrivere una specifica chiave nel registry di SO (vedi quanto riportato a pag. 33), va impostata al/i bundle(s) di licenza che ci si vuole allocare; dunque questa impostazione è indispensabile solo per chi (si tratta della maggior parte dei casi) dispone di moduli di licenza raggruppati nei cosiddetti bundle (nomi tipici di bundle: ADVDES, NX11110, NX13300N etc etc); ricordarsi che ci si può preallocare al max. fino a 2 bundle alla volta (separati da punto e virgola) Nota: la licenza flottante rilasciata per NX9.0, montata su gestore flexlm aggiornato, consente di lanciare sui client tutte le versioni di NX dalla 9.0 fino alla 5.0: in altre parole, la licenza NX9 è retrocompatibile fino alla 5.0; per le versioni pre-nx5 (NX4.0 e precedenti) è indispensabile mantenere installato ed attivo un gestore flexlm della 4.0 assieme alla sua licenza (gestore vecchio e nuovo possono girare sul medesimo server); ricordiamo infine che per le licenze pre-nx9 la variabile che punta il gestore di licenza è nominataugs_license_server e che questa deve, nel caso di versioni multiple installate (9 e precedenti) essere valorizzata esattamente come lasplm_license_server. 2. Il client NX9 acquisisce la licenza direttamente da un file di licenza di tipo nodelocked: in questo caso si parla di licenza standalone nodelocked e si 8

9 tratta di uno scenario che non richiede la presenza di un server di licenza perché il file di licenza risulterà associato direttamente ad un n.ro di chiave Hardware (la cosiddetta chiave Sentinel, fornita da Siemens PLM, da montare direttamente sulla macchina client previa installazione dei driver) oppure al mac address (indirizzo fisico) di una scheda di rete presente sul client medesimo; questo tipo di licenza si distingue per la mancanza nel file di licenza delle due righe con le parole chiave SERVER e VENDOR e perché tipicamente al posto delle sezioni intestate con la parola chiave INCREMENT sarà presente sempre la parola chiave FEATURE, dunque p.es.: PACKAGE NX11110 PACKAGE NX13300N FETURE NX11110 HOSTID= FEATURE ADVDES HOSTID= FEATURE server_id ugslmd 28.0 permanent In pratica riconoscerete la presenza del n.ro di chiave HW Sentinel (come HOSTID=UG_HWKEY_ID= ) o del mac address (comehostid= ) direttamente nelle sezioni FEATURE del file licenza, corrispondenti ai vari bundle/moduli licenziati. La particolarità della licenza nodelocked standalone è che NX sarà attivabile solo sulla macchina medesima su cui è montata la chiave HW Sentinel (in questo caso però basta spostare su altro client la chiave HW per poter lanciare liberamente NX9 su macchine diverse, anche se non contemporaneamente) o corrispondente a quello specifico mac address registrato nel file di licenza. Nel caso di licenza standalone nodelocked delle variabili citate in precedenza, SPLM_LICENSE_SERVER eugs_license_bundle, l unica variazione riguarderà la prima, SPLM_LICENSE_SERVER dovrà puntare a percorso e nome completi del file di licenza: p.es. nel caso aveste 9

10 copiato in una cartella licenze_nx sotto a discoc il file di licenza rinominato adnx.lic: SPLM_LICENSE_SERVER=C:\licenze_nx\nx.lic Nota: la licenza nodelocked standalone rilasciata per NX9.0 è retrocompatibile con NX fino alla 5.0 solo se associata a mac address del client; nel caso di licenza associata a chiave Sentinel ricordiamo che la tale tipologia è compatibile con i SO Windows a 64 bit solo dalla versione 8.5, tutte le versioni precedenti (8.0 e precedenti fino alla 5.0) supportano la chiave HW Sentinel solo nel caso di client NX che girano su SO Windows a 32 bit (in altre parole, la chiave HW non è utilizzabile per licenza nodelocked su SO Win64 se non a partire dalla 8.5). Per approfondimenti raccomandiamo di consultare i file seguenti (in inglese): SPLMLicensing_user_guide.pdf e SPLM_Licensing_Install.pdf presenti nel folder docs del kit d installazione PANORAMICA DELL INSTALLAZIONE In pratica l installazione richiede che: 1. Ci si colleghi sulla macchina con un account che abbia tutti i privilegi amministrativi (non è necessario che sia l amministratore propriamente detto, può anche essere p.es. un utente di dominio che faccia parte del 10

11 gruppo degli Amministratori della macchina), per poter eseguire le attività amministrative e di configurazione del client; in alternativa, per la sola installazione di NX, si può lanciare l eseguibile d installazione come amministratore. 2. Si facciano alcune semplici verifiche preliminari (che comunque si possono fare in genere anche post-installazione). 3. Si installi il gestore Flexlm di Siemens (solo nel caso di licenza di tipo floating e solo sull host che farà da server di licenza) aggiornato per la versione Si provveda a lanciare l eseguibile di installazione, in genere seguendo il wizard (in alternativa eseguendo un installazione silent non presidiata ). INSTALLAZIONE NX 9.0 Di seguito sono riportate alcune considerazioni e verifiche preliminari, già in parte accennate, assieme agli step propriamente detti per poter effettuare correttamente l installazione tramite la procedura guidata di default, al termine faremo cenno all installazione silent/automatica. CONSIDERAZIONI PRELIMINARI RELATIVE AL LICENSING Come già accennato nel paragrafo dedicato alle modalità di licensing (pag. 6) occorre tenere presente che il client su cui si va ad installare NX (l applicazione propriamente detta) necessità della presenza e dell installazione del gestore di licenza solo ed esclusivamente nel caso in cui si disponga di licenza floating/flottante rilasciata/associata al Composite Host ID di quella macchina, che sarà pertanto destinta ad operare sia da server (di licenze) sia da client NX. Per ricapitolare, l installazione preliminare del gestore Flexlm è richiesta se: La macchina locale opererà da license server per una licenza flottante (con q.tà singola o multipla) che dovrà distribuire le licenze ai client NX, compresa sé stessa. L installazione preliminare del gestore Flexlm NON è richiesta se: La macchina locale è un client NX puro che sfrutta/aggancia le licenze distribuite da un altra macchina che fa da server (in genere presente nelle medesima LAN). La macchina locale sfrutta una licenza standalone nodelocked associata a chiave HW Sentinel (che deve essere presente e montata sulla porta usb) oppure al mac address di un dispositivo di rete montato sulla macchina. Informazioni di dettaglio su installazione e configurazione del gestore Flexlm Siemens sono riportate nei 2 documenti pdf presenti nel kit d installazione, i file SPLMLicensing_user_guide.pdf e SPLM_Licensing_Install.pdf. 11

12 JRE A differenza delle precedenti versioni di NX in NX9 (in realtà questo succede già dalla versione 8.5) il cosiddetto Java Runtime Envoronment non è più presente embedded in NX, dunque è richiesta la sua installazione per potere sfruttare alcune delle funzionalità del sw, p.es. i traslatori esterni, il Relations Browser e tutte le altre funzionalità menzionate nell documentazione NX9 Release Notes, sotto a NX9 System Information > Platforms > Operating systems requirements > Considerations and caveats > Java Runtime Environment. Raccomandiamo di verificare direttamente sul sito Java, in particolare sotto a dovrebbe essere presente il più recente JRE 7 update 67 (alla data rilascio prima stesura di questo documento). 12

13 E opportuno, su SO Win a 64 bit, scaricare ed installare entrambe le versioni a 32 e 64 bit, anche se lato applicativo la versione che verrà sfruttata sarà quella a 64 bit (la versione a 32 bit serve al browser internet, tipicamente a 32 bit, con cui p.es. si consulta l help on line). L installazione di JRE, se non già presente, può essere anche effettuata dopo aver installato NX9. Completata l installazione di JRE ed una volta completata anche l installazione di NX9, istruire NX9 in modo che possa sfruttare il JRE locale: questo viene indirizzato tramite una variabile di configurazione NX che è preferibile impostare nel file di configurazione ugii_env.dat; la variabile si chiama UGII_JAVA_HOME e va fatta puntare al path completo della cartella principale dove è stato installato JRE a 64 bit, di default la cartella C:\Programmi\Java\jre7 o C:\Program files\java\jre7 (racchiudere il path tra doppi apici è obbligatorio solo nel caso di nomi cartelle contenti spazi). Più in generale andrete ad impostare questa variabile nel vostro file di configurazione dell ambiente NX personalizzato, tipicamente il file ugii_env.dat che risulterà spesso centralizzato e condiviso tra i vari client tramite variabile di SO UGII_ENV_FILE; nell esempio riportato sopra si è fatto invece riferimento al file ugii_env.dat locale letto di default e presente nella sottocartella UGII dell installazione NX; l ulteriore alternativa, non raccomandata, è quello di definireugii_java_home come normale variabile di sistema operativo (come si fa p.es. per la SPLM_LICENSE_SERVER), in questo caso ricordarsi di non utilizzare MAI i doppi apici per racchiudere il path. VERIFICA DEL FILESYSTEM DELLO SPAZIO RICHIESTO 13

14 Anche se Windows 7 è ancora in grado di supportare il vecchio filesystem denominato FAT ormai tutti i moderni SO operativi Windows utilizzano da tempo il ben più efficiente NTFS: NX9.0 per Windows in particolare può essere installato solo su una partizione NTFS. Un installazione locale completa di NX 9.0 richiede fino all incirca 9,5 GB, valore che sale a 14 GB se si installa anche tutta la documentazione; l installer interattivo si occuperà di segnalarvi lo spazio richiesto in base all installazione che andrete a fare, verificando così se tale spazio sia realmente disponibile. VERIFICA COMUNICAZIONE TRA SERVER CLIENT Nel caso di licenza floating client NX e server Flexlm devono poter comunicare tramite le due porte TCP/IP utilizzate dal gestore flexlm e relativo vendor daemon ugslmd.exe. Le verifiche che raccomandiamo di fare (anche dopo aver installato NX e specie se ci sono difficoltà a lanciare NX 9.0 dal client per problemi di licensing) sono: Aprire shell DOS (prompt dei comandi) eseguendo il comando cmd da menu start e digitare il comando ping <nome_server> e verificare la raggiungibilità del server da parte del client. Dalla shell DOS lanciare un comando di telnet, telnet <nome_server> <nro_porta> (dare Invio per eseguirlo). 14

15 Verificare che il server risponda con cursore intermittente e senza dare errori. Il comando sarebbe poi da ripetere anche per l eventuale 2^ porta statica (opzionale) utilizzata dal vendor daemon ugslmd e che va indicata e predisposta nel file di licenza (su server) nella riga VENDOR uglsmd del file medesimo (p.es.vendor uglsmd PORT=28010 nel caso si fosse scelto di utilizzare la porta come 2^ porta TCP/IP, di default assegnata dinamicamente dal gestore Flexlm). Disabilitare il servizio legato al Windows Firewall (che tende ad intercettare e bloccare le comunicazioni sulle porte TCP/IP) o, in alternativa, imporre opportune eccezioni (consultare la documentazione/help del firewall per info al riguardo) in modo che il firewall consenta libera comunicazione sulle porte preposte (una è la di default) ed agli eseguibili lmgrd.exe ed ugslmd.exe; le stesse considerazioni valgono per ogni altro tipo di firewall e riguardano sia il client sia il server. Riguardo alla disabilitazione del Windows Firewall: si deve operare dal pannello dei Servizi di Win7, individuare nella lista il Windows Firewall ed editarne le Proprietà in modo da spegnerlo e disabilitarne l avvio automatico (dunque premere Stop/Arresta e poi nel tipo avvio mettere Disabled/Disabilitato/Disattivato). 15

16 IMPIEGO CHIAVE HW SENTINEL Se disponete di una licenza nodelocked standalone rilasciata su chiave HW Sentinel (fornita da Siemens) suggeriamo di installare NX9.0 e poi, ad installazione completata e senza aver infilato ancora la chiave nella porta usb, andare ad installare il relativo driver che troverete nella sottocartella UGFLEXLM della cartella principale dove avrete installato NX9.0. Solo una volta installato il driver infilerete la chiave nella porta USB e procederete al riconoscimento automatico da parte del sistema operativo (che deve utilizzare il driver appena installato). 16

17 PROCEDURA GUIDATA D INSTALLAZIONE 1. Come già accennato è opportuno loggarsi come amministratore o, equivalentemente, come utente che abbia pieni diritti amministrativi sulla macchina; solo come ultima possibilità provare a lanciare l eseguibile Launch.exe dal kit/dvd d installazione eseguendolo al volo come amministratore. A meno che non si usi un DVD e sia attivo l autorun eseguire dunque manualmente Launch.exe. 2. Selezionare Install NX. 3. Selezionare la lingua utilizzata per l installer: ricordiamo che questa scelta non riguarda la lingua dei menu di NX, la quale invece dipende solo ed esclusivamente da una scelta successiva (vedi step 8 a pag. 21) e dalla conseguente variabile di sistema (che verrà impostata dall installazione NX9 e che potrà essere modificata a 17

18 piacere in qualunque momento) UGII_LANG. Nel seguito ci riferiremo ad un installazione standard eseguita scegliendo l italiano proposto di default a chi usa un SO Win in italiano, perciò le finestre successive riporteranno messaggi in italiano. 4. Cliccare su Avanti per avanzare (idem negli step successivi a questo, una volta che avrete effettuato la scelta/impostazione opportuna). 18

19 5. In questa schermata selezionare Completa per un installazione standard completa di tutti i moduli (sconsigliamo, casi particolari a parte, di utilizzare la modalità Personalizzata). Ricordiamo brevemente il significato delle 3 modalità proposte. anche se come detto nella gran parte dei casi le installazioni saranno locali e complete, dunque effettuate con modalità Completa. Completa: verranno installati sull unità/partizione desiderata tutti i moduli dell applicazione (al di là del licensing di cui si dispone). Personalizzata: l utente sarà in grado di selezionare le singole cartelle dei vari moduli applicativi di cui si compone NX; come detto è una modalità sconsigliata, da utilizzarsi solo nei casi in cui si intenda risparmiare spazio su disco ed in cui si sappia con certezza a quali cartelle sia possibile rinunciare (di fatti è una modalità utilizzabile in rari casi, p.es. può essere utilizzata vantaggiosamente da chi deve usare solo il cosiddetto NX Viewer/Visualizzatore NX, il quale richiede una minima installazione, così da risparmiare tempo e spazio). Unità mappata: in questo caso si istruisce l installer a creare in locale unicamente dei link ad un installazione centralizzata/condivisa (che deve già essere presente e disponibile sull unità remota). 19

20 6. Confermare o modificare la cartella d installazione dell installazione Completa (o Personalizzata). 7. Definire il puntamento a (nel caso di licenza flottante su server) oppure indicare (è possibile utilizzare Sfoglia per navigare nel filesystem) path e nome completo del file di licenza locale (nel caso di licenza nodelocked standalone). Questa scelta comporterà la creazione della già menzionata variabile di sistema operativo SPLM_LICENSE_SERVER, che potrà essere sempre corretta/modificata successivamente. 20

21 8. Selezionare la lingua dell applicativo, cioè la lingua in cui verranno mostrati i menù di NX: sottolineiamo che questa scelta potrà essere modificata in ogni momento a posteriori, cambiando opportunamente la variabile di sistema operativo UGII_LANG (=italian per l italiano, =english per l inglese, =french per il francese, etc etc); dunque un eventuale scelta errata non avrà nessuna conseguenza e per la correzione non sarà necessario reinstallare (basterà modificare la variabile menzionata). 21

22 9. Rivedere le scelte compiute (eventualmente tornare indietro per modificarle) e procedere con Installa. 10. Attendete pazientemente il termine dell installazione; chiudere con Fine ed uscire con Exit dalla maschera principale dell installer. 22

23 PROCEDURA D INSTALLAZIONE SILENT /AUTOMATICA L installazione di NX 9.0 può avvenire anche in modalità non interattiva, ovvero non presidiata e in cui non è richiesta nessuna azione/scelta da parte di chi installa, lanciando uno script (un file batch tipicamente) nel quale sia presente l opportuna stringa di comando. Questa modalità è utile soprattutto (se non esclusivamente) nel caso di installazioni multiple su parecchi client, tipicamente a carico di amministratori di sistema che abbiano le opportune conoscenze sistemistiche e che abbiano individuato una modalità di installazione standard da effettuare a tappeto. 23

24 L installazione avviene sfruttando un tool standard del SO Windows, l eseguibile msiexec.exe, a cui dovranno essere passate come argomenti le opportune opzioni. Alcune delle opzioni più comunemente usate: /h - msiexec help, fornisce una lista delle opzioni supportate di default da msiexec. /q - imposta il livello di interazione con l utente; /qn+ indica nessuna finestra di dialogo a parte il messaggio finale di conferma install done / installazione completata (si tratta dell opzione raccomandata); /qn forza un installazione completamente silent senza finestre di dialogo o conferma alcuna; con quest ultima opzione non vi sarà alcuna conferma visibile del completamento dell installazione, potrete solo utilizzare p.es. il task manager di Windows per verificare quando il processo msiexec.exe non sarà più attivo e presente e dunque capire così che l installazione è di fatti terminata. /L - forza la creazione di un file di log ed il livello dei messaggi da salvare nel file di log: p.es.msiexec /L*v "logfile" forzerà il massimo livello di messaggistica e di diagnostica nel file di log; consultare l help di msiexec per verificare tutte le opzioni legate ai messaggi di log. /i è la fondamentale opzione che consente di specificare il file.msi per l installazione (p.es., msiexec.exe /i "Siemens NX 9.0.msi"); tipicamente il kit.msi d installazione va indicato tra doppi apici e si può anche (nel caso non risieda nella cartella da dove si lancia l installazione silent) indicare il path completo al file.msi. /x duale del precedente, è l opzione che consente di specificare il file.msi per la disinstallazione (p.es.,msiexec.exe /x "Siemens NX 9.0.msi"). Passiamo alle opzioni specifiche dell installazione NX. ADDLOCAL - questa opzione serve a selezionare i moduli da installare; se non specificato il default corrisponderà ad ADDLOCAL="UGII,INSTALL"; ADDLOCAL=all invece corrisponde esattamente all installazione Completa/Typical che è quella raccomandata ed a cui abbiamo già fatto riferimento per la procedura guidata; ADDLOCAL=MAPPED_DRIVE corrisponde infine all installazione su Unità Mappata centralizzata. L eventuale lista custom/personalizzata dei moduli da installare va indicata tra doppi apici, come indicato sopra per ADDLOCAL="UGII,INSTALL", separando i nomi con una virgola; i nomi sono i medesimi riportati nel caso di un installazione guidata Personalizzata. SETUPTYPE questa opzione va impostata a typical (equivale a Completa), custom (equivale a Personalizzata) o mapped (equivale ad Unità mappata). Il valore da associare a SETUPTYPE deve corrispondere per analogia a quanto impostato per l opzione precedente ADDLOCAL, dunque se specificate ADDLOCAL=all dovrete impostare SETUPTYPE=typical, se specificare ADDLOCAL=MAPPED_DRIVE dovrete impostare SETUPTYPE=mapped; ovviamente nel caso di installazione con 24

25 ADDLOCAL="lista_moduli_da installare" utilizzerete SETUPTYPE=custom. Il default di questa opzione è typical (dunque in quel caso può anche essere omesso). LICENSESERVER - quest opzione serve ad indicare il license server (per floating) o il file di licenza (per standalone nodelocked) da cui il client preleverà le licenze; il default corrisponderà alla variabile di sistema SPLM_LICENSE_SERVER (se già settata manualmente o da installazione precedente) o a dove <localhost> è il nome della macchina client su cui si sta installando NX; in ogni caso quest opzione andrà a forzare la variabile di sistema operativo menzionata. LANGUAGE - questa proprietà forza la lingua dell interfaccia utente NX, ovvero la lingua dei menù; come già discusso questo corrisponderà al valore imposto alla variabile di sistema operativo UGII_LANG; i valori validi, ovvero le lingue disponibili in NX, sono: german, french, spanish, english, italian, japanese, korean, russian, simpl_chinese, trad_chinese, braz_portuguese e polish. Il default è english. Ribadiamo ancora una volta che si tratta di una semplice variabile di sistema operativo che l utente avrà sempre la facoltà di modificare a suo piacimento. INSTALLDIR quest opzione serve ad indicare all installer la cartella dove va installato NX; se non specificato vale il default a C:\Programmi\Siemens\NX 9.0 (per SO in italiano) o C:\Program files\siemens\nx 9.0 (per SO in inglese); nel caso di installazione da Unità mappata (ADDLOCAL=MAPPED_DRIVE + SETUPTYPE=mapped) si deve indicare il percorso di rete dove è già installato NX 9.0. Facciamo degli esempi per una serie di casi tipici che chiariranno le opzioni disponibili, premettendo che quanto indicato di seguito va sempre riportato in un unica riga di comando (in questo documento compaiono su più righe), dunque quando utilizzarete uno di questi esempi provvedete a digitare manualmente il comando nello script senza fare copia/incolla. msiexec.exe /qn /i "Siemens NX 9.0.msi" ADDLOCAL=MAPPED_DRIVE SETUPTYPE=mapped LANGUAGE=french INSTALLDIR="F:\Program Files\Siemens\NX 9.0" In questo caso si va ad installare localmente NX 9.0 agganciandolo da un unità di rete (l INSTALLDIR su F:\Program Files\Siemens\NX 9.0), dunque creando localmente solo dei link a quest installazione centralizzata; l opzione /qn imposta la totale assenza di interattività e feedback da parte dell installer (controllare quando termina il processo msiexec.exe nel task manger per determinare il completamento dell installazione); infine l installazione locale imposterà la lingua dell interfaccia NX su francese. 25

26 msiexec.exe /qn /i "Siemens NX 9.0.msi" ADDLOCAL="UGII,NXPLOT,ADMIN" SETUPTYPE=custom INSTALLDIR="D:\Program Files\Siemens\NX 9.0" In questo caso si va ad installare localmente NX 9.0 su unità D:, nella cartella specificata da INSTALLDIR, in modalità totalmente silent (come nell esempio precedente a causa dell opzione /qn) ma custom/personalizzata, ovvero installando solo i kit/moduli corrispondenti ad UGII, NXPLOT ed ADMIN; la lingua dell applicativo sarà di default impostata (se non già settata in precedenza) ad inglese/english mentre il server di licenza sarà l host nominato xyz e risponderà sulla porta principale TCP/IP msiexec.exe /qn+ /L*v c:\temp\install.log /i "Siemens NX 9.0.msi" ADDLOCAL=all INSTALLDIR="C:\Programmi\Siemens\NX 9.0 In questo caso si è scelto di fare un installazione silent/automatica locale e completa (corrispondente alla Typical/Completa della procedura guidata) sulla cartella C:\Programmi\Siemens\NX 9.0, senza forzare una lingua applicativo (dunque al primo lancio sarà in inglese in quanto di defaultugii_lang=english), ma forzando la creazione di un file di log (c:\temp\install.log) con il livello di verbosità massimo; notare anche che è stata di nuovo forzata l impostazione della variabile di sistema operativo SPLM_LICENSE_SERVER a (dunque server xyz su porta standard 28000). In tutti gli esempi fatti il kit d installazione Siemens NX 9.0.msi (presente nella sottocartella \nx090 del kit/dvd d installazione di NX 9.0) deve essere presente (assieme agli altri file della medesima cartella) nella cartella da dove si lancia lo script, ma come detto è possibile riportare esplicitamente il path completo (locale o di rete), p.es.: /i "X:\kit_install\NX9\nx090\Siemens NX 9.0.msi" 26

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento minilector/usb minilector/usb...1 Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento...1 1. La segnalazione luminosa (led) su minilector lampeggia?... 1 2. Inserendo una smartcard il led si accende

Dettagli

explorer 2 Manuale dell Installatore e Technical Reference Ver. 2.2.6 del 14 Dicembre 2012

explorer 2 Manuale dell Installatore e Technical Reference Ver. 2.2.6 del 14 Dicembre 2012 explorer 2 Manuale dell Installatore e Technical Reference Ver. 2.2.6 del 14 Dicembre 2012 1 Indice 1. Descrizione del sistema e Requisiti hardware e software per l installazione... 4 1.1 Descrizione del

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Disabilitare lo User Account Control

Disabilitare lo User Account Control Disabilitare lo User Account Control Come ottenere i privilegi di sistema su Windows 7 1s 2s 1. Cenni Generali Disabilitare il Controllo Account Utente (UAC) Win 7 1.1 Dove può essere applicato questo

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Manuale utente Data ultima revisione: 22/10/2008 Fondamenti di informatica Università Facoltà Corso di laurea Politecnico di Bari 1 a Facoltà di

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Virtualizzazione e installazione Linux

Virtualizzazione e installazione Linux Virtualizzazione e installazione Linux Federico De Meo, Davide Quaglia, Simone Bronuzzi Lo scopo di questa esercitazione è quello di introdurre il concetto di virtualizzazione, di creare un ambiente virtuale

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Progettisti dentro e oltre l impresa MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Pag 1 di 31 INTRODUZIONE Questo documento ha lo scopo di illustrare le modalità di installazione e configurazione dell

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

Manuale di installazione e d uso

Manuale di installazione e d uso Manuale di installazione e d uso 1 Indice Installazione del POS pag. 2 Funzionalità di Base - POS Sagem - Accesso Operatore pag. 2 - Leggere una Card/braccialetto Cliente con il lettore di prossimità TeliumPass

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key.

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key. 1 Indice 1 Indice... 2 2 Informazioni sul documento... 3 2.1 Scopo del documento... 3 3 Caratteristiche del dispositivo... 3 3.1 Prerequisiti... 3 4 Installazione della smart card... 4 5 Avvio di Aruba

Dettagli

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione)

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione) CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA La consultazione della casella di posta elettronica predisposta all interno del dominio patronatosias.it può essere effettuata attraverso l utilizzo dei

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company Manuale di installazione Data Protector Express Hewlett-Packard Company ii Manuale di installazione di Data Protector Express. Copyright Marchi Copyright 2005 Hewlett-Packard Limited. Ottobre 2005 Numero

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS)

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) EZChrom Edition e ChemStation Edition Requisiti hardware e software Agilent Technologies Informazioni legali Agilent Technologies, Inc. 2013 Nessuna parte

Dettagli

Manuale installazione DiKe Util

Manuale installazione DiKe Util Manuale installazione DiKe Util Andare sul sito Internet: www.firma.infocert.it Cliccare su software nella sezione rossa INSTALLAZIONE: comparirà la seguente pagina 1 Selezionare, nel menu di sinistra,

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

ASTA IN GRIGLIA PRO. COSA PERMETTE DI FARE (per ora) Asta In Griglia PRO:

ASTA IN GRIGLIA PRO. COSA PERMETTE DI FARE (per ora) Asta In Griglia PRO: ASTA IN GRIGLIA PRO Asta in Griglia PRO è un software creato per aiutare il venditore Ebay nella fase di post-vendita, da quando l inserzione finisce con una vendita fino alla spedizione. Il programma

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

Problema: al momento dell autenticazione si riceve il messaggio Certificato digitale non ricevuto Possibili cause: 1) La smart card non è una CNS e

Problema: al momento dell autenticazione si riceve il messaggio Certificato digitale non ricevuto Possibili cause: 1) La smart card non è una CNS e Problema: al momento dell autenticazione si riceve il messaggio Certificato digitale non ricevuto Possibili cause: 1) La smart card non è una CNS e non contiene il certificato di autenticazione: è necessario

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

Porta di Accesso versione 5.0.12

Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 1 di 22 Controlli da effettuare in seguito al verificarsi di ERRORE 10 nell utilizzo di XML SAIA Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 2 di 22 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. VERIFICHE DA ESEGUIRE...3

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT)

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT) Wi-Fi Amantea Il Comune di Amantea offre a cittadini e turisti la connessione gratuita tramite tecnologia wi-fi. Il progetto inserisce Amantea nella rete wi-fi Guglielmo ( www.guglielmo.biz), già attivo

Dettagli

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT Web Meeting Quick Start Guide V4_IT Indice 1 INFORMAZIONI SUL PRODOTTO... 3 1.1 CONSIDERAZIONI GENERALI... 3 1.2 SISTEMI OPERATIVI SUPPORTATI E LINGUE... 3 1.3 CARATTERISTICHE... 3 2 PRENOTARE UNA CONFERENZA...

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

DEFT Zero Guida Rapida

DEFT Zero Guida Rapida DEFT Zero Guida Rapida Indice Indice... 1 Premessa... 1 Modalità di avvio... 1 1) GUI mode, RAM preload... 2 2) GUI mode... 2 3) Text mode... 2 Modalità di mount dei dispositivi... 3 Mount di dispositivi

Dettagli

Simplex Gestione Hotel

Simplex Gestione Hotel Simplex Gestione Hotel Revisione documento 01-2012 Questo documento contiene le istruzioni per l'utilizzo del software Simplex Gestione Hotel. E' consentita la riproduzione e la distribuzione da parte

Dettagli

Alb@conference GO e Web Tools

Alb@conference GO e Web Tools Alb@conference GO e Web Tools Crea riunioni virtuali sempre più efficaci Strumenti Web di Alb@conference GO Guida Utente Avanzata Alb@conference GO Per partecipare ad un audioconferenza online con Alb@conference

Dettagli

Installazione LINUX 10.0

Installazione LINUX 10.0 Installazione LINUX 10.0 1 Principali passi Prima di iniziare con l'installazione è necessario entrare nel menu di configurazione del PC (F2 durante lo start-up) e selezionare nel menu di set-up il boot

Dettagli

Progetto VirtualCED Clustered

Progetto VirtualCED Clustered Progetto VirtualCED Clustered Un passo indietro Il progetto VirtualCED, descritto in un precedente articolo 1, è ormai stato implementato con successo. Riassumendo brevemente, si tratta di un progetto

Dettagli

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Alex Gotev 1 Contenuti Che cos'è Puppy Linux? Come posso averlo? Come si avvia? Che programmi include? Installazione su Chiavetta USB Domande

Dettagli

1. FileZilla: installazione

1. FileZilla: installazione 1. FileZilla: installazione Dopo aver scaricato e salvato (sezione Download >Software Open Source > Internet/Reti > FileZilla_3.0.4.1_win32- setup.exe) l installer del nostro client FTP sul proprio computer

Dettagli

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) Ver. 1.0 (marzo 2009) ultimo aggiornamento aprile 2009 Easy Peasy è una distribuzione

Dettagli

MANUALE DOS INTRODUZIONE

MANUALE DOS INTRODUZIONE MANUALE DOS INTRODUZIONE Il DOS è il vecchio sistema operativo, che fino a qualche anno fa era il più diffuso sui PC, prima dell avvento di Windows 95 e successori. Le caratteristiche principali di questo

Dettagli

> MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE

> MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE > MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE WorkNC V21 multicore 64 bits : Benefici di WorkNC Aumento generale della produttività, grazie alle nuove tecnologie multi-core, 64 bit e Windows 7 Calcolo di

Dettagli

Meetecho s.r.l. Web Conferencing and Collaboration tools. Guida all installazione e all uso di Meetecho beta

Meetecho s.r.l. Web Conferencing and Collaboration tools. Guida all installazione e all uso di Meetecho beta Web Conferencing and Collaboration tools Passo 1: registrazione presso il sito Accedere al sito www.meetecho.com e registrarsi tramite l apposito form presente nella sezione Reserved Area. In fase di registrazione

Dettagli

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA STRUMENTI DI GESTIONE BIBLIOGRAFICA I software di gestione bibliografica permettono di raccogliere, catalogare e organizzare diverse tipologie di materiali, prendere appunti, formattare

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Guida all'installazione di SLPct Manuale utente Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Premessa Il redattore di atti giuridici esterno SLpct è stato implementato da Regione

Dettagli

Guida pratica di base

Guida pratica di base Adolfo Catelli Guida pratica di base Windows XP Professional Dicembre 2008 Sommario Accedere a Windows XP 4 Avviare Windows XP 4 Uscire da Windows XP 5 L interfaccia utente di Windows XP 6 Il desktop di

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

GUIDA CONFIGURAZIONE ED UTILIZZO GPS SAFE COME ANTIFURTO PER MOTO

GUIDA CONFIGURAZIONE ED UTILIZZO GPS SAFE COME ANTIFURTO PER MOTO GUIDA CFIGURAZIE ED UTILIZZO GPS SAFE COME ANTIFURTO PER MOTO Sommario: Download ed aggiornamento firmware GPS SAFE... 3 Track Manager, download ed installazione.... 4 Configurazione GPS SAFE ed utilizzo

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

l Editor vi vi (visual editor) è stato scritto per essere utilizzabile con qualsiasi tipo di terminale.

l Editor vi vi (visual editor) è stato scritto per essere utilizzabile con qualsiasi tipo di terminale. l Editor vi Negli ambienti Unix esistono molti editor di testo diversi; tuttavia vi è l unico che siamo sicuri di trovare in qualsiasi variante di Unix. vi (visual editor) è stato scritto per essere utilizzabile

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

1.1.1 ATLAS Postazione Studente : CONFIGURAZIONE DI ATLAS CON CLIENT LINUX

1.1.1 ATLAS Postazione Studente : CONFIGURAZIONE DI ATLAS CON CLIENT LINUX 1.1.1 ATLAS Postazione Studente : CONFIGURAZIONE DI ATLAS CON CLIENT LINUX Configurazione di Atlas con client Linux DESCRIZIONE Di seguito sono descritte le operazioni da effettuare per configurare correttamente

Dettagli

Risoluzione di altri problemi di stampa

Risoluzione di altri problemi di stampa di altri problemi di stampa Nella tabella riportata di seguito sono indicate le soluzioni ad altri problemi di stampa. 1 Il display del pannello operatore è vuoto o contiene solo simboli di diamanti. La

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione.

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Indice Trovare le informazioni necessarie... 3 Ripristino e backup... 4 Cos'è il ripristino

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1

Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1 Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1 Easy-TO è il software professionale per il Tour Operator moderno. Progettato e distribuito in Italia e all estero da Travel Software srl (Milano), un partner

Dettagli

Se il corso non si avvia

Se il corso non si avvia Se il corso non si avvia Ci sono quattro possibili motivi per cui questo corso potrebbe non avviarsi correttamente. 1. I popup Il corso parte all'interno di una finestra di popup attivata da questa finestra

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE

SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE ESEGUIRE: MENU STRUMENTI ---- OPZIONI INTERNET --- ELIMINA FILE TEMPORANEI --- SPUNTARE

Dettagli

Guida alla registrazione e all installazione del Chart Risk Manager (C.R.M.) www.privatetrading.eu

Guida alla registrazione e all installazione del Chart Risk Manager (C.R.M.) www.privatetrading.eu Guida alla registrazione e all installazione del Chart Risk Manager (C.R.M.) www.privatetrading.eu 1 Benvenuti dagli ideatori e sviluppatori del Chart Risk Manager Tool per MetaTrader 4. Raccomandiamo

Dettagli

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Installazione Modem USB Momo Gestione segnale di rete Connessione Internet Messaggi di errore "Impossibile visualizzare la pagina" o "Pagina

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

Dev C++ Prerequisiti. Note di utilizzo. Utilizzo di Windows Effettuare il download da Internet Compilazione di un programma

Dev C++ Prerequisiti. Note di utilizzo. Utilizzo di Windows Effettuare il download da Internet Compilazione di un programma Dev C++ Note di utilizzo 1 Prerequisiti Utilizzo di Windows Effettuare il download da Internet Compilazione di un programma 2 1 Introduzione Lo scopo di queste note è quello di diffondere la conoscenza

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO

PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO Informazioni generali Il programma permette l'invio di SMS, usufruendo di un servizio, a pagamento, disponibile via internet. Gli SMS possono essere

Dettagli

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers La procedura di installazione è divisa in tre parti : Installazione dell archivio MySql, sul quale vengono salvati

Dettagli

Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze. Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1

Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze. Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1 Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1 Utilizzare Dev-C++ Tutti i programmi che seranno realizzati richiedono progetti separati

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura Dev-Pascal 1.9.2 1 Dev-Pascal è un ambiente di sviluppo integrato per la programmazione in linguaggio Pascal sotto Windows prodotto dalla Bloodshed con licenza GNU e liberamente scaricabile al link http://www.bloodshed.net/dev/devpas192.exe

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme.

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme. Guida operatore del registratore TruVision Vista Live Sull immagine live dello schermo vengono visualizzati laa data e l ora corrente, il nome della telecamera e viene indicato se è in corso la registrazione.

Dettagli

2. GESTIONE DOCUMENTI NON SBN

2. GESTIONE DOCUMENTI NON SBN Istituto centrale per il catalogo unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografiche APPLICATIVO SBN-UNIX IN ARCHITETTURA CLIENT/SERVER 2. GESTIONE DOCUMENTI NON SBN Manuale d uso (Versione

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

Gestione Nuova Casella email

Gestione Nuova Casella email Gestione Nuova Casella email Per accedere alla vecchia casella questo l indirizzo web: http://62.149.157.9/ Potrà essere utile accedere alla vecchia gestione per esportare la rubrica e reimportala come

Dettagli