uniflow V5.1 Installation Manual

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "uniflow V5.1 Installation Manual"

Transcript

1 uniflow V5.1 Installation Manual

2

3 uniflow V5.1 Installation Manual Declinazione di responsabilità Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo lavoro può essere riprodotta in qualsiasi forma o con qualunque mezzo (grafico, elettronico o meccanico, inclusi i dispositivi di fotocopiatura, registrazione, memorizzazione su nastro e i sistemi di archiviazione e recupero dei dati) senza il consenso scritto di NT-ware Systemprogrammierung GmbH. I nomi di società e di prodotti menzionati nella presente documentazione sono marchi registrati o non registrati dei rispettivi titolari. La citazione di prodotti di terzi ha scopo esclusivamente informativo e non costituisce in alcun modo un'approvazione o raccomandazione di tali prodotti. NT-ware non si assume alcuna responsabilità relativamente alle prestazioni di tali prodotti. Inoltre, NT-ware non si assume alcuna responsabilità per questi marchi commerciali. Qualsiasi utilizzo di marchi commerciali, logo, marchi di servizio, nomi commerciali e nomi di prodotti è proibito senza il consenso scritto dei rispettivi titolari. adlib Software di Adlib Software; Adobe, Adobe Reader, Acrobat, Distiller, PostScript e i prodotti CREATIVE SUITE di Adobe Systems Incorporated; Apple, il logo Apple, Mac, Mac OS, Macintosh, iphone, ipad e AirPrint di Apple Inc.; CANON, imagerunner, imagerunner ADVANCE, MEAP, CPCA, AMS, iw AMS, iw Desktop, isend, iw SAM di Canon Inc.; Crystal Reports di Business Objects SA, 1 luglio 2008: BusinessObjects di SAP; ecopy, ecopy ShareScan e ecopy ScanStation di Nuance Communications, Inc.; Foxit Reader di Foxit Corporation; Google Docs di Google Inc.; Helix Production Workflow è un marchio commerciale di NT-ware Systemprogrammierung GmbH; Hewlett Packard, HP, LaserJet e PCL di Hewlett-Packard Company; I.R.I.S. Group s.a.; JAWS pdf courier sono marchi commerciali di Global Graphics SA.; Microsoft, Windows, Windows Vista, Windows 7, Internet Explorer, Internet Information Server, Microsoft Word, Microsoft Excel, SQL Server di Microsoft Corporation; Neevia Document Converter ProTM di Neevia Technology; NetWare, Novell, Novell edirectory di Novell Inc.; OpenOffice.org di Oracle Corporation; PAS di Equitrac Corporation; PosterJet di Eisfeld Datentechnik GmbH & Co. KG; Red Titan EscapeE di Red Titan Limited; SiteAudit di Netaphor Software Inc.; Therefore di Therefore; UNIX di The Open Group; uniflow OM, uniflow, uniflow Serverless Secure Printing, MIND, micromind e MiCard sono marchi registrati di NT-ware Systemprogrammierung GmbH. Tutti gli altri marchi commerciali, nomi commerciali, nomi di prodotti e marchi di servizio appartengono ai rispettivi titolari e sono riconosciuti in questa sede. Benché il presente documento sia stato preparato con la massima cura, NT-ware non si assume alcuna responsabilità relativamente a possibili errori o omissioni oppure a danni derivanti dall'uso delle informazioni contenute nel presente documento o dall'uso dei programmi e del codice sorgente eventualmente forniti con esso. NT-ware non si assume alcuna responsabilità relativamente a eventuali malfunzionamenti o perdite di dati conseguenti all'uso di almeno un prodotto NT-ware in combinazione con un sistema operativo e/o prodotti di terze parti. In nessun caso NT-ware potrà essere ritenuta responsabile di qualsiasi perdita di profitto o di qualunque altro danno commerciale causato o possibilmente causato direttamente o indirettamente dal presente documento. Inoltre, il presente manuale contiene collegamenti ai siti web di società affiliate o indipendenti e di alcune altre aziende. NT-ware non è responsabile dell'esame o della valutazione del contenuto di tali siti web né delle offerte presentate dalle aziende o dagli individui collegati a tali siti e non fornisce alcuna garanzia in merito. NT-ware non si assume alcuna responsabilità relativamente ad azioni, prodotti e contenuti di tali terze parti o di eventuali altre terze parti. Leggere attentamente le dichiarazioni sulla privacy e le condizioni d'uso di tali terze parti. NOTA: si possono verificare problemi seri se si modifica il registro di sistema di Windows in maniera non corretta. Potrebbe essere addirittura necessario reinstallare il sistema operativo. Si consiglia vivamente di creare sempre una copia di backup del registro di sistema di Windows prima di modificarlo, per prevenire problemi di questo tipo. NT-ware non si assume alcuna responsabilità relativamente alle conseguenze sul sistema operativo delle modifiche apportate al registro di sistema. L'utente comprende e accetta di utilizzare queste informazioni e modificare il registro di sistema di Windows a proprio rischio , Bad Iburg (Germania)

4 Installation Manual Publisher Editore Simboli utilizzati nel manuale: NT-ware Systemprogrammierung GmbH Coordinatore di Documentazione Nota Impostazioni Nota importante Configurazione avanzata Collegamento online Configurazione stampante avanzata Assistente stampante Funzione è disponibile solo in certe regioni Marja Pals Redattori tecnici Claudia Kleinekemper Klaus Langenberg Thomas Lemmer Karl Vieth Produzione NT-ware Systemprogrammierung GmbH

5 Sommario I 1 1 Introduzione 1 2 Requisiti di sistema Softw are Sistemi operativi Softw are opzionale... 3 Hardw are... 3 Linguaggi e driver... di stam pa analizzabili 4 3 Preparazione 6 4 Configurazione di IIS su Window... s 2003 Server 7 in Window... s di uniflow e di SQL 2005 Express Edition (installazione standard) 9 del solo uniflow (connessione a un database SQL esistente) 12 Avvio di uniflow 16 Modalità dem o Licenze di prova... e licenze di prova estesa 19 8 Attivazione del software 22 9 Attivazione manuale del software Procedura guidata di aggiornamento di uniflow Aggiornamento da uniflow SSP a uniflow Dispositivi MEAP Dispositivi CMFP Attivazione di una licenza PAP (Project Access Pack) Dongle ID di sistema (solo USB) Istruzioni passo... per passo per l'attivazione m ediante dongle ID di sistem a 41 Disinstallazione 46 I

6 Introduzione 1 uniflow è una soluzione basata su Web per la registrazione, la contabilità e la gestione ottimale dei lavori di stampa. Il software è stato sviluppato utilizzando le tecnologie più innovative che lo rendono ideale per l'impiego in ambienti eterogenei. Grazie alla struttura modulare, uniflow offre flessibilità e funzionalità eccellenti. uniflow è una soluzione integrata che fornisce tutte le funzionalità di contabilità, programmazione lavoro, stampa protetta e flusso di lavoro in un unico pacchetto. 1

7 Requisiti di sistema Software Sistemi operativi Le installazioni del server uniflow in sistemi operativi client non sono supportate da NT-ware. Si consiglia di installare uniflow e RPS su server dedicati. Le installazioni su DC (Domain Controller) e SBS (Small Business Server) non sono supportate. Windows Server 2000: Internet Information Server (IIS) 5.5 o successivo Internet Explorer 6 o successivo richiesto (Internet Explorer 7 o successivo consigliato) Nota: il supporto per Windows Server 2000 non viene più fornito da Microsoft. Per questo motivo, NT-ware fornisce un supporto limitato relativamente ai problemi del sistema operativo. Windows Server 2003: Internet Information Server (IIS) 6.0 o successivo Internet Explorer 6 o successivo richiesto (Internet Explorer 7 o successivo consigliato) Windows Server 2008: (installazione standard con interfaccia utente grafica) Internet Information Server (IIS) 7.0 (preparato per un'installazione uniflow) Internet Explorer 7 o successivo consigliato Windows Server 2008 richiede SQL Server 2005 Express Edition o successivo con un database uniflow preinstallato, se il database deve essere eseguito sullo stesso server. 2 Di seguito sono elencati i requisiti di sistema di uniflow:

8 Software Software opzionale Database o Se la capacità di SQL Server 2005 Express Edition (capacità di archiviazione massima 4 GB) non è sufficiente, è necessaria una licenza separata per Microsoft SQL Server. Per uniflow si consiglia di utilizzare le seguenti versioni di Microsoft SQL Server: SQL Server 2000 (32 bit o 64 bit) + service pack più recente SQL Server 2005 (32 bit o 64 bit) + service pack più recente SQL Server 2008 (32 bit o 64 bit) + service pack più recente LDAP o I seguenti server LDAP sono stati testati in combinazione con uniflow e sono consigliati da NT-ware. Altri software analoghi dovrebbero comunque funzionare con uniflow, ma non sono stati testati da NT-ware. Microsoft Windows 2003/2008 Active Directory LDAP Microsoft Windows 2003/2008 Active Directory LDAP su SSL Novell NDS Se si intende utilizzare un software LDAP diverso da quelli indicati sopra, NTware dovrà prima verificarne la compatibilità. Le anteprime PDF necessitano di Adobe Acrobat Distiller o del modulo uniflow Job Conversion Instance. 2.2 Hardware Questa sezione descrive i requisiti hardware minimi consigliati per il server uniflow e il server RPS. I requisiti effettivi variano a seconda della configurazione del sistema e delle applicazioni e funzionalità che si sceglie di installare. Le prestazioni del processore dipendono non solo dalla frequenza di clock, ma anche dal numero di core e dalle dimensioni della cache del processore. I requisiti di spazio su disco per la partizione di sistema, indicati di seguito, sono indicazioni di massima. Poiché il server uniflow e il server RPS sono sistemi modulari e l'utilizzo di determinate funzionalità e moduli varia da un cliente all'altro, potrebbe essere necessario disporre di una dotazione hardware più potente di quella consigliata di seguito. Ciò vale in particolar modo per i sistemi con un database installato localmente, varie licenza JCI (Job Conversion Instance), un componente uniflow Scan Processing Server installato sul server uniflow, ecc. Requisiti hardware minimi: 3

9 Hardware o CPU Sistemi con CPU single core x86 / x64 con frequenza di clock minima di 2,5 GHz o RAM 4 GB o Unità disco rigido Almeno 50 GB di spazio su disco libero Requisiti hardware consigliati: o CPU Sistemi con CPU multi core x86 / x64 con frequenza di clock minima di 1,5 GHz Sistemi con più CPU fisiche x86 / x64 con frequenza di clock minima di 1,5 GHz o RAM 4 GB o Unità disco rigido Almeno 80 GB di spazio su disco libero 2.3 Linguaggi e driver di stampa analizzabili Linguaggi di stampa analizzabili: Per sapere in quale misura le funzionalità di stampa espresse in un determinato linguaggio di descrizione pagina, da un particolare driver di stampa, possano essere rilevate da uniflow, accedere al portale DIF (Device Information Files). Non è garantito che uniflow sia in grado di rilevare una particolare caratteristica del lavoro di stampa espressa in uno dei linguaggi indicati di seguito. Tuttavia, NT-ware farà il possibile per rendere uniflow compatibile con il maggior numero di dispositivi e stampanti possibile. Per testare un dispositivo, rivolgersi al proprio partner Canon. In generale, i seguenti linguaggi di stampa sono analizzabili (in misura inferiore o superiore) da uniflow: PDL (Page Description Languages): o Canon UFR (Ultra Fast Rendering) UFR I UFR II o GARO (PDL proprietario di Canon per stampanti a getto di inchiostro) o PostScript 4

10 Linguaggi e driver di stampa analizzabili Level 3 (PS3) o Printer Command Language PCL 3 (rilvamento colore non supportato) PCL 5 PCL 5e PCL 5c PCL 6 PCL XL o Hewlett Packard Graphic Language HP-GL HP-GL2 o Hewlett Packard Raster Transfer Language HP-RTL o Epson Standard Code for Printers ESC/P2 o Kyocera Printer Driver Language KPDL Meta-linguaggi: o Canon CPCA (Common Peripheral Controlling Architecture) o Printer Job Language (PJL) Analyzable Printer Driver Data (contabilità via GDI / EMF): o CAPT (Canon Advanced Printing Technology) 5

11 Preparazione Prima di installare uniflow, si raccomanda vivamente di attenersi alla procedura descritta di seguito. Questa procedura è illustrata anche nella pagina web Pre-ReadMe di uniflow che viene visualizzata all'inizio dell'installazione, dopo la visualizzazione del contratto di licenza uniflow. Disattivare la scansione antivirus sul server uniflow, in modo che non esegua la scansione delle cartelle seguenti e di tutte le relative sottocartelle. In caso contrario, potrebbe accadere che la scansione antivirus acceda agli stessi file su uniflow e/o sul server RPS contemporaneamente, provocando diversi errori. o Cartella di installazione di uniflow o Cartella di installazione di RPS La cartella di installazione di uniflow è suddivisa in due cartelle: C:\Programmi\uniFLOW C:\Programmi\Common Files\NT-ware Shared o Cartella dei dati del server SQL o Cartella temporanea di sistema Se si utilizza uniflow con un server Microsoft SQL Server 2005 (SP1) o Microsoft SQL Server 2008 esterno o esistente, è necessario creare il database di uniflow prima di installare uniflow e non durante la procedura di installazione. Inoltre, si raccomanda di installare il Service Pack 2 di Microsoft SQL Server È possibile scaricare lo script di installazione del database all'indirizzo com/mom/sql/momdb.zip. Lo script di cui sopra è necessario anche se si utilizza la versione Express Edition di Microsoft SQL Server 2005 o Per tenere traccia di informazioni dettagliate sul dispositivo mediante il modulo Advanced Device Management, Netaphor SiteAudit e un database SiteAudit vuoto vengono installati automaticamente durante l'installazione di uniflow. 6 3

12 Configurazione di IIS 4 Internet Information Services (IIS) è un'applicazione per server web con un set di moduli per l'estensione delle funzionalità creata da Microsoft. L'impostazione corretta di IIS è fondamentale per garantire l'operatività del server. I capitoli su Windows 2003 Server illustrano in modo dettagliato come installare IIS e in Windows su Windows 2003 Server Se si desidera installare uniflow sul sistema operativo Windows 2003, tenere presente i seguenti punti. Nella configurazione predefinita di IIS (Internet Information Services) di Windows 2003 Standard Edition, l'interfaccia ISAPI, Server Side Includes e Active Server Pages sono disattivate. Tutte queste estensioni del servizio Web sono tuttavia richieste per l'installazione e la configurazione di uniflow. Pertanto, è necessario configurare IIS come indicato nelle schermate seguenti. 4.2 in Windows 2008 Se si desidera installare uniflow nel sistema operativo Microsoft Windows 2008, tenere presenti i seguenti punti. uniflow viene consegnato con SQL Express 2005, che è pienamente compatibile con Microsoft Windows Server Microsoft Windows Server 2008 IIS7 deve essere configurato nello stesso modo di Microsoft Windows Server 2003 IIS6. A questo scopo, procedere nel modo seguente: 7

13 in Windows 2008 Aprire Server Manager (se non è già aperto) e selezionare Ruoli dal menu. Server Web (IIS) e fare clic su Servizi ruolo. o Fare clic su Aggiungi servizi ruolo per aprire la schermata Selezione servizi ruolo. o Nella schermata Selezione servizi ruolo, configurare quanto segue: In corrispondenza di Server Web: Selezionare Reindirizzamento HTTP (tutte le altre opzioni sono generalmente installate per impostazione predefinita) In Sviluppo applicazioni Selezionare tutte le funzioni tranne CGI (non richiesta) In Integrità e diagnostica Verificare che Registrazione HTTP sia selezionato (questa opzione è generalmente installata per impostazione predefinita) Verificare che Monitor richieste sia selezionato generalmente installata per impostazione predefinita) (questa opzione è Sicurezza Selezionare Autenticazione di base Selezionare Autenticazione Windows Verificare che Filtro richieste sia selezionato (questa opzione è generalmente installata per impostazione predefinita) Performance Verificare che Compressione contenuto statico sia selezionato (questa opzione è generalmente installata per impostazione predefinita) In corrispondenza di Strumento di gestione: Verificare che Console di gestione IIS sia selezionato (questa opzione è generalmente installata per impostazione predefinita) Verificare che Compatibilità gestione IIS 6 sia selezionato insieme a tutte le relative sotto-opzioni (queste opzioni sono generalmente installate per impostazione predefinita) Fare clic su Avanti per procedere. o Nella finestra Conferma selezioni per l'installazione, fare clic su Installa. o Nella finestra Stato dell'installazione, attendere che l'installazione si concluda. Quando viene visualizzato Installation completedaccanto al ruolo Server Web (IIS), fare clic su Chiudi per terminare l'installazione. 8 In Funzionalità HTTP comuni

14 di uniflow e di SQL 2005 Express Edition (installazione standard) 5 L'installazione di base del software uniflow generalmente non richiede l'intervento dell'utente. Eseguire l'applicazione Mom.Exe dal CD-ROM per avviare l'installazione guidata InstallShield. In primo luogo, nella finestra Choose Setup Language è necessario scegliere tra diverse lingue di installazione. Nella finestra Tipo di installazione, selezionare la propria area geografica. Il "codice regionale" selezionato viene utilizzato per impostare il formato carta predefinito in uniflow, un dato generalmente impiegato per scopi di contabilità. Tutti i formati di stampa/copia/scansione/fax verranno quindi impostati nel formato A3/A4 o Tabloid/Letter ecc., a seconda dell'area geografica di installazione selezionata. Nella finestra License Agreement, è possibile leggere e/o stampare il Contratto di licenza software di NT-ware. A questo punto, nel browser viene aperta la pagina web Pre-ReadMe, con un elenco delle operazioni da eseguire prima di procedere con l'installazione. Nella finestra Choose Destination Location, confermare il percorso di installazione predefinito o selezionarne un altro. 9

15 Nella finestra Tipo di installazione che segue, è possibile scegliere se installare uniflow con o senza Microsoft SQL Server. uniflow si basa su Microsoft SQL Server e viene fornito con una versione di SQL Server esente da licenza, ovvero SQL Server 2005 Express. Questo database ha una capacità memoria di 4 GB, sufficiente per un'installazione standard. Per le installazioni standard si consiglia vivamente di installare uniflow E SQL 2005 Express Edition. Nella finestra Database Destination, confermare il percorso di installazione di SQL 2005 Express o selezionarne un altro. 10

16 Nella finestra Select Program Folder, selezionare la cartella in cui il programma di installazione inserirà le icone dei collegamenti al software uniflow. Ora il programma di installazione copia e registra i singoli componenti del programma uniflow. Il processo potrebbe richiedere alcuni minuti. Al termine dell'operazione, viene installato Microsoft SQL Server Anche questa procedura potrebbe richiedere alcuni minuti. Dopo aver installato correttamente il programma, è necessario riavviare il sistema per completare la configurazione. 11

17 del solo uniflow (connessione a un database SQL esistente) Se è richiesto un server Microsoft SQL esistente locale o esterno, accertarsi che sia stato creato un account amministratore di sistema con una password. Tale password è obbligatoria per uniflow. Se tale account non è stato configurato, non sarà possibile creare il database di uniflow mediante la procedura di installazione di uniflow. Nella finestra Tipo di installazione, selezionare Solo uniflow per collegare uniflow a un server SQL esistente locale o esterno. Nella finestra Tipo di installazione successiva sarà necessario decidere la posizione del database. 12 6

18 Se nella finestra precedente è stato selezionato Server SQL esterno della rete, viene aperta una finestra in cui specificare il nome del server SQL. Specificare l'indirizzo IP o il nome del server SQL esterno. Dopo aver fatto clic su Avanti, la procedura di installazione testerà la connessione al server. Le finestre successive rimangono invariate sia per la connessione a un server SQL sul computer che a un server SQL esterno sulla rete. La finestra SQL Server uninitialized viene visualizzata se il server SQL specificato non è inizializzato. Il server SQL può essere inizializzato automaticamente se si forniscono un nome utente e una password che consentano l'accesso come amministratore al server SQL (generalmente l'account amministratore di sistema). 13

19 Si tenga presente che la password viene utilizzata esclusivamente per inizializzare il server SQL e non viene memorizzata. Nella finestra di installazione di SQL Server, è possibile specificare il nome e la password necessari per inizializzare il server. Se è già presente un database uniflow, la finestra successiva non viene visualizzata e il processo di installazione guida automaticamente l'utente alla fase successiva. In alternativa, l'utente può inizializzare il server SQL scaricando ed eseguendo lo script SQL dal seguente indirizzo: Lo script crea automaticamente il database uniflow. È possibile eseguirlo, ad esempio, tramite SQL Query Analyzer o utilizzando la riga di comando OSQL seguente: osql /E /i momdb.sql 14

20 Nella finestra Select Program Folder, selezionare la cartella in cui il programma di installazione inserirà le icone dei collegamenti al software uniflow. Ora il programma di installazione copia e registra i singoli componenti del programma uniflow e inizializza il database SQL. Il processo potrebbe richiedere alcuni minuti. Dopo aver installato correttamente il programma, è necessario riavviare il sistema per completare la configurazione. 15

21 Avvio di uniflow Dopo l'installazione di uniflow, si raccomanda vivamente di leggere con attenzione le note che seguono. Queste note sono anche elencate insieme ad altre nella pagina web ReadMe di uniflow che viene visualizzata al termine dell'installazione. Importante: non aprire la pagina Configurazione server uniflow in più schede di una stessa istanza del browser. Se la pagina Configurazione server della stessa installazione uniflow viene aperta in più schede di un'unica istanza del browser, il browser utilizzerà la stessa ID sessione in ciascuna scheda. Ciò potrebbe provocare modifiche imprevedibili a livello di configurazione, in particolare durante la configurazione di stampanti mediante uno degli assistenti stampante o durante la configurazione di flussi di lavoro con l'editor del flusso di lavoro. Tuttavia, è possibile aprire più pagine della Configurazione server uniflow in diverse istanze del browser, in nuove finestre o su vari computer, in quanto, in questo caso vengono utilizzati ID sessione differenti. Stampa protetta con MEAP: La funzionalità di stampa protetta di MEAP funziona correttamente solo se le opzioni NTFS del client Web sono impostate nel modo appropriato. In un'installazione predefinita, le impostazioni di sicurezza della cartella % ProgramFiles%\uniFLOW\WebClient vengono ereditate da %systemdrive %. Se il server uniflow è un controller di dominio, verificare se gli utenti autenticati dispongono di diritti di lettura, esecuzione, elencazione del contenuto delle cartelle e accesso in lettura. Se si installa uniflow in un'altra posizione, le impostazioni di sicurezza vengono ereditate dalla cartella o dal drive principale. Cartella temporanea uniflow: A partire dalla versione V4.1, per impostazione predefinita, uniflow utilizza la propria cartella temporanea: %ProgramFiles%\Common Files\NT-ware Shared\Data\Temp. Anche in questo caso le impostazioni di sicurezza vengono ereditate automaticamente. Diritti di accesso utente: Se il server uniflow è un server standalone o un server membro di un dominio, assicurarsi che gli utenti autenticati dispongano di diritti di lettura, esecuzione, elencazione del contenuto delle cartelle e lettura. Controllare inoltre che siano selezionate le impostazioni di sicurezza IIS Accesso anonimo e Autenticazione Windows integrata del client web pwclient. 16 7

22 Integrazione con Therefore: Per l'integrazione di uniflow a partire dalla versione V4.0 con il connettore MFP di Therefore TM potrebbe essere necessario registrare manualmente il file %CommonFiles%\NT-ware Shared\RSAEncrypt.dll, a seconda della versione di Microsoft.NET Framework installata. Per registrare questo file, cercare regasm.exe (ad esempio: C:\windows\Microsoft. NET\Framework\v \regasm.exe). In una shell di comando, specificare: C:\windows\Microsoft.NET\Framework\v \regasm.exe "% CommonFiles%\NT-ware Shared\RSAEncrypt.dll" Perché gli elementi flusso di lavoro Scan To e Enter Recipients funzionino correttamente quando si eseguono invii/ricerche mediante Microsoft Exchange Server, è necessario installare manualmente il client MAPI di Microsoft Exchange Server e CDO (Collaboration Data Objects) Se si è connessi a Microsoft Exchange da 2007 in poi, è necessario configurare la seguente chiave di registro (la sottochiave CDO potrebbe non essere necessaria): HKLM\Software\Microsoft\Windows Messaging Subsystem\CDO o Ignore No PF DWORD Valore: 1 Scaricare il client MAPI di Microsoft Exchange Server e Collaboration Data Objects da Microsoft Download Center: Il menu di avvio di Esplora risorse presenta ora diverse icone di collegamento ai siti Web di configurazione di uniflow. Se si seleziona la Configurazione server uniflow, viene visualizzata la finestra delle informazioni di Internet Explorer. 17

23 A questo punto è stato effettuato l'accesso al sito Web di configurazione del server uniflow e uniflow è stato installato correttamente. In questa finestra è necessario per prima cosa attivare il software. Successivamente, è possibile configurare tutte le impostazioni e funzionalità necessarie nella configurazione del server uniflow. È consigliabile iniziare configurando le stampanti necessarie o importando gli utenti della rete 2003/

24 Modalità demo 7.1 Modalità demo Per finalità di prova, è possibile utilizzare uniflow senza licenza eseguendo il software in modalità demo. La modalità demo include: 1 licenza base di uniflow Tutti i moduli standard e indipendenti (incluso un modulo Job Conversion Instance e iw SAM Express) 1 licenza RPS uniflow 1 licenza Scan Processing Server da utilizzare sul server principale Pacchetto di scansione da pagine al mese 2 licenze dispositivo uniflow Scan e SSP per MEAP 2 licenze dispositivo uniflow Login per CMFP 2 licenze dispositivo uniflow SPP per MFP non Canon iw SAM Express Module Dopo 50 lavori (di stampa e/o scansione) i servizi uniflow Admin devono essere riavviati. Il documento prodotto è protetto da filigrana. 7.2 Licenze di prova e licenze di prova estesa Per le installazioni di prova dei clienti è possibile attivare una licenza di prova o una licenza di prova estesa. Segue un confronto tra le due versioni: 19

25 Periodo di validità: Compreso nella licenza: Licenza di prova Licenza di prova estesa 45 giorni 180 giorni 1 licenza base di uniflow Enterprise Edition 1 licenza base di uniflow Enterprise Edition Tutti i moduli standard Tutti i moduli standard Tutti i moduli indipendenti (incluso 1 modulo JCI, iw SAM Express e Advanced Device Management Pack per 100 dispositivi) Tutti i moduli indipendenti (incluso 2 moduli JCI, iw SAM Express e Advanced Device Management Pack per 100 dispositivi) 5 licenze RPS uniflow 50 licenze RPS uniflow 1 licenza Scan Processing Server da utilizzare sul server principale 1 licenza Scan Processing Server da utilizzare sul server principale Pacchetto di scansione da pagine al mese Pacchetto di scansione da per il runtime complessivo 5 licenze dispositivo uniflow Scan e SSP per MEAP 5 licenze dispositivo uniflow SPP per MFP non Canon 5 licenze dispositivo uniflow Login per CMFP 6 licenze File Format Conversion 200 licenze dispositivo uniflow Scan e SSP per MEAP 200 licenze dispositivo uniflow Login per CMFP 1 licenza Project Access Pack (PAP) 51 licenze File Format Conversion (filigrana) Sì Output documenti con filigrana No Per maggiori informazioni sulle licenze uniflow, vedere l'ultima versione del manuale uniflow Licensing Guide. Come procedere alla scadenza della licenza di prova/di prova estesa: Quando la licenza di prova/di prova estesa scade, uniflow viene eseguito in modalità demo. 20 Licenze di prova e licenze di prova estesa

26 Licenze di prova e licenze di prova estesa Se si imposta la stampa protetta nella versione di prova/di prova estesa, tenere presente quanto segue: Tutti i lavori di stampa di prova/prova estesa inviati alla coda di input protetta verranno "stampati" allo scadere della licenza di prova/di prova estesa. Se la stampante di input protetta è configurata per utilizzare la porta NUL, i lavori vengono stampati sul tale porta. 21

27 Attivazione del software Al termine dell installazione, il software funziona senza registrazione in modalità dimostrativa (dopo 50 lavori di stampa sarà necessario riavviare i servizi). Per accedere alla versione di uniflow con le funzionalità complete, è necessario attivare il software nel menu Attivazione di Config. modulo mediante un codice di attivazione. Tale codice viene generato dal portale licenze NT-ware ed è basato sul codice licenza del software, sull'id di sistema del PC su cui è installato il software e sulla versione corrente del software uniflow. Per ottenere un codice di attivazione, procedere nel modo descritto di seguito. Se è stata acquistata una licenza server base di uniflow (Workgroup, Business, Corporate o Enterprise Edition) unitamente a uno o più moduli uniflow, è necessario per prima cosa attivare la versione base, quindi seguire la stessa procedura per ciascun modulo. La licenza server base ha in dotazione un singolo modulo. Per immettere il codice di attivazione, aprire il menu Attivazione in Config. modulo, nella Configurazione server di uniflow. Viene visualizzata la schermata seguente: 22 8

28 Per attivare la propria versione di uniflow, specificare il Codice licenza, il Nome cliente e selezionare il Settore aziende e NSO appropriati. Il codice della licenza è un codice univoco riportato nel contratto di licenza per l utente finale (EULA), fornito insieme al software. Il codice licenza viene controllato immediatamente e nella schermata successiva è possibile scegliere l'attivazione manuale o automatica del software. 23

29 Scegliere se si desidera attivare il software automaticamente o manualmente. Nel primo caso è richiesta una connessione Internet. Si tenga presente che non è il server uniflow a necessitare di una connessione Internet, bensì il PC con cui ci si connette al server uniflow. Per questo motivo, è possibile attivare comodamente uniflow da un PC amministratore, se connesso a Internet, e connettersi al server uniflow sulla rete locale. Per connettersi a Internet senza problemi, è possibile utilizzare dei proxy. Se si opta per l attivazione automatica, fare clic sul pulsante Attiva accanto ad Attiva automaticamente. Il codice di licenza, l ID di sistema e il nome vengono inviati automaticamente al portale di attivazione NT-ware. Il codice di attivazione viene scritto nel registro e viene visualizzata di nuovo la schermata seguente. 24

30 25

31 Attivazione manuale del software Il software può anche essere attivato manualmente. Dopo aver fatto clic su Attiva nella finestra principale, l utente ha la possibilità di scegliere tra tre diverse modalità di creazione del codice di attivazione: in linea, via o via fax. 9 Se si sceglie la modalità in linea, fare clic su qui*. A questo punto, viene visualizzata una finestra del browser Web e l utente viene automaticamente indirizzato al sito Web NT-ware per la gestione delle licenze, dove tutte le informazioni necessarie sono state automaticamente inserite nei relativi campi. 26

32 Fare clic sul pulsante submit (Invia). Viene visualizzata una finestra in cui è possibile verificare le voci immesse. Se si fa clic sul pulsante Activate (Attiva), viene visualizzata la schermata seguente. 27

33 Ora è possibile copiare il codice di attivazione negli Appunti oppure stampare questa pagina. Per creare manualmente il codice di attivazione, è anche possibile aprire il browser e digitare l indirizzo del sito NT-ware per la concessione delle licenze: I campi obbligatori devono essere compilati manualmente. Una volta immesse tutte le informazioni necessarie, è possibile fare clic sul pulsante submit (Invia), che riapre le stesse schermate descritte in precedenza. Se si desidera ricevere il codice di attivazione mediante , fare clic sul collegamento Viene generato un messaggio contenente tutti i dati necessari per la creazione del codice di attivazione. Nella casella testo è possibile aggiungere altre informazioni. In seguito alla ricezione della richiesta, il codice di attivazione verrà inviato all'utente il prima possibile. Se si desidera ricevere il codice di attivazione via fax, inviare un messaggio fax al numero: Il messaggio deve includere i seguenti dati: numero di serie versione codice della licenza ID di sistema nome cliente 28

34 dati di contatto (ad es. nome/indirizzo a cui inviare il codice di attivazione) Quando si riceve il codice di attivazione, è possibile immetterlo nel campo Codice manuale nella schermata di attivazione di uniflow, quindi fare clic sul pulsante Attiva per attivare il software. Dopo l'attivazione della licenza server base, viene visualizzata di nuovo la schermata Info principale. Se si apre la pagina Config. modulo / Attivazione, è possibile avviare l attivazione dei singoli moduli eventualmente acquistati. Il pulsante Riattiva accanto alla versione del server consente di attivare gli aggiornamenti e gli upgrade. 29

35 Per attivare un modulo software, seguire la stessa procedura adottata per l attivazione del server. Selezionare il Nome modulo desiderato per attivare e inserire il Codice di licenza corrispondente. Procedere quindi come descritto sopra per eseguire l'attivazione. Al termine dell'attivazione corretta di un modulo aggiuntivo, viene visualizzato un segno di spunta accanto al modulo per il quale è stata attivata la licenza, come mostrato nella schermata seguente. 30

36 Se è necessario riattivare la versione server, ad esempio in caso di upgrade, tutti i moduli vengono automaticamente disattivati e devono essere riattivati. 31

37 10 Procedura guidata di aggiornamento di uniflow Per aggiornare uniflow da una versione anteriore alla V4.1, non è possibile utilizzare la Procedura guidata di aggiornamento uniflow a causa della diversa struttura dei file di uniflow. Per aggiornare le versioni più vecchie, leggere il documento "How to upgrade to uniflow V4.1" (Come effettuare l'aggiornamento a uniflow V4.1). Una volta eseguito l'aggiornamento dalla versione corrente alla versione V4.1, utilizzare la Procedura guidata di aggiornamento uniflow per passare dalla versione V4.1 alle versioni successive. È possibile aggiornare anche gli RPS alla versione V5.0 con la Procedura guidata di aggiornamento uniflow. Si consiglia vivamente di contattare NT-ware se si desidera effettuare un aggiornamento (di uniflow Server, di un RPS o di entrambi) da una versione precedente alla V4.0. Se si vuole aggiornare il sistema, si consiglia vivamente di aggiornare sia il server uniflow che tutti gli RPS. Il server uniflow deve essere aggiornato prima degli RPS. Si sconsiglia di utilizzare versioni differenti del server uniflow e degli RPS connessi. Nota: le installazioni cluster sono differenti da quelle indicate sopra. Fare riferimento al manuale del cluster appropriato. uniflow può essere aggiornato facilmente alla versione più recente del software utilizzando la Procedura guidata di aggiornamento di uniflow. Grazie a questa procedura non è necessario disinstallare la versione precedente e reinstallare manualmente una versione successiva; tutto viene eseguito automaticamente. Generalmente, la Procedura guidata di aggiornamento di uniflow consente di: Aggiornare un'installazione Linea standard a una Linea standard più recente. Aggiornare un'installazione Linea progetto a una Linea progetto più recente. Aggiornare un'installazione Linea standard a una Linea progetto più recente. Nota: in genere non è possibile utilizzare la Procedura guidata di aggiornamento di uniflow per aggiornare una Linea progetto a una Linea standard, altrimenti si perderanno importanti funzioni che sono necessarie in un'installazione di progetto. Si tenga presente che la Procedura guidata di aggiornamento non aggiorna Scan Processing Server (MomSpaceSuit) automaticamente, ma aggiorna soltanto il programma di installazione di Scan Processing Server. 32 Per effettuare un aggiornamento da uniflow V4.1 o successivo, è possibile utilizzare la Procedura guidata di aggiornamento di uniflow.

38 Per aggiornare Scan Processing Server, eseguire il programma di installazione aggiornato MomSpaceSuit.exe sul server in cui Scan Processing Server è installato. La Procedura guidata di aggiornamento è disponibile congiuntamente alla versione normale più recente. Entrambe vengono fornite con ogni nuovo pacchetto software e sono allo stesso tempo scaricabili dai siti abituali, quindi il cliente può scegliere se eseguire una nuova installazione o aggiornare una versione esistente mediante la procedura guidata. Per poter eseguire un aggiornamento sono necessari privilegi di amministratore di sistema. Al momento dell'avvio, la Procedura guidata di aggiornamento verificherà se l'utente dispone di privilegi amministrativi prima di iniziare a sostituire i file di un'installazione. Inoltre, la Procedura guidata verificherà anche lo spazio disponibile su disco: per ragioni di sicurezza (prima dell'aggiornamento viene eseguito un backup di tutti i file interessati) è necessario almeno un Gigabyte di spazio disponibile su disco per poter eseguire un aggiornamento. Relativamente all'aggiornamento di installazioni Server Cluster, si tenga presente che non è possibile utilizzare la procedura guidata, ma è necessario eseguire un aggiornamento manuale a una versione successiva. Nel caso si tenti di eseguire l'aggiornamento di un'installazione Server Cluster mediante Procedura guidata, il software rileverà immediatamente tale circostanza e terminerà l'esecuzione con un messaggio di avviso. Quando si avvia la Procedura guidata di aggiornamento di uniflow, viene visualizzata la schermata seguente, a partire dalla quale l'utente viene guidato attraverso i vari passaggi della procedura di aggiornamento. 33

39 La Procedura guidata di aggiornamento crea automaticamente una copia di backup dell'installazione corrente nella cartella seguente: [cartella di installazione uniflow]\_mupbkp\[indicatore temporale esecuzione procedura]_[versione kernel corrente]\ Se nell'installazione precedente sono stati personalizzati dei file, questi verranno archiviati in una nuova cartella chiamata todo: [cartella di installazione uniflow]\_todo\. In questa cartella si troverà anche un file di testo descrittivo contenente le istruzioni per la personalizzazione. Il nome di questo file è update_[indicatore temporale esecuzione procedura]_[versione kernel corrente]_[versione kernel pacchetto di aggiornamento].txt. La Procedura guidata di aggiornamento è in grado di rilevare automaticamente se il software installato localmente è un'installazione RPS o un'installazione server uniflow. Indipendente dal fatto che si tratti di un software RPS o uniflow Server, esso viene aggiornato nel modo corretto. 34 La cartella di backup contiene anche un file di protocollo chiamato _log.csv. Questo file può essere visualizzato con Microsoft Excel o un editor di testo.

40 Aggiornamento da uniflow SSP a uniflow 11 Questa sezione spiega come aggiornare uniflow SSP (Serverless Secure Printing) a uniflow V5.X Dispositivi MEAP La procedura di aggiornamento può essere suddivisa in due passaggi: 1) Disinstallazione di uniflow SSP a) Client PC SSP Disinstallare il client PC SSP di uniflow da tutte le workstation. b) Licenze SSP Lasciare invariate le applet MEAP su ogni dispositivo Canon. Le "vecchie" licenze delle applet MEAP utilizzate con uniflow SSP possono essere applicate a uniflow senza alcuna ulteriore procedura di attivazione. Dopo l'installazione di uniflow, è possibile attivare fino a cinque licenze dispositivo uniflow SSP. Se si desidera utilizzare in uniflow lettori MiCard HID precedentemente utilizzati in uniflow SSP, è necessario disattivare la seguente opzione: MiCard V2 HID: use extended data Questo paramento viene automaticamente attivato negli ambienti uniflow SSP. Tuttavia, negli ambienti uniflow deve essere disabilitato. 2) di uniflow Server a) Installare il server uniflow. b) Una volta installato uniflow, è possibile iniziare a configurare i flussi di stampa protetta e le relative stampanti. Il numero massimo di licenze per applet MEAP precedenti con SSP è cinque. È possibile utilizzare fino a cinque applet MEAP con uniflow. Si tenga presente che queste licenze MEAP non sono indicate nella pagina Info di uniflow. Per ciascun dispositivo Canon abilitato per MEAP, è necessaria una licenza MEAP separata. 35

41 Dispositivi CMFP 11.2 Dispositivi CMFP La procedura di aggiornamento può essere suddivisa in due passaggi. Poiché la disattivazione delle licenze CMFP avviene mediante il client PC SSP, è prima necessario disattivare le licenze CMFP, quindi eliminare il client PC SSP. 1) Disinstallazione di uniflow SSP a) Disattivazione delle licenze CMFP Per disattivare le licenze di dispositivi uniflow SSP procedere nel modo descritto di seguito. Selezionare il dispositivo in questione dall'elenco Dispositivi disponibili nella pagina di stato SSP, fare clic sul pulsante Informazioni licenza, quindi sul pulsante Rimuovi licenza. Dopo la visualizzazione di un messaggio di conferma, viene visualizzata la finestra di dialogo di disattivazione. Facendo clic sul pulsante Disattiva licenza, il software client SPP di uniflow tenterà di disattivare la licenza nel portale delle licenze di NT-ware e di rimuovere la licenza dal dispositivo. Finestra di dialogo di disattivazione licenza in SSP Dopo aver selezionato il pulsante Disattiva licenza, appare una barra di avanzamento a indicare che il processo di disattivazione è in corso. Al termine del processo, un messaggio confermerà la riuscita o meno della disattivazione. Nel caso la disattivazione fallisca, viene anche riportato il motivo. Dopo la disattivazione della licenza, il codice della licenza disattivata viene visualizzato nella finestra di dialogo di disattivazione. Tale codice può a questo punto essere riutilizzato per attivare lo stesso dispositivo o un altro dispositivo in uniflow. Si consiglia di copiare e memorizzare i codici delle licenze disattivate sul proprio disco rigido. Per informazioni sull'attivazione di dispositivi CMFP in uniflow, vedere CMFP - Attivazione e disattivazione dispositivo. b) Client PC SSP Disinstallare il client PC SSP di uniflow da tutte le workstation. 36 SSP con dispositivi CMFP è disponibile solo per Stati Uniti e Canada.

42 Dispositivi CMFP Per eseguire correttamente il processo di disattivazione, è necessario poter disporre di una connessione Internet, in quanto il client PC SSP di uniflow deve poter comunicare con il portale delle licenze di NT-ware. 2) di uniflow a) Installare il server uniflow. b) Una volta installato uniflow, è possibile iniziare a configurare i flussi di stampa protetta e le relative stampanti. Per poter utilizzare le funzionalità di rilascio dei documenti protetti dei dispositivi CMFP, è necessario riattivare le licenze SSP disattivate in uniflow. Il numero massimo di licenze dispositivo SSP precedenti per dispositivi CMFP è cinque. Per maggiori informazioni sull'attivazione di dispositivi CMFP in uniflow, vedere CMFP - Attivazione. Per ciascun dispositivo CMFP aggiuntivo, è necessaria una licenza MEAP separata. 37

43 12 Attivazione di una licenza PAP (Project Access Pack) La licenza Project Access Pack non è necessaria se si utilizza una versione standard di uniflow o una service release. Grazie alla licenza Project Access Pack, si evita il rischio di confondere la build di progetto richiesta con una normale service release. Poiché una service release non include le funzioni speciali di una build di progetto, ma solo soluzioni per problemi di una versione principale, non è possibile installarla in una build di progetto, in quanto le speciali funzioni della build verrebbero eliminate o disattivate. Una licenza PAP evita tutto questo. l'installazione di un kernel di progetto e l'attivazione di una licenza PAP devono essere eseguite solo da personale esperto e autorizzato. Se si dispone di una versione di uniflow preinstallata e si desidera sostituirla con una build di progetto, procedere come segue: Interrompere i servizi uniflow. Sostituire il kernel uniflow con il kernel di progetto. Avviare i servizi. Aprire un prompt di comando e registrare DsPcSrv.exe digitando quando segue: C:\Program Files\Common Files\NT-ware Shared>dspcsrv.exe regserver / Aprire il server web di uniflow. La prima pagina contiene informazioni sul kernel attualmente installato. 38 Project Access Pack è necessario se si è in possesso di una build di progetto o di un kernel di progetto di uniflow contenente alcune funzioni speciali, già sviluppate ma non ancora rilasciate ufficialmente. Generalmente, queste funzioni vengono sviluppate in base a richieste specifiche dell'utente e saranno ufficialmente disponibili in una delle release successive di uniflow.

44 È possibile scegliere di attivare questa Linea progetto con una licenza PAP oppure, se non è ancora disponibile una chiave di licenza PAP, di eseguire uniflow in modalità DEMO. Fare clic su "Ho un numero di licenza Project Access Pack e voglio attivarlo..."; viene visualizzata la schermata seguente: 39

45 Inserire il Codice licenza PAP in Codice licenza (Modulo) e fare clic su Attiva modulo. La licenza PAP è una chiave come la normale licenza uniflow. Ora la versione di uniflow attivata viene eseguita come Linea progetto. Per effettuare una verifica in merito, accedere alla pagina delle informazioni di uniflow. 40

46 13 Dongle ID di sistema (solo USB) Unitamente al software uniflow, è possibile acquistare un dongle ID sistema. Il dongle ID sistema è un semplice componente che sostituisce l'id sistema del PC a scopo di attivazione. Se si utilizza il dongle, il codice di attivazione generato dal portale licenze NTware non è legato all'id del computer, ma all'id del dongle. In questo modo, è possibile utilizzare la licenza per diversi computer. Nel paragrafo che segue vengono fornite informazioni dettagliate sull'attivazione mediante dongle ID sistema Istruzioni passo per passo per l'attivazione mediante dongle ID di sistema 1. Installare il software del dongle da: C:\Programmi\uniFLOW\Support\Dongle\SSD bit.exe oppure accedere al sito diassistenza tecnica Sentinel e scaricare il driver più recente. Eseguire il file.exe. Viene visualizzata la pagina iniziale dell'installazione guidata InstallShield. 41

47 Istruzioni passo per passo per l'attivazione mediante dongle ID di sistema Fare clic su Avanti per procedere con l'installazione. Accettare i termini del contratto di licenza facendo clic sul relativo pulsante di opzione. Selezionare Avanti per accedere alla schermata Cartella di destinazione. 42

48 Istruzioni passo per passo per l'attivazione mediante dongle ID di sistema Viene visualizzato il percorso di installazione predefinito di Sentinel System Driver. Se si desidera modificare il percorso, fare clic sul pulsante Modifica. Specificare quindi un altro percorso. Fare clic su Avanti per accedere alla schermata Tipo di installazione. Selezionare il tipo di installazione desiderata tra Completa (impostazione predefinita) e Personalizzata. 43

49 Istruzioni passo per passo per l'attivazione mediante dongle ID di sistema Se si seleziona Personalizzata, è necessario specificare le opzioni di installazione per Parallel System Driver, USB System Driver e Sentinel System Driver Help. Fare clic sulla freccia in corrispondenza di ogni componente per visualizzare un elenco a discesa nel quale è possibile selezionare le opzioni di installazione per ciascun componente separatamente. Scegliere se di desidera installare la funzione con o senza le relative sottofunzioni sul disco rigido locale, se la funzione deve essere disponibile e selezionare l'opzione appropriata. Selezionare Avanti per procedere nell'installazione e visualizzare una schermata di informazioni in cui viene richiesto di rimuovere tutte le chiavi USB SuperPro prima di iniziare l'installazione vera e propria del driver. 44

50 Istruzioni passo per passo per l'attivazione mediante dongle ID di sistema Fare clic su Installa per visualizzare la schermata finale. Fare clic su Fine per terminare l'installazione. Potrebbe essere necessario riavviare il server. 2. Inserire il dongle USB nella porta USB. 3. Riavviare il servizio uniflow da Start/Programmi/uniFLOW/Admin Service. Se si usa il dongle, l'id sistema deve essere differente dall'id sistema senza dongle. (L'ID sistema è riportato nel sito Info di Config. server e sul primo lato del sottomenu Attivazione in Config. modulo). Ora è possibile attivare tutte le licenze uniflow. Per consentire l'attivazione di uniflow mediante lo stesso dongle ID sistema su un altro server, è necessario esportare la chiave di registro seguente: HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\NT-ware\LicenseManager Dopo l'importazione della chiave di cui sopra, è possibile attivare uniflow su un altro server ripetendo la procedura descritta sopra dal punto 1 al punto 3. 45

51 14 Disinstallazione L'installazione standard di uniflow include i seguenti componenti software: uniflow NT-ware.NET Statistic Engine Microsoft SQL Server Desktop Engine (SQL 2005 Express) Tutti questi componenti sono presenti nell'elenco dei programmi e possono essere disinstallati singolarmente. Il processo di disinstallazione di uniflow non rimuove gli altri componenti software installati durante l'installazione di uniflow. Per una disinstallazione completa, tutti i componenti software devono essere disinstallati separatamente. 46 Sentinel Dongle Driver (se si utilizza un dongle)

52 47

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company Manuale di installazione Data Protector Express Hewlett-Packard Company ii Manuale di installazione di Data Protector Express. Copyright Marchi Copyright 2005 Hewlett-Packard Limited. Ottobre 2005 Numero

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS)

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) EZChrom Edition e ChemStation Edition Requisiti hardware e software Agilent Technologies Informazioni legali Agilent Technologies, Inc. 2013 Nessuna parte

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare a utilizzare Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition.

Dettagli

File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2

File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2 File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2 INDICE Indice File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2...4 Requisiti di sistema: QLA Server...5 Requisiti di sistema:

Dettagli

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Il software descritto nel presente

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone è pronto per le aziende. Supporta Microsoft Exchange ActiveSync, così come servizi basati su standard, invio e ricezione di e-mail, calendari

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server FileMaker Server 13 Guida di FileMaker Server 2010-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

Manuale - TeamViewer 6.0

Manuale - TeamViewer 6.0 Manuale - TeamViewer 6.0 Revision TeamViewer 6.0 9947c Indice Indice 1 Ambito di applicazione... 1 1.1 Informazioni su TeamViewer... 1 1.2 Le nuove funzionalità della Versione 6.0... 1 1.3 Funzioni delle

Dettagli

Manuale dell'amministratore

Manuale dell'amministratore Manuale dell'amministratore di LapLink Host 2 Introduzione a LapLink Host 4 Requisiti per LapLink Host 6 Esecuzione dell'installazione silent di LapLink Host 8 Modifica del file di procedura per l'installazione

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

CA Asset Portfolio Management

CA Asset Portfolio Management CA Asset Portfolio Management Guida all'implementazione Versione 12.8 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente (d'ora in

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE GUIDA DELL UTENTE IN RETE Memorizza registro di stampa in rete Versione 0 ITA Definizione delle note Nella presente Guida dell'utente viene utilizzata la seguente icona: Le note spiegano come intervenire

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Guida dell amministratore

Guida dell amministratore Guida dell amministratore Maggiori informazioni su come poter gestire e personalizzare GFI FaxMaker. Modificare le impostazioni in base ai propri requisiti e risolvere eventuali problemi riscontrati. Le

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

Manuale installazione KNOS

Manuale installazione KNOS Manuale installazione KNOS 1. PREREQUISITI... 3 1.1 PIATTAFORME CLIENT... 3 1.2 PIATTAFORME SERVER... 3 1.3 PIATTAFORME DATABASE... 3 1.4 ALTRE APPLICAZIONI LATO SERVER... 3 1.5 ALTRE APPLICAZIONI LATO

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

ApplicationServer XG Versione 11. Ultimo aggiornamento: 10.09.2013

ApplicationServer XG Versione 11. Ultimo aggiornamento: 10.09.2013 ApplicationServer XG Versione 11 Ultimo aggiornamento: 10.09.2013 Indice Indice... i Introduzione a 2X ApplicationServer... 1 Cos'è 2X ApplicationServer?... 1 Come funziona?... 1 Su questo documento...

Dettagli

Per Iniziare con Parallels Desktop 10

Per Iniziare con Parallels Desktop 10 Per Iniziare con Parallels Desktop 10 Copyright 1999-2014 Parallels IP Holdings GmbH e i suoi affiliati. Tutti i diritti riservati. Parallels IP Holdings GmbH Vordergasse 59 8200 Schaffhausen Svizzera

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione.

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Indice Trovare le informazioni necessarie... 3 Ripristino e backup... 4 Cos'è il ripristino

Dettagli

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4)

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4) Guida al nuovo sistema di posta CloudMail UCSC (rev.doc. 1.4) L Università per poter migliorare l utilizzo del sistema di posta adeguandolo agli standard funzionali più diffusi ha previsto la migrazione

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Guida dell'utente LASERJET PRO 100 COLOR MFP M175

Guida dell'utente LASERJET PRO 100 COLOR MFP M175 Guida dell'utente LASERJET PRO 100 COLOR MFP M175 M175 MFP a colori LaserJet Pro 100 Guida dell'utente Copyright e licenza 2012 Copyright Hewlett-Packard Development Company, L.P. Sono vietati la riproduzione,

Dettagli

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione 2013. 12 (Revisione 2.6.) Esclusione di responsabilità legale SAMSUNG ELECTRONICS SI RISERVA IL DIRITTO DI MODIFICARE I PRODOTTI, LE INFORMAZIONI

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

Manuale installazione DiKe Util

Manuale installazione DiKe Util Manuale installazione DiKe Util Andare sul sito Internet: www.firma.infocert.it Cliccare su software nella sezione rossa INSTALLAZIONE: comparirà la seguente pagina 1 Selezionare, nel menu di sinistra,

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation Guida introduttiva 1 Informazioni sul documento Questo documento descrive come installare e iniziare ad utilizzare

Dettagli

Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z. Progettata da Vodafone

Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z. Progettata da Vodafone Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z Progettata da Vodafone Benvenuti nel mondo della comunicazione in mobilità 1 Benvenuti 2 Impostazione della Vodafone Internet Key 4 Windows 7, Windows Vista,

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key.

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key. 1 Indice 1 Indice... 2 2 Informazioni sul documento... 3 2.1 Scopo del documento... 3 3 Caratteristiche del dispositivo... 3 3.1 Prerequisiti... 3 4 Installazione della smart card... 4 5 Avvio di Aruba

Dettagli

Arcserve Replication and High Availability

Arcserve Replication and High Availability Arcserve Replication and High Availability Guida operativa per Oracle Server per Windows r16.5 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer,

Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer, Guida Introduttiva Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer, Heike Schilling. Data di rilascio:

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP FileMaker Server 13 Pubblicazione Web personalizzata con PHP 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker

Dettagli

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili 2012 NETGEAR, Inc. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte della presente pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta,

Dettagli

SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE

SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE ESEGUIRE: MENU STRUMENTI ---- OPZIONI INTERNET --- ELIMINA FILE TEMPORANEI --- SPUNTARE

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Progettisti dentro e oltre l impresa MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Pag 1 di 31 INTRODUZIONE Questo documento ha lo scopo di illustrare le modalità di installazione e configurazione dell

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

CA Asset Portfolio Management

CA Asset Portfolio Management CA Asset Portfolio Management Note di rilascio Versione 12.8 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente (d'ora in avanti indicata

Dettagli

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1 Manuale dell'utente Registrazione del prodotto Se si registra il prodotto SMART, si verrà informati delle nuove funzionalità e aggiornamenti software disponibili. Registrazione

Dettagli

Simplex Gestione Hotel

Simplex Gestione Hotel Simplex Gestione Hotel Revisione documento 01-2012 Questo documento contiene le istruzioni per l'utilizzo del software Simplex Gestione Hotel. E' consentita la riproduzione e la distribuzione da parte

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Meeting

TeamViewer 8 Manuale Meeting TeamViewer 8 Manuale Meeting Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni

Dettagli

Guida dell'utente di Norton Save and Restore

Guida dell'utente di Norton Save and Restore Guida dell'utente Guida dell'utente di Norton Save and Restore Il software descritto in questo manuale viene fornito con contratto di licenza e può essere utilizzato solo in conformità con i termini del

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

Advanced Features Guide

Advanced Features Guide Phaser 8560 color printer Advanced Features Guide Guide des Fonctions Avancées Guida alle Funzioni Avanzate Handbuch zu Erweiterten Funktionen Guía de Características Avanzadas Guia de Recursos Avançados

Dettagli

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail Configurare un programma di posta con l account PEC di Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account ii nel programma di

Dettagli

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Guida all'installazione di SLPct Manuale utente Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Premessa Il redattore di atti giuridici esterno SLpct è stato implementato da Regione

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

ATLAS : Aula - COME ESEGUIRE UNA SESSIONE DEMO

ATLAS : Aula - COME ESEGUIRE UNA SESSIONE DEMO ATLAS : Aula - COME ESEGUIRE UNA SESSIONE DEMO Come eseguire una sessione DEMO CONTENUTO Il documento contiene le informazioni necessarie allo svolgimento di una sessione di prova, atta a verificare la

Dettagli

Per iniziare con Parallels Desktop 9

Per iniziare con Parallels Desktop 9 Per iniziare con Parallels Desktop 9 Copyright 1999-2013 Parallels Holdings, Ltd. and its affiliates. All rights reserved. Parallels IP Holdings GmbH. Vordergasse 59 CH8200 Schaffhausen Switzerland Tel:

Dettagli

Altre opzioni Optralmage

Altre opzioni Optralmage di Personalizzazione delle impostazioni............ 2 Impostazione manuale delle informazioni sul fax......... 5 Creazione di destinazioni fax permanenti................ 7 Modifica delle impostazioni di

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

C O M E I N I Z I A R E A U S A R E U N T A B L E T A N D R O I D

C O M E I N I Z I A R E A U S A R E U N T A B L E T A N D R O I D C O M E I N I Z I A R E A U S A R E U N T A B L E T A N D R O I D Se avete un tablet android, ma non avete la minima idea di come accenderlo, usarlo e avviarlo, seguite queste nostre indicazioni 1. ATTIVAZIONE

Dettagli

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT Web Meeting Quick Start Guide V4_IT Indice 1 INFORMAZIONI SUL PRODOTTO... 3 1.1 CONSIDERAZIONI GENERALI... 3 1.2 SISTEMI OPERATIVI SUPPORTATI E LINGUE... 3 1.3 CARATTERISTICHE... 3 2 PRENOTARE UNA CONFERENZA...

Dettagli

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Guida all Uso L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Cos è la Business Key La Business Key è una chiavetta USB portatile, facile da usare, inseribile

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica: WebMail Una Webmail è un'applicazione web che permette di gestire uno o più account di posta elettronica attraverso un Browser.

Dettagli

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail Xerox WorkCentre M118i Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail 701P42705 Questa guida fornisce un riferimento rapido per l'impostazione della funzione Scansione su e-mail su Xerox WorkCentre

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

GUIDA ALL INSTALLAZIONE

GUIDA ALL INSTALLAZIONE GUIDA ALL INSTALLAZIONE INTRODUZIONE BENVENUTO Benvenuto in SPARK XL l applicazione TC WORKS dedicata al processamento, all editing e alla masterizzazione di segnali audio digitali. Il design di nuova

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser.

Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser. Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser. Se vogliamo accedere alla nostra casella di posta elettronica unipg.it senza usare un client di posta (eudora,

Dettagli

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma Guida Categoria alla registrazione StockPlan Connect Il sito web StockPlan Connect di Morgan Stanley consente di accedere e di gestire online i piani di investimento azionario. Questa guida offre istruzioni

Dettagli

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) Ver. 1.0 (marzo 2009) ultimo aggiornamento aprile 2009 Easy Peasy è una distribuzione

Dettagli

Bitdefender Total Security 2015 Manuale d'uso

Bitdefender Total Security 2015 Manuale d'uso MANUALE D'USO Bitdefender Total Security 2015 Manuale d'uso Data di pubblicazione 20/10/2014 Diritto d'autore 2014 Bitdefender Avvertenze legali Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo manuale

Dettagli

CA Business Intelligence

CA Business Intelligence CA Business Intelligence Guida all'implementazione Versione 03.2.00 La presente documentazione ed ogni relativo programma software di ausilio (di seguito definiti "Documentazione") vengono forniti unicamente

Dettagli

Problema: al momento dell autenticazione si riceve il messaggio Certificato digitale non ricevuto Possibili cause: 1) La smart card non è una CNS e

Problema: al momento dell autenticazione si riceve il messaggio Certificato digitale non ricevuto Possibili cause: 1) La smart card non è una CNS e Problema: al momento dell autenticazione si riceve il messaggio Certificato digitale non ricevuto Possibili cause: 1) La smart card non è una CNS e non contiene il certificato di autenticazione: è necessario

Dettagli

In questo manuale, si fa riferimento a ipod touch 5a generazione e iphone 5 con il solo termine iphone con connettore Lightning.

In questo manuale, si fa riferimento a ipod touch 5a generazione e iphone 5 con il solo termine iphone con connettore Lightning. In questo manuale, si fa riferimento a ipod touch 5a generazione e iphone 5 con il solo termine iphone con connettore Lightning. Per collegare un iphone con connettore Lightning ad SPH-DA100 AppRadio e

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

FS-1118MFP. Guida all'installazione dello scanner di rete

FS-1118MFP. Guida all'installazione dello scanner di rete FS-1118MFP Guida all'installazione dello scanner di rete Introduzione Informazioni sulla guida Informazioni sul marchio Restrizioni legali sulla scansione Questa guida contiene le istruzioni sull'impostazione

Dettagli

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento minilector/usb minilector/usb...1 Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento...1 1. La segnalazione luminosa (led) su minilector lampeggia?... 1 2. Inserendo una smartcard il led si accende

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli