Laurea Magistrale in Ingegneria Elettronica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Laurea Magistrale in Ingegneria Elettronica"

Transcript

1 Laurea Magistrale in Ingegneria Elettronica 1

2 Sommario Tecnologie per Informazione e Comunicazione (ICT) e ruolo dell Elettronica Differenze tra Laurea Magistrale e Triennale Scelta della Laurea Magistrale Struttura della Laurea Magistrale in Ingegneria Elettronica al Politecnico di Torino Obiettivi e contenuti di ciascun orientamento Doppie Lauree e periodi all estero 2 Questo documento è una breve presentazione della Laurea Magistrale in Ingegneria Elettronica del Politecnico di Torino, articolata nei punti: Pervasività delle Tecnologie per Informazione e Comunicazione (ICT) Cosa caratterizza l Elettronica nel contesto delle ICT Cosa differenzia la Laurea Magistrale da quella triennale Scelta della Laurea Magistrale Struttura della Laurea Magistrale in Elettronica al Politecnico di Torino Obiettivi e contenuti di ciascun orientamento Opportunita di studiare all estero Copie di queste slide e delle note sono disponibili sul sito del Corso di Studio Informazioni di dettaglio sul contenuto dei singoli insegnamenti sono nelle schede accessibili dal portale.

3 Onnipresenza delle ICT Le tecnologie dell Informazione e delle Comunicazioni sono sempre più diffuse: telefono, auto, TV, casa, aerei, fotografia,... vanishing computer, world in a pocket, Integrazione tra competenze di Elettronica, Informatica, Telecomunicazioni,. Campi di Applicazione (anche non ICT...quali... Meccaniche, Biomediche, Chimiche...) Cosa caratterizza l Elettronica? 3 Gli oggetti ICT sono ormai radicati in diversi aspetti della vita quotidiana; andiamo verso un mondo in cui possibilità praticamente illimitate di comunicazione e di calcolo vengono date per scontate: calcolatori, telefoni cellulari, vari apparati di intrattenimento (televisori, riproduttori audio, fotocamere digitali, ), l automobile (ormai praticamente un calcolatore su ruote), i sistemi di controllo di impianti industriali e quelli che gestiscono operazioni finanziarie (dal bancomat alla borsa). Questi oggetti sono spesso invisibili (embedded). Quanti calcolatori, quanti sistemi radio abbiamo a casa, in auto, addosso,? Ormai si parla di vanishing computer, world in a pocket,... La creazione e lo sviluppo di queste applicazioni richiedono una miscela di competenze diversificate, che spaziano da una approfondita conoscenza dell applicazione alle competenze in diversi settori dell ingegneria, primo fra tutti quello delle tecnologie dell informazione. L Ingegnere inventa e costruisce cose che ancora non ci sono; l Ingegnere Elettronico possiede le competenze e la capacità di progettare e realizzare le diverse applicazioni basate sulle tecnologie dell Informazione e della Comunicazione, ed è in grado di operare anche nelle aree più specialistiche.

4 Ruolo dell elettronica Le applicazioni ICT utilizzano SW, reti di comunicazione, algoritmi,, ma richiedono supporto HW : Piastre a circuito stampato, Componenti e Circuiti integrati (ASIC, processori, controllori, FPGA, SoC ) Radiofrequenza e Antenne Sensori, MEMS Sistemi micro e nano elettronici L ingegnere elettronico opera su Progetto e realizzazione di questi oggetti HW Ricerca, sviluppo, gestione di oggetti e processi 4 Le applicazioni ICT si appoggiano su oggetti fisici (HardWare) con caratteristiche legate all applicazione (ad esempio particolari sensori, interfacce,..), e comportamento determinato dalla struttura o nel caso di piattaforme generiche dalla programmazione. I bit sono rappresentati da tensioni e correnti, qualunque SW richiede un processore su cui girare; qualunque codice, rete, protocollo, servizio interagisce con il mondo reale attraverso un terminale fisico. Progetto, ingegnerizzazione, costruzione dell HW che ospita le varie applicazioni e l integrazione del sistema complessivo rientrano tra i compiti più specifici dell ingegnere elettronico. Le piattaforme generiche (dal PC alle FPGA) apparentemente richiedono solo competenze relative all applicazione; in realtà il loro uso ottimale (in termini di costo e di prestazioni) richiede conoscenze legate alla struttura interna e all interfacciamento, tipiche dell ingegneria Elettronica. Nel caso poi di supporti realizzati come circuiti integrati specifici (ASIC o dispositivi speciali, in cui la tecnologia è portata al limite delle prestazioni), il progetto richiede sicuramente le competenze dell Ingegnere Elettronico Magistrale. La Laurea Magistrale in Elettronica è una laurea ad ampio spettro, mirata a ottenere competenze non tanto su singoli settori, quanto piuttosto a coprire tutti i settori dell area ICT. Secondo i dati Alma Laurea, i laureati in Elettronica hanno la percentuale di occupazione più alta entro l area ICT (92,2% dei laureati secondo L'Istat - forze di occupazione -)

5 Laurea e Laurea Magistrale Laurea Progetto di sistemi ICT basato su sottosistemi esistenti (componenti, IC, moduli SW, ) Sviluppo di innovazioni Laurea Magistrale Ampliamento delle conoscenze in tecnologia, modelli, tecniche di progetto, strumenti Sviluppo di nuovi sottosistemi (IC, SOC, SIP, NoC ) Progetti complessi, al limite della tecnologia e oltre Creazione di innovazione Dottorato? 5 Cosa differenzia la preparazione della Laurea Triennale da quella Magistrale? - Risposta banale: due anni di studio in più. Molte applicazioni ICT sono relativamente semplici e possono appoggiarsi su componenti commerciali; progetti di questo genere possono essere affrontati con la laurea triennale. Progetti particolarmente complessi, innovativi, con specifiche stringenti (prestazioni e costo), competitivi, richiedono lo sviluppo di circuiti o sistemi integrati o l impiego di tecnologie di punta. Ci spostiamo così nel dominio di competenze che caratterizza la Laurea Magistrale in Ingegneria Elettronica: il corso approfondisce e amplia gli argomenti affrontati nella laurea triennale, e costruisce competenze che spaziano dalle tecnologie alla progettazione di circuiti e sistemi, includendo gli aspetti algoritmici e quelli legati alla realizzazione di applicazioni particolari. L Ingegnere Elettronico Magistrale è in grado di operare in ricerca, progetto e sviluppo alle frontiere della tecnologia, dove occorre usare componenti e metodologie avanzate e crearne di nuovi, per realizzare applicazioni innovative o con rapporto costo/prestazioni ottimale. Acquisisce la capacità di condurre progetti complessi, con prestazioni al limite della fattibilità tecnologica, di sviluppare componenti e sottosistemi in varie tecnologie, e di utilizzare e sviluppare procedure e metodi innovativi. La laurea Magistrale è inoltre il primo passo per chi intende proseguire con il Dottorato, per dedicarsi ad attività di ricerca.

6 Laurea Magistrale: quale? La laurea (Magistrale) è un punto di partenza Ampia mobilità in ambito ICT (e non solo) Lo studio continua anche dopo Che cosa cercano le aziende? Competenze, non solo tecniche e soprattutto a Largo Spettro!! Capacità di cambiare e imparare Versatilita, disponibilita a mettersi in gioco Che cosa voglio io? Basi per continuare a crescere Occupazione in Azienda Libera Professione Ricerca (Dottorato) 6 Quale Laurea Magistrale scegliere? Una specifica Laurea Magistrale può orientare la prima occupazione, ma la maggior parte delle nozioni di elevata specializzazione si imparano sul posto di lavoro. Il sapere scientifico è in continua evoluzione e le tecnologie cambiano rapidamente. Nessuna scuola o università può preparare a tutte le possibili situazioni future. Sono invece necessari un continuo aggiornamento professionale, e la capacità di comunicare con altre aree disciplinari. Qualunque ingegnere dell area ICT possiede gli strumenti di base per spostarsi abbastanza liberamente nel settore. Questo garantisce, anche dopo la conclusione degli studi universitari, la possibilità di mantenere un elevato profilo professionale, anche in un contesto di cambiamenti rapidi. Occorre valutare quale è il tipo di preparazione più utile per i propri obiettivi. La situazione può essere diversa a seconda che si punti ad una prosecuzione con i dottorato di ricerca o a una occupazione in azienda. E in ogni caso importante (e meno oneroso) fare cose che interessano.

7 7 La Laurea Magistrale in Ingegneria Elettronica ha ottenuto nel 2012 l accreditamento europeo EUR-ACE che viene dato a corsi di laurea che presentano un percorso di qualita certificata. Nel 2013 solo 7 corsi di laurea in Italia hanno ottenuto l accreditamento Europeo a conferma della bonta e della forza del corso di laurea in Ingegneria Elettronica al Politecnico di Torino!!!

8 Elettronica: LM a Torino Insegnamenti obbligatori Quello che bisogna sapere Differenziati per contenuti e lingua Insegnamenti di orientamento Competenze specialistiche Orientamenti definiti Scelte personali O1 O2 O3 O4 ON Si puo iniziare nel primo o nel secondo semestre 8 Il percorso formativo comprende un gruppo di insegnamenti obbligatori e un ampio ventaglio di insegnamenti a scelta. Questi corsi consentono di predisporre percorsi rivolti ad approfondimenti di aree specialistiche dell'elettronica (orientamenti). Gli orientamenti sono sequenze di scelte definite a priori, che garantiscono consequenzialità e coerenza di contenuti tra i vari insegnamenti. Date le vaste possibilita' di scelta sarebbe impossibile garantire un orario senza sovrapposizioni per qualunque percorso libero: gli orientamenti previsti garantiscono invece un orario compatibile e ottimizzato. Tutto questo mantenendo sempre una solida impostazione di base comune: in pratica la scelta di un orientamento può facilitare un tipo di attività, ma non pregiudica la capacità di operare negli altri settori dell elettronica o delle ICT. Gli insegnamenti della Laurea Magistrale sono tenuti parte in italiano e parte in inglese, ed è possibile costruire percorsi solo in inglese, o percorsi con prevalenza di corsi in italiano.

9 9 L'organizzazione del corso di studio prevede che dopo la parte comune di moduli di base si apra il ventaglio dei possibili orientamenti, per permettere di completare ulteriormente la preparazione dell'ingegnere in uno dei campi specifici in cui l'elettronica si articola, dai dispositivi all'attuazione, dalla microelettronica ai sistemi wireless, dalle natotecnologie ai sistemi complessi digitali e analogici...

10 LM Elettronica: moduli obbligatori Riallineamento della preparazione di base Quello che tutti gli Ing ELN devono sapere (preparazione trasversale) Contenuti simili, scelta linguistica Elettronica digitale Elettronica analogica Dispositivi elettronici Misure elettroniche Campi elettromagnetici Matematica Ogni corso in Italiano e Inglese, con diverse sfumature (dove necessario, l orientamento consiglia la versione piu adatta) 10 Una prima serie di insegnamenti comuni a tutti gli orientamenti (moduli obbligatori ) riprende e integra la preparazione di base di Matematica, Elettronica, Campi e Misure. Obiettivo di questi moduli è allineare e integrare la preparazione, indipendentemente dalle lauree o sedi di provenienza. Ciascun modulo comprende un nucleo di argomenti base (quello che tutti gli Ingegneri Elettronici Magistrati devono sapere), e una parte propedeutica agli orientamenti specifici (parte differente tra le scelte proposte). I moduli obbligatori sono offerti in Italiano e in Inglese, con piccole differenze di contenuti. Ogni orientamento consiglia moduli obbligatori specifici. L indicazione non è tassativa; la differenza può essere recuperata con studio autonomo.

11 LM Elettronica: moduli obbligatori I semestre Sistemi Digitali Integrati Digital Electronics Sistemi di misura e sensori Testing and certification Optoelettronica High speed electron devices Metodi numerici Finite Element Modelling I Anno II semestre Elettronica analogica e di potenza Analog and Telecommunication Electronics Radiating electromagnetic systems Guiding electromagnetic systems Passive devices for optical Communications Radar and remote sensing Orientamento 1 (6 cr) Orientamento 2 (6 cr) 11 Ogni casella comprende un modulo in Italiano e uno in Inglese (tranne Campi che prevede 4 corsi tutti in Inglese)) Gli argomenti trattati nei moduli comuni sono: Elettronica digitale Elettronica analogica Dispositivi Elettronici Misure elettroniche Campi elettromagnetici Matematica I contenuti dettagliati di ciascun modulo sono riportati nelle schede di insegnamento, che indicano: obiettivi formativi prerequisiti organizzazione programma dettagliato. Completano il primo anno i primi due moduli dell Orientamento scelto.

12 LM Elettronica: moduli di orientamento II Anno I semestre Orientamento 3 (6 cr) Orientamento 4 (6 cr) II semestre Crediti Liberi / Completamento dell Orientamento (6cr) Crediti Liberi (6 cr) Orientamento 5 (6 cr) Tesi (30 cr) IL DM270 prevede che almeno 8 crediti siano a scelta. Il collegio mette a disposizione alcuni insegnamenti a scelta senza sovrapposizioni di orario, ma lo studente puo scegliere qualunque altro corso (purche congruo con il suo piano di studio) 12 I moduli a scelta, che permettono di realizzare i vari orientamenti, sono collocati: 2 al I anno 4 al II anno Almeno una posizione è a scelte multiple 5 moduli definiscono l orientamento; 1 modulo e a scelta Libera ma e prevista la possibilita di seguire un ulteriore modulo per completare l orientamento; 1 modulo è scelta Libera; Il collegio offre alcuni corsi nell ambito delle ICT per permettere allo studente di accrescere il suo bagaglio di conoscenze anche su argomenti non strettamente legati al suo curriculum. I contenuti dettagliati di ciascun modulo sono riportati nelle schede di insegnamento, che indicano: obiettivi formativi prerequisiti organizzazione programma dettagliato. La tesi e da 30 crediti e puo essere scelta in un qualunque momento dell anno e rappresenta il momento in cui lo studente si confronta con un argomento di ricerca o applicato nel mondo dell Elettronica e in cui mette a frutto le sue competenze ed accresce le sue conoscenze specifiche.

13 Orientamenti Sistemi micro/nanoelettronici Dispositivi e tecnologie elettroniche e optoeln Progettazione a RadioFrequenza Progettazione Analogica e di Potenza Microelettronica Sistemi elettronici Progetto sistemi Wireless (con Telecomunicazioni) Sistemi Embedded (con Informatica) 13 Gli insegnamenti della Laurea Magistrale sono tenuti parte in italiano e parte in inglese, ed è possibile costruire percorsi solo in inglese, o percorsi con prevalenza di corsi in italiano. Gli orientamenti costruibili utilizzando i percorsi a scelta sono: Sistemi micro/nanoelettronici Dispositivi e tecnologie elettroniche e optoeln Progettazione a RadioFrequenza Progettazione Analogica e di Potenza Microelettronica! Sistemi elettronici Alcuni orientamenti sono condivisi con altri corsi di laurea: Progetto sistemi Wireless (con Ingegneria delle Telecomunicazioni) Sistemi Embedded (con Ingegneria Informatica) Sistemi micro/nanoelettronici (con Nanotecnologie per le ICT) E possibile costruire percorsi solo in inglese, o percorsi con prevalenza di corsi in italiano.

14 Sistemi micro/nanoelettronici Obiettivo Tecnologie elettroniche e micro/nano tecnologie Micro e Nano sistemi integrati Contenuti basi tecnologiche e modellistiche (non solo elettroniche ma anche Meccaniche, Ottiche, Chimiche, di Biologia e Medicina) comprensione e progetto di micro/nano strutture, con particolare enfasi agli aspetti sistemistici costruzione di un sistema completo, dal micro/nano sistema alla gestione delle interfacce con l esterno. 14 L'evoluzione delle microtecnologie ha portato ad uno scalamento delle dimensioni dei dispositivi e dei sistemi, fino alle nanostrutture. Obiettivo di questo orientamento è fornire le opportune conoscenze per la comprensione ed il progetto di microstrutture e di nanostrutture che richiedono criteri particolari di analisi, progetto e realizzazione. Viene data particolare enfasi agli aspetti sistemistici, fornendo le necessarie basi tecnologiche e modellistiche, e approfondendo anche la costruzione di un sistema completo, dal micro/nano sistema alla gestione delle interfacce con il mondo esterno. La prima parte tratta tecnologie e dispositivi, includendo anche parti non elettroniche, ed è seguita da corsi di progettazione su micro/nano scala offrendo contenuti specifici dai settori applicativi quali meccanica, ottica, radiofrequenza, chimica, biologia, medicina. A conclusione del percorso vengono discusse applicazioni che presentano un approccio complessivo al progetto ed all'analisi di micro e nano sistemi. Rispetto alla laurea in Nanotecnologie, questo orientamento da maggior enfasi agli aspetti sistemistico-applicativi: le tecnologie (comuni con la laurea in Nanotech) sono viste come strumento per ottenere specifiche applicazioni. Gli insegnamenti di questo orientamento sono tutti in lingua Inglese. I Anno Physics of Technological Processes for Microsystems Micro&Nano Systems II Anno CAD for microsystems Integrated Systems Technology Sistemi elettronici a basso consumo / Bio-Micro&Nano Systems Analog Integrated Circuits / Electronic Systems Engineering / Photonic devices

15 Dispositivi e tecnologie ELN/optoEL Obiettivo Tecnologie elettroniche e microtecnologie differenti settori di applicazione (radiofrequenza, ottica, trasduttori, sensoristica,...) Contenuti modellistica e tecnologia dei dispositivi e delle strutture (semiconduttori, mat. organici o polimerici) caratterizzazione elettrica, termica e strutturale CAD Tecnologico tecniche di microlavorazione 15 Questo orientamento ha l'obiettivo di formare progettisti di sistemi elettronici (digitali e analogici) ed optoelettronici integrati con focalizzazione sui processi tecnologici e sul design a livello di dispositivo, e di interagire con settori innovativi delle tecnologie elettroniche quali l elettronica organica. La formazione si estende anche alla conoscenza e all utilizzo pratico di strumenti CAD avanzati (il cosiddetto CAD Tecnologico) per la progettazione a livello di tecnologia, di dispositivo e di sistema con riferimento a tecnologie elettroniche su Silicio (anche per dispositivi fortemente scalati), su altri semiconduttori e materiali organici o polimerici, e ai componenti per l optoelettronica e la nanoelettronica. Gli insegnamenti di questo orientamento sono tutti in lingua Inglese. I Anno Microelectronic Devices Microwave Electronics II Anno CAD of semiconductor devices and processes Integrated Systems Technology Photonic devices Electronic properties of materials / Micro&Nano Systems / Radiofrequency Integrated Circuits

16 Progettazione a RadioFrequenza Obiettivo Circuiti e sistemi per elettronica analogica da RF a microonde/onde millimetriche Sinergie tra blocchi funzionali, tecnologie integrate, applicazioni TLC Contenuti Progettazione circuiti analogici lineari e non lineari Strumenti CAD per progetto e analisi Misure a microonde Antenne 16 L'orientamento "Progettazione a RF" ha lo scopo di formare ingegneri elettronici con competenze nell'elettronica analogica per le alte frequenze, dalle radiofrequenze alle microonde e alle onde millimetriche, comprendendo la conversione AD/DA veloce. Il settore ha visto negli ultimi anni un forte sviluppo, che ha portato nel settore della consumer electronics sistemi operanti nel campo delle microonde (ad esempio i sistemi di comunicazione cellulari e le WLAN), fino a pochi anni fa relegati ad applicazioni di nicchia e ad alto costo. Un aspetto fondamentale in questo orientamento è il legame fra i temi circuitali (blocchi funzionali analogici ad alta frequenza), le tecnologie integrate (CMOS RF, tecnologie su semiconduttore composto) e le applicazioni nel settore delle comunicazioni, aerospaziale e automotive. Particolare attenzione viene dedicata alle tecniche di Computer Aided Design per la progettazione di circuiti ad alta frequenza. Tutti gli insegnamenti di questo orientamento sono in lingua Inglese. I Anno Microelectronic Devices Microwave Electronics II Anno Radiofrequency Integrated Circuits Microwave Measurements Analog Integrated Circuits Advanced antenna engineering / Digital communications

17 Progettazione analogica e di potenza Obiettivo Front-end tra mondo fisico (analogico) e trattamento (digitale) dell informazione Back-end tra risultati numerici e mondo fisico (attuatori - automazione industriale) Contenuti Progettazione di circuiti integrati analogici Componenti e circuiti di potenza Integrazione A/D/power 17 Questo orientamento permette allo studente della laurea magistrale di approfondire le proprie conoscenze sull analisi e il progetto dei moderni circuiti di front-end e back end analogico. Tali circuiti sono necessari per il condizionamento e l acquisizione di segnali prodotti da sensori, microsistemi e MEMS, per la trasmissione dell informazione via cavo, e per il pilotaggio di attuatori di vario tipo, fondamentali in tutti i sistemi di automazione industriale e meccatronici. I temi trattati negli insegnamenti di questo orientamento permettono all ingegnere magistrale di intraprendere la professione di progettista hardware di moduli elettronici convenzionali e di sistemi integrati su silicio, con parti analogiche e parti di potenza. Tale categoria di system on chip (SOC) trova oggi largo impiego nei sistemi di trasporto (auto, ferroviario, avionica), negli impianti industriali e in quelli per le telecomunicazioni. Alcuni insegnamenti di questo orientamento sono in lingua Inglese. I Anno Sistemi elettronici a basso consumo Radiofrequency Integrated Circuits / Micro&Nano Systems / Industrial Network and Real time Operating Systems II Anno Electronic Systems Engineering Power Electronics Analog Integrated Circuits Advanced Electronic Drives

18 Microelettronica Obiettivo Progetto di circuiti/sistemi integrati complessi Componenti digitali e analogici Contenuti Tecnologie di integrazione Progetto di Layout Progetto architetturale Strumenti CAD 18 Questo orientamento fornisce le competenze necessarie per la progettazione di circuiti integrati per un ampio spettro di applicazioni. La preparazione comprende una solida capacità progettuale di circuiti integrati analogici, digitali, per radiofrequenza e con parti di gestione della potenza. Il principale punto di riferimento è lo stato dell'arte delle tecnologie per i circuiti e i sistemi integrati; di qui parte una preparazione focalizzata sulla progettazione e ottimizzazione dei microcircuiti digitali logici e di memoria, delle principali configurazioni analogiche, dei circuiti a radiofrequenza e di potenza, coprendo i problemi dal progetto al layout. Sono parte integrante della preparazione le problematiche relative alla coesistenza di sistemi appartenenti a domini diversi e le metodologie di progetto assistito (CAD per physical design). Sono presenti alcune discipline a scelta dello studente, relative al progetto di componenti e sistemi ottici integrati e alle architetture dei sistemi digitali complessi. Alcuni insegnamenti di questo orientamento sono in lingua Inglese. I Anno Microelettronica digitale Micro&Nano Systems II Anno Radiofrequency Integrated Circuits Integrated Systems Technology Analog Integrated Circuits Microelectronic devices / Integrated Systems Architecture / Sistemi elettronici a basso consumo

19 Sistemi elettronici Obiettivo Progetto di sistemi complessi (prevalentemente on-chip e on-board) sistemi embedded, automotive, automazione,... specifiche, partizionamento, sintesi e valutazione. Contenuti Progetto microelettronico e architetturale Strumenti di aiuto al progetto, codesign Ingegnerizzazione dei sistemi Competenze su Sistemi Operativi Real-time 19 L'orientamento fornisce all'ingegnere Elettronico Magistrale le competenze necessarie per il progetto di sistemi elettronici digitali a diversi livelli di integrazione (dal progetto di piastra fino al progetto di circuiti integrati) per le applicazioni tipiche della realtà industriale, quali controllo di processo, elaborazione speciale, sistemi embedded e circuiti dedicati. Gli insegnamenti sono focalizzati sulle tecnologie di costruzione e progetto dei sistemi - comprendendo anche le tecniche piu innovative e sulle loro applicazioni - coprendo il livello sistema, architetturale e microarchitetturale - con obiettivi di prestazioni, robustezza, riduzione dei consumi. Sono affrontate le tecniche di progettazione basate sul codesign e gli algoritmi di ottimizzazione del progetto, considerando i problemi legati all'integrazione tra l'hardware e il software. Completa la preparazione un modulo sui Sistemi Operativi che in ogni caso devono gestire i Sistemi Elettronici e che quindi devono essere ben conosciuti dal progettista per poterne sfruttare al pieno le potenzialita' e per permettergli di dialogare in modo costruttivo con chi gestisce il software del Sistema. Alcuni insegnamenti di questo orientamento sono in lingua Inglese. I Anno Microelettronica digitale Sistemi elettronici a basso consumo II Anno Integrated Systems Architecture Integrated Systems Technology Codesign methods and tools Operating systems / Industrial networks and Real Time Operating Systems

20 Progetto sistemi Wireless Obiettivo Piattaforme per sistemi di comunicazione Wireless (cellulari, satellitari, WI-FI,...) Wireline (LAN, automotive, ) Contenuti Elettronica digitale, analogica, mixed mode, RF Telecomunicazioni (trasmissione numerica) Sistemi riconfigurabili Antenne 20 Questo orientamento ha come obiettivo la formazione di progettisti di sistemi elettronici per il settore delle telecomunicazioni in genere, con riferimento sia alle comunicazioni wireless (sistemi cellulari, sistemi satellitari, home automation, wireless LAN, broadcasting,...) che wireline (sistemi in fibra ottica, LAN, WAN, sistemi per applicazioni automotive,...). La focalizzazione è sul sistema e sul progetto degli apparati e delle unità funzionali, con l utilizzo di componenti integrati di varia complessità: dai dispositivi per realizzare amplificatori al sistema radio completamente integrato. Gli aspetti trattati comprendono: le architetture Software Radio, l'elettronica per Radiofrequenza e microonde, l elettronica analogica e digitale, la progettazione di Antenne. Particolare attenzione sarà dedicata alle tematiche interdisciplinari e di sistema quali gestione della potenza, compatibilità elettromagnetica, ingegnerizzazione. L'orientamento prevede consistenti attività di laboratorio e di progettazione assistita. Gli insegnamenti di questo orientamento sono tutti in lingua Inglese. Questo orientamento è presente anche nella Laurea Magistrale in Telecomunicazioni. I Anno Digital communications Microwave electronics II Anno Programmable electronic systems Communication Systems Advanced antenna engineering Microwave measurements / Computer aided design of communication systems

21 Obiettivo Sistemi Embedded Capacità di progettare un sistema dove hardware e software devono coesistere ed essere ottimizzati Contenuti Elettronica e microelettronica di sistema Architetture: processori/fpga Software: sistemi operativi / driver / algoritmi Metodologie di coprogettazione HW/SW e di ottimizzazione 21 Questo orientamento fornisce all'ingegnere Elettronico Magistrale le capacità necessarie per la progettazione e l'ottimizzazione di sistemi embedded, integrando gli aspetti sistemistici e quelli applicativi. Argomenti chiave sono l'organizzazione delle architetture hardware programmabili per sistemi embedded, il loro interfacciamento sia dal punto di vista hardware che da quello software, le tecniche realizzative delle piattaforme hardware integrate e non. Completano questi argomenti la conoscenza dei sistemi operativi e le metodologie di descrizione, modellizzazione e programmazione ottimizzata che ne consentono l'efficace progettazione e utilizzo. Gli insegnamenti di questo orientamento sono tutti in lingua Inglese. Questo orientamento è presente anche nella Laurea Magistrale in Informatica. I Anno Computer Architectures Operating systems Electronics for embedded systems Microelectronic systems Electronic Systems Engineering Synthesis and optimisation of digital systems II Anno Modelling and optimization of embedded systems Testing Integrated Systems Architecture Codesign methods and tools (Elective course)

22 Visione di insieme LIVELLO Orientamenti Sistema/ applicazione Circuito/ architettura Dispositivo Tecnologia Micro/nano sistemi Dispositivi e tecnologie Progettazione RF Progettazione analogica e di potenza Microelettronica Sistemi elettronici Sistemi wireless Embedded systems 22 I vari orientamenti coprono in modo differente i quattro livelli di progetto di un sistema Elettronico, partendo dall aspetto Tecnologico e muovendosi verso i Dispositivi, i Circuiti e le Architetture, fino ad arrivare al livello di Sistema e Applicativo.

23 Obiettivo Programmi di Doppia Laurea Integrare la preparazione offerta al Politecnico con un esperienza all estero presso un altra Universita (solo tesi / un anno con tesi / un anno con coseguimento del Doppio Titolo) Opportunita percorsi condivisi Master of Science in Electrical Engineering and Computer Science (TOP-UIC) (CHICAGO) Orientamento "Eurecom" (SOPHIA ANTIPOLIS) Communication Systems Engineering (GRENOBLE) 23 Il corso di Laurea Magistrale fornisce l opportunita agli studenti che lo desiderino, di completare la propria preparazione con un periodo di studio all estero, offrendo la possibilita di vivere un esperienza di crescita presso un altra Universita straniera. E possibile anche conseguire titoli di doppia laurea con prestigiosi partner esteri con cui il Corso di Laurea condivide percorsi di studio. Tra questi: Master of Science in Electrical Engineering and Computer Science (TOP-UIC) (CHICAGO) Orientamento "Eurecom" (SOPHIA ANTIPOLIS) Communication Systems Engineering (GRENOBLE)

24 Contatti Referente del corso di Laurea Magistrale: Prof. Maurizio Zamboni 24

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

Progettazione di sistemi Embedded

Progettazione di sistemi Embedded Progettazione di sistemi Embedded Corso introduttivo di progettazione di sistemi embedded A.S. 2013/2014 proff. Nicola Masarone e Stefano Salvatori Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di

Dettagli

MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA

MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA Allegato 1 al bando di gara SCUOLA TELECOMUNICAZIONI FF.AA. CHIAVARI REQUISITO TECNICO OPERATIVO MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA MASTER DI 2 LIVELLO 1. DIFESA

Dettagli

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione.

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. COMPETENZE MINIME- INDIRIZZO : ELETTROTECNICA ED AUTOMAZIONE 1) CORSO ORDINARIO Disciplina: ELETTROTECNICA

Dettagli

COORDINAMENTO PER MATERIE SETTEMBRE 2013 MATERIA DI NUOVA INTRODUZIONE PER EFFETTO DELLA RIFORMA

COORDINAMENTO PER MATERIE SETTEMBRE 2013 MATERIA DI NUOVA INTRODUZIONE PER EFFETTO DELLA RIFORMA Pagina 1 di 5 COORDINAMENTO PER MATERIE SETTEMBRE 2013 MATERIA DI NUOVA INTRODUZIONE PER EFFETTO DELLA RIFORMA AREA DISCIPLINARE : Indirizzo Informatica e Telecomunicazioni, articolazione Informatica.

Dettagli

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI CIMEA di Luca Lantero Settembre 2008 1 Cicli Titoli di studio EHEA 1 2 3 Istruzione superiore universitaria Laurea Laurea Magistrale

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Il Progetto Orient@mente

Il Progetto Orient@mente Il Progetto Orient@mente Presentazione, 25 marzo 2015 Marina Marchisio Dipartimento di Matematica G. Peano Orient@mente Progetto di UNITO che ha come scopo la realizzazione di un orientamento in ingresso

Dettagli

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico istituto tecnico SETTORE TECNOLOGICO chimica e materiali elettronica e telecomunicazioni informatica meccanica e meccatronica

Dettagli

Informatica. Scopo della lezione

Informatica. Scopo della lezione 1 Informatica per laurea diarea non informatica LEZIONE 1 - Cos è l informatica 2 Scopo della lezione Introdurre le nozioni base della materia Definire le differenze tra hardware e software Individuare

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 1999 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright

Dettagli

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O Il Centro della Innovazione Nato inizialmente per ospitare alcune attività didattiche dell Università di Torino, il complesso polifunzionale di Via

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Microsoft Innovation Center Roma Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Il MIC Roma Cos è Uno dei risultati dei protocolli di intesa tra il Ministero della Pubblica Amministrazione e l

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Architetture CISC e RISC

Architetture CISC e RISC FONDAMENTI DI INFORMATICA Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine Architetture CISC e RISC 2000 Pier Luca Montessoro (si veda la nota di copyright alla slide n.

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE MOD PROGRAMMAZIONEDISCIPLINARE REV.00del27.09.13 Pag1di5 PROGRAMMAZIONEDIDATTICADISCIPLINARE Disciplina:_SISTEMIELETTRONICIAUTOMATICIa.s.2013/2014 Classe:5 Sez.A INDIRIZZO:ELETTRONICAPERTELECOMUNICAZIONI

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali GUIDA ALLA RIFORMA degli istituti tecnici e professionali Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali Il futuro è la nostra

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

STRUMENTAZIONE INNOVATIVA E NUOVE METODOLOGIE PER LA VALUTAZIONE DELL ESPOSIZIONE A CAMPI ELETTROMAGNETICI

STRUMENTAZIONE INNOVATIVA E NUOVE METODOLOGIE PER LA VALUTAZIONE DELL ESPOSIZIONE A CAMPI ELETTROMAGNETICI STRUMENTAZIONE INNOVATIVA E NUOVE METODOLOGIE PER LA VALUTAZIONE DELL ESPOSIZIONE A CAMPI ELETTROMAGNETICI Gaetano Licitra, Fabio Francia Italia - Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Toscana

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

UNIVERSITA DI PALERMO

UNIVERSITA DI PALERMO PILLAR OBIETTIVO SPECIFICO MASTER CALL CALL INDUSTRIAL LEADERSHIP LEADERSHIP IN ENABLING AND INDUSTRIAL TECHNOLOGIES (LEIT) H2020-SPIRE-2014-2015 - CALL FOR SPIRE - SUSTAINABLE PROCESS INDUSTRIES H2020-SPIRE-2014

Dettagli

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9 Indice BEST in Europa 3 BEST Rome Tor Vergata 4 ibec 7 Le Giornate 8 Contatti 9 Chi Siamo BEST è un network studentesco europeo senza fini di lucro, di stampo volontario ed apolitico. Gli obiettivi dell

Dettagli

SMARTCARD Studente: Elvis Ciotti Prof: Luciano Margara 1

SMARTCARD Studente: Elvis Ciotti Prof: Luciano Margara 1 SMARTCARD Studente: Elvis Ciotti Prof: Luciano Margara 1 Introduzione SmartCard: Carta intelligente Evoluzione della carta magnetica Simile a piccolo computer : contiene memoria (a contatti elettrici)

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Scheda descrittiva del programma. Open-DAI. ceduto in riuso. CSI-Piemonte in rappresentanza del Consorzio di progetto

Scheda descrittiva del programma. Open-DAI. ceduto in riuso. CSI-Piemonte in rappresentanza del Consorzio di progetto Scheda descrittiva del programma Open-DAI ceduto in riuso CSI-Piemonte in rappresentanza del Consorzio di progetto Agenzia per l Italia Digitale - Via Liszt 21-00144 Roma Pagina 1 di 19 1 SEZIONE 1 CONTESTO

Dettagli

MODELLISTICA DINAMICA DI SISTEMI FISICI

MODELLISTICA DINAMICA DI SISTEMI FISICI CONTROLLI AUTOMATICI Ingegneria Gestionale http://www.automazione.ingre.unimore.it/pages/corsi/controlliautomaticigestionale.htm MODELLISTICA DINAMICA DI SISTEMI FISICI Ing. Federica Grossi Tel. 059 2056333

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Microelettronica Corso introduttivo di progettazione di sistemi embedded

Microelettronica Corso introduttivo di progettazione di sistemi embedded Microelettronica Corso introduttivo di progettazione di sistemi embedded Introduzione prof. Stefano Salvatori A.A. 2014/2015 Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo documento sono

Dettagli

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo 1 2 Guida all accesso ai Corsi di Laurea (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo Anno Accademico 2014/2015 3 4 Concept and graphic design: Marketing e Fundraising

Dettagli

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente.

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. Solar Impulse Revillard Rezo.ch Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. La visione di ABB ABB è orgogliosa della sua alleanza tecnologica e innovativa con Solar Impulse, l aereo

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

CUT 20 P CUT 30 P GFAC_CUT 20P_30P_Brochure.indd 1 17.9.2009 9:29:45

CUT 20 P CUT 30 P GFAC_CUT 20P_30P_Brochure.indd 1 17.9.2009 9:29:45 CUT 20 P CUT 30 P UNA SOLUZIONE COMPLETA PRONTA ALL USO 2 Sommario Highlights Struttura meccanica Sistema filo Generatore e Tecnologia Unità di comando GF AgieCharmilles 4 6 8 12 16 18 CUT 20 P CUT 30

Dettagli

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Tobia Castaldi Alessandro Amirante Lorenzo Miniero Simon Pietro Romano Giorgio Ventre 02/10/2009 GARR 2009 "Network

Dettagli

DigitPA LINEE GUIDA. Centro di competenza del riuso. DigitPA 00137 Roma - viale Marx, 43 Pagina 1 di 140

DigitPA LINEE GUIDA. Centro di competenza del riuso. DigitPA 00137 Roma - viale Marx, 43 Pagina 1 di 140 LINEE GUIDA PER L INSERIMENTO ED IL RIUSO DI PROGRAMMI INFORMATICI O PARTI DI ESSI PUBBLICATI NELLA BANCA DATI DEI PROGRAMMI INFORMATICI RIUTILIZZABILI DI DIGITPA DigitPA 00137 Roma - viale Marx, 43 Pagina

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE???

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Opportunità di lavoro: ICT - Information and Communication Technology in Azienda Vendite Acquisti Produzione Logistica AFM SIA ICT

Dettagli

Processi (di sviluppo del) software. Fase di Analisi dei Requisiti. Esempi di Feature e Requisiti. Progettazione ed implementazione

Processi (di sviluppo del) software. Fase di Analisi dei Requisiti. Esempi di Feature e Requisiti. Progettazione ed implementazione Processi (di sviluppo del) software Fase di Analisi dei Requisiti Un processo software descrive le attività (o task) necessarie allo sviluppo di un prodotto software e come queste attività sono collegate

Dettagli

Cos è l Ingegneria del Software?

Cos è l Ingegneria del Software? Cos è l Ingegneria del Software? Corpus di metodologie e tecniche per la produzione di sistemi software. L ingegneria del software è la disciplina tecnologica e gestionale che riguarda la produzione sistematica

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE IMMATRICOLAZIONI AL PRIMO ANNO DEI CORSI DI LAUREA TRIENNA- LI IN INGEGNERIA DEL POLITECNICO DI BARI - A.A. 2015/2016 Sommario REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE...

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Presidio di Qualità Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Introduzione Al fine di uniformare e facilitare la compilazione delle schede SUA-CdS, il Presidio ha ritenuto utile pubblicare queste note

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Metodi e Strumenti per la Caratterizzazione e la Diagnostica di Trasmettitori Digitali RF ing. Gianfranco Miele g.miele@unicas.it

Metodi e Strumenti per la Caratterizzazione e la Diagnostica di Trasmettitori Digitali RF ing. Gianfranco Miele g.miele@unicas.it Corso di laurea magistrale in Ingegneria delle Telecomunicazioni Metodi e Strumenti per la Caratterizzazione e la Diagnostica di Trasmettitori Digitali RF ing. Gianfranco Miele g.miele@unicas.it Trasmettitore

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

GUIDA ALLE SOLUZIONI

GUIDA ALLE SOLUZIONI La caratteristica delle trasmissioni digitali è " tutto o niente ": o il segnale è sufficiente, e quindi si riceve l'immagine, oppure è insufficiente, e allora l'immagine non c'è affatto. Non c'è quel

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO D. R. 767 del 30/06/2014 MANIFESTO GENERALE DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2014/2015 IL RETTORE VISTA la Legge 19 novembre 1990

Dettagli

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014 Milano, Settembre 2014 la nostra promessa Dialogare con centinaia, migliaia o milioni di persone. Una per una, interattivamente. 10/1/2014 2 la nostra expertise YourVoice è il principale operatore italiano

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ALLEGATO I parametri e i criteri, definiti mediante indicatori quali-quantitativi (nel seguito denominati Indicatori), per il monitoraggio e la valutazione (ex post) dei risultati dell attuazione dei programmi

Dettagli

Esploro le fonti energetiche di tutto il mondo. Proteggo l ambiente. Sono il futuro. Sono un ingegnere petrolifero.

Esploro le fonti energetiche di tutto il mondo. Proteggo l ambiente. Sono il futuro. Sono un ingegnere petrolifero. Esploro le fonti energetiche di tutto il mondo. Proteggo l ambiente. Sono il futuro. Sono un ingegnere petrolifero. Cosa fa un ingegnere petrolifero? Gli ingegneri petroliferi individuano, estraggono e

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

ACCENDIAMO IL RISPARMIO

ACCENDIAMO IL RISPARMIO ACCENDIAMO IL RISPARMIO PUBBLICA ILLUMINAZIONE PER LA SMART CITY Ing. Paolo Di Lecce Tesoriere AIDI Amministratore Delegato Reverberi Enetec srl LA MISSION DI REVERBERI Reverberi Enetec è una trentennale

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Campi Elettromagnetici e Circuiti I Circuiti con accoppiamento magnetico

Campi Elettromagnetici e Circuiti I Circuiti con accoppiamento magnetico Facoltà di Ingegneria Università degli studi di Pavia Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Elettronica e Informatica Campi Elettromagnetici e Circuiti I Circuiti con accoppiamento magnetico Campi Elettromagnetici

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01-00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01-00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01-00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma Ing. Gaetano Trotta Responsabile Unico di Progetto Nata nel 1978, è una Società di Ingegneria

Dettagli

Descrizione tecnica Indice

Descrizione tecnica Indice Descrizione tecnica Indice 1. Vantaggi del sistema Vertical Booking... 2 2. SISTEMA DI PRENOTAZIONE ON LINE... 3 2.1. Caratteristiche... 3 I EXTRANET (Interfaccia per la gestione del programma)... 3 II

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM Barriera optoelettronica di misurazione LGM Misurare con intelligenza - nuove dei materiali in tutti i mercati La nuova Serie LGM di

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

Misura dell esposizione ai campi elettromagnetici prodotti da sistemi Wi-Fi

Misura dell esposizione ai campi elettromagnetici prodotti da sistemi Wi-Fi rapporti tecnici 2008 Misura dell esposizione ai campi elettromagnetici prodotti da sistemi Wi-Fi Giuseppe Anania Sezione provinciale Bologna Campi elettromagnetici INDICE 1. INTRODUZIONE...3 2. LO STANDARD

Dettagli

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese.

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione Promelit ipecs MG. Descrizione del Sistema: L azienda di oggi deve saper anche essere estesa : non confinata in

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

V11. Release 1. New Devices. New Features. More Flexibility.

V11. Release 1. New Devices. New Features. More Flexibility. V11 Release 1 New Devices. New Features. Highlights dell innovaphone PBX Versione 11 Release 1 (11r1) Con il software Versione 11 dell innovaphone PBX la soluzione di telefonia IP e Unified Communications

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

Manifesto degli studi Anno Accademico 2012-2013

Manifesto degli studi Anno Accademico 2012-2013 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA Manifesto degli studi Anno Accademico 2012-2013 Immatricolazione e Iscrizione ai Corsi di studio di cui ai DD.MM. 03.11.1999 n.509 (G.U. 04.01.2000), 04.08.2000 (G.U.

Dettagli

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento Reti Di cosa parleremo? - Definizione di Rete e Concetti di Base - Tipologie di reti - Tecnologie Wireless - Internet e WWW - Connessioni casalinghe a Internet - Posta elettronica, FTP e Internet Browser

Dettagli

3. PROFESSIONI TECNICHE Classificazione ISTAT

3. PROFESSIONI TECNICHE Classificazione ISTAT 31 Professioni tecniche in campo scientifico, ingegneristico e della produzione 311 Tecnici delle scienze quantitative, fisiche e chimiche 3111. Tecnici fisici e geologici Rilevatore geologico Tecnico

Dettagli