Monitoraggio Tempi Procedimentali Anno Lavori Pubblci

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Monitoraggio Tempi Procedimentali Anno 2013 - Lavori Pubblci"

Transcript

1 Monitoraggio Tempi Procedimentali Anno Pubblci N SETTORE UNITÀ ORGANIZZATIVA RESPONSABILE ISTRUTTORIA PROCEDIMENTO DURATA NORMATA / TEMPI DI CONCLUSIONE PREVISTI NUMERO PROCEDIMENTI AVVIATI NUMERO PROCEDIMENTI CONCLUSI NEI TERMINI NUMERO PROCEDIMENTI SCADUTI 1 istanza di Occupazione della sede stradale (chioschi, edicole, ecc) - Opere, depositi e cantieri stradali 90 giorni istanza di Ordinanze per installazione di segnaletica di cantiere 15 giorni istanza di Accessi e diramazioni 90 giorni istanza di tà 60 giorni istanza di Pertinenze delle strade 90 giorni istanza di Attraversamenti ed uso della sede stradale 90 giorni istanza di Fasce di rispetto 90 giorni istanza di istanza di Disposizioni sulla redazione del progetto La fase della sottoposizione del bene al vincolo preordinato all'esproprio e/o all'asservimento La fase della dichiarazione di pubblica utilità La fase di emanazione del decreto di esproprio e/o servitù e/o occupazione temporanea Procedura negoziata di affidamento contratti pubblici di forniture e servizi (affidamento incarichi di frazionamento) Accorpamento al demanio stradale e/o accertamenti ipo-catastali Disposizioni sulla redazione del progetto Disposizioni in materia di infrastrutture lineari energetiche: la fase di emanazione del decreto di esproprio e/o servitù e/o occupazione temporanea /60 giorni

2 Monitoraggio Tempi Procedimentali Anno Pubblci 16 istanza di Il pagamento dell indennità di esproprio e/o servitù e/o occupazione temporanea istanza di La cessione volontaria istanza di Accorpamento al demanio stradale e/o accertamenti ipo-catastali 30/60 giorni Segnaletica e Traffico - Segnaletica stradale artt. 134 e 136 DPR 495/ giorni Concessione di contributi 60 giorni Classificazione e declassamento di strade provinciali 120 giorni Procedura in economia sotto i ,00 euro per l'affidamento di lavori, servizi e forniture 40 giorni Procedura in economia - procedura negoziata sopra i ,00 euro 90 giorni Procedura aperta sotto soglia prezzo più basso 150 giorni Procedura aperta sotto soglia offerta economicamente più vantaggiosa 200 giorni Procedura aperta sopra soglia offerta economicamente più vantaggiosa 300 giorni Procedura ristretta sopra soglia offerta economicamente più vantaggiosa senza anomalia 400 giorni istanza di Accesso agli atti 30 giorni istanza di Accordi di programma - convenzioni per la definizione e realizzazione di programmi di intervento di opere pubbliche 180 giorni istanza di Denuncia sinistri 60 giorni

3 Monitoraggio Tempi Procedimentali Anno Pubblci 31 istanza di Concessione di contributi 60 giorni istanza di Classificazione e declassamento di strade provinciali 120 giorni istanza di Ordinanze sospensione circolazione per feste, fiere, mostre e altro 30 giorni istanza di Provv. autorizza. gare sportive competitive su strada 30 giorni istanza di Nulla osta gare sportive competitive su strada 15 giorni istanza di Rilascio nulla osta gare sportive non competitive su strada 30 giorni istanza di Rilascio nulla osta/parere per ordinanze sospensione circolazione per feste, fiere, mostre e altro 30 giorni istanza di Richiesta di parere per rilascio provvedimenti e nulla osta per gare sportive competitive 30 giorni istanza di Richiesta di parere per rilascio ordinanze/nulla osta per gare sportive non competitive, fiere, sagre e altro 30 giorni istanza di Richiesta di ordinanza per gare sportive competitive su strada 5 giorni Approvazione verbale concorda mento nuovi prezzi 30 giorni Approvazione perizia di variante e suppletiva 30 giorni 3 3 0

4 interessate istanza di Viabilità - Procedimento Viabilità - Procedimento istanza di Monitoraggio Tempi Procedimentali Anno Pubblci Approvazione accordo bonario 180 giorni Svincolo della cauzione 90 giorni d'urgenza e di somma urgenza 30 giorni Approvazione certificato di collaudo / certificato di regolare esecuzione 30 giorni Risoluzione del contratto per grave inadempimento, grave irregolarità e grave ritardo 30 giorni Ordinanze per installazione di segnaletica di cantiere 15 giorni Liquidazione di spesa per lavori, forniture e servizi 30 giorni Redazione per presentazione piano triennale dei ed elenco annuale 60 giorni Ordinanze per installazione di segnaletica di cantiere 15 giorni Autorizzazione al transito dei veicoli e dei trasporti eccezionali 15 giorni Autorizzazione al transito dei veicoli e dei trasporti eccezionali di blocchi in pietra naturale/prefabbricati composit ed apparecchiature industriali per l edilizia/pois/laminati grezzi con massa complessiva t giorni Autorizzazione al transito dei mezzi d opera 15 giorni Autorizzazione al transito degli autoarticolati /autotreni con rimorchio o semirimorchio destinato al trasporto esclusivo di macchine operatrici da cantiere di massa complessiva non superiore a t 56 se formati con motrice classificata m.o., dichiarata idonea a formare autoarticolati mezzi d'opera 15 giorni Autorizzazione al transito per il trasporto dei carri ferroviari 15 giorni Autorizzazione al transito degli autoveicoli ad uso speciale ed autogru 15 giorni Autorizzazione al transito delle macchine operatrici di larghezza superiore a m. 3, 20 o con sbalzo anteriore superiore a m. 2, 50 dal limite anteriore del veicolo 10 giorni

5 Monitoraggio Tempi Procedimentali Anno Pubblci Autorizzazione al transito delle macchine operatrici di larghezza fino a m. 3, 20 con sbalzo anteriore fino a m. 2, 50 dal limite anteriore del veicolo Autorizzazione al transito delle macchine agricole di larghezza oltre a m. 3, 20 Autorizzazione al transito delle macchine agricole di larghezza fino a m. 3, 20 Autorizzazione al transito delle macchine agricole ed operatrici sgombraneve di larghezza fino a m. 3, 20 Autorizzazione al transito degli autocarri con lama sgombraneve anteriore di larghezza fino a m. 3, 20 Autorizzazione al transito dei veicoli e dei trasporti eccezionali eccedenti solo l art.61 del nuovo codice della strada (periodica semplificata) Autorizzazione al transito dei veicoli e dei trasporti eccezionali con prescrizioni macchine operatrici di larghezza fino a m.3,20 Autorizzazione al transito dei veicoli e dei trasporti eccezionali con prescrizioni macchine operatrici di larghezza superiore a m.3,20 Autorizzazione al transito dei veicoli e dei trasporti eccezionali con prescrizioni autoveicolo ad uso speciale Autorizzazione al transito per macchine operatrici agricole di larghezza fino a mt. 3,20 Rinnovo autorizzazione al transito dei veicoli e dei trasporti eccezionali eccedenti solo l art.61 del nuovo codice della strada (periodica semplificata) 10 giorni giorni (*) 10 giorni (*) 10 giorni giorni giorni giorni giorni giorni giorni (*) 15 giorni Rinnovo autorizzazione al transito delle macchine operatrici di larghezza superiore a m. 3, 20 o con sbalzo anteriore superiore a m. 2, 50 dal limite anteriore del veicolo e al transito delle macchine operatrici di larghezza fino a m. 3, 20 con sbalzo anteriore fino a m. 2, 50 dal limite anteriore del veicolo 10 giorni Rinnovo al transito delle macchine agricole di larghezza oltre a m. 3, 20 e fino a m.3,20 10 giorni Rinnovo al transito delle macchine operatrici sgombraneve 10 giorni Proroga dell autorizzazione al transito dei veicoli e dei trasporti eccezionali di tipo singolo o multiplo 7 giorni

6 Monitoraggio Tempi Procedimentali Anno Pubblci Rilascio nulla osta per tipologie diverse di autorizzazione al transito 5 giorni Rinnovo autorizzazione al transito degli autocarri con lama sgombraneve anteriore di larghezza fino a m. 3, 20 Autorizzazione al transito per macchine operatrici agricole di larghezza superiore a mt. 3,20 10 giorni giorni (*) Rilascio nulla osta per tipologie diverse di autorizzazione al transito 5 giorni Richiesta modifiche ovvero integrazioni ad autorizzazioni già rilasciate ed in corso di validità 7 giorni Autorizzazione al transito degli autoarticolati /autotreni con rimorchio o semirimorchio destinato al trasporto esclusivo di macchine operatrici da cantiere di massa complessiva non superiore a t giorni (*) Lo scostamento apparente dei tempi di rilascio delle autorizzazioni rispetto ai tempi previsti dalle norme di legge è dovuto al fatto che le associazioni di categoria presentano le richieste di autorizzazione per conto dei loro associati con largo anticipo rispetto alla data di utilizzo dell'autorizzazione. Le autorizzazioni vengono comunque rilasciate in tempi tali da non compromettere la circolazione dei veicoli eccezionali e/o dei trasporti in condizioni di eccezionalità.

SETTORE EDILIZIA SCOLASTICA E FABBRICATI

SETTORE EDILIZIA SCOLASTICA E FABBRICATI OPERE PUBBLICHE ADOZIONE PROGRAMMA TRIENNALE OPERE PUBBLICHE D. Lgs 163/2006 D. M. 11/11/11 entro il 30/09 DELIBERA DI ADOZIONE DEL PROGRAMMA TRIENNALE OO.PP Delibera del Commissario Straordinario n 187/47998

Dettagli

All ANAS S.p.A. Direzione Regionale per la Sicilia Viale A. De Gasperi, 247 90146 - PALERMO

All ANAS S.p.A. Direzione Regionale per la Sicilia Viale A. De Gasperi, 247 90146 - PALERMO Unione Europea REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana Assessorato delle Infrastrutture e della Mobilità Dipartimento delle Infrastrutture della Mobilità e dei Trasporti Area 6 Coordinamento Uffici Motorizzazione

Dettagli

CONCLUSIONE DEL PROCEDIMENTO. Segreteria Tecnica Dirigente Programma triennale. Proposta di decreto caso di

CONCLUSIONE DEL PROCEDIMENTO. Segreteria Tecnica Dirigente Programma triennale. Proposta di decreto caso di Segreteria Tecnica Art. 128 D. Lgs. Proposta Art. 128 D. Lgs. Programmazione e 163/2006 s.m.i. D.M. Programma triennale Pubblicazione Piano Programmazione dei 163/2006 s.m.i. Sviluppo Ufficio Ministero

Dettagli

TRASPORTI ECCEZIONALI Allegato B del Regolamento dei Trasporti Eccezionali

TRASPORTI ECCEZIONALI Allegato B del Regolamento dei Trasporti Eccezionali TRASPORTI ECCEZIONALI Allegato B del Regolamento dei Trasporti Eccezionali MARCA DA BOLLO DA 16,00 Se presentata via PEC la marca da bollo non va applicata ma assolta in modo virtuale aggiungendo 16,00

Dettagli

PROVINCIADICATANZARO Area Gestione Del Territorio Settore Espropri Servizio Concessioni Stradali

PROVINCIADICATANZARO Area Gestione Del Territorio Settore Espropri Servizio Concessioni Stradali PROVINCIADICATANZARO Area Gestione Del Territorio Settore Espropri Servizio Concessioni Stradali L.R. 12 AGOSTO 2002, N. 34 (ARTT. 115-116-117-118) "SEMPLIFICAZIONE IN MATERIA DI TRASPORTI ECCEZIONALI"

Dettagli

CITTA DI SANTENA TERMINE PER LA CONCLUSIONE DEI PROCEDIMENTI SERVIZI TECNICI E DEL TERRITORIO PROVINCIA DI TORINO ALLEGATO C SCHEDA RELATIVA AI DEI

CITTA DI SANTENA TERMINE PER LA CONCLUSIONE DEI PROCEDIMENTI SERVIZI TECNICI E DEL TERRITORIO PROVINCIA DI TORINO ALLEGATO C SCHEDA RELATIVA AI DEI ALLEGATO C SCHEDA RELATIVA AI PER LA CONCLUSIONE DEI PROCEDIMENTI DEI SERVIZI TECNICI E DEL TERRITORIO UNITA' ORGANIZZATIVA PIANIFICAZIONE E GESTIONE TERRITORIO Autorizzazioni di abitabilità relativa a

Dettagli

IL COLLAUDO NEI LAVORI PUBBLICI

IL COLLAUDO NEI LAVORI PUBBLICI IL COLLAUDO NEI LAVORI PUBBLICI Oggetto del collaudo Il collaudo rappresenta l atto conclusivo della realizzazione di un opera pubblica, mediante il quale viene verificato e certificato che l opera pubblica

Dettagli

Circolare N.155 del 22 novembre 2011. Trasporti eccezionali su gomma. Semplificazione della procedura di richiesta delle autorizzazioni

Circolare N.155 del 22 novembre 2011. Trasporti eccezionali su gomma. Semplificazione della procedura di richiesta delle autorizzazioni Circolare N.155 del 22 novembre 2011 Trasporti eccezionali su gomma. Semplificazione della procedura di richiesta delle autorizzazioni Trasporti eccezionali su gomma: semplificazione della procedura di

Dettagli

Alla PROVINCIA DI CUNEO Area Viabilità Ufficio Nulla Osta Gare Corso Nizza, 21 CUNEO. Alla PREFETTURA DI CUNEO UFFICIO TERRITORIALE DEL GOVERNO CUNEO

Alla PROVINCIA DI CUNEO Area Viabilità Ufficio Nulla Osta Gare Corso Nizza, 21 CUNEO. Alla PREFETTURA DI CUNEO UFFICIO TERRITORIALE DEL GOVERNO CUNEO Modulo valido solo per le manifestazioni sportive motoristiche (auto e moto) a carattere competitivo da presentare almeno 30 gg. prima della data prevista per la gara. GARE 03 V_1_2012 Marca da bollo 09.07/000002

Dettagli

AREA TECNICA. TEMPI MEDI ANNO 2014 (in giorni) PROCEDIMENTI COMUNI A TUTTI I SERVIZI DELL AREA a) 5 giorni. b) 30 giorni con ricerca d archivio 28

AREA TECNICA. TEMPI MEDI ANNO 2014 (in giorni) PROCEDIMENTI COMUNI A TUTTI I SERVIZI DELL AREA a) 5 giorni. b) 30 giorni con ricerca d archivio 28 RICOGNIZIONE TEMPI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI ANNO 2013 Responsabile Area Tecnica: Arch. La Civita Luigi - Cell. 348/4738 e-mail: ufficiotecnico@comune.rivisondoli.aq.it Responsabile del procedimento:

Dettagli

REGOLAMENTO TRASPORTI ECCEZIONALI

REGOLAMENTO TRASPORTI ECCEZIONALI REGOLAMENTO TRASPORTI ECCEZIONALI INDICE SISTEMATICO REGOLAMENTO TRASPORTI ECCEZIONALI 1 CAPITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI 3 Art. 1 - finalità e principi 3 Art. 2 - definizioni 3 Art. 3 - tipi di autorizzazione

Dettagli

LA SPECIALE DISCIPLINA DELLA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI D OPERA E L'ESP2009

LA SPECIALE DISCIPLINA DELLA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI D OPERA E L'ESP2009 E L'ESP2009 Alessandro Bicego Provincia di Bologna ARS2009 ed ESP2009 Attuazione ed aggiornamento Bologna 8 ottobre 2009 Mezzi d Opera I mezzi d Opera I mezzi d opera (art. 54, c.1, lett. n. del CDS) sono:

Dettagli

RICHIESTA. Mod. ST065-005. PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA Settore Viabilità e Strade Piazza Diaz, 1 20900 Monza

RICHIESTA. Mod. ST065-005. PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA Settore Viabilità e Strade Piazza Diaz, 1 20900 Monza RICHIESTA Autorizzazione per il transito di trasporti eccezionali Ai sensi dell art. 10, D.Lgs. 285/92, come modificato dall'articolo 28, comma 1, lettera d), legge n. 472 del 1999, e D.P.R. 495/92 (artt.9-20),

Dettagli

I TRASPORTI ECCEZIONALI SU STRADA

I TRASPORTI ECCEZIONALI SU STRADA WHAT IS BREWING IN THE WORLD OF TRANSPORT? (Trasporti: cosa bolle in pentola?) I TRASPORTI ECCEZIONALI SU STRADA Sala convegni ENI, Palazzo 5, San Donato Milanese 26 Novembre 2009 PREMESSA COSA E UN TRASPORTO

Dettagli

CONEGLIANO COMUNE DI. Approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 211 del 10.04.2006. Data entrata in vigore: 27 aprile 2006.

CONEGLIANO COMUNE DI. Approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 211 del 10.04.2006. Data entrata in vigore: 27 aprile 2006. COMUNE DI Provincia di CONEGLIANO Treviso REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COSTITUZIONE E LA RIPARTIZIONE DELLA SOMMA INCENTIVANTE DI CUI ALL ARTICOLO 18 DELLA LEGGE 11 FEBBRAIO 1994, N. 109 e successive modifiche

Dettagli

ALLEGATO D. Procedure operative

ALLEGATO D. Procedure operative Commissario Delegato per il superamento dell emergenza che ha colpito i territori delle province di Varese, Como, Lecco e Bergamo nei giorni dal 15 al 18 luglio 2009 O.P.C.M. 20 aprile 2010 n. 3867 e O.P.C.M.

Dettagli

SCHEDA n.1 AREA DI RISCHIO: SOVVENZIONI e CONTRIBUTI Mappatura del Valutazione del Rischio

SCHEDA n.1 AREA DI RISCHIO: SOVVENZIONI e CONTRIBUTI Mappatura del Valutazione del Rischio Tutti i procedimenti aventi ad oggetto sovvenzioni, contributi e sussidi a persone fisiche e a persone giuridiche pubbliche e private SCHEDA n.1 AREA DI RISCHIO: SOVVENZIONI e CONTRIBUTI 2)Inosservanza

Dettagli

MISURE PER LA PREVENZIONE DEI FENOMENI DI CORRUZIONE

MISURE PER LA PREVENZIONE DEI FENOMENI DI CORRUZIONE Allegato A al piano triennale di prevenzione della corruzione 2015-2017 Tutti i report/ registri/pubblicazioni contenuti nelle schede di cui al presente allegato andranno creati ed allocati a cura del

Dettagli

L applicazione delle norme di gara

L applicazione delle norme di gara Circolare n.2/2011 Oggetto: Adempimenti a carico dei privati, beneficiari di finanziamenti FEP, ai sensi dell art. 32, lett. d) ed e) del Codice dei Contratti La normativa Come noto, l art. 32, comma 1,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DEI LAVORI IN ECONOMIA

REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DEI LAVORI IN ECONOMIA REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DEI LAVORI IN ECONOMIA REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DEI LAVORI IN ECONOMIA Articolo 1 - Ambito di applicazione e fonti Il presente Regolamento disciplina l'esecuzione dei lavori

Dettagli

COSTO SERVIZI EROGATI - ANNO 2013

COSTO SERVIZI EROGATI - ANNO 2013 - ANNO 2013 TIPOLOGIA DEI A DEI (*) PERSONA LE A STAFF 1 - GIURICO ISTITUZIONALE Servizio sportello per il cittadino Organizzazione e guida alle opere d'arte presenti nelle sale della sede. Concessione

Dettagli

Rimborsi IVA: il nuovo art. 38-bis, D.P.R. 633/1972

Rimborsi IVA: il nuovo art. 38-bis, D.P.R. 633/1972 Sandra Migliaccio (Agenzia delle Entrate - DR Piemonte Ufficio Fiscalità Generale) Rimborsi IVA: il nuovo art. 38-bis, D.P.R. 633/1972 1 L utilizzo del credito IVA Compensazione verticale Rimborso del

Dettagli

Modulo specialistico La gestione operativa delle gare e dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture nel sistema normativo vigente ore 120

Modulo specialistico La gestione operativa delle gare e dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture nel sistema normativo vigente ore 120 Modulo specialistico La gestione operativa delle gare e dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture nel sistema normativo vigente ore 120 CALENDARIO SEDE DI ROMA (4 GIUGNO 27 NOVEMBRE 2014) 4

Dettagli

n 2011112799 SGQ Certificato n. 1115798

n 2011112799 SGQ Certificato n. 1115798 CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO RIFIUTI BIODEGRADABILI (organico e potatura) RACCOLTI IN CASSONI SCARRABILI DA MC. 25-30, DALLA SEDE SOCIALE DI Bar.S.A. S.p.A. ALLA SEDE

Dettagli

Circolare N. 117 del 2 Settembre 2015

Circolare N. 117 del 2 Settembre 2015 Circolare N. 117 del 2 Settembre 2015 La revisione delle macchine agricole Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, con il DM 20.5.2015 è stata recentemente disposta la revisione generale,

Dettagli

SCHEDE DELLE ATTIVITA' A RISCHIO E DELLE MISURE DI PREVENZIONE E CONTRASTO

SCHEDE DELLE ATTIVITA' A RISCHIO E DELLE MISURE DI PREVENZIONE E CONTRASTO SCHEDE DELLE ATTIVITA' A RISCHIO E DELLE MISURE DI PREVENZIONE E CONTRASTO ALLEGATO "A" al Piano triennale della corruzione e dell'illegalità 2014-2016 Tutti i procedimenti aventi ad oggetto sovvenzioni,

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Dipartimento Urbanistica e Ambiente Servizio Energia proposta di massimario di conservazione e di scarto INDICE DEL MASSIMARIO CLASSE 1 CLASSE 2 CONTRIBUTI PER RISPARMIO ENERGETICO,

Dettagli

ALLEGATO "D" Modulistica. Pagina 1 di 15

ALLEGATO D Modulistica. Pagina 1 di 15 ALLEGATO "D" Modulistica Mod.1: Richiesta di concessione per lo scavo su suolo pubblico, Mod.2: Comunicazione di inizio lavori, Mod.3: Comunicazione di fine lavori, Mod.4: Comunicazione di inizio lavori

Dettagli

ELENCO DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI

ELENCO DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI ELENCO DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI e Protezione Civile DENOMINAZIONE E OGGETTO DEL PROCEDIMENTO STRUTTURA ORGANIZZATIVA COMPETENTE RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO RESPONSABILE DEL PROVVEDIMENTO TERMINE

Dettagli

PROCEDURE PER IL RILASCIO DELLE AUTORIZZAZIONI AL TRANSITO DEI TRASPORTI ECCEZIONALI DI TIPO PERIODICO

PROCEDURE PER IL RILASCIO DELLE AUTORIZZAZIONI AL TRANSITO DEI TRASPORTI ECCEZIONALI DI TIPO PERIODICO PROCEDURE PER IL RILASCIO DELLE AUTORIZZAZIONI AL TRANSITO DEI TRASPORTI ECCEZIONALI DI TIPO PERIODICO a cura del Gruppo Tecnico Province Sedi Territoriali Provinciali, coordinato dall U.O. Viabilità INDICE

Dettagli

COSTO SERVIZI EROGATI - ANNO 2014

COSTO SERVIZI EROGATI - ANNO 2014 - ANNO 2014 TIPOLOGIA TOTALE DEI DEI TOTALE COSTI DI STAFF 1 - GIURIDICO ISTITUZIONALE Servizio sportello per il cittadino Patrimonio e Contratti Organizzazione e guida alle opere d'arte presenti nelle

Dettagli

REGOLAMENTO TRASPORTI ECCEZIONALI ED APPROVAZIONE TARIFFE DOVUTE ALLA PROVINCIA DI POTENZA

REGOLAMENTO TRASPORTI ECCEZIONALI ED APPROVAZIONE TARIFFE DOVUTE ALLA PROVINCIA DI POTENZA PROVINCIA DI POTENZA Testo coordinato redatto dalla Segreteria Generale Piazza Mario Pagano 85100 POTENZA Tel 0971.417453 Fax 0971.417364 segretario.generale@provinciapotenza.it REGOLAMENTO TRASPORTI ECCEZIONALI

Dettagli

UNIVERSITA PER STRANIERI DI PERUGIA

UNIVERSITA PER STRANIERI DI PERUGIA UNIVERSITA PER STRANIERI DI PERUGIA REGOLAMENTO PER GLI INCARICHI DI PROGETTAZIONE ESTERNA di importo inferiore a 100.000 Euro, per la realizzazione di Opere Pubbliche (Approvato con deliberazione del

Dettagli

P R O V I N C I A D I V E R C E L L I

P R O V I N C I A D I V E R C E L L I P R O V I N C I A D I V E R C E L L I Deliberazione della Giunta Provinciale Verbale N 120 SEDUTA DEL 10 ottobre 2013 L anno duemilatredici addi dieci del mese di ottobre alle ore 9,30 in Vercelli nella

Dettagli

Capitolo 7, 3 parte Il Veicolo

Capitolo 7, 3 parte Il Veicolo Capitolo 7, 3 parte Il Veicolo 10. Schede veicoli Masse complessive a pieno carico veicoli muniti di pneumatici, con carico unitario medio trasmesso all'area di impronta sulla strada non superiore a 8

Dettagli

Tipo di controllo. Criteri di controllo

Tipo di controllo. Criteri di controllo Settore Normativa di riferimento L. 68/99 art. 3 L. 133/2008 Decreto direttoriale n. 345 del 17/09/2013 Tipo di procedimento Verifica dell ottemperanza all obbligo di assunzione disabili Genere di impresa

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ALLESTIMENTO E L ESERCIZIO DI CANTIERI EDILI

REGOLAMENTO PER L ALLESTIMENTO E L ESERCIZIO DI CANTIERI EDILI REGOLAMENTO PER L ALLESTIMENTO E L ESERCIZIO DI CANTIERI EDILI Approvato con deliberazione CC n. 25 del 19.04.2000 Modificato con deliberazione CC n. 20 del 5/04/2001 Modificato con deliberazione CC n.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE COMUNE DI MONTESPERTOLI (PROVINCIA DI FIRENZE) REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE STRADE VICINALI DI USO PUBBLICO Approvato con deliberazione C.C. n. 36 del 21.05.2012 Pagina 1 di 8 PREMESSA Il presente

Dettagli

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI CATANIA. Seminario per candidati agli esami di abilitazione alla professione di ingegnere LAVORI PUBBLICI

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI CATANIA. Seminario per candidati agli esami di abilitazione alla professione di ingegnere LAVORI PUBBLICI ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI CATANIA Seminario per candidati agli esami di abilitazione alla professione di ingegnere LAVORI PUBBLICI Progetto, approvazione, affidamento dott. ing. Orazio

Dettagli

SCHEDA 1 MISURE PER LA PREVENZIONE DEI FENOMENI DI CORRUZIONE

SCHEDA 1 MISURE PER LA PREVENZIONE DEI FENOMENI DI CORRUZIONE Tutti i report/ registri/pubblicazioni contenuti nelle schede di cui al presente allegato andranno creati ed allocati a cura del Responsabile del servizio competente in apposta banca dati dell Ente. SCHEDA

Dettagli

AVVIO DEL PROCEDIMENTO. Istanza di Parte. Istanza di Parte. Istanza di Parte. Istanza di Parte. Istanza di Parte. Istanza di Parte

AVVIO DEL PROCEDIMENTO. Istanza di Parte. Istanza di Parte. Istanza di Parte. Istanza di Parte. Istanza di Parte. Istanza di Parte 1 Rilascio autorizzazione unica per impianti di smaltimento e recupero dei rifiuti (procedura ordinaria) 150 giorni D.Lgs. n. 152/06 art. 208, LR 3/99 Per nuovi impianti e modifiche sostanziali 2 3 4 5

Dettagli

TABELLA A Allegato 1 Piano anticorruzione

TABELLA A Allegato 1 Piano anticorruzione 1. TABELLA A Allegato 1 Piano anticorruzione AREA A PROCEDURE MAPPATE IDENTIFICAZIONE DEL VALUTAZIONE PROCEDURE GESTIONE CONCESSIONI/AUTORIZZAZIONI CONCESSIONI- AUTORIZZAZIONI (senza effetto economico)

Dettagli

Art. 1) Oggetto del contratto. Il presente contratto disciplina la concessione del

Art. 1) Oggetto del contratto. Il presente contratto disciplina la concessione del COMUNE DI LECCO SETTORE LAVORI PUBBLICI SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELLA CONCESSIONE DI SERVIZIO RELATIVA ALL AREA DI PARCHEGGIO PUBBLICO DI PIAZZA SASSI. Art. 1) Oggetto del contratto. Il presente

Dettagli

Comune di Castiglione della Pescaia (Provincia di Grosseto)

Comune di Castiglione della Pescaia (Provincia di Grosseto) Numero di telefono del centralino della Polizia Municipale: 0564927251 Numero di fax della Polizia Municipale: 0564927173 Indirizzo: Strada Provinciale n 3 del Padule, km 19,00 58043 Castiglione della

Dettagli

E M A N A. il seguente regolamento: Art. 1. Modifiche all articolo 9 del decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n.

E M A N A. il seguente regolamento: Art. 1. Modifiche all articolo 9 del decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 12 febbraio 2013, n. 31. Regolamento recante modifiche al decreto del Presidente, in materia di veicoli eccezionali e trasporti in condizioni di eccezionalità, di

Dettagli

COMUNE DI MASAINAS PROVINCIA DI CARBONIA-IGLESIAS

COMUNE DI MASAINAS PROVINCIA DI CARBONIA-IGLESIAS COMUNE DI MASAINAS PROVINCIA DI CARBONIA-IGLESIAS C O P I A DETERMINAZIONE N. 430 Area Tecnica Registro Settore: 448 Data: 14/08/2015 Servizio: Ufficio Tecnico DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE

Dettagli

Procedimenti (art 9, lett. a)) Livello di rischio (art. 5, lett. a)

Procedimenti (art 9, lett. a)) Livello di rischio (art. 5, lett. a) (art 9, lett. a)) (art. 5, lett. a) SCHEDA N. 1: APPALTI Lavori eseguiti in somma urgenza 1) Registro delle somme urgenze, recante le seguenti informazioni: - Estremi provvedimento di affidamento - Oggetto

Dettagli

AREA DEI SERVIZI TECNOLOGICI E PIANIFICAZIONE. Lavori di manutenzione del canale navigabile della laguna di Sant Antioco.

AREA DEI SERVIZI TECNOLOGICI E PIANIFICAZIONE. Lavori di manutenzione del canale navigabile della laguna di Sant Antioco. Allegato A alla Delibera n. 63 del 20.11.2015 Lavori di manutenzione del canale navigabile della laguna di Sant Antioco. Approvazione del Progetto definitivo. (Recepimento delle prescrizioni del Decreto

Dettagli

Livello di rischio (art. 5, lett.a)) Procedimenti (art. 9, lett.a))

Livello di rischio (art. 5, lett.a)) Procedimenti (art. 9, lett.a)) SCHEDA N. 1 : APPALTI Lavori eseguiti in somma urgenza 1)Registro delle somme urgenze, recante le seguenti informazioni: - Estremi provvedimento di affidamento - Oggetto della fornitura - Operatore economico

Dettagli

Quadro economico del progetto. Importo lavori a misura Importo spese generali Importo IVA altre voci. Quadro economico a seguito della gara di appalto

Quadro economico del progetto. Importo lavori a misura Importo spese generali Importo IVA altre voci. Quadro economico a seguito della gara di appalto aggiornamento 1) Titolo dell intervento Finanziamento regionale l.r. n.13/2008 ( ) Altri Finanziamenti ( ) (**) Note Livello di progettazione approvazione 2) SEZIONE DATI PROGETTUALI D APPALTO ENTE ATTUATORE

Dettagli

COMUNE DI CAVAION VERONESE Provincia di Verona Piazza Fracastoro 8-37010 Cavaion Veronese C.F. 8000830232 - P.IVA 00887460236

COMUNE DI CAVAION VERONESE Provincia di Verona Piazza Fracastoro 8-37010 Cavaion Veronese C.F. 8000830232 - P.IVA 00887460236 COMUNE DI CAVAION VERONESE Provincia di Verona Piazza Fracastoro 8-37010 Cavaion Veronese C.F. 8000830232 - P.IVA 00887460236 AREA EDILIZIA PRIVATA URBANISTICA COMMERCIO - ECOLOGIA RESPONSABILE P.O: Telefono

Dettagli

I PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI IN TEMA DI BONIFICHE

I PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI IN TEMA DI BONIFICHE Settore Bonifiche Bonifiche ed edilizia: criticità ed opportunità I PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI IN TEMA DI BONIFICHE Alternative procedimentali e opportunità di semplificazione. Gli interventi in deroga

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome CELONI CLAUDIO Indirizzo N.C. 1, piazza Napoleone,55100 Lucca Telefono 0583-417290 Fax 0583-417930 E-mail

Dettagli

COMUNE DI TRIGGIANO Provincia di Bari

COMUNE DI TRIGGIANO Provincia di Bari COMUNE DI TRIGGIANO Provincia di Bari REGOLAMENTO PER LA CIRCOLAZIONE E LA SOSTA DEI VEICOLI AL SERVIZIO DI PERSONE DISABILI (Approvato con Delibera di C.C. n. 2 del 28 Gennaio 2005) Art. 1 (Oggetto) -

Dettagli

PROVINCIA DI GORIZIA GIUNTA PROVINCIALE. VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 13 Prot. 3731/2014 adottata nella seduta del 5 febbraio 2014

PROVINCIA DI GORIZIA GIUNTA PROVINCIALE. VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 13 Prot. 3731/2014 adottata nella seduta del 5 febbraio 2014 PROVINCIA DI GORIZIA GIUNTA PROVINCIALE VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 13 Prot. 3731/2014 adottata nella seduta del 5 febbraio 2014 alla quale partecipano i Signori: GHERGHETTA Enrico Presidente P ČERNIC

Dettagli

COMUNE DI CANEVA - MAPPATURA DEI RISCHI PER IL PROGRAMMA ANTICORRUZIONE

COMUNE DI CANEVA - MAPPATURA DEI RISCHI PER IL PROGRAMMA ANTICORRUZIONE probabilità AREA TECNICA, LAVORI PUBBLICI, PATRIMONIO E SERVIZI 1 Rilascio di autorizzazioni cimiteriali Rischio "Non rispetto delle scadenze temporali valore economico 1,00 Monitoraggio periodico dei

Dettagli

AUTORIZZAZIONI E CLASSIFICAZIONE DEI MEZZI D OPERA

AUTORIZZAZIONI E CLASSIFICAZIONE DEI MEZZI D OPERA AUTORIZZAZIONI E CLASSIFICAZIONE DEI MEZZI D OPERA di Franco MEDRI * L articolo 54, comma 1, lettera n), del Codice della Strada classifica i mezzi d opera come Veicoli o complessi di veicoli dotati di

Dettagli

COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195

COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195 COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195 TEMPI MEDI DI EROGAZIONE DEI SERVIZI NEL COMUNE DI PERTICA BASSA Artt. 32, comma 2, lett. b) del D.Lgs. 14 marzo

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEI PASSI CARRABILI

REGOLAMENTO COMUNALE DEI PASSI CARRABILI REGOLAMENTO COMUNALE DEI PASSI CARRABILI Approvato con delibera di consiglio del Commissario Straordinario n. 17 del 18.03.2004 1 INDICE Art. 1 - Contenuto del Regolamento. Art. 2 - Definizione di passo

Dettagli

Collaudo e pagamenti nell appalto pubblico. www.studiolaplaca.it

Collaudo e pagamenti nell appalto pubblico. www.studiolaplaca.it Collaudo e pagamenti nell appalto pubblico. Norme di riferimento Codice dei contratti pubblici: artt. 120, 141 (collaudo) Regolamento: artt. 112, 114, 116 (pagamenti) - 187 e ss. + 208 (collaudo) CGA:

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'ESECUZIONE DI LAVORI IN ECONOMIA

REGOLAMENTO PER L'ESECUZIONE DI LAVORI IN ECONOMIA REGOLAMENTO PER L'ESECUZIONE DI LAVORI IN ECONOMIA ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO 1. Il presente regolamento, in conformità alle leggi e regolamenti vigenti, disciplina le modalità, i limiti e le procedure

Dettagli

CENNI NORMATIVI VEICOLI E TRASPORTI ECCEZIONALI

CENNI NORMATIVI VEICOLI E TRASPORTI ECCEZIONALI CENNI NORMATIVI VEICOLI E TRASPORTI ECCEZIONALI 1. PREMESSA 2. VEICOLI E TRASPORTI ECCEZIONALI 3. I MEZZI D OPERA 4. L AUTORIZZAZIONE 5. ESCLUSIONI 6. MAGGIORE USURA DELLA STRADA 7. LA 7 bis LA PER LE

Dettagli

schemi segnaletici di possibile attuazione per il fermo temporaneo in carreggiata dei veicoli con massa a pieno carico superiore alle 7,5 t

schemi segnaletici di possibile attuazione per il fermo temporaneo in carreggiata dei veicoli con massa a pieno carico superiore alle 7,5 t schemi segnaletici di possibile attuazione per il fermo temporaneo in carreggiata dei veicoli con massa a pieno carico superiore alle,5 t 1 PREMESSA Il presente documento integra il testo del Protocollo

Dettagli

TABELLA 2 P.T.P.C. -2014-2016- Unione dei Comuni Lombarda della Valletta e dei comuni di Perego, Rovagnate e Santa Maria Hoè

TABELLA 2 P.T.P.C. -2014-2016- Unione dei Comuni Lombarda della Valletta e dei comuni di Perego, Rovagnate e Santa Maria Hoè TABELLA 2 P.T.P.C. -2014-2016- Unione dei Comuni Lombarda la Valletta e dei comuni di Perego, Rovagnate e Santa Maria Hoè Aree di REGISTRO E ANALISI DEI RISCHI con indicazione le inerenti aree e strutture

Dettagli

DECRETO N. 5703 Del 07/07/2015

DECRETO N. 5703 Del 07/07/2015 DECRETO N. 5703 Del 07/07/2015 Identificativo Atto n. 515 DIREZIONE GENERALE AMBIENTE, ENERGIA E SVILUPPO SOSTENIBILE Oggetto AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (A.I.A.) ALLA DITTA SAN PELLEGRINO SPA

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA IL COMUNE DI SOLIERA ED. AIMAG S.p.A. PER I LAVORI DI COLLETTAMENTO DELLA RETE FOGNARIA DELLA LOCALITA GRANDE ROSA ALLA RETE

PROTOCOLLO D INTESA TRA IL COMUNE DI SOLIERA ED. AIMAG S.p.A. PER I LAVORI DI COLLETTAMENTO DELLA RETE FOGNARIA DELLA LOCALITA GRANDE ROSA ALLA RETE PROTOCOLLO D INTESA TRA IL COMUNE DI SOLIERA ED AIMAG S.p.A. PER I LAVORI DI COLLETTAMENTO DELLA RETE FOGNARIA DELLA LOCALITA GRANDE ROSA ALLA RETE FOGNARIA DI CARPI. (Prog. AIMAG 13/82-RETI). L anno duemilaquattordici

Dettagli

Assessorato Regionale delle Risorse Agricole e Alimentari Dipartimento degli Interventi per la Pesca

Assessorato Regionale delle Risorse Agricole e Alimentari Dipartimento degli Interventi per la Pesca Regione Siciliana Assessorato Regionale delle Risorse Agricole e Alimentari Dipartimento degli Interventi per la Pesca Linee guida per la Presentazione dei Progetti da allegare alle istanze e per la contabilità

Dettagli

COMUNE DI GRADO Provincia di Gorizia AREA TECNICA SERVIZIO LL PP DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

COMUNE DI GRADO Provincia di Gorizia AREA TECNICA SERVIZIO LL PP DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE COMUNE DI GRADO Provincia di Gorizia AREA TECNICA SERVIZIO LL PP DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Determinazione nr. 249 Data adozione: 03/04/2014 OGGETTO: Opere di messa in sicurezza stradale delle rive: interventi

Dettagli

Calendario Corso Diploma di esperto in appalti pubblici

Calendario Corso Diploma di esperto in appalti pubblici Calendario Corso Diploma di esperto in appalti pubblici 1^ EDIZIONE CASERTA I giorno 9 settembre 2015 II giorno 10 settembre 2015 ARGOMENTI L obiettivo della regolazione: gli aspetti giuridici Normativa

Dettagli

Struttura Organizzativa: SOC Acquisizione Gestione Beni e Servizi liv. aziendale Direttore: Dr. Banzato Roberto. provv.eco@ azisanrovigo.

Struttura Organizzativa: SOC Acquisizione Gestione Beni e Servizi liv. aziendale Direttore: Dr. Banzato Roberto. provv.eco@ azisanrovigo. Struttura Organizzativa: SOC Acquisizione Gestione Beni e Servizi liv. aziendale Direttore: Dr. Roberto Nr Descrizione del procedimento amministrativo 1 Procedura aperta sopra soglia - offerta 2 Procedura

Dettagli

Impianti di pubblica illuminazione (punti luce/lampioni) su strade provinciali o in gestione della Provincia

Impianti di pubblica illuminazione (punti luce/lampioni) su strade provinciali o in gestione della Provincia QUESTIONARIO FP04U - QUADRO A Elementi specifici QUADRO D Personale impiegato dall'ente, addetto alle riguardanti la gestione del anche se contabilizzato in altre funzioni QUADRO E Unità Locali utilizzate

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI IN ECONOMIA

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI IN ECONOMIA Ente Zona Industriale di Trieste REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI IN ECONOMIA Limite di valore 200.000 Euro (IVA esclusa) Art. 1 Finalità 1. Il presente Regolamento disciplina l affidamento di lavori

Dettagli

MISURE PER LA PREVENZIONE DEI FENOMENI DI CORRUZIONE. MISURE DI PREVENZIONE SPECIFICO DA PREVENIRE Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017

MISURE PER LA PREVENZIONE DEI FENOMENI DI CORRUZIONE. MISURE DI PREVENZIONE SPECIFICO DA PREVENIRE Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Allegato B alla deliberazione di Giunta comunale n. 010 del 28.01.2015 Tutti i report/ registri/pubblicazioni contenuti nelle schede di cui al presente allegato andranno creati ed allocati a cura del Responsabile

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROPONENTE Settore Urbanistica Rigenerazione Urbana DIRETTORE CARLETTI arch. RUGGERO Numero di registro Data dell'atto 723 14/05/2015 Oggetto : Approvazione in linea tecnica

Dettagli

AREA N.2 AREA DI PROCEDIMENTO

AREA N.2 AREA DI PROCEDIMENTO AREA DI PROCEDIMENTO PROCEDIMENTI AFFIDAMENTI INCARICHI TECNICI PROGETTAZIONE PRELIMINARE FASI AREA N.2 LAVORI PUBBLICI E PATRIMONIO * Predisposizione del bando (quando necessario); * Predisposizione della

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Servizio Infrastrutture e Viabilita'

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Servizio Infrastrutture e Viabilita' Registro generale n. 3658 del 29/12/2015 Determina senza Impegno di spesa DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Tutela e Valorizzazione dell'ambiente, Pianificazione Territoriale, Trasporto e

Dettagli

Centro di Riferimento Oncologico di Aviano Via Pedemontana Occidentale, 12 33081 AVIANO PN

Centro di Riferimento Oncologico di Aviano Via Pedemontana Occidentale, 12 33081 AVIANO PN Centro di Riferimento Oncologico di Aviano Via Pedemontana Occidentale, 12 33081 AVIANO PN AVVISO DI SELEZIONE PER AFFIDAMENTO DI INCARICO PROFESSIONALE (di importo inferiore a 100.000 euro) Oggetto: Avviso

Dettagli

DICIOMMO ANGELA. Decreto soggetto a controllo di regolarità amministrativa e contabile ai sensi della D.G.R. n. 548/2012

DICIOMMO ANGELA. Decreto soggetto a controllo di regolarità amministrativa e contabile ai sensi della D.G.R. n. 548/2012 REGIONE TOSCANA DIREZIONE GENERALE ORGANIZZAZIONE SETTORE PATRIMONIO E LOGISTICA Il Dirigente Responsabile: DICIOMMO ANGELA Decreto soggetto a controllo di regolarità amministrativa e contabile ai sensi

Dettagli

RICHIESTA. Autorizzazione per il transito di trasporti eccezionali Ai sensi del D.Lgs.n. 285/92 (art.10) e D.P.R. 495/92 (artt.9/20) L.R.

RICHIESTA. Autorizzazione per il transito di trasporti eccezionali Ai sensi del D.Lgs.n. 285/92 (art.10) e D.P.R. 495/92 (artt.9/20) L.R. RICHIESTA Autorizzazione per il transito di trasporti eccezionali Ai sensi del D.Lgs.n. 285/92 (art.10) e D.P.R. 495/92 (artt.9/20) L.R. 34/95 Mod. ST065-005 Marca da bollo ad uso amministrativo in vigore

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE COMUNE DI LAMPORECCHIO Piazza Berni, n. 1 51035 LAMPORECCHIO (PT) C.F. 00300620473 Fax 0573/81427 @mail info@comune.lamporecchio.pt.it Area Tecnica Lavori Pubblici REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE STRADE

Dettagli

RICOGNIZIONE - PROCEDIMENTI SETTORE GESTIONE DEL TERRITORIO

RICOGNIZIONE - PROCEDIMENTI SETTORE GESTIONE DEL TERRITORIO RIOGNIZION - PRODIMNTI STTOR GSTION DL TRRITORIO A R A F D STRUTTU ORGANIZZA TIVA OMPTNT PRODIMNTO Abusi edilizi accertamento Accesso agli atti edilizia ed urbanistica Autorizzazione insegne pubblicitarie

Dettagli

COMUNE DI SENIGALLIA. In vigore presso il Servizio Urbanistica dal 01.01.2004. (Allegato alla delibera di G.M. n 464 del 10.12.

COMUNE DI SENIGALLIA. In vigore presso il Servizio Urbanistica dal 01.01.2004. (Allegato alla delibera di G.M. n 464 del 10.12. COMUNE DI SENIGALLIA DIRITTI DI SEGRETERIA In vigore presso il Servizio Urbanistica dal 01.01.2004 (Allegato alla delibera di G.M. n 464 del 10.12.2003) CONDIZIONI GENERALI 1 La tariffa da applicare è

Dettagli

COMUNE DI MONTEMURLO Provincia di Prato REGOLAMENTO DEI LAVORI E DEI SERVIZI DI PROGETTAZIONE

COMUNE DI MONTEMURLO Provincia di Prato REGOLAMENTO DEI LAVORI E DEI SERVIZI DI PROGETTAZIONE COMUNE DI MONTEMURLO Provincia di Prato REGOLAMENTO DEI LAVORI E DEI SERVIZI DI PROGETTAZIONE E CORRELATI DA ESEGUIRSI IN ECONOMIA (art.125 del Codice dei contratti pubblici D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163)

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DI STALLI DI SOSTA PER IL CARICO E SCARICO MERCI I N D I C E

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DI STALLI DI SOSTA PER IL CARICO E SCARICO MERCI I N D I C E REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DI STALLI DI SOSTA PER IL CARICO E SCARICO MERCI I N D I C E - Art.1 OggettO ed ambito di applicazione - Art.2 Definizioni - Art.3 OrariO e sosta dei veicoli riservata al

Dettagli

CITTÀ DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI TERMICI

CITTÀ DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI TERMICI CITTÀ DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI TERMICI Approvato con deliberazione di C.C. n. 52 del 29/09/2008

Dettagli

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato CONTRATTO FRA IL COMUNE DI GENOVA E... PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO EDUCATIVO A FAVORE DI MINORI E NUCLEI DI NAZIONALITÀ STRANIERA SEGUITI DALL UFFICIO CITTADINI SENZA TERRITORIO PERIODO...

Dettagli

CITTA' DI TORINO DIREZIONE CENTRALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione

CITTA' DI TORINO DIREZIONE CENTRALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione CITTA' DI TORINO DIREZIONE CENTRALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione CIRCOLARE N. 43 Informativa OGGETTO: Circolazione. Decreto Legge 24 gennaio 2012, n.

Dettagli

Revisione delle macchine agricole e delle macchine operatrici, ora è operativa Di Girolamo Simonato

Revisione delle macchine agricole e delle macchine operatrici, ora è operativa Di Girolamo Simonato Revisione delle macchine agricole e delle macchine operatrici, ora è operativa Di Girolamo Simonato Con il d.lgs. 285/92 (Nuovo Codice della Strada) all art. 111 era stata disciplinata la revisione della

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DEI VEICOLI DEL COMITATO REGIONALE CRI DELLA TOSCANA CIG: 28951999C9

Dettagli

SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO MS/ms Fasc. 2014/VI.7/93

SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO MS/ms Fasc. 2014/VI.7/93 SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO MS/ms Fasc. 2014/VI.7/93 Determinazione n. DD-2015-287 esecutiva dal 18/02/2015 Protocollo Generale n. PG-2015-17185

Dettagli

Luogo residenza prov. c.a.p. Indirizzo n. Tel. Fax e-mail

Luogo residenza prov. c.a.p. Indirizzo n. Tel. Fax e-mail Al dirigente del sesto settore del Comune di Termini Imerese Oggetto: Richiesta modifica temporanea della disciplina vigente di circolazione o di sosta. Cognome nome Luogo di nascita Data di nascita Luogo

Dettagli

REGOLAMENTO LAVORI, SERVIZI, FORNITURE E SERVIZI TECNICI IN ECONOMIA ART. 125 D.Lgs. 163/2006 e s.m.i.

REGOLAMENTO LAVORI, SERVIZI, FORNITURE E SERVIZI TECNICI IN ECONOMIA ART. 125 D.Lgs. 163/2006 e s.m.i. Approvato con Determinazione del Direttore n. 007/DD del 22.01.2013 REGOLAMENTO LAVORI, SERVIZI, FORNITURE E SERVIZI TECNICI IN ECONOMIA ART. 125 D.Lgs. 163/2006 e s.m.i. ARTICOLO. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO....

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI CITTÀ DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI Approvato con deliberazione di C.C. n. 51 del 29/09/2008

Dettagli

INIZIATIVA DI EMERGENZA IN GIORDANIA AID 10249 FASE II CHIARIMENTI AMMINISTRATIVI

INIZIATIVA DI EMERGENZA IN GIORDANIA AID 10249 FASE II CHIARIMENTI AMMINISTRATIVI ALLEGATO B Chiarimenti amministrativi INIZIATIVA DI EMERGENZA IN GIORDANIA AID 10249 FASE II CHIARIMENTI AMMINISTRATIVI PREMESSA Il presente documento, quale parte integrante del Disciplinare d Incarico,

Dettagli

Comune di Chiaravalle

Comune di Chiaravalle ALLEGATO A - NUOVE TARIFFE (approvate con Delibera G.C. n. del ) Determinazione dei valori dei Diritti di Segreteria istituiti con il comma 10 dell art. 10 del D.L. 18/01/1993 n. 8, convertito con Legge

Dettagli

ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA (A.C.E.) MODULISTICA AMBIENTALE

ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA (A.C.E.) MODULISTICA AMBIENTALE CODICE EDILIZIA E URBANISTICA REGIONE LAZIZO INDICE DELLA MODULISTICA ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA (A.C.E.) Istruzioni per inoltrare lʹa.c.e. o lʹautodichiarazione Autodichiarazione MODULISTICA

Dettagli

Esente da bollo ai sensi D.P.R.26.10.1972, n.642 e succ. mod. ed integr. TAB all.b art.21/bis.

Esente da bollo ai sensi D.P.R.26.10.1972, n.642 e succ. mod. ed integr. TAB all.b art.21/bis. SCHEMA BASE PER LA PREDISPOSIZIONE DI PERIZIA ASSEVERATA RELATIVA ALL INVESTIMENTO E CONTENENTE COMPUTO METRICO CONSUNTIVO COMPLETO DELLE TABELLE DI RAFFRONTO CON IL COMPUTO METRICO ESTIMATIVO PREVENTIVO

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO PER GLI INTERVENTI IN ECONOMIA

REGOLAMENTO DI ATENEO PER GLI INTERVENTI IN ECONOMIA REGOLAMENTO DI ATENEO PER GLI INTERVENTI IN ECONOMIA ARTICOLO 1 (Oggetto del regolamento) 1. Il presente regolamento disciplina le modalità, i limiti e le procedure da seguire per l acquisizione in economia

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DEI LAVORI IN ECONOMIA

REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DEI LAVORI IN ECONOMIA REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DEI LAVORI IN ECONOMIA INDICE Art. 1 - Ambito di applicazione e fonti Art. 2 - Limiti di importo e divieto di frazionamento Art. 3 - Tipologia dei lavori eseguibili in economia

Dettagli

ASA SPA. Azienda Servizi Ambientali con sede legale in Livorno via del Gazometro 9

ASA SPA. Azienda Servizi Ambientali con sede legale in Livorno via del Gazometro 9 ASA SPA Azienda Servizi Ambientali con sede legale in Livorno via del Gazometro 9 REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI PER SPESE IN ECONOMIA DI CUI ALL ART.

Dettagli