Ambienti Virtuali e Giochi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ambienti Virtuali e Giochi"

Transcript

1 Ambienti Virtuali e Giochi Vivere una Vita Alternativa dentro un Ambiente Sintetico Stefano Cacciaguerra 1

2 Contenuti Introduzione Esempi Caratteristiche Come Programmarli Come Gestire la Partecipazione in essi 2

3 Introduzione 2500 a.c. Nella città sumera di Ur nasce il Gioco Reale di Ur. Il primo gioco da tavolo in cui il giocatore è rappresentato da una pedina d.c. Un certo C. Weikmann inventa Konigsspiel il gioco del re. Un esercito di 30 figurine preso dagli scacchi e antenate dei soldatini per ciascuno dei 14 diversi ruoli di combattimento simulando le lotte del potere dell epoca d.c. L. Carroll scrive Alice nel Paese delle Meraviglie. Prende forma l idea di un viaggio paradossale nei territori della fantasia d.c. Per facilitare la comunicazione tra poli universitari in america R. Talyor dell agenzia Arpa collega 4 calcolatori di università differenti. Arpanet sarà la madre di Internet d.c. D. Arneson e G. Gygax creano il primo sistema di regole per Dungeons&Dragons. Il primo gioco di ruolo moderno. 3

4 Introduzione 1978 d.c. Nell Università di Essex, in Inghilterra, fa la comparsa il primo Multi-User Dungeon (MUD), ideato da R. Trubshaw. È ancora un gioco fatto di solo testo che permette agli utilizzatori di spostarsi in zone virtuale diverse e di dialogare tra loro d.c. I Mondi Virtuali ed i Massive Multiplayer Online Role Play Games (MMORPG) diventano popolari negli USA. Il più famoso è Ultima Online di R. Garriot, una simulazione della vita medioevale in 3D. Il gioco conta abbonati d.c. World of Warcraft, un mondo virtuale di ambientazione fantasy ispirato ad un saga di Massive Multiplayer Online Real time Strategy games (MMORTS) totalizza 5 milioni di abbonati. Tratto dall articolo Vite Parallele apparso sul mensile Quark, marzo

5 Domande Perché uno studente australiano di 24 anni dovrebbe comprare un isola che non c è per dollari sul pianeta entropia? Chi comprerebbe un paio di nike o di levi s 501 per la propria controparte artificiale? Chi ucciderebbe (per davvero) un concorrente rivale dopo che ti ha rubato la preziosa spada magica? Domande assurde, eppure trovano la stessa risposta! Un partecipante ad un Ambiente Virtuale 5

6 Gli AV Costituiscono una Realtà Gli Ambienti Virtuali (AV) stanno entrando prepotentemente nelle nostre vite tanto da costituire una seconda chance per molti umani. Gli AV hanno un economia, un governo, una valuta. Migliaia di Abitanti vi ci nascono e vi ci muoiono. Sono mondi di fantasia accessibili via web. World of Warcraft Oltre 5 milioni di abbonati Project Entropia Turnover di dollari in gennaio 2005 Second Life Centinaia di negozi dalla Ferrari all i-pod 6

7 Ambienti Virtuali Ambiente virtuale (AV) è il termine utilizzato per indicare una realtà simulata creata attraverso l uso del computer. Attualmente, il termine è utilizzato per la rappresentazione virtuale di un sistema complesso: dai videogiochi ai simulatori di volo. Alcune delle caratteristiche principali degli ambienti virtuali sono: di sfruttare una rappresentazione sensoriale talmente immersiva da essere percepita come reale dai partecipanti, di supportare le azioni di più utenti contemporaneamente e la formazione di gruppi, di permettere l interazione con entità sintetiche intelligenti, di usufruire di dispositivi embedded come PDA e SmartPhone od oggetti ad hoc come casco od occhialini, auricolari, cyberglove e cybertuta. 7

8 Rappresentazione Sensoriale Realistica Un AV deve dare al partecipante la sensazione di essere inserito all interno di un ambiente talmente immersivo da permettergli di sviluppare abilità che potrebbe sfruttare nel mondo reale. Esempio eclatante: Simulatore di Volo. Problema il livello di dettaglio costa sia in termini computazionali sia in termini di memoria utilizzata! Negli AV è importante sviluppare solo i dettagli che sono fondamentali per la realizzazione della simulazione. Esempio eclatante: Gara di automobili. È interessante la realizzazione del circuito, non dello sfondo (platea, box, ) 8

9 Ambiguità Attenzione all ambiguità della parola realistica. Non è legata al fatto che l ambiente riprodotto ne deve per forza richiamare uno esistente. Possono esistere degli ambienti virtuali che vogliono promuoverne una supposta o riprodurre una realtà fantastica. Ad esempio, si cambiano le leggi della fisica da quella terrestre a quella lunare. Ad esempio, mondi fantastici come EverQuest II. 9

10 Graphical Processor Unit Cmq le moderne schede video montano micro processori e buffer di memoria dedicati che permettono alla scheda grafica di sostituire nei calcoli la CPU. Questo effetto è talmente rilevante che le schede video sono definite GPU (Graphical Processor Unit). Ad esempio Nvidia ed ATI. In questo senso, risulta possibile utilizzare una grafica spinta: 10

11 Massive Multi-Player La realizzazione di un gioco in modalità multi-player dipende dalla gestione di 2 fattori principali: Responsiveness gli eventi che descrivono l evoluzione del gioco devono essere ricevuti dagli utenti in tempo reale (vincoli real-time). Reliability and Game Consistency L evoluzione del gioco deve essere descritta a tutti i partecipanti nello stesso modo preciso e Corretto ( tutti i giocatori adottano una strategia in base allo stesso contenuto informativo). 11

12 Dispositivi Mobili e Reti Wireless Dispositivi Mobili come PDA e Smart-phone dispongono di sufficiente potenza computazionale ed un antenna che gli permettono di partecipare ad AV. Altri dispositivi dedicati: Sony PSP, Nintendo Dual Screen e Nokia ngage Due tipi di rete: La rete cellulare di 3G garantisce la disponibilità di connettività su ampio raggio ma con transmission throughput limitato. Le reti Wi-Fi, Bluetooth e HomeRF offrono una bandwidth maggiore ma dentro un raggio limitato. 12

13 Interazione a Gruppi Molte volte gli AV promuovano la formazione di team per risolvere un problema comune. Ad esempio, in Travian le alleanza proteggono i propri membri. Gli AV promuovono la nascita di comunità virtuali: gruppo di persone che utilizzano la stessa tecnologia via Internet per attività sociali. la creazione di vere e proprie società artificiali. Ad esempio, in Travian, ogni partecipante deve competere con migliaia di altri giocatori per il controllo delle risorse naturali e gestire l evoluzione di un piccolo villaggio. 13

14 Interazione con Entità Intelligenti Gli AV moderni necessitano di un largo numero di partecipanti che spendono il loro tempo nella creazione e nel mantenimento di relazioni sociali per un lungo periodo. Una possibile soluzione per popolare gli AV è realizzare entità autonome ed intelligenti in grado di competere e cooperare con i partecipanti umani. Dovrebbe essere indistinguibile il comportamento di un entità software da quello di un umano (passare un Turing Test cooperativo). Per raggiungere questo scopo esistono due possibili approcci: dotare l entità di una conoscenza più approfondita dell ambiente (Reinforcement Learning) permettere ad un entità di analizzare il comportamento di un umano e cercare di riprodurlo (Machine Learning) 14

15 Interazione con Entità Intelligenti Neuro-Evolving Robotic Operatives (NERO): un progetto di ricerca in collaborazione tra il Department of Computer Sciences and the Digital Media Collaboratory at the University of Texas at Austin. Utilizza un algoritmo real-time di NeuroEvolution of Augmenting Topologies. Per giocare ogni partecipante deve evolvere il proprio esercito di robot cercando di insegnargli come comportarsi in alcune situazioni. Questo è possibile facendo il tuning del cervello artificiale dei robot. 15

16 Reale-Virtuale-Reale Esistono dispositivi pervasivi che permettono di aumentare l esperienza sensoriale all interno di un AV (Realtà Virtuale): Casco permette la visione stereoscopica ed un effetto sonoro immersivo Cyberglove e Cybertuta permettono la sensazione tattile Real Tournament Ogni partecipante usa un dispositivo che integra tecnologie GPS, sensori, Wi-Fi, GPRS, su un PDA per competere alla cattura di una serie di mostri in una arena virtuale mappata sulla città di Lancaster. 16

17 Realizzare un AV tramite SPADES SPADES (System for Parallel Agent Discrete Agent Simulation) è un sistema middleware per simulazioni multi-agenti distribuite. Permette di realizzare un AV all interno del quale vivono entità artificiali pensanti chiamate agenti. Promuove la creazione di simulazioni ripetibili ed efficienti distribuite tra più computer. Un agente riceve delle sensazioni dal mondo simulato, pensa ad una strategia per raggiungere il suo scopo, attua una mossa. Il modello del mondo simulato riproduce la leggi del sistema complesso riprodotto, spedendo sensazioni agli agenti e attuando le loro azioni. 17

18 La Architettura di SPADES CLIENT SERVER Computer 1 Agent pipe Communication Server tcp/ip Simulation Engine World Model Computer 2 Agent pipe Communication Server Computer A Computer N Agent pipe Communication Server 18

19 Ciclo del World Model #include. main(.) { inizialize(); pausemodecallback (); getmonitorheaderinfo (); agentconnect (AgentID agent, AgentTypeDB::AgentTypeConstIterator at); } while (!fine_simulazione) { simtotime (SimTime time_curr, SimTime time_desired); getmonitorinfo (SimTime time); controllo_stato_della_simulazione(); } finalize(); 19

20 World Model bool BallWorldModel::initialize (SimEngine * pse) Permette di inizializzare l evoluzione del World Model. bool BallWorldModel::finalize () Permette di gestire la chiusura dell evoluzione del World Model. void BallWorldModel::pauseModeCallback () Quando il sistema SPADES si attiva la simulazione viene bloccata in attesa della connessione di tutti i componenti. bool BallWorldModel::agentConnect (AgentID agent, AgentTypeDB::AgentTypeConstIterator at) Si occupa dell inizializzazione del communication server e degli agenti spades::simtime BallWorldModel::simToTime (SimTime time_curr, SimTime time_desired) Ogni volta che il world model deve aggiornare l evoluzione del mondo richiama questa metodo che setta il tempo attuale a quello desiderato. All interno di questa chiamata risulta possibile controllare quello che sta accadendo nel mondo controllando le azioni degli agenti e inviando le nuove sensazioni. 20

21 World Model: Monitor Interface Monitor Interface: Componente del SE che permette di estrarre informazioni sullo stato del mondo Simulation Engine M.I. tcp/ip World Model spades::dataarray BallWorldModel::getMonitorHeaderInfo () Permette di esportare all esterno della simulazione informazioni sul suo andamento. In particolare, questa permette di scrivere un header per le informazioni successive. spades::dataarray BallWorldModel::getMonitorInfo (SimTime time) Come sopra solo che si occupa di spedire le informazioni. 21

22 Agenti #include. main(.) { processinitsense( ); switch (atype){ case 0: pagentbehavior = new BuildingBehavior( ); break; case 1: pagentbehavior = new CarBehavior( ); break; case n: break; } while (! done) { pacs_interface->receivemessage(); pagentbehavior->processmessage(m) } } 22

23 Agenti BallWorldAgentBehavior::processInitSense( parametri..) Ritorna la initsense che è il messaggio di inizializzazione di un agente, ritorna il contenuto attraverso diversi parametri (prodotta generalmente dall agentconnect). CarBehavior( parametri..) o BuildingBehavior( parametri..) Attivano agenti di tipo Car o di tipo Building. FromCSMessage* pacs_interface->receivemessage() Si occupa di gestire l arrivo delle sensazioni bool pagentbehavior->processmessage(m) Si occupa di gestire l invio delle azioni 23

24 Agenti CarBehavior(int n, AgentSpeed s, AgentCommInterface* pcomminterface, ActionServer* pactionserver, int p_hsize, int p_vsize, int p_asize, int p_viewl) n = numero degli agenti s = velocità dell agente (numero di pixel per unità di tempo) pcomminterface = puntatore alla common interface pactionserver = puntatore al proprio Action Server p_hsize = parametro dimensione della piazzola dell edificio (altezza) p_vsize = parametro dimensione della piazzola dell edificio (larghezza) p_asize = parametro alla dimensione dell agente p_viewl = parametro alla distanza massima (in numero di pixel) a cui l agente può vedere Altri parametri PolarPosition lastmove = contiene l ultima mossa in coordinate polari Vector lastpos = contiene l ultima mossa in coordinate cartesiane paa = new AgentAction(); int id = id dell agente int offset[3] = le tre coordinate cartesiane che individuano la posizione dell agente int rotation[3] = le tre rotazioni rispetto gli assi cartesiani int state = lo stato dell agente 24

25 Partecipazione all AV Un umano partecipa all AV prendendo il controllo di un agente sostituendosi alla sua capacità di elaborare un strategia. Per fare questo, abbiamo esteso il sistema middleware di SPADES attraverso un participatory framework. Interfaccia Recver Sender Agent Avatar pipe Communication Server tcp/ip S E M.I. W M tcp/ip 25

26 Controllo dell Agente #include. void CarBehavior::doAgentAction() { /* scrivere il codice per il comportamento dell agente quando non è pilotato */ } void CarBehavior::doUserAction(void* actionstruct) { /* scrivere il codice per il comportamento dell agente quando riceve le azioni dall umano*/ } 26

27 Ultima Ora Il mondo virtuale di Hive7 è stato interamente realizzato con tecnologia AJAX, da molti considerata l'ossatura principale del cosiddetto Web 2.0. Un prototipo di metaverso, termine della letteratura cyberpunk che indica un mondo digitale accessibile tramite interfaccia telematica. 27

28 Riferimenti Vite Parallele Travian Neuro-Evolving Robotic Operatives Project Entropia Age of Empire III Second Life World of Warcraft Quake IV Punto Informatico Hive7 28

29 Riferimenti S. Cacciaguerra, S. Mirri, P. Salomoni & M. Pracucci Wandering About the City, Multi-Playing a Game, in Proc. the 2nd IEEE International Workshop on Networking Issues in Multimedia Entertainment, Las Vegas (USA), January S. Cacciaguerra, C. Cagneschi & R. Fabbri The Architectonical Design of Virtual Environments Fuels a new Form of the WWW, in Proc. European Simulation and Modelling Conference 2005, Porto (Portugal), October S. Cacciaguerra, M. Roffilli Agent-based participatory simulation activities for the emergence of complex social behaviours, in Proc. of AISB05, Social Intelligence and Interaction in Animals, Robots and Agents, Hatfield, (England), April S. Cacciaguerra, S. Mirri, P. Salomoni & M. Baldassarri Almost Blue: The Design of a Cooperative Game by Integrating Accessible Interaction, in Proc. of Euromedia 2005 Toulouse, (France), April S. Cacciaguerra, M. Roccetti & P. Salomoni, Multimedia Entertainment Applications, in Encyclopedia of Multimedia, ((B. Furht Ed.), Springer, 2005, , included also "Digital Cinema", "In-home, In-car, In-flight Entertainment", "Interactive Story Telling". S. Ferretti, M. Roccetti & P. Salomoni On-line Gaming, in Encyclopedia of Multimedia, (B. Furht Ed.), Springer, January 2006, , included also Dead Reckoning, Fairness in Online Games, Game Accessibility, Game Event Synchronization. K. Mitchell, D. McCaffery, G. Metaxas, J. Finney, S. Schmid, A. Scott, Six in the city: introducing Real Tournament - a mobile IPv6 based context-aware multiplayer game, Proc. of the 2nd workshop on Network and system support for games, ACM press, 2003, pp To appear S. Cacciaguerra e M. Roffilli, The Artificial Intelligence promotes Internet communities. 29

E-Learning e Entertainment: Edutainment. Stefano Cacciaguerra Ph.D. in Informatica. Stefano Cacciaguerra Ph.D. in Informatica

E-Learning e Entertainment: Edutainment. Stefano Cacciaguerra Ph.D. in Informatica. Stefano Cacciaguerra Ph.D. in Informatica E-Learning e Entertainment: Edutainment di Stefano Cacciaguerra Ph.D. in Informatica 1 Edutainment È un neologismo nato dalla fusione delle parole educational ed entertainment. È la riproposizione del

Dettagli

Partecipazione in Ambienti Virtuali e Giochi

Partecipazione in Ambienti Virtuali e Giochi Partecipazione in Ambienti Virtuali e Giochi Partecipare ad una Vita Alternativa dentro un Ambiente Sintetico Stefano Cacciaguerra (scacciag@cs.unibo.it) 1 Contenuti Introduzione Esempi Ambienti Virtuali

Dettagli

Un framework per simulazione massiva distribuita basata su Agenti D-MASON: Architettura. Carmine Spagnuolo

Un framework per simulazione massiva distribuita basata su Agenti D-MASON: Architettura. Carmine Spagnuolo Un framework per simulazione massiva distribuita basata su Agenti D-MASON: Architettura Carmine Spagnuolo 1 Simulazione Multi-Agente Una simulazione multi-agente è un sistema in cui entità (agenti) intelligenti

Dettagli

Percorso Video Game. Percorsi per la Laurea Magistrale in Informatica. Obiettivi generali. Sbocchi professionali

Percorso Video Game. Percorsi per la Laurea Magistrale in Informatica. Obiettivi generali. Sbocchi professionali Percorsi per la Laurea Magistrale in Informatica Percorso Video Game Docenti di riferimento: Dr. Dario Maggiorini, Dr. Laura Anna Ripamonti Sede di erogazione: Milano Obiettivi generali Il mercato dei

Dettagli

Visualizzazione e Controllo Remoto di Agenti in Ambienti Virtuali Tramite la Libreria OpenSceneGraph

Visualizzazione e Controllo Remoto di Agenti in Ambienti Virtuali Tramite la Libreria OpenSceneGraph ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÀ DI BOLOGNA SEDE DI CESENA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISCHE E NATURALI CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELL INFORMAZIONE Visualizzazione e Controllo Remoto di Agenti in

Dettagli

È possibile caratterizzare un percorso formativo per gli studenti sulla base di due aree di specializzazione (indirizzi):

È possibile caratterizzare un percorso formativo per gli studenti sulla base di due aree di specializzazione (indirizzi): Percorsi per la Laurea Magistrale in Informatica Percorso Video Game Docenti di riferimento: Dario Maggiorini, Laura Anna Ripamonti Sede di erogazione: Milano LIKE THIS! Obiettivi generali Il mercato dei

Dettagli

Dalla tastiera alla Smart City, come evolvono tecnologie e servizi

Dalla tastiera alla Smart City, come evolvono tecnologie e servizi Dalla tastiera alla Smart City, come evolvono tecnologie e servizi A. Rossi, P.L. Emiliani Seconda Parte 2012-30 anni di Ausilioteca GIORNATA DI STUDIO La proposta di tecnologie assistive: fattori di qualità

Dettagli

Sistemi Informativi di relazione - Internet

Sistemi Informativi di relazione - Internet Sistemi Informativi di relazione - Internet Obiettivi. Presentare i concetti base di Internet. Illustrare l evoluzione storica di Internet. Familiarizzare con gli elementi fondamentali di Internet: Il

Dettagli

Contenuti. Tipi di reti La rete delle reti: Internet. 1 Introduzione. 2 Rappresentazione dell informazione. 3 Architettura del calcolatore

Contenuti. Tipi di reti La rete delle reti: Internet. 1 Introduzione. 2 Rappresentazione dell informazione. 3 Architettura del calcolatore Contenuti 1 2 3 4 5 89/146 Cos è una rete? Definizione Una rete di calcolatori è un sistema che permette la condivisione di informazioni e risorse (sia hardware che software) tra diversi calcolatori. I

Dettagli

I Widget sbarcano sulla Connected TV

I Widget sbarcano sulla Connected TV I Widget sbarcano sulla Connected TV Il valore di Internet e dei suoi contenuti/servizi lo si intuisce dalla capacità di muovere il mercato dei dispositivi perché siano completamente liberi e in grado

Dettagli

Curriculum Vitae et Studiorum

Curriculum Vitae et Studiorum Curriculum Vitae et Studiorum Dr. Stefano Cacciaguerra Dipartimento di Scienze dell Informazione Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali Università degli Studi di Bologna DATI PERSONALI Nome

Dettagli

SCEGLI CON IL CUORE. WEB & INTERACTION DESIGN corso triennale post diploma

SCEGLI CON IL CUORE. WEB & INTERACTION DESIGN corso triennale post diploma SCEGLI CON IL CUORE pag. 2 Il corpus del corso, di durata triennale, è costituito da sapere e saper fare legati al mondo del web, delle nuove tecnologie e alla gestione di quelle che definiamo esperienze

Dettagli

Università di Pisa Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali

Università di Pisa Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali Corso di Laurea Specialistica in Informatica (classe 23/S: Informatica) Corso di Laurea Specialistica in Tecnologie Informatiche (classe 23/S: Informatica)

Dettagli

Pisa, 15/02/2012. Corsi di studi in Ingegneria Informatica

Pisa, 15/02/2012. Corsi di studi in Ingegneria Informatica Pisa, 15/02/2012 Corsi di studi in Ingegneria Informatica Corsi di studi in Ingegneria Informatica Laurea triennale in Ingegneria Informatica Lauree magistrali in Computer Engineering Embedded Computing

Dettagli

SeaGame: un Serious Game basato sulla simulazione di un ambiente costiero

SeaGame: un Serious Game basato sulla simulazione di un ambiente costiero SeaGame: un Serious Game basato sulla simulazione di un ambiente costiero F. Bellotti, R. Berta, A. De Gloria Laboratorio ELIOS Università degli Studi Di Genova Tel: 010 353 2795 email: {franz, berta,

Dettagli

1 di 5 18/10/2012 01:36

1 di 5 18/10/2012 01:36 Server: localhost Database: corsi_parole_poli Tabella: orientamento Mostra Struttura SQL Cerca Inserisci Esporta Importa Operazioni Svuota Elimina Visualizzazione record 0-158 (159 Totali, La query ha

Dettagli

Un applicazione client per la localizzazione via Bluetooth e Wi-Fi di dispositivi Smartphone Anno Accademico 2005/2006

Un applicazione client per la localizzazione via Bluetooth e Wi-Fi di dispositivi Smartphone Anno Accademico 2005/2006 tesi di laurea Un applicazione client per la localizzazione via Bluetooth e Wi-Fi di dispositivi Anno Accademico 2005/2006 relatore Ch.mo prof. Stefano Russo correlatore Ing. Massimo Ficco candidato Giorgio

Dettagli

NUOVE TECNOLOGIE E PARTECIPAZIONE GIOVANILE

NUOVE TECNOLOGIE E PARTECIPAZIONE GIOVANILE NUOVE TECNOLOGIE E PARTECIPAZIONE GIOVANILE Progettazione e realizzazione di percorsi di cittadinanza attiva attraverso le nuove tecnologie. PREMESSA Abbiamo scelto per semplicità di presentare in questo

Dettagli

REAL WORLD AND VIRTUAL WORLD ARCHITECTURE FOR INTERCONN INTERCONNECTING FIRST AND SECOND LIFE

REAL WORLD AND VIRTUAL WORLD ARCHITECTURE FOR INTERCONN INTERCONNECTING FIRST AND SECOND LIFE REAL WORLD AND VIRTUAL WORLD ARCHITECTURE FOR INTERCONNECTING FIRST AND SECOND LIFE Università degli studi di Catania Facoltà di Ingegneria 26 Gennaio 2009 Sommario 1 Introduzione 2 Middleware Middleware:

Dettagli

Partners and pioneers in automation.

Partners and pioneers in automation. Partners and pioneers in automation. AIS/ANIPLA Wireless Workshop Milano, 6 Maggio 2015 www.pepperl-fuchs.com DIWINE Un progetto europeo per il wireless del futuro in ambito industriale. www.pepperl-fuchs.com

Dettagli

realtà virtuale REALTÀ VIRTUALE - APPROFONDIMENTO (http://www.treccani.it/)

realtà virtuale REALTÀ VIRTUALE - APPROFONDIMENTO (http://www.treccani.it/) 1 di 5 18/12/2015 13.25 (http://www.treccani.it/) realtà virtuale Enciclopedie on line realtà virtuale Simulazione all'elaboratore di una situazione reale con la quale il soggetto umano può interagire,

Dettagli

Identità e videogiochi: essere qualcuno nei mondi virtuali

Identità e videogiochi: essere qualcuno nei mondi virtuali Identità e videogiochi: essere qualcuno nei mondi virtuali Prof. Michela De Luca Corso di Cyberpsicologia- Lumsa Dott.Massimiliano Marzocca Psicologo Psicoterapeuta massimilianomarzocca.blogspot.it www.massimilianomarzocca.it

Dettagli

IdeaImpresa 2011 3D E REALTÀ VIRTUALE l utilizzo proficuo di strumenti innovativi nell attività d impresa

IdeaImpresa 2011 3D E REALTÀ VIRTUALE l utilizzo proficuo di strumenti innovativi nell attività d impresa INFORMAZIONI GENERALI (spazio riservato agli uffici camerali) DATA DI RICEVIMENTO N. PROTOCOLLO MODULO DI DOMANDA FIRMATO SI NO DATI SQUADRA ISTITUTO Tecnico Industriale Magistri Cumacini con sede in Lazzago

Dettagli

Tecnologie informatiche e multimediali A.A. 2012/2013 - Elenco Obiettivi Prova scritta (STEP 1)

Tecnologie informatiche e multimediali A.A. 2012/2013 - Elenco Obiettivi Prova scritta (STEP 1) Tecnologie informatiche e multimediali A.A. 0/03 - Elenco Obiettivi Prova scritta (STEP ) Obiettivo didattico Descrivere gli elementi caratteristici delle tecnologie informatiche Numero item definire i

Dettagli

Corso di Sistemi Operativi DEE - Politecnico di Bari. Windows vs LINUX. G. Piscitelli - M. Ruta. 1 di 20 Windows vs LINUX

Corso di Sistemi Operativi DEE - Politecnico di Bari. Windows vs LINUX. G. Piscitelli - M. Ruta. 1 di 20 Windows vs LINUX Windows vs LINUX 1 di 20 Windows vs LINUX In che termini ha senso un confronto? Un O.S. è condizionato dall architettura su cui gira Un O.S. è condizionato dalle applicazioni Difficile effettuare un rapporto

Dettagli

1. Introduzione. 2. Il Progetto

1. Introduzione. 2. Il Progetto 1. Introduzione Con l espressione trasporto pubblico locale intelligente si intende l uso di tecnologie a supporto della mobilità e degli spostamenti di persone. Grazie allo sviluppo di dispositivi e strumenti

Dettagli

Second Life in pillole. Stefano Cacciaguerra e Riccardo Parassiani

Second Life in pillole. Stefano Cacciaguerra e Riccardo Parassiani Second Life in pillole a cura di Stefano Cacciaguerra e Riccardo Parassiani Stefano Cacciaguerra Ph.D in Computer Science 1 Second Life in pillole Second Life è un mondo virtuale, un meta-universo concepito

Dettagli

Introduzione. Introduzione

Introduzione. Introduzione Introduzione L uomo sin dalla preistoria ha sempre cercato, per necessità e per comodità, di comunicare con altri individui; con l andare del tempo questa esigenza è cresciuta sempre più, si è passati

Dettagli

Attenzione! il valore della Rimodulazione è superiore alla cifra di Negoziazione

Attenzione! il valore della Rimodulazione è superiore alla cifra di Negoziazione Riepilogo Dipartimento ICT Dipartimento ICT nel 2005 diretta nel terzi fondi diretta Reti in Tecnologia Wireless 434.890 79.788 712.457 94.953 578.280 351.500 94.000 Internet di prossima generazione 639.484

Dettagli

Streaming Super Veloce In HD: WD entra nel mercato dell home networking wireless HW Legend

Streaming Super Veloce In HD: WD entra nel mercato dell home networking wireless HW Legend Western Digital, leader da anni nelle soluzioni storage, annuncia durante la giornata odierna, la sua prima linea di interessanti prodotti di home networking wireless, appositamente pensati per accelerare

Dettagli

Localizzazione e tracciamento indoor con e senza infrastrutture

Localizzazione e tracciamento indoor con e senza infrastrutture Localizzazione e tracciamento indoor con e senza infrastrutture Davide Merico (davide.merico@disco.unimib.it) Università degli Studi di Milano-Bicocca DISCo, NOMADIS TECH IT EASY - Telemobility Forum 08

Dettagli

Blu Sky. Security System

Blu Sky. Security System Blu Sky Security System blu sky Chi siamo Blu Sky sviluppa e vende sistemi esclusivi per la visione e per i processi di immagine, realizza inoltre strumenti per il real time video e lo streaming. Elemento

Dettagli

LA REALTÀ È AUMENTATA

LA REALTÀ È AUMENTATA LA REALTÀ È AUMENTATA Dal reale al virtuale L A F I L I E R A D I G I TA L E D E I B E N I C U LT U R A L I 3DResearch è una società Spin-Off dell Università della Calabria che si occupa di ricostruzioni

Dettagli

Sistemi Operativi. Modulo 2. C. Marrocco. Università degli Studi di Cassino

Sistemi Operativi. Modulo 2. C. Marrocco. Università degli Studi di Cassino Sistemi Operativi Modulo 2 Schema di un Sistema di Calcolo Programmi Dati di Input Calcolatore Dati di output Modello di von Neumann Bus di sistema CPU Memoria Centrale Memoria di Massa Interfaccia Periferica

Dettagli

Le reti di calcolatori

Le reti di calcolatori Le reti di calcolatori 1 La storia Computer grandi e costosi Gli utenti potevano accerdervi tramite telescriventi per i telex o i telegrammi usando le normali linee telefoniche Successivamente le macchine

Dettagli

SISTEMA COMPLETO PER LA GESTIONE DELLA SICUREZZA INTEGRATA IN UN BOX

SISTEMA COMPLETO PER LA GESTIONE DELLA SICUREZZA INTEGRATA IN UN BOX S2 NETBOX SISTEMA COMPLETO PER LA GESTIONE DELLA SICUREZZA INTEGRATA IN UN BOX L inizio di una rivoluzione Nasce una rivoluzione nella mondo della sicurezza fisica: il controllo remoto e integrato delle

Dettagli

La Visione Artificiale: Controllo di Qualità, Fotogrammetria e Realtà Virtuale

La Visione Artificiale: Controllo di Qualità, Fotogrammetria e Realtà Virtuale La Visione Artificiale: Controllo di Qualità, Fotogrammetria e Realtà Virtuale D. Prattichizzo G.L. Mariottini F. Moneti M. Orlandesi M. Fei M. de Pascale A. Formaglio F. Morbidi S. Mulatto SIRSLab Laboratorio

Dettagli

Tecnologie 3D. Realtà Virtuale. Progetto: CreAttività 09/12/13

Tecnologie 3D. Realtà Virtuale. Progetto: CreAttività 09/12/13 Tecnologie 3D e Realtà Virtuale Progetto: CreAttività 09/12/13 Tecnologie 3D e Realtà Virtuale La Realtà Virtuale intesa come replica digitale di oggetti e ambienti fisici quanto più possibile prossima

Dettagli

Il Gioco : programmazione, realtà virtuale e Second Life

Il Gioco : programmazione, realtà virtuale e Second Life 128 Il Gioco : programmazione, realtà virtuale e Second Life Recentemente si sta animando la discussione su un argomento dove gioco, programmazione e realtà virtuale fanno da parole chiave. La stretta

Dettagli

ASSOCIAZIONE DIPLOMATICI. Immagina 2500 studenti provenienti da

ASSOCIAZIONE DIPLOMATICI. Immagina 2500 studenti provenienti da ASSOCIAZIONE DIPLOMATICI Immagina Roma e New York ASSOCIAZIONE Immagina il centro DIPLOMATICI della diplomazia mondiale Immagina più di 1200 studenti ASSOCIAZIONE DIPLOMATICI provenienti da ogni parte

Dettagli

Informatica per la Storia dell Arte Anno Accademico 2014/2015 Docente: ing. Salvatore Sorce

Informatica per la Storia dell Arte Anno Accademico 2014/2015 Docente: ing. Salvatore Sorce DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA CHIMICA, GESTIONALE, INFORMATICA, MECCANICA Informatica per la Storia dell Arte Anno Accademico 2014/2015 Docente: ing. Salvatore Sorce Organizzazione applicazioni multimediali.

Dettagli

Calcolo numerico e programmazione. Sistemi operativi

Calcolo numerico e programmazione. Sistemi operativi Calcolo numerico e programmazione Sistemi operativi Tullio Facchinetti 25 maggio 2012 13:47 http://robot.unipv.it/toolleeo Sistemi operativi insieme di programmi che rendono

Dettagli

Tecniche di Comunicazione Multimediale

Tecniche di Comunicazione Multimediale Tecniche di Comunicazione Multimediale Standard di Comunicazione Multimediale Le applicazioni multimediali richiedono l uso congiunto di diversi tipi di media che devono essere integrati per la rappresentazione.

Dettagli

Ingegneria Gestionale della logistica e produzione Prof. A. Palomba - Elementi di Informatica (J-Z) Classi di elaboratori

Ingegneria Gestionale della logistica e produzione Prof. A. Palomba - Elementi di Informatica (J-Z) Classi di elaboratori 2011-2012 Ingegneria Gestionale della logistica e produzione Prof. A. Palomba - Elementi di Informatica (J-Z) 12 Classi di elaboratori Lez. 12 1 Gli elaboratori, sebbene tutti riconducibili ad uno stesso

Dettagli

20 Giugno 2013 Gianni Rosa Gallina giannishub@hotmail.com @giannirg http://giannishub.cloudapp.net/it/

20 Giugno 2013 Gianni Rosa Gallina giannishub@hotmail.com @giannirg http://giannishub.cloudapp.net/it/ 20 Giugno 2013 Microsoft Kinect introduzione Gianni Rosa Gallina giannishub@hotmail.com Twitter: @giannirg Blog: http://giannishub.cloudapp.net/it/ Agenda Cos è Microsoft Kinect? Cosa si può fare con Kinect?

Dettagli

ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA

ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA Obiettivo Richiamare quello che non si può non sapere Fare alcune precisazioni terminologiche IL COMPUTER La struttura, i componenti

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE PIEMONTE FESR 2007/2013 Asse 1: Innovazione e transizione produttiva Attività I.1.3 Innovazione e P.M.I.

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE PIEMONTE FESR 2007/2013 Asse 1: Innovazione e transizione produttiva Attività I.1.3 Innovazione e P.M.I. PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE PIEMONTE FESR 2007/2013 Asse 1: Innovazione e transizione produttiva Attività I.1.3 Innovazione e P.M.I. ALLEGATO 2 al Bando Progetti innovativi di Creatività Digitale ideati

Dettagli

2. I THREAD. 2.1 Introduzione

2. I THREAD. 2.1 Introduzione 2. I THREAD 2.1 Introduzione Il tipo di parallelismo che è opportuno avere a disposizione nelle applicazioni varia in base al grado di cooperazione necessaria tra le diverse attività svolte in parallelo:

Dettagli

02 L Informatica oggi. Dott.ssa Ramona Congiu

02 L Informatica oggi. Dott.ssa Ramona Congiu 02 L Informatica oggi Dott.ssa Ramona Congiu 1 Introduzione all Informatica Dott.ssa Ramona Congiu 2 Che cos è l Informatica? Con il termine Informatica si indica l insieme dei processi e delle tecnologie

Dettagli

Verona, 29-30 ottobre 2013!

Verona, 29-30 ottobre 2013! Verona, 29-30 ottobre 2013! Il Machine Controller piattaforma integrata di Controllo, Motion, Robotica, Visione e Sicurezza su bus EtherCAT Omron Electronics spa Ing. Marco Filippis Product Manager Servo,

Dettagli

Internet of Things, Big Data e Intelligenza Artificiale.

Internet of Things, Big Data e Intelligenza Artificiale. Oracle Ticino Day Lugano 26 Marzo 2015 Internet of Things, Big Data e Intelligenza Artificiale. Prof. Luca Maria Gambardella direttore IDSIA, istituto USI-SUPSI, Manno Le nuove sfide La società globale

Dettagli

Laurea Magistrale 2007/08 in Ingegneria Telematica (Computer and Telecommunication Networks)

Laurea Magistrale 2007/08 in Ingegneria Telematica (Computer and Telecommunication Networks) in (Computer and Telecommunication Networks) Una visione architetturale INFORMATICA TELEMATICA TELECOMUNICAZIONI ELETTRONICA INFORMAZIONE 2 Telematica è la laurea rete Internet ADSL, ISDN, TCP/IP, Skype,

Dettagli

La persona al centro della tecnologia informatica

La persona al centro della tecnologia informatica La persona al centro della tecnologia informatica La CMC (Computer-mediated communication) come strumento di interazione e organizzazione del lavoro, apprendimento e divertimento in un istituto alberghiero

Dettagli

Rete di computer mondiale e ad accesso pubblico. Attualmente rappresenta il principale mezzo di comunicazione di massa

Rete di computer mondiale e ad accesso pubblico. Attualmente rappresenta il principale mezzo di comunicazione di massa Sommario Indice 1 Internet 1 1.1 Reti di computer........................... 1 1.2 Mezzo di comunicazione di massa - Mass media.......... 2 1.3 Servizi presenti su Internet - Word Wide Web........... 3

Dettagli

Libera il potere della tecnologia mobile per dare più forza alla fedeltà dei tuoi clienti e alle tue vendite.

Libera il potere della tecnologia mobile per dare più forza alla fedeltà dei tuoi clienti e alle tue vendite. SkyFii Free Wi-Fi Libera il potere della tecnologia mobile per dare più forza alla fedeltà dei tuoi clienti e alle tue vendite. Quella mobile è la più importante tecnologia retail dell attuale epoca che

Dettagli

- Corso di computer -

- Corso di computer - - Corso di computer - @ Cantiere Sociale K100-Fuegos Laboratorio organizzato da T-hoster.com www.t-hoster.com info@t-hoster.com Internet: Oggi internet è entrata nella vita quotidiana della maggior parte

Dettagli

Introduzione alle tecnologie informatiche. Strumenti mentali per il futuro

Introduzione alle tecnologie informatiche. Strumenti mentali per il futuro Introduzione alle tecnologie informatiche Strumenti mentali per il futuro Panoramica Affronteremo i seguenti argomenti. I vari tipi di computer e il loro uso Il funzionamento dei computer Il futuro delle

Dettagli

1.3 Concetti base dell Informatica: Elaboratore

1.3 Concetti base dell Informatica: Elaboratore 1.3 Concetti base dell Informatica: Elaboratore Insegnamento di Informatica Elisabetta Ronchieri Corso di Laurea di Economia, Universitá di Ferrara I semestre, anno 2014-2015 Elisabetta Ronchieri (Universitá)

Dettagli

CAPITOLO 5 - Sistemi Operativi Moderni

CAPITOLO 5 - Sistemi Operativi Moderni CAPITOLO 5 - Sistemi Operativi Moderni PRESENTAZIONE DI INSIEME Vedremo ora come si è evoluta nel tempo la struttura di un sistema operativo, per passare dalle vecchie strutture di tipo normalmente modulari,

Dettagli

Software e Algoritmi. Lezione n. 3

Software e Algoritmi. Lezione n. 3 Software e Algoritmi Lezione n. 3 Software definizione informatica Istruzioni che eseguite da un computer svolgono una funzione prestabilita con prestazioni prestabilite - (programma di alto livello ed

Dettagli

Cos è l Ingegneria del Software?

Cos è l Ingegneria del Software? Cos è l Ingegneria del Software? Corpus di metodologie e tecniche per la produzione di sistemi software. L ingegneria del software è la disciplina tecnologica e gestionale che riguarda la produzione sistematica

Dettagli

Sistemi Operativi II Corso di Laurea in Ingegneria Informatica

Sistemi Operativi II Corso di Laurea in Ingegneria Informatica www.dis.uniroma1.it/~midlab Sistemi Operativi II Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Prof. Roberto Baldoni Introduzione OS=Astrazione Dare l illusione all applicazione di memoria infinita, CPU infinita,unico

Dettagli

Dalla connessione ai social network. Federico Cappellini

Dalla connessione ai social network. Federico Cappellini Dalla connessione ai social network Federico Cappellini Internet Internet è una rete mondiale di computer ad accesso pubblico Conta circa 2 miliardi e 300 milioni di utenti nel mondo Permette lo scambio

Dettagli

Apprendimento informale e dispositivi mobili: il nuovo approccio alla formazione

Apprendimento informale e dispositivi mobili: il nuovo approccio alla formazione 21/3/2013 Apprendimento informale e dispositivi mobili: il nuovo approccio alla formazione In parallelo all evoluzione della tecnologia, sottolineata oggi dall ascesa dei dispositivi mobili, è in corso

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica Corso di Informatica Modulo T1 4-Panoramica delle generazioni 1 Prerequisiti Monoprogrammazione e multiprogrammazione Multielaborazione Linguaggio macchina Linguaggi di programmazione e compilatori Struttura

Dettagli

Test percettivi per la valutazione del contrasto di immagini digitali

Test percettivi per la valutazione del contrasto di immagini digitali Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile RICERCA DI SISTEMA ELETTRICO Test percettivi per la valutazione del contrasto di immagini digitali Alessandro Rizzi,

Dettagli

Con il termine Sistema operativo si fa riferimento all insieme dei moduli software di un sistema di elaborazione dati dedicati alla sua gestione.

Con il termine Sistema operativo si fa riferimento all insieme dei moduli software di un sistema di elaborazione dati dedicati alla sua gestione. Con il termine Sistema operativo si fa riferimento all insieme dei moduli software di un sistema di elaborazione dati dedicati alla sua gestione. Compito fondamentale di un S.O. è infatti la gestione dell

Dettagli

La telematica. Informatica per le discipline umanistiche Note sulla telematica. Segnale analogico / digitale

La telematica. Informatica per le discipline umanistiche Note sulla telematica. Segnale analogico / digitale Università degli Studi di Bergamo Facoltà di Lettere e Filosofia La telematica Informatica per le discipline umanistiche Note sulla telematica Marco Lazzari A.A. 2005-2006 Telematica: telecomunicazioni

Dettagli

PLANET REAVERS INTRODUZIONE: CARATTERISTICHE

PLANET REAVERS INTRODUZIONE: CARATTERISTICHE PLANET REAVERS Per testare l attuale versione del gioco visitare il sito: http://baenor.altervista.org/alphatest.html Attenzione: non sarà possibile connettersi al Photon Cloud (e quindi giocare) se la

Dettagli

Video Comunicazione su Rete Internet

Video Comunicazione su Rete Internet Video Comunicazione su Rete Internet 1 Introduzione alla comunicazione video su rete Internet. La rapida evoluzione dell Information Technology negli ultimi anni ha contribuito in maniera preponderante

Dettagli

La telefonia cellulare. Piccola presentazione di approfondimento

La telefonia cellulare. Piccola presentazione di approfondimento La telefonia cellulare Piccola presentazione di approfondimento Introduzione Oggigiorno, i telefoni cellulari sono diffusissimi e godono della massima popolarità. Molte persone, tuttavia, non conoscono

Dettagli

View Mobile User s Guide

View Mobile User s Guide View Mobile User s Guide 1 - Descrizione del software Il software è stato realizzato per essere utilizzato su telefoni cellulari, smartphone o PDA con supporto per le applicazioni Java J2ME. Tramite il

Dettagli

INTERNET origine, evoluzione, aspetti chiave

INTERNET origine, evoluzione, aspetti chiave INTERNET origine, evoluzione, aspetti chiave Le dimensioni del fenomeno 541.677.360 host registrati (gen 07) Gen 06: 394.991.609 06 07: + 37% 05 06: + 20% [fonte: Internet Software Consortium] 500.000.000.000

Dettagli

Audiweb pubblica i risultati della Ricerca di Base sulla diffusione dell'online in Italia e i dati di audience del mese di dicembre 2013

Audiweb pubblica i risultati della Ricerca di Base sulla diffusione dell'online in Italia e i dati di audience del mese di dicembre 2013 Audiweb pubblica i risultati della Ricerca di Base sulla diffusione dell'online in Italia e i dati di audience del mese di dicembre 2013 Nel 2013 l accesso a internet da qualsiasi luogo e strumento ha

Dettagli

Reti di elaboratori. Reti di elaboratori. Reti di elaboratori INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042)

Reti di elaboratori. Reti di elaboratori. Reti di elaboratori INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042) Reti di elaboratori Rete di calcolatori: insieme di dispositivi interconnessi Modello distribuito INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042) Funzioni delle reti: comunicazione condivisione di

Dettagli

Reti e Internet: introduzione

Reti e Internet: introduzione Facoltà di Medicina - Corso di Laurea in Logopedia Corso di Informatica III anno Prof. Crescenzio Gallo Reti e Internet: introduzione c.gallo@unifg.it Reti e Internet: argomenti Tipologie di reti Rete

Dettagli

Storia e evoluzione dei sistemi di calcolo

Storia e evoluzione dei sistemi di calcolo Fondamenti di informatica Oggetti e Java Storia e evoluzione dei sistemi di calcolo Capitolo 1bis ottobre 2015 1 Storia ed evoluzione dei sistemi di calcolo L architettura di Von Neumann è una descrizione,

Dettagli

Un analisi della VQR04-10. A cura di P. Ciancarini, membro GEV area1 Riunione GRIN Milano, 20 novembre 2013

Un analisi della VQR04-10. A cura di P. Ciancarini, membro GEV area1 Riunione GRIN Milano, 20 novembre 2013 Un analisi della VQR04-10 A cura di P. Ciancarini, membro GEV area1 Riunione GRIN Milano, 20 novembre 2013 Agenda Il passato: come è stata impostata la VQR2004-2010 Il presente: analisi e conseguenze dei

Dettagli

Universal Gateway for ALL

Universal Gateway for ALL Laboratorio: Costruiamolo insieme. Design for all, artigiani digitali e disabilità: esperienze di progettazione partecipata UGA Universal Gateway for ALL Usare piattaforme embeddedper accedere a dispositivi

Dettagli

MoniThor di IDC-Informatica www.idc-informatica.it. Centralizzazione di controlli per apparati eterogenei

MoniThor di IDC-Informatica www.idc-informatica.it. Centralizzazione di controlli per apparati eterogenei MoniThor di IDC-Informatica www.idc-informatica.it Centralizzazione di controlli per apparati eterogenei Cos'è MoniThor è una suite di strumenti per il controllo a distanza di dispositivi collegati o collegabili

Dettagli

Lezione 1: Introduzione

Lezione 1: Introduzione Lezione 1: Introduzione Informatica e Produzione Multimediale Docente: Umberto Castellani INFORMAZIONI GENERALI E-mail: umberto.castellani@univr.it Pagina web: http://www.sci.univr.it/~castella/teaching.html

Dettagli

Sistema di monitoraggio domotico per anziani e disabili

Sistema di monitoraggio domotico per anziani e disabili Sistema di monitoraggio domotico per anziani e disabili mycmon è un sistema di monitoraggio che che aiuta gli anziani ed i disabili a vivere soli e in sicurezza, grazie al monitoraggio remoto da parte

Dettagli

Lezione1. Cos è la computer grafica. Lezione del 10 Marzo 2010. Michele Antolini Dipartimento di Ingegneria Meccanica Politecnico di Milano

Lezione1. Cos è la computer grafica. Lezione del 10 Marzo 2010. Michele Antolini Dipartimento di Ingegneria Meccanica Politecnico di Milano Lezione1 Informatica Grafica Cos è la computer grafica Lezione del 10 Marzo 2010 Grafica OpenGL vs Direct Dipartimento di Ingegneria Meccanica Politecnico di Milano 1.1 Tubo a Raggi Catodici Cathode Ray

Dettagli

Finalmente a disposizione un software unico per tutte le LIM della scuola 2.0

Finalmente a disposizione un software unico per tutte le LIM della scuola 2.0 Finalmente a disposizione un software unico per tutte le LIM della scuola 2.0 Uno strumento unico per risolvere i problemi di compatibilità tra le diverse lavagne interattive Non fermarti alla LIM, con

Dettagli

LABORATORIO DI TELEMATICA

LABORATORIO DI TELEMATICA LABORATORIO DI TELEMATICA COGNOME: Ronchi NOME: Valerio NUMERO MATRICOLA: 41210 CORSO DI LAUREA: Ingegneria Informatica TEMA: Analisi del protocollo FTP File Transfer Protocol File Transfer Protocol (FTP)

Dettagli

Partecipa per essere trovato subito da chi sta cercando con Internet quello che tu vorresti vendere!

Partecipa per essere trovato subito da chi sta cercando con Internet quello che tu vorresti vendere! COMUNITA COMMERCIALI DEL NETWORK WWW.HAPPY.IT VISITA WWW.SVILUPPAREAFFARI.IT OGGETTO: Invito a partecipare al progetto di marketing Centro Commerciale Virtuale Casalbertone per sviluppare affari anche

Dettagli

INTERNET origine, evoluzione, aspetti chiave

INTERNET origine, evoluzione, aspetti chiave INTERNET origine, evoluzione, aspetti chiave L ESPLOSIONE DI INTERNET 394.991.609 host registrati (gen 06) Gen 05: 317,646,084 05 06: + 20% [fonte: Internet Software Consortium] 500.000.000.000 pagine

Dettagli

La Videosorveglianza e la Salvaguardia degli ambienti

La Videosorveglianza e la Salvaguardia degli ambienti La Videosorveglianza e la Salvaguardia degli ambienti 2015 Un sistema di sicurezza evoluto 01 LA VIDEOSORVEGLIANZA 02 A COSA SERVE? 03 PERCHE GLOBAL SISTEMI La videosorveglianza è un evoluto sistema di

Dettagli

ATTUAZIONE DEL PROGETTO WI-FI CGIL

ATTUAZIONE DEL PROGETTO WI-FI CGIL Seminario Nazionale ATTUAZIONE DEL PROGETTO WI-FI CGIL 10 luglio 2009 Sala Fernando Santi - CGIL nazionale - Corso d Italia 25 - Roma PRESENTAZIONE DEL PROGETTO Wi-Fi CGIL All interno del Progetto nazionale

Dettagli

European E-mail Marketing Consumer Report 2009

European E-mail Marketing Consumer Report 2009 ContactLab European E-mail Marketing Consumer Report 2009 Abitudini e comportamenti nell'uso di e-mail e newsletter: confronti tra Italia, Spagna, Francia, Germania e Regno Unito ESTRATTO ContactLab E-mail

Dettagli

Il punto di partenza. tel. 02 47957868 / 0523 364107 - www.drgcomunicazione.it - www.kubox.it

Il punto di partenza. tel. 02 47957868 / 0523 364107 - www.drgcomunicazione.it - www.kubox.it Il punto di partenza L'epoca contemporanea è ormai scandita dai mezzi di comunicazione; all'uomo dei nostri giorni il compito di destreggiarsi tra una moltitudine di device e di messaggi differenti, ognuno

Dettagli

Il nuovo setting didattico aumentato dalle tecnologie. Paolo Ferri, Stefano Moriggi (Università degli Studi di Milano Bicocca)

Il nuovo setting didattico aumentato dalle tecnologie. Paolo Ferri, Stefano Moriggi (Università degli Studi di Milano Bicocca) Il nuovo setting didattico aumentato dalle tecnologie Paolo Ferri, Stefano Moriggi (Università degli Studi di Milano Bicocca) Qualche numero per cominciare Cittadini e nuove tecnologie Accesso alla rete:

Dettagli

Il funzionamento delle reti

Il funzionamento delle reti Il funzionamento delle reti La rete ci cambia la vita L Età dell Informazione ha prodotto profondi cambiamenti nessun luogo è remoto le persone sono interconnesse le relazioni sociali stanno mutando l

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

12 - Introduzione alla Programmazione Orientata agli Oggetti (Object Oriented Programming OOP)

12 - Introduzione alla Programmazione Orientata agli Oggetti (Object Oriented Programming OOP) 12 - Introduzione alla Programmazione Orientata agli Oggetti (Object Oriented Programming OOP) Programmazione e analisi di dati Modulo A: Programmazione in Java Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica,

Dettagli

Colloquio di informatica (5 crediti)

Colloquio di informatica (5 crediti) Università degli studi della Tuscia Dipartimento di Scienze Ecologiche e Biologiche Corso di laurea in Scienze Ambientali A.A. 2013-2014 - II semestre Colloquio di informatica (5 crediti) Prof. Pier Giorgio

Dettagli

Security. Security. Security. Data Center & Cloud Services. Security. Internet of Things. Internet of Things Internet of Things Security

Security. Security. Security. Data Center & Cloud Services. Security. Internet of Things. Internet of Things Internet of Things Security managing complexity Azienda Akhela è un azienda innovativa in rapida crescita che è diventata un attore importante e riconosciuto nel mercato IT italiano e che si sta affacciando con successo nel mercato

Dettagli

Creare una Rete Locale Lezione n. 1

Creare una Rete Locale Lezione n. 1 Le Reti Locali Introduzione Le Reti Locali indicate anche come LAN (Local Area Network), sono il punto d appoggio su cui si fonda la collaborazione nel lavoro in qualunque realtà, sia essa un azienda,

Dettagli

Progetto. Spunti per una NUOVA COMUNICAZIONE

Progetto. Spunti per una NUOVA COMUNICAZIONE Progetto Spunti per una NUOVA COMUNICAZIONE lo scenario internet e le nuove tecnologie stanno avendo un ruolo sempre più centrale e importante nella vita quotidiana di ognuno sempre più le persone sentono

Dettagli

Implementazione del gioco del Bantumi Corso di Intelligenza Artificiale 2012

Implementazione del gioco del Bantumi Corso di Intelligenza Artificiale 2012 Implementazione del gioco del Bantumi Corso di Intelligenza Artificiale 2012 Nicola Febbrari Università degli Studi di Verona Facoltà MM.FF.NN. nicola.febbrari@studenti.univr.it 22 gennaio 2013 1 Introduzione

Dettagli