Presentazione nuovo Annuario statistico ticinese e nuovo sito Internet U stat

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Presentazione nuovo Annuario statistico ticinese e nuovo sito Internet U stat"

Transcript

1 Laura Sadis,D irettrice D FE D ania Poretti Suckow,U stat Sheila Paganetti,U stat 1

2 Struttura della presentazione Intervento della Direttrice del DFE, on. Laura Sadis Nuova strategia di diffusione dell Ufficio di statistica (D. Poretti Suckow) Nuovo Annuario statistica ticinese (D. Poretti Suckow) Nuovo sito web (S. Paganetti) 2

3 L a nuova strategia di diffusione U n m andato legislativo (legge sulla statistica cantonale) D ue obiettivi strategici del Program m a della statistica cantonale (garantire un servizio pubblico di qualità e rafforzare l orientam ento utente) Im pongono all U statun m onitoraggio critico della propria com unicazione con il m ondo esterno 3

4 Q uali utenti,con quali prodotti,tram ite quali canali, su quali supporti dati m etadati dati elaborati analisi O sservatore U tilizzatore Esperto U tenti Prodotti Supporti C anali A nnuario R ivista dati - statistiche e società Sito w eb A nalisi Ticino in cifre carta elettronico Servizio individuale 4

5 Q uali risultati L analisi critica ha portato ad individuare dei possibili m iglioram enti Prodotti: potenziare l offerta di dati elaborati U tenti: C anali: increm entare l offerta per utilizzatori e osservatori razionalizzare/rivedere determ inati canali in base ad una logica più funzionale e di sistem a Supporti: ottim izzare l uso della carta e del sito w eb 5

6 G li interventi operativi (1) Supporto elettronico: offerta da rafforzare M igliorare e potenziare il sito w eb,quale m etacanale dell offerta U stat D ati e m etadati diffusi prioritariam ente attraverso questo canale; Schede sintetiche del tipo dati elaborati (da estendere a tutti i settori copertida U stat); Servizio new s e annunci costituito da com unicati stam pa,da new sletter gestibili dall utente e da una sezione dedicata all attualità; Documenti è la nuova collana statistico-analitica su supporto elettronico in sostituzione di Documenti di lavoro e D ocum enti statistici. 6

7 G li interventi operativi (2) Supporto cartaceo: offerta da ridurre in num ero m a da accrescere in qualità analitica 1. Da due Annuari di dati a un Annuario di dati elaborati Da due volumi a uno; Da un canale di dati a uno di dati elaborati: meno tabelle, più mappe e grafici e introduzione di commenti. 2. Una Rivista solo semestrale e più analitico-statistica Da quattro a 2 numeri l anno, con maggior cura del livello qualitativo. 3. Una sola collana analitica in formato cartaceo Aspetti statistici rinominato in Analisi rimane quale unica collana analitica in formato cartaceo (con sintesi sul sito); Documenti statistici e Documenti di lavoro sono soppressi in formato cartaceo e integrati nella nuova collana Documenti su supporto elettronico. 4. Nuovo Ticino in cifre Da canale sintetico di soli dati a canale di dati elaborati per il grande pubblico. 7

8 Annuario statistico ticinese: novità U n volum e per cantone e com uni Q uale funzione? entrata in m ateria alla statistica cantonale risposte alle dom ande più frequenti cultura statistica (num eracy) C on quale offerta? m eno dati grezzi,più dati interpretati (dati elaborati,con percentuali e indicatori) analisi brevi (Panoram a) definizioni riassuntive, selezionate e accorpate schede sintetiche m aggiore fruibilità,grazie a dati più rilevanti, com m entati,elaborati e di rapido accesso, in una nuova veste grafica,con quadricromia,fotografie ed iconografia 8

9 Annuario statistico ticinese: struttura e contenuti TEMI STATISTICI: 21 capitoli Fotografia tematica con parole chiave Sommario del capitolo con icona del tema Introduzione Panorama (dati commentati) Dati (tabelle) Definizioni (glossario e fonti statistiche) 9

10 Annuario statistico ticinese: struttura e contenuti RITRATTI COMUNALI: 157 schede + 1 Pagine iniziali (aggregazioni, cartine dei livelli territoriali, definizioni) Schede: cantone e comuni INDICE RINGRAZIAMENTI 10

11 Annuario, Temi statistici: pagine di titolo 11

12 Annuario, Temi statistici: Introduzione e Panorama 12

13 Annuario, Temi statistici: Dati 13

14 Annuario, Temi statistici: Glossario e Fonti statistiche 14

15 Annuario, Ritratti comunali: Elenco e cartina aggregazioni 15

16 Annuario, Ritratti comunali: Scheda comune e cartina estraibile! 16

17 Annuario, Ritratti comunali: confronti con scheda cantone estraibile! 17

18 I due canali a confronto A nnuario Sito U tente m irato O sservatore,u tilizzatore O sservatore,u tilizzatore,e sperto Funzione del Entrata in m ateria alla statistica cantonale D all entrata in m ateria all approfondim ento canale R ispondere alle dom ande più frequenti R ispondere a dom ande puntuali fornire dati per analisi C ultura statistica (num eracy) C ultura statistica (num eracy) Q uantità e M eno dati grezzi,più dati interpretati A um ento dell offerta tipologia O fferta riassuntiva e O fferta esaustiva, di inform azioni Inform azioni selezionate per gli utenti m irati Selezione operata dall utente tram ite più percorsi di navigazione e ricerca Inform azioni A nalisi brevi (Panoram a) A nalisi a più livelli (Panoram a,r ivista, ecc.) contenute D ati elaborati: tabelle con dati percentuali, D alla cifra chiave ai dati grezzi; scelte di indicatori ecc. canale prioritario per la diffusione dei dati D efinizioni riassuntive,selezionate e D efinizioni esaustive e strutturate accorpate (ordine alfabetico) (per fonte statistica) A ttualità delle M aggior peso sui dati recenti (dati annuali) D alle serie storiche lunghe ai dati più inform azioni aggiornati (m ensili) R isultato M aggior fruibilità: dati più rilevanti, O fferta diversificata,per soddisfare com m entati,elaborati e di rapido accesso bisogni inform ativi diversi 18

19 R evisione sito Internet U stat: attori e m odalità di lavoro A ttori G ruppo di lavoro U fficio di statistica (D FE) A rea dei servizi am m inistrativi e gestione del w eb (C ancelleria) M odalità di lavoro FA SE 1 ( ): E laborazione m andato e studio di fattibilità Sviluppo banca dati,gestionale e interfaccia w eb Integrazione prodotti esistenti e pubblicazione di alcuni nuovi prodotti Pubblicazione sito (dicem bre 2011) FA SE 2 (2012- ) V erifica e m onitoraggio nuovo sito (test di usabilità) O ttim izzazione FA SE 1: adeguam ento banca dati,gestionale e interfaccia w eb Sviluppo nuovi prodotti e nuove funzionalità in interfaccia w eb (interattività) 19

20 R evisione sito Internet U stat: obiettivi (1) Sito + orientato all utente (più com prensibile,m eno tecnico) + accattivante (grafica,organizzazione) + interattivo (più partecipazione dell utente) + attuale (tecnologia w eb aggiornata) Inform azioni + prodotti (novità nell offerta) + fruibilità (praticità d uso) + aggiornate (più tem pestività) + valorizzazione delle attualità (N E W S) 20

21 R evisione sito Internet U stat: obiettivi (2) N avigabilità, accesso alle inform azioni + intuitività + possibilità di accesso + interconnessione tra sezioni e contenuti + efficacia nella ricerca G estione + autom azione e condivisione know how + professionalità e efficacia nella gestione delle inform azioni e dei processi + elasticità nella m odifica del sito + m onitoraggio della fruizione 21

22 N uovo sito Internet U stat: concretizzazione degli obiettivi (FA SE 1) Interfaccia w eb N uova interfaccia w eb con nuova veste grafica corrispondente agli standard w eb A C D iverse proposte di navigazione e di ricerca (O sservatore,u tilizzatore,e sperto) Presentazione delle inform azioni rinnovata per una m aggiore fruibilità A ccesso diretto e interconnessioni tra prodotti (navigazione orizzontale,box,post-it) N uovi prodotti G estione del sito N uova banca dati con tecnologia aggiornata e perform ante N uovo program m a per la pubblicazione dei contenuti U N PR O C ESSO IN EV O LU ZIO N E! 22

23 Nuovo sito Internet Ustat: presentazione online H om epage A ccesso ai contenuti N avigazione per prodotto (esperto) N avigazione per tem a (utilizzatore) N avigazione per parola chiave (osservatore) R icerca avanzata 23

24 U fficio di statistica V ia B ellinzona 31 C H G iubiasco C asella postale 2170 C H B ellinzona Tel Fax e-m ti.ch Servizio inform azioni: ti.ch Servizio docum entazione: ti.ch A bbonam enti: dfe-ustat.abbonam ti.ch G razie! 24

Sistema Interattivo di Programmazione e Schedulazione della Produzione e degli approvvigionamenti

Sistema Interattivo di Programmazione e Schedulazione della Produzione e degli approvvigionamenti Sistema Interattivo di Programmazione e Schedulazione della Produzione e degli approvvigionamenti INTRODUZIONE La soluzione PROXIM é un innovativo strumento software per la gestione della catena logistica

Dettagli

SEGMENTAZIONE TIPOLOGICA

SEGMENTAZIONE TIPOLOGICA INDICE Premessa 1 Obiettivi 4 Temi dell indagine 5 Metodologia 7 Profilo del campione sesso ed età - 10 Profilo del campione istruzione e professione intervistato - 11 Profilo del campione numero medio

Dettagli

Camera dei Deputati - 5 1 3 - Senato della Repubblica

Camera dei Deputati - 5 1 3 - Senato della Repubblica Camera dei Deputati - 5 1 3 - Senato della Repubblica XVII LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI DOC. XV N. 282 P er quanto attiene le dotazioni tecnologiche dei fabbricati - ascensori, centrali

Dettagli

Dopo alcuni istanti apparirà il m enu principale della sezione archivio dal quale è possibile accedere alle varie funzioni del program m a.

Dopo alcuni istanti apparirà il m enu principale della sezione archivio dal quale è possibile accedere alle varie funzioni del program m a. 1 &DUDWWHULVWLFKHHGXWLOL]]RGL*,6$ $YYLRGHOSURJUDPPD *,6$ è un program m a realizzato per sem plificare la gestione della vostra azienda. Esso ha una com pleta personalizzazione in base alle specifiche

Dettagli

Contraffazione, lotta via Web con il "nuovo" Ufficio Marchi

Contraffazione, lotta via Web con il nuovo Ufficio Marchi http://www.corrierecomunicazioni.it/print_page.php?idnotizia=78996 Page 1 of 1 20/07/2010 MSE Contraffazione, lotta via Web con il "nuovo" Ufficio Marchi Usability, approfondimenti e servizi nel portale

Dettagli

Modalità di pagam ento da parte della Cassa depositi e prestiti delle som m e destinate all'attuazione dei patti territoriali e dei cont ratti d'area.

Modalità di pagam ento da parte della Cassa depositi e prestiti delle som m e destinate all'attuazione dei patti territoriali e dei cont ratti d'area. D.M. 4-8-1997 Modalità di pagamento da parte della Cassa depositi e prestiti delle somme destinate all'attuazione dei patti territoriali e dei contratti d'area. Pubblicato nella Gazz. Uff. 5 settembre

Dettagli

ALPAGO ECOMARATHON 2014

ALPAGO ECOMARATHON 2014 Prem essa ALPAGO ECOMARATHON 2014 REGOLAM EN TO Questo regolam ento vale in linea generale per tutte le m anifestazioni sportive che il com itato intende organizzare nell anno 2014 in data 15 giugno. Le

Dettagli

Il set di indicatori del Progetto CSR-SC del Ministero del Lavoro e Politiche Sociali. a cura di Carmen Ragno

Il set di indicatori del Progetto CSR-SC del Ministero del Lavoro e Politiche Sociali. a cura di Carmen Ragno Il set di indicatori del Progetto CSR-SC del Ministero del Lavoro e Politiche Sociali a cura di Carmen Ragno 1 Programma Il Progetto CSR-SC del Ministero del Lavoro e Politiche Sociali Il Social Statement

Dettagli

C e n t r o d i F o r m a z i o n e S t u d i

C e n t r o d i F o r m a z i o n e S t u d i C e n t r o d i F o r m a z i o n e S t u d i /$9252$8721202,QWURGX]LRQH Ogni anno il governo em ana uno o più decreti, denom inati decreti flussi, con i quali sono fissate le quote m assim e di cittadini

Dettagli

Il contratto di collaborazione coordinata e continuativa a progetto

Il contratto di collaborazione coordinata e continuativa a progetto Il contratto di collaborazione coordinata e continuativa a progetto di V aleria Filippo SC H ED A RIEPILO G ATIV A Articolo 7, com m a 2, lett. c) e d) M odifiche alla legge 28 giugno 2012, n. 92 il progetto

Dettagli

Valutare gli esiti di una consultazione online

Valutare gli esiti di una consultazione online Progetto PerformancePA Ambito A - Linea 1 - Una rete per la riforma della PA Valutare gli esiti di una consultazione online Autore: Antonella Fancello, Laura Manconi Creatore: Formez PA, Progetto Performance

Dettagli

PREMESSA. La Convenzione con ConfCommercio è articolata in 2 parti, ognuna destinata ad un Target :

PREMESSA. La Convenzione con ConfCommercio è articolata in 2 parti, ognuna destinata ad un Target : PREMESSA La Convenzione con ConfCommercio è articolata in 2 parti, ognuna destinata ad un Target : Business : destinata alle Aziende associate a ConfCommercio Consumer : destinata ai Dipendenti delle Aziende

Dettagli

L ESPERIENZA DELL APSS DI TRENTO

L ESPERIENZA DELL APSS DI TRENTO Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari Provincia Autonoma di Trento IL BALANCED SCORECARD NELLE AZIENDE SANITARIE: 5 ANNI DOPO... L ESPERIENZA DELL APSS DI TRENTO Giuseppe Lorenzin Milano, 27 maggio

Dettagli

La gestione del portafoglio Retail: strum enti efficaci e coerenti con i nuovi indirizzi norm ativi

La gestione del portafoglio Retail: strum enti efficaci e coerenti con i nuovi indirizzi norm ativi La gestione del portafoglio Retail: strum enti efficaci e coerenti con i nuovi indirizzi norm ativi )UDQFR0DJQHOOL*58332%$1&$&5),5(1=( *DLD&LRFL&5,)'(&,6,2162/87,216 ƒ)ruxpgldjjlruqdphqwrwhfqlfr$3% 6HVWUL/HYDQWHPDJJLR

Dettagli

Newsletter mensile n 8-9 Europa News Agosto-Settembre 2014. Gent. Utenti, Sommario. L'angolo Eurodesk

Newsletter mensile n 8-9 Europa News Agosto-Settembre 2014. Gent. Utenti, Sommario. L'angolo Eurodesk Newsletter mensile n 8-9 Europa News Agosto-Settembre 2014 Gent. Utenti, Benvenuti alla VIII e IX edizione del VI anno della newsletter Europa News del Centro d Informazione Europea EUROPE DIRECT di Reggio

Dettagli

&DUDWWHULVWLFKHGHOVRIWZDUH:(%G\QDPLFŠ

&DUDWWHULVWLFKHGHOVRIWZDUH:(%G\QDPLFŠ &DUDWWHULVWLFKHGHOVRIWZDUH:(%G\QDPLFŠ,QWURGX]LRQH La tecnologia :HE'\QDPLF perm ette la creazione e gestione di un sito internet a partire da una serie di tem plate grafici contenenti linguaggio HTML e

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA Ufficio Formazione. 17 ottobre 2001. Daniela Ferrari

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA Ufficio Formazione. 17 ottobre 2001. Daniela Ferrari UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA Ufficio Formazione 17 ottobre 2001 Daniela Ferrari Le Tabelle Capitolo 1 I trim estre II trim estre III trim estre IV trim estre Gen Feb M ar A pr M ag

Dettagli

Inventario e cataloghi per la valorizzazione delle risorse locali Maria Mascione maria.mascione@polimi.it

Inventario e cataloghi per la valorizzazione delle risorse locali Maria Mascione maria.mascione@polimi.it Inventario e cataloghi per la valorizzazione delle risorse locali Maria Mascione maria.mascione@polimi.it 24 settembre 2011 Giornata di studio CondividiAMO paesaggi, saperi, storie, culture Sala Consigliere,

Dettagli

Titolo. L evoluzione dei Portali: dai portali generalisti ai Marketplace Il caso Mecmarket.com. Organizzazione dei sistem i inform ativi aziendali

Titolo. L evoluzione dei Portali: dai portali generalisti ai Marketplace Il caso Mecmarket.com. Organizzazione dei sistem i inform ativi aziendali Titolo L evoluzione dei Portali: dai portali generalisti ai Marketplace Il caso Mecmarket.com 1 Agenda I portali elettronici Evoluzione dei Portali: dagli Hortals ai Vortlas I Market place I lim iti culturali

Dettagli

IL PRESI DENTE DELLA REPUBBLICA Prom ulga la seguente legge: $UW $PELWRGLDSSOLFD]LRQH

IL PRESI DENTE DELLA REPUBBLICA Prom ulga la seguente legge: $UW $PELWRGLDSSOLFD]LRQH /(**(PDU]RQ 1RUPHSHUODVLFXUH]]DGHJOLLPSLDQWL IL PRESI DENTE DELLA REPUBBLICA Prom ulga la seguente legge: $UW $PELWRGLDSSOLFD]LRQH Sono soggetti all applicazione della presente legge i seguenti im pianti

Dettagli

PI ANO DELL OFFERTA FORMATI VA

PI ANO DELL OFFERTA FORMATI VA )LOR Noi, piccoli artisti tutte le classi Giovani bibliotecari tutte le classi /RQJDVWULQR Tutti in biblioteca tutte le classi Prevede aperture in orario et rascolastico Fiabe a rovescio classe I I I 6DQ%LDJLR

Dettagli

------------------------------------- VI LEGISLATURA ----------------------------------- DISEGNO DI LEGGE

------------------------------------- VI LEGISLATURA ----------------------------------- DISEGNO DI LEGGE SENATO DELLA REPUBBLICA ------------------------------------- VI LEGISLATURA ----------------------------------- (N. 2314) DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori LIMONI, DAL FALCO, GONELLA, ROSATI,

Dettagli

5HJRODPHQWRGL&RQWDELOLWj

5HJRODPHQWRGL&RQWDELOLWj $UW - Com petenze del Servizio Finanziario $UW - Organizzazione del Servizio Finanziario $UW - Com petenze dei responsabili dei servizi $UW - I Servizi e la gestione 5HJRODPHQWRGL&RQWDELOLWj &$32, 1250(*(1(5$/,

Dettagli

L offerta form ativa dell U niversità degli Studi di Palerm o A.A. 2013/2014. G uida della F acoltà di A rchitettura Corsi di L aurea Triennale

L offerta form ativa dell U niversità degli Studi di Palerm o A.A. 2013/2014. G uida della F acoltà di A rchitettura Corsi di L aurea Triennale L offerta form ativa dell U niversità degli Studi di Palerm o A.A. 2013/2014 G uida della F acoltà di A rchitettura Corsi di L aurea Triennale Centro O rientam ento e Tutorato V iale delle Scienze E dificio

Dettagli

SOLUZIONI WEB. per il BUSINESS. www.italiainfiera.it. www.italiainfiera.it

SOLUZIONI WEB. per il BUSINESS. www.italiainfiera.it. www.italiainfiera.it SOLUZIONI WEB per il BUSINESS Italiainfiera, società di consulenza per il marketing e la comunicazione on line, opera professionalmente dal 1999 fornendo competenze altamente qualificate alle aziende interessate

Dettagli

A cura di: CNA Bologna

A cura di: CNA Bologna &RQLOSDWURFLQLR GL&&,$$%RORJQD 3RUUHWWD 7HUPHVHWWHPEUH $VVRFLD]LRQHGL%RORJQD (IILFLHQ]D(QHUJHWLFD OHUDJLRQLGHOO $PELHQWHOHRSSRUWXQLWj SHUOH,PSUHVH Criticità energia. Strum enti e m odelli per la gestione

Dettagli

Legge 31 dicem bre 1996, n. 675 7XWHODGHOOHSHUVRQHHGLDOWULVRJJHWWLULVSHWWRDOWUDWWDPHQWR GHLGDWLSHUVRQDOL

Legge 31 dicem bre 1996, n. 675 7XWHODGHOOHSHUVRQHHGLDOWULVRJJHWWLULVSHWWRDOWUDWWDPHQWR GHLGDWLSHUVRQDOL Legge 31 dicem bre 1996, n. 675 7XWHODGHOOHSHUVRQHHGLDOWULVRJJHWWLULVSHWWRDOWUDWWDPHQWR GHLGDWLSHUVRQDOL pubblicata nella *D]]HWWD8IILFLDOH n. 5 dell 8 gennaio 1997 - Supplem ento Ordinario n. 3 &$32,

Dettagli

LA GIUSTA TECNOLOGIA AL SERVIZIO DELLA TUA CONCESSIONARIA

LA GIUSTA TECNOLOGIA AL SERVIZIO DELLA TUA CONCESSIONARIA LA GIUSTA TECNOLOGIA AL SERVIZIO DELLA TUA CONCESSIONARIA Tourmake è la PIATTAFORMA INTERATTIVA che permette alla tua concessionaria di proporre una nuova esperienza d acquisto, grazie a un sistema efficace

Dettagli

Progetto Turismo Pisa. Sommario dei risultati

Progetto Turismo Pisa. Sommario dei risultati 2012 Progetto Turismo Pisa Sommario dei risultati 0 Studio realizzato per il Comune di Pisa da KddLab ISTI-CNR Pisa Sommario 1 Progetto Turismo Pisa: Sintesi dei risultati... 1 1.1 L Osservatorio Turistico

Dettagli

$OOHJDWRQ. Modulo di adesione e Inform ativa ex. D. Lgs. 196/ 2003.

$OOHJDWRQ. Modulo di adesione e Inform ativa ex. D. Lgs. 196/ 2003. $OOHJDWRQ Modulo di adesione e Inform ativa ex. D. Lgs. 196/ 2003. Io Sottoscritto nato il sesso M F codice fiscale in qualità di della Società intendo aderire con effetto dalle ore 00 del al program

Dettagli

acquisit o il parere favorevole della conferenza Regione-Autonom ie Locali nella seduta del 20.10.2004;

acquisit o il parere favorevole della conferenza Regione-Autonom ie Locali nella seduta del 20.10.2004; %ROOHWWLQR8IILFLDOHQGHO Deliberazione della Giunta Regionale 20 dicem bre 2004, n. 57-14407 Approvazione disposizioni attuat ive dell art 2 della legge regionale 31 m aggio 2004 n. 14. Norm e di indirizzo

Dettagli

Fondo Sociale Europeo Obiet t ivo 3 2000-2006 - Program m a Operat ivo Regionale POR - Regione Emilia-Romagna.

Fondo Sociale Europeo Obiet t ivo 3 2000-2006 - Program m a Operat ivo Regionale POR - Regione Emilia-Romagna. POR Obiettivo 3 FSE - periodo 2000-2006 Regione Em ilia- Rom agna 2**(772 Fondo Sociale Europeo Obiet t ivo 3 2000-2006 - Program m a Operat ivo Regionale POR - Regione Emilia-Romagna. &217(672(8523(2

Dettagli

Città di Narni. Approvato con deliberazione del Consiglio Com unale n. 36 del 29 aprile 2008

Città di Narni. Approvato con deliberazione del Consiglio Com unale n. 36 del 29 aprile 2008 Città di Narni 5HJRODPHQWRLQWHJUD]LRQHDOODVSHVDSHUDQ]LDQLH GLVDELOLLQVHULWLLQVWUXWWXUHUHVLGHQ]LDOL Approvato con deliberazione del Consiglio Com unale n. 36 del 29 aprile 2008 I l present e regolam ent

Dettagli

L INFORMATICA GIURIDICA IN ITALIA

L INFORMATICA GIURIDICA IN ITALIA Istituto di Teoria e Tecniche dell Informazione Giuridica del Consiglio N azionale delle Ricerche L INFORMATICA GIURIDICA IN ITALIA CINQUANTANNI DI STUDI, RICERCHE ED ESPERIENZE a cura ài G i n e v r a

Dettagli

Lo strumento ELENA per l assistenza tecnica agli investimenti energetici. ing. Piergabriele Andreoli AESS Modena

Lo strumento ELENA per l assistenza tecnica agli investimenti energetici. ing. Piergabriele Andreoli AESS Modena Lo strumento ELENA per l assistenza tecnica agli investimenti energetici ing. Piergabriele Andreoli AESS Modena Perchè le città /HDUHHXUEDQHVRQRUHVSRQVDELOLSHULO FLUFDGHOFRQVXPRHXURSHRGL HQHUJLDSULPDULD

Dettagli

INDAGINE SUI BISOGNI DEGLI IMMIGRATI A PADOVA. A cura di Raffaella Massaro

INDAGINE SUI BISOGNI DEGLI IMMIGRATI A PADOVA. A cura di Raffaella Massaro INDAGINE SUI BISOGNI DEGLI IMMIGRATI A PADOVA A cura di Raffaella Massaro Premessa I l progetto Tutti i colori del Futuro finanziato dal Com itato di Gestione del Fondo Speciale per il Volontariato del

Dettagli

una (potenziale) realtà

una (potenziale) realtà Analisi IL DISTRETTO TICINESE DI SERVIZI FINANZIARI una (potenziale) realtà René Chopard Centro di Studi Bancari 75 Non potevamo mancare al consueto appuntamento di settembre con dati, statistiche e società

Dettagli

Deliberazione si»60 del 17/09/2013 12 DELLA LEGGE 7 AGOSTO 1990, N. 241 E SUCCESSIVE MODIFICHE, IN

Deliberazione si»60 del 17/09/2013 12 DELLA LEGGE 7 AGOSTO 1990, N. 241 E SUCCESSIVE MODIFICHE, IN Deliberazione si»60 del 17/09/2013 O G G E T T O? REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI AI SENSI DELL'ARTICOLO 12 DELLA LEGGE 7 AGOSTO 1990, N. 241 E SUCCESSIVE MODIFICHE, IN APPLICAZIONE DELLA

Dettagli

VALE SERVICE CATALOGO DEI SERVIZI

VALE SERVICE CATALOGO DEI SERVIZI VALE SERVICE CATALOGO DEI SERVIZI Il web è sempre più presente nelle nostre vite e nel nostro lavoro. Lo utilizziamo ogni giorno per dare e ricevere informazioni. È fondamentale per conoscere prodotti

Dettagli

C O M U N E.Di FO R M TA

C O M U N E.Di FO R M TA C O M U N E.Di FO R M TA P r o v in c ia di L a t in a SETTO RE : POLIZIA LOCALE E SERVIZI SOCIALI SERVIZIO : UFFICIO SCUOLA e d i r i t t o a l l o s t u d i o 1 2 FEB. 2015 N. 3 o D e t e r m in a z

Dettagli

Alla. argom ento, revisionato a causa di un refuso di stam pa. C iò prem esso, si prega di voler ritenere nullo il precedente

Alla. argom ento, revisionato a causa di un refuso di stam pa. C iò prem esso, si prega di voler ritenere nullo il precedente M_INF.CGCCP.REGISTRO UFFICIALE.U.0028447.13-03-2015 R om a. P.d.c.: 0659084196 r8l cgcp@ pec.m it.gov.it M inistero delle Infrastrutture e dei Trasporti C om ando G enerale del C orpo delle C apitanerie

Dettagli

Procedura di Valutazione Interna

Procedura di Valutazione Interna LIFE Project Number Inception Report - ANNEX Covering the project activities from 01/01/2012 to 31/08/2012 Reporting Date LIFE+ PROJECT NAME or Acronym

Dettagli

Cam era dei D eputati 1 4 5 S en a to della R epubblica

Cam era dei D eputati 1 4 5 S en a to della R epubblica Cam era dei D eputati 1 4 5 S en a to della R epubblica - Programma "Prodotti da Agricoltura Biologica - Progetto per l'integra-zione delle base dati e dell informazione congiunturale di mercato ", approvato

Dettagli

30/12/2010 STATI UNITI

30/12/2010 STATI UNITI STATI UNITI PROTOCOLLO AMMINISTRATIVO PER L APPLICAZIONE DELL ACCORDO IN MATERIA DI SICUREZZA SOCIALE TRA LA REPUBBLICA ITALIANA E GLI STATI UNITI D AMERICA, FIRMATO A WASHINGTON, D. C. IL 23 MAGGIO 1973.

Dettagli

Schem a di d elib erazione n. 50 dell 14 m aggio 2015 V e rb ale n. 14. Com ponenti: Presidente Daniele LEO D O RI H

Schem a di d elib erazione n. 50 dell 14 m aggio 2015 V e rb ale n. 14. Com ponenti: Presidente Daniele LEO D O RI H CONSIGLIO REGIONALE DEL LAZIO u f f i c i o di p r e s id e n z a D e Iib e r a z io n e n. 47 d e l 14 m a g g io 2 0 1 5 OGGETTO: Bando per la concessione di contributi economici a sostegno di progetti

Dettagli

La Dichiarazione Ambientale 2008-2010 della Provincia di Bologna

La Dichiarazione Ambientale 2008-2010 della Provincia di Bologna La Dichiarazione Ambientale 2008-2010 della Provincia di Bologna DICHIARAZIONE AMBIENTALE Le Novità della Dichiarazione Ambientale 2008-2010 della Provincia di Bologna Pensata per il Web (e cd-rom) Applicazione

Dettagli

Etribuna.com 24 gennaio 2008 Sito web Tiratura: n.d. Diffusione: n.d.

Etribuna.com 24 gennaio 2008 Sito web Tiratura: n.d. Diffusione: n.d. Etribuna.com 24 gennaio 2008 Etribuna.com 24 gennaio 2008 RedTramItalia.it 22 gennaio 2008 Unicasa ITALIA rivoluziona la figura dell amministratore di condominio In un mercato di 300.000 amministratori

Dettagli

Il sito istituzionale: novità e prospettive

Il sito istituzionale: novità e prospettive Il sito istituzionale: novità e prospettive Forum PA 2010 Roma, 17 maggio 2010 Roma, 17 maggio 2010 Inps Sempre più vicini a te Roma, 17 maggio 2010 2 Continua l impegno per essere sempre più vicini alle

Dettagli

LINEE GUIDA PER GLI ACQUISTI VERDI VERDI NEL SETTORE TURISTICO RICETTIVO

LINEE GUIDA PER GLI ACQUISTI VERDI VERDI NEL SETTORE TURISTICO RICETTIVO LINEE GUIDA PER GLI ACQUISTI VERDI VERDI NEL SETTORE TURISTICO RICETTIVO Milazzo, 25 ottobre 2008 a cura di Laura Cobello, Maria Berrini, Emanuela Manca Gli acquisti verdi nel settore turistico ricettivo

Dettagli

La Piattaforma EFISIO

La Piattaforma EFISIO Strumenti finanziari e sviluppo urbano sostenibile: dalla finanza di progetto alla finanza di programma La Piattaforma EFISIO INFO DAY ITALIA 14/11/2014 Dimensione urbana e strumen. finanziari nella programmazione

Dettagli

Comunicazione e valutazione Leader, verso la prospettiva 2020

Comunicazione e valutazione Leader, verso la prospettiva 2020 REPORT Comunicazione e valutazione Leader, verso la prospettiva 2020 Mestre, 28 giugno 2012 Regione del Veneto - Direzione Piani e Programmi Settore Primario Autorità di Gestione PSR Veneto 2007-2013 Il

Dettagli

Idea progettuale - infografica GLU

Idea progettuale - infografica GLU Idea progettuale - infografica GLU Introduzione Il presente documento vuole essere uno strumento di condivisione propedeutico allo sviluppo dell infografica da associare al protocollo sull usabilità del

Dettagli

FORMULA il servizio informativo sulla Finanza Agevolata

FORMULA il servizio informativo sulla Finanza Agevolata FORMULA il servizio informativo sulla Finanza Agevolata Proposta di collaborazione per gli Enti Locali e il Territorio I SERVIZI GRUPPO IMPRESA offre agli Enti locali (Comuni, Unioni di Comuni, Comunità

Dettagli

LA FORMULA. TERZA PARTE: DOVE TROVARLI Indirizzi e recapiti per viaggiare sicuri. I QUADERNI SI ARTICOLANO IN TRE PARTI:

LA FORMULA. TERZA PARTE: DOVE TROVARLI Indirizzi e recapiti per viaggiare sicuri. I QUADERNI SI ARTICOLANO IN TRE PARTI: LA FORMULA PROFILO EDITORIALE: La collana de I Quaderni della Comunicazione nasce come una guida mensile rivolta alle Aziende per aiutarle a orientarsi nei diversi meandri della comunicazione commerciale.

Dettagli

" R e g o l a m e n t o d e l l 'a u t o p a r c o d e l C o n s i g l i o r e g i o n a l e d e l L a z io " 1

 R e g o l a m e n t o d e l l 'a u t o p a r c o d e l C o n s i g l i o r e g i o n a l e d e l L a z io  1 A l l e g a t o A a l l a d e l ib e r a z io n e d e l l ' u f f i c i o d i p r e s id e n z a 2 8 l u g l io 2 0 1 0, n. 66 " R e g o l a m e n t o d e l l 'a u t o p a r c o d e l C o n s i g l i o

Dettagli

Guida ai SERVIZI DIGITALI. della Rete Bibliotecaria di Romagna e San Marino

Guida ai SERVIZI DIGITALI. della Rete Bibliotecaria di Romagna e San Marino Guida ai SERVIZI DIGITALI della Rete Bibliotecaria di Romagna e San Marino ScopriRete ScopriRete è il portale d accesso 2.0 ai documenti e ai servizi gratuiti on-line di tutte le biblioteche della Rete

Dettagli

STRUMENTI DI RETE PER UNA RETE EFFICACE

STRUMENTI DI RETE PER UNA RETE EFFICACE STRUMENTI DI RETE PER UNA RETE EFFICACE Maria Carmen Russo Coordinatore Rete Informagiovani Lombardia e Responsabile Servizio Università Informagiovani del Comune di Cremona GLI STRUMENTI Banca Dati Curricula

Dettagli

L offerta form ativa dell U niversità degli Studi di Palerm o A.A. 2013/2014. G uida della F acoltà di Ingegneria Corsi di L aurea Triennale

L offerta form ativa dell U niversità degli Studi di Palerm o A.A. 2013/2014. G uida della F acoltà di Ingegneria Corsi di L aurea Triennale L offerta form ativa dell U niversità degli Studi di Palerm o A.A. 2013/2014 G uida della F acoltà di Ingegneria Corsi di L aurea Triennale Centro O rientam ento e Tutorato V iale delle Scienze E dificio

Dettagli

Scegli il meglio per la tua informazione giuridica.

Scegli il meglio per la tua informazione giuridica. lex 24 codici civile Processo ico telemat immobili contratti società ne circolazio stradale lavoro famiglia ilità responsab to en im c ar e ris E-Learning mediazione penale servizi lass Business C to it

Dettagli

GREEN ECONOMY E LEVE NORMATIVE

GREEN ECONOMY E LEVE NORMATIVE Diritto ed Economia dell Ambiente Collana a cura L Fondazione Lombardia per l Ambiente 8 GREEN ECONOMY E LEVE NORMATIVE a cura AG G i u f f r è E d it o r e INDICE Introduzione. Green econom y e leve norm

Dettagli

Il governo dei processi in Intesa Sanpaolo

Il governo dei processi in Intesa Sanpaolo Il governo dei processi in Intesa Sanpaolo Alberto Lugano Servizio Processi ed Efficienza Direzione Personale e Organizzazione Intesa Sanpaolo Group Services Milano, 16 giugno 2015 Il percorso di evoluzione

Dettagli

PIANO DI SETTORE CEREALICOLO 2010-2013 DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE COMPETITIVE DEL MONDO RURALE E DELLA QUALITÀ

PIANO DI SETTORE CEREALICOLO 2010-2013 DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE COMPETITIVE DEL MONDO RURALE E DELLA QUALITÀ PIANO DI SETTORE CEREALICOLO 2010-2013 DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE COMPETITIVE DEL MONDO RURALE E DELLA QUALITÀ Piano di Settore cerealicolo 2010-2013 PROGETTAZIONE, SVILUPPO E CONSOLIDAMENTO DELLA RETE

Dettagli

La nuova informazione è digitale!

La nuova informazione è digitale! IP_CAT_15 La nuova informazione è digitale! Il Sole 24 ORE presenta le novità 2015 per i professionisti. Abbonati subito, per te gratis un volo per l Europa! -------------------------------- Novità 2015

Dettagli

What you dream, is what you get.

What you dream, is what you get. What you dream, is what you get. mission MWWG si propone come punto di riferimento nella graduale costruzione di una immagine aziendale all'avanguardia. Guidiamo il cliente passo dopo passo nella creazione

Dettagli

ART. 1 DEFIN IZION E DI SALA GIOCH I. E sala gioco, il locale con più d i sei apparecchi d i pu ro trattenim ento e svago.

ART. 1 DEFIN IZION E DI SALA GIOCH I. E sala gioco, il locale con più d i sei apparecchi d i pu ro trattenim ento e svago. 5(*2/$0(1723(5,/5,/$6&,2', /,&(1=(3(56$/$*,2&+, ART. 1 DEFIN IZION E DI SALA GIOCH I E sala gioco, il locale con più d i sei apparecchi d i pu ro trattenim ento e svago. ART. 2 N UMERO MASSIMO DI SALE

Dettagli

$UW±3UHPHVVHHILQDOLWj

$UW±3UHPHVVHHILQDOLWj 81,9(56,7 '(*/,678',',02'(1$(5(**,2(0,/,$ )$&2/7 ',0(',&,1$(&+,585*,$ REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA I N TECNICA DELLA RIABILI TAZIONE PSICHIATRICA &/$66( /617352)(66,21,6$1,7$5,('(//$5,$%,/,7$=,21(

Dettagli

Informatica Industriale Modello funzionale Casi d uso

Informatica Industriale Modello funzionale Casi d uso DIIGA - Università Politecnica delle Marche A.A. 2006/2007 Informatica Industriale Modello funzionale Casi d uso Luca Spalazzi spalazzi@diiga.univpm.it www.diiga.univpm.it/~spalazzi/ Informatica Industriale

Dettagli

Camera dei Deputati 97 Senato della Repubblica

Camera dei Deputati 97 Senato della Repubblica Camera dei Deputati 97 Senato della Repubblica Capitolo 111 3.5 I prezzi di riferimento in ambito sanitario Nel corso del 2012 l'a utorità è stata fortem ente im pegnata nel dare La norm ativ a sui p rezzi

Dettagli

1HZVOHWWHU6,7$' QXP 6HWWHPEUH 6RPPDULR 3UHVHQWD]LRQH. $WWLYLWjSURJHWWLGDWLVHUYL]LHLQL]LDWLYH pag. 3. 6,7$' pag. 4. 6WUDGDULR8QLFR pag.

1HZVOHWWHU6,7$' QXP 6HWWHPEUH 6RPPDULR 3UHVHQWD]LRQH. $WWLYLWjSURJHWWLGDWLVHUYL]LHLQL]LDWLYH pag. 3. 6,7$' pag. 4. 6WUDGDULR8QLFR pag. 1HZVOHWWHU6,7$' 6HWWHPEUH QXP 6RPPDULR 3UHVHQWD]LRQH Cosa è una newsletter pag. 2 Cosa è un groupware pag. 2 $WWLYLWjSURJHWWLGDWLVHUYL]LHLQL]LDWLYH pag. 3 6,7$' pag. 4 6WUDGDULR8QLFR pag. 6 $SSHQGLFH pag.

Dettagli

esercitabile da chiunque, indipendentem ente da u n a posizione Questo perché l'istituto dell'accesso non è teso ad u n controllo

esercitabile da chiunque, indipendentem ente da u n a posizione Questo perché l'istituto dell'accesso non è teso ad u n controllo Camera dei Deputati - 81 - Senato della Repubblica esercitabile da chiunque, indipendentem ente da u n a posizione differenziata giuridicam ente. Questo perché l'istituto dell'accesso non è teso ad u n

Dettagli

@sset soluzione G.I.S. freeware per il Real Estate: nota tecnico-descrittiva. Torino, marzo 2009

@sset soluzione G.I.S. freeware per il Real Estate: nota tecnico-descrittiva. Torino, marzo 2009 @sset soluzione G.I.S. freeware per il Real Estate: nota tecnico-descrittiva. Torino, CREST s.n.c. Sede legale e operativa: 10136 Torino Via Caprera, 15 - P.IVA 02746980016 C.C.I.A.A. 599025 Trib. Torino

Dettagli

Eventi organizzati presso lo STAND CENTRO LEONARDO (10 posti utili)

Eventi organizzati presso lo STAND CENTRO LEONARDO (10 posti utili) INIZIATIVE ORGANIZZATE ABCD 2012: info@centroleonardo.net Eventi organizzati presso lo STAND CENTRO LEONARDO (10 posti utili) MERCOLEDI 14 NOVEMBRE 10:00/10.30 Centro Leonardo workshop Analisi logica:

Dettagli

Rapporto d attività 2006

Rapporto d attività 2006 grussti - gruppo cantonale sullo sviluppo sostenibile 6500 Bellinzona - http://www.ti.ch/sviluppo-sostenibile contatto: Marcello Martinoni 091 825 38 85 consultati@ticino.com Rapporto d attività 2006 Programma

Dettagli

I Mercati Regolam entati Telematici e i Corporate Bonds : esperienze a confronto

I Mercati Regolam entati Telematici e i Corporate Bonds : esperienze a confronto I Mercati Regolam entati Telematici e i Corporate Bonds : esperienze a confronto Pietro Poletto Responsabile Fixed Income & Securitised Derivatives Markets Borsa Italiana SpA Verona 2 Luglio 2004 Mercati

Dettagli

M A N e traslochi traslocare non solo gli scatoloni e Im obili

M A N e traslochi traslocare non solo gli scatoloni e Im obili M A N e traslochi traslocare non solo gli scatoloni e Im obili ovvero: la parte IT del trasloco SISSA A. D elise1, P. A ccerboni 1, D. Brunato 1, G. Giorgetti 2, A. Lanza1 1 Sissa 2 U niversità di T rieste-

Dettagli

a) Gli obiettivi della nuova edizione b) I caratteri distintivi dei Master Nuval e collegam enti con il QSN c) I Program m i Master 2007/ 2009

a) Gli obiettivi della nuova edizione b) I caratteri distintivi dei Master Nuval e collegam enti con il QSN c) I Program m i Master 2007/ 2009 0$67(53(5(63(57, ', 352*5$00$=,21( ( 9$/87$=,21( '(//(32/,7,&+(',69,/8332 && 22 00 33 (( 77 (( 11 == (( 66 33 (( &&,, $$ //,, 66 77,, && ++ (( 33 (( 55 //,, 11 11 22 99 $$ ==,, 22 11 (( 11 (( // // $$

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

SERVIZI DIGITALI. Guida ai. Rete Bibliotecaria di. Romagna e San Marino. della Rete Bibliotecaria di

SERVIZI DIGITALI. Guida ai. Rete Bibliotecaria di. Romagna e San Marino. della Rete Bibliotecaria di Provincia di Ravenna Provincia di Forlì-Cesena Provincia di Rimini Repubblica di San Marino Rete Bibliotecaria di Romagna e San Marino Tel. 0544/258650 biblioteche@mail.provincia.ra.it www.bibliotecheromagna.it

Dettagli

Presentazione attività Ticino for Finance. Ottobre 2011

Presentazione attività Ticino for Finance. Ottobre 2011 Presentazione attività Ticino for Finance Ottobre 2011 Indice Chi siamo Contatti Obiettivi progetto Agenda evento Lugano Cosa facciamo Evento Lugano Chi siamo Ticino Swiss Tailor Made Finance è la piattaforma

Dettagli

Che cos'è la tesina? un testo scritto di tipo saggistico (argomento, documenti, lunghezza a discrezione dello studente)

Che cos'è la tesina? un testo scritto di tipo saggistico (argomento, documenti, lunghezza a discrezione dello studente) OBIETTIVI Migliorare le capacitàdi svolgimento di un progetto autonomo di scrittura documentata. Consolidare le abilità di ricerca delle fonti. Rafforzare le abilitàdi organizzazione dei contenuti. Che

Dettagli

Comunicato stampa. Bellinzona, giovedì 12 luglio 2012

Comunicato stampa. Bellinzona, giovedì 12 luglio 2012 Bellinzona, giovedì 12 luglio 2012 Comunicato stampa Un servizio di newsletter, una nuova App e, all orizzonte, la possibilità di effettuare i pagamenti dal cellulare: BancaStato è adesso ancora più vicina

Dettagli

Indagine conoscitiva sulla domanda di servizi provinciali per il territorio (Funzioni di supporto tecnico amministrativo agli Enti Locali)

Indagine conoscitiva sulla domanda di servizi provinciali per il territorio (Funzioni di supporto tecnico amministrativo agli Enti Locali) Indagine conoscitiva sulla domanda di provinciali per il territorio (Funzioni di supporto tecnico agli Enti Locali) - Analisi dei primi risultati A tutti i 59 comuni del territorio della Provincia di Pesaro

Dettagli

Il consulente per l accesso al web e ai social network A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it www.facebook.com/zarabaraclaudia Giugno

Il consulente per l accesso al web e ai social network A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it www.facebook.com/zarabaraclaudia Giugno Il consulente per l accesso al web e ai social network A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it www.facebook.com/zarabaraclaudia Giugno 2014 Connessione Internet in Italia I dati (Censis) gli

Dettagli

D eliberazioni delfassemblea degli A zionisti

D eliberazioni delfassemblea degli A zionisti Camera dei Deputati - 3 6 9 - Senato della Repubblica D eliberazioni delfassemblea degli A zionisti L'Assemblea degli Azionisti della Rai nella seduta del 2 0 m ag gio 2 0 1 4 ha deliberato all'unanim

Dettagli

NOI CON. Il nostro impegno e le nostre prestazioni per voi. Gli uffici regionali di collocamento e le casse di disoccupazione.

NOI CON. Il nostro impegno e le nostre prestazioni per voi. Gli uffici regionali di collocamento e le casse di disoccupazione. NOI CON VIi VOi Il nostro impegno e le nostre prestazioni per voi. Gli uffici regionali di collocamento e le casse di disoccupazione. Una campagna dell Assicurazione contro la disoccupazione in collaborazione

Dettagli

La multidisciplinarità come opportunità per i giovani

La multidisciplinarità come opportunità per i giovani Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento del territorio La multidisciplinarità come opportunità per i giovani Luca Colombo Dipartimento ambiente costruzioni e design SUPSI Multidisciplinarità come valore

Dettagli

Stoà è un agenzia condivisa nata con l intento di amplificare le potenzialità della

Stoà è un agenzia condivisa nata con l intento di amplificare le potenzialità della comunicazione Stoà Comunicazione Stoà è un agenzia condivisa nata con l intento di amplificare le potenzialità della comunicazione e migliorare il rapporto tra le aziende e i propri pubblici. Stoà è un

Dettagli

Soluzioni per la città che cambia

Soluzioni per la città che cambia Soluzioni per la città che cambia piano di comunicazione I bilancio di mandato I carta dei servizi I vetrine interattive I ufficio stampa e organizzazione eventi I web design I graphic design I multimedia

Dettagli

ANALISI delle BUONE PRATICHE

ANALISI delle BUONE PRATICHE ANALISI delle BUONE PRATICHE POR FESR FVG 2007-2013 Scheda di valutazione Asse 3, Attività 3.2.b INVESTIAMO NEL NOSTRO FUTURO www.regione.fvg.it Progetto Sistema informativo turistico regionale FVG [ la

Dettagli

A Gioia, la realtà è aumentata.

A Gioia, la realtà è aumentata. A Gioia, la realtà è aumentata. Nasce Visit Gioia Lab, la piattaforma integrata di servizi multilingue per promuovere e valorizzare il territorio e le attività ricettive di Gioia del Colle. Finalista Premio

Dettagli

XV RAPPORTO DI MONITORAGGIO SULL ' APPRENDISTATO RISULTATI RAGGIUNTI E PROSPETTIVE DI INNOVAZIONE NOTA DI SINTESI PER LA STAMPA

XV RAPPORTO DI MONITORAGGIO SULL ' APPRENDISTATO RISULTATI RAGGIUNTI E PROSPETTIVE DI INNOVAZIONE NOTA DI SINTESI PER LA STAMPA A 8 luglio 2015 XV RAPPORTO DI MONITORAGGIO SULL ' APPRENDISTATO RISULTATI RAGGIUNTI E PROSPETTIVE DI INNOVAZIONE NOTA DI SINTESI PER LA STAMPA La presentazione del Rapporto di Monitoraggio sull'apprendistato

Dettagli

XVII LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI DOC. XV N. 208

XVII LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI DOC. XV N. 208 Cam era dei D eputati - 6 8 9 - S en a to della R epubblica dell anno è sfociato nella nomina del Mobility M anager aziendale, in forza al Servizio Sviluppo Organizzativo e delle Risorse Umane e in una

Dettagli

Indirizzo Grafica e Comunicazione

Indirizzo Grafica e Comunicazione Istituti tecnici Settore tecnologico Indirizzo Grafica e Comunicazione L indirizzo Grafica e Comunicazione ha lo scopo di far acquisire allo studente, a conclusione del percorso quinquennale, le competenze

Dettagli

SV SISTEMI DI SICUREZZA. Sede Legale e Uffici: Via Cortesi24020 Villa di Serio (Bergamo) Tel.+39.035.65.70.55 Fax.+39.035.66.19.

SV SISTEMI DI SICUREZZA. Sede Legale e Uffici: Via Cortesi24020 Villa di Serio (Bergamo) Tel.+39.035.65.70.55 Fax.+39.035.66.19. SV SISTEMI DI SICUREZZA 1 Sede Legale e Uffici: Via Cortesi24020 Villa di Serio (Bergamo) Tel.+39.035.65.70.55 Fax.+39.035.66.19.641 ITALIA GEOFIRE 2 INDICE 1 SCOPO 2 2 SPECIFICHE DEL PORTALE PER AZIENDE

Dettagli

Il mondo delle banche e finanziarie in un click!

Il mondo delle banche e finanziarie in un click! Il mondo delle banche e finanziarie in un click! Agenda La fotografia del sistema bancario e finanziario Un aggiornamento continuo Perché scegliere gli Annuari ABI Online Una nuova modalità di fruizione

Dettagli

Samodoc è un servizio Segesta s.r.l. Via Giacomo Peroni, 400 00131 Roma 06/36.00.65.96 Powered by Pross s.r.l.

Samodoc è un servizio Segesta s.r.l. Via Giacomo Peroni, 400 00131 Roma 06/36.00.65.96 Powered by Pross s.r.l. Samodoc è un servizio Segesta s.r.l. Via Giacomo Peroni, 400 00131 Roma 06/36.00.65.96 Powered by Pross s.r.l. La digitalizzazione si sta imponendo come sistema dominante rendendo da un lato più economica

Dettagli

INDAGINE CUSTOMER SATISFACTION Ufficio Statistica Comune di Ferrara

INDAGINE CUSTOMER SATISFACTION Ufficio Statistica Comune di Ferrara ASCOLTARE I CITTADINI: SITO WEB DELL UFFICIO STATISTICA - VALUTAZIONE DELLA SODDISFAZIONE Anno 2010 Sondaggio sulle opinioni degli utenti a cura dell del Agosto 2010 ASCOLTARE I CITTADINI: SITO WEB DELL

Dettagli

La Bussola Digitale di ICON: come rispettare le norme, evitare le trappole e arrivare vincenti alla meta. Arturo Salvatici

La Bussola Digitale di ICON: come rispettare le norme, evitare le trappole e arrivare vincenti alla meta. Arturo Salvatici La Bussola Digitale di ICON: come rispettare le norme, evitare le trappole e arrivare vincenti alla meta Arturo Salvatici ICON Company Profile Vimercate Azienda presente sul mercato dal 1994 Opera su tutto

Dettagli