UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA"

Transcript

1 0

2 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA CARTA DEI SERVIZI Presentazione della Carta dei servizi 1. Principi della Carta dei Servizi 2. La partecipazione del Cliente/Utente 3. Presentazione del Dipartimento 4. Struttura organizzativa del Dipartimento 5. I Servizi del Dipartimento di Biologia 5.1. Segreteria di Direzione 5.2. Sezione Amministrativa Ufficio Acquisti e Spaccio tecnologico Ufficio per le Missioni e per il Personale esterno Ufficio Bilancio 5.3. Sezione Didattica Segreteria Didattica Servizio Laboratori Didattici Servizio per la Didattica della sede di Chioggia Ufficio Dottorato e Contabilità della Didattica 5.4. Sezione Informatica Servizi Informatici Servizio Web Servizio Web Sezione Sviluppo per la Ricerca Ufficio Fund raising Ufficio Progetti di Ricerca 5.6. Sezione Tecnico Scientifica Tecnici di Ricerca Servizio di Microscopia Elettronica Servizio di Grafica e Microscopia Ottica e Confocale Servizio Ultracentrifughe Laboratorio Tecnologico Servizio Serra ed Allevamenti Stazione Idrobiologica di Chioggia Umberto D Ancona 5.7. Sezione Sicurezza e Formazione Servizio Sicurezza Servizio Radioisotopi Servizio Emergenze Antincendio e Primo Soccorso Servizio Formazione 6. Il Grado di soddisfazione del Cliente 7. Validità della Carta dei Servizi 8. Norme transitorie 1

3 Presentazione della Carta dei Servizi In questi ultimi anni lo sviluppo delle attività di ricerca e della didattica, il raggiungimento dell autonomia finanziaria, le competenze acquisite in ambito tecnico e amministrativo in rapporto all organico assegnato, richiedono un ripensamento complessivo dell assetto organizzativo del Dipartimento. Tale riorganizzazione, sviluppata su nuove e più efficaci linee di gestione, prende il nome di: Carta dei Servizi del Dipartimento di Biologia. Questa Carta si pone l ambizioso progetto di disegnare un assetto organizzativo più rispondente alle esigenze generali del Dipartimento, rendere più efficaci le azioni tecniche ed amministrative, facilitare l accesso ai servizi dipartimentali, semplificare le procedure, chiarire i tempi di erogazione, assicurare la qualità dei servizi. La carta dei servizi permetterà di identificare i mezzi economici e umani necessari sia per il raggiungimento di questi obiettivi sia per garantire soddisfazione alle esigenze e alle prospettive di chi eroga tali servizi. In particolare, attraverso un esame puntale e costante nel tempo dei servizi erogati, la Carta dei Servizi si pone l obiettivo di rendere più chiaro e trasparente l organigramma di funzionamento del Dipartimento, attraverso: L identificazione di sei Sezioni di servizi e dei relativi Coordinatori. La definizione di servizi strutturati in chiare e accessibili procedure all interno delle singole sezioni. La definizione di compiti e ruoli per il personale del Dipartimento all interno dell organigramma di funzionamento. Questo richiede : un attento esame delle competenze, della formazione e delle attitudini del personale T.A.; una valutazione dei carichi di lavoro associati alle singole procedure; un miglioramento organizzativo che permetta un adeguato collocamento del personale T.A.; l identificazione della formazione specifica necessaria al ruolo svolto; un aggiornamento continuo riguardante i processi, le procedure e le tecniche e gli sviluppi delle conoscenze scientifiche, didattiche e amministrative. Quanto scritto sopra permetterà: una più oggettiva valutazione del personale per un miglioramento delle prospettive professionali del personale T.A; lo sviluppo di un piano organico che incentivi la formazione del personale; una precisa valutazione delle risorse e competenze necessarie al funzionamento del Dipartimento. Si ricorda che ogni evento organizzativo, oltre ad essere motivato, deve essere improntato sulla trasparenza e deve prevedere la partecipazione attiva sia dei fruitori del servizio che degli erogatori dello stesso, cercando un giusto equilibrio tra le esigenze e le aspettative dei primi e dei secondi. Occorre ricordare che gli Utenti del Dipartimento, cioè i destinatari dei principi e dei contenuti della presente Carta dei Servizi, sono tutti i Clienti/Utenti del Dipartimento: il personale docente e non docente afferente al Dipartimento, il personale tecnico amministrativo, il personale di ricerca non strutturato, gli studenti della Scuola di Dottorato in Bioscienze e Biotecnologie, gli studenti e i laureandi dell'università di Padova che necessitano dell'accesso ai locali e ai servizi dipartimentali, l'amministrazione centrale e le altre strutture decentrate dell'università di Padova, associazioni di categoria del mondo industriale, Enti di ricerca pubblici e privati, Aziende nazionali e internazionali. 2

4 1. Principi della Carta dei Servizi Per tutto ciò che si è indicato nel capitolo precedente, la "Carta dei Servizi è un impegno implicito tra fruitori ed erogatori dei servizi, basato sul dialogo reciproco e sul rispetto dei diritti di entrambe le parti in causa e dei rispettivi doveri. Il Dipartimento s impegna in tal senso ad assistere con cortesia e riservatezza e senza alcuna discriminazione tutte le diverse categorie e fasce di fruitori ed erogatori e s impegna altresì a tutelare gli interessi legittimi delle parti in causa, nel rispetto dei principi generali di eguaglianza, imparzialità e legalità. La continuità Il Dipartimento s'impegna affinché l erogazione dei servizi sia continua, regolare e senza interruzioni; in caso di disservizio si impegna ad adottare le misure più idonee per ridurne la durata e per arrecare il minore danno possibile agli utenti. L'efficienza e l'efficacia La Direzione s impegna ad adottare le adeguate soluzioni organizzative e ad investire le necessarie risorse finanziarie al fine di garantire che l erogazione dei servizi offerti sia improntata all efficienza, alla soddisfazione dell utente nel rispetto degli interessi legittimi delle persone coinvolte. La trasparenza Al fine di rendere chiare e trasparenti le condizioni della erogazione delle attività e dei servizi, il Dipartimento mette a disposizione per la consultazione, nel sito web, presso gli uffici delle diverse sezioni operative e dei Coordinatori di Sezione, la documentazione relativa alle modalità di erogazione dei servizi, modulistica ed eventuali tariffari. La tempestività Il Dipartimento s'impegna ad indicare nelle specifiche delle singole procedure i tempi per l effettuazione del servizio, e di seguito a rispettarli. L'utilizzo dello strumento di segnalazione e reclami garantisce la registrazione del giorno e dell'ora di inoltro della segnalazione, confermata tramite invio di una al richiedente. La condivisione Il Dipartimento garantisce la partecipazione dell utente alla prestazione del servizio affinché lo stesso possa essere informato circa la fruibilità del servizio e collaborare per il miglioramento del servizio stesso. Le verifiche e il miglioramento dei vari servizi devono essere effettuate con la partecipazione attiva del personale interessato, coordinatore, responsabile del servizio ei addetti al servizio in questione. L'accessibilità delle informazioni IL Dipartimento informa l Utente utilizzando: la Carta dei servizi; il sito internet del Dipartimento all indirizzo: i propri Uffici della sede per informare direttamente l utente-cliente sui servizi disponibili e sulle modalità e tempi previsti di erogazione. 2. La partecipazione del Cliente/Utente La Carta dei Servizi è un "patto con gli utenti" che diventano quindi parte attiva nella rilevazione della qualità dei servizi e delle prestazioni erogate. Gli strumenti adottati a tale scopo, oltre alla gestione dei reclami, prevedono l effettuazione di indagini sul livello di soddisfazione raggiunto per conoscere e analizzare le esigenze dei clienti. Il Dipartimento garantisce la partecipazione degli utenti nell erogazione dei servizi anche attraverso la possibilità di sporgere reclamo o segnalazione a seguito di presunto disservizio, atto o comportamento che abbiano negato o limitato la fruibilità delle prestazioni o comunque creato una situazione di non soddisfazione. 3

5 In questo senso la partecipazione attiva dell utente è garantita tramite la raccolta e l'analisi di tutte le segnalazioni e/o reclami sottoposti da qualsiasi soggetto utente dei servizi erogati. L'utente attiva la procedura di segnalazione tramite la presentazione di: 1. una segnalazione, quando la negazione o limitazione delle prestazioni è ritenuta conseguenza di un qualsiasi disservizio. 2. un reclamo, quando è stata negata o limitata da parte della struttura la fruibilità delle prestazioni in maniera ritenuta illegittima; La procedura può essere avviata dagli utenti tramite: compilazione della segnalazione/reclamo in una nota scritta al Coordinatore di Sezione e per conoscenza al Direttore. colloquio diretto con il responsabile del servizio. Il responsabile del servizio potrà gestire e tracciare l intervento richiesto e alla chiusura della procedura verrà data automaticamente segnalazione all utente. Storia del Dipartimento di Biologia. 3. Presentazione del Dipartimento di Padova: COMPLESSO BIOLOGICO VALLISNERI Il Dipartimento di Biologia, costituitosi alla fine del 1983 e attivato con decreto rettorale nel Gennaio del 1984, ha raggruppato docenti e ricercatori dell Università di Padova provenienti da aree disciplinari diverse. Di fatto, l Istituto di Botanica, l istituto di Biologia animale e l Istituto di Antropologia confluirono allora in un unica struttura dipartimentale intitolata ad Antonio Vallisneri senior, medico e docente a Padova dal 1700 al La scelta del nome non fu dovuta solo al fatto che gli interessi di questo insigne scienziato erano spaziati nei campi più vari delle scienze della natura (sia scienze della vita, che scienze della terra), ma anche perché allo stesso edificio affluirono aree della medicina preclinica. In questa complessa struttura dipartimentale, dunque, cominciò a svolgersi la ricerca e la didattica di numerose discipline biologiche: dalla Biologia molecolare alla Genetica, dalla Zoologia all Ecologia, dalla Fisiologia all Antropologia, dalla Botanica alla Fisiologia vegetale, dalla Biologia cellulare all Anatomia comparata. All epoca della costituzione del Dipartimento di Biologia i corsi di laurea afferenti erano soltanto 2: Scienze biologiche (quinquennale) e Scienze naturali (quadriennale). Oggi questa struttura gestisce nella loro totalità le attività didattiche di quattro corsi di studio triennali: Biologia molecolare, Biotecnologie, Biologia e Scienze naturali e parzialmente Scienze e Tecnologie per l ambiente (STAM) nonchè cinque corsi di laurea magistrale: Biologia molecolare, Biologia sanitaria, Biotecnologie industriali, Biologia evoluzionistica, Biologia marina e Scienze della natura e, parzialmente, Scienze e tecnologie dell Ambiente e del Territorio (STAMT). Il Dipartimento ha attualmente un organico di 82 docenti-ricercatori, 51 tecnici-amministrativi, e 147 non strutturati in formazione (dottorandi, borsisti, assegnisti di ricerca, contrattisti). di Chioggia: PALAZZO GRASSI Palazzo Grassi, ubicato sulle Fondamenta del Canale Vena, è una costruzione settecentesca, con stili e caratteri diversi. Fu realizzato tra il 1703 e il 1714 dall'architetto Andrea Tirali, su commissione della famiglia Grassi, ricchi mercanti chioggiotti che divennero anche patrizi, ed ebbero l'onore di sedere nel Maggior Consiglio a Venezia. Nel 1851 Palazzo Grassi fu acquistato dal vescovo Jacopo Dè Foretti da un certo Zadra di Pontelongo di Padova, che ne era divenuto proprietario dopo la cessione da parte della famiglia Grassi, e donato al municipio, di cui era allora podestà Antonio Naccari, perché fosse adibito ad ospedale. Tuttavia un incendio del vecchio palazzo comunale costrinse ad adibire Palazzo Grassi a sede provvisoria degli uffici comunali ed è solo dopo il 1855 che la sua destinazione ad ospedale divenne operativa. Nella prima metà del novecento, nel 1941 e nel 1947, al corpo storico principale vennero aggiunte, sempre per uso ospedaliero, l ala a sud e l ala ad est. Palazzo Grassi ha mantenuto il suo ruolo di ospedale per molto tempo e solo verso la fine degli anni 90 il Comune di Chioggia ne ha finanziato il restauro e cambiata la destinazione d uso. Dal settembre 2001, grazie ad una convenzione con il Comune, che ne rimane il proprietario, l Università di Padova utilizza questo palazzo, tornato agli antichi splendori grazie ad un magnifico restauro, come sede delle sue attività didattiche in Chioggia. Si sviluppa su 4 piani per una superficie totale di circa 1500 m 2 4

6 Palazzo Grassi è parte integrante del Dipartimento di Biologia dell'università degli Studi di Padova ed il Responsabile Scientifico è la prof.ssa Maria Berica Rasotto. di Chioggia: STAZIONE IDROBIOLOGICA U. D ANCONA Questa struttura di ricerca fu istituita nel 1940, nel quadrante di nord-est dell isola di San Domenico a partire da due edifici demaniali a due piani. Nel 1942, durante la seconda guerra mondiale, fu concessa in uso gratuito e perpetuo all Università di Padova (all allora Istituto di Zoologia, confluito nel 1984 nel Dipartimento di Biologia) grazie alla tenacia e lungimiranza del Prof. Umberto D Ancona che vi compì studi pionieristici sugli ecosistemi della laguna di Venezia e dell Alto Adriatico, sugli stock ittici oggetto di pesca, sulla vallicoltura e la biologia riproduttiva di numerose specie di pesci teleostei. Al Prof. D ancona si sono succeduti alla direzione della stazione altri ricercatori, quali i Proff. Bruno Battaglia, Armando Sabbadin, Carlo Mozzi, Riccardo Brunetti, che, assieme a diversi colleghi patavini hanno promosso, anche in momenti di scarso potenziamento della ricerca, lo sviluppo di studi volti alla conoscenza della biologia e l ecologia delle specie lagunari e marine, alla protezione e gestione dell ittiofauna, alla domesticazione e l allevamento di nuove specie ittiche. Dei due edifici che compongono la Stazione Idrobiologica il maggiore (circa 450 m 2 ) è da sempre stato adibito ad attività di ricerca mentre il secondo (di circa 250 m 2 ), in passato destinato ad abitazione del custode, è oggi una funzionale foresteria in grado di ospitare comodamente fino a 10 persone. La Stazione Idrobiologica è parte integrante del Dipartimento di Biologia dell'università degli Studi di Padova ed il Responsabile Scientifico è la prof.ssa Maria Berica Rasotto. 5

7 4. Struttura organizzativa del Dipartimento La struttura organizzativa del Dipartimento, descritta in dettaglio nello schema riportato qui sotto, prevede l identificazione per i servizi di sei sezioni. Lo schema organizzativo delle singole sezioni è descritto in modo schematico nelle relative appendici e per esteso nel testo che descrive i singoli servizi. Il Direttore può nominare delle Commissioni, approvate dal Consiglio di Dipartimento, con il compito di coadiuvarlo nell individuazione di linee di sviluppo, nell analisi di progetti innovativi e nell esame delle problematiche connesse alle sezioni: didattica, informatica, amministrativa, sviluppo per la ricerca, tecnico-scientifica e sicurezza, coordinando interventi, pianificando iniziative e monitorando le attività del Dipartimento in diverse aree di responsabilità. Tali Commissioni hanno un ruolo organizzativo e propositivo a livello consultivo e le loro proposte sono discusse ed approvate dagli Organi istituzionali di governo del Dipartimento (Direttore, Giunta e Consiglio di Dipartimento). Le Commissioni possono allargare la loro competenza invitando personale interno ed esperti esterni ad hoc per pratiche diverse. I Coordinatori di Sezione, se non direttamente nominati nelle commissioni, sono chiamati a partecipare ai lavori delle stesse per quanto riguarda gli argomenti specifici della Sezione di riferimento. Il Coordinatore della Sezione Sicurezza si coordina con il Centro Interdipartimentale dei Servizi del Complesso Biologico Vallisneri per affrontare le problematiche di carattere generale relative alla sicurezza e alle emergenze. 6

8 5. I Servizi del Dipartimento di Biologia Il Dipartimento: promuove e coordina l attività di ricerca dei propri membri; promuove e coordina l attività didattica dei docenti afferenti organizzata nei Corsi di Studio; fornisce servizi amministrativi e tecnici di supporto all attività didattica; progetta e realizza di corsi di formazione alla ricerca (dottorato di ricerca) e di specializzazione post-lauream; fornisce servizi amministrativi e tecnici di supporto alle attività di ricerca e formazione svolte all'interno del Dipartimento. 7

9 5.1. Segreteria di Direzione Complesso biologico Vallisneri, Viale Giuseppe Colombo n. 3 / via Ugo Bassi n. 58/b Piano terra, stanza n. 89a telefono, contatto diretto presso l ufficio Quando contattare da lunedì a venerdì, dalle alle Responsabile del servizio Gigliola Vomiero, tel. 049/ , Gruppo operativo Gigliola Vomiero, tel. 049/ , Piera Giacon, tel.049/ , Attività Gestione pratiche personale docente e tecnico-amministrativo Docenti: Reclutamento - chiamate Presa di servizio Conferma in ruolo Schede di rischio Permessi, malattia, aspettative, riprese di servizio, infortuni Nulla osta incarichi esterni Aggiornamento database Docenti Valutazione della Ricerca (U-GOV) Personale tecnico - amministrativo Gestione dei resoconti orari e delle ore straordinarie Richieste ferie, permessi, aspettative Comunicazione infortuni Relazione Servizio Medicina Preventiva Richieste di Personale Tecnico Amministrativo Predisposizione ed inoltro schede di valutazione Aggiornamento della Carta dei Servizi del Dipartimento Registro ordini Radioisotopi e denunce detenzione materiale radioattivo (in collaborazione con il Servizio Radioisotopi del Dipartimento) Pratiche e procedure per Giunta e Consiglio di Dipartimento Raccolta e verifica documentazione da sottoporre all approvazione degli organi collegiali del Dipartimento, predisposizione o.d.g. di Giunta e Consiglio, predisposizione bozza e stesura definitiva dei verbali di Giunta e Consiglio, predisposizione e inoltro estratti di verbale Coadiuva nella verbalizzazione delle sedute degli organi collegiali del Dipartimento Iter amministrativo per l elezione del Direttore, della Giunta e delle rappresentanze negli organi collegiali del Dipartimento (PTA, dottorandi, assegnisti) Iter amministrativo di modifica del regolamento del Dipartimento 8

10 Protocollo informatizzato Bolle di accompagnamento materiali in uscita Richiesta e gestione studenti part-time Ordini telefonia mobile e variazioni telefonia fissa Grandi Attrezzature Gestione Assegni di ricerca Pubblicazione bandi Nomina Commissione interna Approvazione atti Inoltro documentazione al Servizio Ricerca Stipula contratti e predispone documentazione per la liquidazione assegni Aggiornamento database Assegnisti di Ricerca Pratiche e procedure per Commissione scientifica del Dipartimento Raccolta e verifica documentazione da sottoporre all analisi della Commissione scientifica Stesura bozza dei verbali Relazioni con Ateneo e con altre Strutture e Servizi Rapporti con Servizio di radioprotezione dell Ateneo (sez. fisica e medica) e con il Servizio di Medicina preventiva dei lavoratori universitari Predisposizione incarichi preposti alla sicurezza 9

11 5.2. Sezione Amministrativa Complesso biologico Vallisneri, Viale Giuseppe Colombo n. 3 / via Ugo Bassi n. 58/b Piano terra, stanza n. 90 telefono, contatto diretto presso l ufficio (salvo periodi di bilancio e chiusura di fine anno) Quando contattare da lunedì a venerdì, dalle alle Coordinatore Sezione Amministrativa Daniela Pacchini (Segretario Amministrativo), tel. 049/ , Attività Coordina i servizi della sezione Collabora con il Direttore alla predisposizione del Bilancio di Previsione e Consuntivo Coadiuva Il Direttore per le politiche del Personale Verifica attraverso i responsabili dei vari servizi le problematiche legate ad eventuali disfunzioni Coadiuva Il Direttore nella gestione amministrativa contabile del Bilancio del Dipartimento Collabora con il Direttore per la predisposizione del Progetto formativo del Personale TA 10

12 Ufficio acquisti e Spaccio tecnologico Complesso biologico Vallisneri, Viale Giuseppe Colombo n. 3 / via Ugo Bassi n. 58/b Ufficio acquisti: Piano terra, stanza n. 92 Spaccio tecnologico: piano terra, zona nord Palazzina ex-gottardo (lato ingresso di via Ugo Bassi) telefono, contatto diretto presso l ufficio e/o lo spaccio tecnologico Quando contattare da lunedì a venerdì, dalle alle Responsabile del Servizio Pierfrancesco Gratteri, tel. 049/ , Gruppo operativo Giovanna Cirelli, tel.049/ , Pierfrancesco Gratteri, tel. 049/ , Giuseppina Secchi (Magazzino), tel. 049/ , Cecilia Zattara, tel. 049/ , Attività Indagini di mercato, valutazione contratti passivi in essere, eventuale rinnovo o disdetta Convenzioni Consip Rotazione dei Fornitori, richieste DURC (Documento Unico Regolarità Contributiva) allo Sportello Unico Previdenziale Gestione procedure di gare ufficiose Gestione spaccio tecnologico Recupero spese servizi generali Ordini a fornitori Registrazione e liquidazione fatture passive Gestione del Patrimonio (procedure amministrative di carico e scarico inventariale) Rimborso piccole spese gravanti sui fondi di ricerca Ritiro posta interna e distribuzione posta esterna Controllo e gestione delle fotocopiatrici del Dipartimento 11

13 Ufficio Missioni e Personale esterno Complesso biologico Vallisneri, Viale Giuseppe Colombo n. 3/via Ugo Bassi n. 58/b Piano terra, stanza n telefono, contatto diretto presso l ufficio Quando contattare da lunedì a venerdì, dalle alle Responsabile del Servizio Maria Cristina Pavarin, tel. 049/ , Gruppo operativo Valeria Ongaro, tel. 049/ , Maria Cristina Pavarin, tel. 049/ , Attività Operazioni Intercompany con Ateneo e altre strutture dell Ateneo Missioni Incarico di missione con firma del Direttore e comunicazione all interessato via dell autorizzazione Gestione procedura di anticipo spese di missione da presentarsi non meno di 15 gg prima dalla data di inizio missione Gestione procedura di rimborso e liquidazione spese di missione dopo verifica della documentazione allegata compilazione e della modulistica, la chiusura della pratica di missione ed il relativo rimborso vengono garantiti entro 20 gg. dalla consegna della documentazione (compatibilmente con il periodo di chiusura e riapertura del bilancio annuale) Modalità di presentazione della domanda di missione: per (richiesta anticipo e autorizzazione) e conseguente consegna del materiale cartaceo (richiesta di rimborso finale) Personale esterno Gestione procedure di individuazione collaboratori esterni occasionali, professionali e coordinati-continuativi, procedure comparative con pubblicazione bandi, procedura diretta Trasmissione documentazione alla Segreteria di Direzione per approvazione in Giunta e Consiglio di Dipartimento Gestione procedure Borse di Studio su progetti di Ricerca con pubblicazione bandi Liquidazione compensi (borse di ricerca e prestatori lavoro autonomo occasionale professionale, coordinato e continuativo) e spese per seminari Liquidazione assegni di Ricerca verso l Ateneo Aggiornamento database Personale non strutturato 12

14 Ufficio Bilancio Complesso biologico Vallisneri, Viale Giuseppe Colombo n. 3 / via Ugo Bassi n. 58/b Piano terra, stanza n. 90 , telefono, contatto diretto presso l ufficio (salvo periodi di bilancio e chiusura di fine anno) Quando contattare da lunedì a venerdì, dalle alle Responsabile del Servizio Daniela Pacchini, (Segretario Amministrativo), tel. 049/ , Gruppo operativo Daniela Pacchini, (Segretario Amministrativo), tel. 049/ , Maria Teresa Totagiancaspro, tel 049/ , Attività Predisposizione del Bilancio di previsione Assegnazione a bilancio dei finanziamenti per la ricerca assegnati al Dipartimento con inserimento tipologiche di spesa Assestamento di bilancio nel corso dell anno e per chiusura contabile anno finanziario con predisposizione del Bilancio Consuntivo Gestione: o attività commerciale del Dipartimento con emissioni di fatture e contabilizzazione compensi al personale; o spese comuni e di funzionamento del Dipartimento; o carta di credito Gestione fondo economale; Conteggi e registrazione contabilità IVA su attività commerciale Verifiche contabili e rapporti con il Servizio Bilancio di Ateneo 13

15 5.3. Sezione Didattica Complesso biologico Vallisneri, Viale Giuseppe Colombo n. 3 / via Ugo Bassi n. 58/b Piano terra, stanza n. 95 Telefono, mail, contatto diretto presso l ufficio Quando contattare dalle alle il lunedì, mercoledì e venerdì dalle alle il martedì e il giovedì Coordinatore Sezione Didattica Mariapia Zuccollo, tel. 049/ , Attività Coordina i servizi della sezione Coordinamento con la Commissione Didattica di Dipartimento Coadiuva Il Direttore per le politiche del Personale Collabora con il Direttore per la predisposizione del Progetto formativo del Personale TA Verifica attraverso i responsabili dei vari servizi le problematiche legate al miglioramento e alla qualità del servizio offerto 14

16 Segreteria Didattica Complesso biologico Vallisneri, Viale Giuseppe Colombo n. 3 / via Ugo Bassi n. 58/b Piano terra, stanza n. 95 Responsabile del servizio Mariapia Zuccollo, tel. 049/ , Gruppo operativo Elisa Conzadori, tel. 049/ , Mariapia Zuccollo, tel. 049/ , Posizione vacante (ex Emanuela Bertocco) Attività Servizi per i Corsi di studio Servizi per i Corsi di Laurea triennale (LT) e magistrale (LM): LT Biologia, LM Biologia Evoluzionistica, LM Biologia Marina, LT Biologia Molecolare, LM Biologia Molecolare, LM Biologia Sanitaria, LT Biotecnologie, LM Biotecnologie Industriali, LT Scienze Naturali, LM Scienze della Natura. Servizi per i Docenti Supporto attività dei Presidenti di CS, delle Commissioni e dei Docenti dei CS Predisposizione verbali sedute CCS (Consigli di Corso di Studio) e archiviazione Predisposizione e gestione dei calendari degli esami Inserimento esami UNIWEB Creazione e stampa verbali esami in UNIWEB Pratiche relative alle commissioni di laurea Pratiche interne ai singoli CS Aggiornamento database docenti del Dipartimento di Biologia Collaborazione con la UOI (Unità Operativa Integrata per la Didattica) di Scienze mm.ff.nn e con le Segreterie Studenti telefono, contatto diretto presso l Ufficio Quando Contattare dalle alle il lunedì, mercoledì e venerdì dalle alle il martedì e il giovedì Servizi per gli Studenti Informazioni Gestione modulistica interna ai singoli Corsi di Studio Gestione modulistica relativa a tirocini, stage, internati, paini di studio, autorizzazione anticipo esami e tirocini/internati Gestione calendari esami dei CS di LT e LM di Biologia, Biologia Molecolare, Biotecnologie e Scienze Naturali Ritiro piani di studio Organizzazione della consegna del materiale relativo alla prova finale e alla laurea: controllo della regolarità dei documenti e timbratura tesi Collaborazione con la Segreteria Studenti di Scienze mm.ff.nn. e con il Servizio Stage e Mondo del Lavoro 15

17 Presso lo sportello Quando Contattare Lunedì, mercoledì, venerdì dalle alle Martedì e giovedì dalle alle Servizi per il Dipartimento Gestione pratiche relative al rilascio del tesserino di riconoscimento per l accesso al Dipartimento Presso lo sportello, nei seguenti orari: Lunedì, mercoledì, venerdì dalle alle Martedì e giovedì dalle alle Servizi informatici per i Corsi di Studio Posizione vacante (ex Emanuela Bertocco) Servizi per i Corsi di Laurea triennale (LT) e magistrale (LM): LT Biologia, LM Biologia Evoluzionistica, LM Biologia Marina, LT Biologia Molecolare, LM Biologia Molecolare, LM Biologia Sanitaria, LT Biotecnologie, LM Biotecnologie Industriali, LT Scienze Naturali, LM Scienze della Natura. Implementazione e aggiornamento dei siti web dei CS di LT e LM di Biologia, Biologia Molecolare, Biotecnologie e Scienze Naturali Inserimento esami UNIWEB Gestione database studenti per i CS di Biologia Molecolare Aggiornamento database/sito Collezioni didattiche del Dipartimento di Biologia , telefono, contatto diretto presso l Ufficio Quando contattare da definire 16

18 Servizio Laboratori Didattici Complesso biologico Vallisneri, Viale Giuseppe Colombo n. 3 / via Ugo Bassi n. 58/b Piani 1, 2 e 5 lato est tel. 049/ , contatto diretto presso l ufficio Quando contattare dal lunedì al giovedì, dalle ore 9.00 alle ore 15.00, venerdì dalle ore 9.00 alle ore Responsabile del servizio Giovanna Pagnin, tel: 049/ , Gruppo operativo Marco Coppo, Paola Matarazzo, Giovanna Pagnin, Attività Laboratori morfologia e istologia (Paola Matarazzo) Laboratori biologia cellulare, molecolare e microbiologia (Giovanna Pagnin, Marco Coppo) Laboratori di biochimica e fisiologia (Paola Matarazzo) Gestione laboratori didattici Coordinamento con i Docenti Referenti e con la Commissione servizi alla Didattica Manutenzione ordinaria di strumentazione, attrezzatura, materiale didattico Manutenzione delle collezioni di preparati micro e macroscopici Aggiornamento elenchi attrezzature disponibili per aula Organizzazione del calendario di occupazione dei laboratori didattici Verifica necessità di acquisto nuove attrezzature/strumentazioni Ricevimento richieste per nuova strumentazione e/o richieste interventi manutenzione straordinaria attrezzature didattiche e loro segnalazione alla Commissione servizi alla Didattica Organizzazione esercitazioni didattiche Organizzazione, in collaborazione con i Docenti responsabili degli insegnamenti ed il Personale non strutturato eventualmente incaricato, delle esercitazioni dei corsi afferenti al Dipartimento di Biologia e degli altri corsi ospitati presso i laboratori didattici del Dipartimento di Biologia Monitoraggio protocolli esercitazioni per conto del Responsabile della Sicurezza di Biologia Allestimento laboratori per esercitazioni e prove pratiche del Dipartimento di Biologia e per la prova pratica dell esame di stato per l abilitazione all esercizio della professione di Biologo Acquisizione materiale di consumo per esercitazioni dal magazzino Fotocopie di protocolli e altro materiale didattico per esercitazione Smaltimento rifiuti chimici e biologici prodotti nel corso delle esercitazioni 17

19 Servizio per la Didattica della sede di Chioggia Palazzo Grassi Riva Canal Vena 1281 Calle Grassi Naccari, Chioggia (Ve) Tel.: 049/ , tel. e fax 041/ , Quando contattare da lunedì a giovedì: ; venerdì Sito web Responsabile del servizio Paola Ravagnan, tel. 049/ , Gruppo operativo Paola Ravagnan, tel. 049/ , Andrea Sambo, tel. 049/ , Cell ; Daniela Varagnolo, tel. 049/ , Attività Servizi per la didattica Paola Ravagnan e Daniela Varagnolo Segreteria di supporto alla didattica per la Laurea Magistrale in Biologia Marina Gestione orari e attrezzature di laboratorio e inventario Gestione orari e attrezzature aula informatica Gestione seminari e convegni nazionali ed internazionali Supporto alla gestione progetti e progetti Regionali Gestione contatti dell'università di Padova con il territorio clodiense Gestione dati anagrafici studenti Gestione codificazione biblioteca Palazzo Grassi Aggiornamento sito WEB Aggiornamento sito WEB Aggiornamento degli account degli studenti sul server di Palazzo Grassi Aggiornamento e-learning docenti Gestione protocollo (non informatizzato) Immissione dei dati nel sito web relativi alle relative analisi dei parametri chimico-fisici (ph, temperatura, salinità, ossigeno disciolto) dell'acqua di mare Per la parte tecnica e informatica di Palazzo Grassi: Andrea Sambo Manutenzione, aggiornamento hardware e software dei PC dell aula informatica, aule didattiche, segreteria e aule studio Gestione Server per il controllo degli account degli utenti su tutti i PC di Palazzo Grassi Gestione Server WEB del sito Gestione videoproiettori e impianti audio 18

20 Coordinamento tecnico del Museo di Zoologia G. Olivi Coordinamento ditte per la manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti tecnologici Programmazione orari impianti tecnologici Gestione paratoie per contrastare le acque alte 19

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento?

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento? IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI A chi mi rivolgo? L' dell garantisce a tutti i soggetti interessati l'esercizio dei diritti d informazione e di accesso ai documenti amministrativi, e favorisce la conoscenza

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO DIRITTO ALLO STUDIO I capaci e i meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. art. 34 Costituzione della Repubblica Italiana Diritto allo studio universitario

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA PREMESSA Le attività dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Ravenna sono regolate dal DLCPS 233/1946, dal DPR 221/1950 e dalla legge 409/1985

Dettagli

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili U.O. AFFARI GENERALI E SEGRETERIA

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

SUA-RD Sperimentazione anno 2013

SUA-RD Sperimentazione anno 2013 Firenze 21 Gennaio 2015 Sperimentazione anno 2013 La Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) è strutturata in 3 parti Parte I Obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento Parte II:

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O Il Centro della Innovazione Nato inizialmente per ospitare alcune attività didattiche dell Università di Torino, il complesso polifunzionale di Via

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

Il Progetto Orient@mente

Il Progetto Orient@mente Il Progetto Orient@mente Presentazione, 25 marzo 2015 Marina Marchisio Dipartimento di Matematica G. Peano Orient@mente Progetto di UNITO che ha come scopo la realizzazione di un orientamento in ingresso

Dettagli

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 (emanato con decreto rettorale 24 ottobre 2014, n. 478) INDICE

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

CINECA - NOTE TECNICHE per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) PARTE I e II*

CINECA - NOTE TECNICHE per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) PARTE I e II* CINECA - NOTE TECNICHE per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) PARTE I e II* Indice 1. Informazioni generali 2. Parte I: obiettivi, gestione e risorse del Dipartimento

Dettagli

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA 1 SCOPO Lo scopo del presente documento è di descrivere le mansioni e le responsabilità connesse alla gestione delle attività da parte di PHISIOVIT SRL 2 DESCRIZIONE DEL DOCUMENTO PHISIOVIT SRL, per favorire

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI Approvato con deliberazione G.C. n. 45 del 27/11/2008 esecutiva il 10/01/2009 Depositato in Segreteria Generale con avviso

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO INTERNO DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI (D.R. n. 1445 del 30 luglio 2002)

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO INTERNO DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI (D.R. n. 1445 del 30 luglio 2002) REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO INTERNO DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI (D.R. n. 1445 del 30 luglio 2002) TITOLO PRIMO CAPO PRIMO Natura e caratteristiche del Dipartimento Articolo 1

Dettagli

RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA

RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA Il giorno 23 del mese di aprile dell anno 2013,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

IL DIRETTORE. VISTO lo Statuto dell Università degli Studi di Napoli Federico II;

IL DIRETTORE. VISTO lo Statuto dell Università degli Studi di Napoli Federico II; AVVISO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI INCARICHI PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITÀ DI DOCENZA NELL AMBITO DEL PRECORSO FORMATIVO DAL TITOLO FORMAZIONE DI ESPERTI NELL'IDENTIFICAZIONE E NELLO SVILUPPO DI NUOVI

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni! Statuto del Politecnico di Torino TITOLO 2 - ORGANI DI GOVERNO DEL POLITECNICO Art. 2.3 - Senato Accademico 1. Il Senato Accademico è

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

Orario provvisorio delle lezioni Scuola di Specializzazione AIPSAC a.a. 2010-2011

Orario provvisorio delle lezioni Scuola di Specializzazione AIPSAC a.a. 2010-2011 Orario provvisorio delle lezioni Scuola di Specializzazione AIPSAC a.a. 2010-2011 I Anno Novembre 2010 Fasce orarie Venerdì 19 novembre Sabato 20 novembre Seminario di inaugurazione Laboratorio analisi

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

SCUOLANEXT, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale!

SCUOLANEXT, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale! SCUOLANET, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale! SCUOLANET consente la piena digitalizzazione della scuola: completa

Dettagli

STATUTO DEL POLITECNICO DI MILANO

STATUTO DEL POLITECNICO DI MILANO Emanato con Decreto Rettorale n. 623/AG del 23 febbraio 2012 e pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 52 del 2 marzo 2012 STATUTO DEL POLITECNICO DI MILANO TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI E PRINCIPI Art.

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

dott.ssa C.ristina Mugnai Revisione: 1

dott.ssa C.ristina Mugnai Revisione: 1 Tipo di documento: Progetto - Commissione Didattica 27 giugno 2011 Pag. 1 di 9 Premessa Il progetto nasce con l obiettivo di: a) informatizzare il processo di presentazione della domanda di laurea in analogia

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE Classe L2 Programmazione didattica a.a. 2014/2015 Per l anno accademico 2014-2015

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA S U E Settore URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA Febbraio 2013 TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Art. 1 Definizioni... 3

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO E DELL ESAME FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO DI STUDIO Art. 1 Ambito di applicazione Il presente

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

Ministero dell Università e della Ricerca

Ministero dell Università e della Ricerca Statuto dei diritti e dei doveri degli Studenti Universitari In attuazione dell art. 34 della Costituzione della Repubblica Italiana, che sancisce il diritto per tutti i capaci e meritevoli, anche se privi

Dettagli

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari Sistema Regionale ECM Pagina 1 di 7 1 Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari 1. Presentazione: L evento, destinato alle figure professionali di Tecnici

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA 1. Quale è l indirizzo web per la presentazione della domanda di accreditamento? L indirizzo della

Dettagli

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012 VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Verbale n. 1/2012 Il giorno 20 marzo 2012 alle ore 15.00 presso la sede universitaria di Via dei Caniana n. 2, si

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

Indice Indice... 1 Oggetto... 1 Referenti regionali del progetto... 1 Scopo... 2 Il progetto Rete CUP regionale... 2 Premessa... 2 La situazione regionale... 2 Azienda Ospedaliera di Cosenza... 2 ASP di

Dettagli

GUIDA per la richiesta dei CERTIFICATI URBANISTICI e le Visure di Piano Regolatore

GUIDA per la richiesta dei CERTIFICATI URBANISTICI e le Visure di Piano Regolatore ROMA CAPITALE Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici U.O. Permessi di costruire Ufficio Sala Visure e Certificazioni Urbanistiche Viale della

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

A.R.C.E.A. Agenzia della Regione Calabria per. le Erogazioni in Agricoltura

A.R.C.E.A. Agenzia della Regione Calabria per. le Erogazioni in Agricoltura A.R.C.E.A. Agenzia della Regione Calabria per le Erogazioni in Agricoltura Regolamento per l istituzione di un elenco di operatori economici di fiducia ai sensi dell art. 125, comma 12 del D.lgs. n. 163

Dettagli

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014 CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO A.A. 2013/2014 BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - In data 10 febbraio 2014, l INPS ha pubblicato il bando che mette a concorso

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12.

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12. Disposizioni regolamentari relative agli Organi Ausiliari approvate dal Senato Accademico in data 28.02.2012 e dal Consiglio di Amministrazione in data 08.03.2012 e successivamente modificate dal Senato

Dettagli

GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 ISCRIZIONI

GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 ISCRIZIONI 1 All. 2) GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 La Scuola Comunale dell Infanzia assume e valorizza le differenze individuali dei bambini nell ambito del processo

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO

INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO 1. Attività di valutazione delle Commissioni di Esperti della Valutazione

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

presenta MILANO, 18-24 maggio 2015 Orto Botanico di Brera dell Università degli Studi di Milano

presenta MILANO, 18-24 maggio 2015 Orto Botanico di Brera dell Università degli Studi di Milano presenta MILANO, 18-24 maggio 2015 Orto Botanico di Brera dell Università degli Studi di Milano Le piante producono alimenti, legno, carburante, tessuti, carta, fiori e l ossigeno che respiriamo! La vita

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA Modena, il _ 11.01.2012 Prot. N 9 Pos. N /_ (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA VISTO il DPR 22 dicembre

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99)

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99) Mod. 6322/triennale Marca da bollo da 16.00 euro Domanda di laurea Valida per la prova finale dei corsi di studio di primo livello Questo modulo va consegnato alla Segreteria amministrativa del Corso a

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli