Punto 3.3. Si comunicano, altresì le seguenti rettifiche, integrazioni e chiarimenti ai documenti posti a base di gara. BANDO INTEGRALE DI GARA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Punto 3.3. Si comunicano, altresì le seguenti rettifiche, integrazioni e chiarimenti ai documenti posti a base di gara. BANDO INTEGRALE DI GARA"

Transcript

1 APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI PER LA REALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI PER LA SICUREZZA IN GALLERIA (ANTINCENDIO, RILEVAZIONE INCENDI, CONTROLLO FUMI, VIDEOSORVEGLIANZA, CONTROLLO ACCESSI ED ANTINTRUSIONE), TELECOMUNICAZIONI, LUCE E FORZA MOTRICE, NONCHÉ DI FABBRICATI TECNOLOGICI, COMPRENSIVI DEI RELATIVI IMPIANTI MECCANICI E DI OPERE CIVILI ACCESSORIE, PER LE NUOVE GALLERIE SOTTOPASSANTI IL NODO DI BOLOGNA E DI INTERCONNESSIONE AV/AC CON LA LINEA BOLOGNA PADOVA (LOTTO18B2) (CUP J51C ) (PA-1147) COMUNICAZIONE N. 3 DEL 15 FEBBRAIO 2010 In riferimento al Bando di gara per l affidamento dei lavori per la realizzazione degli impianti per la sicurezza in galleria (antincendio, rilevazione incendi, controllo fumi, videosorveglianza, controllo accessi ed antintrusione), telecomunicazioni, luce e forza motrice, nonché di fabbricati tecnologici, comprensivi dei relativi impianti meccanici e di opere civili accessorie, per le nuove gallerie sottopassanti il Nodo di Bologna e di interconnessione AV/AC con la Linea Bologna Padova (Lotto18b2) (CUP J51C ) (PA-1147), pubblicato sul Supplemento alla G.U.U.E. n. S-243 in data 17 dicembre 2009, doc. n , sul Foglio Inserzioni della GURI 5 a Serie Speciale n. 150 della Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana in data 21 dicembre 2009, codice redazionale T-09BFM22706 e per estratto sui quotidiani nazionali Il Sole24 Ore e La Repubblica ed a diffusione regionale Il Resto del Carlino in data 21 dicembre 2009 e sul Corriere di Bologna in data 22 dicembre 2009, il cui termine di scadenza per la ricezione delle offerte è stato già prorogato al 22 febbraio 2010 con Avviso di Rettifica pubblicato sul Supplemento alla G.U.U.E. n. S 10 in data 15 gennaio 2010, doc. n , sul Foglio Inserzioni della GURI 5 a Serie Speciale n. 6 della Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana in data 18 gennaio 2010, codice redazionale T-10BHA753 e per estratto sui quotidiani nazionali Il Sole24 Ore e La Repubblica ed a diffusione regionale Il Resto del Carlino e Corriere di Bologna in data 19 gennaio 2010, nonché sul sito con la COMUNICAZIONE N. 1 del 19 gennaio 2010, si comunica che il termine per la presentazione delle offerte è ulteriormente prorogato alle ore 12:00 del giorno 4 marzo Si comunicano, altresì le seguenti rettifiche, integrazioni e chiarimenti ai documenti posti a base di gara. BANDO INTEGRALE DI GARA Punto 3.3 Il punto 3.3. è così modificato: 3.3 Importo complessivo dell appalto: Euro ,41 (Euro ventottomilioninovecentocinquantamilasettecentoventisette/41) di cui: - Lavori a corpo Euro ,98; - Lavori a misura Euro ,22;

2 - Oneri per l attuazione dei piani della sicurezza, non soggetti a ribasso, Euro ,21. Punto 3.4 Il punto 3.4. è così modificato: 3.4 Lavorazioni di cui si compone l intervento rilevanti ai fini della qualificazione (elenco categorie di cui al D.P.R. 34/2000 di importo superiore a ,00 Euro): OG10 Euro ,67 Cat. Prevalente; OG11 Euro ,08 Cat. Scorporabile; subappaltabile nei limiti del 30% (art. 37 c. 11 D.Lgs. 163/2006 e s.m.i.); OG1 Euro ,24 Cat. Scorporabile; subappaltabile; OS19 Euro ,55 Cat. Scorporabile; subappaltabile OG3 Euro ,87 Cat. Scorporabile; subappaltabile; Punto 9 Il termine per la ricezione delle offerte è prorogato alle ore 12,00 del giorno 4 marzo Punto 12 Il punto 12. Cauzione provvisoria al 3 cpv. è così modificato: La cauzione dovrà essere di Euro ,55 pari al 2% (due per cento) dell importo dell appalto a base di gara, al netto dell I.V.A. (importo complessivo dell'appalto, comprensivo di oneri per l attuazione dei piani della sicurezza non soggetti a ribasso). SCHEMA DI OFFERTA (LISTA DELLE CATEGORIE DI LAVORAZIONI E FORNITURE PREVISTE PER L'ESECUZIONE DEI LAVORI A CORPO E A MISURA) a) Le quantità degli articoli EI.CV.P.201.A EI.CV.P.201.B EI.GA.A.201.A04 EI.GA.A.201.A05 NP.IE.A NP.IE.A sono modificate come di seguito indicato: CODICE U.M. QUANTITA QUANTITA ERRATA CORRETTA EI.CV.P.201.A M , ,00 (opere a corpo) EI.CV.P.201.B M , ,00 EI.GA.A.201.A04 M , ,00 EI.GA.A.201.A05 M , ,00-2 -

3 NP.IE.A M , ,00 NP.IE.A CAD 41,00 50,00 b) Le descrizioni degli articoli NP.IE.A NP.IE.A NP.IE.A NP.IE.A sono modificate come di seguito indicato: CODICE DESCRIZIONE ERRATA DESCRIZIONE CORRETTA NP.IE.A Fornitura e posa in opera di trasformatore Fornitura e posa in opera di trasformatore trifase inglobato in resina, tensione trifase inglobato in resina, tensione primaria 20kV±2*2,5%, tensione primaria 20kV±2*2,5%, tensione secondaria secondaria 1 kv potenza nominale kv potenza nominale 250 kva, kva, Vcc%=6%, coll. Ddo; classe Vcc%=6%, coll. Dyn11; classe climatica climatica C2, classe ambienteale E2 C2, classe ambienteale E2 NP.IE.A Fornitura e posa in opera di trasformatore Fornitura e posa in opera di trasformatore trifase inglobato in resina, tensione trifase inglobato in resina, tensione primaria 20kV±2*2,5%, tensione primaria 20kV±2*2,5%, tensione secondaria secondaria 0,400 kv potenza nominale 0,400 kv potenza nominale da 160 a kva, Vcc%=6%, coll. Ddo; classe kva, Vcc%=6%, coll. Dyn11; classe climatica C2, classe ambienteale E2 climatica C2, classe ambienteale E2 NP.IE.A Fornitura e posa in opera di trasformatore Fornitura e posa in opera di trasformatore trifase inglobato in resina, tensione trifase inglobato in resina, tensione primaria 20kV±2*2,5%, tensione primaria 20kV±2*2,5%, tensione secondaria secondaria 0,4 kv potenza nominale 630 0,4 kv potenza nominale 630 kva, kva, Vcc%=6%, coll. Ddo; classe Vcc%=6%, coll. Dyn11; classe climatica climatica C2, classe ambienteale E2 C2, classe ambienteale E2 NP.IE.A Fornitura e posa di cabina di Fornitura e posa di cabina di trasformazione MT/bt completa di trasformazione MT/bt completa di quadro quadro MT, trasformatori e quadri bt cosi MT, trasformatori e quadri bt cosi come da come da elaborati: elaborati: BDR318E18DXLF A, BDR318E18DXLF A, BDR318E18DXLF A, BDR318E18DXLF A, BDR318E18P8LF A. BDR318E18P8LF A. ALLEGATO 5A AL BANDO INTEGRALE DI GARA Analisi dei Prezzi di dettaglio Il documento viene integrato con la descrizione aggiornata dell articolo NP.IE.A ALLEGATO 5B AL BANDO INTEGRALE DI GARA Analisi Prezzi Il documento viene integrato con la descrizione aggiornata degli articoli NP.IE.A NP.IE.A NP.IE.A NP.IE.A SCHEMA DI CONVENZIONE - 3 -

4 Gli articoli 5 (Importo dell appalto), 6 (Corrispettivi) e 11 (Polizze Assicurative) vengono aggiornati in conseguenza delle variazioni agli importi posti a base di gara di cui al punto 3.3 del Bando Integrale di gara. ALLEGATO ALLO SCHEMA DI CONVENZIONE Tariffa Elenco Nuovi Prezzi (Voci di prezzo non previste nelle tariffe di Ferrovie)" Il documento viene aggiornato con la descrizione corretta dei Nuovi Prezzi NP.IE.A NP.IE.A NP.IE.A NP.IE.A RISPOSTE AI QUESITI PERVENUTI QUESITO 1. Specifiche Tecniche Quadri MT, Trasformatori e Quadri BT: Sulla LISTA delle categorie di lavorazioni è riportata la voce NP.IE.A che si riferisce alla fornitura e posa di cabina di trasformazione completa di Quadro MT, Trasformatori, e Quadri BT come da elaborati: BDR318E18DXLF A, BDR318E18DXLF A, BDR318E18P8LF A. Non troviamo elaborati con i riferimenti suddetti. Non si tratterà, invece, della Cabina Provvisoria di Trasformazione Pozzo Poste dl cui agli elaborati BDR318E18DXLF A, BDR318E18DXLF A e descritta in Relazione Tecnica BDR318E18RGLF A al paragrafo e sulla Specifica Tecnica BDR318E18ROLF A al paragrafo 5.7?? Se cosi fosse, ci atteniamo a quanto detto sulla Relazione Tecnica e Specifica Tecnica suddette? E il Quadro QFABB riportato sul dis. BDR318E18DXLF A cos è? E Il relativo Fabbricato è quello riportato sulla LISTA delle categorie di lavorazioni alla voce NP.IE.A112.13? In merito alla voce di prezzo NP.IE.A ( Fornitura e posa di cabina di trasformazione MT/bt completa di quadro MT, trasformatori e quadri bt cosi come da elaborati: BDR318E18DXLF A, BDR318E18DXLF A, BDR318E18P8LF A ), si precisa che essa è riferita alla cabina prefabbricata posta nel piazzale tecnologico al km Gli elaborati di riferimento corretti sono i seguenti: BDR318E18DXLF A, BDR318E18DXLF A, BDR318E18P8LF A. Il quadro Q.FABB indicato nella planimetria BDR318E18P9LF A ( CABINA PROVVISORIA TRASFORMAZIONE POZZO POSTE - PLANIMETRIA DISTRIBUZIONE MT, BT E LAYOUT CABINA ) corrisponde al quadro denominato Qbt-CABINA riportato nello schema BDR318E18DXLF A (Schemi elettrici bt, raccolta fronti quadro e dimensionamento cavi Cabina POZZO POSTE)

5 Si precisa che la voce di prezzo NP.IE.A è relativa alla Fornitura e posa in opera di struttura prefabbricata di dimensioni 5x10mt, altezza utile interna 3mt, completo di platea di fondazione per la realizzazione della Cabina MT/bt provvisoria in zona Pozzo Poste. QUESITO 2. Apparecchiature LFM: Quadri di Tratta Sul Layout apparecchiature LFM, elaborato BDR318E18PXLF A, sono Indicati: n. 37 Quadri di Tratta (binario pari + binario dispari) e n. 50 Quadri di Tratta By-Pass. Sulla LISTA delle categorie dl lavorazioni sono riportati n.37 Quadri di Tratta (SP.GS.A.1103.A) più n.41 QDT BY-PASS (NP.IE.A112.44). Perché questa differenza? La quantità corretta relativa alla voce di prezzo NP.IE.A ( Fornitura e posa in opera di quadro di tratta "QDT BY-PASS ) è pari a n. 50,00. QUESITO 3. Lista delle categorie di lavorazioni: Scomparti MT Sulla LISTA delle categorie di lavorazioni sono riportati n.20 scomparti MT arrivo o partenza con Interruttore (El.QE.M.3101.B) e n. 5 scomparti MT protezione Trasformatori (El.QE.M.3106.B). Sugli Schemi sono riportati invece n.20 scomparti protezione Trasformatori e n. 4 scomparti MT partenza linea. E giusto quanto riportato sugli Schemi e quindi va corretta la LISTA? In merito agli scomparti MT protezione Trasformatori si precisa che n. 15 scomparti, seppur a protezione del trasformatore, sono comunque accessoriati con tipiche apparecchiature da scomparto Arrivo/Partenza. In particolare gli scomparti protezione Trasformatori equipaggiati come Arrivo/Partenza sono previsti per le seguenti cabine: - n. 3 per la CABINA MT/bt IMBOCCO LATO NORD - IE n. 1 per la CABINA MT/bt km Pozzo Poste - cabina provvisoria - IE n. 1 per la CABINA MT/bt km Pozzo Poste - IE n. 3 per la CABINA MT/bt ST. AV LATO SUD - IE n. 3 per la CABINA MT/bt IMBOCCO SUD km IE n. 4 per la CABINA MT/bt VIA RIMESSE - IE

6 Pertanto, si conferma che la quantità (n. 20,00) riportata nella Lista relativa alla voce di prezzo El.QE.M.3101.B ( Unità arrivo/partenza linea radiale e/o ad anello con interruttore per quadri tipo LSC2AP(M/I) con isolamento in aria (punto III.11.1 RFI DMA IM LA LG IFS 300 A) Unità ARRIVO o PARTENZA con interruttore in SF6 fino a 1250 A ) è corretta, in quanto i n. 15 Scomparti MT protezione Trasformatori su individuati sono computati con tale voce di prezzo. Ugualmente corretta è la quantità (n. 5,00) riportata nella Lista in corrispondenza alla voce di prezzo El.QE.M.3106.B ( Unità protezione trasformatore di potenza con interruttore per quadri tipo LSC2AP(M/I) con isolamento in aria (punto III RFI DMA IM LA LG IFS 300 A ) Unità protezione trasformatore di potenza con interruttore in SF6 fino a 1250 A ) in quanto si tratta della voce di prezzo relativa ai n. 5,00 scomparti protezione Trasformatori standard previsti per ognuna delle seguenti cabine MT/bt: - n.1 per la CABINA MT/bt IMBOCCO LATO NORD - IE n.1 per la CABINA MT/bt km Pozzo Poste - cabina provvisoria - IE n.1 per la CABINA MT/bt km Pozzo Poste - IE n.1 per la CABINA MT/bt ST. AV LATO SUD - IE n.1 per la CABINA MT/bt IMBOCCO SUD km IE0501 QUESITO 4. Collegamento dei Trasformatori Sulla LISTA delle categorie di lavorazioni e sull Elenco Tariffe Ferrovie (Allegato 2.4.1) i Trasformatori sono descritti con collegamento Dd0, mentre sulla Relazione Tecnica BDR318E18RGLF A, sulla Specifica Tecnica BDR318E18ROLF A, sul Layout apparecchiature LFM elaborato BDR318E18PXLF A e sullo Schema Elettrico BDR318E18DXLF A essi sono indicati con collegamento Dyn11. Vanno previsti con collegamento Dyn11? Le caratteristiche dei trasformatori MT/bt devono essere rispondenti a quanto riportato nelle Relazioni, Specifiche e Schemi di progetto, sui quali è riportato un collegamento elettrico del tipo Dyn11. Pertanto, in tutte le voci di prezzo riferite ai trasformatori MT/bt in cui è riportato un collegamento DdO, deve intendersi collegamento Dyn11. QUESITO 5. Potenza dei Trasformatori Sulla LISTA delle categorie di lavorazioni sono previsti n.4 Trasformatori da 250kVA 20/0,4kV (voce NP.IE.A112.28), mentre sul Layout apparecchiature LFM elaborato BDR318E18PXLF A e sullo Schema - 6 -

7 Elettrico BDR318E18DXLF A ne sono indicati n.2 da 250KVA e 2 da 160kVA (questi ultimi per la Cabina Imbocco Sud). E giusto quanto riportato sugli Elaborati Grafici e quindi va corretta la Lista? Si precisa che la voce di prezzo NP.IE.A comprende e compensa la fornitura e posa in opera dei trasformatori MT/bt da 160 a 250 kva. Pertanto, la descrizione corretta del Nuovo Prezzo NP.IE.A è la seguente: Fornitura e posa in opera di trasformatore trifase inglobato in resina, tensione primaria 20kV±2*2,5%, tensione secondaria 0,400 kv potenza nominale da 160 a 250 kva, Vcc%=6%, coll. Dyn11; classe climatica C2, classe ambientale E2. QUESITO 6. Cavo Media Tensione: Le quantità di cavo media tensione riportato alle voci di computo: NP.IE.A Cavo di MT tipo RG7H1R 12/20 Kv sez. 1*300 mm2 previsti a computo m NP.IE.A Cavo di MT Afumex tipo RG7TH1M1 12/20Kv sez. 1*300 mm2 previsti a computo m Risultano a nostro parere largamente insufficienti alla realizzazione del progetto. Risulta inoltre di difficile definizione, a causa della mancanza di specifici elaborati, la quantità di cavo da prevedersi per le discese da cabina a galleria e per i tiri alla cabina primaria 2 stazione AV e cabina primaria 1 stazione AV. Si chiede pertanto chiarimento in merito alla quantità di cavo di media tensione da prevedere in offerta.. Si conferma che la quantità relativa alla voce di prezzo NP.IE.A ( Cavo di MT tipo RG7H1R 12/20 Kv sez. 1*300 mm² ) è pari a ,00 m. Si precisa che la quantità corretta relativa alla voce di prezzo NP.IE.A ( Cavo di MT Afumex tipo RG7H1M1 12/20 Kv sez. 1*300 mm² ) è pari a ,00 m. Si precisa che la quantità corretta relativa alla voce di prezzo EI.CV.P.2 01.A ( Posa cavi mediante infilaggio. Per ogni cavo di sezione complessiva del rame sino a 30 mm². ) è pari a ,00 m. Si precisa che la quantità corretta relativa alla voce di prezzo EI.CV.P.2 01.B ( Sovrappezzo per ogni 17 mmq oltre i 30 mmq ) è pari a ,00 m

8 Si precisa che la quantità corretta relativa alla voce di prezzo EI.GA.A.201.A04 ( Posa in opera di apparecchiature e materiali di galleria sovrapprezzo per fornitura e posa in galleria, alla voce EI.CV.P.201.A ) è pari a ,00 m. Si precisa che la quantità corretta relativa alla voce di prezzo EI.GA.A.201.A05 ( Posa in opera di apparecchiature e materiali di galleria sovrapprezzo per fornitura e posa in galleria, alla voce EI.CV.P.201.B ) è pari a ,00 m. QUESITO 7. Server ridondato SPVI: Lo schema denominato Architettura Sistemi TLC e SPVI per la Sicurezza in Galleria è il riferimento architetturale per il sistema SPVI (vedi documento Prescrizioni Tecniche di Progetto per l impianto TLC e Supervisione integrata di Sicurezza in Galleria, Cap. 8.6 a Pag. 30) e riporta la presenza di un server SPVI ridondato anche presso il Posto Centrale (con funzione multi-galleria). Per tale server esisterebbero alcune voci di tariffa prezzi specifiche (TC.SG.C.1001.x e TC.SG.C.2001.x) che però non compaiono nelle liste di computo metrico. Si chiede di confermare che è richiesta anche la fornitura del server SPVI di Posto Centrale specificando le voci di tabella prezzi di riferimento. Lo stesso schema prevede la presenza di 5 client SPVI contro i 6 previsti dal computo metrico in corrispondenza delle voci TC.SG.C.1003.A e TC.SG.C.2003.A. Si chiede di precisare quale delle due indicazioni è corretta. Nel caso in cui, in risposta alle domande precedenti, si conferma che devono essere previsti ambedue i Server SPVI (PGEP e PC) la funzione di SNMP Manager deve essere svolta da tutti e due o solo da uno?. Il progetto prevede un server ridondato SPVI al PGEP nord che dovrà essere realizzato in modo da garantire le interfacce standard con un server ridondato SPVI di Posto Centrale come indicato dalla Specifica Funzionale RFI.DMA.IM.OC.SP.IFS.002.A Sistema di Supervisione degli impianti di sicurezza delle gallerie ferroviarie e dalla specifica TT597B. Il progetto non prevede la fornitura del server ridondato SPVI di Posto Centrale. Il progetto prevede la fornitura di 8 client SPVI e la posa di 6 client SPVI in quanto 2 sono di scorta. Pertanto si conferma che le quantità riportate nella Lista, relative alle voci di prezzo TC.SG.C.1003.A e TC.SG.C.2003.A sono corrette. QUESITO 8. Sistema di supervisione LFM: Sistema di Supervisione LFM: in computo metrico è presente la voce unica SP.GS.A.3100.A che include al suo interno già tutto quanto necessario (server e client di supervisione inclusi), ma anche la voce SP.SU.A.3111.A per ulteriori due server di supervisione di cui non esiste indicazione negli schemi e nelle relazioni tecniche di gara. La stessa voce (vedi descrizione in tabella prezzi) è relativa ad un sistema di supervisione configurato per gestire fino ad un massimo 10 armadi di postazione locale ; esiste inoltre una voce - 8 -

9 SP.SU.A.3112.B che prevede l aggiunta di altri pacchetti da 10 armadi (varie tipologie inclusi armadi per apparato LFM) che però non è citata nel computo metrico. Come devono essere considerate queste ultime voci? A quali sistemi si riferiscono?. La voce di prezzo SP.GS.A.3100.A include tutto quanto necessario per la Sicurezza in galleria LFM. Tale voce di prezzo comprende e compensa anche la supervisione e controllo degli impianti di illuminazione. La voce di prezzo SP.SU.A.3111.A tiene conto anche della gestione del tronco guasto sulla rete di Media Tensione QUESITO 9. Switch e apparati di interconnessione: Per quel che riguarda la topologia di rete, dal capitolato e dalle tavole si evince che sono presenti 3 (tre) doppi anelli in fibra; i punti di richiusura di uno di essi (il principale che consente l interconnessione dei colonnini) sono da ricercarsi nel PJ S.Viola e nel PPS Savena. Nel computo metrico non sono però presenti/considerati gli switch necessari alle richiusure a S.Viola e a Savena, cosi come gli apparati necessari per interconnettere la LAN di galleria nei suddetti punti con il sistema SDH (non oggetto della gara). È dunque necessario quotare gli switch descritti e gli apparati di interconnessione (convertitori ethernet/e1) alla rete SDH?. L architettura del Passante AV differisce da quella di una tipica galleria dal fatto che l interfacciamento tra la rete dati di galleria e la rete SDH viene realizzata agli estremi di tratta (PJ S.Viola e PPS Savena) piuttosto che nei PGEP. Per questo motivo gli armadi di rete (TC.SG.D.1002.A) sono stati previsti al Posto Centrale, a PJ S.Viola e PPS Savena; mentre nei due PGEP sono stati previsti due nodi di rete (TC.SG.D.1001.A). Si fa presente che la voce di tariffa TC.SG.D.1002.A ( Fornitura ""ARMADIO DI RETE"" di Posto Centrale/PGEP comprendente n.2 apparati switch, n.2 router, apparato PLC, n.2 Box ottici per sezionamento fino a 32 fibre, sotto-quadro elettrico con trasformatore di isolamento e alimentatori DC ) include anche due router per garantire l interfacciamento ridondato con la rete SDH. QUESITO 10. Computo metrico estimativo: Si chiede di avere a disposizione il computo metrico estimativo utilizzato per valutare la base di gara o, in alternativa, di avere i prezzi estimativi di tutte le tariffe NP relativi ai nuovi prezzi. Si conferma che, in base al criterio di aggiudicazione della presente procedura di gara (prezzo più basso mediante offerta a prezzi unitari), la documentazione posta a base di gara comprende il solo computo metrico dei lavori, ai sensi dell art. 90 co. 5 DPR 554/99 ( Nel caso di appalto integrato nonché nel caso di appalti i cui corrispettivi sono stabiliti esclusivamente a corpo ovvero a corpo e a misura, il concorrente ha l'obbligo di controllare - 9 -

10 le voci riportate nella lista attraverso l'esame degli elaborati progettuali, comprendenti anche il computo metrico, posti in visione ed acquisibili ). QUESITO 11. Cavo telecomunicazioni in fibra ottica: Si prega di chiarire se la fornitura del cavo telecomunicazioni in fibra ottica è a carico del committente dato che non è presente nel computo metrico. I cavi in Fibra Ottica rientrano tra le forniture a carico di RFI e le relative quantità sono riportate nel computo allegato n. 21 ( Elenco dei materiali di fornitura RFI ) allo Schema di Convenzione. QUESITO 12. Cavi multipolari: Si prega di confermare se le voci NP.IE.A fanno riferimento a cavi FG10OM1 come indicato nel documento BDR3 18 E 29 KP MD A e non a "Fornitura e posa in opera di interruttore bipolare 1Kv" come indicato nel computo metrico BDR3 18 E CM LF A". Si conferma che le voci di prezzo NP.IE.A , NP.IE.A , NP.IE.A , NP.IE.A e NP.IE.A si riferiscono a cavi tipo FG10OM1, come indicato nella Lista. QUESITO 13. Quadri multipolari: In merito alle seguenti voci, relative a nuovi prezzi: NP.IM.A3.C.315.A NP.IM.A3.C.316.A NP.IM.A3.C.317.A NP.IM.A3.C.318.A comunichiamo che i fornitori da noi interpellati per la quotazione dei quadri relativi alle suddette voci non sono in grado di formulare offerte in quanto non ci sono elementi sufficienti (quali schemi e/o specifiche tecniche) negli elaborati progettuali di gara. Vi chiediamo, pertanto, di fornirci quanto necessario per poter procedere ad una più precisa preventivazione."

11 Le descrizioni/specifiche tecniche delle voci relative ai prezzi NP.IM.A3.C.315.A, NP.IM.A3.C.316.A, NP.IM.A3.C.317.A e NP.IM.A3.C.318.A sono riportate nel documento codifica BDR3 18 E 17 KT AI B Impianti Safety Disciplinare Tecnico (All. 1/118). DOCUMENTI ALLEGATI ALLA PRESENTE COMUNICAZIONE N. 3 E allegata alla presente COMUNICAZIONE N. 3 la seguente documentazione di gara aggiornata in conseguenza delle predette rettifiche ed integrazioni: - Schema di offerta contenente la "Lista delle categorie di lavorazioni e forniture previste per l esecuzione dei lavori a corpo e a misura" da utilizzare per la formulazione dell'offerta, vidimato da un rappresentante della stazione appaltante, che annulla e sostituisce lo Schema già reso disponibile sul sito internet PA-1147 SCHEMA-DI-OFFERTA-AGGIORNATO.pdf - Analisi dei Prezzi di dettaglio che annulla e sostituisce l Allegato n. 5a al Bando Integrale di Gara già reso disponibile sul sito internet PA-1147-Allegato-5a- ANALISI-PREZZI-DETTAGLIO-AGGIORNATO.pdf - Analisi Prezzi che annulla e sostituisce l Allegato n. 5b al Bando Integrale di Gara già reso disponibile sul sito internet PA-1147-Allegato-5b-ANALISI-PREZZI- AGGIORNATO.xls - Lista delle categorie di lavorazioni e forniture previste per l esecuzione dell opera a corpo e a misura in formato xls (privo dei dati relativi alla colonna Quantità ) che annulla e sostituisce l Allegato n.6 al Bando Integrale di Gara già reso disponibile sul sito internet PA-1147-Allegato-6-LISTA-SQ-AGGIORNATA.pdf - Schema di Convenzione che annulla e sostituisce lo Schema di Convenzione Allegato n.1 al Bando Integrale di gara già reso disponibile sul sito internet PA Allegato-1_SCHEMA-DI-CONVENZIONE_AGGIORNATO.pdf (Resta inteso che lo Schema di Convenzione aggiornato, dovrà essere restituito all atto dell offerta firmato in ogni pagina, con le modalità indicate nel Bando Integrale di gara, in segno di preventiva accettazione). - Allegato n allo Schema di Convenzione Tariffa Elenco Nuovi Prezzi (Voci di prezzo non previste nelle tariffe di Ferrovie) che annulla e sostituisce quello acquisito dal Concorrente con le modalità indicate al punto 8 del Bando Integrale di gara PA ELENCO NUOVI PREZZI AGGIORNATO. pdf

12 - Allegato n. 9. allo Schema di Convenzione Modalità di salizzazione che annulla e sostituisce quello acquisito dal Concorrente con le modalità indicate al punto 8 del Bando Integrale di gara PA-1147 MODALITA-SALIZZAZIONE-AGGIORNATO. pdf. - Allegato n. 10 allo Schema di Convenzione Elenco categorie di lavoro che annulla e sostituisce quello acquisito dal Concorrente con le modalità indicate al punto 8 del Bando Integrale di gara PA-1147 ELENCO-DELLE-CATEGORIE-DI-LAVORO-AGGIORNATO. pdf. - Computo Metrico che annulla e sostituisce il corrispondente documento acquisito dal Concorrente con le modalità indicate al punto 8 del Bando Integrale di gara. PA-1147 _CM-LFM- AGGIORNATO.pdf. IL RESPONSABILE Ing. Raffaele ZURLO

PRO MEMORIA PER LE PUBBLICAZIONI (SETTORI ORDINARI) Riepilogo pubblicità

PRO MEMORIA PER LE PUBBLICAZIONI (SETTORI ORDINARI) Riepilogo pubblicità PRO MEMORIA PER LE PUBBLICAZIONI (SETTORI ORDINARI) Riepilogo pubblicità LAVORI (articoli, e del decreto legislativo n. del 00) Importi in euro: fino a 00.000 da 00.000 a.000.000 da.000.000 di preinformazione

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA Oggetto: Affidamento, mediante appalto integrato e con procedura aperta, degli interventi per la Valorizzazione

Dettagli

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito RISOLUZIONE N. 69/E Roma, 16 ottobre 2013 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Consulenza giuridica Art. 2, comma 5, d.l. 25 giugno 2008, n. 112 IVA - Aliquota agevolata - Opere di urbanizzazione primaria

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

Errata Corrige. Variante. &(, 2WW Guida per la definizione della documentazione di progetto degli impianti elettrici.

Errata Corrige. Variante. &(, 2WW Guida per la definizione della documentazione di progetto degli impianti elettrici. 1250(&(, &(, 2WW Guida per la definizione della documentazione di progetto degli impianti elettrici. &(, Legge 46/ 90 - Guida per la compilazione della dichiarazione di conformità e relativi allegati &(,9

Dettagli

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano.

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Prot. n. 5789 Bordano, 04.12.2014 POR FESR 2007 2013 Obiettivo

Dettagli

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l Energia e l Ambiente - indirizzo postale:

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C Il presente concorso è disciplinato dalla Direttiva 2004/18/CE. I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Avviso di aggiudicazione di appalti Settori speciali. Sezione I: Ente aggiudicatore. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto

Avviso di aggiudicazione di appalti Settori speciali. Sezione I: Ente aggiudicatore. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto 1/ 14 ENOTICES_alessiamag 14/11/2011- ID:2011-157556 Formulario standard 6 - IT Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea 2, rue Mercier, L-2985 Luxembourg

Dettagli

RISOLUZIONE N. 25/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 25/E QUESITO RISOLUZIONE N. 25/E Direzione Centrale Normativa Roma, 6 marzo 2015 OGGETTO: Consulenza giuridica - Centro di assistenza fiscale per gli artigiani e le piccole imprese Fornitura di beni significativi nell

Dettagli

RISPOSTA Il disciplinare di gara non contiene alcuna prescrizione in ordine alla natura dell agenzia di recapito.

RISPOSTA Il disciplinare di gara non contiene alcuna prescrizione in ordine alla natura dell agenzia di recapito. Tra le modalità di presentazione è prevista anche mediante agenzia di recapito: deve essere autorizzata o possiamo mandare anche un semplice pony di agenzie di recapito private? Il disciplinare di gara

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE Nuovo collegamento sottomarino a 500 kv in corrente continua SAPEI (Sardegna-Penisola Italiana) SCHEDA N. 178 LOCALIZZAZIONE CUP:

Dettagli

PROVINCIA DI SAVONA Settore Gestione della Viabilità, Strutture, Infrastrutture, Urbanistica

PROVINCIA DI SAVONA Settore Gestione della Viabilità, Strutture, Infrastrutture, Urbanistica ALLEGATO F PROVINCIA DI SAVONA Settore Gestione della Viabilità, Strutture, Infrastrutture, Urbanistica Appalto n. 1649 - S.P. n. 29 del Colle di Cadibona. Lavori di adeguamento del tracciato stradale

Dettagli

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO QUESITO n. 1 con riferimento all'elenco dei servizi analoghi prestati nell'ultimo triennio (2004/2005/2006) volevo cortesemente sapere se i certificati di buona esecuzione rilasciati dai committenti devono

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture

Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture BANDI-TIPO per l affidamento di lavori pubblici di importo superiore a 150.000 euro nei settori ordinari Documento di Consultazione

Dettagli

Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea. Bando di gara (Direttiva 2004/18/CE)

Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea. Bando di gara (Direttiva 2004/18/CE) Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea 2, rue Mercier, 2985 Luxembourg, Lussemburgo Fax: +352 29 29 42 670 Posta elettronica: ojs@publications.europa.eu

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544. Avviso di gara Settori speciali. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544. Avviso di gara Settori speciali. Servizi 1/19 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:218544-2015:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544 Avviso di gara Settori speciali Servizi Direttiva 2004/17/CE

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO - SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI E GESTIONI GENERALI - UFFICIO APPALTI. Città: TRENTO Codice postale: 38100

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO - SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI E GESTIONI GENERALI - UFFICIO APPALTI. Città: TRENTO Codice postale: 38100 Automa di TrentoUNIONE EUROPEA Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea 2, rue Mercier, L-2985 Lussemburgo Fax (352) 29 29-42670 E-mail: ojs@publications.europa.eu Info

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

POR CAMPANIA FESR 2007-2013 Asse 6-Obiettivo Operativo 6.1. PIU EUROPA della Città di Caserta

POR CAMPANIA FESR 2007-2013 Asse 6-Obiettivo Operativo 6.1. PIU EUROPA della Città di Caserta OGGETTO: Affidamento della progettazione definitiva ed esecutiva sulla base del progetto preliminare ed esecuzione dei lavori, nonché affidamento dell incarico di coordinatore per la sicurezza in fase

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE DI UTENTI ATTIVI E PASSIVI ALLE RETI MT DI AEM TORINO DISTRIBUZIONE S.p.A.

REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE DI UTENTI ATTIVI E PASSIVI ALLE RETI MT DI AEM TORINO DISTRIBUZIONE S.p.A. REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE DI UTENTI ATTIVI E PASSIVI ALLE RETI MT DI AEM TORINO DISTRIBUZIONE S.p.A. Pagina 1 di 48 INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE... 5 2. BASI PRINCIPALI E DEFINIZIONI...

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015 AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015 DATA DI PUBBLICAZIONE DELL ESTRATTO DEL BANDO SULLA GURI: DATA DI SCADENZA

Dettagli

Pubblicata in G.U. n. 265 del 13.11.2012

Pubblicata in G.U. n. 265 del 13.11.2012 Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, GLI AFFARI GENERALI ED IL PERSONALE Direzione Generale per la regolazione e dei contratti pubblici Circolare prot. n.

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti.

Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti. Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti. La protezione contro i contatti indiretti consiste nel prendere le misure intese a proteggere le persone contro i pericoli risultanti dal contatto con parti

Dettagli

REDAZIONALI LA FASE DI VERIFICA E VALIDAZIONE DEL PROGETTO ALLA LUCE NEL NUOVO REGOLAMENTO DEI CON- TRATTI PUBBLICI

REDAZIONALI LA FASE DI VERIFICA E VALIDAZIONE DEL PROGETTO ALLA LUCE NEL NUOVO REGOLAMENTO DEI CON- TRATTI PUBBLICI REDAZIONALI LA FASE DI VERIFICA E VALIDAZIONE DEL PROGETTO ALLA LUCE NEL NUOVO REGOLAMENTO DEI CON- TRATTI PUBBLICI del Dott. Ing. Andrea Di Stazio La fase di verifica e validazione del progetto costituisce

Dettagli

2capitolo. Alimentazione elettrica

2capitolo. Alimentazione elettrica 2capitolo Alimentazione elettrica Regole fondamentali, norme e condotte da seguire per gestire l'interfaccia tra la distribuzione elettrica e la macchina. Presentazione delle funzioni di alimentazione,

Dettagli

Le domande di partecipazione o le candidature vanno inviate a. I.3) Concessione di un appalto a nome di altri enti aggiudicatori

Le domande di partecipazione o le candidature vanno inviate a. I.3) Concessione di un appalto a nome di altri enti aggiudicatori Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea 2, rue Mercier, 2985 Luxembourg, Lussemburgo Fax: +352 29 29 42 670 Posta elettronica: ojs@publications.europa.eu

Dettagli

NORMATIVA DEL SISTEMA DI QUALIFICAZIONE DELLE IMPRESE PER GLI INTERVENTI AGLI IMPIANTI PER LA REALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI DI SEGNALAMENTO FERROVIARIO

NORMATIVA DEL SISTEMA DI QUALIFICAZIONE DELLE IMPRESE PER GLI INTERVENTI AGLI IMPIANTI PER LA REALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI DI SEGNALAMENTO FERROVIARIO NORMATIVA DEL SISTEMA DI QUALIFICAZIONE DELLE IMPRESE PER GLI INTERVENTI AGLI IMPIANTI PER LA REALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI DI SEGNALAMENTO FERROVIARIO Indice Articolo 1 Istituzione del Sistema di qualificazione

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

TARIFFA PROFESSIONALE INGEGNERIA ANTINCENDIO

TARIFFA PROFESSIONALE INGEGNERIA ANTINCENDIO TARIFFA PROFESSIONALE INGEGNERIA ANTINCENDIO La presente tariffa individua le prestazioni che il professionista è chiamato a fornire : A per la richiesta del parere di conformità B per il rilascio del

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE Sede legale: Via G. Cusmano, 24 90141 PALERMO C.F. e P. I.V.A.: 05841760829 Dipartimento Provveditorato e Tecnico Servizio Progettazione e Manutenzioni Via Pindemonte, 88-90129 Palermo Telefono: 091 703.3334

Dettagli

Introduzione ai principi ed ai metodi di progettazione degli impianti elettrici di media e di bassa tensione...

Introduzione ai principi ed ai metodi di progettazione degli impianti elettrici di media e di bassa tensione... Introduzione ai principi ed ai metodi di progettazione degli impianti elettrici di media e di bassa tensione... Parte I Introduzione Capitolo 1 IMPIANTI ELETTRICI, DISPOSIZIONI LEGISLATIVE E NORME TECNICHE

Dettagli

OGGETTO:Programma Integrato Urbano PIU Europa PO FESR Campania 2007-2013 Asse 6 Obiettivo Operativo 6.1.

OGGETTO:Programma Integrato Urbano PIU Europa PO FESR Campania 2007-2013 Asse 6 Obiettivo Operativo 6.1. *** *,. * *** La tua Campania cresce in Europa Via De Turris n.16 "Palazzo S. Anna" Te/. 081 3900565 fax 081 3900592 e-mail: urbanistica@comune.castellanunare-di-stabia.napoli.it pec: urbanistica.stabia@asmepec.it

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI s.d.i. automazione industriale ha fornito e messo in servizio nell anno 2003 il sistema di controllo

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE Facoltà di Architettura Corso di Fisica Tecnica Ambientale Prof. F. Sciurpi - Prof. S. Secchi A.A. A 2011-20122012 IMPIANTI ELETTRICI CIVILI Per. Ind. Luca Baglioni Dott.

Dettagli

Ente aderente. Ente aderente. Ente aderente

Ente aderente. Ente aderente. Ente aderente STAZIONE UNICA APPALTANTE GUIDA ALLA CONVENZIONE AMBITO DI OPERATIVITA La si occupa dei seguenti appalti: lavori pubblici di importo pari o superiore ad 150.000,00 forniture e servizi di importo pari o

Dettagli

Condizioni economiche e modalità di erogazione del servizio di connessione ed altre prestazioni specifiche

Condizioni economiche e modalità di erogazione del servizio di connessione ed altre prestazioni specifiche Condizioni economiche e modalità di erogazione del servizio di connessione ed altre prestazioni specifiche Distribuzione Energia Elettrica Sommario 1. Ambito di applicazione... 4 2. Nuove connessioni e

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

VERBALE DI VERIFICA DEL P.O.S. E RELATIVE DOCUMENTAZIONI

VERBALE DI VERIFICA DEL P.O.S. E RELATIVE DOCUMENTAZIONI Contratto d Appalto : Impresa Affidataria : Importo Lavori : di cui Oneri per la Sicurezza : VERBALE DI VERIFICA DEL P.O.S. E RELATIVE DOCUMENTAZIONI Responsabile dei Lavori : Coordinatore Sicurezza in

Dettagli

QUESTIONARIO PER RACCOLTA DATI E INFORMAZIONI DI POTENZIALI IMPRESE APPALTATRICI PER LAVORI, SERVIZI ORDINARI E FORNITURE SERVIZI

QUESTIONARIO PER RACCOLTA DATI E INFORMAZIONI DI POTENZIALI IMPRESE APPALTATRICI PER LAVORI, SERVIZI ORDINARI E FORNITURE SERVIZI Pag. 1/6 SETTORI DI INTERESSE LAVORI SERVIZI Elettrici Impianti fotovoltaici Idraulici Edili Stradali Pulizie Tappezzerie Tinteggiatura e verniciatura Carpenteria metallica FORNITURE Cavi elettrici bt

Dettagli

Comune di Frascati Provincia di Roma RELAZIONE TECNICA. Progetto per la realizzazione della rete fognante interna ai L.N.F. ed il

Comune di Frascati Provincia di Roma RELAZIONE TECNICA. Progetto per la realizzazione della rete fognante interna ai L.N.F. ed il Comune di Frascati Provincia di Roma pag. 1 RELAZIONE TECNICA OGGETTO: Progetto per la realizzazione della rete fognante interna ai L.N.F. ed il suo collegamento al collettore ACEA lungo Via Enrico Fermi.

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA RTC REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE IN BASSA TENSIONE DELL AZIENDA PUBBLISERVIZI BRUNICO INDICE 1. Scopo 3 2. Campo di applicazione

Dettagli

Task-Force e Servizi Integrati di accompagnamento sulle attività negoziali

Task-Force e Servizi Integrati di accompagnamento sulle attività negoziali Task-Force e Servizi Integrati di accompagnamento sulle attività negoziali FESR-ASSE II- Qualità degli ambienti scolastici (Avviso prot. AOODGAI n. 7667/15-06-2010) MANUALE DELLE PROCEDURE PER L ESECUZIONE

Dettagli

Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea. Bando di gara (Direttiva 2004/18/CE)

Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea. Bando di gara (Direttiva 2004/18/CE) Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea 2, rue Mercier, 2985 Luxembourg, Lussemburgo Fax: +352 29 29 42 670 Posta elettronica: ojs@publications.europa.eu

Dettagli

... Printed by Italsoft S.r.l. - www.italsoft.net

... Printed by Italsoft S.r.l. - www.italsoft.net ........... COMUNITA' MONTANA MUGELLO Oggetto dei lavori: REALIZZAZIONE DI NUOVO LOCALE TECNICO - I DIACCI II LOTTO Progettista: Geom. Francesco Minniti COMPUTO METRICO ESTIMATIVO 2 LOTTO - COMPUTO METRICO

Dettagli

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it Il nuovo incentivo per la progettazione Aggiornamento e tavolo aperto di discussione Lino BELLAGAMBA Prima stesura 4 ottobre 2014 Cfr. D.L. 24 giugno 2014, n. 90, art. 13, comma 1, nella formulazione anteriore

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

LAVORI DI MANUTENZIONE SU IMPIANTI ELETTRICI. Disposizioni per l esecuzione di lavori in tensione -- Programma LEONARDO

LAVORI DI MANUTENZIONE SU IMPIANTI ELETTRICI. Disposizioni per l esecuzione di lavori in tensione -- Programma LEONARDO LAVORI DI MANUTENZIONE SU IMPIANTI ELETTRICI Lavori di manutenzione su impianti elettrici Manutenzione Atto, effetto, insieme delle operazioni volte allo scopo di mantenere efficiente ed in buono stato,

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

PERICOLI DERIVANTI DALLA CORRENTE ELETTRICA

PERICOLI DERIVANTI DALLA CORRENTE ELETTRICA PERICOLI DERIVANTI DALLA CORRENTE ELETTRICA CONTATTI DIRETTI contatti con elementi attivi dell impianto elettrico che normalmente sono in tensione CONTATTI INDIRETTI contatti con masse che possono trovarsi

Dettagli

OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali

OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali Lettera Rischi Interferenziali Spett.le Ditta Appaltatrice Ditta Subappaltatrice Luogo, Data 2 OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali In relazione alla necessità di una possibile

Dettagli

L offerta economicamente più vantaggiosa. Alessandro Simonetta Consulenza per l Innovazione Tecnologica alessandro.simonetta@gmail.

L offerta economicamente più vantaggiosa. Alessandro Simonetta Consulenza per l Innovazione Tecnologica alessandro.simonetta@gmail. L offerta economicamente più vantaggiosa Alessandro Simonetta Consulenza per l Innovazione Tecnologica alessandro.simonetta@gmail.com 1 Quadro Legislativo D.P.R. n.544/99 D.Lgs n.163/06 e s.m.i. D. Lgs

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 031 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 031 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento Via Roma, 60 - C.A.P. 38064 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it PEC: comune@pec.comune.folgaria.tn.it

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra-

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra- . ROMA CAPITALE BANDO DI GARA D'APPALTO SEZIONE I) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale - Dipartimento Risorse Economiche - Direzione per la

Dettagli

Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili

Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili RICHIAMO AL TESTO UNICO PER LA SICUREZZA D.lgs.vo 9 aprile 2008 n 81 Dott. Ing Luigi ABATE DPR N NN 37 3712 12 gennaio 1998 regolamento

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 I L D I R E T T O R E G E N E R A L E

DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 I L D I R E T T O R E G E N E R A L E CONSORZIO DI BONIFICA 11 MESSINA DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 OGGETTO Progetto per la razionalizzazione della canalizzazione irrigua Fascia Etnea -Valle Alcantara-, I stralcio esecutivo funzionale.

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia di edifici 2015/S 124-228385. Avviso di gara Settori speciali. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia di edifici 2015/S 124-228385. Avviso di gara Settori speciali. Servizi 1/10 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:228385-2015:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia di edifici 2015/S 124-228385 Avviso di gara Settori speciali Servizi Direttiva

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

CIRCOLARE N. 40/E. OGGETTO: Articolo 13-ter del DL n. 83 del 2012 - Disposizioni in materia di responsabilità solidale dell appaltatore - Chiarimenti

CIRCOLARE N. 40/E. OGGETTO: Articolo 13-ter del DL n. 83 del 2012 - Disposizioni in materia di responsabilità solidale dell appaltatore - Chiarimenti CIRCOLARE N. 40/E Direzione Centrale Normativa Roma, 8 ottobre 2012 OGGETTO: Articolo 13-ter del DL n. 83 del 2012 - Disposizioni in materia di responsabilità solidale dell appaltatore - Chiarimenti Premessa

Dettagli

Le Armoniche INTRODUZIONE RIFASAMENTO DEI TRASFORMATORI - MT / BT

Le Armoniche INTRODUZIONE RIFASAMENTO DEI TRASFORMATORI - MT / BT Le Armoniche INTRODUZIONE Data una grandezza sinusoidale (fondamentale) si definisce armonica una grandezza sinusoidale di frequenza multipla. L ordine dell armonica è il rapporto tra la sua frequenza

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO A l l e g a t o A COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO (ERRATA CORRIGE AL C.M.E. ALLEGATO ALLA GARA ED INSERITO SUL WEB) PROPRIETA ANCONAMBIENTE S.P.A. VIA DEL COMMERCIO 27, 60127 ANCONA OGGETTO OPERE

Dettagli

Norma CEI 64-8 e aggiornamenti: cavi per energia bassa tensione fino a 0.61 kv. Riccardo Bucci

Norma CEI 64-8 e aggiornamenti: cavi per energia bassa tensione fino a 0.61 kv. Riccardo Bucci Norma CEI 64-8 e aggiornamenti: cavi per energia bassa tensione fino a 0.61 kv Riccardo Bucci ANIE - AICE Associazione Italiana Industrie Cavi e Conduttori Elettrici Elementi costituivi i cavi elettrici

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Direzione Generale Direzione Centrale per l Attività Amministrativa e la Gestione del Patrimonio CAPITOLATO TECNICO

ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Direzione Generale Direzione Centrale per l Attività Amministrativa e la Gestione del Patrimonio CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI FACCHINAGGIO CON GESTIONE DEL CICLO LOGISTICO COMPRENSIVA DEL MONITORAGGIO INFORMATIZZATO E TRASPORTO COSE ALL INTERNO E TRA LE VARIE SEDI ISTAT DI ROMA CAPITOLATO TECNICO 1 INDICE 1. OGGETTO

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

L impianto elettrico nei piccoli cantieri edili

L impianto elettrico nei piccoli cantieri edili Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia AZIENDE PER I SERVIZI SANITARI DIPARTIMENTI DI PREVENZIONE Servizi Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ufficio Operativo dd. 29/09/2011 L impianto elettrico

Dettagli

CONSORZIO VALLE CRATI

CONSORZIO VALLE CRATI CONSORZIO VALLE CRATI ART. 31 Dlgs 267/2000 87036 RENDE (CS) Nr. 17 DETERMINAZIONE DELL UFFICIO TECNICO Del 16.10.2014 Prot. nr. 1833 OGGETTO: Gestione tecnica, operativa ed amministrativa di manutenzione

Dettagli

Guida pratica per i contratti pubblici di servizi e forniture

Guida pratica per i contratti pubblici di servizi e forniture PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Segretariato Generale Dipartimento per le Politiche di Gestione e di Sviluppo delle Risorse Umane DIPRU 2 Guida pratica per i contratti pubblici di servizi e forniture

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Linee Guida su criteri e modalità applicative per la valutazione del valore di rimborso degli impianti di distribuzione del gas naturale 7 Aprile 2014 Indice Parte I

Dettagli

Calcolo delle linee elettriche a corrente continua

Calcolo delle linee elettriche a corrente continua Calcolo delle linee elettriche a corrente continua Il calcolo elettrico delle linee a corrente continua ha come scopo quello di determinare la sezione di rame della linea stessa e la distanza tra le sottostazioni,

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014)

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) Protocollo RC n. 28105/14 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) L anno duemilaquattordici, il giorno di martedì trenta del mese di dicembre, alle

Dettagli

Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture

Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture DOCUMENTO BASE Problematiche applicative delle disposizioni in materia di opere a scomputo degli oneri di urbanizzazione

Dettagli

Nuova edificazione in prossimità di un elettrodotto esistente

Nuova edificazione in prossimità di un elettrodotto esistente tel. 055.32061 - fax 055.5305615 PEC: arpat.protocollo@postacert.toscana.it p.iva 04686190481 Nuova edificazione in prossimità di un elettrodotto esistente Guida pratica per le informazioni sulle fasce

Dettagli

RICHIESTA DI SUBAPPALTO ATTIVITÀ IN TITOLO I E IN TITOLO IV

RICHIESTA DI SUBAPPALTO ATTIVITÀ IN TITOLO I E IN TITOLO IV RICHIESTA DI SUBAPPALTO ATTIVITÀ IN TITOLO I E IN TITOLO IV DOCUMENTI A CURA DELL APPALTATORE DA INOLTRARE ALL AREA ACQUISTI ALMENO 10 GIORNI PRIMA DELLA DATA PRESUNTA DI INIZIO LAVORI (DA ALLEGARE ALLA

Dettagli

GUIDA ALLE PROCEDURE PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO ELETTRICO e/o ELETTRONICO IN AMBITO PRIVATO

GUIDA ALLE PROCEDURE PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO ELETTRICO e/o ELETTRONICO IN AMBITO PRIVATO Delibera n. 1036/10 Consiglio Direttivo 08/02/2010 GUIDA ALLE PROCEDURE PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO ELETTRICO e/o ELETTRONICO IN AMBITO PRIVATO in APPLICAZIONE DI Codice Civile

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete.

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete. Premessa. La traccia di questo anno integra richieste che possono essere ricondotte a due tipi di prove, informatica sistemi, senza lasciare spazio ad opzioni facoltative. Alcuni quesiti vanno oltre le

Dettagli

Attualmente per il lotto 2 servizio di Pulizie, disinfestazioni e piccoli traslochi sono assunti nr 15 operatori così suddivisi:

Attualmente per il lotto 2 servizio di Pulizie, disinfestazioni e piccoli traslochi sono assunti nr 15 operatori così suddivisi: Quesito nr. 1 gara Global Service Siamo a chiedere, con la presente, di poter conoscere il nome degli attuali gestori dei servizi relativi ai lotti 1 e 2? Risposta al Quesito nr. 1 L'attuale gestore del

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA. PREORDINATA ALL AFFIDAMENTO AI SENSI DEL D. LGS. 163/06 DEI SERVIZI DI PULIZIA DEI LOCALI, DEGLI IMPIANTI SPORTIVI E DELLE ATTREZZATURE PRESSO IL CENTRO SPORTIVO DELLA

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

TABELLA OBBLIGO-FACOLTÀ DAL 3 OTTOBRE 2013 Strumenti del Programma di razionalizzazione degli acquisti

TABELLA OBBLIGO-FACOLTÀ DAL 3 OTTOBRE 2013 Strumenti del Programma di razionalizzazione degli acquisti TABELLA OBBLIGO-FACOLTÀ DAL 3 OTTOBRE 2013 Strumenti del Programma di razionalizzazione degli acquisti Merceologia Importo Amministrazioni statali Amministrazioni regionali i Enti del servizio sanitario

Dettagli

Bando di concorso per opere d arte

Bando di concorso per opere d arte MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI PROVVEDITORATO INTERREGIONALE ALLE OO.PP. PER IL LAZIO ABRUZZO E SARDEGNA Bando di concorso per opere d arte Art. 1 Oggetto del concorso Il Provveditorato

Dettagli

LE GESTIONI INDIRETTE DEI SERVIZI SOCIALI ED EDUCATIVI FORMULE E PROCEDURE DI AFFIDAMENTO.

LE GESTIONI INDIRETTE DEI SERVIZI SOCIALI ED EDUCATIVI FORMULE E PROCEDURE DI AFFIDAMENTO. LE GESTIONI INDIRETTE DEI SERVIZI SOCIALI ED EDUCATIVI FORMULE E PROCEDURE DI AFFIDAMENTO. 1 GESTIONI INDIRETTE DI SERVIZI SOCIO-EDUCATIVI SISTEMI CONTRATTUALI CONCESSIONE APPALTO CONVENZIONE ( ONLUS,

Dettagli