POLITECNICO DI TORINO Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "POLITECNICO DI TORINO Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica"

Transcript

1 POLITECNICO DI TORINO Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica STRALCIO DELLA TESI DI LAUREA Analisi e valutazioni su un impianto fotovoltaico connesso alla rete Candidato Fabio Laguardia Relatore Prof. G.V. Fracastoro Ottobre 2004 Analisi e valutazioni sull impianto fotovoltaico di Via Valeggio 5 1

2 SOMMARIO 1 DESCRIZIONE DELL IMPIANTO DESCRIZIONE TECNICA DEI MODULI Dati elettrici: Dati termici : DESCRIZIONE TECNICA DEGLI INVERTER DI CONNESSIONE A RETE Ingresso dal solare MPPT Uscita verso la rete Monitoraggio DESCRIZIONE DEL SISTEMA DI MONITORAGGIO DATI DI PRODUZIONE ELETTRICA ANNUALE E VALUTAZIONE DEL RISPARMIO ENERGETICO CALCOLO DEL RISPARMIO TEORICO DI ENERGIA ELETTRICA NECESSARIA AL RAFFRESCAMENTO ESTIVO Analisi e valutazioni sull impianto fotovoltaico di Via Valeggio 5 2

3 L IMPIANTO FV DI VIA VALEGGIO 5 E IL SISTEMA DI MONITORAGGIO 1 DESCRIZIONE DELL IMPIANTO L impianto connesso alla rete installato sull edificio della Provincia di Torino in via Valeggio 5, ha una potenza di picco pari a 15,84 kw P ed è stato uno dei primi impianti realizzati con incentivo statale nell ambito del Programma Nazionale Tetti Fotovoltaici. Il generatore è costituito da 144 moduli da 110 W P, raggruppati in 6 sottocampi da 24 moduli ciascuna, per un area complessiva di circa 125 m 2. I sottocampi sono composti da 6 stringhe in parallelo tra di loro, e ogni stringa è costituita da 4 moduli in serie. La potenza nominale di ciascun sottocampo è di W P. Per convertire l energia elettrica in corrente continua prodotta dai moduli in energia in corrente alternata sono stati adottati 6 inverter monofase da 2,5 kva ciascuno, posizionati nel sottotetto. Il campo fotovoltaico è stato installato in parte sulla falda del tetto della facciata rivolta a Sud-Ovest e in parte sulla facciata stessa (posteriore) dell edificio, in modo da realizzare una struttura frangisole in grado di ridurre il carico termico estivo agente sulla facciata. I moduli posizionati sul tetto hanno la stessa inclinazione della falda pari a 24, quelli sulla facciata sono invece inclinati di 36. L azimut della superficie dei pannelli esposti alla radiazione solare è di circa (contato positivo verso Ovest). Nell installazione dei moduli sul tetto e sulla facciata si è cercato di posizionarli nel modo migliore possibile compatibilmente con lo spazio a disposizione, cercando di ridurre al minimo gli ombreggiamenti dovuti ad elementi dell edificio stesso e tenendo conto del tipo di collegamento tra i moduli. Così, sulla facciata sono presenti 5 strutture frangisole: dal piano terra fino al 4 piano ogni struttura è costituita da 20 moduli, posizionati uno accanto all altro in modo da schermare la radiazione su 4 finestre per piano; al 5 piano ci sono 12 moduli che ombreggiano 2 3 finestre. In totale sono 92 moduli da 110 W P inclinati di 36 con effetto schermante. I rimanenti =52 moduli sono disposti su tre file sul tetto, inclinati di 24, in modo da occupare lo spazio a disposizione evitando il più possibile gli ombreggiamenti dovuti ad elementi dell edificio stesso. Gli elementi che fanno da ostacolo alla radiazione diretta sul tetto sono il camino e il sottoscala. Le file sul tetto sono cosi costituite a partire da quella più in basso: 19,16,17 moduli. Lo schema del posizionamento dei moduli sul tetto e sulla facciata è rappresentato in fig. 1 e 2. Analisi e valutazioni sull impianto fotovoltaico di Via Valeggio 5 3

4 VIA VALEGGIO scala camino Figura 1 Vista in pianta dei moduli sul tetto dal lato sud-ovest (rappresentazione schematica) condotto dell aria Figura 2 Prospetto della facciata sud-ovest (rappresentazione schematica) Questa disposizione chiaramente incide sui collegamenti che costituiscono i sottocampi: - Il sottocampo n.1 è costituito da 20 moduli posizionati sul piano terra della facciata e da 4 moduli del piano superiore; - Il sottocampo n.2 è costituito da 16 moduli del primo piano e da 8 del secondo; Analisi e valutazioni sull impianto fotovoltaico di Via Valeggio 5 4

5 - Il sottocampo n.3 è costituito da 12 moduli del secondo piano e da 12 del terzo; - Il sottocampo n.4 è costituito da 8 moduli del terzo piano, 12 del quarto e da 4 moduli del tetto. - Il sottocampo n.5 è costituito da 24 moduli posizionati sulla parte sinistra del tetto (a sinistra considerando la vista dall alto o la facciata di fronte) - Il sottocampo n.6 è costituito da 24 moduli posizionati sulla parte destra del tetto. Il sottocampo 4 si trova quindi ad avere 20 moduli inclinati di 36 e 4 moduli inclinati di 24, pertanto presenta già in partenza delle perdite di mismatching; non è stato infatti possibile posizionare gli altri 4 moduli collegati in serie sul 4 piano della facciata per ragioni di spazio. Lo schema dei collegamenti dei moduli che costituiscono il sottocampo è illustrato in fig. 3: i 6 diodi di blocco in serie ai 4 moduli intervengono nel caso di differenza di tensione tra le 6 stringhe. Figura 3 Configurazione parallelo di serie dei sottocampi FV di via Valeggio 1.1 DESCRIZIONE TECNICA DEI MODULI - Marca: Siemens - Modello: SM110/24V - Materiale : silicio monocristallino Dati elettrici: - Configurazione: 24 V - Potenza nominale P MAX (±5%) : 110 W P - Corrente di corto circuito I sc : 3,45 A - Tensione a vuoto U oc : 43,5 V - Corrente nominale I M : 3,15 A - Tensione nominale U M : 35 V Dati termici : - Noct : 45±2 C - Coefficiente termico della tensione a vuoto β (cella) : -0,0034 V/ C - Coefficiente termico della corrente di corto circuito α : 0,0004 A/ C Garanzia di funzionamento: 25 anni - Peso: 11,5 kg - Dimensioni in mm : Superficie complessiva : 0,86856 m 2 Analisi e valutazioni sull impianto fotovoltaico di Via Valeggio 5 5

6 - Composizione del modulo : 72 celle in serie,disposte in 6 file da 12, 3 diodi di by-pass in antiparallelo ogni 24 celle.(fig. 4) - Efficienza del modulo FV in condizioni nominali η (STC) = 12,66 % - Fill factor in condizioni nominali FF (STC) : 0,735 Figura 4 Dimensioni e disposizione dei diodi di by-pass nel modulo SM110/24V La superficie delle celle su cui incide la radiazione solare è stata sottoposta ad un processo di testurizzazione allo scopo di ridurre le perdite per riflessione (processo TOPS) 1.2 DESCRIZIONE TECNICA DEGLI INVERTER DI CONNESSIONE A RETE - Marca: Mastervolt - Modello: Sunmaster Ingresso dal solare - Tensione di avvio : 88 V - Tensione massima : 200 V - Corrente massima : 20 A - Potenza : 2500 W continuativa a 40 C - Potenza di picco : 3400 W P - Consumo da solare con carico nullo : < 4 W MPPT - Sistema di inseguimento del punto di massima potenza MPPT con il metodo del tracking percentuale - Efficienza dell MPPT : da 750 W di carico, circa il 99% Uscita verso la rete - Tensione di rete : 230 V AC nominali ( 207 V minima, 244 V massima ) - Corrente di rete : 11 A nominali, 14 A massimi - Finestra di frequenza operativa : Hz - Fattore di potenza : 0,99-1 a pieno carico - Consumo di potenza in stand-by : < 0,25 W - Efficienza : 91% a 400 W, 94 % max Analisi e valutazioni sull impianto fotovoltaico di Via Valeggio 5 6

7 1.2.4 Monitoraggio Comunicazioni attraverso il display presente sull inverter : - Tensione solare [V], corrente solare [A] - Tensione di rete [V], corrente di rete [A], potenza apparente generata [W] - Energia netta fornita alla rete [kwh] - Ore di funzionamento dell inverter [ore] - Temperatura interna all inverter [ C] - frequenza di rete Dimensioni : mm Peso :18 kg (inverter), 7 kg (scatola di collegamento) Il sistema cerca il punto di massima potenza corrispondente ad una tensione pari 0,78 volte la tensione a vuoto. Ogni 2,5 secondi i moduli sono scollegati dal carico per 0,8 millisecondi. Durante la disconnessione raggiungono la tensione a vuoto che viene misurata dal Sunmaster, il quale subito setta la il punto di lavoro ad una tensione pari a 0,78 volte la tensione misurata. Il settaggio della percentuale (78 % è il valore di default) può essere modificato tramite il display. L intervallo di settaggio è tra il 68% 88 %. 1.3 DESCRIZIONE DEL SISTEMA DI MONITORAGGIO Già gli inverter Sunmaster sono forniti di un display che permette di visualizzare le grandezze elettriche (tensione, corrente, energia prodotta in corrente alternata) a monte e a valle del dispositivo di conversione DC/AC. I dati complessivi di tensione solare, corrente solare, potenza in corrente continua complessiva di 144 moduli ed energia complessiva in corrente alternata erogata dalla messa in funzione dell impianto vengono trasmessi ad un giornale luminoso, un display di grandi dimensioni posizionato all ingresso dell edificio. Il dato più significativo è l energia complessivamente prodotta in kwh, ottenuta come somma delle energie misurate dai singoli inverter. Il contatore, posizionato nel sottotetto immediatamente a valle dei 6 inverter, registra un valore di energia inferiore, circa il 3% in meno, dovuto con molta probabilità alla differente lettura dello strumento rispetto ai valori registrati dagli inverter. In genere la misura del contatore dovrebbe essere più attendibile. L impianto della Provincia di Torino dispone poi di un ulteriore e più completo sistema di monitoraggio che consente di rilevare: - temperatura dell aria esterna [ C] - temperatura di un modulo [ C] - irraggiamento solare [W/m 2 ] - potenza in corrente continua prodotta da ogni sottocampo FV [W] - potenza in corrente alternata in uscita dall inverter [W] Il sistema è costituito da un data logger (MODAS 1217) al quale arrivano i segnali elettrici degli strumenti di misura; i dati raccolti arrivano poi ad un PC mediante cavo RS 232 dotato di un software per l elaborazione e la visualizzazione. Gli strumenti di misura adottati sono: - Una termoresistenza Pt100 posizionata all ombra sul tetto per rilevare la temperatura dell aria. - Una termoresistenza Pt100 posizionata a contatto con una cella di un modulo FV sul tetto per rilevarne la temperatura. - Un solarimetro Kipp e Zonen posizionato sul tetto inclinato come i moduli a 24 che misura la radiazione globale (diretta + riflessa + albedo) incidente sui moduli. - 6 amplificatori con separazione galvanica che misurano la potenza in ingresso agli inverter. - 6 contatori di energia ad impulsi che forniscono la potenza attiva monofase in uscita dagli inverter. Analisi e valutazioni sull impianto fotovoltaico di Via Valeggio 5 7

8 Sul software per MODAS 1217 vengono visualizzati i valori istantanei di 30 canali ogni 2 secondi. I primi due canali sono relativi alle temperature dell aria e del modulo, sui canali dal 3 all 8 ci sono le potenze dei sottocampi in corrente continua P DC -1 P DC -6, sui canali dal 9 al 14 le potenze attive in corrente alternata P AC- 1, P AC- 6, sul canale 15 c è l irraggiamento G(24 ). I canali 16 e17 sono vuoti. Il software calcola la potenza in corrente continua dividendo l energia E AC misurata per il tempo di campionamento della misura (SCAN TIME). Sui canali dal 18 al 30 sono state posizionate altre grandezze ottenute tramite formule matematiche dalle grandezze misurate: PAC - Il rendimento η BOS (%) = 100 (1) G PDC( NOM ) 1000 (canale 18 = η BOS-1., canale 23 = η BOS-6 ) P DC(NOM) : potenza in corrente continua nominale di un sottocampo pari a 2640 W P = W P PAC - Il rendimento degli inverter η inv (%) = 100 (2) PDC (canale 24 = η inv -1, canale 29 = η inv -6 ) PAC 1 - Un rendimento complessivo degli inverter η inv (%) = 100 (canale 30 ) (3) TOT 6 P I valori relativi ai rendimenti degli inverter sono un dato molto significativo perché consente di tenere sottocontrollo il loro funzionamento. L efficienza di queste macchine, infatti, deve essere sempre maggiore del 90% già a basse potenze di ingresso (15 20 % della potenza nominale) e valori inferiori sarebbero indicativi di un malfunzionamento, a meno di errori degli strumenti di misura. Indicativi del buon funzionamento del sistema sono anche i dati relativi al rendimento del sistema η BOS : dalla condizione indicata nella verifica tecnica P >,75 P / 1000, ne deriva che Analisi e valutazioni sull impianto fotovoltaico di Via Valeggio 5 8 AC 6 1 DC 0 DC( NOM ) G η BOS deve essere maggiore del 75%. Il limite di questa formula sta nel fatto che utilizza G misurato a 24 anche per i sottocampi che sono invece inclinate di 36 rispetto all orizzontale. Pertanto i valori di η BOS-5 e η BOS-6 sono corretti, quelli di η BOS-1, η BOS-4 sono solo indicativi, dal momento che, considerando G ( 24 ) G(36 ), si commette un errore non sempre trascurabile. Il software registra il valor medio dei dati acquisiti in un tempo di 10 minuti e consente di visualizzarli su di un grafico, fino a 4 canali contemporaneamente. Il tempo medio di registrazione dei dati detto MEAN TIME è comunque una scelta effettuata da chi ha installato il programma (il MEAN TIME minimo è 1 minuto, quello massimo è 1 ora). Il tempo di campionamento, SCAN TIME, è fissato sui 2 secondi. Il software elabora poi altri dati estremamente significativi che vengono visualizzati direttamente in rete sul sito della provincia di Torino: - La quantità di energia radiativa in kwh/m 2 incidente sui moduli (valori giornalieri, mensili, annuali) - La quantità di energia elettrica prodotta dall impianto in kwh (valori giornalieri, mensili, annuali) - Il rendimento η BOS non di una singola sottocampo ma di tutto il sistema. Vengono forniti i valori energetici e di efficienza orari, giornalieri, mensili e annuali ottenuti per integrazione di quelli registrati ogni 10 minuti sommando tutti e 6 i sottocampi del generatore.

9 2 DATI DI PRODUZIONE ELETTRICA ANNUALE E VALUTAZIONE DEL RISPARMIO ENERGETICO I dati giornalieri, mensili e annuali di radiazione ed energia prodotta, forniti in rete dal sistema di monitoraggio non possono essere considerati del tutto attendibili. Essi sono ottenuti per integrazione di quelli registrati ogni dieci minuti sommando tutti e sei i sottocampi del generatore. L errore di off-set del solarimetro pari a circa W/m 2, sommato per un mese, da un errore di sovrastima della radiazione di almeno 0,84 kwh/m 2 /giorno e di 26 kwh/m 2 /mese. In percentuale un tale errore può essere altissimo nel periodo invernale (anche il 20%), mentre è ovviamente minore nel periodo estivo. I dati del sistema forniscono tuttavia un valore orientativo dell andamento delle due grandezze nel tempo. L efficienza η BOS calcolata dal sistema con la formula (1): η BOS PAC (%) = 100 G PDC( NOM ) 1000 assume valori decisamente inferiori rispetto a quelli previsti nella verifica tecnica (η BOS > 0,75), oltre che per le elevate perdite per mismatching, anche a causa della sottostima dell energia prodotta. Per una maggiore precisione nei dati di produzione è stato fatto riferimento ai valori del contatore generale di energia elettrica erogata dall impianto e ai contatori parziali dei singoli inverter. Lo scostamento tra la somma delle energie misurate dai singoli inverter e l energia misurata dal contatore generale è del 2,7%. L impianto ha prodotto in due anni (giugno 2002-giugno 2004) circa kwh; il dato di energia erogata aggiornato al 21 settembre 04 è di kwh. In tabella 1 sono indicati i valori di energia prodotta dai sei sottocampi di uguale area (20,84 m 2 ) nel periodo intercorso tra giugno 2002 e settembre Dalla tabella si evince che il sottocampo che ha erogato l energia maggiore è stato il n. 5, posizionato sulla parte sinistra del tetto (verso ovest). Complessivamente i sottocampi n. 4, 5 e 6 hanno prodotto circa la stessa energia, sebbene ombreggiati in modo differente durante il giorno. Dalla tabella è anche possibile valutare l effetto delle perdite per mismatching dovute ad ombreggiamento parziale e totale (polveri), che risulta maggiora sulle strutture frangisole dei piani bassi. Il sottocampo n.1 ha prodotto circa 1/3 del n. 4, posizionato ai piani alti dell edificio. Nel diagramma di fig. 5 sono riportati i valori di energia prodotta in percentuale dai sei sottocampi. Sottocampo E AC [kwh] , , , , , ,45 Totale impianto ,28 Tabella 9.1 Energia complessivamente prodotta dai sei sottocampi. Analisi e valutazioni sull impianto fotovoltaico di Via Valeggio 5 9

10 Ripartizione dell'energia prodotta dai 6 sottocampi di uguale area (20,8 m 2 ) E AC -i /E AC TOT Tetto 6 19,3% Frangisole 1 12,6% Frangisole 2 13,5% Tetto 5 20,1% Frangisole 3 15,5% Frangisole 4 19,0% Figura 5 ripartizione dell energia prodotta dai 6 sottocampi di uguale area Teoricamente i moduli sul tetto dei sottocampi 5 e 6 dovrebbero produrre il 33% dell energia complessiva, in realtà a causa delle maggiori perdite nei frangisole, la loro quota di energia prodotta è circa pari al 40% (valore medio in due anni). Nell anno 2003 la produzione di energia elettrica è stata di circa kwh/anno, inferiore alla stima del progettista che era di kwh/anno per un anno tipo (9% in meno). Non potendo confrontare correttamente i dati di radiazione globale a 24 e 36 calcolati a partire dai dati storici orizzontali con la radiazione annuale misurata dal solarimetro di via Valeggio, si è effettato il confronto sui valori di radiazione orizzontale. I dati storici e quelli misurati dal solarimetro Orbassano per i vari mesi dell anno 2003 sono riportati in tabella 2. mese H gh [kwh/m 2 /mese] ("Orbassano") H gh [kwh/m 2 /mese] (valori storici) deltah % gen-03 43,59 46,10-5% feb-03 60,95 61,99-2% mar ,94 106,61-3% apr ,73 141,63-17% mag ,11 172,58-9% giu ,82 185,37 0% lug ,84 199,76-4% ago ,13 170,16-2% set ,75 123,36-6% ott-03 63,79 79,89-20% nov-03 32,92 45,48-28% dic-03 35,28 38,53-8% annuale 1271, ,46-7% tabella 2 Radiazione globale orizzontale mensile storica e misurata nel La riduzione della radiazione solare annua del 7% rispetto al dato storico è dovuta soprattutto alla forte diminuzione nei mesi autunnali (ottobre e novembre). Analisi e valutazioni sull impianto fotovoltaico di Via Valeggio 5 10

11 Il 7% in meno di radiazione globale orizzontale nel 2003 sembrerebbe attendibile e giustificherebbe la riduzione di energia prodotta di circa il 9% rispetto al valore stimato con la radiazione storica. Per valutare in modo orientativo la potenza prodotta dall impianto nei vari mesi dell anno nel periodo di monitoraggio, si è utilizzata un ipotesi correttiva per i valori misurati. Dall esame di diverse giornate si è determinata l efficienza media giornaliera degli inverter misurata dai sensori: 87% η INV ( MIS) Essendo l efficienza reale dei convertitori mediamente intorno al 90% (inferiore al 90% solo per valori di P AC <0,15%), i valori di energia misurati E AC sono stati opportunamente corretti: 0,9 E AC, CORR = E AC, MIS 0,87 L energia corretta E AC,CORR, prodotta dall impianto nel periodo luglio 2003-agosto 2004 è stata riportata sul grafico di fig. 6. E AC [kwh] 3000 Energia prodotta dall'impianto in un anno di monitoraggio lug-03 ago-03 set-03 ott-03 nov-03 dic-03 gen-04 feb-04 mar-04 Tempo apr-04 mag-04 giu-04 lug-04 ago-04 Figura 6 Energia prodotta dall impianto in un anno di monitoraggio In un anno esatto di monitoraggio (luglio 03-giugno 04) sono stati prodotti circa kwh. Nel periodo tra giugno e luglio 04 la produzione ha subito un ulteriore diminuzione per via dei lavori eseguiti sulla facciata sud-ovest: le strutture frangisole sono state ricoperte da uno strato antipolvere che ha ridotto la loro efficienza del 10% circa. Inoltre non essendo stata ancora effettuata una manutenzione sull impianto, nei mesi del 2004 rispetto al 2003 c è stato un ulteriore aumento delle perdite per sporcamento dei pannelli, soprattutto sui frangisole dei piani bassi. 2.1 CALCOLO DEL RISPARMIO TEORICO DI ENERGIA ELETTRICA NECESSARIA AL RAFFRESCAMENTO ESTIVO Utilizzando i valori storici di radiazione oraria giornaliera media mensile si è calcolato il carico termico giornaliero entrante dalle 19 finestre in presenza e in assenza di elemento schermante. I risultati ottenuti sono visibili in tabella 3 (giorno medio di riferimento è il 15 di ogni mese). Analisi e valutazioni sull impianto fotovoltaico di Via Valeggio 5 11

12 Riduzione del carico termico giornaliero medio mensile Q SV (g) Q FR (g) Q RISP (g) Risparmio giornaliero in % mese maggio 165,6 98,4 67,2 41% giugno 164,0 93,8 70,2 43% luglio 177,5 100,6 76,9 43% agosto 183,8 113,2 70,6 38% settembre 182,7 126,7 56,0 31% Tabella 3 Carichi termici evitati e risparmio giornaliero medio mensile nell anno tipo Nel calcolo del carico termico entrante dalla 19 finestre senza frangisole si è trascurata al riduzione di esso dovuta alla presenza di altri elementi schermanti come l edificio ad ovest della facciata, che determina l annullamento della componente diretta nelle ore tardo-pomeridiane. L energia termica giornaliera entrante dalle superfici vetrate in presenza dei frangisole è ridotta di oltre il 40% nei mesi più caldi; l effetto schermante risulta particolarmente efficace nelle ore centrali del giorno, durante le quali la frazione soleggiata è praticamente nulla e il fattore di ombreggiamento orario inferiore a 0,5. Il risparmio teorico di energia elettrica per effetto schermante dipende dall efficienza del condizionatore. Per l edificio di via Valeggio 5 sono stati adottati due gruppi di refrigerazione con condensatore ad acqua e due torri evaporative. In condizioni nominali con temperatura ambiente di 32 C, temperatura dell acqua all ingresso del condensatore di 26 C, temperatura dell acqua di refrigerazione all uscita dell evaporatore di 7 C e salto termico di 5 C, la potenza frigorifera di un gruppo è pari a Frig/h e la potenza elettrica assorbita è 79,2 kw. In queste condizioni, COP 4. I due chiller sono costituiti da 3 compressori ciascuno e dotati di un sistema di regolazione che in base alla temperatura fissata di uscita dell acqua refrigerante consente la variazione del numero di compressori in funzione. Aumentando la temperatura di uscita dell acqua refrigerata, aumenta l efficienza della macchina frigorifera. Le condizioni reali di funzionamento sono le seguenti : - Temperatura dell acqua di refrigerazione in uscita dall evaporatore : 10 C - Temperatura dell acqua all ingresso del condensatore : 26 C Le prestazioni della macchina frigorifera sono : - Potenza frigorifera Q utile = Frig / h = 352, 5kW - Potenza elettrica assorbita L = 82, 1kW Qutile - COP = 4, 3 L Il risparmio elettrico mensile e quello totale estivo per effetto schermante dei moduli FV è visualizzato in tabella 4. Q RISP (g) Risparmio elettrico teorico giornaliero Q RISP (m) [kwh/mese] Risparmio elettrico teorico mensile [kwh/mese] mese maggio 67,2 15,6 2083,3 484,5 giugno 70,2 16,3 2106,6 489,9 luglio 76,9 17,9 2383,2 554,2 agosto 70,6 16,4 2187,8 508,8 Analisi e valutazioni sull impianto fotovoltaico di Via Valeggio 5 12

13 Q RISP (g) Risparmio elettrico teorico giornaliero Q RISP (m) [kwh/mese] Risparmio elettrico teorico mensile [kwh/mese] mese settembre 56,0 13,0 1680,2 390,7 totale estivo 10441, ,1 Tabella 4 Risparmio elettrico per effetto schermante nei mesi estivi di un anno tipo. Come si evince dalla tabella il risparmio elettrico è piuttosto basso in relazione all energia termica ridotta; questo è dovuto all elevata efficienza dei gruppi di condizionamento adottati. Un impianto di refrigerazione con condensatore ad aria ha dei costi inferiori rispetto al condensatore ad acqua, ma anche efficienze inferiori. Mediamente : - impianto con condensatore ad acqua COP = impianto con condensazione ad aria COP = 2,5 3 Questo significa che in un edificio che utilizza un impianto con condensatore ad aria il risparmio per effetto schermante risulta maggiore. Se COP = 3 Risparmio elettrico totale estivo per frangisole = kwh. Inoltre probabilmente il sistema di regolazione non è abbastanza sensibile alla diminuzione del carico termico estivo sulle superfici vetrate, per cui la presenza di moduli schermanti sulle 19 finestre della facciata sud-ovest ha effetti solo in termini di comfort termico e non in termini economici. L energia prodotta dai frangisole nell anno tipo può essere quindi confrontata con il risparmio sui consumi di condizionamento estivo (fig.7). Moduli frangisole: risparmio teorico elettrico per energia prodotta e per effetto schermante E [k Wh] mag giu lug ago set Tempo energia producibile Effetto schermante Figura 9.5 risparmio elettrico per energia prodotta e per effetto schermante A parità di radiazione incidente, il risparmio elettrico per la riduzione del carico termico sensibile nei mesi estivi è quasi pari al 50% dell energia producibile e il valore sarebbe ancora più elevato con un COP del condizionatore inferiore. Si è comunque scelto di mettere sullo stesso piano un effetto reale, l energia elettrica prodotta, con un effetto ipotetico quale il risparmio elettrico dei consumi, strettamente dipendente dalla sensibilità del condizionatore alla variazione del carico termico. Analisi e valutazioni sull impianto fotovoltaico di Via Valeggio 5 13

ANALISI DELL IMPIANTO FOTOVOLTAICO

ANALISI DELL IMPIANTO FOTOVOLTAICO n ANALISI DELL IMPIANTO FOTOVOLTAICO Il presente progetto è relativo alla realizzazione di un impianto di produzione di energia elettrica tramite conversione fotovoltaica, avente una potenza di picco pari

Dettagli

1 GENERALITA pag. 3 2 PREMESSE pag. 3 3 IRRADIAZIONE GIORNALIERA MEDIA MENSILE SUL PIANO ORIZZONTALE pag. 3 4 CRITERIO GENERALE DI PROGETTO pag.

1 GENERALITA pag. 3 2 PREMESSE pag. 3 3 IRRADIAZIONE GIORNALIERA MEDIA MENSILE SUL PIANO ORIZZONTALE pag. 3 4 CRITERIO GENERALE DI PROGETTO pag. INDICE 1 GENERALITA pag. 3 2 PREMESSE pag. 3 3 IRRADIAZIONE GIORNALIERA MEDIA MENSILE SUL PIANO ORIZZONTALE pag. 3 4 CRITERIO GENERALE DI PROGETTO pag. 4 4.1 Criterio di stima dell energia prodotta pag.

Dettagli

ANALISI DELL IMPIANTO FOTOVOLTAICO

ANALISI DELL IMPIANTO FOTOVOLTAICO ANALISI DELL IMPIANTO FOTOVOLTAICO Il presente progetto è relativo alla realizzazione di un impianto di produzione di energia elettrica tramite conversione fotovoltaica, avente una potenza di picco pari

Dettagli

ANALISI DELL IMPIANTO FOTOVOLTAICO

ANALISI DELL IMPIANTO FOTOVOLTAICO ANALISI DELL IMPIANTO FOTOVOLTAICO Il presente progetto è relativo alla realizzazione di un impianto di produzione di energia elettrica tramite conversione fotovoltaica, avente una potenza di picco pari

Dettagli

Energia Solare Fotovoltaica

Energia Solare Fotovoltaica Energia Solare Fotovoltaica Sezione 5 Il Progetto di un impianto fotovoltaico Corso di ENERGETICA A.A. 011/01 Docente: Prof. Renato Ricci Dipartimento di Ingegneria Industriale e Scienze Matematiche Dati

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. Impianto: Comune: Descrizione: Committente: Progettista: SANT'ANTIOCO (CI) Progettazione Impianto da 4 kw Mario Pintus

RELAZIONE TECNICA. Impianto: Comune: Descrizione: Committente: Progettista: SANT'ANTIOCO (CI) Progettazione Impianto da 4 kw Mario Pintus RELAZIONE TECNICA Impianto: Comune: Descrizione: Committente: Progettista: SANT'ANTIOCO (CI) Progettazione Impianto da 4 kw Mario Pintus Il progettista Sant'Antioco, 06/04/2011 pag. 1 Informazioni Generali

Dettagli

Metodologia di monitoraggio Impianti fotovoltaici

Metodologia di monitoraggio Impianti fotovoltaici Metodologia di monitoraggio Impianti fotovoltaici Per effettuare il monitoraggio degli impianti fotovoltaici è stato scelto il metodo di acquisizione dati proposto dal Dott. Ing. F. Spertino, Dott. Ing.

Dettagli

Relazione impianto fotovoltaico

Relazione impianto fotovoltaico Relazione impianto fotovoltaico 1.1 Generalità L impianto, oggetto del presente documento, si propone di conseguire un significativo risparmio energetico per la struttura che lo ospita, costituita dal

Dettagli

Esempi di Progettazione Fotovoltaica. Relatore: Ing. Raffaele Tossini

Esempi di Progettazione Fotovoltaica. Relatore: Ing. Raffaele Tossini Esempi di Progettazione Fotovoltaica ESEMPI:IMPIANTO DA 55 KWP Radiazione solare ESEMPI:IMPIANTO DA 55 KWP DIAGRAMMA DELLE OMBRE ESEMPI:IMPIANTO DA 55 KWP ESEMPI:IMPIANTO DA 55 KWP INVERTER ESEMPI:IMPIANTO

Dettagli

Il monitoraggio giornaliero e il collaudo in potenza degli impianti fotovoltaici

Il monitoraggio giornaliero e il collaudo in potenza degli impianti fotovoltaici POLITECNICO DI TORINO Dipartimento di Ingegneria Elettrica F.Spertino, DELET, POLITECNICO DI TORINO Il monitoraggio giornaliero e il collaudo in potenza degli impianti fotovoltaici F. Spertino Dip. Ingegneria

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI Prof. Ing. Francesco Zanghì - Prof. Arch. Pasquale Falconetti IMPIANTI FOTOVOLTAICI AGGIORNAMENTO 15/05/2013 ENERGIA SOLARE e IRRAGGIAMENTO

Dettagli

SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA. PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI DI POTENZA NOMINALE NON SUPERIORE A 20 kw CONNESSI ALLA RETE

SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA. PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI DI POTENZA NOMINALE NON SUPERIORE A 20 kw CONNESSI ALLA RETE SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI DI POTENZA NOMINALE NON SUPERIORE A 20 kw CONNESSI ALLA RETE SCOPO Lo scopo della presente specifica è quello di fornire le

Dettagli

1. Valutazione produzione impianto fotovoltaico

1. Valutazione produzione impianto fotovoltaico 1. Valutazione produzione impianto fotovoltaico 1.1 Posizione ed orientamento del campo fotovoltaico Località (provincia) co Como (a) Latitudine 45,77 (b) Azimut (- est / + ovest) 0 (c) Tilt - Angolo inclinazione

Dettagli

ASSESSORATO ALLE ATTIVITA PRODUTTIVE SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA

ASSESSORATO ALLE ATTIVITA PRODUTTIVE SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA ALLEAGATO A1 SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI DI POTENZA NOMINALE NON SUPERIORE A 20 kw CONNESSI ALLA RETE SCOPO Lo scopo della presente specifica è quello di

Dettagli

rendimento di un impianto) 4. Superficie a disposizione. Se si dispone di uno spazio sufficientemente

rendimento di un impianto) 4. Superficie a disposizione. Se si dispone di uno spazio sufficientemente CRITERI DI DIMENSIONAMENTO Impianti Fotovoltaici - Dimensionamento 1 CRITERI DI DIMENSIONAMENTO Entrano in gioco molteplici fattori, per esempio: 1. Posizione geografica dell impianto (latitudine) 2. Irraggiamento

Dettagli

1. Valutazione produzione impianto fotovoltaico

1. Valutazione produzione impianto fotovoltaico 1. Valutazione produzione impianto fotovoltaico 1.1 Posizione ed orientamento del campo fotovoltaico Località (provincia) co Como (a) Latitudine 45,77 (b) Azimut (- est / + ovest) 0 (c) Tilt - Angolo inclinazione

Dettagli

ESERCITAZIONE IMPIANTI FOTOVOLTAICI APPROFONDIMENTO

ESERCITAZIONE IMPIANTI FOTOVOLTAICI APPROFONDIMENTO ESERCITAZIONE IMPIANTI FOTOVOLTAICI APPROFONDIMENTO STIMA RADIAZIONE SOLARE I Valori di Radiazione si possono ottenere: Approssimati (tabelle, abachi) Stima dell energia su piano orizzontale in base alla

Dettagli

1. Valutazione produzione impianto fotovoltaico

1. Valutazione produzione impianto fotovoltaico 1. Valutazione produzione impianto fotovoltaico 1.1 Posizione ed orientamento del campo fotovoltaico Località (provincia) co Como (a) Latitudine 45,77 (b) Azimut (- est / + ovest) 0 (c) Tilt - Angolo inclinazione

Dettagli

1. Valutazione produzione impianto fotovoltaico

1. Valutazione produzione impianto fotovoltaico 1. Valutazione produzione impianto fotovoltaico 1.1 Posizione ed orientamento del campo fotovoltaico Località (provincia) co Como (a) Latitudine 45,77 (b) Azimut (- est / + ovest) 0 (c) Tilt - Angolo inclinazione

Dettagli

Progettazione, installazione e verifica di un impianto fotovoltaico Francesco Groppi Responsabile GDL2 CEI-CT82

Progettazione, installazione e verifica di un impianto fotovoltaico Francesco Groppi Responsabile GDL2 CEI-CT82 Lo stato dell arte della normativa legislativa e tecnica per impianti elettrici in particolare fotovoltaici Guida CEI 82-25 Sala conferenze CNA, Ragusa 30 Maggio 2009 Progettazione, installazione e verifica

Dettagli

LA PROGETTAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI DI PICCOLA TAGLIA

LA PROGETTAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI DI PICCOLA TAGLIA ENERGIA LA PROGETTAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI DI PICCOLA TAGLIA Ing. Andrea Cantoro Ordine degli Ingegneri della Provincia di Bologna 28 settembre 2006 Definizione La progettazione di un impianto fotovoltaico

Dettagli

Chilowattora (kwh) Unità di misura dell energia elettrica. Un chilowattora è l energia consumata in un ora da un apparecchio utilizzatore da 1 kw.

Chilowattora (kwh) Unità di misura dell energia elettrica. Un chilowattora è l energia consumata in un ora da un apparecchio utilizzatore da 1 kw. Acquirente unico (AU) Acquirente Unico è la società per azioni del gruppo Gestore dei Servizi Energetici GSE Spa, alla quale è affidato per legge il ruolo di garante della fornitura di energia elettrica

Dettagli

2. Impianto fotovoltaico di Soragna

2. Impianto fotovoltaico di Soragna 2. Impianto fotovoltaico di Soragna L impianto considerato nella simulazione è quello dello stabile comunale di Soragna destinato a mensa scolastica, ubicato in Via Veneto 1, Soragna (PR), a 26 m sul livello

Dettagli

prelevarla in un momento successivo per soddisfare i propri consumi.

prelevarla in un momento successivo per soddisfare i propri consumi. Lo scambio sul posto Lo scambio sul posto definisce una nuova regolamentazione del meccanismo che consente, in generale, di immettere in rete l energia elettrica prodotta ma non immediatamente autoconsumata,

Dettagli

SIEL Spa e SIAC Srl. Impianti fotovoltaici. connessi alla rete. grid connected

SIEL Spa e SIAC Srl. Impianti fotovoltaici. connessi alla rete. grid connected SIEL Spa e SIAC Srl Impianti fotovoltaici connessi alla rete grid connected 1 Cella fotovoltaica La cella fotovoltaica è l elemento base del generatore fotovoltaico, è costituita da materiale semiconduttore

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA Un impianto solare fotovoltaico consente di trasformare l energia solare in energia elettrica. Non va confuso con un impianto solare termico, che è sostanzialmente

Dettagli

Realizzazione di impianti fotovoltaici sulle coperture di edifici comunali - annualità 2013 -

Realizzazione di impianti fotovoltaici sulle coperture di edifici comunali - annualità 2013 - Ing. Daniele Panero Piazza Duncanville, 25 12030 Monasterolo di Savigliano (CN) /Fax 0172 373072 Cell. 347 1659240 studio.panero@alice.it C.F. PNR DNL 79C25 B111C C O M U N E d i V O L V E R A P R O V

Dettagli

VERIFICHE E COLLAUDO

VERIFICHE E COLLAUDO Seminario Tecnico GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI Aggiornamenti legislativi, Problematiche tecniche, Problematiche di installazione, Rapporti con gli enti VERIFICHE E COLLAUDO Cesenatico, 25 Giugno 2009 Relatori:

Dettagli

REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE

REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE Comune di MACERATA (MC) REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE Potenza = 10.00 kw Relazione tecnica Impianto: Impianto Fotovoltaico Committente: Terminal

Dettagli

Sun Tracker GALILEO Western CO.

Sun Tracker GALILEO Western CO. Sun Tracker GALILEO Western CO. 1 Descrizione inseguitore. L inseguitore Galileo Western CO. è la soluzione ottimale, in termini di area occupata e prestazioni, per impianti FV da installare a terra o

Dettagli

SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA

SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA Allegato 6 SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA PER LA REALIZZAZIONE DI SISTEMI FOTOVOLTAICI DI POTENZA NOMINALE NON SUPERIORE A 20 kw CONNESSI ALLA RETE PREMESA Ai fini della corretta interpretazione della

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI connessi alla RETE ELETTRICA

IMPIANTI FOTOVOLTAICI connessi alla RETE ELETTRICA ENERGIA SOLARE IMPIANTI FOTOVOLTAICI connessi alla RETE ELETTRICA Prima parte: principi generali Seconda parte: conto energia Dal sito del GSE www.gse.it Il contatore fotovoltaico (06/03/2009) Nuovo conto

Dettagli

La sostenibilità energetica ed ambientale del Palazzo Italia di EXPO 2015: analisi di un edificio nzeb

La sostenibilità energetica ed ambientale del Palazzo Italia di EXPO 2015: analisi di un edificio nzeb La sostenibilità energetica ed ambientale del Palazzo Italia di EXPO 2015: analisi di un edificio nzeb prof. Ing. Livio de Santoli livio.desantoli@uniroma1.it La normativa ed il ruolo dell efficienza energetica

Dettagli

Il TUO IMPIANTO ENERGENIA. Persona fisica. Bari. - gen feb mar apr mag giu lug ago set ott nov dic 3,00 2,88. kw potenza contatore

Il TUO IMPIANTO ENERGENIA. Persona fisica. Bari. - gen feb mar apr mag giu lug ago set ott nov dic 3,00 2,88. kw potenza contatore IMPIANTO FOTOVOLTAICO DI 2,00 kwp TIPO DI IMPIANTO DIMENSIONAMENTO N. Richiedente - preferenze Nome Cognome Indirizzo Il TUO IMPIANTO ENERGENIA Telefono Tipologia del richiedente Persona fisica Sito Comune

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI: VALUTAZIONI SULLA FATTIBILITA E CONVENIENZA ECONOMICA

IMPIANTI FOTOVOLTAICI: VALUTAZIONI SULLA FATTIBILITA E CONVENIENZA ECONOMICA VALUTAZIONI SULLA FATTIBILITA E CONVENIENZA ECONOMICA partner of: 13.10.2008 1 IRRAGGIAMENTO SOLARE - E l energia irradiata dal sole a seguito della fusione dell idrogeno in elio - Trasferimento dell energia

Dettagli

Relazione tecnica dell impianto fotovoltaico

Relazione tecnica dell impianto fotovoltaico Relazione tecnica dell impianto fotovoltaico di Potenza: 13,20 kwp Località: Crotone Soggetto Responsabile: Iride s.r.l. Luogo e data Il Tecnico -------------------- RELAZIONE TECNICA DATI PROGETTISTA

Dettagli

Il pannello FV. Esempi di pannelli al. silicio amorfo di facile integrazione. Esempi di pannelli al. silicio cristallino 41

Il pannello FV. Esempi di pannelli al. silicio amorfo di facile integrazione. Esempi di pannelli al. silicio cristallino 41 Il pannello FV Esempi di pannelli al silicio amorfo di facile integrazione Esempi di pannelli al silicio cristallino 41 IL PANNELLO FV 42 Cassetta di terminazione posta sul retro del modulo tenuta stagna

Dettagli

Calcolo della producibilità di un impianto fotovoltaico

Calcolo della producibilità di un impianto fotovoltaico Calcolo della producibilità di un impianto fotovoltaico UNI/TS 11300-4, Guida CEI 82-25 EDIFICIO INDIRIZZO Edificio di civile abitazione Via G. Puccini 10 - BORGOMANERO (NO) COMMITTENTE INDIRIZZO Sig.

Dettagli

INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI

INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI, azienda giovane, flessibile e dinamica, è presente nel settore delle ENERGIE ALTERNATIVE RINNOVABILI con esperienza e professionalità. Si propone per impianti fotovoltaici

Dettagli

Kit. SOLON SOLkit. In un unica soluzione tutto il necessario per l installazione di un impianto fotovoltaico completo.

Kit. SOLON SOLkit. In un unica soluzione tutto il necessario per l installazione di un impianto fotovoltaico completo. SOLON SOLkit IT SOLON SOLkit. In un unica soluzione tutto il necessario per l installazione di un impianto fotovoltaico completo. Kit fotovoltaico Moduli mono o poli cristallini SOLON ad alta efficienza

Dettagli

PANNELLO FOTOVOLTAICO

PANNELLO FOTOVOLTAICO PANNELLO FOTOVOLTAICO 12.1 7.2007 Il pannello fotovoltaico Riello MFV è di tipo monocristallino, adatto alle applicazioni in cui si richieda in poco spazio elevata potenza. Cornice con 10 fori asolati,

Dettagli

Hotel: Ristrutturazione

Hotel: Ristrutturazione Hotel: Ristrutturazione Energy Planning ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI il software Energy Planning Dati edificio Località Comune: Firenze Zona climatica: D Latitudine:

Dettagli

1. PREMESSA 2. NORMATIVA DI RIFERIMENTO

1. PREMESSA 2. NORMATIVA DI RIFERIMENTO 1. PREMESSA Il presente progetto prevede la realizzazione di un impianto fotovoltaico connesso in rete della potenza di 19.68 kwp da installare sulla copertura del CIMITERO Comunale di Misano Gera D Adda.

Dettagli

PROGETTO SCUOLA. IMPIANTO FOTOVOLTAICO DA 85,10 KWp RELAZIONE TECNICA

PROGETTO SCUOLA. IMPIANTO FOTOVOLTAICO DA 85,10 KWp RELAZIONE TECNICA 1 PROGETTO SCUOLA IMPIANTO FOTOVOLTAICO DA 85,10 KWp RELAZIONE TECNICA COMMITTENTE : COMUNE DI BOBBIO PIAZZA SANTA CHIARA, 2 29022 BOBBIO (PC) 1 GRAZIA MARIACONCETTA PERAZZO (Ingegnere civile,idraulico,sanitario,geometra)

Dettagli

PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO DI UNA CELLA FOTOVOLTAICA

PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO DI UNA CELLA FOTOVOLTAICA PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO DI UNA CELLA FOTOVOLTAICA Una cella fotovoltaica è costituita da materiale semiconduttore opportunamente trattato in relazione alla struttura atomica e alla relativa conduzione

Dettagli

Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected

Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected Per quanto attiene gli impianti connessi alla rete elettrica, vengono qui presentati i criteri di progettazione elettrica dei principali componenti,

Dettagli

Calcoli statistici e calcoli reali in un impianto fotovoltaico Ibrido

Calcoli statistici e calcoli reali in un impianto fotovoltaico Ibrido Calcoli statistici e calcoli reali in un impianto fotovoltaico Ibrido Una piccola premessa tecnica solo per capire perché si è introdotto il concetto di NOCT. Al fine di paragonare le prestazioni di tutti

Dettagli

SETTORE PROGETTAZIONE E MANUTENZIONE OPERE PUBBLICHE SERVIZIO MANUTENZIONE PATRIMONIO, VIABILITA', IMMOBILI STUDIO DI FATTIBILITA'

SETTORE PROGETTAZIONE E MANUTENZIONE OPERE PUBBLICHE SERVIZIO MANUTENZIONE PATRIMONIO, VIABILITA', IMMOBILI STUDIO DI FATTIBILITA' SETTORE PROGETTAZIONE E MANUTENZIONE OPERE PUBBLICHE SERVIZIO MANUTENZIONE PATRIMONIO, VIABILITA', IMMOBILI STUDIO DI FATTIBILITA' PER LA REALIZZAZIONE DELLA RETE FOTOVOLTAICA COMUNALE RELAZIONE TECNICA

Dettagli

Gli impianti fotovoltaici

Gli impianti fotovoltaici Gli impianti fotovoltaici 1. Principio di funzionamento degli impianti fotovoltaici La tecnologia fotovoltaica permette di trasformare direttamente l energia solare incidente sulla superficie terrestre

Dettagli

Guida alla progettazione degli impianti fotovoltaici

Guida alla progettazione degli impianti fotovoltaici Concetti preliminari Un impianto fotovoltaico trasforma direttamente l energia solare in energia elettrica. sso è composto essenzialmente da: moduli o pannelli fotovoltaici; inverter, che trasforma la

Dettagli

Analisi energetica ed economica di una pompa di calore alimentata da impianto fotovoltaico

Analisi energetica ed economica di una pompa di calore alimentata da impianto fotovoltaico Analisi energetica ed economica di una pompa di calore alimentata da impianto fotovoltaico Ing. Deny Paul Darisi ESAEnergie srl Via Stradelle 141 33084 Cordenons PN Ing. Simone Pressacco FCC srl Permasteelisa

Dettagli

Prove sperimentali sugli inverter durante l'esercizio degli impianti FV

Prove sperimentali sugli inverter durante l'esercizio degli impianti FV POLITECNICO DI TORINO Dipartimento di Ingegneria Elettrica Prove sperimentali sugli inverter durante l'esercizio degli impianti FV F. Spertino filippo.spertino@polito.it Dip. Ingegneria Elettrica - Politecnico

Dettagli

Il presente documento ha lo scopo di fornire una panoramica di queste due applicazioni. Pagina 1 di 7

Il presente documento ha lo scopo di fornire una panoramica di queste due applicazioni. Pagina 1 di 7 IMPIANTI FOTOVOLTAICI Un impianto fotovoltaico è un impianto per la produzione di energia elettrica. La tecnologia fotovoltaica permette di trasformare direttamente l energia solare incidente sulla superficie

Dettagli

Impianti Fotovoltaici

Impianti Fotovoltaici Impianti Fotovoltaici Gianluca Gatto Università degli Studi di Cagliari Dipartimento di ingegneria Elettrica ed Elettronica 1 INDICE Impiego dell energia solare Effetto fotovoltaico Tipologie Impianti

Dettagli

TECNOLOGIA FOTOVOLTAICA

TECNOLOGIA FOTOVOLTAICA TECNOLOGIA FOTOVOLTAICA - Che cosa è un impianto fotovoltaico? Un impianto fotovoltaico trasforma direttamente l energia solare in energia elettrica. Esso è composto essenzialmente da: moduli o pannelli

Dettagli

RADIAZIONE SOLARE. David Chiaramonti, Daniele Fiaschi. Ultimo aggiornamento: Giugno 2006 Versione: 1.3. Radiazione Solare

RADIAZIONE SOLARE. David Chiaramonti, Daniele Fiaschi. Ultimo aggiornamento: Giugno 2006 Versione: 1.3. Radiazione Solare RADIAZIONE SOLARE David Chiaramonti, Daniele Fiaschi Ultimo aggiornamento: Giugno 2006 Versione: 1.3 Corso: ENERGIE RINNOVABILI - Classe: INGEGNERIA INDUSTRIALE, Laurea: INGEGNERIA MECCANICA Pag. 1 Radiazione

Dettagli

Un impianto fotovoltaico trasforma direttamente l'energia solare in energia elettrica.

Un impianto fotovoltaico trasforma direttamente l'energia solare in energia elettrica. FOTOVOLTAICO Che cosa è un impianto fotovoltaico? Un impianto fotovoltaico trasforma direttamente l'energia solare in energia elettrica. E' composto essenzialmente dai moduli fotovoltaici, da un inverter

Dettagli

Gli impianti fotovoltaici

Gli impianti fotovoltaici Gli impianti fotovoltaici 1. Principio di funzionamento Il principio di funzionamento dei pannelli fotovoltaici è detto "effetto fotovoltaico". L' effetto fotovoltaico si manifesta nel momento in cui una

Dettagli

Relatori: Fabbretti Ing. Valerio Gobbetti Per. Ind. Federico. Cerea, 21 Aprile 2008. Informenergia. IMPIANTI FOTOVOLTAICI connessi alla RETE ELETTRICA

Relatori: Fabbretti Ing. Valerio Gobbetti Per. Ind. Federico. Cerea, 21 Aprile 2008. Informenergia. IMPIANTI FOTOVOLTAICI connessi alla RETE ELETTRICA Relatori: Fabbretti Ing. Valerio Gobbetti Per. Ind. Federico Cerea, 21 Aprile 2008 Informenergia IMPIANTI FOTOVOLTAICI connessi alla RETE ELETTRICA Prima parte: principi generali Seconda parte: conto energia

Dettagli

I moduli fotovoltaici saranno prodotti con celle in silicio policristallino ad alta efficenza, tolleranza di resa ± 4,5%, collegamento delle celle

I moduli fotovoltaici saranno prodotti con celle in silicio policristallino ad alta efficenza, tolleranza di resa ± 4,5%, collegamento delle celle RELAZIONE TECNICA La presente relazione tecnica ha per oggetto gli impianti solari fotovoltaici da realizzare presso i seguenti edifici di proprietà comunale: Scuola media P.D. Frattini potenza 20 kwp;

Dettagli

fotovoltaico ecologico inesauribile conveniente GUIDA AGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI

fotovoltaico ecologico inesauribile conveniente GUIDA AGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI il ecologico inesauribile conveniente GUIDA AGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI COS È L ENERGIA fotovoltaica La tecnologia fotovoltaica è un sistema che sfrutta l energia solare e la trasforma, direttamente e istantaneamente,

Dettagli

IMPIANTO SOLARE TERMICO PER ACS OFFERTA TECNICO COMMERCIALE (2015)

IMPIANTO SOLARE TERMICO PER ACS OFFERTA TECNICO COMMERCIALE (2015) IMPIANTO SOLARE TERMICO PER ACS OFFERTA TECNICO COMMERCIALE (2015) Analisi Presa in esame la zona di Pescia (PT) come rappresentativa delle provincie di Lucca, Prato e Pistoia, limitatamente alla fascia

Dettagli

il futuro è nelle tue mani GUIDA AL FOTOVOLTAICO

il futuro è nelle tue mani GUIDA AL FOTOVOLTAICO il futuro è nelle tue mani GUIDA AL FOTOVOLTAICO soluzioni per l utilizzo evoluto dell energia NELLE ABITAZIONI E NEGLI AMBIENTI DI LAVORO Enel Green Power, attraverso la Rete in franchising Punto Enel

Dettagli

il futuro è nelle tue mani GUIDA AL FOT OVOL T AICO GREEN POWER

il futuro è nelle tue mani GUIDA AL FOT OVOL T AICO GREEN POWER il futuro è nelle tue mani GUIDA AL FOT OVOL T AICO NEVERNIGHT di Bruno Nicola sede: Corso Italia, 57 Mugnano di Napoli - 80018 (NA) tel.: 081 0605099 fax: 081 01531374 cell.: 347 6153012-392 3066398 e

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI LINEE D INDIRIZZO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI CORRELATI ALL INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOTAICI SU EDIFICI DESTINATI

Dettagli

Impianti fotovoltaici

Impianti fotovoltaici Impianti fotovoltaici Prof. Arch. Gianfranco Cellai Gli obblighi di legge A decorrere dal 1 gennaio 2009, nel regolamento edilizio, ai fini del rilascio del permesso di costruire, deve essere prevista,

Dettagli

PREMESSA. Normativa e Leggi di riferimento

PREMESSA. Normativa e Leggi di riferimento PREMESSA L oggetto del presente documento riguarda la descrizione dell impianto solare termico per la produzione di acqua calda sanitaria per il fabbisogno del blocco servizi e docce del Campo Sportivo

Dettagli

REGIONE PUGLIA Area sviluppo, lavoro ed innovazione P.O. FESR 2007/2013 - Linea di intervento 2.4 - Azione 2.4.1. Comune di Carmiano

REGIONE PUGLIA Area sviluppo, lavoro ed innovazione P.O. FESR 2007/2013 - Linea di intervento 2.4 - Azione 2.4.1. Comune di Carmiano REGIONE PUGLIA Area sviluppo, lavoro ed innovazione P.O. FESR 2007/2013 - Linea di intervento 2.4 - Azione 2.4.1 Comune di Carmiano Intervento di efficientamento energetico e miglioramento della sostenibilità

Dettagli

Condominio: Riqualificazione

Condominio: Riqualificazione Condominio: Riqualificazione Energy Planning ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI il software Energy Planning Dati edificio Località Comune: Torino Zona climatica: E Latitudine:

Dettagli

IMPIANTO FOTOVOLTAICO INDICE

IMPIANTO FOTOVOLTAICO INDICE IMPIANTO FOTOVOLTAICO INDICE Documentazione fotografica Inquadramento urbanistico Relazione tecnica Pianta copertura Analisi dei prezzi Computo metrico estimativo Elenco prezzi Incidenza della manodopera

Dettagli

Collettori solari ibridi e solar cooling: il caso della facciata solare del Centro Ricerche Fiat

Collettori solari ibridi e solar cooling: il caso della facciata solare del Centro Ricerche Fiat Collettori solari ibridi e solar cooling: il caso della facciata solare del Centro Ricerche Fiat Rajendra Adhikari Dipartimento BEST - Politecnico di Milano Workshop RAFFRESCARE CON IL SOLE: TECNOLOGIE

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. Il progettista (Luigi Bianchi) Roma (RM), 08/06/2011. Termo Energia - Namirial

RELAZIONE TECNICA. Il progettista (Luigi Bianchi) Roma (RM), 08/06/2011. Termo Energia - Namirial RELAZIONE TECNICA Impianto: Impianto solare termico Microsoftware Comune: SENIGALLIA (AN) Descrizione: Progettazione di un impianto fotovoltaico grid-connected di potenza 12 Committente: Mario rossi Progettista:

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI: Dal fotone alla realizzazione pratica

IMPIANTI FOTOVOLTAICI: Dal fotone alla realizzazione pratica IMPIANTI FOTOVOLTAICI: Dal fotone alla realizzazione pratica Per Ubisol srl: Ing. Mattia Fantini Ing. Matteo Sarti 14 Marzo 2012 Facoltà di Ingegneria di Cesena Sommario L energia Solare Modello a bande

Dettagli

Molino Scarcia Snc - Relazione tecnica - Pag. 1

Molino Scarcia Snc - Relazione tecnica - Pag. 1 Molino Scarcia Snc - Relazione tecnica - Pag. 1 La presente relazione tecnica riguarda l installazione di un impianto fotovoltaico a servizio di una struttura, sito nel Comune di Specchia Provincia di

Dettagli

PROGETTAZIONE Ufficio Tecnico Comunale

PROGETTAZIONE Ufficio Tecnico Comunale Realizzazione di un impianto Solare Fotovoltaico su tre edifici scolastici di proprietà del Comune di Mongrassano (Cosenza) della potenza complessiva di 19,80 kwp Impianto 1: Scuola Media Via Nazionale

Dettagli

Progetti di impianti fotovoltaici: un caso di studio

Progetti di impianti fotovoltaici: un caso di studio Progetti di impianti fotovoltaici: un caso di studio Questo modulo è dedicato all illustrazione del progetto definitivo di un impianto da 9,9 kw situato nel comune di Roma. Progetto definitivo di un impianto

Dettagli

il futuro è nelle tue mani GUIDA AL FOTOVOLTAICO

il futuro è nelle tue mani GUIDA AL FOTOVOLTAICO il futuro è nelle tue mani GUIDA AL FOTOVOLTAICO soluzioni per l utilizzo evoluto dell energia NELLE ABITAZIONI E NEGLI AMBIENTI DI LAVORO Enel Green Power, attraverso la Rete in franchising Punto Enel

Dettagli

Question 1 Perché è utile produrre l'energia elettrica in prossimità del luogo in cui serve? Scegliere una risposta.

Question 1 Perché è utile produrre l'energia elettrica in prossimità del luogo in cui serve? Scegliere una risposta. Question 1 Perché è utile produrre l'energia elettrica in prossimità del luogo in cui serve? a. Si produce energia nelle ore di maggior richiesta b. Si limita il tempo di ritorno energetico dell'impianto

Dettagli

Il TUO IMPIANTO ENERGENIA. Persona fisica. Bari. - gen feb mar apr mag giu lug ago set ott nov dic 12,00 7,20. kw potenza contatore

Il TUO IMPIANTO ENERGENIA. Persona fisica. Bari. - gen feb mar apr mag giu lug ago set ott nov dic 12,00 7,20. kw potenza contatore IMPIANTO FOTOVOLTAICO DI,00 kwp TIPO DI IMPIANTO DIMENSIONAMENTO N. Richiedente - preferenze Nome Cognome Indirizzo Il TUO IMPIANTO ENERGENIA Telefono Tipologia del richiedente Persona fisica Sito Comune

Dettagli

Il calcolo dell energia elettrica producibile dall impianto

Il calcolo dell energia elettrica producibile dall impianto Il calcolo dell energia elettrica producibile dall impianto La prima fase relativa alla progettazione dell'impianto nella valutazione dell'enegia elettrica producibile, per la quale vengono presentati

Dettagli

Allegato A SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA. PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI DI POTENZA NOMINALE NON SUPERIORE A 20 kw CONNESSI ALLA RETE

Allegato A SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA. PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI DI POTENZA NOMINALE NON SUPERIORE A 20 kw CONNESSI ALLA RETE Allegato A SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI DI POTENZA NOMINALE NON SUPERIORE A 20 kw CONNESSI ALLA RETE SCOPO Lo scopo della presente specifica è quello di

Dettagli

SCHEDA TECNICA CALCOLO E DIMENSIONAMENTO IMPIANTO FOTOVOLTAICO DELLA POTENZA DI 2,5 MW DA REALIZZARSI NEL COMUNE DI TERELLE IN LOCALITÀ OTTADUNA

SCHEDA TECNICA CALCOLO E DIMENSIONAMENTO IMPIANTO FOTOVOLTAICO DELLA POTENZA DI 2,5 MW DA REALIZZARSI NEL COMUNE DI TERELLE IN LOCALITÀ OTTADUNA SCHEDA TECNICA CALCOLO E DIMENSIONAMENTO IMPIANTO FOTOVOLTAICO DELLA POTENZA DI 2,5 MW DA REALIZZARSI NEL COMUNE DI TERELLE IN LOCALITÀ OTTADUNA Il progetto per l istallazione nel Comune di Terelle (FR),

Dettagli

Impianti fotovoltaici

Impianti fotovoltaici Impianti fotovoltaici Prof. Arch. Gianfranco Cellai Corso Fondazione Architetti di Firenze Gli obblighi di legge A decorrere dal 1 gennaio 2009, nel regolamento edilizio, ai fini del rilascio del permesso

Dettagli

Indice. 1. Generalità e scopo del documento... 3. 2. Dati identificativi del sito e della struttura... 3. 2.1. Dati climatici e di irraggiamento...

Indice. 1. Generalità e scopo del documento... 3. 2. Dati identificativi del sito e della struttura... 3. 2.1. Dati climatici e di irraggiamento... Indice 1. Generalità e scopo del documento... 3 2. Dati identificativi del sito e della struttura... 3 2.1. Dati climatici e di irraggiamento... 3 3. Dimensionamento e caratteristiche tecniche dell impianto

Dettagli

PROGETTO DEFINITIVO. PER LA REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO DA 559,32 kwp DENOMINATO Impianto fotovoltaico Metal Jas Spa

PROGETTO DEFINITIVO. PER LA REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO DA 559,32 kwp DENOMINATO Impianto fotovoltaico Metal Jas Spa PROGETTO DEFINITIVO PER LA REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO DA 559,32 kwp DENOMINATO Impianto fotovoltaico Metal Jas Spa SITO NEL COMUNE DI CITTADELLA VIA LAGHI, 23 35013 CITTADELLA - PADOVA COMMITTENTE:

Dettagli

Energia Fotovoltaica. Un'Idea solare!

Energia Fotovoltaica. Un'Idea solare! Energia Fotovoltaica Un'Idea solare! INTRODUZIONE idea: guadagnare dal proprio tetto. buona Una a geniale: guadagnare senza alcun costo! Un'idea b PRINCIPALI VANTAGGI 1 Vantaggio economico e "sonni tranquilli":

Dettagli

SITO DI INSTALLAZIONE

SITO DI INSTALLAZIONE INDICE INDICE 1 Premessa 2 Normativa di riferimento 2 SITO DI INSTALLAZIONE 3 Ubicazione dell'impianto fotovoltaico 3 Disponibilità della fonte solare 3 Irradiazione giornaliera media mensile sul piano

Dettagli

PRESTAZIONI ENERGETICHE ED AMBIENTALI DI EDIFICI CON PARETI CHE UTILIZZANO RIVESTIMENTI ATRIATHERMICA

PRESTAZIONI ENERGETICHE ED AMBIENTALI DI EDIFICI CON PARETI CHE UTILIZZANO RIVESTIMENTI ATRIATHERMICA PRESTAZIONI ENERGETICHE ED AMBIENTALI DI EDIFICI CON PARETI CHE UTILIZZANO RIVESTIMENTI ATRIATHERMICA Convenzione fra il Dipartimento DREAM e il Colorificio ATRIA Palermo, Febbraio 2009 Responsabile Scientifico:

Dettagli

SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA. PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI STAND-ALONE DI POTENZA NOMINALE NON SUPERIORE A 20 kw

SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA. PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI STAND-ALONE DI POTENZA NOMINALE NON SUPERIORE A 20 kw ALLEGATO A2 SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI STAND-ALONE DI POTENZA NOMINALE NON SUPERIORE A 20 kw SCOPO Lo scopo della presente specifica è quello di fornire

Dettagli

Impianto solare termico e fotovoltaico Per coprire il fabbisogno energetico di un caseificio

Impianto solare termico e fotovoltaico Per coprire il fabbisogno energetico di un caseificio Università degli Studi di Cagliari Corso di Studio in Ingegneria Meccanica CORSO DI TECNOLOGIE DELLE ENERGIE RINNOVABILI A.A. 27/28 - Esercitazione N. 2 - Giorgio Demurtas Impianto solare termico e fotovoltaico

Dettagli

IL FOTOVOLTAICO -FUNZIONAMENTO- -TIPOLOGIE- -DIMENSIONAMENTO PRELIMINARE-

IL FOTOVOLTAICO -FUNZIONAMENTO- -TIPOLOGIE- -DIMENSIONAMENTO PRELIMINARE- IL FOTOVOLTAICO -FUNZIONAMENTO- -TIPOLOGIE- -DIMENSIONAMENTO PRELIMINARE- IL FENOMENO FTV: LA SCOPERTA L intensità della corrente in una cella elettrolitica con elettrodi in platino aumenta con l esposizione

Dettagli

ARCHITETTURA E FOTOVOLTAICO: VERSO L AUTONOMIA ENERGETICA DEGLI EDIFICI

ARCHITETTURA E FOTOVOLTAICO: VERSO L AUTONOMIA ENERGETICA DEGLI EDIFICI ARCHITETTURA E FOTOVOLTAICO: VERSO L AUTONOMIA ENERGETICA DEGLI EDIFICI Andrea Olivero 28/03/2008-1 Agenda 1. Perché installare un sistema fotovoltaico? 2. Che cos é il Conto Energia? 3. Come funziona

Dettagli

Foglio dati tecnici VITOVOLT VITOVOLT. Vitovolt 100 Tipo RA1, RB1. Vitovolt 200 Tipo RE2, RF2. Vitovolt 200 Tipo SC2, SD2, SE2, SF2

Foglio dati tecnici VITOVOLT VITOVOLT. Vitovolt 100 Tipo RA1, RB1. Vitovolt 200 Tipo RE2, RF2. Vitovolt 200 Tipo SC2, SD2, SE2, SF2 VITOVOLT Sistemi fotovoltaici Foglio dati tecnici VITOVOLT Vitovolt 100 Tipo RA1, RB1 Vitovolt 200 Tipo RE2, RF2 Vitovolt 200 Tipo SC2, SD2, SE2, SF2 Moduli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica

Dettagli

Verifiche delle prestazioni degli impianti fotovoltaici da parte di organismi terzi secondo le nuove indicazioni normative e legislative

Verifiche delle prestazioni degli impianti fotovoltaici da parte di organismi terzi secondo le nuove indicazioni normative e legislative Technology Focus Internazionale QUALITÀ TECNICA, PRESTAZIONI ENERGETICHE E VALORE ECONOMICO DEGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI Verifiche delle prestazioni degli impianti fotovoltaici da parte di organismi terzi

Dettagli

allegato 1 SPECIFICHE TECNICHE DI FORNITURA FORNITURA DI PANNELLI FOTOVOLTAICI

allegato 1 SPECIFICHE TECNICHE DI FORNITURA FORNITURA DI PANNELLI FOTOVOLTAICI allegato 1 SPECIFICHE TECNICHE DI FORNITURA FORNITURA DI PANNELLI FOTOVOLTAICI Produttore: SOLARWORLD AG Modello: Sunmodule SW205 poly Garanzia sul rendimento dei moduli: 25anni con decadimento delle prestazioni

Dettagli

COMUNE DI BRISIGHELLA

COMUNE DI BRISIGHELLA S e r e n a L i v e r a n i S i l v i a M a g g i A r c h i t e t t i COMUNE DI BRISIGHELLA REDAZIONE DEL PROGETTO DEFINITIVO DEI LAVORI PER LA REALIZZAZIONE DI UNA NUOVA STRUTTURA SCOLASTICA A MARZENO

Dettagli

Elaborazione realizzata con Energy Planning ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI PER LA CLIMATIZZAZIONE

Elaborazione realizzata con Energy Planning ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI PER LA CLIMATIZZAZIONE Energy Planning ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI Dati edificio Località Comune: Reggio nell'emilia Zona climatica: E Latitudine: 44,70 Gradi Giorno: 2560 Altitudine: 58 m Temperatura esterna di progetto:

Dettagli

Kit. SOLON SOLkit stand-alone. In un unica soluzione tutto il necessario per l installazione di un impianto fotovoltaico ad isola.

Kit. SOLON SOLkit stand-alone. In un unica soluzione tutto il necessario per l installazione di un impianto fotovoltaico ad isola. SOLON SOLkit stand-alone IT SOLON SOLkit stand-alone. In un unica soluzione tutto il necessario per l installazione di un impianto fotovoltaico ad isola. Kit fotovoltaico stand alone Moduli mono o poli

Dettagli

DATI GENERALI DELL IMPIANTO

DATI GENERALI DELL IMPIANTO DATI GENERALI DELL IMPIANTO Il presente progetto è relativo alla realizzazione di un impianto di produzione di energia elettrica tramite conversione fotovoltaica, avente una potenza di picco pari a 3 kwp

Dettagli

Candidato: Giacomo Argentero Relatore: Prof. Paolo Gambino. 20 Luglio 2010

Candidato: Giacomo Argentero Relatore: Prof. Paolo Gambino. 20 Luglio 2010 Candidato: Giacomo Argentero Relatore: Prof. Paolo Gambino 20 Luglio 2010 Converte l energia luminosa proveniente dal sole in energia elettrica mediante effetto fotovoltaico. È costituito da più celle

Dettagli