Dai sistemi documentari al knowledge management: un'opportunità per la pubblica amministrazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dai sistemi documentari al knowledge management: un'opportunità per la pubblica amministrazione"

Transcript

1 Dai sistemi documentari al knowledge management: un'opportunità per la pubblica amministrazione Reingegnerizzazione dei sistemi documentari e knowledge management Paola Montironi

2 Quadro di riferimento Implicazioni organizzative nell introduzione degli EDMS e dei knowledge management system Gestione informatica dei documenti Reingegnerizzazione del sistema documentario Introduzione dei knowledge management system Sviluppo del modello di knowledge management Π Criteri e modelli organizzativi per la gestione degli interventi Π Una possibile connessione progettuale: le famiglie professionali 2

3 A. Reingegnerizzazione del sistema documentario La reingegnerizzazione del sistema documentario: è un azione orientata dalla missione e guidata dai driver strategici tesa ad ottenere un salto qualitativo nelle performance attraverso un radicale ridisegno organizzativo mirato a cogliere le opportunità fornite dall ICT e a tradurle in concrete innovazioni organizzative Due elementi qualificanti: Punto di partenza e chiave di volta sono i driver strategici: Π di servizio Π di gestione Ridisegno congiunto e coerente delle tre variabili chiave: Π tecnologica Π archivistica Π organizzativa 3

4 Le diverse opzioni di realizzazione del sistema di gestione informatica dei documenti possono essere raggruppate in tre macro-livelli: Le opzioni tecnologiche A. GESTIONE INFORMATICA DEI PROFILI DEI DOCUMENTI Documento cartaceo Documento cartaceo con profilo elettronico B. GESTIONE INFORMATICA DEI DOCUMENTI Documento elettronico C. WORKFLOW DOCUMENTALI Flussi documentali 4

5 A. La gestione informatica dei profili dei documenti L ambito della gestione informatica è circoscritto alle seguenti funzioni: - autenticazione e salvaguardia dell integrità dei documenti informatici, attraverso l utilizzo della firma digitale e tramite la segnatura informatica - registrazione dei dati identificativi del documento (ai fini di certificazione, di arrivo e partenza) su profilo elettronico - apposizione nel profilo elettronico associato al documento dell indice di classificazione e dell assegnazione al procedimento. Disponibilità per via informatica limitata ai profili elettronici dei documenti, non ai documenti stessi 5

6 Gestione informatica dei profili Protocollazione Autenticazione documento informatico Registrazione in archivio informatico Classificazione Fascicolazione Classificazione Assegnazione al procedimento Conservazione negli archivi documenti archivio fisico Generazione/modifica documenti Gestione Procedimento profilo elettronico del documento archivio informatico ARCHIVIO 6

7 B. La gestione informatica dei documenti La gestione informatica dei documenti comprende una gamma di soluzioni molto ampia, che hanno in comune l accesso diretto per via informatica ai documenti oppure alle loro copie elettroniche Le funzioni di base: - indexing: indicizzazione dei documenti; - retrieval: funzioni di supporto alla ricerca; - library: gestione e controllo degli accessi alla consultazione/modificazione dei documenti; - multifiling: gestione di documenti composti da più file collegati fra loro. Disponibilità dei documenti in formato elettronico! 7

8 Gestione informatica dei documenti Protocollazione Autenticazione documento informatico Registrazione in archivio informatico Scansione dei documenti cartacei Classificazione Fascicolazione Classificazione Assegnazione al procedimento Informazioni per la gestione elettronica profilo elettronico documento informatico Conservazione negli archivi documenti cartacei archivio fisico archivio informatico Generazione/ modifica documenti Document retrieval Invio telematico ai destinatari... Gestione procedimento regole di accesso profili utenti DMS 8

9 C. I workflow documentali Due concetti chiave: Workflow automazione di procedure dove documenti, informazioni e attività sono trasferiti tra gli attori del processo secondo un predefinito set di regole Workflow documentali gestione informatizzata dei flussi documentali all interno dei processi e dei procedimenti Oltre a gestire l iter dei documenti, il sistema gestisce e controlla le attività del procedimento attivando le risorse necessarie per realizzarle (persone, applicazioni, Data Base) 9

10 Workflow documentali Protocollazione informatizzata Fascicolazione informatizzata documenti cartacei profili Conservazione negli archivi Generazione/ modifica documenti Gestione procedimento archivio fisico documenti informatici archivio informatico Document retrieval Gestione task regole di accesso regole di routing persone profili utenti DMS WfMS DB applicazioni 10

11 Opzioni e focus archivistici e organizzativi A. GESTIONE INFORMATICA PROFILI Accorpamento degli uffici di protocollo all interno delle Aree Organizzative Omogenee (AOO) Strutturazione del piano di classificazione (Titolario) Ridisegno dei processi di gestione dei documenti in entrata e in uscita e delle regole di gestione dei documenti e degli archivi (Manuale di gestione) B. GESTIONE INFORMATICA DOCUMENTI Esplicitazione e condivisione dei confini dell intervento: - le aree prioritarie d intervento - tipologie documentarie e requisiti di conservazione e di accesso C. WORKFLOW DOCUMENTALI Esplicitazione, condivisione e formalizzazione delle regole di gestione dell iter dei documenti nell ambito del processo Gli elementi costitutivi dei documenti 11

12 B. L introduzione del knowledge system Progettazione FASE 1 FASE 2 FASE 3 Segmenti di destinatari/ Modello di Contenuti chiave del utilizzatori: servizio del Knowledge System in Comunità Knowledge termini di conoscenze professionali / Management territori di System riferimento Conoscenze legate all innovazione e ai processi Comunità professionali/ territori di riferimento Referenti Servizi offerti ruoli procedure tecnologie Identificazione dei fabbisogni informativi e funzionali per definizione requisiti utente 12

13 Contenuti e segmenti FASI 1 e 2 Contenuti chiave del Knowledge System in termini di conoscenze Comunità professionali / territori di riferimento Conoscenze legate all innovazione e ai processi Comunità professionali / territori di riferimento Referenti Le prime due fasi, intimamente connesse, sono molto importanti per il successivo svolgimento del progetto: il knowledge system deve essere fortemente focalizzato sulle esigenze dei destinatari il knowledge system, quindi, va modulato e differenziato nei contenuti in funzione dei vari segmenti di destinatari questo consente di definire modalità gestionali omogenee (sviluppo, formazione, comunicazione, network professionale), superando la collocazione organizzativa la catalogazione delle conoscenze è alla base di eventuali futuri ampliamenti si tratta di un passaggio necessario per la definizione delle specifiche 13

14 L approccio al tema delle conoscenze Conoscenze individuali Conoscenze organizzative Abilità Organizzazione Motivazioni Valori Sono conoscenze che appartengono al singolo individuo derivanti dalla propria cultura, dalle esperienze vissute e dai ruoli esercitati in passato Sono conoscenze condivise tra tutti gli individui che compongono l impresa Sono i tratti caratteriali e comportamentali che caratterizzano le scelte adottate e le azioni intraprese Meccanismi, condizioni, supporti e fattori gestionali a servizio dei singoli nello svolgimento delle loro attività Sono i motivi che spingono a compiere determinate azioni e ad adottare una condotta specifica L insieme degli assunti di base che costituiscono la cultura dell impresa e che orientano il comportamento organizzativo Sono indispensabili per esercitare un attività lavorativa specifica Sono le modalità con cui vengono pensate e condotte le azioni Sono i meccanismi che spingono all azione, danno un significato e forniscono un indirizzo alle attività intraprese 14

15 Le comunità professionali di riferimento Quali segmenti? Chi utilizza quali conoscenze? Esempi di possibili segmentazioni Territorio Comunità professionali Mista Intranet locali con accesso a informazioni di gruppo Intranet per comunità all interno dell intranet di Gruppo Intranet locali con accesso a informazioni di gruppo e comunità Intranet Gruppo Intranet Gruppo Intranet Gruppo Intranet Locale Intranet Locale Comunità x Comunità y Comunità x Comunità y 15

16 Il sistema professionale: le componenti Le famiglie/aree professionali Sono il contenitore di più ruoli professionali target omogenei per tipologia di processi realizzati e per aree di competenza Ogni famiglia/area professionale consente di definire modalità gestionali omogenee (sviluppo, formazione, comunicazione, network professionale), superando la collocazione organizzativa I ruoli target Posizione x Posizione y Non sono mansioni: Non c'é corrispondenza meccanica tra ruolo professionale e posizione/struttura organizzativa Comprendono attività e posizioni organizzative omogenee per: risultati prodotti competenze richieste Sono descritti al livello professionale "Target" con l'indicazione dei livelli intermedi di crescita delle competenze 16

17 L articolazione delle aree professionali Di regola le aree professionali vengono articolate in livelli corrispondenti a diversi gradi di possesso/maturità delle conoscenze. Ai fini del Knowledge Management System, ciò consente di mirare l offerta di conoscenza sui singoli segmenti in relazione all Area Professionale di riferimento, al ruolo esercitato e al livello di specializzazione collegato. Area Professionale xyz Diversi fabbisogni di competenza Livello di approfondimento Offerta contenuti (formativi e non) ➊ Base Base ➋ Specialistica Specialistico ➌ In sviluppo Specialistico ➍ Matura Avanzato ❺ Riferimento professionale Avanzato 17

Gestione informatica degli archivi

Gestione informatica degli archivi Gestione informatica degli archivi La tenuta degli archivi attraverso le nuove tecnologie : I livelli di sviluppo di Rosanna Udanch Università degli Studi di Sassari 08/10/2008 1 Le diverse opzioni di

Dettagli

Il Codice dell Amministrazione Digitale IL SISTEMA DI GESTIONE INFORMATICA DEI DOCUMENTI

Il Codice dell Amministrazione Digitale IL SISTEMA DI GESTIONE INFORMATICA DEI DOCUMENTI Il Codice dell Amministrazione Digitale IL SISTEMA DI GESTIONE INFORMATICA DEI DOCUMENTI Prefettura di Reggio Calabria 23-25 novembre 2010 www.vincenzocalabro.it 1 Definizione 1 E un servizio, obbligatorio

Dettagli

Il sistema documentario nella Intranet della Regione Marche

Il sistema documentario nella Intranet della Regione Marche Seminario di studio: Dai sistemi documentali al knowledge management Un opportunità per la Pubblica Amministrazione Gestione documentale e knowledge management Roma, 15 aprile 2003 MAURO ERCOLI BEATRICE

Dettagli

Tra cartaceo e digitale: gestione e conservazione degli archivi degli enti pubblici

Tra cartaceo e digitale: gestione e conservazione degli archivi degli enti pubblici Regione Toscana Direzione generale Organizzazione Tra cartaceo e digitale: gestione e conservazione degli archivi degli enti pubblici ANAI Marche Fermo, 28 novembre 2012 Ilaria Pescini PO Archivi e sistema

Dettagli

Gestione documentale e Protocollo informatico

Gestione documentale e Protocollo informatico Gestione documentale e Protocollo informatico Settembre 2003 Cosa tratteremo La gestione dei documenti produzione, acquisizione, trasmissione organizzazione e conservazione reperimento ed accesso alle

Dettagli

VALUTAZIONE DEL SOFTWARE DI GESTIONE ED ARCHIVIZIONE DEI DOCUMENTI

VALUTAZIONE DEL SOFTWARE DI GESTIONE ED ARCHIVIZIONE DEI DOCUMENTI VALUTAZIONE DEL SOFTWARE DI GESTIONE ED ARCHIVIZIONE DEI DOCUMENTI Ing. Stefano Pigliapoco CONSIDERAZIONI PRELIMINARI Ogni Ente Pubblico, pur essendo soggetto alle stesse norme in materia di formazione

Dettagli

1. LE FASI DELLA GESTIONE DEI DOCUMENTI

1. LE FASI DELLA GESTIONE DEI DOCUMENTI Testo estratto da STEANO PIGLIAPOCO, La gestione informatica dei documenti: aspetti archivistici e organizzativi, in OMENICO PIAZZA (a cura di), Il protocollo informatico per la pubblica amministrazione,

Dettagli

QUESITI GENERALI SUL PROTOCOLLO INFORMATICO

QUESITI GENERALI SUL PROTOCOLLO INFORMATICO QUESITI GENERALI SUL PROTOCOLLO INFORMATICO ASPETTI GENERALI Chi ha l obbligo di realizzare la gestione informatica dei documenti? Tutte le pubbliche amministrazioni provvedono a realizzare o revisionare

Dettagli

NUCLEO MINIMO GESTIONE DOCUMENTALE WORKFLOW DELLE PRATICHE

NUCLEO MINIMO GESTIONE DOCUMENTALE WORKFLOW DELLE PRATICHE Bari, 24 Luglio 2006 NUCLEO MINIMO GESTIONE DOCUMENTALE WORKFLOW DELLE PRATICHE 1 FUNZIONALITÀ MINIME DEL PROTOCOLLO Le Amministrazioni devono garantire almeno la realizzazione del sistema di protocollo

Dettagli

PROTOCOLLO INFORMATIZZATO, PROTOCOLLO INFORMATICO E GESTIONE DOCUMENTALE. Maggio 2006

PROTOCOLLO INFORMATIZZATO, PROTOCOLLO INFORMATICO E GESTIONE DOCUMENTALE. Maggio 2006 PROTOCOLLO INFORMATIZZATO, PROTOCOLLO INFORMATICO E GESTIONE DOCUMENTALE Maggio 2006 1 Evoluzione tecnologica 1 Negli ultimi anni le P.A. si sono fortemente impegnate nello sviluppo di reti di computer

Dettagli

Scheda rilevazione sistemi ICT e strumenti ICT. Modelli di funzionamento istituzionale, organizzativo e gestionale POLO VALLI DEL VERBANO.

Scheda rilevazione sistemi ICT e strumenti ICT. Modelli di funzionamento istituzionale, organizzativo e gestionale POLO VALLI DEL VERBANO. Scheda rilevazione sistemi e strumenti sistemi ICT e strumenti ICT Modelli di funzionamento istituzionale, organizzativo e gestionale POLO VALLI DEL VERBANO Allegato Sommario 1 Dotazioni informatiche

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 177 del 31 12 2014

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 177 del 31 12 2014 50888 50889 50890 Sezione 1 - Offerta Formativa Trasversale e di Base Sezione Percorso Il sistema e le procedure degli Uffici Giudiziari Formativo Obiettivi del modulo Livello Durata (in ore) Prerequisiti

Dettagli

La Digitalizzazione in Regione Lombardia

La Digitalizzazione in Regione Lombardia La Digitalizzazione in Regione Lombardia Il progetto EDMA: il percorso di innovazione di Regione Lombardia nell'ambito della dematerializzazione Milano, Risorse Comuni, 19 Novembre 2009 A cura di Ilario

Dettagli

La piattaforma di Protocollo Informatico a norma di legge

La piattaforma di Protocollo Informatico a norma di legge La piattaforma di Protocollo Informatico a norma di legge josh Protocol! è il rivoluzionario sistema di Protocollo Informatico scalabile ed idoneo alle esigenze di grandi e piccole amministrazioni Non

Dettagli

Gestione dei flussi documentali in ambiente digitale

Gestione dei flussi documentali in ambiente digitale Gestione dei flussi documentali in ambiente digitale Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Frascati 13 e 27 gennaio 2010 1 I temi fondamentali Il documento amministrativo e la sua valenza I flussi

Dettagli

M.Gentilini M. Vitale

M.Gentilini M. Vitale D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445 Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa art. 50 La gestione dei documenti deve essere effettuata mediante sistemi

Dettagli

Quali sono le tecnologie che l ente ha a disposizione e quelle predisposte ad essere implementate in un prossimo futuro.

Quali sono le tecnologie che l ente ha a disposizione e quelle predisposte ad essere implementate in un prossimo futuro. Esercizio di GRUPPO: PROTOCOLLO INFORMATICO Mappa concettuale TECNOLOGIE DISPONIBILI Quali sono le tecnologie che l ente ha a disposizione e quelle predisposte ad essere implementate in un prossimo futuro.

Dettagli

IL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DIGITALIZZATO IN BANCA D ITALIA

IL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DIGITALIZZATO IN BANCA D ITALIA IL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DIGITALIZZATO IN BANCA D ITALIA Carlo Pisanti Direttore Centrale - Banca d Italia Accademia dei Lincei Roma, 9 luglio 2010 Slide 1 Quali sono le finalità a cui deve provvedere

Dettagli

Protocollo Informatico e Flusso Documentale

Protocollo Informatico e Flusso Documentale Protocollo Informatico e Flusso Documentale Creatori di software Profilo Tinn è un importante realtà nel settore dell ICT con una posizione di leadership nell offerta di soluzioni software per la Pubblica

Dettagli

Walter Capezzali Fonti di documentazione, istituti, metodi e strumenti di ricerca IL RECUPERO DELL INFORMAZIONE ARCHIVISTICA

Walter Capezzali Fonti di documentazione, istituti, metodi e strumenti di ricerca IL RECUPERO DELL INFORMAZIONE ARCHIVISTICA Walter Capezzali Fonti di documentazione, istituti, metodi e strumenti di ricerca IL RECUPERO DELL INFORMAZIONE 3 ARCHIVISTICA DEFINIZIONI E AMBITI GENERALI DEFINIZIONE DELLE MATERIE E DEGLI AMBITI ARCHIVISTICA

Dettagli

p.geri@comune.pisa.it Telefono 050-910385 Direzione Sistemi Informativi UO automazione flusso documentale Personale e Sistemi informativi

p.geri@comune.pisa.it Telefono 050-910385 Direzione Sistemi Informativi UO automazione flusso documentale Personale e Sistemi informativi Titolo Dematerializzazione documentale Amministrazione Comune di Pisa Provincia Pisa Regione Toscana Sito Internet http://www.comune.pisa.it PEC comune.pisa@postacert.toscana.it Referente Geri Patrizio

Dettagli

LA FORMAZIONE E LA CONSERVAZIONE DELLA MEMORIA DIGITALE

LA FORMAZIONE E LA CONSERVAZIONE DELLA MEMORIA DIGITALE Prof. Stefano Pigliapoco LA FORMAZIONE E LA CONSERVAZIONE DELLA MEMORIA DIGITALE ANAI, Cagliari 6 marzo 2006 s.pigliapoco@fastnet.it L Amministrazione Pubblica Digitale Il complesso delle norme di recente

Dettagli

Gli Archivi, questi sconosciuti

Gli Archivi, questi sconosciuti Gli Archivi, questi sconosciuti Minicifre della cultura 2014: Gli Archivi Archivi privati: Associazione Archivio del Lavoro La produzione degli Archivi: un bisogno di organizzazione ARCHIVIO: complesso

Dettagli

Protocollo Informatico e Flusso Documentale

Protocollo Informatico e Flusso Documentale Protocollo Informatico e Flusso Documentale Creatori di software Profilo Tinn è un importante realtà nel settore dell ICT con una posizione di leadership nell offerta di soluzioni software per la Pubblica

Dettagli

Il sistema di gestione informatica dei documenti e il manuale di gestione. Mauro Livraga

Il sistema di gestione informatica dei documenti e il manuale di gestione. Mauro Livraga Il sistema di gestione informatica dei documenti e il manuale di gestione Mauro Livraga Sistema di gestione dei documenti Linee generali: Il sistema comporta la totale automazione delle fasi di produzione,

Dettagli

E-Government. L e-government attraverso il procedimento amministrativo informatizzato. di Rosanna Udanch Università degli Studi di Sassari

E-Government. L e-government attraverso il procedimento amministrativo informatizzato. di Rosanna Udanch Università degli Studi di Sassari E-Government L e-government attraverso il procedimento amministrativo informatizzato di Rosanna Udanch Università degli Studi di Sassari 1 E- Government Dopo un lungo immobilismo legislativo si è verificato

Dettagli

Destinatari I destinatari del servizio sono sia gli utenti interni che i cittadini e le imprese

Destinatari I destinatari del servizio sono sia gli utenti interni che i cittadini e le imprese Sintesi del progetto L evoluzione normativa ha portato il Comune di Giugliano ad una revisione del proprio sistema informatico documentale da alcuni anni. La sensibilità del Direttore Generale al miglioramento

Dettagli

Miglioramento dell efficienza interna Trasparenza dell azione amministrativa

Miglioramento dell efficienza interna Trasparenza dell azione amministrativa Titolo Dematerializzazione documentale Amministrazione Comune di Pisa Provincia Pisa Regione Toscana Sito Internet http://www.comune.pisa.it/dematerializzazione PEC comune.pisa@postacert.toscana.it Referente

Dettagli

procura della repubblica di napoli Digitalizzazione atti progetti operativi organizzazione gestione delle risorse logistica

procura della repubblica di napoli Digitalizzazione atti progetti operativi organizzazione gestione delle risorse logistica Digitalizzazione atti Estensione atti in TIAP e condivisione documenti digitalizzati con il Tribunale. L intervento si pone l obiettivo di estendere il sistema di gestione documentale basato su TIAP e

Dettagli

Progetto Automazione flusso documentale e dematerializzazione

Progetto Automazione flusso documentale e dematerializzazione Progetto Automazione flusso documentale e dematerializzazione Le tappe Stato dell arte Consolidamento e sviluppi a cura di: Patrizio Geri Direzione Sistemi Informativi Titolare P.O. Responsabile Automazione

Dettagli

Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli obiettivi delle attività previste in

Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli obiettivi delle attività previste in PROGRAMMA STRATEGICO TRIENNALE 2011-2013 Per La Realizzazione Del Sistema Informativo Regionale Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli

Dettagli

La gestione dei documenti informatici negli Enti Locali

La gestione dei documenti informatici negli Enti Locali La gestione dei documenti informatici negli Enti Locali Dott.ssa Maria Pia Papa MARIA PIA PAPA 1 DPCM 3/12/2013: MANUALE DI GESTIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI In attuazione del DPCM 3/12/2013, entro ottobre

Dettagli

TRASPARENTE, SNELLA, ORGANIZZATA. Partire dal documento per dematerializzare i procedimenti amministrativi

TRASPARENTE, SNELLA, ORGANIZZATA. Partire dal documento per dematerializzare i procedimenti amministrativi TRASPARENTE, SNELLA, ORGANIZZATA Partire dal documento per dematerializzare i procedimenti amministrativi A CHE PUNTO SIAMO Cogliere opportunità le dell evoluzione normativa Dagli anni 90 l innovazione

Dettagli

L archivio di impresa

L archivio di impresa L archivio di impresa Mariella Guercio Università degli studi di Urbino m.guercio@mclink.it Politecnico di Torino, 25 novembre 2011 premessa L archivistica è una disciplina della complessità, aperta, basata

Dettagli

Documento informatico e dematerializzazione: normativa attuale, modalità operative, evoluzioni

Documento informatico e dematerializzazione: normativa attuale, modalità operative, evoluzioni Documento informatico e dematerializzazione: normativa attuale, modalità operative, evoluzioni massella@cnipa.it Seminario Confindustria Firenze Firenze, 15 gennaio 2009 1 La gestione dei documenti informatici

Dettagli

PROTOCOLLO INFORMATICO E GESTIONE ELETTRONICA DEI DOCUMENTI: PRESENTAZIONE BASE

PROTOCOLLO INFORMATICO E GESTIONE ELETTRONICA DEI DOCUMENTI: PRESENTAZIONE BASE PROTOCOLLO INFORMATICO E GESTIONE ELETTRONICA DEI DOCUMENTI: PRESENTAZIONE BASE Guglielmo LONGOBARDI Centro di Competenza Trasparenza e gestione elettronica dei documenti ALL ORIGINE DEI SISTEMI DOCUMENTARI

Dettagli

PROGETTO DI RIORDINO DELL ARCHIVIO CORRENTE E DI MIGLIORAMENTO DELLA GESTIONE INFORMATICA DEI FLUSSI DOCUMENTALI.

PROGETTO DI RIORDINO DELL ARCHIVIO CORRENTE E DI MIGLIORAMENTO DELLA GESTIONE INFORMATICA DEI FLUSSI DOCUMENTALI. Comune di Lavagna Provincia di Genova Unità Autonoma Ufficio Relazioni con il Pubblico Servizi Demografici PROGETTO DI RIORDINO DELL ARCHIVIO CORRENTE E DI MIGLIORAMENTO DELLA GESTIONE INFORMATICA DEI

Dettagli

23 - INDICE DELLA MATERIA ARCHIVI E GESTIONE INFORMATIZZATA DEI DOCUMENTI

23 - INDICE DELLA MATERIA ARCHIVI E GESTIONE INFORMATIZZATA DEI DOCUMENTI 23 - INDICE DELLA MATERIA ARCHIVI E GESTIONE INFORMATIZZATA DEI DOCUMENTI E248 Il sistema di protocollo informatico nella gestione degli archivi delle P.A.... pag. 2 E344 Le regole tecniche in materia

Dettagli

COMUNE DI TURRI PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO

COMUNE DI TURRI PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO COMUNE DI TURRI PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO ALLEGATO 7 AL MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO, DEI FLUSSI DOCUMENTALI E DEGLI ARCHIVI IL SISTEMA DOCUMENTALE E DI PROTOCOLLAZIONE ADOTTATO DALL'ENTE

Dettagli

LA DEMATERIALIZZAZIONE

LA DEMATERIALIZZAZIONE LA DEMATERIALIZZAZIONE IL PROCESSO INTEGRATO DEL PROTOCOLLO INFORMATICO CON LA ARCHIVIAZIONE INFORMATICA SOSTITUTIVA DEI DOCUMENTI RIDUZIONE DEI COSTI AMMINISTRATIVI. Lecce 2014 DEMATERIALIZZAZIONE Il

Dettagli

Dms24 Document Management System

Dms24 Document Management System Dms24 Document Management System La soluzione ideale per gestire i flussi documentali, migliorare la diffusione delle informazioni e garantire l ordine e la conservazione dei documenti per aziende, studi

Dettagli

COMUNE DI PRAMOLLO PROVINCIA DI TORINO

COMUNE DI PRAMOLLO PROVINCIA DI TORINO COMUNE DI PRAMOLLO PROVINCIA DI TORINO ALLEGATO 7 AL MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO, DEI FLUSSI DOCUMENTALI E DEGLI ARCHIVI IL SISTEMA DOCUMENTALE E DI PROTOCOLLAZIONE ADOTTATO DALL ENTE

Dettagli

Sistema di gestione informatica dei documenti/protocollo informatico: nucleo minimo Sistema di gestione dei flussi documentali Manuale di gestione

Sistema di gestione informatica dei documenti/protocollo informatico: nucleo minimo Sistema di gestione dei flussi documentali Manuale di gestione Sistema di gestione informatica dei documenti/protocollo informatico: nucleo minimo Sistema di gestione dei flussi documentali Manuale di gestione Brescia 15-22 ottobre 2011 Linee generali: Sistema di

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DI DEMATERIALIZZAZIONE E DIGITALIZZAZIONE DEI DOCUMENTI

CARTA DEI SERVIZI DI DEMATERIALIZZAZIONE E DIGITALIZZAZIONE DEI DOCUMENTI CARTA DEI SERVIZI DI DEMATERIALIZZAZIONE E DIGITALIZZAZIONE DEI DOCUMENTI 1 - PREMESSA Il processo di archiviazione e conservazione dei flussi documentali in forma digitale è un fattore fondamentale per

Dettagli

Università degli Studi di Macerata UN MODELLO DI AMMINISTRAZIONE PUBBLICA DIGITALE EFFICIENTE E SOSTENIBILE SOTTO IL PROFILO ARCHIVISTICO

Università degli Studi di Macerata UN MODELLO DI AMMINISTRAZIONE PUBBLICA DIGITALE EFFICIENTE E SOSTENIBILE SOTTO IL PROFILO ARCHIVISTICO Università degli Studi di Macerata UN MODELLO DI AMMINISTRAZIONE PUBBLICA DIGITALE EFFICIENTE E SOSTENIBILE SOTTO IL PROFILO ARCHIVISTICO Prof. Stefano Pigliapoco L Amministrazione Pubblica digitale La

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri Segretariato Generale Ufficio del Segretario Generale Manuale di gestione per l archivio e il protocollo informatico Presidenza del Consiglio dei Ministri Manuale

Dettagli

La conservazione dei documenti informatici nelle Pubbliche Amministrazioni. Aspetti organizzativi

La conservazione dei documenti informatici nelle Pubbliche Amministrazioni. Aspetti organizzativi La conservazione dei documenti informatici nelle Pubbliche Amministrazioni Aspetti organizzativi Il processo di conservazione a norma I documenti da conservare sono preventivamente indicizzati e archiviati

Dettagli

LE LINEE GUIDA DEL FASCICOLO DELLO STUDENTE...

LE LINEE GUIDA DEL FASCICOLO DELLO STUDENTE... Clelia Baldo Le Linee guida del fascicolo dello studente elaborate dal tavolo tecnico ICT4University: l applicazione presso l Università degli Studi di Napoli Federico II Stesura e approvazione delle Linee

Dettagli

! "!! #" # $ " $ $ $ $ % $

! !! # # $  $ $ $ $ % $ !"!#" $$$% il Decreto Regio (gennaio 1900) 1850 1875 1900 1925 1950 1975 2000 2001 ! "# $$$$ %$!$ #$# #%3# %# $# *+ #&$ )%$ &) "$)!#%($%#!!%& ' $%&# '($%# "$)!#%,-./0 #%%$ 1--2 & 4 '! + + / '! + 5 6/

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE PER GLI ARCHIVI DELLA COMUNITA MONTANA DELL APPENNINO REGGIANO

REGOLAMENTO GENERALE PER GLI ARCHIVI DELLA COMUNITA MONTANA DELL APPENNINO REGGIANO REGOLAMENTO GENERALE PER GLI ARCHIVI DELLA COMUNITA MONTANA DELL APPENNINO REGGIANO approvato con deliberazione consiliare in data 1 febbraio 2006 n. 10 Indice TITOLO I - Principi fondamentali 3 Art. 1

Dettagli

PRIMA SEZIONE ANAGRAFICA

PRIMA SEZIONE ANAGRAFICA PRIMA SEZIONE ANAGRAFICA Denominazione del Piano Cartesio - Reignegnerizzazione e dematerializzazione dei procedimenti amministrativi Responsabile: Cognome: Penzo Nome: Gianni Telefono: 049/8273527 E-mail:

Dettagli

IL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE IN BANCA D ITALIA PRECEDENTE PROCEDURA ELETTRONICA DI TRATTAMENTO DOCUMENTALE SCAMBIO DI DOCUMENTI IN FORMATO ELETTRONICO SOLO PER COMUNICAZIONI INTERNE RIGIDITA E COMPLESSITA

Dettagli

CITTÀ DI VENARIA REALE. Provincia di Torino

CITTÀ DI VENARIA REALE. Provincia di Torino CITTÀ DI VENARIA REALE Provincia di Torino Piazza Martiri della Libertà 1, 10078 Venaria Reale (TO) - tel. 011.4072225 - fax 011.4072211 protocollo@comune.venariareale.to.it MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO

Dettagli

Archivi ibridi: soluzioni operative per un problema del presente

Archivi ibridi: soluzioni operative per un problema del presente Comune di Padova Settore Servizi istituzionali e affari generali Servizio archivistico comunale Archivi ibridi: soluzioni operative per un problema del presente Il sistema di gestione documentale dell

Dettagli

Conservazione del documento informatico ed i conservatori accreditati. Agenzia per l Italia Digitale

Conservazione del documento informatico ed i conservatori accreditati. Agenzia per l Italia Digitale Conservazione del documento informatico ed i conservatori accreditati Agenzia per l Italia Digitale 21-11-2014 L «ecosistema» della gestione dei documenti informatici PROTOCOLLO INFORMATICO FIRME ELETTRONICHE

Dettagli

Il Consorzio CSA si occupa della fornitura di servizi e sistemi per la gestione degli archivi e delle informazioni

Il Consorzio CSA si occupa della fornitura di servizi e sistemi per la gestione degli archivi e delle informazioni Il Consorzio CSA si occupa della fornitura di servizi e sistemi per la gestione degli archivi e delle informazioni nella P.A. e, con la propria organizzazione, è garanzia d immediata risposta alle necessità

Dettagli

Cod. MANGEDOC Rev. 1.0 Data: 05-10-2015

Cod. MANGEDOC Rev. 1.0 Data: 05-10-2015 Manuale di Gestione Documentale (art. 5 DPCM 3/12/2013) Istruzioni Operative Abilitazione all utilizzo del sistema di gestione informatica dei documenti Cod. MANGEDOC Rev. 1.0 Data: 05-10-2015 Sommario:

Dettagli

La Pubblica Amministrazione digitale e la gestione dell archivio informatico 23 febbraio 2015

La Pubblica Amministrazione digitale e la gestione dell archivio informatico 23 febbraio 2015 La Pubblica Amministrazione digitale e la gestione dell archivio informatico 23 febbraio 2015 L esperienza dell Università degli Studi di Napoli Federico II Clelia Baldo C.S.I. Centro di Ateneo per i Servizi

Dettagli

24 - INDICE DELLA MATERIA ARCHIVI E GESTIONE INFORMATIZZATA DEI DOCUMENTI

24 - INDICE DELLA MATERIA ARCHIVI E GESTIONE INFORMATIZZATA DEI DOCUMENTI 24 - INDICE DELLA MATERIA ARCHIVI E GESTIONE INFORMATIZZATA DEI DOCUMENTI E248 Il sistema di protocollo informatico nella gestione degli archivi delle P.A...pag. 2 E345 Le regole tecniche per la formazione

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE PER L ARCHIVIO PROVINCIALE

REGOLAMENTO GENERALE PER L ARCHIVIO PROVINCIALE Provincia dell Ogliastra REGOLAMENTO GENERALE PER L ARCHIVIO PROVINCIALE Allegato alla Delibera di Consiglio n. 35 del 25.11.09 TITOLO I Principi fondamentali Art. 1 FUNZIONE DELL ARCHIVIO Ai sensi del

Dettagli

Un nuovo ruolo per il Workflow ed il Document Management

Un nuovo ruolo per il Workflow ed il Document Management Un nuovo ruolo per il Workflow ed il Document Management Roma, 14 settembre 2004 Relatore: Domenico Natale Il caso Sogei Sogei, Società Generale d Informatica S.p.A., in 28 anni di attività ha sviluppato

Dettagli

josh Protocol! The Organization Intelligence Software la soluzione evoluta di protocollo informatico

josh Protocol! The Organization Intelligence Software la soluzione evoluta di protocollo informatico josh Protocol! The Organization Intelligence Software la soluzione evoluta di protocollo informatico josh è un software di it Consult e marchio registrato della stessa it Consult S.r.l. - 2001-2014 all

Dettagli

Pina Civitella pina.civitella@comune.bologna.it

Pina Civitella pina.civitella@comune.bologna.it Pina Civitella pina.civitella@comune.bologna.it La timeline del quadro normativo (1) 1998 2000 2004 2005 Protocollo informatico Regole tecniche per il protocollo informatico di cui al decreto del Presidente

Dettagli

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA Roma, 24 luglio 2014 LA FATTURAZIONE ELETTRONICA Pubblichiamo di seguito un documento dell Agenzia per l Italia Digitale (AGID) che illustra le principali caratteristiche del passaggio alla fatturazione

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEI DOCUMENTI

MANUALE DI GESTIONE DEI DOCUMENTI MANUALE DI GESTIONE DEI DOCUMENTI 1 INDICE SEZIONE I Articolo 1 Articolo 2 SEZIONE II Articolo 3 Articolo 4 Articolo 5 Articolo 6 Articolo 7 SEZIONE III Articolo 8 Articolo 9 Articolo 10 SEZIONE IV Articolo

Dettagli

Voci di costo di un progetto di automazione del protocollo e della gestione dei flussi documentali

Voci di costo di un progetto di automazione del protocollo e della gestione dei flussi documentali Voci di costo di un progetto di automazione del protocollo e della gestione dei flussi documentali Indice 1. PREMESSA... 3 2. COSTI DI SVILUPPO... 3 3. COSTI DI ESERCIZIO... 4 4. CLASSIFICAZIONE DELLE

Dettagli

COMUNE DI BRESCELLO REGOLAMENTO GENERALE PER GLI ARCHIVI COMUNALI

COMUNE DI BRESCELLO REGOLAMENTO GENERALE PER GLI ARCHIVI COMUNALI COMUNE DI BRESCELLO REGOLAMENTO GENERALE PER GLI ARCHIVI COMUNALI Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 67 del 29.12.2005 In vigore dal 26.02.2006 TITOLO I Principi fondamentali Art. 1 FUNZIONE

Dettagli

ISO20000: il percorso di Poste Italiane verso la certificazione

ISO20000: il percorso di Poste Italiane verso la certificazione ISO20000: il percorso di Poste Italiane verso la certificazione Il percorso di Poste Italiane verso la certificazione Cristina Imperi Il Profilo del Gruppo Poste Italiane Il Gruppo Poste Italiane è una

Dettagli

I PROGETTI PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE I PROGETTI PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE V6.2 LC

I PROGETTI PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE I PROGETTI PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE V6.2 LC V6.2 LC Provincia di Roma SIDG Sistema Informativo Deliberazioni Giunta (RIUSO ) SID Sistema Informativo Determinazioni (RIUSO) SIL Sistema Informativo Liquidazioni ((RIUSO) DOCUMENTI CONTABILE (RIUSO

Dettagli

Dematerializzare per Semplificare

Dematerializzare per Semplificare 1 Dematerializzare per Semplificare Dematerializzare non significa solamente il passaggio dalla carta al digitale. La semplificazione si ottiene solo con una profonda comprensione della complessità dei

Dettagli

KNOS 2.0 H2O How TO Organize

KNOS 2.0 H2O How TO Organize KNOS 2.0 H2O How TO Organize L azienda ITALCOM Spa 1979 1999 1999 2001 2006 Soluzioni gestionali PMI Prevalentemente mercato locale Ingresso investitori Nascita divisione WEB Crescita dell offerta WEB

Dettagli

Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni, segnalazioni

Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni, segnalazioni COMUNE DI SANTA GIUSTINA IN COLLE (PD) * * * Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni, segnalazioni 1 CONTESTO La realizzazione del Piano di informatizzazione

Dettagli

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Relazione Attività Di Progetto

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Relazione Attività Di Progetto CST Area di Taranto Assemblea dei Sindaci 19.09.2008 Relazione Attività Di Progetto Uno degli obiettivi del progetto CST Area di TARANTO è stato quello di garantire la diffusione dei servizi innovativi

Dettagli

Deliberazione della Giunta Regionale 16 gennaio 2012, n. 10-3276 Approvazione linee guida in materia di dematerializzazione dei documenti.

Deliberazione della Giunta Regionale 16 gennaio 2012, n. 10-3276 Approvazione linee guida in materia di dematerializzazione dei documenti. REGIONE PIEMONTE BU5 02/02/2012 Deliberazione della Giunta Regionale 16 gennaio 2012, n. 10-3276 Approvazione linee guida in materia di dematerializzazione dei documenti. A relazione degli Assessori Giordano,

Dettagli

L ORGANIZZAZIONE DEI FLUSSI DOCUMENTALI: LINEE GUIDA PER IL MANUALE DI GESTIONE

L ORGANIZZAZIONE DEI FLUSSI DOCUMENTALI: LINEE GUIDA PER IL MANUALE DI GESTIONE L ORGANIZZAZIONE DEI FLUSSI DOCUMENTALI: LINEE GUIDA PER IL MANUALE DI GESTIONE Il Manuale di Gestione Descrive il sistema di gestione e di conservazione dei documenti e fornisce le istruzioni per il corretto

Dettagli

Dematerializzare per Semplificare

Dematerializzare per Semplificare 1 Dematerializzare per Semplificare Dematerializzare non significa solamente il passaggio dalla carta al digitale. La semplificazione si ottiene solo con una profonda comprensione della complessità dei

Dettagli

Università degli Studi di Macerata STUDIO DI FATTIBILITÀ PER LA CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI DEL SUAP NEL POLO MARCHE DIGIP

Università degli Studi di Macerata STUDIO DI FATTIBILITÀ PER LA CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI DEL SUAP NEL POLO MARCHE DIGIP Università degli Studi di Macerata STUDIO DI FATTIBILITÀ PER LA CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI DEL SUAP NEL POLO MARCHE DIGIP Estratto del documento relativo ai metadati principali da versare

Dettagli

josh Archive! il software per Archiviazione Documentale josh Archive! per una completa gestione dei processi di

josh Archive! il software per Archiviazione Documentale josh Archive! per una completa gestione dei processi di josh Archive! il software per l Archiviazione Documentale josh Archive! per una completa gestione dei processi di Archiviazione Documentale e Conservazione Sostitutiva Cos è josh Archive! Dalla scansione

Dettagli

GESTIONE DEL PROTOCOLLO D.P.R. 445 / 2000

GESTIONE DEL PROTOCOLLO D.P.R. 445 / 2000 GESTIONE DEL PROTOCOLLO D.P.R. 445 / 2000 La soluzione proposta, conforme alle normative vigenti in materia, permette l amministrazione completa di tutte le informazioni relative al protocollo di un Ente

Dettagli

Contenuti. La gestione documentale al. Comune di Pisa. Comune di Pisa. Contenuti. LA RECENTE NORMATIVA La PEC Il Codice dell Amministrazione digitale

Contenuti. La gestione documentale al. Comune di Pisa. Comune di Pisa. Contenuti. LA RECENTE NORMATIVA La PEC Il Codice dell Amministrazione digitale La gestione documentale al Contenuti LA RECENTE NORMATIVA La PEC Il Codice dell Amministrazione digitale IL PROTOCOLLO INFORMATICO La gestione dei documenti informatici e i flussi documentali Il B.P.R.

Dettagli

2) Entro Novembre. 6) Entro Marzo 2004

2) Entro Novembre. 6) Entro Marzo 2004 Documento di programmazione del progetto denominato: Realizzazione della seconda fase di sviluppo di intranet: Dall Intranet istituzionale all Intranet per la gestione e condivisione delle conoscenze.

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE PER L ARCHIVIO ULSS Allegato alla deliberazione del Direttore Generale n. 636 del 14.12.2010

REGOLAMENTO GENERALE PER L ARCHIVIO ULSS Allegato alla deliberazione del Direttore Generale n. 636 del 14.12.2010 REGOLAMENTO GENERALE PER L ARCHIVIO ULSS Allegato alla deliberazione del Direttore Generale n. 636 del 14.12.2010 Art. 1 FUNZIONE DELL ARCHIVIO 1. Ai sensi del D.L.vo 22 gennaio 2004 n. 42 e dl DPR 28

Dettagli

Gestione Elettronica Documentale

Gestione Elettronica Documentale Gestione Elettronica Documentale PER LE AZIENDE E I PROFESSIONISTI Servizi - Consulenza - Soluzioni Software Premessa Il Gruppo Maggioli propone soluzioni e servizi per la conversione di documenti analogici

Dettagli

GESTIONE delle richieste di HELPDESK GEPROT v 3.1

GESTIONE delle richieste di HELPDESK GEPROT v 3.1 GESTIONE delle richieste di HELPDESK GEPROT v 3.1 ESPLETAMENTO DI ATTIVITÀ PER L IMPLEMENTAZIONE DELLE COMPONENTI PREVISTE NELLA FASE 3 DEL PROGETTO DI E-GOVERNMENT INTEROPERABILITÀ DEI SISTEMI DI PROTOCOLLO

Dettagli

Dematerializzazione: le azioni, gli strumenti, le esperienze

Dematerializzazione: le azioni, gli strumenti, le esperienze Dematerializzazione: le azioni, gli strumenti, le esperienze massella@cnipa.it RisorseComuni 2009 Milano, 19 novembre 2009 L approccio alla dematerializzazione Insieme di azioni miranti a risolvere gli

Dettagli

(artt. 3 e 5 DPCM 3 dicembre 2013) Edizione 01/2016 Rev. 01

(artt. 3 e 5 DPCM 3 dicembre 2013) Edizione 01/2016 Rev. 01 Manuale per la gestione del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi dell Ufficio d Ambito della Città Metropolitana di Milano Azienda Speciale (artt. 3 e 5 DPCM 3 dicembre 2013)

Dettagli

e/dms pro Esa Software spa www.esasoftware.com 800-016756

e/dms pro Esa Software spa www.esasoftware.com 800-016756 e/dms pro FLUSSI E DOCUMENTI All interno degli studi e nei rapporti tra studi e aziende circolano documenti e informazioni; queste rappresentano un patrimonio prezioso ma oneroso da organizzare, condividere

Dettagli

Il Protocollo Informatico

Il Protocollo Informatico Il Protocollo Informatico Esigenza di gestione sistematica dei documenti il decreto regio (gennaio 1900) aumento della quantità dei documenti trattati necessità di suddivisione per attività e/o argomento

Dettagli

L autocomposizione per l acquisizione dei documenti guida l operatore durante tutte le fasi di acquisizione, protocollazione ed archiviazione.

L autocomposizione per l acquisizione dei documenti guida l operatore durante tutte le fasi di acquisizione, protocollazione ed archiviazione. DOCUSOFT LA PROTOCOLLAZIONE DEI DOCUMENTI DOCUSOFT gestisce il protocollo generale e i protocolli dipartimentali per tutti i documenti archiviati. E' inoltre in grado di gestire il protocollo anche per

Dettagli

La dematerializzazione dei processi per la semplificazione amministrativa e l Albo Pretorio on-line. L esperienza della Provincia di Modena

La dematerializzazione dei processi per la semplificazione amministrativa e l Albo Pretorio on-line. L esperienza della Provincia di Modena La dematerializzazione dei processi per la semplificazione amministrativa e l Albo Pretorio on-line L esperienza della Provincia di Modena Il Nuovo Codice dell amministrazione digitale traccia il quadro

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso INCA CGIL

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso INCA CGIL Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica Il caso INCA CGIL Innovare e competere con le ICT - PARTE I Cap.1 L innovazione nella gestione dei

Dettagli

Concepire un ambiente in grado di offrire le seguenti possibilità in modo semplice ed accattivante:

Concepire un ambiente in grado di offrire le seguenti possibilità in modo semplice ed accattivante: MULTIMEDIA 1 2 TELEMATICA AE Concepire un ambiente in grado di offrire le seguenti possibilità in modo semplice ed accattivante: Disegnare un modello elettronico di qualunque tipo e renderlo editabile

Dettagli

Linee guida per l adozione del protocollo informatico e per il trattamento informatico dei procedimenti amministrativi

Linee guida per l adozione del protocollo informatico e per il trattamento informatico dei procedimenti amministrativi D.M. 14 ottobre 2003 1 e 2 Linee guida per l adozione del protocollo informatico e per il trattamento informatico dei procedimenti amministrativi 1. Introduzione e normativa di riferimento Con la direttiva

Dettagli

SVILUPPO LOCALE E RETI DI CONOSCENZA ED INNOVAZIONE

SVILUPPO LOCALE E RETI DI CONOSCENZA ED INNOVAZIONE SVILUPPO LOCALE E RETI DI CONOSCENZA ED INNOVAZIONE Riccardo Cappellin OS.E.L.R. - Osservatorio sulle Economie Locali e Regionali Dipartimento di Economia e Istituzioni Università di Roma "Tor Vergata"

Dettagli

LA GESTIONE INFORMATICA DEI DOCUMENTI

LA GESTIONE INFORMATICA DEI DOCUMENTI LA GESTIONE INFORMATICA DEI DOCUMENTI OBBLIGHI NORMATIVI, CRITICITÀ, OPPORTUNITÀ E BUONE PRASSI IL PROBLEMA E GLI OBIETTIVI 1/5 Il 5% di tutti i documenti viene perso, un ulteriore 3% viene archiviato

Dettagli

Mercoledì, 26 novembre 2014. slide 1 di 23

Mercoledì, 26 novembre 2014. slide 1 di 23 La transizione al digitale per gli enti pubblici locali opportunità e criticità operative sala Zodiaco Sede della Provincia di Bologna Mercoledì, 26 novembre 2014 slide 1 di 23 Gli argomenti Saluti e introduzione

Dettagli

Il Sistema Integrato di Gestione della Conoscenza dell Agenzia

Il Sistema Integrato di Gestione della Conoscenza dell Agenzia Il Sistema Integrato di Gestione della Conoscenza dell Agenzia Roma, 15 aprile 2003 (ver. 1.0) Indice IL CONTESTO DI RIFERIMENTO DELL AGENZIA CRITICITA ED ESIGENZE DELL AGENZIA I PROGETTI AVVIATI IL MOADEM

Dettagli