Tecnologie per la cooperazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Tecnologie per la cooperazione"

Transcript

1 Tecnologie per la cooperazione Sistemi di supporto al coordinamento: WorkFlow Management Systems Alessandra Agostini

2 Lucidi (in inglese) liberamente tratti da: Eindhoven University of Technology Faculty of Technology Management Department of Information Systems The Netherlands by Wil van der Aalst

3 Applicazioni Groupware: 3C Supporto alla comunicazione sincrona: Tele/video/desktop conferencing, chat e buddy systems o Instant Messaging (IM) clients asincrona: (message systems), newsgroup Supporto alla collaborazione, condivisione dell informazione sincrona: facilitazioni ai meeting, electronic meeting room, GDSS asincrona: gestione dell informazione condivisa Supporto al coordinamento agende condivise, coordinamento ad hoc, Workflow Management Systems 4

4 Coordinamento Si ha necessità di Coordinamento quando le attività svolte dai singoli sono parte di un compito comune più generale Il Coordinamento è integrare e regolare in modo armonioso le attività dei singoli per conseguire un obiettivo comune Le tecnologie a supporto del coordinamento variano molto in base: coordinamento ad hoc versus supporto generico al coordinamento prospettiva/focus operazionale, processi, risorse umane, dati scambiati Noi ci focalizzeremo sui Workflow Management System (WMS): supporto generico al coordinamento prospettiva basata sui processi (N.B. alcuni WMS non hanno questo focus) 5

5 WorkFlow Management system but Four Types of "workflow-like" systems: 1. Information systems with hard-coded workflows (process & organization specific). 2. Custom-made information systems with generic workflow support (organization specific). 3. Generic software with embedded workflow functionality (e.g., SAP; the workflow components of ERP= Enterprise Resource Planning, CRM). 4. Generic software focusing on workflow functionality (e.g., Staffware, MQSeries Workflow, FLOWer, COSA, Oracle BPEL). 7

6 Workflow perspectives Process perspective (tasks and the routing of cases) Resource perspective (workers, roles, etc.) Case/data perspective (process instances and their attributes) Operation/application perspective (forms, application integration, etc.) 10

7 Perché focus sui processi Le attività che noi svolgiamo hanno spesso alcune caratteristiche comuni: Si sviluppano nel tempo in varie fasi Hanno più attori che svolgono in esse ruoli diversi Sono raggruppabili in classi che mostrano modelli di sviluppo comuni Insomma sono dei processi (i cui modelli si ripetono) 12

8 Perché i processi sono un problema rilevante nelle organizzazioni? Siamo spesso impegnati in più processi contemporaneamente Ogni processo ha una sua specificità che dipende dal contesto sociale, temporale e spaziale in cui si svolge I processi incontrano spesso eccezioni, imprevisti, breakdown (N.B., NON sono errori del processo) 13

9 Che cosa è un WMS? Un WMS può essere definito come un sistema che aiuta le organizzazioni a specificare*, eseguire, controllare e coordinare il flusso delle attività lavorative (unità di lavoro) all'interno di un ambiente d'ufficio distribuito [Ellis e Keddara 1995] * cioè modellare 14

10 Users of a WMS interested in efficiency /efficacy issues (from the economical perspective) usually monitoring many instances of work processes manager administrator process analist workflow designer workflow management system database designer/ programmer application designer/ programmer interested in issues related to the execution of work processes (correctness, performances) end-user applications interested in the correctness, efficiency, efficacy of the definition/model of work processes performers & clients: usually interested in a single instance of a work process at a time

11 Tipologie di Processi di Lavoro Routinary Process o Procedura flusso di attività pre-definito (es: gestione ordini, fidi bancari) Planned Process o Piano di Progetto flusso di attività definito all'inizio e cambiato, solo se necessario, durante l'esecuzione (es: progetto SW) Evolutionary Process flusso di attività definito di volta in volta (es: progetto di ricerca) composizione delle tre tipologie 16

12 Perché è utile modellare i processi?

13 Perchè Modellare i Processi I WMS permettono molto di più che la semplice modellazione dei processi (supporto all esecuzione e al controllo dei processi) Comunque un azienda può trarre notevoli benefici anche dalla sola modellazione (ad es. su carta) dei processi aziendali (es.: legge sulla trasparenza dei procedimenti amministrativi 241/90 e successiva revisione del 26 gennaio 2005) 19

14 Perchè Modellare i Processi 1. Per fornire una risorsa condivisa alla quale tutti gli attori del processo si possono riferire I modelli dei processi sono: Artefatti per il coordinamento tra gli attori Strumenti per facilitare azioni contestualizzate degli attori Utilizzati da attori diversi con obbiettivi differenti e quindi necessità differenti (es. esecutori, supervisore) Formalizzazioni degli impegni/responsabilità dei singoli I modelli dei processi sono usati/utili sia come maps che come scripts [Schmidt 1997] 20

15 Perchè Modellare i Processi 2. Per facilitare la comprensione del processo Fornire tutte le informazioni necessarie al suo svolgimento Rappresentare il processo in modo comprensibile a tutti Rappresentare il processo in modo inequivocabile (non ambiguo) Fornire la base per l addestramento di nuovi impiegati 21

16 Perchè Modellare i Processi 3. Per supportare la gestione del processo Fornire la base per una valutazione e misurazione Controllarne lo stato 4. Per supportare il miglioramento del processo Identificazione di componenti non necessarie, bottleneck Riutilizzo di processi già definiti per processi futuri Comparazione di processi alternativi Stimare l impatto di potenziali cambiamenti prima dell effettiva attuazione 22

17 Perchè Modellare i Processi 5. Per supportare l automazione dell esecuzione del processo Automatizzare il flusso delle attività e il flusso delle informazioni Automatizzare l esecuzione di porzioni del processo Raccogliere in modo automatico dati statistici 23

18 Efficacia della Modellazione In quanto strumento per il coordinamento, il modello perde di efficacia se non supporta i punti precedenti, in particolare: È troppo complicato Èambiguo Non riflette (modella) il processo in maniera appropriata 24

19 Introduzione ai WMS

20 Che cosa è un WMS? Un WMS può essere definito come un sistema che aiuta le organizzazioni a specificare, eseguire, controllare e coordinare il flusso delle attività lavorative (unità di lavoro) all'interno di un ambiente d'ufficio distribuito [Ellis e Keddara 1995] Componenti di un WMS: Modulo di definizione o Modello (analisi, disegno, simulazione) Modulo di supporto all esecuzione (esecuzione, gestione delle eccezioni) Modulo di controllo (monitoraggio, verifica) 26

21 Reference model of the Workflow Management Coalition Process Definition Tools Interface 1 Administration & Monitoring Tools Interface 5 Workflow API and Interchange formats Workflow Enactment Service Workflow Engine(s) Interface 4 Other Workflow Enactment Service(s) Workflow Engine(s) Interface 2 Interface 3 Workflow Client Applications Invoked Applications 29

22 Process Definition Tools Administration & Monitoring Tools Interface 5 Interface 1 Workflow API and Interchange formats Workflow Enactment Service Workflow Engine(s) Interface 4 Other Workflow Enactment Service(s) Workflow Engine(s) Interface 2 Interface 3 Workflow Client Applications Invoked Applications 30

23 Process Definition Tools Administration & Monitoring Tools Interface 5 Interface 1 Workflow API and Interchange formats Workflow Enactment Service Workflow Engine(s) Interface 4 Other Workflow Enactment Service(s) Workflow Engine(s) Interface 2 Interface 3 Workflow Client Applications Invoked Applications 31

24 Process Definition Tools Administration & Monitoring Tools Interface 5 Interface 1 Workflow API and Interchange formats Workflow Enactment Service Workflow Engine(s) Interface 4 Other Workflow Enactment Service(s) Workflow Engine(s) Interface 2 Interface 3 Workflow Client Applications Invoked Applications 32

25 Historical overview of systems Office Automation Prototypes Officetalk-P Officetalk-D Officetalk-Zero Backtalk Domino SCOOP DAISY ProMInanD (Esprit) Melmac APRICOT Scientific Workflow Systems CrossFlow ADOME Mariflow MENTOR WIDE WorCRAFT WorCOS INCA MOBILE ObjectLens OVAL FreeFlow TRAMs METEOR WAMO Panta Rhei WISE WASA WASA 2 Poise Polymer D-Polymer Polyflow (Zur Muehlen, 2003) 33

26 Workflow management is already 25 years old (cf. OfficeTalk, Skip Ellis/Xerox)! The WFM hype is over, but there are more and more applications, and WFM is adopted by many other technologies (ERP, Web Services, etc.). (Zur Muehlen, 2003) Action Coordinator BlueCross BlueShield Commercial Workflow Systems FileNet WorkFlo ViewStar DaVinci WANG Workflow SIGMA Plexus FloWare DEC LinkWorks Beyond BeyondMail Fujitsu Regatta VisualInfo Continuum DST AWD Pegasus Digital Objectflow FlowMark WorkManager Staffware WANG ImagePlus FMS/FAF ActionWorkflow Exotica I - III OpenPM SNI WorkParty Xerox InConcert NCR ProcessIT Lucent Mosaix JCALS Digital Proc.Flo. jflow Onestone Pavone AdminFlow Recognition Int. Visual WorkFlo Eastman Verve Netscape PM DST AWD CARNOT BEA PI Domino Workflow MQSeries Workflow FlowJet FileNet Ensemble Versata MS2 Accelerate Changengine BancTec FloWare COSA BaaN Ley COSA Banyan BeyondMail Oracle Workflow AltaVista Proc.Flow Teamware Flow ActionWorks Metro eistream iplanet Fujitsu iflow Panagon WorkFlo TIB/InConcert Olivetti X_Workflow IABG ProMInanD LEU

27 WMS: un successo mancato? I WMS sembravano designati a diventare una killer application nelle aziende Hanno avuto vari momenti di rinascita di interesse (es.: l era del Business Process Reenginering [Hammer e Champy 1993]) Non si sono diffusi quanto i DBMS perché? 35

28 WMS: un successo mancato? Alcune ipotesi e motivazioni: Costo elevato di messa in opera (ma anche i DBMS!) Rigidità dei processi definiti (ma anche gli schema dei DBMS!): Difficoltà di modifica dei processi No gestione casi eccezionali Difficoltà di definizione dei processi aziendali: Chi conosce i processi aziendali?(manager o impiegati) Chi è in grado di specificare le molteplici attività di un processo? (i processi sono trasversali alle aree funzionali) 36

29 Componenti dei WMS Modulo di definizione o Modello (analisi, disegno, simulazione) (Process definition tools in fig. lucido 43) Modulo di supporto all esecuzione (esecuzione, gestione delle eccezioni) (Workflow Engine in fig.) Modulo di controllo (monitoraggio, verifica) (Administration and Monitoring Tools in fig.) 38

30 Funzionalità Modulo di Definizione Strumenti per la definizione del processo (strumenti grafici, linguaggi di programmazione, vedi prossimo lucido su BPMN) Definizione del flusso delle attività (il workflow appunto) sequenza flussi paralleli flussi alternativi Definizione di condizioni di attivazione (collegate ad eventi, temporali, in base allo stato del processo) Assegnazione delle attività a persone, ruoli e gruppi Verifica della correttezza della definizione Definizione differenziata della visibilità/accesso ai dati Gestione libreria di processi Strumenti per la simulazione del processo 39

31 BPMN The Business Process Modeling Notation (BPMN) is a standardized graphical notation for drawing business processes in a workflow The primary goal of BPMN is to provide a standard notation that is readily understandable by all business stakeholders (process analyst, workflow designer, and the business managers) BPMN is intended to serve as common language to bridge the communication gap that frequently occurs between business process design and implementation tratto da Wikipedia (interessante anche Weaknesses of BPMN ) 40

32 Funzionalità Modulo di Esecuzione Attivazione di una nuova istanza di processo Notifica e gestione delle attività da svolgere Possibilità di gestione attività manuali, semiautomatiche o completamente automatiche Integrazione trasparente con strumenti di produttività individuale (fogli elettronici, word processor, ecc.) Routing delle informazioni collegate al processo (es.: documenti, suoni, immagini, messaggi, ecc.) Specifica di limiti temporali (globale, locale) Gestione differenziata della visibilità/accesso ai dati 41

33 Funzionalità Aggiuntive Modulo di Esecuzione Supporto alla comunicazione Supporto alla negoziazione Gestione dei casi eccezionali forwarding di attività (manuale, automatico in base a regole) (es.: attività assegnata all'utente errato, utente assente, incapacità dell'utente di svolgere l'attività) riesecuzione di attività o correzioni/richieste di correzioni (es.: errori/omissioni nei dati prodotti) 42

34 Funzionalità Aggiuntive Moduli di Definizione/Esecuzione Gestione dei cambiamenti nel flusso (es. posticipare attività, semplificazioni, aggiunte,...): locale: una sola istanza di processo è coinvolta nel cambiamento globale: tutte le istanze di quel processo sono modificate Definizione passo passo del processo (es. ProMInanD) Granularità nella definizione del processo (es. Regatta) gestione piani personali e di gruppo esecuzione di piani parzialmente specificati Gestione integrata del contesto organizzativo (awareness support) 43

35 Funzionalità del Modulo di Controllo Tenere traccia dell'esecuzione del processo Verifica dello stato di uno o più processi Supporto all'elaborazione di dati statistici 44

36 Alcuni esempi di modellazione 45

37 Esempi di Modellazione (1) Procedura di gestione ordini con reti di Petri [Agostini et al. 1994] b1 OrderRegistration b3 InventoryCheck b5 b2 b4 CompileReferences EvaluateReferences OrderEvaluation b6 b7 Shipping Processing Rejection b8 Billing b9 Archive b10 46

38 Esempi di Modellazione (2-prima parte) Procedura gestione fidi con reti di Petri [Agostini et al. 1995] Elementary Net System b3 Collecting Client Information b4 Perfecting Practice b5 b1 b2 Writing Report Exploitation of Client Motivation Collecting Client Documents b6 Checking external Credits b7 b8 Checking Financial Insolvencies Further Investigation b9 b10. 47

39 Esempi di Modellazione (2-seconda parte) b10. AD: Writing Proposal (=<50M) b11 DC: Evaluation & Approval (continuazione) Procedura gestione fidi con reti di Petri [Agostini et al. 1995] DC:Writing Proposal (=<80M) b13 CO:Evaluation & Approval b18 b12 CO: Writing Proposal (=<200M) RB:Evaluation & Approval AD:Seconding Request b15 b14 Client:Approval Conditions & Signature DC:Seconding Request CO:Seconding Request b16 RB:Writing Proposal (>200M) b17 RB:Evaluation & Approval b19 48

40 Esempi di Modellazione (4 - la stessa procedura di 2 ) Exploitation of Client Motivation {b2} Collecting Client Documents Collecting Client Information Perfecting Practice {b1} {b3, b6} {b4, b6} {b5, b6} Checking external Credits CeC CeC Checking Financial Further Insolvencies Investigation {b3, b7} {b3, b8} {b3, b9} CCI {b4, b7} PP {b5, b7} CFI CFI CCI {b4, b8} PP {b5, b8} FI FI CCI {b4, b9} PP {b5, b9} Elementary Transition System AD: Writing Proposal (=<50M) {b11} DC:Evaluation & Approval {b10} DC:Writing Proposal (=<80M) Client:Approval Conditions & Signature Writing Report AD:Seconding Request {b12} DC:Seconding Request {b13} {b14} CO:Writing Proposal(=<200M) CO:Evaluation & Approval {b15} {b18} {b19} RB:Evaluation & Approval RB:Evaluation & Approval CO:Seconding Request {b16} {b17} RB:Writing Proposal (>200M) 49

41 Esempi di Modellazione: Action Workflow (Medina-Mora et al., 1992) 50

42 Esempi di Modellazione (3 la stessa procedura di 2) Procedura gestione fidi con Action (Action Technology) [Agostini et al. 1995] agency director A client agency director exploitation of the client's motivation F current account credit perfecting the credit request practice agency credit secretariat agency director agency director client FA B agency director C agency credit secretariat further documents for conclusion documents for credit information about the client D agency director E1 agency director E2 agency director client client agency credit secretariat proceeding compl. and 1st credit's evaluation credit conditions approval credit evaluation E22 credit office agency credit secretariat district coordinator credit office credit resolution E22A district coordinator agency credit secretariat E21 credit office district coordinator agency credit secretariat DB signature for sight get conditions approval DA information request E212 district coordinator credits in other banks >= district coordinator resolution body credit office External Info (CERVED) credit proposal DAA credit office credits in other banks >= district coordinator credit office E2A2A E211 credit office get conditions approval credit resolution credit office External Info (BANKITALIA) E211A credit office get conditions approval resolution body resolution body 51

WorkFlow Management Systems

WorkFlow Management Systems WorkFlow Management Systems Cosa è un? Automazione di un processo aziendale (business process) con: documenti, informazioni e compiti partecipanti insieme predefinito di regole obiettivo comune 2 Esempi

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

Modello Workflow - WIDE

Modello Workflow - WIDE Modello Workflow - WIDE Prof.ssa Gentile a.a. 2011-2012 Modello Wide Workflow on an Intelligent and Distributed database Environment Descrive processi come insiemi di attività tra loro collegate da vincoli

Dettagli

Strumenti e Soluzioni per il Business Process Management in ambito Enterprise

Strumenti e Soluzioni per il Business Process Management in ambito Enterprise Strumenti e Soluzioni per il Business Process Management in ambito Enterprise Benvenuti! Green Team è Microsoft Partner con elevate competenze per i progetti che ruotano attorno al mondo di SharePoint.

Dettagli

Workflow nella pubblica amministrazione: BPR e simulazione dei workflow inter-organizzativi

Workflow nella pubblica amministrazione: BPR e simulazione dei workflow inter-organizzativi Workflow nella pubblica amministrazione: BPR e simulazione dei workflow inter-organizzativi E.Casalicchio, S.Tucci Corso di Governo Digitale, a.a. 10/11 1 Obiettivi re-ingegnerizzazione dei processi (BPR)

Dettagli

YAWL Workflow Management System

YAWL Workflow Management System YAWL Workflow Management System Gabriele Pozzani Barbara Oliboni Sistemi informativi aziendali Laurea magistrale in Ingegneria e scienze informatiche http://www.yawlfoundation.org/ Materiale prodotto da:

Dettagli

BPM: automazione, controllo e tracciabilita dei processi documentali. M. Bonasoro SWG IM Technical Sales

BPM: automazione, controllo e tracciabilita dei processi documentali. M. Bonasoro SWG IM Technical Sales BPM: automazione, controllo e tracciabilita dei processi documentali M. Bonasoro SWG IM Technical Sales Agenda Introduzione al Business Process Management La proposta IBM per i Processi documentali Funzionalità

Dettagli

I profili professionali EUCIP per le architetture Service Oriented

I profili professionali EUCIP per le architetture Service Oriented Sede AICA Liguria Competenze Professionali per l Innovazione Digitale Le competenze per la SOA-Service Oriented Architecture I profili professionali EUCIP per le architetture Service Oriented Roberto Ferreri

Dettagli

Eclipse Day 2010 in Rome

Eclipse Day 2010 in Rome Living IT Architectures Open Source per la realizzazione del modello XaaS www.spagoworld.org/openevents Engineering Engineering Group: Group: nuovo nuovo approccio approccio per per progetti progetti di

Dettagli

Processi di Business e Sistemi di Gestione di Workflow: concetti di base. Prof. Giancarlo Fortino g.fortino@unical.it

Processi di Business e Sistemi di Gestione di Workflow: concetti di base. Prof. Giancarlo Fortino g.fortino@unical.it Processi di Business e Sistemi di Gestione di Workflow: concetti di base Prof. Giancarlo Fortino g.fortino@unical.it Introduzione Le aziende devono modificare la loro organizzazione per cogliere le nuove

Dettagli

Modellazione dei Processi

Modellazione dei Processi Modellazione dei Processi Il concetto di processo (Alcune definizioni di processo) La sequenza delle operazioni finalizzate a trasformare un input in un output Il flusso delle informazioni e delle comunicazioni

Dettagli

MAX DOLGICER. Quando SOA non è sufficiente: Ottenere Agilità con il BUSINESS PROCESS EVENT

MAX DOLGICER. Quando SOA non è sufficiente: Ottenere Agilità con il BUSINESS PROCESS EVENT LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA MAX DOLGICER Quando SOA non è sufficiente: Ottenere Agilità con il BUSINESS PROCESS EVENT ROMA 23-25 GIUGNO 2008 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 info@technologytransfer.it

Dettagli

L'infrastruttura tecnologica Oracle Workflow alla base del progetto di Valutazione di Impatto Ambientale

L'infrastruttura tecnologica Oracle Workflow alla base del progetto di Valutazione di Impatto Ambientale L'infrastruttura tecnologica Oracle Workflow alla base del progetto di Valutazione di Impatto Ambientale Andrea Morena Roma, 10 maggio 2005 Senior Principal Sales Consultant Oracle Italia Progetto di Valutazione

Dettagli

Gestione della supply chain e commercio collaborativo

Gestione della supply chain e commercio collaborativo Gestione della supply chain e commercio collaborativo Dr. Stefano Burigat Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine www.dimi.uniud.it/burigat stefano.burigat@uniud.it La supply chain

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

Interoperabilità e cooperazione applicativa tra sistemi informativi

Interoperabilità e cooperazione applicativa tra sistemi informativi Interoperabilità e cooperazione applicativa tra sistemi informativi Michele Ruta Dipartimento di Ingegneria Elettrica e dell Informazione Politecnico di Bari 1di 29 Indice Introduzione ai Port Community

Dettagli

CST Consulting Gestione del ticket: snellire e organizzare i processi informativi di supporto al cliente interno

CST Consulting Gestione del ticket: snellire e organizzare i processi informativi di supporto al cliente interno CST Consulting Gestione del ticket: snellire e organizzare i processi informativi di supporto al cliente interno Luciano Balzarini CEO CST Consulting CST Consulting CST Consulting overview CST Consulting

Dettagli

N 1 alla versione bilingue (italiano-inglese) NORMA UNI EN ISO 9001 (novembre 2008) Sistemi di gestione per la qualità - Requisiti.

N 1 alla versione bilingue (italiano-inglese) NORMA UNI EN ISO 9001 (novembre 2008) Sistemi di gestione per la qualità - Requisiti. ERRATA CORRIGE N 1 alla versione bilingue (italiano-inglese) DEL 31 luglio 2009 NORMA UNI EN ISO 9001 (novembre 2008) TITOLO Sistemi di gestione per la qualità - Requisiti Punto della norma Pagina Oggetto

Dettagli

Architettura e tecnologie per lo sviluppo del Setup-Dashboard. Setup Srl Information Technologies

Architettura e tecnologie per lo sviluppo del Setup-Dashboard. Setup Srl Information Technologies Architettura e tecnologie per lo sviluppo del Setup-Dashboard Setup Srl Information Technologies 1 Introduzione INTRODUZIONE In seguito a diverse richieste, Setup ha deciso di sviluppare un modulo denominato

Dettagli

MIKE FERGUSON PROGETTARE E COSTRUIRE SOLUZIONI INTELLIGENTI DI CRM (CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT)

MIKE FERGUSON PROGETTARE E COSTRUIRE SOLUZIONI INTELLIGENTI DI CRM (CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT) LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA MIKE FERGUSON PROGETTARE E COSTRUIRE SOLUZIONI INTELLIGENTI DI CRM (CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT) ROMA 18-19 DICEMBRE 2000 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231

Dettagli

CSCW e Groupware. Terminologia (1) CSCW

CSCW e Groupware. Terminologia (1) CSCW CSCW e Groupware Terminologia (1) CSCW computer-supported t cooperative work Disciplina scientifica che studia il lavoro di gruppo e cerca di scoprire come la tecnologia può essere di aiuto Termine prevalentemente

Dettagli

Compliance: La gestione del dato nel sistema di reporting e consolidamento

Compliance: La gestione del dato nel sistema di reporting e consolidamento Compliance: La gestione del dato nel sistema di reporting e consolidamento Paolo Terazzi Consolidated Financial Statement Manager Amplifon Milano, 1 dicembre 2009 Amplifon nel mondo Leader in 14 countries

Dettagli

PMI Project Management Standard, PMBOK Fourth Edition 2008

PMI Project Management Standard, PMBOK Fourth Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Project Management Standard, PMBOK Fourth Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner - Responsabile Area

Dettagli

Università degli studi dell Aquila. Sistemi informativi aziendali 9 C.F.U.

Università degli studi dell Aquila. Sistemi informativi aziendali 9 C.F.U. Università degli studi dell Aquila Sistemi informativi aziendali 9 C.F.U. Ing. Gaetanino Paolone (gaetanino.paolone@univaq.it) Prof. Dr. Luciano Fratocchi (luciano.fratocchi@univaq.it) Contenuti (2 ore)

Dettagli

Introduzione ai Web Services Alberto Polzonetti

Introduzione ai Web Services Alberto Polzonetti PROGRAMMAZIONE di RETE A.A. 2003-2004 Corso di laurea in INFORMATICA Introduzione ai Web Services alberto.polzonetti@unicam.it Introduzione al problema della comunicazione fra applicazioni 2 1 Il Problema

Dettagli

Informatica Introduzione alle basi di dati

Informatica Introduzione alle basi di dati Informatica Introduzione alle basi di dati Prof. Giovanni Giuffrida e-mail: giovanni.giuffrida@dmi.unict.it 27 November 2014 Basi di Dati - Introd. - Prof. G. Giuffrida 1 Materiale didattico Atzeni,Ceri,Paraboschi,Torlone,

Dettagli

MS SQL SERVER 2005 - UPGRADING TO MICROSOFT SQL SERVER 2005

MS SQL SERVER 2005 - UPGRADING TO MICROSOFT SQL SERVER 2005 MS SQL SERVER 2005 - UPGRADING TO MICROSOFT SQL SERVER 2005 UN BUON MOTIVO PER [cod. E316] Lo scopo di questo corso non MOC è fornire ai database professionals che lavorano in realtà di tipo enterprise

Dettagli

Scenari di Knowledge Management nella PA: Strumenti, Soluzioni ed Esperienze per la Condivisione della Conoscenza. it Consult

Scenari di Knowledge Management nella PA: Strumenti, Soluzioni ed Esperienze per la Condivisione della Conoscenza. it Consult MASTER PA Workshop W6 Scenari di Knowledge Management nella PA: Strumenti, Soluzioni ed Esperienze per la Condivisione della Conoscenza MASTER PA Workshop W6 Passare dalla teoria alla pratica: Approccio,

Dettagli

KON 3. Knowledge ON ONcology through ONtology

KON 3. Knowledge ON ONcology through ONtology KON 3 Knowledge ON ONcology through ONtology Obiettivi di KON 3 Scopo di questo progetto èquello di realizzare un sistema di supporto alle decisioni, basato su linee guida e rappresentazione semantica

Dettagli

Modellazione di processi

Modellazione di processi Luca Cabibbo Architetture Software Dispensa ASW 910 ottobre 2014 La modellazione è un mestiere e a volte è un arte. William C. Burkett 1 -Fonti [Papazoglou] Papazoglou, Web Services Principles and Technology,

Dettagli

Gestire l informazione aziendale in modo strutturato e flessibile

Gestire l informazione aziendale in modo strutturato e flessibile ated Gestire l informazione aziendale in modo strutturato e flessibile Strumenti di Business Intelligence e Corporate Performance Management Conferenza ATED Manno, 20 settembre 2005 Ing. Roberto Fridel,

Dettagli

MS WINDOWS SERVER 2008 - CONFIGURING, MANAGING AND MAINTAINING SERVERS

MS WINDOWS SERVER 2008 - CONFIGURING, MANAGING AND MAINTAINING SERVERS MS WINDOWS SERVER 2008 - CONFIGURING, MANAGING AND MAINTAINING SERVERS UN BUON MOTIVO PER [cod. E103] Questo corso combina i contenuti di tre corsi: Network Infrastructure Technology Specialist, Active

Dettagli

Ciclo di Vita Evolutivo

Ciclo di Vita Evolutivo Ciclo di Vita Evolutivo Prof.ssa Enrica Gentile a.a. 2011-2012 Modello del ciclo di vita Stabiliti gli obiettivi ed i requisiti Si procede: All analisi del sistema nella sua interezza Alla progettazione

Dettagli

Processi di Gestione dei Sistemi ICT

Processi di Gestione dei Sistemi ICT Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria GESTIONE DEI SISTEMI ICT Paolo Salvaneschi A3_1 V1.1 Processi di Gestione dei Sistemi ICT Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti,

Dettagli

Maurizio D Alessio. Channel Sales Manager Research In Motion Italy. July 22, 2008

Maurizio D Alessio. Channel Sales Manager Research In Motion Italy. July 22, 2008 Maurizio D Alessio Channel Sales Manager Research In Motion Italy July 22, 2008 RIM, Research In Motion: 16.0 3.1 Milioni di utenti 3.7 4.3 4.9 5.5 Q106 Q206 Q306 Q406 Q107 Q207 6.2 7.0 8.0 9.0 Q307 Q407

Dettagli

Microsoft Dynamics CRM Live

Microsoft Dynamics CRM Live Microsoft Dynamics CRM Live Introduction Dott. Fulvio Giaccari Product Manager EMEA Today s Discussion Product overview Product demonstration Product editions Features LiveGRID Discussion Product overview

Dettagli

Il World Wide Web. Il Servizio World Wide Web (WWW) WWW WWW WWW WWW. Storia WWW: obbiettivi WWW: tecnologie Le Applicazioni Scenari Futuri.

Il World Wide Web. Il Servizio World Wide Web (WWW) WWW WWW WWW WWW. Storia WWW: obbiettivi WWW: tecnologie Le Applicazioni Scenari Futuri. Il Servizio World Wide Web () Corso di Informatica Generale (Roberto BASILI) Teramo, 20 Gennaio, 2000 Il World Wide Web Storia : obbiettivi : tecnologie Le Applicazioni Scenari Futuri La Storia (1990)

Dettagli

Case study Accenture Finance Solution Delivery Center di Milano: soluzione di Identity Management & Provisioning per il progetto Data Privacy

Case study Accenture Finance Solution Delivery Center di Milano: soluzione di Identity Management & Provisioning per il progetto Data Privacy Case study Accenture Finance Solution Delivery Center di Milano: soluzione di Identity Management & Provisioning per il progetto Data Privacy Giovanni Anastasi IT Manager Accenture

Dettagli

WISE rappresenta l interlocutore più appropriato per la soluzione di problemi di automazione, logistica e gestione della produzione.

WISE rappresenta l interlocutore più appropriato per la soluzione di problemi di automazione, logistica e gestione della produzione. UN PASSO AVANTI Wise Ingegneria e Soluzioni Software nasce da un gruppo di professionisti con esperienza ventennale nella gestione di progetti informatici e realizzazione di soluzioni integrate di sistemi

Dettagli

LE SOLUZIONI INFORMATICHE PER LA GESTIONE DEL SISTEMA QUALITÀ Stato attuale dell arte e le tendenze future

LE SOLUZIONI INFORMATICHE PER LA GESTIONE DEL SISTEMA QUALITÀ Stato attuale dell arte e le tendenze future LE SOLUZIONI INFORMATICHE PER LA GESTIONE DEL SISTEMA QUALITÀ Stato attuale dell arte e le tendenze future Ing. Ioanis Tsiouras 1 (Rivista Qualità&Informatica N 4, settembre 1997) Il sistema qualità documentato

Dettagli

L integrazione dei dati da fonti interne ed esterne nel processo Order to Cash 27 Maggio, Bardolino

L integrazione dei dati da fonti interne ed esterne nel processo Order to Cash 27 Maggio, Bardolino L integrazione dei dati da fonti interne ed esterne nel processo Order to Cash 27 Maggio, Bardolino AICS MEETING DAY 2009 Agenda La partnership La survey L integrazione Le soluzioni 2 Agenda La partnership

Dettagli

Guida introduttiva a BusinessObjects XI Release 2 Service Pack 2/Productivity Pack

Guida introduttiva a BusinessObjects XI Release 2 Service Pack 2/Productivity Pack Guida introduttiva a BusinessObjects XI Release 2 Service Pack 2/Productivity Pack Informazioni sul manuale Informazioni sul manuale In questo manuale sono contenute informazioni introduttive sull'utilizzo

Dettagli

L evoluzione delle competenze verso il Database Manager

L evoluzione delle competenze verso il Database Manager L evoluzione delle competenze verso il Database Manager Workshop sulle competenze ed il lavoro dei Database Manager Milano, 1 marzo 2011 Elisabetta Peroni consulente sui sistemi di gestione dati (betty.peroni@gmail.com)

Dettagli

Informatica Documentale

Informatica Documentale Informatica Documentale Ivan Scagnetto (scagnett@dimi.uniud.it) Stanza 3, Nodo Sud Dipartimento di Matematica e Informatica Via delle Scienze, n. 206 33100 Udine Tel. 0432 558451 Ricevimento: giovedì,

Dettagli

PRESENTAZIONE Taurus Informatica S.r.l. Area Lotus

PRESENTAZIONE Taurus Informatica S.r.l. Area Lotus Pag. 1 di 9 PRESENTAZIONE Taurus Informatica S.r.l. Sommario...2 IL MONDO LOTUS...2 LA NOSTRA ESPERIENZA...4 Formazione...4 Sviluppo e Sistemi...4 LA NOSTRA PROPOSTA...8 Area formazione...8 Area sviluppo...8

Dettagli

Stefano Scamuzzo. Engineering Group. Research & Innovation Division. stefano.scamuzzo@eng.it. www.spagoworld.org

Stefano Scamuzzo. Engineering Group. Research & Innovation Division. stefano.scamuzzo@eng.it. www.spagoworld.org Open Source a supporto della Governance dei processi aziendali: un approccio di Business Intelligence basato sul monitoraggio di indicatori di qualità e di servizio Stefano Scamuzzo Research & Innovation

Dettagli

SisTabWeb Web. Sistema Tabelle. for Enterprise

SisTabWeb Web. Sistema Tabelle. for Enterprise SisTabWeb Web Sistema Tabelle for Enterprise Overview La condivisione del patrimonio dati a livello aziendale diventa essenziale nel momento in cui il sistema informativo, elemento chiave per l'efficienza

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE. Definizione, classificazioni

SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE. Definizione, classificazioni SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE Definizione, classificazioni IL SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE A cosa serve una definizione? Esistono diverse prospettive tecnica, organizzativa, della comunicazione e quindi

Dettagli

BASI DI DATI I Lezione n 2 25/09/2009

BASI DI DATI I Lezione n 2 25/09/2009 BASI DI DATI I Lezione n 2 25/09/2009 Fumarola Roberta, Galeano Antonio Andrea Linguaggio di modellazione Insieme di simboli e regole atto a descrivere la struttura e le funzionalità di un Database prima

Dettagli

Università di Pisa Polo Sistemi Logistici Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici. Informatica per la Logistica. Lezioni

Università di Pisa Polo Sistemi Logistici Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici. Informatica per la Logistica. Lezioni Università di Pisa Polo Sistemi Logistici Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici Le grandi e complesse organizzazioni aziendali sono la manifestazione tangibile della tecnologia avanzata, più delle

Dettagli

«PI Visualization Suite Webinar in Italiano»

«PI Visualization Suite Webinar in Italiano» «PI Visualization Suite Webinar in Italiano» Ecco come funziona LiveMeeting Possibilita di scaricare materiale aggiuntivo Qui poni una domanda Configurazione audio e video Copyrig h t 2014 OSIso f t, LLC.

Dettagli

L [ERP] PER IL MERCATO DEL [WINE & BEVERAGE] WINE BEVERAGE

L [ERP] PER IL MERCATO DEL [WINE & BEVERAGE] WINE BEVERAGE L [ERP] PER IL MERCATO DEL [ & ] ERP per il settore Wine&Beverage Enterprise Resource Planning Wine&Beverage for Sap Business One è un ERP, appositamente parametrizzato per il commercio del vino, alcolici,

Dettagli

Pag. 1 WIDE (I) josh: la piattaforma software per il KM. josh - Modello logico WIDE (II) josh - Modello fisico. Modello dei processi (I)

Pag. 1 WIDE (I) josh: la piattaforma software per il KM. josh - Modello logico WIDE (II) josh - Modello fisico. Modello dei processi (I) : la piattaforma software per il KM Nicolino Ambrosini it Consult WIDE (I) WIDE (Workflows on an Intelligent and Distribuited database Environment) E un progetto ESPRIT, il programma della Comunità Europea

Dettagli

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi IBM Cloud Computing - esperienze e servizi Mariano Ammirabile Cloud Computing Sales Leader - marzo 2011 2011 IBM Corporation Cosa si intende per Cloud Computing Cloud è un nuovo modo di utilizzare e di

Dettagli

L ANALISI DEI FLUSSI (WORK-FLOW ANALYSIS) Le origini L analisi dei flussi è una tecnica di valutazione di un processo lavorativo. E uno strumento nato all interno degli approcci hard alla valutazione,

Dettagli

Paolo Gandolfo Efficienza IT e controllo costi

Paolo Gandolfo Efficienza IT e controllo costi Paolo Gandolfo Efficienza IT e controllo costi Agenda della sessione La piattaforma IBM per l Asset & Service management Aree e voci di impatto sulle rendiconto economico Soluzioni TIVOLI a supporto Quali

Dettagli

HR Intelligence e Change Management Intelligence: orientamenti e tecnologie a supporto dei processi di cambiamento

HR Intelligence e Change Management Intelligence: orientamenti e tecnologie a supporto dei processi di cambiamento HR Intelligence e Change Management Intelligence: orientamenti e tecnologie a supporto dei processi di cambiamento Giacomo Lorusso Business Development Manager SAS Human Capital Management Solution g.lorusso@ita.sas.com

Dettagli

Anno Scolastico: 2014/2015. Indirizzo: Sistemi informativi aziendali. Classe quarta AS. Disciplina: Informatica. prof.

Anno Scolastico: 2014/2015. Indirizzo: Sistemi informativi aziendali. Classe quarta AS. Disciplina: Informatica. prof. Anno Scolastico: 2014/2015 Indirizzo: Sistemi informativi aziendali Classe quarta AS Disciplina: Informatica prof. Competenze disciplinari: Secondo biennio 1. Identificare e applicare le metodologie e

Dettagli

ESI International. Project Management & Business Analysis Solutions. www.esi-italy.it

ESI International. Project Management & Business Analysis Solutions. www.esi-italy.it ESI International Project Management & Business Analysis Solutions www.esi-italy.it Chi siamo Leader globali nei servizi di PERFORMANCE IMPROVEMENT in: Project Management Business Analysis Agile Project

Dettagli

MANUALE www.logisticity.it. Copryright 2015 - All rights reserved Email: info@logisticity.it - P.IVA 04183950403

MANUALE www.logisticity.it. Copryright 2015 - All rights reserved Email: info@logisticity.it - P.IVA 04183950403 MANUALE www.logisticity.it Copryright 2015 - All rights reserved Email: info@logisticity.it - P.IVA 04183950403 INDICE Presentazione... pag. 02 Applicativo... pag. 03 Amministrazione...pag. 06 Licenza...pag.

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE

TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE I.C.T. Information and Communication Technology TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI

Dettagli

II Modulo Organizzazione dei Sistemi Informativi

II Modulo Organizzazione dei Sistemi Informativi II Modulo Organizzazione dei Sistemi Informativi DA CHE COSA E COMPOSTO COME SI ACCEDE CHI LO USA A CHE COSA SERVE Risorse hardware e software: - Server - LAN (router, HUB Firewall,..) - Storage - pacchetti

Dettagli

Gestire i processi di business trasforma una organizzazione normale in una intelligente? Roberta Raimondi Professor, Sda Bocconi

Gestire i processi di business trasforma una organizzazione normale in una intelligente? Roberta Raimondi Professor, Sda Bocconi Gestire i processi di business trasforma una organizzazione normale in una intelligente? Roberta Raimondi Professor, Sda Bocconi 1) information goes to work 2) model the way Quale migliore prospettiva

Dettagli

Sistemi Distribuiti AA 2005/2006. durante il corso: dopo lezione dopo il corso: mercoledì dalle 16,00 alle 18,00 per chi lavora: spedire una mail

Sistemi Distribuiti AA 2005/2006. durante il corso: dopo lezione dopo il corso: mercoledì dalle 16,00 alle 18,00 per chi lavora: spedire una mail Sistemi Distribuiti AA 2005/2006 Laurea Specialistica-Telecomunicazioni Docente: Dott.Ing. Sara Tucci Piergiovanni Il corso: informazioni utili Riferimenti del docente: sito web: www.dis.uniroma1.it/tucci

Dettagli

Ottimizzazione dello sviluppo software con Microsoft Visual Studio 2008

Ottimizzazione dello sviluppo software con Microsoft Visual Studio 2008 Ottimizzazione dello sviluppo software con Microsoft Visual Studio 2008 White paper Novembre 2007 Per informazioni aggiornate, visitare l indirizzo www.microsoft.com/italy/vstudio È possibile che a questo

Dettagli

processi analitici aziendali

processi analitici aziendali Best practises per lo sviluppo dei processi analitici aziendali Business Brief@CSC Roma, 29 maggio 2008 Tachi PESANDO Business & Management Agenda Importanza della Customer oggi Le due anime di un progetto

Dettagli

Corso di Informatica per la Gestione Aziendale

Corso di Informatica per la Gestione Aziendale Corso di Informatica per la Gestione Aziendale Anno Accademico: 2008/2009 4 parte DOCENTI: Prof.ssa Cecilia Rossignoli Dott. Gianluca Geremia Università degli Studi di Verona Dipartimento di Economia Aziendale

Dettagli

8. Sistemi Distribuiti e Middleware

8. Sistemi Distribuiti e Middleware 8. Sistemi Distribuiti e Middleware Andrea Polini Ingegneria del Software Corso di Laurea in Informatica (Ingegneria del Software) 8. Sistemi distribuiti e Middleware 1 / 32 Sommario 1 Sistemi distribuiti

Dettagli

Ferrara, 18 gennaio 2011. Gianluca Nostro Senior Sales Consultant Oracle Italia

Ferrara, 18 gennaio 2011. Gianluca Nostro Senior Sales Consultant Oracle Italia Ferrara, 18 gennaio 2011 Gianluca Nostro Senior Sales Consultant Oracle Italia Agenda 18 gennaio 2011 Kick Off Oracle - ICOS Business Intelligence: stato dell arte in Italia Oracle Business Intelligence

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

Software di definizione, automazione e monitoraggio per il miglioramento dei processi. Business Process and Rules Management, modellazione di

Software di definizione, automazione e monitoraggio per il miglioramento dei processi. Business Process and Rules Management, modellazione di Reporting Modeling Simulation BPM+ Monitoring Execution Implementation Software di definizione, automazione e monitoraggio per il miglioramento dei processi. Business Process and Rules Management, modellazione

Dettagli

La nuova strategia per l Enterprise Content Management

La nuova strategia per l Enterprise Content Management La nuova strategia per l Enterprise Content Management AGENDA L'Esigenze di mercato e l opinione degli analisti La strategia IBM per l Information Management IBM & FileNet insieme: cosa cambia nell offerta

Dettagli

CST Consulting Documentazione di prodotto: la gestione integrata del processo di sviluppo - dal concept al lancio sul mercato. Il caso Fonderie Sime

CST Consulting Documentazione di prodotto: la gestione integrata del processo di sviluppo - dal concept al lancio sul mercato. Il caso Fonderie Sime CST Consulting Documentazione di prodotto: la gestione integrata del processo di sviluppo - dal concept al lancio sul mercato. Il caso Fonderie Sime Luciano Balzarini CEO CST Consulting CST Consulting

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Master in Regolazione dell attività e dei mercati finanziari

Master in Regolazione dell attività e dei mercati finanziari Master in Regolazione dell attività e dei mercati finanziari Organizzazione dei Sistemi Informativi e outsourcing Insieme di strumenti automatici, manuali, procedure, risorse umane, flussi informativi,

Dettagli

Apex%21%marzo%2013 %%

Apex%21%marzo%2013 %% Apex%21%marzo%2013 %% La#necessità#di#innovare# La%legge%di%Joy:%% «Non%importa%chi%tu%sia,%le%persone%più%brillanti% lavorano%sempre%per%qualcun%altro»% Innovazione#=#valore# L innovazione%costituisce%nuovo%valore%

Dettagli

Applicazioni Intranet e gestione della conoscenza

Applicazioni Intranet e gestione della conoscenza Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria Applicazioni Internet B Paolo Salvaneschi A6_1 V1.5 Applicazioni Intranet e gestione della conoscenza Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli

Dettagli

INFORMATICA. Prof. MARCO CASTIGLIONE ISTITUTO TECNICO STATALE TITO ACERBO - PESCARA

INFORMATICA. Prof. MARCO CASTIGLIONE ISTITUTO TECNICO STATALE TITO ACERBO - PESCARA INFORMATICA Prof. MARCO CASTIGLIONE ISTITUTO TECNICO STATALE TITO ACERBO - PESCARA Informatica per AFM 1. SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE E SISTEMA INFORMATICO ITS Tito Acerbo - PE INFORMATICA Prof. MARCO

Dettagli

NICE. Real Time Impact Offering. Turning Insights into Real- Time Impact

NICE. Real Time Impact Offering. Turning Insights into Real- Time Impact NICE Real Time Impact Offering Turning Insights into Real- Time Impact THE OPERATOR AT THE DECISIVE MOMENT Tentare un offerta Ascoltare il cliente Procedure complesse Interagire con diverse applicazioni

Dettagli

Reti e sistemi informativi II Il ruolo delle IT nell organizzazione

Reti e sistemi informativi II Il ruolo delle IT nell organizzazione Reti e sistemi informativi II Il ruolo delle IT nell organizzazione Prof. Andrea Borghesan & Dr.ssa Francesca Colgato venus.unive.it/borg borg@unive.it Ricevimento: mercoledì dalle 10.00 alle 11.00 Modalità

Dettagli

Enterprise @pplication Integration Software S.r.l.

Enterprise @pplication Integration Software S.r.l. SAP rel.1.0 : SAP State: Final Date: 03-27-200 Enterprise @pplication Integration Software S.r.l. Sede legale: Via Cola di Rienzo 212-00192 Rome - Italy Tel. +39.06.6864226 Sede operativa: viale Regina

Dettagli

I I SISTEMI INFORMATIVI INTEGRATI. Baan IV IV - Enterprise e Orgware NOTE

I I SISTEMI INFORMATIVI INTEGRATI. Baan IV IV - Enterprise e Orgware NOTE I I SISTEMI INFORMATIVI INTEGRATI Baan IV IV - Enterprise e Orgware Strumento Enterprise (Azienda) Sistema Informativo Aziendale (EIS Enterprise Information System) Indicatori di Rendimento (PI - Performance

Dettagli

Alessandro Huber Chief Technology Officer, Microsoft Italia Claudia Angelelli Service Line Manager, Microsoft Italia

Alessandro Huber Chief Technology Officer, Microsoft Italia Claudia Angelelli Service Line Manager, Microsoft Italia Alessandro Huber Chief Technology Officer, Microsoft Italia Claudia Angelelli Service Line Manager, Microsoft Italia Contenimento dei costi di gestione Acquisizioni/ merge Rafforzare la relazione con

Dettagli

Dal bid management alla Supply Chain Execution:

Dal bid management alla Supply Chain Execution: TECNOLOGIE E SOLUZIONI INFORMATICHE Dal bid management alla Supply Chain Execution: soluzioni informatiche per ottimizzare la comunicazione con i fornitori Elio Becchis Solution Manager Tesi SpA L Azienda

Dettagli

WebRatio. L altra strada per il BPM. Web Models s.r.l. www.webratio.com contact@webratio.com 1 / 8

WebRatio. L altra strada per il BPM. Web Models s.r.l. www.webratio.com contact@webratio.com 1 / 8 WebRatio L altra strada per il BPM Web Models s.r.l. www.webratio.com contact@webratio.com 1 / 8 Il BPM Il BPM (Business Process Management) non è solo una tecnologia, ma più a grandi linee una disciplina

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA MIKE IL BUSINESS USANDO LA BI, BAM E EVENT PROCESSING

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA MIKE IL BUSINESS USANDO LA BI, BAM E EVENT PROCESSING LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA MIKE FERGUSON COME OTTIMIZZARE IL BUSINESS USANDO LA BI, BAM E EVENT PROCESSING ROMA 16-17 DICEMBRE 2010 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 info@technologytransfer.it

Dettagli

Organization Intelligence: Approccio e Tecnologia

Organization Intelligence: Approccio e Tecnologia Organization Intelligence: Approccio e Tecnologia [Knowledge] «In organizations it often becomes embedded not only in documents or repositories but also in organizational routines, processes, practices

Dettagli

Innovazione. Tecnologia. Know How

Innovazione. Tecnologia. Know How > Presentazione FLAG Consulting S.r.L. Innovazione. Tecnologia. Know How SOMMARIO 01. Profilo aziendale 02. Gestione Documentale 03. Enterprise Document Platform 01. Profilo aziendale Il partner ideale

Dettagli

Soluzioni Reply su piattaforma Adobe Dematerializzazione Archiviazione Sostitutiva

Soluzioni Reply su piattaforma Adobe Dematerializzazione Archiviazione Sostitutiva Soluzioni Reply su piattaforma Adobe Dematerializzazione Archiviazione Sostitutiva Tags Tag me with: Adobe LiveCycle Conservazione sostitutiva Digital signature Paperless 2 Agenda Aktive Reply & Adobe

Dettagli

Integrazione dei processi aziendali Sistemi ERP e CRM. Alice Pavarani

Integrazione dei processi aziendali Sistemi ERP e CRM. Alice Pavarani Integrazione dei processi aziendali Sistemi ERP e CRM Alice Pavarani Un ERP rappresenta la maggiore espressione dell inseparabilità tra business ed information technology: è un mega-package di applicazioni

Dettagli

EUDATA GREENY. Gestione Intelligente dell Energia

EUDATA GREENY. Gestione Intelligente dell Energia EUDATA GREENY Gestione Intelligente dell Energia NETWORK About 100 PROFFESSIONALS HQ in MILAN, ROME, BARI GESTIONE INTELLIGENTE DELLE INFORMAZIONI ENERGETICHE DI UN EDIFICIO 3 COSTO DELL ENERGIA In Italia

Dettagli

IT Service e Asset Management

IT Service e Asset Management IT Service e Asset Management la soluzione Guella Barbara Tivoli Technical Sales 2007 IBM Corporation IBM ISM & Maximo Una soluzione unica per l esecuzione dei processi Incident & Problem Mgmt Knowledge

Dettagli

Un potente sistema di monitoraggio delle performance aziendali

Un potente sistema di monitoraggio delle performance aziendali Un potente sistema di monitoraggio delle performance aziendali Scenario di utilizzo Monitorare efficacemente e costantemente le performance aziendali diventa sempre più cruciale per mantenere alti i livelli

Dettagli

I sistemi ERP. sistemi ERP 1

I sistemi ERP. sistemi ERP 1 I sistemi ERP sistemi ERP 1 Il portafoglio applicativo delle industrie manifatturiere Pianificazione delle operazioni Analisi strategica, pianificazione annuale, programmazione operativa, scheduling Esecuzione

Dettagli

Le norme della Qualità

Le norme della Qualità Le norme ISO9000 e la loro evoluzione L evoluzione delle ISO 9000 in relazione alla evoluzione delle prassi aziendali per la Qualita 3 Evoluzione della serie ISO 9000 2 1 Rev. 1 ISO 9000 Rev. 2 ISO 9000

Dettagli

IMPLEMENTATION MONITORING PROTOCOL

IMPLEMENTATION MONITORING PROTOCOL IMPLEMENTATION MONITORING PROTOCOL Monitoraggio dell attuazione del progetto NO.WA No Waste 31/03/2012 2 Introduzione... 4 Introduction... 4 1. Ruoli e responsabilità... 5 Project Coordinator e Project

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso ELETECNO ST

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso ELETECNO ST Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica Il caso ELETECNO ST Innovare e competere con le ICT - PARTE I Cap.1 L innovazione nella gestione

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 5

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 5 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 5 Francesco Clabot 1 Responsabile erogazione servizi tecnici francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici IT

Dettagli

icaro x PMI ICT Paolo Nesi (UNIFI, DISIT Lab) Feb 2015

icaro x PMI ICT Paolo Nesi (UNIFI, DISIT Lab) Feb 2015 icaro x PMI ICT Paolo Nesi (UNIFI, DISIT Lab) Feb 2015 IaaS, Infrastructure as a Service: Business: vendita di host a consumo Contesto IaaS/PaaS Gestione: limitata al parco degli Host vari Gestori Monitoraggio

Dettagli

SAP PLM - DMS. SAP Document Management System integrazione con Content Server

SAP PLM - DMS. SAP Document Management System integrazione con Content Server SAP PLM - DMS SAP Document Management System integrazione con Content Server Apex assists companies increase business value by leveraging existing investments in SAP solutions SAP DMS Agenda Overview soluzione

Dettagli