REDACLE Panoramica della soluzione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REDACLE Panoramica della soluzione"

Transcript

1 Protocollo: PRG Ricerca & Sviluppo Sistemi di Tracciabilità e Workflow Gestione di flussi di lavoro REDACLE Panoramica della soluzione Versione del 09 ottobre 2006 Copyright 2006 by Acme Solutions - Tutti i diritti riservati Le informazioni contenute in questo documento sono soggette a modifiche senza preavviso e fornite senza garanzie di alcun tipo, esplicite o implicite. Se non specificato diversamente, ogni riferimento a società, nomi, dati e indirizzi utilizzati nelle riproduzioni delle schermate e negli esempi è puramente casuale ed ha il solo scopo di illustrare l uso degli strumenti presentati. Nessuna parte di questo documento può essere riprodotta in qualsiasi forma o mezzo elettronico o meccanico senza il permesso scritto di Acme Solutions

2 SISTEMI DI TRACCIABILITÀ E WORKFLOW - GESTIONE DI FLUSSI DI LAVORO Protocollo Documento: PRG Revisioni del documento: Versione Data Autore Revisore Note Ottobre-2006 G. Organtini R. Galoppini --- Acme Solutions Viale Cherubino Malpeli 119, ROMA Tel.: Fax: Web: Questo documento è stato realizzato con OpenOffice.org 2.0 (http://www.openoffice.org). I grafici UML sono stati realizzati con MagicDraw UML 9.0, Community Edition (http://www.magicdraw.com). Copyright 2006 by Acme Solutions - Tutti i diritti riservati Disclaimer Le informazioni contenute in questo documento sono soggette a modifiche senza preavviso e fornite senza garanzie di alcun tipo, esplicite o implicite. Se non specificato diversamente, ogni riferimento a società, nomi, dati e indirizzi utilizzati nelle riproduzioni delle schermate e negli esempi è puramente casuale ed ha il solo scopo di illustrare l uso degli strumenti presentati. Nessuna parte di questo documento può essere riprodotta in qualsiasi forma o mezzo elettronico o meccanico senza il permesso scritto di Acme Solutions PAG. 2 DI 20 - PRG VERSIONE DEL 09 OTTOBRE 2006

3 SISTEMI DI TRACCIABILITÀ E WORKFLOW - GESTIONE DI FLUSSI DI LAVORO ABSTRACT ABSTRACT Il presente documento illustra i principi di funzionamento di REDACLE, un framework per la gestione e il coordinamento dei flussi di lavoro integrato con un sistema di gestione della tracciabilità.. VERSIONE DEL 09 OTTOBRE 2006 PRG PAG. 3 DI 20

4 INDICE GENERALE SISTEMI DI TRACCIABILITÀ E WORKFLOW - GESTIONE DI FLUSSI DI LAVORO INDICE GENERALE Abstract...3 Indice Generale...4 Elenco delle illustrazioni...5 Elenco delle Abbreviazioni Ambiente di riferimento e definizioni Storia del Prodotto Panoramica del Prodotto Accesso ai servizi di REDACLE Principi di Funzionamento L'interfaccia di amministrazione di REDACLE L'interfaccia utente di REDACLE Architettura Flessibilità e configurabilità...19 Questa è l'ultima pagina del documento...20 PAG. 4 DI 20 - PRG VERSIONE DEL 09 OTTOBRE 2006

5 SISTEMI DI TRACCIABILITÀ E WORKFLOW - GESTIONE DI FLUSSI DI LAVORO ELENCO DELLE ILLUSTRAZIONI ELENCO DELLE ILLUSTRAZIONI Fig. 3.1: Pagina Iniziale...11 Fig. 3.2: Sezione amministrazione...11 Fig. 3.3: Gestione parti...12 Fig. 3.4: Elenco attività...12 Fig. 3.5: Inserimento di caratteristiche di una parte: batteria...13 Fig. 3.6: Montaggio finale del telefono...13 Fig. 3.7: Elenco dei Workflow...14 Fig. 3.8: Lista parti per processo...14 Fig. 3.9: Report batteria...15 Fig. 3.10:Telefono completo...15 Fig. 4.1: Casi d'uso amministrazione...17 Fig. 4.2: Casi d'uso delle attività e dei report...18 VERSIONE DEL 09 OTTOBRE 2006 PRG PAG. 5 DI 20

6 ELENCO DELLE ABBREVIAZIONI SISTEMI DI TRACCIABILITÀ E WORKFLOW - GESTIONE DI FLUSSI DI LAVORO ELENCO DELLE ABBREVIAZIONI API HTML HTTP XML WfMS Application Program(ming) Interface. Hyper Text Markup Language. Hyper Text Transfer Protocol. extensible Markup Language. Workflow Management System PAG. 6 DI 20 - PRG VERSIONE DEL 09 OTTOBRE 2006

7 SISTEMI DI TRACCIABILITÀ E WORKFLOW - GESTIONE DI FLUSSI DI LAVORO AMBIENTE DI RIFERIMENTO E DEFINIZIONI 1 AMBIENTE DI RIFERIMENTO E DEFINIZIONI Si riportano alcuni termini utilizzati nel prosieguo. 3.1) Workflow: qualunque sequenza predefinita di attività (3.4) da svolgere al fine di portare a termine l'erogazione di un servizio o l esecuzione di un processo. Un workflow può, ad esempio, essere composto dalla sequenza di operazioni necessarie a tarare uno strumento, oppure all insieme delle operazioni necessarie per consentire il trasferimento di un dispositivo da un centro a un altro. 3.2) Parte: qualunque componente hardware, software, documentale univocamente determinabile, oggetto della sequenza di workflow (3.1). Le parti possono a loro volta essere costituite di altre parti. Esempi di parte sono gli strumenti, gli alimentatori, i rack, i documenti. Una parte composta di altre parti è detta superparte (3.3). 3.3) Superparte: sistema più o meno complesso costituito di parti (3.2). Un esempio di superparte è uno strumento modulare, composto da uno o più sensori, un sistema di data acquisition, un sistema di alimentazione e la struttura meccanica che ospita tutte le componenti. Una superparte è identificabile attraverso il suo proprio identificatore oppure da quello di una qualunque delle sue componenti. 3.4) Attività: ciascuna operazione atomica che si può svolgere su una parte (3.2). Le attività sono svolte da operatori (3.5). Esempi di attività sono: la ricezione di uno strumento da parte del magazzino, la taratura di uno strumento, la spedizione a un centro di manutenzione, la pubblicazione di un documento. 3.5) Operatore: colui che svolge un attività (3.4). L operatore, cui sono associati uno username e una password, può coincidere con una singola persona (Mario Rossi) o con una funzione di tipo logico (Addetto alla manutenzione). A un operatore si possono associare uno o più ruoli (3.6). 3.6) Ruolo: il ruolo definisce i permessi accordati a un operatore (3.5). A ciascun operatore è consentito eseguire solo le attività (3.4) che richiedono il ruolo ad essi assegnato. 3.7) Caratteristica: ciascuna informazione ottenuta nel corso dell'esecuzione di un'attività (3.4), il cui valore deve essere memorizzato nella base di dati del sistema. Le caratteristiche si ottengono sempre nel corso dell'esecuzione delle attività e sono associate sempre a una parte. Le caratteristiche possono assumere qualunque tipo di variabile: numerico, stringa, binario. Esempi di caratteristiche sono: la risoluzione di uno strumento, la portata di un sensore, la temperatura ambiente nel corso dello svolgimento di un'attività, la tensione di alimentazione, ogni grandezza fisica misurata nel corso di un'attività, il commento di un'operatore, una foto digitale. VERSIONE DEL 09 OTTOBRE 2006 PRG PAG. 7 DI 20

8 AMBIENTE DI RIFERIMENTO E DEFINIZIONI SISTEMI DI TRACCIABILITÀ E WORKFLOW - GESTIONE DI FLUSSI DI LAVORO 3.8) Workflow Management System: sistema integrato per la gestione di workflow. 3.9) Tracciabilità: riferimento alla definizione data nella norma ISO 9000:2000 per rintracciabilità, cioè la capacità di risalire alla storia, all utilizzazione o all ubicazione di ciò che si sta considerando. PAG. 8 DI 20 - PRG VERSIONE DEL 09 OTTOBRE 2006

9 SISTEMI DI TRACCIABILITÀ E WORKFLOW - GESTIONE DI FLUSSI DI LAVORO STORIA DEL PRODOTTO 2 STORIA DEL PRODOTTO REDACLE è un progetto nato da uno spin-off dalla ricerca condotta dall INFN e dall Università di Roma La Sapienza. Il sistema è stato sviluppato per guidare le operazioni e tenere traccia delle attività per la costruzione di un complesso rivelatore di particelle. Al momento una versione prototipale del sistema è in uso presso diversi centri di ricerca impegnati nella costruzione di un rivelatore di particelle di grandi dimensioni (CMS). Attualmente nella base di dati del prototipo di REDACLE, impiegato per la realizzazione del calorimetro elettromagnetico dell esperimento, sono memorizzati circa 11 milioni di dati, relativi ad alcune decine di migliaia di parti. Lo stesso sistema è stato successivamente esteso alle fasi di controllo e montaggio dell elettronica di lettura presso i centri di Torino, Ginevra e Lione e per il collaudo degli alimentatori di alta tensione, sempre a Ginevra. La costruzione di CMS è un processo distribuito che coinvolge diversi centri che adottano sistemi di workflow diversi su diverse piattaforme. Quando le parti vengono spedite da un centro a un altro i dati viaggiano con esse. Questi vengono quindi esportati e formattati in modo da renderli compatibili, se necessario, con eventuali sistemi diversi da REDACLE. Questa possibilità testimonia la flessibilità del sistema in grado di supportare attività diverse, ma anche la capacità di operare in un ambiente operativo distribuito e di come sia comunque possibile l interoperabilità tra sistemi completamente diversi su piattaforme diverse. Il grado di flessibilità del sistema è confermato dall adozione dello stesso per il management di un centro di calcolo dedicato all analisi dei dati dell esperimento CMS. Il sistema in questo caso permette di gestire tutti i processi di installazione hardware e software, i controlli e le riparazioni di tutti gli apparati (CPU box, sistemi di archiviazione, apparati di rete e di supporto, ecc.) e si ritiene che questo possa evolvere in un sistema in grado di gestire l intero sistema di calcolo distribuito nazionale (e, potenzialmente, anche internazionale) previsto per l esperimento in questione. VERSIONE DEL 09 OTTOBRE 2006 PRG PAG. 9 DI 20

10 PANORAMICA DEL PRODOTTO SISTEMI DI TRACCIABILITÀ E WORKFLOW - GESTIONE DI FLUSSI DI LAVORO 3 PANORAMICA DEL PRODOTTO REDACLE è un workflow management system integrato con un sistema per la tracciabilità che permette di pianificare le attività da svolgere, di verificare la corretta sequenza di esecuzione di queste da parte degli operatori e di tenere traccia dello svolgimento di queste, memorizzando tutte le informazioni acquisite nel corso della loro esecuzione. Il sistema può interfacciarsi sia con l'utente finale tramite un semplice browser oppure tramite servizi web interagire con le macchine che eseguono automaticamente i test ed i controlli di processo. Grazie all'utilizzo del database è in grado di gestire qualsiasi tipo di dato e di memorizzare ogni evento per consentire operazioni di reportistica sui dati archiviati. 3.1 ACCESSO AI SERVIZI DI REDACLE L'interfaccia per l'utente finale è di tipo HTML, pertanto è sufficiente disporre di un qualunque browser per fruire dei servizi di gestione dei processi. Nell'interfaccia esistono tre sezioni principali. In una sono disponibili tutte le attività da eseguire sulle parti. In questo modo l'utente può selezionare l'attività prescelta e portarla a termine. In un'altra sezione invece sono disponibili tutte le informazioni riguardanti le parti già presenti nel sistema, con tanto di caratteristiche. Una terza sezione è accessibile all'amministratore per la gestione del processo con tanto di definizione delle parti, delle attività e delle caratteristiche da associare alle parti. Dal momento che il servizio per sua natura si presta ad essere erogato mediante portali e siti Web, il REDACLE è stato disegnato per poter essere personalizzato nello stile grafico di presentazione (colori, immagini, etc), in modo da renderlo adattabile al contesto in cui viene inserito. La sequenza che segue rappresenta una sessione di utilizzo di REDACLE avendo preso in considerazione un particolare processo: il montaggio di un cellulare partendo dai suoi componenti semilavorati. Per portare a termine il processo di montaggio occorre eseguire delle attività di registrazione delle parti nel sistema, eseguire dei controlli di qualità sul microfono, batteria e circuito stampato. Infine montare le parti in sequenza. Un telefono è composto da un microfono, una batteria ed una unità. Quest'ultima a sua volta è composta da un altoparlante, uno schermo ed un circuito stampato. La sequenza delle operazioni è stata definita nel processo di montaggio. PAG. 10 DI 20 - PRG VERSIONE DEL 09 OTTOBRE 2006

11 SISTEMI DI TRACCIABILITÀ E WORKFLOW - GESTIONE DI FLUSSI DI LAVORO PANORAMICA DEL PRODOTTO 1) Nella pagina principale vengono riassunte brevemente le funzionalità. Sulla sinistra è presente un menù con le varie sezioni alle quali l'utente può accedere. Fig. 3.1: Pagina Iniziale 2) Nella sezione di amministrazione è possibile creare tutto il processo di produzione e definire le attività, le parti, e le caratteristiche ad esse associate. In questo modo l'azienda stessa può definire e modificare personalmente i processi, creare le attività, il tipo delle parti che verranno coinvolte e le loro caratteristiche senza avere particolari competenze tecniche. Fig. 3.2: Sezione amministrazione VERSIONE DEL 09 OTTOBRE 2006 PRG PAG. 11 DI 20

12 PANORAMICA DEL PRODOTTO SISTEMI DI TRACCIABILITÀ E WORKFLOW - GESTIONE DI FLUSSI DI LAVORO 3) Una volta definite parti, attività e caratteristiche bisogna associare le caratteristiche alle parti e una o più parti ad una attività. Infine, poiché il processo segue un percorso preciso, dobbiamo indicare le precedenze delle attività in modo da stabilire quale attività precede o segue un'altra. Fig. 3.3: Gestione parti 4) Una volta definito il processo vengono generate le pagine per le attività da eseguire. In questa schermata sono disponibili tutte le attività gestite dal sistema. In particolare sono elencate da un lato le attività dei singoli processi e dall'altro tutte le attività presenti. Selezionando un'attività si accede alla pagina per l'esecuzione della stessa. Fig. 3.4: Elenco attività PAG. 12 DI 20 - PRG VERSIONE DEL 09 OTTOBRE 2006

13 SISTEMI DI TRACCIABILITÀ E WORKFLOW - GESTIONE DI FLUSSI DI LAVORO PANORAMICA DEL PRODOTTO 5) In questa schermata è possibile registrare alcune caratteristiche relative ad una parte, in particolare una batteria. Nell'esempio in questione la batteria avrà come caratteristiche una Tensione ed una Corrente. Fig. 3.5: Inserimento di caratteristiche di una parte: batteria. 6) Un'altra attività è il montaggio di più parti che ne compongono una nuova, la quale prima non era presente nel sistema. Nel caso particolare avremo al termine dell'attività un telefono che sarà composto da un microfono, una batteria ed una unità, quest'ultima è un semilavorato a sua volta composto da altre parti. Fig. 3.6: Montaggio finale del telefono VERSIONE DEL 09 OTTOBRE 2006 PRG PAG. 13 DI 20

14 PANORAMICA DEL PRODOTTO SISTEMI DI TRACCIABILITÀ E WORKFLOW - GESTIONE DI FLUSSI DI LAVORO 7)In qualsiasi momento è possibile accedere alla lista delle parti presenti nel sistema. In questa schermata sono elencati tutti i processi presenti. In questo modo l'utente può accedere alle parti navigando nei processi oppure inserire direttamente il codice univoco della parte. Fig. 3.7: Elenco dei Workflow 8)Navigando sempre tra il processo scelto sono disponibili tutte le parti ad esso associate. In questo modo l'utente ha una visuale completa delle parti presenti. Selezionando una di queste si accede alle parti fisiche. Fig. 3.8: Lista parti per processo PAG. 14 DI 20 - PRG VERSIONE DEL 09 OTTOBRE 2006

15 SISTEMI DI TRACCIABILITÀ E WORKFLOW - GESTIONE DI FLUSSI DI LAVORO PANORAMICA DEL PRODOTTO 9)Una volta inserita una parte nel sistema è possibile conoscere tutta la storia che la riguarda. Quando sono state eseguite le attività, le caratteristiche misurate, se ci sono stati problemi, chi ha eseguito le attività e molto altro ancora. Il sistema avvisa l'utente dello Fig. 3.9: Report batteria 10)Nel caso in cui una parte sia composta da più sotto parti la vista ad albero consente di navigare fra le componenti. Per ogni elemento è possibile ottenere una stampa avendo così su un supporto cartaceo tutte le informazioni sulla parte e relative sottoparti. Fig. 3.10:Telefono completo VERSIONE DEL 09 OTTOBRE 2006 PRG PAG. 15 DI 20

16 PRINCIPI DI FUNZIONAMENTO SISTEMI DI TRACCIABILITÀ E WORKFLOW - GESTIONE DI FLUSSI DI LAVORO 4 PRINCIPI DI FUNZIONAMENTO 4.1 L'INTERFACCIA DI AMMINISTRAZIONE DI REDACLE Riassumendo il funzionamento di REDACLE questo si compone di diverse sezioni come già anticipato. Nella prima, quella di amministrazione, vengono definiti i processi da gestire, con tanto di creazione di attività, parti e caratteristiche. Questa sezione è accessibile solamente al personale autorizzato alla modifica o definizione del processo e delle sue componenti. Per consentire l'utilizzo del sistema sarà necessario creare un nuovo processo, se ancora non presente, definire le attività da eseguire per il completo svolgimento dello stesso, definire le parti che concorrono nel processo ed associare le parti con le attività da eseguire. È possibile inoltre associare delle caratteristiche ad una parte a seconda delle attività nelle quali partecipa. Nella definizione del processo, l'utente dovrà conoscere nei dettagli il flusso di lavoro che dovrà essere gestito da REDACLE. Dovrà quindi indicare eventuali condizioni che permettono al sistema di verificare i passaggi necessari al conseguimento del processo. Queste condizioni sono detto pre-condition e post-condition e sono verificate dal sistema rispettivamente prima di eseguire un attività e subito dopo. L'utente con i permessi di amministratore sarà anche in grado di gestire eventuali situazioni anomale. Per esempio potrà modificare il flusso di lavoro per eseguire una nuova attività o modificarne una già esistente per adattarla alle esigenze del momento. Una volta definito il processo, il sistema può generare le pagine che verranno utilizzate dagli operatori per l'esecuzione delle attività. Al momento, ogni volta che viene effettuata una modifica sulle attività o ne viene aggiunta una nuova è necessario far rigenerare le pagine al sistema così da rendere subito disponibili le modifiche per gli operatori. Nella figura 4.1 sono schematizzate le operazioni che l'amministratore può eseguire per definire i processi. PAG. 16 DI 20 - PRG VERSIONE DEL 09 OTTOBRE 2006

17 SISTEMI DI TRACCIABILITÀ E WORKFLOW - GESTIONE DI FLUSSI DI LAVORO PRINCIPI DI FUNZIONAMENTO Fig. 4.1: Casi d'uso amministrazione 4.2 L'INTERFACCIA UTENTE DI REDACLE Come già anticipato l'interfaccia Web di REDACLE si divide in tre sezioni principali. Le sezioni utilizzate dagli operatori sono due: l'esecuzione delle attività e quella per la reportistica. Nella prima sono presenti tutte le attività da eseguire sui processi, di tipo manuale e vengono gestite dagli operatori. L'utente non dovrà far altro che seguire le istruzioni riportate ed inviare i dati al sistema. Nel caso in cui alcuni dati non siano compatibili con le condizioni di accettabilità del processo, l'operatore sarà informato con un messaggio di avviso/errore e potrà intervenire direttamente per modificare i parametri oppure tale errore potrebbe essere registrato nel sistema per tenerne traccia in una futura visione del processo. Nell'ultima sezione, quella della reportistica, l'utente può controllare i dati inseriti. In questo settore sono disponibili tutte le informazioni sui processi: dalle attività eseguite a quelle in corso, dalle parti presenti nel sistema alle loro caratteristiche, dallo stato di avanzamento del processo ad eventuali anomalie. Nell'esempio che abbiamo utilizzato per la dimostrazione è disponibile la visualizzazione come struttura ad albero poiché alcune parti sono composto da sottoparti. In questa sezione è possibile conoscere il percorso seguito da una parte: le attività alle quali è stata sottoposta e quelle eventuali a cui deve partecipare. Nella figura 4.2 sono schematizzate le operazioni che un utente può eseguire: le diverse attività sulle parti ed i report con diversi richieste: dal tipo di parte alle caratteristiche misurate, lo stato del processo le possibili attività ancora da eseguire sulla parte etc. VERSIONE DEL 09 OTTOBRE 2006 PRG PAG. 17 DI 20

18 PRINCIPI DI FUNZIONAMENTO SISTEMI DI TRACCIABILITÀ E WORKFLOW - GESTIONE DI FLUSSI DI LAVORO Fig. 4.2: Casi d'uso delle attività e dei report PAG. 18 DI 20 - PRG VERSIONE DEL 09 OTTOBRE 2006

19 SISTEMI DI TRACCIABILITÀ E WORKFLOW - GESTIONE DI FLUSSI DI LAVORO ARCHITETTURA 5 ARCHITETTURA Il sistema REDACLE lavora utilizzando un architettura distribuita. Nella versione proposta in ciascun centro presso cui si opera dovrà essere installata una versione locale del sistema, che si compone di un database management system (DBMS), di un server web apache, un application-server tomcat e dei servizi di comunicazione specifici del prodotto (workflow engine e instrument agents). Al sistema si potrà accedere via web usando i comuni browsers oppure attraverso appositi agenti software (da realizzarsi separatamente) dedicati alla comunicazione diretta tra gli strumenti e REDACLE. Di norma il primo metodo di accesso è impiegato dagli operatori umani per l immissione delle informazioni riguardanti l esecuzione di un attività o per la generazione dei report. Gli instrument agents, invece, sono adoperati per automatizzare l esecuzione di attività: essi permettono a uno strumento automatico di colloquiare con REDACLE senza la mediazione di un operatore. Ogni centro memorizzerà nella propria base di dati locale tutti i dati relativi alle parti in esso presenti e alle attività eseguite su tali parti. Se una parte viene trasferita presso un altro centro, i dati relativi a tale parte verranno inviati al database locale del centro destinazione, garantendo che il centro presso cui si trova una parte disponga sempre di tutte le informazioni esistenti sulle parti residenti. L operatività del centro è garantita dunque anche in assenza di un collegamento di rete costante. I centri locali da cui sono state trasferite le parti mantengono comunque traccia delle attività svolte, in modo tale che ciascuno di essi possa generare report completi sulle loro attività. Sarà sempre possibile eleggere un centro come centro di riferimento globale. In esso potranno confluire tutti i dati relativi a tutte le parti esistenti nei diversi centri. L aggiornamento dello stato del centro di riferimento potrà essere schedulato o on demand. Le due opzioni non sono mutuamente esclusive. 5.1 FLESSIBILITÀ E CONFIGURABILITÀ L'architettura di REDACLE e la natura aperta del software ne garantiscono la più totale configurabilità. In particolare è sempre possibile aggiungere in qualunque momento la definizione di nuove parti, attività e caratteristiche. Inoltre è permessa la definizione di nuovi workflow. In quest ultimo caso il sistema è configurato in maniera tale da assegnare i nuovi workflow alle nuove parti. Una parte che sia entrata nel sistema e abbia subito una parte di workflow continuerà a seguirne il flusso previsto. La definizione di parte, attività e caratteristica è completamente libera e non presenta praticamente alcun limite. L unico vincolo è rappresentato dalla possibilità di rappresentare il valore di una caratteristica, che deve essere compatibile con i tipi rappresentabili con il DBMS impiegato. Attualmente il DBMS adottato è MySQL, VERSIONE DEL 09 OTTOBRE 2006 PRG PAG. 19 DI 20

20 ARCHITETTURA SISTEMI DI TRACCIABILITÀ E WORKFLOW - GESTIONE DI FLUSSI DI LAVORO pertanto tutte le caratteristiche potranno essere rappresentate adoperando uno qualunque dei tipi previsti per questo sistema. Un ulteriore elemento di flessibilità è rappresentato dal particolare protocollo di comunicazione tra i moduli. Tale protocollo è basato sull impiego del linguaggio XML, che per la trasparenza che lo caratterizza risulta semplice ed efficace. Permette, ad esempio, di sviluppare agenti automatici di comunicazione tra REDACLE e qualunque altro dispositivo programmabile, l unico requisito essendo la capacità per lo strumento di connettersi alla rete Internet e di inviare/ricevere caratteri su tale connessione (non è richiesto l impiego di un particolare linguaggio di programmazione o di librerie specifiche). In ogni caso la natura aperta del software garantisce la totale libertà di apportarvi modifiche tali da aggiungere eventuali funzioni al momento non previste. QUESTA È L'ULTIMA PAGINA DEL DOCUMENTO PAG. 20 DI 20 - PRG VERSIONE DEL 09 OTTOBRE 2006

Web LIMS. web solutions per i laboratori di analisi

Web LIMS. web solutions per i laboratori di analisi Web LIMS web solutions per i laboratori di analisi I MO LA SOLUZIONE Web LIMS LIMS è l acronimo di Laboratory Information Management System, ovvero il sistema informativo gestionale dedicato ai laboratori

Dettagli

CMS (Content Management System) della categoria Open Source

CMS (Content Management System) della categoria Open Source Una panoramica sui CMS (Content Management System) CMS (Content Management System) della categoria Open Source Per la piattaforma PHP/MYSQL e considerata l esigenza sempre più ricorrente di realizzare

Dettagli

Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione. Gara a procedura aperta n. 1/2007. per l appalto dei

Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione. Gara a procedura aperta n. 1/2007. per l appalto dei Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione Gara a procedura aperta n. 1/2007 per l appalto dei Servizi di rilevazione e valutazione sullo stato di attuazione della normativa vigente

Dettagli

MANUALE www.logisticity.it. Copryright 2015 - All rights reserved Email: info@logisticity.it - P.IVA 04183950403

MANUALE www.logisticity.it. Copryright 2015 - All rights reserved Email: info@logisticity.it - P.IVA 04183950403 MANUALE www.logisticity.it Copryright 2015 - All rights reserved Email: info@logisticity.it - P.IVA 04183950403 INDICE Presentazione... pag. 02 Applicativo... pag. 03 Amministrazione...pag. 06 Licenza...pag.

Dettagli

CMS (Content Management System) della categoria Open Source

CMS (Content Management System) della categoria Open Source Una panoramica sui CMS (Content Management System) CMS (Content Management System) della categoria Open Source Per la piattaforma PHP/MYSQL e considerata l esigenza sempre più ricorrente di realizzare

Dettagli

Applicazione: Posta Ibrida

Applicazione: Posta Ibrida Riusabilità del software Catalogo delle applicazioni Gestione Documentale Applicazione: Posta Ibrida Amministrazione: INPS Istituto Nazionale della Previdenza Sociale Responsabile dei sistemi informativi

Dettagli

Centro Servizi e Sala Controllo

Centro Servizi e Sala Controllo Progetto SNIFF (Sensor Network Infrastructure For Factors) INFRASTRUTTURA DI SENSORI PER IL RILEVAMENTO DI INQUINANTI NELL ARIA PON RC1 [PON01_02422] Settore Ambiente e Sicurezza Comune di Crotone 1 Napoli,

Dettagli

Basi di Dati. Programmazione e gestione di sistemi telematici

Basi di Dati. Programmazione e gestione di sistemi telematici Basi di Dati. Programmazione e gestione di sistemi telematici Coordinatore: Prof. Paolo Nesi Docenti: Prof. Paolo Nesi Dr.sa Michela Paolucci Dr. Emanuele Bellini UML La prima versione ufficiale risale

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I INFINITY APPLICA A TION FRAMEWORK APPLICA

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I INFINITY APPLICA A TION FRAMEWORK APPLICA I N F I N I T Y Z U C C H E T T I INFINITY APPLICATION FRAMEWORK Infinity Application Framework Una nuova e diversa interpretazione delle soluzioni applicative aziendali Infinity Application Framework

Dettagli

EyesDGTV. Your digital terrestrial television. Soluzioni Informatiche

EyesDGTV. Your digital terrestrial television. Soluzioni Informatiche EyesDGTV Your digital terrestrial television Soluzioni Informatiche Cos è EyesDGTV è la soluzione che Betacom propone per la televisione digitale terrestre. Basata su tecnologie consolidate, quali J2EE

Dettagli

Una soluzione per la gestione del packaging online

Una soluzione per la gestione del packaging online Una soluzione per la gestione del packaging online WebCenter WebCenter è un efficiente piattaforma web per la gestione del packaging, dei processi aziendali, dei cicli di approvazione e delle risorse digitali.

Dettagli

Caratteristiche generali

Caratteristiche generali Caratteristiche generali Tecnologie utilizzate Requisiti software/hardware Modalità di installazione del database del PSDR INSTALLAZIONE PSDR Installazione on-line Installazione off-line Primo avvio Riservatezza

Dettagli

Oreste Signore, Responsabile Ufficio Italiano W3C Area della Ricerca CNR - via Moruzzi, 1-56124 Pisa

Oreste Signore, <oreste@w3.org> Responsabile Ufficio Italiano W3C Area della Ricerca CNR - via Moruzzi, 1-56124 Pisa http://www.w3c.it/education/2012/upra/basicinternet/#(1) 1 of 16 Oreste Signore, Responsabile Ufficio Italiano W3C Area della Ricerca CNR - via Moruzzi, 1-56124 Pisa Master in Comunicazione

Dettagli

CONTENUTI 1. INTRODUZIONE...3 2. CONCETTI BASICI SU EQUINOX CMS XPRESS...5 3. ACCESSO A EQUINOX CMS XPRESS...9 4. PAGINA D INIZIO...

CONTENUTI 1. INTRODUZIONE...3 2. CONCETTI BASICI SU EQUINOX CMS XPRESS...5 3. ACCESSO A EQUINOX CMS XPRESS...9 4. PAGINA D INIZIO... CONTENUTI 1. INTRODUZIONE...3 DEFINIZIONE...3 ELEMENTI DEL SERVIZIO...3 TECNOLOGIA E OPERAZIONE...3 WORKFLOW E GRAFICO DI PROCESSI...4 2. CONCETTI BASICI SU EQUINOX CMS XPRESS...5 STRUTTURA...5 OGGETTI...5

Dettagli

Per la ricerca di soggetti qualificati per la progettazione e lo sviluppo del Portale agroalimentare

Per la ricerca di soggetti qualificati per la progettazione e lo sviluppo del Portale agroalimentare Per la ricerca di soggetti qualificati per la progettazione e lo sviluppo del Portale agroalimentare CIG: Z7A142CF56 Specifiche tecniche Sommario 1. Oggetto del servizio... 2 1.1 Documenti di riferimento...2

Dettagli

EUCIP IT Administrator - Modulo 2 Sistemi operativi Syllabus Versione 3.0

EUCIP IT Administrator - Modulo 2 Sistemi operativi Syllabus Versione 3.0 EUCIP IT Administrator - Modulo 2 Sistemi operativi Syllabus Versione 3.0 Copyright 2011 ECDL Foundation Tutti i diritti riservati. Questa pubblicazione non può essere riprodotta in alcuna forma se non

Dettagli

SISTEMA EDITORIALE WEBMAGAZINE V.2.2

SISTEMA EDITORIALE WEBMAGAZINE V.2.2 SISTEMA EDITORIALE WEBMAGAZINE V.2.2 1 - Il funzionamento di Web Magazine Web Magazine è un applicativo pensato appositamente per la pubblicazione online di un giornale, una rivista o un periodico. E'

Dettagli

infocert soluzione integrata per la gestione automatica dei certificati di revisione e collaudo dei sistemi antincendio Product sheet

infocert soluzione integrata per la gestione automatica dei certificati di revisione e collaudo dei sistemi antincendio Product sheet soluzione integrata per la gestione automatica dei certificati di revisione e collaudo dei sistemi antincendio Product sheet Con infocert potete organizzare, catalogare e gestire tutti le informazioni

Dettagli

La piattaforma per la gestione elettronica documentale integrata

La piattaforma per la gestione elettronica documentale integrata Tutti noi prendiamo decisioni, facciamo valutazioni, pianifichiamo strategie basandoci sulle informazioni in nostro possesso. Il tempo è una risorsa preziosa, ottimizzarlo rappresenta un obiettivo prioritario.

Dettagli

Infinity Application Framework Una nuova e diversa interpretazione delle soluzioni applicative aziendali

Infinity Application Framework Una nuova e diversa interpretazione delle soluzioni applicative aziendali Infinity Application Framework Una nuova e diversa interpretazione delle soluzioni applicative aziendali Infinity Application Framework è la base di tutte le applicazioni della famiglia Infinity Project

Dettagli

Speed 3.0. Speed 3.0 Gestione dell ufficio spedizioni. Titolo: Procedura di gestione dell ufficio spedizioni. Presentazione prodotto. Pag.

Speed 3.0. Speed 3.0 Gestione dell ufficio spedizioni. Titolo: Procedura di gestione dell ufficio spedizioni. Presentazione prodotto. Pag. Pag. 1 di 28 Procedura di gestione dell ufficio spedizioni Pag. 2 di 28 Sommario Introduzione 3 Principali funzioni di Speed 5 5 Ordini clienti 6 Abbinamento ordini cliente / trasportatore 8 Automazione

Dettagli

CONTENT MANAGEMENT SYSTEM

CONTENT MANAGEMENT SYSTEM CONTENT MANAGEMENT SYSTEM P-2 PARLARE IN MULTICANALE Creare un portale complesso e ricco di informazioni continuamente aggiornate, disponibile su più canali (web, mobile, iphone, ipad) richiede competenze

Dettagli

Istruzioni operative

Istruzioni operative Manuale d'uso dello strumento di compilazione Bilanci con foglio di calcolo Istruzioni operative Manuale d uso - versione 4 - febbraio 2014 pag. 1 di 25 Indice Indice... 2 Introduzione... 3 Redazione del

Dettagli

Breve introduzione allo sviluppo WEB. a cura di Ciro Attanasio - ciro.attanasio@email.cz

Breve introduzione allo sviluppo WEB. a cura di Ciro Attanasio - ciro.attanasio@email.cz Breve introduzione allo sviluppo WEB a cura di Ciro Attanasio - ciro.attanasio@email.cz Partiamo (1 di 1) Come funziona il WEB e quali tecnologie lo compongono Cos è un Client (1 di 2) Un client, in informatica,

Dettagli

CARATTERISTICA / MODULO

CARATTERISTICA / MODULO NextWare Doc è il prodotto che consente di amministrare semplicemente tutte le p roblematiche inerenti la gestione dei documenti; è rivolto sia la settore privato che alla Pubblica Amministrazione, e copre

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

i n t e r n e t s i t i e c om pl e t o p e r g e st ire portali i l e f a c t r u m e n t o L o InfoTecna QuickWeb

i n t e r n e t s i t i e c om pl e t o p e r g e st ire portali i l e f a c t r u m e n t o L o InfoTecna QuickWeb i n t e r n e t s t r u m e n t o f a c i l e e c om pl e t o p e r g e st ire portali e s i t i L o InfoTecna QuickWeb QuickWeb è un' applicazione in grado di dare forma a siti web dinamici, avvalendosi

Dettagli

C.R.M. Custom Relationship Management

C.R.M. Custom Relationship Management Web Solution C.R.M. Custom Relationship Management Overview La soluzione CRM Portal Builder è una piattaforma innovativa per la gestione delle relazioni con i clienti, basata su una struttura modulare

Dettagli

come utility con la finalità di creare pagine WEB dinamiche.

come utility con la finalità di creare pagine WEB dinamiche. Il PHP nasce nel 1995 come utility con la finalità di creare pagine WEB dinamiche. In quel periodo la stragrande maggioranza delle pagine erano statiche e quindi già create e non personalizzabili per i

Dettagli

G l o b a l C o n n e c t i o n S i s t e m a d i t e l e c o n t r o l l o G S M / G P R S

G l o b a l C o n n e c t i o n S i s t e m a d i t e l e c o n t r o l l o G S M / G P R S G l o b a l C o n n e c t i o n S i s t e m a d i t e l e c o n t r o l l o G S M / G P R S Generalità dinanet-global_connection è un apparato elettronico per il controllo e la sicurezza sia domestica

Dettagli

Direzione Centrale Accertamento. Indagini finanziarie. Le modalità di trasmissione telematica delle richieste di dati e delle relative risposte

Direzione Centrale Accertamento. Indagini finanziarie. Le modalità di trasmissione telematica delle richieste di dati e delle relative risposte Direzione Centrale Accertamento Indagini finanziarie Le modalità di trasmissione telematica delle richieste di dati e delle relative risposte I poteri degli uffici Ambito soggettivo E stato ampliato il

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Solar-Log WEB Commercial Edition Informazione di prodotto

Solar-Log WEB Commercial Edition Informazione di prodotto Solar-Log WEB Commercial Edition Informazione di prodotto 1 Indice 1 Panoramica e target group... 3 2 Layout delle pagine... 3 3 Monitoraggio dell impianto...4 3.1 Monitoraggio dell impianto...4 3.2 Protocollo

Dettagli

SINPAWEB corso per Tecnico della programmazione e dello sviluppo di siti internet e pagine web co.reg 58036 matricola 2012LU1072

SINPAWEB corso per Tecnico della programmazione e dello sviluppo di siti internet e pagine web co.reg 58036 matricola 2012LU1072 Provincia di Lucca Servizio Istruzione, Formazione e Lavoro. Sviluppo Economico SINPAWEB corso per Tecnico della programmazione e dello sviluppo di siti internet e pagine web co.reg 58036 matricola 2012LU1072

Dettagli

Ottimizzazione dello sviluppo software con Microsoft Visual Studio 2008

Ottimizzazione dello sviluppo software con Microsoft Visual Studio 2008 Ottimizzazione dello sviluppo software con Microsoft Visual Studio 2008 White paper Novembre 2007 Per informazioni aggiornate, visitare l indirizzo www.microsoft.com/italy/vstudio È possibile che a questo

Dettagli

Realizzazione siti web. Protocolli Internet

Realizzazione siti web. Protocolli Internet Realizzazione siti web Protocolli Internet Argomenti del primo incontro Il concetto di I protocolli di Internet (in particolare ftp e http) Spazio pubblico e privato nel sito dell ITIS Memorizzazione di

Dettagli

Content Management Systems

Content Management Systems Content Management Systems L o Guido Porruvecchio Tecnologia e Applicazioni della Rete Internet Definizione Un Content Management System (CMS) è letteralmente un sistema per la gestione dei contenuti Definisce

Dettagli

Windchill PDMLink 9.0/9.1 Guida al curriculum

Windchill PDMLink 9.0/9.1 Guida al curriculum Windchill PDMLink 9.0/9.1 Guida al curriculum NOTA: per una rappresentazione grafica del curriculum in base al ruolo professionale, visitare la pagina: http://www.ptc.com/services/edserv/learning/paths/ptc/pdm_90.htm

Dettagli

Livello cinque (Livello application)

Livello cinque (Livello application) Cap. VII Livello Application pag. 1 Livello cinque (Livello application) 7. Generalità: In questo livello viene effettivamente svolto il lavoro utile per l'utente, contiene al suo interno diverse tipologie

Dettagli

WEB TECHNOLOGY. Il web connette. LE persone. E-book n 2 - Copyright Reserved

WEB TECHNOLOGY. Il web connette. LE persone. E-book n 2 - Copyright Reserved WEB TECHNOLOGY Il web connette LE persone Indice «Il Web non si limita a collegare macchine, ma connette delle persone» Il Www, Client e Web Server pagina 3-4 - 5 CMS e template pagina 6-7-8 Tim Berners-Lee

Dettagli

Manuale di riferimento di HP Web Jetadmin Database Connector Plug-in

Manuale di riferimento di HP Web Jetadmin Database Connector Plug-in Manuale di riferimento di HP Web Jetadmin Database Connector Plug-in Informazioni sul copyright 2004 Copyright Hewlett-Packard Development Company, L.P. Sono vietati la riproduzione, l'adattamento e la

Dettagli

InterNet: rete di reti

InterNet: rete di reti Internet e il web: introduzione rapida 1 InterNet: rete di reti Una rete è costituita da diversi computer collegati fra di loro allo scopo di: Comunicare Condividere risorse Ogni computer della rete può,

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica Corso di Informatica CL3 - Biotecnologie Orientarsi nel Web Prof. Mauro Giacomini Dott. Josiane Tcheuko Informatica - 2006-2007 1 Obiettivi Internet e WWW Usare ed impostare il browser Navigare in internet

Dettagli

Sistema per il test dell impianto elettrico in linea di montaggio della vettura FERRARI 575 MM.

Sistema per il test dell impianto elettrico in linea di montaggio della vettura FERRARI 575 MM. Sistema per il test dell impianto elettrico in linea di montaggio della vettura FERRARI 575 MM. La sfida Certificare il corretto montaggio dell impianto elettrico, escludendo la presenza di cortocircuiti

Dettagli

OmniAccessSuite. Plug-Ins. Ver. 1.3

OmniAccessSuite. Plug-Ins. Ver. 1.3 OmniAccessSuite Plug-Ins Ver. 1.3 Descrizione Prodotto e Plug-Ins OmniAccessSuite OmniAccessSuite rappresenta la soluzione innovativa e modulare per il controllo degli accessi. Il prodotto, sviluppato

Dettagli

Siti web centrati sui dati (Data-centric web applications)

Siti web centrati sui dati (Data-centric web applications) Siti web centrati sui dati (Data-centric web applications) 1 A L B E R T O B E L U S S I A N N O A C C A D E M I C O 2 0 1 2 / 2 0 1 3 WEB La tecnologia del World Wide Web (WWW) costituisce attualmente

Dettagli

Applicazioni web centrati sui dati (Data-centric web applications)

Applicazioni web centrati sui dati (Data-centric web applications) Applicazioni web centrati sui dati (Data-centric web applications) 1 ALBERTO BELUSSI ANNO ACCADEMICO 2009/2010 WEB La tecnologia del World Wide Web (WWW) costituisce attualmente lo strumento di riferimento

Dettagli

smscuol@: il servizio web per le comunicazioni scuola famiglia Descrizione generale del prodotto

smscuol@: il servizio web per le comunicazioni scuola famiglia Descrizione generale del prodotto Progettazione di software - Consulenza informatica - Servizi di ingegneria integrata smscuol@: il servizio web per le comunicazioni scuola famiglia Descrizione generale del prodotto smscuol@ è un servizio

Dettagli

N.E.A.T. ( Neutral Environment Application Tools )

N.E.A.T. ( Neutral Environment Application Tools ) N.E.A.T. ( Neutral Environment Application Tools ) SCOPO : Ambiente per lo sviluppo di applicazioni WEB multimediali basate su Data Base Relazionale e strutturate secondo il modello a tre livelli: Presentazione

Dettagli

Explorer 5.x in ambiente Windows Passo 1 - Abilitazione del protocollo SSL Per abilitare il protocollo di sicurezza SSL occorre: dal menu Strumenti selezionare la voce Opzioni Internet (tasti di scelta

Dettagli

Sistemi Informativi e WWW

Sistemi Informativi e WWW Premesse Sistemi Informativi e WWW WWW: introduce un nuovo paradigma di diffusione (per i fornitori) e acquisizione (per gli utilizzatori) delle informazioni, con facilità d uso, flessibilità ed economicità

Dettagli

Internet Terminologia essenziale

Internet Terminologia essenziale Internet Terminologia essenziale Che cos è Internet? Internet = grande insieme di reti di computer collegate tra loro. Rete di calcolatori = insieme di computer collegati tra loro, tramite cavo UTP cavo

Dettagli

Istruzioni operative

Istruzioni operative Manuale d'uso dello strumento di compilazione Bilanci con foglio di calcolo Istruzioni operative Manuale d uso - versione 2 - aprile 2010 pag. 1 di 26 Indice Indice...2 Introduzione...3 Redazione del bilancio

Dettagli

I browser più comuni sono Explorer, Mozilla Firefox, Chrome, Safari

I browser più comuni sono Explorer, Mozilla Firefox, Chrome, Safari INTERNET Internet, cioè la rete di interconnessione tra calcolatori, è uno dei pochi prodotti positivi della guerra fredda. A metà degli anni sessanta il Dipartimento della difesa USA finanziò lo studio

Dettagli

La soluzione che serve: Software & Hardware Web & Networking Help Desk. www.helpwareaziende.it. Area Riservata. aderente ad Assolombarda

La soluzione che serve: Software & Hardware Web & Networking Help Desk. www.helpwareaziende.it. Area Riservata. aderente ad Assolombarda La soluzione che serve: Software & Hardware Web & Networking Help Desk www.helpwareaziende.it Area Riservata Helpware Aziende srl Capitale sociale Euro 52.000 R.E.A. n 1444623 R.I. n 54814/2/42 C.F. e

Dettagli

Manuale LiveBox WEB AMMINISTRATORE DI SISTEMA. http://www.liveboxcloud.com

Manuale LiveBox WEB AMMINISTRATORE DI SISTEMA. http://www.liveboxcloud.com 2015 Manuale LiveBox WEB AMMINISTRATORE DI SISTEMA http://www.liveboxcloud.com LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi

Dettagli

FileMaker 12. Guida ODBC e JDBC

FileMaker 12. Guida ODBC e JDBC FileMaker 12 Guida ODBC e JDBC 2004 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker, Inc.

Dettagli

MetaMAG METAMAG 1 IL PRODOTTO

MetaMAG METAMAG 1 IL PRODOTTO METAMAG 1 IL PRODOTTO Metamag è un prodotto che permette l acquisizione, l importazione, l analisi e la catalogazione di oggetti digitali per materiale documentale (quali immagini oppure file di testo

Dettagli

Formazione sistema editoriale CMS

Formazione sistema editoriale CMS Ufficio Società dell'informazione Nome del Progetto Acronimo del Progetto Formazione sistema editoriale CMS Documento Data di stesura Maggio 2010 Versione 1.2 Sommario 1 Scopo... 3 2 Campo di applicazione...

Dettagli

Manuale Utente Archivierete Novembre 2008 Pagina 2 di 17

Manuale Utente Archivierete Novembre 2008 Pagina 2 di 17 Manuale utente 1. Introduzione ad Archivierete... 3 1.1. Il salvataggio dei dati... 3 1.2. Come funziona Archivierete... 3 1.3. Primo salvataggio e salvataggi successivi... 5 1.4. Versioni dei salvataggi...

Dettagli

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA Ottimizzazione dei processi aziendali Con il modulo E-mail Integrata, NTS Informatica ha realizzato uno strumento di posta elettronica

Dettagli

Sistemi Informativi e Servizi in Rete

Sistemi Informativi e Servizi in Rete Sistemi Informativi e Servizi in Rete prof. V. De Antonellis Dipartimento di Ingegneria dell'informazione Università di Brescia valeria.deantonellis@ing.unibs.it Materiale del corso Sito web: www.ing.unibs.it/~deantone/

Dettagli

Gestione WEB Viaggi e Turismo

Gestione WEB Viaggi e Turismo Pag. 1 di 11 Gestione WEB Viaggi e Turismo Pag. 2 di 11 SOMMARIO 1. INTRODUZIONE...3 2. CARATTERISTICHE E VANTAGGI DI IN.TOUR...4 3. FUNZIONALITA E STRUTTURA SOFTWARE E HARDWARE...6 4. STRUTTURA E CONTENUTI

Dettagli

2010 Antonio Musarra s Blog. Sessione introduttiva sui CMS (versione 1.0 16/03/2010)

2010 Antonio Musarra s Blog. Sessione introduttiva sui CMS (versione 1.0 16/03/2010) 2010 Antonio Musarra s Blog 1 Sessione introduttiva sui CMS (versione 1.0 16/03/2010) CMS Content Management System 2 Un Content Management System, in acronimo CMS, letteralmente "sistema di gestione dei

Dettagli

Manuale Helpdesk Ecube

Manuale Helpdesk Ecube 2013 Manuale Helpdesk Ecube Sede Legale e Operativa: Corso Vittorio Emanuele II, 225/C 10139 Torino Tel. +39 011 3999301 - Fax +39 011 3999309 www.ecubecenter.it - info@ecubecenter.it Codice Fiscale P.IVA

Dettagli

RAMS: la gestione completa delle attività degli Istituti di Vigilanza e Sorveglianza

RAMS: la gestione completa delle attività degli Istituti di Vigilanza e Sorveglianza RAMS: la gestione completa delle attività degli Istituti di Vigilanza e Sorveglianza White Paper 1 Gennaio 2005 White Paper Pag. 1 1/1/2005 La gestione degli Istituti di Vigilanza e Sorveglianza L efficienza

Dettagli

WE500 APPLICATION NOTES GESTIONE DELLE ACQUE

WE500 APPLICATION NOTES GESTIONE DELLE ACQUE WE500 APPLICATION NOTES GESTIONE DELLE ACQUE 1 INTRODUZIONE I sistemi di telecontrollo ed il monitoraggio diventano sempre più importanti nell'ampliamento delle reti di distribuzione idrica ed in particolar

Dettagli

Architetture Web a tre livelli: CGI, SSI, ISAPI e codice mobile Architetture a 3 livelli (1)

Architetture Web a tre livelli: CGI, SSI, ISAPI e codice mobile Architetture a 3 livelli (1) Pagina 1 di 10 Architetture Web a tre livelli: CGI, SSI, ISAPI e codice mobile Architetture a 3 livelli (1) Nel corso della lezione precedente abbiamo analizzato le caratteristiche dell'architettura CGI.

Dettagli

Assistenza e manutenzione di impianti

Assistenza e manutenzione di impianti Assistenza e manutenzione di impianti Scenario Con l espressione assistenza e manutenzione di impianti intendiamo l insieme delle attività rivolte al controllo costante degli impianti e ai lavori di riparazione

Dettagli

MANUALE UTENTE. P.I.S.A. Progetto Informatico Sindaci Asl

MANUALE UTENTE. P.I.S.A. Progetto Informatico Sindaci Asl MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO Ispettorato Generale di Finanza MANUALE UTENTE P.I.S.A. Progetto Informatico Sindaci Asl Versione 1.0 INDICE

Dettagli

Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft * Windows *

Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft * Windows * Guida GESTIONE SISTEMI www.novell.com Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft * Windows * Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft Windows Indice: 2..... Benvenuti

Dettagli

Presentazione e dimostrazione di utilizzo

Presentazione e dimostrazione di utilizzo L AMBIENTE OPEN SOURCE A SUPPORTO DELLE BEST PRACTICE DI ITIL un progetto open source per la gestione dei processi ICT Presentazione e dimostrazione di utilizzo Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.it MILANO,

Dettagli

Manuale di Integrazione IdM-RAS

Manuale di Integrazione IdM-RAS IdM-RAS Data: 30/11/09 File: Manuale di integrazione IdM-RAS.doc Versione: Redazione: Sardegna IT IdM-RAS Sommario 1 Introduzione... 3 2 Architettura del sistema... 4 2.1 Service Provider... 4 2.2 Local

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE PER: TECNICO DELLE ATTIVITA' DI PROGETTAZIONE, SVILUPPO E AGGIORNAMENTO DI SITI WEB

CORSO DI FORMAZIONE PER: TECNICO DELLE ATTIVITA' DI PROGETTAZIONE, SVILUPPO E AGGIORNAMENTO DI SITI WEB Avviso Pubblico PROV-BR 02/2013 PO FSE 2007/2013 ASSE II OCCUPABILITA' Formazione per Inserimento-Reinserimento Lavorativo Approvato con D.D. n.85 del 24/01/2014, pubblicata sul BURP n. 17 del 06/02/2014

Dettagli

14 maggio 2010 Versione 1.0

14 maggio 2010 Versione 1.0 SOFTWARE PER LA GESTIONE DI UN SISTEMA PER LA RILEVAZIONE DELLA QUALITÀ PERCEPITA DAGLI UTENTI, NEI CONFRONTI DI SERVIZI RICHIESTI ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, ATTRAVERSO L'UTILIZZO DI EMOTICON. 14 maggio

Dettagli

Che cos'è Internet. Capitolo. Storia e struttura di Internet L. Introduzione alla rete Internet con una breve storia

Che cos'è Internet. Capitolo. Storia e struttura di Internet L. Introduzione alla rete Internet con una breve storia TECNOLOGIE WEB Che cos é Internet Capitolo 1 Che cos'è Internet Introduzione alla rete Internet con una breve storia Storia e struttura di Internet L idea di Internet nasce all inizio degli anni 60. L

Dettagli

Manuale Operativo OPEN DESK. Scrivania Virtuale COD. PRODOTTO D.9.3

Manuale Operativo OPEN DESK. Scrivania Virtuale COD. PRODOTTO D.9.3 Manuale Operativo OPEN DESK Scrivania Virtuale COD. PRODOTTO D.9.3 Indice Prodotto... 3 Contesto... 3 Caratteristiche Funzionali... 3 Parametrizzazione... 4 Profilazione... 4 Descrizione Funzionalità...

Dettagli

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE Versione 1.0 Via della Fisica 18/C Tel. 0971 476311 Fax 0971 476333 85100 POTENZA Via Castiglione,4 Tel. 051 7459619 Fax 051 7459619

Dettagli

19 aprile 2013. Activ1st Descrizione prodotto

19 aprile 2013. Activ1st Descrizione prodotto 19 aprile 2013 Activ1st Descrizione prodotto Le informazioni contenute in questo documento sono da considerarsi CONFIDENZIALI e non possono essere utilizzate o riprodotte - sia in parte che interamente

Dettagli

L architettura del sistema può essere schematizzata in modo semplificato dalla figura che segue.

L architettura del sistema può essere schematizzata in modo semplificato dalla figura che segue. Il software DigitalRepository/AMBiblioweb (DRBW) è un sistema di gestione completo per repository digitali implementato secondo lo standard MAG 2.0 e successive revisioni, in accordo con il modello OAIS.

Dettagli

PER GESTIRE IL TUO CLIENTE HAI MAI PENSATO ALL'OPEN SOURCE?

PER GESTIRE IL TUO CLIENTE HAI MAI PENSATO ALL'OPEN SOURCE? PER GESTIRE IL TUO CLIENTE HAI MAI PENSATO ALL'OPEN SOURCE? INDICE OPEN SOURCE PER IL CRM DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE 2. Lista dei bisogni 4. Modalità di utilizzo 5. La nostra proposta PREMESSA Cosa

Dettagli

AREA AFFARI GENERALI ITER DELIBERE/DETERMINE/ORDINANZE VISUAL. DELIBERE, DETERMINE E ORDINANZE VIA WEB PROTOCOLLO ARCHIVIAZIONE OTTICA DEI DOCUMENTI

AREA AFFARI GENERALI ITER DELIBERE/DETERMINE/ORDINANZE VISUAL. DELIBERE, DETERMINE E ORDINANZE VIA WEB PROTOCOLLO ARCHIVIAZIONE OTTICA DEI DOCUMENTI ITER DELIBERE/DETERMINE/ORDINANZE VISUAL. DELIBERE, DETERMINE E ORDINANZE VIA WEB PROTOCOLLO ARCHIVIAZIONE OTTICA DEI DOCUMENTI ARCHIVIAZIONE SOSTITUTIVA ARCHIVIATORE GLOBALE INTEROPERABILITÀ PROTOCOLLO

Dettagli

Il Livello delle Applicazioni

Il Livello delle Applicazioni Il Livello delle Applicazioni Il livello Applicazione Nello stack protocollare TCP/IP il livello Applicazione corrisponde agli ultimi tre livelli dello stack OSI. Il livello Applicazione supporta le applicazioni

Dettagli

Sviluppo di applicazioni Internet: l'uso integrato di XML e Java

Sviluppo di applicazioni Internet: l'uso integrato di XML e Java UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA Facoltà di Ingegneria - Sede di Modena Corso di Laurea in Ingegneria Infomatica Sviluppo di applicazioni Internet: l'uso integrato di XML e Java realizzata

Dettagli

www.smartplus.it www.progettorchestra.com Per informazioni: info@smartplus.it info@progettorchestra.it Tel +39 0362 1857430 Fax+39 0362 1851534

www.smartplus.it www.progettorchestra.com Per informazioni: info@smartplus.it info@progettorchestra.it Tel +39 0362 1857430 Fax+39 0362 1851534 www.smartplus.it www.progettorchestra.com Per informazioni: info@smartplus.it info@progettorchestra.it Tel +39 0362 1857430 Fax+39 0362 1851534 Varedo (MI) - ITALIA applicazioni WEB Gestore di Portali

Dettagli

FLEET MANAGEMENT / GESTIONE FLOTTE

FLEET MANAGEMENT / GESTIONE FLOTTE FLEET MANAGEMENT / GESTIONE FLOTTE Il sistema proposto consente di erogare un insieme di servizi di logistica basati sulla capacità di stabilire comunicazioni bidirezionali tra una Centrale Operativa ed

Dettagli

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE UFFICIO SISTEMA INFORMATIVO REGIONALE E STATISTICA Via V. Verrastro, n. 4 85100 Potenza tel

Dettagli

Architetture Web. parte 1. Programmazione in Ambienti Distribuiti A.A. 2003-04

Architetture Web. parte 1. Programmazione in Ambienti Distribuiti A.A. 2003-04 Architetture Web parte 1 Programmazione in Ambienti Distribuiti A.A. 2003-04 Architetture Web (1) Modello a tre livelli in cui le interazioni tra livello presentazione e livello applicazione sono mediate

Dettagli

TARGET DOCUVISION DOCUVISION WORKFLOW DIGITALE

TARGET DOCUVISION DOCUVISION WORKFLOW DIGITALE 0 SOMMARIO TARGET DOCUVISION 2 REQUISITI HARDWARE E SOFTWARE 4 CARATTERISTICHE PRINCIPALI DEI MODULI 5 LOGICA OPERATIVA MODULO DOCUVISION 6 LOGICA OPERATIVA DELLE FUNZIONALITA WORKFLOW 7 GESTIONE DOCUMENTI

Dettagli

Intel Server Management Pack per Windows

Intel Server Management Pack per Windows Intel Server Management Pack per Windows Manuale dell'utente Revisione 1.0 Dichiarazioni legali LE INFORMAZIONI CONTENUTE IN QUESTO DOCUMENTO SONO FORNITE IN ABBINAMENTO AI PRODOTTI INTEL ALLO SCOPO DI

Dettagli

Novità di Visual Studio 2008

Novità di Visual Studio 2008 Guida al prodotto Novità di Visual Studio 2008 Introduzione al sistema di sviluppo di Visual Studio Visual Studio Team System 2008 Visual Studio Team System 2008 Team Foundation Server Visual Studio Team

Dettagli

EXPLOit Content Management Data Base per documenti SGML/XML

EXPLOit Content Management Data Base per documenti SGML/XML EXPLOit Content Management Data Base per documenti SGML/XML Introduzione L applicazione EXPLOit gestisce i contenuti dei documenti strutturati in SGML o XML, utilizzando il prodotto Adobe FrameMaker per

Dettagli

Metodologia di progettazione di un SIT

Metodologia di progettazione di un SIT Metodologia di progettazione di un SIT Approccio alla progettazione di soluzioni ICT a supporto della governance territoriale Corso di Sistemi Informativi Territoriali Avanzati UD13 Corso di Laurea Magistrale

Dettagli

GESTIONE DELLA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA - PEC GEPROT v 3.1

GESTIONE DELLA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA - PEC GEPROT v 3.1 GESTIONE DELLA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA - PEC GEPROT v 3.1 ESPLETAMENTO DI ATTIVITÀ PER L IMPLEMENTAZIONE DELLE COMPONENTI PREVISTE NELLA FASE 3 DEL PROGETTO DI E-GOVERNMENT INTEROPERABILITÀ DEI SISTEMI

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

documenta PLM certificato da Autodesk

documenta PLM certificato da Autodesk documenta PLM documenta PLM certificato da Autodesk Implementare un progetto PLM significa spesso riorganizzare e razionalizzare molti dei processi aziendali legati alla progettazione e produzione. In

Dettagli

Corso Creare Siti WEB

Corso Creare Siti WEB Corso Creare Siti WEB INTERNET e IL WEB Funzionamento Servizi di base HTML CMS JOOMLA Installazione Aspetto Grafico Template Contenuto Articoli Immagini Menu Estensioni Sito di esempio: Associazione LaMiassociazione

Dettagli

Guida Google Cloud Print

Guida Google Cloud Print Guida Google Cloud Print Versione B ITA Definizioni delle note Nella presente Guida dell utente viene utilizzato lo stile che segue per contrassegnare le note: Le note forniscono istruzioni da seguire

Dettagli

SOMMARIO SOMMARIO... - 1 - PRESENTAZIONE... - 2 - CARATTERISTICHE... - 3 - RUBRICA CLIENTI... - 4 - INSERIMENTO ORDINI... - 5 -

SOMMARIO SOMMARIO... - 1 - PRESENTAZIONE... - 2 - CARATTERISTICHE... - 3 - RUBRICA CLIENTI... - 4 - INSERIMENTO ORDINI... - 5 - Galileo B2B SOMMARIO SOMMARIO... - 1 - PRESENTAZIONE... - 2 - CARATTERISTICHE... - 3 - RUBRICA CLIENTI... - 4 - INSERIMENTO ORDINI... - 5 - MODULO RICAMBI... - 7 - SELEZIONE DEL PRODOTTO FINITO... - 7

Dettagli

Collegamento remoto vending machines by do-dots

Collegamento remoto vending machines by do-dots Collegamento remoto vending machines by do-dots Ultimo aggiornamento 23 marzo 2011 rev1 - Stesura iniziale 18/10/2010 rev2 - Approfondimenti 12/11/2010 rev3 Riduzione dei contenuti per una lettura generica

Dettagli