COMUNE DI PESCAGLIA. Provincia di Lucca PIANO REGOLATORE GENERALE. PIANO STRUTTURALE L.R. 16 gennaio 1995 n 5 art.24 QUADRO CONOSCITIVO.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI PESCAGLIA. Provincia di Lucca PIANO REGOLATORE GENERALE. PIANO STRUTTURALE L.R. 16 gennaio 1995 n 5 art.24 QUADRO CONOSCITIVO."

Transcript

1 Provini i Lu rt ei vinoli foglio1-pesgli foglio2-rihe i Vllio foglio4-vlottvo foglio3-nohi

2 52 Aggiornt in seguito ll Delier i eterminzione elle ontroeuzioni lle osservzioni pervenute 181 iemre 2005 Provini i Lu sl 129 rt ei vinoli :00 Bse Crtogrfi Crt Teni ell Regione Tosn ll sl 1/00 Sezione n Pesgli ott. Cluio Slvori prof. Murizio Morni ott. Giovnni Blini 195 onsulenz geologi: 127 ott. Vittorino Coronto geologo Pro Alpi Apune (L.R n 5) Are Pro Pro Alpi Apune (L.R n 5) Are Contigu iumi e Torrenti (lett. rt. 146 D.Leg n 490) Montgne oltre mt. 0 s.l.m. (lett. rt. 146 D.Leg n 490) 202 Aree Boste (lett. g rt. 146 D.Leg n 490) Vinolo Pesggistio (D.Leg n 490 {ex L.1497/1939}) Vinolo Irogeologio R.D n 3267 (ree esluse l vinolo) 199 Emergenze Geologihe 093 Lolità i interesse ntropologio, pleontologio, speleologio (L.R ) Bu elle Cmpore Beni nii rurli puntuli(*) Beni nii ivili puntuli(*) Beni nii religiosi puntuli(*) Beni nii militri puntuli(*) Beni nii ell prouzione puntuli(*) Beni mientli puntuli(*) Ex isri i Gri (*) onte: Crt ei eni storii, nii e mientli-mterili per l formzione el P.T.C.- -Provini i Lu Mss Crrr Cstelnuovo Grfgnn Porrett Vireggio Lu Pistoi Mrin i OGLI 1: I.G.M.I. COMUNE - Stzzem - Vergemoli - Pesgli - Cmiore

3 Aggiornt in seguito ll Delier i eterminzione elle ontroeuzioni lle osservzioni pervenute iemre 2005 Provini i Lu sl 2 1:00 rt ei vinoli Bse Crtogrfi Crt Teni ell Regione Tosn ll sl 1/00 Sezione n rihe i Vllio ott. onsulenz geologi: Cluio Slvori prof. Murizio Morni ott. Giovnni Blini ott. Vittorino Coronto geologo Pro Alpi Apune (L.R n 5) Are Pro Pro Alpi Apune (L.R n 5) Are Contigu iumi e Torrenti (lett. rt. 146 D.Leg n 490) Montgne oltre mt. 0 s.l.m. (lett. rt. 146 D.Leg n 490) Aree Boste (lett. g rt. 146 D.Leg n 490) Vinolo Pesggistio (D.Leg n 490 {ex L.1497/1939}) Vinolo Irogeologio R.D n 3267 (ree esluse l vinolo) 135 Emergenze Geologihe 115 Lolità i interesse ntropologio, pleontologio, speleologio (L.R ) Bu elle Cmpore Beni nii rurli puntuli(*) Beni nii ivili puntuli(*) 024 Beni nii religiosi puntuli(*) Beni nii militri puntuli(*) 153 Beni nii ell prouzione puntuli(*) 069 Beni mientli puntuli(*) 082 Ex isri i Gri 151 (*) onte: Crt ei eni storii, nii e mientli-mterili per l formzione el P.T.C.- -Provini i Lu Mss Crrr Cstelnuovo Grfgnn Porrett Vireggio Lu Pistoi Mrin i OGLI 1: I.G.M.I. COMUNE -Pesgli -rihe i Vllio -Vergemoli -Borgo Mozzno

4 Aggiornt in seguito ll Delier i eterminzione elle ontroeuzioni lle osservzioni pervenute iemre 2005 Provini i Lu sl 3 1:00 rt ei vinoli 061 Bse Crtogrfi Crt Teni ell Regione Tosn ll sl 1/00 Sezione n Nohi onsulenz geologi: ott. Cluio Slvori prof. Murizio Morni ott. Giovnni Blini ott. Vittorino Coronto geologo Pro Alpi Apune (L.R n 5) Are Pro Pro Alpi Apune (L.R n 5) Are Contigu iumi e Torrenti (lett. rt. 146 D.Leg n 490) Montgne oltre mt. 0 s.l.m. (lett. rt. 146 D.Leg n 490) Aree Boste (lett. g rt. 146 D.Leg n 490) Vinolo Pesggistio (D.Leg n 490 {ex L.1497/1939}) Vinolo Irogeologio R.D n 3267 (ree esluse l vinolo) Emergenze Geologihe Lolità i interesse ntropologio, pleontologio, speleologio (L.R ) Bu elle Cmpore 122 Beni nii rurli puntuli(*) Beni nii ivili puntuli(*) Beni nii religiosi puntuli(*) Beni nii militri puntuli(*) Beni nii ell prouzione puntuli(*) Beni mientli puntuli(*) 101 Ex isri i Gri (*) onte: Crt ei eni storii, nii e mientli-mterili per l formzione el P.T.C.- -Provini i Lu. Mss Crrr Cstelnuovo Grfgnn Porrett Vireggio Lu Pistoi Mrin i OGLI 1: I.G.M.I. COMUNE - Cmiore - Pesgli - Mssros - Lu

5 Aggiornt in seguito ll Delier i eterminzione elle ontroeuzioni lle osservzioni pervenute iemre Provini i Lu sl 033 1:00 rt ei vinoli Bse Crtogrfi Crt Teni ell Regione Tosn ll sl 1/00 Sezione n Vlottvo ott. Cluio Slvori prof. Murizio Morni ott. Giovnni Blini 163 onsulenz geologi: 037 ott. Vittorino Coronto geologo Pro Alpi Apune (L.R n 5) Are Pro Pro Alpi Apune (L.R n 5) Are Contigu iumi e Torrenti (lett. rt. 146 D.Leg n 490) Montgne oltre mt. 0 s.l.m. (lett. rt. 146 D.Leg n 490) Aree Boste (lett. g rt. 146 D.Leg n 490) 178 Vinolo Pesggistio (D.Leg n 490 {ex L.1497/1939}) Vinolo Irogeologio R.D n 3267 (ree esluse l vinolo) Emergenze Geologihe 111 Lolità i interesse ntropologio, pleontologio, speleologio (L.R ) Bu elle Cmpore Beni nii rurli puntuli(*) Beni nii ivili puntuli(*) Beni nii religiosi puntuli(*) 177 Beni nii militri puntuli(*) Beni nii ell prouzione puntuli(*) Beni mientli puntuli(*) Ex isri i Gri (*) onte: Crt ei eni storii, nii e mientli-mterili per l formzione el P.T.C.- -Provini i Lu. Mss Crrr Cstelnuovo Grfgnn Porrett Vireggio Lu Pistoi Mrin i OGLI 1: I.G.M.I. - Lu COMUNE - Pesgli - Borgo Mozzno

COMUNE DI PESCAGLIA. Provincia di Lucca PIANO REGOLATORE GENERALE PIANO STRUTTURALE. L.R. 16 gennaio 1995 n 5 art.24. Tavola.

COMUNE DI PESCAGLIA. Provincia di Lucca PIANO REGOLATORE GENERALE PIANO STRUTTURALE. L.R. 16 gennaio 1995 n 5 art.24. Tavola. DI PESCAGLIA Provini i Lu 4 is rtiolzioni el sistem mientle 4.1is - Pesgli 4.2is - Frihe i Vllio 4.3is - Nohi 4.4is -Vlottvo Aggiornt in seguito ll Delier i eterminzione elle ontroeuzioni lle osservzioni

Dettagli

- - 5 o 6 d. Comando o attribuzioni, servizio Imbarco Titoli, esami, corsi

- - 5 o 6 d. Comando o attribuzioni, servizio Imbarco Titoli, esami, corsi Supplemento orinrio n. 29/L ll GAZZETTA UFFICIALE Serie generle n. 143 (rt. 1136is, omm 1) Quro I: Ruolo normle el Corpo i Stto Mggiore Anni i nzinità minim i gro rihiesti per: Perioi minimi rihiesti per

Dettagli

I.M.G. S.r.l. SEZIONE A-A. PIANTA A Q.ta CAMERA D'ISPEZIONE. PIANTA A Q.ta POZZETTO MINISTERO INFRASTRUTTURE E TRASPORTI SEZIONE B-B

I.M.G. S.r.l. SEZIONE A-A. PIANTA A Q.ta CAMERA D'ISPEZIONE. PIANTA A Q.ta POZZETTO MINISTERO INFRASTRUTTURE E TRASPORTI SEZIONE B-B N Q.t MER 'SEZNE N Q.t ZZE SEZNE FGN V ESSENE FGN V ESSENE os.10 MER 'SEZNE ESSENE MER 'SEZNE ESSENE os.2 os.8 os.2 mcropl Ø240 rmt con tubo Ø193.7 12.5 L=15.00m mcropl Ø240 rmt con tubo Ø193.7 12.5 L=15.00m

Dettagli

S e t t i m o R a p p o r t o s u l s e r v i z i o c i v i l e i n It a l i a. Im p a t t o s u c o l l e t t i v i t à e v o l o n t a r i R a p p o r t o f i n a l e D i c e m b r e 2 0 0 4 R I N G

Dettagli

21 o 22 e. - f. immediatamente inferiore. Superare i corsi previsti da. Superare i corsi previsti anche se svolti tutti o in. apposito D.M.

21 o 22 e. - f. immediatamente inferiore. Superare i corsi previsti da. Superare i corsi previsti anche se svolti tutti o in. apposito D.M. 2262017 Supplemento orinrio n. 29/L ll GAZZETTA UFFICIALE Serie generle n. 143 c e (rt. 1185is, comm 1) Quro I: Ruolo nvignti normle ell'arm eronutic i gro per: Perioi minimi per l vlutzione generle i

Dettagli

Catalogo dettagliato delle prestazioni 2015 (cfr. art. 14 del regolamento del fondo)

Catalogo dettagliato delle prestazioni 2015 (cfr. art. 14 del regolamento del fondo) Ctlogo ettglito elle prestzioni 2015 (cfr. rt. 14 el regolmento el fono) Prestzioni e gli OML reg. e cnt. (Slute e) Socile : Sviluppo e mntenimento i un sistem completo i formzione professionle i bse e

Dettagli

Istituto Marconi, classe prima BC, Fisica 12 dicembre 2014

Istituto Marconi, classe prima BC, Fisica 12 dicembre 2014 Istituto Mroni, lsse prim BC, Fisi 12 iemre 2014 Un e un sol elle quttro ffermzioni è orrett. Inirl on un roe. È onsentit un sol orrezione per ogni omn: per nnullre un rispost ritenut errt rhiuerl in un

Dettagli

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di Primo Grado Classe Prima. Scuola... Classe... Alunno...

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di Primo Grado Classe Prima. Scuola... Classe... Alunno... VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA Suol Seonri i Primo Gro Clsse Prim Suol..........................................................................................................................................

Dettagli

www.scuolaazienda.it MARIO FLORES L OPERATORE TURISTICO SOLUZIONI Vero o falso? Verifica le tue conoscenze Esercizi

www.scuolaazienda.it MARIO FLORES L OPERATORE TURISTICO SOLUZIONI Vero o falso? Verifica le tue conoscenze Esercizi www.scuolaazienda.it MRIO FLORES L OPERTORE 4 TURISTIO SOLUZIONI Vero o falso? Verifica le tue conoscenze Esercizi VERO O FLSO? MOULO 1 1 V, 2 V, 3 F, 4 F 1 V, 2 V, 3 V, 4 F 1 V, 2 F, 3 F, 4 V 1 F, 2 F,

Dettagli

Sondaggio piace l eolico?

Sondaggio piace l eolico? Songgio pie l eolio? Durnte l inugurzione i Stell sono stti istriuiti ei questionri per vlutre l inie i grimento ell eolio prte ell popolzione Sono stti ompilti e quini nlizzti 50 questionri Quest presentzione

Dettagli

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di Primo Grado Classe Prima. Scuola... Classe... Alunno...

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di Primo Grado Classe Prima. Scuola... Classe... Alunno... VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA Suol Seonri i Primo Gro Clsse Prim Suol..........................................................................................................................................

Dettagli

Bilancio di Previsione IV direttiva CEE

Bilancio di Previsione IV direttiva CEE OMUNIT' OLLINR L FRIULI ilancio di Previsione IV direttiva Pag. 1 ONTO ONOMIO odice escrizione 2014 ettaglio VLOR LL PROUZION 4.352.723,65 1 RIVI 2.249.623,72 1 a LL VNIT LL PRSTZIONI 1.924.363,18 402000

Dettagli

LISTA DI CONTROLLO PER IL MONITORAGGIO DEGLI STUDI DI MICROZONAZIONE SISMICA E DELLE ANALISI DELLA CLE

LISTA DI CONTROLLO PER IL MONITORAGGIO DEGLI STUDI DI MICROZONAZIONE SISMICA E DELLE ANALISI DELLA CLE Commissione Teni per il supporto e il monitorggio degli studi di Mirozonzione Sismi (rtiolo 5, omm 7 dell OPCM 13 novemre 2010, n. 3907) LISTA DI CONTROLLO PER IL MONITORAGGIO DEGLI STUDI DI MICROZONAZIONE

Dettagli

PARCO NATURALE DEL MONVISO

PARCO NATURALE DEL MONVISO RETE EOLOGI REGIONLE SISTEM REGIONLE ELLE REE PROTETTE PRO NTURLE EL MONVISO ONFINI Inquadramento sezioni TR 1:10.000 172130 190010 190020 190050 190060 190090 190100 190110 190130 190140 190150 208010

Dettagli

Regione Siciliana - Presidenza Dipartimento della Protezione Civile Servizio Sicilia Orientale U.O.B. XIV - RISCHIO IDROGEOLOGICO

Regione Siciliana - Presidenza Dipartimento della Protezione Civile Servizio Sicilia Orientale U.O.B. XIV - RISCHIO IDROGEOLOGICO Regione Siciliana - Presidenza Dipartimento della Protezione ivile Servizio Sicilia Orientale U.O.. XIV - RISHIO IDROGEOLOGIO STUDIO DEL RISHIO IDROGEOLOGIO, ON FINLIT DI PROTEZIONE IVILE, NELL FSI IONIO-ETNE

Dettagli

Bilancio di Previsione IV direttiva CEE

Bilancio di Previsione IV direttiva CEE OMUNIT' OLLINR L FRIULI ilancio di Previsione IV direttiva Pag. 1 ONTO ONOMIO odice escrizione 2013 ettaglio VLOR LL PROUZION 4.522.773,43 1 RIVI 3.832.717,40 1 a LL VNIT LL PRSTZIONI 3.542.557,05 402000

Dettagli

N unità di personale giorni mese totale complessivo dei giorni di assenza

N unità di personale giorni mese totale complessivo dei giorni di assenza PROVINI RLETT-NRI-TRNI NNO 2014 - TSSI I SSENZ, MGGIORE PRESENZ E SSENTEISMO NETTO, PERSONLE IPENENTE IVISO PER REE IRIGENZILI - RT.21 L. 69/2009 Settore 1 FFRI GENERLI GENNIO FERIO MRZO PRILE MGGIO GIUGNO

Dettagli

SERVIZIO SANITARI O REGI ONE SARDE GN A -A.S.L. N 5 ORISTAN O. L an n o d u e m i l a u n d i c i a d d ì d e l m e s e di M a g g i o TR A

SERVIZIO SANITARI O REGI ONE SARDE GN A -A.S.L. N 5 ORISTAN O. L an n o d u e m i l a u n d i c i a d d ì d e l m e s e di M a g g i o TR A Alle g a t o (A) all a Deli b e r a z i o n e Dir e t t o r e G e n e r a l e n 144 d el 23/ 0 5/ 2 0 11 Co m p o s t o d a n 6 p a g i n e SERVIZIO SANITARI O REGI ONE SARDE GN A -A.S.L. N 5 ORISTAN O

Dettagli

Esercitazione n. 2. Gian Carlo Bondi VERO/FALSO

Esercitazione n. 2. Gian Carlo Bondi VERO/FALSO Eseritzioni svolte 2010 Suol Duemil 1 Eseritzione n. 2 Aspetti eonomii e lusole el ontrtto i omprvenit Risultti ttesi Spere: gli spetti tenii, giuriii e eonomii el ontrtto i omprvenit. Sper fre: eterminre

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA:

ISTRUZIONE OPERATIVA: Pgin 1 di 5 INDICE: 1) Scopo 2) Cmpo di ppliczione 3) Norm di riferimento 4) Definizioni e simoli 5) Responsilità 6) Apprecchiture 7) Modlità esecutive 8) Esposizione dei risultti DOCUMENTI CORRELATI:

Dettagli

COPIA DI ATTO DELLA GIUNTA COMUNALE

COPIA DI ATTO DELLA GIUNTA COMUNALE OMUNE I MIOLTI SPONTINI (Provincia di ncona) OPI I TTO ELL GIUNT OMUNLE Numero 178 el 08-11-2013 Oggetto: INIVIUZIONE VLORE I MERTO REE EIIILI E ELLE MOLIT' PER L GESTIONE ELL'IMU - NNO 2013 L'anno duemilatredici

Dettagli

SUPERFORM-R SUPERCUT BR3. a b a

SUPERFORM-R SUPERCUT BR3. a b a SUERFORM-R L mcchin SUERFORM/R esegue il tglio ei terminli ei componenti elettronici rili nstrti. rouzione: fino 20.000 pezzi or 7915.113A (versione stnr) sso el nstro =12.7mm 7915.113B sso el nstro =15mm

Dettagli

15 STRALEVANTO. Classifica generale

15 STRALEVANTO. Classifica generale Dt Gr Ctegori 15 STRALEVANTO domenic 19 ottobre 2014 15 Strlevnto Generle Clssific generle pos pett. tlet sex ct. p.ct tem nz rce time rel time gp medi 1 1 Khelifi Mehdi M 00:49:43 00:49:43 17.60 2 2 Ghlb

Dettagli

INSEGNAMENTI A.A. 2011/2012 DA BANDIRE TITOLO GRATUITO INTERNO ATENEO LAUREA TRIENNALE SPECIALISTICA EDILE-ARCHITETTURA

INSEGNAMENTI A.A. 2011/2012 DA BANDIRE TITOLO GRATUITO INTERNO ATENEO LAUREA TRIENNALE SPECIALISTICA EDILE-ARCHITETTURA INSEGNMENTI.. 2011/2012 NIRE TITOLO GRTUITO INTERNO TENEO LURE TRIENNLE SPEILISTI EILE-RHITETTUR LEGEN ORSO I LURE -TRIENNLE ORSO I LURE MGISTRLE I3- LURE IN INGEGNERI IVILE E MIENTLE I3 LURE IN INGEGNERI

Dettagli

Monomi e polinomi. Verifica per la classe prima COGNOME... NOME... Classe... Data...

Monomi e polinomi. Verifica per la classe prima COGNOME... NOME... Classe... Data... Cpitolo Monomi e polinomi Monomi Verifi per l lsse prim COGNOME............................... NOME............................. Clsse.................................... Dt...............................

Dettagli

1 3INFORMAZIONI PER SONALI E SPERIENZA LAVORATIVA. F a x - 6Ļ1 T i p o di a zi e n d a o s e tt o r e T u ri s m o

1 3INFORMAZIONI PER SONALI E SPERIENZA LAVORATIVA. F a x - 6Ļ1 T i p o di a zi e n d a o s e tt o r e T u ri s m o 1 3INFORMAZIONI PER SONALI N o m e A n n a H a li n a H y z a I n diriz z o V i a S a n d r o P e r ti ni 5 0 - Q U A R T U C C I U T el ef o n o C e ll ul a r e: 3 4 0 6 8 1 3 2 6 3 F a x - E-m a il a

Dettagli

DOTTORATO DI RICERCA IN GEOFISICA-XXIIICICLO/ EQUAZIONI ALLE DERIVATE PARZIALI (Prof. BONAFEDE)

DOTTORATO DI RICERCA IN GEOFISICA-XXIIICICLO/ EQUAZIONI ALLE DERIVATE PARZIALI (Prof. BONAFEDE) DOTTORATO DI RICERCA IN GEOFISICA-XXIIICICLO/ EQUAZIONI ALLE DERIVATE PARZIALI (Prof. BONAFEDE) Mggi C. & Bccesci P. Soluzioe problem V Puto 1: T Clcolre l soluzioe stziori dell (1) euivle d imporre l

Dettagli

Verifica delle Deformazioni Verifica della Velocità al Contatto

Verifica delle Deformazioni Verifica della Velocità al Contatto Verifica elle Deformazioni Verifica ella Velocià al Conao Ing. Piero Bongio Lezione 4 Borghi Azio S.p.A. Via Papa Giovanni XXIII, 15 400 San Polo Enza RE Tel 05.873193 Fax 05.87367 E-Mail info@borghiazio.com

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE "LEONARDO DA VINCI" FIRENZE (FI)

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LEONARDO DA VINCI FIRENZE (FI) Eserizio finnzirio 2013 Mod. H (rt. 18,. 2) ENTRATE Voe Progrmmzione definitiv ertte risosse rimste d risuotere d = - e = - 01 Avnzo di mministrzione utilizzto 1.451.369,73 1.451.369,73 01 Avnzo Non vinolto

Dettagli

a b c d e x = operai addetti a un lavoro y = tempo impiegato per svolgere il lavoro Un operaio impiega 10 giorni

a b c d e x = operai addetti a un lavoro y = tempo impiegato per svolgere il lavoro Un operaio impiega 10 giorni ) Iniviu tr questi grfici quelli in cui è rppresentt un situzione i irett e un situzione i invers; poi inic il rispettivo nome ei grfici scelti. c e ) Per ognun elle seguenti telle te, stilisci il tipo

Dettagli

RIEPILOGO per TIPOLOGIA SPESA Esercizio finanziario 2014

RIEPILOGO per TIPOLOGIA SPESA Esercizio finanziario 2014 Ministero dell'istruzione, dell'università e dell Rier Eserizio finnzirio 2014 Pgin n. 1 Desrizione Progrm mzione definitiv impegnte 01 Personle 138.826,94 41.707,73 41.707,73 0,00 97.119,21 0,00 0,00

Dettagli

Distributed in Australia by. Paper and BookArts sales@paperandbookarts.com.au +61 2 66858832 www.paperandbookarts.com.au

Distributed in Australia by. Paper and BookArts sales@paperandbookarts.com.au +61 2 66858832 www.paperandbookarts.com.au istributed in ustralia by Paper and ookrts sales@paperandbookarts.com.au +61 2 66858832 www.paperandbookarts.com.au Everyday Stationery The Everyday note card collection includes a large range of distinctive

Dettagli

PERCORSO DELLA SALUTE VISITA GUIDATA TRA NATURA E BENESSERE D

PERCORSO DELLA SALUTE VISITA GUIDATA TRA NATURA E BENESSERE D PROPOTE GRUPPI 2017 s PERCORO ELLA ALUTE VIITA GUIATA TRA NATURA E BENEERE - NUOVITA 2017 - Un viaggio inimenticabile nell uno ei più grani boschi privati i Europa, il bosco Curtipitrizzi, e nelle bellissime

Dettagli

IL SINDACO. RITENUTO di dover formalmente disporre il recepimento dell anzidetto calendario al fine di darne ampia diffusone e conoscenza DISPONE

IL SINDACO. RITENUTO di dover formalmente disporre il recepimento dell anzidetto calendario al fine di darne ampia diffusone e conoscenza DISPONE PRT.N. DL.0. CMUN DI LAVAGNA Provinci di Genov STTR SRVIZI ALL IMPRS AL TRRITRI Struttur Unic Attività Produttive Ufficio Attività Produttive Pizz dell Libertà tel n. 0/ fx 0/0 e-mil:postcertifict@pec.comune.lvgn.ge.it

Dettagli

"!#!#!$% & ' $& & (!)*)+,*-.,/0/+%1)*)2,,,/3*!!#!#!! $ 4 $#$!5! 67 $$88!!

!#!#!$% & ' $& & (!)*)+,*-.,/0/+%1)*)2,,,/3*!!#!#!! $ 4 $#$!5! 67 $$88!! "# $ $ % " ##$% & ' $& & ( )*)+,*-.,/0/+%1)*)2,,,/3* ## $ 4 $#$ 5 67 $$88 "# # 66...4 / 9""9: ;6' ;4 ;(...4 < ("9(99==(9;6&9##"9#'669"946(9;...8 0 4;9===9;9;(;"9#(9=9;#6;...11. 9#'669"946(9;((9&(9...17.#9;9%9'=9;'>969=9;6=9;?99(@...18./&(=9;'9+(9?=9;...22.

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE "VOLTERRA - ELIA" 60100 TORRETTE DI ANCONA (AN)

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE VOLTERRA - ELIA 60100 TORRETTE DI ANCONA (AN) Eserizio finnzirio 2010 Mod. H (rt. 18,. 2) ENTRATE Voe Progrmmzione definitiv ertte risosse rimste d risuotere e = - 01 Avnzo di mministrzione utilizzto 01 Avnzo Non vinolto 02 Avnzo Vinolto 02 Finnzimento

Dettagli

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria Superiore Classe Prima. Scuola... Classe... Alunno...

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria Superiore Classe Prima. Scuola... Classe... Alunno... VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA Suol Seonri Superiore Clsse Prim Suol..........................................................................................................................................

Dettagli

Mach 3.2. Nesting e Routing ad alta velocità

Mach 3.2. Nesting e Routing ad alta velocità Mach.2 Nesting e Routing a alta velocità Nesting e Pantografatura a alta velocità Mach.2 è otata i un corpo in metallo uro che consente una velocità i avanzamento fino mt/min nelle lavorazioni i Nesting

Dettagli

Tav. E.007 ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE BARI. Quadro elettrico C.E.D. Schema unifilare

Tav. E.007 ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE BARI. Quadro elettrico C.E.D. Schema unifilare ISTITUTO NZIONLE I FISI NULERE BRI LVORI I RISTRUTTURZIONE ELLE SLE S1, S, S5, S7 ed S9 EL IPRTIMENTO INTERTENEO I FISI ELL UNIVERSIT EGLI STUI I BRI PER L RELIZZZIONE ELL NUOV SL LOLO ELL SEZIONE I BRI

Dettagli

Acque dalle rocce: una risorsa e un valore locale da tutelare

Acque dalle rocce: una risorsa e un valore locale da tutelare Acque dalle rocce: una risorsa e un valore locale da tutelare Maria Teresa De Nardo, Stefano Segadelli (Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli, RER) Luca Marcone (Autorità di Bacino Interregionale Marecchia-Conca)

Dettagli

RICONFERMA DEI VINCOLI COMUNE DI MUGGIA. Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

RICONFERMA DEI VINCOLI COMUNE DI MUGGIA. Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Regione utonom Friuli Venezi Giuli Provinci di Trieste OMUNE DI MUGGI P.R.G.. Vrinte Generle n 15 in seguito ll decdenz dei vincoli preordinti ll esproprio, di cui ll rt. 36 dell L.52/91 prile 2001 Elborzione

Dettagli

COMUNE DI GALLICANO ESTRATTO DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ATTO N. 14 SEDUTA DEL 28/05/2009

COMUNE DI GALLICANO ESTRATTO DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ATTO N. 14 SEDUTA DEL 28/05/2009 Copia conforme all'originale COMUNE DI GLLICNO rovincia di Lucca ESTRTTO DI DELIBERZIONE DEL CONSIGLIO COMUNLE TTO N. 14 SEDUT DEL 28/05/2009 OGGETTO: INTEGRZIONI LL DELIBERZIONE DI CONSIGLIO COMUNLE N.4

Dettagli

FACOLTA' DI LETTERE E FILOSOFIA

FACOLTA' DI LETTERE E FILOSOFIA 1 FCOLT' DI LETTERE E FILOSOFI Piano Stuo Inrizzo Valita' PRIMO NNO PS270SE10 INO DI STUDI STTUTRIO / SCIENZE DELL'EDUCZIONE / / STRUTTUR DEL PINO DI STUDIO LEGEND : = NNO NTICIPO Insegnamenti Fondamentali

Dettagli

CERTIFICAZIONE UNICA2015

CERTIFICAZIONE UNICA2015 CERTIICZIONE UNIC05 CERTIICZIONE I CUI LL RT. 4, COMMI 6-ter e 6-quater, EL.P.R. LUGLIO 998, n., RELTIV LL NNO 04 TI NGRICI TI RELTIVI L TORE I LVORO, ENTE PENSIONISTICO O LTRO SOSTITUTO IMPOST TI RELTIVI

Dettagli

La rappresentazione per elencazione consiste nell elencare tutte le coppie ordinate che verificano la relazione

La rappresentazione per elencazione consiste nell elencare tutte le coppie ordinate che verificano la relazione RELAZIONI E FUNZIONI Relzioni inrie Dti ue insiemi non vuoti e (he possono eventulmente oiniere), si ie relzione tr e un qulsisi legge he ssoi elementi elementi. L insieme A è etto insieme i prtenz. L

Dettagli

COMUNE DI OLBIA AEREOPORTO DI OLBIA TAVOLA "ATTENUAZIONE DEI VINCOLI" RELAZIONE TECNICA MAPPA DI VINCOLO-OSTACOLI E PERICOLO ALLA NAVIGAZIONE AEREA

COMUNE DI OLBIA AEREOPORTO DI OLBIA TAVOLA ATTENUAZIONE DEI VINCOLI RELAZIONE TECNICA MAPPA DI VINCOLO-OSTACOLI E PERICOLO ALLA NAVIGAZIONE AEREA COMUNE DI OLBI PROVINCI DI OLBI-TEMPIO EREOPORTO DI OLBI MPP DI VINCOLO-OSTCOLI E PERICOLO LL NVIGZIONE ERE (rt.707 del Codice della Navigazione) TVOL "TTENUZIONE DEI VINCOLI" T V RELZIONE TECNIC O L S

Dettagli

COMUNE DI PESCAGLIA Provincia di Lucca PIANO STRUTTURALE

COMUNE DI PESCAGLIA Provincia di Lucca PIANO STRUTTURALE COMUNE DI PESCAGLIA Provincia di Lucca PIANO REGOLATORE GENERALE PIANO STRUTTURALE L.R. 16 gennaio 1995 n 5 art. 24 VALUTAZIONE DELL'INCIDENZA DEL PIANO STRUTTURALE DEL COMUNE DI PESCAGLIA IN RELAZIONE

Dettagli

Verifica per la classe seconda COGNOME... NOME... Classe... Data...

Verifica per la classe seconda COGNOME... NOME... Classe... Data... L rett Cpitolo Rett erifi per l lsse seon COGNOME............................... NOME............................. Clsse.................................... Dt............................... Rett Rette

Dettagli

C O M U N E D I GO R GO N ZOLA C O N S I G L I E R E C A R R O Z ZA FE D E R I C O. ( P r o c e d e a l l ' a p p e l l o n o m i n a l e ).

C O M U N E D I GO R GO N ZOLA C O N S I G L I E R E C A R R O Z ZA FE D E R I C O. ( P r o c e d e a l l ' a p p e l l o n o m i n a l e ). C O M U N E D I GO R GO N ZOLA P. N. 1 O. d. G. - C. C. D E L 1 9 M A G GI O 2 0 0 8 C O N V A L I D A D E GLI ELETTI A L L A C A R I C A D I S I N D A C O E D I C O N S I GLIER E C O M U N A L E E C O

Dettagli

Università degli Studi di Palermo Corso di Laurea in Logopedia A. A. 2009-2010. NUMERO STUDENTI IMMATRICOLABILI: n.25 1 ANNO

Università degli Studi di Palermo Corso di Laurea in Logopedia A. A. 2009-2010. NUMERO STUDENTI IMMATRICOLABILI: n.25 1 ANNO Università degli Studi di Plermo orso di Lure in Logopedi A. A. 29-21 NUMERO STUDENTI IMMATRIOLAILI: n.25 1 Semestre 1 ANNO orso integrto 1: Fisic, iochimic,iologi Applict e Genetic FU =1. (cod.mt. 3343

Dettagli

Tabella 104 STATO MEMBRO : ITALIA ARTEA. Dati ripartiti secondo la nomenclatura del Bilancio delle Comunità Europee, per tipo di Reg.(CE) n.

Tabella 104 STATO MEMBRO : ITALIA ARTEA. Dati ripartiti secondo la nomenclatura del Bilancio delle Comunità Europee, per tipo di Reg.(CE) n. d 0502 0908 0000002 Ristrutturazione e riconversione dei vigneti - R.1308/13, rt.46; R.555/08, rt.10-9.817,30-9.817,30 0,00 10.000.000,00 7.661.039,70 0502 0908 0000006 ssicurazione del raccolto - R.1308/13,

Dettagli

Equazioni di primo grado

Equazioni di primo grado Cpitolo Equzioni i primo gro Equzioni i primo gro erifi per l lsse prim COGNOME............................... NOME............................. Clsse.................................... Dt...............................

Dettagli

Allegato 3 Elenco BAT ed esempio interventi efficientamento

Allegato 3 Elenco BAT ed esempio interventi efficientamento Allegto 3 Eleno BAT e esempio interventi effiientmento LINEE GUIDA per l onuzione ell ignosi energeti nel settore rtrio Pg. 1 i 6 Riepilogo BAT sul onsumo e sull effiienz energetii estrtte ll DECISIONE

Dettagli

d.bisogno c. mi ss io ne iso gni Valorizzare la Villa reale 1 Rendere nuovamente la Villa Reale polo di attrazione e di promozione della città

d.bisogno c. mi ss io ne iso gni Valorizzare la Villa reale 1 Rendere nuovamente la Villa Reale polo di attrazione e di promozione della città nome politio deleghe od. ontesto polit i. d.sse finlità C. sse iso gni d.isogno. mi ss io ne d.missioni.p ro gr m m d.progrmm inditori Dirigente ssegntri o Progrmm.Pr d.progetto oget to resp. Progetto

Dettagli

Le proprietà fondamentali del campo magnetico

Le proprietà fondamentali del campo magnetico 1) Ftti sperimentli. Le proprietà fonmentli el mpo mgnetio Riportimo ue ftti sperimentli: ) Un filo rettilineo infinito perorso orrente I gener un mpo mgnetio on le seguenti proprietà: l intensità ument

Dettagli

COMUNE DI PESCAGLIA. Provincia di Lucca PIANO REGOLATORE GENERALE PIANO STRUTTURALE. L.R. 16 gennaio 1995 n 5 art.24. Tavola

COMUNE DI PESCAGLIA. Provincia di Lucca PIANO REGOLATORE GENERALE PIANO STRUTTURALE. L.R. 16 gennaio 1995 n 5 art.24. Tavola roini di u 16 gennio 1995 n 5 rt24 ol 1 rt dei itei territorili 41 - egli 42 - rihe di llio 43 - ohi 44 -ldotto 6 178 ' 6 4686 11 =166942 118 11 ' 8497 5 8 6184 7194 53 7 8117 7 74 8951 83 5362 7111 5

Dettagli

Lezione 1: La riproduzione cellulare: duplicazione del DNA DNA. Si organizza in cromosomi formati da due cromatidi

Lezione 1: La riproduzione cellulare: duplicazione del DNA DNA. Si organizza in cromosomi formati da due cromatidi CAPITOLO Lezione : L riprouzione ellulre: uplizione el DNA DNA Costituito Nuleotii Costituiti Bse zott Zuhero Gruppo fosfto Quttro tipi Aenin Citosin Gunin espirlizz, stmpo, omplementre, timin D estr in

Dettagli

COMUNE di TONARA. (Provincia di Nuoro) Viale della Regione, 8 078463823 078463246 ( C.M. n.12) - P.iva 00162960918

COMUNE di TONARA. (Provincia di Nuoro) Viale della Regione, 8 078463823 078463246 ( C.M. n.12) - P.iva 00162960918 COMUNE di TONARA (Provincia di Nuoro) Viale della Regione, 8 078463823 078463246 ( C.M. n.12) - P.iva 00162960918 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N. 88 Prot. n. 4956 del 14-07-2009 OGGETTO: Indirizzi

Dettagli

Allegato B Modello di classificazione dell'attività di Marina Resort

Allegato B Modello di classificazione dell'attività di Marina Resort Allegto B Modello di clssificzione dell'ttività di Mrin Resort CLASSIFICAZIONE DELLE STRUTTURE RICETTIVE ALL ARIA APERTA DENOMINATE MARINA RESORT (L.R. 16/04 e sm.i. e DGR 1198/14) DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

Dettagli

SOLUZIONE PROBLEMI Insegnamento di Fisica dell Atmosfera Seconda prova in itinere

SOLUZIONE PROBLEMI Insegnamento di Fisica dell Atmosfera Seconda prova in itinere Doente: rof Dino Zri serittore: in lessio Bertò OLUZION PROBLMI Insenento i Fisi ell tosfer eon rov in itinere /3 Vlori elle ostnti Rio terrestre eio: 637 Rio solre eio: 7 5 Distnz ei terr-sole : 9 6 Vlore

Dettagli

Pubblico incanto per l affidamento dei servizi integrati per la gestione e la manutenzione delle apparecchiature biomediche della Azienda

Pubblico incanto per l affidamento dei servizi integrati per la gestione e la manutenzione delle apparecchiature biomediche della Azienda Pubblico incanto per l affidamento dei servizi integrati per la gestione e la manutenzione delle apparecchiature biomediche della zienda llegato 6 Gruppi a onerosità di servizio omogenea Pagina 1 di 8

Dettagli

Algebra Relazionale. Operazioni nel Modello Relazionale

Algebra Relazionale. Operazioni nel Modello Relazionale lger Relzionle lger Relzionle Operzioni nel Moello Relzionle Le operzioni sulle relzioni possono essere espresse in ue ormlismi i se: lger relzionle: le interrogzioni (query) sono espresse pplino opertori

Dettagli

Calcolo del costo unitario FASE 1

Calcolo del costo unitario FASE 1 ESERCIZIO Definizione el pino ei entri i osto e eterminzione el osto unitrio i prootto Clolo el osto unitrio FASE 1 Azien i prouzione: proue i eni,,, Il proesso prouttivo prevee 3 fsi o proessi prinipli:

Dettagli

C O M U N E D I GO R GO N ZOLA C O M U N I C A ZIONI DEL SINDACO E D E L P R E S I D E N T E D E L C O N S I G L I O

C O M U N E D I GO R GO N ZOLA C O M U N I C A ZIONI DEL SINDACO E D E L P R E S I D E N T E D E L C O N S I G L I O C O M U N E D I GO R GO N ZOLA P. N. 1 O. d. G. - C. C. D E L 1 6 S E T T E M B R E 2 0 0 8 C O M U N I C A ZIONI DEL SINDACO E D E L D E L C O N S I G L I O Bu o n a s e r a a t u t t i. La s c i o l

Dettagli

ELETTROMAGNETI IBK Elettromagneti per l automazione flessibile

ELETTROMAGNETI IBK Elettromagneti per l automazione flessibile INDUCTIVE COMPONENTS I 0 I 0 IBK ELETTROMAGNETI IBK Elettomneti e l utomzione flessibile Ctloo eli elettomneti IBK e l zionmento ei sistemi oscillnti Eizione Mio 2004 www.eoitli.it/ootti/feee.tml Elettomneti

Dettagli

C O M U N E D I GO R GO N ZOLA C O M U N I C A ZIONI DEL SINDACO E D E L P R E S I D E N T E D E L C O N S I G L I O C O M U N A L E

C O M U N E D I GO R GO N ZOLA C O M U N I C A ZIONI DEL SINDACO E D E L P R E S I D E N T E D E L C O N S I G L I O C O M U N A L E C O M U N E D I GO R GO N ZOLA P. N. 1 O. d. G. - C. C. D E L 2 0 L U G L I O 2 0 0 9 C O M U N I C A ZIONI DEL SINDACO E D E L D E L C O N S I G L I O C O M U N A L E Bu o n a s e r a a t u t t i. La

Dettagli

Definizione. Si chiama similitudine una corrispondenza biunivoca dal piano in sé tale che,

Definizione. Si chiama similitudine una corrispondenza biunivoca dal piano in sé tale che, CAPITOLO 6 LE SIMILITUDINI 6 Rihimi i teori Definizione Si him similituine un orrisponenz iunivo l pino in sé tle he presi ue punti qulunque A B el pino e etti A B i loro orrisponenti si h he esiste un

Dettagli

Lezione 6. Anno accademico 2005-06. Titolare corso: Prof. Costanza Torricelli Docente a contratto: Dott. Marianna Brunetti

Lezione 6. Anno accademico 2005-06. Titolare corso: Prof. Costanza Torricelli Docente a contratto: Dott. Marianna Brunetti Inrouzione alla Programmazione e Applicazioni per la Finanza M (Prooi Derivai Lezione 6 Anno accaemico 005-06 Tiolare corso: Prof. Cosanza Torricelli Docene a conrao: Do. Marianna Brunei L'immunizzazione

Dettagli

ENTI DI DIRITTO PRIVATO IN CONTROLLO PUBBLICO

ENTI DI DIRITTO PRIVATO IN CONTROLLO PUBBLICO Settore Rgioneri Ufficio Prtecipte Adempimento ex rt. 22 D. Lgs. 33/2013 contenente Obblighi di pubbliczione dei dti reltivi gli enti pubblici vigilti e gli enti di diritto privto in controllo pubblico,

Dettagli

GRAD UATO RIA FINAL E

GRAD UATO RIA FINAL E GR PROCDUR PRT PR RLIZZZION CNTRL FRIGORIFR PDIGLION X FILND P.O. DI PSC OFFRT RIBSSO PRC. OFFR T SCLU S MMSS MD O MDIO MGFIN S.R.L. 87067 ROSSNO (CS) 1 76 29,211 1 29,211 CCNTONT UROIMPNTI S.R.L. 59013

Dettagli

Aste di riscontro per micrometri per esterni Per il controllo e la messa a punto dei micrometri per esterni a partire dal campo di misura di 25 mm.

Aste di riscontro per micrometri per esterni Per il controllo e la messa a punto dei micrometri per esterni a partire dal campo di misura di 25 mm. Aste i riscontro per micrometri per esterni Per il controllo e la messa a punto ei micrometri per esterni a partire al campo i misura i 25. Serie 167 Errori aessi: Norma interna Limiti i errore: (1 + 50)

Dettagli

Premessa. La ricognizione è stata redatta con metodologia GIS su base cartografica numerica: Carta Tecnica Regionale alla scala 1: (CTR10k).

Premessa. La ricognizione è stata redatta con metodologia GIS su base cartografica numerica: Carta Tecnica Regionale alla scala 1: (CTR10k). Premessa la Provincia di Grosseto ha ritenuto di organizzare in un CD interattivo, di facile consultazione, una serie di dati utili all individuazione di un bene sottoposto a vincolo paesaggistico di cui

Dettagli

L associazione in partecipazione: la regolamentazione dell'affare e il trattamento contabile di Fabio Giommoni *

L associazione in partecipazione: la regolamentazione dell'affare e il trattamento contabile di Fabio Giommoni * L ssocizione in prtecipzione: l regolmentzione ell'ffre e il trttmento contbile i Fbio Giommoni * Il trttmento contbile ell ssocizione in prtecipzione è strettmente legto ll ttule isciplin fiscle ell istituto

Dettagli

DATI RACCOLTA RIFIUTI GENNAIO 2012 CARTA E CARTONE 106,300 18,14 VETRO - IMBALLAGGI METALLICI 76,040 12,98 PLASTICA 28,340 4,84

DATI RACCOLTA RIFIUTI GENNAIO 2012 CARTA E CARTONE 106,300 18,14 VETRO - IMBALLAGGI METALLICI 76,040 12,98 PLASTICA 28,340 4,84 DTI RIFIUTI GENNIO 2012 TIPOLOGI DI RIFIUTO tonn % CRT E CRTONE 106,300 18,14 DOMICILIRE VETRO - IMLLGGI METLLICI 76,040 12,98 PLSTIC 28,340 4,84 ORGNICO 110,560 18,87 321,240 54,82 SFLCI 0,00 LEGNO 2,900

Dettagli

CURRICULUM MATERIALI POLIMERICI IANNO I SEMESTRE

CURRICULUM MATERIALI POLIMERICI IANNO I SEMESTRE CORSO I STUI IN CIMICA INUSTRIALE ORARIO ELLE LEZIONI A.A. 2017/2018 CURRICULUM MATERIALI POLIMERICI IANNO I SEMESTRE ORA LUNEI' MARTEI' MERCOLEI' GIOEI' ENERI' AULA 11-12 CIMICA ANALITICA III Mutuato

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI ROMA "FORO ITALICO" CORSO DI LAUREA IN SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE (L22) 3 ANNO 1 CANALE 2 Semestre A.A.

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI ROMA FORO ITALICO CORSO DI LAUREA IN SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE (L22) 3 ANNO 1 CANALE 2 Semestre A.A. ORARIO CLASSE - 3 A (39:00) ORARIO CLASSE - 3 B (39:00) ORARIO CLASSE - 3 C (39:00) ORARIO CLASSE - 3 D (39:00) ORARIO CLASSE - 3 E (39:00) Piscina 50 mt. Acquacetosa ORARIO CLASSE - 3 F (39:00) Piscina

Dettagli

Legge di conservazione dell Energia Meccanica

Legge di conservazione dell Energia Meccanica 4-SBAC Fisica / ENERGIA e LAVORO Leggi ella Dinamica e spesso un problema molto complicato!!! risolverle e trovare la legge el moto r(t) Esempio Leggi i VARIAZIONE Leggi i CONSERVAZIONE energia massa carica

Dettagli

1247-B2- 1247-B2- 1247-B2- 1247-B2- 1247-B2- 1247-B2- 1247-B2- 1247-B2- 1247-B2- 1247-B2- 1247-B2- 1247-B2- 1247-B2- 1272-B2-1562

1247-B2- 1247-B2- 1247-B2- 1247-B2- 1247-B2- 1247-B2- 1247-B2- 1247-B2- 1247-B2- 1247-B2- 1247-B2- 1247-B2- 1247-B2- 1272-B2-1562 VVISO PULIO PER TTIVITÀ RIONOSIUT (tto Dirigenziale n. 787 del 1/03/2012 ) Esito istruttoria valutazione delle domande presentate alla scadenza del mese di marzo 2013 - Istruttoria Finale ELENO ORSI genzia.p.

Dettagli

C O M U N E D I L I M B I A T E PROVINCIA DI MILANO

C O M U N E D I L I M B I A T E PROVINCIA DI MILANO Delibera C.C. C O M U N E D I L I M B I T E ROVINCI DI MILNO Codice:11009 VERBLE DI DELIBERZIONE DEL CONSIGLIO COMUNLE N. 58 DEL 14/11/2005 Oggetto: INO DI LOTTIZZZIONE DI INIZITIV RIVT DELL'RE IN VI VERDI

Dettagli

i. n t. a v u l l e d a t s e . w

i. n t. a v u l l e d a t s e . w 5FE75STA DE L L ' UVA A VEGRIOLVO DI 7.2r8 26.t2 b t www.ft.t.t 5FE7STA DE L L ' UVA 57 l U ' l l t Ftt è r, tt l 57t t t t L f r br l l V C. 7 5 t r f r t q r f t. Cb r t r V f L lb t t tt r r t r rr

Dettagli

Dopo l'italia Pure Bros punta al Sudamerica

Dopo l'italia Pure Bros punta al Sudamerica Dopo l'italia Pure Bros punta al Sudamerica Dopo l Italia e il Brasile dove Pure Bros opera già stabilmente da diversi anni ed è un brand riconosciuto per serietà, afdabilità e elevat livelli di servizio

Dettagli

In generale i piani possono essere tra loro

In generale i piani possono essere tra loro Leione 7 - Alge e Geometi - Anno emio 9/ In genele i pini possono essee t loo Pini istinti inienti in un ett ppesentt l sistem sop sitto se. Pini plleli se istinti se, oinienti se. Eseiio tem esme) Si

Dettagli

Unità D1.2 Selezione e proiezione

Unità D1.2 Selezione e proiezione (A) CONOSCENZA TEMINOLOGICA Dre un reve esrizione ei termini introotti: ienominzione Selezione Proiezione Composizione i operzioni (B) CONOSCENZA E COMPETENZA isponere lle seguenti omne proueno nhe qulhe

Dettagli

3B SCIENTIFIC PHYSICS

3B SCIENTIFIC PHYSICS SINTIFI PHYSIS Set i componenti per esperimenti i elettronic 085 Istruzioni per l'uso 05/5 UD. Norme i sicurezz Un utilizzo conorme grntisce il unzionmento sicuro ei componenti. L sicurezz non è tuttvi

Dettagli

I NUMERI DECIMALI A. Osserva il bruco: è formato da 10 parti. Colora l intero bruco, 1 bruco.

I NUMERI DECIMALI A. Osserva il bruco: è formato da 10 parti. Colora l intero bruco, 1 bruco. I NUMERI DECIMALI A.Osserva il brco: è formato a parti. Colora l intero brco, 1 brco. Hai colorato s parti el brco, ieci ecimi el brco, cioè 1 brco. Ne poi colorare meno i no? Prova! B.Colora 2/ el brco.

Dettagli

Treni News: analisi delle comunicazioni di Trenitalia e RFI. ottobre Elaborazioni Fondazione Sistema Toscana per Regione Toscana

Treni News: analisi delle comunicazioni di Trenitalia e RFI. ottobre Elaborazioni Fondazione Sistema Toscana per Regione Toscana Treni News: analisi delle comunicazioni di Trenitalia e RFI ottobre 014 Elaborazioni Fondazione Sistema Toscana per Regione Toscana CONTENUTI DELL ANALISI Il rapporto presenta l analisi delle comunicazioni

Dettagli

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria Superiore Classe terza. Scuola... Classe... Alunno...

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria Superiore Classe terza. Scuola... Classe... Alunno... VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA Suol Seonri Superiore Clsse terz Suol..........................................................................................................................................

Dettagli

ALLEGATO 3 Sintesi progetto Cluster Bio-mediterraneo. www.expo2015.org

ALLEGATO 3 Sintesi progetto Cluster Bio-mediterraneo. www.expo2015.org LLEGTO 3 Sintesi progetto luster iomediterraneo www.expo5.org KEY PLN PPLTO OPERE ESLUSE LL'PPLTO STZIONE PPLTNTE Expo 5 S.p.. Sede legale: Via Rovello, Milano T +39..894594/499 F +39..8945949 di Milano

Dettagli

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria Superiore Classe Prima. Scuola... Classe... Alunno...

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria Superiore Classe Prima. Scuola... Classe... Alunno... VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA Suol Seonri Superiore Clsse Prim Suol..........................................................................................................................................

Dettagli

Promozione ad anzianità

Promozione ad anzianità Qudro I: Ruolo normle del Corpo di Stto Mggiore (rt. 1136-is, omm 1) Grdo Orgnio Form di vnzmento l grdo Anni di nzinità minim di grdo per: Vlutzione selt Periodi minimi per l vlutzione mmirglio di squdr

Dettagli

Disequazioni di secondo grado

Disequazioni di secondo grado Disequzioni i seono gro Cpitolo Risoluzione lgeri Verifi per l lsse seon COGNOME............................... NOME............................. Clsse.................................... Dt...............................

Dettagli

Falls. The assessment and prevention of falls in older people

Falls. The assessment and prevention of falls in older people Falls The assessment and prevention of falls in older people linical Guideline 21 Novembre 2004 1 Traduzione: ngela orbella LINEE GUI NIE (NTIONL INSTITUTE FOR LINIL EXELLENE) NHS (NTIONL HELTH SERVIE)

Dettagli

Ricerca di un elemento in una matrice

Ricerca di un elemento in una matrice Ricerca di u elemeto i ua matrice Sia data ua matrice xm, i cui gli elemeti di ogi riga e di ogi coloa soo ordiati i ordie crescete. Si vuole u algoritmo che determii se u elemeto x è presete ella matrice

Dettagli

C O M U N E di M O Z Z O Provincia di Bergamo

C O M U N E di M O Z Z O Provincia di Bergamo C O M U N E di M O Z Z O Provinci di Bergmo ORIGIN DELIBERAZIONE N. 76 VERB DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUN OGGETTO: Impost comunle pubblicit' e pubbliche ffissioni - Anno 2015- Approvzione triffe.

Dettagli

EPARTE. Lezione 1: L organizzazione del corpo umano SU MISURA DIDATTICA

EPARTE. Lezione 1: L organizzazione del corpo umano SU MISURA DIDATTICA CAPITOLO Lezione : L orgnizzzione el orpo umno Tessuti Epitelile Connettivo Musolre Nervoso Pitto Lsso Sheletrio Neuroni Cuio Aiposo Lisio Cellule glili Cilinrio Osseo Crio Crtilgineo Sngue Linf sistemi,

Dettagli

Teorema di Pitagora. Rombo e romboide. Eserciziario ragionato con soluzioni. - 1

Teorema di Pitagora. Rombo e romboide. Eserciziario ragionato con soluzioni. - 1 Teorema i Pitagora. Rombo e romboie. Eserciziario ragionato con soluzioni. - Raccolta i problemi i geometria piana sul teorema i Pitagora applicato al rombo e al romboie completi i risoluzione. Rhombus

Dettagli

Disequazioni di primo grado

Disequazioni di primo grado Cpitolo Disequzioni i primo gro Risoluzione lgeri Verifi per l lsse seon COGNOME............................... NOME............................. Clsse.................................... Dt...............................

Dettagli

CONDIZIONI TECNICHE DEI FINANZIAMENTI AGEVOLATI

CONDIZIONI TECNICHE DEI FINANZIAMENTI AGEVOLATI Finpiemonte S.p.A. Galleria San Federico, 54 10121 Torino Tel. 011/57.17.777 Fax. 011/545759 www.finpiemonte.it/urp CONDIZIONI TECNICHE DEI FINANZIAMENTI AGEVOLATI Ottobre 2015 Prospetto dei tassi di interesse

Dettagli

L V D br pr vv t ff tt d ll. D l h, h n ll r n n, n n n p r t h l pr t t, l p d ll v lt, bl t r r t t lv lt p r ² lt d t nt, f p ll n l nt r r d l l b

L V D br pr vv t ff tt d ll. D l h, h n ll r n n, n n n p r t h l pr t t, l p d ll v lt, bl t r r t t lv lt p r ² lt d t nt, f p ll n l nt r r d l l b 8 L V D d xtr t t r n t l br d nt t d nt b 24, n tr t pr rt n xt rn p t j r b. L n. 2. L r.... n h l lt r r. v nn, d p r ² n rv n v r b n pl r n l d P l r n n n h h n p t. L d r z n d l. B n, n n r lt

Dettagli