L INAIL risponde QUESITI SPECIFICI. INAIL Sede provinciale di Varese

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L INAIL risponde QUESITI SPECIFICI. INAIL Sede provinciale di Varese"

Transcript

1 L INAIL risponde QUESITI SPECIFICI

2 QUESITO N. 1 Il componente il CDA di una società di capitali la cui unica attività consiste nel partecipare alle sedute del CDA va assicurato all INAIL? Deve essere assicurato solo se sussistono i requisiti soggettivo ed oggettivo. Non devono essere assicurati i professionisti, ragionieri o dottori commercialisti, la cui partecipazione rientra nell ambito dei compiti previsti dall ordine della professione stessa.

3 QUESITO N. 2 Il premio per un socio di srl commerciale che è anche amministratore va calcolato sulla retribuzione convenzionale o su un importo compreso fra minimale e massimale previsto per i parasubordinati in base all importo dell emolumento? Il premio va calcolato sul convenzionale del socio (Circ. 32/2000 lettera F; Circ. 66/2008 lettera c; Circ. 22/2002 N.1 e N. 6).

4 QUESITO N. 3 Il procuratore con pieni poteri va assicurato all INAIL? No, se ha pieni poteri.

5 QUESITO N. 4 L amministratore unico o i componenti del CDA o il socio di imprese di costruzioni che danno in appalto tutti i lavori e si recano presso i cantieri, come vanno assicurati? Vanno assicurati se sussiste dipendenza funzionale. Se l attività si svolge solo in cantiere (o prevalentemente) voce 3110; se rischio prevalente è elettrico/autovettura 0724.

6 QUESITO N. 5 I soci di immobiliare di sola gestione, iscritti all INPS, vanno assicurati? Si se c è attività rischiosa (requisito oggettivo) es.: utilizzo autovettura e pc

7 QUESITO N. 6 Come va trattato il socio sovrintendente? Chiarimenti sull assicurabilità del socio sovrintendente nel caso lo stesso si rechi in reparto e verifichi il lavoro degli addetti e utilizzi un ufficio ubicato all interno del reparto.

8 QUESITO N. 6 Il socio che, in modo permanente o avventizio e senza partecipare materialmente al lavoro altrui (cioè senza attività manuale), sovrintende al lavoro di altri, ricorre solo nel caso in cui tale soggetto operi in esecuzione di rapporto di lavoro subordinato.

9 QUESITO N. 7 Cosa si intende per opera manuale del socio che lo obbliga all assicurazione INAIL? Attività manuale in senso stretto e più genericamente contatto con apparecchi o macchine necessari allo svolgimento del proprio lavoro.

10 QUESITO N. 8 Esistono obblighi di assicurazione INAIL del socio unico di srl di attività commerciale o di produzione? Il socio unico di srl di attività commerciale non ha obbligo perché è equiparato al titolare di ditta commerciale. Segue

11 QUESITO N. 8 Se socio unico di srl di produzione nel caso in cui operi manualmente (cioè svolge attività artigianale art. 4 punto 3 T.U.) ha obbligo in quanto lo si considera artigiano di fatto.

12 QUESITO N. 9 Come sarebbe corretto suddividere le retribuzioni in presenza di lavoratori che svolgono nei mesi lavorazioni completamente diverse. E necessario suddividerle in relazione alle ore dedicate a ciascuna lavorazione.

13 QUESITO N. 10 Il personale addetto al ricevimento di una RSA (Resid. Socio-San. Alberghiera) inquadrato come impiegato e soggetto esclusivamente al rischio elettrico a quale voce deve essere assicurato? Alla 0312? Se adibito esclusivamente al rischio elettrico deve essere assicurato alla 0722.

14 QUESITO N. 11 Quali retribuzioni presunte bisogna dichiarare in presenza di aziende che assumono personale a tempo determinato per pochi mesi? E quali per l anno successivo. Se si tratta di personale che sarà occupato per pochi mesi e si è certi del periodo si può anche effettuare l apertura di una polizza/voce per il periodo chiuso, quindi senza retribuzioni per l anno successivo.

15 QUESITO N. 12 I professionisti associati di studi professionali vanno assicurati? Se sussiste rapporto di dipendenza funzionale devono essere assicurati. Solitamente in questo tipo di società i professionisti/soci operano in piena autonomia, si trovano in situazione paritaria e manifestano disgiuntamente la volontà sociale; Segue

16 QUESITO N. 12 inoltre ciascun professionista esercita la propria attività a titolo individuale.

17 QUESITO N. 13 I praticanti degli studi tecnici che si recano nei cantieri per studiare, verificare e misurare devono essere assicurati all INAIL? In linea generale no, perché non retribuiti. Se percepiscono retribuzione, anche sotto forma di borsa di studio, devono essere assicurati.

18 QUESITO N. 14 Ai fini dell autoliquidazione come deve avvenire il conteggio dell imponibile dei lavoratori a chiamata? Indennità di disponibilità + Retribuzione giornate lavorate (Circolare 22/06)

19 QUESITO N. 15 Cosa bisogna dichiarare in presenza di aziende che assumono personale esclusivamente a chiamata? Es: azienda artigiana con premio unitario che assume un lavoratore a chiamata per eventuali urgenze. E per l anno successivo? Normalmente le retribuzioni presunte.

20 QUESITO N. 16 COMUNICA: si può continuare ad evitarlo? NO! E OBBLIGATORIO

21 QUESITO N. 17 Nelle coop sociali accade che dei soci registrati sul libro dei soci volontari, senza alcuna retribuzione e dovere verso la coop, svolgano saltuariamente ed al bisogno dei servizi utilizzando propri mezzi ed ottenendo solo il rimborso spese: sono da assicurare all INAIL? Si, perché si tratta di soci che svolgono attività saltuaria, non occasionale.

22 QUESITO N. 18 Il premio per i soci di coop sociali è dovuto sulla retribuzione giornaliera convenzionale per ogni giorno di effettivo servizio. In base a quale norma? S.volontari = retribuzione ex art.2, c.3, L.381/91 S.lavoratori = retribuzione effettivamente corrisposta Segue

23 QUESITO N. 18 Riferimenti normativi: - Circolare INAIL n. 55 del 15/12/ Circolare INAIL n. 21 del 24/03/2011

24 QUESITO N. 19 Persone che svolgono attività di volontariato presso associazioni nella loro qualità di soci delle medesime vanno assicurati all INAIL? No, l art. 4 della legge 266/91 prevede l obbligo di assicurare i volontari contro inf. e mp, ma il DM 14/2/92 espressamente dispone che l assicurazione, comprensiva di rc, Segue

25 QUESITO N. 19 debba avvenire al di fuori dell ambito INAIL, con la stipula di apposite polizze presso compagnie private di assicurazione

26

GUIDA ALL'AUTOLIQUIDAZIONE DEL PREMIO INAIL 2012-2013 : analisi dei punti principali

GUIDA ALL'AUTOLIQUIDAZIONE DEL PREMIO INAIL 2012-2013 : analisi dei punti principali GUIDA ALL'AUTOLIQUIDAZIONE DEL PREMIO INAIL 2012-2013 : analisi dei punti principali Come previsto dal D.P.R. 1124/1965 sono obbligati all assicurazione Inail i datori di lavoro che, nell esercizio delle

Dettagli

INAIL ATTIVITA L INAIL

INAIL ATTIVITA L INAIL COSA E L INAIL? INAIL ATTIVITA L INAIL Istituto Nazionale Assicurazioni Infortuni sul Lavoro è un ente pubblico non economico, erogatore di servizi a carattere nazionale, con personalità giuridica e autonomia

Dettagli

Direzione generale Direzione centrale rischi. Circolare n. 37. Roma, 1 settembre 2014

Direzione generale Direzione centrale rischi. Circolare n. 37. Roma, 1 settembre 2014 Direzione generale Direzione centrale rischi Circolare n. 37 Al Ai Roma, 1 settembre 2014 Direttore generale vicario Responsabili di tutte le Strutture centrali e territoriali e p.c. a: Organi istituzionali

Dettagli

Costo del lavoro. La contribuzione da lavoro autonomo aconfronto Andrea Costa - Dottore commercialista e Revisore legale in Roma.

Costo del lavoro. La contribuzione da lavoro autonomo aconfronto Andrea Costa - Dottore commercialista e Revisore legale in Roma. Costo del lavoro Esempi di calcolo La contribuzione da lavoro autonomo aconfronto Andrea Costa - Dottore commercialista e Revisore legale in Roma Ai sensi dell art. 2222 c.c. è lavoratore autonomo colui

Dettagli

LAVORATORI PARASUBORDINATI

LAVORATORI PARASUBORDINATI LAVORATORI PARASUBORDINATI 1.1 INDENNITÀ UNA TANTUM A FINE CONTRATTO Anche per il 2013 è stata prevista una indennità una tantum. Per quanti termineranno il contratto nel 2013, i requisiti per l accesso

Dettagli

CIRCOLARI INAIL. Circolari INAIL

CIRCOLARI INAIL. Circolari INAIL CIRCOLARI INAIL 3 Circolari INAIL Circolare n. 11 del 12 aprile 2010 OGGETTO: Limiti minimi di retribuzione imponibile giornaliera per il calcolo dei premi assicurativi. Determinazione per l anno 2010.

Dettagli

MINIMALI E MASSIMALI DI RENDITA INAIL DAL 1 LUGLIO 2014

MINIMALI E MASSIMALI DI RENDITA INAIL DAL 1 LUGLIO 2014 INFORMATIVA N. 295 03 SETTEMBRE 2014 Assicurativo MINIMALI E MASSIMALI DI RENDITA INAIL DAL 1 LUGLIO 2014 Ministero del Lavoro, Decreto 10 giugno 2014 - Settore industria Ministero del Lavoro, Decreto

Dettagli

GUIDA ALL'AUTOLIQUIDAZIONE DEL PREMIO INAIL 2013-2014 : scadenza al 16 maggio 2014

GUIDA ALL'AUTOLIQUIDAZIONE DEL PREMIO INAIL 2013-2014 : scadenza al 16 maggio 2014 GUIDA ALL'AUTOLIQUIDAZIONE DEL PREMIO INAIL 2013-2014 : scadenza al 16 maggio 2014 a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Come noto con le istruzioni operative del 3 febbraio 2014 l Inail ha fornito

Dettagli

Direzione generale Direzione centrale rischi. Circolare n. 37. Roma, 1 settembre 2014

Direzione generale Direzione centrale rischi. Circolare n. 37. Roma, 1 settembre 2014 Direzione generale Direzione centrale rischi Circolare n. 37 Al Ai Roma, 1 settembre 2014 Direttore generale vicario Responsabili di tutte le Strutture centrali e territoriali e p.c. a: Organi istituzionali

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

IMPRESE COMMERCIALI I DATORI DI LAVORO E L INAIL

IMPRESE COMMERCIALI I DATORI DI LAVORO E L INAIL IMPRESE COMMERCIALI I DATORI DI LAVORO E L INAIL L INAIL tutela il lavoratore contro i danni fisici ed economici derivanti da infortuni o malattie causati dall attività lavorativa, ed esonera il datore

Dettagli

SCADENZE FEBBRAIO 2015

SCADENZE FEBBRAIO 2015 SCADENZE FEBBRAIO 2015 MARTEDì 10 FEBBRAIO IMU TERRENI Scade il termine per il versamento dell IMU sui terreni; l imposta è calcolata in base alle aliquote standard (7,6 per mille) tranne quando i Comuni

Dettagli

LE SCUOLE PUBBLICHE E PARITARIE

LE SCUOLE PUBBLICHE E PARITARIE ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI E LE MALATTIE PROFESSIONALI ATTUATA DALL INAIL LE SCUOLE PUBBLICHE E PARITARIE A CURA DELLE SEDI INAIL DELLA PROVINCIA DI VARESE Marzo 2010 CHE COS E L INAIL? ISTITUTO

Dettagli

Hai già una polizza? - Se SI, indica il premio annuo Lordo (euro): Eventuale premio richiesto per questa nuova Polizza (euro):

Hai già una polizza? - Se SI, indica il premio annuo Lordo (euro): Eventuale premio richiesto per questa nuova Polizza (euro): SCHEDA DETTAGLIO COPERTURA PRESENTAZIONE DEL RISCHIO Rif. quotazione n.: 248 Data: 03/11/2006 Telefono: Nome Cognome / azienda: Indirizzo: Cap/citta/Prov.: Cod. Fisc.: Professione/attività: Mail: convenzione

Dettagli

di Massimo Brisciani Risorse Umane >> Amministrazione del personale

di Massimo Brisciani Risorse Umane >> Amministrazione del personale IL METODO DEL COSTO STANDARD di Massimo Brisciani Risorse Umane >> Amministrazione del personale Il datore di lavoro ha necessità di conoscere in via preventiva quale sarà il costo del personale che occupa

Dettagli

INAIL. Autoliquidazione 2014-2015

INAIL. Autoliquidazione 2014-2015 Periodico informativo n. 23/2015 INAIL. Autoliquidazione 2014-2015 Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla al corrente che, lunedì 16 febbraio p.v,. scade

Dettagli

Le comunicazioni obbligatorie in Veneto. Scheda informativa

Le comunicazioni obbligatorie in Veneto. Scheda informativa Le comunicazioni obbligatorie in Veneto Scheda informativa 1. ASPETTI GENERALI 1.1.Obblighi di comunicazione a. A decorrere dal 1 gennaio 2007 i datori di lavoro devono comunicare al Centro per l impiego

Dettagli

Roma, 27 marzo 2015. Legge 266 dell 11 agosto 1991 Legge-quadro sul volontariato (GU. 196 del 22 agosto 1991);

Roma, 27 marzo 2015. Legge 266 dell 11 agosto 1991 Legge-quadro sul volontariato (GU. 196 del 22 agosto 1991); Direzione generale Direzione centrale rischi Direzione centrale prestazioni economiche Circolare n. 45 Roma, 27 marzo 2015 Al Direttore generale vicario Ai Responsabili di tutte le Strutture centrali e

Dettagli

SOGGETTI OBBLIGATI ALLA TENUTA DEI LIBRI REGOLAMENTARI: LIBRO DI MATRICOLA E DI PAGA

SOGGETTI OBBLIGATI ALLA TENUTA DEI LIBRI REGOLAMENTARI: LIBRO DI MATRICOLA E DI PAGA SOGGETTI OBBLIGATI ALLA TENUTA DEI LIBRI REGOLAMENTARI: LIBRO DI MATRICOLA E DI PAGA Tutti i datori di lavoro, i committenti e gli altri assicuranti sono tenuti all istituzione, alla compilazione, alla

Dettagli

SCADENZE FISCALI di Giugno

SCADENZE FISCALI di Giugno SCADENZE FISCALI di Giugno Martedì 16 Giugno IVA MENSILE Ultimo giorno utile per versare l eventuale imposta a debito relativa al mese di maggio (contribuenti mensili). Il codice tributo da utilizzare

Dettagli

Oggetto Limiti minimi di retribuzione imponibile giornaliera per il calcolo dei premi assicurativi. Determinazione per l anno 2014.

Oggetto Limiti minimi di retribuzione imponibile giornaliera per il calcolo dei premi assicurativi. Determinazione per l anno 2014. Direzione generale Direzione centrale rischi Circolare n. 21 Roma, 27 marzo 2014 Al Direttore generale vicario Ai Responsabili di tutte le Strutture centrali e territoriali e p.c. a: Organi istituzionali

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici N. 63 01.04.2014 Intermittenti: chiarimenti sui versamenti volontari Tempo fino al 20 settembre 2014 per le richieste di versamenti

Dettagli

La comunicazione obbligatoria al Ministero del Lavoro. Le novità del decreto attuativo della legge 27.12.06 n. 296

La comunicazione obbligatoria al Ministero del Lavoro. Le novità del decreto attuativo della legge 27.12.06 n. 296 La comunicazione obbligatoria al Ministero del Lavoro Le novità del decreto attuativo della legge 27.12.06 n. 296 Le comunicazioni obbligatorie Riferimenti normativi: Articolo 4-bis del d.lgs n. 181/00,

Dettagli

Addetto alle Paghe e contributi

Addetto alle Paghe e contributi Addetto alle Paghe e contributi (livello base) Presentazione e obiettivi In un contesto economico sempre più dinamico e competitivo le aziende hanno sempre più bisogno di flessibilità e di una gestione

Dettagli

MODULISTICA PER APPALTI PUBBLICI. Da utilizzare da parte dell impresa subappaltatrice.

MODULISTICA PER APPALTI PUBBLICI. Da utilizzare da parte dell impresa subappaltatrice. Per quanto riguarda gli adempimenti relativi alla normativa vigente in materia di sicurezza nei cantieri, si ricorda di consultare il link Sicurezza e Prevenzione nell Area Aziende. MODULISTICA PER APPALTI

Dettagli

5. ANALISI DEI COSTI DETERMINAZIONE DEL COSTO

5. ANALISI DEI COSTI DETERMINAZIONE DEL COSTO DETERMINAZIONE DEL COSTO DETERMINAZIONE DEL COSTO 5. ANALI DEI COSTI DETERMINAZIONE DEL COSTO TIPOLOGIE DI CONTRATTI Al fine di procedere con una comparazione quanto più omogenea, si raffrontano i vari

Dettagli

Giornata Formativa Rls Perugia Sala Conti Cgil 30 Settembre 2014

Giornata Formativa Rls Perugia Sala Conti Cgil 30 Settembre 2014 Giornata Formativa Rls Perugia Sala Conti Cgil 30 Settembre 2014 Assicurazione Infortuni e Malattie Professionali PREVENZIONE e TUTELA ASSICURAZIONE INFORTUNI ASSICURARE I LAVORATORI CONTRO IL RISCHIO

Dettagli

PROGRAMMA: AUTUNNO 2005. Dott. Roberto Chiumiento esperto tributario inquadramento normativo e profili fiscali

PROGRAMMA: AUTUNNO 2005. Dott. Roberto Chiumiento esperto tributario inquadramento normativo e profili fiscali : AUTUNNO 2005 TEMI: Elementi della retribuzione e trattamento dei fringe benefits Bologna 21 settembre 2005 (14:30 18:00) La gestione degli expatriates Bologna 17 ottobre 2005 (9:30 18:00) I redditi assimilati

Dettagli

RETE DI AGENZIE PER LA SICUREZZA TREVISO

RETE DI AGENZIE PER LA SICUREZZA TREVISO RETE DI AGENZIE PER LA SICUREZZA TREVISO Silvana Amico INAIL Treviso GESTIONE PER CONTO INSEGNANTI E ALUNNI Relazione 21 marzo 2007 INTRODUZIONE L ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO

Dettagli

SCADENZE NOVEMBRE 2014

SCADENZE NOVEMBRE 2014 SCADENZE NOVEMBRE 2014 LUNEDì 17 NOVEMBRE RAVVEDIMENTO OPEROSO BREVE Scade il termine per regolarizzare gli adempimenti (omessi, tardivi o insufficienti versamenti di imposte o ritenute) non effettuati

Dettagli

PROGRAMMA. CORSO IN PAGHE E CONTRIBUTI La Teoria. CAPITOLO I: Il nuovo collocamento e la costruzione del rapporto di lavoro

PROGRAMMA. CORSO IN PAGHE E CONTRIBUTI La Teoria. CAPITOLO I: Il nuovo collocamento e la costruzione del rapporto di lavoro PROGRAMMA CORSO IN PAGHE E CONTRIBUTI La Teoria CAPITOLO I: Il nuovo collocamento e la costruzione del rapporto di lavoro 1. Collocamento ordinario 2. Collocamento obbligatorio 3. Adempimenti collegati

Dettagli

Il personale dipendente

Il personale dipendente Il personale dipendente Tra i fattori della produzione di una azienda vanno ricompresi i costi sostenuti per le prestazioni lavorative di soggetti dipendenti e di lavoratori autonomi. Il costo del lavoro

Dettagli

SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Per la richiesta del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) E Denuncia di Nuovo Lavoro per l Inail (DNL)

SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Per la richiesta del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) E Denuncia di Nuovo Lavoro per l Inail (DNL) Mod. RD_01 SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Per la richiesta del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) E Denuncia di Nuovo Lavoro per l Inail (DNL) MODULO UNIFICATO RICHIESTA REGOLARITA' 1) richiesta

Dettagli

AGENS Agenzia confederale dei Trasporti e Servizi

AGENS Agenzia confederale dei Trasporti e Servizi Roma, 11 aprile 2014 Prot. n. 025/14/D.11. Alle Aziende associate L o r o S e d i OGGETTO: Autoliquidazione del Premio Assicurativo INAIL 2013/2014. Riduzioni ex L. n. 147/2013 e differimento al 16.05.2014

Dettagli

Fringe benefit aziendali. Aspetti fiscali per il percettore e l azienda

Fringe benefit aziendali. Aspetti fiscali per il percettore e l azienda Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 173 16.06.2015 Fringe benefit aziendali Aspetti fiscali per il percettore e l azienda Categoria: Auto Sottocategoria: Imposte dirette I fringe

Dettagli

AL.P.I. on line. Manuale Aziende

AL.P.I. on line. Manuale Aziende AL.P.I. on line Manuale Aziende Edizione 13.1.2015 Sommario INTRODUZIONE... 1 1 ACCESSO AL SERVIZIO... 3 2 DATORI DI LAVORO, IMPRESE E ALTRI SOGGETTI NON ARTIGIANI... 5 2.1 RETRIBUZIONI REGOLAZIONE...

Dettagli

LA TUTELA ASSICURATIVA INAIL E LE MALATTIE PROFESSIONALI. GIORNATA DELLA SICUREZZA NEI CANTIERI V EDIZIONE Camera di Commercio Sala Maffei

LA TUTELA ASSICURATIVA INAIL E LE MALATTIE PROFESSIONALI. GIORNATA DELLA SICUREZZA NEI CANTIERI V EDIZIONE Camera di Commercio Sala Maffei LA TUTELA ASSICURATIVA INAIL E LE MALATTIE PROFESSIONALI GIORNATA DELLA SICUREZZA NEI CANTIERI V EDIZIONE Camera di Commercio Sala Maffei LA CAMPAGNA EUROPEA 2014 E LO STRESS LAVORO CORRELATO Lo stress

Dettagli

Corso di formazione in PAGHE E CONTRIBUTI

Corso di formazione in PAGHE E CONTRIBUTI Corso di formazione in PAGHE E CONTRIBUTI Obiettivi Obiettivo principale del corso è creare un operatore autonomo nella scelta e nella gestione delle varie tipologie di contratti e soprattutto con una

Dettagli

- DIRITTO DEL LAVORO E LEGISLAZIONE SOCIALE

- DIRITTO DEL LAVORO E LEGISLAZIONE SOCIALE ESAMI DI STATO PER L ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI CONSULENTE DEL LAVORO ANNO 2005 LA TUTELA FISICA ED ECONOMICA DELLA MATERNITÀ NEL RAPPORTO DI LAVORO SUBORDINATO. IL CANDIDATO DOPO

Dettagli

Pertanto, i minimali di retribuzione giornaliera devono essere aggiornati sulla base dei soli criteri di cui alla legge n. 537/1981.

Pertanto, i minimali di retribuzione giornaliera devono essere aggiornati sulla base dei soli criteri di cui alla legge n. 537/1981. Organo: INAIL Documento: Circolare n. 22 del 19 aprile 1993 Oggetto: Determinazione per l'anno 1993 dei limiti minimi di retribuzione imponibile giornaliera per il calcolo di tutte le contribuzioni dovute

Dettagli

CITTÀ DI VENARIA REALE PROVINCIA DI TORINO

CITTÀ DI VENARIA REALE PROVINCIA DI TORINO CITTÀ DI VENARIA REALE PROVINCIA DI TORINO SETTORE AMMINISTRAZIONE GENERALE SERVIZIO GESTIONE E SVILUPPO DELLE R.U. ESTERNALIZZAZIONE DELLE PRESTAZIONI RELATIVE ALL ELABORAZIONE DELLE PAGHE E DEI CONSEGUENTI

Dettagli

Oggetto Limiti minimi di retribuzione imponibile giornaliera per il calcolo dei premi assicurativi. Determinazione per l anno 2015.

Oggetto Limiti minimi di retribuzione imponibile giornaliera per il calcolo dei premi assicurativi. Determinazione per l anno 2015. Direzione generale Direzione centrale rischi Circolare n. 38 Roma, 10 marzo 2015 Al Direttore generale vicario Ai Responsabili di tutte le Strutture centrali e territoriali e p.c. a: Organi istituzionali

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO

ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO ISTITUTO NAZIONALE PER L'ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO CIRCOLARE 10 MARZO 2015, N.38 LIMITI MINIMI DI RETRIBUZIONE IMPONIBILE GIORNALIERA PER IL CALCOLO DEI PREMI ASSICURATIVI. DETERMINAZIONE

Dettagli

CONSEGNA CERTIFICAZIONE UNICA

CONSEGNA CERTIFICAZIONE UNICA SCADENZE MARZO 2015 LUNEDì 2 MARZO CONSEGNA CERTIFICAZIONE UNICA - Ultimo giorno utile per la consegna al lavoratore da parte del datore di lavoro o dell ente pensionistico della nuova Certificazione Unica

Dettagli

Circolare Inail 42 del 5 settembre 2012: Rivalutazione del minimale e del massimale di rendita a decorrere dal 1 gennaio 2012.

Circolare Inail 42 del 5 settembre 2012: Rivalutazione del minimale e del massimale di rendita a decorrere dal 1 gennaio 2012. Organo: DIREZIONE GENERALE - DIREZIONE CENTRALE RISCHI - DIREZIONE CENTRALE PRESTAZIONI Documento: Circolare n. 13 del 19 febbraio 2013 Oggetto: Collaborazione coordinata e continuativa a progetto a lla

Dettagli

AUTOLIQUIDAZIONE PREMI E CONTRIBUTI ASSOCIATIVI

AUTOLIQUIDAZIONE PREMI E CONTRIBUTI ASSOCIATIVI AUTOLIQUIDAZIONE PREMI E CONTRIBUTI ASSOCIATIVI Edizione 2009 GUIDA ALL AUTOLIQUIDAZIONE PAG. AUTOLIQUIDAZIONE PREMI E CONTRIBUTI ASSOCIATIVI 1 INFORMAZIONI GENERALI 2 AGEVOLAZIONI CONTRIBUTIVE 3 REGIME

Dettagli

- a titolo di regolazione, entro il termine di scadenza fissato di volta in volta dall Inail (indicato nella richiesta di pagamento).

- a titolo di regolazione, entro il termine di scadenza fissato di volta in volta dall Inail (indicato nella richiesta di pagamento). 27 settembre 2013, n. 5867 Polizze speciali. Vetturini, barrocciai e ippotrasportatori riuniti in cooperative ed organismi associativi di fatto. Nuovi servizi telematici e adeguamenti GRA Web. Si illustrano

Dettagli

Il Temporary manager

Il Temporary manager Il Temporary manager Aspetti previdenziali e assicurativi conseguenti alle diverse tipologie contrattuali A cura di: Dott.ssa Michela Carbellin Fanton 1 Rapporti di lavoro subordinato a tempo determinato

Dettagli

IL CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

IL CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA IL CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA (ANCHE NELLA MODALITA A PROGETTO) Concetto di parasubordinazione: perché sia configurabile un rapporto di parasubordinazione ai sensi dell articolo

Dettagli

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU INTRODUZIONE ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE IN QUALSIASI FORMA COSTITUITE

Dettagli

FRINGE BENEFITS Disciplina e trattamento. A cura di Massimo Brisciani. Centro Studi Castelli. VideoLavoro 16 OTTOBRE 2008.

FRINGE BENEFITS Disciplina e trattamento. A cura di Massimo Brisciani. Centro Studi Castelli. VideoLavoro 16 OTTOBRE 2008. FRINGE BENEFITS Disciplina e trattamento A cura di Massimo Brisciani Centro Studi Castelli VideoLavoro 16 OTTOBRE 2008 1 Auto aziendale Determinazione valore (1/2) Uso privato Valore normale art. 9 TU

Dettagli

AL.P.I. on line. Manuale Aziende

AL.P.I. on line. Manuale Aziende AL.P.I. on line Manuale Aziende Edizione 9.4.2014 Sommario INTRODUZIONE... 1 1 ACCESSO AL SERVIZIO... 3 2 DATORI DI LAVORO, IMPRESE E ALTRI SOGGETTI NON ARTIGIANI... 5 2.1 RETRIBUZIONI REGOLAZIONE... 6

Dettagli

Cod. L005 - Assegni per il nucleo familiare Va indicata la spesa complessiva, sostenuta dall Istituzione nel corso dell anno 2007, per l erogazione

Cod. L005 - Assegni per il nucleo familiare Va indicata la spesa complessiva, sostenuta dall Istituzione nel corso dell anno 2007, per l erogazione Cod. L005 - Assegni per il nucleo familiare Va indicata la spesa complessiva, sostenuta dall Istituzione nel corso dell anno 2007, per l erogazione di assegni per il nucleo familiare al personale dipendente

Dettagli

Dipendenti e collaboratori

Dipendenti e collaboratori Università Politecnica delle Marche Idee imprenditoriali innovative Focus group 23 ottobre 2009 Le società ed il bilancio Dipendenti e collaboratori Dipendenti e collaboratori Nella gestione della società

Dettagli

Mini-A S P I. la prestazione che ha sostituito l indennità di disoccupazione a requisiti ridotti

Mini-A S P I. la prestazione che ha sostituito l indennità di disoccupazione a requisiti ridotti Mini-A S P I la prestazione che ha sostituito l indennità di disoccupazione a requisiti ridotti Vediamo come funziona la nuova prestazione sociale a favore dei disoccupati Sommario Lavoratori interessati

Dettagli

Giornata Formativa Rls Perugia Sala Conti Cgil 30 Settembre 2014

Giornata Formativa Rls Perugia Sala Conti Cgil 30 Settembre 2014 Giornata Formativa Rls Perugia Sala Conti Cgil 30 Settembre 2014 ECONOMICHE SANITARIE INTEGRATIVE Indennità per inabilità temporanea assoluta Rendita per inabilità permanente Assegno per assistenza personale

Dettagli

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO SERVIZIO DECENTRAMENTO E ASSISTENZA AMMINISTRATIVA AI PICCOLI COMUNI SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E GESTIONE ATTIVITA TURISTICHE E SPORTIVE www.provincia.torino.gov.it FORUM IN MATERIA DI ENTI SPORTIVI DILETTANTISTICI

Dettagli

GIORNATA DI FORMAZIONE PER L ODCEC DI TORINO LEGGE DI STABILITÀ 2015 E AUTOLIQUIDAZIONE INAIL 21/01/2015. Relatore:

GIORNATA DI FORMAZIONE PER L ODCEC DI TORINO LEGGE DI STABILITÀ 2015 E AUTOLIQUIDAZIONE INAIL 21/01/2015. Relatore: GIORNATA DI FORMAZIONE PER L ODCEC DI TORINO LEGGE DI STABILITÀ 2015 E AUTOLIQUIDAZIONE INAIL 21/01/2015 Relatore: Alessandro Dott. TODESCHELLI Dott. Comm.sta materia «Lavoro» Servizio: Nome servizio Pag.

Dettagli

Gecom Paghe. Autoliquidazione INAIL 2014. ( Rif. rilascio vers. PAGHE 2014.00.00 del 10.01.2014 )

Gecom Paghe. Autoliquidazione INAIL 2014. ( Rif. rilascio vers. PAGHE 2014.00.00 del 10.01.2014 ) Gecom Paghe Autoliquidazione INAIL 2014 ( Rif. rilascio vers. PAGHE 2014.00.00 del 10.01.2014 ) Autoliquidazione INAIL 2014 2 / 57 INDICE Novità 2014... 3 Cooperative agricole e loro consorzi Legge 240/1984...

Dettagli

Controllo di congruità e denunce per cantiere

Controllo di congruità e denunce per cantiere Controllo di congruità e denunce per cantiere Che cosa è la congruità Per ciascun cantiere la Cassa Edile deve verificare che il quantitativo di manodopera, impiegato nello svolgimento dei lavori, sia

Dettagli

INCARICHI DI LAVORO AUTONOMO A PERSONALE ESTERNO ALL ATENEO. a cura dell'ufficio Attività e Collaborazioni Esterne 1

INCARICHI DI LAVORO AUTONOMO A PERSONALE ESTERNO ALL ATENEO. a cura dell'ufficio Attività e Collaborazioni Esterne 1 INCARICHI DI LAVORO AUTONOMO A PERSONALE ESTERNO ALL ATENEO Collaborazioni Esterne 1 PROCEDURA DI ACCESSO L Università degli Studi di Milano- Bicocca, a seguito di procedura pubblica di selezione, può

Dettagli

ELENCO MEMORIE PER CUD 2014

ELENCO MEMORIE PER CUD 2014 ELENCO MEMORIE PER CUD 2014 MEMORIE NUMERICHE 1 Redditi lavoro dipendente e assimilati (Cas. 1) 2 Assegni periodici corrisposti dal coniuge (Cas. 5) 3-18 Caselle da 11 a 26 19 Altri datori - Imponibile

Dettagli

Fringe benefit in busta paga

Fringe benefit in busta paga Fringe benefit in busta paga I fringe benefit sono particolari compensi che figurano in busta paga al solo fine di essere tassati essendo il loro valore intrinseco già usufruito dal dipendente o dal collaboratore

Dettagli

Sicurezza nelle aziende agricole

Sicurezza nelle aziende agricole D.Lgs. 81/2008 D.Lgs. 106/2009 Dott. Agr. Valerio Cocco Perché parlare di sicurezza? Obbligo di legge Troppi incidenti in agricoltura Definizione di rischio «rischio»: probabilità di raggiungimento

Dettagli

L attività negoziale della P.A.: contratti di prestazione d opera

L attività negoziale della P.A.: contratti di prestazione d opera PON 2007-2013 Competenze per lo sviluppo (FSE) Asse II Capacità istituzionale Obiettivo H Agorà, il portale Formiur: valorizzare l informazione e la conoscenza per il miglioramento dei servizi scolastici

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 20/03/2014

Direzione Centrale Entrate. Roma, 20/03/2014 Direzione Centrale Entrate Roma, 20/03/2014 Circolare n. 33 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

2. Maternità e Paternità nel

2. Maternità e Paternità nel 2. Maternità e Paternità nel LAVORO AUTONOMO, PROFESSIONALE, PARASUBORDINATO 2.1 Lavoro autonomo La normativa: La tutela della maternità nell ambito del lavoro autonomo ha trovato il primo riconoscimento

Dettagli

Circolare N.168 del 15 dicembre 2011. Premi assicurativi 2011-2012. E in corso l invio delle comunicazioni sulla classificazione ai fini tariffari

Circolare N.168 del 15 dicembre 2011. Premi assicurativi 2011-2012. E in corso l invio delle comunicazioni sulla classificazione ai fini tariffari Circolare N.168 del 15 dicembre 2011 Premi assicurativi 2011-2012. E in corso l invio delle comunicazioni sulla classificazione ai fini tariffari Premi assicurativi 2011/2012: è in corso l invio delle

Dettagli

Scegliere. la forma giuridica

Scegliere. la forma giuridica Scegliere la forma giuridica 1 La scelta della forma giuridica è molto importante per chi vuole avviare un attività in proprio: una veste giuridica sbagliata può pregiudicare il successo dell iniziativa.

Dettagli

Detrazione a favore delle famiglie numerose: modalità di attribuzione del credito d imposta Potito Di Nunzio Consulente del lavoro in Milano

Detrazione a favore delle famiglie numerose: modalità di attribuzione del credito d imposta Potito Di Nunzio Consulente del lavoro in Milano Detrazione a favore delle famiglie numerose: modalità di attribuzione del credito d imposta Potito Di Nunzio Consulente del lavoro in Milano Con decreto del Ministero dell economia e delle finanze 31 gennaio

Dettagli

INAIL - DIREZIONE GENERALE - DIREZIONE CENTRALE RISCHI

INAIL - DIREZIONE GENERALE - DIREZIONE CENTRALE RISCHI Organo: INAIL - DIREZIONE GENERALE - DIREZIONE CENTRALE RISCHI Documento: Circolare n. 36 del 17 giugno 2003 Oggetto: Determinazione per l'anno 2003 dei limiti minimi di retribuzione imponibile giornaliera

Dettagli

AUTOLIQUIDAZIONE 2013/2014 PREMI E CONTRIBUTI ASSOCIATIVI

AUTOLIQUIDAZIONE 2013/2014 PREMI E CONTRIBUTI ASSOCIATIVI AUTOLIQUIDAZIONE 2013/2014 PREMI E CONTRIBUTI ASSOCIATIVI Versione del 4.4.2014 1 AUTOLIQUIDAZIONE 2013/2014 PREMI E CONTRIBUTI ASSOCIATIVI NOVITA Riduzione legge 147/2013 e differimento al 16 maggio 2014

Dettagli

Sabina Felici* Lavoratori subordinati e lavoratori autonomi nel mondo Enpals**

Sabina Felici* Lavoratori subordinati e lavoratori autonomi nel mondo Enpals** Sabina Felici* Lavoratori subordinati e lavoratori autonomi nel mondo Enpals** SOMMARIO 1. Premessa 2. Concetto di retribuzione imponibile giornaliera 3. Lavoratori subordinati e autonomi nello spettacolo

Dettagli

INAIL - DIREZIONE GENERALE - DIREZIONE CENTRALE RISCHI Circolare n. 28 del 14 maggio 2008

INAIL - DIREZIONE GENERALE - DIREZIONE CENTRALE RISCHI Circolare n. 28 del 14 maggio 2008 INAIL - DIREZIONE GENERALE - DIREZIONE CENTRALE RISCHI Circolare n. 28 del 14 maggio 2008 Oggetto: Limiti minimi di retribuzione imponibile giornaliera per il calcolo dei premi assicurativi. Determinazione

Dettagli

Trattenute contributive

Trattenute contributive 14 RETRIBUZIONE DAL LORDO AL NETTO Q Ed. Ipsoa - Francis Lefebvre SEZIONE 2 Trattenute contributive a. Determinazione della retribuzione imponibile art. 2115 c.c.; art. 47 RDL 1827/35; art. 12 L. 153/69

Dettagli

TRASFERTE, RIMBORSO SPESE, DEDUCIBILITA

TRASFERTE, RIMBORSO SPESE, DEDUCIBILITA TRASFERTE, RIMBORSO SPESE, DEDUCIBILITA I lavoratori che, recandosi fuori sede per ragioni di servizio, sostengono spese connesse con l esecuzione del loro lavoro hanno diritto di ricevere dall impresa

Dettagli

MATERNITÀ E CONGEDI. A cura di Monica Lattanzi (Coordinatrice Uffici Vertenze CISL USR Emilia Romagna)

MATERNITÀ E CONGEDI. A cura di Monica Lattanzi (Coordinatrice Uffici Vertenze CISL USR Emilia Romagna) MATERNITÀ E CONGEDI A cura di Monica Lattanzi (Coordinatrice Uffici Vertenze CISL USR Emilia Romagna) Astensione Obbligatoria o Congedo di Maternità La tutela accordata dalla legge alle lavoratrici madri

Dettagli

Regione Campania DISCIPLINA E REGIME TRIBUTARIO

Regione Campania DISCIPLINA E REGIME TRIBUTARIO Regione Campania COMMISSIONE D ESAME PER L ACCESSO ALL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO EX ART. 5 LEGGE 264/91 ANNO 2002 DISCIPLINA E REGIME TRIBUTARIO E01 Che cosa s intende

Dettagli

Il libro unico del lavoro

Il libro unico del lavoro Il libro unico del lavoro Circolare n 01/2009 Gli articoli 39 e 40 della legge n. 133 del 6 agosto 2008 hanno introdotto un radicale cambiamento nella tenuta e nella gestione dei libri obbligatori di lavoro.

Dettagli

TFR E PREVIDENZA COMPLEMENTARE

TFR E PREVIDENZA COMPLEMENTARE TFR E PREVIDENZA COMPLEMENTARE E il momento di scegliere A cura della Struttura di Comparto Scuola non statale DESTINARE IL TFR COS E IL TFR? Il trattamento di fine rapporto (anche conosciuto come liquidazione

Dettagli

Corso di Ricerca e Selezione del Personale IFOSTUD

Corso di Ricerca e Selezione del Personale IFOSTUD Corso di Ricerca e Selezione del Personale IFOSTUD POLITICHE RETRIBUTIVE Prof. Stefano Rotondo Ente Promotore: IFOSTUD Programma del corso: Politiche Retributive La struttura Retributiva Livelli e mansioni

Dettagli

Roberto Camera - Copyright Wolters Kluwer Italia s.r.l. Inail: tutela e prestazioni

Roberto Camera - Copyright Wolters Kluwer Italia s.r.l. Inail: tutela e prestazioni Obbligo assicurativo Inail: tutela e prestazioni per i parasubordinati Ernesto Murolo - Esperto in materia previdenziale L ingresso ufficiale nell universo assicurativo Inail, in qualità di assicurati,

Dettagli

L INDENNITÀ CHILOMETRICA AGLI AMMINISTRATORI

L INDENNITÀ CHILOMETRICA AGLI AMMINISTRATORI Consulenza Tributaria, del lavoro e gestionale Centro elaborazione dati contabili Elaborazione cedolini paga Scheda 14 del 31/12/2004 Ai Gentili Clienti Loro sedi L INDENNITÀ CHILOMETRICA AGLI AMMINISTRATORI

Dettagli

I.N.A.I.L. L INFORTUNIO E LE MALATTIE PROFESSIONALI

I.N.A.I.L. L INFORTUNIO E LE MALATTIE PROFESSIONALI I.N.A.I.L. L INFORTUNIO E LE MALATTIE PROFESSIONALI Premessa: La Costituzione Italiana garantisce a tutti i cittadini il diritto alla salute sul luogo di lavoro. Lo Stato stabilisce l obbligo di assicurare

Dettagli

Almeno due anni di assicurazione Requisito Contributivo LA DOMANDA esclusivamente in via telematica

Almeno due anni di assicurazione Requisito Contributivo LA DOMANDA esclusivamente in via telematica INDENNITA DI DISOCCUPAZIONE AL PERSONALE DELLA SCUOLA La legge di riforma del lavoro (la n. 92 del 28 giugno 2012 - riforma Fornero) ha introdotto a partire dal 1.1.2013 il nuovo sussidio di disoccupazione

Dettagli

Centro di raccolta. Mod. 730 - Depliant. Presentare il Mod. 730 ecco sei buoni motivi per rivolgervi ai nostri centri di raccolta CAF!

Centro di raccolta. Mod. 730 - Depliant. Presentare il Mod. 730 ecco sei buoni motivi per rivolgervi ai nostri centri di raccolta CAF! Mod. 730 - Depliant Presentare il Mod. 730 ecco sei buoni motivi per rivolgervi ai nostri centri di raccolta CAF! 1) L attività di assistenza fiscale è completamente gratuita se consegni ai nostri centri

Dettagli

INAIL L autoliquidazione 2014 e Lo sconto per prevenzione

INAIL L autoliquidazione 2014 e Lo sconto per prevenzione INAIL L autoliquidazione 2014 e Lo sconto per prevenzione Milano, gennaio/febbraio 2014 1 P R E M E S S A L art. 1, c. 128, della legge n. 147/2013 Legge di stabilità 2014 ha previsto una riduzione del

Dettagli

Ordine dottori Commercialisti di Vicenza

Ordine dottori Commercialisti di Vicenza Ordine dottori Commercialisti di Vicenza Oggetto: Allegati: I: Circolare INAIL n. 16/2014: Obbligo assicurativo dei tirocinanti e relativa determinazione del premio circ 16 2014.pdf Da: Vicenza [mailto:vicenza@inail.it]

Dettagli

Restando a disposizione per l approfondimento dei casi concreti, porgiamo i migliori saluti.

Restando a disposizione per l approfondimento dei casi concreti, porgiamo i migliori saluti. DOTT. SABRINA PAGANI - PARTNER AVV. ROBERTO RESPINTI - PARTNER Milano, 18 Novembre 2014 Collaboratori coordinati e continuativi e amministratori di Società residenti all estero: trattamento fiscale degli

Dettagli

FORMAZIONE PER DIPENDENTI

FORMAZIONE PER DIPENDENTI APRILE - GIUGNO 2014 FORMAZIONE PER DIPENDENTI Soluzioni formative specifiche per collaboratori e dipendenti di studio finanziabili da FondoProfessioni 2 Formazione blended-learning 4 giornate intere +

Dettagli

Fonti normative. 55 e obblighi LEZIONE

Fonti normative. 55 e obblighi LEZIONE LEZIONE 55 e obblighi Fonti normative Costituzione della Repubblica italiana FONTI NORMATIVE SULLA SICUREZZA Codice civile Statuto dei diritti dei lavoratori Decreto legislativo 81/2008 LA LEGISLAZIONE

Dettagli

NORMATIVA DI RIFERIMENTO: REGIO DECRETO L. n. 30/1898 ISTITUISCE L ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO

NORMATIVA DI RIFERIMENTO: REGIO DECRETO L. n. 30/1898 ISTITUISCE L ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO NORMATIVA DI RIFERIMENTO: REGIO DECRETO L. n. 30/1898 ISTITUISCE L ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO (DA CUI SUCCESSIVAMENTE NASCE L INAIL) DPR 547/1955 NORME PER LA PREVENZIONE

Dettagli

STUDIO CAVINA COMMERCIALISTI ASSOCIATI REVISORI CONTABILI

STUDIO CAVINA COMMERCIALISTI ASSOCIATI REVISORI CONTABILI AI SIGNORI CLIENTI LORO SEDI CIRCOLARE INFORMATIVA N. 2 GENNAIO 2015 ALIQUOTE CONTRIBUTIVE PER GLI ISCRITTI ALLA GESTIONE SEPARATA INPS - AUMENTI PER IL 2015 1 PREMESSA Nel 2015, le aliquote contributive

Dettagli

(ai fini del rilascio del DURC)

(ai fini del rilascio del DURC) (ai fini del rilascio del DURC) MODULI DA UTILIZZARSI PER LAVORI PUBBLICI A) LAVORI SVOLTI IN PROVINCIA DI IMPERIA: - MODULO 1 Denuncia dell impresa appaltatrice - MODULO 2 Denuncia dell impresa appaltatrice

Dettagli

2. Stranieri: permanenza fino a tre mesi senza permesso di soggiorno. 3. Lavoratori all estero: stabilite le retribuzioni convenzionali 2007

2. Stranieri: permanenza fino a tre mesi senza permesso di soggiorno. 3. Lavoratori all estero: stabilite le retribuzioni convenzionali 2007 Notiziario n. 2/2007 A TUTTI I CLIENTI LORO SEDI 8 marzo 2007 1. Ingresso stranieri: nuove procedure 2. Stranieri: permanenza fino a tre mesi senza permesso di soggiorno 3. Lavoratori all estero: stabilite

Dettagli

CONTRATTI DI LAVORO TIPOLOGIE E DIFFERENZE

CONTRATTI DI LAVORO TIPOLOGIE E DIFFERENZE CONTRATTI DI LAVORO TIPOLOGIE E DIFFERENZE COS È? Il contratto individuale di lavoro è un accordo tra un datore di lavoro (impresa individuale, società, associazione, studio professionale, etc.) ed un

Dettagli

Gli Infortuni sul lavoro

Gli Infortuni sul lavoro . Gli Infortuni sul lavoro Diminuiscono gli infortuni ma non per tutti! Gli infortuni, tra gli anni 80 e gli anni 90, si attestano attorno ad 1 milione di eventi l anno; gli infortuni mortali oscillano

Dettagli

LAVORO DOMESTICO GESTIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO

LAVORO DOMESTICO GESTIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO M:\Manuali\VARIE\Manuale_Lavoro_Domestico.doc LAVORO DOMESTICO GESTIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO SOMMARIO 1. CODIFICA DIPENDENTE E DITTA 2 2. I N A I L 3 3. I N P S 3 4. I R P E F 4 5. M O V I M E N T O

Dettagli

UFFICIO SINDACALE SERVIZIO LIBRI PAGA NOTIZIE FLASH CONGUAGLIO DI FINE ANNO LAVORATORI CON PIÚ RAPPORTI DI LAVORO

UFFICIO SINDACALE SERVIZIO LIBRI PAGA NOTIZIE FLASH CONGUAGLIO DI FINE ANNO LAVORATORI CON PIÚ RAPPORTI DI LAVORO I precedenti numeri del Notiziario Paghe sono scaricabili dal sito www.acaweb.it/archivio_notiziari.asp Piazza San Paolo 3 ALBA Tel. 0173/226611 fax 0173/362139 http://www.acaweb.it E-mail: ascom.alba@acaweb.it

Dettagli

LE TREDICESIME DEL 2012

LE TREDICESIME DEL 2012 LE TREDICESIME DEL 2012 * * * Le famiglie confidano ormai nella tredicesima mensilità per pagare il mutuo, saldare spese straordinarie, o anche semplicemente per pagare l assicurazione dell auto e le bollette.

Dettagli