Lezione del 7 novembre Prof.ssa De Stasio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Lezione del 7 novembre Prof.ssa De Stasio"

Transcript

1 Lezione del 7 novembre Prof.ssa De Stasio Indice della lezione: Traccia per lavoro in classe, intervista sulla relazione con l insegnante... 1 Approccio del sopravvivere e fiorire... 1 Integrazione... 3 Integrazione orizzontale... 3 Entrare in sintonia e reincanalare... 4 Nominare per dominare... 4 Integrazione Verticale... 5 Usarla per non perderla (SUGGERIMENTO O STRATEGIA?)... 5 Modelli di studio dell adolescenza... 6 Modello Psico sociale... 6 Lo sviluppo dell identità nella teoria di Erikson... 7 Gli 8 stadi evolutivi di Erikson... 7 Stati di identità Traccia per lavoro in classe, intervista sulla relazione con l insegnante Scelga tre parole che descrivono la sua relazione con. Racconti degli episodi nei quali esplicita il senso delle parole che hai scelto Qual è la soddisfazione maggiore dell essere insegnante di..? Pensa ma a. a casa? A che pensa in particolare? Com è la sua relazione con la famiglia di? Approccio del sopravvivere e fiorire Le interazioni quotidiane tra adulti e bambini, stressanti o serene, possono diventare un opportunità per aiutare i bambini a esprimere le loro potenzialità stimolando l integrazione tra le molteplici aree del cervello Tale integrazione può essere spronata dall utilizzo di alcune strategie La mente è il prodotto delle interazioni di esperienze interpersonali con la struttura e la funzione del cervello. Siegel ha una preparazione psichiatrica e di psichiatria infantile, ma, oltre agli aspetti clinici conosce in dettaglio le ricerche neurobiologiche più recenti, che gli permettono di proporre una visione integrata dello sviluppo della mente.le influenze ambientali e i rapporti interpersonali hanno un ruolo-chiave nella strutturazione della mente; si tratta di un processo 1

2 parallelo ai modi con cui viene plasmato il cervello. Tre sono i principi fondamentali definiti all inizio della trattazione: 1. La mente emerge da processi che influenzano i flussi di energia ed informazione del cervello e lo collegano ad altri cervelli. 2. La mente si forma in seguito all interazione tra processi neurofisiologici interni ed esperienze interpersonali. 3. Struttura e funzione cerebrali si sviluppano a partire da programmi geneticamente determinati modellati ed influenzati dalle esperienze, specie interpersonali. Combinando assieme le idee di Siegel e quelle dei più importanti neurobiologi contemporanei, la mente si può definire come processo più che come struttura e tale mente-processo si costituisce come costruzione condivisa (co-costruzione) con altre menti. I diversi capitoli del libro sono dedicati alle diverse esperienze mentali, cioè memoria, attaccamento, emozioni, rappresentazioni, autoregolazione, connessioni interpersonali e integrazione. Prima di tutto viene definita la memoria in quanto insieme di processi con i quali gli eventi passati influenzano le risposte future distinguendo poi varie forme di memoria (procedurale, implicita, esplicita ecc.). Immediatamente legata alla memoria è la coscienza autobiografica con cui ciascuno stabilisce il senso della propria continuità nel tempo. Il senso dell attaccamento del bambino alle figure genitoriali è collegato alle narrazioni che uno fa a se stesso e che sente fatte dagli altri, in cui giocano un ruolo primario le emozioni e la cosiddetta "sintonizzazione affettiva". Come rappresentazioni si intendono i risultati dell attività mentale in risposta ad esperienze alle quali si attribuisce un valore e un significato. La teoria della complessità è lo strumento con cui sono state studiate le dinamiche degli stati mentali nei processi di auto-organizzazione messi in moto da esperienze soggettive e da relazioni interpersonali. L auto-regolazione che così viene raggiunta implica la modulazione delle emozioni che colorano i flussi di informazione e le rappresentazioni mentali evocate dalle relazioni interpersonali e successivamente strutturate nell organizzazione del Sé. Ogni mente individuale non è mai isolata, ma partecipa delle menti di altri e, mediante le proprie capacità di integrazione unite alle influenze dei rapporti con gli altri, è in grado di mettere assieme coerentemente passato, presente e futuro. Le conoscenze neurobiologiche necessarie per chiarire diversi aspetti della funzione mentale sono esposte in modo sintetico e particolarmente attento alle interazioni tra natura e cultura, ovvero geni ed esperienze. L idea di plasticità neuronale, già ampiamente presente nelle neuroscienze odierne, viene collegata direttamente ai meccanismi di comunicazione con le figure parentali e con i processi di attaccamento. Molte osservazioni sperimentali sul comportamento infantile in condizioni normali e patologiche vengono riportate come base di una sistemazione teorica dei concetti di relazione interpersonale, di emozione, di affettività, per arrivare a definire il concetto di empatia, assicurando sempre la stretta correlazione tra psicologia e neurobiologia. L esperienza soggettiva viene considerata analiticamente a partire dai momenti di sensazione e percezione, fino a quelli delle rappresentazioni concettuali, categoriali e linguistiche che stanno alla base del nostro senso della realtà. Un argomento discusso diffusamente è quello dell asimmetria cerebrale e della lateralizzazione, programmata geneticamente, ma ampiamente condizionata dall esperienza. La capacità che la mente ha di "creare altre menti" ha importanti implicazioni per la funzione mentale normale e patologica, mentre una delle sue proprietà più rilevanti è forse quella di creare complessità a partire dalla semplicità. 2

3 Agli eventi significativi responsabili di modificazioni degli stati mentali, quali stress, traumi, lutti, psicoterapie e relazioni emotive viene dato ampio rilievo, così come avviene per le cosiddette capacità di integrazione del Sé, create da relazioni interpersonali e da processi neurofisiologici ad esse collegati. Un capitolo finale è dedicato alla neurobiologia interpersonale dei processi narrativi e alle comunicazioni collaborative che permettono a due individui di collegarsi e di integrare le rispettive menti mediante flussi di informazione che si stabiliscono tra i due cervelli. Integrazione Orizzontale à lavoro sinergico tra la logica dell emisfero sinistro e l emotività dell emisfero destro Verticale à coordinamento tra le aree del cervello che si trovano più in alto (basate sulla riflessione) con le aree più basse (basate sull istinto) Integrazione orizzontale 3

4 Obiettivo: evitare di vivere in un diluvio emotivo o in un deserto emotivo Modalità: 1. strategia1: entrare in sintonia e reincanalare 2. strategia 2: nominare per denominare Entrare in sintonia e reincanalare Quando un bambino è sopraffatto da emozioni intense, per esempio è arrabbiato o agitato, la logica spesso non serve, finché non si è data una risposta ai bisogni emozionali dell emisfero destro del cervello La prima cosa da fare è quindi sintonizzarsi con il bambino stabilendo un contatto a livello emotivo (entrare in sintonia con l emisfero destro) e successivamente reincanalarne l attenzione (attivando l emisfero sinistro) Nominare per dominare Quando il bambino prova emozioni troppo intense legate ad un evento, si può far entrare in gioco l emisfero sinistro aiutando il bambino a raccontare quello che gli è accaduto La narrazione permette di dare un senso alle emozioni che il bambino vive Dare un nome o una definizione all emozione che si prova riduce l attività dei circuiti emozionali dell emisfero destro 4

5 Integrazione Verticale Usarla per non perderla (SUGGERIMENTO O STRATEGIA?) Creare intenzionalmente delle occasioni per favorire lo sviluppo della parte superiore del cervello Proporre, sotto forma di gioco, delle situazioni al bambino e chiedere: Tu, in questo caso cosa faresti? Insegnare a mantenere l autocontrollo, ad esempio con il respiro profondo o contare fino a 10 Portare il bambino a riflettere su cosa accade dentro di sé Richiamare l attenzione sulle emozioni degli altri 5

6 Modelli di studio dell adolescenza Modello Psico sociale L adolescenza, secondo l A., implica i seguenti compiti: Instaurare relazioni nuove e più mature con coetanei di entrambi i sessi Acquisire un ruolo sociale connesso al proprio genere sessuale Accettare le trasformazioni e il nuovo assetto del proprio corpo Rendersi indipendenti affettivamente ed economicamente dai propri genitori Prepararsi per una professione Orientarsi verso una relazione sessuale/ affettiva stabile Assumere un comportamento socialmente e civilmente responsabile Acquisire un sistema di valori, una coscienza etica, un ideologia di riferimento. 6

7 Lo sviluppo dell identità nella teoria di Erikson Gli 8 stadi evolutivi di Erikson 7

8 Stati di identità 8

9 9

10 10

Facoltà Pontificia Auxilium Centro Studi Hansel e Gretel Onlus MASTER GESTIONE E SVILUPPO DELLE

Facoltà Pontificia Auxilium Centro Studi Hansel e Gretel Onlus MASTER GESTIONE E SVILUPPO DELLE Facoltà Pontificia Auxilium Centro Studi Hansel e Gretel Onlus MASTER GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE EMOTIVE È la chiave del benessere e dell assenza di malattia Promuovere il benessere significa promuovere

Dettagli

www.caosfera.it creativitoria 100% MADE IN ITALY

www.caosfera.it creativitoria 100% MADE IN ITALY www.caosfera.it creativitoria 100% MADE IN ITALY Segni Chiara Sgherbini LA PERCEZIONE ARMONICA ISBN copyright 2011, Caosfera Edizioni www.caosfera.it soluzioni grafiche e realizzazione Chiara Sgherbini

Dettagli

LABORATORIO PERMANENTE di NARRAZIONE AUTOBIOGRAFICA NEFROLOGIA E DIALISI PERITONEALE OSPEDALE SAN PAOLO SAVONA ASL2

LABORATORIO PERMANENTE di NARRAZIONE AUTOBIOGRAFICA NEFROLOGIA E DIALISI PERITONEALE OSPEDALE SAN PAOLO SAVONA ASL2 LABORATORIO PERMANENTE di NARRAZIONE AUTOBIOGRAFICA NEFROLOGIA E DIALISI PERITONEALE OSPEDALE SAN PAOLO SAVONA ASL2 La narrazione autobiografica come progetto di cura nei pazienti uremici cronici L idea

Dettagli

Cervello, Mente e loro Sviluppo. La metacognizione

Cervello, Mente e loro Sviluppo. La metacognizione Cervello, Mente e loro Sviluppo La metacognizione Il bambino ha nei due emisferi potenziali cerebrali di apprendimento superiori a quelli dell adulto. Pertanto è necessario creare una didattica che permetta

Dettagli

La mente adolescente. L adolescenza: emozioni intense, coinvolgimento sociale, creatività La mente e il cervello: l integrazione L attaccamento

La mente adolescente. L adolescenza: emozioni intense, coinvolgimento sociale, creatività La mente e il cervello: l integrazione L attaccamento La mente adolescente L adolescenza: emozioni intense, coinvolgimento sociale, creatività La mente e il cervello: l integrazione L attaccamento 1 I falsi miti Gli ormoni impazziti fanno andare fuori di

Dettagli

01 Il sistema nervoso centrale 2

01 Il sistema nervoso centrale 2 VI Sommario Parte prima La mente e le sue funzioni nel ciclo di vita Pensare, imparare, conoscere se stessi e gli altri, farsi un idea dell ambiente che ci circonda, reagire agli stimoli che continuamente

Dettagli

LO SVILUPPO DEL CERVELLO MUSICALE

LO SVILUPPO DEL CERVELLO MUSICALE MUSICA, CORPO E CERVELLO (PARTE SECONDA) PROF. MAURIZIO PISCITELLI Indice 1 LO SVILUPPO DEL CERVELLO MUSICALE ------------------------------------------------------------------------ 3 2 NEUROLOGIA DELLA

Dettagli

IL COLORE DELLE EMOZIONI

IL COLORE DELLE EMOZIONI LABORATORIO ESPRESSIVO IL COLORE DELLE EMOZIONI I bambini lo dicono con il colore PREMESSA Il ruolo che ha l adulto nello sviluppo affettivo di un bambino è determinante; il suo atteggiamento, le sue aspettative,

Dettagli

Psicologia dello Sviluppo

Psicologia dello Sviluppo Psicologia dello Sviluppo DESCRIVE i cambiamenti dell essere umano nei comportamenti e nelle competenze (motorie, percettive, sociali, emotive, comunicativo-linguistiche, cognitive) in funzione del trascorrere

Dettagli

SPORTELLI D ASCOLTO PSICOLOGICO

SPORTELLI D ASCOLTO PSICOLOGICO SPORTELLI D ASCOLTO PSICOLOGICO Il Centro di Psicoterapia e Psicologia Clinica è un Associazione Professionale di psicoterapeuti di formazione psicoanalitica e di psicologi clinici che opera nell ambito

Dettagli

Story Task) nella valutazione dei

Story Task) nella valutazione dei L utilizzo del MCAST (Manchester Child Attachment Story Task) nella valutazione dei bambini con ADHD Dott.ssa Antonella Marianecci - antonellamarianecci@yahoo.it Dott.ssa Francesca Manaresi - francesca.manaresi@fastwebnet.it

Dettagli

I CAPITOLO LA MALATTIA CRONICA. Introduzione

I CAPITOLO LA MALATTIA CRONICA. Introduzione I CAPITOLO LA MALATTIA CRONICA Introduzione Con il termine malattia cronica si intende una malattia che persista per un periodo di tempo prolungato, che non abbia sostanziali prospettive di guarigione,

Dettagli

Il piacere di accogliere: cooperazione e creatività

Il piacere di accogliere: cooperazione e creatività Il piacere di accogliere: cooperazione e creatività Intervento sui Disturbi dell Età Evolutiva Spin off dell Università degli Studi di Genova Sede operativa: Vico Sant Antonio 5/7 scala B 16126 Genova

Dettagli

Aspetti psicologici della vulvodinia. Dott.ssa Chiara Micheletti Consulente per la psicoterapia H San Raffaele - Resnati Milano. obiettivi Quando deve intervenire lo psicoterapeuta. Cosa deve fare. Cosa

Dettagli

PER UN PROTAGONISMO POSITIVO dei SOGGETTI in FORMAZIONE

PER UN PROTAGONISMO POSITIVO dei SOGGETTI in FORMAZIONE PER UN PROTAGONISMO POSITIVO dei SOGGETTI in FORMAZIONE Motivare / Coinvolgere / Recuperare/ Valorizzare/ Giovane e Studente oggi Cambiamenti profondi a livello di: Strutture familiari Sistema formativo

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA S. LEONE IX SESSA AURUNCA (CE) ANNO SCOLASTICO 2012/2013

SCUOLA DELL INFANZIA S. LEONE IX SESSA AURUNCA (CE) ANNO SCOLASTICO 2012/2013 SCUOLA DELL INFANZIA S. LEONE IX SESSA AURUNCA (CE) ANNO SCOLASTICO 2012/2013 Chiunque sia, ovunque si trovi, l uomo vive nel movimento: il suo corpo è un mondo di movimento in sé Il movimento non è verbale

Dettagli

Presentazione dei Progetti e dei Corsi di formazione realizzati per la Scuola Secondaria

Presentazione dei Progetti e dei Corsi di formazione realizzati per la Scuola Secondaria Presentazione dei Progetti e dei Corsi di formazione realizzati per la Scuola Secondaria RESPONSABILI DEI PROGETTI E DEI CORSI DI FORMAZIONE: dott.ssa Mena Caso (Psicologa, Psicoterapeuta) cell. 32081422223

Dettagli

Dott.ssa Eleonora Giannelli

Dott.ssa Eleonora Giannelli Dott.ssa Eleonora Giannelli Tratteremo: La scelta del partner Il cambiamento nella coppia Coppie sane e disfunzionali: quale differenza? Transazione alla genitorialità Premesse sistemiche Il colloquio

Dettagli

Il bambino con labiopalatoschisi

Il bambino con labiopalatoschisi Il bambino con labiopalatoschisi Aspetti psicologici e ruolo dello psicologo Ornella Manca Uccheddu La nascita del figlio A. M. Di Vita (Palermo, 2002) Ha messo in evidenza una differenza fra padri e madri

Dettagli

Il cervello e la psiche neuroscienze e psicoanalisi: appunti per un possibile incontro

Il cervello e la psiche neuroscienze e psicoanalisi: appunti per un possibile incontro Il cervello e la psiche neuroscienze e psicoanalisi: appunti per un possibile incontro Dr. Augusto Gentili 20/09/2011 Dott. Augusto Gentili 1 Viviamo in una società di massa, globalizzata. Ci si aspetta

Dettagli

Emozioni e stress in contesti di emergenza: vittime e volontari in campo

Emozioni e stress in contesti di emergenza: vittime e volontari in campo Emozioni e stress in contesti di emergenza: vittime e volontari in campo Psicologi per i Popoli-Milano Emergenza È una situazione caratterizzata Dalla presenza di una minaccia avvertita; Da una percezione

Dettagli

PROGETTO INTEGRATO TARTARUGA IL METODO DI VALUTAZIONE DEI BAMBINI CON DISTURBO AUTISTICO

PROGETTO INTEGRATO TARTARUGA IL METODO DI VALUTAZIONE DEI BAMBINI CON DISTURBO AUTISTICO PROGETTO INTEGRATO TARTARUGA IL METODO DI VALUTAZIONE DEI BAMBINI CON DISTURBO AUTISTICO Magda Di Renzo Federico Banchi di Castelbianco Disturbo autistico come patologia complessa che chiama in causa tutte

Dettagli

Mappa. Gli studi sull adolescenza. Adolescenza. Preadolescenza. Crisi di identità Gruppi formali ed informali Fattori di rischio.

Mappa. Gli studi sull adolescenza. Adolescenza. Preadolescenza. Crisi di identità Gruppi formali ed informali Fattori di rischio. Mappa Gli studi sull adolescenza Preadolescenza Adolescenza Pubertà Crisi di identità Gruppi formali ed informali Fattori di rischio Ma ecco che all improvviso diventi grande, maturo, responsabile; di

Dettagli

A. PARTE PRIMA. Capitolo I. I.1 Note metodologiche

A. PARTE PRIMA. Capitolo I. I.1 Note metodologiche INTRODUZIONE La presente trattazione ha come oggetto l analisi di un caso, che ho seguito durante il tirocinio, svolto durante la mia formazione in psicoterapia sistemica, in qualità di osservatrice. L

Dettagli

DI APPRENDIMENTO: GLI STILI E LE MODALITA DI

DI APPRENDIMENTO: GLI STILI E LE MODALITA DI La progettazione formativa e didattica GLI STILI E LE MODALITA DI DI APPRENDIMENTO: dalle dalle conoscenze alla alla interiorizzazione dei dei comportamenti organizzativi 1 IL IL PERCORSO DELL APPRENDIMENTO

Dettagli

Strategie e indicazioni per favorire l apprendimento. Dott.ssa Francesca Valori Pontedera, 15 maggio 2010

Strategie e indicazioni per favorire l apprendimento. Dott.ssa Francesca Valori Pontedera, 15 maggio 2010 Strategie e indicazioni per favorire l apprendimento Dott.ssa Francesca Valori Pontedera, 15 maggio 2010 Obiettivo: Fornire conoscenze relative alla comunicazione tra istruttore e allievo e strategie funzionali

Dettagli

PROGETTO DI SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE DEI RAGAZZI SEGUITI DALLA FONDAZIONE AMILCARE Richiesta per 2 operatori al 50% come consulenti famigliari

PROGETTO DI SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE DEI RAGAZZI SEGUITI DALLA FONDAZIONE AMILCARE Richiesta per 2 operatori al 50% come consulenti famigliari PROGETTO DI SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE DEI RAGAZZI SEGUITI DALLA FONDAZIONE AMILCARE Richiesta per 2 operatori al 50% come consulenti famigliari PREMESSA/RIFLESSIONI Da diversi anni, all interno della Fondazione

Dettagli

CON-18_ I-XX-364 12-02-2009 10:32 Pagina 1. Introduzione

CON-18_ I-XX-364 12-02-2009 10:32 Pagina 1. Introduzione CON-18_ I-XX-364 12-02-2009 10:32 Pagina 1 Introduzione Benvenuti in questo viaggio nel cuore delle nostre vite. Essere consapevoli in modo mindful, coltivando la ricchezza della nostra esperienza del

Dettagli

MAMMA E PAPÀ MI RACCONTATE COME SI FANNO I BAMBINI?

MAMMA E PAPÀ MI RACCONTATE COME SI FANNO I BAMBINI? Carla Geuna - Jessica Lamanna MAMMA E PAPÀ MI RACCONTATE COME SI FANNO I BAMBINI? Una storia per educare il cuore di chi sta crescendo ARMANDO EDITORE SOMMARIO Ringraziamenti 7 Introduzione di Fabio Veglia

Dettagli

Facoltà di Scienze Politiche Università degli Studi Catania

Facoltà di Scienze Politiche Università degli Studi Catania Psicologia sociale Facoltà di Scienze Politiche Università degli Studi Catania Corso di laurea in Scienze dell Amministrazione Curriculum di base e curriculum P.S. PSICOLOGIA SOCIALE Anno Accademico 2007\08

Dettagli

Oggi si parla di Autostima Sviluppare l efficacia personale

Oggi si parla di Autostima Sviluppare l efficacia personale Oggi si parla di Autostima Sviluppare l efficacia personale Firenze, 11 dicembre 2013 Nessuno può farvi sentire inferiore senza il vostro consenso. Eleanor Roosevelt Inversione di paradigma da persone

Dettagli

Presentazione di Silvana Ciscato, AUSER PROV.LE PD

Presentazione di Silvana Ciscato, AUSER PROV.LE PD Presentazione di Silvana Ciscato, AUSER PROV.LE PD DIETRO IL FILO - 9 maggio 2012 1 Lo scopo della ricerca è è quello delle EMOZIONI, delle PERCEZIONI, dei SENTIMENTI; dimensioni difficili da comunicare.

Dettagli

L ICF E I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO. Riccardo Lancellotti

L ICF E I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO. Riccardo Lancellotti L ICF E I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO Riccardo Lancellotti I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO SONO, TRA LE VARIE CATEGORIE DIAGNOSTICHE, QUELLI CHE GENERANO MAGGIORE ALLARME TRA GLI INSEGNANTI E I GENITORI DEGLI

Dettagli

LE ORIGINI RELAZIONALI DELLA MENTE

LE ORIGINI RELAZIONALI DELLA MENTE LE ORIGINI RELAZIONALI DELLA MENTE Barbara Ongari Corso di formazione per Educatrici Asili Nido 31 marzo, 2 aprile e 9 aprile 2015 LA MENTE SI COSTRUISCE NELLE RELAZIONI Le interazioni continue e reciproche,

Dettagli

La comunicazione e il linguaggio

La comunicazione e il linguaggio Linguaggio = sistema di simboli, suoni, significati e regole per la loro combinazione che costituisce la modalita primaria di comunicazione tra gli esseri umani Caratteristiche fondamentali del linguaggio:

Dettagli

LE DINAMICHE DELLA CRESCITA

LE DINAMICHE DELLA CRESCITA LE DINAMICHE DELLA CRESCITA 1. Viviamo in una situazione di disequilibrio educativo, a causa di: a) fattori strutturali, quali - ritmi di cambiamento sociale, - esposizione ripetuta e prolungata di immagini

Dettagli

Le attività saranno condotte dalla Dott.ssa Veronica Tresoldi (PSICOLOGA CLINICA e PSICOTERAPEUTA)

Le attività saranno condotte dalla Dott.ssa Veronica Tresoldi (PSICOLOGA CLINICA e PSICOTERAPEUTA) SVILUPPARE LE COMPETENZE INDIVIDUALI EDUCAZIONE ALL'AFFETTIVITA' ALL'AFFETTIVITÀ ED ALLA SESSUALITA' SESSUALITÀ Le attività saranno condotte dalla Dott.ssa Veronica Tresoldi (PSICOLOGA CLINICA e PSICOTERAPEUTA)

Dettagli

Quando decidi di crescere? LE DIFFICOLTA EMOTIVO-RELAZIONALI

Quando decidi di crescere? LE DIFFICOLTA EMOTIVO-RELAZIONALI Quando decidi di crescere? LE DIFFICOLTA EMOTIVO-RELAZIONALI Le difficoltà emotivo-relazionali in ambito evolutivo Tutti quei segnali di disagio e di sofferenza, che coinvolgono la dimensione emotiva e

Dettagli

L'APPROCCIO COGNITIVISTA AI DISTURBI DELLA CONDOTTA IN ETÀ EVOLUTIVA: INTERVENTI PREVENTIVI E TERAPEUTICI

L'APPROCCIO COGNITIVISTA AI DISTURBI DELLA CONDOTTA IN ETÀ EVOLUTIVA: INTERVENTI PREVENTIVI E TERAPEUTICI SITCC 2014 DIARIO DI BORDO NOVE Sabato, 17 maggio 2014 L'APPROCCIO COGNITIVISTA AI DISTURBI DELLA CONDOTTA IN ETÀ EVOLUTIVA: INTERVENTI PREVENTIVI E TERAPEUTICI PSICOTERAPIA COGNITIVA IN LIGURIA Seminari

Dettagli

IL CERVELLO CREATIVO. Il cervello creativo. I due emisferi cerebrali

IL CERVELLO CREATIVO. Il cervello creativo. I due emisferi cerebrali IL CERVELLO CREATIVO Conoscere come funziona la nostra mente significa farne un uso migliore, sviluppare attività metacognitive Il nostro cervello è: visivo concreto legato alla motricità L intelligenza

Dettagli

paradosso, forzatura semantica, o? o

paradosso, forzatura semantica, o? o paradosso, forzatura semantica, o? o Nebbiuno, 9 ottobre 2014 dr. Massimiliano Mazzarino Casa di Cura San Giorgio, Viverone Revisione della Rete delle Case di Cura Neuropsichiatriche Tavolo Tecnico Tavolo

Dettagli

Diventare affidatari DOCUMENTO DEL COORDINAMENTO NAZIONALE SERVIZI AFFIDI n.8 / 2011

Diventare affidatari DOCUMENTO DEL COORDINAMENTO NAZIONALE SERVIZI AFFIDI n.8 / 2011 Diventare affidatari DOCUMENTO DEL COORDINAMENTO NAZIONALE SERVIZI AFFIDI n.8 / 2011 1 PREMESSA Il CNSA riconosce e valorizza le specificità di ciascun Ente Locale, delle singole professionalità e delle

Dettagli

VALORE. AI tuoi PERCORSI. integritá, obiettivi, passi, limiti, sale, qui&ora, autenticitá

VALORE. AI tuoi PERCORSI. integritá, obiettivi, passi, limiti, sale, qui&ora, autenticitá ascolto, consapevolezza, noi, esperienze, conoscersi, espressione, esserci, apertura, case, condivisione, vedere, sostegno, desideri, ricerca, anima, futuro, sbocciare, bisogni, progetti, io&te, viaggio,

Dettagli

12 dicembre 2009. La fisiologia delle emozioni e dei sentimenti. Prof. Flavio Keller (Neurofisiologia, Università Campus Bio-medico, Roma)

12 dicembre 2009. La fisiologia delle emozioni e dei sentimenti. Prof. Flavio Keller (Neurofisiologia, Università Campus Bio-medico, Roma) DISF WORKING GROUP - SEMINARIO PERMANENTE 12 dicembre 2009 La fisiologia delle emozioni e dei sentimenti Prof. Flavio Keller (Neurofisiologia, Università Campus Bio-medico, Roma) Problem solving per il

Dettagli

PERCHÉ LA SESSUALITÀ?

PERCHÉ LA SESSUALITÀ? PERCHÉ LA SESSUALITÀ? Dello stesso Editore APRILE Psicologia dell educazione ARBINGER INSTITUTE Leadership e autoinganno. Come uscire dalla scatola ATKINSON/HILGARD Introduzione alla psicologia AUBIN Il

Dettagli

DIDATTICA ELENCO ATTIVITÀ DISTINTE PER ANNO CON DENOMINAZIONI DELLE DISCIPLINE E NUMERO DI ORE

DIDATTICA ELENCO ATTIVITÀ DISTINTE PER ANNO CON DENOMINAZIONI DELLE DISCIPLINE E NUMERO DI ORE DIDATTICA ELENCO ATTIVITÀ DISTINTE PER ANNO CON DENOMINAZIONI DELLE DISCIPLINE E NUMERO DI ORE Primo anno (503 ore) 1. Insegnamenti teorici: Materie psicologiche di base (183 ore) Psicologia generale (15

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE: DIDATTICA DELLE EMOZIONI COME FATTORE DI PROTEZIONE

CORSO DI FORMAZIONE: DIDATTICA DELLE EMOZIONI COME FATTORE DI PROTEZIONE PROGETTO FORMATIVO AZIENDALE ANNO 2015 CORSO DI FORMAZIONE: DIDATTICA DELLE EMOZIONI COME FATTORE DI PROTEZIONE AULA UFFICIO FORMAZIONE CORSO RISERVATO A 25 PSICOLOGI PROGRAMMA 17 GIUGNO 2015 ORE 15.00

Dettagli

Dott.ssa Caterina Fucili Psicologo Psicoterapeuta Fano e Pesaro LA MIA PSICOTERAPIA

Dott.ssa Caterina Fucili Psicologo Psicoterapeuta Fano e Pesaro LA MIA PSICOTERAPIA La psicoterapia può nascere da diversi indirizzi teorici: esiste la psicoterapia psicoanalitica, cognitivo-comportamentale, sistemico-relazionale, umanistica, della gestalt, ed altre ancora. Il mio metodo

Dettagli

CORSO - Educazione all affettività e alla sessualità -

CORSO - Educazione all affettività e alla sessualità - Studio di Psicologia e Sessuologia Dr. Silvano Sala Ordine Psicologi del Lazio n.iscr. 8448 - Federazione Italiana Sessuologia Scientifica n. iscr. 207 Tel.: +39 0341 1761009 - Cell.: +39 347 8773720 Lungo

Dettagli

Attaccamento e relazioni di coppia Terzo Incontro. Dott.ssa Marta ZIGHETTI Psicologa e Psicoterapeuta sistemica Terapeuta EMDR

Attaccamento e relazioni di coppia Terzo Incontro. Dott.ssa Marta ZIGHETTI Psicologa e Psicoterapeuta sistemica Terapeuta EMDR Attaccamento e relazioni di coppia Terzo Incontro Dott.ssa Marta ZIGHETTI Psicologa e Psicoterapeuta sistemica Terapeuta EMDR L Attaccamento Il legame di attaccamento definisce il rapporto tra il bambino

Dettagli

CATALOGO OFFERTA FORMATIVA OMNIAMENTIS Centro Studi e Formazione di Promozione Sociale. Anno Formativo 2012/2013. Workshop esperienziali

CATALOGO OFFERTA FORMATIVA OMNIAMENTIS Centro Studi e Formazione di Promozione Sociale. Anno Formativo 2012/2013. Workshop esperienziali CATALOGO OFFERTA FORMATIVA OMNIAMENTIS Centro Studi e Formazione di Promozione Sociale Anno Formativo 2012/2013 Workshop esperienziali Venerdì 14, Sabato 15 e Domenica 16 Dicembre 2012 IL COUNSELOR DALLA

Dettagli

LA FACILITAZIONE AL GIOCO NEI DISTURBI DELLO SPETTRO AUTISTICO. Dr.ssa Claudia Boni

LA FACILITAZIONE AL GIOCO NEI DISTURBI DELLO SPETTRO AUTISTICO. Dr.ssa Claudia Boni LA FACILITAZIONE AL GIOCO NEI DISTURBI DELLO SPETTRO AUTISTICO Dr.ssa Claudia Boni Psicologa -Terapista neuropsicomotricità età evolutiva Spoke Autismo Casa del Giardiniere AUSL di BOLOGNA CONVEGNO AUTISMO:

Dettagli

Le caratteristiche dell adolescenza. Problematiche tipiche del contesto attuale

Le caratteristiche dell adolescenza. Problematiche tipiche del contesto attuale Le caratteristiche dell adolescenza Problematiche tipiche del contesto attuale Le mete da raggiungere L obiettivo è la maturità: Fisica (corpo e capacità di generare) Mentale (generalizzazione e astrazione)

Dettagli

Nuove prospettive in psicologia clinica e in psicoterapia La svolta paradigmatica Marco Inghilleri

Nuove prospettive in psicologia clinica e in psicoterapia La svolta paradigmatica Marco Inghilleri Nuove prospettive in psicologia clinica e in psicoterapia La svolta paradigmatica Marco Inghilleri L epistemologia applicata alla psicologia clinica La riflessione epistemologica in Psicologia clinica

Dettagli

Istituto Don Baldo Roma Classi VA - VB Primaria Scuola Santissima Trinità - Roma Classi I-II-III Secondaria di primo grado

Istituto Don Baldo Roma Classi VA - VB Primaria Scuola Santissima Trinità - Roma Classi I-II-III Secondaria di primo grado Istituto Don Baldo Roma Classi VA - VB Primaria Scuola Santissima Trinità - Roma Classi I-II-III Secondaria di primo grado Eva & Davide, alla scoperta di sé. Percorso di educazione dell affettività e all

Dettagli

LE STRATEGIE DI COPING

LE STRATEGIE DI COPING Il concetto di coping, che può essere tradotto con fronteggiamento, gestione attiva, risposta efficace, capacità di risolvere i problemi, indica l insieme di strategie mentali e comportamentali che sono

Dettagli

Esempio di un percorso di educazione emotiva: le nostre emozioni diventano intelligenti.

Esempio di un percorso di educazione emotiva: le nostre emozioni diventano intelligenti. Esempio di un percorso di educazione emotiva: le nostre emozioni diventano intelligenti. Obiettivi: 1. Autoconsapevolezza: Saper riconoscere sul nascere e monitorare le proprie emozioni, saper essere consapevoli

Dettagli

Master professionalizzante in Psicologia Forense

Master professionalizzante in Psicologia Forense Master professionalizzante in Psicologia Forense ad orientamento fenomenologico relazionale Tecniche e strumenti per la consulenza in ambito civile e penale Catania, 2016 2017 PROGRAMMA e CALENDARIO PROVVISORIO

Dettagli

La Valutazione dell Attaccamento

La Valutazione dell Attaccamento La Valutazione dell Attaccamento La Strange Situation L Adult Attachment Interview La I.A.L. (Intervista sull Attaccamento in età di Latenza) La Strange Situation La S.S. è una modalità osservativa che

Dettagli

Mindfulness training

Mindfulness training Vittorio Demetrio Mascherpa Formazione Umana Globale Mindfulness training La conoscenza che migliora la vita Mindfulness: lo stato della piena coscienza Illustrazione tratta da: La macchina del tempo,

Dettagli

Tecniche di intervento per l elaborazione dei traumi psicologici: E.M.D.R.

Tecniche di intervento per l elaborazione dei traumi psicologici: E.M.D.R. Tecniche di intervento per l elaborazione dei. Eye Movement Desensitazion and Reprocessing Dr.ssa Laura Testa Trauma Psicologico La parola trauma deriva dal greco trayma e significa ferita, lacerazione,

Dettagli

Attaccamento e relazioni di coppia

Attaccamento e relazioni di coppia Attaccamento e relazioni di coppia Contesto Attraverso l evoluzione delle cure materne e dei meccanismi di affiliazione relativi a queste cure, le relazioni sessuali tra adulti hanno avuto la possibilità

Dettagli

Adolescenza: età dell oro o età di crisi? Prof.ssa Liliana Dozza

Adolescenza: età dell oro o età di crisi? Prof.ssa Liliana Dozza Adolescenza: età dell oro o età di crisi? Prof.ssa Liliana Dozza Bressanone, 9 aprile 2009 Adolescenza: definizioni e caratteristiche Periodo della vita che si colloca fra la preadolescenza ed i 17 anni;

Dettagli

CENTRO RIABILITATIVO PSICOPEDAGOGICO IL TIMONE

CENTRO RIABILITATIVO PSICOPEDAGOGICO IL TIMONE CENTRO RIABILITATIVO PSICOPEDAGOGICO IL TIMONE Centro Riabilitativo Psicopedagogico Il Timone Vico San Luca 4/3 scala sn. 16123 GENOVA tel. 0102467774 P.Iva 03399250103 email: iltimone@libero.it Il Centro

Dettagli

Quali sono? Da dove iniziamo? La diagnosi. Transizioni evolutive. shock rifiuto senso di colpa e d inadeguatezza. La comunicazione della diagnosi

Quali sono? Da dove iniziamo? La diagnosi. Transizioni evolutive. shock rifiuto senso di colpa e d inadeguatezza. La comunicazione della diagnosi Dipartimento di Scienze Pediatriche Mediche e Chirurgiche U.O.C Clinica Pediatrica Università di Messina SUPPORTO PSICOLOGICO Psicologa Dott.ssa Maria Pecoraro Da dove iniziamo? La diagnosi La diagnosi

Dettagli

KIT PER STIMOLARE LO SVILUPPO DELL AUTOREGOLAZIONE

KIT PER STIMOLARE LO SVILUPPO DELL AUTOREGOLAZIONE APPRENDERE L AUTOREGOLAZIONE PER APPRENDERE KIT PER STIMOLARE LO SVILUPPO DELL AUTOREGOLAZIONE Dott.ssa Laura Traverso Psicologa lauratraverso4@gmail.com AUTO-REGOLAZIONE? Con il termine autoregolazione

Dettagli

ESAME DI STATO PER PSICOLOGI

ESAME DI STATO PER PSICOLOGI ESAME DI STATO PER PSICOLOGI I PROVA (CASI CLINICI) PROVE USCITE NELL ANNO 2015 PRIMA SESSIONE la personalità. Non estratte: motivazione ed aggressività. ruolo delle interazioni primarie nello sviluppo

Dettagli

CORSI DELL INDIRIZZO PROFESSIONALE

CORSI DELL INDIRIZZO PROFESSIONALE Largo Zecca, 4-16124 GENOVA Tel. 010/247.07.78 - Fax 010/251.29.60- E-mail geis00600r@istruzione.it C.F. 95062410105 SERVIZI SOCIOSANITARI CORSI DELL INDIRIZZO PROFESSIONALE CLASSI PRIME Materia: Scienze

Dettagli

Digital Storytelling:

Digital Storytelling: Digital Storytelling: una pluralità di approcci Seminari 2015 Michele Capalbo Progetto: POF 2015\2016 L.S. E. Fermi (CS) Percorso: Orientiamoci sulle TIC nella didattica curriculare Facciamo innovativamente

Dettagli

INDICE GENERALE CAPITOLO 1 I MODELLI TEORICI IN PSICOLOGIA...

INDICE GENERALE CAPITOLO 1 I MODELLI TEORICI IN PSICOLOGIA... INDICE GENERALE CAPITOLO 1 I MODELLI TEORICI IN PSICOLOGIA............................................1 1.1 Nascita della Psicologia attuale................................................1 1.2 Correnti

Dettagli

Il cervello in conflitto: le interazioni tra connessioni neurali e interpersonali. Avv. Carlo Alberto Calcagno

Il cervello in conflitto: le interazioni tra connessioni neurali e interpersonali. Avv. Carlo Alberto Calcagno Il cervello in conflitto: le interazioni tra connessioni neurali e interpersonali Avv. Carlo Alberto Calcagno Poincaré, Scienza e metodo Il sé subliminale non è in alcun modo inferiore a quello cosciente;

Dettagli

NARRARE LA FEDE. Come potenziare le abilità di comprensione attraverso il racconto biblico. Fiorenza Pestelli

NARRARE LA FEDE. Come potenziare le abilità di comprensione attraverso il racconto biblico. Fiorenza Pestelli NARRARE LA FEDE Come potenziare le abilità di comprensione attraverso il racconto biblico Fiorenza Pestelli Nella Bibbia ci sono persone che evocano la possibilità di cambiare nella vita. Noi possiamo

Dettagli

IL GIOCO. La natura vuole che i bambini siano bambini prima di diventare adulti. (J.J.ROUSSEAU)

IL GIOCO. La natura vuole che i bambini siano bambini prima di diventare adulti. (J.J.ROUSSEAU) IL GIOCO La natura vuole che i bambini siano bambini prima di diventare adulti. (J.J.ROUSSEAU) Il gioco insegna a muoversi, a immaginare, a pensare (M. LAENG) Lo sport ed il gioco sono elementi fondamentali

Dettagli

Riflessioni sul valore dell amicizia Ogni uomo è un isola - Nessun uomo è un isola

Riflessioni sul valore dell amicizia Ogni uomo è un isola - Nessun uomo è un isola Riflessioni sul valore dell amicizia Ogni uomo è un isola - Nessun uomo è un isola La frase, tratta da un noto film con Hugh Grant ( About a boy ), apre la strada a importanti riflessioni sul valore a

Dettagli

QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA?

QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA? QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA? Base: 65 caregiver RESIDENZA PAZIENTE 80% 10% 9% 2% Abita con care givers Abita da solo Abita con altri familiari Altro 20 QUAL E IL GRADO DI VICINANZA TRA CG E MALATO? L

Dettagli

Laboratori pratici Strategie educative e didattiche per l autismo. Autismo ad alto funzionamento e sindrome di Asperger. Apprendere le abilità sociali

Laboratori pratici Strategie educative e didattiche per l autismo. Autismo ad alto funzionamento e sindrome di Asperger. Apprendere le abilità sociali Centro Territoriale per l Integrazione di Feltre Laboratori pratici Strategie educative e didattiche per l autismo Autismo ad alto funzionamento e sindrome di Asperger. Apprendere le abilità sociali Dott.ssa

Dettagli

Progetto di educazione alla salute e di promozione del benessere

Progetto di educazione alla salute e di promozione del benessere Progetto di educazione alla salute e di promozione del benessere Rivolto agli studenti della scuola secondaria di primo grado PREMESSE L educazione affettiva e relazionale dei giovani d oggi pone, a quanti

Dettagli

Rivoluzione HR. human resource revolution

Rivoluzione HR. human resource revolution Rivoluzione HR human resource revolution L a tecnologia sta modificando le abitudini e lo stile di vita delle persone ma, nel nuovo mondo che verrà sarà il loro modo di pensare che dovrà cambiare. Ogni

Dettagli

Presentazione di Giorgio Nardone Presentazione di Giovanni Poles Presentazione di Ines Testoni

Presentazione di Giorgio Nardone Presentazione di Giovanni Poles Presentazione di Ines Testoni Indice Presentazione di Giorgio Nardone XIX Presentazione di Giovanni Poles XXI Presentazione di Ines Testoni Emozioni senza via d uscita XXIII XXVII Parte teorica Capitolo 1 Lutto e perdita: dalle definizioni

Dettagli

AppuntiBicoccaAppuntiBicoccaAppunt. appunti distribuiti da appuntibicocca.com

AppuntiBicoccaAppuntiBicoccaAppunt. appunti distribuiti da appuntibicocca.com AppuntiBicoccaAppuntiBicoccaAppunt appunti distribuiti da appuntibicocca.com ibicoccaappuntibicoccaappuntibicocc aappuntibicoccaappuntibicoccaappu ntibicoccaappuntibicoccaappuntibico Psicologia clinica

Dettagli

Test di Autovalutazione

Test di Autovalutazione Test di Autovalutazione Il test può essere fatto seguendo alcune semplici indicazioni: Nelle aree segnalate (risposta, domanda, spazio con la freccia,) sono collocati già dei comandi Con un click del mouse

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA CORSO PROGETTO 2014

RELAZIONE ILLUSTRATIVA CORSO PROGETTO 2014 Allegato al Prot. n. 78357 del 14.3.2014 RELAZIONE ILLUSTRATIVA CORSO PROGETTO 2014 RAGAZZI IN COMUNITA Comprendere l adolescente per aiutarlo a crescere 5 incontri di formazione e aggiornamento per Educatori

Dettagli

consolare, confortare, venire in aiuto,

consolare, confortare, venire in aiuto, COUNSELING in SANITA In una Prospettiva Multimodalale ----------- Counseling come servizio di orientamento e come strumento di supporto nei servizi socio-psico-pedagogici Counseling Aziendale tra empowerment

Dettagli

Lo sviluppo emotivo e relazionale. Corso di Psicologia dello Sviluppo 2012-2013, prof.ssa Viola Macchi Cassia 1!

Lo sviluppo emotivo e relazionale. Corso di Psicologia dello Sviluppo 2012-2013, prof.ssa Viola Macchi Cassia 1! Lo sviluppo emotivo e relazionale Corso di Psicologia dello Sviluppo 2012-2013, prof.ssa Viola Macchi Cassia 1! Che cos è un emozione? EMOZIONE Esperienza complessa, multidimensionale, che svolge un ruolo

Dettagli

Apprendimento, DSA e mappe concettuali come mediatori didattici. Beatrice Caponi Conegliano, 6 novembre 2012

Apprendimento, DSA e mappe concettuali come mediatori didattici. Beatrice Caponi Conegliano, 6 novembre 2012 Apprendimento, DSA e mappe concettuali come mediatori didattici Beatrice Caponi Conegliano, 6 novembre 2012 Apprendere significa Comprendere e mantenere nel tempo le conoscenze (memoria) Saper utilizzare

Dettagli

Progetto Vivere in Italia seconda edizione

Progetto Vivere in Italia seconda edizione Progetto Vivere in Italia seconda edizione ACCOMPAGNAMENTO ALLA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DEI DOCENTI INCARICATI NEI CORS DI 80/100 ORE DI LIVELLO A1/A2 14 gennaio 2013 Aspetti cognitivi nell apprendimento

Dettagli

Questo libro affronta in modo pratico e diretto le quaranta regole fondamentali da seguire per costruire un buon rapporto di aiuto.

Questo libro affronta in modo pratico e diretto le quaranta regole fondamentali da seguire per costruire un buon rapporto di aiuto. GUIDA AL COUNSELING. In 40 regole fondamentali cosa fare e non fare per costruire un buon rapporto d aiuto di Scott T. Meier e Susan R. Davis - Franco Angeli, 1994 Recensione a cura di MONICA MILANI Questo

Dettagli

#chiamatelaneuro. NeuroComunicazione e NeuroMarketing

#chiamatelaneuro. NeuroComunicazione e NeuroMarketing NEUROCOMUNICAZIONE Soprattutto attraverso l ausilio di alcune tecniche di neuroimaging cerebrale: PET, frsm, EEG Le precondizioni che rendono la comunicazione più efficace affondano le loro radici ne Cervello

Dettagli

PROGETTO DI AUTONOMIA ABITATIVA CASA AL SOLE

PROGETTO DI AUTONOMIA ABITATIVA CASA AL SOLE FRIULI VENEZIA GIULIA O.N.L.U.S. - PROGETTO DI AUTONOMIA ABITATIVA CASA AL SOLE La Fondazione Down Friuli Venezia Giulia O.N.L.U.S. gestisce, in collaborazione con l AAS 5 Friuli Occidentale, il progetto

Dettagli

Dott.ssa Francesca De Rosi

Dott.ssa Francesca De Rosi Dott.ssa Francesca De Rosi Neuroscienze Studiano il funzionamento del sistema nervoso. Collaborano con: Anatomia Fisiologia Biologia Molecolare Genetica Biochimica Psicologia Pedagogia Tecniche d indagine

Dettagli

Master in Tecniche di Integrazione e Guarigione Emotiva Rapida (presso Ombelico del Mondo Via Vittoria Colonna, 7-20149 Milano)

Master in Tecniche di Integrazione e Guarigione Emotiva Rapida (presso Ombelico del Mondo Via Vittoria Colonna, 7-20149 Milano) (presso Ombelico del Mondo Via Vittoria Colonna, 7-20149 Milano) Docenti Maria Grazia Parisi Medico psicoterapeuta, ideatrice del metodo FastReset. Si occupa da circa venticinque anni del trattamento dei

Dettagli

Perchè il disegno è importante?

Perchè il disegno è importante? I disegni dei bambini. Nella nostra scuola il disegno è l attività prevalente dei bambini; ed è anche un attività di fondamentale importanza per molti motivi. Per aiutare anche i genitori a comprendere

Dettagli

Impatto della vita prenatale sull evoluzione dell individuo, della cultura e della società

Impatto della vita prenatale sull evoluzione dell individuo, della cultura e della società Congresso Anep Italia 9 e 10 Giugno 2001 Palazzo delle Stelline, Milano Impatto della vita prenatale sull evoluzione dell individuo, della cultura e della società Relazione della Dott. ssa Francesca Malatacca

Dettagli

La salute emotiva della donna: i percorsi di sostegno psicologico dopo le diagnosi ospedaliere traumatiche. Dr.ssa Laura Cinzia Castro

La salute emotiva della donna: i percorsi di sostegno psicologico dopo le diagnosi ospedaliere traumatiche. Dr.ssa Laura Cinzia Castro La salute emotiva della donna: i percorsi di sostegno psicologico dopo le diagnosi ospedaliere traumatiche Dr.ssa Laura Cinzia Castro L'IMMAGINE CORPOREA L immagine corporea è un elemento chiave dell identità

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in Psicologia

Corso di Laurea Magistrale in Psicologia Corso di Laurea Magistrale in Psicologia Corso di Laurea Magistrale in Psicologia Preside della Facoltà di Psicologia: Prof.ssa Laura Bellodi PRESENTAZIONE Il Corso di Laurea Magistrale in Psicologia prevede

Dettagli

Progetto Sportello Psicologico

Progetto Sportello Psicologico Progetto Sportello Psicologico Il compito della scuola oggi non è solo quello di istruire ed educare ma anche di formare e di garantire una relazione ed un clima di serenità in cui crescere. La scuola

Dettagli

6 Aspetti psicologici e relazionali nel bambino sordo a cura di Raffaella Carchio psicologa

6 Aspetti psicologici e relazionali nel bambino sordo a cura di Raffaella Carchio psicologa 6 Aspetti psicologici e relazionali nel bambino sordo a cura di Raffaella Carchio psicologa Da un punto di vista psicologico, l udito è il senso che contribuisce alla formazione dei primi legami relazionali

Dettagli

LE RELAZIONI DURANTE L ADOLESCENZA

LE RELAZIONI DURANTE L ADOLESCENZA ITC C. Deganutti Udine SPAZIO DEDICATO AI GENITORI SECONDO INCONTRO ESSERE GENITORI OGGI: AIUTARE I FIGLI NEL LORO PERCORSO DI CRESCITA Programma specifico FSE nr.. 13 Azione B SECONDO INCONTRO Istituto:

Dettagli

COS E IL MICRONIDO PICCOLI PASSI E COSA OFFRE

COS E IL MICRONIDO PICCOLI PASSI E COSA OFFRE 1 COS E IL MICRONIDO PICCOLI PASSI E COSA OFFRE La Scuola dell Infanzia Silvio Moretti offre il servizio di Micro-nido ai bambini residenti e non, in età compresa dai 18 ai 36 mesi. Il nido nasce per far

Dettagli

Servizi di psicologia per la famiglia, per i genitori e i figli

Servizi di psicologia per la famiglia, per i genitori e i figli www.centroap.it Servizi di psicologia per la famiglia, per i genitori e i figli TEST DI RIUSCITA SCOLASTICA PER LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO svolto sul sito del Centro AP www.orientastudenti.it

Dettagli