IL BILANCIO DELL IMPRESA FORESTALE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL BILANCIO DELL IMPRESA FORESTALE"

Transcript

1 Economics is the only field in which two people can share a Nobel Prize for saying the opposite thing Introduzione IL BILANCIO DELL IMPRESA FORESTALE Davide Pettenella (Roberto Alazar) 21 ottobre 2012 Calcolo finanziario Economia dell impresa forestale: Bilancio Pianificazione Valutazione degli investimenti Estimo Generale Professionale Il Il mercato Mercato internazionale Il sistema foresta-legno italiano Politica forestale 1

2 Bilancio = il più diffuso e tradizionale strumento di analisi dell andamento economico di una impresa Bilancio: relazione prodotti-fattori Comprende: Conto Economico (flusso: ricavi e costi, reddito, utile) Stato Patrimoniale (stock-fondo: patrimonio, risorse) Serve a descrivere: relazioni fra prodotti e fattori (una sorta di funzione di produzione) risultati economici (T, RN, ) distribuzione della ricchezza fra fattori Fattori INPUT Fattori Impresa Prodotti OUTPUT Prodotti Finalità bilancio: aziendali-gestionali estimative settoriali ( politiche) Costi C Ricavi R Conto economico: R - C = T (T=Utile) Tipologie di bilancio e aziende interessate Fonti informative del bilancio Contabilità: registrazione dei fatti amministrativi brogliaccio (appunti), giornale (registrazione fatti amministrativi secondo il tempo), mastro (insieme organizzato di conti) Eventuali rilievi extra contabili, in particolare per la contabilità costi o industriale (centri di costo) Interviste al gestore: procedimento con consultazione sulla base di informazioni scritte 2

3 Bilancio economico-agrario tradizionale (Serpieri, 1914 e 1950; Tassinari, 1952; Di Cocco, 1970) PLV = SV + Q + Imp + Sa + St + I + Bf ± T dove: PLV = Produzione Lorda Vendibile SV= Spese varie Q = Quote di reintegra/ammortamento, manutenzione, assicurazione Imp = Imposte Sa = Salari St = Stipendi I = Interessi (il compenso per il capitale di esercizio) Bf = Beneficio fondiario (il compenso per il capitale fondiario) T = Tornaconto, utile o profitto (+/-), il compenso per l attività imprenditoriale Con il bilancio viene evidenziata la distribuzione della ricchezza creata dall impresa compensi fattori esterni azienda lavoro capitale d esercizio terra PLV = SV + Q amm,man,ass + Imp + Sa + St + I + Bf ± T compensi fattori interni azienda impresa Esempio di conto economico, azienda famigliare - SV Imp Q amm,m,ass PLV (Bf canone effettivo Bf imputato 1.500) - (Sa, St (Oneri sociali) (imputato)) - (I effettivi I cap. esercizio 6.500) 3

4 Produzione Lorda Vendibile (PLV) Ricavi dalle vendite Autoconsumi Compensi in natura Anticipazioni colturali e rimanenze finali Anticipazioni colturali e rimanenze iniziali Quote (Q) Quote reintegra/ammortamento (macchine e fabbricati) Quote manutenzione (macchine e fabbricati) Quote assicurazione Spese Varie (SV) Coprono i costi di acquisto dei fattori a logorio totale materie prime ed energia (piantine, benzina,...) consulenze spese generali e fondiarie Quote reintegra/ammortamento Coprono i costi di acquisto dei fattori a logorio parziale (es. macchine, fabbricati,...) accantonamenti annui per riacquisti (reintegra) oppure ammortamenti in caso di mutuo V iniz. V fin. Durata n macchine e fabbricati - durate reali - obsolescenza (superamento tecnologico) - dati durata macchine e fabbricati riportati sui manuali - dati imposti/suggeriti dal fisco Vita media durata n Quote manutenzione potrebbero anche essere incluse nelle Spese Varie (SV), anche in relazione ad una possibile distinzione tra: - manutenzione ordinaria - manutenzione straordinaria Importanti relazioni (inverse) fra quote manutenzione e reintegra/ammortamento Qreint Qm Due diverse prospettive (ricostruzione capitale; pagamento mutuo): Qreint = (V iniz. -V fin.) r q n - 1 r q n Qamm = (V iniz.-v fin.) q n - 1 Quote assicurazione premi assicurativi su macchine e fabbricati 4

5 Imposte e contributi (Imp) Contributi Previdenziali a carico del datore di lavoro in relazione alla quantità e il tipo di lavoro. I contributi vanno pagati anche dall imprenditore e dai membri della sua famiglia occupati nell azienda. Consortili per aziende che fanno parte di Consorzi di bonifica, e sono facilmente ricavabili dalle cartelle esattoriali Imposte (Imp) Dirette colpiscono il reddito o il patrimonio = segnali più diretti della ricchezza di un soggetto Indirette colpiscono il consumo o i trasferimenti di ricchezza = segnali indiretti del fatto che l'individuo possiede un reddito o un patrimonio Aliquote: IRPEF: progressiva IRES (27,5%), IMU, IVA, IRAP: fisse IRPEF IRES (ex IRPEG) IRAP IMU (ex ICI) IVA (IVA incassata IVA pagata) Imposta di successione (4-8% valore immobile, con franchigia esente 1M per coniuge e figli) 5

6 IVA IVA 6

7 Il reddito agrario è il reddito attribuibile a chi (proprietario, affittuario ecc.) utilizza un terreno agricolo ed è rappresentato dalla somma dell interesse del capitale d esercizio e del compenso del lavoro direttivo. I dati del RD e del RA sono disponibili presso le Agenzie del Territorio (ex Uffici Tecnici Erariali) Fonte : Comune di Abbadia San Salvatore (Siena) (dati in lire) Lavoro: salari e stipendi (Sa, St) Costi espliciti: imputati in base al costo del lavoro effettivamente pagato, generalmente si comprendono oneri sociali e imposte pagate dal datore di lavoro. Oneri sociali famiglia coltivatrice = ± /anno Costi impliciti: relativi ai coltivatori diretti, imputati in base a fattori soggettivi; in genere 20-30% meno del salario di mercato, questo anche perché non comprendono le imposte. Salario orario mercato = ± /h Salario coltivatore diretto = ± 8-12 /h Non di rado, soprattutto tra le ditte boschive, viene impiegato lavoro irregolare a costi decisamente inferiori (25-40 /giornata) Il contratto rinnovato nel 2010 avrà una durata triennale ( ). Si prevede un aumento retributivo complessivo a regime di 70,00 al 2 livello. L aumento medio concordato è pari a circa il 5,9%. In base a parametri standard, un salariato/coltivatore diretto lavora max ore/anno 7

8 Interessi sui capitali di esercizio (I) Si applica un saggio (r) al capitale: prodotti di scorta (valore mediamente presente) capitale di anticipazione (liquidità: C/c oppure % costi espliciti in riferimento all indirizzo dell azienda) Inoltre, può essere calcolato un interesse sul valore attualizzato delle macchine e infrastrutture, se il loro ammortamento o reintegra è calcolato in modo lineare (valore/n. anni di vita) Con l attuale costo del denaro: r 3-5 % Nel bilancio ragionieristico sono conteggiati i soli interessi effettivamente pagati su: prestiti mutui capitale di anticipazione Beneficio fondiario (Bf) Modalità di calcolo: Bilancio economico: canoni effettivamente pagati o interesse dell 1-2% sul valore di mercato del capitale fondiario o, in assenza di costi espliciti, si fa riferimento agli affitti sul libero mercato (non a condizioni di equo canone); per esempio ai contratti in deroga come da art. 45 legge del 1982 Bilancio ragionieristico: canoni effettivi Canoni di affitto per le principali forme di coltura _ Euro/ha/ anno (A.Povellato, 2006 Informatore agrario) 8

9 Oltre alla classificazione dei costi in SV, Q, Imp, Sa, St, I e Bf ci sono altre due modalità di classificazione dei costi: 1. Costi fissi e costi variabili Costi fissi (CF): Quote di ammortamento, di assicurazione, di manutenzione dei capitali fissi Costo dei lavoratori fissi Interessi sui capitali fissi Canoni Imposte Costi specifici: possono essere attribuiti alle singole attività (piantine per piantagione) Costi plurimi: congiuntamente sostenuti per due o più attività (ammortamento di un trattore) Costi generali: sostenuti per l impresa complessivamente intesa (contributi consortili, illuminazione, gestione amministrativa, ) Costi congiunti Distinzione utile per l esame di attività separate svolte dall impresa (ad esempio: produzione di alberi di Natale e gestione di un bosco semi-naturale) Fonti di informazioni sui prezzi e altre variabili economiche: Rivista Sherwood (prezzi macchine forestali, attrezzature, legname - anche pioppo) Rivista Macchine e Motori (prezzi macchine agricole) Rivista Il contoterzista (prezzi delle diverse operazioni di coltivazione eseguite da imprese terze) Siti web: legname = borse del legno; terreni = Valori Agricoli Medi (VAM) provinciali Appendice 3 libro prof. Merlo Annuari dell agricoltura e foreste ISTAT (prelievi valori medi su strada del legname) Annuari dell Agricoltura Italiana dell INEA (valori medi fondiari) Riviste: Il Legno, Mondo Legno e Xilon (assortimenti legnosi semilavorati come segati, pannelli, compensati, ) Bollettini delle Camere di Commercio (prezzi dei prodotti agricoli e forestali più comuni nella provincia: AL pioppo; VT castagno; TN abete rosso; ) Sito FAO (FAOSTAT), EUROSTAT e del Comitato Legno UN-ECE (più tempestivi dell ISTAT!) Valori differenziali (indicatori) Sui dati del bilancio vengono calcolati diversi valori differenziali o indicatori di bilancio che consentono di evidenziare diversi aspetti dell andamento economico dell impresa per finalità diverse (gestione aziendale, politiche settoriali, stime, ) 9

10 Indicatori con finalità micro-economiche (aziendalistiche), ma talvolta anche di politica agraria: Altri indicatori d importanza a livello micro: Indicatori differenziali per analisi a livello macroeconomiche PLV - SV = VA - Q = PNs Imp = Sa - St = RN - I = Rf - Bf = ±T Valore Aggiunto Prodotto Netto sociale PNa - Prodotto Netto aziendale = Reddito Netto del coltivatore diretto senza salariati Tornaconto o Profitto (imprenditore puro) I valori differenziali tradizionali ricavati scalando in verticale Reddito Netto dell imprenditore in economia con salariati Reddito Netto dell imprenditore proprietario fondiario 10

11 Due tipi di indici: Indici di efficienza tecnica ed economica: attenzione alle relazioni tra variabili tecniche ed economiche Quozienti di bilancio: attenzione alle relazioni tra variabili finanziarie Indici di reddito e produzione: RN per ettaro di bosco e unità lavorativa PLV per ettaro di bosco e unità lavorativa Indici dei capitali impiegati e delle tecniche produttive: Provvigione per ettaro di bosco o unità lavorativa Investimenti in capitali di esercizio per ettaro di bosco o unità lavorativa Salari per ettaro di bosco Anche esterni all attività agricola e forestale Ad esempio, per imprenditori proprietari che forniscono anche il capitale di esercizio: Bf + I ±T + crediti + proventi finanziari diversi ROE = capitale fondiario e di esercizio - indebitamento Ad esempio, il ROI per una segheria è dato dal risultato operativo della trasformazione del legname grezzo in segati rapportato al capitale impiegato per la produzione degli stessi, senza alcun riferimento ad oneri e proventi finanziari dell imprenditore legati ad altre attività 11

12 Schema bilancio patrimoniale Dal bilancio economico In analogia a quanto di norma effettato nell economia zootecnica, Merlo ha proposto, per la stima della variazione del valore annuale di un bosco, l utilizzo dell indicatore contabile Utile Lordo Bosco ULB consente di stimare la variazione effettiva del valore capitale del bosco (dovuta agli incrementi annuali e alla variazione dei prezzi), indipendentemente dalle attività di prelievo effettivamente svolte nel fondo. 12

13 I bilanci parziali = l analisi isolata di aspetti specifici dell azienda I bilanci parziali si possono applicare: a singole colture (la gestione di un ceduo in una azienda agro-forestale) a singole operazioni colturali (diradamento, potatura, ) a processi di trasformazione (vendita su strada, ) a miglioramenti fondiari (conversione di un ceduo, costruzione di una strada forestale, ) Evidentemente l ULB può anche essere - anche senza prelievi - negativo, per effetto dell andamento dei prezzi e/o della perdita di massa per fattori accidentali Nel seguito consideriamo due casi applicativi: Il valore di macchiatico L utilizzo di una macchina forestale Il valore di macchiatico di un lotto boschivo è il valore delle piante in piedi. Si ottiene a partire dal valore degli assortimenti ricavati dal lotto su strada camionabile ( all imposto o a piè di bosco ) detratti tutti i costi connessi alla martellata, taglio, assortimentazione, (scortecciatura), esbosco, accatastamento Il prezzo di macchiatico (PM) è il prezzo dell unità di volume (mc, mst) o peso (q, ton) di un lotto boschivo. 13

14 Valore dei due lotti? Lotto 150 mc di misure normali 40 mc di botoli 25 mc di sottomisure Condizioni generali di mercato Taglio, allestimento ed esbosco Spese generali (martellata, amministrative, sorveglianza: 10%) 20 Euro/mc 2 Euro/mc Prezzo di macchiatico: 68 Euro/mc Cedui, boschi poveri Boschi poveri (raro) Forma + comune per altofusti in Italia Obiettivo di politica for. (spec. nel nord est) 14

15 Molti lotti boschivi hanno PM negativi o così bassi da non motivare il proprietario alla vendita. Evidentemente la qualità delle piante (e la possibilità di economie di scala) influenza la possibilità di avere PM positivi Il calcolo del valore di macchiatico può essere utile anche per l analisi della convenienza nella vendita di legname (in piedi, su strada, ma - al limite - anche in piazzale di fabbrica) tra diverse alternative Principio di trasportabilità relativa del legname (Duerr) Nelle condizioni di mercato delle produzioni forestali italiane il legname che al consumo ha prezzi relativamente bassi può provenire solo da aree di approvvigionamento di poche decine di km Bassi prezzi ai produttori Lavoro irregolare Sottofatturazione Viaggi di recupero 15

16 Elementi conoscitivi per la stima dei costi fissi r Qreint = (V 0 - V n ) q n - 1 r q n Qamm = (V 0 V n ) q n - 1 V 0 -V n Q = n Valore a nuovo (V 0 ): prezzo di listino, prezzo di listino più IVA, prezzo chiavi in mano nel sito dell acquirente Valore di recupero (V n ): in assenza di dati certi, 10% del valore a nuovo n = durata tecnica (fisica) o vita economica (vd. costi di manutenzione e modelli più evoluti) in anni. Le Quote (annuali) vanno riferite al numero di ore lavorate (effettive o secondo standard = valori medi) Vita media della macchina e coefficienti di manutenzione Parametri medi assunti in 5 diverse tipologie di calcolo dei costi macchina Variabile Metodo di calcolo CMC FAO 1 HIPPO 2 LA-MA 3 MIYATA 4 Trattore Vita media (anni) Durata tecnica (ore) n.d. Giorni teorici annui n.d. 250 Giorni operativi annui n.d. 100 n.d. n.d. Ore effettive al giorno 3-5 4,2 5 n.d. 8 Ore effettive all anno Motosega Vita media (anni) n.d. 1 Durata tecnica (ore) n.d. n.d. Giorni teorici annui n.d. 250 Giorni operativi annui n.d. 120 n.d. n.d. Ore effettive al giorno 4-6 4,2 5 n.d. 8 Ore effettive all anno n.d Fonte: Pettenella e Cutolo (1987) Fonte: Piegai, Frattini, Pettenella (2008) 16

17 Un metodo sintetico (molto grezzo) proposto dalla Forestry Commission (UK) Costo orario = x 3 /5.000 = = 24 Walking machine della Timberjack 17

18 Costi totali annui / tempo = costo orario Costi reali costi teorici V p V a K + MR 3 criteri di riferimento: Il criterio del valore capitale Il criterio del reddito Il criterio del saggio di fruttuosità L utilizzo dei 3 criteri offre risultati del tutto coerenti; le formule consentono di evidenziare 3 aspetti diversi della convenienza Esaminiamo i 3 criteri con riferimento al problema della stima della valutazione di una strada forestale dove: V p = valore del fondo post costruzione della strada V a = valore del fondo prima della costruzione della strada K = costi costruzione strada MR = mancati redditi Formula sviluppata per evidenziare il valore patrimoniale del fondo 18

19 RN p RN a (K + MR) r Tasso di interesse alternativo o per prestiti bancari dove: RN p = reddito netto del fondo post costruzione della strada RN a = reddito netto del fondo prima della costruzione della strada K = costi costruzione strada MR = mancati redditi r = saggio di interesse Formula sviluppata per evidenziare il costo del capitale impiegato Perché la costruzione della strada sia conveniente è necessario che, a parità di rischio, r 0 r Formula sviluppata per evidenziare il tasso di rendimento dell investimento rispetto ad ipotesi alternative 19

20 20

IL BILANCIO AZIENDALE. come strumento strategico decisionale

IL BILANCIO AZIENDALE. come strumento strategico decisionale IL BILANCIO AZIENDALE come strumento strategico decisionale Il bilancio fornisce un quadro della situazione economica, finanziaria e patrimoniale dell'azienda È strumento di comunicazione, interna ed esterna,

Dettagli

LA PRODUZIONE CAP. 4 SISTEMA PRODUTTIVO

LA PRODUZIONE CAP. 4 SISTEMA PRODUTTIVO LA PRODUZIONE CAP. 4 Produzione: si intende l impiego di beni materiali e servizi quali fattori della produzione per ottenere altri beni e servizi di maggiore utilità. INPUT Fattori della produzione SISTEMA

Dettagli

LA PRODUZIONE. Le imprese si classificano in base ai beni prodotti e alla figura dell imprenditore:

LA PRODUZIONE. Le imprese si classificano in base ai beni prodotti e alla figura dell imprenditore: LA PRODUZIONE La produzione è l attività umana che crea o aumenta l utilità dei beni. Si attua mediante trasformazione, trasporto, conservazione. I mezzi tecnici della produzione sono combinati nell azienda

Dettagli

Corso di ragioneria generale ed applicata Prof. Paolo Congiu A. A. 2013-2014 IMPOSTE DIRETTE SOCIETÀ DI CAPITALI IRES

Corso di ragioneria generale ed applicata Prof. Paolo Congiu A. A. 2013-2014 IMPOSTE DIRETTE SOCIETÀ DI CAPITALI IRES Corso di ragioneria generale ed applicata Prof. Paolo Congiu A. A. 2013-2014 1 IMPOSTE DIRETTE SOCIETÀ DI CAPITALI IRES Imposta proporzionale sui redditi complessivi delle società. Risultato di bilancio

Dettagli

I MIGLIORAMENTI FONDIARI Cap. 9, pagg. 236-247

I MIGLIORAMENTI FONDIARI Cap. 9, pagg. 236-247 I MIGLIORAMENTI FONDIARI Cap. 9, pagg. 236-247 Sono investimenti che vengono fatti in agricoltura e che riguardano il Capitale Fondiario Un investimento è un impiego di denaro in un attività produttiva

Dettagli

Esercitazione Bilancio Economico Consuntivo di un azienda agricola

Esercitazione Bilancio Economico Consuntivo di un azienda agricola Esercitazione Bilancio Economico Consuntivo di un azienda agricola Corso in Economia applicata alle risorse naturali. 2003-2004 A cura di: Roberto Fratini, Francesco Riccioli e Claudio Fagarazzi 1 1. DESCRIZIONE

Dettagli

ECONOMIA POLITICA. Modulo 1. Modulo 3. Modulo 4. Modulo 2. Il sistema economico. Il mercato. La moneta, le banche e i titoli di credito

ECONOMIA POLITICA. Modulo 1. Modulo 3. Modulo 4. Modulo 2. Il sistema economico. Il mercato. La moneta, le banche e i titoli di credito Indice IV ECONOMIA POLITICA Il sistema economico Le basi dell economia 1 La scienza economica 3 2 Evoluzione del pensiero economico 4 U.D. 2 Gli elementi del sistema economico 1 Lo scambio 11 2 I beni

Dettagli

Responsabile scientifico del Progetto: Prof. Leonardo Casini

Responsabile scientifico del Progetto: Prof. Leonardo Casini Progetto di ricerca: La multifunzionalità dell agricoltura nelle zone montane marginali: una valutazione qualitativa, quantitativa e monetaria degli impatti ambientali economici e sociali Responsabile

Dettagli

CRITERI DI RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA DELLO STATO PATRIMONIALE

CRITERI DI RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA DELLO STATO PATRIMONIALE CRITERI DI RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA DELLO STATO PATRIMONIALE ATTIVITA : RAGGRUPPARE GLI ELEMENTI ATTIVI DEL CAPITALE IN RELAZIONE ALLA LORO ATTITUDINE A PROCURARE MEZZI DI PAGAMENTO, ATTRAVERSO LA

Dettagli

IL BILANCIO DI ESERCIZIO

IL BILANCIO DI ESERCIZIO IL BILANCIO DI ESERCIZIO Mette in evidenza il risultato della gestione annuale e deriva dal sistema contabile il cui scopo è la registrazione di tutti i fatti gestionali che hanno effetti sulle variazioni

Dettagli

Riclassificazione del bilancio. Vedere sussidio didattico sul bilancio

Riclassificazione del bilancio. Vedere sussidio didattico sul bilancio Riclassificazione del bilancio Vedere sussidio didattico sul bilancio RAGIONI DELLA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA DELLO STATO PATRIMONIALE raggruppare i valori delle attività e delle passività in poche

Dettagli

Giudizi di convenienza sull esecuzione di un miglioramento fondiario

Giudizi di convenienza sull esecuzione di un miglioramento fondiario DIPARTIMENTO di AGRARIA Corso di Laurea in SCIENZE E TECNOLOGIE AGRARIE Classe L-25: Classe delle lauree in Scienze e Tecnologie Agrarie e Forestali Anno accademico 2012-2013 Corso integrato Economia e

Dettagli

Il Bilancio e i Principi Internazionali IAS-IFRS: Il Conto Economico e il Rendiconto finanziario. anno accademico 2007-2008 Valentina Lazzarotti

Il Bilancio e i Principi Internazionali IAS-IFRS: Il Conto Economico e il Rendiconto finanziario. anno accademico 2007-2008 Valentina Lazzarotti Il Bilancio e i Principi Internazionali IAS-IFRS: Il Conto Economico e il Rendiconto finanziario anno accademico 2007-2008 Valentina Lazzarotti 1 Il Conto Economico Il prospetto di CE può essere redatto:

Dettagli

Riclassificazione del bilancio

Riclassificazione del bilancio Riclassificazione del bilancio 02 2015-2016 Vedere sussidio didattico sul bilancio SIGNIFICATO DI RICLASSIFICAZIONE DEI DOCUMENTI DEL BILANCIO raggruppare i valori presenti nei documenti di bilancio in

Dettagli

Oggetto: Bando per la ristrutturazione e l ammodernamento del settore agricolo PIANO DI SVILUPPO AZIENDALE/BUSINESS PLAN

Oggetto: Bando per la ristrutturazione e l ammodernamento del settore agricolo PIANO DI SVILUPPO AZIENDALE/BUSINESS PLAN COMUNE DI VIGGIANO Provincia di Potenza ALL. 3 Piano di Sviluppo aziendale / Business Plan Oggetto: Bando per la ristrutturazione e l ammodernamento del settore agricolo PIANO DI SVILUPPO AZIENDALE/BUSINESS

Dettagli

IL BUDGET ECONOMICO, FINANZIARIO, PATRIMONIALE

IL BUDGET ECONOMICO, FINANZIARIO, PATRIMONIALE Newsletter Phedro settembre 2007 IL BUDGET ECONOMICO, FINANZIARIO, PATRIMONIALE IL BUDGET ECONOMICO Il budget economico deriva dal consolidamento dei budget settoriali e dei costi programmati per il successivo

Dettagli

Esercitazione sul bilancio. Vedere sussidio didattico sul bilancio

Esercitazione sul bilancio. Vedere sussidio didattico sul bilancio Esercitazione sul bilancio Vedere sussidio didattico sul bilancio LA SOCIETA ALFA FASI costituzione dell azienda; gestione dell azienda; determinazione dei risultati. OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONCETTI

Dettagli

Esercitazione sul bilancio

Esercitazione sul bilancio Esercitazione sul bilancio 03 2012-2013 Vedere sussidio didattico sul bilancio LA SOCIETA ALFA FASI costituzione dell azienda; gestione dell azienda; determinazione dei risultati. OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

Dettagli

ESTIMO FORESTALE. Davide Pettenella. Introduzione. Il mercato Mercato internazionale Il sistema foresta-legno italiano. Valutazione degli investimenti

ESTIMO FORESTALE. Davide Pettenella. Introduzione. Il mercato Mercato internazionale Il sistema foresta-legno italiano. Valutazione degli investimenti Immagination is more important than knowledge (A.Einstein) Introduzione ESTIMO FORESTALE Davide Pettenella Molte persone sanno il prezzo delle cose, pochi ne conoscono il valore (Oscar Wilde) 17 dicembre

Dettagli

Pianificazione economico-finanziaria Prof. Ettore Cinque. Modelli e tecniche di simulazione economico-finanziaria

Pianificazione economico-finanziaria Prof. Ettore Cinque. Modelli e tecniche di simulazione economico-finanziaria Modelli e tecniche di simulazione economico-finanziaria Bilanci preventivi e piani finanziari perché utilizzarli? Simulazione di scenari e valutazione impatto variabili di business Analisi compatibilità

Dettagli

SCHEDA MATERIA INDIRIZZO PROFESSIONALE. ECONOMIA AGRARIA E DELLO SVILUPPO TERRITORIALE (Materia)

SCHEDA MATERIA INDIRIZZO PROFESSIONALE. ECONOMIA AGRARIA E DELLO SVILUPPO TERRITORIALE (Materia) SCHEDA MATERIA INDIRIZZO PROFESSIONALE ECONOMIA AGRARIA E DELLO SVILUPPO TERRITORIALE (Materia) COMPETENZE SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO Allegato A Linee guida DPR 88/2010 assistere le entità produttive

Dettagli

Esercizi sulle imposte per il corso di Scienza delle finanze a.a. 2015-16 (Clea)

Esercizi sulle imposte per il corso di Scienza delle finanze a.a. 2015-16 (Clea) Esercizi sulle imposte per il corso di Scienza delle finanze a.a. 2015-16 (Clea) Gli esercizi servono per verificare se avete capito la logica, la struttura di un imposta. Pertanto, quando fate il compito

Dettagli

6.932.528,46 PREZZO DI LISTINO ESCLUSA IVA

6.932.528,46 PREZZO DI LISTINO ESCLUSA IVA DATI CONOSCITIVI RILEVATI FONTE INFORMATIVA VALORI CONSIDERATI ( valutati con prudenza) forma giuridica S.r.L. macchinari ( linea completa di produzione ) 6.932.528,46 PREZZO DI LISTINO ESCLUSA IVA -http://italian.alibaba.com

Dettagli

INTRODUZIONE ALL ESTIMO CAP. 7

INTRODUZIONE ALL ESTIMO CAP. 7 INTRODUZIONE ALL ESTIMO CAP. 7 Appunti di estimo Di che cosa si occupa l estimo? L estimo si occupa della stima dei beni economici, ossia quelli presenti in natura in quantità limitata. Per questi beni

Dettagli

Bilancio (PROVA) DESCRIZIONE AZIENDA

Bilancio (PROVA) DESCRIZIONE AZIENDA Bilancio (PROVA) L imprenditrice agricola professionale xxxxx possiede e gestisce un fondo di circa 45 ettari situato nel comune di xxxxx, provincia di xxx. L imprenditrice vuole valutare la convenienza

Dettagli

Gestione forestale buone pratiche e valorizzazione dei prodotti legnosi quali strumenti per rilanciare l economia montana

Gestione forestale buone pratiche e valorizzazione dei prodotti legnosi quali strumenti per rilanciare l economia montana Gestione forestale buone pratiche e valorizzazione dei prodotti legnosi quali strumenti per rilanciare l economia montana 1 Tarvisio, 8 marzo 2013 Studio Tecnico Forestale Provincia di Trento 6.206 km2

Dettagli

IL BILANCIO AZIENDALE

IL BILANCIO AZIENDALE IL BILANCIO AZIENDALE come strumento strategico decisionale Matteo Legnani Il bilancio Strumento di comunicazione interna e esterna Possibili destinatari: Imprenditore Economista Politico Estimatore Funzionario

Dettagli

Scegliere gli investimenti

Scegliere gli investimenti 1-1 Finanza Aziendale Prof. Arturo Capasso 6 Scegliere gli investimenti A. con il metodo del valore attuale netto 1- Argomenti Come si determinano i flussi di cassa da attualizzare Le decisioni di investimento

Dettagli

CASO DI STUDIO. La AG ha finanziato gli acquisti suddetti ricorrendo ad un mutuo per complessive 550 mila e per il resto ad indebitamento bancario.

CASO DI STUDIO. La AG ha finanziato gli acquisti suddetti ricorrendo ad un mutuo per complessive 550 mila e per il resto ad indebitamento bancario. CASO DI STUDIO La società AG è stata costituita il 2 gennaio 2010, con capitale sociale di L. 400 mila euro interamente sottoscritto dalla holding del gruppo Aldegheri, operante nel settore agro-alimentare.

Dettagli

Redditività delle colture forestali energetiche a ciclo breve

Redditività delle colture forestali energetiche a ciclo breve Torna all indice Convegno di Studio: Le biomasse agricole e forestali nello scenario energetico nazionale Progetto Fuoco (Verona 18-19 Marzo 24) Redditività delle colture forestali energetiche a ciclo

Dettagli

Gli strumenti metodologici dell economia forestale. Parte 4

Gli strumenti metodologici dell economia forestale. Parte 4 Gli strumenti metodologici dell economia forestale Parte 4 1 Il concetto di sviluppo economico sostenibile con la conservazione ambientale Matematica Finanziaria 4 Sviluppo economico La filiera Foresta

Dettagli

CONTO ECONOMICO CONTABILE CONTO ECONOMICO CONTABILE

CONTO ECONOMICO CONTABILE CONTO ECONOMICO CONTABILE CONTO ECONOMICO CONTABILE CONTO ECONOMICO CONTABILE Struttura Criterio di di classificazione Costi, ricavi e rimanenze Per natura Per natura Forma A sezioni contrapposte I LIMITI DELLA STRUTTURA A COSTI

Dettagli

Svolgimento Tema di Economia d azienda

Svolgimento Tema di Economia d azienda Svolgimento a cura di Lucia Barale Pag. 1 a 10 Esame di Stato 2015 Indirizzi: Tecnico della Gestione Aziendale ad Indirizzo Linguistico Tecnico della Gestione Aziendale ad Indirizzo Informatico Svolgimento

Dettagli

Finanziaria 2008. www.governo.it. Consiglio dei Ministri del 28.09.2007 FISCO. Ministero dell Economia e delle Finanze.

Finanziaria 2008. www.governo.it. Consiglio dei Ministri del 28.09.2007 FISCO. Ministero dell Economia e delle Finanze. Consiglio dei Ministri del 28.09.2007 FISCO Fisco semplice per i piccoli imprenditori Addio libri contabili, Iva e Irap. Per le piccole imprese solo un forfait. Un milione di imprenditori minimi e marginali,

Dettagli

Capitolo 2. Stima dei fondi rustici

Capitolo 2. Stima dei fondi rustici Capitolo 2 Stima dei fondi rustici 2.1 L oggetto della valutazione Per fondi rustici si intendono aziende agricole o appezzamenti di varia dimensione. La valutazione può essere: a cancelli aperti (determina

Dettagli

AZIENDA AGRICOLA DIMOSTRATIVA SRL

AZIENDA AGRICOLA DIMOSTRATIVA SRL AZIENDA AGRICOLA DIMOSTRATIVA SRL Sede in VIA PALLODOLA 23 SARZANA Codice Fiscale 00148620115 - Numero Rea P.I.: 00148620115 Capitale Sociale Euro 844.650 Bilancio al 31-12-2014 Gli importi presenti sono

Dettagli

L inquadramento teorico

L inquadramento teorico I preventivi economicofinanziari L inquadramento teorico Università di Pisa Le previsioni economiche: i ricavi di vendita Solitamente la prima variabile ad essere stimata corrisponde ai ricavi di vendita

Dettagli

PERCORSO FORMATIVO L AMMINISTRATORE IMMOBILIARE: professionista domani CONDOMINIO E FISCO Parte seconda

PERCORSO FORMATIVO L AMMINISTRATORE IMMOBILIARE: professionista domani CONDOMINIO E FISCO Parte seconda PERCORSO FORMATIVO L AMMINISTRATORE IMMOBILIARE: professionista domani CONDOMINIO E FISCO Parte seconda IMPOSTE TASSE CONTRIBUTI - IMPOSTA prelievo coattivo di ricchezza senza specifica prestazione di

Dettagli

Allegato B) al Decreto dell Assessore dell Agricoltura n. 368/DecA/26 del 14.03.2012 -

Allegato B) al Decreto dell Assessore dell Agricoltura n. 368/DecA/26 del 14.03.2012 - Allegato B) al Decreto dell Assessore dell Agricoltura n. 368/DecA/26 del 14.03.2012 - PIANO DI SVILUPPO AZIENDALE E BUSINESS PLAN 1 PARTE DESCRITTIVA A DESCRIZIONE DELL IMPRESA Presentazione dell'impresa

Dettagli

Appendice A: il calcolo dei flussi nella valutazione degli investimenti

Appendice A: il calcolo dei flussi nella valutazione degli investimenti 16 18-12-2007 19:11 Pagina 465 Le decisioni di lungo termine: gli elementi necessari alla valutazione di un investimento 465 rischio dei manager potrebbe condizionare il rifiuto di un progetto con un van

Dettagli

La gestione aziendale, il reddito e il patrimonio

La gestione aziendale, il reddito e il patrimonio 1 di 6 La gestione aziendale, il reddito e il patrimonio Come possono essere classificate le operazioni di gestione? La gestione aziendale è l insieme coordinato di operazioni attraverso le quali l impresa

Dettagli

GLI SCHEMI DI RICLASSIFICAZIONE

GLI SCHEMI DI RICLASSIFICAZIONE GLI SCHEMI DI RICLASSIFICAZIONE Si differenziano soprattutto per il trattamento delle poste patrimoniali. Il criterio della liquidità/esigibilità: attività in ordine di liquidità decrescente, passività

Dettagli

Corso di Estimo Rurale

Corso di Estimo Rurale Corso di Estimo Rurale C.so di Laurea SPMA (Cerignola) Lezione n.2: a)stima dei Fondi rustici; b) Stima dei fabbricati rurali Dott. PROSPERI Maurizio Universita' degli Studi di Foggia Facolta' di Agraria

Dettagli

Gli aspetti economici di stima

Gli aspetti economici di stima Gli aspetti economici di stima Generalità Per aspetto economico o criterio di stima si intende il tipo di valore che si intende attribuire a un bene economico. Per tipo di valore si intende uno schema

Dettagli

Anno accademico 2015/2016

Anno accademico 2015/2016 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Scienze aziendali, economiche e metodi quantitativi Corso di laurea magistrale Economia Aziendale, Direzione Amministrativa e Professione Corso di Bilanci secondo i principi

Dettagli

La contabilità ed il bilancio delle imprese agricole. L approccio economico-agrario tradizionale e la normativa nazionale e internazionale

La contabilità ed il bilancio delle imprese agricole. L approccio economico-agrario tradizionale e la normativa nazionale e internazionale La contabilità ed il bilancio delle imprese agricole. L approccio economico-agrario tradizionale e la normativa nazionale e internazionale Sintesi lezione corso PAS del 8/05/2014 Maria Andreoli 1 Sintesi

Dettagli

Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario. Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014

Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario. Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014 Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014 Il Piano Economico Finanziario Il piano economico-finanziario costituisce la porzione più

Dettagli

La redazione del bilancio preventivo. Determinazione del fabbisogno finanziario, scelte di copertura e sintesi dei risultati

La redazione del bilancio preventivo. Determinazione del fabbisogno finanziario, scelte di copertura e sintesi dei risultati Michele Pisani La redazione del bilancio preventivo modulo 4 Determinazione del fabbisogno finanziario, scelte di copertura e sintesi dei risultati Le macro-fasi di redazione del preventivo operazioni

Dettagli

Esame di Stato anno scolastico 2011/2012 Svolgimento Tema di Economia aziendale

Esame di Stato anno scolastico 2011/2012 Svolgimento Tema di Economia aziendale Esame di Stato anno scolastico 2011/2012 Svolgimento Tema di Economia aziendale Il tema assegnato per la seconda prova di Economia aziendale nell'indirizzo I.G.E.A. è incentrato sulla differenza tra reddito

Dettagli

INDICI DI BILANCIO. Lo stato patrimoniale, riclassificato, assume la forma che schematizziamo di seguito:

INDICI DI BILANCIO. Lo stato patrimoniale, riclassificato, assume la forma che schematizziamo di seguito: INDICI DI BILANCIO L analisi per indici del bilancio consiste nel calcolare, partendo dai dati dello Stato patrimoniale e del Conto economico, opportunamente revisionati e riclassificati, indici (quozienti,

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO IL CONTROLLO DI GESTIONE: LA CONTABILITÁ ANALITICA

GUIDA DI APPROFONDIMENTO IL CONTROLLO DI GESTIONE: LA CONTABILITÁ ANALITICA WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO IL CONTROLLO DI GESTIONE: LA CONTABILITÁ ANALITICA A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO LA NOZIONE E LE CARATTERISTICHE DELLA CONTABILITÀ ANALITICA...

Dettagli

La produzione. Produzione

La produzione. Produzione La produzione Produzione > La produzione è attività che consiste nella combinazione di fattori produttivi (input) e nella loro trasformazione in prodotti (output) direttamente consumabili destinati ad

Dettagli

La dimensione economico finanziaria del business plan. Davide Moro

La dimensione economico finanziaria del business plan. Davide Moro La dimensione economico finanziaria del business plan Davide Moro I prospetti economico finanziari Da cosa è costituito un prospetto economicofinanziario Un preventivo economico-finanziario completo richiede

Dettagli

miglioramenti fondiari e il costo di esercizio delle macchine Prof. Giorgio Zagnoli

miglioramenti fondiari e il costo di esercizio delle macchine Prof. Giorgio Zagnoli La valutazione economica dei miglioramenti fondiari e il costo di esercizio delle macchine Prof. Giorgio Zagnoli Dipartimento di Economia e Ingegneria Agrarie ALMA MATER - Università di Bologna macchine

Dettagli

Informazioni sul Conto economico

Informazioni sul Conto economico Informazioni sul Conto economico Ricavi 5.a Ricavi delle vendite e delle prestazioni - Euro 327,6 milioni I Ricavi delle vendite e delle prestazioni sono così composti: Vendita di energia - 374,4 (374,4)

Dettagli

CL Medicina Veterinaria

CL Medicina Veterinaria CL Medicina Veterinaria Anno Accademico 2014-15 il bilancio aziendale indice degli argomenti 1. bilancio economico: definizione e tipologie diapositive 2 2. equazione di bilancio diapositive 5 3. struttura

Dettagli

DINAMICA DEI FLUSSI FINANZIARI. Docente: Prof. Massimo Mariani

DINAMICA DEI FLUSSI FINANZIARI. Docente: Prof. Massimo Mariani DINAMICA DEI FLUSSI FINANZIARI Docente: Prof. Massimo Mariani 1 SOMMARIO Analisi finanziaria: i flussi di cassa I flussi di cassa: le 4 aree gestionali Il flusso di cassa della gestione corrente I flussi

Dettagli

La valutazione degli degli investimenti reali reali

La valutazione degli degli investimenti reali reali Teoria della Finanza Aziendale La valutazione degli investimenti reali 5 1-2 Argomenti Dai valori mobiliari agli investimenti reali Analisi dei progetti di investimento Determinazione dei flussi di cassa

Dettagli

TRACCIA A ESERCIZIO 1

TRACCIA A ESERCIZIO 1 TRACCIA A ESERCIZIO 1 Nel corso del 2009 la ditta individuale Verdi ha effettuato, tra le altre, le operazioni di gestione di seguito riportate. Presentare le scritture a libro giornale (gestione e assestamenti;

Dettagli

Reddito d esercizio e Capitale di funzionamento (I parte)

Reddito d esercizio e Capitale di funzionamento (I parte) Reddito d esercizio e Capitale di funzionamento (I parte) 1 REDDITO flusso di ricchezza che, in un definito arco temporale di vita dell impresa, per effetto della gestione,! incrementa il valore del capitale

Dettagli

12 L ECONOMICITA AZIENDALE. 14 ottobre 2005 Ragioneria Generale e Applicata 1

12 L ECONOMICITA AZIENDALE. 14 ottobre 2005 Ragioneria Generale e Applicata 1 12 L ECONOMICITA AZIENDALE 14 ottobre 2005 Ragioneria Generale e Applicata 1 L economicità Tutte le aziende, per poter conseguire i propri fini, devono essere in grado di operare in condizioni di: -autonomia

Dettagli

Ciclo di formazione per PMI Contabilità aziendale

Ciclo di formazione per PMI Contabilità aziendale Ciclo di formazione per PMI Contabilità aziendale Desiderate aggiornarvi sul mondo delle PMI? Ulteriori dettagli sui cicli di formazione PMI e sui Business Tools sono disponibili su www.bancacoop.ch/business

Dettagli

Teoria del valore dell impresa. Casi aziendali sui metodi finanziari e reddituali

Teoria del valore dell impresa. Casi aziendali sui metodi finanziari e reddituali Casi aziendali sui metodi finanziari e reddituali Si determini, utilizzando il metodo unlevered discounted cash flow, il valore del capitale economico di un impresa alla data del 1 gennaio 2008 operante

Dettagli

Lezione nona. L Ires e la tassazione dei redditi d impresa

Lezione nona. L Ires e la tassazione dei redditi d impresa Lezione nona L Ires e la tassazione dei redditi d impresa 1 TASSAZIONE REDDITI D IMPRESA PROFITTI = R C AM - IP Imprese individuali e società di persone Gli utili, a prescindere dalla loro distribuzione,

Dettagli

Definizione di Stato

Definizione di Stato Lo Stato Definizione di Stato Lo Stato è un azienda no profit in quanto è un insieme di beni e di persone con un organizzazione e con lo scopo di soddisfare dei bisogni. I servizi offerti dallo Stato Lo

Dettagli

I modulo - Bilancio ed indicatori -

I modulo - Bilancio ed indicatori - I modulo - Bilancio ed indicatori - sommario INTRODUZIONE INTRODUZIONE Basics Basicssul sul bilancio bilancio Il Il bilancio bilancio XYZ XYZ e le le riclassificazioni riclassificazionidegli degli schemi

Dettagli

BILANCIO CIVILISTICO E BILANCIO RICLASSIFICATO

BILANCIO CIVILISTICO E BILANCIO RICLASSIFICATO BILANCIO CIVILISTICO E BILANCIO RICLASSIFICATO La riclassificazione del bilancio Lo schema di bilancio attualmente utilizzato nell'unione Europea non soddisfa interamente le esigenze degli analisti. E'

Dettagli

Corso Diritto Tributario

Corso Diritto Tributario Corso Diritto Tributario Il reddito d impresad Lezione 16/ PARTE I Il reddito d impresad L articolo 55 tratta del reddito d impresa d delle persone fisiche (come categoria IRPEG) Le norme sulla determinazione

Dettagli

DEDUCIBILITA INTERESSI PASSIVI. 16 marzo 2009 Dott. Rag. Vito Dulcamare

DEDUCIBILITA INTERESSI PASSIVI. 16 marzo 2009 Dott. Rag. Vito Dulcamare DEDUCIBILITA INTERESSI PASSIVI 16 marzo 2009 Dott. Rag. Vito Dulcamare DEDUCIBILITA INTERESSI PASSIVI ALTRI INTERESSI SU IMMOBILI PATRIMONIO SU VEICOLI A MOTORE SOGGETTI IRPEF SOGGETTI IRES BANCHE ASSICURAZIONI

Dettagli

ECONOMIA CLASSE IV prof.ssa Midolo L ASPETTO ECONOMICO DELLA GESTIONE. (lezione della prof.ssa Edi Dal Farra)

ECONOMIA CLASSE IV prof.ssa Midolo L ASPETTO ECONOMICO DELLA GESTIONE. (lezione della prof.ssa Edi Dal Farra) ECONOMIA CLASSE IV prof.ssa Midolo L ASPETTO ECONOMICO DELLA GESTIONE (lezione della prof.ssa Edi Dal Farra) La GESTIONE (operazioni che l azienda compie per raggiungere i suoi fini) può essere: ORDINARIA

Dettagli

ACQUE DEL BASSO LIVENZA PATRIMONIO SPA. Relazione sulla gestione del bilancio al 31/12/2014

ACQUE DEL BASSO LIVENZA PATRIMONIO SPA. Relazione sulla gestione del bilancio al 31/12/2014 ACQUE DEL BASSO LIVENZA PATRIMONIO SPA Sede in VIALE TRIESTE 11-30020 ANNONE VENETO (VE) Capitale sociale Euro 7.993.843,00 i.v. Codice fiscale: 04046770279 Iscritta al Registro delle Imprese di Venezia

Dettagli

La riclassificazione del bilancio d esercizio

La riclassificazione del bilancio d esercizio La riclassificazione del bilancio d esercizio Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani), Mc Graw-Hill 2001, cap. 4 1 Il bilancio pubblico. Il sistema informativo di bilancio secondo

Dettagli

COMUNE DI SONCINO REGOLAMENTO COMUNALE

COMUNE DI SONCINO REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI SONCINO REGOLAMENTO COMUNALE DEFINIZIONE DEI CRITERI DI VALUTAZIONE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA DEI SOGGETTI CHE RICHIEDONO PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE 1 ART. 1 - OGGETTO Il presente regolamento,

Dettagli

Imposta personale sul reddito delle persone fisiche. Capitolo 3, libro II

Imposta personale sul reddito delle persone fisiche. Capitolo 3, libro II Imposta personale sul reddito delle persone fisiche Capitolo 3, libro II Cosa intendere per imposte personali? (1) Imposte personali (ruolo capacità contributiva) - personalizzazione sulla base dell equità

Dettagli

L equilibrio finanziario

L equilibrio finanziario L equilibrio finanziario La riclassificazione del bilancio d esercizio Prof. Andrea Calabrò E-mail: andrea.calabro@uniroma2.it Il bilancio pubblico Il Bilancio è il documento contabile in cui trovano rappresentazione

Dettagli

Bplanning. Manuale d uso. Indice

Bplanning. Manuale d uso. Indice Bplanning Manuale d uso Indice Desk... 2 Assumption... 3 Linee Prodotto... 4 Personale... 4 Investimenti... 5 Ammortamenti... 6 Finanziamenti... 7 Imposte... 7 Conto Economico input... 8 Stato Patrimoniale

Dettagli

FONDAMENTI DI ECONOMIA AZIENDALE E IMPIANTISTICA INDUSTRIALE

FONDAMENTI DI ECONOMIA AZIENDALE E IMPIANTISTICA INDUSTRIALE FONDAMENTI DI ECONOMIA AZIENDALE E IMPIANTISTICA INDUSTRIALE Proff.. Alberto Baggini Marco Melacini A.A. 2008/2009 La contabilità esterna Il conto economico La redazione del documento finale di bilancio

Dettagli

IL BILANCIO DI ESERCIZIO

IL BILANCIO DI ESERCIZIO IL BILANCIO DI ESERCIZIO CHE COS E UN BILANCIO Il bilancio è un insieme di documenti che illustrano la situazione economica, finanziaria e patrimoniale dell impresa a tutti i soggetti interessati. CHI

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO. Riclassificazione e indici di bilancio 1

ANALISI DI BILANCIO. Riclassificazione e indici di bilancio 1 ANALISI DI BILANCIO Consiste nell analisi dei risultati aziendali mediante indici costruiti sulle informazioni contenute nel bilancio. Include indici di struttura finanziaria e indici di redditività. Riclassificazione

Dettagli

Metodo pratico per la definizione della leva finanziaria ottimale di un impresa

Metodo pratico per la definizione della leva finanziaria ottimale di un impresa Metodo pratico per la definizione della leva finanziaria ottimale di un impresa Di: Pietro Bottani Dottore Commercialista in Prato Introduzione La definizione della leva finanziaria ottimale nella valutazione

Dettagli

Allegato D CONCEDENTE

Allegato D CONCEDENTE Allegato D CONCEDENTE FinBard S.p.a. Loc. Grand Chemin, 34 11020 - Saint-Christophe(AO) Telefono: +39.0165.230053 - Fax: +39.0165.236214 finbard@netvallee.it www.infobard.it OGGETTO: CONCESSIONI-CONTRATTO

Dettagli

LA GESTIONE FINANZIARIA

LA GESTIONE FINANZIARIA LA GESTIONE FINANZIARIA Nella letteratura la gestione finanziaria viene frequentemente definita come il complesso di decisioni ed operazioni volte a reperire ed impiegare il capitale in impresa. La gestione

Dettagli

DESCRIZIONE ARTICOLO importo 2014 All. FITTO DELLE TERRE PUBBLICHE 0,00 FITTO DELLE ALTRE TERRE 260.600,00 A

DESCRIZIONE ARTICOLO importo 2014 All. FITTO DELLE TERRE PUBBLICHE 0,00 FITTO DELLE ALTRE TERRE 260.600,00 A A.P.S.P. Letizia Veralli, Giulio ed Angelo Cortesi 06059 Todi (PG), Via Tiberina, n.11 C.F. 00166160549 Bilancio Preventivo anno 2014 ENTRATE CAP. ART. DESCRIZIONE CAPITOLO DESCRIZIONE ARTICOLO importo

Dettagli

I processi di acquisizione/utilizzo dei fattori produttivi pluriennali

I processi di acquisizione/utilizzo dei fattori produttivi pluriennali I processi di acquisizione/utilizzo dei fattori produttivi pluriennali azienda/fornitori circuiti: flussi fisico tecnici ed economici (in entrata) flussi monetari-finanziari (in uscita) settore fisico-tecnico

Dettagli

ATTUALMENTE SONO 5 I REGIMI CONTABILI VIGENTI, OGNUNO DEI QUALI SI DISTINGUE PER OBBLIGHI CHE NE DERIVANO E PER I SOGGETTI CHE POSSONO ADERIRVI.

ATTUALMENTE SONO 5 I REGIMI CONTABILI VIGENTI, OGNUNO DEI QUALI SI DISTINGUE PER OBBLIGHI CHE NE DERIVANO E PER I SOGGETTI CHE POSSONO ADERIRVI. REGIMI CONTABILI ATTUALMENTE SONO 5 I REGIMI CONTABILI VIGENTI, OGNUNO DEI QUALI SI DISTINGUE PER OBBLIGHI CHE NE DERIVANO E PER I SOGGETTI CHE POSSONO ADERIRVI. 1 REGIME ORDINARIO 2 REGIME SEMPLIFICATO

Dettagli

Scegliere gli investimenti con il A. metodo del valore attuale netto

Scegliere gli investimenti con il A. metodo del valore attuale netto 1-1 Teoria della Finanza Aziendale Prof. Arturo Capasso A.A. 007-008 6 Scegliere gli investimenti con il A. metodo del valore attuale netto 1- Argomenti Come si determinano i flussi di cassa da attualizzare

Dettagli

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE PROGETTO BROCCA

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE PROGETTO BROCCA ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE PROGETTO BROCCA Anno 2000 Tema di: ECONOMIA AZIENDALE Il candidato sta esaminando, con alcuni amici neo-diplomati, la possibilità di iniziare un attività imprenditoriale in

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Sessione ordinaria 2012 Seconda prova scritta Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca M730 - ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE CORSO DI ORDINAMENTO Indirizzo: GIURIDICO ECONOMICO

Dettagli

1 anno 2 anno 3 anno 4 anno 5 anno Iva % Amm.% iva. - - - - - 1 anno 2 anno 3 anno 4 anno 5 anno 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00

1 anno 2 anno 3 anno 4 anno 5 anno Iva % Amm.% iva. - - - - - 1 anno 2 anno 3 anno 4 anno 5 anno 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 1) Immobilizzazioni Macchinari e attrezzature di produzione 1 anno 2 anno 3 anno 4 anno 5 anno Iva % Amm.% iva - 1 anno 2 anno 3 anno 4 anno 5 anno a) 20% 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 b) 20% 33,0% 0,00 0,00

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contabilità La guida pratica contabile N. 09 05.03.2014 Il rendiconto finanziario nel nuovo OIC 10 Aggiornamento principi contabili Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Aggiornamento

Dettagli

Riclassificazione del bilancio e analisi con indici

Riclassificazione del bilancio e analisi con indici Esercitazioni svolte 2010 Scuola Duemila 1 Esercitazione n. 23 Riclassificazione del bilancio e analisi con indici Risultati attesi Saper fare: riclassificare lo Stato patrimoniale e il Conto economico;

Dettagli

L imposta sul reddito delle persone fisiche

L imposta sul reddito delle persone fisiche L imposta sul reddito delle persone fisiche IRPEF 30018 Scienza delle finanze Cles A.A. 2011/12 Classe 14 Irpef 1 Schema di determinazione dell Irpef Reddito complessivo= Somma delle singole categorie

Dettagli

Calcolo e commento dei principali indici di bilancio

Calcolo e commento dei principali indici di bilancio Esercitazioni svolte 2014 Scuola Duemila 1 Esercitazione n. 10 Calcolo e commento dei principali indici di bilancio Antonia Mente COMPETENZE ABILITÀ CONOSCENZE Interpretare i sistemi aziendali nei loro

Dettagli

Settore economico Indirizzo: Amministrazione, Finanza e Marketing Articolazione: Sistemi informativi aziendali

Settore economico Indirizzo: Amministrazione, Finanza e Marketing Articolazione: Sistemi informativi aziendali Settore economico Indirizzo: Amministrazione, Finanza e Marketing Articolazione: Sistemi informativi aziendali Esame di Stato anno scolastico 2014/2015 Svolgimento seconda prova di Economia aziendale La

Dettagli

I quaderni dell apicoltore

I quaderni dell apicoltore PROGETTO DI INIZIATIVE DI ASSISTENZA TECNICA PER LA RAZIONALIZZAZIONE PRODUTTIVA NEL SETTORE APISTICO M.I.P.A.F. Ministero per le Politiche Agricole Forestali I quaderni dell apicoltore 3 ECONOMIA DELL

Dettagli

Stato patrimoniale al 31/12/n

Stato patrimoniale al 31/12/n Tema d esame Gestione economica delle imprese ristorative, analisi di bilancio e fonti di finanziamento di Grazia BATARRA ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 MATERIE ECONOMICHE (Classe 5 a IP Tecnico servizi ristorativi)

Dettagli

CONTI PATRIMONIALI (E FINANZIARI )

CONTI PATRIMONIALI (E FINANZIARI ) IL BILANCIO D ESERCIZIO: COSA E E COME SI LEGGE (e soprattutto come si utilizza nel controllo di gestione dell impresa) STATO PATRIMONIALE = FOTOGRAFIA DEL PATRIMONIO CONTO ECONOMICO = FILM DELLA GESTIONE

Dettagli

I quaderni dell apicoltore

I quaderni dell apicoltore PROGETTO DI INIZIATIVE DI ASSISTENZA TECNICA PER LA RAZIONALIZZAZIONE PRODUTTIVA NEL SETTORE APISTICO M.I.P.A.F. Ministero per le Politiche Agricole Forestali I quaderni dell apicoltore 3 ECONOMIA DELL

Dettagli

LE SCRITTURE ASSESTAMENTO

LE SCRITTURE ASSESTAMENTO LE SCRITTURE DI ASSESTAMENTO SCRITTURE DI ASSESTAMENTO Le scritture di assestamento consentono di passare dal criterio della manifestazione finanziaria al criterio della competenza economica e sono effettuate

Dettagli

Capitale & Ricchezza

Capitale & Ricchezza 1 Capitale & Ricchezza Problema di fondo Valutazione del capitale come elemento del patrimonio o come fattore della produzione Conto o Stato Patrimoniale ATTIVO PASSIVO Attività Reali A Passività Finanziarie

Dettagli