STRATEGIE. Vendere alla grande

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "STRATEGIE. Vendere alla grande"

Transcript

1 PROFITTO. Otto regole per conquistare i consumatori in tempi di crisi Vendere alla grande Generare volumi di vendita in questo periodo è una sfida che può sembrare impossibile, ma esistono azioni innovative per centrare gli obiettivi anche oggi, secondo Danilo Zatta 58

2 quindi in grado di far superare resistenze all acquisto. Necessariamente vi sarà uno spostamento del rischio a sfavore del venditore, il quale dovrà accollarsi la maggior parte di esso. Deve pertanto valutare con grande attenzione quanto costa accollarsi il rischio che precedentemente gravava sul cliente e se ciò può mettere a repentaglio la propria impresa. Vediamo quali sono le azioni per eccellere nelle vendite che si possono intraprendere in questo contesto. Uno degli effetti più forti della crisi è la maggiore percezione di rischio e, con essa, l avversione al rischio. Ciò vale tanto per i consumatori finali quanto per i clienti aziendali. I consumatori finali hanno paura del futuro e pertanto accumulano risparmi. I clienti industriali rinviano investimenti come anche impegni di lungo periodo. A tutto ciò bisogna aggiungere che le restrizioni nel sistema creditizio limitano il potere d acquisto. In merito alla maggiore percezione del rischio e contemporaneamente alla sua avversione, un venditore deve chiedersi se è in grado di elaborare per i propri clienti delle offerte capaci di ridurre tale percezione e 1. Fornisci garanzie atipiche! Una via diretta ed efficace per ridurre il rischio percepito da parte del cliente consiste nel fornire garanzie o anche nell accollarsi, come venditore, i rischi del cliente. Il produttore americano di software Infusionsoft garantisce ai propri clienti che con l aiuto del software che supporta le attività di vendita essi riusciranno a raddoppiare nel corso di un anno il proprio fatturato. Il software ha come target piccole aziende con meno di 10 dipendenti. La garanzia è legata all effettivo uso del software, che implica il regolare inserimento e aggiornamento dei dati. Il prezzo del software è di dollari, che vengono rimborsati in caso di mancato raddoppio del fatturato. Secondo Infusionsoft questa garanzia ha ridotto drasticamente le esitazioni da parte dei clienti; anche quelli che non sono riusciti a raddoppiare il fatturato hanno deciso di continuare a utilizzare il software. La coreana Hyundai fa pubblicità negli Usa con lo slogan Sicurezza in tempi insicuri. Se un cliente acquista una vettura di questa casa automobilistica tramite finanziamento o leasing e poi perde il proprio posto di lavoro diventando disoccupato, può rescindere senza problemi il contratto di acquisto senza dover pagare ulteriori rate. In maniera analoga vengono estese le coperture assicurative legate a finanziamenti o leasing di automobili per coprire il rischio disoccupazione in diversi Paesi europei. Le rate vengono così pagate per un certo periodo dall assicurazione, nel caso in cui si verifichi la perdita del posto di lavoro. 2. Concedi un periodo di prova per i macchinari! A causa del crollo degli ordini presso molti acquirenti di macchinari, è comprensibile che questi siano molto poco disponibili ad acquistare nuove macchine utensili, anche se esse presentano forti vantaggi rispetto alle vecchie. L acquisto di una macchina utensile o la conclusione di un contratto di leasing pluriennale implicano per il compratore un notevole impegno finanziario e quindi notevoli rischi. Come possono essere ridotti questi rischi? Un approccio 59

3 Danilo Zatta, Director in Simon-Kucher & Partners, società leader nella consulenza su strategie, marketing e vendite, è uno dei massimi esperti di pricing nonché autore del bestseller Revenue Management e di Management Strategico e di numerosi libri scritti con il management guru Harman Simon. È anche spesso speaker a congressi come il World Business Forum. 4. Comunica vantaggi tangibili! I due retailer Aldi e Lidl comunicano in tempi di crisi in maniera più marcata rispetto a fasi congiunturali positive le riduzioni di prezzo. Pubblicità di prodotti a prezzi ridotti occupano così due pagine di giornale anziché una, come avviene di solito. Nella crisi è inoltre indicato focalizzare la comunicazione su vantaggi tangibili e/o legati ai costi piuttosto che risaltare contenuti più morbidi, spesso dominati da elementi legati all immagine. Se gli acquirenti di automobili fansemplice consiste nel mettere a disposizione del cliente la macchina. In questo modo il cliente non deve impegnarsi con un contratto di leasing pluriennale, ma può disdire in ogni momento il contratto che lo lega al macchinario e restituirlo. Paga un canone di affitto mensile che, sebbene lievemente più elevato rispetto alla tipica rata del leasing, non comporta ulteriori impegni da parte sua. Chiaramente questo approccio in prova incrementa il rischio per il venditore, come nel caso dell affitto di un immobile di breve durata. Un produttore che ha seguito questo nuovo approccio di vendita produceva in serie macchinari che finivano in gran parte invenduti in magazzino. Dare i macchinari ai clienti in affitto e restituibili con un solo mese di preavviso è stato molto più sensato rispetto all opzione di ammassarli in magazzino nell attesa di tempi migliori. Da un lato questo utilizzo ha generato ulteriori fatturati; dall altro sono stati ridotti gli stock nel magazzino, ormai saturo, dando un segnale di fiducia ai dipendenti con effetti positivi anche sull umore. Questo principio può essere applicato anche ai beni di largo consumo. Tassimo, una macchinetta automatica per il caffè della Kraft Foods, può essere testata dai clienti gratuitamente e senza alcun rischio per sei settimane. Sebbene il consumatore acquisti regolarmente la macchinetta per 8 azioni per eccellere nelle vendite in tempi di crisi 1 Fornisci garanzie atipiche! 2 Concedi un periodo di prova per i macchinari! 3 Accetta un pagamento basato sul successo! 4 Comunica vantaggi tangibili! 5 Sfrutta le risorse finanziarie! 6 Accetta il baratto! 7 Attira i clienti di concorrenti indeboliti! 8 Sviluppa nuovi modelli di business! Fonte: Battere la crisi, H. Simon e D. Zatta, Il Sole 24 Ore, 2009 Per ricevere gratuitamente un estratto delle 33 azioni inviare un a il caffè, può restituirla nonostante l uso fattone dopo le sei settimane vedendosi risarcire l intero prezzo di acquisto. 3. Accetta un pagamento basato sul successo! Una remunerazione basata sul successo permette di trasferire rischi dal cliente al fornitore. Il pagamento dipende infatti dal grado di successo che il cliente verifica. Modelli di distribuzione del rischio di questo genere sono tipici, ad esempio, per contratti di affitto di lungo periodo relativi a immobili non residenziali come alberghi. Il conduttore che prende in affitto un hotel paga un canone di locazione fisso, più un importo che dipende dal fatturato o dai profitti dell hotel. Il rischio per il conduttore è ridotto rispetto al modello che prevede un canone unicamente fisso ma superiore. Il locatore, per contro, si accolla un rischio più elevato, ma dispone anche di un upside nel caso in cui la performance dell hotel si sviluppa meglio del previsto. Una tale spartizione del rischio viene offerta ai propri clienti dalla Enercon, leader tecnologico mondiale nelle turbine a vento. Tra i servizi offerti vi è la possibilità di concludere contratti per manutenzione ordinaria o pronto intervento, che prevedono il pagamento alla Enercon del reddito generato dagli impianti di energia eolica. Enercon si fa così carico di parte del rischio imprenditoriale assieme al gestore del parco eolico, riducendo significativamente i rischi obiettivi per i clienti. Il successo di questa offerta commerciale è evidente: l 85% dei clienti conclude il contratto. 60

4 no maggiormente caso a caratteristiche tangibili e quantificabili come consumi, emissioni di CO 2, valore residuo dell usato ecc., allora converrà enfatizzare questi aspetti nelle campagne pubblicitarie e non limitarsi a elementi intangibili. Nel caso dei prodotti industriali, questa regola vale in tempi di prosperità e a maggior ragione nella crisi. Evidenziare vantaggi di breve periodo rispetto a quelli che si manifestano nel lungo periodo può essere decisivo a causa dell accorciamento delle preferenze temporali dei clienti. Un riorientamento della comunicazione e dei messaggi pubblicitari in tal senso presuppone la conoscenza delle esigenze della clientela. 5. Sfrutta le risorse finanziarie! Una delle conseguenze più gravi della crisi è la paralisi creditizia. Banche e istituti finanziari richiedono garanzie significativamente più elevate e concedono crediti in maniera molto più oculata. Ciò vale sia per clienti privati che aziendali. Ne consegue che clienti pronti ad acquistare non ricevono il necessario finanziamento, e quindi non possono acquistare. A causa della crisi i crediti diventano così un bene scarso nel medio periodo. Per aziende che dispongono di sufficienti risorse finanziare, questa situazione offre opportunità uniche legate allo sfruttamento del loro potere finanziario. Colli di bottiglia nei finanziamenti possono divenire un problema perfino in quei mercati dove la domanda non è ancora del tutto soddisfatta, e quindi si trovano in crescita. Un esempio di questo tipo viene fornito nella crisi attuale da impianti solari ed eolici. Questi impianti richiedono enormi investimenti, e i loro gestori ricorrono a finanziamenti fatti in gran parte con capitali di terzi. «La forte dipendenza del settore delle energie rinnovabili dai finanziamenti è la sua più grave debolezza», viene detto a tal proposito. Se un fornitore riesce a supportare i gestori di fonti di energie rinnovabili, allora disporrà di un enorme vantaggio competitivo. Anche nel settore privato è possibile alimentare la domanda con finanziamenti generosi. Ciò avviene nel settore automobilistico, dove il finanziamento a tasso zero riguarda più mesi o addirittura più anni. Catene come MediaWorld nell attuale crisi spingono i loro prodotti elettronici con campagne pubblicitarie in cui risaltano messaggi come Finanziamento a tasso zero su tutto. Ciò permette di finanziare gratuitamente gli acquisti per un periodo che varia da dieci a dodici mesi. 6. Accetta il baratto! Quando il cliente ha problemi finanziari e non ha sufficienti liquidità per pagare, può alternativamente disporre di prodotti oppure di capacità che possono avere un valore per il fornitore. Ciò presenta la possibilità di effettuare scambi bilaterali o multilaterali di prodotti o servizi, ossia baratti. Si tratta di un operazione economica arcaica che si ripresenta sovente in situazioni economiche difficili. La crisi comporta una ricaduta a forme primitive dello sviluppo economico. Per decenni, produttori che vendevano ad esempio macchinari, prodotti chimici o anticrittogamici a Paesi in via di sviluppo con limitate disponibilità di valuta estera si sono fatti pagare con riso, legna o altre commodities. Lo stesso fenomeno si è verificato dopo la caduta della cortina di ferro: negli scambi tra e con Paesi dell Europa dell Est il baratto ricoprì a lungo un ruolo molto importante. Un agenzia pubblicitaria che lavora per una squadra di Serie A, nel momento in cui questa si è trovata in una situazione finanziaria non rosea, ha ridotto la richiesta relativa al compenso per una campagna pubblicitaria e ha accettato di ricevere in cambio una serie di agevolazioni per l accesso alle partite di questa squadra. L agenzia pubblicitaria ha così potuto invitare altri clienti importanti a vedere le partite in tribuna d onore, inviti che sono stati molto graditi dai clienti. Grazie alla disponibilità ad accettare questo baratto parziale, l agenzia pubblicitaria ha potuto continuare a lavorare con la squadra di Serie A, riuscendo al contempo a ricavare un forte vantaggio da questo scambio. Perché un produttore di motori per camion, che ha comunque la necessità di acquistare nuovi camion, non dovrebbe Battere la crisi, H. Simon e D. Zatta, Il Sole 24 Ore, 2009 Capire la strategia d impresa, H. Simon e D. Zatta, Il Sole 24 Ore,

5 accettare di consegnare i propri motori al produttore di camion che ne può far uso e farsi pagare con camion che quest ultimo attualmente non riesce a vendere? Da baratti di questo tipo può nascere una situazione di win-win, ossia di vantaggio per entrambi i partner commerciali. 7. Attira i clienti di concorrenti indeboliti! La crisi può colpire singole aziende dello stesso settore in maniera molto diversa. Imprese con un elevato indebitamento e un forte leverage avvertono spesso e presto difficoltà. Anche attori marginali, che già in periodi di prosperità riuscivano a malapena a sopravvivere, vengono messi a dura prova dalla crisi. Imprese in evidenti difficoltà oppure a rischio di fallimento spingono i clienti a rivolgersi ad altri fornitori; a tal fine bastano già voci di corridoio. Questo modo di agire da parte dei clienti può avere motivi obiettivi. Nonostante le garanzie fornite dal governo non è consigliabile depositare i propri risparmi presso una banca che rischia il fallimento. Nel caso di beni industriali la futura disponibilità di parti di ricambio può risultare incerta. Nel caso di prodotti per i quali l immagine è molto importante, rischiare il fallimento o trovarsi in una situazione finanziaria disastrata può riflettersi negativamente sull immagine. A imprese che riescono ad affrontare la crisi con più solidità tutti questi motivi offrono l opportunità di attirare clienti di concorrenti colpiti dalla crisi. Si può restare passivi e attendere che i clienti passino di propria iniziativa dall azienda in difficoltà a quella sana. Si può tuttavia anche approcciare in maniera proattiva i clienti di imprese fallimentari e attirarli con azioni mirate. 8. Sviluppa nuovi modelli di business! Alcune imprese energetiche hanno sviluppato offerte che garantiscono un prezzo fisso per uno o più anni a fronte di un costo solitamente appena più elevato. Enel Energia offre così ad aziende con consumi a 1 GWh di energia elettrica la possibilità di fissare il prezzo di fornitura per uno o due anni. Offerte di questo tipo hanno riscontrato un grande successo. L effetto secondario non certo meno interessante per il fornitore è quello di legare il cliente all azienda. La garanzia del prezzo fisso è stata lo strumento per raggiungere tale scopo. Produttori di automobili spesso offrono sconti che superano i euro. A fronte delle preoccupazioni legate al prezzo del carburante sarebbe forse più sensato presentare la seguente offerta: la casa automobilistica garantisce il prezzo della benzina per tutta la durata del contratto di leasing di tre anni. Un calcolo indicativo ne dimostra l impatto. La vettura effettua in media km all anno e i consumi di benzina ammontano a litri; se si concede una garanzia per 1,20 euro al litro e il prezzo della benzina sale a 1,50 euro, l importo da corrispondere sarebbe pari a euro in tre anni meno dello sconto concesso oggi. Probabilmente una garanzia di questo tipo stimolerebbe la domanda molto più del tipico sconto sul prezzo. Inoltre c è un vantaggio per la casa automobilistica che propone questo modello: il prezzo della benzina può anche calare, riducendo o annullando l esborso. Il sudtirolese Georg Kofler ha fondato la Kofler Energies. L impresa si fa carico di tutti gli investimenti relativi a incrementi di efficienza energetica e garantisce ai clienti risparmi duraturi pari al 10%; l azienda si rifinanzia dalla percentuale di risparmi che superano il 10%. Questo è un buon esempio di modello di business che propone una soluzione a un esigenza dei clienti, che dovrebbe trovare grande domanda proprio in tempi di crisi. n Per saperne di più Simon H. e Zatta D., Campioni nascosti, Il Sole 24 Ore, Milano, 2007 Simon H. e Zatta D., Strategie di Pricing, Hoepli, Milano, 2006 Zatta D., Management Strategico, Hoepli, Milano, 2008 Zatta D., Revenue Management, Hoepli, Milano,

Successo nelle vendite

Successo nelle vendite Successo nelle vendite Come incrementare il successo commerciale in tempi di crisi di Danilo Zatta www.simon-kucher.com 1 Uno degli effetti più forti della crisi è la maggiore percezione di rischio e,

Dettagli

Come reagire alla crisi

Come reagire alla crisi STRATEGIA. Salvaguardare la redditività in una fase di recessione Come reagire alla crisi Secondo Danilo Zatta ci sono cinque soluzioni che imprese, grandi e piccole, possono adottare per contrastare gli

Dettagli

I fattori di successo nell industria dei fondi

I fattori di successo nell industria dei fondi Financial Services Banking I fattori di successo nell industria dei fondi Un marketing ed una commercializzazione strategici sono la chiave per l acquisizione ed il mantenimento dei clienti Jens Baumgarten,

Dettagli

Azioni per battere la crisi

Azioni per battere la crisi Azioni per battere la crisi 5 soluzioni a veloce impatto per affontare la crisi di Danilo Zatta www.simon-kucher.com 1 In uno stato di crisi il rischio maggiore spesso non sta tanto nell evoluzione del

Dettagli

Stato patrimoniale al 31/12/n

Stato patrimoniale al 31/12/n Tema d esame Gestione economica delle imprese ristorative, analisi di bilancio e fonti di finanziamento di Grazia BATARRA ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 MATERIE ECONOMICHE (Classe 5 a IP Tecnico servizi ristorativi)

Dettagli

Uno studio globale rivela che un pricing debole riduce i profitti del 25%

Uno studio globale rivela che un pricing debole riduce i profitti del 25% COMUNICATO STAMPA Uno studio globale rivela che un pricing debole riduce i profitti del 25% Non tutti guadagnano ciò che meritano. Il più grande studio sul pricing mai effettuato, con oltre 3.900 intervistati,

Dettagli

Scopri il Rent to Buy, il metodo più moderno per acquistare casa...

Scopri il Rent to Buy, il metodo più moderno per acquistare casa... Hai riscontrato che accendere un mutuo oggi è piuttosto complicato e non sempre conveniente? Scopri il Rent to Buy, il metodo più moderno per acquistare casa... Immagina di poter: entrare subito nella

Dettagli

Il leasing e il Factoring

Il leasing e il Factoring Il leasing e il Factoring Il leasing Il leasing è giuridicamente un contratto atipico perché non ricade nelle tipologie previste dalla legislazione. Con il contratto di leasing tradizionale, l azienda

Dettagli

TUTTE LE IMPRESE PER POTER OPERARE NECESSITANO DI FINANZIAMENTI SIA IN FASE DI COSTITUZIONE CHE IN FASE DI GESTIONE.

TUTTE LE IMPRESE PER POTER OPERARE NECESSITANO DI FINANZIAMENTI SIA IN FASE DI COSTITUZIONE CHE IN FASE DI GESTIONE. I FINANZIAMENTI TUTTE LE IMPRESE PER POTER OPERARE NECESSITANO DI FINANZIAMENTI SIA IN FASE DI COSTITUZIONE CHE IN FASE DI GESTIONE. IL FINANZIATORE È QUINDI COLUI CHE FORNISCE ALL IMPRESA I MEZZI NECESSARI(

Dettagli

IL LEASING E IL FACTORING. Nel turismo

IL LEASING E IL FACTORING. Nel turismo IL LEASING E IL FACTORING Nel turismo Il leasing Le imprese turistiche possono entrare in possesso delle immobilizzazioni materiali necessarie attraverso contratto di leasing: l azienda locatrice cede

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE

GUIDA ALLA COMPILAZIONE ECAPITAL 2016 PERCORSO DI FORMAZIONE GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL PIANO ECONOMICO-FINANZIARIO DOTT. CARLO SCIDA Guida alla compilazione del Business Plan ASPETTI GENERALI L orizzonte temporale previsto

Dettagli

CAPITOLO 11 G. Pellicelli INTEGRAZIONE VERTICALE E INTEGRAZIONE ORIZZONTALE

CAPITOLO 11 G. Pellicelli INTEGRAZIONE VERTICALE E INTEGRAZIONE ORIZZONTALE UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI URBINO Carlo Bo FACOLTA' DI ECONOMIA CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN ECONOMIA AZIENDALE CAPITOLO 11 G. Pellicelli INTEGRAZIONE VERTICALE E INTEGRAZIONE ORIZZONTALE Alessandro

Dettagli

Indice p. 1. Introduzione p. 2. I Benefici quantificabili offerti dalle tariffe dell energia elettrica p. 3

Indice p. 1. Introduzione p. 2. I Benefici quantificabili offerti dalle tariffe dell energia elettrica p. 3 Energia elettrica: a quanto ammontano i risparmi aggiuntivi che derivano dai servizi accessori offerti con Indice: Indice p. 1 Introduzione p. 2 I Benefici quantificabili offerti dalle tariffe dell energia

Dettagli

Il noleggio crea ricchezza ed aiuta le vendite. Il noleggio dei beni strumentali.

Il noleggio crea ricchezza ed aiuta le vendite. Il noleggio dei beni strumentali. Il noleggio crea ricchezza ed aiuta le vendite. Il noleggio dei beni strumentali. Franco De Michelis - Direttore Generale Assodimi Assonolo Il noleggio dei beni strumentali. Una nuova opportunità di business,

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 16 DICEMBRE 2010 Microimprese ancora in affanno ma emergono i primi timidi segnali di miglioramento negli investimenti Calano

Dettagli

Consulenza a pagamento: perché e come lanciare il servizio

Consulenza a pagamento: perché e come lanciare il servizio Financial Services Banking Consulenza a pagamento: perché e come lanciare il servizio Enrico Trevisan, Sara Zanichelli www.simon-kucher.com 1 Introduzione Storicamente la consulenza finanziaria è sempre

Dettagli

Energia ed automotive: la rivoluzione è già in atto. Ing. Luigi Di Matteo Area Professionale Tecnica- ACI

Energia ed automotive: la rivoluzione è già in atto. Ing. Luigi Di Matteo Area Professionale Tecnica- ACI Energia ed automotive: la rivoluzione è già in atto. Ing. Luigi Di Matteo Area Professionale Tecnica- ACI Decreto Legislativo 30 maggio 2005, n. 128 Attuazione della direttiva 2003/30/CE relativa alla

Dettagli

Il concetto di rischio

Il concetto di rischio Il concetto di rischio Il rischio si presenta in forma simmetrica: vi è la possibilità di ottenere un risultato inferiore a quello più probabile ma anche di ottenere un risultato superiore. Si può guardare

Dettagli

UniCredit Banca a sostegno del fotovoltaico Stefano Rossetti Direttore Regionale Emilia Est e Romagna UniCredit Banca

UniCredit Banca a sostegno del fotovoltaico Stefano Rossetti Direttore Regionale Emilia Est e Romagna UniCredit Banca UniCredit Banca a sostegno del fotovoltaico Stefano Rossetti Direttore Regionale Emilia Est e Romagna UniCredit Banca 30 settembre 2007 Agenda La situazione della produzione di energia rinnovabile in Italia

Dettagli

SCHEDA PAESE: CINA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE:

SCHEDA PAESE: CINA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE: PICCOLE E MEDIE IMPRESE SCHEDA PAESE: CINA PICCOLE E MEDIE IMPRESE: RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: IN COLLABORAZIONE CON: L indagine Nel mese di ottobre 2010, Forbes

Dettagli

PROTEGGERE ED INCASSARE I CREDITI VERSO L ESTERO. Reggio Emilia, 25 marzo 2015. Relatore: Rodolfo Baroni

PROTEGGERE ED INCASSARE I CREDITI VERSO L ESTERO. Reggio Emilia, 25 marzo 2015. Relatore: Rodolfo Baroni PROTEGGERE ED INCASSARE I CREDITI VERSO L ESTERO Reggio Emilia, 25 marzo 2015 Relatore: Rodolfo Baroni Export In un contesto domestico con prospettive incerte vendere sui mercati esteri continua ad essere

Dettagli

Guida per i venditori

Guida per i venditori Guida per i venditori Vendere un azienda può essere complicato e impegnativo ed è generalmente un evento che si presenta una volta nella vita. Vi preghiamo di leggere con attenzione i seguenti paragrafi.

Dettagli

STRATEGIE PER LA CRESCITA PROFITTEVOLE Gestire le vendite e il servizio per sostenere prezzi e margini

STRATEGIE PER LA CRESCITA PROFITTEVOLE Gestire le vendite e il servizio per sostenere prezzi e margini STRATEGIE PER LA CRESCITA PROFITTEVOLE Gestire le vendite e il servizio per sostenere prezzi e margini Vicenza, 5 marzo 2013 Relatore: FABIO VENTURI Consulente di direzione e formatore. Testimonianza:

Dettagli

Agosto 2012. Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011

Agosto 2012. Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011 Agosto 2012 Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011 Aumentano le imprese con Ebitda insufficiente per sostenere oneri e debiti finanziari Alla ricerca della marginalità perduta Sintesi dei risultati

Dettagli

ANALISI PER INDICI BILANCIO CONSOLIDATO CDC ESERCIZI ANNI 2010 E 2009

ANALISI PER INDICI BILANCIO CONSOLIDATO CDC ESERCIZI ANNI 2010 E 2009 ANALISI PER INDICI BILANCIO CONSOLIDATO CDC ESERCIZI ANNI 2010 E 2009 1. PREMESSA: ANALISI DEGLI SCHEMI Il gruppo CDC redige il proprio bilancio consolidato, in migliaia di euro, in conformità agli IAS/IFRS

Dettagli

Crediti? Mutui? Non servono più!

Crediti? Mutui? Non servono più! Crediti? Mutui? Non servono più! La formula beepartner rende i nostri patrimoni: Compravendibili senza che l acquirente debba accedere al credito Una fonte di reddito garantito Interessanti come investimento...e

Dettagli

IL RATING BANCARIO PUÒ MIGLIORARE

IL RATING BANCARIO PUÒ MIGLIORARE IL RATING BANCARIO PUÒ MIGLIORARE Un decalogo per l impresa ODCEC Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Macerata e Camerino Confidi Macerata Società Cooperativa per Azioni Possiamo

Dettagli

Dallo spread al pay per use

Dallo spread al pay per use Dallo spread al pay per use Dallo spread al pay per use.. Strumenti finanziari e non per il supporto all offerta di beni strumentali. Un quadro della situazione attuale. Evoluzione degli strumenti e prospettive.

Dettagli

Studiare I consumi: Imparare dalla crisi

Studiare I consumi: Imparare dalla crisi MATCHING 24 / 11 /2009 Seminario Studiare I consumi: Imparare dalla crisi Quanto più la ripresa sarà lenta, tanto più la selezione delle aziende sul mercato sarà rapida. È fondamentale uscire dalle sabbie

Dettagli

La crisi iniziata nel 2007

La crisi iniziata nel 2007 La crisi iniziata nel 2007 In questa lezione: Analizziamo lo scoppio della crisi finanziaria. Studiamo l effetto della crisi finanziaria sull economia reale. 300 L origine della Crisi Nell autunno del

Dettagli

Facoltà di Scienze Politiche Corso di Economia Politica. Esercitazione di Microeconomia sui capitoli 7 e 8

Facoltà di Scienze Politiche Corso di Economia Politica. Esercitazione di Microeconomia sui capitoli 7 e 8 Facoltà di Scienze Politiche Corso di Economia Politica Esercitazione di Microeconomia sui capitoli 7 e 8 Domanda 1 Dite quale delle seguenti non è una caratteristica di un mercato perfettamente competitivo:

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Corso di Economia e Organizzazione Aziendale

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Corso di Economia e Organizzazione Aziendale UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Scuola di Ingegneria Corso di prof.ssa Maria Sole Brioschi Esercizi sulle decisioni aziendali di lungo periodo DLP-E2 Corso 20099 Corso di Laurea Triennale in Ingegneria

Dettagli

addossé: un caso pratico

addossé: un caso pratico Il caso pratico 47 di Lara Villani e Pietro Busanelli Busanelli e Associati srl - Reggio Emilia Pianificazione finanziaria L utilizzo del leasing addossé: un caso pratico Analizziamo il caso di un azienda

Dettagli

SCHEDA PAESE: ITALIA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE:

SCHEDA PAESE: ITALIA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE: PICCOLE E MEDIE IMPRESE SCHEDA PAESE: ITALIA PICCOLE E MEDIE IMPRESE: RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: IN COLLABORAZIONE CON: L indagine Nel mese di ottobre 2010,

Dettagli

Risparmio, investimenti e sistema finanziario

Risparmio, investimenti e sistema finanziario Risparmio, investimenti e sistema finanziario Una relazione fondamentale per la crescita economica è quella tra risparmio e investimenti. In un economia di mercato occorre individuare meccanismi capaci

Dettagli

Commento al tema di Economia aziendale

Commento al tema di Economia aziendale Commento al tema di Economia aziendale Il tema di Economia aziendale proposto negli Istituti Tecnici è incentrato sulla crisi finanziaria ed è articolato in una parte obbligatoria e tre percorsi alternativi

Dettagli

COME FARE IMPRESA IN REPUBBLICA CECA

COME FARE IMPRESA IN REPUBBLICA CECA COME FARE IMPRESA IN REPUBBLICA CECA OPPORTUNITA DI INVESTIMENTO Nel corso dell ultimo anno, il sistema economico ceco ha dimostrato, nonostante il rallentamento economico globale ed europeo, di poter

Dettagli

10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi. Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti

10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi. Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti 10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti Nel 2013 hanno chiuso in Italia oltre 50.000 aziende, con un aumento di oltre

Dettagli

Periodo contabile Un periodo di tempo costante, come ad esempio un trimestre o un anno, utilizzato come riferimento per la redazione dei bilanci.

Periodo contabile Un periodo di tempo costante, come ad esempio un trimestre o un anno, utilizzato come riferimento per la redazione dei bilanci. Periodo contabile Un periodo di tempo costante, come ad esempio un trimestre o un anno, utilizzato come riferimento per la redazione dei bilanci. Debiti verso fornitori Importi dovuti ai fornitori. Crediti

Dettagli

La diffusione della crisi e il credit crunch in Italia. Francesco Daveri

La diffusione della crisi e il credit crunch in Italia. Francesco Daveri La diffusione della crisi e il credit crunch in Italia Francesco Daveri 1 Le componenti del Pil nel 2008-09 (primo tempo della crisi).. (1) G ha svolto funzione anticiclica; (2) C diminuiti meno del Pil;

Dettagli

CRM E GESTIONE DEL CLIENTE

CRM E GESTIONE DEL CLIENTE CRM E GESTIONE DEL CLIENTE La concorrenza è così forte che la sola fonte di vantaggio competitivo risiede nella creazione di un valore superiore per i clienti, attraverso un investimento elevato di risorse

Dettagli

La finanza e l intraprendere

La finanza e l intraprendere Istituto G. Sommeiller La finanza e l intraprendere Torino, 17 aprile 2015 Intervento: Dr. Giancarlo Somà L origine del fabbisogno finanziario Sfasamento del ciclo economico e del ciclo monetario 17 aprile

Dettagli

Il Marketing Definizione di marketing cinque fasi

Il Marketing Definizione di marketing cinque fasi 1 2 3 Definizione di marketing: il marketing è l arte e la scienza di conquistare, fidelizzare e far crescere clienti che diano profitto. Il processo di marketing può essere sintetizzato in cinque fasi:

Dettagli

PORDENONE. 07 / 2014 - VALIDITA FINO AL 31/12/2014 Ufficio Marketing Imprese e Filiere

PORDENONE. 07 / 2014 - VALIDITA FINO AL 31/12/2014 Ufficio Marketing Imprese e Filiere & PORDENONE 07 / 2014 - VALIDITA FINO AL 31/12/2014 Ufficio Marketing Imprese e Filiere IL CONTENUTO E LE INFORMAZIONI DI QUESTO DOCUMENTO SONO STRETTAMENTE RISERVATE E PERTANTO NE E VIETATA LA DIFFUSIONE

Dettagli

Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita

Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita Economia > News > Italia - lunedì 13 gennaio 2014, 16:00 www.lindro.it Segnali positivi Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita Antonio Forte La

Dettagli

L ANALISI DI FATTIBILITÀ PER GLI IMPIANTI A FONTI RINNOVABILI

L ANALISI DI FATTIBILITÀ PER GLI IMPIANTI A FONTI RINNOVABILI APITOLO 1 L AALISI DI FATTIILITÀ PER GLI IMPIATI A FOTI RIOVAILI Analogamente a qualunque altra impresa industriale, la decisione di realizzare un impianto alimentato con fonti energetiche rinnovabili

Dettagli

Smart Profit Growth SM : Strategie di crescita in tempi difficili

Smart Profit Growth SM : Strategie di crescita in tempi difficili IV Strategy Forum Financial Services Smart Profit Growth SM : Strategie di crescita in tempi difficili Sintesi dell evento 17 Ottobre 2012 The Westin Palace Hotel Piazza della Repubblica, 20 Milano Abstract

Dettagli

Moneta, tassi di interesse e tassi di cambio

Moneta, tassi di interesse e tassi di cambio Moneta, tassi di interesse e tassi di cambio La definizione di moneta: un breve riassunto L offerta di moneta La domanda individuale di moneta La domanda aggregata di moneta Il tasso di interesse d equilibrio:

Dettagli

PROSPETTIVE DELLE TECNOLOGIE ENERGETICHE MONDIALI 2050 (WETO-H2) MESSAGGI FONDAMENTALI

PROSPETTIVE DELLE TECNOLOGIE ENERGETICHE MONDIALI 2050 (WETO-H2) MESSAGGI FONDAMENTALI PROSPETTIVE DELLE TECNOLOGIE ENERGETICHE MONDIALI 2050 (WETO-H2) MESSAGGI FONDAMENTALI Lo studio WETO-H2 ha elaborato una proiezione di riferimento del sistema energetico mondiale e due scenari di variazione,

Dettagli

PartnerWorld. Straordinarie possibilità di crescita con. IBM Global Financing. Servizi finanziari per i Business Partner IBM. IBM Global Financing

PartnerWorld. Straordinarie possibilità di crescita con. IBM Global Financing. Servizi finanziari per i Business Partner IBM. IBM Global Financing PartnerWorld IBM Global Financing Straordinarie possibilità di crescita con IBM Global Financing Servizi finanziari per i Business Partner IBM ibm.com/partnerworld Accesso diretto a un avanzato servizio

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 3 II) SCRITTURE DI GESTIONE A) SCRITTURE RELATIVE AGLI ACQUISTI 6 dicembre 2007 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 II) Scritture di gestione

Dettagli

PARTE 5: Risparmio, investimento e

PARTE 5: Risparmio, investimento e : Risparmio, investimento e relazioni finanziarie L esistenza di soggetti con un eccesso di spesa sul reddito, ovvero con un eccesso di risparmio sull investimento determina trasferimenti di fondi da chi

Dettagli

SCUOLA POLITECNICA E DELLE SCIENZE DI BASE

SCUOLA POLITECNICA E DELLE SCIENZE DI BASE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SCUOLA POLITECNICA E DELLE SCIENZE DI BASE CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA PER L AMBIENTE E IL TERRITORIO DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA INDUSTRIALE ELABORATO

Dettagli

DISTRIBUZIONE DEL PRODOTTO TURISTICO ON LINE, ANALISI DI BILANCIO PER INDICI, ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI RICAVI E STRATEGIE DI COMUNICAZIONE

DISTRIBUZIONE DEL PRODOTTO TURISTICO ON LINE, ANALISI DI BILANCIO PER INDICI, ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI RICAVI E STRATEGIE DI COMUNICAZIONE ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 Temi in preparazione alla maturità DISTRIBUZIONE DEL PRODOTTO TURISTICO ON LINE, ANALISI DI BILANCIO PER INDICI, ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI RICAVI E STRATEGIE DI COMUNICAZIONE

Dettagli

Lezione 12. L equilibrio del mercato valutario

Lezione 12. L equilibrio del mercato valutario Lezione 12. L equilibrio del mercato valutario Relazioni monetarie e finanziarie si stabiliscono anche tra i residenti di un paese e i non-residenti. Le transazioni internazionali necessitano di istituzioni

Dettagli

3. CONTABILITA GENERALE

3. CONTABILITA GENERALE 3. CONTABILITA GENERALE II) SCRITTURE DI GESTIONE A) SCRITTURE RELATIVE AGLI ACQUISTI 1 Scritture di gestione Si distinguono le seguenti rilevazioni contabili: A. scritture relative agli acquisti; B. regolamento

Dettagli

LINEE GUIDA SULLA CONVENZIONE CON LYTE & LYTE PER LA FORNITURA DI SERVIZI E PRODOTTI VOLTI AL RISPARMIO ENERGETICO

LINEE GUIDA SULLA CONVENZIONE CON LYTE & LYTE PER LA FORNITURA DI SERVIZI E PRODOTTI VOLTI AL RISPARMIO ENERGETICO LINEE GUIDA SULLA CONVENZIONE CON LYTE & LYTE PER LA FORNITURA DI SERVIZI E PRODOTTI VOLTI AL RISPARMIO ENERGETICO Sommario 1 PREMESSA...2 2 OGGETTO DELLA CONVENZIONE...4 3 DESCRIZIONE DEI PRODOTTI E SERVIZI

Dettagli

Chi siamo 2 Il Noleggio 3 Leasing, Factoring 4 Finanziamenti Finalizzati 5

Chi siamo 2 Il Noleggio 3 Leasing, Factoring 4 Finanziamenti Finalizzati 5 Ser ziari per i rivenditori Westcon Westcon ha costituito una Business Unit nata con l obiettivo di proporre ai propri rivenditori, innovative, così da arricchire vendita. Chi siamo Il Noleggio Leasing,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Dipartimento Scienze aziendali, economiche e metodi quantitativi Corso di Bilanci secondo i principi contabili internazionali 90001 91070 Ricavi Prof. Daniele Gervasio

Dettagli

L AUMENTO DI CAPITALE SAREBBE CONVENIENTE SOLTANTO SE IL NUOVO INVESTIMENTO RENDESSE ALMENO IL 20 % IL PROGETTO E CONVENIENTE?

L AUMENTO DI CAPITALE SAREBBE CONVENIENTE SOLTANTO SE IL NUOVO INVESTIMENTO RENDESSE ALMENO IL 20 % IL PROGETTO E CONVENIENTE? entriamo in tema attraverso la soluzione di un problema PROGETTO DI INVESTIMENTO : - IMPORTO 3.000.000 - REDDITIVITA 15% COPERTURA FINANZIARIA : -AUMENTO DI CAPITALE N AZIONI 1.000.000 PAY OUT RATIO 100

Dettagli

Marketing Introduzione al marketing strategico

Marketing Introduzione al marketing strategico http://www.dimeg.poliba.it/kmlab Marketing Introduzione al marketing strategico Prof. Michele Gorgoglione m.gorgoglione@poliba.it Sommario Quattro definizioni di marketing 1. Concetti di base dal bisogno

Dettagli

Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue

Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue Rassegna Stampa del 3 aprile 2015 Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue E' QUANTO EMERGE DALL ANALISI CONDOTTA A LIVELLO MONDIALE DALLA SOCIETÀ GLOBALE DI CONSULENZA

Dettagli

CASAPASS IL METODO RENT TO BUY IL METODO PIÙ MODERNO PER ACQUISTARE CASA. scopri I SERVIZI DEL MONDO. agenti in attività DESIDERI ACQUISTARE CASA

CASAPASS IL METODO RENT TO BUY IL METODO PIÙ MODERNO PER ACQUISTARE CASA. scopri I SERVIZI DEL MONDO. agenti in attività DESIDERI ACQUISTARE CASA ENTTOBUY CASAPASS scopri IL METODO RENT TO BUY IL METODO PIÙ MODERNO PER ACQUISTARE CASA I SERVIZI DEL MONDO agenti in attività LIARE DESIDERI ACQUISTARE CASA MA NON RIESCI AD OTTENERE IL MUTUO SU MISURA

Dettagli

Costituzione dell azienda

Costituzione dell azienda START UP E PMI INNOVATIVE - DALL IDEA ALL IMPRESA: SVILUPPO E STRUMENTI NORMATIVI I vantaggi, le agevolazioni fiscali, i finanziamenti regionali Costituzione dell azienda Giovedì 26 novembre 2015 Gli Step

Dettagli

INDICE. Pagina 1 di 11 Economia e gestione delle aziende ristorative 2 Selezione a cura di Marcello Sanci

INDICE. Pagina 1 di 11 Economia e gestione delle aziende ristorative 2 Selezione a cura di Marcello Sanci INDICE LA GESTIONE FINANZIARIA DELLE IMPRESE RISTORATIVE... 2 Il fabbisogno finanziario:concetto e problematiche... 3 Definizione di fabbisogno finanziario... 3 Le fonti di finanziamento... 3 Scelta tra

Dettagli

SLF, un partner unico per le tue soluzioni di finanziamento. Leasing, noleggio, finanziamenti, consulenza.

SLF, un partner unico per le tue soluzioni di finanziamento. Leasing, noleggio, finanziamenti, consulenza. SLF, un partner unico per le tue soluzioni di finanziamento. Leasing, noleggio, finanziamenti, consulenza. SLF, per i tuoi progetti, le migliori soluzioni. Il gruppo SLF nasce alla fine degli anni Novanta,

Dettagli

NEL MODELLO MICROECONOMICO

NEL MODELLO MICROECONOMICO NEL MODELLO MICROECONOMICO 1 solo periodo Output: flusso Input: flusso Decisioni dell impresa: raffrontare ricavi correnti con costi correnti Questo si adatta bene ad alcuni fattori (il LAVORO) Meno soddisfacente

Dettagli

L inquadramento teorico

L inquadramento teorico I preventivi economicofinanziari L inquadramento teorico Università di Pisa Le previsioni economiche: i ricavi di vendita Solitamente la prima variabile ad essere stimata corrisponde ai ricavi di vendita

Dettagli

Incentivo Start Up Polaris

Incentivo Start Up Polaris Incentivo Start Up Polaris Per l avvio di nuove iniziative d impresa negli ambiti tecnologici di specializzazione del parco Allegato A GUIDA FORMULARIO BUSINESS PLAN VRT 04/08-2010 INDICE 1. SINTESI DEL

Dettagli

Albez edutainment production. Il reddito. Classe III ITC

Albez edutainment production. Il reddito. Classe III ITC Albez edutainment production Il reddito Classe III ITC Alla fine di questo modulo sarete in grado di: Conoscere la condizione di equilibrio economico di un impresa Conoscere la classificazione dei costi

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Novara Indicatori socio-economici -0,77% -46,1%

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Novara Indicatori socio-economici -0,77% -46,1% Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Marzo 13 NOVARA NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 13 1 Provincia di Indicatori socio-economici Figura 1 Negli ultimi dieci anni la popolazione

Dettagli

LOCAL BUSINESS MANAGER

LOCAL BUSINESS MANAGER Da venti anni promozione e sviluppo d impresa LOCAL BUSINESS MANAGER IL BUSINESS DEL PROMUOVERE BUSINESS E SVILUPPO LOCALE Aiutare gli aspiranti imprenditori a creare una nuova attività, supportare gli

Dettagli

Macroeconomia. Laura Vici. laura.vici@unibo.it. www.lauravici.com/macroeconomia LEZIONE 6. Rimini, 6 ottobre 2015. La ripresa dell Italia

Macroeconomia. Laura Vici. laura.vici@unibo.it. www.lauravici.com/macroeconomia LEZIONE 6. Rimini, 6 ottobre 2015. La ripresa dell Italia Macroeconomia Laura Vici laura.vici@unibo.it www.lauravici.com/macroeconomia LEZIONE 6 Rimini, 6 ottobre 2015 Macroeconomia 140 La ripresa dell Italia Il Fondo Monetario internazionale ha alzato le stime

Dettagli

BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE

BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE Ad aprile continua la flessione della domanda di credito da parte di famiglie e imprese: -3% i prestiti, -9% i mutui richiesti dalle famiglie;

Dettagli

Le Operazioni di Impiego: I FINANZIAMENTI BANCARI A MEDIO-LUNGO TERMINE. Università degli Studi di Teramo - Prof. Paolo Di Antonio

Le Operazioni di Impiego: I FINANZIAMENTI BANCARI A MEDIO-LUNGO TERMINE. Università degli Studi di Teramo - Prof. Paolo Di Antonio I FINANZIAMENTI BANCARI A MEDIO-LUNGO TERMINE 1 Finanziamenti Bancari Finanziamenti a breve termine Finanziamenti a medio- lungo termine Operazioni di prestito bancario Operazioni di smobilizzo 2 Definizione

Dettagli

FONDO REGIONALE PER IL COMMERCIO

FONDO REGIONALE PER IL COMMERCIO Prot. N. 1154 Li, 15/05/2013 Alla c.a. dei rappresentanti delle Imprese del Distretto Turistico Loro sede Oggetto: FONDO REGIONALE PER IL COMMERCIO Gli artt. 60 e 63 della L.R. 23/12/2000 n. 32 (successivamente

Dettagli

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: IL TRATTAMENTO DEI BENI RESTITUITI ALLA SOCIETA DI LEASING PAG.

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: IL TRATTAMENTO DEI BENI RESTITUITI ALLA SOCIETA DI LEASING PAG. CIRCOLARE N. 15 DEL 03/09/2015 SOMMARIO Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: IL TRATTAMENTO DEI BENI RESTITUITI ALLA SOCIETA DI LEASING PAG. 2 IN SINTESI: Recentemente la Corte di

Dettagli

Osservatorio regionale sul credito dell Emilia-Romagna

Osservatorio regionale sul credito dell Emilia-Romagna Osservatorio regionale sul credito dell UNIONCAMERE EMILIA-ROMAGNA ISTITUTO GUGLIELMO TAGLIACARNE INDAGINE DICEMBRE 2012 DOMANDA ED OFFERTA DI CREDITO IN PROVINCIA DI FORLI - CESENA 1.1 L assetto finanziario

Dettagli

Tutto il mondo nel tuo negozio. Diventa parte della comunità di shopping mondiale weeconomy! Ottieni maggior presenza sul mercato. wee benefit people

Tutto il mondo nel tuo negozio. Diventa parte della comunità di shopping mondiale weeconomy! Ottieni maggior presenza sul mercato. wee benefit people Tutto il mondo nel tuo negozio Diventa parte della comunità di shopping mondiale weeconomy! Ottieni maggior presenza sul mercato. wee benefit people 01 Commercianti al dettaglio, artigiani, prestatori

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

L intervento della BEI a sostegno delle Pmi

L intervento della BEI a sostegno delle Pmi Agevolazioni Finanziarie 7 di Tommaso Zarbo (1) Esperto in materia di finanziamenti agevolati Finanziamenti comunitari L intervento della BEI a sostegno delle Pmi Con le recenti turbolenze finanziarie

Dettagli

FINANZIAMENTI E RAPPORTI CON IL SISTEMA CREDITIZIO

FINANZIAMENTI E RAPPORTI CON IL SISTEMA CREDITIZIO FINANZIAMENTI E RAPPORTI CON IL SISTEMA CREDITIZIO C.C.I.A.A. (RE), nov-dic 2012 IFOA - Cosimo Scarafile 1 ASSUNZIONE DI RISCHIO Le pre-condizioni per la banca 1. Progetto di investimento credibile (realisticamente

Dettagli

Capitolo 20: Scelta Intertemporale

Capitolo 20: Scelta Intertemporale Capitolo 20: Scelta Intertemporale 20.1: Introduzione Gli elementi di teoria economica trattati finora possono essere applicati a vari contesti. Tra questi, due rivestono particolare importanza: la scelta

Dettagli

MARKETING INFORMATION

MARKETING INFORMATION Gentile Concessionario, Come sicuramente avrete visto negli ultimi giorni, con una circolare il Ministero dello Sviluppo Economico ha dato il via alle agevolazioni della NUOVA LEGGE SABATINI per lo sviluppo

Dettagli

La curva di offerta. La curva di offerta

La curva di offerta. La curva di offerta La curva di offerta La curva di offerta Un diagramma che mostra la quantità di un bene che i venditori desiderano vendere per un dato prezzo rapporto tra prezzo e quantità offerta Ha pendenza positiva

Dettagli

Energia e trasporti: il ruolo del metano

Energia e trasporti: il ruolo del metano Metano e trasporti per il governo della mobilità Energia e trasporti: il ruolo del metano di Edgardo Curcio Presidente AIEE Parma, 16 marzo 2010 Centro Congressi Paganini Indice della presentazione 1.

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 3 II) SCRITTURE DI GESTIONE A) SCRITTURE RELATIVE AGLI ACQUISTI 11 ottobre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 II) Scritture di gestione

Dettagli

PROGETTO LOCAL CASA Local Casa è il progetto mirato sul territorio

PROGETTO LOCAL CASA Local Casa è il progetto mirato sul territorio PROGETTO LOCAL CASA Il mercato immobiliare ha trovato in internet un utile alleato per dare risposte rapide ed efficaci come mai era stato possibile in passato. Il trend degli ultimi anni conferma tale

Dettagli

Schema 1. Attrattività del cliente (da1 a 6)

Schema 1. Attrattività del cliente (da1 a 6) Schema 1 Gruppo di Prodotti/servizi Contributo alle vendite (percentuale) Contributo al profitto (percentuale) Attrattività del cliente (da1 a 6) Attrattività dei fornitori (da1 a 6) Attrattività della

Dettagli

Marketing globale e R & S

Marketing globale e R & S EDITORE ULRICO HOEPLI MILANO Capitolo sedici Marketing globale e R & S 16-3 Caso di apertura Kodak entrò in Russia agli inizi degli anni Novanta - Il paese stava attraversando una turbolenta transizione

Dettagli

Le 6 regole fondamentali per un sicuro accesso al credito.

Le 6 regole fondamentali per un sicuro accesso al credito. Le 6 regole fondamentali per un sicuro accesso al credito. Torino, 18 settembre 2006 Indice Introduzione...p. 3 Le 6 regole fondamentali...p. 3 Introduzione Come abbiamo rilevato nei precedenti articoli

Dettagli

Dipartimento di Economia e Management - ECONOMIA AZIENDALE ISTITUZIONI Esercizi sulla BEA- Integrano il E&Cn. 3.10 di Aziende

Dipartimento di Economia e Management - ECONOMIA AZIENDALE ISTITUZIONI Esercizi sulla BEA- Integrano il E&Cn. 3.10 di Aziende BEA Esercizio n. 1 I costi di caffè, acqua, energia, zucchero e igiene per produrre una tazzina di caffè ammontano a 0,2 ; i costi fissi per affitto, mobilio e altri costi di struttura ammontano a 25.000

Dettagli

I tassi interni di trasferimento

I tassi interni di trasferimento Slides tratte da: Andrea Resti Andrea Sironi Rischio e valore nelle banche Misura, regolamentazione, gestione AGENDA TIT unici e TIT multipli La determinazione dei tassi interni di trasferimento Le caratteristiche

Dettagli

SOLUZIONI PER L AGRICOLTURA PRODOTTI E SERVIZI PER L IMPRESA AGRICOLA

SOLUZIONI PER L AGRICOLTURA PRODOTTI E SERVIZI PER L IMPRESA AGRICOLA PER L AGRICOLTURA PRODOTTI E SERVIZI PER L IMPRESA AGRICOLA Professionalità e competenza al servizio della tua attività Credem per l Agricoltura è il servizio dedicato agli agricoltori e alle imprese agricole.

Dettagli

L ECONOMICITÀ AZIENDALE

L ECONOMICITÀ AZIENDALE L ECONOMICITÀ AZIENDALE IMPRESA tende alla sopravvivenza (autonoma) nel tempo 1 a condizione: Equilibrio economico Risorse consumo (utilizzazione) Collocamento l azienda deve conseguire in volume di ricavi

Dettagli

Progetto Rilancio: il caso Costruzioni SpA

Progetto Rilancio: il caso Costruzioni SpA Progetto Rilancio: il caso Costruzioni SpA di Massimo Lazzari, Davide Mondaini e Violante Battistella (*) In questo contributo verrà illustrato il caso di un impresa che, aderendo al Progetto Ri-Lancio,

Dettagli

Risparmio, investimenti e sistema finanziario

Risparmio, investimenti e sistema finanziario Risparmio, investimenti e sistema finanziario Testo di studio raccomandato: Mankiw, Principi di Economia, 3 ed., 2004, Zanichelli Capitolo 26 Il sistema finanziario Il sistema finanziario fa in modo che

Dettagli

ACQUISIZIONE DI BENI STRUMENTALI, FINANZIAMENTI, FULL COSTING

ACQUISIZIONE DI BENI STRUMENTALI, FINANZIAMENTI, FULL COSTING Temi in preparazione alla maturità ACQUISIZIONE DI BENI STRUMENTALI, FINANZIAMENTI, FULL COSTING di Lucia BARALE ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 Materie: Economia aziendale (Classe 5 a Istituto Tecnico e Istituto

Dettagli

COMPRENDERE BENE IL CONTRATTO DI LOCAZIONE PER USO COMMERCIALE

COMPRENDERE BENE IL CONTRATTO DI LOCAZIONE PER USO COMMERCIALE COMPRENDERE BENE IL CONTRATTO DI LOCAZIONE PER USO COMMERCIALE Bisogna tenere a mente che un contratto di locazione è un impegno legale e, quindi, prima di firmarlo sarebbe opportuno chiedere consiglio

Dettagli

Esercizio 1 Calcolare il montante F di 10.000 con un interesse semplice del 15% annuo, dopo 4 anni. [16.000 ]

Esercizio 1 Calcolare il montante F di 10.000 con un interesse semplice del 15% annuo, dopo 4 anni. [16.000 ] Esercizio 1 Calcolare il montante F di 10.000 con un interesse semplice del 15% annuo, dopo 4 anni. [16.000 ] Esercizio 2 Del precedente esercizio calcolare il montante in regime di capitalizzazione composta.

Dettagli