Piano dell'offerta Formativa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Piano dell'offerta Formativa"

Transcript

1 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO I.C. Bruno Munari Via Costantino Perazzi, Roma XII Distretto - Cod. M.P.I. RMIC8B400C-C.F Tel. 06/ Fax. 06/ CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE Piano dell'offerta Formativa Anno Scolastico Approvato dal Collegio dei Docenti del 23/10/2014 Recepito dal Consiglio di Istituto del 27/11/2014 1

2 Sommario 1- AVVERTENZE PARTE GENERALE Principi generali Collaborazioni e Reti scolastiche alle quali aderisce l Istituto Comprensivo Bruno Munari L Istituto nel suo territorio Risorse materiali La Scuola dell Infanzia Montessori Primo ciclo d Istruzione FUNZIONAMENTO DELL ISTITUTO Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola secondaria di I grado CTP Uffici di direzione e di segreteria Servizi per gli utenti Attività educative fuori dall orario scolastico ORGANIZZAZIONE DELL ISTITUTO Organigramma e distribuzione delle responsabilità Funzioni strumentali alla realizzazione del POF Responsabili di area o di progetto Assegnazione dei docenti alle sezioni e alle classi Scuola dell Infanzia (Casa dei bambini) Sede Walt Disney Sede C. Massaia Sede A. Mauri Classi a Metodo Montessori Classi di Scuola Secondaria di I grado Verri Il Consiglio di Istituto (2012/2015) CURRICOLO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO D ISTRUZIONE. 25 Nota introduttiva sulle metodologie CURRICOLO VERTICALE Approfondimento delle materie letterarie (30^ ora) - Scuola Secondaria di I grado COMPETENZE CHIAVE DELL UNIONE EUROPEA VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI Monitoraggio e autovalutazione La "casa dei bambini " Montessori

3 9 LA SCUOLA PRIMARIA A METODO MONTESSORI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA (per il potenziamento e lo sviluppo delle competenze) Azioni progettuali per l arricchimento dell offerta formativa in orario curricolare (nella Scuola Secondaria di I grado) Elenco delle attività proposte Ampliamento dell offerta formativa in orario extra curricolare Progetti di Istituto A scuola vado da solo Progetto promozione alla lettura Rassegna Teatro Viganò/Laboratori espressivi Attività sportiva di Istituto Miguel per le scuole Inviato speciale Continuità e orientamento Comenius: Talking Art & Art Talking Bambini al centro - Pan di Zucchero (L.285/97) La scuola adotta l Opera Educazione alla salute Progetti della Scuola dell Infanzia E mio per te! Fare musica I bambini incontrano la musica Movimento e musica Impariamo a muoverci Giochiamo con la lingua inglese Progetti della Scuola Primaria Adozione a distanza Programma il futuro- Coding alla Primaria La musica parla al cuore Dalla voce al canto Io e la musica In scena la musica Il colore delle emozioni I bambini incontrano l arte Impariamo a muoverci giocando Regole in gioco Impariamo giocando Giro Riciclo Identificazione precoce dei disturbi specifici di apprendimento (DSA) Fun and games with English Progetto ceramica Progetti della Scuola Secondaria di I grado Giochi matematici del PRISTEM Olimpiade del periodo e della logica Progetto Latino Recupero matematica Potenziamento lingua francese (DELF A2) Shuttle Time- Il Badminton a scuola Remare a scuola ALTRE INIZIATIVE DIDATTICHE

4 13 I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (b.e.s.) Principi Strumenti Organizzazione del processo di inclusione Piano Annuale per l Inclusione (Circolare 8/2013) Percorsi per l inclusione Rapporti con le famiglie Protocollo di accoglienza degli alunni stranieri...91 ALLEGATO: Curricolo verticale dell I.C. Bruno Munari

5 1- AVVERTENZE Il Piano dell Offerta Formativa ( P.O.F.) è il documento fondamentale che la scuola, in autonomia, elabora per rendere pubbliche le proprie scelte in merito alle finalità educative e didattiche, alle scelte organizzative, alle linee di ricerca e di innovazione della scuola, al curricolo e alle attività facoltative. Esso viene redatto dal Collegio dei Docenti e adottato dal Consiglio di Circolo. Il nostro P.O.F. è stato preparato in due versioni: Un documento completo depositato agli atti della scuola ( visionabile e scaricabile anche dal sito dell Istituto ) Un documento sintetico, semplice ed essenziale che fornisce le principali informazioni necessarie a conoscere la scuola. Altri documenti importanti cui fare riferimento sono: Il Regolamento di Istituto che contiene tutte le regole adottate per il buon funzionamento dell Istituto: dall'orario di entrata e di uscita delle classi, ai compiti del rappresentante dei genitori; dai criteri di ammissione alla scuola, alle modalità organizzative relative alle visite guidate. Il Contratto di Istituto che regolamenta il rapporto di lavoro di tutti i dipendenti della scuola. Il Programma annuale che contiene le previsioni di spesa per l'anno scolastico, l'analisi delle entrate, le spese previste per il funzionamento didattico generale e per le innovazioni. 2 PARTE GENERALE 2.1 Principi generali L Istituto Comprensivo Bruno Munari accoglie tutti i bambini ed i ragazzi senza distinzione di razza, di lingua, di religione, di condizioni personali e sociali. Le finalità generali della scuola sono quelle previste dalla Costituzione della Repubblica Italiana e dagli ordinamenti della Scuola dell Infanzia, della Scuola Primaria e della Scuola Secondaria di I grado. La scuola si richiama inoltre ai trattati internazionali dei diritti dell uomo e del fanciullo. Inoltre l Istituto, sede del 3 Centro Territoriale per l educazione Permanente degli adulti (CTP), sviluppa attività rivolte agli adulti per l insegnamento dell italiano Lingua 2, il conseguimento della licenza media per gli adulti, e corsi di formazione per sostenere l apprendimento lungo l arco della vita (Long life learning) La scuola si impegna a realizzare l autonomia organizzativa, didattica, di ricerca e sviluppo per ottenere i migliori risultati utilizzando al meglio le risorse umane, le strutture e i servizi offerti dal territorio. L autonomia scolastica rappresenta lo strumento attraverso cui viene organizzata, progettata, 5

6 sperimentata e verificata l offerta formativa. La capacità di lettura interpretativa della società e del territorio ne costituisce il fondamento ed è, al tempo stesso, il presupposto per l elaborazione di una risposta organica ai bisogni formativi di tutti. L articolazione e la varietà del progetto scuola condiviso diviene così nei fatti un processo dinamico, capace di rinnovarsi secondo le necessità verificabili in itinere, con l obiettivo di ridurre e rimuovere i condizionamenti di contesto e/o individuali, così da perseguire l obiettivo del successo formativo. Il Piano dell Offerta Formativa rappresenta il documento di riferimento per l azione educativa dei Consigli di Classe, dei Consigli di Interclasse e dei Consigli di Intersezione e, ferma restando la libertà individuale di scelta dei contenuti, dei metodi, degli strumenti di insegnamento dei docenti, costituisce lo sfondo di riferimento comune relativamente agli obiettivi educativi e didattici da raggiungere, agli interventi da attuare, ai criteri di valutazione da assumere. Tutti gli utenti, e tutti i cittadini in genere, hanno diritto a partecipare alla vita della scuola e a contribuire al suo miglioramento. La scuola ritiene determinante per il successo formativo di ogni bambino e ragazzo la collaborazione e la comunicazione con le famiglie. A tal fine sono previsti colloqui individuali per i genitori dei bambini neo iscritti, assemblee informative periodiche e frequenti colloqui tra insegnanti e genitori. La Scuola dell Infanzia del Circolo è organizzata come Casa dei Bambini Montessori. Nella Scuola Primaria vi sono anche sezioni funzionanti secondo il metodo Montessori. L intera comunità scolastica pone al centro del proprio lavoro l unicità di ogni bambino, con le sue caratteristiche emotive e cognitive. È inoltre impegnata nella continua ricerca di metodologie e attività efficaci per far vivere a ciascun bambino un esperienza sociale e culturale significativa. 2.1 Formazione, autoformazione ed aggiornamento delle competenze professionali L Istituto sviluppa diversi percorsi di formazione e autoformazione: a) Formazione con l Università Roma Tre nell ambito del Progetto di Ricerca di Interesse Nazionale Direttore Scientifico Prof. Gaetano Domenici. Le attività di formazione on-line e in incontri seminariali propone l arricchimento professionale sui temi della didattica, dell utilizzo delle tecnologie e dell insegnamento significativo. Curano la formazione i docenti dell Università b) autoformazione finalizzata alla riflessione sui traguardi di competenza previsti dalle Indicazioni Nazionali per la definizione di un curricolo d Istituto organico tra gli ordini di scuola centrato sulla didattica per competenze che utilizzi la strategia del problem solving c) Maria Montessori: i materiali e il lavoro didattico in collaborazione con l Opera Montessori d) formazione per l acquisizione delle competenze tecniche e metodologiche di utilizzo delle Lavagne Interattive Multimediali (LIM) 2.2 Collaborazioni e Reti scolastiche alle quali aderisce l Istituto Comprensivo Bruno Munari L autonomia scolastica, affidando alle singole istituzioni scolastiche molte competenze che prima appartenevano all Amministrazione centrale (Ministero e Provveditorati), richiede alle scuole la capacità di coordinarsi con altri Enti, Università e altre scuole per esercitare l autonomia di ricerca e sperimentazione attraverso progetti di collaborazione e di partecipare a reti e associazioni, così come previsto dall art. 7 dello stesso Regolamento dell autonomia (DPR n. 275/1999). Solo così infatti il 6

7 servizio scolastico nazionale può evitare di perdere il suo carattere di unitarietà che riteniamo debba mantenere. Per questo l Istituto Bruno Munari collabora con: Università Roma Tre Dipartimento di Scienze della Formazione Progetto di Ricerca di Interesse Nazionale (PRIN): il progetto offre all Istituto un percorso di formazione ai docenti finalizzato a incrementare le competenze didattiche, metodologiche e tecnologiche per sostenere il miglioramento degli esiti di apprendimento degli alunni; Università Roma Tre Dipartimento di Scienze della Formazione, Università La Sapienza, Università Foro Italico, Università Tor Vergata : Tirocini Formativi Attivo: gli studenti effettuano presso il nostro Istituto, con la qualificata supervisione dei docenti dell Istituto, il Tirocinio obbligatorio. Il TFA è un corso di preparazione all'insegnamento di durata annuale istituito dalle università che attribuisce, all'esito di un esame finale, il titolo di abilitazione all insegnamento in una delle classi di concorso previste dal D.M. n. 39/1998. L Istituto collabora altresì con le Istituzioni Universitarie per progetti di ricerca e ulteriori tirocini (master, dottorati etc.) Opera Nazionale Montessori: L Istituto collabora con l Ente per la formazione del personale che insegna nelle classi a differenziazione di metodo Montessori nonché per accogliere i tirocini dei docenti che stanno conseguendo il titolo di specializzazione. Invalsi Progetto Valutazione & Miglioramento: Si realizza in tre fasi: le prime due si sono avviate nell a.s La Fase 1 ha l obiettivo di valutare la qualità progettuale, l efficienza organizzativa e quella gestionale della scuola: Dirigenti tecnici del MIUR esaminano la documentazione e conducono visite nelle scuole. La Fase 2 si prefigge di identificare i punti di forza e i nodi critici del servizio scolastico offerto in un ottica di valutazione sistemica. Una coppia di osservatori conduce visite di osservazione nelle scuole, viene stilata una relazione, che integra la parte qualitativa con informazioni quantitative. La Fase 3 intende sostenere azioni di miglioramento. Dall analisi dei risultati emersi nelle fasi 1 e 2, viene elaborato un piano di miglioramento. Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Progetto Orientamento e Partnership: le famiglie collaborano con la scuola nel percorso di orientamento dei ragazzi dalla classe II di scuola secondaria di I grado. L Istituto Bruno Munari aderisce a: Associazione Scuole Autonome del Lazio (ASAL): organismo di coordinamento regionale al quale aderiscono più di 200 istituzioni scolastiche ( ). Rete scolastica del III e IV Municipio di Roma: organismo al quale aderiscono attualmente più di 20 scuole pubbliche presenti nel territorio del IIIe del IV Municipio del comune di Roma -XII e XIII distretti scolastici- ( ). Rete delle Biblioteche Scolastiche Multimediali Territoriali: 13 Istituzioni scolastiche dei Municipi 7

8 V e IV di Roma dal 2000 sono impegnate in attività di promozione della lettura nel territorio e nel progetto interistituzionale LIBRINCONTRO. Rete scolastica delle scuole Montessori di Roma: organismo tra le scuole statali romane nelle quali funzionano sezioni o classi a metodo Montessori. Rete di coordinamento del CTP del Lazio: organismo che promuove la formazione e la sperimentazione nazionale del CPIA 2.3 L Istituto nel suo territorio L Istituto con le sue cinque sedi raccoglie i bambini ed i ragazzi dei quartieri Nuovo Salario, Monte Cervialto, Vigne Nuove del Municipio III di Roma (XII Distretto scolastico) Le scuole dell Istituto operano nel territorio da circa 40 anni. Affluiscono all Istituto alunni provenienti da altri quartieri tra i quali: Serpentara, Bufalotta, Colle Salario, Talenti. Le sedi: - Scuola dell Infanzia Angelo Mauri Via Angelo Mauri, 5 - Scuola Primaria Walt Disney Via Costantino Perazzi, 46 - Angelo Mauri Via Angelo Mauri, 5/Via Foscari, - Cardinal Massaia Via Rina De Liguoro, 50 - Scuola Secondaria di I grado Verri Via Costantino Perazzi, 30-3 Centro Territoriale per l educazione permanente degli adulti Via Costantino Perazzi, 30 L Istituto, strettamente legato alla realtà socio-culturale del territorio, collabora con numerose associazioni esterne sportive, musicali, teatrali nonché con le autorità amministrative locali e centrali, con i servizi socio sanitari e con le scuole del territorio con le quali si unisce in Rete per il conseguimento di specifici obiettivi. Le associazioni che attualmente collaborano con il Circolo sono: Associazione Progetto/ attività Responsabile Esperti Ragazzi al centro Attività di orientamento nella scuola secondaria di I grado (ex L. 285) Dott.ssa Katia Costa Bambini al centro AiBi Amici dei bambini Laboratori ludico_ educativi (ex L. 285) Dott.ssa Margherita Plotti Orientatore senior presso Cnos-Fap T. Gerini Attività di orientamento nella scuola secondaria di I grado Dott. Domenico Bocchini Insieme Per Fare Centro di arte, cultura e sport dilettantistico Educazione musicale Luigi Gaudio Prof. Michele Piersanti Prof.ssa Silvia Cellini 8

9 Youkali Attività di musica, coro, danza Antonella Tondi M Robert Andorka M Antonella Tondi C.D.M. Centro Didattico Musicale Laboratori di musica per la Scuola dell Infanzia e scuola primaria Valentina Iadeluca Marco Iadeluca Silvia Manciati Associazione Sportiva Dilettantistica 2 Educazione sportiva Andrea Cesari Associazione sportiva Serpentara Educazione sportiva Renata Aresu Spes Montesacro Educazione sportiva Carlo Di Clemente Associazione Sportiva Rugby Nuovo Salario Educazione sportiva Antonino Ruggiero Associazione culturale Curiosando Itinerari didattici Clara Montesanto Tutti a Scuola Laboratorio lingua straniera (inglese) Brenda Barrett Brenda Barrett Diane Reese (madrelingua) La Fabbrica Promozione di progetti interdisciplinari per la scuola Loredana Lo Savio OPAM O.N.L.U.S. Adozioni a distanza Azione Aiuto Adozioni a distanza Associazione Lorenzo Chi Ama il Congo Adozioni a distanza Associazione o.n.l.u.s. Bankuore Adozioni a distanza Lisa Clifford Assaggini di cultura anglofona Lisa Clifford (madrelingua) Bartomioli Itinerari d arte per la scuola elementare Alessandra Bartomioli (storica dell arte e guida turistica autorizzata) Cinzia Gallo Arte in tutti i sensi Cinzia Gallo (archeologa, storica dell arte) 9

10 Teatro dell Opera di Roma- Dipartimento didattico ASL RMA AMA Laboratori ed iniziative sull arte della Danza e della Musica e opportunità per conoscere il Teatro Musicale Laboratori, incontri, attività, per la prevenzione della salute: Laboratori di riciclaggio intervento di esperti e attività di animazione Nunzia Nigro 2.4 Risorse materiali Le sedi dell Istituto vantano ampi spazi verdi in cui crescono piante di varie specie. Lo spazio esterno destinato alla Scuola dell Infanzia è sapientemente arredato per il gioco dei più piccoli. In ciascun giardino è presente un campetto polivalente dove è possibile svolgere le attività sportive mini basket, mini volley, pallamano, calcetto, tennis - ed altre attività che richiedono grandi spazi come la danza e le grandi feste della scuola. Le cinque sedi sono state ristrutturate anche se non completamente e possiedono aule accoglienti e luminose, una grande palestra e sono state allestite le seguenti aule laboratorio: biblioteca informatica lettura musica inglese scienze polivalente Nella sede di scuola secondaria di I grado e sede del 3 CTP è presente un defibrillatore e personale preparato ad utilizzarlo. Tutte le sedi sono provviste di connessioni internet: nella sede Mauri attraverso il cablaggio fisico - Fondazione Roma; nelle sedi Walt Disney e Verri sono presenti in ciascuna un hotspot WiFi, nell ambito del progetto Digit Roma Free internet. Ogni edificio di scuola dell infanzia e primaria dispone di una cucina attrezzata e di una sala da pranzo rispondenti alle norme a tutela dell igiene alimentare. 2.5 La Scuola dell Infanzia Montessori Tutte le sezioni della Scuola dell Infanzia, così come parte della Scuola Primaria, funzionano secondo il Metodo Montessori ai sensi della vigente Convenzione tra il M.I.U.R. e l ente morale Opera Nazionale Montessori. Le sezioni sono costituite da bambini di età diverse, dai 3 ai 5 anni, rispondendo così al criterio montessoriano di una società per coesione, ricca di componenti diverse che operano in modo 10

11 armonioso. La Scuola dell Infanzia Montessori Casa dei Bambini concorre all educazione armonica e integrale del bambino valorizzandone le capacità e l identità di ciascuno. Il centro del sistema educativo è il bambino e non l educatore che diventa una figura d aiuto facilitatore, un trait d union tra bambino e ambiente, opportunamente progettato. La Casa dei Bambini ha le seguenti finalità: - Rafforzare l identità personale: nel rispetto del naturale impulso del bambino ad agire rimuovendo ciò che può ostacolare il manifestarsi del suo essere psichico. - Favorire l autonomia: permettendo al bambino di operare in un ambiente scientificamente preparato che limita all essenziale l intervento dell adulto. - Sviluppare le competenze: attraverso il lavoro libero ed autoeducativo del bambino, rispettando i ritmi di apprendimento di ciascuno. 2.6 Primo ciclo d Istruzione La Scuola Primaria e la Scuola Secondaria di I grado costituiscono il primo ciclo d istruzione cioè di quel segmento formativo che fino a poco tempo fa veniva chiamato scuola dell obbligo. Il secondo ciclo d istruzione comprende invece le scuole secondarie di 2 grado, la formazione professionale e l apprendistato. La Scuola Primaria accoglie i bambini dai sei agli undici anni. L attuale normativa consente l iscrizione anticipata agli alunni che compiono 6 anni entro il 30 aprile dell anno scolastico per il quale si chiede l iscrizione. Si articola in un triennio ( prima, seconda e terza classe) e un biennio successivo ( quarta e quinta classe). La Scuola Secondaria di I grado accoglie ragazzi dai dodici ai quattordici anni e si conclude al termine del triennio con l esame di stato che permette di conseguire il diploma di licenza media che permette di frequentare la Scuola Secondaria di Secondo Grado L istituto Bruno Munari si pone come obiettivi generali del processo formativo al termine del primo ciclo d istruzione le seguenti finalità, proponendosi di essere: scuola della educazione integrale della persona: in cui le conoscenze e le abilità insegnate costituiscano occasioni per lo sviluppo della personalità e delle capacità di scelta. scuola che colloca nel mondo capace di: 1) far acquisire agli allievi un immagine chiara e approfondita della realtà sociale, economica, istituzionale contemporanea, in cui possa inserirsi in modo attivo e responsabile; 2) fornire strumenti adeguati alla prosecuzione delle attività di istruzione e formazione; 3) favorire l organizzazione e l accrescimento delle conoscenze e delle abilità; 4) curare la dimensione sistemica delle discipline. scuola orientativa: una scuola in cui le discipline, le attività laboratoriali ed extracurricolari sono volte alla scoperta di sé, delle proprie attitudini ed interessi, nonché alla scoperta della cultura, dell arte, del mondo in generale. scuola dell identità: scuola che accompagna il bambino/ragazzo nella sua maturazione globale fino alle soglie dell adolescenza, aiuta, fornisce strumenti di ricerca e comprensione, si affianca alla famiglia nel compito di educare all affettività e alla sessualità. scuola della motivazione e del significato: motivazione e bisogno di significato sono condizioni necessarie a qualsiasi apprendimento. 11

12 la scuola propone la crescita delle capacità autonome di studio: 1) autonomia progettuale ed esecutiva; 2) un corretto e proficuo metodo di studio; 3) capacità di rispettare tempi e consegne e di collaborare nel lavoro di gruppo. scuola della prevenzione dei disagi e del recupero degli svantaggi: attraverso il coinvolgimento delle famiglie, la scuola si preoccupa di rispondere ai bisogni dei bambini e dei preadolescenti e prevenire i disagi. mira, secondo i dettami dell art. 3 della costituzione.a rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che, limitando di fatto la libertà, impediscono il pieno sviluppo della persona umana. scuola della relazione educativa: una scuola che considera il rapporto tra docente ed allievo una relazione tra persone e che è attenta alla valorizzazione di ciascun alunno nella sua individualità e alle relazioni interpersonali che si sviluppano nei gruppi, nella classe e nella scuola e ciò soprattutto in presenza di alunni in situazione di disagio e/o di handicap, attraverso le scelte educative e formative che, pur tendendo tutte alla formazione integrale della persona nei suoi vari aspetti culturali, sociali ed affettivi, sono necessariamente adeguate al momento evolutivo che gli alunni dell istituto comprensivo stanno attraversando. Pertanto: - per la scuola primaria la progettazione delle attività di insegnamento/apprendimento si propongono di sviluppare la personalità del bambino in tutte le sue espressioni intesa come: acquisizione dell'autostima; capacità di relazionarsi; capacità di mettersi in gioco; sviluppo della capacità critica e dell autonomia creativa; - per la scuola secondaria di primo grado, le scelte educative e formative in continuità con la scuola primaria si propongono di sviluppare nei ragazzi le capacità di: esprimere un personale modo di essere e proporlo agli altri (consapevolezza di sé); interagire con l ambiente naturale e sociale che lo circonda, influenzarlo positivamente, maturando senso di appartenenza; risolvere i problemi che di volta in volta incontra; riflettere su se stesso e gestire il proprio processo di crescita ( anche chiedendo aiuto, quando occorre) per operare scelte autonome e consapevoli; comprendere per il loro valore, la complessità dei sistemi simbolici e culturali; maturare il senso del bello; conferire senso alla vita. La realizzazione di percorsi formativi integrati comporta l impegno organizzativo e progettuale di tutta la scuola, che nell esercizio della propria autonomia adotta tutte le forme di flessibilità che consentono di operare coerentemente e di dare conto degli esiti delle proprie scelte nel confronto costruttivo con le famiglie. Nell ambito di tale impegno, la progettazione educativo-didattica rappresenta uno dei momenti più significativi e qualificanti del lavoro dei docenti: è la sintesi progettuale ma anche valutativa del lavoro dei Consigli di Classe e dei Team docenti, cioè degli insegnanti che operano sulla stessa classe. Ogni equipe, attraverso la riflessione e la discussione sulle esperienze condotte, valuta gli elementi che influenzano il modo di stare a scuola e di apprendere degli alunni, per modulare gli interventi sulle particolari esigenze di ogni bambino. Nel corso della programmazione delle attività i consigli di classe ed i team progettano e raccordano i loro interventi indicando le scansioni e le modalità più opportune per la realizzazione degli obiettivi formativi, attraverso il conseguimento delle conoscenze e delle abilità previste dai programmi nazionali. Gli insegnanti elaborano i percorsi e le procedure più idonee a realizzare gli apprendimenti, 12

13 anche attraverso una diversificazione dei percorsi. Le attività didattiche che vengono proposte valorizzano le risorse culturali, ambientali e strumentali offerte dal territorio. In tal modo il processo di apprendimento diviene il risultato di una attiva e piena partecipazione di ogni alunno che interagisce con i compagni in un contesto culturale vissuto come comunità educante, nella quale continuare ad apprendere nel corso della vita. 3 FUNZIONAMENTO DELL ISTITUTO 3.1 Scuola dell Infanzia Casa dei Bambini di Via Angelo Mauri Scuola dell Infanzia ad Indirizzo Didattico Differenziato secondo il Metodo Montessori Insegnante Coordinatrice: Rosita Gallinella Organizzazione 10 sezioni a 40 ore settimanali Entrata 8:00/8:30 1 sezione a 25 ore settimanali Entrata 8:00/8:30 Assicurazione integrativa e progetti con esperti esterni 11 sezioni 262 alunni circa Contributo volontario Uscita 15:45/16:00 Uscita 12,45/13:00 Servizio mensa fornito dalla ditta La Cascina Global Service srl Riduzioni per disagio (mod. ISEE) C/c n intestato a Comune di Roma Municipio III Ufficio Refezione scolastica Servizio di pre/post scuola a pagamento Associazione Sbrizzi Pre-scuola 7:30/8:00 Post-scuola 16:00/17: Scuola Primaria Scuola Primaria Walt Disney 14 classi 295 alunni circa SEDE DI DIREZIONE Tel fax Insegnante coordinatrice: Stefania Tiberti 13

14 Orario scolastico: Classi a tempo pieno (40 ore settimanali) Dal lunedì al venerdì 8:30 16:30 * Classi a tempo normale 27 ore settimanali - Classe 1ª, 2ª Venerdì si esce alle 12:30 Classi a tempo normale 28 ore settimanali - Classe 3ª 4ª e 5ª Assicurazione integrativa e progetti con esperti esterni Un giorno a settimana 8:30 16:30 Quattro giorni a settimana Contributo volontario 8:30 13:30 Servizio di pre/post scuola a pagamento Associazione Sbrizzi Pre-scuola 7:30/8:30 Post-scuola 16:30/17:30 Venerdì anche 12:30/13:30 Scuola Primaria Mauri / Foscari 26 classi 570 alunni circa EDIFICIO DI VIA ANGELO MAURI Tel fax. 06/ EDIFICIO DI VIA PIERO FOSCARI Tel Orario scolastico: Classi a tempo pieno (40 ore settimanali) *Classi a tempo normale (28 ore settimanali)- Classe 4ª e 5ª Dal lunedì al venerdì Quattro giorni Un giorno a settimana 8:20 16:20 (Mauri) 8:15 16:15 (Foscari) 8:20 13:20 (Mauri) 8:20 16:20 (Mauri) Classi a tempo normale (27 ore settimanali)- Classe 3ª Servizio mensa fornito dalla ditta La Cascina srl Assicurazione integrativa e progetti con esperti esterni Servizio di pre/post scuola a pagamento Associazione Sbrizzi Tre giorni a settimana Un giorno a settimana Venerdì 8:20 13:20 (Mauri) 8:20 16:20 (Mauri) 8:20 12:20 (Mauri) Riduzioni per disagio (mod. ISEE) C/c n intestato a Comune di Roma Municipio IV Ufficio Refezione scolastica Contributo volontario Pre-scuola 7:30/8:20 Post-scuola 16:00/17:30 14

15 Scuola Primaria Cardinal Massaia 9 classi 133 alunni SEDE CARDINAL MASSAIA Tel Fax Insegnante coordinatrice : Serena Parisi Orario scolastico: Classi a tempo pieno (40 ore settimanali) Classi a tempo normale (27 ore settimanali) Classe 3ª e 5ª Servizio mensa fornito dalla ditta La Cascina srl Assicurazione integrativa e progetti con esperti esterni Dal lunedì al venerdì 8:30 16:30 Martedì, Mercoledì e Giovedì 8:30 13:30 Lunedì e Venerdì 8:30 16:30 Riduzioni per disagio (mod. ISEE) C/c n intestato a Comune di Roma Municipio IV Ufficio Refezione scolastica Contributo volontario * Per tutte le sedi di scuola Primaria il tempo normale si realizza nelle 27 ore. Solo per quest anno le IV e le V e effettuano 28 ore e solo le V per l a.s Scuola secondaria di I grado Scuola Secondaria di I grado 6 classi 127 alunni EDIFICIO DI VIA COSTANTINO PERAZZI 30 Tel. e fax Collaboratore del D.S.: Claudia Quintiliani Orario scolastico: Dal lunedì al venerdì 8:00 14:00 Assicurazione integrativa e progetti con esperti esterni Contributo volontario 3.4 CTP Il 3 Centro Territoriale Permanente per l educazione degli adulti opera nel territorio del III Municipio con l obiettivo principale di fornire, risposte efficaci e flessibili alla necessità di progettare, orientare, coordinare e organizzare le attività di istruzione e formazione dirette a cittadini italiani e stranieri in età adulta. Le attività, programmate sono finalizzate a: - conseguimento della Licenza Media; - apprendimento, a vari livelli, della lingua e della cultura italiana per gli stranieri; - 15

16 - recuperare lei abilità funzionali e lo sviluppo di competenze specifiche (lingue straniere,informatica, arte, ambiente, salute, mass media, ecc.); 3.5 Uffici di direzione e di segreteria Uffici di direzione Il Dirigente scolastico, Eva Pasqualini, riceve tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, la mattina e alcuni pomeriggi su appuntamento. Segreteria Gli Uffici di segreteria si trovano in via C. Perazzi 46 e ricevono il pubblico nei giorni di: lunedì 10,30/13,00 mercoledì 13,30/16,30 venerdì 8.00/10,30 Personale amministrativo Direttore dei servizi amministrativi Settore alunni Settore Personale Affari generali Centro Territoriale per l educazione Permanente Alberta Zappaterreno -Antonella Natalini Lorena Castelli - Federica D Ascenzio - Fiorella La Farciola - Marina Fioravanti Maria Luisa Sconziano Viviana Natalini Maria Veneranda Marino (ex art. 113) Rosario Perna 3.6 Servizi per gli utenti Pre-Post Scuola Nelle sedi Walt Disney e Mauri, la scuola offre un servizio di pre e post scuola gestito dalla Associazione Sbrizzi con i seguenti orari: dalle 7:30 fino all inizio delle lezioni della Scuola dell Infanzia e della Scuola Primaria; dalle 16:00 alle 17:30. La ditta offre di prolungare l orario oltre le 17:30, su richiesta e a pagamento, in caso di assemblee di classe o interclassi. Servizio di scuola bus per alunni disabili Il comune di Roma, Municipio III assicura un servizio di scuola bus per i bambini disabili a richiesta dei genitori. Servizio di scuola bus È disponibile un servizio di scuola bus privato a pagamento; a richiesta del genitore la scuola può fornire ulteriori informazioni. Medicina scolastica Il servizio di medicina scolastica è presente saltuariamente nella scuola; svolge attività di screening preventivo ed è disponibile per consigli in ordine alla prevenzione e cura di particolari situazioni. 16

17 Per ogni esigenza o disagio psicofisico del bambino le famiglie potranno rivolgersi al Servizio Materno Infantile RMA, Via Dina Galli Attività educative fuori dall orario scolastico 1. Attività facenti parte del Pof gestite direttamente dall Istituto: Corsi di recupero per ragazzi scuola secondaria di I grado Corso certificazione Delf per ragazzi scuola secondaria di I grado Corsi di Latino per ragazzi scuola secondaria di I grado 2. Attività in convenzione con il municipio III e autorizzate dal Consiglio di istituto CENTRO SPORTIVO MUNICIPALE Angelo Mauri ASSOCIAZIONE POLISPORTIVA DILETTANTISTICA G.B. VICO Responsabile: Piero D Attilia Attività previste: Pallavolo, Minibasket, Funky, Ginnastica artistica, Ginnastica per adulti, Balli di gruppo per adulti, Attività motoria 3-5 anni. ORARI: Dalle 16:20 alle 20:40 Tutti i giorni dal lunedì al venerdì Per informazioni ed iscrizioni presentarsi presso la palestra di Via Mauri fra le 16:30 e le 17:00, tutti i giorni a partire dai primi giorni di ottobre o telefonare allo 06/ o 328/ (Signora Fernanda). ASSOCIAZIONE POLISPORTIVA SERPENTARA Responsabile: Renata Aresu Attività previste: Minibasket, Ginnastica artistica, Ginnastica per adulti, ORARI: Dalle 16:45 alle 19,00 Tutti i giorni dal lunedì al venerdì (mercoledì escluso) Soggiorno estivo per bambini da 3 a 12 anni nei mesi di giugno, luglio agosto Telefonare a 338/ ASSOCIAZIONE POLISPORTIVA VERRI Responsabile: Simona D Attilia Attività previste: Pallavolo, Ginnastica artistica. Per informazioni ed iscrizioni presentarsi presso la palestra di Via C. Perazzi, 30 tra le 16,30 e le 17:00, tutti i giorni a partire dai primi giorni di ottobre o telefonare al 06/ / ASSOCIAZIONE POLISPORTIVA DILETTANTISTICA SCUOLA SPORTIVA DILETTANTISTICA 2 Responsabile: Andrea Cesari Attività previste: Pallavolo, Ginnastica artistica,minibasket. Per informazioni ed iscrizioni presentarsi presso la palestra di Via Rina De Liguoro, 50, tra le 16,30 e le 17:00, tutti i giorni a partire dai primi giorni di ottobre o telefonare 347/ ASSOCIAZIONE YOUKALI Cooperativa culturale che propone a bambini, ragazzi ed adulti attività corale, lezione di strumento chitarra, violino, viola musica d insieme, danza. I corsi si tengono presso la scuola secondaria di I grado Verri in Via Costantino Perazzi,

18 ACLE Associazione Culturale non a scopo di lucro, ente di formazione accreditato dal MIUR organizza la vacanza studio City Camps. I CITY CAMPS offrono ai giovani una sana ed efficace English full immersion poiché le attività didattiche e ricreative, animate da Tutors anglofoni, stimolano costantemente gli studenti ad esprimersi in inglese come se partecipassero a una vacanza studio in Inghilterra. INNOVAZIONE E RISORSE Offre una ampia possibilità di aggiornarsi attraverso corsi di formazione in presenza e online. I cataloghi vengono costantemente aggiornati sulla base di nuove richieste da parte degli utenti e di nuove rilevazioni dei fabbisogni da parte dei formatori. 4 ORGANIZZAZIONE DELL ISTITUTO 4.1 Organigramma e distribuzione delle responsabilità Staff di direzione Dirigente scolastico Collaboratori D.S.(Mauri): Annita Ciotti Collaboratori D.S. (Verri): Claudia Quintiliani Coordinatore Sc. Infanzia: Rosita Gallinella Integrazione:Adriana Servili Presidenti Interclasse: Barbara Alessandri, MTeresa Latini, Barbara Manconi, Rosanna Menna, Stefania Tiberti DSGA: Alberta Zappaterreno Referente sicurezza: Arch. Mario Giovagnoli Preposti: Messuri, Pecci, Sicoli, Gallinella, Ciotti Referenti di Area/Progetto Integrazione, Orientamento/Continuità, Valutazione, Progetti di Istituto Coordinatori di sede: W. Disney: Stefania Tiberti C. Massaia: Serena Parisi 3 CTP: Luisa Ardito Web: Barbara Manconi Presidente Intersezione: Rosita Gallinella Responsabili di laboratorio Laboratori computer,biblioteche, Sussidi, Visite guidate 4.2 Funzioni strumentali alla realizzazione del POF Le cosiddette funzioni strumentali sono specifici compiti, ritenuti prioritari per il miglioramento della qualità del servizio scolastico, affidati ad alcuni docenti designati dal Collegio Docenti. Il Collegio dei Docenti ha individuato 4 aree di intervento a ciascuna delle quali sono stati preposti i docenti indicati nella seguente tabella. 18

19 AREE DI INTERVENTO DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. FS1 - Integrazione FS2 - Web FS3 - Continuità/Orientamento FS4 - Montessori FS5 - Valutazione DOCENTI ASSEGNATARI Adriana Servili Antonella Lepore Barbara Manconi - Chiara Sicoli Silva Cavaliere - Paola Cococcia, Loredana Grotta, Micaela Degen Roberta Bittoni, AnnaMaria Scatena, Orietta Piras, Silvia Battistello, Barbara Mannino, Sabrina Graziani Rosanna Menna 4.3 Responsabili di area o di progetto REFERENTI DI AREA O DI PROGETTO Promozione della lettura Laboratori espressivi Sport Comenius Inclusione/Integrazione Inviato speciale Orientamento Scuola Secondaria di I Grado Teatro all opera Screening Inglese Continuità Laboratorio ceramica Valutazione Marina Militello, Teresa Cirigliano, Barbara Alessandri, Maria Letizia Carbone, Maria Rita Ricceri, Silva Cavaliere, Leonia Simone, Simonetta Rossini Coordinatore: Leonia Simone Paola Lerario, Adriana Messuri, Barbara Mannino, Luciana Marra, Donatella Fabiani, Micaela Degen Coordinatore: Chiara Sicoli Vincenza Caruso, Filippo Lisanti, Mariangela Di Donato, Mariangela Muzi Coordinatore: Fiorella Mancuso Luca Ragusa, Elena Ferraccioli, Antonella Lepore, Giulia Compagnucci Irma Ancona, Elisabetta Spadera, Monica Marinucci, Giulia Compagnucci Micaela Degen Micaela Degen e gruppo di lavoro Adriana Servili, Elena Ferraccioli Raffaella Bianco Assunta Saturno, Cinzia Maggi, Rosalba Murri Vincenza Caruso, Letizia Fortunato Maria Distefano, Antonella Marchetti, Claudia Quintiliani 19

20 Viaggi di istruzione Laboratori Informatica Redazione Pof Progetti con esperti esterni RESPONSABILI DI SERVIZIO Sonia Ferri, Paolo Plebani Chiara Sicoli, Filomena Cecoro, Barbara Manconi Barbara Manconi Ersilia Antoniucci, Cinzia Maggi Referente Preposti R.L.S. SERVIZIO DI PREVENZIONE E SICUREZZA (D. Lgs. 81/2008) Arch. Mario Giovagnoli Adriana Messuri, Debora Pecci, Chiara Sicoli, Rosita Gallinella, Annita Ciotti Rosa Nicolai 4.4 Assegnazione dei docenti alle sezioni e alle classi Scuola dell Infanzia (Casa dei bambini) Classi Insegnanti sezione Altri insegnanti Insegnamento Sez. A Grotta Loredana Graziani Sabrina Lisanti Filippo De Prizio Alessia Moschella Federica Sost Sost Sez. B Mannino Barbara Cococcia Paola Lisanti Filippo Moschella Federica Sost Sez. C Malgeri Nadia Lisanti Filippo Panessa Mei Sost Sez. D Moretti Marina Pirotti Cristina Lisanti Filippo Compagnucci Giulia Sost Sez. E Ricceri M. Rita Antoniucci Ersilia Lisanti Filippo Sez. F Sez. G Caporaletti Rita Gasponi Cristina Lisanti Filippo Ferri Sonia Lisanti Filippo Sez. H Mariani Anna Lisanti Filippo Dari Emanuela Sez. I Battistello Silvia Giustini Patrizia Lisanti Filippo Sez. L Pasqualone Daniela Fortunato M. Letizia Lisanti Filippo Sez. M Gallinella Rosita Carbone Letizia Lisanti Filippo Troiani Ilaria Sost 20

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO Report Progetto ERGO VALUTO SUM PON Valutazione e miglioramento (Codice 1-3-FSE-2009-3) Anno Scolastico 2012-2013 Relatore

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria SCHEDA PROGETTO (ex art. 9 CCNL 2006-2009) Dati identificativi dell'istituto Nome scuola/tipologia Scuola

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione.

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione. RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTO CONSUNTIVO 2013 La presente relazione illustra l andamento della gestione dell istituzione scolastica e i risultati conseguiti in relazione agli obiettivi programmati

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

GO FAR! Comenius Regio Project. La matematica ci fa andare lontano

GO FAR! Comenius Regio Project. La matematica ci fa andare lontano GO FAR! Comenius Regio Project La matematica ci fa andare lontano MA QUALE DISTANZA? IL PARTERNARIATO ITALIANO USR-EMILIA ROMAGNA DS Rosanna Rossi Coordinator Prof. Annalisa Martini Collaborator Dr. Monica

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Istituto Comprensivo 1 F. GRAVA CONEGLIANO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2012/ 2013 A pagina 2 PIANO OFFERTA FORMATIVA PER LA SCUOLA MEDIA A pagina 9 PIANO OFFERTA FORMATIVA PER LA SCUOLA

Dettagli

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti M.I.U.R. - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casalotti n. 259-00166 Roma tel. 06 61560257 fax 06 61566568 - C.F. 97714450588 Cod. mecc. RMIC8GM00D Plesso scuola primaria:

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Rapporto di Autovalutazione. GUIDA all autovalutazione

Rapporto di Autovalutazione. GUIDA all autovalutazione Rapporto di Autovalutazione GUIDA all autovalutazione Novembre 2014 INDICE Indicazioni per la compilazione del Rapporto di Autovalutazione... 3 Format del Rapporto di Autovalutazione... 5 Dati della scuola...

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO

ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO Ufficio XVI - Ambito territoriale per la provincia di Reggio Emilia Ufficio Educazione Fisica e Sportiva ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO Prof. PAOLO SECLÌ Docente di Attività motoria per l età evolutiva

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI

PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI Giovedì 28 agosto 2014: inizio operazioni ore 10,00 PROV. 1 CISCO EMANUELA 02/02/1982 VI 2 RONCAGLIA FRANCESCA 06/03/1983 VI 3 PAGLIAMINUTA

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Workshop n. 3 Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Introducono il tema e coordinano i lavori - Irene Camolese, Confcooperative - Franca Marchesi, Istituto Comprensivo

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI PREMESSA L integrazione è un processo di conoscenza di sé e dell altro, di collaborazione all interno della classe finalizzato a creare le migliori condizioni

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP SCUOLA PRIMARIA PARITARIA SCUOLA PRIMARIA PARITARIA via Camillo de Lellis, 4 35128 Padova tel. 049/8021667 fax 049/850617 e-mail: primaria@donboscopadova.it website: www.donboscopadova.it GRUPPO DI LAVORO

Dettagli

ASSEGNAZIONE DOCENTI AI PLESSI, ALLE CLASSI, ALLE SEZIONI, ALLE DISCIPLINE

ASSEGNAZIONE DOCENTI AI PLESSI, ALLE CLASSI, ALLE SEZIONI, ALLE DISCIPLINE A.S. 2013-14 ASSEGNAZIONE DOCENTI AI PLESSI, ALLE CLASSI, ALLE SEZIONI, ALLE DISCIPLINE SCUOLA INFANZIA COLLE INNAMORATI Doc. curricolari Sostegno IRC Sezione A Cattelan Cristina Ranieri Paola (antimer.)

Dettagli

Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri

Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri MPI - USP di Padova Comune di Padova Settore Servizi Scolastici Centro D.A.R.I. Una scuola per tutti Percorso di formazione per docenti Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri I parte a cura

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Che cos è il Bisogno Educativo Speciale? Il Bisogno Educativo Speciale rappresenta

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio Scuola aperta 2015 Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio alla scoperta dell Asilo di Follina... l Asilo di Follina: LINEE PEDAGOGICO EDUCATIVE IL PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO. Il curricolo della scuola

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI ISTITUTO COMPRENSIVO SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO v. Marconi, 62 15058 VIGUZZOLO (AL) Tel. 0131/898035 Fax 0131/899322 Voip 0131974289 Mobile 3454738373 E_mail: info@comprensivoviguzzolo.it

Dettagli

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Area 1 Gestione P.O.F. Prof.ssa Casertano Brigida Area 1 Monitoraggio e Valutazione del P.O.F. Prof. Spalice Giovanni Area 2 Sostegno alla funzione Docenti Prof. Rocco

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1

RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1 UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA ISTITUTO COMPRENSIVO C. LEVI MANIACE RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1 AUTOANALISI D ISTITUTO Anno scolastico 2012/2013 RELAZIONE In data

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

PREMESSA QUADRO NORMATIVO

PREMESSA QUADRO NORMATIVO RACCORDI TRA I PERCORSI DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI E I PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE: L ACCORDO IN SEDE DI CONFERENZA UNIFICATA DEL 16 DICEMBRE 2010 PREMESSA Il 16 dicembre scorso

Dettagli

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INTRODUZIONE L Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia e l Ufficio Scolastico Regionale, firmatari di un Protocollo d Intesa stipulato

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri. La documentazione. Dall ICF alla DF al PDF al PEI

A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri. La documentazione. Dall ICF alla DF al PDF al PEI A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri La documentazione Dall ICF alla DF al PDF al PEI La Diagnosi Funzionale (DF) 1. Utilizzo degli items di ICF nella definizione

Dettagli

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015 Con la collaborazione di: EDUCAZIONE ATTRAVERSO IL MOVIMENTO Le abilità di movimento sono conquiste tangibili che contribuiscono alla formazione di un immagine di sé positiva. Progetto di collaborazione

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico istituto tecnico SETTORE TECNOLOGICO chimica e materiali elettronica e telecomunicazioni informatica meccanica e meccatronica

Dettagli

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport Profilo e compiti istituzionali Bellinzona, novembre 2014 Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione,

Dettagli

SERVIZI E ATTIVITA INTEGRATIVE

SERVIZI E ATTIVITA INTEGRATIVE SERVIZI E ATTIVITA INTEGRATIVE PREMESSA 1 SERVIZIO ORIENTAMENTO E RIORIENTAMENTO 2 C.I.C. (Centro di Informazione e Consulenza) 4 SERVIZIO PSICOLOGICO 7 LA BIBLIOTECA 8 ATTIVITA CULTURALI 8 ATTIVITÀ EXTRACURRICOLARI

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

Graduatoria di Istituto II Fascia Personale Docente Scuola Primaria CNIC841005 Data Produzione Graduatoria Provvisoria: 19/08/2014

Graduatoria di Istituto II Fascia Personale Docente Scuola Primaria CNIC841005 Data Produzione Graduatoria Provvisoria: 19/08/2014 Graduatoria di Istituto II Fascia Personale Docente Scuola Primaria CNIC841005 Data Produzione Graduatoria Provvisoria: 19/08/2014 Tipo Posto Cod. Tipo Posto Posto Cognome Nome Punteggio COMUNE AN 1 VICARI

Dettagli

PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI

PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI ALCUNI DATI L Istituto Trento 5 comprende 3 scuole primarie e 2 scuole secondarie di I grado. Il numero totale di alunni

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 DOMANDA DI ISCRIZIONE Al Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 _l_ sottoscritt in qualità di padre

Dettagli

Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime -

Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime - Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime - Progetto Continuità" Scuola dell Infanzia - Scuola Primaria 2010-11 11 Anno Scolastico 2010 Funzioni Strumentali A. Rubino Scuola Infanzia P. Stramonio Scuola

Dettagli

LA NORMATIVA SULL INCLUSIONE SCOLASTICA: LA RISPOSTA DELLA SCUOLA AI BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI

LA NORMATIVA SULL INCLUSIONE SCOLASTICA: LA RISPOSTA DELLA SCUOLA AI BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI: LA PROSPETTIVA IN BASE AL MODELLO ICF LA NORMATIVA SULL INCLUSIONE SCOLASTICA: LA RISPOSTA DELLA SCUOLA AI BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI Ins. Stefania Pisano CTS I.C. Aristide

Dettagli

Linee guida per le Scuole 2.0

Linee guida per le Scuole 2.0 Linee guida per le Scuole 2.0 Premesse Il progetto Scuole 2.0 ha fra i suoi obiettivi principali quello di sperimentare e analizzare, in un numero limitato e controllabile di casi, come l introduzione

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado. SCHEDA DI MONITORAGGIO PROGETTO P.O.F. a.s.

ISTITUTO COMPRENSIVO di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado. SCHEDA DI MONITORAGGIO PROGETTO P.O.F. a.s. ISTITUTO COMPRENSIVO di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado Sede Centrale: Scuola Media Statale "San Francesco d'assisi" Via Jonghi, 3-28877 ORNAVASSO (VB) - cod. fiscale 84009240031

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N.1

ISTITUTO COMPRENSIVO N.1 PIANO ANNUALE PER L INCLUSIONE ANNO SCOLASTICO 2013-2013 Sommario PIANO ANNUALE PER L INCLUSIONE... 1 Bisogni educativi speciali... 2 Sezione 1. Definizioni condivise... 3 I B.E.S. non sono una categoria...

Dettagli

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO TABELLA B TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso l insegnamento di strumento musicale nella scuola media), VALIDE PER

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (BR) Tel.

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (BR) Tel. Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (R) Tel. 0831/845057- Fax:0831/846007 bric826002@istruzione.it bric826002@pec.istruzione.it

Dettagli

LISTE REGIONALI LISTE PROVINCIALI

LISTE REGIONALI LISTE PROVINCIALI LISTE REGIONALI SEZ. 1 SEZ. 2 SEZ.3 SEZ.4 SEZ. 5 SEZ. 6 SEZ. 7 SEZ. 8 SEZ. 9 SEZ. 10 SEZ. 11 SEZ. 12 SEZ. 13 TOTALE LISTA N. 1 CANCELLERI Giovanni Carlo 72 103 104 106 70 53 90 91 59 86 77 89 96 1096 LISTA

Dettagli

ATTIVITA' DIDATTICA PER LE SCUOLE DELL'INFANZIA

ATTIVITA' DIDATTICA PER LE SCUOLE DELL'INFANZIA P9.07.1 attività didattica scuoleinfanzia.doc P9.07.1 Comune di Rimini p.za Cavour, 27 47921 Rimini http://qualità.comune.rimini.it Direzione e di Protezione Sociale via Ducale, 7 47900 Rimini tel. 0541/

Dettagli

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12 Un Mondo Di Feste Proposta di progetto e preventivo economico a cura dell Area Intercultura della Cooperativa Sociale Apriti Sesamo. 1

Dettagli

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6 54 Distretto Scolastico ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE AD INDIRIZZO MUSICALE De Amicis Baccelli di Sarno (Sa) Sede Legale: Corso G. Amendola, 82 - C.M.: SAIC8BB008 - C.F.:94065840657 E mail:saic8bb008@istruzione.it

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 3 SAN BERNARDINO BORGO TRENTO Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di Primo Grado Centro Territoriale Permanente Via G. Camozzini, 5 37126 Verona (VR) Tel.

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

Oggetto: presentazione disponibilità per lo svolgimento delle attività connesse alla realizzazione del POF - Anno Scolastico 2011/2012.

Oggetto: presentazione disponibilità per lo svolgimento delle attività connesse alla realizzazione del POF - Anno Scolastico 2011/2012. Circolare interna n. 25 Ai docenti Al DSGA Alla segreteria alunni Alla segreteria docenti E, p.c. ai collaboratori scolastici Ve Mestre, 15 settembre 2011 Oggetto: presentazione disponibilità per lo svolgimento

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione.it

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI BELGIOIOSO SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI I^ GRADO A.S.2011/2012. colleg@ti al mondo INDICE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI BELGIOIOSO SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI I^ GRADO A.S.2011/2012. colleg@ti al mondo INDICE ISTITUTO COMPRENSIVO DI BELGIOIOSO SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI I^ GRADO A.S.2011/2012 colleg@ti al mondo INDICE Premessa 1.L Istituto Comprensivo e il territorio 1.1 Il contesto

Dettagli

DALL INTEGRAZIONE ALL INCLUSIONE

DALL INTEGRAZIONE ALL INCLUSIONE DALL INTEGRAZIONE ALL INCLUSIONE IL PASSAGGIO da INTEGRAZIONE a INCLUSIONE NON si basa sulla misurazione della distanza da normalità/standard ma sul processo di piena partecipazione e sul concetto di EQUITA.

Dettagli

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof.

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CESARE BECCARIA ISTITUTO TECNICO - SETTORE ECONOMICO - ISTITUTO PROFESSIONALE per l AGRICOLTURA e l AMBIENTE Sedi associate di - SANTADI e VILLAMASSARGIA VERBALE N. SCRUTINIO

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA:

RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA: RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA: BILANCIO E PROPOSTE Edizioni Erickson Presentano il Rapporto: Attilio Oliva Vittorio Nozza Andrea Gavosto Intervengono: Valentina Aprea Maria Letizia

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089 ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 04345204 0434520089 PROT. n. 199/B19 Pordenone, 15 gennaio 2014 Ai Sigg. Genitori Oggetto:

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE Alessandro Volta PERUGIA www.avolta.pg.it

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE Alessandro Volta PERUGIA www.avolta.pg.it ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE Alessandro Volta PERUGIA www.avolta.pg.it Indirizzi di studio 1. Meccanica, Meccatronica ed Energia 2. Elettronica ed Elettrotecnica 3. Informatica e Telecomunicazioni

Dettagli

Rapporto di autovalutazione

Rapporto di autovalutazione Rapporto di autovalutazione Sommario 1. Codice meccanografico istituto principale...3 2. Griglie di autovalutazione...3 1.1 Esiti...3 1.2 Contesto e risorse...4 1.3 Processi...5 3. Individuazione obiettivi

Dettagli

In cl. Ri s. Cod. Tip o. Su ppl en za

In cl. Ri s. Cod. Tip o. Su ppl en za Cod. Tip o In cl. Ri s Post o Cognome Nome Data Nascita Punt eggi o AN 1 PROIETTI MANCINI SIMONA 30/09/1975 200 AN 2 CALCATERRA LUCIA 24/09/1969 198 AN 3 COPPOLA MARIA TERESA 25/06/1962 196 AN 4 MARCON

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli