Prestito Ipotecario Vitalizio. Manuale operativo ad uso degli agenti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Prestito Ipotecario Vitalizio. Manuale operativo ad uso degli agenti"

Transcript

1 Prestito Ipotecario Vitalizio Manuale operativo ad uso degli agenti

2 Società Finanza Attiva Spa Manuale Operativo del prestito ipotecario vitalizio 2 Indice 1. Descrizione del prodotto 2. Finalità per cui può essere richiesto il finanziamento 3. Garanzie richieste 4. Tipologie di immobili da costituire in garanzia 5. Tipologie di prodotto disponibili 6. L importo finanziabile 7. La perizia dell immobile 8. Regime di calcolo degli interessi 9. Lo spread del finanziamento 10. Le spese accessorie una tantum 11. Le spese accessorie ricorrenti 12. Le spese accessorie eventuali 13. La penale per il rimborso anticipato 14. Il calcolo dell ISC 15. La durata del finanziamento 16. Modalità di rimborso 17. Il Mandato a vendere 18. Gli Obblighi contrattuali del mutuatario 19. La convenzione di conferma annuale 20. L assicurazione annuale 21. L impatto del prestito Ipotecario Vitalizio sull asse ereditario 22. Le Domande più frequenti 23. Canali di vendita 24. Primo contatto con il potenziale cliente e sessione informativa 25. Organizzazione della sessione informativa estesa 26. Presentazione della domanda di finanziamento

3 Società Finanza Attiva Spa Manuale Operativo del prestito ipotecario vitalizio 3 Nota metodologica Il manuale che segue descrive i processi operativi relativi al prestito ipotecario vitalizio in ipotesi di erogazione da parte di Società Finanza Attiva. I processi devono pertanto essere integrati con i processi interni relativi ai finanziamenti ipotecari nel caso di erogazione sulle casse di una Banca.

4 Società Finanza Attiva Spa Manuale Operativo del prestito ipotecario vitalizio 4 1. Descrizione del prodotto Un prestito ipotecario vitalizio è un finanziamento ipotecario a lungo termine assistito da un ipoteca di primo grado su di un immobile residenziale, che costituisce la dimora di residenza principale di proprietà del mutuatario, finalizzato a consentire a persone fisiche di età superiore ai 70 anni, di liberare parte del valore della propria abitazione. Il finanziamento è bullet, con capitalizzazione annuale degli interessi, e non prevede il pagamento di alcun importo, per capitale, interessi o spese, da parte del mutuatario, fino alla data di scadenza del contratto, che coincide con la data di morte del mutuatario. Nel caso di finanziamenti cointestati la data di scadenza coincide con la data di morte del più longevo dei contestatari. Il finanziamento viene rimborsato in unica soluzione dagli eredi e/o aventi causa del mutuatario entro i dodici mesi successivi alla data di scadenza naturale del finanziamento. 2. Finalità per cui può essere richiesto il finanziamento Il finanziamento è senza vincolo di destinazione, per cui il mutuatario può fare l uso che ritiene più opportuno delle somme erogate. Tuttavia la Società Finanza Attiva raccomanda di non utilizzare in alcun caso il finanziamento per l effettuazione di investimenti speculativi e richiede al mutuatario una gestione prudente delle proprie finanze. E fatto divieto agli agenti e venditori della società Finanza Attiva di proporre al mutuatario formule di investimento dell importo riveniente dal finanziamento. 3. Garanzie richieste Il prestito ipotecario vitalizio deve essere sempre assistito da ipoteca di primo grado sull immobile di residenza del mutuatario. Non sono ammessi finanziamenti, salvo deroga espressa, da richiedere alla Società Finanza Attiva, assistiti da ipoteca su seconde case, quali case di villeggiatura, residenze di campagna etc. 4. Tipologie di immobili da costituire in garanzia Gli immobili residenziali sono ammissibili al finanziamento a condizione che sia possibile iscrivere ipoteca di primo grado sull intero valore del cespite. Non sono ammessi al finanziamento immobili rientranti nelle seguenti tipologie: Immobili non residenziali Immobili rustici o caratterizzati da limitata liquidabilità (case di campagna, montagna, porzioni di immobili etc.) Immobili gravati da vincoli artistici, paesistici, idrogeologici Immobili in assenza di concessione edilizia o senza concessione in sanatoria Immobili realizzati su zone concesse in diritto di superficie dai Comuni nei piani di zona ex legge 167/1962, a meno che non sussista una dichiarazione notarile del comune che esclude la possibilità di esproprio) Immobili gravati da ipoteca, fatta salva l ipotesi di rifinanziamento di mutuo preesistente, in presenza di assenso alla cancellazione dell ipoteca da parte del creditore iscritto. Immobili costituiti come sede di società di capitali o di persone. 5. Tipologie di prodotto disponibili Prestito ipotecario vitalizio a tasso variabile con erogazione in unica soluzione: l importo del finanziamento viene erogato in unica soluzione alla stipula e rimborsato interamente alla scadenza finale.gli interessi sono parametrati all euribor 12 mesi e capitalizzati annualmente ; Prestito ipotecario vitalizio a tasso fisso con erogazione in unica soluzione: l importo del finanziamento viene erogato in unica soluzione alla stipula e rimborsato interamente alla scadenza finale.gli interessi sono parametrati all IRS 30 anni e capitalizzati annualmente; N.B.: Questa tipologia di prodotto non è attualmente disponibile per il canale agenti.

5 Società Finanza Attiva Spa Manuale Operativo del prestito ipotecario vitalizio 5 Prestito ipotecario vitalizio a tasso variabile con erogazione distribuita in quote mensili: il finanziamento viene erogato in quote mensili costanti per un numero di mensilità determinate dall intermediario in funzione dell età del mutuatario e del valore di perizia dell immobile.n.b.: Questa tipologia di prodotto non è attualmente disponibile per il canale agenti. 6. L importo finanziabile L importo massimo finanziabile viene espresso come percentuale massima di finanziabilità del valore dell immobile (loan to value). Gli importi vengono determinati dalla Società Finanza Attiva Spa e vengono aggiornati periodicamente. Nella fase di offerta del prodotto il venditore deve attenersi ai valori riportati nella tabella loan to value per la classe di età corrispondente e comunicare al richiedente la percentuale massima di finanziabilità dell immobile. La percentuale massima di finanziabilità costituisce un limite superiore del finanziamento richiedibile. L importo massimo finanziabile verrà determinato dalla Società Finanza Attiva applicando le percentuali di LtV al valore di perizia dell immobile, asseverato da un perito indipendente. Qualora l importo richiesto dal cliente sia inferiore all importo finanziabile massimo, la domanda verrà approvata automaticamente. Qualora invece l importo richiesto dal cliente sia superiore all importo massimo finanziabile, come sopra determinato, l ufficio concessione crediti della Società Finanza Attiva provvederà a comunicare all agente l importo massimo per informare il cliente. Al fine di evitare la comunicazione di importi diversi dall importo massimo finanziabile al cliente e successive rettifiche che potrebbero non trovare buona accettazione da parte del cliente, l agente è tenuto in fase di vendita a comunicare la sola percentuale massima di finanziabilità, facendo presente che detta percentuale dovrà essere applicata al valore risultante dalla perizia. Tabella Loan to Value massimi erogabili Età Maschio Femmina Coppia 70 22,9% 20,4% 20,0% 71 23,8% 21,2% 20,4% 72 24,7% 22,0% 21,2% 73 25,7% 22,9% 22,0% 74 26,7% 23,8% 22,9% 75 27,7% 24,7% 23,8% 76 28,8% 25,7% 24,7% 77 29,9% 26,7% 25,7% 78 31,1% 27,7% 26,7% 79 32,3% 28,8% 27,8% 80 33,6% 30,0% 28,8% 81 35,0% 31,1% 30,0% 82 36,3% 32,4% 31,1% 83 37,5% 33,6% 32,4% 84 38,5% 34,9% 33,6% 85 39,3% 36,4% 35,0% 86 40,8% 37,8% 36,3% 87 42,4% 38,5% 37,0% 88 43,2% 39,3% 37,8% 89 44,0% 40,1% 39,3% 90 45,0% 42,4% 40,0%

6 Società Finanza Attiva Spa Manuale Operativo del prestito ipotecario vitalizio 6 7. La perizia dell immobile Il prestito ipotecario vitalizio, non prevedendo un piano di rimborso rateale, ha come unica fonte di rientro la conservazione del valore dell immobile dato in garanzia. E pertanto fondamentale per l avvio dell istruttoria realizzare una stima peritale approfondita dell immobile al fine di valutarne il valore economico attuale e prospettico. La perizia dell immobile è obbligatoria e deve essere realizzata da un perito indipendente indicato dalla Società Finanza Attiva Spa, su mandato del richiedente. E consentita al richiedente la presentazione di proprie perizie di parte, ma queste non possono sostituire l effettuazione della perizia da parte di S.F.A Il richiedente del finanziamento deve provvedere al pagamento dell importo previsto a fronte della perizia prima di sottoporre la domanda di finanziamento a mezzo di bonifico alla Società Finanza Attiva Spa. Copia della ricevuta del pagamento dovrà essere allegato alla domanda di finanziamento. Nessun pagamento dovrà essere effettuato da parte del richiedente del finanziamento al perito o ad altri soggetti diversi dalla Società Finanza Attiva Spa. 8. Regime di calcolo degli interessi Il prestito vitalizio può essere a tasso fisso, variabile o variabile con tetto massimo (Cap). Prestito a tasso variabile: nel prestito a tasso variabile il tasso di interesse viene parametrato al tasso euribor a 12 mesi, cui viene aggiunto lo spread del finanziamento e aggiornato annualmente. Prestito a tasso fisso: nel prestito a tasso fisso il tasso di interesse rimane invariato per tutta la durata del finanziamento, fino al rimborso. Il tasso per i prestiti a tasso fisso viene riportato nel foglio informativo analitico del prodotto.n.b.: Questa forma tecnica non è disponibile per la rete agenti fino a diversa comunicazione della Società Finanza Attiva. Prestito a tasso variabile con tetto massimo: nel prestito a tasso variabile il tasso del finanziamento viene parametrato al tasso euribor a 12 mesi, aggiornato annualmente, cui viene aggiunto lo spread del finanziamento, e il costo dell opzione (cap) di copertura del rischio di tasso, in virtù della quale il tasso di interesse come sopra determinato, non potrà, in caso di rialzo dei tasso euribor a 12 mesi superare il tetto massimo previsto dal contratto (tasso strike dell opzione cap. La copertura del rischio di tasso (opzione cap) è diretta a tutelare il mutuatario, i sui eredi e/o aventi causa da un rialzo eccessivo dei tassi di interesse che potrebbero determinare un inattesa crescita del montante del debito dovuto, intaccando l asse ereditario. Lo spread del finanziamento ed il costo dell opzione cap vengono riportati nel foglio informativo analitico del prodotto a tasso variabile. N.B.: Questa forma tecnica non è disponibile per la rete agenti fino a diversa comunicazione della Società Finanza Attiva. 9. Lo spread del finanziamento Il finanziamento, sia a tasso fisso che variabile, è regolato con un spread di 3%, che viene aggiunto al parametro del tasso d riferimento (euribor 12 mesi per il tasso variabile, IRS 30 anni per il tasso fisso). Lo spread è fisso per tutta la durata dell operazione. 10. Le spese accessorie una tantum Il finanziamento include alcune spese accessorie che vengono corrisposte all erogazione mediante deduzione dall importo del finanziamento, ad esclusione delle spese relative alla perizia dell immobile che vengono corrisposte anticipatamente dal richiedente al momento della domanda. Nella fase di vendita il venditore o agente dovrà fornire una illustrazione completa delle spese, commissioni ed imposte relative al contratto di finanziamento consegnando al richiedente una copia del Foglio Informativo Analitico ed Elenco delle Spese: Le spese accessorie una tantum includono: Spese di istruttoria e perfezionamento pratica, paria a 600,00

7 Società Finanza Attiva Spa Manuale Operativo del prestito ipotecario vitalizio 7 Premio assicurazione incendio e eventi catastrofali, parametrato al valore di ricostruzione Spese per la perizia dell immobile, pari a 180,00 Spese per oneri notarili, variabili in funzione dell importo dell iscrizione ipotecaria Imposta ipotecaria, pari al 2% dell iscrizione (125% del valore di perizia) Imposta di registro, pari a 336,00 Bolli per il contratto di finanziamento, pari a 200, Le spese accessorie ricorrenti Il finanziamento include alcune spese accessorie ricorrenti a carico del mutuatario, che vengono aggiunte annualmente all importo del finanziamento e capitalizzate. Nella fase di vendita il venditore/agente dovrà fornire una illustrazione complete delle spese ricorrenti relative al contratto di finanziamento consegnando al richiedente una copia del Foglio Informativo Analitico ed Elenco delle Spese. Le spese accessorie ricorrenti includono: Spese amministrative annuali, pari a 50,00 Il premio annuale della polizza incendio e eventi catastrofali 12. Le spese accessorie eventuali Il finanziamento può includere alcune spese accessorie eventuali, legate al verificarsi di eventi o richieste del mutuatario. Nella fase di vendita il venditore dovrà fornire una illustrazione completadelle spese accessorie eventuali relative al contratto di finanziamento consegnando al richiedente una copia del Foglio Informativo Analitico ed Elenco delle Spese. Le spese accessorie eventuali includono:. Perizia dell immobile successiva all erogazione: Euro 250 (*) Invio certificazione interessi ed estratto conto: Euro 10,00 Comunicazioni varie e duplicato interessi e estratto conto 10,00 Sollecito mancato inltro della Convenzione di Conferma Annuale 75,00 Ricostruzioni contabili complesse 100,00 Conteggi informativi estinzione anticipata 100,00 Rilascio autorizzazione alla vendita dell immobile 100,00 Duplicato del contratto 50,00 Rinnovazione ipoteca: 100,00 + spese notarili ed eventuali imposte Rilascio assenso alla cancellazione dell ipoteca 100,00 + spese notarili ed eventuali imposte Certificazione sussistenza del debito: 50 Sollecito di pagamento a scadenza: 250, La penale per il rimborso anticipato Il finanziamento è rimborsabile senza alcuna penale a partire dal quinto anno. Per i rimborsi anticipati tra il primo e il quinto anno il mutuatario è tenuto al pagamento di una penale di rimborso anticipato, pari al 3% dell importo rimborsato anticipatamente. La penale è diretta a coprire i costi di unwinding dell operazione, impostata originariamente a medio lungo termine. 14. Il calcolo dell ISC Il prestito ipotecario vitalizio non ha una durata certa predefinita, nota al momento dell erogazione. Pertanto per il calcolo dell Indicatore Sintetico di Costo occorre prendere a riferimento la durata attesa del finanziamento corrispondente all aspettativa media di vita del mutuatario. Il modulo contenente l esempio del finanziamento e dell andamento del montante riporta l ISC calcolato alla vita media attesa e in corrispondenza delle durate teoriche a 5, 10, 15, 20 e 30 anni. Per i finanziamenti a tasso variabile il calcolo dell ISC prende a riferimento il valore del tasso di riferimento (12 M Euribor + spread) al momento della domanda.

8 Società Finanza Attiva Spa Manuale Operativo del prestito ipotecario vitalizio La durata del finanziamento Il finanziamento ha durata variabile, legata alla sopravvivenza del mutuatario, o del più longevo dei mutuatari in caso di finanziamenti intestati a più soggetti conviventi. Il rimborso dovrà essere effettuato entro i dodici mesi successivi alla morte del mutuatario, o del più longevo dei mutuatari in caso di finanziamenti intestati a più soggetti. 16. Modalità di rimborso Il Finanziamento deve comunque essere rimborsato entro i 12 (dodici) mesi successivi alla data della morte del più longevo tra il Mutuatario ed il Coniuge (e cioè alla data della morte del coniuge sopravvissuto alla premorienza dell altro coniuge, (la Data di Scadenza Naturale ): (a) Gli eredi ed aventi causa del/i Mutuatario/i possono procedere al rimborso del finanziamento per cassa mediante pagamento alla Società Finanza Attiva Spa dell importo dovuto alla data indicata nel rendiconto inviato dal creditore a seguito della comunicazione scritta degli eredi e/o aventi causa del mutuatario dell intenzione di voler procedere al rimborso del prestito. (b) Gli eredi ed aventi causa del/i Mutuatario/i, possono procedere al rimborso attraverso la vendita dell Immobile, previa richiesta di autorizzazione ed assenso della Parte Finanziatrice che deve essere ricevuta almeno 30 giorni lavorativi prima della data di prevista vendita. In nessun potrà essere richiesto alla Parte Finanziatrice di aderire ad un eventuale accollo del mutuo da parte di terzi acquirenti. A decorrere dalla data di scadenza del presente Contratto, come sopra individuata, saranno dovuti alla Parte Finaziatrice come dettagliato nel Foglio Informativo Analitico delle Condizioni ed Elenco delle Spese allegato al presente Contratto: (i) gli interessi maturati sull importo del Finanziamento ; (ii) (iii) (iv) (h) l Importo del Finanziamento; ove non già corrisposte in quanto ricomprese tra le voci a deduzione dell Importo del Finanziamento, tutte le commissioni, spese, oneri e imposte relativi, connessi o collegati al finanziamento; nei casi di rimborso anticipato volontario, la Penale per Estinzione Anticipata. A partire dai dodici mesi successivi alla data di scadenza naturale saranno dovuti alla parte finanziatrice, nel caso di ritardo nell effettuazione di qualsivoglia pagamento per capitale, interessi, commissioni, o altro titolo, a qualsiasi causa attribuibile, gli interessi di mora sull importo non pagato, calcolati al tasso di interesse del finanziamento maggiorato del 3%, che decorreranno di pieno diritto, senza bisogno di alcuna intimazione né costituzione in mora, ma soltanto per l'avvenuta scadenza del termine e senza pregiudizio della facoltà di considerare risolto il presente Contratto e di ottenere il rimborso totale delle residue somme dovute per capitale, interessi ed eventuali accessori e di ottenere il risarcimento del maggior danno. 17. Il Mandato a vendere Al fine di facilitare il rimborso del finanziamento nei casi di assenza o inattività degli eredi alla scadenza naturale del finanziamento il contratto di prestitio ipotecario vitalizio prevede l inserimento dello strumento del mandato a vendere, con cui il datore di ipoteca conferisce alla parte finanziatrice un mandato irrevocabile a vendere l immobile con obbligo di rendiconto e facoltà di compensare i crediti derivanti dal finanziamento con i proventi derivanti dal netto ricavo della vendita. Il mandato a vendere è esercitabile da parte della parte finanziatrice solo decorsi 12 mesi ed un giorno dalla data di esigibilità del finanziamento. Nei casi in cui, in presenza di una flessione del mercato immobiliare o di soppravivenza prolungata del mutuatario, il netto ricavo a seguito dell esercizio del mandato a vendere sia inferiore al credito

9 Società Finanza Attiva Spa Manuale Operativo del prestito ipotecario vitalizio 9 maturato, l importo del debito eccedente il netto ricavo compensato viene rimesso ex art.1236 codice civile. L inserimento del mandato a vendere nel contratto ha pertanto l effetto di tutelare gli eredi e il patrimonio ereditario da una crescita eccessiva del debito rispetto al valore dell immobile alla scadenza finale. Con riferimento al creditore il mandato ha l effetto di tutelare la parte finanziatrice da fattispecie di inattività dilatoria o assenza degli eredi, che avrebbero l effetto di far lievitare l importo del finanziamento. Tali fattispecie in assenza della clausola del mandato a vendere, avrebbero l effetto di far aumentare il costo per la copertura del rischio dell operazione e conseguentemente il tasso del finanziamento da aplicare al cliente finale. 18. Gli Obblighi contrattuali del mutuatario Il contratto di prestito ipotecario vitalzio prevede una serie di obblighi accessori in capo al mutuatario al fine di garantire la conservazione del valore della garanzia ipotecaria, principale fonte di rientro dell operazione. Per tutta la durata del Finanziamento, il Mutuatario si impegnerà a rispettare puntualmente tutti gli obblighi di seguito elencati. (i) (ii) Obblighi generali (a) Agire nel rispetto delle leggi vigenti, non compiere atti od omissioni che possano dare luogo all irrogazione di condanne penali, amministrative e rimanere nel libero possesso dei propri diritti; (b) gestire le proprie finanze in modo prudente e non effettuare operazioni aventi scopi speculativi; (c) alla data di rimborso, provvedere al rimborso del Finanziamento ed alla corresponsione di spese, interessi maturati, commissioni imposte ed altri oneri e, ove del caso, della Penale per Estinzione Anticipata; (d) adempiere agli obblighi previsti all articolo 5 del presente Contratto in tema di interessi dovuti sull Importo del Finanziamento; (e) Inviare alla Società Finanza Attiva S.p.A, entro 90 giorni dalla data di ricezione, la Convenzione Annuale di Conferma debitamente compilata in tutte le sue parti e sottoscritta e corredata della documentazione richiesta secondo le modalità e le istruzioni descritte nell Allegato 4; Obblighi relativi all Immobile (a) astenersi dal compiere alcun altro atto di disposizione sull Immobile (ivi compreso l affitto dell Immobile o di parte di esso o la costituzione di servitù, pesi, privilegi, vincoli o diritti di sorta), ovvero sottoscrivere, dare esecuzione o prestare consenso a qualsivoglia accordo, contratto od obbligazione che possa comportare un qualsivoglia pregiudizio agli interessi della Parte Finanziatrice, senza la preventiva autorizzazione della Parte Finanziatrice; (b) non intraprendere azioni che possano pregiudicare, direttamente o indirettamente, la validità, l efficacia e l escutibilità dell Ipoteca o i diritti e gli interessi della Parte Finanziatrice e promuovere a proprie spese, previa comunicazione alla Parte Finanziatrice e consenso di questa, qualsivoglia azione, causa, vertenza, controversia e/o procedimento volto a mantenere la proprietà sull Immobile, il proprio diritto di abitazione su di esso ed il relativo valore; (c) accettare, fino alla completa estinzione del Finanziamento, indagini tecniche ed amministrative sull Immobile nonché controlli ed ispezioni sullo stesso da parte della Parte Finanziatrice sia direttamente, sia per il tramite di consulenti esterni. La Parte Finanziata si impegna altresì a fornire alla Parte Finanziatrice tutti i documenti, le informazioni ed i chiarimenti che le verranno richiesti in merito all Immobile; (d) sopportare a proprie spese tutti gli Oneri sull Immobile, inclusa ogni imposta o tassa dovuta in relazione alla proprietà ed al possesso dello stesso; (e) mantenere la propria residenza nonché domicilio e dimora presso l Immobile ed astenersi dal dimorare altrove per periodi superiori a 6 (sei) mesi, salvo previa comunicazione a mezzo raccomandata A.R. alla Parte Finanziatrice e comunque assicurando, anche in caso di allontanamento per più di 6 (sei) mesi, la conservazione dell Immobile in ottimo stato; (f) astenersi dall esercitare alcuna attività imprenditoriale o lavorativa di sorta all interno dell Immobile e mantenere la destinazione dello stesso ad uso abitativo; (g) stipulare ed eseguire tutti gli ulteriori documenti ed atti, ed intraprendere tutte le ulteriori azioni, che la Parte Finaziatrice dovesse richiedere per iscritto al fine di assicurare e mantenere l'efficacia dell Ipoteca e/o consentire l'esercizio dei diritti relativi all Immobile, anche a rettifica di errori ed omissioni. La Parte Finanziata autorizza fin d ora le conseguenti annotazioni, trascrizioni, iscrizioni ed inserzioni;

10 Società Finanza Attiva Spa Manuale Operativo del prestito ipotecario vitalizio 10 (h) (i) rilasciare libero da persone e da cose l Immobile, anche se direttamente occupato od abitato, ogni qualvolta venga immesso in possesso il custode o l amministratore giudiziario o l acquirente in sede di esecuzione forzata promossa dalla Parte Finanziatrice; mantenere in ottimo stato, con la diligenza del buon padre di famiglia, l Immobile ipotecato a garanzia del Finanziamento eseguendo tutti i lavori di manutenzione ordinaria occorrenti alla loro conservazione e miglioramento a proprie spese e compiendo atti di manutenzione straordinaria sull Immobile solo previo consenso della Parte Finanziatrice; (iii) (a) (b) (c) (d) Obblighi Informativi comunicare entro 30 giorni a mezzo raccomandata A.R. alla Parte Finanziatrice: (i) il verificarsi codice e domicilio fiscali nonché nella propria residenza nonché ogni evento dal quale possano derivare variazioni nello proprio stato di famiglia ovvero nella propria consistenza patrimoniale; fornire prontamente e regolarmente tutte le informazioni richieste ai sensi del Contratto ovvero richieste successivamente dalla Parte Finanziatrice in forza dello stesso; comunicare ai propri eredi legittimari ed eventuali aventi causa l avvenuta sottoscrizione del presente Contratto; comunicare prontamente alla Parte Finanziatrice il verificarsi di un evento che legittimi l esercizio da parte di questa della facoltà di dichiarare la decadenza dal beneficio del termine o la risoluzione del Contratto ai sensi dei successivi Articoli 6 e 7 del presente Capitolato di Patti e Condizioni Generali. 19. La convenzione di conferma annuale La Convenzione di conferma annuale viene inoltrata annualmente dalla Società Finanza Attiva al mutuatario al fine di aggiornare bilateralmente le informazioni relative al finanziamento. Non prevedendo il prestito ipotecario vitalizio il pagamento di rate periodiche, la Convenzione di conferma Annuale riveste un importanza notevole ai fini dell accertamento della regolarità del finanziamento. Con la Convenzione Annuale di Conferma il mutuatario è infatti tenuto ad autocertificare il rispetto di tutti gli obblighi a suo carico, previsti dal contratto e ad aggiornare i dati relativi ai propri eredi leggittimari. La convenzione contiene inoltre il rendiconto del finanziamento e l indicazione puntuale degli interessi e spese maturati nell anno precedente, che sono stati oggetto della capitalizzaizone alla scadenza annuale. L inoltro entro i termini previsti dal contratto della Convenzione di Conferma Annuale è un adempimento contrattuale, la cui violazione costituisce causa di risoluzione del contratto di finanziamento. Il venditore/agente deve in fase di vendita illustrare al mutuatario la rilevanza del rispetto di questo obbligo contrattuale, la cui violazione potrebbe costringere il mutuatario al rimborso immediato del finanziamento. Di seguito di riporta un esempio del contenuto della Convenzione di Conferma Annuale:

11 Società Finanza Attiva Spa Manuale Operativo del prestito ipotecario vitalizio 11 CONVENZIONE DI CONFERMA ANNUALE FAC-SIMILE La presente Convenzione di Conferma Annuale deve essere inviata, ai sensi dell art. 5 e 7 del Contratto di Finanziamento ed Atto di Ipoteca stipulato in atto unico in data XXXXX (il Contratto ) entro 90 giorni dalla data di ricevimento della relativa richiesta. La Convenzione di Conferma Annuale dovrà essere debitamente firmata dalla Parte Mutuataria completa in tutte le sue parti e corredata dalla documentazione richiesta. Il mancato invio della Convenzione di Conferma Annuale, o anche solo la sua incompleta compilazione, costituirà causa di decadenza della Parte Finanziata dal beneficio di ogni termine ai sensi dell art. 11 del Contratto. Per ogni informazione inerente le modalità di compilazione della Convenzione contattare La Società Finanza Attiva S.p.A. Ufficio Gestione Prestiti Vitalizi, Via Ciovassino 1, Milano. Numero verde XXXXX. Intestatario NDG So.Fi.A. Cod. Rapporto Pr Fido Anno Erog. Scad Per. Int.. Spettabile Società Finanza Attiva Spa Ufficio Gestione Prestiti Vitalizi Via Ciovassino Milano Il/La/i sottoscritto/a/i XXXXX, in qualità di parte finanziata del Contratto di Finanziamento ed Atto di Ipoteca stipulato in atto unico stipulato in data XXXXX (il Contratto ), a mezzo di atto pubblico del Notaio XXXXX in XXXXX (Rep. XXXXX; Racc XXXXX ) ed in conformità agli obblighi previsti in tale Contratto e dal Capitolato di Patti e Condizioni Generali ad esso allegato dichiara/dichiarano quanto segue: Approvazione del rendiconto annuale e capitalizzazione interessi. La Parte Finanziata dichiara di approvare il rendiconto annuale con il dettaglio delle movimentazioni e delle somme addebitate o accreditate ai sensi del Contratto, e indicante il totale degli importi dovuti a fronte del finanziamento; La Parte Finanziata dichiara e dà atto che gli interessi maturati sull importo, come capitalizzati ai sensi dell articolo 5 del contratto, costituiscono parte integrante dell importo del finanziamento concesso ai sensi del Contratto. Dichiarazioni della Parte Finanziata La Parte Finanziata dichiara e dà atto di quanto segue: che non esistono situazioni che possano legittimare l esercizio delle facoltà di cui agli articoli 11 e 12 del Contratto ( decadenza del beneficio del termine e Risoluzione ) che l Immobile oggetto dell ipoteca si trova in buono stato di conservazione e non è stato concesso in affitto che l Immobile risulta regolarmente assicurato con la Compagnia di assicurazioni XXXXX Agenzia di XXXXX contro i danni causati da incendio, scoppio, fulmine per l importo di valore assicurato pari a XXXXX, con vincolo a favore della Parte Finanziatrice, di cui si allega certificato di assicurazione e ricevuta del versamento del premio per il periodo di interessi in corso1; La Parte Finanziata dichiara che le informazioni e le dichiarazioni contenute in questa Convenzione di Conferma Annuale sono veritiere, congrue e complete avuto riguardo a tutti gli aspetti sostanziali dei medesimi e che sono stati e saranno altresì portati a conoscenza della Società Finanza Attiva Spa tutti i fatti o le circostanze che possano rendere le suddette informazioni false o fuorvianti. Elenco degli eredi legittimari: Il Mutuatario dichiara che i propri eredi legittimari alla data sono i seguenti2: 1 Il paragrafo va soppresso nel caso l assicurazione sia sottoscritta direttamente dalla società finanziatrice e riaddebitata al cliente nel rendiconto annuale 2 depennare gli eventuali eredi legittimari deceduti e inserire gli eventuali eredi legittimari acquisiti. Se non vi sono eredi legittimari in vita scrivere: nessun erede in vita. Vanno indicati i primi 6 eredi legittimari in vita, nel seguente ordine: il coniuge (indicando se separato); i figli (sia legittimi, che naturali, adottivi e legittimati); i figli di questi ultimi (escluso gli

12 Società Finanza Attiva Spa Manuale Operativo del prestito ipotecario vitalizio Cognome Nome Grado di parentela Indirizzo Telefono Elenco delle persone che risiedono nell Immobile Il Mutuatario dichiara che nell Immobile risiedono stabilmente le seguenti persone: Cognome Nome Età e Rapporto/Grado di parentela Documentazione che viene allegata alla presente dichiarazione: Documenti vari che possono essere richiesti3 Autorizzazione al trattamento dei dati personali In relazione alla presente convenzione di conferma e ai sensi e per gli effetti della normativa di protezione dei dati personali, la Parte Finanziata prende atto che alla Società Finanza Attiva Spa sono stati forniti dati personali nel rispetto di tale legge e acconsente ai sensi degli articoli 11 e 20 della medesima legge che i suddetti dati e i dati personali forniti o direttamente acquisiti dalla Società Finanza Attiva S.p.A. nell ambito della sua attività, formino oggetto, nel rispetto della legge, di trattamento al fine di quanto previsto dall articolo 12 del Capitolato di Patti e Condizioni Generali ovvero per eseguire obblighi di legge ovvero per adempiere a quanto imposto dalle autorità preposte alla vigilanza ed al controllo sulla medesima. La presente Convenzione di Conferma Annuale è resa ai sensi dell articolo 5 e 7 del ed è irrevocabile ed immodificabile e costituisce un Documento Finanziario ai sensi e per gli effetti del Contratto anche nei confronti dei successori, eredi ed aventi causa del Mutuatario e del Coniuge. I termini definiti nella presente Convenzione hanno lo stesso significato attribuito nel Contratto e relativi allegati, ove non altrimenti disposto. Data / / Il mutuatario ed il coniuge4 nome (apporre firma leggibile) : adottati); i fratelli e sorelle (esclusi quelli del coniuge cointestatario se non anche comproprietario dell immobile); i figli di questi ultimi. 3 Certificato di Esistenza in Vita rilasciato dal comune di residenza; Copia del certificato di assicurazione dell immobile e ricevuta del versamento del premio; copia dell eventuale sentenza di interdizione o inabilitazione e del decreto di nomina dell eventuale tutore o curatore 4 In caso di interdizione o inabilitazione la firma deve essere apposta dal tutore o dal curatore allegando copia della sentenza di interdizione o inabilitazione e del decreto di nomina del tutore o del curatore

13 Società Finanza Attiva Spa Manuale Operativo del prestito ipotecario vitalizio L assicurazione annuale Il mutuatario è tenuto ad assicurare con primarie compagnie assicurative, fino alla data di rimborso del Finanziamento, contro i danni causati da incendio, scoppio, fulmine ed altri eventi assicurabili e per valori reali, l Immobile, nonché gli eventuali arredamenti oggetto di garanzia e comunque le entità di qualsiasi genere ivi contenute. La copertura assicurativa deve essere vincolata a favore della Società Finanza Attiva S.p.A.. Qualora il mutuatario provveda ad assicurare personalmente l immobile dovrà, annualmente, in occasione dell invio della Convenzione di Conferma Annuale, inviare alla Società Finanza Attiva la ricevuta del versamento del premio assicurativo annuale. Al fine di evitare al mutuatario l onere di rinnovare annualmente il premio assicurativo Società Finanza Attiva ha negoziato una polizza assicurativa contro il rischio di incendio, scoppio e fulmine con alcune primarie compagnie assicurative. Il mutuatario può pertanto aderire alla polizza in convenzione, evitando l onere di procedere annualmente al pagamento del premio assicurativo. Il premio della polizza in convenzione viene infatti capitalizzato annualmente e non deve pertanto essere corrisposto al cliente. A momento della stipula del contratto di finanziamento il cliente procede alla firma del contratto di assicurazione in convenzione. Il premio della polizza in convenzione è calcolato sul valore di ricostruzione ed è pari a 0,67 per mille del valore di ricostruzione dell immobile ( 1.400,00 /mq). Costituendo una semplificazione degli oneri a carico dell anziano ad un costo minore rispetto a quello di una polizza negoziata singolarmente, la sottoscrizione della polizza in convenzione è fortemente consigliata. 21. L impatto del prestito Ipotecario Vitalizio sull asse ereditario Il prestito vitalizio ipotecario ha un impatto sul valore del patrimonio che il mutuatario sarà in condizione di tramettere ai propri eredi con la successione. L impatto è costituito dal debito maturato che potrebbe ridurre il valore economico netto dell eventuale lascito. Fermo restando il principio che le successioni si aprono post mortem e che pertanto al momento della firma del contratto di finanziamento i familiari non hanno nessun titolo per limitare l autonomia negoziale del richiedente, è opportuno, al fine di evitare azioni successive degli eredi che, ancorchè prive di effetti sulla tenuta giuridica dell operazione, potrebbero creare rischi di brand image o coinvolgere l agente e la banca in eccezioni di annullamento per incapacità, sollevate in modo prestestuoso dagli eredi per sottrarsi alle obbligazioni che gravano sul lascito, suggerire all anziano richiedente il finanziamento di coinvolgere il proprio nucleo familiare, ove possibile, nel processo decisionale. Alla scadenza naturale del finanziamento l erede avra le seguenti alternative: Accettare l eredità e rimborsare integralmente il finanziamento entro 12 mesi Accettare l eredità con beneficio d inventario in modo da evitare impatti negativi dell obbligazione di rimborso sul proprio patrimonio personale. Non accettare l eredità e lasciare che il creditore escuta la garanzia o eserciti il mandato per ripianare il finanziamento. In questo caso la porzione del valore dell immobile che residua dopo il rimborso del finanziamento verrà consegnata al curatore dell eredità giacente. Restare inattivo, non compiendo atti che comportino accettazione tacita dell eredità e non rimborsare il finanziamento. In questo caso il creditore eserciterà il mandato a vendere, compenserà il netto ricavo della vendita con il debito e consegerà il valore residuo al curatore dell eredità. Nei casi in cui, a seguito di inadempimento dell erede il creditore azioni il mandato, il creditore potrà rivalersi esclusivamente sull importo della vendita dell immobile.ove il Netto Ricavo fosse inferiore alle ragioni creditorie derivanti dal presente contratto, il debito eventualmente eccedente il Netto Ricavo compensato viene rimesso ai sensi dell art Cod. Civ.

14 Società Finanza Attiva Spa Manuale Operativo del prestito ipotecario vitalizio Le Domande più frequenti Di seguito viene riportato un elenco delle principali domande poste dal richiedente e dai suoi eredi nel corso della fase di consulenza sul prestito vitalizio. 1. Continuo a essere il proprietario della mia casa? Si, Lei continuerà ad essere il proprietario della sua casa, che alla sua morte entrerà a far parte della sua successione, insieme al finanziamento. 2. Quanto posso prendere in prestito? L importo massimo del finanziamento che potrà richiedere dipende dal valore della sua abitazione e dalla sua età. 3. E necessario far periziare la casa? Si, la perizia verrà effettuata da un professionista indipendente, su nostro incarico dopo aver ricevuto la sua domanda di finanziamento. Il perito verrà a visitare la sua casa previo appuntamento e se la casa rientra nei limiti finanziabili il prestito vitalizio verrà erogato. 4. Devo pagare delle rate mensili di rimborso come nei mutui ordinari? No, il prestito vitalizio non prevede alcun pagamento mensile, finché Lei rimarrà in vita. 5. Potrò continuare a vivere nella mia casa? Certamente, Lei resterà l unico proprietario della sua abitazione e potrà continuare a viverci liberamente per tutto il resto della sua vita 6. In cosa il prestito vitalizio si differenzia rispetto alla cessione della nuda proprietà? Con la cessione della nuda proprietà lei rinuncia alla proprietà della sua casa mentre con il prestito vitalizio contrae un finanziamento che non prevede pagamenti mensili finché sarà in vita. Nel caso infelice di premorienza la nuda proprietà implica la perdita dell immobile per gli eredi mentre nel prestito vitalizio determina unicamente il rimborso del finanziamento e la casa resta di proprietà degli eredi. 7. Se non ho un consulente di fiducia, posso richiedere l aiuto di un esperto per farmi spiegare l operazione? I nostri esperti sono a sua disposizione per rispondere a tutte le domande che vorrà sottoporci. Se ha un consulente legale o patrimoniale di fiducia lo coinvolga per farsi assistere. 8. Devo coinvolgere i miei famigliari? E auspicabile che la decisione di richiedere un prestito vitalizio sia condivisa all interno della famiglia. Ne parli con i suoi familiari e prendete una decisione insieme. 9. Quando deve essere rimborsato il finanziamento? Il finanziamento dovrà essere rimborsato per intero dai suoi eredi o aventi causa entro 12 mesi dalla morte del più longevo degli intestatari. 10. Per rimborsare il finanziamento i miei eredi dovranno vendere la casa? La decisione di come rimborsare il finanziamento alla scadenza spetterà ai suoi eredi. Potranno decidere di rimborsare per cassa o procedere alla vendita sul mercato dell immobile. 11. La società Finanza Attiva si approprierà della mia casa? No, in nessun caso la Società Finanza Attiva potrà appropriarsi della sua casa, in quanto sarà sempre un semplice creditore ipotecario. 12. Quanti interessi dovrò pagare? Gli interessi che saranno dovuti al rimborso saranno pari al tasso, fisso o variabile, del finanziamento capitalizzati per la durata del prestito vitalizio, cioè per la sua vita. 13. Potrò in futuro cambiare casa? Si, se deciderà di cambiare abitazione potrà estinguere il finanziamento e riaccenderlo contestualmente sulla nuova casa, purchè il valore della nuova abitazione sia capiente.

15 Società Finanza Attiva Spa Manuale Operativo del prestito ipotecario vitalizio Canali di vendita Il prestito ipotecario vitalizio viene distribuito direttamente dalla Società Finanza Attiva Spa, attraverso le proprie sedi, attraverso gli agenti in attività finanziaria e i mediatori creditizi convenzionati e attraverso le reti delle banche partner. Il rilascio di informazioni o la promozione del prodotto da parte di soggetti non autorizzati dalla Società Finanza Attiva non è consentito e verrà perseguito a termini di legge. Nella promozione del prodotto i partner di S.F.A. Spa dovranno attenersi alle modalità concordate con la società, in conformità a quanto previsto dall accordo quadro o convenzione di collocamento 24. Primo contatto con il potenziale cliente e sessione informativa Nel corso del primo incontro con il cliente potenziale l addetto alla vendita o l agente convenzionato dovrà rilasciare informazioni sulle principali caratteristiche tecniche del prodotto, avendo cura di consegnare il kit dei documenti di marketing, che includono: Brochure informativa sul prodotto Foglio informativo per la famiglia Copia del codice di autodisciplina Modulo di richiesta di effettuazione della sessione informativa estesa E sconsigliato nel primo incontro fornire al cliente, in assenza della perizia sull immobile, indicazioni puntuali sull importo finanziabile sulla base del valore presunto dell immobile dichiarato dal potenziale cliente, in quanto queste potrebbero venir disattese a seguito della effettuazione della valutazione puntuale del immobile a garanzia. Il consulente o agente dovrà limitarsi ad indicare le percentuali massime di finanziabilità per la classe di età corrispondente al potenziale cliente, avendo cura di sottolineare che trattasi di importi massimi richiedibili, ben potendo il cliente chiedere l erogazione per un importo inferio a quanto previsto dalla tabella LtV. Nel corso della prima sessione informativa il consulente o agente dovrà fornire al cliente le seguenti informazioni: 1. Natura ipotecaria e a medio lungo termine del finanziamento 2. Assenza di flussi di rimborso per capitale e interessi fino alla scadenza finale 3. Modalità di erogazione 4. Modalità di rimborso del finanziamento 5. Indicazione del tasso effettivo del finanziamento (n.b. l ISC verrà fornito in sede di preventivo) 6. Indicazione delle spese 7. Impatto del finanziamento sull eventuale asse ereditario e opportunità del coinvolgimento dei familiari diretti (futuri eredi) nel processo decisionale Il consulente o agente non è autorizzato a rilasciare al potenziale cliente documentazione, inclusi eventuali preventivi, diversa da quella prevista dalla presente procedura. Di seguito si riporta un fac-simile della documentazione commerciale da consegnare al cliente. 1. Brochure informativa sul prodotto: Il documento è stato predisposto in modo da fornire sinteticamente le informazioni sulle principali caratteristiche del prodotto. Tale documento deve fornire la traccia per effettuare la prima sessione informativa ed illustrare le caratteristiche del prodotto. Il documento può essere personalizzato dall agente con l apposizione del proprio timbro nello spazio apposito pervisto nella pagina n.4

16 Società Finanza Attiva Spa Manuale Operativo del prestito ipotecario vitalizio Foglio informativo per la famiglia: Il documento è stato sviluppato in modo da fornire sinteticamente informazioni sull impatto del prestito ipotecario vitalizio sull eventuale patrimonio

17 Società Finanza Attiva Spa Manuale Operativo del prestito ipotecario vitalizio 17 ereditario e stimolare il futuro mutuatario a rendere i propri familiari parte attiva nel processo di richiesta del finanziamento. Il coinvolgimento diretto dei familiari nel processo di richiesta del finanziamento è auspicabile in quanto mette al riparo la società e l agente da eventuali azioni successive dei familiari volte a far valere in modo pretestuoso, al fine di sottrarsi alle obbligazioni finanziarie, l inacapacità totale o parziale del contraente. E opportuno ritirare ogni qualvolta sia possibile la firma dei familiari sui moduli che attestano la richiesta o l effettuazione di sessioni informative sul prodotto. 3. Codice di autodisciplina: Il codice di autodisciplina è costituito dall insieme delle regole interne che Società Finanza Attiva e i suoi partner si sono dati al fine di tutelare il contraente anziano nella fase di promozione del prestito ipotecario vitalizio. Tali regole sono rivolte a salvaguardare l anziano da iniziative commerciali aggressive, che lo spingano a contrarre il finanziamento per finalità non ammissibili, o che portino a richiedere il pagamento di importi non previsti. 4. Modulo di richiesta di effetuazione della sessione informativa estesa: Il modulo deve essere fatto sottoscrivere al cliente dopo il primo contatto, qualora manifesti interesse per il prodotto. Il modulo di richiesta deve certificare la consegna del materiale di prima informazione al cliente e deve indicare gli estremi dell agente che ha effettuato il primo incontro. L agente deve datare e sottoscrivere con la dicitura F.A.M.P. (firma apposta in mia presenza) la richiesta.

18 Società Finanza Attiva Spa Manuale Operativo del prestito ipotecario vitalizio 18 FAC-SIMILE Società Finanza Attiva Spa Via del Tritone Roma Tel Fax Prestito Ipotecario Vitalizio Richiesta di sessione informativa estesa Il/la sottoscritto/a.nato/a a..., il.., residente in Via.. n.., CAP, avendo ricevuto informazioni sul prestito ipotecario vitalizio della Società Finanza Attiva Spa per il tramite dell Agente.. ed essendo interessato a presentare domanda per la concessione del finanziamento chiede di poter effettuare la sessione informativa estesa con un esperto della Società Finanza Attiva Spa. L incontro verrà effettuato presso gli uffici dell agente segnalante in data che mi verrà comunicata da quest ultimo senza alcun onere a mio carico. Il sottoscritto dichiara inoltre di aver ricevuto la seguente documentazione: 1. Brochure informativa sul prodotto prestito ipotecario vitalizio 2. Foglio informativo per la famiglia 3. Codice di autodisciplina della Società Finanza Attiva Spa La seguente dichiarazione non costituisce domanda di finanziamento, riservandosi il sottoscritto di decidere se inoltrare la domanda di finanziamento. Roma, Firma L agente La richiesta deve essere inoltrata tempestivamente a mezzo fax o alla sede competente della Società Finanza Attiva spa, al fine di concordare la data della seconda sessione informativa. L inoltro della richiesta deve essere seguito da chiamata telefonica al responsabile del canale agenti di Società Finanza Attiva che indichera contestualmente la prima data disponibile per l incontro. 5. Autorizzazione al trattamento dei dati personali : L autorizzazione al trattamento dei dati personali, prevista dal Testo Unico sulla privacy (D.lgs 196/2003), deve necessariamente contenere autorizzazione al trattamento prevista nel primo e terzo riquadro del modulo, in quanto i dati relative al mutuatario saranno oggetto di lavorazione dal parte dei servicer esterni della Società Finanza Attiva, quali, ad esempio, CEDACRI. Il ritiro di un modulo privacy non recante la doppia sottoscrizione non consente l inoltro della domanda per l avvio della fase di istruttoria. Il modulo deve essere consegnato al cliente, in bianco al termine della sessione informativa estesa, e deve essere riconsegnato firmato unito alla domanda di finanziamento. Non è necessario ritirare la sottoscrizione per il secondo riquadro che include iniziative di marketing e di controllo della qualità da parte di soggetti diversi da S.F.A.

19 Società Finanza Attiva Spa Manuale Operativo del prestito ipotecario vitalizio 19 Spettabile FAC-SIMILE Cognome Nome N. D.G. N. pratica fido Data di Nascita Luogo di Nascita Codice Fiscale Premesso che l esecuzione delle operazioni di finanziamento ipotecario vitalizio richiede la comunicazione ed il correlato trattamento dei miei dati personali alle categorie di seguito specificate: Società che svolgono servizi bancari e finanziari; Società di servizi per l acquisizione, la registrazione ed il trattamento dei dati rivenienti da documenti o supporti forniti o originati dagli stessi clienti ed aventi ad oggetto lavorazioni massive relative a pagamenti, effetti, assegni e altri titoli; Società che svolgono attività di trasmissione, imbustamento, trasporto e smistamento delle comunicazioni alla clientela; Società che svolgono servizi di archiviazione della documentazione relativa ai rapporti intercorsi con la clientela; Enti interbancari che rilevano i rischi finanziari Società di gestione dei sistemi nazionali ed internazionali per il controllo delle frodi ai danni delle anche e degli intermediari finanziari; Società di recupero crediti; Do il consenso 1 2 Nego il consenso Alle predette comunicazioni. Sono consapevoleche, in mancanza del mio consenso, la Banca non potrà dar corso ad operazionio servizi diversi da quelli indicati nel riquadro a pagina 2 dell informativa. Data Firma Inoltre, per quanto riguarda la comunicazione, da parte della, dei miei dati a società di rilevazione della qualità dei servizi erogati dalla stessa Società Finanza Attiva Spa 3 Do il consenso 4 Nego il consenso Per quanto riguarda il trattamento, da parte della Società Finanza Attiva Spa dei miei dati ai fini di informazione commerciale, ricerche di mercato, offerte dirette di prodotti o servizi della società Finanza Attiva. Do il consenso 5 6 Nego il consenso Per quanto riguarda il trattamento, da parte della Società Finanza Attiva Spa dei miei dati ai fini di informazione commerciale, ricerche di mercato, offerte dirette di prodotti o servizi di società terze. Do il consenso 7 8 Nego il consenso Per quanto riguarda la comunicazione da parte della società Finanza Attiva dei miei dati a società terze ai fini di informazione commerciale, ricerche di mercato, offerte dirette di loro prodotti o servizi Do il consenso 9 1 Nego il consenso Data Firma Per quanto riguarda il trattamento di dati sensibili, acquisiti dalla Società Finanza Attiva Spa a seguito delle operazioni o dei contratti conclusi, sempre nei limiti in cui esso sia strumentale per la specifica finalità perseguita dall operazione o dai servizi da me richiesti Do il consenso 9 1 Data Nego il consenso Firma

20 Società Finanza Attiva Spa Manuale Operativo del prestito ipotecario vitalizio 20 L eventuale presenza di accompagnatori, badanti, assistenti sociali nel corso della negoziazione del finanziamento comporta l obbligo di identificazione con ritiro di copia del documento di identità che deve essere allegato alla domanda di finanziamento specificando a che titolo il soggetto è stato coinvolto nella negoziazione del finanziamento. Unitamente alla identificazione l agente dovrà procedere al ritiro del modulo di autorizzazione al trattamento dei dati personali, sottoscritto e datato dall accompagnatore. 25. Organizzazione della sessione informativa estesa Nel corso del primo semestre dal lancio e fino a nuova comunicazione da parte della Società Finanza Attiva Spa la sessione informativa prevista per il secondo incontro con il potenziale contraente dovrà essere effettuata con l intervento di un esperto della Società Finanza Attiva Spa al fine di garantire la completezza di informazione per il potenziale cliente. L incontro verrà effettuato presso gli uffici dell agente convenzionato o presso la sede competente di SFA. All incontro dovrà essere presente l agente convenzionato che ha inoltrato la richiesta. Nel corso dell incontro l esperto di SFA fornira al cliente le seguenti informazioni: Condizioni per l eleggibilità (età, tipologie di immobile ammesse) Indicazione di massima dell importo finanziabile - LtV (numero dei mutuatari, età, valore dell immobile) Illustrazione dell esempio del finanziamento a tasso variabile Costi dell operazione (perizia, istruttoria, notaio, imposte, spese amministrative, interessi, penali di estinzione anticipata) e calcolo dell ISC. Responsabilità contrattuali del mutuatario Clausole di risoluzione del contratto per inadempimento Modalità di rimborso del finanziamento dopo la morte ed iter della successione Conseguenze dell inadempimento degli eredi Richiesta di coinvolgimento del nucleo familiare nella decisione Segnalazione dell opportunità di richiedere l assistenza di un consulente legale di fiducia Al termine della sessione informativa, qualora il cliente manifesti l intenzione di voler procedere con la domanda di finanziamento dovrà essere consegnata la seguente documentazione: 1. Foglio Informativo Analitico 2. Avviso sulle principali norme sulla trasparenza 3. Domanda di finanziamento in bianco 4. Elenco dei documenti necessari per istruire la pratica di finanziamento 5. Esempio del finanziamento per un importo convenzionale 6. Richiesta di incarico al perito in bianco 7. Autorizzazione al trattamento dei dati personali 8. Dichiarazione di avvenuta informazione, da sottoscrivere immediatamente 9. Eventuale preventivo pro forma illustrativo del finanziamento e non vincolante (la consegna del preventivo e subordinata al preventivo inoltro a SFA di informazioni puntuali sulle caratteristiche anagrafiche del mutuatario e sulle caratteristiche dell immobile) *** Nel caso di offerta presso una Banca convenzionata l operatore commerciale di filiale a sistema deve accedere alla procedura di calcolo per la simulazione dell importo finanziabile e l evoluzione del montante nel tempo inserendo tre variabili: 1. la stima del valore dell immobile (non essendo disponibile la perizia il valore andra desunto dall applicazione dei valori minimi dell osservatorio dell agenzia del territorio alla superficie dichiarata) 2. tipologia del mutuatario. Le tipologie del mutuatario sono: a)maschio solo; b) femmina sola; c) coppia (maschio + femmina);

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

Il mutuo per la casa in parole semplici

Il mutuo per la casa in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il mutuo per la casa in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il mutuo dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN 2283-5989 (online)

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me.

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Informazioni sulla banca. Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza San Carlo 156-10121 Torino. Tel.: 800.303.306 (Privati),

Dettagli

5 Contributo Autonoma Sistemazione

5 Contributo Autonoma Sistemazione 5 Contributo Autonoma Sistemazione CAS A valere sulle risorse finanziarie di cui all articolo 3 dell Ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile (OCDPC) n. 232 del 30 marzo 2015 viene stimata

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Etica Società Cooperativa per Azioni Via Niccolò Tommaseo, 7 35131 Padova Tel. 049 8771111 Fax 049 7399799 E-mail: posta@bancaetica.it Sito Web: www.bancaetica.it

Dettagli

Distinti saluti Il responsabile

Distinti saluti Il responsabile ENTI PUBBLICI Roma, 15/05/2013 Spett.le COMUNE DI MONTAGNAREALE Posizione 000000000000001686 Rif. 2166 del 30/04/2013 Oggetto: Anticipazione di liquidità, ai sensi dell'art. 1, comma 13 del D. L. 8 aprile

Dettagli

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI COMITATO REGIONALE E PROVINCIALE DI MILANO CONIACUT GUIDA PRATICA ALLA COMPRAVENDITA DELLA CASA Progetto cofinanziato dal Ministero delle Attività Produttive RegioneLombardia

Dettagli

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO FONDAZIONE FORENSE DI PESARO Palazzo di Giustizia, Piazzale Carducci n. 12 GUIDA PRATICA ALL ACQUISTO DI IMMOBILI ALL ASTA Perché acquistare un immobile all asta? Acquistare all asta è spesso più conveniente.

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI

TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI Disposizioni generali in materia di espropriazione immobiliare Modalità di presentazione delle offerte e di svolgimento delle procedure di VENDITA

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI : DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONE SULL INTERMEDIARIO INFORMAZIONI SUL FINANZIATORE ISTITUTO BANCARIO DEL

Dettagli

DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI

DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI Marzo 2014 Con il presente riepilogo si forniscono indicazioni di dettaglio sulle prestazioni creditizie erogate

Dettagli

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.)

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) COSTITUZIONE DELLA SOCIETA INVALIDITA DELLA SOCIETA L ORDINAMENTO PATRIMONIALE Mastrangelo dott. Laura NOZIONE (ART. 2291 C.C) Nella società in

Dettagli

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE Pag. 1 / 5 Anticipi import export ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297)

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) 1) Beneficiari Hanno titolo a richiedere l anticipazione i lavoratori che abbiano maturato almeno

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

Il Credito. in parole semplici. La SCELTA e i COSTI. I DIRITTI del cliente. I CONTATTI utili. Il credito ai consumatori dalla A alla Z

Il Credito. in parole semplici. La SCELTA e i COSTI. I DIRITTI del cliente. I CONTATTI utili. Il credito ai consumatori dalla A alla Z LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il Credito ai consumatori in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il credito ai consumatori dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN

Dettagli

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue:

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue: CONTRATTO DI GARANZIA CONDIZIONI GENERALI 1 Sviluppo Artigiano Società Consortile Cooperativa di Garanzia Collettiva Fidi, (d ora in avanti Confidi), con sede in 30175 Marghera Venezia - Via della Pila,

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale;

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale; CIRCOLARE N. 1276 Condizioni generali per l accesso al credito della gestione separata della Cassa depositi e prestiti società per azioni (CDP), ai sensi dell art. 5 comma 7 lettera a), primo periodo,

Dettagli

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Il presente modulo, sottoscritto e corredato della documentazione necessaria, può essere: consegnato in un qualunque Ufficio Postale

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Credito Emiliano SpA Iscrizione in albi

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT

MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena

Dettagli

MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI

MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI Mod. 7A COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI La preghiamo di leggere con attenzione il

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import)

FOGLIO INFORMATIVO. 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import) Pagina 1/7 FOGLIO INFORMATIVO 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import) INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

La compensazione impropria nei rapporti di dare avere quale rimedio al maggior danno nei contratti di mutuo. ANALISI TECNICA

La compensazione impropria nei rapporti di dare avere quale rimedio al maggior danno nei contratti di mutuo. ANALISI TECNICA La compensazione impropria nei rapporti di dare avere quale rimedio al maggior danno nei contratti di mutuo. ANALISI TECNICA Per un proficuo approccio alla problematica presa in esame si propone, qui di

Dettagli

5)- COME VIENE DEFINITA LA FORMALITÀ PRESSO IL P.R.A. RELATIVA AD UN IPOTECA? A - Annotazione B - Iscrizione C Trascrizione

5)- COME VIENE DEFINITA LA FORMALITÀ PRESSO IL P.R.A. RELATIVA AD UN IPOTECA? A - Annotazione B - Iscrizione C Trascrizione 1)- PER UN VEICOLO ESPORTATO ALL'ESTERO E SUCCESSIVAMENTE REISCRITTO IN ITALIA DALLO STESSO INTESTATARIO QUALE IPT PAGA?: A - L'IPT si paga in misura proporzionale B - Non si paga IPT C - L'IPT si paga

Dettagli

POPOLARE VITA S.p.A.

POPOLARE VITA S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE SULLA VITA IN FORMA MISTA, A PREMIO UNICO CON RIVALUTAZIONE ANNUALE DEL CAPITALE (TARIFFA N. 560) Orizzonte Sicuro Il presente Fascicolo Informativo, contenente: la Scheda Sintetica;

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

TRIBUNALE DI ROMA IV SEZIONE CIVILE

TRIBUNALE DI ROMA IV SEZIONE CIVILE ALLEGATO AL VERBALE DELL UDIENZA DEL TRIBUNALE DI ROMA IV SEZIONE CIVILE PROCEDURA N R.G.E. PROCEDIMENTO DI DIVISIONE N. I L G I U D I C E Visto il provvedimento reso all udienza del nella procedura esecutiva

Dettagli

FONDO PENSIONE TELEMACO DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI

FONDO PENSIONE TELEMACO DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI FONDO PENSIONE TELEMACO DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI Art. 1. Norme generali 1.1 Come stabilito dal D.Lgs 252/2005, l Associato può richiedere un anticipazione sulla posizione individuale maturata: a)

Dettagli

Foglio informativo MUTUO MEDIOLANUM FREEDOM Sez. I - INFORMAZIONI SULLA BANCA

Foglio informativo MUTUO MEDIOLANUM FREEDOM Sez. I - INFORMAZIONI SULLA BANCA Mod. B-109/MUTUO MEDIOLANUM FREEDOM aggiornamento n. 29 del 01/01/2014 Foglio informativo MUTUO MEDIOLANUM FREEDOM Sez. I - INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA MEDIOLANUM S.p.A. Sede legale e Direzione Generale:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO

FOGLIO INFORMATIVO. Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO FOGLIO INFORMATIVO Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO INFORMAZIONI SULLA BANCA CREDITO TREVIGIANO Banca di Credito Cooperativo

Dettagli

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno...... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare Ufficio ex Enam Area Piccolo Credito Lista: settore.. n.... Largo Josemaria Escriva

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI Il Governo della Repubblica Italiana ed il Governo del Regno del Marocco (qui

Dettagli

LA MODULISTICA NELLA MEDIAZIONE IMMOBILIARE. Linee guida per la predisposizione e l utilizzo

LA MODULISTICA NELLA MEDIAZIONE IMMOBILIARE. Linee guida per la predisposizione e l utilizzo LA MODULISTICA NELLA MEDIAZIONE IMMOBILIARE Linee guida per la predisposizione e l utilizzo LA MODULISTICA NELLA MEDIAZIONE IMMOBILIARE Linee guida per la predisposizione e l utilizzo La modulistica nella

Dettagli

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP.

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Seminario IF COMMISSIONE INGEGNERIA FORENSE LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Milano, 9 giugno 2011 1 Riserve: generalità Riserva come preannuncio di disaccordo (=firma con riserva) Riserva come domanda

Dettagli

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 1 CONDIZIONI GENERALI DI NOLEGGIO Termini e Condizioni di Prenotazione I servizi di noleggio di veicoli Europcar in Italia sono erogati da Europcar

Dettagli

Repertorio n. CONVENZIONE PER LA CESSIONE IN PROPRIETA DI AREA P.E.E.P. GIA CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) L anno duemila il giorno

Dettagli

IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO?

IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO? IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO? La maggior parte di noi non si pone neppure la domanda. In Italia, quella di fare testamento è una pratica poco utilizzata. Spesso ci rifiutiamo per paura, per incertezza

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015)

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015) Procedura relativa alla gestione delle adesioni contrattuali e delle contribuzioni contrattuali a Prevedi ex art. 97 del CCNL edili-industria del 1 luglio 2014 e ex art. 92 del CCNL edili-artigianato del

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DEGLI SCAMBI IL DIRETTORE GENERALE Visto l articolo 30 del Decreto Legge 12 settembre 2014,

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in, alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito da in persona di ), e, nato a, il, residente in, alla

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

Regolamento per il riscatto degli anni di laurea ex art. 22 Regolamento dell Ente

Regolamento per il riscatto degli anni di laurea ex art. 22 Regolamento dell Ente E.P.A.P. Ente di Previdenza ed Assistenza Pluricategoriale Via Vicenza, 7-00185 Roma Tel: 06 69.64.51 - Fax: 06 69.64.555 E-mail: info@epap.it - Sito web: www.epap.it Codice fiscale: 97149120582 Regolamento

Dettagli

Istruzioni per la compilazione

Istruzioni per la compilazione ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL RICORSO - RISOLUZIONE STRAGIUDIZIALE DELLE CONTROVERSIE RICORSO ALL ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO Istruzioni per la compilazione ATTENZIONE:

Dettagli

SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 -

SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 - Versione 10/04/15 SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 - Rifiuti dei Beni a base di Polietilene, Piazza di S. Chiara, 49 00186 ROMA) e (facoltativamente) anticipata mezzo fax Il richiedente... In persona del

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti:

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: Benvenuto su RLI WEB L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: richieste di registrazione dei contratti di locazione di beni immobili e affitto fondi rustici;

Dettagli

Regolamento Generale Carte di Credito ad Opzione Carta Platinum Credit, Carta Gold Credit, Carta Explora e Blu American Express.

Regolamento Generale Carte di Credito ad Opzione Carta Platinum Credit, Carta Gold Credit, Carta Explora e Blu American Express. Regolamento Generale Carte di Credito ad Opzione Carta Platinum Credit, Carta Gold Credit, Carta Explora e Blu American Express. Regolamento Generale delle Carte di Credito ad Opzione Carta Platinum Credit,

Dettagli

Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni.

Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni. Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni. Il DIRETTORE DELL AGENZIA DEL DEMANIO Vista la legge 7 agosto 1990, n.

Dettagli

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione: Iccrea BancaImpresa S.p.A. Sede Legale: Via Lucrezia Romana nn. 41/47-00178

Dettagli

E ALTRI FINANZIAMENTI

E ALTRI FINANZIAMENTI Normativa sulla Trasparenza Bancaria (T. U. Leggi Bancarie D. Lvo 385/93 e norme di attuazione) E ALTRI FINANZIAMENTI FOGLIO INFORMATIVO SULLE OPERAZIONI E SERVIZI OFFERTI ALLA CLIENTELA Foglio Informativo

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE C H I E D E DICHIARA QUANTO SEGUE

DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE C H I E D E DICHIARA QUANTO SEGUE MODULO DOMANDA / NUOVO CAS-SISMA MAGGIO 2012 DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE (Dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà resa ai sensi degli artt. 46 e 47

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ Società del Gruppo ALLIANZ S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: SCHEDA SINTETICA

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011)

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) Art. 1 Fonti 1. Il presente regolamento, adottato in attuazione dello Statuto, disciplina

Dettagli

Mutui Altre Esigenze a Tasso Fisso o Variabile

Mutui Altre Esigenze a Tasso Fisso o Variabile Pag. 1/13 INFORMAZIONI SULLA BANCA Mutui Altre Esigenze a Tasso Fisso o Variabile Banca di Credito Popolare Società Cooperativa per Azioni Gruppo Bancario Banca di Credito Popolare Corso Vittorio Emanuele

Dettagli

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG)

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI LOCOROTONDO Cassa Rurale ed Artigiana - Società Cooperativa Piazza Marconi, 28-70010 Locorotondo (BA) Tel.: 0804351311 - Fax:

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

Fascicolo informativo

Fascicolo informativo Fascicolo informativo Aedifica Assicura Polizza Fideiussoria per la Tutela dei Diritti Patrimoniali degli Acquirenti di Immobili da costruire. L. 210 del 02.08.2004/D.LGS.122 del 20.06.2005 Il presente

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

MODULO DI DESIGNAZIONE/REVOCA DEI BENEFICIARI

MODULO DI DESIGNAZIONE/REVOCA DEI BENEFICIARI MODULO DI DESIGNAZIONE/REVOCA DEI BENEFICIARI (Da inviare ad Arca SGR S.p.A. in originale, per posta, unitamente a copia dei documenti di identità dell Iscritto e dei beneficiari) Spett.le ARCA SGR S.p.A.

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. n. 2013/87896 Imposta sulle transazioni finanziarie di cui all articolo 1, comma 491, 492 e 495 della legge 24 dicembre 2012, n. 228. Definizione degli adempimenti dichiarativi, delle modalità di

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: Scheda Sintetica; Nota Informativa; Condizioni di Assicurazione

Dettagli

RISOLUZIONE N. 20/E. Roma, 14 febbraio 2014

RISOLUZIONE N. 20/E. Roma, 14 febbraio 2014 RISOLUZIONE N. 20/E Direzione Centrale Normativa Roma, 14 febbraio 2014 OGGETTO: Tassazione applicabile agli atti di risoluzione per mutuo consenso di un precedente atto di donazione articolo 28 del DPR

Dettagli

Il conto corrente in parole semplici

Il conto corrente in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il conto corrente in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il conto corrente dalla A alla Z conto corrente Il conto corrente bancario

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

Per i beni mobili l'autorizzazione non è necessaria trascorsi cinque anni dalla dichiarazione di accettare con beneficio d'inventario.

Per i beni mobili l'autorizzazione non è necessaria trascorsi cinque anni dalla dichiarazione di accettare con beneficio d'inventario. art. 493 Codice Civile L'erede decade (1) dal beneficio d'inventario [490, 494, 505, 509, 564 c.c.], se aliena o sottopone a pegno [2748 c.c.] o ipoteca [2808 c.c.] beni ereditari, o transige [1965 c.c.]

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Diritti di cui all art. 7 del D.lgs.196 del 30 giugno 2003. Informativa resa ai sensi dell art 13 del D.Lgs. 196/2003

Diritti di cui all art. 7 del D.lgs.196 del 30 giugno 2003. Informativa resa ai sensi dell art 13 del D.Lgs. 196/2003 Diritti di cui all art. 7 del D.lgs.196 del 30 giugno 2003 Informativa resa ai sensi dell art 13 del D.Lgs. 196/2003 Vi informiamo che l art. 7 del d.lgs.196/03 conferisce agli interessati l esercizio

Dettagli

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO RELATIVE ALL ACQUISTO DI DIRITTI DI UTILIZZAZIONE DELLE IMMAGINI DELL ARCHIVIO FOTOGRAFICO ON-LINE DEL SISTEMA MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE Premesso che La Sovrintendenza

Dettagli

A cura di confidi112tub.eu. Dall iscrizione ex art. 155 comma 4 all elenco 112 bis TUB

A cura di confidi112tub.eu. Dall iscrizione ex art. 155 comma 4 all elenco 112 bis TUB Dall iscrizione ex art. 155 comma 4 all elenco 112 bis TUB Premessa I Confidi - Consorzi e Cooperative di garanzia collettiva fidi - sono i soggetti che, ai sensi della legge 326/2003, svolgono esclusivamente

Dettagli

STUDIO DE POLI - VENEZIA

STUDIO DE POLI - VENEZIA IL TRUST: COS È, IN BREVE di Ilaria Della Vedova Avvocato dello Studio De Poli Venezia Membro dell organismo Professionisti Accreditati in materia di Trust 1) Che cos è il trust? È un istituto di origine

Dettagli