bando per progetti di ricerca scientifica nel settore delle scienze biomediche con il coinvolgimento di giovani ricercatori

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "bando per progetti di ricerca scientifica nel settore delle scienze biomediche con il coinvolgimento di giovani ricercatori"

Transcript

1 bando per progetti di ricerca scientifica nel settore delle scienze biomediche con il coinvolgimento di giovani ricercatori budget complessivo del bando termine per la presentazione dei progetti 15 aprile 2013 contenuti: A. NORMATIVA DEL BANDO B. MODULO DI DOMANDA C. SCHEDA INFORMATIVA ED ALLEGATI D. SCHEDA PROGETTO E. INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI F. SCHEDA AI FINI CIVILISTICI G. ATTESTAZIONE AI FINI TRIBUTARI La domanda di contributo dovrà essere compilata e stampata accedendo al sistema di presentazione online del sito alla home page. Per apprendere le modalità tecniche di presentazione dei progetti con il sistema on-line, si chiede di prendere visione delle informazioni contenute al punto 4 della guida generale per la presentazione dei progetti pubblicata sul sito. La domanda completata con il sistema on-line dovrà essere stampata, firmata e inviata alla Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto entro e non oltre il 15 aprile Lo staff della Fondazione (tel ) resta a disposizione per fornire ulteriori informazioni o chiarimenti.

2 1. Finalità del bando A. NORMATIVA DEL BANDO La Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto, considerato che la ricerca scientifica è uno strumento fondamentale per garantire innovazione e sviluppo delle comunità, sostiene la realizzazione di progetti di ricerca scientifica di base ed applicata anche di natura multidisciplinare volti a promuovere le conoscenze nei settori delle scienze biomolecolari e delle scienze biomediche. Con il presente bando si intendono perseguire le seguenti finalità: a) stimolare la realizzazione di progetti di ricerca presentati da istituzioni qualificate ed i cui contenuti siano di potenziale interesse conoscitivo o applicativo anche per il contesto biomedico trentino; b) incentivare sinergie e collaborazioni tra istituzioni di ricerca locali ed altre istituzioni di ricerca che operano a livello nazionale o internazionale per una proficua condivisione di obiettivi, conoscenze, piattaforme tecnologiche, risorse strumentali e risorse umane; c) favorire la realizzazione di progetti che prevedano il coinvolgimento di giovani ricercatori e adeguate forme di valorizzazione dei risultati delle attività di ricerca; d) stimolare il trasferimento delle conoscenze e delle metodologie tra le istituzioni di ricerca e l ambito medico. Per meglio approfondire le finalità degli interventi della Fondazione realizzate tramite i bandi e le modalità tecniche di presentazione dei progetti si chiede di prendere visione della guida generale per la presentazione dei progetti pubblicata sul sito alla pagina modulistica. 2. Destinatari del bando Il bando è rivolto esclusivamente ad Enti, Dipartimenti Universitari, Istituti e Centri di ricerca qualificati che presentino progetti da realizzare in collaborazione con altri partner secondo logiche di rete. I progetti di ricerca che vengono presentati devono prevedere una istituzione capofila con sede in Trentino e la collaborazione di almeno altre due istituzioni di ricerca qualificate nell ambito del progetto presentato. L istituzione capofila del progetto deve dunque dimostrare: a) di avere formalmente sede in Trentino; b) che nel proprio Statuto la ricerca scientifica è un obiettivo primario; c) di svolgere la ricerca con adeguata esperienza e riconoscimento; d) di avere adeguata disponibilità diretta e non mediata di risorse umane ed attrezzature per realizzare attività di ricerca. 3. Domande ammissibili e non ammissibili I progetti di ricerca presentati devono avere le seguenti caratteristiche: 1) prevedere la collaborazione tra una istituzione capofila e almeno due istituzioni di ricerca partner di provata qualità scientifica per la programmazione e realizzazione del progetto; 2) almeno uno dei due partner abbia sede al di fuori del Trentino e sia operante a livello nazionale o internazionale; 3) prevedere contenuti di potenziale interesse conoscitivo o applicativo anche per il contesto trentino; 4) prevedere obbligatoriamente l inserimento nella compagine del progetto di uno o più giovani ricercatori che abbiano un profilo coerente al tipo di progetto che viene presentato e che non risultino già strutturati nell organigramma dell istituzione capofila o dei partner del progetto; 5) prevedere l avvio entro il 2013 e una durata non superiore a 36 mesi. I progetti presentati devono porsi obiettivi altamente innovativi, da perseguire secondo un percorso conoscitivo ben programmato, con mete intermedie e risultati verificabili, con la proposizione di piani alternativi in caso di mancato raggiungimento di tali mete. I progetti presentati devono altresì riportare menzione delle potenziali ricadute in ambito biomedico, riguardando il miglioramento delle pratiche preventive, diagnostiche e terapeutiche, oppure della potenziale realizzazione di significativi avanzamenti della conoscenza che aprano a nuovi orizzonti della biomedicina. Ciascun progetto di ricerca dovrà specificare in modo preciso l ambito nel quale si intende operare, e fondarsi su significativi dati preliminari o su solide basi cliniche, sottolineando anche l originalità o innovatività dell argomento trattato rispetto allo scenario scientifico di riferimento. Ciascun progetto dovrà inoltre sommariamente evidenziare i metodi di studio proposti e la sua fattibilità pratica. I programmi di ricerca potranno adottare un approccio multidisciplinare, che veda l integrazione di differenti competenze scientifiche (ad esempio, medicina, chimica, fisica, matematica, biologia, biotecnologia, informatica, etc.), anche grazie al concorso delle diverse unità operative componenti. Nella ricerca dei partner locali, nazionali o internazionali si devono dunque identificare le competenze indispensabili per la completa realizzazione del progetto. 2

3 Ciascuna istituzione capofila (Enti, Dipartimenti Universitari, Istituti e Centri di ricerca qualificati) non può presentare più di due progetti e può risultare come partner in non più di un progetto. I progetti devono essere presentati in italiano o in inglese, nel caso di collaborazioni internazionali. L eventuale contributo della Fondazione a sostegno di ciascun progetto non potrà comunque essere superiore a euro e potrà essere destinato alla copertura delle seguenti spese: a) compensi, borse o assegni di ricerca previsti per i giovani ricercatori inseriti nel progetto (non già strutturati nell istituzione capofila o nelle altre istituzioni partner); b) materiali di consumo strettamente funzionali al progetto (la spesa non dovrà superare il 50% del contributo richiesto). Il co-finanziamento richiesto alla Fondazione non potrà comunque superare il 50% del costo complessivo previsto per la realizzazione dell intera iniziativa. Il contributo stanziato dalla Fondazione a conclusione del percorso di selezione dei progetti presentati potrà essere inferiore rispetto all ammontare richiesto, tenendo conto del budget disponibile, della comparazione tra i progetti pervenuti e a fronte di una eventuale rimodulazione del progetto in una successiva fase di rinegoziazione. La parte rimanente dovrà essere sostenuta necessariamente tramite risorse dell istituzione capofila, tramite risorse messe a disposizione dalle altre istituzioni coinvolte, oppure da un ulteriore co-finanziamento di terzi. La mancanza di altre fonti di finanziamento, oltre al contributo richiesto alla Fondazione, è motivo di esclusione del progetto. Oltre ai motivi di esclusione già elencati al punto 5 della guida generale per la presentazione dei progetti, verranno escluse dal presente bando: domande presentate da istituzioni che non presentano i requisiti per essere considerati enti, dipartimenti, istituti e centri di ricerca in base a quanto previsto al paragrafo 2 del bando; richieste per la costituzione o l avvio di nuovi istituti o centri di ricerca; richieste di contributo per la mera acquisizione di macchinari, attrezzature e apparecchiature scientifiche; domande per progetti che si configurino solamente come scritti puramente compilativi o in cui prevalga la funzione descrittiva. 4. Valutazione dei progetti La Fondazione valuterà, a proprio insindacabile giudizio, i progetti presentati. Le domande dovranno essere redatte esclusivamente sulla modulistica prevista dal sistema di presentazione online del sito alla pagina Bandi. I progetti verranno valutati, anche con l apporto di esperti esterni, secondo i criteri di seguito elencati: 1. puntuale rispondenza alle finalità del bando; 2. chiarezza e precisione nella descrizione degli obiettivi finali e intermedi, dei contenuti e delle fasi di attività; 3. qualità scientifica dei contenuti; 4. solidità dei dati preliminari e concreta realizzabilità del progetto; 5. potenziale trasferibilità delle conoscenzeo dei metodi all ambito biomedico; 6. descrizione delle potenziali ricadute conoscitive o applicative; 7. coerenza del profilo dei giovani ricercatori coinvolti rispetto al programma di attività previsto; 8. collaborazione con altri enti, istituti e centri di ricerca di provata qualità scientifica; 9. descrizione delle modalità previste di monitoraggio, valutazione e valorizzazione dei risultati; 10. congruità del co-finanziamento richiesto anche rispetto alle attività previste e alle previsione di spesa. Nel corso della valutazione comparata dei progetti si terrà conto della congruità delle spese elencate per lo svolgimento delle attività previste e della congruità del contributo richiesto anche in riferimento al profilo dei giovani coinvolti ed alle altre entrate previste. L intento della Fondazione è di operare una selezione accurata volta a sostenere i progetti più meritevoli per contenuti, modalità esecutive e fattibilità, cercando di sostenere i progetti ammessi con contributi ritenuti congrui per la realizzazione dei programmi previsti. La Fondazione si riserva la facoltà di chiedere ulteriore documentazione integrativa e, se ritenuto opportuno, di sollecitare l integrazione tra progetti con caratteristiche simili. L esito conclusivo della valutazione dei progetti sarà comunicato tramite lettera entro giugno Nella lettera non saranno specificate le motivazioni della eventuale esclusione. La Fondazione sottopone tutti i progetti ammessi a contributo a ulteriori valutazioni sia in corso d opera, sia a consuntivo. La Fondazione si riserva, inoltre, la possibilità di effettuare valutazioni dirette in loco, da concordare con il responsabile scientifico del progetto. La documentazione fornita a corredo delle richieste non verrà restituita. 3

4 5. Modalità di rendicontazione conclusiva Per tutti i progetti ammessi viene richiesta la presentazione, entro tre mesi dalla conclusione delle attività, della seguente documentazione (sia cartacea, sia in formato elettronico): (a) Dettagliata relazione descrittiva conclusiva del progetto dalla quale risultino elementi qualitativi e quantitativi riguardanti i risultati della ricerca condotta e l elenco delle eventuali pubblicazioni (inviate, in corso di valutazione o pubblicate) in base ai risultati della ricerca stessa. La relazione conclusiva dovrà contenere anche precisi riferimenti ai risultati conoscitivi e/o applicativi per il contesto trentino, tenendo anche conto di quanto previsto negli obiettivi iniziali. (b) Tabella finanziaria, sottoscritta dal Legale Rappresentante, attestante in modo analitico l elenco delle spese effettivamente sostenute e l elenco delle entrate totali effettivamente conseguite per la realizzazione del progetto (comprensive delle risorse proprie impiegate, delle risorse messe a disposizione da altri partner, dei contributi ottenuti da terzi). (c) Documentazione comprovante le spese per i materiali di consumo ed i compensi effettivamente liquidati al giovane o ai giovani ricercatori coinvolti nel progetto corredata da documenti attestanti l avvenuto pagamento. (d) Documentazione dettagliata che dimostri il programma di comunicazione volto a promuovere e valorizzare il progetto, anche al fine di comprovare la visibilità del sostegno offerto dai soggetti cofinanziatori ed in particolare dalla Fondazione. Il programma di comunicazione dovrà prevedere anche una presentazione pubblica dei risultati del progetto concluso, da concordare con la Fondazione. Per i progetti di ricerca pluriennali ammessi a finanziamento dovrà essere inviato, entro tre mesi dalla conclusione del primo e del secondo anno di attività, un rendiconto annuale scientifico ed economico (sia cartaceo, sia in formato elettronico) circa la realizzazione dei progetti stessi. 6. Erogazione del contributo In aggiunta a quanto previsto al punto 7 della guida generale per la presentazione dei progetti, si prevede che la somma stanziata per il progetto venga corrisposta annualmente con le seguenti modalità: 1) L anticipo pari al 50% dell importo del primo anno sarà liquidato a seguito dell invio da parte dell istituzione capofila della dichiarazione formale di inizio delle attività; 2) Il saldo pari al 50% dell importo annuale sarà liquidato a seguito della valutazione della relazione conclusiva di fine anno, da inviare per posta e tramite entro tre mesi successivi alla scadenza dell annualità, contenente le informazioni richieste al paragrafo 5. Per i progetti pluriennali, contestualmente sarà liquidato anche l acconto sulla eventuale successiva annualità. 3) La Fondazione può ridurre a suo insindacabile giudizio il contributo deliberato qualora: l attività svolta risulti diversa o inferiore rispetto al progetto iniziale; si verifichino difformità tra le spese effettivamente sostenute e documentate nel rendiconto e quelle previste; si verifichino difformità tra le entrate effettivamente realizzate e quelle previste per il progetto. 4) Agli effetti dell erogazione del contributo, non vengono riconosciute spese documentate nel rendiconto ma non incluse nelle previsioni di spesa del progetto, salvo motivata e preventiva richiesta e parere positivo espresso per iscritto da parte della Fondazione. 5) La Fondazione potrà revocare a suo insindacabile giudizio il contributo, qualora: la documentazione richiesta non pervenga entro i termini stabiliti; la documentazione prodotta in merito alla comunicazione dell iniziativa non sia conforme a quanto richiesto in termini di visibilità dell Ente. 6) In caso di revoca del contributo o di impossibilità nella realizzazione del progetto, le somme eventualmente già liquidate dovranno essere interamente restituite alla Fondazione entro 30 giorni dalla data di notifica. Per approfondire le modalità previste dalla Fondazione per la documentazione conclusiva dei progetti realizzati, per l erogazione dei contributi concessi e per la valorizzazione delle attività e dei risultati, si chiede di prendere visione delle informazioni contenute ai punti 6, 7 e 8 della guida generale per la presentazione dei progetti pubblicata sul sito alla pagina modulistica. Il Presidente Cav. del Lavoro Enrico Zobele 4

5 B. MODULO DI DOMANDA Alla Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto Via Calepina, TRENTO Oggetto: Bando 2013 per progetti di ricerca nel settore delle scienze biomediche con il coinvolgimento di giovani ricercatori Il sottoscritto legale rappresentante di (denominazione dell Ente, Dipartimento, Istituto o Centro di ricerca capofila del progetto) c h i e d e di beneficiare dei contributi stanziati da codesta Fondazione per il co-finanziamento del progetto descritto nell allegato e dal titolo: (titolo del progetto) Il costo complessivo del progetto è di euro. La domanda di co-finanziamento è di euro. Il sottoscritto dichiara di: a) avere preso visione ed accettare i contenuti della guida generale per la presentazione dei progetti; b) avere preso visione ed accettare integralmente il bando proposto dalla Fondazione; c) accettare incondizionatamente il risultato della selezione dei progetti; d) autorizzare, ai sensi dell art 10 D.Lgs. 196/2003, la raccolta presso gli uffici della Fondazione dei dati forniti per le finalità di gestione del presente bando (come indicato nell informativa dell allegato 5); Si allega, inoltre, la documentazione richiesta. Data Firma del Legale Rappresentante dell istituzione capofila 5

6 C. SCHEDA INFORMATIVA DENOMINAZIONE DELLA REALTA CAPOFILA PROPONENTE SINTESI DELLE FINALITA PREVISTE DALLO STATUTO (nel caso di istituzioni diverse dai dipartimenti o centri universitari) SEDE (indirizzo completo, e C.A.P.) DATA DI COSTITUZIONE (come da Atto Costitutivo) NR. TELEFONO NR. FAX INDIRIZZO INDIRIZZO WEB FORMA GIURIDICA DELLA REALTA PROPONENTE CODICE FISCALE PARTITA I.V.A BANCA DI APPOGGIO CODICE IBAN INTESTATARIO DEL C/C LEGALE RAPPRESENTATE (generalità e funzione): ORGANO DIRETTIVO (denominazione) NOMI E FUNZIONI DEI COMPONENTI: Alla documentazione cartacea inviata per posta, dovranno essere allegati i seguenti documenti: 1) Statuto e Atto Costitutivo dell istituzione capofila in vigore alla data della domanda (se non già precedentemente inviati alla Fondazione in versione elettronica); 2) per l istituzione capofila, copia dell'ultimo bilancio approvato (o specificazione del link ad una versione consultabile da internet); 3) eventuali preventivi delle spese previste per la realizzazione del progetto; 6

7 D. SCHEDA PROGETTO 1. Il progetto Titolo del progetto Principali discipline scientifiche interessate Data di inizio e specificazione della durata del progetto Luogo di svolgimento 2. Sintesi strutturata del progetto Finalità ed obiettivi (nella descrizione non superare le 10 righe) Metodi e materiali che si intendono adottare per la realizzazione (nella descrizione non superare le 5 righe) Risultati attesi (nella descrizione non superare le 5 righe) Conclusioni, eventuali applicazioni o ricadute attese (nella descrizione non superare le 5 righe) 3. Attività di ricerca svolte dall istituzione capofila Descrizione sintetica delle principali attività di ricerca svolte dall istituzione capofila sui temi relativi al progetto Selezione delle 10 più recenti pubblicazioni complessivamente prodotte dai componenti del team proponente (istituzioni capofila e partner, giovani ricercatori coinvolti) sui temi relativi al progetto (con eventuale specificazione dell impact factor della rivista e h-index dei responsabili delle unità che compongono il progetto) 4. Responsabile scientifico del progetto Nominativo Indirizzo Telefono e Fax Curriculum scientifico sintetico 5. Interazioni e collaborazioni con altre istituzioni di ricerca Elenco di altre istituzioni di ricerca coinvolti come partner nel progetto e specificazione dei diversi referenti coinvolti Descrizione sintetica per ciascuna istituzione partner delle principali competenze inerenti al progetto Descrizione delle modalità di collaborazione previste per il progetto e degli eventuali sviluppi potenziali di partnership anche per il futuro Descrizione del ruolo ricoperto dalle istituzioni partner nel contesto del progetto 6. risorse umane coinvolte nel progetto Elenco delle risorse umane coinvolte nella compagine di progetto specificando per ciascuna di esse: nome e cognome, ente di appartenenza, profilo, ruolo nel progetto. 7. giovani ricercatori coinvolti nel progetto Nominativo Data di nascita Telefono / Indirizzo di residenza 7

8 Titolo di studi al momento della presentazione della domanda Curriculum vitae e Curriculum scientifico sintetico Nominativo Data di nascita Telefono / Indirizzo di residenza Titolo di studi al momento della presentazione della domanda Curriculum vitae e Curriculum scientifico sintetico Per le istituzioni di ricerca che alla data di presentazione del progetto non sono in grado di conoscere la persona o le persone coinvolte come giovani ricercatori, si chiede di descrivere in modo dettagliato il profilo delle competenze ed esperienze richieste. 8. Descrizione del progetto Analisi dello stato dell arte o dati preliminari che motivano la realizzazione del progetto Descrizione dell originalità e innovatività della ricerca proposta Descrizione dettagliata delle attività di ricerca suddivisa per fasi di realizzazione, mete intermedie e per attività di ciascun partner coinvolto Sintesi delle eventuali ipotesi previste di piani alternativi in caso di mancato raggiungimento di mete prefissate Descrizione sintetica di eventuali approcci multidisciplinari e di come essi vengano integrati nel programma delle attività previste Descrizione delle modalità di coinvolgimento e ruolo ricoperto da giovani ricercatori nel contesto del progetto Descrizione dei risultati scientifici e conoscitivi previsti a conclusione del progetto e del loro impatto per il contesto biomedico Indicazione delle modalità previste per il monitoraggio delle attività in corso e degli strumenti di valutazione (quantitativa e qualitativa) dei risultati a conclusione del progetto Schema temporale di realizzazione del progetto inclusa la specificazione del numero di mesi/uomo per ciascuna risorsa umana coinvolta (coordinatore, personale interno, personale dei partner, eventuali consulenti esterni, ciascuno dei giovani ricercatori coinvolti) Descrizione dettagliata del piano di promozione del progetto, valorizzazione e disseminazione dei risultati, incluse le modalità previste per rendere visibile il contributo dei soggetti co-finanziatori del progetto Descrizione delle ricadute attese dopo la conclusione del progetto (anche fino a 5 anni dopo) Lo staff della Fondazione (tel ) resta a disposizione per fornire ulteriori informazioni o chiarimenti circa le modalità di compilazione del progetto. Si ricorda che la Fondazione mette a disposizione delle istituzioni di ricerca le proprie sale conferenze a Trento, nella sede di Via Calepina, o a Rovereto, in Piazza Rosmini, per realizzare conferenze stampa o incontri pubblici di presentazione volti a promuovere i progetti da realizzare oppure per presentare e rendere visibili i risultati dei progetti conclusi. 8

9 SCHEDA ANALITICA DI PREVISIONE DEI COSTI DEL PROGETTO Materiali e beni di consumo, attrezzature Materiali di consumo relativi al progetto (specificare le spese per ciascun bene di consumo) Attrezzature e apparecchiature strettamente funzionali al progetto (specificare in modo analitico le diverse voci di spesa) Altre spese funzionali al progetto (specificare in modo analitico le diverse voci di spesa) Collaborazioni Coordinatore responsabile del progetto Personale dipendente direttamente coinvolto nel progetto (dettagliare le spese per le risorse umane di ciascun partner) Personale strutturato a contratto direttamente coinvolto nel progetto (dettagliare le spese per le risorse umane di ciascun partner) Borse/assegni/contratti dei ricercatori non strutturati (dettagliare le spese previste per ciascun giovane) Consulenze scientifiche e tecniche esterne (dettagliare le spese previste per ciascuna consulenza) Altre spese per collaborazioni (dettagliare le diverse spese per ciascuna collaborazione) Comunicazione Spese per la divulgazione dei risultati intermedi e finali (dettagliare le diverse componenti di spesa) Eventuali pubblicazioni (dettagliare le diverse componenti di spesa) Altre spese di comunicazione (dettagliare le diverse componenti di spesa) Altre tipologie di spesa Elenco di altre eventuali spese strettamente funzionali al progetto e non comprese tra quelle sopraelencate (dettagliare le diverse componenti di spesa) Totale delle spese previste per il progetto totale delle spese totale delle spese inserire il costo ciascuna risorsa ciascuna risorsa ciascun ricercatore totale delle spese totale delle spese totale complessivo delle spese Si ricorda che sono ammissibili a contributo della Fondazione solamente le seguenti spese: a) compensi, borse o assegni di ricerca previsti per i giovani ricercatori inseriti nel progetto e non già strutturati nell istituzione proponente o nelle altre istituzioni partner; b) materiali di consumo strettamente funzionali al progetto (la spesa non dovrà superare il 50% del contributo richiesto). Sono ammissibili nell elenco delle spese del progetto soltanto i costi relativi al personale strutturato direttamente coinvolto nel progetto. Non sono ammesse tra le spese i costi generali. Si ricorda inoltre che le diverse voci di costo elencate sono da considerarsi al lordo dell IVA solo nel caso in cui l IVA costituisca un costo effettivo per il proponente. 9

10 SCHEDA ANALITICA DI PREVISIONE DELLE ENTRATE DEL PROGETTO Risorse interne al team di proponenti Risorse dell istituzione capofila specificare in modo analitico le diverse tipologie di risorse (economiche, umane, attrezzature, sevizi, etc.) messe a disposizione Risorse delle istituzioni partner che collaborano alla programmazione e realizzazione del progetto specificare in modo analitico le diverse tipologie di risorse (economiche, umane, attrezzature, sevizi, etc.) messe a disposizione da ciascun partner Risorse da realtà esterne Contributi di enti pubblici specificare in modo analitico gli eventuali contributo di ciascun ente Contributi di enti privati specificare in modo analitico gli eventuali contributo di ciascun ente Altre tipologie di entrata Ulteriori tipologie di entrate non comprese nell elenco (dettagliare in modo analitico le diverse componenti di entrata) Contributo complessivo richiesto alla Fondazione (entro il limite del 50% del costo complessivo del progetto e per un ammontare non superiore a euro) Richiesta di contributo per compensi, borse o assegni di ricerca per giovani ricercatori inseriti nel progetto (non già strutturati nell istituzione capofila o nelle altre istituzioni partner) Richiesta di contributo per beni di consumo strettamente funzionali allo svolgimento del progetto (entro il limite del 50% del contributo richiesto alla Fondazione) totale delle risorse per ciascuna tipologia per ciascuna tipologia totale delle risorse per ciascun ente per ciascun ente totale delle risorse per ciascuna tipologia totale contributo richiesto NOTE: 1. Il progetto deve necessariamente essere co-finanziato tramite mezzi propri o intervento di terzi. La mancanza di previsione di co-finanziamento è motivo di esclusione del progetto. 2. Nel corso della valutazione comparata dei progetti saranno privilegiate le domande che mostrino coerenza tra le risorse richieste e la dimensione delle attività previste. Ferme restando le limitazioni specificate al paragrafo 3, è dunque possibile richiedere un ammontare inferiore al limite indicato. 3. L intento della Fondazione è di operare una selezione accurata volta a sostenere i progetti più meritevoli per contenuti e modalità realizzative, cercando di sostenere i progetti ammessi con contributi ritenuti congrui per la realizzazione dei programmi previsti. 10

Bando per progetti di ricerca scientifica nell ambito della gestione e salvaguardia dell ambiente, territorio e sviluppo sostenibile

Bando per progetti di ricerca scientifica nell ambito della gestione e salvaguardia dell ambiente, territorio e sviluppo sostenibile Bando per progetti di ricerca scientifica nell ambito della gestione e salvaguardia dell ambiente, territorio e sviluppo sostenibile budget complessivo del bando 450.000 euro termine per la presentazione

Dettagli

bando per progetti di ricerca nell ambito delle scienze umanistiche, giuridiche e sociali

bando per progetti di ricerca nell ambito delle scienze umanistiche, giuridiche e sociali bando per progetti di ricerca nell ambito delle scienze umanistiche, giuridiche e sociali budget complessivo del bando 450.000 euro termine per la presentazione dei progetti 31 agosto 2011 contenuti: 1.

Dettagli

bando per progetti di ricerca scientifica svolti da giovani ricercatori

bando per progetti di ricerca scientifica svolti da giovani ricercatori bando per progetti di ricerca scientifica svolti da giovani ricercatori budget complessivo del bando 500.000 euro termine per la presentazione dei progetti 15 luglio 2014 contenuti: A. NORMATIVA DEL BANDO

Dettagli

bando per progetti di riordino e valorizzazione di archivi

bando per progetti di riordino e valorizzazione di archivi bando per progetti di riordino e valorizzazione di archivi riguardanti la storia della comunità, dell economia e delle istituzioni trentine budget complessivo 150.000 euro termine per la presentazione

Dettagli

bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale

bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale programmati e realizzati con logiche di rete e di collaborazione tra più realtà per fronteggiare situazioni di disagio o esclusione sociale

Dettagli

bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016

bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016 bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016 rivolto a soggetti istituzionali rappresentativi del sistema delle scuole dell infanzia della provincia di Trento budget disponibile:

Dettagli

BANDO PER 3 PROGETTI DI RICERCA. termine di presentazione delle domande 31 ottobre 2013

BANDO PER 3 PROGETTI DI RICERCA. termine di presentazione delle domande 31 ottobre 2013 BANDO PER 3 PROGETTI DI RICERCA budget complessivo del bando Euro 150.000 termine di presentazione delle domande 31 ottobre 2013 Contenuti 1. FINALITA' DEL BANDO 2. DESTINANTARI DEL BANDO 3. MODALITA'

Dettagli

bando per progetti che prevedono contenuti culturali e finalità sociali

bando per progetti che prevedono contenuti culturali e finalità sociali bando per progetti che prevedono contenuti culturali e finalità sociali pubblicato il 29 gennaio 2016 budget complessivo: 80.000 euro termine per la presentazione dei progetti: 15 aprile 2016 contenuti:

Dettagli

bando per iniziative culturali ad ampia diffusione e con finalità divulgative

bando per iniziative culturali ad ampia diffusione e con finalità divulgative bando per iniziative culturali ad ampia diffusione e con finalità divulgative primo bando quadrimestrale 2014 per il sostegno di progetti proposti da realtà di volontariato culturale budget complessivo

Dettagli

primo bando quadrimestrale 2016 per progetti presentati da realtà di volontariato culturale

primo bando quadrimestrale 2016 per progetti presentati da realtà di volontariato culturale primo bando quadrimestrale 2016 per progetti presentati da realtà di volontariato culturale pubblicato il 2 dicembre 2015 budget complessivo: 110.000 euro termine per la presentazione dei progetti: 15

Dettagli

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI CUNEO BANDO RICERCA SCIENTIFICA 2015 SEZIONE INNOVAZIONE TECNOLOGICA

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI CUNEO BANDO RICERCA SCIENTIFICA 2015 SEZIONE INNOVAZIONE TECNOLOGICA SEZIONE INNOVAZIONE TECNOLOGICA 2015 INDICE Obiettivo... 3 Oggetto... 3 Durata dei progetti... 3 Enti ammissibili... 3 Struttura e fasi di selezione... 5 Modalità di presentazione delle domande... 5 Contributo

Dettagli

Bando per progetti innovativi di ricerca-azione o formazione proposti da reti di istituzioni scolastiche e formative del Trentino

Bando per progetti innovativi di ricerca-azione o formazione proposti da reti di istituzioni scolastiche e formative del Trentino Bando per progetti innovativi di ricerca-azione o formazione proposti da reti di istituzioni scolastiche e formative del Trentino budget disponibile: 200.000 euro termine per la presentazione dei progetti

Dettagli

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI CUNEO BANDO RICERCA SCIENTIFICA 2015 SEZIONE RICERCA MEDICA

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI CUNEO BANDO RICERCA SCIENTIFICA 2015 SEZIONE RICERCA MEDICA SEZIONE RICERCA MEDICA 2015 INDICE Obiettivo... 3 Oggetto... 3 Durata dei progetti... 3 Enti ammissibili... 3 Partnership e rete... 3 Modalità di presentazione delle domande... 4 Contributo e cofinanziamento...

Dettagli

Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI:

Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI: Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI: 1. NORMATIVA DEL BANDO 2. MODULO DI DOMANDA 3. SCHEDA INFORMATIVA ENTE RICHIEDENTE 4.

Dettagli

Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI:

Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI: Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI: 1. NORMATIVA DEL BANDO 2. MODULO DI DOMANDA 3. SCHEDA INFORMATIVA ENTE RICHIEDENTE 4.

Dettagli

BANDO DI EROGAZIONE ESERCIZIO 2015

BANDO DI EROGAZIONE ESERCIZIO 2015 BANDO DI EROGAZIONE ESERCIZIO 2015 2 Ricerca applicata in campo medico 2015/2016 Istruzione Universitaria e Ricerca 1 Indice 1 Premessa... 3 1.1 Le risorse a disposizione... 3 2 Enti ammissibili... 3 2.1

Dettagli

BANDO A TEMA RICERCA DI BASE 2008 (Anno del centenario)

BANDO A TEMA RICERCA DI BASE 2008 (Anno del centenario) BANDO A TEMA RICERCA DI BASE 2008 (Anno del centenario) La Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, nell ambito della propria attività istituzionale relativa al 2008, promuove un Bando a tema per il finanziamento

Dettagli

ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/5

ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/5 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/5 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PLURIENNALI DI RICERCA SANITARIA FINALIZZATA PER L ANNO 2012. ART. 1 La Ricerca

Dettagli

BANDO PER IL SOSTEGNO DEI PROGETTI SOCIALI PROPOSTI DALLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO

BANDO PER IL SOSTEGNO DEI PROGETTI SOCIALI PROPOSTI DALLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO Pagina 1 di 6 BANDO PER IL SOSTEGNO DEI PROGETTI SOCIALI PROPOSTI DALLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO Premessa Il Centro di Servizio al volontariato CESAVO emana il presente bando finalizzato al sostegno

Dettagli

BANDO Progetti di Ricerca Applicata per l Innovazione. Criteri di ammissibilità dei costi e modalità di rendicontazione

BANDO Progetti di Ricerca Applicata per l Innovazione. Criteri di ammissibilità dei costi e modalità di rendicontazione BANDO Progetti di Ricerca Applicata per l Innovazione Criteri di ammissibilità dei costi e modalità di rendicontazione Premessa Il presente documento regola le modalità di rendicontazione, ai fini dell

Dettagli

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE Termine ultimo di presentazione della domanda: 17 novembre 2014 1. Oggetto Obiettivo del bando è assicurare adeguato sostegno alle famiglie potenziando i servizi per l infanzia

Dettagli

Bando Volontariato 2015. Reti Nazionali

Bando Volontariato 2015. Reti Nazionali Bando Volontariato 2015 Reti Nazionali SEZIONE 1. CARATTERISTICHE GENERALI DELL INIZIATIVA 1.1 Obiettivi Nell ambito delle numerose iniziative di sostegno al volontariato della Fondazione, il presente

Dettagli

VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI BENEVENTO CANTIERI DI GRATUITÀ

VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI BENEVENTO CANTIERI DI GRATUITÀ ASSOCIAZIONE DELLE ASSOCIAZIONI PER IL CENTRO DI SERVIZI PER IL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI BENEVENTO CANTIERI DI GRATUITÀ VIALE MELLUSI, 68 82100 BENEVENTO TEL.: 0824 310092 FAX.0824.359795 EMAIL:

Dettagli

CONTRIBUTI E FINANZIAMENTI

CONTRIBUTI E FINANZIAMENTI 54 13.8.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 32 CONTRIBUTI E FINANZIAMENTI REGIONE TOSCANA Consiglio Regionale Avviso pubblico per il finanziamento di progetti di educazione scientifica

Dettagli

PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE 1. PREMESSA La cultura non è tanto un emergenza dimenticata, quanto una scelta di fondo trascurata per lunghissimo tempo Negli ultimi anni in tutta

Dettagli

5 BANDO 2013 RICERCA SCIENTIFICA

5 BANDO 2013 RICERCA SCIENTIFICA 5 BANDO 2013 RICERCA SCIENTIFICA Progetti di ricerca scientifica di particolare utilità sociale promossi da Università, Fondazioni ed Enti di ricerca. PREMESSA La missione della Fondazione della Comunità

Dettagli

-FoRST- FONDAZIONE PER LA RICERCA SCIENTIFICA TERMALE BANDO 2012

-FoRST- FONDAZIONE PER LA RICERCA SCIENTIFICA TERMALE BANDO 2012 -FoRST- FONDAZIONE PER LA RICERCA SCIENTIFICA TERMALE BANDO 2012 BANDO IN MEDICINA TERMALE RIABILITATIVA E OTORINOLARINGOIATRICA PROGETTI DI RICERCA FoRST invita a sottoporre proposte di finanziamento

Dettagli

ATTIVITA ISTITUZIONALE - DISCIPLINARE PER GLI INTERVENTI EROGATIVI

ATTIVITA ISTITUZIONALE - DISCIPLINARE PER GLI INTERVENTI EROGATIVI ATTIVITA ISTITUZIONALE - DISCIPLINARE PER GLI INTERVENTI EROGATIVI Il presente documento disciplina le procedure per lo svolgimento dell attività istituzionale riferita alla presentazione di progetti da

Dettagli

nuove sfide per il volontariato

nuove sfide per il volontariato Povertà plurali, povertà invisibili: nuove sfide per il volontariato Un concorso di idee per creare nuovi intrecci tra cittadini e associazioni di volontariato 1. Premessa L Associazione Non Profit Network,

Dettagli

Pianeta Galileo. Avviso pubblico per il finanziamento di progetti di educazione

Pianeta Galileo. Avviso pubblico per il finanziamento di progetti di educazione Pianeta Galileo Avviso pubblico per il finanziamento di progetti di educazione scientifica presentati da Istituti di istruzione secondaria di secondo grado, statali e paritari, della Toscana 1. Finalità

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PER IL SOSTEGNO A PROGETTI DI RETE PER L'A.S

BANDO DI CONCORSO PER IL SOSTEGNO A PROGETTI DI RETE PER L'A.S BANDO DI CONCORSO PER IL SOSTEGNO A PROGETTI DI RETE PER L'A.S. 2015/16 DEGLI ISTITUTI COMPRENSIVI, DELLE SCUOLE PRIMARIE E SECONDARIE DI PRIMO GRADO DI TRENTO NELLA CORNICE DEL PROTOCOLLO D'INTESA CITTA'-SCUOLA

Dettagli

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE 1. PREMESSA Viviamo in un territorio ricco di cultura, con elevata potenzialità produttiva materiale e immateriale dove molti giovani trovano modo di esprimere la loro creatività

Dettagli

BANDO DI EROGAZIONE ESERCIZIO 2015

BANDO DI EROGAZIONE ESERCIZIO 2015 BANDO DI EROGAZIONE ESERCIZIO 2015 1 Verso il welfare di comunità Assistenza sociale 1 Indice 1 Premessa... 3 1.1 Le risorse a disposizione... 3 2 Enti ammissibili... 3 2.1 Ente responsabile e partenariato...

Dettagli

2 BANDO 2016 TUTELA PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO, ARTISTICO E AMBIENTALE A RACCOLTA EROGAZIONE

2 BANDO 2016 TUTELA PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO, ARTISTICO E AMBIENTALE A RACCOLTA EROGAZIONE 2 BANDO 2016 TUTELA PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO, ARTISTICO E AMBIENTALE A RACCOLTA EROGAZIONE Per il finanziamento di progetti di utilità sociale nel settore della Tutela, promozione

Dettagli

Dipartimento Regionale dell Istruzione e della Formazione Professionale

Dipartimento Regionale dell Istruzione e della Formazione Professionale D.D.G. N 5166/III DEL 22/11/2012 Repubblica Italiana REGIONE SICILIANA ASSESSORATO DELL ISTRUZIONE E DELLE FORMAZIONE PROFESSIONALE Dipartimento Regionale dell Istruzione e della Formazione Professionale

Dettagli

CONTRIBUTI E FINANZIAMENTI

CONTRIBUTI E FINANZIAMENTI 32 7.9.2011 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 36 COMUNE DI QUARRATA (Pistoia) Selezione pubblica, per prove selettive, per chiamata nominativa di n. 1 Collaboratore Professionale Amministrativo

Dettagli

Un concorso di idee per creare nuovi intrecci tra giovani e associazioni. Un Concorso di idee per CREARE nuovi intrecci tra GIOVANI e associazioni

Un concorso di idee per creare nuovi intrecci tra giovani e associazioni. Un Concorso di idee per CREARE nuovi intrecci tra GIOVANI e associazioni 2 Un Concorso di idee per CREARE nuovi intrecci tra GIOVANI e associazioni Un concorso di idee per creare nuovi intrecci tra giovani e associazioni www.volontariatotrentino.it 1 1. Premessa L Associazione

Dettagli

PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE 1. PREMESSA La cultura non è tanto un emergenza dimenticata, quanto una scelta di fondo trascurata per lunghissimo tempo Negli ultimi anni in tutta

Dettagli

Progetto Sociale 2016 SERVIZI

Progetto Sociale 2016 SERVIZI Regolamento di Partecipazione - Termine ultimo di presentazione delle domande: 09/09/2016 - PREMESSA L attività erogativa della Fondazione è disciplinata dal Regolamento dell Attività Istituzionale. La

Dettagli

MANUALE DI RENDICONTAZIONE Criteri di ammissibilità dei costi e modalità di rendicontazione

MANUALE DI RENDICONTAZIONE Criteri di ammissibilità dei costi e modalità di rendicontazione BANDO "DAI DISTRETTI PRODUTTIVI AI DISTRETTI TECNOLOGICI -2" Distretto 9.2 - Elettronica e Meccanica di Precisione MANUALE DI RENDICONTAZIONE Criteri di ammissibilità dei costi e modalità di rendicontazione

Dettagli

Art. 4. Durata dei progetti e tutte le attività concluse entro la data del 30 maggio 2016. Art. 5. Importo del finanziamento assegnato

Art. 4. Durata dei progetti e tutte le attività concluse entro la data del 30 maggio 2016. Art. 5. Importo del finanziamento assegnato Pianeta Galileo Avviso pubblico per il finanziamento di progetti di educazione scientifica promossi e realizzati da Istituti di istruzione secondaria di secondo grado, statali e paritari, della regione

Dettagli

BANDO RASSEGNE TEATRALI - ANNO 2015

BANDO RASSEGNE TEATRALI - ANNO 2015 PREMESSA Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, data la presenza attiva sul territorio di Associazioni impegnate nell organizzazione e gestione di Rassegne teatrali, intende sollecitare i soggetti interessati

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica d intesa con MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DIREZIONE GENERALE PER

Dettagli

In collaborazione con:

In collaborazione con: In collaborazione con: Rete tante tinte I.C. VR 11 BORGO ROMA OVEST BANDO PER IL FINANZIAMENTO DI PROGETTI PRESENTATI DA ASSOCIAZIONI DI STRANIERI ai sensi del: Programma Regionale di iniziative e interventi

Dettagli

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI FONDI PER IL FINANZIAMENTO DI PROGETTI DI RICERCA NELL AREA DELL ONCOLOGIA CLINICA E DELLA CARDIOLOGIA ANNO 2011

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI FONDI PER IL FINANZIAMENTO DI PROGETTI DI RICERCA NELL AREA DELL ONCOLOGIA CLINICA E DELLA CARDIOLOGIA ANNO 2011 BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI FONDI PER IL FINANZIAMENTO DI PROGETTI DI RICERCA NELL AREA DELL ONCOLOGIA CLINICA E DELLA CARDIOLOGIA ANNO 2011 La Fondazione Umberto Veronesi bandisce un pubblico concorso

Dettagli

1. PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI CONGIUNTI DI MOBILITA

1. PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI CONGIUNTI DI MOBILITA BANDO PER LA RACCOLTA DI PROGETTI CONGIUNTI DI RICERCA SCIENTIFICA E TECNOLOGICA NELL AMBITO DEL PROGRAMMA DI COLLABORAZIONE SCIENTIFICA E TECNOLOGICA TRA ITALIA E BRASILE PER IL PERIODO 2008-2010 Nell

Dettagli

Art.1 Oggetto del bando. Art.2 Progetti start up. Art.3 Progetti di sviluppo

Art.1 Oggetto del bando. Art.2 Progetti start up. Art.3 Progetti di sviluppo Art.1 Oggetto del bando Il Bando 2013 del CSV Napoli Programm Azioni Sociali è volto al sostegno della progettazione sociale delle Organizzazioni di Volontariato, di seguito OdV, della provincia di Napoli.

Dettagli

Bando. Premessa. Obiettivi e finalità

Bando. Premessa. Obiettivi e finalità Bando Premessa L ANIA ritiene fondamentale il rapporto di collaborazione con le Associazioni dei Consumatori e per mantenere un confronto stabile ed un dialogo costante ha creato il Forum Consumatori.

Dettagli

IN ITINER@ BANDO DI VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO MONUMENTALE DEDICATO A VISITE ED ITINERARI

IN ITINER@ BANDO DI VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO MONUMENTALE DEDICATO A VISITE ED ITINERARI IN ITINER@ BANDO DI VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO MONUMENTALE DEDICATO A VISITE ED ITINERARI Criteri generali Obiettivi del bando Il bando intende promuovere la vocazione turistico-culturale dei Comuni

Dettagli

BANDO CON RACCOLTA N. 1 ANNO 2016 PER LA REALIZZAZIONE DI EVENTI CULTURALI SETTORI DI INTERVENTO: ARTE E CULTURA

BANDO CON RACCOLTA N. 1 ANNO 2016 PER LA REALIZZAZIONE DI EVENTI CULTURALI SETTORI DI INTERVENTO: ARTE E CULTURA BANDO CON RACCOLTA N. 1 ANNO 2016 PER LA REALIZZAZIONE DI EVENTI CULTURALI SETTORI DI INTERVENTO: ARTE E CULTURA BUDGET COMPLESSIVO : Euro 200.000 messi a disposizione da Fondazione Cariplo per il tramite

Dettagli

AVETE PROGETTI PER IL FUTURO?

AVETE PROGETTI PER IL FUTURO? AVETE PROGETTI PER IL FUTURO? BANDO PER PROGETTI EMBLEMATICI MINORI BANDO ANNO 2013 Fondazione Provinciale della Comunità Comasca onlus FINALITÀ Gli interventi emblematici provinciali si riferiscono a

Dettagli

MODULO DI RICHIESTA CONTRIBUTO

MODULO DI RICHIESTA CONTRIBUTO MODULO DI RICHIESTA CONTRIBUTO MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA RICHIESTA Per presentare una richiesta di contributo alla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, finalizzata a sostenere un progetto,

Dettagli

Provincia di Parma Assessorato Coordinamento Politiche Sociali e Sanitarie

Provincia di Parma Assessorato Coordinamento Politiche Sociali e Sanitarie Prot. n. 20905 del 07/03/2007 BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE ASSOCIAZIONI PROMOSSE DA CITTADINI STRANIERI PER LA REALIZZAZIONE DELLA MANIFESTAZIONE LE SETTIMANE DEL MIGRANTE ATTO DI G.P.117

Dettagli

8 BANDO 2015 TERRITORIALE PER LA VALLE TROMPIA E VALLE GOBBIA A RACCOLTA A PATRIMONIO

8 BANDO 2015 TERRITORIALE PER LA VALLE TROMPIA E VALLE GOBBIA A RACCOLTA A PATRIMONIO 8 BANDO 2015 TERRITORIALE PER LA VALLE TROMPIA E VALLE GOBBIA A RACCOLTA A PATRIMONIO OBIETTIVI DEL BANDO La Fondazione della Comunità Bresciana in coerenza con le proprie finalità istituzionali, con l'obiettivo

Dettagli

2. SOGGETTI BENEFICIARI

2. SOGGETTI BENEFICIARI ALLEGATO A CRITERI E MODALITÀ PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI, PER PROGETTI INERENTI LE TEMATICHE DEFINITE DAL PIANO REGIONALE ANNUALE DEL DIRITTO ALLO STUDIO 1. CRITERI

Dettagli

Foto di Luca Eula. Bando. Anno 2012

Foto di Luca Eula. Bando. Anno 2012 Foto di Luca Eula Bando A SOSTEGNO DI progetti e ATTIVITÁ IN mirafiori sud Anno 2012 2 Fondazione della Comunità di Mirafiori Onlus Bando - Anno 2012 Budget complessivo 40.000 euro Premessa La Fondazione

Dettagli

BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15)

BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15) BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15) La Regione, allo scopo di favorire lo sviluppo e la diffusione nel territorio della cultura cinematografica, sostiene gli organismi pubblici

Dettagli

Bando per la concessione di contributi

Bando per la concessione di contributi Allegato A 2015 Bando per la concessione di contributi L Assessorato alle Politiche scolastiche e giovani intende promuovere la realizzazione di iniziative a favore del protagonismo giovanile attraverso

Dettagli

6.2.4 REGOLAMENTO DELL ATTIVITA EROGATIVA SU BANDI 1

6.2.4 REGOLAMENTO DELL ATTIVITA EROGATIVA SU BANDI 1 6.2.4 REGOLAMENTO DELL ATTIVITA EROGATIVA SU BANDI 1 Articolo 1 Ambito di applicazione Il presente Regolamento disciplina, in attuazione di quanto previsto all articolo 13, lettera g), dello Statuto della

Dettagli

Assessorato alle Politiche Giovanili BANDO APQ 2010

Assessorato alle Politiche Giovanili BANDO APQ 2010 Assessorato alle Politiche Giovanili BANDO APQ 2010 Art.1 Oggetto del bando 1. Il Bando APQ 2010 è promosso dalla Provincia di Novara, Assessorato alle Politiche Giovanili (di seguito Provincia) su finanziamento

Dettagli

BANDO CON RACCOLTA N. 3 ANNO 2015 PER LA PROMOZIONE DI ATTIVITA CULTURALI E ARTISTICHE A FAVORE DI GIOVANI SETTORI DI INTERVENTO: ARTE E CULTURA

BANDO CON RACCOLTA N. 3 ANNO 2015 PER LA PROMOZIONE DI ATTIVITA CULTURALI E ARTISTICHE A FAVORE DI GIOVANI SETTORI DI INTERVENTO: ARTE E CULTURA BANDO CON RACCOLTA N. 3 ANNO 2015 PER LA PROMOZIONE DI ATTIVITA CULTURALI E ARTISTICHE A FAVORE DI GIOVANI SETTORI DI INTERVENTO: ARTE E CULTURA BUDGET COMPLESSIVO : Euro 50.000 messi a disposizione dalla

Dettagli

PROVINCIA DI MANTOVA

PROVINCIA DI MANTOVA PROVINCIA DI MANTOVA Avviso provinciale per la realizzazione di un progetto per lo sviluppo di azioni di monitoraggio e analisi del fenomeno degli abbandoni scolastici e formativi nella provincia di Mantova

Dettagli

BANDI 2015 CULTURA, FORMAZIONE, ARTE

BANDI 2015 CULTURA, FORMAZIONE, ARTE BANDI 2015 CULTURA, FORMAZIONE, ARTE Premessa La Fondazione Monte dei Paschi di Siena, soggetto giuridico di diritto privato senza fine di lucro e con piena autonomia statutaria e gestionale, in coerenza

Dettagli

BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15)

BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15) BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15) La Regione, allo scopo di favorire lo sviluppo e la diffusione nel territorio della cultura cinematografica, sostiene gli organismi pubblici

Dettagli

Avviso n. 2/2015 Sostegno alle PMI aderenti per la formazione dei lavoratori con la partecipazione a corsi a catalogo

Avviso n. 2/2015 Sostegno alle PMI aderenti per la formazione dei lavoratori con la partecipazione a corsi a catalogo Avviso n. 2/2015 Sostegno alle PMI aderenti per la formazione dei lavoratori con la partecipazione a corsi a catalogo Avviso n. 2/2015 di Fondimpresa Formazione PMI con corsi a catalogo 1 1 Finalità Il

Dettagli

AVETE PROGETTI PER IL FUTURO? BANDO PER PROGETTI EMBLEMATICI MINORI BANDO ANNO 2013

AVETE PROGETTI PER IL FUTURO? BANDO PER PROGETTI EMBLEMATICI MINORI BANDO ANNO 2013 AVETE PROGETTI PER IL FUTURO? BANDO PER PROGETTI EMBLEMATICI MINORI BANDO ANNO 2013 FINALITÀ Gli interventi emblematici provinciali si riferiscono a progetti diretti a perseguire obiettivi coerenti con

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI BANDO PER LA RICHIESTA DI CONTRIBUTI PER MISSIONI ARCHEOLOGICHE, ANTROPOLOGICHE, ETNOLOGICHE ITALIANE ALL ESTERO - ANNO 2015 - Articolo

Dettagli

REGOLAMENTO CONTRIBUTI E PATROCINI

REGOLAMENTO CONTRIBUTI E PATROCINI sede operativa: Via Corte d Appello 16-10122 Torino telefono +39 011 4432580 fax +39 011 4432585 fondazione@torinosmartcity.it - www.torinosmartcity.it REGOLAMENTO CONTRIBUTI E PATROCINI INDICE: Art. 1

Dettagli

BANDO PER PROGETTI EMBLEMATICI MINORI

BANDO PER PROGETTI EMBLEMATICI MINORI BANDO PER PROGETTI EMBLEMATICI MINORI BANDO ANNO 2015 FINALITÀ Gli interventi emblematici provinciali si riferiscono a progetti diretti a perseguire obiettivi coerenti con quelli dei piani di azione di

Dettagli

Bando. Ambiente È Sviluppo

Bando. Ambiente È Sviluppo Bando Ambiente È Sviluppo Sommario SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREA DI INTERVENTO... 3 1.1 Premessa... 3 1.2 Obiettivi e Area di intervento... 3 SEZIONE 2. CRITERI PER LA PARTECIPAZIONE AL BANDO...

Dettagli

BANDO STARTING GRANTS 2015

BANDO STARTING GRANTS 2015 BANDO STARTING GRANTS 2015 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL PROGETTO DEFINITIVO A seguito di una prima valutazione degli executive summary da parte del Comitato Scientifico, i candidati selezionati dovranno

Dettagli

Linea di finanziamento per attività di formazione e promozione del volontariato Scadenze: 30 aprile 2016 COME PRESENTARE LE PROPOSTE FORMATIVE

Linea di finanziamento per attività di formazione e promozione del volontariato Scadenze: 30 aprile 2016 COME PRESENTARE LE PROPOSTE FORMATIVE APRILE 2016 Linea di finanziamento per attività di formazione e promozione del volontariato Scadenze: 30 aprile 2016 SOMMARIO COME PRESENTARE LE PROPOSTE FORMATIVE 1. Ruolo della Non Profit Network - CSV

Dettagli

Regione Puglia. Assessorato alla Trasparenza e Cittadinanza Attiva. Settore Politiche Giovanili e Sport. Bando di concorso

Regione Puglia. Assessorato alla Trasparenza e Cittadinanza Attiva. Settore Politiche Giovanili e Sport. Bando di concorso Regione Puglia Assessorato alla Trasparenza e Cittadinanza Attiva Settore Politiche Giovanili e Sport PRINCIPI ATTIVI Giovani idee per una Puglia migliore Bando di concorso Art. 1 - Descrizione dell iniziativa

Dettagli

AVETE PROGETTI PER IL FUTURO?

AVETE PROGETTI PER IL FUTURO? AVETE PROGETTI PER IL FUTURO? BANDO PER PROGETTI EM BLEM ATICI M INORI BANDO ANNO 2013 FINALITÀ Gli interventi emblematici provinciali si riferiscono a progetti diretti a perseguire obiettivi coerenti

Dettagli

STRUTTURE AMMINISTRATIVE GIUNTA REGIONE LAZIO DETERMINAZIONE. Estensore TIRATTERRA MARCO. Responsabile del procedimento MARCO TIRATTERRA

STRUTTURE AMMINISTRATIVE GIUNTA REGIONE LAZIO DETERMINAZIONE. Estensore TIRATTERRA MARCO. Responsabile del procedimento MARCO TIRATTERRA REGIONE LAZIO STRUTTURE AMMINISTRATIVE GIUNTA REGIONE LAZIO Direzione Regionale: Area: AGENZIA REGIONALE DEL TURISMO PROGRAMMAZIONE TURISTICA DETERMINAZIONE N. G01236 del 29/10/2013 Proposta n. 16879 del

Dettagli

Programma per la Ricerca Sanitaria 2008: attività di ricerca finalizzata in materia di tutela della salute nei luoghi di lavoro

Programma per la Ricerca Sanitaria 2008: attività di ricerca finalizzata in materia di tutela della salute nei luoghi di lavoro Programma per la Ricerca Sanitaria 2008: attività di ricerca finalizzata in materia di tutela della salute nei luoghi di lavoro (art.12 e 12 bis del D.Lgs. 502/92, come modificato ed integrato dal Decreto

Dettagli

Bando per il finanziamento di interventi relativi all Ambito 4 - Servizi territoriali, Azione 4.1 Piani territoriali, del Programma Immigrazione 2015.

Bando per il finanziamento di interventi relativi all Ambito 4 - Servizi territoriali, Azione 4.1 Piani territoriali, del Programma Immigrazione 2015. ALLEGATO A (vers. 02) Bando per il finanziamento di interventi relativi all Ambito 4 - Servizi territoriali, Azione 4.1 Piani territoriali, del Programma Immigrazione 2015. Art. 1 finalità e destinatari

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI, AGEVOLAZIONI ECONOMICHE E CONTRIBUTI FINANZIARI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI, AGEVOLAZIONI ECONOMICHE E CONTRIBUTI FINANZIARI C I T T A D I F E R M O Via Mazzini, 4 63900 Fermo Tel. 0734.2841 Fax 0734.224170 Codice fiscale e partita iva 00334990447 - Sito web: www.comune.fermo.it REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI,

Dettagli

Autore: Luca Masi Versione: 8/3/2012. Capire le caratteristiche di un bando e valutare se preparare il progetto: appunti, domande e riflessioni.

Autore: Luca Masi Versione: 8/3/2012. Capire le caratteristiche di un bando e valutare se preparare il progetto: appunti, domande e riflessioni. LEGGERE UN BANDO DI FINANZIAMENTO PER LE ORGANIZZAZIONI NON PROFIT Capire le caratteristiche di un bando e valutare se preparare il progetto: appunti, domande e riflessioni. Data di scadenza Ho il tempo

Dettagli

BANDO IDEE PER LO SVILUPPO E PROMOZIONE TERRITORIALE DEL VOLONTARIATO

BANDO IDEE PER LO SVILUPPO E PROMOZIONE TERRITORIALE DEL VOLONTARIATO BANDO IDEE PER LO SVILUPPO E PROMOZIONE TERRITORIALE DEL VOLONTARIATO Supporto per sviluppo Eventi Anno 2016 1 ART.1 OBIETTIVI Il Centro Servizi al Volontariato della provincia di Terni nell ambito delle

Dettagli

3 BANDO 2014 (finestra II)

3 BANDO 2014 (finestra II) PREMESSA La missione della Fondazione della Comunità del Novarese ONLUS si articola in tre punti: 1) perseguire l affermarsi di una cultura complessiva del dono, garantendo la definizione di servizi che

Dettagli

Segretariato Generale Servizio I Coordinamento e relazioni internazionali Ufficio UNESCO

Segretariato Generale Servizio I Coordinamento e relazioni internazionali Ufficio UNESCO Segretariato Generale Servizio I Coordinamento e relazioni internazionali Ufficio UNESCO LINEE GUIDA PER LA RENDICONTAZIONE TECNICA E AMMINISTRATIVA DEI PROGETTI FINANZIATI A VALERE SULLA LEGGE 20 febbraio

Dettagli

METTI IN CIRCOLO L ENERGIA

METTI IN CIRCOLO L ENERGIA BANDO 2015 METTI IN CIRCOLO L ENERGIA Diamo energia ai migliori progetti non profit per il sociale La Fondazione di Comunità ONLUS è un ente no profit che nasce per una scelta dei 28 Comuni e dell Azienda

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI BANDO PER LA RICHIESTA DI CONTRIBUTI PER MISSIONI ARCHEOLOGICHE, ANTROPOLOGICHE, ETNOLOGICHE ITALIANE ALL ESTERO - ANNO 2013 - Articolo

Dettagli

REGIONE UMBRIA Bando per la presentazione di proposte progettuali a favore dei giovani in attuazione dell intesa politiche giovanili anno 2015

REGIONE UMBRIA Bando per la presentazione di proposte progettuali a favore dei giovani in attuazione dell intesa politiche giovanili anno 2015 ALLEGATO A REGIONE UMBRIA Bando per la presentazione di proposte progettuali a favore dei giovani in attuazione dell intesa politiche giovanili anno 2015 Aggregazione, Protagonismo, Creatività PREMESSA

Dettagli

1 Bando 2015 (finestra I )

1 Bando 2015 (finestra I ) 1 Bando 2015 (finestra I ) Tutela e valorizzazione del patrimonio storico-artistico e culturale Premessa La missione della Fondazione della Comunità del Novarese onlus si articola in tre punti: 1. diffondere

Dettagli

dato atto che la citata Convenzione é stata esaminata dalla Corte dei Conti e registrata al numero: Reg. n. 8, Foglio n. 296 del 13/04/2011;

dato atto che la citata Convenzione é stata esaminata dalla Corte dei Conti e registrata al numero: Reg. n. 8, Foglio n. 296 del 13/04/2011; REGIONE PIEMONTE BU20 19/05/2011 Codice SB0101 D.D. 18 maggio 2011, n. 48 Approvazione avviso pubblico per la concessione ai Comuni di contributi per il sostegno e la promozione delle Banche del Tempo

Dettagli

concorso per idee creative degli studenti su un disagio sociale

concorso per idee creative degli studenti su un disagio sociale concorso per idee creative degli studenti su un disagio sociale rileggere il disagio sociale con linguaggio artistico attraverso un cortometraggio termine per la presentazione dei progetti 31 gennaio 2014

Dettagli

BANDO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO PER PROGETTI DI PROMOZIONE EDUCATIVA E CULTURALE DI INTERESSE PROVINCIALE PER L ANNO 2014

BANDO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO PER PROGETTI DI PROMOZIONE EDUCATIVA E CULTURALE DI INTERESSE PROVINCIALE PER L ANNO 2014 Allegato alla determinazione dirigenziale n. del Settore Cultura, Beni Culturali, Identità e Tradizioni Corso Matteotti, 3 23900 Lecco, Italia Telefono 0341.295487 Fax 0341.295463 e-mail segreteria.cultura@provincia.lecco.it

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica Bilaterale e Multilaterale.

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica Bilaterale e Multilaterale. DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica Bilaterale e Multilaterale d intesa con MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

Dettagli

BANDO A TEMA RESTAURO BENI MOBILI

BANDO A TEMA RESTAURO BENI MOBILI BANDO A TEMA RESTAURO BENI MOBILI Emanato ai sensi dell art. 2 let. d) del Regolamento per il perseguimento delle finalità istituzionali ed in attuazione del Documento Programmatico Previsionale 2014.

Dettagli

BANDO FAMIGLIE INSIEME AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI

BANDO FAMIGLIE INSIEME AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI BANDO FAMIGLIE INSIEME AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI November 4, 2015 Autore: Centro per le Famiglie (Allegato alla DD n. 2969 del 14/12/2015) SOMMARIO 1. INTRODUZIONE...2 A. FINALITA...2

Dettagli

MISURA 2 Promozione del successo scolastico attraverso strumenti didattici innovativi;

MISURA 2 Promozione del successo scolastico attraverso strumenti didattici innovativi; ALLEGATO A AVVISO PUBBLICO per le scuole statali e paritarie di ogni ordine e grado della Regione Lazio, per la presentazione di progetti rispondenti alle priorità di cui al punto 6.1 dell Allegato alla

Dettagli

BANDO PROGETTI DI FORMAZIONE

BANDO PROGETTI DI FORMAZIONE BANDO PROGETTI DI FORMAZIONE 1 MOTIVAZIONI E FINALITÀ Il Centro di Servizio al Volontariato San Nicola (d ora in poi denominato CSVSN) nell ambito delle proprie attività intende completare il proprio piano

Dettagli

BANDO PER LA PRESENTAZIONE DI DOMANDE DI CONTRIBUTO PER PROGETTI UMANITARI N 2 anno 2010

BANDO PER LA PRESENTAZIONE DI DOMANDE DI CONTRIBUTO PER PROGETTI UMANITARI N 2 anno 2010 BANDO PER LA PRESENTAZIONE DI DOMANDE DI CONTRIBUTO PER PROGETTI UMANITARI N 2 anno 2010 La Fondazione HLF - Human Life Fund con sede in Roma, Via G. Carissimi, n. 26, C.F. [97324910583] (di seguito HLF

Dettagli

PRINCIPI ATTIVI 2012

PRINCIPI ATTIVI 2012 REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo, il Lavoro e l'innovazione Servizio Politiche Giovanili e Cittadinanza Sociale PRINCIPI ATTIVI 2012 Giovani idee per una Puglia migliore Bando di concorso

Dettagli

DIREZIONE POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO, FORMAZIONE ED ISTRUZIONE, POLITICHE SOCIALI

DIREZIONE POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO, FORMAZIONE ED ISTRUZIONE, POLITICHE SOCIALI DIREZIONE POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO, FORMAZIONE ED ISTRUZIONE, POLITICHE SOCIALI Servizio "Programmazione Politiche Attive del Lavoro, Formative e Sociali" Ufficio "Programmazione Politiche Sociali.

Dettagli

Emana. il seguente Bando per il Finanziamento di Progetti di Ricerca, con relative Linee Guida (Allegato 1).

Emana. il seguente Bando per il Finanziamento di Progetti di Ricerca, con relative Linee Guida (Allegato 1). Il Direttore del COINOR (Centro di Servizio di Ateneo per il Coordinamento di Progetti Speciali e l'innovazione Organizzativa) Visti la Convenzione fra l Università degli Studi di Napoli Federico II, la

Dettagli

Bando Patrocini 2015

Bando Patrocini 2015 Scadenza: 16/07 Premessa La missione della Fondazione della Comunità del Novarese onlus si articola in tre punti: 1. diffondere la cultura del dono, offrendo servizi che consentano di riconoscere e soddisfare

Dettagli

BANDO TRIENNALE PER IL SOSTEGNO DELLE ATTIVITÀ FINALIZZATE A PROMUOVERE LA LINGUA FRIULANA NEL SETTORE DELLA RICERCA SCIENTIFICA (B.RS.

BANDO TRIENNALE PER IL SOSTEGNO DELLE ATTIVITÀ FINALIZZATE A PROMUOVERE LA LINGUA FRIULANA NEL SETTORE DELLA RICERCA SCIENTIFICA (B.RS. BANDO TRIENNALE PER IL SOSTEGNO DELLE ATTIVITÀ FINALIZZATE A PROMUOVERE LA LINGUA FRIULANA NEL SETTORE DELLA RICERCA SCIENTIFICA (B.RS. 2015-2017) Articolo 1 (Finalità) 1. L Agjenzie regjonâl pe lenghe

Dettagli