possibilità di inserirsi nell'ambito lavorativo da loro desiderato. Tutti questi sacrifici, che mettono in luce quel misto di serietà, passione e

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "possibilità di inserirsi nell'ambito lavorativo da loro desiderato. Tutti questi sacrifici, che mettono in luce quel misto di serietà, passione e"

Transcript

1 Alla cortese attenzione della Prof.ssa Cardarello e del dott. Malpeli, Referenti del Corso di Specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità dell'università di Modena e Reggio Emilia Con il presente documento i candidati abilitati con TFA che frequentano il Corso di Specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità presso l'università di Modena e Reggio Emilia intendono sensibilizzare l'università e le Istituzioni sull'iniqua disparità di trattamento tra docenti abilitati con TFA e docenti abilitati con precedenti tipologie di corso/concorso, disparità che sarà resa ancora più evidente dal conseguimento del titolo di Specializzazione. Infatti, a fronte del superamento della medesima procedura concorsuale, della frequenza del medesimo corso e del superamento del medesimo esame finale, il titolo rilasciato dall'università avrà valore ed effetti estremamente differenti per i candidati abilitati con TFA e i candidati abilitati con precedenti tipologie di corso/concorso. Pertanto i docenti abilitati con TFA, ritenendo che le Università abbiano interesse nel farsi garante della validità dei titoli che conferiscono, intendono richiamare l'attenzione sul fatto che, se non saranno superate alcune limitazioni dell'attuale ordinamento legislativo, le Università rilasceranno titoli formalmente uguali ma non equivalenti tra loro. I docenti abilitati con TFA desiderano quindi sollecitare le Università a uno sforzo congiunto affinché siano rimossi gli ostacoli che impediscono ai docenti abilitati con TFA una piena fruizione dell'abilitazione e del titolo di Specializzazione. A tal proposito si rammenta che gli abilitati con TFA I ciclo sono già stati sottoposti a un trattamento particolarmente lesivo per l'impossibilità di spendere il titolo già a partire dall'a.s , possibilità che invece sembra essere garantita ai futuri abilitati con TFA II ciclo grazie alle due finestre annuali per l'aggiornamento dei titoli preannunciate dal Ministro Giannini. È pertanto rilevante sottolineare che, tra gli abilitati con TFA iscritti al Corso di Specializzazione, sono presenti candidati che, anche a causa dell'impossibilità di immediata spendibilità del titolo, non hanno ancora ricevuto alcun incarico di supplenza nella scuola. Ciononostante, supportati da una forte motivazione e passione per l'insegnamento, si sono preparati a due procedure concorsuali, hanno sostenuto un ingente sforzo economico per l'iscrizione a entrambi i corsi, hanno investito tempo ed energie rinunciando ad altre opportunità lavorative inconciliabili con la frequenza degli stessi. E tutto questo l'hanno affrontato per così dire in speranza, impegnandosi senza vedere nell'immediato alcun risultato degli sforzi profusi per avere, alla riapertura delle graduatorie, la 1

2 possibilità di inserirsi nell'ambito lavorativo da loro desiderato. Tutti questi sacrifici, che mettono in luce quel misto di serietà, passione e competenza di cui la scuola necessita così fortemente, rischiano di essere vanificati da provvedimenti che discriminerebbero i futuri docenti specializzati abilitati con TFA dai loro stessi colleghi di corso. Premettendo che i candidati abilitati con TFA riconoscono il merito dei colleghi di corso che, come loro, hanno superato prove d'accesso estremamente selettive, nonché riconoscono gli ingenti sacrifici, sul piano personale ed economico, a cui questi colleghi sono stati ingiustamente sottoposti mediante i lunghi anni di precariato nella scuola, i docenti abilitati con TFA dichiarano che con il presente documento non intendono in alcun modo ledere i diritti dei colleghi di corso né promuovere azioni volte a scavalcare il diritto di precedenza di tali colleghi nell'assegnazione delle supplenze. Premettendo inoltre che i candidati abilitati con TFA riconoscono il valore altamente formativo dei Corsi di Specializzazione che stanno frequentando, si sottolinea che il presente documento non deve essere frainteso come espressione della volontà di conseguire un titolo con la sola motivazione di maggior sicurezza lavorativa, senza interesse per il percorso formativo stesso. Al contrario, consapevoli del ruolo strategico della scuola per la progettazione della società futura e dell'estrema rilevanza della formazione del corpo docente, proprio in quanto fortemente convinti del valore altamente formativo di un percorso fondato sulla selezione in ingresso nonché sulla frequenza di lezioni teoriche e pratiche con esami in itinere e accertamento finale, gli abilitati con TFA richiedono la mitigazione delle condizioni di estrema precarizzazione cui sarebbero sottoposti, qualora non fosse loro riconosciuta adeguata spendibilità del titolo. Le criticità relative al differente trattamento dei futuri docenti specializzati abilitati con TFA e di quelli abilitati con precedenti tipologie di corso/concorso si enucleano principalmente attorno a due punti: il mancato inserimento degli abilitati con TFA in una graduatoria da cui si possa accedere direttamente al ruolo e l'esclusione dei docenti abilitati con TFA dalle convocazioni provinciali. Poiché i docenti abilitati con TFA, anche in un'ottica di rispetto per la condizione di precariato pluriennale cui sono stati sottoposti i loro colleghi, considerano prioritaria nella difesa dei propri diritti la rivendicazione di condizioni di maggior dignità e stabilità lavorativa e non l'immediato accesso in ruolo, partiremo, nella trattazione che segue, dal secondo dei due punti, ovvero l'esclusione dei docenti abilitati con TFA dalle convocazioni provinciali. Ai fini di una maggior comprensione di quanto spiegato di seguito, occorre chiarire che, secondo l'attuale quadro legislativo, la Specializzazione per le attività di sostegno non corrisponde a una classe di concorso ma rappresenta un titolo aggiuntivo che si associa all'abilitazione posseduta. Pertanto i candidati in possesso del titolo di Specializzazione non sono iscritti in una graduatoria 2

3 relativa a una specifica classe di concorso ma in una lista parallela alla tipologia e fascia di graduatoria in cui sono inseriti. Ne consegue che coloro che stanno frequentando l'attuale Corso di Specializzazione e sono iscritti in GAE, una volta conseguito il titolo, potranno iscriversi nella lista per il sostegno parallela alle GAE, mentre gli abilitati con TFA potranno solamente iscriversi nelle liste di sostegno delle graduatorie di istituto. Da questa situazione derivano, in relazione al mancato accesso degli abilitati con TFA alle convocazioni provinciali, le seguenti criticità: a. I candidati del Corso di Specializzazione abilitati con precedenti tipologie di corso/concorso avranno potenziali opportunità lavorative sull'intero bacino provinciale mentre i loro colleghi abilitati con TFA vedranno le loro opportunità lavorative limitate a 20 scuole. Per gli abilitati con TFA questa situazione concerne anche le supplenze relative alle propria classe di abilitazione ma per la specializzazione in sostegno tale condizione si profila come particolarmente penalizzante. La situazione del sostegno è infatti molto più fluida ed è quindi più difficile prevederne l'evoluzione nell'arco del triennio di chiusura delle graduatorie. Basti pensare che anche i docenti in ruolo sul sostegno formalmente non hanno titolarità sul singolo istituto ma appartengono a un contingente provinciale e, di anno in anno, possono essere trasferiti sulla base delle necessità. È pur vero che, secondo la normativa vigente, gli istituti che hanno esaurito la graduatoria interna dei docenti specializzati, prima di conferire incarichi a docenti privi di questo titolo, sono tenute a scorrere le graduatorie viciniori, per cui si potrebbe argomentare che le possibilità di lavoro per gli abilitati con TFA specializzati in sostegno siano in realtà superiori all'ordine delle 20 scuole. Tuttavia, attraverso questo meccanismo, è del tutto verosimile che un docente con minor punteggio ottenga l'incarico al posto di un docente con punteggio maggiore ma iscritto nelle graduatorie di istituti vicinanti. Le convocazioni provinciali a inizio dell'anno scolastico ovviano a questa problematica procedendo nell'ordine di attribuzione delle supplenze annuali dagli iscritti con maggior punteggio a quelli con minore. b. Nella scelta delle 20 sedi per l'iscrizione nelle graduatorie di istituto si può verificare una sorta di conflittualità tra la classe di concorso legata all'abilitazione e la specializzazione sul sostegno, nel senso che la propria classe di concorso potrebbe essere presente solo in istituti con pochi posti di sostegno disponibili. Ciò potrebbe portare i candidati abilitati con TFA e specializzati in sostegno, in sede di compilazione 3

4 della domanda di iscrizione in graduatoria, a dover escludere sedi in cui è presente la propria classe di concorso per inserire scuole in cui questa non è presente ma che sembrano offrire maggiori possibilità di supplenze sul sostegno. In tale situazione il candidato non potrebbe sfruttare pienamente l'incremento delle possibilità di lavoro che il possesso di due titoli, abilitazione e specializzazione, dovrebbe consentire. Al contrario i colleghi iscritti in GAE che frequentano attualmente il Corso di Specializzazione potranno continuare a privilegiare per l'iscrizione nelle graduatorie di istituto le scuole in cui è presente la propria classe di concorso, accendendo poi a un bacino più ampio di scuole per le supplenze di sostegno attraverso le convocazioni provinciali. c.il massiccio piano triennale per l'immissione in ruolo sul sostegno recentemente presentato dal Ministero rischia di precarizzare ulteriormente la posizione dei docenti abilitati con TFA e specializzati per le attività di sostegno che si troveranno, nell'imminente aggiornamento delle graduatorie di istituto, a dover scegliere 20 scuole valide per un triennio senza alcuna possibilità di prevedere quali sedi i colleghi sceglieranno per l'ingresso in ruolo già a partire dal prossimo anno scolastico. Il loro colleghi di corso, anche qualora dovessero selezionare per l'iscrizione nelle graduatorie di istituto sedi in cui non risulteranno posti disponibili di sostegno, potranno ovviare a questa limitazione attraverso le convocazioni provinciali. d. Gli abilitati con TFA saranno sempre gli eterni ultimi: ad ogni nuovo Corso di Specializzazione e in data 7 maggio il Ministro ha firmato il bando per l'avvio del II ciclo TFA mettendo a concorso 6630 ulteriori posti per il sostegno gli abilitati con TFA delle precedenti edizioni si vedrebbero scavalcare nel conferimento delle supplenze annuali dai candidati inseriti in GAE, anche qualora questi non abbiano anzianità di servizio sul sostegno o abbiano anzianità di servizio inferiore. Per le ragioni sopra esposte riteniamo che l'esclusione degli abilitati con TFA dalle convocazioni provinciali costituisca una forte penalizzazione per le possibilità lavorative di tali docenti. Ci preme in questa sede sottolineare che prima d'ora non si è mai verificato che docenti specializzati fossero vincolati per l'accesso alle supplenze a sole 20 scuole e che pertanto, data la particolare fluidità dell'insegnamento sul sostegno, le conseguenze potenzialmente negative di tale situazione sono al momento difficilmente controllabili. 4

5 Per quanto concerne il mancato inserimento dei futuri docenti specializzati abilitati con TFA in una graduatoria da cui sia possibile l'accesso diretto al ruolo, si riscontrano le seguenti condizioni di disparità. a. I colleghi del Corso di Specializzazione abilitati con precedenti corsi/concorsi potranno beneficiare di due possibilità per l'accesso in ruolo, le GAE e il concorso, in ottemperanza a quanto stabilito dalla normativa vigente. Al contrario i colleghi abilitati con TFA vedranno le loro possibilità per l'ingresso in ruolo ridotte al solo concorso. A questo riguardo i docenti abilitati con TFA ribadiscono che, con le loro rivendicazioni, non intendono acquisire nessuna priorità di immissione in ruolo tramite graduatoria ad esaurimento rispetto ai loro colleghi abilitati con precedenti tipologie di corso/concorso. Essi intendono semplicemente mettere in evidenza che, anche una volta esaurite le GAE e/o le relative liste per il sostegno, non avrebbero diritto all'immissione in ruolo tramite graduatoria nonostante sia previsto dalla normativa vigente un doppio canale per l'ingresso in ruolo. Vorremmo altresì sottolineare che gli abilitati con TFA, attualmente iscritti al Corso di Specializzazione, sono già passati attraverso una duplice procedura concorsuale, la selezione per l'accesso al corso TFA e la selezione per il Corso di Specializzazione. Se l'unica possibilità di accesso al ruolo per questi abilitati dovesse rimanere il concorso si verificherebbe una sorta di accanimento certificativo, per cui persone selezionate già due volte dovrebbero passare attraverso un'ulteriore selezione. Si sottolinea a tal riguardo l'estrema selettività del concorso d'accesso superato dai candidati del Corso di Specializzazione. Ad esempio presso la stessa Università di Modena e Reggio Emilia, a fronte di circa 300 candidati iscritti al test preselettivo per le scuole secondarie di II grado, erano disponibili 30 posti. Inoltre alla prova scritta non erano ammessi tutti coloro che avevano superato il test preselettivo bensì un numero di candidati pari al doppio dei posti disponibili. Tutte e tre prove d'accesso si ritenevano superate con un punteggio minimo pari a 21/30, corrispondente al 70% della prova sostenuta correttamente. A differenza di questo procedimento altamente selettivo gli abilitati S.S.I.S. potevano conseguire la specializzazione per le attività di sostegno frequentando un semestre aggiuntivo che non prevedeva selezione in entrata. b. Per quanto concerne l'accesso al ruolo la penalizzazione dei docenti abilitati con TFA risulta ancora più lesiva per i candidati con specializzazione sul sostegno alla luce del piano triennale di immissione in ruolo presentato dal Ministero. Confrontando le ingenti 5

6 cifre previste dal piano con il numero dei docenti specializzati attualmente presenti nelle liste per il sostegno delle diverse province, è del tutto verosimile ipotizzare che, in numerosi casi, i colleghi inseriti in GAE che attualmente frequentano il Corso di Specializzazione avranno possibilità di entrare in ruolo appena comunicato il conseguimento del titolo (comunicazione che per il sostegno può avvenire ogni anno), quindi già a partire dall'a.s , anno in cui, in base al piano del Ministero, l'aliquota per le assunzioni in ruolo sul sostegno raggiungerà il 100%. I docenti abilitati con TFA, a differenza dei loro colleghi di corso, saranno esclusi da questa occasione storica, quando al momento nessun dato è stato reso noto circa le intenzioni del Ministero di assunzione in ruolo sul sostegno negli anni successivi. A questo riguardo occorre inoltre ricordare che nel concorso per il ruolo bandito dal Ministero nel 2012 non era prevista una specifica procedura di selezione per le immissioni in ruolo sul sostegno ma la graduatoria dei docenti da immettere in ruolo era costituita attingendo dalle graduatorie dei vincitori delle differenti classi di concorso. Se nel prossimo concorso non si ovviasse a questa problematica, questa condizione risulterebbe particolarmente penalizzante per i docenti abilitati in una classe di concorso con pochi posti disponibili. I docenti abilitati con TFA e specializzati sul sostegno si troverebbero in una posizione duplicemente lesiva: esclusi dall'immissione in ruolo tramite graduatoria avrebbero esigue possibilità di entrare in ruolo anche con il concorso. Rimane un ulteriore punto al momento non chiarito che interessa anche i colleghi di corso abilitati con precedenti tipologie di corso/concorso. Gli abilitati con S.S.I.S. che hanno conseguito la specializzazione per le attività di sostegno mediante frequenza del semestre aggiuntivo, se in possesso di un'abilitazione a cascata o verticale, hanno ottenuto che il titolo di specializzazione fosse valido per ogni grado di scuola per cui erano abilitati. Anche il TAR di Puglia con la sentenza nr del 19 maggio 2004 ha ribadito l'inscindibilità della specializzazione sul sostegno dall'abilitazione all'insegnamento da cui si deduce che, in possesso di abilitazione a cascata o verticale, la specializzazione sul sostegno non è distinguibile per grado di scuola ma solo per ordine. Con la nota del MIUR del 10 ottobre 2012, il Ministero ha chiarito la validità dell'abilitazione a cascata o verticale anche per le abilitazioni conseguite con TFA. Inoltre, ai fini dell'accesso alle prove selettive per il Corso di Specializzazione, è stata riconosciuta la validità dell'abilitazione a cascata o verticale. Tuttavia il decreto ministeriale di attivazione dei Corsi di Specializzazione stabilisce che questi sono distinti non solo in ordine ma anche in grado di scuola, anche se di fatto il 6

7 decreto stesso prevede una differenziazione dei corsi solo per quanto concerne il tirocinio e le attività laboratoriali mentre le lezioni frontali e i relativi esami sono comuni. Al momento il Ministero non ha chiarito se tale distinzione è stata dettata da motivi organizzativi e dalla volontà di pianificare i posti disponibili per ogni ordine e grado di scuola o se la specializzazione per le attività di sostegno ottenuta mediante i nuovi corsi istituiti non potrà essere ritenuta valida anche nel grado di scuola per cui si è abilitati a cascata. Questa informazione sarebbe estremamente urgente da reperire in vista dell'imminente aggiornamento delle graduatorie di istituto e particolarmente rilevante per chi deve giocarsi le proprie possibilità lavorative su 20 scuole. Poste le criticità sopra espresse, nell'atteggiamento di rispetto reciproco, dialogo e collaborazione che l'università di Modena e Reggio Emilia ha sostenuto fin dal primo giorno di avvio dei corsi, i docenti abilitati con TFA chiedono all'università: a. prendere posizione per la difesa della validità ed equità del titolo di Specializzazione da essa stessa rilasciato; b. farsi portavoce presso le Istituzioni e gli Uffici competenti delle criticità esposte trasmettendo il presente documento; c. aiutare i docenti abilitati con TFA a prendere contatti a livello nazionale con altri candidati del Corso di Specializzazione abilitati con TFA trasmettendo il presente documento ad altre Università con cui l'università di Modena e Reggio Emilia ha rapporti di collaborazione; d. aiutare i docenti abilitati con TFA a prendere contatti con gli Uffici competenti per fissare colloqui in cui sarà possibile confrontarsi e cercare soluzioni per le criticità rilevate. In conclusione, i docenti abilitati con TFA si prefiggono in via prioritaria di ottenere la creazione di una graduatoria provinciale da scorrere in subordine alle GAE per l'attribuzione degli incarichi di supplenza annuale in sede di convocazione provinciale. Inoltre i docenti abilitati con TFA vorrebbero cercare un confronto circa la possibilità di creare una graduatoria da cui poter accedere direttamente al ruolo una volta esaurite le liste per il sostegno parallele alle GAE. In fede I docenti abilitati con TFA e iscritti presso l'università di Modena e Reggio Emilia al Corso di Specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità 7

SCHEDA TECNICA PAS, TFA E EXCURSUS STORICO SU COSA C'ERA PRIMA DEGLI ATTUALI SISTEMI DI IMMISSIONE

SCHEDA TECNICA PAS, TFA E EXCURSUS STORICO SU COSA C'ERA PRIMA DEGLI ATTUALI SISTEMI DI IMMISSIONE SCHEDA TECNICA PAS, TFA E EXCURSUS STORICO SU COSA C'ERA PRIMA DEGLI ATTUALI SISTEMI DI IMMISSIONE NELL'INSEGNAMENTO Il reclutamento degli insegnanti nelle scuole statali avviene mediante contratto che

Dettagli

GRADUATORIE AD ESAURIMENTO 2014/17

GRADUATORIE AD ESAURIMENTO 2014/17 GRADUATORIE AD ESAURIMENTO 2014/17 TUTTO CIO CHE AVRESTE VOLUTO SAPERE SULLE GAE MA NON AVETE MAI OSATO CHIEDERE A CURA DI Antonio Antonazzo LE GAE SONO COSTITUITE A FASCE SECONDO I SEGUENTI CRITERI: I

Dettagli

TEMPO INDETERMINATO - RUOLO

TEMPO INDETERMINATO - RUOLO ACCETTO O NON ACCETTO? Versione aggiornata 2013 2014 a cura di Laura Razzano Reclutamento Docenti graduatorie e concorsi TEMPO INDETERMINATO - RUOLO L assunzione dei docenti in ruolo avviene utilizzando

Dettagli

Indicazioni per laureati non abilitati (e per gli iscritti alle lauree quinquennali e lauree specialistiche che permettono l accesso all insegnamento)

Indicazioni per laureati non abilitati (e per gli iscritti alle lauree quinquennali e lauree specialistiche che permettono l accesso all insegnamento) Indicazioni per laureati non abilitati (e per gli iscritti alle lauree quinquennali e lauree specialistiche che permettono l accesso all insegnamento) DECRETO 10 settembre 2010, n. 249 Regolamento concernente:

Dettagli

GRADUATORIE AD ESAURIMENTO PERSONALE DOCENTE. Decreto Ministeriale n. 42 dell 8 aprile 2009

GRADUATORIE AD ESAURIMENTO PERSONALE DOCENTE. Decreto Ministeriale n. 42 dell 8 aprile 2009 GRADUATORIE AD ESAURIMENTO PERSONALE DOCENTE Decreto Ministeriale n. 42 dell 8 aprile 2009 Anni scolastici 2009/10 e 2010/11 TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE: dal 10 APRILE all 11 MAGGIO 2009 LE

Dettagli

Nuove procedure per il reclutamento del personale insegnante della scuola. Trento, Aprile 2012

Nuove procedure per il reclutamento del personale insegnante della scuola. Trento, Aprile 2012 Nuove procedure per il reclutamento del personale insegnante della scuola Trento, Aprile 2012 Obiettivi di revisione della disciplina sul reclutamento I principali obiettivi sottostanti alla revisione

Dettagli

Nell art. 3 del Regolamento troviamo la seguente articolazione dei nuovi percorsi formativi:

Nell art. 3 del Regolamento troviamo la seguente articolazione dei nuovi percorsi formativi: I NUOVI PERCORSI FORMATIVI PER I DOCENTI NORME A REGIME Al termine di un lungo e complesso iter, è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31.1.2011, Suppl. Ordinario n. 23, il Regolamento

Dettagli

Come si diventa insegnanti

Come si diventa insegnanti Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Ufficio Scolastico Provinciale di Padova Area della comunicazione e web Come si diventa insegnanti Il reclutamento del personale

Dettagli

VADAMECUM IMMISSIONI IN RUOLO E QUOTA RISERVISTI

VADAMECUM IMMISSIONI IN RUOLO E QUOTA RISERVISTI sede di Nola Via Anfiteatro Laterizio,180 tel. fax 081/3652976 antoniodascoli1@virgilio.it CONITP ( sindacato autonomo) Sede Nazionale Via Luigi Carbone,23 San Gennarello di Ottaviano Napoli 80040 Tel

Dettagli

Premessa www.flcfirenze.it

Premessa www.flcfirenze.it v. 21/02/13 Premessa Dalle consulenze effettuate nelle nostre sedi FLC-CGIL in occasione dell ultimo aggiornamento delle Graduatorie d Istituto (2011) e dell iscrizione alle prove preselettive per il Tirocinio

Dettagli

L ASSUNZIONE DI TUTTI I DOCENTI DELLE GAE

L ASSUNZIONE DI TUTTI I DOCENTI DELLE GAE L ASSUNZIONE DI TUTTI I DOCENTI DELLE GAE NEL PROSSIMO ANNO SCOLASTICO SARÀ UN BOOMERANG PER LA SCUOLA? LA BUONA SCUOLA E L ASSUNZIONE DELLE GAE Il governo Renzi sta lavorando al decreto che implementa

Dettagli

Università degli Studi di Sassari. REGOLAMENTO DIDATTICO Tirocinio Formativo Attivo (TFA) classi A445 e A446

Università degli Studi di Sassari. REGOLAMENTO DIDATTICO Tirocinio Formativo Attivo (TFA) classi A445 e A446 REGOLAMENTO DIDATTICO Tirocinio Formativo Attivo (TFA) classi A445 e A446 Art. 1 Attivazione Presso il Dipartimento di Scienze Umanistiche e Sociali per l A.A. 2014/2015 è attivato, in conformità a quanto

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO TIROCINI FORMATIVI ATTIVI (TFA)

REGOLAMENTO DIDATTICO TIROCINI FORMATIVI ATTIVI (TFA) REGOLAMENTO DIDATTICO TIROCINI FORMATIVI ATTIVI (TFA) (emanato con decreto rettorale n. 67 del 5 maggio 2015) Art. 1 - Istituzione e attivazione 1. Nell Università degli Studi di Camerino sono istituti

Dettagli

GRADUATORIE AD ESAURIMENTO

GRADUATORIE AD ESAURIMENTO AGGIORNAMENTO DELLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO PERSONALE DOCENTE Decreto Ministeriale n. 235 del 1 aprile 2014 AA.SS. 2014/2015-2015/2016 e 2016/2017 SINTESI DELLE DISPOSIZIONI TERMINI DI PRESENTAZIONE

Dettagli

ISTITUTO D'ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE DI SACILE E BRUGNERA

ISTITUTO D'ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE DI SACILE E BRUGNERA ISTITUTO D'ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE DI SACILE E BRUGNERA CODICE MECCANOGRAFICO PNISOO6OOT Sede: Via Stadio - 33077 Sacile (PN) Tel. 0434 733429 - Fax 0434 733861 Codice Fiscale:91007780934 E-mail:pnis006007@istruzione.it

Dettagli

Reclutamento e formazione iniziale dei docenti: le proposte della FLC CGIL

Reclutamento e formazione iniziale dei docenti: le proposte della FLC CGIL Reclutamento e formazione iniziale dei docenti: le proposte della FLC CGIL Premessa Formazione iniziale e reclutamento dei docenti rappresentano due elementi di fondamentale importanza nella costruzione

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per il personale scolastico

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per il personale scolastico Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per il personale scolastico Allegato A ISTRUZIONI OPERATIVE PERSONALE DOCENTE ED EDUCATIVO A.1

Dettagli

Il reclutamento nella scuola

Il reclutamento nella scuola Il reclutamento nella scuola Accesso Art. 97 della Costituzione I pubblici uffici sono organizzati secondo disposizioni di legge, in modo da assicurare il buon andamento e l'imparzialità dell'amministrazione.

Dettagli

PERCHÉ INSERIRE GLI ABILITANDI ISCRITTI A SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA NELLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO?

PERCHÉ INSERIRE GLI ABILITANDI ISCRITTI A SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA NELLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO? PERCHÉ INSERIRE GLI ABILITANDI ISCRITTI A SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA NELLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO? Coordinamento Precari Scienze Della Formazione Primaria L Aquila Dott.a Clara Calvacchi Gli

Dettagli

RICORSO AVVERSO IL D.M. 235/2014 PER OTTENERE L INSERIMENTO NELLA FASCIA AGGIUNTIVA O IL REINSERIMENTO NELLE GRADUATORIE

RICORSO AVVERSO IL D.M. 235/2014 PER OTTENERE L INSERIMENTO NELLA FASCIA AGGIUNTIVA O IL REINSERIMENTO NELLE GRADUATORIE RICORSO AVVERSO IL D.M. 235/2014 PER OTTENERE L INSERIMENTO NELLA FASCIA AGGIUNTIVA O IL REINSERIMENTO NELLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO DEL PERSONALE DOCENTE PER IL TRIENNIO 2014-2017 Chi può aderire:

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca MIUR.AOODRSA.REGISTRO UFFICIALE(U).0008376.27-07-2015 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca IL DIRETTORE GENERALE Cagliari, 27/07/2015 VISTO il testo unico delle disposizioni legislative

Dettagli

VADEMECUM PER L ACCESSO AL TFA

VADEMECUM PER L ACCESSO AL TFA VADEMECUM PER L ACCESSO AL TFA da Orizzonte scuola, 30.4.2012 Aggiornato al 30 aprile 2012. Finalità, durata, requisiti, Università che attivano il TFA, classi di concorso attivate e non attivate, l esame

Dettagli

Nuova formazione iniziale docenti e TFA abilitante

Nuova formazione iniziale docenti e TFA abilitante Nuova formazione iniziale docenti e TFA abilitante Indicazioni generali e risposte a quesiti sulla fase transitoria del tirocinio formativo attivo a fini abilitanti secondo le disposizioni del DECRETO

Dettagli

DECRETA. Articolo 1 Selezione e posti

DECRETA. Articolo 1 Selezione e posti Il Rettore Rettore Decreto Rep. n 3921 Prot. N 51730 Data 10/11/2014 Titolo V Classe 2 UOR: Servizio Segreterie Studenti VISTO il decreto del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca 10

Dettagli

Il Rettore. Decreto n. 352 del 09 ottobre 2014

Il Rettore. Decreto n. 352 del 09 ottobre 2014 Decreto n. 352 del 09 ottobre 2014 Bando di selezione relativo alle modalità di ammissione, per l anno accademico 2014/2015, ai Corsi di Tirocinio Formativo Attivo (TFA) per l'insegnamento nella scuola

Dettagli

Il caso della Classe di concorso A052

Il caso della Classe di concorso A052 Riceviamo e volentieri pubblichiamo Il caso della Classe di concorso A052 L APEF sostiene la specificità professionale dei docenti, contro una flessibilità selvaggia che danneggerà la qualità dell istruzione.

Dettagli

Bando relativo alle modalità di ammissione. ai Corsi di Formazione per il conseguimento della specializzazione

Bando relativo alle modalità di ammissione. ai Corsi di Formazione per il conseguimento della specializzazione Bando relativo alle modalità di ammissione ai Corsi di Formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità ANNO ACCADEMICO 2014/2015

Dettagli

(1) Dopo il comma 9 dell articolo 11 della legge provinciale 12 dicembre 1996, n. 24, e successive modifiche, sono aggiunti i seguenti commi 10 e 11:

(1) Dopo il comma 9 dell articolo 11 della legge provinciale 12 dicembre 1996, n. 24, e successive modifiche, sono aggiunti i seguenti commi 10 e 11: q) Legge provinciale 26 gennaio 2015, n. 1 1) Modifiche di leggi provinciali in materia di istruzione, di stato giuridico del personale insegnante e di apprendistato 1) Pubblicato nel supplemento n. 1,

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE ATTI NORMATIVI E DI AMMINISTRAZIONE

BOLLETTINO UFFICIALE MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE ATTI NORMATIVI E DI AMMINISTRAZIONE MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE ANNO 133 Roma, 12-19 ottobre 2006 N. 41-42 BOLLETTINO UFFICIALE ATTI NORMATIVI E DI AMMINISTRAZIONE Poste Italiane S.p.A. - sped. in abb. post. 70% - DCB Roma ISTITUTO

Dettagli

Una esclusiva di Professionisti Scuola Network che in anteprima svela finalmente il dato più atteso per tanti docenti alle prese con il piano di

Una esclusiva di Professionisti Scuola Network che in anteprima svela finalmente il dato più atteso per tanti docenti alle prese con il piano di Una esclusiva di Professionisti Scuola Network che in anteprima svela finalmente il dato più atteso per tanti docenti alle prese con il piano di stabilizzazione imminente e che stanno facendo i conti con

Dettagli

DECRETO-LEGGE 1 settembre 2008, n. 137. Disposizioni urgenti in materia di istruzione e universita'. (GU n. 204 del 1-9-2008 )

DECRETO-LEGGE 1 settembre 2008, n. 137. Disposizioni urgenti in materia di istruzione e universita'. (GU n. 204 del 1-9-2008 ) DECRETO-LEGGE 1 settembre 2008, n. 137 Disposizioni urgenti in materia di istruzione e universita'. (GU n. 204 del 1-9-2008 ) IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Visti gli articoli 77 e 87 della Costituzione;

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA N. 2148 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori ACCIARINI, FRANCO Vittoria, MODICA, PAGANO e TESSITORE COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 29 MARZO 2003 Norme relative

Dettagli

Bando per l ammissione. ai Corsi di Formazione per il conseguimento della Specializzazione per le attività di. Sostegno ANNO ACCADEMICO 2013/2014

Bando per l ammissione. ai Corsi di Formazione per il conseguimento della Specializzazione per le attività di. Sostegno ANNO ACCADEMICO 2013/2014 SCADENZA 07/01/2014 Bando per l ammissione ai Corsi di Formazione per il conseguimento della Specializzazione per le attività di VISTA la legge 5 febbraio 1992, n. 104; Sostegno ANNO ACCADEMICO 2013/2014

Dettagli

ABILITAZIONE ALL INSEGNAMENTO: COME CONSEGUIRLA

ABILITAZIONE ALL INSEGNAMENTO: COME CONSEGUIRLA ABILITAZIONE ALL INSEGNAMENTO: COME CONSEGUIRLA a cura del DDM-GO (Docenti di Didattica della Musica Gruppo Operativo) 29 marzo 2013 L abilitazione all insegnamento è condizione essenziale per chiunque

Dettagli

Nuovi percorsi abilitanti: TFA lo stato dell arte

Nuovi percorsi abilitanti: TFA lo stato dell arte Nuovi percorsi abilitanti: TFA lo stato dell arte A CHE PUNTO SIAMO Nella informativa di fine dicembre 2011 sullo stato dell'arte dei decreti applicativi del Regolamento sulla formazione iniziale (DM 249/10)

Dettagli

CONCORSO Decreto n. 82 del 24 settembre 2012. Presentazione

CONCORSO Decreto n. 82 del 24 settembre 2012. Presentazione CONCORSO Decreto n. 82 del 24 settembre 2012 Presentazione Un concorso per giovani Perché no! Parere del CNPI Il CNPI, nel riaffermare la positività dello strumento concorsuale ai fini del reclutamento

Dettagli

Graduatorie di Circolo e di Istituto 2014-2017

Graduatorie di Circolo e di Istituto 2014-2017 Graduatorie di Circolo e di Istituto 2014-2017 Guida alla compilazione del modello A1 Indice Introduzione...3 Pagina 1...3 Sezione Introduttiva...3 Sezione A: Dati anagrafici e di recapito...4 Pagina 2...5

Dettagli

GRADUATORIE DI CIRCOLO E D ISTITUTO DI 2^ E 3^ FASCIA PERSONALE DOCENTE aa.ss. 2014/15 2015/16-2016/17

GRADUATORIE DI CIRCOLO E D ISTITUTO DI 2^ E 3^ FASCIA PERSONALE DOCENTE aa.ss. 2014/15 2015/16-2016/17 BERGAMO SEBINO BERGAMASCO GRADUATORIE DI CIRCOLO E D ISTITUTO DI 2^ E 3^ FASCIA PERSONALE DOCENTE aa.ss. 2014/15 2015/16-2016/17 D.M. 353 del 22/05/2014 30 MAGGIO 2014 ISTITUTO SUPERIORE «QUARENGHI» -

Dettagli

CORSI DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO (TFA) PER L'INSEGNAMENTO NELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO E DI SECONDO GRADO

CORSI DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO (TFA) PER L'INSEGNAMENTO NELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO E DI SECONDO GRADO CORSI DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO (TFA) PER L'INSEGNAMENTO NELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO E DI SECONDO GRADO Bando di ammissione - anno accademico 2014/2015 Art. 1 Requisiti di ammissione È indetta

Dettagli

COMUNICATO N. 081. Treviso, 12/11/2014. A TUTTO IL PERSONALE DOCENTE E A.T.A. Sede

COMUNICATO N. 081. Treviso, 12/11/2014. A TUTTO IL PERSONALE DOCENTE E A.T.A. Sede Istituto di Istruzione Superiore Via Tronconi, 22-31100 Treviso tel. 0422.430310 fax 0422.432545 C.F. 80011740265 mail: pallad@tin.it dirigente@palladio-tv.it pec: tvis019001@pec.istruzione.it url: www.palladio-tv.gov.it

Dettagli

Decreto Ministeriale 11 novembre 2011

Decreto Ministeriale 11 novembre 2011 Decreto Ministeriale 11 novembre 2011 Definizione delle caratteristiche delle prove di accesso e delle modalità di svolgimento dei percorsi formativi di abilitazione per la scuola dell infanzia e per la

Dettagli

REGOLAMENTO TFA. Decreto n. 351 del 09 ottobre 2014. Art. 1 Finalità ed obiettivi dei corsi di TFA

REGOLAMENTO TFA. Decreto n. 351 del 09 ottobre 2014. Art. 1 Finalità ed obiettivi dei corsi di TFA Decreto n. 351 del 09 ottobre 2014 REGOLAMENTO TFA Art. 1 Finalità ed obiettivi dei corsi di TFA 1.1 Il Tirocinio Formativo Attivo (di seguito corso o corsi ) è un corso di preparazione all'insegnamento

Dettagli

FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA

FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA D.R. n. 85 FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA Bando di selezione per l'individuazione del personale docente in servizio nella scuola secondaria di I e di II grado, da utilizzare in regime di tempo parziale,

Dettagli

Università della Calabria. D.R. n. 226 del 09/02/2015

Università della Calabria. D.R. n. 226 del 09/02/2015 Università della Calabria - Amministrazione Centrale D.R. n.226 del 09/02/2015 SERVIZIO DI SUPPORTO AL DELEGATO DELLA DIDATTICA E PERCORSI UNIVERSITARI QUALIFICANTI Università della Calabria D.R. n. 226

Dettagli

2 CONTENUTI GENERALI DEL CORSO

2 CONTENUTI GENERALI DEL CORSO Protocollo 13157-I/7 Foggia 21.05.2013 Rep. A.U.A. n. 229-2013 Area Intestazione Area Didattica, Servizi Agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Intestazione Settore

Dettagli

E-mail: segreteria@martini-schio.it sito internet : www.martini-schio.it

E-mail: segreteria@martini-schio.it sito internet : www.martini-schio.it ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE A. MARTINI - SCHIO sede amministrativa : Via Pietro Maraschin, n 9-36015 SCHIO (Vicenza) - ITALIA 0445 / 523118 fax 0445 / 525132 - C.F. 92002080247 E-mail: segreteria@martini-schio.it

Dettagli

JI~~J~J deii~erlella ~ q;~fu»e ii~ educativo cii ~ e cii~ q;~ ~fu»eil[!/)~../~

JI~~J~J deii~erlella ~ q;~fu»e ii~ educativo cii ~ e cii~ q;~ ~fu»eil[!/)~../~ ca MIUR _Ministero dell'istruzione dell'universuà e della Ricerca AOODPIT _DIPARTIMENTO DELL'ISTRUZIONE REGISTRO DECRETI DIPARTIMENTALI Prot. n. 0000767 _ 17/07/2015 _ REGISTRAZIONE 1111_11111 JI~~J~J

Dettagli

La scuola che cambia, cambia l Italia

La scuola che cambia, cambia l Italia Dip.to Scuola Università e Ricerca La scuola che cambia, cambia l Italia 1. Investire nel capitale umano per essere una superpotenza culturale La buona scuola in Italia esiste già, grazie a tanti docenti,

Dettagli

e, p.c. AI RAPPRESENTANTI REGIONALI delle OO. SS. L O R O S E D I

e, p.c. AI RAPPRESENTANTI REGIONALI delle OO. SS. L O R O S E D I Ministero dell istruzione, dell università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto DIREZIONE GENERALE Ufficio III - Personale della scuola. Riva de Biasio S. Croce 1299-30135 VENEZIA

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE LA MOBILITA VOLONTARIA ESTERNA E PER L'UTILIZZO DI GRADUATORIE DI CONCORSI PUBBLICI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE LA MOBILITA VOLONTARIA ESTERNA E PER L'UTILIZZO DI GRADUATORIE DI CONCORSI PUBBLICI ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE G.C. N. 34 DEL 20 febbraio 2014 REGOLAMENTO DISCIPLINANTE LA MOBILITA VOLONTARIA ESTERNA E PER L'UTILIZZO DI GRADUATORIE DI CONCORSI PUBBLICI 1 Art. 1 Ambito di applicazione

Dettagli

RINUNCIO IN UNA GRADUATORIA ACCETTO IN UNA GRADUATORIA L'ORARIO COMPLETO ACCETTO SU SOSTEGNO

RINUNCIO IN UNA GRADUATORIA ACCETTO IN UNA GRADUATORIA L'ORARIO COMPLETO ACCETTO SU SOSTEGNO SECONDO LE ISTRUZIONI MINISTERIALI DEL 6 AGOSTO 2010 a cura di Laura Razzano SUPPLENZE ANNUALI O FINO AL TERMINE DELLE ATTIVITA CONFERITE A LIVELLO PROVINCIALE ENTRO IL 31 AGOSTO 2010 RINUNCIO IN UNA GRADUATORIA

Dettagli

REGOLAMENTO CONCERNENTE I PROCEDIMENTI DI SELEZIONE

REGOLAMENTO CONCERNENTE I PROCEDIMENTI DI SELEZIONE REGOLAMENTO CONCERNENTE I PROCEDIMENTI DI SELEZIONE PUBBLICA PER L'ASSUNZIONE DI PERSONALE TECNICO - AMMINISTRATIVO A TEMPO INDETERMINATO ART. 1 - Disposizioni generali Il presente regolamento, adottato

Dettagli

ALLA BOZZA PER IL RIORDINO DELLE CLASSI DI CONCORSO E ALLA BOZZA DELLA FORMAZIONE DEI DOCENTI

ALLA BOZZA PER IL RIORDINO DELLE CLASSI DI CONCORSO E ALLA BOZZA DELLA FORMAZIONE DEI DOCENTI CONSIDERAZIONI RELATIVE ALLA BOZZA DI REGOLAMENTO SULLA SEZIONE MUSICALE DEL LICEO MUSICALE E COREUTICO, ALLA BOZZA PER IL RIORDINO DELLE CLASSI DI CONCORSO E ALLA BOZZA DELLA FORMAZIONE DEI DOCENTI BOLOGNA,

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE INIZIALE DEGLI INSEGNANTI

REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE INIZIALE DEGLI INSEGNANTI REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE INIZIALE DEGLI INSEGNANTI * SCHEDE * LA STRUTTURA DEI NUOVI PERCORSI FORMATIVI L avvio dei nuovi percorsi è previsto per l anno accademico 2011/2012. I PERCORSI DI STUDIO PER

Dettagli

Ai Docenti Al personale ATA. Oggetto: Permessi diritto allo studio anno 2015 - Contratto integrativo regionale e fac-simile di domanda.

Ai Docenti Al personale ATA. Oggetto: Permessi diritto allo studio anno 2015 - Contratto integrativo regionale e fac-simile di domanda. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CESTARI - RIGHI Borgo San Giovanni, 12/A - 30015 Chioggia (VE) Tel. 041.4967600 Fax 041.4967733 Cod. Mecc. VEIS02200R C.F. 91021780274 e-mail: veis02200r@istruzione.it

Dettagli

Il Direttore del Consorzio AUSI Consorzio per la pronnozione delle Attività Universitarie del Sulcis-lglesiente

Il Direttore del Consorzio AUSI Consorzio per la pronnozione delle Attività Universitarie del Sulcis-lglesiente Il Direttore del Consorzio AUSI Consorzio per la pronnozione delle Attività Universitarie del Sulcis-lglesiente VISTA la Convenzione tra il Consorzio Interuniversitario per l'università Telematica della

Dettagli

VADEMECUM NORMATIVO PER L ORGANIZZAZIONE DEI CORSI DI TFA II CICLO

VADEMECUM NORMATIVO PER L ORGANIZZAZIONE DEI CORSI DI TFA II CICLO VADEMECUM NORMATIVO PER L ORGANIZZAZIONE DEI CORSI DI TFA II CICLO Prova scritta Art.6 D.M.312/2014 comma 2 DISPOSIZIONI NORMATIVE E MINISTERIALI Le prove di accesso vertono sui programmi disciplinari

Dettagli

Prot.n.8233/A32 Chieti, 1 ottobre 2015

Prot.n.8233/A32 Chieti, 1 ottobre 2015 ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Via Campobasso, 10-66100 CHIETI - tel. Segreteria : 0871 560525 - - fax: 0871565781 codice fiscale: 93048780691 - codice meccanografico: CHIC83700A Indirizzo di posta elettronica

Dettagli

Sindacato Provinciale Via Giotto Ciardi 8-57121 LIVORNO email: livorno@flcgil.it tel. 0586-228432 fax 0586-228431

Sindacato Provinciale Via Giotto Ciardi 8-57121 LIVORNO email: livorno@flcgil.it tel. 0586-228432 fax 0586-228431 Sindacato Provinciale Via Giotto Ciardi 8-57121 LIVORNO email: livorno@flcgil.it tel. 0586-228432 fax 0586-228431 LIVORNO Notis News n 21 5 ottobre 2014 pag. 9 SOMMARIO 1. SCUOLA: ANNUNCIATI NUOVI TAGLI

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFFIII/9789/C2 Venezia, 8 Agosto 2014. Agli Uffici Scolastici Territoriali. Alle Organizzazioni sindacali regionali

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFFIII/9789/C2 Venezia, 8 Agosto 2014. Agli Uffici Scolastici Territoriali. Alle Organizzazioni sindacali regionali MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva de Biasio S. Croce 1299-30135 VENEZIA Ufficio III - Personale della Scuola

Dettagli

La buona scuola. Le principali novità introdotte dalla commissione Cultura

La buona scuola. Le principali novità introdotte dalla commissione Cultura La buona scuola Le principali novità introdotte dalla commissione Cultura Nel corso dell esame sul ddl scuola in Commissione, il testo è stato migliorato in molti articoli con il lavoro dei nostri deputati,

Dettagli

Direzione Generale Ufficio IV. DDG 16 marzo 2007 Graduatorie ad esaurimento del personale docente ed educativo. FAQ

Direzione Generale Ufficio IV. DDG 16 marzo 2007 Graduatorie ad esaurimento del personale docente ed educativo. FAQ Direzione Generale Ufficio IV DDG 16 marzo 2007 Graduatorie ad esaurimento del personale docente ed educativo. FAQ 1) D. L abilitazione SSIS ottenuta con l ammissione al secondo anno (in quanto l aspirante

Dettagli

Allegati 139 1. Acronimi 141 2. Principali enti 143 3. Glossario minimo 149 4. Bibliografia sulla formazione professionale 1997/98 151

Allegati 139 1. Acronimi 141 2. Principali enti 143 3. Glossario minimo 149 4. Bibliografia sulla formazione professionale 1997/98 151 6 4.2.4. La spesa della pubblica amministrazione per la formazione continua dei dipendenti 99 4.2.5. Il finanziamento della formazione in alternanza 100 4.2.6. Sintesi della spesa pubblica per la formazione

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Decreto n. 85 del 18 novembre 2005 VISTO VISTO VISTO VISTA VISTO Il decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, con il quale è stato approvato

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE E L'AFFIDAMENTO DI INCARICHI ESTERNI DI NATURA AUTONOMA

REGOLAMENTO INTERNO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE E L'AFFIDAMENTO DI INCARICHI ESTERNI DI NATURA AUTONOMA REGOLAMENTO INTERNO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE E L'AFFIDAMENTO DI INCARICHI ESTERNI DI NATURA AUTONOMA in conformità dell'art. 18 comma 2 del Decreto Legge 112/2008, convertito con Legge 133/2008.

Dettagli

Il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca

Il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca REGOLAMENTO RECANTE MODIFICHE AL DECRETO DEL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA 10 SETTEMBRE 2010, N. 249. 1 VISTI gli articoli 33, sesto comma e 117, secondo comma, lett. n), e

Dettagli

#PattoconlaScuola qualità della formazione costo standard autonomia parità scolastica

#PattoconlaScuola qualità della formazione costo standard autonomia parità scolastica #PattoconlaScuola La scuola appartiene a tutti noi e tutti noi abbiamo il dovere di prendercene cura nei diversi livelli di responsabilità in cui operiamo. PRINCIPI: Promuovere un alleanza centrata sulla

Dettagli

TFA, lauree magistrali, sostegno, corsi infanzia e primaria, nuovo reclutamento

TFA, lauree magistrali, sostegno, corsi infanzia e primaria, nuovo reclutamento TFA, lauree magistrali, sostegno, corsi infanzia e primaria, nuovo reclutamento DECRETO 8 novembre 2011. Disciplina per la determinazione dei contingenti del personale della scuola necessario per lo svolgimento

Dettagli

#IOVOGLIOINSEGNARE. Controguida all accesso all insegnamento

#IOVOGLIOINSEGNARE. Controguida all accesso all insegnamento #IOVOGLIOINSEGNARE Controguida all accesso all insegnamento Questa non è la Buona Scuola. La Buona Scuola del Governo Renzi presenta profonde criticità in tutto il suo complesso: va a scardinare tutti

Dettagli

RINUNCIO IN UNA GRADUATORIA ACCETTO IN UNA GRADUATORIA ACCETTO SU SOSTEGNO HO AVUTO IL RUOLO SECONDO LE ISTRUZIONI MINISTERIALI DEL 25 AGOSTO 2009

RINUNCIO IN UNA GRADUATORIA ACCETTO IN UNA GRADUATORIA ACCETTO SU SOSTEGNO HO AVUTO IL RUOLO SECONDO LE ISTRUZIONI MINISTERIALI DEL 25 AGOSTO 2009 SECONDO LE ISTRUZIONI MINISTERIALI DEL 25 AGOSTO 2009 a cura di Laura Razzano RINUNCIO IN UNA GRADUATORIA PER QUEST'ANNO (2009/2010)O NON POTRO' PIU' LAVORARE NELLA GRADUATORIA DI QUELLA PROVINCIA POTRO'

Dettagli

ANNO ACCADEMICO 2014/2015. (Art.2, comma 2, del bando) Dichiarazione sostitutiva di certificazione ex art. 46 D.P.R. 445/2000

ANNO ACCADEMICO 2014/2015. (Art.2, comma 2, del bando) Dichiarazione sostitutiva di certificazione ex art. 46 D.P.R. 445/2000 Modello A Modulo di autocertificazione del titolo di abilitazione all insegnamento per il grado di scuola per il quale si intende conseguire la specializzazione per le attività di sostegno ANNO ACCADEMICO

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO IN MATERIA DI STABILIZZAZIONE DEI CONTRATTI DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO AI SENSI DELL ART. 1, COMMA 519, L.

REGOLAMENTO DI ATENEO IN MATERIA DI STABILIZZAZIONE DEI CONTRATTI DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO AI SENSI DELL ART. 1, COMMA 519, L. REGOLAMENTO DI ATENEO IN MATERIA DI STABILIZZAZIONE DEI CONTRATTI DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO AI SENSI DELL ART. 1, COMMA 519, L. 296/06 (Emanato con D.R. n. 1650 del 3 Ottobre 2007, pubblicato nel B.U.

Dettagli

Il Direttore Generale

Il Direttore Generale Ministero della Pubblica Istruzione Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per il personale della scuola Il Direttore Generale VISTO il decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, con il quale

Dettagli

LINEE GUIDA DIDATTICO AMMINISTRATIVE - RICONOSCIMENTO CREDITI PREGRESSI TFA 2014/15

LINEE GUIDA DIDATTICO AMMINISTRATIVE - RICONOSCIMENTO CREDITI PREGRESSI TFA 2014/15 LINEE GUIDA DIDATTICO AMMINISTRATIVE - RICONOSCIMENTO CREDITI PREGRESSI TFA 2014/15 1) TIROCINIO SCOLASTICO Ai sensi del d.m. n. 249 del 2010 il tirocinio ha un valore pari a 19 crediti formativi universitari

Dettagli

TITOLO I Istituzione e finalità della Scuola. Art.1 (Istituzione della Scuola)

TITOLO I Istituzione e finalità della Scuola. Art.1 (Istituzione della Scuola) REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER LE PROFESSIONI LEGALI ISTITUITA PRESSO LA FACOLTA' DI GIURISPRUDENZA DELL'UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA. TITOLO I Istituzione e finalità

Dettagli

PROVINCIA DI PAVIA REGOLAMENTO IN MATERIA DI INSERIMENTO DI PERSONALE NELL ORGANICO DELLA PROVINCIA DI PAVIA

PROVINCIA DI PAVIA REGOLAMENTO IN MATERIA DI INSERIMENTO DI PERSONALE NELL ORGANICO DELLA PROVINCIA DI PAVIA PROVINCIA DI PAVIA REGOLAMENTO IN MATERIA DI INSERIMENTO DI PERSONALE NELL ORGANICO DELLA PROVINCIA DI PAVIA Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n.233/45230 del 17.06.2010 con contestuale

Dettagli

Regolamento TFA speciale -scheda tecnica

Regolamento TFA speciale -scheda tecnica Regolamento TFA speciale -scheda tecnica Testo definitivo 25 marzo 2013 commenti REGOLAMENTO RECANTE MODIFICHE AL DECRETO DEL MINI- STRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA 10 SETTEMBRE 2010,

Dettagli

ATTIVAZIONE DEI PERCORSI ABILITANTI SPECIALI

ATTIVAZIONE DEI PERCORSI ABILITANTI SPECIALI ATTIVAZIONE DEI PERCORSI ABILITANTI SPECIALI DDG n. 58/2013 pubblicato sulla G.U. del 30 luglio 2013 TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE Dal 30 luglio al 29 agosto 2013 Esclusivamente on line con Polis

Dettagli

OGGETTO: Apertura funzioni organico di diritto della Scuola secondaria di II grado - Acquisizione dati a.s. 2012/13.

OGGETTO: Apertura funzioni organico di diritto della Scuola secondaria di II grado - Acquisizione dati a.s. 2012/13. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Ufficio X - Ambito territoriale per la provincia di Roma IV Unità Operativa Ufficio Organici - Istituti

Dettagli

L esperienza delle Scuole di Specializzazione all Insegnamento Secondario Claudio Bernardi (Sapienza, Università di Roma)

L esperienza delle Scuole di Specializzazione all Insegnamento Secondario Claudio Bernardi (Sapienza, Università di Roma) L esperienza delle Scuole di Specializzazione all Insegnamento Secondario Claudio Bernardi (Sapienza, Università di Roma) la SSIS è stata attiva dal 1999 al 2009 ripensiamo in maniera serena a questi 10

Dettagli

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE)

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) Normativa VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) a cura di Libero Tassella da Scuola&Scuola, 8/9/2003 Riferimenti normativi: artt. 7,8 legge 29.12.1988, N. 554; artt. 7,8 Dpcm 17.3.1989,

Dettagli

Legge 20 maggio 1982, n. 270 (in SO alla GU 22 maggio 1982, n. 139)

Legge 20 maggio 1982, n. 270 (in SO alla GU 22 maggio 1982, n. 139) Legge 20 maggio 1982, n. 270 (in SO alla GU 22 maggio 1982, n. 139) Revisione della disciplina del reclutamento del personale docente della scuola materna, elementare, secondaria ed artistica, ristrutturazione

Dettagli

Circolare della Funzione Pubblica n. 5 del 21 novembre 2013 sul DL 101/2013

Circolare della Funzione Pubblica n. 5 del 21 novembre 2013 sul DL 101/2013 Circolare della Funzione Pubblica n. 5 del 21 novembre 2013 sul DL 101/2013 La circolare del dipartimento funzione pubblica esplicativa dell articolo 4 del Decreto Legge n. 101 del 31 agosto 2013, convertito

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana Direzione Generale

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana Direzione Generale MIUR.AOODRTO.REGISTRO UFFICIALE(U).0007919.22-08-2013 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca AOODRTO Firenze, 22/08/2013 Ufficio VI Ai Dirigenti degli Uffici territoriali dell USR per

Dettagli

1) Ricorso al TAR del Lazio D.M. MIUR n 353/2014 ( graduatorie per il sostegno)

1) Ricorso al TAR del Lazio D.M. MIUR n 353/2014 ( graduatorie per il sostegno) 16/09/2014 IMPORTANTE 1) Ricorso al TAR del Lazio D.M. MIUR n 353/2014 ( graduatorie per il sostegno) in data 15/9/2014, lo Studio Legale Avv. Maurizio Cassaro ha notificato per il SAESE e per i suoi Tesserati,

Dettagli

REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI SULLE MODALITÀ DI ACCESSO DALL ESTERNO AI POSTI DI PERSONALE TECNICO E AMMINISTRATIVO 22 2007, 1027) INDICE

REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI SULLE MODALITÀ DI ACCESSO DALL ESTERNO AI POSTI DI PERSONALE TECNICO E AMMINISTRATIVO 22 2007, 1027) INDICE REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI SULLE MODALITÀ DI ACCESSO DALL ESTERNO AI POSTI DI PERSONALE TECNICO E AMMINISTRATIVO (modificato con decreto rettorale 22 ottobre 2007, n. 1027) INDICE Articolo 1 (Criteri

Dettagli

Prot.n.3944 Ragusa, 03/08/2015 IL DIRIGENTE

Prot.n.3944 Ragusa, 03/08/2015 IL DIRIGENTE Unità Operativa n. 4 Area IV Ufficio I Ufficio Scuola Primaria e Infanzia Prot.n.3944 Ragusa, 03/08/2015 IL DIRIGENTE VISTO il dlg.vo 297/1994 e succ.modifiche ed integrazioni; VISTA la legge 124/99 VISTO

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

ACCORDO DI COOPERAZIONE TRA L'UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA

ACCORDO DI COOPERAZIONE TRA L'UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA ACCORDO DI COOPERAZIONE TRA L'UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA E L'UNIVERSITÀ JEAN MOULIN LYON3 PER LA CREAZIONE DEL PROGRAMMA DOPPIO DIPLOMA TRA la Facoltà di Economia e la Scuola di Business and Management

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

Università degli Studi di Trieste Dipartimento di Scienze della Vita

Università degli Studi di Trieste Dipartimento di Scienze della Vita Università degli Studi di Trieste Dipartimento di Scienze della Vita Regolamento didattico del Corso di laurea in Scienze e tecniche psicologiche (L-24 Classe delle Lauree in Scienze e tecniche psicologiche)

Dettagli

COMUNE DI PARMA DISCIPLINA DEI CRITERI REGOLAMENTARI E PROCEDURALI PER LA MOBILITA ESTERNA DEL PERSONALE

COMUNE DI PARMA DISCIPLINA DEI CRITERI REGOLAMENTARI E PROCEDURALI PER LA MOBILITA ESTERNA DEL PERSONALE Appendice al Regolamento stralcio per l accesso all impiego ed agli incarichi di lavoro COMUNE DI PARMA DISCIPLINA DEI CRITERI REGOLAMENTARI E PROCEDURALI PER LA MOBILITA ESTERNA DEL PERSONALE Approvata

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI ROMA

ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI ROMA ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI ROMA Via Ripetta n.222-0018 ROMA Tel. 0/3227025 0/322703 Fax. 0/3218007 Roma 17/01/2015 Prot. n. 1024 /D2 D.D. 244 Bando di selezione per l'individuazione del personale docente

Dettagli

REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI SUI PROCEDIMENTI DI SELEZIONE DI PERSONALE

REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI SUI PROCEDIMENTI DI SELEZIONE DI PERSONALE REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI SUI PROCEDIMENTI DI SELEZIONE DI PERSONALE Art.1 - Oggetto del regolamento 1. Il presente regolamento disciplina le modalità di selezione di personale, dell'uno e dell'altro

Dettagli

MIURAOODRVE/UFF.III/10804/C7A VENEZIA, 4 settembre 2014. e, p.c. AI RAPPRESENTANTI REGIONALI delle OO. SS. LORO SEDI

MIURAOODRVE/UFF.III/10804/C7A VENEZIA, 4 settembre 2014. e, p.c. AI RAPPRESENTANTI REGIONALI delle OO. SS. LORO SEDI MIURAOODRVE/UFF.III/10804/C7A VENEZIA, 4 settembre 2014 AI DIRIGENTI degli UFFICI SCOLASTICI TERRITORIALI DEL VENETO LORO SEDI AI DIRIGENTI delle ISTITUZIONI SCOLASTICHE di ogni ordine e grado LORO SEDI

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA. Corso di laurea magistrale in Architettura. Classe di laurea magistrale LM 4

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA. Corso di laurea magistrale in Architettura. Classe di laurea magistrale LM 4 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA Corso di laurea magistrale in Architettura Classe di laurea magistrale LM 4 DM 270/2004, art. 12 R.D.A. art. 5 RIDD Approvato dal

Dettagli

Sindacato Provinciale Via Giotto Ciardi 8-57121 LIVORNO email: livorno@flcgil.it tel. 0586-228432 fax 0586-228431

Sindacato Provinciale Via Giotto Ciardi 8-57121 LIVORNO email: livorno@flcgil.it tel. 0586-228432 fax 0586-228431 Sindacato Provinciale Via Giotto Ciardi 8-57121 LIVORNO email: livorno@flcgil.it tel. 0586-228432 fax 0586-228431 LIVORNO Notis News n 1 10 gennaio 2015 pag. 8 SOMMARIO 1. PIU' RISORSE, MENO CHIACCHIERE.

Dettagli

BANDO UNICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI DOCENZA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 IL DIRETTORE

BANDO UNICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI DOCENZA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 IL DIRETTORE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI FIRENZE DIPARTIMENTO DI SCIENZE BIOMEDICHE, SPERIMENTALI E CLINICHE "MARIO SERIO" BANDO UNICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI DOCENZA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 Decreto n. "*

Dettagli