REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE DI INSEGNANTE ED ISTRUTTORE DI SCUOLA GUIDA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE DI INSEGNANTE ED ISTRUTTORE DI SCUOLA GUIDA"

Transcript

1 AREA ATTIVITA PRODUTTIVE E SVILUPPO DEL TERRITORIO FUNZIONE MOTORIZZAZIONE CIVILE REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE DI INSEGNANTE ED ISTRUTT DI SCUOLA GUIDA Approvato con Deliberazione di Consiglio Provinciale n. 67 dd

2 Indice ART. 1 FONTI NORMATIVE pag. 3 ART. REQUISITI PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE DI INSEGNANTE pag. 3 ART. 3 CORSI DI FORMAZIONE INIZIALE PER INSEGNANTE pag. 3 ART. ESAMI DI IDONEITÀ PER L ABILITAZIONE DI INSEGNANTE pag. ART. 5 CORSI DI FORMAZIONE PERIODICA PER INSEGNANTE pag. 5 ART. 6 REQUISITI PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE DI ISTRUTT pag. 5 ART. 7 CORSI DI FORMAZIONE INIZIALE PER ISTRUTT pag. 5 ART. 8 ESAMI DI IDONEITÀ PER L ABILITAZIONE DI ISTRUTT pag. 6 ART. 9 CORSI DI FORMAZIONE PERIODICA DI ISTRUTT pag. 7 ART. 10 ESTENSIONE DELL ABILITAZIONE pag. 7 ART. 11 SOGGETTI CHE SVOLGONO I CORSI DI FORMAZIONE E DI AGGIORNAMENTO pag. 7 ART. 1 DOCENTI DEI CORSI DI FORMAZIONE E DI AGGIORNAMENTO pag. 8 ART. 13 ISTITUZIONE DEL DIRITTO PER L AMMISSIONE AGLI ESAMI pag. 8 ART. 1 RICORSI pag. 8 ART. 15 NORME FINALI pag. 8 ART. 16 ENTRATA IN VIG pag. 8 ALLEGATO 1 pag. 9 ALLEGATO pag. 10 ALLEGATO 3 pag. 11 ALLEGATO pag. 1

3 Art. 1 Fonti normative 1. Ai sensi e per gli effetti ed in conformità del Decreto Legislativo 1 aprile 00 n. 111, Norme di attuazione dello statuto speciale della regione Friuli-Venezia Giulia concernenti il trasferimento di funzioni in materia di viabilità e trasporti, della Legge regionale 0 agosto 007 n. 3 attuazione del decreto legislativo 111/00 in materia di trasporto pubblico regionale e locale, trasporto merci, motorizzazione, circolazione su strada e viabilità, la competenza in materia di tenuta dell articolazione provinciale dell Albo nazionale delle persone fisiche e giuridiche che esercitano l autotrasporto di cose per conto terzi ivi compresa l istituzione e la nomina della Commissione consultiva (di seguito denominata in breve Commissione) è attribuita alla Provincia.. La materia è regolata dalle seguenti norme: - decreto legislativo 30 aprile 199, n. 85 (Nuovo Codice della Strada) e relativo regolamento di esecuzione (D.P.R. 16 dicembre 199, n. 95) e successive modifiche; - legge 31 gennaio 007, n. 7, convertito con modifiche con la legge aprile 007, n. 0; - decreto del Ministero dei Trasporti e della navigazione 17 maggio 1995, n. 317; - nota prot.as71 del 6 agosto 010 con oggetto Nuovo codice della Strada Regolamentazione dell attività delle autoscuole dell Autorità Garante della concorrenza e del mercato; Art. Requisiti per il conseguimento dell abilitazione di insegnante 1. Consegue l abilitazione di insegnante chi sia: a) di età non inferiore a ventuno anni; b) titolare della patente di guida della categoria A o A3 e B e analoghe patenti speciali; c) in possesso del diploma di istruzione di secondo grado conseguito a seguito di un corso di studi di almeno cinque anni; d) in possesso dei medesimi requisiti di idoneità morale richiesti dall art. 13, comma 6, del decreto legislativo 30 aprile 199, n. 85 ai titolari di autoscuola; e) residente nella Provincia di Trieste. Art. 3 Corso di formazione iniziale per insegnante 1. All esame per il conseguimento dell abilitazione di insegnante è ammesso chi ha frequentato il corso di formazione iniziale sulla base dei programmi di cui all allegato 1.. Il corso ha durata di settantacinque ore, di cui cinque di pratica. Ogni corso è frequentato al massimo da trenta allievi. 3. I corsi di formazione degli insegnanti e degli istruttori delle autoscuole, sono organizzati: a) dalle autoscuole che svolgono l attività di formazione dei conducenti per il conseguimento di qualsiasi categoria di patente ovvero dai centri di istruzione automobilistica riconosciuti per la formazione integrale; b) da soggetti accreditati dalla Regione Friuli Venezia Giulia, sulla base della disciplina quadro di settore definita con l intesa stipulata in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano il 0 marzo 008 (G.U. n.18 del 3 gennaio 009).. Le lezioni giornaliere di teoria hanno durata non inferiore a tre ore e non superiore a sei ore. Le lezioni teoriche si svolgono nei giorni feriali, dal lunedì al sabato dalle ore 8.00 alle ore.00. I partecipanti sono iscritti nel registro di iscrizione e firmano il registro di frequenza: le 3

4 eventuali assenze dei partecipanti devono essere annotate sul registro entro 15 minuti dall inizio della lezione. 5. Le esercitazioni giornaliere di guida hanno durata non inferiore a un ora e non superiore a tre ore. Le esercitazioni di guida sono individuali e si svolgono nei giorni feriali, dal lunedì al sabato dalle ore 8.00 alle ore.00. I partecipanti firmano il registro di frequenza nel luogo stabilito per l inizio e la fine dell esercitazione. 6. Alle lezioni di teoria sono consentite, al massimo, dieci ore di assenza. L allievo assente per un numero di ore superiore a dieci ripete l intero corso per essere ammesso all esame. 7. Al termine del corso l autoscuola, il centro di istruzione automobilistica o i soggetti accreditati dalla Regione Friuli Venezia Giulia, rilasciano all allievo un attestato di frequenza che gli consente di presentare domanda per sostenere l esame di abilitazione entro due anni dalla data del rilascio. Art. Esami di idoneità per l abilitazione di insegnante 1. La Provincia indice almeno una sessione d esame ogni anno o comunque quando saranno giunte più di dieci richieste.. La commissione d esame è composta da cinque membri esperti nelle materie d esame, designati: a) il Dirigente preposto alla Motorizzazione civile, o un suo delegato con funzioni di presidente; b) un dipendente della Motorizzazione civile con qualifica funzionale non inferire alla categoria D e abilitato allo svolgimento degli esami; c) un esperto in motorizzazione designato dalla Regione Friuli Venezia Giulia; d) due rappresentanti delle associazioni di categoria delle autoscuole. 3. Al Presidente, ai componenti e al segretario della Commissione Provinciale spetta un gettone di presenza, per giornata di seduta, di importo pari a euro 30,00 nel rispetto della normativa vigente. Ai dipendenti pubblici il gettone di presenza è dovuto solo se la partecipazione alla seduta avviene al di fuori dell orario di servizio. L importo del gettone di presenza viene aggiornato a cadenza biennale sulla base dell indice ISTAT/FOI con provvedimento del dirigente preposto alla Motorizzazione Civile.. L esame per insegnante, che verte sulle materie di cui all allegato 1, si svolge in quattro fasi: a) i candidati compilano due schede d esame per il conseguimento della patente di guida delle categorie A e B nel tempo massimo di quaranta minuti. Sono ammessi alla seconda fase i candidati che hanno commesso, complessivamente, non più di tre errori. Viene assegnato un punteggio di 10 decimi nel caso di nessun errore, 9 decimi con un errore, 8 decimi con due errori e 7 decimi con tre errori. b) i candidati trattano, per iscritto, un esercitazione su un caso pratico con previsione di quattro problematiche a risposta aperta sugli argomenti del programma d esame. Ad ogni risposta è assegnato un punteggio tra zero e dieci. Sono ammessi alla terza fase i candidati che hanno ottenuto un punteggio non inferiore a 0/0 conseguendo la sufficienza (punteggio 6) in almeno tre problematiche su ; c) i candidati simulano una lezione di teoria su un argomento scelto dalla commissione. Sono ammessi alla quarta fase i candidati che hanno ottenuto un punteggio non inferiore a 6/10; d) i candidati sostengono una prova orale sugli argomenti del programma d esame. Superano la prova i candidati che hanno ottenuto un punteggio non inferiore a 6/ Superano la prova i candidati che hanno ottenuto un punteggio complessivo risultante dalla somma dei punteggi delle quattro prove di almeno 5/70 (quarantacinque) punti. 6. Al candidato idoneo la Provincia rilascia il libretto professionale recante l intestazione, i dati anagrafici del titolare, il nulla osta della Provincia ad operare presso una determinata

5 autoscuola o un centro di istruzione automobilistica, i corsi di formazione periodica o di aggiornamento svolti. Art. 5 Corsi di formazione periodica per insegnante 1. Gli insegnanti abilitati, che svolgono attività, devono seguire, entro il 31 dicembre di ogni anno, un corso di formazione periodica della durata di dieci ore.. Ogni corso è frequentato da non meno di dieci allievi. 3. Il corso di formazione periodica può avere ad oggetto uno o più tra i seguenti argomenti: a) il mantenimento e il miglioramento delle competenze generali degli insegnanti; b) i cambiamenti normativi legati alla sicurezza; c) le nuove ricerche riguardanti l area della sicurezza stradale, in particolare il comportamento dei giovani conducenti, compresa l evoluzione delle tendenze delle cause di incidente; d) i nuovi sviluppi dei metodi di insegnamento/apprendimento.. Il corso può essere svolto in una o più giornate e ogni lezione ha una durata minima di tre ore. 5. L aggiornamento può avvenire anche mediante partecipazione convegni, workshop riconosciuti dalla Provincia inerenti i punti a), b), c), d) del punto 3. Ogni corso di formazione deve avere una durata minima di tre ore. 6. I partecipanti sono iscritti nel registro di iscrizione e firmano il registro di frequenza. 7. Al termine del corso, l autoscuola o il centro di istruzione automobilistica trasmettono alla Provincia l elenco di coloro che hanno frequentato tutte le lezioni. Sulla base di questa comunicazione, la Provincia aggiorna il relativo libretto professionale. 8. L insegnante che per due anni consecutivi non frequenta alcun corso di formazione periodica, qualora intenda svolgere l attività, deve seguire il corso di cui all art. e successivo esame. 9. L autoscuola deve produrre alla Provincia, entro il 31 gennaio di ogni anno, le fotocopie dei libretti professionali degli insegnanti in organico per la verifica della frequenza del corso di formazione periodica. L autoscuola che non ottemperi a detto obbligo è sanzionata ai sensi dell art. 13, comma 8, lettera a), del decreto legislativo 30 aprile 199, n. 85. Art. 6 Requisiti per il conseguimento dell abilitazione di istruttore 1. Consegue l abilitazione di istruttore chi sia: a) di età non inferiore a ventuno anni; b) titolare della patente di guida comprendente almeno le categorie A o A3, B, CE e DE; c) in possesso del diploma di istruzione di secondo grado conseguito a seguito di un corso di studi di 5 anni; d) in possesso dei medesimi requisiti di idoneità morale richiesti dall art. 13, comma 6, del decreto legislativo 30 aprile 199, n. 85 ai titolari di autoscuola; e) residente nella Provincia di Trieste. Art. 7 Corsi di formazione iniziale per istruttore 1. All esame per il conseguimento dell abilitazione di istruttore è ammesso chi ha frequentato il corso di formazione iniziale sulla base dei programmi di cui all allegato.. Il corso ha durata di ottanta ore, di cui trenta di pratica. Ogni corso è frequentato al massimo da trenta allievi. 5

6 3. Le lezioni giornaliere di teoria hanno durata non inferiore a tre ore e non superiore a sei ore. Le lezioni teoriche si svolgono nei giorni feriali, dal lunedì al sabato dalle ore 8.00 alle ore.00. I partecipanti sono iscritti nel registro di iscrizione e firmano il registro di frequenza presso l autoscuola o il centro di istruzione automobilistica.. Le esercitazioni giornaliere di guida hanno durata non inferiore a un ora e non superiore a tre ore. Le esercitazioni di guida sono individuali e si svolgono nei giorni feriali, dal lunedì al sabato dalle ore 8.00 alle ore.00. I partecipanti firmano il registro di frequenza nel luogo stabilito per l inizio e la fine dell esercitazione. Le eventuali assenze dei partecipanti devono essere annotate sul registro entro 15 minuto dall inizio della lezione. 5. Alle lezioni di teoria sono consentite, al massimo, dieci ore di assenza.. L allievo assente per un numero di ore superiore a dieci ripete l intero corso per essere ammesso all esame. 6. Al termine del corso, l autoscuola o il centro di istruzione automobilistica rilasciano all allievo un attestato di frequenza che gli consente di presentare domanda per sostenere l esame di abilitazione entro due anni dalla data del rilascio. Art. 8 Esami di idoneità per l abilitazione di istruttore 1. La Provincia indice almeno una sessione d esame ogni anno o comunque quando saranno giunte più di dieci richieste.. La commissione d esame è composta da cinque membri esperti nelle materie d esame, designati: a) il Dirigente preposto alla Motorizzazione civile, o un suo delegato con funzioni di presidente; b) un dipendente della Motorizzazione civile con qualifica funzionale non inferire alla categoria D e abilitato a svolgere gli esami; c) un esperto in motorizzazione designato dalla Regione Friuli Venezia Giulia d) due rappresentanti delle associazioni di categoria delle autoscuole. 3. Al Presidente, ai componenti e al segretario della Commissione Provinciale spetta un gettone di presenza, per giornata di seduta, di importo pari a euro 50. Ai dipendenti della Provincia il gettone di presenza è dovuto solo se la partecipazione alla seduta avviene al di fuori dell orario di servizio. L importo del gettone di presenza viene aggiornato a cadenza biennale sulla base dell indice ISTAT/FOI con provvedimento del dirigente preposto alla Motorizzazione Civile.. L esame per istruttore, che verte sulle materie di cui all allegato, si svolge in tre fasi: a) i candidati compilano due schede d esame per il conseguimento della patente di guida delle categorie A e B nel tempo massimo di quaranta minuti. Sono ammessi alla seconda fase i candidati che hanno commesso, complessivamente, non più di tre errori. Viene assegnato un punteggio di 10 decimi nel caso di nessun errore, 9 decimi con un errore, 8 decimi con due errori e 7 decimi con tre errori. b) i candidati sostengono una prova orale sugli argomenti del programma d esame. Sono ammessi alla terza fase i candidati che hanno ottenuto un punteggio non inferiore a 6/10; c) ogni candidato dimostra abilità di guida e capacità di istruzione con le seguenti modalità : c1) guida di veicoli delle categorie A e D con un punteggio medio non inferiore a 6/10; c) simulazione di una lezione di pratica su veicolo della categoria B, con alla guida un membro della Commissione che funge da allievo con un punteggio non inferiore a 6/ Superano la prova i candidati che hanno ottenuto un punteggio non inferiore a 7/0. 6. Al candidato idoneo la Provincia rilascia il libretto professionale recante l intestazione, i dati anagrafici del titolare, il nulla osta della Provincia ad operare presso una determinata autoscuola o un centro di istruzione automobilistica, i corsi di formazione periodica o di aggiornamento svolti. 6

7 Art. 9 Corsi di formazione periodica di istruttore 1. Gli istruttori abilitati, che svolgono attività, devono seguire entro il 31 dicembre di ogni anno un corso di formazione periodica della durata di otto ore.. Ogni corso è frequentato da non meno di dieci allievi. 3. Il corso di formazione periodica può avere ad oggetto uno o più tra i seguenti argomenti: a) il mantenimento e il miglioramento delle competenze generali degli istruttori; b) i cambiamenti normativi in particolare legati alla sicurezza; c) le nuove ricerche riguardanti l area della sicurezza stradale, in particolare il comportamento dei giovani conducenti, compresa l evoluzione delle tendenze delle cause di incidente; d) i nuovi sviluppi dei metodi di insegnamento/apprendimento.. Il corso può essere svolto in una o più giornate. Ogni lezione ha durata non inferiore a tre ore. L istruttore può seguire il corso di formazione periodica anche presso l autoscuola in cui presta servizio. 5. L aggiornamento può avvenire anche mediante partecipazione a convegni, workshop, corsi di guida riconosciuti dalla provincia inerenti i punti a), b), c), d) del punto 3. Ogni corso di formazione deve avere una durata minima di tre ore. 6. I partecipanti sono iscritti nel registro di iscrizione e firmano il registro di frequenza. 7. Al termine del corso, l autoscuola o il centro di istruzione automobilistica trasmettono alla Provincia l elenco di coloro che hanno frequentato tutte le lezioni. Sulla base di questa comunicazione, la Provincia aggiorna il relativo libretto professionale. 8. L istruttore che per due anni consecutivi non frequenta alcun corso di formazione periodica, qualora intenda svolgere l attività, deve seguire il corso di cui all art. 6 e successivo esame. 9. L autoscuola deve produrre alla Provincia competente, entro il 31 gennaio di ogni anno, le fotocopie dei libretti professionali degli istruttori in organico per la verifica della frequenza del corso di formazione periodica. L autoscuola che non ottemperi a detto obbligo è sanzionata ai sensi dell art. 13, comma 8, lettera a), del decreto legislativo 30 aprile 199, n. 85. Art. 10 Estensione dell abilitazione 1. Gli istruttori che intendono conseguire anche l abilitazione di insegnante frequentano il corso di formazione iniziale da trenta ore sulla base del programma di cui all allegato 3 e sostengono l esame di idoneità di cui all art. 3, comma, lettere b), c), d), del presente decreto.. Gli insegnanti che intendono conseguire anche l abilitazione di istruttore svolgono il corso di formazione iniziale da trenta ore sulla base del programma di cui all allegato e sostengono l esame di idoneità di cui all art. 7, comma, lettera c), del presente decreto. Art. 11 Soggetti che svolgono i corsi di formazione e di aggiornamento 1. I corsi di formazione e di aggiornamento di cui al presente decreto sono svolti dalle autoscuole abilitate a svolgere corsi per tutte le categorie di patente di guida, ovvero dai centri di istruzione automobilistica formati dai consorzi di autoscuole.. I corsi di aggiornamento potranno essere svolti anche da Enti ritenuti idonei dalla Provincia di Trieste con criteri da essa stabiliti. 3. L avvio dei corsi, il calendario delle lezioni, l elenco degli allievi ed il nominativo dei docenti sono comunicati alla Provincia entro tre giorni lavorativi antecedenti la data di inizio dei corsi stessi. Non è consentito iscrivere allievi ad un corso già iniziato. 7

8 . L eventuale modifica del calendario delle lezioni o dei docenti è comunicata alla Provincia, entro tre giorni lavorativi antecedenti alla data in cui si svolgeranno le lezioni oggetto di modifica. Art. 1 Docenti dei corsi di formazione e di aggiornamento 1. I corsi di formazione iniziale e di aggiornamento sono svolti dalle seguenti figure professionali: a) esperto di diritto, in possesso di diploma di laurea specialistica in discipline giuridiche (giurisprudenza, economia e commercio, scienze politiche ecc.) e della capacità professionale per il trasporto merci e viaggiatori nazionale e internazionale; b) insegnante di autoscuola in possesso della capacità professionale per il trasporto merci e viaggiatori nazionale e internazionale, che negli ultimi 5 anni abbia svolto l attività continuativamente per 3 anni; c) istruttore di guida che abbia svolto l attività negli ultimi 5 anni con almeno 3 anni continuativamente; d) medico; e) infermiere professionale; f) psicologo in possesso di diploma di laurea specialistica esperto in pedagogia, circolazione del traffico o tecnica della comunicazione; g) ingegnere o architetto; h) consulente merci pericolose (abilitazione almeno trasporto stradale, classi tutte ad escl 1, e 7) Art. 13 Istituzione del diritto per l ammissione agli esami 1. E istituito il diritto per l ammissione all esame iniziale per il conseguimento dell abilitazione di insegnante o di istruttore.. Il diritto è fissato in 50,00 per singola abilitazione, mentre è fissato in 80,00 in caso di doppia abilitazione.. In ogni caso il Dirigente competente provvede con cadenza biennale all applicazione dell aggiornamento del diritto sulla base dell indice ISTAT/FOI. Art. 1 Ricorsi 1. Avverso i provvedimenti di non ammissione agli esami ovvero di definizione degli esiti degli stessi è ammesso ricorso presso il competente Tribunale Amministrativo Regionale ovvero ricorso straordinario al Presidente della Repubblica. Art. 15 Norme finali 1. Il presente regolamento sarà modificato al fine di adeguarlo ai principi dettati dalle disposizioni nazionali in materia. Art. 16 Entrata in vigore 1. Il presente regolamento entra in vigore dalla data di esecutività della deliberazione di approvazione da parte del Consiglio provinciale. 8

9 ALLEGATO 1 PROGRAMMA DEL CORSO DI FORMAZIONE INIZIALE PER INSEGNANTI A) Parte teorica ( 70 ore ) Elementi di diritto pubblico, amministrativo e comunitario (Stato, costituzione, fonti del diritto, organi legislativi, Governo, Provincia di Trieste, leggi regionali del Friuli Venezia Giulia, organi comunitari, fonti del diritto comunitario) - docente: esperto di diritto Elementi di diritto penale (reato, dolo, colpa, reati contro la Pubblica Amministrazione) docente: esperto di diritto Procedure legali in caso di incidente e assicurazione; illecito amministrativo docente: esperto di diritto Definizioni, costruzione e manutenzione delle strade, organizzazione della circolazione stradale e segnaletica stradale docente: ingegnere, architetto o insegnante Definizione dei veicoli, elementi strutturali dei veicoli e loro funzionamento docenti: ingegnere o insegnante Disposizioni amministrative in materia di circolazione dei veicoli (destinazione ed uso dei veicoli, documenti di circolazione e di immatricolazione) docenti: esperto di diritto o insegnante Autotrasporto di persone e di cose docenti: esperto di diritto o insegnante Trasporto delle merci pericolose docenti consulente merci pericolose o insegnante Conducenti e titoli abilitativi alla guida docenti - esperto di diritto o insegnante Norme di comportamento sulle strade docente: insegnante Illeciti amministrativi previsti dal codice della strada e relative sanzioni docenti: esperto di diritto o insegnante Elementi di pedagogia e di tecnica delle comunicazioni docenti: psicologo o pedagogo Stato psicofisico dei conducenti, tempo di reazione, alcool, ecc docente: medico insegnante Elementi di primo soccorso docente: medico o infermiere professionale Elementi di fisica docente: laureato esperto della materia Autoscuole: normativa, ruolo, inquadramento insegnante docente: insegnante B) Parte pratica 5 ore di guida su autovettura 9

10 ALLEGATO PROGRAMMA DEL CORSO DI FORMAZIONE INIZIALE PER ISTRUTTORI A) Parte teorica (50 ore) Definizione dei veicoli, elementi strutturali dei veicoli e loro funzionamento docenti: 8 laureato esperto della materia o insegnante Elementi di fisica docente: laureato esperto della materia 6 Peculiarità della guida dei diversi tipi di veicoli Utilizzo dei diversi dispositivi docenti: 10 istruttore Norme di comportamento sulle strade - docente: insegnante 10 Elementi di pedagogia e di tecnica delle comunicazioni docente: psicologo o pedagogo 6 Stato psicofisico dei conducenti, tempo di reazione, alcool ecc. docente: medico 5 Elementi di primo soccorso docente: medico o infermiere professionale 5 B) Parte pratica (30 ore) Almeno 6 ore di guida su un motociclo Almeno 6 ore di guida su un autovettura Almeno ore di guida su un autocarro Almeno ore di guida su un autotreno Almeno ore di guida su un autobus Almeno 1 ore di lezione simulata 10

11 ALLEGATO 3 PROGRAMMA DEL CORSO DI INTEGRAZIONE PER INSEGNANTI (30 ) Per coloro che sono già in possesso del titolo di istruttore di guida Elementi di diritto pubblico, amministrativo e comunitario (Stato, costituzione, fonti del diritto, organi legislativi, Governo, Provincia di Trieste, leggi regionali del Friuli Venezia Giulia, organi comunitari, fonti del diritto comunitario) docente: esperto di diritto Elementi di diritto penale (reato, dolo, colpa, reati contro la Pubblica Amministrazione) docente: esperto di diritto Procedure legali in caso di incidente e assicurazione; illecito amministrativo docente: esperto di diritto Definizioni, costruzione e manutenzione delle strade, organizzazione della circolazione stradale e segnaletica stradale, norme di comportamento docenti: ingegnere, architetto o insegnante Disposizioni amministrative in materia di circolazione dei veicoli (destinazione ed uso dei veicoli, documenti di circolazione e di immatricolazione) docenti: esperto di diritto o insegnante Autotrasporto di persone e di cose docenti: esperto di diritto o insegnante 3 Trasporto delle merci pericolose - docenti: consulente merci pericolose o insegnante Conducenti e titoli abilitativi alla guida docenti: esperto di diritto o insegnante Illeciti amministrativi previsti dal codice della strada e relative sanzioni docenti: 3 esperto di diritto o insegnante Autoscuole: normativa, ruolo, inquadramento insegnante docente: insegnante 11

12 ALLEGATO PROGRAMMA DEL CORSO DI INTEGRAZIONE ISTRUTTORI (30 ) Per coloro che sono già in possesso del titolo di insegnante di teoria A) Parte teorica (5 ore) Peculiarità della guida dei diversi tipi di veicoli. Utilizzo dei diversi dispositivi docente: istruttore 5 B) Parte pratica (5 ore) Almeno 5 ore di guida su un motociclo Almeno 5 ore di guida su un autovettura Almeno ore di guida su un autocarro Almeno ore di guida su un autotreno Almeno ore di guida su un autobus Almeno 9 ore di lezione simulata 1

Art. 2 Requisiti per il conseguimento dell abilitazione d insegnante

Art. 2 Requisiti per il conseguimento dell abilitazione d insegnante AREA AMBIENTE E MOBILITA U.O. TRASPORTI E MOTORIZZAZIONE REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE D INSEGNANTE ED ISTRUTTORE DI SCUOLA GUIDA Approvato con Deliberazione di Consiglio Provinciale

Dettagli

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DECRETO 26 gennaio 2011, n. 17 Regolamento recante la disciplina dei corsi di formazione e procedure per l'abilitazione di insegnanti ed istruttori di autoscuola.

Dettagli

Dipartimento VI Governo del Territorio e della Mobilità Servizio 4 Mobilità Privata e Autotrasporto Merci

Dipartimento VI Governo del Territorio e della Mobilità Servizio 4 Mobilità Privata e Autotrasporto Merci Dipartimento VI Governo del Territorio e della Mobilità Servizio 4 Mobilità Privata e Autotrasporto Merci BANDO PUBBLICO BANDO D ESAME PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE ALLA PROFESSIONE DI INSEGNANTE

Dettagli

NUOVO REGOLAMENTO PER L ESPLETAMENTO DEGLI ESAMI PER IL RICONOSCIMENTO DELL IDONEITA DEGLI INSEGNANTI E DEGLI ISTRUTTORI DI AUTOSCUOLA.

NUOVO REGOLAMENTO PER L ESPLETAMENTO DEGLI ESAMI PER IL RICONOSCIMENTO DELL IDONEITA DEGLI INSEGNANTI E DEGLI ISTRUTTORI DI AUTOSCUOLA. NUOVO REGOLAMENTO PER L ESPLETAMENTO DEGLI ESAMI PER IL RICONOSCIMENTO DELL IDONEITA DEGLI INSEGNANTI E DEGLI ISTRUTTORI DI AUTOSCUOLA. Art. 1 FONTI NORMATIVE Per l espletamento degli esami per il conseguimento

Dettagli

FORMAZIONE OBBLIGATORIA PER INSEGNANTI E ISTRUTTORI DI AUTOSCUOLE

FORMAZIONE OBBLIGATORIA PER INSEGNANTI E ISTRUTTORI DI AUTOSCUOLE FORMAZIONE OBBLIGATORIA PER INSEGNANTI E ISTRUTTORI DI AUTOSCUOLE Con il decreto n. 1795 del 17 maggio 2011, la Regione Toscana ha recepito e specificato i contenuti del D.M. n. 17/2011 in materia di formazione

Dettagli

PROVINCIA DI SAVONA Regolamento relativo all'abilitazione di insegnante ed istruttore di autoscuola

PROVINCIA DI SAVONA Regolamento relativo all'abilitazione di insegnante ed istruttore di autoscuola PROVINCIA DI SAVONA Regolamento relativo all'abilitazione di insegnante ed istruttore di autoscuola Approvato dal Consiglio Provinciale con deliberazione n. 72 del 29 novembre 2011 (Testo entrato in vigore

Dettagli

Art.1 Generalità e fonti normative 1. ( 2. 3. Art. 2 Requisiti per l abilitazione di insegnante di teoria e di istruttore di guida 1. 2.

Art.1 Generalità e fonti normative 1.  ( 2. 3. Art. 2 Requisiti per l abilitazione di insegnante di teoria e di istruttore di guida 1. 2. Art.1 Generalità e fonti normative 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di svolgimento degli esami per l abilitazione di insegnanti ed istruttori di autoscuola in attuazione dell art. 105,

Dettagli

PROVINCIA DI PISTOIA

PROVINCIA DI PISTOIA PROVINCIA DI PISTOIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE ALLA PROFESSIONE DI INSEGNANTE DI TEORIA E ISTRUTTORE DI GUIDA NELLE AUTOSCUOLE ART.1- AMBITO DI APPLICAZIONE 1-Il presente Regolamento

Dettagli

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DECRETO 22 ottobre 2010 Nuove disposizioni in materia di gestione del punteggio sulla carta di qualificazione del conducente e del certificato di abilitazione

Dettagli

PROVINCIA DI PIACENZA Servizio Trasporti e Mobilità

PROVINCIA DI PIACENZA Servizio Trasporti e Mobilità PROVINCIA DI PIACENZA Servizio Trasporti e Mobilità BANDO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI AMMISSIONE ALL ESAME PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITÀ PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL'ATTIVITA'

Dettagli

dei cittadini di un paese terzo dipendenti di un impresa stabilità in uno Stato membro o impiegati presso la stessa.

dei cittadini di un paese terzo dipendenti di un impresa stabilità in uno Stato membro o impiegati presso la stessa. LA CARTA DI QUALIFICAZIONE DEL CONDUCENTE Campi di applicazione, esenzioni, obblighi, corsi di formazione, decorrenze e tutto quello che c è da sapere sulla CQC *Di Franco Medri Con la pubblicazione della

Dettagli

FAC SIMILE DELLA RICHIESTA DI NULLA OSTA DA PARTE DI AUTOSCUOLE O CENTRI DI ISTRUZIONE AUTOMOBILISTICA

FAC SIMILE DELLA RICHIESTA DI NULLA OSTA DA PARTE DI AUTOSCUOLE O CENTRI DI ISTRUZIONE AUTOMOBILISTICA All. 1 FAC SIMILE DELLA RICHIESTA DI NULLA OSTA DA PARTE DI AUTOSCUOLE O CENTRI DI ISTRUZIONE AUTOMOBILISTICA Marca da bollo Al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti DIREZIONE GENERALE TERRITORIALE

Dettagli

COMUNICAZIONE DI SERVIZIO N. 05 del 08 /05/2012

COMUNICAZIONE DI SERVIZIO N. 05 del 08 /05/2012 AI DIRETTORI DEGLI UMC DIREZIONE GENERALE DEL NORD OVEST LORO SEDI COMUNICAZIONE DI SERVIZIO N. 05 del 08 /05/2012 OGGETTO: SVOLGIMENTO DEI CORSI DI FORMAZIONE PERIODICA PER IL RINNOVO DELLA CARTA DI QUALIFICAZIONE

Dettagli

8 SETTORE SERVIZIO TRASPORTI REGOLAMENTO PROVINCIALE PER L ABILITAZIONE DI INSEGNANTI ED ISTRUTTORI DI AUTOSCUOLA

8 SETTORE SERVIZIO TRASPORTI REGOLAMENTO PROVINCIALE PER L ABILITAZIONE DI INSEGNANTI ED ISTRUTTORI DI AUTOSCUOLA PROVINCIA DI TARANTO 8 SETTORE SERVIZIO TRASPORTI REGOLAMENTO PROVINCIALE PER L ABILITAZIONE DI INSEGNANTI ED ISTRUTTORI DI AUTOSCUOLA Disciplina delle modalità di accesso agli esami di abilitazione, requisiti

Dettagli

S.O. alla G.U. n.80 del 5.4.2007 (fonte Guritel)

S.O. alla G.U. n.80 del 5.4.2007 (fonte Guritel) S.O. alla G.U. n.80 del 5.4.2007 (fonte Guritel) MINISTERO DEI TRASPORTI DECRETO 7 febbraio 2007 Gestione dei punti della carta di qualificazione del conducente. IL CAPO DEL DIPARTIMENTO per i trasporti

Dettagli

Prot. n. 85349 del 22.10.2010. Ai Direttori Generali territoriali Loro sedi. Uffici Motorizzazione civile Loro sedi

Prot. n. 85349 del 22.10.2010. Ai Direttori Generali territoriali Loro sedi. Uffici Motorizzazione civile Loro sedi Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI, LA NAVIGAZIONE ED I SISTEMI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE PER LA MOTORIZZAZIONE DIVISIONE 5 Via G. Caraci, 36-00157

Dettagli

COMUNICATO AUTOSCUOLE

COMUNICATO AUTOSCUOLE Il Segretario Nazionale Autoscuole COMUNICATO AUTOSCUOLE NUOVE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI CORSI DI QUALIFICAZIONE INIZIALE E FORMAZIONE PERIODICA PER IL CONSEGUIMENTO DELLA CQC Cari Colleghi, com'è noto,

Dettagli

PROVINCIA DI VICENZA

PROVINCIA DI VICENZA PROVINCIA DI VICENZA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL ATTESTATO DI ABILITAZIONE PROFESSIONALE ALL ESERCIZIO DELL ATTIVITÀ DI INSEGNANTE DI TEORIA E ISTRUTTORE DI GUIDA DELLE AUTOSCUOLE PER CONDUCENTI

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE AI CORSI DI RECUPERO PUNTI PATENTE (Categorie A, B)

DOMANDA DI ISCRIZIONE AI CORSI DI RECUPERO PUNTI PATENTE (Categorie A, B) DOMANDA DI ISCRIZIONE AI CORSI DI RECUPERO PUNTI PATENTE (Categorie A, B) Modulo da compilare e trasmettere via fax al numero 0342/511075 o via mail a autoscuolaacisondrio@gmail.com Cognome Nome Codice

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE AI CORSI DI RECUPERO PUNTI PATENTE (sottocategoria A1, categorie A, B, B + E e patenti superiori)

DOMANDA DI ISCRIZIONE AI CORSI DI RECUPERO PUNTI PATENTE (sottocategoria A1, categorie A, B, B + E e patenti superiori) - 1 DOMANDA DI ISCRIZIONE AI CORSI DI RECUPERO PUNTI PATENTE (sottocategoria A1, categorie A, B, B + E e patenti superiori) Modulo da compilare e trasmettere via fax al numero 02. 7601.4531 o via e-mail

Dettagli

MODALITA DI SVOLGIMENTO ESAMI INSEGNANTI DI TEORIA ED ISTRUTTORI DI GUIDA

MODALITA DI SVOLGIMENTO ESAMI INSEGNANTI DI TEORIA ED ISTRUTTORI DI GUIDA MODALITA DI SVOLGIMENTO ESAMI INSEGNANTI DI TEORIA ED ISTRUTTORI DI GUIDA Esame Insegnante Di Teoria (Art. 3 D.M. 26/01/2011 n. 17) 1) Prima prova scritta: il candidato compila, nel tempo massimo di quaranta

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE AI CORSI DI RECUPERO PUNTI PATENTE (sottocategoria A1, categorie A, B, B + E e patenti superiori)

DOMANDA DI ISCRIZIONE AI CORSI DI RECUPERO PUNTI PATENTE (sottocategoria A1, categorie A, B, B + E e patenti superiori) - 1 - DOMANDA DI ISCRIZIONE AI CORSI DI RECUPERO PUNTI PATENTE (sottocategoria A1, categorie A, B, B + E e patenti superiori) Da compilare e trasmettere via fax al numero 02.781844 oppure via e-mail a:

Dettagli

D.M. 29-07-2003 Programmi dei corsi per il recupero dei punti della patente di guida.

D.M. 29-07-2003 Programmi dei corsi per il recupero dei punti della patente di guida. D.M. 29-07-2003 Programmi dei corsi per il recupero dei punti della patente di guida. Preambolo IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI Visto l'art. 7 del decreto legislativo 15 gennaio 2002,

Dettagli

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI Aggiornato con le modifiche introdotte dal DM 20.01.2015 MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DECRETO 29 luglio 2003 Programmi dei corsi per il recupero dei punti della patente di guida. (GU

Dettagli

RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE ALL ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI AUTOSCUOLA. Il sottoscritto. nato a..il residente a in via.

RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE ALL ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI AUTOSCUOLA. Il sottoscritto. nato a..il residente a in via. Marca da bollo 14,62. Alla Provincia di Verona Settore trasporti traffico mobilità U.O. trasporto privato Via delle Franceschine 10 37122 Verona RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE ALL ESERCIZIO DELL ATTIVITA

Dettagli

BANDO PER L'ESAME DI ABILITAZIONE DI INSEGNANTE DI TEORIA E DI ISTRUTTORE DI GUIDA PRESSO LE AUTOSCUOLE

BANDO PER L'ESAME DI ABILITAZIONE DI INSEGNANTE DI TEORIA E DI ISTRUTTORE DI GUIDA PRESSO LE AUTOSCUOLE Prot. n. 140399/2014 BANDO PER L'ESAME DI ABILITAZIONE DI INSEGNANTE DI TEORIA E DI ISTRUTTORE DI GUIDA PRESSO LE AUTOSCUOLE IL DIRIGENTE SETTORE TRASPORTI Visto il D.Lgs 30 aprile 1992, n. 285, Codice

Dettagli

REGOLAMENTO PROVINCIALE PER IL CONSEGUIMENTO DELL ATTESTATO DI IDONEITÀ PROFESSIONALE PER IL TRASPORTO NAZIONALE ED INTERNAZIONALE SU STRADA DI MERCI

REGOLAMENTO PROVINCIALE PER IL CONSEGUIMENTO DELL ATTESTATO DI IDONEITÀ PROFESSIONALE PER IL TRASPORTO NAZIONALE ED INTERNAZIONALE SU STRADA DI MERCI REGOLAMENTO PROVINCIALE PER IL CONSEGUIMENTO DELL ATTESTATO DI IDONEITÀ PROFESSIONALE PER IL TRASPORTO NAZIONALE ED INTERNAZIONALE SU STRADA DI MERCI O DI VIAGGIATORI (D. Lgs. n. 395/2000 e successive

Dettagli

Bando di concorso per l ammissione al corso formativo aggiuntivo per l integrazione scolastica degli allievi della scuola secondaria con disabilità

Bando di concorso per l ammissione al corso formativo aggiuntivo per l integrazione scolastica degli allievi della scuola secondaria con disabilità Bando di concorso per l ammissione al corso formativo aggiuntivo per l integrazione scolastica degli allievi della scuola secondaria con disabilità SOS 400 SSIS del Veneto Scuola di Specializzazione per

Dettagli

PROVINCIA DI LECCE Servizio Trasporti e Mobilità

PROVINCIA DI LECCE Servizio Trasporti e Mobilità PROVINCIA DI LECCE Servizio Trasporti e Mobilità REGOLAMENTO PER L ESPLETAMENTO DEGLI ESAMI PER IL RILASCIO DELL ATTESTATO DI IDONEITA PROFESSIONALE PER LA GESTIONE DI UN AGENZIA PER IL DISBRIGO DI PRATICHE

Dettagli

CORSO RECUPERO PUNTI PATENTE

CORSO RECUPERO PUNTI PATENTE FAQ CORSO RECUPERO PUNTI PATENTE A chi sono rivolti? I corsi organizzati dal Comune di Prato sono destinati ai titolari di patenti cat. A1, A, B e B+E, che hanno ricevuto la comunicazione dell'anagrafe

Dettagli

PREMESSE A) IL DIRITTO COMUNITARIO

PREMESSE A) IL DIRITTO COMUNITARIO Le modifiche normative e amministrative intervenute, nonché le numerose richieste di chiarimenti pervenuti dagli uffici della motorizzazione, hanno evidenziato la necessità della redazione di un documento

Dettagli

` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà

` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà ` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà Dipartimento per i trasporti la navigazione ed i sistemi informativi e statistici Direzione Generale Motorizzazione Divisione 5 Prot. n. 13647 del 2.5.2011

Dettagli

Dal 21 aprile 2012 minorenni al volante

Dal 21 aprile 2012 minorenni al volante Dal 21 aprile 2012 minorenni al volante Chi ha compiuto 17 anni potrà esercitarsi alla guida con a fianco un istruttore. I paletti posti dal decreto del ministro delle infrastrutture e dei trasporti Tra

Dettagli

Approvato dal Consiglio provinciale con deliberazione n. 13 del 23 febbraio 2007 Entrato in vigore il 23 marzo 2007

Approvato dal Consiglio provinciale con deliberazione n. 13 del 23 febbraio 2007 Entrato in vigore il 23 marzo 2007 Regolamento per il conseguimento dell attestato di idoneità professionale all esercizio dell attività di autotrasportatore di merci per conto di terzi e di autotrasporto di persone su strada Approvato

Dettagli

4) Ente organizzatore

4) Ente organizzatore REGOLAMENTIO DELL AVVISO PUBBLICO Corso di riqualificazione per Operatore Socio Sanitario (O.S.S.) 1) Riferimenti normativi - Accordo stipulato il 22 febbraio 2001 in sede di conferenza Stato Regioni tra

Dettagli

LINEE GUIDA PER IL CONSEGUIMENTO DEL CERTIFICATO DI IDONEITÀ ALLA GUIDA DEL CICLOMOTORE

LINEE GUIDA PER IL CONSEGUIMENTO DEL CERTIFICATO DI IDONEITÀ ALLA GUIDA DEL CICLOMOTORE LINEE GUIDA PER IL CONSEGUIMENTO DEL CERTIFICATO DI IDONEITÀ ALLA GUIDA DEL CICLOMOTORE NORMATIVA - Decreto legislativo n. 9 del 15 gennaio 2002 art. 6 e 15 l introduzione dell obbligo del certificato

Dettagli

Pag. 1 di 10. Certificato di idoneità alla guida del ciclomotore

Pag. 1 di 10. Certificato di idoneità alla guida del ciclomotore Pag. 1 di 10 Certificato di idoneità alla guida del ciclomotore DCRUO Relazioni Industriali Settembre 2005 Pag. 2 di 10 INDICE Scopo e campo di applicazione pag. 3 Principi generali pag. 3 Riferimenti

Dettagli

Pensando di fare cosa gradita, riportiamo di seguito le disposizioni contenute nel decreto.

Pensando di fare cosa gradita, riportiamo di seguito le disposizioni contenute nel decreto. AUTOTRASPORTO Suggerimento n. 278/62 del 30 maggio 2013 RC/AZA CARTA DI QUALIFICAZIONE DEL CONDUCENTE (CQC): NUOVO DECRETO È stato pubblicato il decreto 17 aprile 2013 che ridefinisce la disciplina sulla

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL ATTESTATO DI IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI TRASPORTO SU STRADA DI MERCI E VIAGGIATORI

REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL ATTESTATO DI IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI TRASPORTO SU STRADA DI MERCI E VIAGGIATORI REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL ATTESTATO DI IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI TRASPORTO SU STRADA DI MERCI E VIAGGIATORI Art. 1. Fonti normative. 1. Ai sensi del Decreto Legislativo

Dettagli

Responsabili tecnici di imprese e consorzi esercenti il servizio di revisione periodica dei veicoli a motore e dei loro rimorchi

Responsabili tecnici di imprese e consorzi esercenti il servizio di revisione periodica dei veicoli a motore e dei loro rimorchi Standard formativo relativo alla formazione dei Responsabili tecnici di imprese e consorzi esercenti il servizio di revisione periodica dei veicoli a motore e dei loro rimorchi e dei Responsabili tecnici

Dettagli

IL MINISTRO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA DECRETO 15 luglio 2014 Modalita' e contenuti della prova di ammissione ai corsi di laurea magistrale delle professioni sanitarie, per l'anno

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ATTIVITA DI AUTOSCUOLA E DI CENTRO DI ISTRUZIONE

REGOLAMENTO PER L ATTIVITA DI AUTOSCUOLA E DI CENTRO DI ISTRUZIONE REGOLAMENTO PER L ATTIVITA DI AUTOSCUOLA E DI CENTRO DI ISTRUZIONE ART. 1 FONTI NORMATIVE 1. Le principali fonti normative che disciplinano le attività di autoscuola e di centro di istruzione sono: a)

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO BANDO COMUNALE DI CONCORSO PUBBLICO PER SOLI TITOLI PER L ASSEGNAZIONE DI N.2 AUTORIZZAZIONI PER L ESERCIZIO DEL SERVIZIO DI NOLEGGIO CON CONDUCENTE MEDIANTE AUTOVETTURA (NCC) IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

Dettagli

SEI SICURO CHE I TUOI CARRELLISTI SIANO IN REGOLA?

SEI SICURO CHE I TUOI CARRELLISTI SIANO IN REGOLA? SEI SICURO CHE I TUOI CARRELLISTI SIANO IN REGOLA? Nel 2013 è entrata in vigore una nuova norma che impone al datore di lavoro di provvedere alla formazione degli operatori carrellisti secondo specifiche

Dettagli

PROVINCIA DI FERRARA SETTORE TECNICO, INFRASTRUTTURE, EDILIZIA, ENERGIA E MOBILITA

PROVINCIA DI FERRARA SETTORE TECNICO, INFRASTRUTTURE, EDILIZIA, ENERGIA E MOBILITA PROVINCIA DI FERRARA SETTORE TECNICO, INFRASTRUTTURE, EDILIZIA, ENERGIA E MOBILITA OGGETTO: Indizione di procedura per l ammissione all esame per il conseguimento dell idoneità professionale per l accesso

Dettagli

ATTIVITÀ DI AUTOSCUOLA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ

ATTIVITÀ DI AUTOSCUOLA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ ATTIVITÀ DI AUTOSCUOLA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ (ai sensi della L. 2/4/07 n. 40 art.19 della L. 7/8/90 n. 241 come modificata da ultimo dalla L. 30/7/10 n. 122) Alla Città Metropolitana

Dettagli

QUESITI - Programma comune (merci e viaggiatori) Serie CHN - Sicurezza stradale - Nazionale

QUESITI - Programma comune (merci e viaggiatori) Serie CHN - Sicurezza stradale - Nazionale QUESITI - Programma comune (merci e viaggiatori) Serie CHN - Sicurezza stradale - Nazionale CHN001 È consentito parcheggiare sul lato sinistro A sulle strade a due corsie F B sulle strade a senso unico

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA IX

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA IX PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA IX Direzione Infrastrutture Territoriali e Datore di Lavoro Ufficio Area Metropolitana, Infrastrutture,Trasporti e Servizi di distribuzione BANDO PER L AMMISSIONE ALL ESAME

Dettagli

Provincia dell Aquila SETTORE SVILUPPO ECONOMICO E PROMOZIONE CULTURALE Servizio Trasporti

Provincia dell Aquila SETTORE SVILUPPO ECONOMICO E PROMOZIONE CULTURALE Servizio Trasporti Provincia dell Aquila SETTORE SVILUPPO ECONOMICO E PROMOZIONE CULTURALE Servizio Trasporti Regolamento degli esami per il conseguimento dell attestato di idoneità professionale all esercizio dell attività

Dettagli

Roma, 16 maggio 2012. prot. n. 13546. Ai Dirigenti Generali Territoriali LORO SEDI. Agli UMC LORO SEDI

Roma, 16 maggio 2012. prot. n. 13546. Ai Dirigenti Generali Territoriali LORO SEDI. Agli UMC LORO SEDI Ministero delle Infrastrutture dei Trasporti DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI LA NAVIGAZIONE ED I SISTEMI INFORMATIVI E STATISTICI Direzione Generale per la Motorizzazione Divisione 5 Via G. Caraci, 36 00157

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE DEL PERCORSO FORMATIVO ASA ED OSS: SECONDA PARTE.

CRITERI DI VALUTAZIONE DEL PERCORSO FORMATIVO ASA ED OSS: SECONDA PARTE. CRITERI DI VALUTAZIONE DEL PERCORSO FORMATIVO ASA ED OSS: SECONDA PARTE. LE PROVE D ESAME: MODALITA DI CONDUZIONE E CRITERI DI VALUTAZIONE. 24 settembre 2010 Angelo Benedetti 1 LA COMMISSIONE COSTITUITA

Dettagli

- Segreteria DGT/NO sede di Milano (via Cilea n. 119) per le istanze di autoscuole e centri d istruzione automobilistica aventi sede in Lombardia;

- Segreteria DGT/NO sede di Milano (via Cilea n. 119) per le istanze di autoscuole e centri d istruzione automobilistica aventi sede in Lombardia; MILANO 08/03/13 ALLE SEGRETERIE REGIONALI UNASCA- LOMBARDIA UNASCA LIGURIA UNASCA PIEMONTE CONFARCA - LOMBARDIA CONFARCA LIGURIA CONFARCA- PIEMONTE e p.c. AI DIRETTORI UU. M. C. DGT/NORD OVEST LORO SEDI

Dettagli

NORME CONCORSUALI REVISIONATE CON DELIBERAZIONE N. 128 DEL 31/10/2007. ALLEGATO 11 ALL ATTO AZIENDALE

NORME CONCORSUALI REVISIONATE CON DELIBERAZIONE N. 128 DEL 31/10/2007. ALLEGATO 11 ALL ATTO AZIENDALE ALLEGATO 11 ALL ATTO AZIENDALE NORME CONCORSUALI APPROVATE CON DELIBERAZIONE N. N. 155 IN DATA 16/06/2006 (MODIFICATA CON SUCCESSIVE DELIBERE N. 216 IN DATA 08.09.2006, N. 298 IN DATA 15.12.2006 E N. 304

Dettagli

CITTA DI SAN DANIELE DEL FRIULI. Regolamento Comunale per l esercizio del servizio di noleggio con conducente con autobus da rimessa

CITTA DI SAN DANIELE DEL FRIULI. Regolamento Comunale per l esercizio del servizio di noleggio con conducente con autobus da rimessa CITTA DI SAN DANIELE DEL FRIULI Regolamento Comunale per l esercizio del servizio di noleggio con conducente con autobus da rimessa Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 99 del 26.10.2001 ART.

Dettagli

1. La disciplina di cui al presente regolamento si informa ai seguenti principi generali: - 1 -

1. La disciplina di cui al presente regolamento si informa ai seguenti principi generali: - 1 - Regolamento di disciplina dei profili formativi dell apprendistato per la qualifica e per il diploma professionale, ai sensi degli articoli 4, comma 1, lettera c) e 53 della legge regionale 16 novembre

Dettagli

art. 1 prova d esame d idoneità, estensione territoriale ed estensione linguistica

art. 1 prova d esame d idoneità, estensione territoriale ed estensione linguistica Bando per la partecipazione all esame di abilitazione, di estensione territoriale e di estensione linguistica all esercizio della professione di Guida naturalistica o ambientale escursionistica - anno

Dettagli

Provincia di Foggia. IL DIRIGENTE DEL SERVIZIO TRASPORTI Ufficio Autotrasporto merci per conto terzi

Provincia di Foggia. IL DIRIGENTE DEL SERVIZIO TRASPORTI Ufficio Autotrasporto merci per conto terzi Provincia di Foggia PROVE PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER IL TRASPORTO SU STRADA DI MERCI E PERSONE PER CONTO TERZI. AVVISO PUBBLICO ANNO 2013 IL DIRIGENTE DEL SERVIZIO TRASPORTI Ufficio

Dettagli

Regolamenti ISIA Firenze

Regolamenti ISIA Firenze Regolamenti ISIA Firenze Regolamento di transizione dei corsi accademici di secondo livello di indirizzo specialistico Il Consiglio Accademico dell ISIA di Firenze VISTA la legge 21 dicembre 1999, n. 508,

Dettagli

PROVINCIA DI FIRENZE

PROVINCIA DI FIRENZE Approvato con Delibera C.P. n 9 del 23/01/2012 PROVINCIA DI FIRENZE REGOLAMENTO PER L ESPLETAMENTO DEGLI ESAMI PER IL RICONOSCIMENTO ALL IDONEITA PER INSEGNANTI DI TEORIA E PER ISTRUTTORI DI GUIDA DELLE

Dettagli

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DECRETO 11 novembre 2011, n. 213 Regolamento recante disciplina del rilascio dell'autorizzazione a minore ai fini della guida accompagnata e relativa modalita'

Dettagli

IL DIRETTORE D E C R E T A. Art. 1 Attivazione moduli di 400 ore

IL DIRETTORE D E C R E T A. Art. 1 Attivazione moduli di 400 ore Affisso all Albo il 6 febbraio 2007 Prot. n. del 6 febbraio 2007 Bando di ammissione per attività formative per l integrazione scolastica degli alunni in situazione di handicap, riservati a docenti già

Dettagli

PROVINCIA DI PIACENZA Servizio Trasporti e Attività Produttive

PROVINCIA DI PIACENZA Servizio Trasporti e Attività Produttive PROVINCIA DI PIACENZA Servizio Trasporti e Attività Produttive BANDO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI AMMISSIONE ALL ESAME PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITÀ PROFESSIONALE PER L ACCESSO ALLA

Dettagli

SECONDA SESSIONE D ESAME ANNO 2014

SECONDA SESSIONE D ESAME ANNO 2014 Servizio Protezione Civile, Trasporti e Mobilità Corso Matteotti, 3 23900 Lecco, Italia Telefono 0341.295426 0341.295454 Fax 0341.295333 Pec: provincia.lecco@lc.legalmail.camcom.it BANDO PER L AMMISSIONE

Dettagli

Ministero del Trasporti, circolare 10 agosto 2007, n. prot. 77898/8.3

Ministero del Trasporti, circolare 10 agosto 2007, n. prot. 77898/8.3 Ministero del Trasporti, circolare 10 agosto 2007, n. prot. 77898/8.3 Oggetto: Obbligo del possesso e rilascio della carta di qualificazione del conducente. Con circolare prot. 29092/23.18.03 del 27 marzo

Dettagli

COMUNICAZIONE DI SERVIZIO 11 del 02/12/2010

COMUNICAZIONE DI SERVIZIO 11 del 02/12/2010 MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E TRASPORTI DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI, LA NAVIGAZIONE ED I SERVIZI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE TERRITORIALE DEL NORD-OVEST AI DIRETTORI DEGLI UFFICI MOTORIZZAZIONE

Dettagli

Management Innovativo delle Organizzazioni Sanitarie

Management Innovativo delle Organizzazioni Sanitarie Decreto Rettorale N.540 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI URBINO CARLO BO FACOLTA DI SOCIOLOGIA Bando di selezione per l ammissione al MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO in Management Innovativo delle Organizzazioni

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 5 Regolamento ai sensi dell art. 22 L. n. 247/12 sui corsi per l iscrizione all Albo speciale per il patrocinio davanti alle giurisdizioni superiori IL CONSIGLIO NAZIONALE

Dettagli

Visto il decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, che ha approvato il codice della strada e successive modificazioni;

Visto il decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, che ha approvato il codice della strada e successive modificazioni; D.M. 6 ottobre 2006 (1) Attuazione delle norme concernenti la formazione professionale dei conducenti dei veicoli adibiti al trasporto di merci pericolose su strada, con riferimento alla direttiva 94/55/CE

Dettagli

PROVINCIA DI TARANTO

PROVINCIA DI TARANTO PROVINCIA DI TARANTO Codice Fiscale 80004930733 AVVISO DI MOBILITA ESTERNA AI SENSI DELL ART. 30 DEL D.LGS. N. 165/2001 PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO DI FUNZIONARIO AMMINISTRATIVO CAPO UFFICIO STAMPA

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA DIPARTIMENTO SVILUPPO ECONOMICO E SOCIO-CULTURALE SERVIZIO ATTIVITA ECONOMICO-PRODUTTIVE E TRASPORTI

PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA DIPARTIMENTO SVILUPPO ECONOMICO E SOCIO-CULTURALE SERVIZIO ATTIVITA ECONOMICO-PRODUTTIVE E TRASPORTI PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA DIPARTIMENTO SVILUPPO ECONOMICO E SOCIO-CULTURALE SERVIZIO ATTIVITA ECONOMICO-PRODUTTIVE E TRASPORTI BANDO DI PUBBLICO CONCORSO, PER SOLI TITOLI, PER L ASSEGNAZIONE DI N.

Dettagli

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI. DECRETO MINISTERIALE 16 ottobre 2009 (G.U. n. 259 del 6.11.2009)

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI. DECRETO MINISTERIALE 16 ottobre 2009 (G.U. n. 259 del 6.11.2009) MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DECRETO MINISTERIALE 16 ottobre 2009 (G.U. n. 259 del 6.11.2009) Disposizioni applicative in materia di formazione accelerata per il conseguimento della Carta

Dettagli

presso il Comune di LASTRA A SIGNA IL DIRETTORE GENERALE Dirigente del Settore Risorse e Innovazione

presso il Comune di LASTRA A SIGNA IL DIRETTORE GENERALE Dirigente del Settore Risorse e Innovazione AVVISO PER L ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO TEMPO PIENO N. 1 ESECUTORE AI SERVIZI SOCIO-EDUCATIVI (Cat. B Pos. Ec. B1 - CCNL Regioni Autonomie Locali) presso il Comune di LASTRA A SIGNA IL DIRETTORE

Dettagli

Art. 1 Modifiche all'articolo 47 del Codice della strada, in materia di classificazione dei veicoli

Art. 1 Modifiche all'articolo 47 del Codice della strada, in materia di classificazione dei veicoli IL NUOVO CODICE DELLA STRADA Commento alle novità introdotte dal decreto legislativo 18 aprile 2011, n. 59 di attuazione delle direttive 2006/126/CE e 2009/113/CE Nella Gazzetta ufficiale del 30 aprile

Dettagli

` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà

` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà ` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà Dipartimento per i trasporti la navigazione ed i sistemi informativi e statistici Direzione Generale Motorizzazione Divisione 5 Prot. n.10959 del 19 aprile

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PER L AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA SPECIALISTICA DELLE PROFESSIONI SANITARIE ANNO ACCADEMICO 2009/2010 IL RETTORE

BANDO DI CONCORSO PER L AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA SPECIALISTICA DELLE PROFESSIONI SANITARIE ANNO ACCADEMICO 2009/2010 IL RETTORE BANDO DI CONCORSO PER L AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA SPECIALISTICA DELLE PROFESSIONI SANITARIE ANNO ACCADEMICO 2009/2010 IL RETTORE VISTA VISTA la legge 2.8.1999,n. 264 recante norme in materia di accessi

Dettagli

UNIVERSITA PER STRANIERI DANTE ALIGHIERI REGGIO CALABRIA ASSOCIAZIONE CARPE DIEM

UNIVERSITA PER STRANIERI DANTE ALIGHIERI REGGIO CALABRIA ASSOCIAZIONE CARPE DIEM UNIVERSITÀ PER STRANIERI Dante Alighieri REGGIO CALABRIA UNIVERSITA PER STRANIERI DANTE ALIGHIERI REGGIO CALABRIA ASSOCIAZIONE CARPE DIEM Master universitario di I livello in ESPERTO DELLA COMUNICAZIONE

Dettagli

FISICA CHIMICA MATEMATICA

FISICA CHIMICA MATEMATICA FISICA CHIMICA MATEMATICA con il sostegno Regione Autonoma Friuli Venezia-Giulia enti fondatori Area di Ricerca Comune di Trieste Consorzio per la Fisica Università degli Studi di Trieste enti/soci sostenitori

Dettagli

Ordinanza che disciplina l esercizio della professione di maestro conducente

Ordinanza che disciplina l esercizio della professione di maestro conducente Ordinanza che disciplina l esercizio della professione di maestro conducente (Ordinanza sui maestri conducenti, OMaeC) 741.522 del 28 settembre 2007 (Stato 1 gennaio 2010) Il Consiglio federale svizzero,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL AQUILA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL AQUILA IL RETTORE Decreto Rettorale Repertorio n.2420-2007 Protocollo n.29619 VISTA la Legge 264 del 2.8.1999, recante norme in materia di accessi ai corsi universitari, integrata con le modifiche di cui alle

Dettagli

Delegazione Regionale per il Trentino -Alto Adige Veneto Friuli Venezia BANDO. Il Delegato Regionale della LNI per il Triveneto.

Delegazione Regionale per il Trentino -Alto Adige Veneto Friuli Venezia BANDO. Il Delegato Regionale della LNI per il Triveneto. LEGA NAVALE ITALIANA ENTE PUBBLICO MORALE SOTTO L ALTO PATRONATO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA VIGILATO DAI MINISTERI DELLA DIFESA E DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI ENTE CULTURALE (DM 01.02.1995)

Dettagli

RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO, AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO E AL COMITATO DELLE REGIONI

RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO, AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO E AL COMITATO DELLE REGIONI COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 12.7.2012 COM(2012) 385 final RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO, AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO E AL COMITATO DELLE REGIONI sull attuazione

Dettagli

Roma, 10 agosto 2007

Roma, 10 agosto 2007 DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI 8807 Direzione Generale per la Motorizzazione Via G. Caraci, 36-00157 ROMA Prot. 77898/8.3, 10 agosto 2007 Direttori dei SIIT - Trasporti Loro sedi Uffici Motorizzazione

Dettagli

TABELLA 1 REQUISITI PER IL PERSONALE A BORDO DELLE AMBULANZE. Ambulanza di trasporto ordinario

TABELLA 1 REQUISITI PER IL PERSONALE A BORDO DELLE AMBULANZE. Ambulanza di trasporto ordinario 1 TABELLA 1 REQUISITI PER IL PERSONALE A BORDO DELLE AMBULANZE Ambulanza di trasporto ordinario In caso di trasporto ordinario è obbligatoria la presenza a bordo di: - un autista, con patente di guida

Dettagli

Art. 2 - Presentazione della domanda

Art. 2 - Presentazione della domanda Avviso pubblico di selezione per la formazione di una graduatoria di lavoratori con profilo di Operatore di esercizio Part-time, CCNL Autoferrotranvieri. *** La Conerobus S.p.A. seleziona candidati per

Dettagli

REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DELLA PRATICA FORENSE

REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DELLA PRATICA FORENSE CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI MACERATA REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DELLA PRATICA FORENSE TITOLO I ISCRIZIONE NEL REGISTRO SPECIALE DEI PRATICANTI ART. 1 Il laureato in Giurisprudenza che intenda

Dettagli

CITTA di GINOSA Provincia di Taranto

CITTA di GINOSA Provincia di Taranto CITTA di GINOSA Provincia di Taranto Ufficio Personale P.zza Marconi - C.A.P. 74013 Tel. 099.8290233-Fax.099.8244826 Cod. Fisc.: 80007530738 - P.I 00852030733 AVVISO DI MOBILITÀ ESTERNA VOLONTARIA PER

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI UNA LICENZA DI TAXI IL DIRIGENTE

BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI UNA LICENZA DI TAXI IL DIRIGENTE Direzione Sviluppo Economico e Valorizzazione Assets Patrimoniali e Territoriali Resp. Procedimento: D.ssa Rosaria Volpe Resp. Istruttoria: Rag. Pietro Losi BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI UNA LICENZA

Dettagli

Regolamento didattico del corso di laurea magistrale in Servizio Sociale e Politiche Sociali. Parte generale

Regolamento didattico del corso di laurea magistrale in Servizio Sociale e Politiche Sociali. Parte generale Regolamento didattico del corso di laurea magistrale in Servizio Sociale e Politiche Sociali Capo I. Disposizioni generali Parte generale Art. 1. Ambito di competenza 1. Il presente Regolamento disciplina,

Dettagli

INDIZIONE DEL CORSO ALLIEVO ALLENATORE PRIMO LIVELLO GIOVANILE 2013/2014

INDIZIONE DEL CORSO ALLIEVO ALLENATORE PRIMO LIVELLO GIOVANILE 2013/2014 INDIZIONE DEL CORSO ALLIEVO ALLENATORE PRIMO LIVELLO GIOVANILE 2013/2014 I Centri di Qualificazione Provinciale, in collaborazione con il Centro di Qualificazione Regionale e le Commissioni Provinciali

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Decreto n. 85 del 18 novembre 2005 VISTO VISTO VISTO VISTA VISTO Il decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, con il quale è stato approvato

Dettagli

COMUNE DI MENAGGIO Provincia di Como REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI AUTONOLEGGIO CON CONDUCENTE

COMUNE DI MENAGGIO Provincia di Como REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI AUTONOLEGGIO CON CONDUCENTE COMUNE DI MENAGGIO Provincia di Como REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI AUTONOLEGGIO CON CONDUCENTE COMUNE DI MENAGGIO Provincia di Como REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI AUTONOLEGGIO CON CONDUCENTE Adottato

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA FORMULAZIONE DEL REGOLAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

LINEE GUIDA PER LA FORMULAZIONE DEL REGOLAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO ISTITUZIONI MUSICALI AFAM LINEE GUIDA PER LA FORMULAZIONE DEL REGOLAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO (Generalità) Il presente regolamento disciplina, ai sensi delle leggi

Dettagli

PROVINCIA di COSENZA Settore Trasporti

PROVINCIA di COSENZA Settore Trasporti PROVINCIA di COSENZA Settore Trasporti VISTI BANDO D INDIZIONE DELLA 1^ SESSIONE DI ESAME PER L ANNO 2015 PER IL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO DI IDONEITA PROFESSIONALE ALL ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI TRASPORTATORE

Dettagli

COMUNE di N U O R O TITOLI DI STUDIO E MATERIE D ESAME PER L ACCESSO. a cura del Settore Personale

COMUNE di N U O R O TITOLI DI STUDIO E MATERIE D ESAME PER L ACCESSO. a cura del Settore Personale COMUNE di N U O R O TITOLI DI STUDIO E MATERIE D ESAME PER L ACCESSO a cura del Settore Personale Qualifica Funzionale Servizio e/o Capo Settore Gabinetto del Sindaco Dirigente Dirigenza Tutti i diplomi

Dettagli

Giunta Regionale della Campania

Giunta Regionale della Campania Settore Orientamento, Ricerca, Sperimentazione e Programmazione nella Formazione Professionale Napoli Centro Direzionale, Isola A/6 Tel. 081 7966449 Fax 081 7966454 E-mail: settore.orientamento.professionale@regione.campania.it

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA DIPARTIMENTO AFFARI GENERALI - SERVIZIO SEGRETERIA GENERALE

PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA DIPARTIMENTO AFFARI GENERALI - SERVIZIO SEGRETERIA GENERALE PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA DIPARTIMENTO AFFARI GENERALI - SERVIZIO SEGRETERIA GENERALE Bando di concorso pubblico per l assegnazione di n. 21 autorizzazioni all esercizio dell attività di noleggio

Dettagli

INDICE. Premesse... Pag. 1

INDICE. Premesse... Pag. 1 Schema di decreto legislativo concernente le norme generali relative al secondo ciclo del sistema educativo di istruzione e formazione ed i livelli essenziali delle prestazioni in materia di istruzione

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO ISTITUTO SUPERIORE DI STUDI MUSICALI P. MASCAGNI - LIVORNO REGOLAMENTO DIDATTICO Via G. Galilei, 40 57122 Livorno Tel. 0586 403724 Fax 0586 426089 www.istitutomascagni.it e-mail: segreteria @istitutomascagni.it

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL AQUILA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL AQUILA Decreto Rettorale Repertorio n.2252 2008 Protocollo n. 33730 IL RETTORE VISTA la Legge 264 del 2.8.1999, recante norme in materia di accessi ai corsi universitari, integrata con le modifiche di cui alla

Dettagli

REGIONE CALABRIA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CATANZARO U.O. GESTIONE RISORSE UMANE

REGIONE CALABRIA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CATANZARO U.O. GESTIONE RISORSE UMANE AVVISO, INTERNO E RISERVATO, DI MOBILITA VOLONTARIA, PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO DI ASSISTENTE AMMINISTRATIVO CATEGORIA C, DA ASSEGNARE ALL U.O. ASSISTENZA OSPEDALIERA ACCREDITATA. Art. 1 Generalità

Dettagli