19 maggio 2015 Assemblee sindacali in orario di lavoro:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "19 maggio 2015 Assemblee sindacali in orario di lavoro:"

Transcript

1 Segreterie di VERONA 19 maggio 2015 Assemblee sindacali in orario di lavoro: Continua la mobilitazione della categoria per chiedere di modificare radicalmente il contenuto del DDL La SCUOLA VERONESE oggi si ferma per dare al Parlamento un ulteriore e inequivocabile segnale di forte

2 Segreterie di VERONA Alcune considerazioni sull impianto generale : Disegno di Legge proposto dall attuale Governo contenente disposizioni a modifica dell attuale sistema scolastico con pesanti ricadute sul rapporto di lavoro Provvedimento non definitivo ma soggetto a Iter parlamentare, durante il quale possono essere proposti emendamenti a modifica Consegna al Governo un ampio margine di intervento discrezionale su molte materie attraverso decreti successivi e senza alcuna possibilità di confronto Ennesima riforma calata dall alto, senza alcun scopo pedagogico e strategico per il PAESE ; unica emergenza quella OCCUPAZIONALE ossia dovuto riconoscimento della stabilizzazione dei PRECARI, il cui lavoro è stato iper sfruttato negli anni Proposta di cambiamento che non coinvolge il personale anzi lo esclude: manca completamente la considerazione del prezioso contributo professionale del personale ATA al funzionamento della Scuola e senza alcuna previsione di nuove assunzioni,, ma solo di ulteriori tagli all organico in nome dell innovazione di una tecnologia, che pero non funziona! Introduce assetto di Scuola DIRIGISTA e non più di partecipativa comunità educante

3 Segreterie di VERONA Con specifico riferimento ai temi più scottanti: SCATTI D ANZIANITA Vi è un elemento positivo legato al cambio di rotta del governo, frutto della nostra mobilitazione, che ha confermato l attuale meccanismo degli scatti di anzianità, DANDO ASCOLTO ALLA VOCE DEL PERSONALE. Tuttavia rimangono comunque CONGELATI a fino a tutto il STABILIZZAZIONE Certamente positiva la stabilizzazione dei docenti delle GAE e dei VINCITORI dell ultimo concorso MA a quali condizioni? L ipotesi è minata alla base da OMISSIONI che sono ingiuste e creeranno un contenzioso poiché non esiste ANALOGO provvedimento per il personale ATA e, per quanto riguarda i docenti, l esclusione degli IDONEI al docenti abilitati delle seconde fasce d istituto non inclusi nelle GAE, tutti gli inclusi che rientrano nella recente sentenza europea, i docenti dell infanzia perché inclusi in un fantomatico progetto 0-6 di cui non si sa nulla. Nel decreto è previsto il divieto di avere nomine di supplenza a tutti coloro DOCENTI e ATA che hanno raggiunto 36 mesi!!!!!!!!!

4 Segreterie di VERONA ORGANI COLLEGIALI C è un evidente tentativo di svuotare la funzione deliberativa degli organi collegiali: il dirigente scolastico deciderà SENTITO il parere del collegio dei docenti e del consiglio d istituto. Questo significa che di fatto essi non avranno più potere decisionale ma solo potere consultivo. a rischio la stessa LIBERTA D INSEGNAMENTO e la DEMOCRAZIA in ambito ANCHE didattico-educativo POF = piano triennale sulla base del quale viene assegnato l organico a (funzionale?) ciascun istituto dopo valutazione Ufficio scolastico Regionale Non più deliberato dal Collegio Docenti ma deciso dal Dirigente Scolastico Che fine fanno L AUTONOMIA SCOLASTICA e I BISOGNI FORMATIVI SPECIFICI del TERRITORIO?

5 Segreterie di VERONA ORGANICO DELL AUTONOMIA E positiva l idea di un organico dell autonomia ma non si può permettere che venga strutturato come proposto. Emerge che il dirigente dovrebbe predisporre l organico in base al PROPRIO piano triennale dell offerta formativa MA deve rispettare obbligatoriamente la dicitura NEL LIMITE DELLE RISORSE UMANE,FINANZIARIE E STRUMENTALI DISPONIBILI A LEGISLAZIONE VIGENTE..e sappiamo tutti che gli organici sono bloccati..!!!! In queste settimane viene definita la pianta organica secondo le vigenti disposizioni che, trasversalmente a tutti gli ordini di Scuola, vedono l offerta formativa assai trascurata. Non ci sono già oggi sufficienti risorse umane docenti e Ata per garantire completa copertura del tempo scuola richiesto, quindi è prevedibile che l organico dell autonomia verrà utilizzato da ciascuna scuola prioritariamente per la copertura dell emergenza SUPPLENZE! CLASSI POLLAIO realtà lontana dai proclami di Renzi, resteranno le classi pollaio!!!! Infatti il DS NON potrà diminuire con un organico di docenti più nutrito il numero di alunni per classe, ma compensare all interno delle classi il numero degli alunni..come i vasi comunicanti se abbassa il numero in una classe DEVE alzarlo in un altra perché il numero dei docenti deve rimanere lo stesso!!!!!!!!!

6 Segreterie di VERONA ALBI TERRITORIALI I docenti non sceglieranno più una sede di titolarità ma saranno inseriti in albi territoriali provinciali, regionali, nazionali (ancora territorialmente DA DEFINIRE) e saranno chiamati direttamente dal DIRIGENTE in base al POF da lui predisposto con cadenza triennale. Cosa significa? Che ogni 3 anni è in gioco la stabilità del docente? Salteranno i criteri di ANZIANITA SERVIZIO- TITOLI? Conteranno le esigenze di famiglia? Chi ha impedimenti tipo maternità., legge 104..verrà scelto? O dovrà accontentarsi di coprire posti che restano e dove restano. Che fine farà l attuale contratto di mobilità????? Che fine faranno le assegnazioni provvisorie e le utilizzazioni? C è una norma di apparente salvaguardia per coloro che sono già a tempo indeterminato alla data di entrata in vigore della legge: la prima volta che chiederanno trasferimento o passaggio di ruolo e/o cattedra perderanno anch essi la titolarità di sede e saranno inseriti negli albi territoriali. E inaccettabile che NON sia prevista assunzione di personale ATA sull organico dell autonomia pur essendo parte essenziale per il funzionamento della scuola.

7 Segreterie di VERONA SUPPLENZE I docenti di ruolo saranno utilizzati nella loro istituzione scolastica per la copertura di supplenze fino a 10 giorni anche su gradi di scuola diversi!!!!! Nel decreto è previsto il divieto di avere nomine di supplenza a tutti coloro DOCENTI e ATA che hanno raggiunto 36 mesi di servizio!!!!!!!!! Negando un diritto sancito dalla costituzione!!!!!!

8 RUOLO della DIRIGENZA E inaccettabile affidare al DS un ruolo dittatoriale e lasciando una funzione subalterna e secondaria al collegio dei docenti svuotandolo del potere deliberativo e cancellando il principio costituzionale della LIBERTA D INSEGNAMENTO!!! Non si può accettare la CHIAMATA DIRETTA DEI DOCENTI Il DS può utilizzare personale docente di ruolo in classi di concorso diverse da quelle per le quali possiede l abilitazione PURCHE possegga TITOLO di studio valido per l insegnamento!!!! Gli insegnanti neo immessi in ruolo di musica., educazione fisica e lingua inglese delle scuole medie e superiori possono essere utilizzati nelle scuole primarie Non può essere affidata al SOLO DS la gestione e attribuzione del salario ACCESSORIO legato alla premialità. Si prevede nel Disegno di legge una somma da destinare ai docenti virtuosi ma a totale discrezione del dirigente!!!! Si espone qui evidentemente il fianco a CLIENTELISMI, NEPOTISMI; CORRUZIONE Saranno 3 le COLLABORAZIONI del Dirigente e tutte le altre figure di sistema: quale considerazione hanno?

9 ANNO DI PROVA Il DS assume un ruolo fondamentale nell assunzione del personale: può controllare il lavoro in classe con improvvise ispezioni e stabilire il LICENZIAMENTO senza la ripetizione dell anno di prova, senza obbligo di preavviso e con effetto immediato!!!!! SUPERAMENTO periodo di PROVA decide solo il Dirigente, sentito parere Consiglio d istituto, quindi il destino professionale del docente è anche legato anche al giudizio, sicuramente non competente, dei genitori PREMIALITA al merito : altro che 60 netti ogni tre anni! Riguarda solo i docenti e gli ATA sono esclusi milioni di fondo nazionale da assegnare agli Istituti; tali risorse(pari a metà del MOF attuale) saranno utilizzate per premiare docenti su base di criteri che verranno determinati unilateralmente dal Dirigente

10 LA CARTA PER LA FORMAZIONE è un voucher dell importo di 500 euro a docente per la formazione..ma attenzione..bisognerà attendere che il MIUR e il Ministero dell economia e delle finanze adottino entro 60 giorni dalla data in entrata in vigore della legge un provvedimento in cui si definiscono CRITERI MODALITA ASSEGNAZIONE e UTILIZZO della carta e le modalità per l EROGAZIONE delle agevolazioni e dei benefici. quindi di chiaro e di certo non c è assolutamente nulla!!!!!! FORMAZIONE DIVENTA OBBLIGATORIA.Si tratta di 50 h di attività strutturate utilizzando anche la formazione tra pari (chi sceglie il formatore il DS? In base a cosa con quali criteri?) e poi on line. Sono stanziati 40 milioni dal 2016 per pagare chi????? I formatori Le 50 ore.rientrano in quale voce del nostro contratto?????

11 CONTRATTO NAZIONALE e RUOLO DELLA CONTRATTAZIONE l art. 22 prevede l abrogazione delle disposizioni contrattuali precedenti e affida a leggi-delega (su questi argomenti non si potrà discutere ) tutti i seguenti argomenti e si esclude su queste decisione il parere dell organo collegiale nazionale della scuola verrà dunque calata dall alto qualsiasi decisione in merito ai seguenti argomenti entro 24 mesi dalla data di entrata in vigore della legge: sistematicità delle disposizioni normative in materia di sistema nazionale di istruzione e formazione rafforzamento dell autonomia scolastica ampliamento delle competenze gestionali-organizzative e amministrative delle istituzioni scolastiche riordinino dell adeguamento della semplificazione del sistema per il conseguimento dell abilitazione della scuola secondaria. Riordino delle modalità di assunzione e formazione del dirigente scolastico e sistema di valutazione dello stesso

12 Riordino del diritto all istruzione e formazione per i Bes Riordino della governance della scuola e degli organi collegiali Revisione dei percorsi d istruzione professionale Semplificazione del sistema formativo degli istituti tecnici superiori ITS Istituzione del sistema integrato di educazione e istruzione dalla nascita fino a 6 anni (scuola dell infanzia) Ridefinizione dei livelli essenziali Adeguamento normativa per gli ausili digitali Riordino normativa istituzioni scolastiche italiane all estero Adeguamento e certificazione degli studenti e degli esami di stato tutto questo verrà deciso e calato dall alto e potrebbero passare anche 2 anni dalla loro attuazione intanto i dirigenti dirigono senza alcun controllo

13 EMENDAMENTI ACCOLTI VII COMMISSIONE STABILIZZAZIONI: si lasciano per strada diritti consolidati, a partire dall attuazione della sentenza europea NUOVE NORME PER IL RECLUTAMENTO: concorso ogni 3 anni, il primo ottobre 2015, riserva/maggior punteggio per idonei concorso 2012 e abilitati LIMITE DI 36 MESI DELLA DURATA DEI CONTRATTI: non si cancella la norma, ma si modica affermando la non retroattività della stessa ORGANICO FUNZIONALE: resta istituito solo per i docenti non ATA PER ATA è stato integrato il DDL con piano di formazione triennale CSPI: viene completamente esautorato il ruolo dell organo collegiale nazionale i cui pareri si provvedimenti attuativi del miur e del governo non sono previsti DELEGHE AL GOVERNO. Sono state cancellate alcune deleghe significative (riforma OO.CC) resta molto alto il numero delle deleghe

14 ALBI TERRITORIALI E MOBILITA STRAORDINARIA: i docenti sono individuati dal D.S., la mobilità straordinaria per un anno e quella futura sarà regolata per decreto. Nessuna garanzia per chi perde il posto, cancellati tutti i diritti di scelta con le precedenze previste da leggi COMITATO DI VALUTAZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DEL MERITO: è nominato dal consiglio d istituto, con genitori e studenti e stabilirà i criteri per far attribuire al D.S. IL PREMIO AI «BRAVI» fino a valutare il superamento del periodo di prova LO STAFF DEL D.S.: i D.S. possono individuare nell ambito dell organico dell autonomia fino al 10% di docenti che lo coadiuvano nel supporto organizzativo. FINANZIAMENTO SCUOLE PRIVATE: incrementati di 6,5 milioni di euro i finanziamenti alle scuole non statali per estendere le detrazioni fiscali anche alla scuola secondaria. IMMUTATA LA SOSTANZA DEL PROVVEDIMENTO!

15 NON E POSSIBILE CONDIVIDERE L INVADENZA DEL TESTO SU ASPETTI CONTRATTUALI COME OBBLIGHI DI SERVIZIO, ANNO DI PROVA,. CI SONO TROPPE DELEGHE AL GOVERNO E LE TEMATICHE SONO DELICATE!!!!! IL TENTATIVO DI ESTRANIARE LA CONTRATTAZIONE COLLETIVA DALL ASPETTO ECONOMICO DEL CONTRATTO NON E ACCETTABILE!!!!!!!! Se il GOVERNO continua a non ascoltare e a non considerare quanto ampiamente manifestato dal personale DOCENTE e ATA con lo Sciopero del 5 maggio e con la nostra mobilitazione odierna non sono da escludersi ulteriori e più forti forme di protesta!

Audizione informale sul DDL del Governo su La Buona Scuola 7ª Commissione Senato Roma, 28 maggio 2015

Audizione informale sul DDL del Governo su La Buona Scuola 7ª Commissione Senato Roma, 28 maggio 2015 Audizione informale sul DDL del Governo su La Buona Scuola 7ª Commissione Senato Roma, 28 maggio 2015 Onorevole Presidente, on.li Commissari, oggi siamo qui per essere ascoltati sul testo del DDL scuola

Dettagli

MATERIALE FLC CGL MILANO

MATERIALE FLC CGL MILANO Informazioni su DDL Scuola e Mobilitazione LA SITUAZIONE DI QUESTE SETTIMANE MATERIALE FLC CGL MILANO In un primo momento il Presidente del Consiglio aveva definito la presentazione di un Decreto Legge

Dettagli

Valutazione del personale docente ed educativo in periodo di formazione e di prova Scheda di lettura

Valutazione del personale docente ed educativo in periodo di formazione e di prova Scheda di lettura Valutazione del personale docente ed educativo in periodo di formazione e di prova Scheda di lettura LEGGE 107/2015 115. Il personale docente ed educativo è sottoposto al periodo di formazione e di prova,

Dettagli

LA BUONA SCUOLA : SPIACENTI, MA COSI NON VA

LA BUONA SCUOLA : SPIACENTI, MA COSI NON VA LA BUONA SCUOLA : SPIACENTI, MA COSI NON VA Dopo anni di interventi legislativi e di aggressioni al ruolo sociale ed educativo della scuola, ci troviamo di fronte ad un progetto, ispirato da una logica

Dettagli

La buona scuola. Le principali novità introdotte dalla commissione Cultura

La buona scuola. Le principali novità introdotte dalla commissione Cultura La buona scuola Le principali novità introdotte dalla commissione Cultura Nel corso dell esame sul ddl scuola in Commissione, il testo è stato migliorato in molti articoli con il lavoro dei nostri deputati,

Dettagli

Come non essere d accordo

Come non essere d accordo Come non essere d accordo Ciò che saremo in grado di fare sulla scuola nei prossimi anni determinerà il futuro di tutti noi più di una finanziaria, o di una spending review. Perché dare al Paese una Buona

Dettagli

Reclutamento e formazione iniziale dei docenti: le proposte della FLC CGIL

Reclutamento e formazione iniziale dei docenti: le proposte della FLC CGIL Reclutamento e formazione iniziale dei docenti: le proposte della FLC CGIL Premessa Formazione iniziale e reclutamento dei docenti rappresentano due elementi di fondamentale importanza nella costruzione

Dettagli

Analisi del Disegno di Legge 2994 sulla riforma della scuola

Analisi del Disegno di Legge 2994 sulla riforma della scuola Analisi del Disegno di Legge 2994 sulla riforma della scuola a cura dei gruppi studio dei docenti di: Coordinamento delle scuole di Roma Lavoratori autoconvocati della scuola Coordinamento Precari Scuola

Dettagli

Si inverte la rotta TRA LE MISURE PREVISTE:

Si inverte la rotta TRA LE MISURE PREVISTE: RIPARTE LA SCUOLA, RIPARTE IL FUTURO Dopo la mortificazione dei tagli di risorse finanziarie e professionali degli ultimi anni, Si inverte la rotta A regime il decreto restituisce a istruzione università

Dettagli

Il reclutamento nella scuola

Il reclutamento nella scuola Il reclutamento nella scuola Accesso Art. 97 della Costituzione I pubblici uffici sono organizzati secondo disposizioni di legge, in modo da assicurare il buon andamento e l'imparzialità dell'amministrazione.

Dettagli

Premessa piena attuazione viene rafforzata la funzione del dirigente scolastico l immediata e celere le cause presidi,

Premessa piena attuazione viene rafforzata la funzione del dirigente scolastico l immediata e celere le cause presidi, 1 2 Premessa Del disegno di legge Buona Scuola, i cui contenuti sono stati illustrati al termine del Consiglio dei Ministri di giovedì 12 marzo 2015, sono circolate numerose versioni prima di approdare

Dettagli

e-mail.: luic82400r@istruzione.it Fax:0583-730098-74010 Prot. n. Gallicano lì 29 settembre 2015

e-mail.: luic82400r@istruzione.it Fax:0583-730098-74010 Prot. n. Gallicano lì 29 settembre 2015 I S T I T U T O C O M P R E N S I V O GALLICANO scuola dell infanzia scuola primaria scuola secondaria di I grado Via dei Cipressi, 55027 Gallicano (Lucca) 0583 74019 /74010 e-mail.: luic82400r@istruzione.it

Dettagli

Quali sono gli effetti concreti della decisione della Corte di Giustizia Europea?

Quali sono gli effetti concreti della decisione della Corte di Giustizia Europea? La corte di Giustizia Europea dichiara che la legislazione italiana in materia di contratti a termine per il personale della scuola OSTA con la normativa comunitaria La Corte di Giustizia Europea dichiara

Dettagli

La scuola che cambia, cambia l Italia

La scuola che cambia, cambia l Italia Dip.to Scuola Università e Ricerca La scuola che cambia, cambia l Italia 1. Investire nel capitale umano per essere una superpotenza culturale La buona scuola in Italia esiste già, grazie a tanti docenti,

Dettagli

Al nostro Paese e a Roma serve una Buona Scuola 1

Al nostro Paese e a Roma serve una Buona Scuola 1 Al nostro Paese e a Roma serve una Buona Scuola 1 Dal 15 settembre al 15 novembre si è svolta una grande consultazione pubblica sul documento del Governo la buona scuola in cui si delineano le linee programmatiche

Dettagli

OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA EX ART.1, COMMA 14, LEGGE N.

OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA EX ART.1, COMMA 14, LEGGE N. Prot. n. 3258/A04a Verona, 12 ottobre 2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AL PERSONALE ATA ATTI ALBO OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE

Dettagli

L ASSUNZIONE DI TUTTI I DOCENTI DELLE GAE

L ASSUNZIONE DI TUTTI I DOCENTI DELLE GAE L ASSUNZIONE DI TUTTI I DOCENTI DELLE GAE NEL PROSSIMO ANNO SCOLASTICO SARÀ UN BOOMERANG PER LA SCUOLA? LA BUONA SCUOLA E L ASSUNZIONE DELLE GAE Il governo Renzi sta lavorando al decreto che implementa

Dettagli

Prot. n. 7110 B/2 San Giovanni in Persiceto, 12/11/2015

Prot. n. 7110 B/2 San Giovanni in Persiceto, 12/11/2015 1 MIUR Ufficio Scolastico Emilia-Romagna -USP Bologna DIREZIONE DIDATTICA STATALE di S. GIOVANNI in PERSICETO Circolo di San Giovanni in Persiceto (BO) Piazza Carducci, 6 BOE14700V C.F. 80073330377- Tel.

Dettagli

LA BUONA SCUOLA. LEGGE 13.7.2015 n.107 SCHEDE ILLUSTRATIVE. (G.U. del 15.7.2015)

LA BUONA SCUOLA. LEGGE 13.7.2015 n.107 SCHEDE ILLUSTRATIVE. (G.U. del 15.7.2015) LA BUONA SCUOLA LEGGE 13.7.2015 n.107 (G.U. del 15.7.2015) SCHEDE ILLUSTRATIVE OGGETTO E FINALITA Commi 1-4 Le disposizioni contenute in questi commi individuano le finalità complessive della legge che

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione.it

Dettagli

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Scheda di lettura del contratto annuale integrativo del 15 luglio 2010. Di cosa si tratta Si tratta della possibilità

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 La definizione del Programma Il Programma annuale è elaborato ai sensi del Regolamento concernente le istruzioni generali sulla gestione amministrativo -

Dettagli

#IOVOGLIOINSEGNARE. Controguida all accesso all insegnamento

#IOVOGLIOINSEGNARE. Controguida all accesso all insegnamento #IOVOGLIOINSEGNARE Controguida all accesso all insegnamento Questa non è la Buona Scuola. La Buona Scuola del Governo Renzi presenta profonde criticità in tutto il suo complesso: va a scardinare tutti

Dettagli

Nuove procedure per il reclutamento del personale insegnante della scuola. Trento, Aprile 2012

Nuove procedure per il reclutamento del personale insegnante della scuola. Trento, Aprile 2012 Nuove procedure per il reclutamento del personale insegnante della scuola Trento, Aprile 2012 Obiettivi di revisione della disciplina sul reclutamento I principali obiettivi sottostanti alla revisione

Dettagli

La Uil informa sulla riforma

La Uil informa sulla riforma LE INIZIATIVE UIL Confronto con il Governo per discutere tutte le ricadute sul lavoro degli insegnanti. Se il Governo non attiva un confronto occorrerà definire forme di lotta, dallo sciopero ad altre

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Finalità 1.1 Il

Dettagli

Una esclusiva di Professionisti Scuola Network che in anteprima svela finalmente il dato più atteso per tanti docenti alle prese con il piano di

Una esclusiva di Professionisti Scuola Network che in anteprima svela finalmente il dato più atteso per tanti docenti alle prese con il piano di Una esclusiva di Professionisti Scuola Network che in anteprima svela finalmente il dato più atteso per tanti docenti alle prese con il piano di stabilizzazione imminente e che stanno facendo i conti con

Dettagli

RICORSO AVVERSO IL D.M. 235/2014 PER OTTENERE L INSERIMENTO NELLA FASCIA AGGIUNTIVA O IL REINSERIMENTO NELLE GRADUATORIE

RICORSO AVVERSO IL D.M. 235/2014 PER OTTENERE L INSERIMENTO NELLA FASCIA AGGIUNTIVA O IL REINSERIMENTO NELLE GRADUATORIE RICORSO AVVERSO IL D.M. 235/2014 PER OTTENERE L INSERIMENTO NELLA FASCIA AGGIUNTIVA O IL REINSERIMENTO NELLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO DEL PERSONALE DOCENTE PER IL TRIENNIO 2014-2017 Chi può aderire:

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA AL CONTRATTO INTEGRATIVO. Premessa

RELAZIONE ILLUSTRATIVA AL CONTRATTO INTEGRATIVO. Premessa ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE N. 17 MONTORIO Via Dei Gelsi, 20 37141 Montorio-Verona Sito web: www.scuolemontorio.org e-mail ministeriale: vric88800v@istruzione.it Tel. 045.557507/045.8840944 Fax. 045.8869196

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA Ufficio Scolastico regionale per la Lombardia Ufficio III Ordinamenti scolastici

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA Ufficio Scolastico regionale per la Lombardia Ufficio III Ordinamenti scolastici MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA Ufficio Scolastico regionale per la Lombardia Ufficio III Ordinamenti scolastici FoRAGS FORUM REGIONALE ASSOCIAZIONI GENITORI SCUOLA Rimettere

Dettagli

Il DIRIGENTE P. IENNACO

Il DIRIGENTE P. IENNACO Prot. n. 19665 Torino 29 giugno 2009 Circ. n. 322 Ai Dirigenti Scolastici Istruzione secondaria di II grado Torino e Provincia Oggetto: C.C.N.I. del 26/6/2009 concernente le utilizzazioni e le assegnazioni

Dettagli

VADEMECUM ANIEF Per il personale docente e Ata, precario e di ruolo

VADEMECUM ANIEF Per il personale docente e Ata, precario e di ruolo VADEMECUM ANIEF Per il personale docente e Ata, precario e di ruolo Per difendere i tuoi diritti! VADEMECUM ANIEF Per il personale docente e Ata, precario e di ruolo Per difendere i tuoi diritti La tua

Dettagli

Federazione Lavoratori della Conoscenza CGIL

Federazione Lavoratori della Conoscenza CGIL PERCHÉ NO A QUESTA LEGGE SULLA SCUOLA Un impianto arretrato e autoritario che peggiorerà la qualità dell istruzione. Profili di incostituzionalità. Eccesso di deleghe. Assunzioni: dal rispetto del diritto

Dettagli

Relazione illustrativa

Relazione illustrativa ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE Amedeo Avogadro Liceo Scientifico delle Scienze Applicate Settore Tecnologico Chimica e materiali - Costruzioni ambiente e territorio - Elettronica - Meccanica e meccatronica

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA REDATTA DAL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO A.S. 2011/2012. Il DIRIGENTE SCOLASTICO

RELAZIONE ILLUSTRATIVA REDATTA DAL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO A.S. 2011/2012. Il DIRIGENTE SCOLASTICO Ai Revisori dei Conti Alle RSU dell Istituto Sede Spett.le A.R.A.N. Via del Corso, 476 00186 Roma integrativo@pec.aranagenzia.it Spett.le C.N.E.L. Viale Davide Lubin, 2 00196 Roma trasmissionecontratti@cnel.it

Dettagli

La Legge Finanziaria per il 2007 e la scuola (Legge del 27 dicembre 2006, n. 296)

La Legge Finanziaria per il 2007 e la scuola (Legge del 27 dicembre 2006, n. 296) La Legge Finanziaria per il 2007 e la scuola (Legge del 27 dicembre 2006, n. 296) 601. (Fondi per il personale ed istituzioni scolastiche) A decorrere dall anno 2007, al fine di aumentare l efficienza

Dettagli

Audizione Camera dei Deputati 10-04-2015 ----------------------------------

Audizione Camera dei Deputati 10-04-2015 ---------------------------------- FORUM DELLE ASSOCIAZIONI 9-04-2015 ---------------------------------- Audizione Camera dei Deputati 10-04-2015 ---------------------------------- Contributo del Movimento Studenti Cattolici FIDAE sul disegno

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO PER LA STESURA DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PER IL TRIENNIO 2016-19 PREMESSA

LINEE DI INDIRIZZO PER LA STESURA DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PER IL TRIENNIO 2016-19 PREMESSA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I Grado Piazza Volta 4/a 22077 OLGIATE COMASCO (CO) tel. 031-944033 / 947207 cod.min. COIC80700A - cod.fisc. 80013700135 e.mail

Dettagli

MIURAOODRVE/UFF.III/10804/C7A VENEZIA, 4 settembre 2014. e, p.c. AI RAPPRESENTANTI REGIONALI delle OO. SS. LORO SEDI

MIURAOODRVE/UFF.III/10804/C7A VENEZIA, 4 settembre 2014. e, p.c. AI RAPPRESENTANTI REGIONALI delle OO. SS. LORO SEDI MIURAOODRVE/UFF.III/10804/C7A VENEZIA, 4 settembre 2014 AI DIRIGENTI degli UFFICI SCOLASTICI TERRITORIALI DEL VENETO LORO SEDI AI DIRIGENTI delle ISTITUZIONI SCOLASTICHE di ogni ordine e grado LORO SEDI

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO VERBALE DI SOTTOSCRIZIONE

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO VERBALE DI SOTTOSCRIZIONE Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI COMMERCIALI, TURISTICI E SOCIALI GAETANO PESSINA COMO Via Milano, 182 - Tel. 031/2765511 - Fax 031/302461

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio I.T.C.G.S. PAOLO TOSCANELLI 00122 Roma Lido - Via Delle Rande, 22 - XXI Distretto Rmtd640001@istruzione.it

Dettagli

Le mani nelle tasche dei lavoratori

Le mani nelle tasche dei lavoratori La Scuola dopo la manovra 2010 Le mani nelle tasche dei lavoratori Elaborazione a cura del centro nazionale FLC CGIL su dati Aran e Miur Aggiornamento al 15 luglio 2010 dopo l approvazione del maxi emendamento

Dettagli

La Legge di Iniziativa Popolare per una Buona Scuola per la Repubblica (LIP) e la "Buona Scuola" di Matteo Renzi Confronto sintetico per punti

La Legge di Iniziativa Popolare per una Buona Scuola per la Repubblica (LIP) e la Buona Scuola di Matteo Renzi Confronto sintetico per punti La Legge di Iniziativa Popolare per una Buona Scuola per la Repubblica (LIP) e la "Buona Scuola" di Matteo Renzi Confronto sintetico per punti Genesi Principi Finalità Metodologia e didattica Apertura

Dettagli

CRITICITA DDL SCUOLA A CURA DEL DIPARTIMENTO SCUOLA FDI AN

CRITICITA DDL SCUOLA A CURA DEL DIPARTIMENTO SCUOLA FDI AN CRITICITA DDL SCUOLA A CURA DEL DIPARTIMENTO SCUOLA FDI AN Omettendo quanto già espresso in vari comunicati da parte del capogruppo Rampelli e dal Presidente Meloni anche sul recente show della lavagna

Dettagli

INDAGINE «LA SCUOLA GIUSTA»

INDAGINE «LA SCUOLA GIUSTA» INDAGINE «LA SCUOLA GIUSTA» novembre 2014 FLC CGIL Quorum www.flcgil.it www.quorumsas.it L indagine sulla «scuola giusta» Nel periodo tra il 30 ottobre e il 19 novembre 2014 hanno risposto complessivamente

Dettagli

Disegno di legge su La buona scuola. Il nostro commento

Disegno di legge su La buona scuola. Il nostro commento Disegno di legge su La buona scuola. Il nostro commento Questo il contenuto articolo per articolo, in sintesi nella colonna di sinistra, del DDL di riforma della scuola e le nostre valutazioni nella colonna

Dettagli

Riepilogo delle regole da rispettare in caso di sciopero che ricada durante gli scrutini di fine anno

Riepilogo delle regole da rispettare in caso di sciopero che ricada durante gli scrutini di fine anno Indicazioni operative per quanto riguarda l adesione allo sciopero proclamato da FLC Cgil, CISL scuola, UIL scuola, SNALS e GILDA per due giornate consecutive in concomitanza con l effettuazione degli

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI DISEGNO DI LEGGE (GIANNINI) DI CONCERTO CON IL MINISTRO PER LA SEMPLIFICAZIONE E LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (MADIA) (PADOAN)

CAMERA DEI DEPUTATI DISEGNO DI LEGGE (GIANNINI) DI CONCERTO CON IL MINISTRO PER LA SEMPLIFICAZIONE E LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (MADIA) (PADOAN) Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2994 DISEGNO DI LEGGE PRESENTATO DAL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA (GIANNINI) DI CONCERTO CON IL MINISTRO PER

Dettagli

Documento sulle politiche contrattuali Presentato da Gianni Rinaldini, segretario generale Fiom-Cgil

Documento sulle politiche contrattuali Presentato da Gianni Rinaldini, segretario generale Fiom-Cgil Documento sulle politiche contrattuali Presentato da Gianni Rinaldini, segretario generale Fiom-Cgil Cervia 16 Maggio 2008 UNA NUOVA FASE DI CONTRATTAZIONE La contrattazione collettiva di tutti gli aspetti

Dettagli

inform@ata news n.02.14

inform@ata news n.02.14 inform@ata news n.02.14 Per contatti o segnalazioni: e-mail: r.fiore@flcgil.it siti internet: www.flc-cgiltorino.it www.flcgil.it la newsletter di informazione sulle problematiche del settore ATA della

Dettagli

C U R R I C U L U M V I T A E G I O V A N N I L O R E N Z I N I

C U R R I C U L U M V I T A E G I O V A N N I L O R E N Z I N I C U R R I C U L U M V I T A E G I O V A N N I L O R E N Z I N I INFORMAZIONI PERSONALI Indirizzo * Via Ugo Foscolo, 5 02037 Poggio Moiano (Rieti) e-mail * glorenzini@virgilio.it; giovanni.lorenzini@istruzione.it

Dettagli

TEMPO INDETERMINATO - RUOLO

TEMPO INDETERMINATO - RUOLO ACCETTO O NON ACCETTO? Versione aggiornata 2013 2014 a cura di Laura Razzano Reclutamento Docenti graduatorie e concorsi TEMPO INDETERMINATO - RUOLO L assunzione dei docenti in ruolo avviene utilizzando

Dettagli

Disegno di legge recante disposizioni in materia di riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita Osservazioni della CISL

Disegno di legge recante disposizioni in materia di riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita Osservazioni della CISL Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori \\ \\\\ Disegno di legge recante disposizioni in materia di riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita Osservazioni della CISL Capo I Disposizioni

Dettagli

PIATTAFORMA RINNOVO CCNL LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE

PIATTAFORMA RINNOVO CCNL LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE PIATTAFORMA RINNOVO CCNL LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE Premessa Quanto realizzato fino ad oggi ha reso evidente come sia difficile affrontare in maniera separata i temi contrattuali rendendo, invece,

Dettagli

Titolo I Natura e finalità del regolamento

Titolo I Natura e finalità del regolamento REGOLAMENTO RELATIVO ALLA GESTIONE DEI FONDI DERIVANTI DA PARTICOLARI INIZIATIVE ORGANIZZATE, GESTITE O COMPARTECIPATE DALLA SCUOLA, SPONSORIZZAZIONI, CONTRIBUTI VOLONTARI IN DENARO DEI GENITORI, DONAZIONI,

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO Istituto Tecnico Economico e Tecnologico Andrea Mantegna Via G. Gonzaga, 8 MANTOVA Tel.: 0376 320688 Fax: 0376 310580 Cod. Mecc. MNTE01000B www. itetmantegna.it Mail: itetmantegna@itetmantegna.it mnte01000b@istruzione.it

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Molise Direzione Generale

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Molise Direzione Generale MOLISE 1 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Molise Direzione Generale Gruppo di Lavoro Dirigente dott. ssa Giuliana Petta, Dirigente USR Molise

Dettagli

GRADUATORIE AD ESAURIMENTO PERSONALE DOCENTE. Decreto Ministeriale n. 42 dell 8 aprile 2009

GRADUATORIE AD ESAURIMENTO PERSONALE DOCENTE. Decreto Ministeriale n. 42 dell 8 aprile 2009 GRADUATORIE AD ESAURIMENTO PERSONALE DOCENTE Decreto Ministeriale n. 42 dell 8 aprile 2009 Anni scolastici 2009/10 e 2010/11 TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE: dal 10 APRILE all 11 MAGGIO 2009 LE

Dettagli

e, p.c. AI RAPPRESENTANTI REGIONALI delle OO. SS. L O R O S E D I

e, p.c. AI RAPPRESENTANTI REGIONALI delle OO. SS. L O R O S E D I Ministero dell istruzione, dell università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto DIREZIONE GENERALE Ufficio III - Personale della scuola. Riva de Biasio S. Croce 1299-30135 VENEZIA

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA AL CONTRATTO INTEGRATIVO RELATIVA ALLA RIPARTIZIONE DEL FONDO D ISTITUTO A.S. 2014-15

RELAZIONE ILLUSTRATIVA AL CONTRATTO INTEGRATIVO RELATIVA ALLA RIPARTIZIONE DEL FONDO D ISTITUTO A.S. 2014-15 1 ISTITUTO COMPRENSIVO B. Croce di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di Primo Grado Piazza F. De Sanctis, 4 66020 PAGLIETA (CH) Tel. 0872/80151 - Fax 0872/808001 Cod. Mec. CHIC809006 C.F. 81001820695

Dettagli

Piano Offerta Formativa Triennale 2016-2019: ATTO D INDIRIZZO

Piano Offerta Formativa Triennale 2016-2019: ATTO D INDIRIZZO Piano Offerta Formativa Triennale 2016-2019: ATTO D INDIRIZZO POFT 2016-2019 1 IL DIRIGENTE SCOLASTICO VISTA la legge n. 107 del 13.07.2015 (d ora in poi: Legge), recante la Riforma del sistema nazionale

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania Direzione Generale. Indicazioni operative

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania Direzione Generale. Indicazioni operative 1 Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania Direzione Generale Indicazioni operative Priorità strategiche della valutazione - Riduzione della

Dettagli

Memoria sull Affare Assegnato Scuola (Atto n.386)

Memoria sull Affare Assegnato Scuola (Atto n.386) Memoria sull Affare Assegnato Scuola (Atto n.386) Preparato per: VII Commissione Permanente del Senato Preparato da: SNADIR Sindacato Nazionale Autonomo Degli Insegnanti di Religione Data: 25 novembre

Dettagli

LE NOSTRE PROPOSTE PER ISTRUZIONE, RICERCA E UNIVERSITÀ NELLA PROSSIMA LEGISLATURA

LE NOSTRE PROPOSTE PER ISTRUZIONE, RICERCA E UNIVERSITÀ NELLA PROSSIMA LEGISLATURA LE NOSTRE PROPOSTE PER ISTRUZIONE, RICERCA E UNIVERSITÀ NELLA PROSSIMA LEGISLATURA Premessa Sulla conoscenza è arrivato il tempo di una netta inversione di tendenza. Occorre ridare centralità all intervento

Dettagli

LE COSE SI POSSONO FARE CI STIAMO PROVANDO

LE COSE SI POSSONO FARE CI STIAMO PROVANDO LE COSE SI POSSONO FARE CI STIAMO PROVANDO DA UNO STATO PESANTE AD UNO STATO SEMPLICE. Viviamo in un Paese complesso e complicato. Schiacciato da un coacervo di norme che aggiunto ad una sovrapposizione,

Dettagli

04 15/01/14 Inserimento cartella personale 03 15/10/13 Cambio intestazione 02 2/05/09 III edizione

04 15/01/14 Inserimento cartella personale 03 15/10/13 Cambio intestazione 02 2/05/09 III edizione I.S. PRU04 Pag. 1 di 9 Procedura GESTIONE DELLE RISORSE UMANE INDICE 1. SCOPO 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 3. RIFERIMENTI 4. RESPONSABILITA 5. MODALITA OPERATIVE 6. MODULISTICA APPLICABILE REV. DATA MOTIVAZIONE

Dettagli

Nell art. 3 del Regolamento troviamo la seguente articolazione dei nuovi percorsi formativi:

Nell art. 3 del Regolamento troviamo la seguente articolazione dei nuovi percorsi formativi: I NUOVI PERCORSI FORMATIVI PER I DOCENTI NORME A REGIME Al termine di un lungo e complesso iter, è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31.1.2011, Suppl. Ordinario n. 23, il Regolamento

Dettagli

IPOTESI DI TRA PREMESSO

IPOTESI DI TRA PREMESSO IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO CONCERNENTE LE UTILIZZAZIONI E LE ASSEGNAZIONI PROVVISORIE DEL PERSONALE DOCENTE, EDUCATIVO ED A.T.A. PER L ANNO SCOLASTICO 2014/15. L'anno 2014 il

Dettagli

La buona scuola Scheda n. 1

La buona scuola Scheda n. 1 La buona scuola Scheda n. 1 Testo La buona scuola - stralci Cap. 1 ASSUMERE TUTTI I DOCENTI di cui la buona scuola ha bisogno [pp. 12-41] Commenti/Osservazioni Nel capitolo si parla di: Assunzioni a settembre

Dettagli

20 SCHEDE. i diritti delle RSU e la contrattazione di istituto

20 SCHEDE. i diritti delle RSU e la contrattazione di istituto 20 SCHEDE riguardanti i diritti delle RSU e la contrattazione di istituto aggiornate al CCNL 2006-2009 Le 20 schede che seguono riguardano i compiti e i diritti delle RSU, le competenze degli Organi collegiali,

Dettagli

Disciplina organica dei contratti di lavoro e la revisione della normativa in tema di mansioni (DLgs 81/2015)

Disciplina organica dei contratti di lavoro e la revisione della normativa in tema di mansioni (DLgs 81/2015) Disciplina organica dei contratti di lavoro e la revisione della normativa in tema di mansioni (DLgs 81/2015) Nonostante l'enfasi "riformatrice" adottata in sede di presentazione, in questo decreto vengono

Dettagli

Prot. n. 3389/B4 Cattolica Eraclea, lì 21/09/2015

Prot. n. 3389/B4 Cattolica Eraclea, lì 21/09/2015 Istituto Comprensivo di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado EZIO CONTINO Largo Pertini -92011 Cattolica Eraclea (AG) Tel.0922 849242 fax 0922 840344 E-mail agic80700p@istruzione.it

Dettagli

www.retescuole.net RIORDINO DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI AI TEMPI DELLA GELMINI RETE DI RESISTENZA IN DIFESA DELLA SCUOLA PUBBLICA

www.retescuole.net RIORDINO DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI AI TEMPI DELLA GELMINI RETE DI RESISTENZA IN DIFESA DELLA SCUOLA PUBBLICA www.retescuole.net RIORDINO DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI AI TEMPI DELLA GELMINI RETE DI RESISTENZA IN DIFESA DELLA SCUOLA PUBBLICA Riordino degli istituti professionali Introduzione Per il momento sono

Dettagli

Prot. n. 3787/C41 Varese, 18 settembre 2014 SEDE

Prot. n. 3787/C41 Varese, 18 settembre 2014 SEDE M i n i s t e r o I s t r u z i o n e U n i v e r s i t à e R i c e r c a ISTITUTO COMPRENSIVO VARESE 4 A. Frank Via Carnia, 155 21100 VARESE Tel. 0332261238 Fax 0332341647 C.M. VAIC87100B C.F. 80014800124

Dettagli

L ISTRUZIONE RIPARTE IL DECRETO SULLA SCUOLA DIVENTA LEGGE

L ISTRUZIONE RIPARTE IL DECRETO SULLA SCUOLA DIVENTA LEGGE Dossier n. 19 Ufficio Documentazione e Studi 11 novembre 2013 L ISTRUZIONE RIPARTE IL DECRETO SULLA SCUOLA DIVENTA LEGGE Il decreto-legge 12 settembre 2013, n. 104, dal titolo recante misure urgenti in

Dettagli

SCHEDA TECNICA PAS, TFA E EXCURSUS STORICO SU COSA C'ERA PRIMA DEGLI ATTUALI SISTEMI DI IMMISSIONE

SCHEDA TECNICA PAS, TFA E EXCURSUS STORICO SU COSA C'ERA PRIMA DEGLI ATTUALI SISTEMI DI IMMISSIONE SCHEDA TECNICA PAS, TFA E EXCURSUS STORICO SU COSA C'ERA PRIMA DEGLI ATTUALI SISTEMI DI IMMISSIONE NELL'INSEGNAMENTO Il reclutamento degli insegnanti nelle scuole statali avviene mediante contratto che

Dettagli

Il Governo e la manovra 2010. Gli effetti su scuola, università, ricerca e Afam

Il Governo e la manovra 2010. Gli effetti su scuola, università, ricerca e Afam Il Governo e la manovra 2010. Gli effetti su scuola, università, ricerca e Afam Elaborazione a cura del centro nazionale FLC CGIL su dati Aran e Miur aggiornamento 3 giugno 2010 FEDERAZIONE LAVORATORI

Dettagli

Modalità di organizzazione del personale docente e di utilizzazione del personale Ata

Modalità di organizzazione del personale docente e di utilizzazione del personale Ata LICEO CLASSICO STATALE N. FORTEGUERRI LICEO STATALE DELLE SCIENZE UMANE A. VANNUCCI Corso Gramsci, 148 - PISTOIA - Tel. 0573/20302-22328-Fax 0573/24371 Modalità di organizzazione del personale docente

Dettagli

PERIODO DI PROVA DOCENTI: GUIDA AL D.M. 850/2015

PERIODO DI PROVA DOCENTI: GUIDA AL D.M. 850/2015 NOVEMBRE 2015 PERIODO DI PROVA DOCENTI: GUIDA AL D.M. 850/2015 A CURA DI SALVATORE PAPPALARDO Come anticipato nella legge 107 al comma 118 il 27 ottobre 2015 è stato pubblicato il decreto ministeriale

Dettagli

U. O. n 2 Ufficio 2. Prot. n. 323 Cosenza, 21/ 01 /2013

U. O. n 2 Ufficio 2. Prot. n. 323 Cosenza, 21/ 01 /2013 Prot. n. 323 Cosenza, 21/ 01 /2013 Ai Dirigenti delle Istituzioni Scolastiche Statali di ogni ordine e grado della provincia LORO SEDI e,p.c. All U. S. R. per la Calabria Via Lungomare 259 88100 CATANZARO

Dettagli

SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ. Comunicazione ISTITUTO COMPRENSIVO PACINOTTI DI SAN CESARIO S.P. moic810007@istruzione.it www.icapacinotti.gov.

SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ. Comunicazione ISTITUTO COMPRENSIVO PACINOTTI DI SAN CESARIO S.P. moic810007@istruzione.it www.icapacinotti.gov. Ist. Comp. I. C. Pacinotti San Cesario sul Panaro Modena SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ Comunicazione PD 0.3. Nome file PD 0.3. Data 24.04.05 Revisione 00 ISTITUTO COMPRENSIVO PACINOTTI DI SAN CESARIO

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Direzione Generale Prot. MIURAOODRLO R.U. 12322 del 21 luglio 2010 CONTRATTO INTEGRATIVO REGIONALE

Dettagli

LEGGE DI STABILITÀ 2015 TESTO APPROVATO DALLA CAMERA

LEGGE DI STABILITÀ 2015 TESTO APPROVATO DALLA CAMERA TESTO DELLA LEGGE DI STABILITA 2015 Art. 1, commi 2-3 ex art. 2 Gestioni previdenziali 1. Nell'allegato n. 2 è indicato l'adeguamento degli importi dei trasferimenti dovuti dallo Stato, ai sensi rispettivamente

Dettagli

Istituto Tecnico Tecnologico E. FERMI Ascoli Piceno ART 6 comma 2 CCNL 2007 Informazione preventiva a.s. 2011-12

Istituto Tecnico Tecnologico E. FERMI Ascoli Piceno ART 6 comma 2 CCNL 2007 Informazione preventiva a.s. 2011-12 Istituto Tecnico Tecnologico E. FERMI Ascoli Piceno ART 6 comma 2 CCNL 2007 Informazione preventiva a.s. 2011-12 Lettera c): criteri di attuazione dei progetti nazionali, europei e territoriali Sono inseriti

Dettagli

28 C.D. GIOVANNI XXIII - NA Scuola Infanzia e Primaria

28 C.D. GIOVANNI XXIII - NA Scuola Infanzia e Primaria FUNZIONIGRAMMA Chi fa Cosa fa Quando 1 Collaboratore con Nominato dal Dirigente Scolastico, collabora con il DS con le funzioni vicarie seguenti funzioni e deleghe: Sostituzione del D.S., con delega alla

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. a) l accettazione e il rispetto della personalità dello studente,quali che ne siano le condizioni personali, sociali e culturali;

CARTA DEI SERVIZI. a) l accettazione e il rispetto della personalità dello studente,quali che ne siano le condizioni personali, sociali e culturali; CARTA DEI SERVIZI Premessa 1. LA carta dei servizi si ispira agli articoli 3, 21, 30, 33 e 34 della Costituzione della Repubblica Italiana e all art.149 del Trattato dell Unione Europea. 2. Alla luce di

Dettagli

Riepilogo delle regole da rispettare in caso di sciopero che ricadono durante degli scrutini di fine anno

Riepilogo delle regole da rispettare in caso di sciopero che ricadono durante degli scrutini di fine anno Indicazioni operative per quanto riguarda l adesione allo sciopero proclamato da FLC Cgil, CISL scuola, UIL scuola, SNALS e GILDA per due giornate consecutive in concomitanza con l effettuazione degli

Dettagli

Istituto Comprensivo Erodoto 87064 Corigliano Calabro (CS)

Istituto Comprensivo Erodoto 87064 Corigliano Calabro (CS) Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Erodoto 87064 Corigliano Calabro (CS) LA BUONA SCUOLA Questa analisi ragionata, rappresenta il documento elaborato dal collegio

Dettagli

Prot. n. 2493/B35 Soriano nel Cimino, 8/10/2015

Prot. n. 2493/B35 Soriano nel Cimino, 8/10/2015 Ministero dell Istruzione, dell Università e della ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO DI SORIANO NEL CIMINO Viale Ernesto Monaci, 37-01038 SORIANO NEL CIMINO (VT) -

Dettagli

Circolare della Funzione Pubblica n. 5 del 21 novembre 2013 sul DL 101/2013

Circolare della Funzione Pubblica n. 5 del 21 novembre 2013 sul DL 101/2013 Circolare della Funzione Pubblica n. 5 del 21 novembre 2013 sul DL 101/2013 La circolare del dipartimento funzione pubblica esplicativa dell articolo 4 del Decreto Legge n. 101 del 31 agosto 2013, convertito

Dettagli

INTERPELLI ASPIRANTI SUPPLENTI INSERITI NELLE GRADUATORIE D ISTITUTO

INTERPELLI ASPIRANTI SUPPLENTI INSERITI NELLE GRADUATORIE D ISTITUTO INTERPELLI ASPIRANTI SUPPLENTI INSERITI NELLE GRADUATORIE D ISTITUTO In questo periodo dell anno scolastico le segreterie scolastiche sono impegnate nella copertura dei posti per le supplenze del personale

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA IV CIRCOLO DI PINEROLO PROGRAMMA ANNUALE ESERCIZIO FINANZIARIO 2011

DIREZIONE DIDATTICA IV CIRCOLO DI PINEROLO PROGRAMMA ANNUALE ESERCIZIO FINANZIARIO 2011 DIREZIONE DIDATTICA IV CIRCOLO DI PINEROLO PROGRAMMA ANNUALE ESERCIZIO FINANZIARIO 2011 PROGRAMMA ANNUALE PER L ESERCIZIO FINANZIARIO 2011 Il nuovo regolamento contabile delle istituzioni scolastiche approvato

Dettagli

Assistenti Amministrativi. Sig.ra Neri Paola

Assistenti Amministrativi. Sig.ra Neri Paola Assistenti Amministrativi Sig.ra Neri Paola Gestione del Personale - Cura e gestione della trasmissione dei contratti del personale neo immesso in ruolo alla RGS; - Conferma in Ruolo, proroga periodo di

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFFIII/9789/C2 Venezia, 8 Agosto 2014. Agli Uffici Scolastici Territoriali. Alle Organizzazioni sindacali regionali

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFFIII/9789/C2 Venezia, 8 Agosto 2014. Agli Uffici Scolastici Territoriali. Alle Organizzazioni sindacali regionali MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva de Biasio S. Croce 1299-30135 VENEZIA Ufficio III - Personale della Scuola

Dettagli

VADAMECUM IMMISSIONI IN RUOLO E QUOTA RISERVISTI

VADAMECUM IMMISSIONI IN RUOLO E QUOTA RISERVISTI sede di Nola Via Anfiteatro Laterizio,180 tel. fax 081/3652976 antoniodascoli1@virgilio.it CONITP ( sindacato autonomo) Sede Nazionale Via Luigi Carbone,23 San Gennarello di Ottaviano Napoli 80040 Tel

Dettagli

Organici scuola personale docente a.s. 2010-2011 Scheda di approfondimento

Organici scuola personale docente a.s. 2010-2011 Scheda di approfondimento Organici scuola personale docente a.s. 2010-2011 Scheda di approfondimento Bozza di Decreto Interministeriale sugli organici e C.M. n. 37 del 13/aprile/2010 Regolamenti attuativi dell art. 64 del DL 112,

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI (approvata dal Consiglio di Istituto in data 8 febbraio 2013)

CARTA DEI SERVIZI (approvata dal Consiglio di Istituto in data 8 febbraio 2013) Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca DIREZIONE DIDATTICA ELIO TONELLI DI PESARO Istituto Comprensivo Elio Tonelli di Pesaro dall'a.s. 2013/14 Strada Statale Adriatica, 151-61121 PESARO

Dettagli

http://www.pubblica.istruzione.it/ministro/comunicati/2009_miur/2808...

http://www.pubblica.istruzione.it/ministro/comunicati/2009_miur/2808... Ufficio Stampa COME SI DIVENTA INSEGNANTI: ECCO LE NUOVE REGOLE UN ANNO DI TIROCINIO PER LEGARE TEORIA A PRATICA ASSUNZIONI SOLO IN BASE ALLA NECESSITÀ PER EVITARE IL PRECARIATO PIÙ INGLESE E COMPETENZE

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE FEDERICO CAFFÈ (CON SEZIONI ASSOCIATE : I.T.C.G. FEDERICO CAFFE - I.T.I.S.

Dettagli