NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009"

Transcript

1 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi Presenze PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata quota Nonostante le previsioni pessimistiche, la provincia di Brescia archivia per il 2010 una stagione turistica più che soddisfacente in termini statistici, presentando un totale degli arrivi di , mentre il totale delle presenze si assesta a L aumento percentuale sul 2009, per quanto riguarda gli arrivi, è un dato assolutamente eccellente: + 5,52%, che segnala quanto l appeal dell offerta turistica bresciana incontri sempre nuovi estimatori. Le presenze registrano un aumento più contenuto, + 1,62%, comunque da non sottovalutare, vista la congiuntura economica non favorevole e la tendenza, ormai da tempo consolidata, ad effettuare più vacanze di brevi periodi e in varie località. Sono numeri che fotografano una situazione positiva che, tuttavia, deve essere considerata come base per fare sempre meglio e di più negli sforzi di promozione, anche guardando al fatto che l offerta ricettiva è aumentata e, al dispone di strutture ricettive per un totale di posti letto. La media di permanenza sul totale generale è stata di 4,19 giorni. Prendendo in esame la tipologia ricettiva, si scopre come siano le strutture ricettive alberghiere a determinare il buon andamento del Gli arrivi negli esercizi alberghieri sono con un ottimo balzo di + 8,12% sul Le presenze passano da a con un + 2,44%. La media di permanenza negli esercizi alberghieri è stata di 3,27 giorni Gli esercizi extralberghieri, al contrario, registrano un segno negativo, - 1,40% negli arrivi e un lieve aumento di 0,50% nelle presenze. I dati negativi sono da imputare esclusivamente ai turisti italiani che sono in diminuzione del 4,58% negli arrivi e del 2,39% nelle presenze mentre gli stranieri sono in aumento. La media di permanenza è stata di 6,88 giorni. E evidente come la media di permanenza sia nettamente inferiore negli esercizi alberghieri che nelle strutture extra composte per la maggior parte di campeggi, villaggi turistici e case e appartamenti per vacanze. E un dato che andrebbe tenuto in considerazione in rapporto alla ricaduta economica complessiva sul territorio che è generata anche da fattori e tipologie di servizi diversi. 1

2 I turisti Italiani L incidenza degli arrivi Italiani sul totale diminuisce rispetto al 2009 e passa dal 49,41% al 48,71% dopo aver toccato il 50,24 nel L incidenza delle presenze italiane sul totale, che era del 37,17% nel 2009, diventa del 35,78. La provenienza regionale indica sempre la Lombardia al primo posto. I lombardi incrementano la loro rappresentatività del 5,06% negli arrivi e rimangono sostanzialmente invariati, + 0,30 nelle presenze. I turisti lombardi rappresentano il 24,53% degli arrivi ed il 19,90% delle presenze. E un dato rilevante per affermare l importanza da assegnare al mercato di prossimità che indica anche quanto spazio ci sia ancora per incrementare la conoscenza del territorio bresciano in Italia al fine di aumentare il flusso di turisti. Dopo la Lombardia, ma con percentuali molto più basse, figurano: Arrivi Presenze (valore in percentuale) (valore in percentuale) Veneto 3,98-4,07 2,32-2,30 Emilia Romagna 3,21-3,14 1,89-1,84 Piemonte 2,96-2,91 1,90-1,76 Lazio 2,49-2,31 1,77-1,64 I turisti stranieri Gli stranieri aumentano la loro percentuale sul totale degli arrivi passando dal 50,59% al 51,29% (Erano il 50,28% nel 2007 ed il 49,76% nel 2008). E in aumento costante l incidenza sulle presenze che era del 61,27% nel 2007, del 61,90% nel 2008, del 62,83% nel 2009 e diventa del 64,22% nel Parla quindi sempre più una lingua straniera il flusso turistico in provincia e questa lingua è principalmente il tedesco. La percentuale di variazione sul 2009 degli ospiti tedeschi è di + 6,64% negli arrivi e di + 5,17% nelle presenze. Nel 2008 la loro incidenza sul totale generale era del 19,19% negli arrivi e del 25,47% nelle presenze. Nel 2009 rispettivamente del 21,25% e del 28,33%. Nel 2010 arriva al 21,48% negli arrivi ed al 29,32% nelle presenze. La stagione 2010 registra anche l aumento di arrivi e presenze dai Paesi Bassi che incrementano i loro numeri rispettivamente del 3,30% e dello 0,63% e dei Francesi + 8,96% e + 7,07%. Gli arrivi dal Regno Unito aumentano del 4,04% e le presenze dello 0,72%. L incidenza degli ospiti dei Paesi Bassi sul totale degli arrivi è del 4,74% e, sul totale delle presenze, del 10,12%. Al terzo posto si colloca il Regno Unito con il 3,38% degli arrivi totali ed il 4,52% delle presenze. 2

3 Permane l esigenza di destagionalizzare Come sempre, le tabelle del flusso mensile evidenziano, immediatamente, come il grosso del flusso turistico si registri nei mesi di luglio ed agosto. I dati 2010 presentano, per il mese di luglio, un totale complessivo delle strutture ricettive di arrivi e presenze e, per il mese di agosto, di arrivi e presenze. A ridosso si collocano i mesi primaverili e settembre - ottobre, ma con numeri decisamente inferiori che non arrivano, per esempio, al milione di presenze. E una concentrazione di presenze molto sbilanciata e difficile da modificare perché causata da vari e complessi fattori esterni. Tuttavia, essa denuncia anche la presenza di grandi potenzialità per il resto dell anno da coprire con azioni strategiche di richiamo che vadano oltre la vacanza balneare quali, per esempio, eventi culturali, sportivi etc. di livello nazionale ed internazionale, notoriamente attrattori di grandi flussi, e/o offerte di pacchetti integrati mirate su specifici segmenti proponibili tutto l anno quali, in particolar modo, l enogastronomia, il benessere e ancora una volta la cultura. Il confronto mensile presenta, in particolare, la diminuzione generale nel mese di Aprile dovuta, probabilmente, alle pessime condizioni atmosferiche della Pasqua. Da segnalare, inoltre, la stessa probabile causa per i segni negativi di maggio e di agosto negli esercizi extralberghieri. I due mesi sono stati, infatti, molto piovosi e ciò incide molto in esercizi quali i campeggi specialmente per quanto riguarda gli utenti italiani, spesso lombardi. Le categorie alberghiere Nelle diverse categorie alberghiere, le strutture a 5 stelle registrano un anno particolarmente buono con una variazione di + 19,61% negli arrivi e + 7,08% nelle presenze sul Positivo anche l andamento per i 4 stelle + 10,17% gli arrivi e + 3,08 le presenze, e per le strutture a 3 stelle, + 6,80% e + 4,50%. Segnano il passo le categorie inferiori, indice di una sempre maggior richiesta di qualità nei servizi e nelle strutture. Dettaglio del turismo extralberghiero Il dettaglio delle categorie extralberghiere mette in luce, come ampiamente evidenziato da altri dati, che il calo maggiore, quasi esclusivo, è stato registrato nei campeggi: 4,94% gli arrivi, 2,07% le presenze. L aumento, al contrario, si è registrato nei villaggi turistici, + 5,51 % e + 6,45% e negli alloggi agrituristici che, come ovunque in Italia, registrano un boom di arrivi, + 10,12% e nelle presenze + 4,86% sul Aumentano sensibilmente arrivi e presenze anche nei B&B, + 29,51% e + 21,40, il cui numero cresce ogni anno. 3

4 Occupazione media degli esercizi Il totale delle giornate letto disponibili nel 2010 è stato di che, suddivise per le presenze registrate ( ), ha portato la percentuale di occupazione media annuale del totale degli esercizi al 28,38%. Come sempre, la media mensile evidenzia in maniera chiara la grande sproporzione tra i mesi di luglio e agosto ed il resto dell anno. Le percentuali passano, infatti, da una media di oltre il 50% nei due mesi estivi a ad una media attorno al 20% per il resto dell anno, con l eccezione di settembre che si assesta a 33,21%. Nel dettaglio, la media presentata dagli esercizi alberghieri, 37,85%, è spalmata su più mensilità con il vertice di luglio e agosto oltre il 60%. Le strutture extralberghiere hanno fatto registrare una media di occupazione generale del 19,46% con punte di 46,48% a luglio e 55,13% ad agosto. I numeri della ricettività E costante l aumento e anche la riqualificazione delle strutture ricettive della provincia bresciana. Al il totale degli esercizi raggiunge le unita. Le stesse erano nel 2009, 1459 nel 2008 e nel I posti letto passano dai del 2009 ai Sono in aumento le strutture alberghiere di 5 e 4 stelle mentre sono in diminuzione le categorie inferiori. I campeggi rimangano sostanzialmente uguali mentre le residenze turistiche aumentano. Gli alloggi agrituristici registrano un incremento di 13 unità e raggiungono posti letto Sono sempre in aumento i B&B che passano dai 134 del 2007 con 619 posti letto ai 166 con 774 posti letto del 2008, ai 185 con 878 posti letto del 2009, ai 211 del 2010 che raggiungono i posti letto. Storico ricettività Dal 1998 al 2010 gli esercizi ricettivi in provincia di Brescia sono aumentati del 50,14% testimoniando una continua espansione degli investimenti nel settore turistico. La variazione dei posti letto è stata del 23,16%. Gli esercizi extralberghieri sono passati dai 341 del 1998 agli 801 del 2010 anche grazie alle nuove tipologie ricettive quali Agriturismo e B&B. Storico flusso turistico La variazione positiva del flusso turistico dal 1998 al 2010 ha raggiunto il 40,88% negli arrivi ed il 15,93% nelle presenze. Il 2010, con il + 5,52%, registra la terza miglior performance di crescita negli arrivi dopo il 5,79% del 2007 ed il 7,25 del Nelle presenze, la variazione positiva più sensibile è stata registrata nel 2007 con + 5,63% sul

5 LE AGENZIE TERRITORIALI PER IL TURISMO Uno sguardo alle aree omogenee in cui è idealmente suddiviso il territorio bresciano dal punto di vista turistico segnala, immediatamente, come sia la Riviera del Garda a determinare l andamento generale di tutta la provincia. I dati registrati sul Lago di Garda rappresentano, infatti, il 62,80% degli arrivi totali della provincia e ben il 72,20% delle presenze. Il 2010, nel territorio gardesano ha chiuso con un + 3,58% negli arrivi e + 2,98% nelle presenze, registrando una leggera diminuzione nel comparto extralberghiero, - 0,85% gli arrivi, causata dalla flessione degli italiani: - 6,12% gli arrivi, - 2,14% le presenze. Gli esercizi alberghieri, hanno chiuso con un aumento complessivo, + 5,51% gli arrivi e + 4,21% le presenze. Tra gli stranieri, gli apprezzati ospiti tedeschi hanno fatto segnare un 6,68% di aumento negli arrivi e un + 5,59% nelle presenze. Da evidenziare che gli arrivi stranieri rappresentano il 64,26% del totale e le presenze il 75,24%. Gli arrivi provenienti dalla Germania costituiscono il 30,87% del totale e le presenze il 38,09%. Sono stati in aumento anche arrivi e presenze dai Paesi Bassi, + 4,10% e + 1,61% e dal Regno Unito, + 4,96% e + 1,34%. Luglio e agosto si confermano i mesi leader. Buoni i mesi primaverili e settembre. Prendendo in considerazione le presenze, al secondo posto per incidenza sul totale generale, ma con numeri assolutamente inferiori, si colloca la Valle Camonica: 8,77%. Anche nella Valle il 2010 si è chiuso positivamente: + 4,48% gli arrivi e + 0,83% le presenze. Da notare come in Valle Camonica siano gli Italiani a rappresentare la maggioranza di arrivi e presenze. I nostri connazionali rappresentano ben il 77,14% degli arrivi ed il 74,71% delle presenze. Lombardi sono il 47,75% degli arrivi ed il 44,27 delle presenze. Degna di nota è anche la quasi parità numerica di esercizi alberghieri ed extra rappresentati qui da varie tipologie ricettive residenziali. Il lago d Iseo e la Franciacorta si collocano al terzo posto delle presenze e presentano una sorpresa nel panorama generale 2010 perché, mentre gli arrivi totali sono, come altrove, in aumento: + 4,54%, le presenze sono in diminuzione 3,34% sul E un dato da approfondire anche se gli operatori turistici locali segnalano come l offerta ricettiva lacustre sia determinata per buona parte dai campeggi, tutti direttamente sul lago, la cui clientela è molto sensibile alle variazioni climatiche e come, da questo punto di vista, il 2010 non sia stato certamente favorevole. L incidenza delle presenza sul totale della provincia è del 7,95%. Brescia e Hinterland offrono diversi spunti che dovranno essere approfonditi con la disponibilità di ulteriori dati comparativi e diversi parametri. Il dato di chiusura 2010 è, infatti, di difficile interpretazione presentando un + 16,76% negli arrivi e un 7,91% nelle presenze. Sembra che la promozione raggiunga il suo effetto sui mercati, ma che poi si presenti qualche difficoltà nella permanenza. L incidenza delle presenze sul totale è del 6,61%. La Pianura bresciana, anche se numericamente non influente (l incidenza sul totale provinciale delle presenze è del 2,18%), rappresenta una bella sorpresa registrando un aumento del 14,92% negli arrivi e dell 11,66% nelle presenze. 5

6 Valle Sabbia e Lago d Idro invertono la tendenza annuale provinciale e presentano 1,80% negli arrivi e + 2,70% nelle presenze. La Valle Trompia, che dispone di un totale di 39 strutture ricettive con complessivi 889 posti letto, registra dati negativi, 11,59% negli arrivi e 4,93% nelle presenze. GLI UFFICI IAT - LE LOCALITA DAL TURISMO CONSOLIDATO Sirmione si conferma al primo posto come attrattività turistica della provincia di Brescia con arrivi e presenze. L aumento è rispettivamente del 5,12% e del 5,03%. Si evidenzia che gli stranieri sono in aumento sia negli alberghi che negli extra mentre gli italiani, sono in diminuzione. Gli esercizi ricettivi sono 143, i posti letto Limone registra una leggera flessione sia negli arrivi, 0,34% che nelle presenze, 1,40%. Anche qui, sono soprattutto gli italiani, sia negli esercizi alberghieri che negli esercizi extralberghieri ad essere diminuiti, mentre gli stranieri registrano un aumento negli arrivi alberghieri, + 1,68%, ma una diminuzione negli extra. La ricettività è composta da 84 strutture. I posti letto negli alberghi sono 5.595; il totale è di Desenzano segna un notevole aumento, numericamente parlando il secondo più consistente del Lago di Garda dopo Sirmione, + 5,85% di arrivi e + 7,62% di presenze. Molto positivo il dato degli stranieri sia negli alberghi che negli extra. In flessione gli italiani. Le 85 strutture ricettive ospitano posti letto. Brescia, come già evidenziato per l area omogenea di Brescia e hinterland, ci consegna per il 2010 un dato con difficoltà di interpretazione: + 13,66% di arrivi e 12,65% di presenze. La diminuzione delle presenze si registra quasi esclusivamente negli esercizi alberghieri e riguarda sia italiani che stranieri. La città ha una ricettività composta da 42 esercizi alberghieri con posti letto e 34 strutture extralberghiere con 967 posti letto. Il totale è di 76 strutture e posti letto. Iseo fa segnare un 2010 con due facce, positivo per gli esercizi alberghieri con un + 9,10% di arrivi e + 0,95% di presenze e negativo per tutte le voci degli extralberghieri, - 5,17% e 6,87%. In complesso + arrivi, 1,67% e meno presenze, 4,60%. Gli esercizi ricettivi sono 80 con posti letto di cui ben nel comparto extralberghiero. Toscolano Maderno si conferma positivo negli arrivi e nelle presenze, + 2,40% e + 3,48%. L aumento è da imputare, quasi esclusivamente, alle strutture alberghiere, dove gli stranieri sono stati in notevole incremento + 68,74% gli arrivi e + 75,38% le presenze. Evidente, visto il risultato totale, il calo cospicuo negli extralberghieri. I 77 esercizi ricettivi sono suddivisi in 29 alberghi con posti letto e 48 extralberghieri con posti letto. Nel complesso i posti letto ammontano a Ponte di Legno ha fatto registrare una lieve flessione negli arrivi totali, 0,54% e ancora una flessione dell 1,44% nelle presenze. In calo soprattutto gli stranieri, ma anche gli arrivi italiani nelle strutture extralberghiere. La ricettività è composta da 35 esercizi per un totale di posti letto. 6

7 Gardone Riviera presenta un consistente aumento del 7,31% negli arrivi e un altrettanto significativo aumento del 7,45% nelle presenze. La località dispone di 48 esercizi per un totale di posti letto. Darfo Boario Terme chiude il 2010 con un dato assolutamente da vagliare con ulteriori approfondimenti, vista la grande disuguaglianza tra il + 20,12% di arrivi ed il 2,43% delle presenze. Gli esercizi presenti sono 36, i posti letto Salò evidenzia un calo, forse inaspettato, generato totalmente dagli italiani che sono mancati sia negli esercizi alberghieri che in quelli extra. Il 2010 si è chiuso con 3,18 negli arrivi e 4,10% nelle presenze. Le strutture ricettive sono 37, i posti letto Edolo sembra contraddire la tendenza registrata quasi ovunque in provincia e chiude il 2010 con una sensibile diminuzione di arrivi 12,66% ed un aumento di presenze sia italiane che straniere, + 9,98%. L esigua ricettività è data complessivamente da 11 strutture con 563 posti letto, 477 dei quali sono del comparto extralberghiero (1 campeggio, 3 rifugi e una casa per ferie sommano 459 posti letto). 7

8 NOTE Per arrivi si intende il numero delle persone arrivate sul territorio. Per presenze si intende il numero dei pernottamenti effettuati da ciascuna persona. Suddividendo il numero delle presenze per quello degli arrivi si ottiene il dato della permanenza media. Le giornate letto disponibili sono composte dal prodotto del numero dei posti letto per i giorni di apertura. Dividendo le giornate letto disponibili per il numero di presenze registrate si ottiene la percentuale di occupazione degli esercizi. La ricettività è suddivisa in esercizi alberghieri: alberghi e residenze turistico alberghiere ed extralberghieri, tutte le altre tipologie ricettive previste dalle vigenti normative: campeggi e villaggi turistici, Case e appartamenti per vacanze - Aziende agrituristiche, B&B, Affittacamere, Case per ferie e Rifugi alpini. Per la corretta comparazione mensile è necessario ricordare che la Pasqua 2009 è stata il 12 aprile e la Pasqua 2010 il 4 aprile. I dati complessivi sono pubblicati sul sito alla voce Dati Statistici - Flussi turistici, previa registrazione. Si rammenta che la Provincia di Brescia è l unico Ente titolato da ISTAT alla raccolta, elaborazione e diffusione dei dati statistici inerenti la ricettività ed il flusso turistico della provincia, in quanto organo intermedio tra le strutture ricettive e Istat che ha delineato le linee guida e la metodologia di raccolta con Regione Lombardia. Info: Ufficio Statistica: Barbara Bazzoli tel Iria Bassoli tel Responsabile: Maddalena Stefini tel

Milano, 18 gennaio 2011 COMUNICATO STAMPA. ANDAMENTO TURISTICO AUTUNNO 2010 e PREVISIONI PER L INVERNO

Milano, 18 gennaio 2011 COMUNICATO STAMPA. ANDAMENTO TURISTICO AUTUNNO 2010 e PREVISIONI PER L INVERNO Milano, 18 gennaio 2011 COMUNICATO STAMPA ANDAMENTO TURISTICO AUTUNNO 2010 e PREVISIONI PER L INVERNO Bilancio positivo per le strutture ricettive lombarde nell ultimo trimestre 2010 Il 2010 si chiude

Dettagli

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Gennaio 2014 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro dell opera: Termine

Dettagli

Osservatorio Turistico di Destinazione (NECSTOUR) 2011 2012 Provincia di Livorno Il mercato turistico in provincia di Livorno Anno 2011 maggio 2012

Osservatorio Turistico di Destinazione (NECSTOUR) 2011 2012 Provincia di Livorno Il mercato turistico in provincia di Livorno Anno 2011 maggio 2012 PROVINCIA DI LIVORNO Osservatorio Turistico di Destinazione (NECSTOUR) 2011 2012 Provincia di Livorno Il mercato turistico in provincia di Livorno Anno 2011 maggio 2012 1 1. Sintesi dei risultati Il mercato

Dettagli

Rapporto flussi turistici Anni dal 2010

Rapporto flussi turistici Anni dal 2010 Rapporto flussi turistici Anni dal 2010 2010 al 2014 Elaborazione a cura dell Ufficio del Turismo della Provincia di Novara turismo.statistica@provincia.novara.it 1 CAPACITA RICETTIVA Qualifica Stelle

Dettagli

L estate 2010 (luglio settembre) rilancia le presenze turistiche

L estate 2010 (luglio settembre) rilancia le presenze turistiche Milano, 12 ottobre 2010 COMUNICATO STAMPA ANDAMENTO TURISTICO ESTATE 2010 E PREVISIONI PER L AUTUNNO L estate 2010 (luglio settembre) rilancia le presenze turistiche Nel trimestre estivo il 63,6% delle

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE PER IL TURISMO VALLE SABBIA E LAGO D'IDRO FLUSSO TURISTICO ANNO 2005 DATI COMPARATI ANNO PRECEDENTE

AGENZIA TERRITORIALE PER IL TURISMO VALLE SABBIA E LAGO D'IDRO FLUSSO TURISTICO ANNO 2005 DATI COMPARATI ANNO PRECEDENTE AGENZIA TERRITORIALE PER IL TURISMO VALLE SABBIA E LAGO D'IDRO FLUSSO TURISTICO ANNO 25 DATI COMPARATI ANNO PRECEDENTE ESERCIZI ALBERGHIERI PERIODO I T A L I A N I S T R A N I E R I T O T A L E arrivi

Dettagli

Il movimento turistico in provincia di Pistoia. anno 2013

Il movimento turistico in provincia di Pistoia. anno 2013 Il movimento turistico in provincia di Pistoia anno 2013 Francesco Spinetti Lucia Capecchi Provincia di Pistoia Servizio Sviluppo Economico e Statistica Pistoia 20.5.2014 il notiziario sul turismo Il notiziario

Dettagli

Statistiche. del Turismo. Provincia di Bologna - anno 2013

Statistiche. del Turismo. Provincia di Bologna - anno 2013 Statistiche del Turismo Provincia di Bologna - anno 2013 tipografia metropolitana bologna Statistiche del turismo Anno 2013 Indice Analisi capacità ricettiva e movimento turistico p. 3 TABELLE Capacità

Dettagli

RAPPORTO SPECIALE BIT 2013

RAPPORTO SPECIALE BIT 2013 RAPPORTO SPECIALE BIT 2013 OSSERVATORIO DEL SISTEMA TURISTICO LAGO DI COMO 1 L Osservatorio è una iniziativa al servizio di tutti gli operatori pubblici e privati del Sistema Turistico Lago di Como realizzata

Dettagli

MONITORAGGIO DEI FLUSSI TURISTICI IN PROVINCIA DI LUCCA

MONITORAGGIO DEI FLUSSI TURISTICI IN PROVINCIA DI LUCCA MONITORAGGIO DEI FLUSSI TURISTICI IN PROVINCIA DI LUCCA Stagione estiva 2003 settembre 2003 Previsioni ottobre-novembre 2003 MONITORAGGIO PROVINCIALE SULL'ANDAMENTO DEI FLUSSI TURISTICI NELLA STAGIONE

Dettagli

Risultati definitivi stagione invernale 2006-2007

Risultati definitivi stagione invernale 2006-2007 Statistiche in breve 29 giugno 2007 Turismo a cura di Roberta Savorelli e Manuela Genetti Risultati definitivi stagione invernale 2006-2007 Il Servizio Statistica presenta i dati definitivi relativi agli

Dettagli

Settore cultura, turismo, moda, eccellenze

Settore cultura, turismo, moda, eccellenze Settore cultura, turismo, moda, eccellenze Flussi Turistici di Milano e Provincia 2013 in attesa di validazione da parte di ISTAT, i dati sono da ritenersi provvisori e soggetti a modifica Indice 1. Capacità

Dettagli

Movimento turistico Stagione invernale 2012/13

Movimento turistico Stagione invernale 2012/13 luglio 2013 Movimento turistico Stagione invernale 2012/13 Il Servizio Statistica della Provincia autonoma di Trento presenta i dati definitivi relativi agli arrivi e alle presenze turistiche registrati

Dettagli

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO in collaborazione con LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Ottobre 2011 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro

Dettagli

La stagione turistica estiva 2013*

La stagione turistica estiva 2013* Novembre 2013 La stagione turistica estiva 2013* Il Servizio Statistica presenta i dati definitivi relativi agli arrivi e alle turistiche della stagione estiva (1) 2013 sulla base delle informazioni trasmesse

Dettagli

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO in collaborazione con LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Gennaio 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro

Dettagli

INDAGINE SULLE PRENOTAZIONI/PRESENZE NELLE AREE TURISTICHE E SUI SEGMENTI DI PRODOTTO

INDAGINE SULLE PRENOTAZIONI/PRESENZE NELLE AREE TURISTICHE E SUI SEGMENTI DI PRODOTTO in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO INDAGINE SULLE PRENOTAZIONI/PRESENZE NELLE AREE TURISTICHE E SUI SEGMENTI DI PRODOTTO Maggio 2010 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T.

Dettagli

Gianpiero Perri: La bella stagione della Basilicata turistica

Gianpiero Perri: La bella stagione della Basilicata turistica Potenza, 10 febbraio 2015 Agli organi di informazione Gianpiero Perri: La bella stagione della Basilicata turistica L andamento turistico dell anno appena trascorso, benchè fortemente segnato dalla gravità

Dettagli

IL TURISMO IN PROVINCIA DI COMO NEL PERIODO MAGGIO OTTOBRE 2015. GLI EFFETTI DI EXPO MILANO 2015

IL TURISMO IN PROVINCIA DI COMO NEL PERIODO MAGGIO OTTOBRE 2015. GLI EFFETTI DI EXPO MILANO 2015 IL TURISMO IN PROVINCIA DI COMO NEL PERIODO MAGGIO OTTOBRE 2015. GLI EFFETTI DI EXPO MILANO 2015 Elaborazione su dati provvisori forniti dal Settore Turismo della Provincia di Como A cura di Massimo Gaverini

Dettagli

tab.2.1.1consistenza delle strutture ricettive della provincia di Brindisi. Periodo 2006/2012

tab.2.1.1consistenza delle strutture ricettive della provincia di Brindisi. Periodo 2006/2012 Il Turismo 1 Nel 2012 la provincia di Brindisi ha migliorato la propria offerta ricettiva ed ha registrato un incremento degli indicatori quali-quantitativi della ricettività locale (densità degli esercizi

Dettagli

Provincia e nel Comune

Provincia e nel Comune Il turismo nella Provincia e nel Comune di Siena Anno 2015 (Elaborazioni Centro Studi Turistici di Firenze su dati Amministrazione Provinciale di Siena) STIMA DEI FLUSSI TURISTICI- METODOLOGIA Elaborazioni

Dettagli

Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione. Rimini Wellness, 14 Maggio 2010

Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione. Rimini Wellness, 14 Maggio 2010 AICEB (Associazione Italiana Centri Benessere) IL MERCATO DEL BENESSERE: IMPRESE E SERVIZI OFFERTI* Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione Rimini Wellness, 14 Maggio

Dettagli

OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE Regione Umbria

OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE Regione Umbria OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE Regione Umbria ANDAMENTO CONGIUNTURALE DEL TURISMO IN UMBRIA Aprile 2007 4 report a cura di SOMMARIO Premessa...3 1. L ANDAMENTO CONGIUNTURALE DEL TURISMO IN UMBRIA...4

Dettagli

1. QUOTA DI ARRIVI / PRESENZE VENEZIA CENTRO STORICO. 3. COMPARTO alberghiero ed extraalberghiero

1. QUOTA DI ARRIVI / PRESENZE VENEZIA CENTRO STORICO. 3. COMPARTO alberghiero ed extraalberghiero Movimentazione turistica Periodo GENNAIO-DICEMBRE 2013/2012 Argomenti: 1. QUOTA DI ARRIVI / PRESENZE 2. ARRIVI / PRESENZE 3. COMPARTO alberghiero ed extraalberghiero 4. PROVENIENZE 5. Nota riassuntiva

Dettagli

Il turismo a Bologna nel 2013. Aprile 2013

Il turismo a Bologna nel 2013. Aprile 2013 Il turismo a Bologna nel 213 Aprile 213 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione: Paola Ventura Le elaborazioni sono state effettuate sui

Dettagli

1 Rapporto dell Osservatorio Nazionale sul Turismo

1 Rapporto dell Osservatorio Nazionale sul Turismo 1 Rapporto dell Osservatorio Nazionale sul Turismo a cura di Flavia Maria Coccia Direzione Operativa Isnart Unioncamere Roma, 14 luglio 2011 www.isnart.it 1 L occupazione delle camere nelle imprese ricettive

Dettagli

Flussi Turistici di Milano e Provincia 1 Semestre 2013 gennaio giugno

Flussi Turistici di Milano e Provincia 1 Semestre 2013 gennaio giugno Flussi Turistici di Milano e Provincia 1 Semestre 2013 gennaio giugno in attesa di validazione da parte di ISTAT, i dati sono da ritenersi provvisori e soggetti a modifica Indice 1. Capacità ricettiva

Dettagli

OSSERVATORIO TURISTICO DELLA MONTAGNA - Consuntivo stagione invernale 2012-2013 -

OSSERVATORIO TURISTICO DELLA MONTAGNA - Consuntivo stagione invernale 2012-2013 - OSSERVATORIO TURISTICO DELLA MONTAGNA - Consuntivo stagione invernale 2012-2013 - La stagione invernale 2012-2013 si è conclusa negativamente Le settimane bianche registrano una preoccupante discesa nonostante

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO Unioncamere Unione Italiana delle Camere di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO ESTATE 2005: 2 Rapporto Indagine sulle prenotazioni/presenze nelle

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze COMUNICATO STAMPA Torino, 23 maggio 2006 Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze Il turismo in Piemonte continua a crescere. Nel 2005 gli arrivi di turisti che hanno

Dettagli

1993 il flusso turistico, a 150. livello nazionale, evidenzia 140. una costante crescita nel 130

1993 il flusso turistico, a 150. livello nazionale, evidenzia 140. una costante crescita nel 130 NOTIZIESTATISTICHE Statistica e Osservatori Numero 7 settembre 2005 IL TURISMO IN LOMBARDIA ANNO In questo numero di NOTIZIESTATISTICHE si vuole offrire un excursus del settore turistico in Lombardia con

Dettagli

Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi

Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi ALESSANDRO TORTELLI Direttore Centro Studi Turistici Firenze Via Piemonte 7

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO Unioncamere Unione Italiana delle Camere di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO PASQUA 2004: GERMOGLI DI RIPRESA 1 Rapporto Indagine sulle prenotazioni/presenze

Dettagli

Il turismo in Veneto nel 2015

Il turismo in Veneto nel 2015 Federico Caner Assessore all'attuazione del programma, rapporti con Consiglio regionale, programmazione fondi UE, turismo, commercio estero Palazzo Balbi Venezia, 18 febbraio 216 I numeri del turismo Veneto

Dettagli

IL CONSUNTIVO DEL TURISMO

IL CONSUNTIVO DEL TURISMO UNIONCAMERE BASILICATA - CENTRO STUDI - BASILICATA CONGIUNTURA 1/2014 IL CONSUNTIVO DEL TURISMO LUCANO NEL 2013 * ם IL QUADRO GENERALE ANCORA UN BILANCIO SFAVOREVOLE PER IL TURISMO ITALIANO Il crollo dei

Dettagli

Il turismo a Bologna nel 2012

Il turismo a Bologna nel 2012 Il turismo a Bologna nel 212 Aprile 213 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione: Paola Ventura Le elaborazioni sono state effettuate sui

Dettagli

SISTAN. Marzo 2011 IL MOVIMENTO TURISTICO IN PROVINCIA DI PISTOIA NEL 2010

SISTAN. Marzo 2011 IL MOVIMENTO TURISTICO IN PROVINCIA DI PISTOIA NEL 2010 SISTAN P r o v i n c i a d i P i s t o i a N O T II Z II A R II O S T A T II S T II C O Marzo 2011 IL MOVIMENTO TURISTICO IN PROVINCIA DI PISTOIA NEL 2010 Il contesto internazionale e nazionale I risultati

Dettagli

Andamento generale Graf. 1) variazione presenze e fatturato. Estate 2015

Andamento generale Graf. 1) variazione presenze e fatturato. Estate 2015 Anche nei campeggi Toscani il vento delle ripresa del turismo: il ritorno di italiani e stranieri così l'evoluzione della domanda di turismo all'aria aperta nel 2015 secondo gli operatori toscani www.osservatorioturismoariaaperta.it

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA SERVIZIO COMMERCIO, TURISMO E QUALITA AREE TURISTICHE -

REGIONE EMILIA-ROMAGNA SERVIZIO COMMERCIO, TURISMO E QUALITA AREE TURISTICHE - RAPPORTO ANNUALE SUL MOVIMENTO TURISTICO E LA COMPOSIZIONE DELLA STRUTTURA RICETTIVA (alberghiera e complementare) dell Emilia Romagna ANNO 2010 Bologna, settembre 2011 1 2 SOMMARIO PRESENTAZIONE L'organizzazione

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO ESTATE 2006, IL TURISMO IN ITALIA HA PIU VELOCITA : PIU PRODOTTI PER PIU TURISTI SOPRATTUTTO STRANIERI 3 Rapporto Indagine sulle prenotazioni/presenze nelle

Dettagli

IL CONSUNTIVO DEL TURISMO

IL CONSUNTIVO DEL TURISMO UNIONCAMERE BASILICATA - CENTRO STUDI - BASILICATA CONGIUNTURA 1/2013 IL CONSUNTIVO DEL TURISMO LUCANO NEL 2012 * ם IL QUADRO GENERALE SFAVOREVOLE IL BILANCIO PER IL TURISMO ITALIANO Il 2012 è stato un

Dettagli

IL CONSUNTIVO DELLA STAGIONE ESTIVA 2005

IL CONSUNTIVO DELLA STAGIONE ESTIVA 2005 CENTRO STUDI UNIONCAMERE BASILICATA OSSERVATORIO ECONOMICO DELLA BASILICATA IL CONSUNTIVO DELLA STAGIONE ESTIVA 2005 IN BASILICATA OTTOBRE 2005 ANCORA UN ESTATE DELUDENTE PER IL TURISMO ITALIANO In base

Dettagli

Andamento della stagione turistica Analisi congiunturale Terzo Report 2008

Andamento della stagione turistica Analisi congiunturale Terzo Report 2008 Allegato 9 Andamento della stagione turistica Analisi congiunturale Terzo Report 2008 Osservatorio Turistico della Regione Puglia 1 Osservatorio Turistico Regione Puglia L osservatorio turistico della

Dettagli

Capitolo 18. Turismo

Capitolo 18. Turismo Capitolo 18 Turismo 18. Turismo Il sistema delle statistiche ufficiali sul turismo si avvale di diverse fonti informative, la maggior parte delle quali rappresentate da rilevazioni ed elaborazioni Istat.

Dettagli

Il turismo in Trentino nell estate 2014

Il turismo in Trentino nell estate 2014 Il turismo in Trentino nell estate 2014 dicembre 2014 Il Servizio Statistica della Provincia autonoma di Trento presenta i dati definitivi relativi agli arrivi e alle turistiche nella stagione estiva 2014,

Dettagli

IL CONSUNTIVO DEL TURISMO NELLA

IL CONSUNTIVO DEL TURISMO NELLA REGIONE BASILICATA UNIONCAMERE BASILICATA - CENTRO STUDI - OSSERVATORIO ECONOMICO REGIONALE IL CONSUNTIVO DEL TURISMO NELLA STAGIONE ESTIVA 2006 IN BASILICATA OTTOBRE 2006 UNA STAGIONE ESTIVA ALL INSEGNA

Dettagli

OSSERVATORIO TURISTICO DELLA PROVINCIA DI BERGAMO

OSSERVATORIO TURISTICO DELLA PROVINCIA DI BERGAMO Provincia di Bergamo OSSERVATORIO TURISTICO DELLA PROVINCIA DI BERGAMO DATI STATISTICI ANNO 2005 Introduzione...pag. 3 1. MOVIMENTI DEI CLIENTI NELLE STRUTTURE RICETTIVE DELLA PROVINCIA DI BERGAMO, COMPRESO

Dettagli

AGGIORNAMENTO DATI 1999 PER MERCATO ESTERO

AGGIORNAMENTO DATI 1999 PER MERCATO ESTERO AGGIORNAMENTO DATI 1999 PER MERCATO ESTERO ARRIVI STRANIERI 1999 PER PROVENIENZA U.S.A. 1% S DK 1% 2% CZ 2% CH 2% ALTRI 10% GB 8% E 1% B 3% NL 6% F 2% A 7% D 55% STATI 1999 arrivi e presenze in provincia

Dettagli

Il turismo in provincia di Varese: analisi strutturale e congiunturale

Il turismo in provincia di Varese: analisi strutturale e congiunturale Il turismo in provincia di Varese: analisi strutturale e congiunturale 27 novembre 2007 Pietro Aimetti TEMI DELLA PRESENTAZIONE RICETTIVITA E ATTRATTIVITA Consistenza e tipologia delle strutture ricettive:

Dettagli

Osservatorio Le vacanze degli italiani a Natale 2013 A cura del Centro Studi TCI Dicembre 2013

Osservatorio Le vacanze degli italiani a Natale 2013 A cura del Centro Studi TCI Dicembre 2013 Osservatorio Le vacanze degli italiani a Natale 2013 A cura del Centro Studi TCI Dicembre 2013 Per comprendere cosa succederà in queste imminenti festività natalizie, in particolare nel periodo tra metà

Dettagli

OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA RAPPORTO ANNUALE 2011

OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA RAPPORTO ANNUALE 2011 OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA RAPPORTO ANNUALE 2011 Focus Provincia di Savona Maggio 2012 A cura di I flussi turistici nelle strutture ricettive Le principali dinamiche e tendenze manifestate

Dettagli

L innovazione e l internazionalizzazione del turismo in Puglia nel 2013

L innovazione e l internazionalizzazione del turismo in Puglia nel 2013 L innovazione e l internazionalizzazione del turismo in Puglia nel 2013 Misurare in tempo reale la competitività della destinazione Puglia e monitorare le variazioni quali/quantitative dei flussi turistici

Dettagli

9. LE DINAMICHE DEL TURISMO

9. LE DINAMICHE DEL TURISMO 9. LE DINAMICHE DEL TURISMO 9.1 Scenario nazionale e internazionale A livello mondiale, dopo un 29 che con il suo -4% aveva arrestato il trend di crescita iniziato nel 22, il 21 chiude con un segno positivo:

Dettagli

Osservatorio turistico della provincia di Pistoia Anticipazione risultati sul movimento turistico del I trimestre 2015 n.

Osservatorio turistico della provincia di Pistoia Anticipazione risultati sul movimento turistico del I trimestre 2015 n. Anticipazione risultati sul movimento turistico del I trimestre 2015 1) Capacità ricettiva al 1 gennaio 2015 in aumento rispetto al 2014 01/01/14 01/01/15 Var. % TIPOLOGIA Alberghi 5 Stelle 2 482 3 630

Dettagli

Il turismo in Puglia nel 2011

Il turismo in Puglia nel 2011 Il turismo in Puglia nel 2011 Key words Internazionalizzazione Consolidamento Innovazione A cura di: Osservatorio del Turismo della Regione Puglia PUGLIA 2011: INTERNAZIONALIZZAZIONE E CONSOLIDAMENTO La

Dettagli

Estate 2011 Prospettive per il turismo in Toscana. Progetto Check Markets. in collaborazione con il Centro Studi Turistici.

Estate 2011 Prospettive per il turismo in Toscana. Progetto Check Markets. in collaborazione con il Centro Studi Turistici. Estate 2011 Prospettive per il turismo in Toscana Alberto Peruzzini Progetto Check Markets in collaborazione con il Centro Studi Turistici Dirigente Servizio Turismo Toscana Promozione Firenze, 20 giugno

Dettagli

Il turismo in Provincia di Firenze

Il turismo in Provincia di Firenze Il turismo in Provincia di Firenze I numeri del turismo nel 1 semestre 2014 Elaborazioni su dati ufficiali provvisori (Fonte: Direzione Sviluppo Economico e Programmazione della Provincia di Firenze Servizio

Dettagli

10 Turismo. Introduzione

10 Turismo. Introduzione 0 Turismo 2 Introduzione 3 Panorama 3 Il settore turistico ticinese 3 Evoluzioni recenti della domanda nel settore turistico 4 La domanda alberghiera per provenienza degli ospiti 5 La domanda alberghiera

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO Unioncamere Unione Italiana delle Camere di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO PASQUA 2003: GLI ITALIANI AL VERDE NEGLI AGRITURISMI 1 Rapporto Indagine

Dettagli

Le imprese ricettive nel Comune di Livorno. Le caratteristiche dell offerta ricettiva L andamento dei flussi turistici

Le imprese ricettive nel Comune di Livorno. Le caratteristiche dell offerta ricettiva L andamento dei flussi turistici Le imprese ricettive nel Comune di Livorno Le caratteristiche dell offerta ricettiva L andamento dei flussi turistici Origine dei dati di rilevazione Rilevazione censuaria movimentazione clienti strutture

Dettagli

Progetto Info Point 2006*

Progetto Info Point 2006* Progetto Info Point 2006* Attività di rilevazione Attività di informazione e accoglienza OBIETTIVO Costruire un campione statistico in grado di evidenziare le informazioni riferite al complesso della domanda

Dettagli

ANALISI CONGIUNTURALE 2009

ANALISI CONGIUNTURALE 2009 ANALISI CONGIUNTURALE 2009 COMUNICATO Gennaio 2010 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: CCIAA di Brindisi Versione: 1.0 Quadro dell opera: Termine rilevazione: dicembre

Dettagli

IL TURISMO IN CAMPANIA - ANNO 2008. a cura di CINZIA BRUNO

IL TURISMO IN CAMPANIA - ANNO 2008. a cura di CINZIA BRUNO GIUNTA REGIONALE DELLA CAMPANIA AREA GENERALE DI COORDINAMENTO RICERCA SCIENTIFICA, STATISTICA, SISTEMI INFORMATIVI ED INFORMATICA SETTORE ANALISI, PROGETTAZIONE E GESTIONE SISTEMI INFORMATIVI SERVIZIO

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Osservatorio turistico della provincia di Pavia INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Rapporto annuale Settembre 2009 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: CCIAA

Dettagli

RAPPORTO ANNUALE 2012

RAPPORTO ANNUALE 2012 OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA RAPPORTO ANNUALE 2012 Aprile 2013 A cura di Sommario Premessa... 3 Introduzione... 5 1. Il valore aggiunto del turismo... 11 1.1 Il Prodotto Interno Lordo

Dettagli

LA FASE CONGIUNTURALE DEL MERCATO

LA FASE CONGIUNTURALE DEL MERCATO Firenze 8 luglio 2015 Dott. Alberto Peruzzini LA FASE CONGIUNTURALE DEL MERCATO Crescita sostenuta nei primi cinque mesi del 2015, trainata dalla domanda straniera malgrado le incognite del quadro internazionale

Dettagli

Il Turismo Degli Appartamenti Per Vacanza ( SECONDE CASE ).

Il Turismo Degli Appartamenti Per Vacanza ( SECONDE CASE ). Il Turismo Degli Appartamenti Per Vacanza ( SECONDE CASE ). (febbraio 2008) Codice Prodotto- OSPS13-R01-D01 Copyright 2008 Osservatorio del Turismo della Campania Tutti i diritti riservati Osservatorio

Dettagli

Il turismo e l immagine della Brianza

Il turismo e l immagine della Brianza Il turismo e l immagine della Brianza Sistema delle imprese, flussi turistici e percezione del territorio A cura dell Ufficio Studi della Camera di Commercio di Monza e Brianza Luglio 2011 I numeri del

Dettagli

Movimento turistico periodo gennaio agosto 2011

Movimento turistico periodo gennaio agosto 2011 Movimento turistico periodo gennaio agosto 2011 MOVIMENTI TURISTICI Dati per province Periodo di riferimento Gennaio Agosto 2011 Arrivi: 522.704 Presenze: 3.364.619 Arrivi: 598.394 Presenze: 3.049.349

Dettagli

BIBIONE: CON IL WEB IL TURISMO REGGE ALLA CRISI

BIBIONE: CON IL WEB IL TURISMO REGGE ALLA CRISI COMUNICATO STAMPA BIBIONE: CON IL WEB IL TURISMO REGGE ALLA CRISI Secondo uno studio dell'associazione Bibionese Albergatori, nella stagione 2012 Bibione ha ospitato più di 770.000 turisti. Prenotazioni

Dettagli

Statistiche. del Turismo. anno 2014 CITTÀ METROPOLITANA DI BOLOGNA

Statistiche. del Turismo. anno 2014 CITTÀ METROPOLITANA DI BOLOGNA Statistiche del Turismo anno 2014 CITTÀ METROPOLITANA DI BOLOGNA STATISTICHE DEL TURISMO anno 2014 CITTÀ METROPOLITANA DI BOLOGNA SERVIZIO ATTIVITÀ PRODUTTIVE E TURISMO PREMESSA I dati relativi alle

Dettagli

MOVIMENTO TURISTICO NELLA PROVINCIA DI CATANIA ANNO 2010

MOVIMENTO TURISTICO NELLA PROVINCIA DI CATANIA ANNO 2010 PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA MOVIMENTO TURISTICO NELLA PROVINCIA DI CATANIA ANNO 2010 RELAZIONE E ANALISI 1 Progetto e redazione della pubblicazione a cura dell Ufficio Studi e Programmazione per lo

Dettagli

Statistica e Osservatori LE AZIENDE AGRITURISTICHE IN REGIONE LOMBARDIA. In Generale. Coordinamento editoriale:

Statistica e Osservatori LE AZIENDE AGRITURISTICHE IN REGIONE LOMBARDIA. In Generale. Coordinamento editoriale: Statistica e Osservatori NOTIZIESTATISTICHE Numero 7 - Novembre 2007 (Estratto dal Comunicato Stampa di Istat sulle Agrituristiche del 16 novembre 07) LE AZIENDE AGRITURISTICHE IN REGIONE LOMBARDIA L Istat

Dettagli

La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015

La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015 Turismo & Toscana La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015 Il turismo nell economia Toscana Nel 2014 oltre 43,5 milioni di presenze ufficiali (+ 3 milioni

Dettagli

La domanda tiene, ma la crisi emerge

La domanda tiene, ma la crisi emerge La domanda tiene, ma la crisi emerge Sintesi del II Rapporto sulla Competitività e attrattività del sistema turistico Gardesano Roberta Apa Luciano Pilotti, Alessandra Tedeschi-Toschi Università di Milano

Dettagli

CARATTERI E PROBLEMI DEL TURISMO IN PROVINCIA DI BERGAMO

CARATTERI E PROBLEMI DEL TURISMO IN PROVINCIA DI BERGAMO CARATTERI E PROBLEMI DEL TURISMO IN PROVINCIA DI BERGAMO Andrea Macchiavelli- CeSTIT Università di Bergamo LA PROVINCIA DI BERGAMO IN LOMBARDIA LA MONTAGNA IL LAGO BERGAMO E LA PIANURA La montagna INDICATORI

Dettagli

Dalla spesa del visitatore ai risultati di bilancio delle aziende

Dalla spesa del visitatore ai risultati di bilancio delle aziende Dalla spesa del visitatore ai risultati di bilancio delle aziende Dalla spesa del visitatore ai risultati di bilancio delle aziende Regione Toscana Giunta Regionale Direzione Generale dello Sviluppo Economico

Dettagli

Sintesi statistiche sul turismo

Sintesi statistiche sul turismo Sintesi statistiche sul turismo Estratto di Sardegna in cifre 2014 Sommario Le fonti dei dati e degli indicatori... 3 Capacità degli esercizi ricettivi... 3 Movimento dei clienti negli esercizi ricettivi...

Dettagli

SVILUPPO E SOSTENIBILITA DEL TURISMO VENETO

SVILUPPO E SOSTENIBILITA DEL TURISMO VENETO SVILUPPO E SOSTENIBILITA DEL TURISMO VENETO Disegno di Legge di Iniziativa della Giunta Regionale PUNTI SALIENTI E NOVITA Venezia, 18 maggio 2011 Quanto perderebbe l economia del Veneto senza il turismo?

Dettagli

TURISMO OBIETTIVI INDICATORI. Strutture turistiche. Mettere in luce quanto la disponibilità ricettiva può influire sull ambiente.

TURISMO OBIETTIVI INDICATORI. Strutture turistiche. Mettere in luce quanto la disponibilità ricettiva può influire sull ambiente. OBIETTIVI Mettere in luce quanto la disponibilità ricettiva può influire sull ambiente Tracciare la tendenza dei flussi e la loro distribuzione sul territorio Evidenziare le aree che richiedono maggiore

Dettagli

FOCUS SUL TURISMO A BERGAMO (E HINTERLAND) TURISMO A BERGAMO: BACK TO THE FUTURE

FOCUS SUL TURISMO A BERGAMO (E HINTERLAND) TURISMO A BERGAMO: BACK TO THE FUTURE FOCUS SUL TURISMO A BERGAMO (E HINTERLAND) TURISMO A BERGAMO: BACK TO THE FUTURE PRIMA DI INIZIARE Arrivi: Il numero di clienti, italiani e stranieri, ospitati negli esercizi ricettivi (alberghieri o complementari)

Dettagli

IL TURISMO IN PROVINCIA DI COMO: PRIMO TRIMESTRE 2015 E CONSUNTIVO 2014

IL TURISMO IN PROVINCIA DI COMO: PRIMO TRIMESTRE 2015 E CONSUNTIVO 2014 IL TURISMO IN PROVINCIA DI COMO: PRIMO TRIMESTRE 2015 E CONSUNTIVO 2014 Elaborazione su dati forniti dai Settori Turismo e Agricoltura della Provincia di Como A cura di Massimo Gaverini Responsabile: Caterina

Dettagli

A.P.T. della Provincia di Venezia - Ufficio Studi & Statistica

A.P.T. della Provincia di Venezia - Ufficio Studi & Statistica RELAZIONE flussi turistici /2012 STL JESOLO ED ERACLEA 1. ARRIVI / PRESENZE 2. COMPARTO alberghiero ed extraalberghiero 3. PROVENIENZE 4. RICETTIVO 5. FOCUS: SETTEMBRE 2013 1. ARRIVI / PRESENZE Nel periodo

Dettagli

REGIONE PUGLIA. Assessorato Turismo - Industria Alberghiera

REGIONE PUGLIA. Assessorato Turismo - Industria Alberghiera REGIONE PUGLIA Assessorato Turismo - Industria Alberghiera DOSSIER SULLE CARATTERISTICHE E L ANDAMENTO DEL TURISMO NELLA REGIONE PUGLIA (2006) 1. CARATTERISTICHE DELL OFFERTA RICETTIVA L offerta turistica

Dettagli

IL PERDURARE DELLA RECESSIONE ECONOMICA COLPISCE IL TURISMO IN PROVINCIA DI SIENA NELL ESTATE 2009

IL PERDURARE DELLA RECESSIONE ECONOMICA COLPISCE IL TURISMO IN PROVINCIA DI SIENA NELL ESTATE 2009 IL PERDURARE DELLA RECESSIONE ECONOMICA COLPISCE IL TURISMO IN PROVINCIA DI SIENA NELL ESTATE 2009 Negative le aspettative degli operatori locali, in linea con quanto atteso dagli operatori del resto della

Dettagli

E ELLE - INDICATORI STATISTICI DELL'ECONOMIA e DEL LAVORO COMMERCIO E SERVIZI

E ELLE - INDICATORI STATISTICI DELL'ECONOMIA e DEL LAVORO COMMERCIO E SERVIZI Sono 37.086 le imprese della provincia di Modena che svolgono un attività nel settore terziario, che si occupano quindi di commercio o di servizi rivolti alle imprese e alle famiglie; tale numero è in

Dettagli

Legge Regionale 27 dicembre 2006, n. 18 art. 5

Legge Regionale 27 dicembre 2006, n. 18 art. 5 DIREZIONE REGIONALE SVILUPPO ECONOMICO E ATTIVITÀ PRODUTTIVE, ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO SERVIZIO TURISMO RAPPORTO ANNUALE 2008 Legge Regionale 27 dicembre 2006, n. 18 art. 5 OSSERVATORIO REGIONALE

Dettagli

Il turismo in Lombardia: una lettura fra dati e tendenze

Il turismo in Lombardia: una lettura fra dati e tendenze Il turismo in Lombardia: una lettura fra dati e tendenze Magda Antonioli - Università Bocconi Stati generali in Lombardia 18 aprile 2011 AGENDA La lettura dei dati turistici per la definizione di obiettivi

Dettagli

GERMANIA IL MERCATO TURISTICO

GERMANIA IL MERCATO TURISTICO GERMANIA IL MERCATO TURISTICO Superficie: 357.021 kmq Popolazione: 83.251. Densità: 230 ab/kmq Lingua: Tedesco Religione: Protestanti, Cattolici Capitale: Berlino Forma istituzionale: Repubblica Federale

Dettagli

Nel 2010 si è assistito ad una decisa ripresa dei flussi turistici (arrivi +6,7%)

Nel 2010 si è assistito ad una decisa ripresa dei flussi turistici (arrivi +6,7%) Il monitoraggio dei dati per la formulazione dell offerta turistica regionale a cura dell Osservatorio turistico Dipartimento regionale turismo, sport e spettacolo 1. Lo scenario e le macrodinamiche Nel

Dettagli

Attrattività e immagine di alcune aree turistiche italiane

Attrattività e immagine di alcune aree turistiche italiane RISORSE NATURALI E CULTURALI COME ATTRATTORI QSN 2007-2013 Attrattività e immagine di alcune aree turistiche italiane Roma, 28 settembre 2005 INDAGINI DOXA PER IL MINISTERO ATTIVITA PRODUTTIVE - PON ATAS

Dettagli

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI 7 bollettino mensile Luglio 2009 Agosto 2009 A cura di Storia

Dettagli

RAPPORTO ANNUALE 2011

RAPPORTO ANNUALE 2011 RAPPORTO ANNUALE 2011 Analisi e monitoraggio dei flussi e dell evoluzione turistica sul territorio bergamasco Introduzione Il turismo si presenta sempre più come un fenomeno complesso e articolato che

Dettagli

Università degli Studi di Palermo ANALISI DEI FLUSSI TURISTICI NELLA CIRCOSCRIZIONE TURISTICA DI TAORMINA: LA STAGIONALITA

Università degli Studi di Palermo ANALISI DEI FLUSSI TURISTICI NELLA CIRCOSCRIZIONE TURISTICA DI TAORMINA: LA STAGIONALITA Università degli Studi di Palermo Corso di Laurea in Economia e Gestione dei Servizi Turistici ANALISI DEI FLUSSI TURISTICI NELLA CIRCOSCRIZIONE TURISTICA DI TAORMINA: LA STAGIONALITA Tesi di laurea di:

Dettagli

superiore verso gli esercizi complementari, le cui quote di mercato risultano comunque largamente inferiori a quelle degli alberghi, che raccolgono

superiore verso gli esercizi complementari, le cui quote di mercato risultano comunque largamente inferiori a quelle degli alberghi, che raccolgono 13. Turismo Il turismo nel comune di Roma si conferma uno dei principali assi di sviluppo del territorio, costituendo, all interno del sistema economico e sociale, un elemento centrale di crescita, che

Dettagli

Regionale egionale del Turismo urismo in Toscanaoscana IL TURISMO IN TOSCANA. La congiuntura 2003

Regionale egionale del Turismo urismo in Toscanaoscana IL TURISMO IN TOSCANA. La congiuntura 2003 IL TURISMO IN TOSCANA La congiuntura 2003 A cura di IRPET Istituto Regionale Programmazione Economica Toscana Firenze, giugno 2004 Presenze turistiche totali 1995-2003 Variazioni % anno su anno - Toscana

Dettagli

LA MENDOLA CANYON. TREKKING - Percorsi per tutti i gusti

LA MENDOLA CANYON. TREKKING - Percorsi per tutti i gusti LA MENDOLA Nel 2013 l ApT si è fatta carico del restyling della vecchia brochure dedicata alla storia del Passo della Mendola che ormai da anni non veniva più ristampata e necessitava di un aggiornamento.

Dettagli