ALLACCIAMENTI ALLA RETE GAS

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ALLACCIAMENTI ALLA RETE GAS"

Transcript

1 Edison DG Spa Società a socio unico Sede Legale - Via Pelosa, Selvazzano Dentro PD Tel ALLACCIAMENTI ALLA RETE GAS Richiedere l allaccio è semplice È sufficiente presentare la richiesta di preventivo per l allacciamento alla rete presso un nostro sportello, oppure chiamando il nostro servizio clienti al numero verde , ed allegare alcuni documenti di seguito indicati. Nostri operatori e tecnici sono a sua disposizione per darli tutte le informazioni che desidera. In alternativa, puoi inviare una richiesta scritta a mezzo posta o fax con indicati tutti i dati e le informazioni da fornire. Ricevuta la richiesta, Il nostro tecnico di zona la contatterà telefonicamente per concordare un appuntamento per effettuare un sopralluogo e valutare la fattibilità dei lavori e preparerà un preventivo di spesa indicando anche le modalità di posa della cassetta di protezione del contatore che sarà sua cura predisporre. Nel caso non l abbia fatto in precedenza, all accettazione del preventivo sarà necessario far pervenire tutti i documenti indicati. Una volta effettuato il pagamento dell importo verranno avviate eventuali pratiche autorizzative riguardante i lavori da eseguire in pertinenze pubbliche o di terzi e all ottenimento di tutte le autorizzazione verranno programmati ed eseguiti i lavori necessari per dare l allacciamento funzionante. L installazione e l attivazione della fornitura dovrà pervenirci dalla società di vendita con la quale Lei avrà stipulato il contratto di fornitura: Informazioni da fornire Indirizzo presso cui effettuare i lavori di allaccio. Indirizzo presso cui ricevere il preventivo di spesa. Come vuole utilizzare la fornitura: es. cottura, acqua calda, riscaldamento con o senza uso cottura e acqua calda. Quale potenzialità complessiva sarà necessaria per l impianto espressa in Kcal o Kw. Documenti da presentare Documento di identità e codice fiscale se richiedi l attivazione per uso residenziale. Partita IVA e documento di identità del legale rappresentante se richiedi l attivazione per uso professionale. Per gli immobili costruiti prima del 30/01/1977 Dichiarazione Sostitutiva dell Atto di Notorietà ( puoi utilizzare uno dei nostri moduli disponibile presso lo sportello o scaricabile nella sezione modulistica dello sportello on line) con cui si attesta che l immobile è stato costruito prima di tale data e non ha subito modifiche. Per gli immobili costruiti o modificati dopo il 30/01/1977 Dichiarazione Sostitutiva dell Atto di Notorietà ( puoi utilizzare uno dei nostri moduli disponibile presso lo sportello o scaricabile nella sezione modulistica dello sportello on line) con cui si attesta il numero e la data della concessione edilizia. In alternativa puoi presentare una copia della concessione edilizia. Per gli immobili di nuova costruzione copia della planimetria in scala 1:2000 e 1:500, quest ultima con l indicazione del perimetro dell edificio. Eventuale documentazione integrativa che ti è stata indicata in fase di sopralluogo (autorizzazioni di terzi e/o servitù). Società soggetta all'attività di direzione Capitale Soc. euro ,00 i.v. e coordinamento di Edison Spa Reg. Imprese di Padova e C.F C.P MI Partita IVA REA di Padova

2 NUOVE URBANIZZAZIONI

3 COSA FARE PER ATTIVARE L EROGAZIONE DEL GAS L attivazione della fornitura avviene da parte della società di distribuzione su richiesta di una società di vendita operante nel territorio nazionale. In base a quanto stabilito dalle delibere dell Autorità per l Energia Elettrica ed il gas n. 236/00 del 28 dicembre 2000 e n. 40/04 del 19 marzo 2004 l azienda di distribuzione preliminarmente all attivazione della fornitura deve verificare che l impianto interno dell utente, a valle del contatore sia stato costruito e risponda ai requisiti di sicurezza previsti dalla legge. A tal fine l art. 16 della delibera 40/04 così recita: Articolo 16 Attivazione della fornitura per impianti di utenza nuovi In occasione di ogni richiesta di nuovo allaccio di un impianto di utenza nuovo il distributore mette a disposizione del venditore: 16.1 a. se l impianto di utenza ricade nell ambito di applicazione della legge n. 46/90, i moduli Richiesta di attivazione della fornitura di gas, di cui all allegato A, e Attestazione di corretta esecuzione dell impianto, di cui all allegato B; b. se l impianto di utenza non ricade nell ambito di applicazione della legge n. 46/90, i moduli Richiesta di attivazione della fornitura di gas, di cui all allegato C, e Attestazione di corretta esecuzione dell impianto, di cui all allegato D Il modulo di cui all allegato A o C, compilato in tutte le sue parti e firmato a cura del cliente finale e il modulo di cui all allegato B o D, compilato nelle sezioni pertinenti e firmato a cura dell installatore dell impianto di utenza, corredato di tutti gli allegati indicati nel modulo stesso, costituiscono la documentazione indispensabile per l attivazione della fornitura. Nel caso di esito positivo dell accertamento sulla documentazione di cui al precedente comma 16.2, il distributore attiva la fornitura di gas. Nel caso in cui l accertamento abbia esito negativo, il distributore, almeno due giorni lavorativi prima della data fissata o concordata con il venditore per l attivazione della fornitura di gas, invia al venditore stesso, previo avviso di annullamento dell appuntamento, una comunicazione in cui:

4 a. notifica l esito negativo dell accertamento; b. evidenzia le motivazioni dell esito negativo ed indica le non conformità alle norme tecniche vigenti riscontrate; c. segnala al venditore che richiede l attivazione della fornitura la necessità di presentare una nuova richiesta di attivazione della fornitura, corredata della documentazione di cui al comma 16.2 del presente regolamento in forma completa e congruente, solo dopo avere provveduto all eliminazione delle non conformità riscontrate. Il cliente finale entro i 30 giorni solari successivi alla data di attivazione della fornitura di gas fa pervenire al distributore: 16.5 a. per gli impianti di utenza ricadenti nell ambito di applicazione della legge n. 46/90, copia della dichiarazione di conformità dell impianto di utenza compilata in ogni sua parte e sottoscritta dall installatore, priva degli allegati previsti dalle leggi vigenti in materia; b. per gli impianti di utenza non ricadenti nell ambito di applicazione della legge n. 46/90, copia di una dichiarazione dell installatore in cui attesta sotto la propria responsabilità di aver eseguito con esito positivo tutte le prove di sicurezza e funzionalità dell impianto di utenza e delle apparecchiature da esso alimentate richieste dalle leggi e norme tecniche vigenti e nel rispetto delle istruzioni fornite dai fabbricanti degli apparecchi collegati all impianto. Il distributore sospende la fornitura di gas nel caso in cui, trascorsi 40 giorni solari dalla data di attivazione della fornitura, non gli sia pervenuta la documentazione di cui al precedente comma. In tal caso il distributore, con un preavviso di almeno due giorni lavorativi, comunica al cliente finale: 16.6 a. la data di sospensione della fornitura di gas; b. l addebito al suo venditore dell importo di cui al comma 8.7 per l intervento di sospensione della fornitura di gas; c. i tempi per l attivazione della fornitura, che decorreranno dalla data di presentazione della documentazione richiesta e non consegnata.

5 16.7 Quanto previsto dai commi precedenti deve essere indicato nel preventivo per l esecuzione di lavori che prevedano anche l attivazione della fornitura di cui agli articoli 4 e 5 della deliberazione n. 47/00. Al fine di dare attuazione alla delibera di cui sopra sono state emanate le procedure: IMPIANTI NUOVI IMPIANTI MODIFICATI IMPIANTI RIATTIVATI Consultabili nella sezione ACCERTAMENTI POST CONTATORE di questo sito

6 DOMANDE/RISPOSTE A chi mi devo rivolgere per un preventivo per allacciarmi alla rete gas? È sufficiente presentare la richiesta di preventivo per l allacciamento alla rete presso lo sportello competente per zona, dove troverà anche disponibili i relativi moduli, ed allegare alcuni documenti (vedi risposta domanda 5). I nostri operatori sono a sua disposizione per darle tutte le informazioni che desidera. In alternativa, se le è più comodo, può chiamare il nostro servizio clienti al numero verde inviare una richiesta scritta a mezzo posta o fax con indicati tutti i dati e le informazioni da fornire (vedi risposta domanda 2). Ricevuta la richiesta, Il nostro tecnico concorderà con lei un appuntamento per fissare un sopralluogo, valuterà la fattibilità dei lavori e le preparerà un preventivo di spesa indicandole anche le modalità di posa della cassetta di protezione del contatore che sarà sua cura predisporre. Nel caso lei non l abbia fatto in precedenza, all accettazione del preventivo sarà necessario far pervenire tutti i documenti necessari (vedi risposta domanda 5). Quali sono i dati che devo fornire per il preventivo? - Indirizzo presso cui effettuare i lavori di allaccio. - Indirizzo presso cui ricevere il preventivo di spesa. - Come vuole utilizzare la fornitura: es. cottura, acqua calda, riscaldamento con o senza uso cottura e acqua calda. - Quale potenzialità complessiva sarà necessaria per l impianto espressa in Kcal o Kw. Entro quanti giorni viene emesso e recapitato il preventivo? Il preventivo, a seconda della potenzialità dell impianto e del contatore che andrà installato al termine dei lavori, verrà emesso entro 15 o 20 giorni lavorativi dalla sua richiesta. Cosa devo fare per richiedere un allacciamento alla rete gas? Vedi risposta alla domanda 1. Che documenti devo presentare per ottenere un allacciamento alla rete gas? Casa e ufficio: - Documento di identità e codice fiscale se richiede l attivazione per uso residenziale. - Partita IVA e documento di identità del legale rappresentante se richiede l attivazione per uso professionale. - Per gli immobili costruiti prima del 30/01/1977, Dichiarazione Sostitutiva dell Atto di Notorietà con cui si attesta che l immobile è stato costruito prima di tale data e non ha subito modifiche. - Per gli immobili costruiti o modificati dopo il 30/01/1977, Dichiarazione Sostitutiva dell Atto di Notorietà con cui si attesta il numero e la data della

7 concessione edilizia. In alternativa può presentare copia della concessione edilizia. - Per gli immobili di nuova costruzione copia della planimetria in scala 1:2000 o 1:500, quest ultima con l indicazione del perimetro dell edificio - Eventuale documentazione integrativa che è stata indicata in fase di sopralluogo (autorizzazioni di terzi e/o servitù). Azienda: - Partita IVA, codice attività dell Azienda e documento di identità del legale rappresentante. - Eventuale delega scritta se la richiesta non viene sottoscritta dal legale rappresentante. - Per gli immobili costruiti prima del 30/01/1977, Dichiarazione Sostitutiva dell Atto di Notorietà con cui si attesta che l immobile è stato costruito prima di tale data e non ha subito modifiche. - Per gli immobili costruiti o modificati dopo il 30/01/1977, Dichiarazione Sostitutiva dell Atto di Notorietà con cui si attesta il numero e la data della concessione edilizia. In alternativa puoi presentare copia della concessione edilizia. - Per gli immobili di nuova costruzione copia della planimetria in scala 1:2000 o 1:500, quest ultima con l indicazione del perimetro dell edificio. - Eventuale documentazione integrativa che è stata indicata in fase di sopralluogo (autorizzazioni di terzi e/o servitù). Enti e condomini: - Documento di identità e codice fiscale se richiede la fornitura per uso residenziale. - Partita IVA e documento di identità del legale rappresentante se richiede l attivazione per altri usi. - Eventuale delega scritta se la richiesta non viene sottoscritta dal richiedente (amministratore/legale rappresentante). - Per gli immobili costruiti prima del 30/01/1977, Dichiarazione Sostitutiva dell Atto di Notorietà con cui si attesta che l immobile è stato costruito prima di tale data e non ha subito modifiche. - Per gli immobili costruiti o modificati dopo il 30/01/1977, Dichiarazione Sostitutiva dell Atto di Notorietà con cui si attesta il numero e la data della concessione edilizia. In alternativa copia della concessione edilizia. - Per gli immobili di nuova costruzione copia della planimetria in scala 1:2000 e 1:500, quest ultima con l indicazione del perimetro dell edificio. - Eventuale documentazione integrativa che ti è stata indicata in fase di sopralluogo (autorizzazioni di terzi e/o servitù). Quanto costa allacciarsi alla rete del gas? Il preventivo di allacciamento da corrispondere le verrà comunicato dopo l esecuzione di un sopralluogo da parte dei tecnici preposti (per tempo emissione preventivo vedi risposta 3).

8 Entro quanti giorni viene realizzato l allacciamento? Una volta che Lei avrà presentato i documenti richiesti, effettuato gli eventuali lavori di Sua competenza, nonché provveduto al pagamento del preventivo, a seconda della potenzialità richiesta e del contatore che andrà installato, i lavori di allacciamento, in condizioni normali di esercizio, verranno effettuati entro 15 o 20 giorni lavorativi. Questo se si tratta di una zona già metanizzata in bassa pressione, altrimenti entro i termini che Le verranno comunicati sul preventivo di spesa. Cosa devo fare per ottenere l attivazione della fornitura/installazione contatore? Se il suo immobile risulta già allacciato alla rete di distribuzione può richiedere l attivazione della fornitura del gas. Nel caso in cui lei non abbia ancora il contatore contestualmente all attivazione della fornitura le verrà installato anche il contatore. Richiedere la fornitura è semplicissimo. E sufficiente recarsi presso lo sportello competente per zona dove potrà sottoscrivere la richiesta di fornitura (nel caso di azienda la richiesta di attivazione della fornitura dovrà essere sottoscritta dal legale rappresentante o suo delegato) alla quale dovrà allegare alcuni documenti (vedi risposta alla domanda 9). Dopo aver verificato la completezza dei documenti presentati e dei dati forniti, il nostro consulente concorderà con lei un appuntamento per mandarle la squadra tecnica che provvederà ad attivarle la fornitura. Le spese relative all attivazione del servizio le verranno addebitate nella prima fattura utile. Che documenti devo presentare per ottenere l attivazione della fornitura/installazione contatore? Casa e ufficio: - Documento di identità e codice fiscale dell intestatario della fornitura se richiede l attivazione per uso residenziale. - Partita IVA e documento di identità del legale rappresentante se richiede l attivazione per uso professionale. - Dichiarazione di Conformità dell impianto interno firmata dall installatore abilitato completa del numero di matricola del contatore (se già installato) e delle potenzialità installate. Tale dichiarazione va redatta su un apposito modulo disponibile presso lo sportello o scaricabile da Internet. - Delega firmata di chi richiede l attivazione della fornitura, se la richiesta è firmata da una persona diversa, con documento di riconoscimento del delegato. - Per gli immobili costruiti prima del 30/01/1977, solo se non già resa in fase di allacciamento, Dichiarazione Sostitutiva dell Atto di Notorietà con cui si attesta che l immobile è stato costruito prima di tale data e non ha subito modifiche. - Per gli immobili costruiti o modificati dopo il 30/01/1977, solo se non già resa in fase di allacciamento, Dichiarazione Sostitutiva dell Atto di Notorietà con cui si attesta il numero e la data della concessione edilizia. In alternativa può essere presentata la fotocopia di una fattura di un altro servizio pubblico erogato presso l immobile (es. Energia Elettrica) o una copia della concessione edilizia. - Per gli immobili situati nella Regione Veneto e costruiti o modificati dopo il

9 30/01/1977 il Certificato di Abitabilità o Agibilità o una autocertificazione silenzio assenso dell Atto di Notorietà contenente gli estremi del certificato stesso o della sua richiesta di rilascio da almeno 45 giorni. Azienda: - Partita IVA e documento di identità del legale rappresentante. - Eventuale delega, se la richiesta di fornitura viene sottoscritta da persona diversa dal legale rappresentante. - Dichiarazione di Conformità dell impianto interno firmata dall installatore abilitato completa del numero di matricola del contatore (se già installato) e delle potenzialità installate. Tale dichiarazione va redatta su un apposito modulo disponibile presso lo sportello o scaricabile da Internet. - Eventuale dichiarazione di collaudo positivo delle tubazioni alla pressione di 1,5 volte quella di esercizio per almeno 24 ore (nel caso di fornitura con pressione superiore a 40 mbar). - Per gli immobili costruiti prima del 30/01/1977, solo se non già resa in fase di allacciamento, Dichiarazione Sostitutiva dell Atto di Notorietà con cui si attesta che l immobile è stato costruito prima di tale data e non ha subito modifiche. - Per gli immobili costruiti o modificati dopo il 30/01/1977, solo se non già resa in fase di allacciamento, Dichiarazione Sostitutiva dell Atto di Notorietà con cui si attesta il numero e la data della concessione edilizia. In alternativa può essere presentata la fotocopia di una fattura di un altro servizio pubblico erogato presso l immobile (es. Energia Elettrica) o una copia della concessione edilizia. - Per gli immobili situati nella Regione Veneto e costruiti o modificati dopo il 30/01/1977 il Certificato di Abitabilità o Agibilità o una autocertificazione silenzio assenso contenente gli estremi del certificato stesso o della sua richiesta di rilascio da almeno 45 giorni; solamente per gli stabilimenti artigianali ed industriali, in assenza dell agibilità, è sufficiente presentare copia della concessione edilizia e del verbale di inizio lavori. - N. 2 planimetrie timbrate e firmate dei locali interessati con indicate le relative destinazioni d uso, le posizioni delle apparecchiature funzionati a gas naturale e degli eventuali punti di utilizzo (da presentare solo ad integrazione della domanda per accedere alle agevolazioni fiscali). - Certificato d iscrizione alla camera di commercio o dichiarazione sostitutiva (da presentare solo ad integrazione della domanda per accedere alle agevolazioni fiscali). - Copia della licenza se pubblico esercizio (da presentare solo ad integrazione della domanda per accedere alle agevolazioni fiscali). Enti e condomini: - Documento di identità e codice fiscale dell intestatario della fornitura se richiede l attivazione per uso residenziale. - Partita IVA e documento di identità del legale rappresentante se richiede l attivazione per altri usi. - Dichiarazione di Conformità dell impianto interno firmata dall installatore abilitato completa del numero di matricola del contatore (se già installato) e delle potenzialità installate. Tale dichiarazione va redatta su un apposito modulo disponibile presso lo sportello o scaricabile da Internet. - Delega firmata di chi richiede l attivazione della fornitura, se la richiesta è

10 firmata da una persona diversa, con documento di riconoscimento del delegato. - Per gli immobili costruiti prima del 30/01/1977, solo se non già resa in fase di allacciamento, Dichiarazione Sostitutiva dell Atto di Notorietà con cui si attesta che l immobile è stato costruito prima di tale data e non ha subito modifiche. - Per gli immobili costruiti o modificati dopo il 30/01/1977, solo se non già resa in fase di allacciamento, Dichiarazione Sostitutiva dell Atto di Notorietà con cui si attesta il numero e la data della concessione edilizia. In alternativa può essere presentata la fotocopia di una fattura di un altro servizio pubblico erogato presso l immobile (es. Energia Elettrica) o una copia della concessione edilizia. - Per gli immobili situati nella Regione Veneto e costruiti o modificati dopo il 30/01/1977 il Certificato di Abitabilità o Agibilità o una autocertificazione silenzio assenso contenente gli estremi del certificato stesso o della sua richiesta di rilascio da almeno 45 giorni. Entro quanti giorni viene attivata la fornitura? La fornitura le verrà attivata, a seconda del contatore installato, entro 5 o 10 giorni lavorativi dalla sua richiesta con presentazione della documentazione necessaria (vedi risposta alla domanda 9). Cosa devo fare per ottenere la cessazione della fornitura? Per ottenere la cessazione della fornitura è sufficiente recarsi presso lo sportello territorialmente competente e sottoscrivere l apposito modulo. In alternativa, la cessazione può essere richiesta per lettera o tramite telefono, fax o posta elettronica fornendo il proprio codice cliente, il proprio codice fiscale o partita I.V.A., l indirizzo di spedizione dell ultima bolletta (se diverso da quello di fornitura) e il numero di telefono per eventuali comunicazioni di servizio. Entro quanti giorni viene chiuso il contatore? La fornitura le verrà disattivata, a seconda del contatore installato, entro 5 o 7 giorni lavorativi dal ricevimento della sua richiesta. Se cambio casa/appartamento quanti giorni prima devo chiedere la cessazione? La cessazione, a seconda del contatore installato, deve essere presentata 5 o 7 giorni lavorativi prima della data di disattivazione richiesta. Cosa devo fare per richiedere una voltura per subentrare a una fornitura precedentemente attivata? La prima cosa da fare è controllare che il precedente intestatario della fornitura abbia cessato la propria utenza. Dopo questo controllo preliminare è sufficiente sottoscrivere la richiesta di fornitura presso lo sportello competente per zona e presentare alcuni documenti (vedi risposta alla domanda 15). Dopo aver verificato la completezza dei documenti presentati e dei dati forniti, il nostro consulente concorderà con lei un appuntamento per mandarle la squadra tecnica che provvederà ad attivarle la fornitura. Che documenti devo presentare per ottenere la voltura/subentro? Casa e ufficio: - Documento di identità e codice fiscale dell intestatario della fornitura se

11 richiede la fornitura per uso residenziale. - Partita IVA e documento di identità del legale rappresentante se richiede la fornitura per uso professionale. - Se l impianto è stato modificato/ampliato rispetto alla precedente fornitura, Dichiarazione di Conformità dell impianto interno firmata dall installatore abilitato. Tale dichiarazione va redatta su un apposito modulo disponibile presso lo sportello o scaricabile da Internet. - Delega firmata di chi richiede l attivazione della fornitura, se la richiesta è firmata da una persona diversa, con documento di riconoscimento del delegato. Azienda: - Partita IVA e documento di identità del legale rappresentante. - Eventuale delega, se la richiesta di fornitura viene sottoscritta da persona diversa dal legale rappresentante. - Se l impianto è stato modificato/ampliato rispetto alla precedente fornitura, Dichiarazione di Conformità dell impianto interno firmata dall installatore abilitato. Tale dichiarazione va redatta su un apposito modulo disponibile presso lo sportello o scaricabile da Internet. - N. 2 planimetrie timbrate e firmate dei locali interessati con indicate le relative destinazioni d uso, le posizioni delle apparecchiature funzionati a gas naturale e degli eventuali punti di utilizzo (da presentare solo ad integrazione della domanda per accedere alle agevolazioni fiscali). - Certificato d iscrizione alla camera di commercio o dichiarazione sostitutiva (da presentare solo ad integrazione della domanda per accedere alle agevolazioni fiscali). - Copia della licenza se pubblico esercizio (da presentare solo ad integrazione della domanda per accedere alle agevolazioni fiscali). Enti e condomini: - Documento di identità e codice fiscale dell intestatario della fornitura se richiede la fornitura per uso residenziale. - Partita IVA e documento di identità del legale rappresentante se richiede la fornitura per altri usi. - Se l impianto è stato modificato/ampliato rispetto alla precedente fornitura, Dichiarazione di Conformità dell impianto interno firmata dall installatore abilitato. Tale dichiarazione va redatta su un apposito modulo disponibile presso lo sportello o scaricabile da Internet. - Delega firmata di chi richiede l attivazione della fornitura, se la richiesta è firmata da una persona diversa, con documento di riconoscimento del delegato. Entro quanto viene riattivata la fornitura? La fornitura le verrà riattivata, a seconda del contatore installato, entro 5 o 10 giorni lavorativi dalla sua richiesta con presentazione della documentazione necessaria (vedi risposta alla domanda 15). Come posso variare l uso della fornitura del gas? In qualunque momento può richiedere una variazione d uso della sua fornitura per passare, ad esempio, dall utilizzo del gas per la sola cottura dei cibi all utilizzo anche per il riscaldamento. Prima di tutto è necessario disdire la fornitura al momento in vigore per quel

12 determinato tipo di utilizzo (es. cottura). Per farlo è sufficiente sottoscrivere l apposito modulo disponibile presso lo sportello competente per zona (vedi risposta alla domanda n. 11). Contestualmente alla chiusura del contratto potrà sottoscrivere una nuova richiesta di fornitura per il nuovo tipo di utilizzo (es. riscaldamento) (vedi risposta alla domanda n. 8). Che documenti devo presentare per ottenere la variazione? Per ottenere la variazione bisogna presentare la Dichiarazione di Conformità dell impianto interno firmata dall installatore abilitato con indicate le potenzialità installate. Tale dichiarazione va redatta su un apposito modulo disponibile presso lo sportello o scaricabile da Internet Come posso spostare il contatore? È sufficiente presentare la richiesta di spostamento del contatore presso lo sportello competente per zona, dove troverà anche disponibili i relativi moduli, ed allegare eventuali documenti richiesti (vedi risposta domanda 20). In alternativa, se le è più comodo, può inviare una richiesta scritta a mezzo posta o fax. Ricevuta la richiesta, Il nostro consulente concorderà con lei un appuntamento per mandarle la squadra tecnica che, in seguito ad un sopralluogo, valuterà la fattibilità dei lavori e le preparerà un preventivo di spesa indicandole anche le modalità di posa dell eventuale nuova cassetta di protezione del contatore che sarà sua cura predisporre. Che documenti devo presentare per ottenere lo spostamento del contatore Nel caso i lavori interessino anche l impianto interno e necessario presentare una Dichiarazione di Conformità dell impianto interno firmata dall installatore abilitato. Entro quanto viene realizzato lo spostamento del contatore? Una volta che Lei avrà effettuato gli eventuali lavori di Sua competenza, nonché provveduto al pagamento del preventivo, a seconda della potenzialità richiesta e del contatore che andrà installato, i lavori di allacciamento, in condizioni normali di esercizio, verranno effettuati entro 15 o 20 giorni lavorativi. La cassetta di protezione del contatore la fornite voi? No, non la forniamo noi. Può richiederla al suo installatore di fiducia o acquistarla presso negozi specializzati, in base alle indicazioni che le sono state fornite al momento del sopralluogo. Che dimensioni deve avere la nicchia/cassetta protezione del contatore? Le dimensioni e caratteristiche della nicchia/cassetta di protezione le verranno indicate nel preventivo di spesa, che verrà emesso dopo il sopralluogo da parte dei tecnici preposti. Ho ampliato/modificato l impianto interno, cosa devo fare? Premesso che qualsiasi ampliamento o modifica dell impianto interno deve

13 essere preventivamente autorizzato dalla Società di Distribuzione competente, una volta realizzate le modifiche il Cliente dovrà consegnare all Azienda la Dichiarazione di Conformità dell impianto interno firmata dall installatore abilitato. Devo metanizzare una lottizzazione, cosa devo fare e a chi mi devo rivolgere? Deve presentare una richiesta, con allegata una planimetria, all Azienda di Distribuzione territorialmente competente. Risiedo in una zona non metanizzata, a chi mi devo rivolgere per ottenere un ampliamento della rete e l allacciamento? La richiesta và inoltrata all Azienda di Distribuzione territorialmente competente. Che cos è la carta del servizio? La Carta del Servizi è uno strumento di tutela dei cittadini che dichiara i livelli di qualità commerciale dei servizi forniti dall'azienda, nonché i tempi entro i quali devono essere eseguiti. Per alcuni standard, relativi ad alcuni servizi, è previsto automaticamente un rimborso economico nel caso in cui l'azienda non li rispetti. Mi sembra che il contatore non funzioni correttamente. Come posso avere una verifica? Quanto mi costa? Il Cliente può richiedere in qualsiasi momento la verifica della funzionalità del contatore (esempio che non sia bloccato). Se lo ritiene opportuno può anche chiedere una verifica metrica del contatore presso laboratori o società abilitate, che forniscono le migliore condizioni di professionalità e obiettività nelle verifiche. Se i limiti di tolleranza ammessi dalla legislazione vigente (+/- 4%), saranno superati, l Azienda si accollerà le spese di verifica e sostituirà il misuratore, in caso contrario le spese delle operazioni saranno a carico del richiedente. Per attivare la procedura di verifica metrica è necessario sottoscrivere l apposito modulo presso lo sportello territorialmente competente, dove potrà avere indicazioni sulle spese da sostenere.

14 DOCUMENTAZIONE DI RIFERIMENTO Tutta la documentazione di riferimento è consultabile sul sito

Residente in via/piazza n. Città Provincia DELEGO. Preventivo/fattura intestato a: C.F. Part. IVA tel: Indirizzo di spedizione:

Residente in via/piazza n. Città Provincia DELEGO. Preventivo/fattura intestato a: C.F. Part. IVA tel: Indirizzo di spedizione: Io sottoscritto1 Residente in via/piazza n Città Provincia C.I. n 2 DELEGO La società DUFERCO ENERGIA SPA ad effettuare la/e seguenti operazioni4: Preventivo nuovo impianto Colloca contatore con attivazione

Dettagli

ADOZIONE DEL REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÀ DI ACCERTAMENTO DELLA SICUREZZA DEGLI IMPIANTI D UTENZA A GAS. UN NUOVO REGOLAMENTO PENSATO PER LA SICUREZZA.

ADOZIONE DEL REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÀ DI ACCERTAMENTO DELLA SICUREZZA DEGLI IMPIANTI D UTENZA A GAS. UN NUOVO REGOLAMENTO PENSATO PER LA SICUREZZA. Delibera 40/04 della Autorità per l Energia Elettrica e il Gas ADOZIONE DEL REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÀ DI ACCERTAMENTO DELLA SICUREZZA DEGLI IMPIANTI D UTENZA A GAS. UN NUOVO REGOLAMENTO PENSATO PER LA

Dettagli

Documentazione da presentare alla societa di distribuzione per impianti di utenza IMPIANTI NUOVI

Documentazione da presentare alla societa di distribuzione per impianti di utenza IMPIANTI NUOVI CAMPO DI APPLICAZIONE Quanto stabilito dalla presente norma si applica esclusivamente alle richieste di fornitura su allacciamenti di utenza nuovi. MODALITA RICHIESTA ATTIVAZIONE Per ogni nuova richiesta

Dettagli

Richiesta di attivazione della fornitura di gas: RICHIESTA DI ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA DI GAS per impianti soggetti alla legge 5 marzo 1990, n.

Richiesta di attivazione della fornitura di gas: RICHIESTA DI ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA DI GAS per impianti soggetti alla legge 5 marzo 1990, n. Allegato A (da compilarsi a cura del cliente finale) Al distributore: (Denominazione, indirizzo, telefono) Richiesta di attivazione della fornitura di gas: Codice n. RICHIESTA DI ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA

Dettagli

Richiesta di attivazione della fornitura di gas: RICHIESTA DI ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA DI GAS per impianti soggetti alla legge 5 marzo 1990, n.

Richiesta di attivazione della fornitura di gas: RICHIESTA DI ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA DI GAS per impianti soggetti alla legge 5 marzo 1990, n. Allegato A (da compilarsi a cura del cliente finale) Al distributore: (Denominazione, indirizzo, telefono) Richiesta di attivazione della fornitura di gas: Codice n. RICHIESTA DI ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA

Dettagli

Versione da allegare al preventivo per un nuovo allacciamento

Versione da allegare al preventivo per un nuovo allacciamento Allegato F Versione da allegare al preventivo per un nuovo allacciamento Gentile Cliente, la procedura descritta Le consentirà di assicurarsi la realizzazione del suo impianto di utilizzo del gas nel pieno

Dettagli

Delibera 40-2014. Modifiche ed Innovazioni

Delibera 40-2014. Modifiche ed Innovazioni Delibera 40-2014 Modifiche ed Innovazioni Campo di applicazione: Il presente regolamento si applica agli impianti di utenza alimentati a gas per mezzo di reti canalizzate per uso non tecnologico ai sensi

Dettagli

GAS PIU DISTRIBUZIONE S.R.L. SEDE OPERATIVA DI ROZZANO PREZZIARIO DELLE PRESTAZIONI ACCESSORIE e OPZIONALI AL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE 1 INDICE pag. 2 PREMESSA pag. 3 PRESTAZIONJI TECNICHE

Dettagli

aggiorna le disposizioni per gli accertamenti documentali sugli impianti di utenza NUOVI (di nuova installazione);

aggiorna le disposizioni per gli accertamenti documentali sugli impianti di utenza NUOVI (di nuova installazione); FEBBRAIO 2014 Il 6 febbraio 2014 l Autorità per l Energia Elettrica e il Gas (AEEG) ha emanato e pubblicato sul proprio sito la Delibera n. 40/2014/R/gas, Disposizioni in materia di accertamenti della

Dettagli

Disposizioni in materia di accertamenti della sicurezza degli impianti di utenza a gas

Disposizioni in materia di accertamenti della sicurezza degli impianti di utenza a gas Disposizioni in materia di accertamenti della sicurezza degli impianti di utenza a gas In vigore dal 1 luglio 2014 1 Titolo I Disposizioni generali Articolo 1 Definizioni 1.1 Ai fini del presente regolamento,

Dettagli

INFORMAZIONI AL CLIENTE - MERCATO GAS

INFORMAZIONI AL CLIENTE - MERCATO GAS N.B.: Nei casi di seguito elencati, il Committente deve inviare al Distributore o al Venditore copia della dichiarazione di conformità dell'impianto, resa secondo l'allegato I al D.M. 37/2008, esclusi

Dettagli

Delibera n. 129/04 L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS. Nella riunione del 22 luglio 2004. Visti:

Delibera n. 129/04 L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS. Nella riunione del 22 luglio 2004. Visti: Pagina 1 di 5 Pubblicata sul sito www.autorita.energia.it il 29 luglio 2004, ai sensi dell'articolo 6, comma 4, della deliberazione dell'autorità per l'energia elettrica e il gas 20 febbraio 2001, n. 26/01

Dettagli

RIEPILOGO DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA RICHIESTA DI ATTIVAZIONE FORNITURA GAS METANO AI SENSI DELLA DELIBERA A.E.E.G. 40/04

RIEPILOGO DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA RICHIESTA DI ATTIVAZIONE FORNITURA GAS METANO AI SENSI DELLA DELIBERA A.E.E.G. 40/04 RIEPILOGO DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA RICHIESTA DI ATTIVAZIONE FORNITURA GAS METANO AI SENSI DELLA DELIBERA A.E.E.G. 40/04 Per la parte Documentazione ALLEGATO A o C ALLEGATO B o D ALLEGATI TECNICI

Dettagli

CARTA DELSERVIZIO PER LA VENDITA DEL GAS

CARTA DELSERVIZIO PER LA VENDITA DEL GAS PREMESSA La carta del servizio per la vendita del gas di Loro F.lli S.p.a. recepisce quanto previsto dall Autorità per l energia Elettrica e il Gas attraverso la deliberazione n. 168/04 ove vengono definiti

Dettagli

GAS PIU DISTRIBUZIONE S.R.L. SEDE OPERATIVA DI ROZZANO PREZZIARIO DELLE PRESTAZIONI ACCESSORIE e OPZIONALI AL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE 1 INDICE pag. 2 PREMESSA pag. 4 PRESTAZIONJI TECNICHE

Dettagli

ELENCO PREZZI SERVIZI AL PUNTO DI RICONSEGNA

ELENCO PREZZI SERVIZI AL PUNTO DI RICONSEGNA PRESTAZIONE PAG 1. PREMESSA 1 2. ALLACCIAMENTO ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE 2 3. PUNTI DI RICONSEGNA 2 4. POSA CONTATORE 2 5. MODIFICA PUNTO DI RICONSEGNA PER VARIAZIONE PORTATA 3 6. SPOSTAMENTO PUNTO DI

Dettagli

L AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Deliberazione 18 marzo 2004 Adozione del regolamento delle attività di accertamento della sicurezza degli impianti di utenza a gas dicembre 2000, n. 237/00 (deliberazione n. 40/04) L AUTORITA PER L ENERGIA

Dettagli

DELIBERA 40/2014/R/gas Disposizioni in materia di accertamenti della sicurezza degli impianti di utenza a gas

DELIBERA 40/2014/R/gas Disposizioni in materia di accertamenti della sicurezza degli impianti di utenza a gas DELIBERA 40/2014/R/gas Disposizioni in materia di accertamenti della sicurezza degli impianti di utenza a gas Seminario Confartigianato Milano, 12 marzo 2015 Roberto Maulini Direzione Infrastrutture Certificazione

Dettagli

(da compilarsi a cura del cliente finale) Al distributore Denominazione Indirizzo Telefono

(da compilarsi a cura del cliente finale) Al distributore Denominazione Indirizzo Telefono Richiesta di attivazione della fornitura di gas REVISIONE: 1 DEL: 25.05.2005 PAG. 1 DI 1 178 Allegato A della Delibera 40/04 dell Autorità per l Energia Elettrica ed il Gas (da compilarsi a cura del cliente

Dettagli

REGIONE LIGURIA 1. OBIETTIVI E TIPOLOGIA DI AGEVOLAZIONE

REGIONE LIGURIA 1. OBIETTIVI E TIPOLOGIA DI AGEVOLAZIONE REGIONE LIGURIA BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI AGEVOLAZIONI A SOSTEGNO DELLE FAMIGLIE CON ALMENO UN FIGLIO MINORE PER LA RISTRUTTURAZIONE ED ADEGUAMENTO DELLA PRIMA CASA DI ABITAZIONE 1. OBIETTIVI E TIPOLOGIA

Dettagli

Testo coordinato con le integrazioni e modifiche apportate dalla deliberazione 22 luglio 2004, n. 129/04

Testo coordinato con le integrazioni e modifiche apportate dalla deliberazione 22 luglio 2004, n. 129/04 Deliberazione dell Autorità per l energia elettrica e il gas 18 marzo 2004, n. 40/04 in materia di adozione del regolamento delle attività di accertamento della sicurezza degli impianti di utenza a gas

Dettagli

ASPM SORESINA SERVIZI

ASPM SORESINA SERVIZI ELENCO PRESTAZIONI Il documento descrive le prestazioni tecniche eseguibili dal Distributore su specifica richiesta del Venditore. Le richieste devono essere formalizzate con la compilazione dell apposita

Dettagli

C I T T À D I C O N E G L I A N O

C I T T À D I C O N E G L I A N O Prot. n. 47613/AEP del 15/09/06 BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER LA TRASFORMAZIONE A GAS NATURALE DEGLI IMPIANTI PER RISCALDAMENTO DI EDIFICI AD USO RESIDENZIALE. Finalità Il Comune di Conegliano

Dettagli

PRESTAZIONI AL PUNTO DI RICONSEGNA - DECORRENZA 01/11/2014. ACCERTAMENTO DOCUMENTALE (Deliberazione n. 40/14 s.m.i. A.E.E.G.S.I.)

PRESTAZIONI AL PUNTO DI RICONSEGNA - DECORRENZA 01/11/2014. ACCERTAMENTO DOCUMENTALE (Deliberazione n. 40/14 s.m.i. A.E.E.G.S.I.) PRESTAZIONI AL PUNTO DI RICONSEGNA - DECORRENZA 01/11/2014 Il presente elenco prezzi disciplina le prestazioni accessorie al servizio principale di distribuzione e misura del gas naturale, nelle reti gestite

Dettagli

Adozione del regolamento delle attività di accertamento della sicurezza degli impianti di utenza a gas (deliberazione n. 40/04)

Adozione del regolamento delle attività di accertamento della sicurezza degli impianti di utenza a gas (deliberazione n. 40/04) (testo coordinato con le integrazioni e modifiche apportate dalle delibere n. 129/04, n. 43/05, n. 192/05, n. 47/06, n. 87/06, n. 147/06 e ARG/gas n. 27/08) Deliberazione 18 marzo 2004 Adozione del regolamento

Dettagli

Motivo del reclamo (barrare la voce che interessa) Descrizione dell accaduto e motivo del reclamo

Motivo del reclamo (barrare la voce che interessa) Descrizione dell accaduto e motivo del reclamo Via Ammiraglio Gravina 2/e 90139 PALERMO Fax 091 7435463 Call Center: 800 773399 Modulo Reclami (da spedire, inoltrare presso i Punti Clienti o via Fax). E possibile anche effettuare telefonicamente il

Dettagli

C I T T À D I C O N E G L I A N O

C I T T À D I C O N E G L I A N O Prot. n. 47660/AEP del 15/09/06 BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE L ALLACCIAMENTO ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE DEL GAS METANO PER LA TRASFORMAZIONE A GAS NATURALE DEGLI IMPIANTI PER RISCALDAMENTO

Dettagli

Richiesta di attivazione della fornitura di gas: RICHIESTA DI ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA DI GAS per impianti soggetti alla legge 5 marzo 1990, n.

Richiesta di attivazione della fornitura di gas: RICHIESTA DI ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA DI GAS per impianti soggetti alla legge 5 marzo 1990, n. Allegato A (da compilarsi a cura del cliente finale) Al distributore: (Denominazione, indirizzo, telefono) Richiesta di attivazione della fornitura di gas: Codice n. RICHIESTA DI ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA

Dettagli

BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER L'INSTALLAZIONE DI IMPIANTI SOLARI TERMICI IN IMMOBILI RESIDENZIALI A FAVORE DEI SOGGETTI PRIVATI

BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER L'INSTALLAZIONE DI IMPIANTI SOLARI TERMICI IN IMMOBILI RESIDENZIALI A FAVORE DEI SOGGETTI PRIVATI Area IV - Gestione del territorio Servizio Politiche Ambientali Via A. Costa n. 12 40062 Molinella (Bo) Tel. 051/690.68.62-77 Fax 051/690.03.46 ambiente@comune.molinella.bo.it Indice ART. 1 (FINALITÀ)..........

Dettagli

Richiesta di preventivo per allaccio (codice univoco prestazione:pn1)

Richiesta di preventivo per allaccio (codice univoco prestazione:pn1) Richiesta di preventivo per allaccio (codice univoco prestazione:pn1) UTENZA PRIVATA Il sottoscritto C.F. nato a il residente nel comune di CAP Prov via n recapito telefonico / in qualità di: Proprietario

Dettagli

IL BONUS SULLE BOLLETTE DEL GAS: DALL 11 GENNAIO 2010 SI PUÒ INOLTRARE LA DOMANDA AL COMUNE

IL BONUS SULLE BOLLETTE DEL GAS: DALL 11 GENNAIO 2010 SI PUÒ INOLTRARE LA DOMANDA AL COMUNE IL BONUS SULLE BOLLETTE DEL GAS: DALL 11 GENNAIO 2010 SI PUÒ INOLTRARE LA DOMANDA AL COMUNE Dopo il bonus elettrico arriva il bonus gas, un aiuto riservato alle famiglie in difficoltà economica o numerose,

Dettagli

PROCEDURA PER L'ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA PER IMPIANTI DI UTENZA GAS NUOVI

PROCEDURA PER L'ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA PER IMPIANTI DI UTENZA GAS NUOVI PROCEDURA PER L'ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA PER IMPIANTI DI UTENZA GAS NUOVI Procedura per richieste di attivazione della fornitura di gas pervenute al venditore a partire dall'1 aprile 2007 (art. 16,

Dettagli

Delibera n. 192/05 L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Delibera n. 192/05 L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Delibera n. 192/05 Modifiche ed integrazioni al regolamento delle attività di accertamento della sicurezza degli impianti di utenza a gas di cui alla deliberazione 18 marzo 2004, n. 40/04 L AUTORITÀ PER

Dettagli

RICHIESTA di ALLACCIAMENTO FORNITURA TEMPORANEA

RICHIESTA di ALLACCIAMENTO FORNITURA TEMPORANEA Ed. 1 - mag 2015 Spett.le CVA Trading S.r.l. Servizio di Maggior Tutela Via Clavalité 8 11100 Aosta FAX 0165/647933 maggiortutela@cvatrading.it RICHIESTA di ALLACCIAMENTO FORNITURA TEMPORANEA Dati del

Dettagli

LISTINO PRESTAZIONI ACCESSORIE

LISTINO PRESTAZIONI ACCESSORIE LISTINO PRESTAZIONI ACCESSORIE ANNO 2015 A.S.GA S.r.l. Via Roma 36 20083 GAGGIANO (MI) 1. Oggetto Il presente listino prezzi è relativo alle prestazioni accessorie offerte da A.S.GA S.r.l. relativamente

Dettagli

GLI ENTI LOCALI E LA DELIBERAZIONE N. 40/04: LE NOVITÀ INTRODOTTE DALLA DELIBERAZIONE N. 87/06

GLI ENTI LOCALI E LA DELIBERAZIONE N. 40/04: LE NOVITÀ INTRODOTTE DALLA DELIBERAZIONE N. 87/06 GLI ENTI LOCALI E LA DELIBERAZIONE N. 40/04: LE NOVITÀ INTRODOTTE DALLA DELIBERAZIONE N. 87/06 Alberto Grossi Direttore della Direzione Consumatori e Qualità del Servizio Questa presentazione non è un

Dettagli

Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 254 del 23/12/2013.

Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 254 del 23/12/2013. BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA SOSTITUZIONE DI GENERATORI DI CALORE Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 254 del 23/12/2013. 1. FINALITÀ DELL INIZIATIVA La Provincia di

Dettagli

Autorità per l energia elettrica e il gas

Autorità per l energia elettrica e il gas L allacciamento alla rete elettrica per le utenze in bassa e media tensione Allacciamento e attivazione Altre prestazioni L allacciamento è la connessione dell impianto di utenza alla rete di distribuzione

Dettagli

ASPM SORESINA SERVIZI

ASPM SORESINA SERVIZI ELENCO PRESTAZIONI Il documento descrive le prestazioni tecniche eseguibili dal Distributore su specifica richiesta del Venditore. Le richieste devono essere formalizzate con la compilazione dell apposita

Dettagli

B. Definizioni CONTRATTI USI DIVERSI DALL'ABITAZIONE (UDA)

B. Definizioni CONTRATTI USI DIVERSI DALL'ABITAZIONE (UDA) Allegato 1 Elenco delle operazioni commerciali e modalità di esecuzione A. Premessa Le operazioni eseguibili riguardano i contratti per uso domestico e usi diversi dall abitazione. Si ritiene corretto

Dettagli

BONUS GAS. Famiglie fino a 4 componenti

BONUS GAS. Famiglie fino a 4 componenti BONUS GAS Il Bonus Gas è uno strumento introdotto dal Governo con l obiettivo di sostenere le famiglie in condizione di disagio economico, garantendo loro un risparmio sulla spesa annua per energia elettrica.

Dettagli

Obiettivi e definizioni

Obiettivi e definizioni PAG. 1 / 15 Obiettivi e definizioni L obiettivo che ci si pone con il presente documento è quello di definire le procedure operative necessarie per gestire e documentare l attività di attivazione o riattivazione

Dettagli

dematerializzazione delle procedure di accesso al Conto Energia fotovoltaico

dematerializzazione delle procedure di accesso al Conto Energia fotovoltaico DEMA dematerializzazione delle procedure di accesso al Conto Energia fotovoltaico Delibera Arg/elt 173/09 Manuale utente Indice Introduzione 3 Informazioni preliminari 4 La nuova procedura 5 Gestione degli

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA Provincia di Grosseto Area Tecnica U.O. Ambiente

COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA Provincia di Grosseto Area Tecnica U.O. Ambiente BANDO PER L ASSEGNAZIONE E L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI E SOLARI TERMICI Criteri e procedure Premessa Le comunicazioni relative a tutte le fasi

Dettagli

LISTINO PREZZI PER ATTIVITA TECNICHE NON COMPRESE NELLA TARIFFA DI DISTRIBUZIONE

LISTINO PREZZI PER ATTIVITA TECNICHE NON COMPRESE NELLA TARIFFA DI DISTRIBUZIONE LISTINO PREZZI PER ATTIVITA TECNICHE NON COMPRESE NELLA TARIFFA DI DISTRIBUZIONE ed. ANNO 2016 Oggetto ed applicabilità Il presente listino prezzi verrà applicato in maniera imparziale sul territorio comunale

Dettagli

RICHIESTA DI VOLTURA

RICHIESTA DI VOLTURA Ed. 1 - mag 2015 Spett.le CVA TRADING S.r.l. Servizio di Maggior Tutela Via Clavalité 8 11100 Aosta FAX 0165/647933 maggiortutela@cvatrading.it RICHIESTA DI VOLTURA Dati del richiedente (non coincidente

Dettagli

RICHIESTA DI FORNITURA IDRICA _l_ sottoscritt nat a il C.F. residente a in Via n. tel. E-Mail

RICHIESTA DI FORNITURA IDRICA _l_ sottoscritt nat a il C.F. residente a in Via n. tel. E-Mail Mod. PG001.09 Rev 04 RICHIESTA DI FORNITURA IDRICA _l_ sottoscritt nat a il C.F. residente a in Via n. tel. E-Mail Per le Ditte o Società: Legale rappresentante della Ditta/Società con sede legale a in

Dettagli

Presentazione della domanda

Presentazione della domanda Aggiornato ad Aprile 2015 Guida alla compilazione delle comunicazioni per la messa in esercizio degli ascensori, degli apparecchi di sollevamento e dei montacarichi Presentazione della domanda La presente

Dettagli

Delibera n.40/2014 AEEGSI

Delibera n.40/2014 AEEGSI Fare clic per modificare stile Delibera n.40/2014 AEEGSI Novità e adempimenti per installatori e progettisti 1 di 85 26 «Convegno CNA Installazione e impianti» Ore 17,45: «Le procedure e la documentazione

Dettagli

il sottoscritto/a NOME _ COGNOME nato/a a, il,c.f.: _ residente in _, via/p.zza _ n. _

il sottoscritto/a NOME _ COGNOME nato/a a, il,c.f.: _ residente in _, via/p.zza _ n. _ Spett.le SMART LUCE E GAS SRL Via Alberico Albricci, 8 20122 Milano P.IVA e C.F. 07463650965 Oggetto: IMPIEGHI DEL GAS NATURALE PER USI INDUSTRIALI. DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL ATTO DI NOTORIETA RESA

Dettagli

2i RETE GAS S.r.l. LISTINO PREZZI 2016 in vigore dal 01/01/2016

2i RETE GAS S.r.l. LISTINO PREZZI 2016 in vigore dal 01/01/2016 Il Distributore si impegna, anche tramite terzi ed in relazione agli impianti per i quali è concessionario del servizio di distribuzione del gas naturale e di gas diversi dal gas naturale, a fornire le

Dettagli

Del. 40/04 dell Autorità per l Energia Elettrica e per il GAS

Del. 40/04 dell Autorità per l Energia Elettrica e per il GAS Del. 40/04 dell Autorità per l Energia Elettrica e per il GAS Adozione del regolamento delle attività di accertamento della sicurezza degli impianti di utenza a gas Compilazione dei documenti previsti

Dettagli

SERVIZIO DISTRIBUZIONE GAS METANO PREZZARIO DELLE ATTIVITA ACCESSORIE

SERVIZIO DISTRIBUZIONE GAS METANO PREZZARIO DELLE ATTIVITA ACCESSORIE CBL DISTRIBUZIONE Rev. Data 1 01/01/2014 2 24/02/2014 SERVIZIO DISTRIBUZIONE GAS METANO PREZZARIO DELLE ATTIVITA ACCESSORIE Oggetto Revisione prezzi ed integrazione voci. Validità nuovo prezzario: sino

Dettagli

EDIGAS-Esercizio Distribuzione Gas SpA- UNIPERSONALE Via Verizzo 1030 31053 Pieve di Soligo (TV) C.F. 81000460022 REA TV 338229 Partita Iva

EDIGAS-Esercizio Distribuzione Gas SpA- UNIPERSONALE Via Verizzo 1030 31053 Pieve di Soligo (TV) C.F. 81000460022 REA TV 338229 Partita Iva ELENCO PREZZII e CONDIIZIIONII DEII SERVIIZII E DELLE PRESTAZIIONII INDICE 01.00 PRESTAZIONI TECNICHE SVOLTE DAL DISTRIBUTORE... 2 02.00 PRESTAZIONI OPZIONALI... 2 03.00 ELENCO PREZZI ANNO 2009... 3 a

Dettagli

servizi eni gas e luce: sempre e ovunque, quando ne hai bisogno

servizi eni gas e luce: sempre e ovunque, quando ne hai bisogno servizi eni gas e luce: sempre e ovunque, quando ne hai bisogno Come cliente eni gas e luce puoi gestire le forniture energetiche di casa tua in tanti modi diversi, tutti semplici e accessibili: consulenti

Dettagli

ELENCO PREZZI PRESTAZIONI TECNICHE DISTRIBUZIONE E MISURA GAS ANNO 2014

ELENCO PREZZI PRESTAZIONI TECNICHE DISTRIBUZIONE E MISURA GAS ANNO 2014 ELENCO PREZZI PRESTAZIONI TECNICHE DISTRIBUZIONE E MISURA GAS ANNO 2014 Rev del 01 settembre 2014 1 - OGGETTO DEL DOCUMENTO 1.1 Scopo e campo di applicazione Il presente elenco prezzi dei servizi tecnici

Dettagli

SISTEMA ENERGIA ITALIA S.R.L. Via Larga, 7 20122 Milano (MI) Tel. 848.690507 Fax. 02.93660111

SISTEMA ENERGIA ITALIA S.R.L. Via Larga, 7 20122 Milano (MI) Tel. 848.690507 Fax. 02.93660111 Spett.le SISTEMA ENERGIA ITALIA S.R.L. Oggetto: IMPIEGHI DEL GAS NATURALE PER USI ESCLUSI DAL CAMPO DI APPLICAZIONE DELL ACCISA. DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL ATTO DI NOTORIETA RESA AI SENSI DEGLI ARTICOLI

Dettagli

MODULO A Energia Elettrica CLIENTI RETAIL Attivazione - Riattivazione - Voltura - Variazioni - Moduli catastali

MODULO A Energia Elettrica CLIENTI RETAIL Attivazione - Riattivazione - Voltura - Variazioni - Moduli catastali MODULO A Energia Elettrica CLIENTI RETAIL Attivazione - Riattivazione - Voltura - Variazioni - Moduli catastali Rev. 4-03/2016 Compilare con i dati sociali/condominiali (nel caso di Società, Condomini,

Dettagli

Elenco prezzi. servizi al punto di riconsegna non. compresi nella tariffa di. distribuzione anno 2011

Elenco prezzi. servizi al punto di riconsegna non. compresi nella tariffa di. distribuzione anno 2011 Pagina 1 di 7 Elenco prezzi servizi al punto di riconsegna non compresi nella tariffa di distribuzione valevoli per il solo impianto di Marcon VE Serenissima Gas S.p.A. Unità Operativa Veneto Via Monte

Dettagli

TAVOLA DEI PRINCIPALI DIRITTI DEI CONSUMATORI DOMESTICI DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS

TAVOLA DEI PRINCIPALI DIRITTI DEI CONSUMATORI DOMESTICI DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS Autorità per l energia elettrica e il gas TAVOLA DEI PRINCIPALI DIRITTI DEI CONSUMATORI DOMESTICI DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS Aggiornamento al 28 dicembre 2009 1 INDICE 1. ALLACCIAMENTI ELETTRICI 5 1.1

Dettagli

Nuove procedure. finalizzate al rilascio dell Attestazione della idoneità abitativa

Nuove procedure. finalizzate al rilascio dell Attestazione della idoneità abitativa Allegato A) Nuove procedure finalizzate al rilascio dell Attestazione della idoneità abitativa in applicazione dell art. 29, comma 3, lettera a) del D.Lgs. n 286 del 25.7.1998 e s.m. e i. A cura: Settore

Dettagli

ELENCO PREZZI STANDARD ALLEGATO ALLA BOZZA DI CONVENZIONE

ELENCO PREZZI STANDARD ALLEGATO ALLA BOZZA DI CONVENZIONE ELENCO PREZZI STANDARD ALLEGATO ALLA BOZZA DI CONVENZIONE DEFINIZIONI CLIENTE FINALE Persona fisica o giuridica che acquista gas naturale per uso proprio CODICE DI RETE codice contenente regole e modalità

Dettagli

ATTIVAZIONE O RIATTIVAZIONE DELLA FORNITURA DEL GAS COMBUSTIBILE

ATTIVAZIONE O RIATTIVAZIONE DELLA FORNITURA DEL GAS COMBUSTIBILE ATTIVAZIONE O RIATTIVAZIONE DELLA FORNITURA DEL GAS COMBUSTIBILE INDICAZIONI PER CLIENTI FINALI ED INSTALLATORI L'attivazione o riattivazione della fornitura del gas combustibile è svolta esclusivamente

Dettagli

UNO SCONTO SULLE BOLLETTE

UNO SCONTO SULLE BOLLETTE COMUNE DI BEINASCO Provincia di Torino Piazza Alfieri,7-10092 Beinasco (TO) Tel. 011/39891 Fax 011 39.89.310 PEC: protocollo@comune.beinasco.legalmail.it Area dei Servizi Servizio Politiche Sociali e-mail

Dettagli

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI INCENTIVI PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI.

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI INCENTIVI PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI. Comune di Caltagirone Provincia di Catania Servizio Politiche Energetiche Via S.Maria di Gesù,90 95041 Caltagirone (CT) 0933 41410-41448 fax 0933 41461 REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI INCENTIVI PER L INSTALLAZIONE

Dettagli

LIBERALIZZAZIONE DEL MERCATO E I CONSUMATORI FINALI

LIBERALIZZAZIONE DEL MERCATO E I CONSUMATORI FINALI Cosa vuole dire che il mercato del gas è "libero"? Con chi avrà rapporti contrattuali il cliente finale? Con la liberalizzazione cambierà la qualità del servizio? Cosa fa il distributore? Cosa fa il venditore?

Dettagli

PROCEDURE PER ALLACCIAMENTI IMPIANTI FOTOVOLTAICI SCAMBIO SUL POSTO CON POTENZA 20 kw

PROCEDURE PER ALLACCIAMENTI IMPIANTI FOTOVOLTAICI SCAMBIO SUL POSTO CON POTENZA 20 kw Comune di Isera AZIENDA SERVIZI COMUNALI ISERA Via A. Ravagni n. 8-38060 ISERA Cod. Fisc. e P. IVA 00203870225 Tel. 0464 487096 / Fax 0464 401430 e-mail aziendaservizi@comune.isera.tn.it PROCEDURE PER

Dettagli

PROCEDURA OPERATIVA PER LE ATTIVITÀ DI APERTURA DI NUOVI PUNTI DI RICONSEGNA E PER LA CHIUSURA/RIAPERTURA DI PUNTI DI RICONSEGNA ESISTENTI

PROCEDURA OPERATIVA PER LE ATTIVITÀ DI APERTURA DI NUOVI PUNTI DI RICONSEGNA E PER LA CHIUSURA/RIAPERTURA DI PUNTI DI RICONSEGNA ESISTENTI PROCEDURA OPERATIVA PER LE ATTIVITÀ DI APERTURA DI NUOVI PUNTI DI RICONSEGNA E PER LA CHIUSURA/RIAPERTURA DI PUNTI DI RICONSEGNA ESISTENTI Con riferimento alle disposizioni previste dal Codice di Rete

Dettagli

Art.1 ( finalità ) Fascia Valore ISEE Contributo concesso

Art.1 ( finalità ) Fascia Valore ISEE Contributo concesso Regolamento per la concessione di un contributo sui costi del Servizio Idrico Integrato a favore dei titolari di utenze domestiche residenti che versano in condizioni di disagio sociale ed economico Anno

Dettagli

COMUNE DI MONDAVIO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA P. zza Matteotti 2-61040 Mondavio (PU)

COMUNE DI MONDAVIO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA P. zza Matteotti 2-61040 Mondavio (PU) COMUNE DI MONDAVIO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA P. zza Matteotti 2-61040 Mondavio (PU) protocollo BOLLO PRATICA N PROCEDIMENTO DI AGIBILITÀ (art.25 D.P.R. n. 380/01) Il/la sottoscritto/a nato a il codice

Dettagli

RICHIESTA DI FORNITURA IDRICA

RICHIESTA DI FORNITURA IDRICA Mod. PG001.09 Rev 03 RICHIESTA DI FORNITURA IDRICA _l_ sottoscritt nat a il C.F. residente a in Via n. tel. Per le Ditte o Società: Legale rappresentante della Ditta/Società con sede legale a in Via n.

Dettagli

Voltura Separazione: Informazioni generali

Voltura Separazione: Informazioni generali Voltura Separazione: Informazioni generali Cos è una voltura separazione? E l operazione che consente di modificare l intestatario del contratto, senza alcuna interruzione della fornitura, a favore del

Dettagli

ELENCO PREZZI. Tutti i prezzi indicati devono considerarsi espressi in Euro, IVA esclusa.

ELENCO PREZZI. Tutti i prezzi indicati devono considerarsi espressi in Euro, IVA esclusa. ELENCO PREZZI In riferimento al paragrafo 3.2 del Codice di Rete per la Distribuzione del Gas Naturale, redatto dall Autorità per l Energia Elettrica e il Gas, il presente documento elenca le prestazioni

Dettagli

Listino prezzi per attività al Punto di Riconsegna non comprese nella tariffa di distribuzione

Listino prezzi per attività al Punto di Riconsegna non comprese nella tariffa di distribuzione Gritti Gas Rete S.r.l. Via Carducci, 2 26900 Lodi (LO) Condizioni Economiche Attività Presso il Punto di Riconsegna (PDR) Listino prezzi per attività al Punto di Riconsegna non comprese nella tariffa di

Dettagli

CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE ELETTRICA

CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE ELETTRICA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE ELETTRICA 25/05/2009 P.I. Alessandro Danchielli 1 INDICE PREMESSA...3 DOMANDA DI CONNESSIONE.......4 SOPRALLUOGO E PREVENTIVO... 5 PAGAMENTO

Dettagli

ACCERTAMENTI DOCUMENTALI. ai sensi della. DELIBERAZIONE AEEG N. 40/04 s.m.i.

ACCERTAMENTI DOCUMENTALI. ai sensi della. DELIBERAZIONE AEEG N. 40/04 s.m.i. ACCERTAMENTI DOCUMENTALI ai sensi della DELIBERAZIONE AEEG N. 40/04 s.m.i. PRINCIPALI ELEMENTI DI AUTOCONTROLLO AI FINI DELLA CORRETTA COMPILAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE DA ACCERTARE 1 PREMESSA Nelle pagine

Dettagli

Convenzione. Condizioni tecniche, finanziarie e amministrative di attuazione dei prestiti co-finanziati

Convenzione. Condizioni tecniche, finanziarie e amministrative di attuazione dei prestiti co-finanziati Convenzione 1. - Oggetto Condizioni tecniche, finanziarie e amministrative di attuazione dei prestiti co-finanziati dalla Provincia e dalle Banche di Credito Cooperativo di Carugate, Cernusco sul Naviglio,

Dettagli

(approvato con delib. del C.C. n. del )

(approvato con delib. del C.C. n. del ) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI PER LO SMALTIMENTO DI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO PRESSO IMMOBILI AD USO CIVILE ABITAZIONE E RELATIVE PERTINENZE (approvato con delib. del

Dettagli

Bando pubblico per i Cittadini

Bando pubblico per i Cittadini Bando pubblico per i Cittadini 1. - Oggetto Condizioni tecniche, finanziarie e amministrative di attuazione dei prestiti co-finanziati dalla Provincia e dalle Banche di Credito Cooperativo di Carugate

Dettagli

PREZZARIO PER ATTIVITÀ ACCESSORIE E/O OPZIONALI NON COMPENSATE CON LA TARIFFA DI DISTRIBUZIONE

PREZZARIO PER ATTIVITÀ ACCESSORIE E/O OPZIONALI NON COMPENSATE CON LA TARIFFA DI DISTRIBUZIONE PREZZARIO PER ATTIVITÀ ACCESSORIE E/O OPZIONALI NON COMPENSATE CON LA TARIFFA DI DISTRIBUZIONE AGGIORNAMENTO PREZZI: DICEMBRE 2011 DECORRENZA APPLICAZIONE 15 LUGLIO 2012 1 INDICE GENERALE DEFINIZIONI 3

Dettagli

LEGGE N. 13 del 9 GENNAIO 1989

LEGGE N. 13 del 9 GENNAIO 1989 CHE LAVORI FINANZIA LEGGE N. 13 del 9 GENNAIO 1989 Tutti i montascale, le piattaforme elevatrici, le vasche con porta apribile e quant altro dedicato in esclusiva alla disabilità rientrano nei finanziamenti

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI RELATIVI ALLA RIMOZIONE DI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI RELATIVI ALLA RIMOZIONE DI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI RELATIVI ALLA RIMOZIONE DI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 21del 19.04.2002 Modificato con deliberazione

Dettagli

Modello RCP RICHIESTA DI CONNESSIONE ALLA RETE SEL DI IMPIANTI DI PRODUZIONE

Modello RCP RICHIESTA DI CONNESSIONE ALLA RETE SEL DI IMPIANTI DI PRODUZIONE Modello RCP RICHIESTA DI CONNESSIONE ALLA RETE SEL DI IMPIANTI DI PRODUZIONE Parte 1: Generalità dell impianto Richiesta di connessione/adeguamento della connessione esistente alla rete di SEL srl di:

Dettagli

MODULO A_GAS _FORNITURE INDIVIDUALI_ ISTANZA PER L AMMISSIONE AL REGIME DI COMPENSAZIONE PER LA FORNITURA DI GAS NATURALE

MODULO A_GAS _FORNITURE INDIVIDUALI_ ISTANZA PER L AMMISSIONE AL REGIME DI COMPENSAZIONE PER LA FORNITURA DI GAS NATURALE MODULO A_GAS _FORNITURE INDIVIDUALI_ ISTANZA PER L AMMISSIONE AL REGIME DI COMPENSAZIONE PER LA FORNITURA DI GAS NATURALE (art. 3, comma 9 del decreto-legge n. 185/08, convertito con modificazioni in legge

Dettagli

All. A LA RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

All. A LA RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO PROMOZIONE DEGLI INTERVENTI DI UTILIZZO DI FONTI DI ENERGIE RINNOVABILI, CALDAIE ALIMENTATE A BIOMASSA BANDO DIRETTO ALLA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI NEL COMUNE DI VICOPISANO Anno 2012 LA RESPONSABILE DEL

Dettagli

MODULO A DOMANDA NUOVA O RINNOVO. Il/La sottoscritto/a. nato/a a, (prov. ),

MODULO A DOMANDA NUOVA O RINNOVO. Il/La sottoscritto/a. nato/a a, (prov. ), MODULO A DOMANDA NUOVA O RINNOVO Il/La sottoscritto/a (Cognome) (Nome) nato/a a, (prov. ), il / /, Codice fiscale AMMISSIONE PRESENTA DOMANDA DI RINNOVO AL BONUS SOCIALE PER DISAGIO ECONOMICO PER LA/E

Dettagli

Comune di Robecco sul Naviglio. Provincia di Milano RECLAMI GAS

Comune di Robecco sul Naviglio. Provincia di Milano RECLAMI GAS RECLAMI GAS L Amministrazione Comunale di Robecco sul Naviglio ha attivato uno sportello a sostegno di coloro che malauguratamente dovessero incappare in provvedimenti difformi e/o non chiari da parte

Dettagli

La nuova delibera 40/14 (con le modifiche apportate dalla Delibera 261/2014 del 6 giugno 20014) Giovanni Raimondini Milano, 18 giugno 2014

La nuova delibera 40/14 (con le modifiche apportate dalla Delibera 261/2014 del 6 giugno 20014) Giovanni Raimondini Milano, 18 giugno 2014 La nuova delibera 40/14 (con le modifiche apportate dalla Delibera 261/2014 del 6 giugno 20014) Giovanni Raimondini Milano, 18 giugno 2014 La nuova delibera 40/14 Dal 1 luglio 2014 la delibera 40/14 dell'aeegsi

Dettagli

Oggetto: MODULI RICHIESTA VOLTURA DEL CONTRATTO DI FORNITURA SOTTOSCRITTO CON MULTUTILITY S.P.A.

Oggetto: MODULI RICHIESTA VOLTURA DEL CONTRATTO DI FORNITURA SOTTOSCRITTO CON MULTUTILITY S.P.A. Oggetto: MODULI RICHIESTA VOLTURA DEL CONTRATTO DI FORNITURA SOTTOSCRITTO CON MULTUTILITY S.P.A. Spettabile Cliente, in seguito a Vostra richiesta di voltura del contratto di fornitura sottoscritto con

Dettagli

PROCEDURA INTERNA ALLACCIAMENTO ALLA RETE IDRICA

PROCEDURA INTERNA ALLACCIAMENTO ALLA RETE IDRICA PROCEDURA INTERNA ALLACCIAMENTO ALLA RETE IDRICA INDICE 1 DOMANDA DI ALLACCIAMENTO ALLA RETE IDRICA 1.1 RICEVIMENTO DOMANDA DI ALLACCIAMENTO 1.2 ACCETTAZIONE DELLA DOMANDA DI ALLACCIAMENTO 2 CONTRATTO

Dettagli

INDENNIZZI A FAVORE DEI CONSUMATORI PREVISTI DALL AUTORITA PER L ENERGIA

INDENNIZZI A FAVORE DEI CONSUMATORI PREVISTI DALL AUTORITA PER L ENERGIA INDENNIZZI A FAVORE DEI CONSUMATORI PREVISTI DALL AUTORITA PER L ENERGIA Per tutelare i clienti che subiscono interruzioni o disservizi nella fornitura di energia elettrica e gas e per incentivare le società

Dettagli

Concessione Edilizia n. del / / ; Permesso di Costruire n. del / / ;

Concessione Edilizia n. del / / ; Permesso di Costruire n. del / / ; Modello di domanda volta ad ottenere il certificato di agibilità pag. 1 Vers. 1/2006 Marca da Bollo 14,62 Spazio per Ufficio Protocollo AL SINDACO DEL COMUNE DI CASTELFIDARDO PROCEDIMENTO DI CERTIFICAZIONE

Dettagli

C I T T A DI M ATINO

C I T T A DI M ATINO C I T T A DI M ATINO PROVINCIA DI LECCE S E T T O R E S E R V I Z I A L L A C I T T A AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA RIMOZIONE E LO SMALTIMENTO DEI MANUFATTI CONTENENTI AMIANTO

Dettagli

Le confermeremo l avvenuta gestione tramite un contatto ai recapiti che ci indicherà nel modulo.

Le confermeremo l avvenuta gestione tramite un contatto ai recapiti che ci indicherà nel modulo. Gentile Cliente, con il presente documento, Lei ha la possibilità di diventare cliente Sorgenia, subentrando al contratto di fornitura in essere di un Nostro cliente, secondo le modalità previste dall

Dettagli

RICHIESTA di POSA NUOVO CONTATORE CANTIERE

RICHIESTA di POSA NUOVO CONTATORE CANTIERE Ed. 1 - mag 2015 Spett.CVA Trading S.r.l. a s.u. Servizio di Maggior Tutela Via Clavalité 8 11100 Aosta FAX 0165/647933 maggiortutela@cvatrading.it RICHIESTA di POSA NUOVO CONTATORE CANTIERE Dati del richiedente

Dettagli

(da compilarsi a cura del cliente finale) Al distributore Denominazione Indirizzo Telefono

(da compilarsi a cura del cliente finale) Al distributore Denominazione Indirizzo Telefono Richiesta di attivazione della fornitura di gas REVISIONE: 1 DEL: 25.05.2005 PAG. 1 DI 1 178 Allegato A della Delibera 40/04 dell Autorità per l Energia Elettrica ed il Gas (da compilarsi a cura del cliente

Dettagli

Proposte di revisione ANIGAS

Proposte di revisione ANIGAS ISTRUZIONI OPERATIVE DELL AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS IN TEMA DI STANDARD DI COMUNICAZIONE Delibera ARG/gas 185/08 Prestazioni: " Sospensione della fornitura per potenziale pericolo" Riattivazione

Dettagli

ELENCO PREZZI SERVIZI AL PUNTO DI RICONSEGNA

ELENCO PREZZI SERVIZI AL PUNTO DI RICONSEGNA 1 di 9 ELENCO PREZZI In vigore dal 01 Agosto 2012 Compagnia Napoletana di Illuminazione e Scaldamento col Gas S.p.A. Via Galileo Ferraris 66/F - NAPOLI Capitale Sociale Euro 15.400.000 i.v. Registro Imprese

Dettagli

CONDIZIONI PER L OTTENIMENTO DEL BONUS TELERISCALDAMENTO E MISURA DEL CONTRIBUTO

CONDIZIONI PER L OTTENIMENTO DEL BONUS TELERISCALDAMENTO E MISURA DEL CONTRIBUTO Allegato 2 Scheda Esplicativa. HERA SpA nel Comitato di Coordinamento SOT del 21 marzo 2012 ha determinato di riconoscere alle famiglie economicamente svantaggiate un bonus a compensazione della spesa

Dettagli