ALLACCIAMENTI ALLA RETE GAS

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ALLACCIAMENTI ALLA RETE GAS"

Transcript

1 Edison DG Spa Società a socio unico Sede Legale - Via Pelosa, Selvazzano Dentro PD Tel ALLACCIAMENTI ALLA RETE GAS Richiedere l allaccio è semplice È sufficiente presentare la richiesta di preventivo per l allacciamento alla rete presso un nostro sportello, oppure chiamando il nostro servizio clienti al numero verde , ed allegare alcuni documenti di seguito indicati. Nostri operatori e tecnici sono a sua disposizione per darli tutte le informazioni che desidera. In alternativa, puoi inviare una richiesta scritta a mezzo posta o fax con indicati tutti i dati e le informazioni da fornire. Ricevuta la richiesta, Il nostro tecnico di zona la contatterà telefonicamente per concordare un appuntamento per effettuare un sopralluogo e valutare la fattibilità dei lavori e preparerà un preventivo di spesa indicando anche le modalità di posa della cassetta di protezione del contatore che sarà sua cura predisporre. Nel caso non l abbia fatto in precedenza, all accettazione del preventivo sarà necessario far pervenire tutti i documenti indicati. Una volta effettuato il pagamento dell importo verranno avviate eventuali pratiche autorizzative riguardante i lavori da eseguire in pertinenze pubbliche o di terzi e all ottenimento di tutte le autorizzazione verranno programmati ed eseguiti i lavori necessari per dare l allacciamento funzionante. L installazione e l attivazione della fornitura dovrà pervenirci dalla società di vendita con la quale Lei avrà stipulato il contratto di fornitura: Informazioni da fornire Indirizzo presso cui effettuare i lavori di allaccio. Indirizzo presso cui ricevere il preventivo di spesa. Come vuole utilizzare la fornitura: es. cottura, acqua calda, riscaldamento con o senza uso cottura e acqua calda. Quale potenzialità complessiva sarà necessaria per l impianto espressa in Kcal o Kw. Documenti da presentare Documento di identità e codice fiscale se richiedi l attivazione per uso residenziale. Partita IVA e documento di identità del legale rappresentante se richiedi l attivazione per uso professionale. Per gli immobili costruiti prima del 30/01/1977 Dichiarazione Sostitutiva dell Atto di Notorietà ( puoi utilizzare uno dei nostri moduli disponibile presso lo sportello o scaricabile nella sezione modulistica dello sportello on line) con cui si attesta che l immobile è stato costruito prima di tale data e non ha subito modifiche. Per gli immobili costruiti o modificati dopo il 30/01/1977 Dichiarazione Sostitutiva dell Atto di Notorietà ( puoi utilizzare uno dei nostri moduli disponibile presso lo sportello o scaricabile nella sezione modulistica dello sportello on line) con cui si attesta il numero e la data della concessione edilizia. In alternativa puoi presentare una copia della concessione edilizia. Per gli immobili di nuova costruzione copia della planimetria in scala 1:2000 e 1:500, quest ultima con l indicazione del perimetro dell edificio. Eventuale documentazione integrativa che ti è stata indicata in fase di sopralluogo (autorizzazioni di terzi e/o servitù). Società soggetta all'attività di direzione Capitale Soc. euro ,00 i.v. e coordinamento di Edison Spa Reg. Imprese di Padova e C.F C.P MI Partita IVA REA di Padova

2 NUOVE URBANIZZAZIONI

3 COSA FARE PER ATTIVARE L EROGAZIONE DEL GAS L attivazione della fornitura avviene da parte della società di distribuzione su richiesta di una società di vendita operante nel territorio nazionale. In base a quanto stabilito dalle delibere dell Autorità per l Energia Elettrica ed il gas n. 236/00 del 28 dicembre 2000 e n. 40/04 del 19 marzo 2004 l azienda di distribuzione preliminarmente all attivazione della fornitura deve verificare che l impianto interno dell utente, a valle del contatore sia stato costruito e risponda ai requisiti di sicurezza previsti dalla legge. A tal fine l art. 16 della delibera 40/04 così recita: Articolo 16 Attivazione della fornitura per impianti di utenza nuovi In occasione di ogni richiesta di nuovo allaccio di un impianto di utenza nuovo il distributore mette a disposizione del venditore: 16.1 a. se l impianto di utenza ricade nell ambito di applicazione della legge n. 46/90, i moduli Richiesta di attivazione della fornitura di gas, di cui all allegato A, e Attestazione di corretta esecuzione dell impianto, di cui all allegato B; b. se l impianto di utenza non ricade nell ambito di applicazione della legge n. 46/90, i moduli Richiesta di attivazione della fornitura di gas, di cui all allegato C, e Attestazione di corretta esecuzione dell impianto, di cui all allegato D Il modulo di cui all allegato A o C, compilato in tutte le sue parti e firmato a cura del cliente finale e il modulo di cui all allegato B o D, compilato nelle sezioni pertinenti e firmato a cura dell installatore dell impianto di utenza, corredato di tutti gli allegati indicati nel modulo stesso, costituiscono la documentazione indispensabile per l attivazione della fornitura. Nel caso di esito positivo dell accertamento sulla documentazione di cui al precedente comma 16.2, il distributore attiva la fornitura di gas. Nel caso in cui l accertamento abbia esito negativo, il distributore, almeno due giorni lavorativi prima della data fissata o concordata con il venditore per l attivazione della fornitura di gas, invia al venditore stesso, previo avviso di annullamento dell appuntamento, una comunicazione in cui:

4 a. notifica l esito negativo dell accertamento; b. evidenzia le motivazioni dell esito negativo ed indica le non conformità alle norme tecniche vigenti riscontrate; c. segnala al venditore che richiede l attivazione della fornitura la necessità di presentare una nuova richiesta di attivazione della fornitura, corredata della documentazione di cui al comma 16.2 del presente regolamento in forma completa e congruente, solo dopo avere provveduto all eliminazione delle non conformità riscontrate. Il cliente finale entro i 30 giorni solari successivi alla data di attivazione della fornitura di gas fa pervenire al distributore: 16.5 a. per gli impianti di utenza ricadenti nell ambito di applicazione della legge n. 46/90, copia della dichiarazione di conformità dell impianto di utenza compilata in ogni sua parte e sottoscritta dall installatore, priva degli allegati previsti dalle leggi vigenti in materia; b. per gli impianti di utenza non ricadenti nell ambito di applicazione della legge n. 46/90, copia di una dichiarazione dell installatore in cui attesta sotto la propria responsabilità di aver eseguito con esito positivo tutte le prove di sicurezza e funzionalità dell impianto di utenza e delle apparecchiature da esso alimentate richieste dalle leggi e norme tecniche vigenti e nel rispetto delle istruzioni fornite dai fabbricanti degli apparecchi collegati all impianto. Il distributore sospende la fornitura di gas nel caso in cui, trascorsi 40 giorni solari dalla data di attivazione della fornitura, non gli sia pervenuta la documentazione di cui al precedente comma. In tal caso il distributore, con un preavviso di almeno due giorni lavorativi, comunica al cliente finale: 16.6 a. la data di sospensione della fornitura di gas; b. l addebito al suo venditore dell importo di cui al comma 8.7 per l intervento di sospensione della fornitura di gas; c. i tempi per l attivazione della fornitura, che decorreranno dalla data di presentazione della documentazione richiesta e non consegnata.

5 16.7 Quanto previsto dai commi precedenti deve essere indicato nel preventivo per l esecuzione di lavori che prevedano anche l attivazione della fornitura di cui agli articoli 4 e 5 della deliberazione n. 47/00. Al fine di dare attuazione alla delibera di cui sopra sono state emanate le procedure: IMPIANTI NUOVI IMPIANTI MODIFICATI IMPIANTI RIATTIVATI Consultabili nella sezione ACCERTAMENTI POST CONTATORE di questo sito

6 DOMANDE/RISPOSTE A chi mi devo rivolgere per un preventivo per allacciarmi alla rete gas? È sufficiente presentare la richiesta di preventivo per l allacciamento alla rete presso lo sportello competente per zona, dove troverà anche disponibili i relativi moduli, ed allegare alcuni documenti (vedi risposta domanda 5). I nostri operatori sono a sua disposizione per darle tutte le informazioni che desidera. In alternativa, se le è più comodo, può chiamare il nostro servizio clienti al numero verde inviare una richiesta scritta a mezzo posta o fax con indicati tutti i dati e le informazioni da fornire (vedi risposta domanda 2). Ricevuta la richiesta, Il nostro tecnico concorderà con lei un appuntamento per fissare un sopralluogo, valuterà la fattibilità dei lavori e le preparerà un preventivo di spesa indicandole anche le modalità di posa della cassetta di protezione del contatore che sarà sua cura predisporre. Nel caso lei non l abbia fatto in precedenza, all accettazione del preventivo sarà necessario far pervenire tutti i documenti necessari (vedi risposta domanda 5). Quali sono i dati che devo fornire per il preventivo? - Indirizzo presso cui effettuare i lavori di allaccio. - Indirizzo presso cui ricevere il preventivo di spesa. - Come vuole utilizzare la fornitura: es. cottura, acqua calda, riscaldamento con o senza uso cottura e acqua calda. - Quale potenzialità complessiva sarà necessaria per l impianto espressa in Kcal o Kw. Entro quanti giorni viene emesso e recapitato il preventivo? Il preventivo, a seconda della potenzialità dell impianto e del contatore che andrà installato al termine dei lavori, verrà emesso entro 15 o 20 giorni lavorativi dalla sua richiesta. Cosa devo fare per richiedere un allacciamento alla rete gas? Vedi risposta alla domanda 1. Che documenti devo presentare per ottenere un allacciamento alla rete gas? Casa e ufficio: - Documento di identità e codice fiscale se richiede l attivazione per uso residenziale. - Partita IVA e documento di identità del legale rappresentante se richiede l attivazione per uso professionale. - Per gli immobili costruiti prima del 30/01/1977, Dichiarazione Sostitutiva dell Atto di Notorietà con cui si attesta che l immobile è stato costruito prima di tale data e non ha subito modifiche. - Per gli immobili costruiti o modificati dopo il 30/01/1977, Dichiarazione Sostitutiva dell Atto di Notorietà con cui si attesta il numero e la data della

7 concessione edilizia. In alternativa può presentare copia della concessione edilizia. - Per gli immobili di nuova costruzione copia della planimetria in scala 1:2000 o 1:500, quest ultima con l indicazione del perimetro dell edificio - Eventuale documentazione integrativa che è stata indicata in fase di sopralluogo (autorizzazioni di terzi e/o servitù). Azienda: - Partita IVA, codice attività dell Azienda e documento di identità del legale rappresentante. - Eventuale delega scritta se la richiesta non viene sottoscritta dal legale rappresentante. - Per gli immobili costruiti prima del 30/01/1977, Dichiarazione Sostitutiva dell Atto di Notorietà con cui si attesta che l immobile è stato costruito prima di tale data e non ha subito modifiche. - Per gli immobili costruiti o modificati dopo il 30/01/1977, Dichiarazione Sostitutiva dell Atto di Notorietà con cui si attesta il numero e la data della concessione edilizia. In alternativa puoi presentare copia della concessione edilizia. - Per gli immobili di nuova costruzione copia della planimetria in scala 1:2000 o 1:500, quest ultima con l indicazione del perimetro dell edificio. - Eventuale documentazione integrativa che è stata indicata in fase di sopralluogo (autorizzazioni di terzi e/o servitù). Enti e condomini: - Documento di identità e codice fiscale se richiede la fornitura per uso residenziale. - Partita IVA e documento di identità del legale rappresentante se richiede l attivazione per altri usi. - Eventuale delega scritta se la richiesta non viene sottoscritta dal richiedente (amministratore/legale rappresentante). - Per gli immobili costruiti prima del 30/01/1977, Dichiarazione Sostitutiva dell Atto di Notorietà con cui si attesta che l immobile è stato costruito prima di tale data e non ha subito modifiche. - Per gli immobili costruiti o modificati dopo il 30/01/1977, Dichiarazione Sostitutiva dell Atto di Notorietà con cui si attesta il numero e la data della concessione edilizia. In alternativa copia della concessione edilizia. - Per gli immobili di nuova costruzione copia della planimetria in scala 1:2000 e 1:500, quest ultima con l indicazione del perimetro dell edificio. - Eventuale documentazione integrativa che ti è stata indicata in fase di sopralluogo (autorizzazioni di terzi e/o servitù). Quanto costa allacciarsi alla rete del gas? Il preventivo di allacciamento da corrispondere le verrà comunicato dopo l esecuzione di un sopralluogo da parte dei tecnici preposti (per tempo emissione preventivo vedi risposta 3).

8 Entro quanti giorni viene realizzato l allacciamento? Una volta che Lei avrà presentato i documenti richiesti, effettuato gli eventuali lavori di Sua competenza, nonché provveduto al pagamento del preventivo, a seconda della potenzialità richiesta e del contatore che andrà installato, i lavori di allacciamento, in condizioni normali di esercizio, verranno effettuati entro 15 o 20 giorni lavorativi. Questo se si tratta di una zona già metanizzata in bassa pressione, altrimenti entro i termini che Le verranno comunicati sul preventivo di spesa. Cosa devo fare per ottenere l attivazione della fornitura/installazione contatore? Se il suo immobile risulta già allacciato alla rete di distribuzione può richiedere l attivazione della fornitura del gas. Nel caso in cui lei non abbia ancora il contatore contestualmente all attivazione della fornitura le verrà installato anche il contatore. Richiedere la fornitura è semplicissimo. E sufficiente recarsi presso lo sportello competente per zona dove potrà sottoscrivere la richiesta di fornitura (nel caso di azienda la richiesta di attivazione della fornitura dovrà essere sottoscritta dal legale rappresentante o suo delegato) alla quale dovrà allegare alcuni documenti (vedi risposta alla domanda 9). Dopo aver verificato la completezza dei documenti presentati e dei dati forniti, il nostro consulente concorderà con lei un appuntamento per mandarle la squadra tecnica che provvederà ad attivarle la fornitura. Le spese relative all attivazione del servizio le verranno addebitate nella prima fattura utile. Che documenti devo presentare per ottenere l attivazione della fornitura/installazione contatore? Casa e ufficio: - Documento di identità e codice fiscale dell intestatario della fornitura se richiede l attivazione per uso residenziale. - Partita IVA e documento di identità del legale rappresentante se richiede l attivazione per uso professionale. - Dichiarazione di Conformità dell impianto interno firmata dall installatore abilitato completa del numero di matricola del contatore (se già installato) e delle potenzialità installate. Tale dichiarazione va redatta su un apposito modulo disponibile presso lo sportello o scaricabile da Internet. - Delega firmata di chi richiede l attivazione della fornitura, se la richiesta è firmata da una persona diversa, con documento di riconoscimento del delegato. - Per gli immobili costruiti prima del 30/01/1977, solo se non già resa in fase di allacciamento, Dichiarazione Sostitutiva dell Atto di Notorietà con cui si attesta che l immobile è stato costruito prima di tale data e non ha subito modifiche. - Per gli immobili costruiti o modificati dopo il 30/01/1977, solo se non già resa in fase di allacciamento, Dichiarazione Sostitutiva dell Atto di Notorietà con cui si attesta il numero e la data della concessione edilizia. In alternativa può essere presentata la fotocopia di una fattura di un altro servizio pubblico erogato presso l immobile (es. Energia Elettrica) o una copia della concessione edilizia. - Per gli immobili situati nella Regione Veneto e costruiti o modificati dopo il

9 30/01/1977 il Certificato di Abitabilità o Agibilità o una autocertificazione silenzio assenso dell Atto di Notorietà contenente gli estremi del certificato stesso o della sua richiesta di rilascio da almeno 45 giorni. Azienda: - Partita IVA e documento di identità del legale rappresentante. - Eventuale delega, se la richiesta di fornitura viene sottoscritta da persona diversa dal legale rappresentante. - Dichiarazione di Conformità dell impianto interno firmata dall installatore abilitato completa del numero di matricola del contatore (se già installato) e delle potenzialità installate. Tale dichiarazione va redatta su un apposito modulo disponibile presso lo sportello o scaricabile da Internet. - Eventuale dichiarazione di collaudo positivo delle tubazioni alla pressione di 1,5 volte quella di esercizio per almeno 24 ore (nel caso di fornitura con pressione superiore a 40 mbar). - Per gli immobili costruiti prima del 30/01/1977, solo se non già resa in fase di allacciamento, Dichiarazione Sostitutiva dell Atto di Notorietà con cui si attesta che l immobile è stato costruito prima di tale data e non ha subito modifiche. - Per gli immobili costruiti o modificati dopo il 30/01/1977, solo se non già resa in fase di allacciamento, Dichiarazione Sostitutiva dell Atto di Notorietà con cui si attesta il numero e la data della concessione edilizia. In alternativa può essere presentata la fotocopia di una fattura di un altro servizio pubblico erogato presso l immobile (es. Energia Elettrica) o una copia della concessione edilizia. - Per gli immobili situati nella Regione Veneto e costruiti o modificati dopo il 30/01/1977 il Certificato di Abitabilità o Agibilità o una autocertificazione silenzio assenso contenente gli estremi del certificato stesso o della sua richiesta di rilascio da almeno 45 giorni; solamente per gli stabilimenti artigianali ed industriali, in assenza dell agibilità, è sufficiente presentare copia della concessione edilizia e del verbale di inizio lavori. - N. 2 planimetrie timbrate e firmate dei locali interessati con indicate le relative destinazioni d uso, le posizioni delle apparecchiature funzionati a gas naturale e degli eventuali punti di utilizzo (da presentare solo ad integrazione della domanda per accedere alle agevolazioni fiscali). - Certificato d iscrizione alla camera di commercio o dichiarazione sostitutiva (da presentare solo ad integrazione della domanda per accedere alle agevolazioni fiscali). - Copia della licenza se pubblico esercizio (da presentare solo ad integrazione della domanda per accedere alle agevolazioni fiscali). Enti e condomini: - Documento di identità e codice fiscale dell intestatario della fornitura se richiede l attivazione per uso residenziale. - Partita IVA e documento di identità del legale rappresentante se richiede l attivazione per altri usi. - Dichiarazione di Conformità dell impianto interno firmata dall installatore abilitato completa del numero di matricola del contatore (se già installato) e delle potenzialità installate. Tale dichiarazione va redatta su un apposito modulo disponibile presso lo sportello o scaricabile da Internet. - Delega firmata di chi richiede l attivazione della fornitura, se la richiesta è

10 firmata da una persona diversa, con documento di riconoscimento del delegato. - Per gli immobili costruiti prima del 30/01/1977, solo se non già resa in fase di allacciamento, Dichiarazione Sostitutiva dell Atto di Notorietà con cui si attesta che l immobile è stato costruito prima di tale data e non ha subito modifiche. - Per gli immobili costruiti o modificati dopo il 30/01/1977, solo se non già resa in fase di allacciamento, Dichiarazione Sostitutiva dell Atto di Notorietà con cui si attesta il numero e la data della concessione edilizia. In alternativa può essere presentata la fotocopia di una fattura di un altro servizio pubblico erogato presso l immobile (es. Energia Elettrica) o una copia della concessione edilizia. - Per gli immobili situati nella Regione Veneto e costruiti o modificati dopo il 30/01/1977 il Certificato di Abitabilità o Agibilità o una autocertificazione silenzio assenso contenente gli estremi del certificato stesso o della sua richiesta di rilascio da almeno 45 giorni. Entro quanti giorni viene attivata la fornitura? La fornitura le verrà attivata, a seconda del contatore installato, entro 5 o 10 giorni lavorativi dalla sua richiesta con presentazione della documentazione necessaria (vedi risposta alla domanda 9). Cosa devo fare per ottenere la cessazione della fornitura? Per ottenere la cessazione della fornitura è sufficiente recarsi presso lo sportello territorialmente competente e sottoscrivere l apposito modulo. In alternativa, la cessazione può essere richiesta per lettera o tramite telefono, fax o posta elettronica fornendo il proprio codice cliente, il proprio codice fiscale o partita I.V.A., l indirizzo di spedizione dell ultima bolletta (se diverso da quello di fornitura) e il numero di telefono per eventuali comunicazioni di servizio. Entro quanti giorni viene chiuso il contatore? La fornitura le verrà disattivata, a seconda del contatore installato, entro 5 o 7 giorni lavorativi dal ricevimento della sua richiesta. Se cambio casa/appartamento quanti giorni prima devo chiedere la cessazione? La cessazione, a seconda del contatore installato, deve essere presentata 5 o 7 giorni lavorativi prima della data di disattivazione richiesta. Cosa devo fare per richiedere una voltura per subentrare a una fornitura precedentemente attivata? La prima cosa da fare è controllare che il precedente intestatario della fornitura abbia cessato la propria utenza. Dopo questo controllo preliminare è sufficiente sottoscrivere la richiesta di fornitura presso lo sportello competente per zona e presentare alcuni documenti (vedi risposta alla domanda 15). Dopo aver verificato la completezza dei documenti presentati e dei dati forniti, il nostro consulente concorderà con lei un appuntamento per mandarle la squadra tecnica che provvederà ad attivarle la fornitura. Che documenti devo presentare per ottenere la voltura/subentro? Casa e ufficio: - Documento di identità e codice fiscale dell intestatario della fornitura se

11 richiede la fornitura per uso residenziale. - Partita IVA e documento di identità del legale rappresentante se richiede la fornitura per uso professionale. - Se l impianto è stato modificato/ampliato rispetto alla precedente fornitura, Dichiarazione di Conformità dell impianto interno firmata dall installatore abilitato. Tale dichiarazione va redatta su un apposito modulo disponibile presso lo sportello o scaricabile da Internet. - Delega firmata di chi richiede l attivazione della fornitura, se la richiesta è firmata da una persona diversa, con documento di riconoscimento del delegato. Azienda: - Partita IVA e documento di identità del legale rappresentante. - Eventuale delega, se la richiesta di fornitura viene sottoscritta da persona diversa dal legale rappresentante. - Se l impianto è stato modificato/ampliato rispetto alla precedente fornitura, Dichiarazione di Conformità dell impianto interno firmata dall installatore abilitato. Tale dichiarazione va redatta su un apposito modulo disponibile presso lo sportello o scaricabile da Internet. - N. 2 planimetrie timbrate e firmate dei locali interessati con indicate le relative destinazioni d uso, le posizioni delle apparecchiature funzionati a gas naturale e degli eventuali punti di utilizzo (da presentare solo ad integrazione della domanda per accedere alle agevolazioni fiscali). - Certificato d iscrizione alla camera di commercio o dichiarazione sostitutiva (da presentare solo ad integrazione della domanda per accedere alle agevolazioni fiscali). - Copia della licenza se pubblico esercizio (da presentare solo ad integrazione della domanda per accedere alle agevolazioni fiscali). Enti e condomini: - Documento di identità e codice fiscale dell intestatario della fornitura se richiede la fornitura per uso residenziale. - Partita IVA e documento di identità del legale rappresentante se richiede la fornitura per altri usi. - Se l impianto è stato modificato/ampliato rispetto alla precedente fornitura, Dichiarazione di Conformità dell impianto interno firmata dall installatore abilitato. Tale dichiarazione va redatta su un apposito modulo disponibile presso lo sportello o scaricabile da Internet. - Delega firmata di chi richiede l attivazione della fornitura, se la richiesta è firmata da una persona diversa, con documento di riconoscimento del delegato. Entro quanto viene riattivata la fornitura? La fornitura le verrà riattivata, a seconda del contatore installato, entro 5 o 10 giorni lavorativi dalla sua richiesta con presentazione della documentazione necessaria (vedi risposta alla domanda 15). Come posso variare l uso della fornitura del gas? In qualunque momento può richiedere una variazione d uso della sua fornitura per passare, ad esempio, dall utilizzo del gas per la sola cottura dei cibi all utilizzo anche per il riscaldamento. Prima di tutto è necessario disdire la fornitura al momento in vigore per quel

12 determinato tipo di utilizzo (es. cottura). Per farlo è sufficiente sottoscrivere l apposito modulo disponibile presso lo sportello competente per zona (vedi risposta alla domanda n. 11). Contestualmente alla chiusura del contratto potrà sottoscrivere una nuova richiesta di fornitura per il nuovo tipo di utilizzo (es. riscaldamento) (vedi risposta alla domanda n. 8). Che documenti devo presentare per ottenere la variazione? Per ottenere la variazione bisogna presentare la Dichiarazione di Conformità dell impianto interno firmata dall installatore abilitato con indicate le potenzialità installate. Tale dichiarazione va redatta su un apposito modulo disponibile presso lo sportello o scaricabile da Internet Come posso spostare il contatore? È sufficiente presentare la richiesta di spostamento del contatore presso lo sportello competente per zona, dove troverà anche disponibili i relativi moduli, ed allegare eventuali documenti richiesti (vedi risposta domanda 20). In alternativa, se le è più comodo, può inviare una richiesta scritta a mezzo posta o fax. Ricevuta la richiesta, Il nostro consulente concorderà con lei un appuntamento per mandarle la squadra tecnica che, in seguito ad un sopralluogo, valuterà la fattibilità dei lavori e le preparerà un preventivo di spesa indicandole anche le modalità di posa dell eventuale nuova cassetta di protezione del contatore che sarà sua cura predisporre. Che documenti devo presentare per ottenere lo spostamento del contatore Nel caso i lavori interessino anche l impianto interno e necessario presentare una Dichiarazione di Conformità dell impianto interno firmata dall installatore abilitato. Entro quanto viene realizzato lo spostamento del contatore? Una volta che Lei avrà effettuato gli eventuali lavori di Sua competenza, nonché provveduto al pagamento del preventivo, a seconda della potenzialità richiesta e del contatore che andrà installato, i lavori di allacciamento, in condizioni normali di esercizio, verranno effettuati entro 15 o 20 giorni lavorativi. La cassetta di protezione del contatore la fornite voi? No, non la forniamo noi. Può richiederla al suo installatore di fiducia o acquistarla presso negozi specializzati, in base alle indicazioni che le sono state fornite al momento del sopralluogo. Che dimensioni deve avere la nicchia/cassetta protezione del contatore? Le dimensioni e caratteristiche della nicchia/cassetta di protezione le verranno indicate nel preventivo di spesa, che verrà emesso dopo il sopralluogo da parte dei tecnici preposti. Ho ampliato/modificato l impianto interno, cosa devo fare? Premesso che qualsiasi ampliamento o modifica dell impianto interno deve

13 essere preventivamente autorizzato dalla Società di Distribuzione competente, una volta realizzate le modifiche il Cliente dovrà consegnare all Azienda la Dichiarazione di Conformità dell impianto interno firmata dall installatore abilitato. Devo metanizzare una lottizzazione, cosa devo fare e a chi mi devo rivolgere? Deve presentare una richiesta, con allegata una planimetria, all Azienda di Distribuzione territorialmente competente. Risiedo in una zona non metanizzata, a chi mi devo rivolgere per ottenere un ampliamento della rete e l allacciamento? La richiesta và inoltrata all Azienda di Distribuzione territorialmente competente. Che cos è la carta del servizio? La Carta del Servizi è uno strumento di tutela dei cittadini che dichiara i livelli di qualità commerciale dei servizi forniti dall'azienda, nonché i tempi entro i quali devono essere eseguiti. Per alcuni standard, relativi ad alcuni servizi, è previsto automaticamente un rimborso economico nel caso in cui l'azienda non li rispetti. Mi sembra che il contatore non funzioni correttamente. Come posso avere una verifica? Quanto mi costa? Il Cliente può richiedere in qualsiasi momento la verifica della funzionalità del contatore (esempio che non sia bloccato). Se lo ritiene opportuno può anche chiedere una verifica metrica del contatore presso laboratori o società abilitate, che forniscono le migliore condizioni di professionalità e obiettività nelle verifiche. Se i limiti di tolleranza ammessi dalla legislazione vigente (+/- 4%), saranno superati, l Azienda si accollerà le spese di verifica e sostituirà il misuratore, in caso contrario le spese delle operazioni saranno a carico del richiedente. Per attivare la procedura di verifica metrica è necessario sottoscrivere l apposito modulo presso lo sportello territorialmente competente, dove potrà avere indicazioni sulle spese da sostenere.

14 DOCUMENTAZIONE DI RIFERIMENTO Tutta la documentazione di riferimento è consultabile sul sito

Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa. Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : /

Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa. Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : / Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : / GARDA UNO SPA Spazio per timbro e data di protocollo Via I. Barbieri, 20 25080 PADENGHE s/g

Dettagli

INDENNIZZI A FAVORE DEI CONSUMATORI PREVISTI DALL AUTORITA PER L ENERGIA

INDENNIZZI A FAVORE DEI CONSUMATORI PREVISTI DALL AUTORITA PER L ENERGIA INDENNIZZI A FAVORE DEI CONSUMATORI PREVISTI DALL AUTORITA PER L ENERGIA Per tutelare i clienti che subiscono interruzioni o disservizi nella fornitura di energia elettrica e gas e per incentivare le società

Dettagli

Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici U.O. Condono Edilizio ROMA CAPITALE

Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici U.O. Condono Edilizio ROMA CAPITALE ROMA CAPITALE Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici Ufficio Condono Edilizio Ufficio Diritto di Accesso Agli Atti Mod. 10/E (10.06.2013 )

Dettagli

L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n.

L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n. Spazio riservato al Servizio Urbanistica AGIBILITA' n del L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n.160 ) l sottoscritt...

Dettagli

COMUNE DI ROTTOFRENO Provincia di Piacenza SETTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: SE UFFICIO: COMMERCIO cod: ELENCO DEI PROCEDIMENTI

COMUNE DI ROTTOFRENO Provincia di Piacenza SETTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: SE UFFICIO: COMMERCIO cod: ELENCO DEI PROCEDIMENTI rev.0 -data:pagina 1 di 10 TTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: 01 COM 1- Esercizio di vicinato: (Sup di vendita fino a 250 mq.) apertura, trasferimento di sede, ampliamento della superficie, subentro, cessazione,

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE Modello da compilarsi a cura del dichiarante, direttore lavori e impresa esecutrice opere Sportello per l Edilizia COMUNE DI VENEZIA DIREZIONE SPORTELLO UNICO EDILIZIA Sede di Venezia - San Marco 4023

Dettagli

MANUALE UTENTE PER LA RICHIESTA DI TRASFERIMENTO DI TITOLARITÁ

MANUALE UTENTE PER LA RICHIESTA DI TRASFERIMENTO DI TITOLARITÁ MANUALE UTENTE PER LA RICHIESTA DI TRASFERIMENTO DI TITOLARITÁ Novembre 2014 INDICE Sezione 1: Documentazione e Classificazione dei Cambi di Titolarità... 4 1. TIPOLOGIE DI CAMBI DI TITOLARITÀ... 8 1.1.

Dettagli

Condizioni economiche e modalità di erogazione del servizio di connessione ed altre prestazioni specifiche

Condizioni economiche e modalità di erogazione del servizio di connessione ed altre prestazioni specifiche Condizioni economiche e modalità di erogazione del servizio di connessione ed altre prestazioni specifiche Distribuzione Energia Elettrica Sommario 1. Ambito di applicazione... 4 2. Nuove connessioni e

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti.

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti. INDICE Informazioni per i cittadini - 3 Campagna di controllo degli impianti termici - 3 Responsabile dell impianto termico - 4 La manutenzione degli impianti: frequenze temporali delle operazioni - 4

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres.

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. Regolamento attuativo dell articolo 9, commi da 26 a 34 della

Dettagli

GUIDA AL VERSAMENTO DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI

GUIDA AL VERSAMENTO DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI GUIDA AL VERSAMENTO DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI Chi deve pagare la Tassa Smaltimento Rifiuti Solidi Urbani? Tutti coloro che occupano,utilizzano o dispongono di locali e di aree scoperte a qualsiasi

Dettagli

La tariffa bioraria, quando conviene e consigli per il mercato libero

La tariffa bioraria, quando conviene e consigli per il mercato libero La tariffa bioraria, quando conviene e consigli per il mercato libero La nuova tariffa bioraria Il 1 luglio del 2010 entreranno in vigore le nuove tariffe biorarie fissate dall'autorità per l'energia Elettrica

Dettagli

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO Comune di Cabras Provincia di Oristano Comuni de Crabas Provìncia de Aristanis Ufficio Tecnico S e r v i z i o l l. p p. - U r b a n i s t i c a - P a t r i m o n i o REGOLAMENTO PER LA VENDITA DA PARTE

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI

ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI SI AVVERTE CHE PER LA CORRETTA COMPILAZIONE DEL MOD.COM1, È NECESSARIA UNA PRELIMINARE ATTENTA LETTURA

Dettagli

MODULO S3 AVVERTENZE GENERALI

MODULO S3 AVVERTENZE GENERALI MODULO S3 Scioglimento, liquidazione, cancellazione dal Registro Imprese AVVERTENZE GENERALI Finalità del modulo Il modulo va utilizzato per l iscrizione nel Registro Imprese dei seguenti atti: scioglimento

Dettagli

Cessazione del Servizio di tutela gas per i clienti finali non domestici (deliberazioni 280/2013/R/gas e 457/2013/R/gas)

Cessazione del Servizio di tutela gas per i clienti finali non domestici (deliberazioni 280/2013/R/gas e 457/2013/R/gas) Cessazione del Servizio di tutela gas per i clienti finali non domestici (deliberazioni 280/2013/R/gas e 457/2013/R/gas) Direzione Consumatori e Utenti Seminario online - organizzazioni PMI 5 marzo 2014

Dettagli

HELP DESK FRONT OFFICE VADEMECUM PER L UTENZA

HELP DESK FRONT OFFICE VADEMECUM PER L UTENZA Prot. Generale n. 19033 del 23.10.2012 Primo livello di help desk HELP DESK FRONT OFFICE VADEMECUM PER L UTENZA Qui di seguito si riportano alcune delle più frequenti domande con le relative risposte.

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3 FAQ 2015 Flusso telematico dei modelli 730-4 D.M. 31 maggio 1999, n. 164 Comunicazione dei sostituti d imposta per la ricezione telematica, tramite l Agenzia delle entrate, dei dati dei 730-4 relativi

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

Energia Elettrica e Gas Prontuario 2015

Energia Elettrica e Gas Prontuario 2015 Energia Elettrica e Gas Prontuario 2015 BARI ENERGIA Srl Via Junipero Serra, 19 - CAP 70125 Bari (BA) C.F./P.I. 07383800724 2 PRONTUARIO ENERGIA ELETTRICA & GAS 2015 PRONTUARIO ENERGIA ELETTRICA & GAS

Dettagli

Quando attenzione fa rima con conciliazione. Enel è unica anche in questo.

Quando attenzione fa rima con conciliazione. Enel è unica anche in questo. Quando attenzione fa rima con conciliazione. Enel è unica anche in questo. Guida semplice per i clienti alla Conciliazione Paritetica on-line Per risolvere le controversie in modo semplice, veloce e gratuito,

Dettagli

AL COMUNE DI RACALMUTO Sportello Unico per le Attività Produttive

AL COMUNE DI RACALMUTO Sportello Unico per le Attività Produttive Bollo 14,62 AL COMUNE DI RACALMUTO Sportello Unico per le Attività Produttive ESERCIZIO DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE STRUTTURE DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE (COM 4A - D.A. 8/5/2001) Ai sensi della L.r.

Dettagli

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Informativa ONB Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti beneficiari... 2 3 Ambito oggettivo

Dettagli

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e:

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e: Marca da bollo 14,62 AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI BERTINORO OGGETTO: Richiesta licenza di spettacolo o trattenimento pubblici di cui all art. 68/ 69 del regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, a carattere

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

Stampare in modalità fronte-retro

Stampare in modalità fronte-retro CODICE DI RETE TIPO PER LA DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE ALLEGATO 2 DELIBERAZIONE 6 GIUGNO 2006, N. 108/06 COME MODIFICATO DALLE DELIBERAZIONI 2 OTTOBRE 2007, N. 247/07, 14 DI- CEMBRE 2007, N. 324/07,

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in, alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito da in persona di ), e, nato a, il, residente in, alla

Dettagli

Sintesi modifiche apportate alle Disposizioni Attuative Specifiche della Mis. 123 - Accrescimento del valore aggiunto del settore agricolo e forestale

Sintesi modifiche apportate alle Disposizioni Attuative Specifiche della Mis. 123 - Accrescimento del valore aggiunto del settore agricolo e forestale REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana ASSESSORATO REGIONALE DELLE RISORSE AGRICOLE E ALIMENTARI DIPARTIMENTO REGIONALE INTERVENTI STRUTTURALI Programma di Sviluppo Rurale Regione Sicilia 2007-2013 Reg.

Dettagli

CIL PER INTERVENTI DI EDILIZIA LIBERA 12 (art. 6, comma 2, lettere b, c, d ed e, d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380)

CIL PER INTERVENTI DI EDILIZIA LIBERA 12 (art. 6, comma 2, lettere b, c, d ed e, d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380) 2 Al Comune di Pratica edilizia SUAP SUE Indirizzo PEC / Posta elettronica del Protocollo CIL PER INTERVENTI DI EDILIZIA LIBERA 12 (art. 6, comma 2, lettere b, c, d ed e, d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380)

Dettagli

REGO OLAMENTO FUI Regolamento disciplinante

REGO OLAMENTO FUI Regolamento disciplinante REGOLAMENTO FUI anni termici 2014-2016 Regolamento disciplinante le procedur re concorsuali per l individuazione dei fornitori i di ultima istanza di gass naturale per il periodo 1 ottobre 2014-30 settembre

Dettagli

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO BANDO PUBBLICO N. 2 PER IL FINANZIAMENTO DI PERCORSI FORMATIVI INDIVIDUALI MEDIANTE ASSEGNAZIONE

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio SPACCI INTERNI COMUNICAZIONE

Forme speciali di vendita al dettaglio SPACCI INTERNI COMUNICAZIONE MOD.COM 4 SUROMA SPORTELLO UNICO DEL COMMERCIO MUNICIPIO.. Via - 00..Roma Forme speciali di vendita al dettaglio SPACCI INTERNI COMUNICAZIONE Al Comune di *... Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 16 e 26

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

AMIANTO PIANO DI LAVORO

AMIANTO PIANO DI LAVORO AMIANTO PIANO DI LAVORO Piano di lavoro [art. 256 D. Lgs. 81/2008] I lavori di demolizione o rimozione dei materiali contenenti amianto possono essere effettuati solo da imprese iscritte all Albo nazionale

Dettagli

Regione Siciliana ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI DIPARTIMENTO LAVORI PUBBLICI UFFICIO DEL GENIO CIVILE DI TRAPANI U.O.B.C. N. 4 EDILIZIA PRIVATA

Regione Siciliana ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI DIPARTIMENTO LAVORI PUBBLICI UFFICIO DEL GENIO CIVILE DI TRAPANI U.O.B.C. N. 4 EDILIZIA PRIVATA REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI DIPARTIMENTO LAVORI PUBBLICI UFFICIO DEL GENIO CIVILE DI TRAPANI U.O.B.C. N. 4 EDILIZIA PRIVATA Al Dirigente Responsabile della U.O.B.S.

Dettagli

L applicazione dell IVA agevolata del 10% per le opere di MANUTENZIONE ORDINARIA E MANUTENZIONE STRAORDINARIA

L applicazione dell IVA agevolata del 10% per le opere di MANUTENZIONE ORDINARIA E MANUTENZIONE STRAORDINARIA Studio Tecnico Geometri SAPINO Giuseppe e PEDERZANI Fabio Via Pollano, 26 12033 MORETTA (CN) - tel. 0172.94169 fax 172.917563 mail: gsapino@geosaped.com fpederzani@geosaped.com P.E.C.: giuseppe.sapino@geopec.it

Dettagli

V02-2012 Maggio 2012 EDISON E LA CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI

V02-2012 Maggio 2012 EDISON E LA CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI V02-2012 Maggio 2012 EDISON E LA CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI Edison Energia S.p.A. è Certificata ISO 9001:2008 EDISON E LA CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI La Carta della Qualità dei Servizi di Edison

Dettagli

5 Contributo Autonoma Sistemazione

5 Contributo Autonoma Sistemazione 5 Contributo Autonoma Sistemazione CAS A valere sulle risorse finanziarie di cui all articolo 3 dell Ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile (OCDPC) n. 232 del 30 marzo 2015 viene stimata

Dettagli

Regolamento per l assegnazione dei contributi per "edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi" e per "centri civici e sociali

Regolamento per l assegnazione dei contributi per edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi e per centri civici e sociali Regolamento per l assegnazione dei contributi per "edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi" e per "centri civici e sociali attrezzature culturali e sanitarie." (Deliberazioni del Consiglio

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA

LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA 2004 INDICE Libretto di impianto pag. 3 Scheda 1 4 Scheda 2 5 Scheda 3 6 Scheda 4 7 Scheda 5 9 Scheda 6 10 Scheda 7 11 Scheda

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA' TIPO A TIPO B

Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA' TIPO A TIPO B CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Mod. Comunale (Modello 0047 Versione 002 2014) Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA'

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA S U E Settore URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA Febbraio 2013 TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Art. 1 Definizioni... 3

Dettagli

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Il presente modulo, sottoscritto e corredato della documentazione necessaria, può essere: consegnato in un qualunque Ufficio Postale

Dettagli

Prima iscrizione degli immobili al CEU (estensione procedure di cui alla circ. n.1/2009) e controlli sulle titolarità

Prima iscrizione degli immobili al CEU (estensione procedure di cui alla circ. n.1/2009) e controlli sulle titolarità Direzione Centrale Catasto e Cartografia Modalità di aggiornamento relative alle intestazioni catastali presenti nelle dichiarazioni di DOCFA e nelle Domande di Volture Prima iscrizione degli immobili

Dettagli

5)- COME VIENE DEFINITA LA FORMALITÀ PRESSO IL P.R.A. RELATIVA AD UN IPOTECA? A - Annotazione B - Iscrizione C Trascrizione

5)- COME VIENE DEFINITA LA FORMALITÀ PRESSO IL P.R.A. RELATIVA AD UN IPOTECA? A - Annotazione B - Iscrizione C Trascrizione 1)- PER UN VEICOLO ESPORTATO ALL'ESTERO E SUCCESSIVAMENTE REISCRITTO IN ITALIA DALLO STESSO INTESTATARIO QUALE IPT PAGA?: A - L'IPT si paga in misura proporzionale B - Non si paga IPT C - L'IPT si paga

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE REGISTRO DELLE IMPRESE SCIOGLIMENTO, LIQUIDAZIONE e CANCELLAZIONE 1/2005 maggio 2005 www.an.camcom.it 1 PREMESSA... 3 SOCIETÀ DI CAPITALI... 3 DELIBERA DI SCIOGLIMENTO E NOMINA DEL LIQUIDATORE... 3 SCIOGLIMENTO

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

SOMMARIO TITOLO 1 DISPOSIZIONI GENERALI... 4 SEZIONE 1 CONDIZIONI DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA AI CLIENTI FINALI...

SOMMARIO TITOLO 1 DISPOSIZIONI GENERALI... 4 SEZIONE 1 CONDIZIONI DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA AI CLIENTI FINALI... TESTO INTEGRATO DELLE DISPOSIZIONI DELL AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS PER L EROGAZIONE DEI SERVIZI DI VENDITA DELL ENERGIA ELETTRICA DI MAGGIOR TUTELA E DI SALVAGUARDIA AI CLIENTI FINALI AI

Dettagli

Bando regionale per il sostegno di:

Bando regionale per il sostegno di: Bando regionale per il sostegno di: Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 2007/2013 Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Attività I.3.2 Adozione delle tecnologie

Dettagli

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali AMBITO TERRITORIALE DI AGNONE AGNONE BELMONTE DEL SANNIO CAPRACOTTA CAROVILLI CASTEL DEL GIUDICE CASTELVERRINO PESCOPENNATARO PIETRABBONDANTE POGGIO SANNITA SAN PIETRO AVELLANA SANT ANGELO DEL PESCO VASTOGIRARDI

Dettagli

Domanda di Certificazione Fairtrade

Domanda di Certificazione Fairtrade Domanda di Certificazione Fairtrade Procedura operativa standard Valida dal: 17.09.2013 Distribuzione: pubblica Indice 1. Scopo... 4 2. Campo di applicazione... 4 2.1 Chi deve presentare domanda di certificazione

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA Modena, il _ 11.01.2012 Prot. N 9 Pos. N /_ (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA VISTO il DPR 22 dicembre

Dettagli

Chi può presentare la domanda

Chi può presentare la domanda BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE LA CRESCITA DELLE IMPRESE SUI MERCATI INTERNAZIONALI II QUADRIMESTRE 2014 AFRQ2/14 La Camera di Commercio di Frosinone, attraverso ASPIN, Azienda Speciale

Dettagli

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI)

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) Domande frequenti inerenti la Relazione Energetico - Ambientale e la conformità delle pratiche edilizie alla normativa di settore. Aggiornamento al

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.)

Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.) Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.) Familiari per i quali può essere richiesto il ricongiungimento: 1. Coniuge non

Dettagli

Disciplina del recesso dai contratti per la fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale ai clienti finali

Disciplina del recesso dai contratti per la fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale ai clienti finali Disciplina del recesso dai contratti per la fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale ai clienti finali Art. 1 Definizioni 1.1 Ai fini del presente provvedimento si applicano le seguenti definizioni:

Dettagli

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it Allegato 4) Regolamento... li... ALLA SRT - SOCIETA PUBBLICA PER IL RECUPERO ED IL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI S.p.A. Strada Vecchia per Boscomarengo s.n. 15067 NOVI LIGURE AL Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE VERSIONE SPERIMENTALE

SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE VERSIONE SPERIMENTALE 1 1. Cos è la Carta della qualità dei servizi La realtà sempre più completa ed articolata delle pubbliche amministrazioni, se da un lato consente di offrire servizi diversificati alla cittadinanza, dall

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UG40U ATTIVITÀ 41.10.00 ATTIVITÀ 42.99.01 ATTIVITÀ 68.10.00 ATTIVITÀ 68.20.02 SVILUPPO DI PROGETTI IMMOBILIARI SENZA COSTRUZIONE

STUDIO DI SETTORE UG40U ATTIVITÀ 41.10.00 ATTIVITÀ 42.99.01 ATTIVITÀ 68.10.00 ATTIVITÀ 68.20.02 SVILUPPO DI PROGETTI IMMOBILIARI SENZA COSTRUZIONE STUDIO DI SETTORE UG40U ATTIVITÀ 41.10.00 SVILUPPO DI PROGETTI IMMOBILIARI SENZA COSTRUZIONE ATTIVITÀ 42.99.01 LOTTIZZAZIONE DEI TERRENI CONNESSA CON L URBANIZZAZIONE ATTIVITÀ 68.10.00 COMPRAVENDITA DI

Dettagli

Come leggere la bolletta dell acqua

Come leggere la bolletta dell acqua LE GUIDE DI IREN ACQUA GAS Come leggere la bolletta dell acqua Guida alla bolletta dell acqua a contatore per uso domestico LE GUIDE DI IREN ACQUA GAS La tariffa dell acqua per uso domestico Da quando

Dettagli

Allegato A. Valido dall 1 gennaio 2015

Allegato A. Valido dall 1 gennaio 2015 TESTO INTEGRATO DELLE DISPOSIZIONI DELL AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS PER L EROGAZIONE DEI SERVIZI DI VENDITA DELL ENERGIA ELETTRICA DI MAGGIOR TUTELA E DI SALVAGUARDIA AI CLIENTI FINALI AI

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI COMITATO REGIONALE E PROVINCIALE DI MILANO CONIACUT GUIDA PRATICA ALLA COMPRAVENDITA DELLA CASA Progetto cofinanziato dal Ministero delle Attività Produttive RegioneLombardia

Dettagli

Al Responsabile del S.U.A.P.

Al Responsabile del S.U.A.P. Marca da bollo Da inviare al Comune competente mediante lettera A/R Al Responsabile del S.U.A.P. Comune di Penna Sant Andrea (TE) M0297/83-AB OGGETTO: Domanda di rilascio nuova autorizzazione di tipo A

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

di Claudio Facchini, dirigente del settore sviluppo economico del Comune di Faenza ARTICOLO PUBBLICATO NELLA RIVISTA AZIENDITALIA N.

di Claudio Facchini, dirigente del settore sviluppo economico del Comune di Faenza ARTICOLO PUBBLICATO NELLA RIVISTA AZIENDITALIA N. SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA E SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE A CONFRONTO Nell articolo vengono messe in luce le differenze radicali tra il procedimento disciplinato dal DPR 447/1998, per

Dettagli

CIO S.p.A. Ottici optometristi selezionati REGOLAMENTO DEL CLUB

CIO S.p.A. Ottici optometristi selezionati REGOLAMENTO DEL CLUB TITOLO I: IL CLUB DEI MIGLIORI NEGOZI DI OTTICA IN ITALIA. Il Club dei migliori negozi di ottica in Italia è costituito dall insieme delle imprese operanti nel campo del commercio dell ottica selezionate

Dettagli

Repertorio n. CONVENZIONE PER LA CESSIONE IN PROPRIETA DI AREA P.E.E.P. GIA CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) L anno duemila il giorno

Dettagli

Prot. n. 5140. L'Assemblea legislativa

Prot. n. 5140. L'Assemblea legislativa Progr. n. 156 Oggetto n. 3124: Approvazione atto di indirizzo e coordinamento sui requisiti di rendimento energetico e sulle procedure di certificazione energetica degli edifici. (Proposta della Giunta

Dettagli

Guida all utilizzo del Portaltermico per i privati che installano un sistema di riscaldamento a biomassa

Guida all utilizzo del Portaltermico per i privati che installano un sistema di riscaldamento a biomassa Guida all utilizzo del Portaltermico per i privati che installano un sistema di riscaldamento a biomassa (intervento 2.B - art. 4, comma 2, lettera b) D.M. 28 dicembre 2012 Agosto 2013 AIEL Annalisa Paniz

Dettagli

ESERCIZIO DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI COSE ANTICHE/USATE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ'

ESERCIZIO DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI COSE ANTICHE/USATE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ' Mod. SCIA adeguato alla L.122/2010 ESERCIZIO DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI COSE ANTICHE/USATE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ' AL COMUNE DI Ai sensi e per gli effetti di cui all'art. 19 commi

Dettagli

Dicembre 2010. Conto 3. Guida pratica alla Fattura.

Dicembre 2010. Conto 3. Guida pratica alla Fattura. Dicembre 200 Conto 3. Guida pratica alla Fattura. La guida pratica alla lettura della fattura contiene informazioni utili sulle principali voci presenti sul conto telefonico. Gentile Cliente, nel ringraziarla

Dettagli

SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE IN PUBBLICI ESERCIZI E CIRCOLI PRIVATI

SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE IN PUBBLICI ESERCIZI E CIRCOLI PRIVATI CITTÀ DI BARLETTA COMANDO POLIZIA MUNICIPALE SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE IN PUBBLICI ESERCIZI E CIRCOLI PRIVATI Descrizione : L apertura e il trasferimento di sede degli esercizi di somministrazione

Dettagli

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO SOLARE TERMICO ACS PER UFFICI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA DIREZIONE CENTRALE AMBIENTE E LAVORI PUBBLICI SERVIZIO EDILIZIA RESIDENZIALE

REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA DIREZIONE CENTRALE AMBIENTE E LAVORI PUBBLICI SERVIZIO EDILIZIA RESIDENZIALE ALLEGATO A AVVISO PUBBLICO Manifestazione di interesse alla presentazione di progetti, iniziative e misure da inserire nella proposta di Accordo di Programma della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

Dettagli

IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine)

IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine) IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine) La figura giuridica del Direttore dei Lavori compare per la prima volta nel R.D. del 25.05.1895 riguardante il Regolamento

Dettagli

ICCREA BANCA Spa - Istituto Centrale del Credito Cooperativo. Sede legale e amministrativa Via Lucrezia Romana, 41/47 00178 Roma

ICCREA BANCA Spa - Istituto Centrale del Credito Cooperativo. Sede legale e amministrativa Via Lucrezia Romana, 41/47 00178 Roma PRODOTTO BASE UTENTE INFORMAZIONI SULL EMITTENTE ICCREA BANCA Spa - Istituto Centrale del Credito Cooperativo Sede legale e amministrativa Numero telefonico: 800.991.341 Numero fax: 06.87.41.74.25 E-mail

Dettagli

DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA

DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA DIA N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA ai sensi degli articoli 41 e 42 L.R. 11.03.2005 n.12 e successive modifiche ed integrazioni

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

2.2. Il modello di denuncia e la documentazione

2.2. Il modello di denuncia e la documentazione 2.2. Il modello di denuncia e la documentazione Per tutte le opere e gli interventi sottoposti a denuncia e sull intero territorio regionale, la denuncia è redatta ai sensi dell art. 93 del D.P.R. 380/2001

Dettagli

CITTA DI AOSTA VILLE D AOSTE REGOLAMENTO DELL ACQUEDOTTO

CITTA DI AOSTA VILLE D AOSTE REGOLAMENTO DELL ACQUEDOTTO ACQUEDOTTO CITTA DI AOSTA VILLE D AOSTE REGOLAMENTO COMUNALE DELL ACQUEDOTTO CITTÀ DI AOSTA REGOLAMENTO COMUNALE DELL ACQUEDOTTO Via Parigi 196 11100 Aosta Tel. 0165.300.600 - Fax: 0165.554.961 www.comune.aosta.it

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DEGLI SCAMBI IL DIRETTORE GENERALE Visto l articolo 30 del Decreto Legge 12 settembre 2014,

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

LISTINO PREZZI ARMADI GESTIONE CHIAVI

LISTINO PREZZI ARMADI GESTIONE CHIAVI LISTI INO PREZZI ARMADI GESTIONE CHIAVI APRILE 2012 APICE Listino Prezzi 04/2012 Indice dei contenuti ARMADI GESTIONE CHIAVI... 3 1. KMS... 4 1.1. ARMADI KMS COMPLETI DI CENTRALINA ELETTRONICA E TOUCH

Dettagli