IL TETTO. L Editoriale. PUNTO AMICO Un nuovo luogo dove essere informati ed ascoltati

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL TETTO. L Editoriale. PUNTO AMICO Un nuovo luogo dove essere informati ed ascoltati"

Transcript

1 IL TETTO Periodico ALER Milano - Azienda Lombarda Edilizia Residenziale - - Anno 13 - numero 4 - dicembre Milano - Spedizione in proprio Aler, una gestione al servizio della persona L assessore alla Casa del Comune, Lucia Castellano, conferma la fiducia sulla gestione Aler. L Azienda raddoppia il proprio impegno per garantire il miglioramento della vita nei quartieri L Editoriale di Loris Zaffra Presidente di Aler Poco più di due anni fa il Comune di Milano ha chiamato Aler a gestire gli immobili di sua proprietà. Un attività che non ha lasciato molto spazio per pianificare ma ha subito richiesto un intenso lavoro per vincere quella che è apparsa a tutti noi come una sfida. Desidero spiegare come abbiamo interpretato nei fatti il nostro mandato di gestione. Ricordo l apertura di nuove filiali, da 2 a 6, l aggiunta di 2 sportelli a Baggio e Quartoggiaro, e tutte le campagne informative per dare agli inquilini i riferimenti per contattare Aler. Vorrei anche richiamare l attenzione sui temi della sicurezza. Certo, non tutti i problemi sono risolti, ciononostante abbiamo decisamente contrastato le nuove occupazioni, che sono state praticamente zero in due anni, combattendo con volontà anche i casi di abusivismo consolidato. Cito poi la riduzione del 10% sui servizi. Penso inoltre alla conclusione del monitoraggio sull amianto, nell ambito delle somme stanziate dal Comune per tale attività. Infine, stiamo sostituendo le vecchie caldaie e non sono da meno gli interventi di manutenzione ordinaria, in corso in tutta la città. Insomma, un cammino lungo due anni, non privo di difficoltà, come ad esempio il passaggio dei dati dai gestori, di critiche e polemiche utili solo a creare confusione e disinformazione. Ma non sono mai mancate le note positive da parte degli inquilini, dei Comitati e dei Sindacati che vivono più da vicino le realtà di cui ci occupiamo. Incoraggiati anche dalle dichiarazioni dell Assessore alla Casa, Lucia Castellano, di piena fiducia sull operato dell Azienda, e dall approvazione della delibera di proroga della gestione Aler, proseguiamo con sempre maggiore entusiasmo e attenzione il nostro lavoro indirizzato al cambiamento e al miglioramento della vita nei quartieri comunali. Con l occasione auguro, a nome mio e dell Azienda, un felice Natale e un 2012 di serenità e soddisfazioni a tutti voi. PUNTO AMICO Un nuovo luogo dove essere informati ed ascoltati a pag 2 COMITATI di QUARTIERE Politiche Aler per una Milano a misura di inquilino a pag 4 BONIFICA AMIANTO Conclusa la riqualificazione per le torri di via Russoli a pag 9 Per le vostre offerte da destinare a Opera San Francesco: - Donazione online con carta di credito dal sito - Versamento sul c/c postale n Bonifico bancario sul c/c n IBAN IT29J Intestando a: Fondazione Opera San Francesco per i Poveri Onlus, viale Piave, Milano CENTRO RACCOLTA (dove far pervenire medicinali, scarpe e vestiti): via Vallazze, Milano

2 42 ALER AL VOSTRO SERVIZIO Più ascolto, maggiori servizi: ecco il Punto Amico per gli inquilini Noi del Punto Amico rappresentiamo il filo diretto dell Azienda con tutti i cittadini, all insegna della massima partecipazione, informazione, trasparenza e semplificazione, per un miglioramento dei servizi offerti da Aler Milano. In risposta al crescente bisogno degli utenti di ricevere informazioni e di poter riportare all Azienda segnalazioni e richieste in tempo reale, dal 2001 abbiamo deciso di aprire al pubblico le porte del nostro ufficio, il Punto Amico, con l obbiettivo di convogliare in un unica struttura di raccolta tutte le istanze. Attivo ogni giorno, dal lunedì al venerdì in viale Romagna 26, è stato collocato al piano terreno e si compone di tre uffici distinti, ideati per il rispetto e la tutela del diritto di privacy. Da allora Il Punto Amico non ha mai smesso di ricevere voi utenti in cerca di notizie sul mondo dell abitare sociale e più specificamente su Aler, per fornirvi informazioni o indicazioni per usufruire al meglio dei servizi offerti dall Azienda. Ma l attività primaria di questo ufficio è proprio quella di rendere più accessibile la nostra struttura aziendale e soprattutto di dotare gli utenti degli strumenti utili per districarsi all interno della stessa. Inoltre, l ufficio Punto Amico è preparato per rispondere alle domande più varie e disparate poste da voi utenti sia di natura tecnica che amministrativa. Tra le più frequenti, le richieste relative alle modalità di presentazione della domanda del bando casa e/o del bando di cambio alloggio. Seguono tutte le richieste relative ai problemi di natura manutentiva. Solo nel corso di quest anno, abbiamo ricevuto e risolto circa 1800 richieste! E, quando si spengono le luci dello sportello aperto al pubblico, il lavoro del Punto Amico si trasferisce dietro le quinte, dove continua con i contatti agli uffici di settore, competenti sui problemi segnalati, per avviare tutte le risoluzioni del caso. Il Punto Amico non è il primo riferimento diretto alla ricezione del pubblico: ricordate che, appena arrivati alla sede centrale di Aler, sarà la Reception a ricevervi, indirizzandovi alle strutture nel minore tempo possibile. Infatti, è stato attivato un nuovo sistema di registrazione degli utenti, che utilizza la carta regionale dei servizi, già in possesso di ogni cittadino, in modo da evitare inutili code e perdite di tempo. Insomma, non ci stanchiamo mai di essere a vostra disposizione e di aggiornarci, per risolvere problemi e per essere un valido aiuto per orientarsi nel vasto universo Aler. Vi ricordiamo dunque in tabella i nostri orari e tutti i riferimenti dove poter sempre trovare uno di noi pronto ad ascoltarvi. L Ufficio Punto Amico dal lunedì al giovedì: mattino pomeriggio venerdì: mattino pomeriggio chiuso Tel: Fax: Mail:

3 3 3 ALER AL VOSTRO SERVIZIO La nuova comunicazione di Aler, trasparenza e confronto continuo Parola d ordine comunicare. Un patto che Aler ha stretto con i suoi inquilini per mettere in atto il proprio spirito di servizio e migliorare la qualità delle proprie funzioni. La comunicazione è divenuta ormai una funzione pubblica e, per un Azienda come Aler che si muove all interno di un universo segnato da difficoltà economiche e fragilità sociali, è fondamentale che non avvenga in modo unidirezionale. È così che la politica di Aler si sviluppa verso l apertura massima all esterno, attraverso l incremento di strumenti di partecipazione che parlino all utenza e che, soprattutto, abbiano la capacità di mettersi all ascolto, incrociando indissolubilmente informazione e partecipazione. Una comunicazione più chiara ed esauriente nasce dallo sviluppo delle attività attraverso le quali scegliamo di spiegare all esterno l Azienda e i suoi comportamenti. Ad esempio, pubblichiamo puntualmente questo periodico che arriva direttamente nelle case di tutti gli inquilini, per ragguagliare gli utenti sulle ultime iniziative - dalla riparazione del cancelletto sotto casa, all avvio delle grandi opere di manutenzione - e per raccontare la vita nei quartieri popolari. Abbiamo, poi, rinnovato il sito internet aziendale (www.aler.mi.it), sempre aggiornato sulle iniziative, sull apertura e l esito di bandi e aste, trasparente, ricco di riferimenti legislativi, di facile utilizzo anche per usufruire delle offerte interattive presenti. Ma non solo, l informazione si sviluppa anche con campagne importanti e di pubblica utilità relative al vivere comune, alle misure preventive sui temi della sicurezza, per combattere il fenomeno dell abusivismo o su come premunirsi per evitare di incorrere in truffe. Si pensi poi a tutte le operazioni divulgative per diffondere capillarmente sul territorio la conoscenza dei riferimenti degli uffici aziendali di maggiore utilità. Una comunicazione resa efficace dal fatto che le linee di indirizzo sulla partecipazione sono supportate concretamente nelle attività dell Azienda che, nell ultimo anno, ha triplicato le filiali sul territorio e aperto diversi sportelli d ascolto, per creare il presupposto di una trasmissione diretta, facile, immediata e soprattutto convincente. Insomma, per non essere lontani ed estranei agli inquilini, è l Azienda ad avere il compito e soprattutto la vocazione di avvicinarsi, o meglio immergersi nelle realtà dei propri utenti, per essere realmente credibile e affidabile. Nella stessa logica non manca la volontà di confronto, che avviene per mezzo di ricerche e analisi sui bisogni irrisolti e sulle proposte di miglioramento presentate dagli utenti, nel nostro caso con appositi questionari di customer satisfaction. Sempre più spesso i cittadini chiedono alla pubblica amministrazione di saper fornire informazioni che li aiutino ad affrontare meglio la quotidianità, una richiesta che per noi di Aler non rimane disattesa. Crediamo nel valore di una comunicazione costante ed esauriente con gli utenti che hanno bisogno di conoscere la struttura e le sue scelte e che, nello stesso tempo, rappresentano la voce più attendibile per indirizzare l Azienda verso il miglioramento. ALER NEL TUO QUARTIERE

4 44 DENTRO MILANO Comitati di quartiere, voce preziosa della città Dal passaggio di gestione degli immobili comunali dai privati ad Aler, l Azienda ha da subito cercato di attivare i rapporti con il territorio e con tutti i Comitati che, raccogliendo la voce dei residenti, rappresentano il migliore interlocutore per conoscere e risolvere le criticità nei quartieri. L Organizzazione che per prima si è avvicinata all Azienda è il Comitato XXII Marzo (www.22marzo.wordpress.com), proprio per questo motivo abbiamo scelto di chiedere direttamente al Presidente, Sebastiano Gravina, di raccontare al Tetto l esperienza di questi due anni, raccogliendo criticità e aspetti positivi, aspettative e speranze per il futuro. Il comitato segue oltre venti stabili, tra Aler e comunali, abitati da circa 2000 famiglie. Ringraziamo il Presidente del Comitato XXII marzo per avere accettato l invito della Redazione de Il Tetto di riportarci la sua esperienza all interno dei quartieri. Partiamo dall inizio, com è nato il Comitato di quartiere XXII marzo? Le dico la verità, l istinto vero che mi ha spinto ad avviare questa bella avventura è stata la voglia di fare qualcosa di buono, soprattutto per aiutare le persone del quartiere. Così, raggiunta l età della pensione, con molto più tempo libero a disposizione e forte della volontà di rendermi parte attiva nella vita del quartiere, ho coinvolto altri residenti per creare ufficialmente nel novembre 2008 il Comitato XXII marzo. Ovviamente, nonostante il lavoro e spesso la fatica che questo impegno richiede, non abbiamo scopi di lucro. Una curiosità, il vostro logo è un panda intento a mangiare foglie di bambù, come mai questa scelta? Me lo domandano tutti. Come vede crea curiosità e questo è già un buon motivo. In più abbiamo pensato al panda perché suscita simpatia, dà un idea di bontà e generosità che ci sembrava in piena sintonia con il senso del nostro impegno nel Comitato. Quali finalità pensate di raggiungere con l azione del Comitato? Al momento della costituzione dell Organizzazione ci siamo prefissati da subito alcuni obbiettivi: contribuire alla diffusione tra i cittadini del quartiere di una sempre maggiore sensibilità e partecipazione alla vita sociale, promuovere iniziative atte a migliorare la qualità della vita e preservare i diritti dei residenti nel quartiere, rappresentare le istanze degli abitanti, stimolare e verificare l operato delle Istituzioni e della Pubblica Amministrazione. Tutte queste volontà come si applicano concretamente alla quotidianità del CUSTOMER SATISFACTION, IL NUOVO STRUMENTO Aler vuole essere ancora più vicino ai bisogni dei suoi inquilini. Per farlo, l Azienda di viale Romagna ritiene fondamentale una loro valutazione su diversi interventi effettuati dall Azienda in tutto il territorio provinciale. Da qui nasce l idea di una customer satisfaction capace di valutare il livello di soddisfazione per alcuni servizi effettuati, quali pulizie, manutenzione del verde, portierato e riscaldamento. I dati raccolti risalgono al 15 settembre e hanno riguardato 884 questionari completati. Inoltre, un analisi approfondita è attualmente in corso in collaborazione con il Politecnico di Milano. Oltre il 67% degli intervistati ha dato un giudizio positivo sull operato: un ottimo risultato che porterà Aler a fare ancora meglio, avvicinandosi alle persone per comprendere ulteriori esigenze ed intervenire nella miglior maniera possibile. GIUDIZIO non soddisfacente poco soddisfacente soddisfacente molto soddisfacente positivi 5% 28% 55% 12% 67%

5 5 3 DENTRO MILANO vostro lavoro? Noi siamo un vero ponte che unisce i residenti con le Istituzioni. La prima cosa è passare il messaggio che noi del Comitato siamo un vero riferimento per la gente del quartiere per tutti i problemi. Dall altra parte la nostra Azione si svolge nei Palazzi che amministrano. Abbiamo stretto contatti con le istituzioni, con il Comune, la Polizia, il Comandante dei vigili e molti altri. Cerchiamo di muoverci per creare e consolidare questo tipo di collaborazione con gli enti di governo della città. Quindi si tratta di un lavoro su due fronti? Mi sento di dirle che i fronti sono più di due. Il nostro ruolo e la nostra attività sono molto utili e, a detta di molti, apprezzati anche da chi amministra. Faccio l esempio di Aler in questo momento: siamo un ottimo interlocutore perché siamo anche per loro una voce autorevole che arriva dal quartiere e riporta situazioni reali all Azienda. Continuando a parlare dell amministrazione degli immobili dove vivete, come avete vissuto il periodo di gestione privata? Noi abbiamo trascorso 6 anni con i privati, il nostro gestore era Romeo. Rispetto ai 2 di Aler hanno fatto lavori ma niente a confronto di Aler. Non che la gestione di Aler sia impeccabile però devo dire che tanti dei problemi che per anni abbiamo cercato di risolvere invano con l ex gestore, con Aler ci siamo riusciti. La precedente è stata una gestione disastrosa dei privati. Pensi che abbiamo delle spese di Romeo che ci stiamo ancora portando dietro. Che idea vi siete fatti alla fine del 2009, quando per il cambio di gestione del patrimonio comunale si parlava di Aler? Noi speravamo che il cambio fosse una cosa positiva. Le devo dire la verità, si sentiva dire che Aler andava male, che non seguiva bene i propri stabili e quindi avevamo un po di timore perché si sperava tanto in meglio. E invece cos è successo dall ottobre 2009, con il passaggio di gestione? Come avrà capito non ci manca la buona volontà, così abbiamo subito chiesto un incontro al Direttore Generale di Aler, per instaurare il rapporto che avevamo con i vecchi gestori, in cerca di una collaborazione direttamente con i vertici dell Azienda. L ingranaggio ha cominciato a muoversi, sono arrivati nel quartiere architetti e geometri per fare con noi dei sopralluoghi per individuare delle soluzioni. E ora, dopo questi due anni di gestione Aler, cosa pensa? Io sono per il pubblico. Il privato deve fare profitto. Anche il pubblico, certo, però la gestione è più economica e più attenta. Con Aler qualcosa è riuscito bene e qualcosa no, ma devo dire che il bilancio è positivo e abbiamo buoni rapporti. Aler ha partecipato più volte alle nostre riunioni con i residenti e questo consente una costante collaborazione per aggiustare insieme le cose che non vanno. Siamo riusciti a risolvere problemi che non trovavano risposta da anni. Ad esempio? Uno per tutti: non riuscivamo a venire a capo del problema gravissimo di un infiltrazione che veniva dalle scale di emergenza e arrivava direttamente alla portineria. Pensi che la chiamavamo cascata del Niagara. Ecco con Aler, dopo un paio di tentativi, siamo venuti a capo del problema che con i privati era rimasto irrisolto. Non ci sembrava vero! E poi la questione box di via Bezzecca, la caldaia in Morosini Quindi Aler promossa sulla parte tecnica? Si, sul tecnico direi che ci siamo. Di lavori ne avete fatti, ricordarsi tutto è davvero difficile. Tengo a ringraziare in particolare i geometri Pisano e Firenze per l attenzione e la disponibilità mostrata. Vedo solo un limite nei lavori che vengono svolti, trovo che non sempre le imprese siano all altezza, soprattutto se non sono seguite più che bene e con estrema costanza. Forse bisognerebbe rivedere il meccanismo del massimo ribasso per affidare i lavori. Visto che ha parlato di limiti, cosa sente che non ha funzionato in questi due anni? Certo, abbiamo riscontrato qualche problema ad esempio sui temi amministrativi e sul tema della pulizia, anche se, devo dire che ci stiamo lavorando. La prossima settimana abbiamo un incontro con uno dei responsabili del settore per discutere una soluzione. Come vivete il tema della sicurezza? Questo è un grosso problema da risolvere. Io rimprovero le amministrazioni comunali che ci hanno lasciati soli: in generale serve una maggiore presenza: non ci sono regole, controllo e sicurezza. E le occupazioni abusive? Abbiamo apprezzato tanto lo sforzo di Aler sulle flagranze. Ero proprio presente una domenica quando hanno tentato di occupare l alloggio di una signora che era degente in ospedale. Erano le 4 e mezza, abbiamo chiamato il numero di Aler e nel giro di un ora sono arrivati a liberare l alloggio. Però gli abusivi che sono dentro da tanto tempo sono ancora lì, e su questo chiediamo naturalmente maggiore attenzione. Come sa il Comune dovrà decidere le sorti della gestione dei suoi immobili: lei cosa spera per il futuro? Premesso che noi non facciamo politica e ci occupiamo dei problemi del quartiere, io spero vivamente che Aler riesca a tenerci. Abbiamo vissuto un esperienza negativa con i gestori privati. Di Aler non ci possiamo lamentare e darei un altra chance. Il Comitato ha grande fiducia. Cosa chiede ad Aler e alle Istituzioni? La richiesta generale è sempre quella di migliorare la qualità della vita e il rispetto delle regole. Detto questo io sono per Aler, per questa nostra esperienza positiva, per un discorso di attenzione sociale e di risparmio, ma chiedo che ci sia un miglioramento perché credo che l Azienda, con la volontà che ha dimostrato e con la sua esperienza nel settore, con l aiuto del Comune possa raggiungere il livello di gestione che ci aspettiamo. Ci aspettiamo migliorie in tutto e per tutto, sia da Aler fino dove può arrivare con le sue competenze, sia dal Comune che si dovrà impegnare stanziando finanziamenti per una manutenzione straordinaria che non avviene da quasi 10 anni. Aler e Fondazione Atm, insieme per i tranvieri Una soluzione ai bisogni dei lavoratori, questo il senso dell iniziativa che nel mese di ottobre ha coinvolto Aler Milano e la Fondazione Atm che insieme hanno siglato una convenzione per la consegna di 70 alloggi di proprietà Aler, ai lavoratori dipendenti del gruppo Atm neoassunti, iscritti a Fondazione Atm, con contratto a tempo determinato da gennaio 2011, ai lavoratori dipendenti del Gruppo Atm e/o pensionati iscritti a Fondazione Atm, separati legalmente, che hanno dovuto lasciare la casa coniugale ed infine ai lavoratori dipendenti del gruppo Atm, iscritti a Fondazione Atm, con grave disagio sociale. Tutti gli appartamenti hanno una superficie inferiore a 28 mq - i cosiddetti "sottosoglia"-, pertanto, su richiesta di Aler, con l autorizzazione di Regione Lombardia, sono stati esclusi dalla disciplina dell Edilizia residenziale pubblica per essere convogliati in questo nuovo progetto. La dislocazione degli alloggi è stata appositamente individuata in prossimità dei depositi Atm, all'interno di quartieri Aler, in tutte le zone di Milano. Le abitazioni saranno assegnate secondo oggettivi criteri di bisogno sociale, definiti da Fondazione Atm, che si occuperà delle procedure di bando, insieme alla dotazione degli arredi. I canoni di locazione saranno calcolati secondo i parametri della L. 431/'98 sul canone concordato, si tratta dunque di un corrispettivo mensile di circa 300 euro più le spese. L'iniziativa, riuscita grazie alla collaborazione e all'impegno di Aler e di Fondazione Atm, è nata dalla volontà di rispondere ai bisogni di tutti quei lavoratori che necessitano di un sostegno per avviare la loro vita professionale in una nuova città, escludendo questi alloggi dalla disciplina dell'edilizia residenziale pubblica. Ciò ha permesso ad Aler di impegnare spazi, al momento inutilizzati, in un nuovo e importante progetto di housing sociale per categorie particolari di lavoratori e, allo stesso tempo, contribuisce a creare una varietà di popolazione all'interno dei quartieri.

6 46 LA PAROLA ALLA POLITICA Gli auguri di un sereno Natale da Regione, Comune e Provincia La festività del Santo Natale è un momento fondamentale per ritrovare serenità e gli affetti più cari. Il Natale diventa il momento simbolo per riunirsi in una casa per passare momenti felici: la casa è il centro attorno al quale le persone si ritrovano, vivono i momenti importanti della propria vita. Far sì che questo tempo, per i tanti che vivono in un alloggio di Edilizia residenziale pubblica sia sempre più felice e meno problematico è per me e per Regione Lombardia, con il presidente Roberto Formigoni, un impegno che portiamo avanti ogni giorno. Un impegno fatto di azioni che mirano innanzitutto ad agevolare le persone in difficoltà, le categorie più deboli, gli studenti, gli anziani, i genitori separati e le nuove famiglie. Dare un tetto a chi non lo ha, aiutare chi vive in condizioni di criticità è un imperativo dal quale non ci si può sottrarre. Tutti gli attori del mondo politico, sociale ed economico devono unirsi. Il momento storico non è certo dei più sereni, ma è nelle difficoltà che il lavoro di squadra diventa premiante. Come assessore alla Casa di Regione Lombardia posso garantirvi che molto è stato fatto e molto ancora faremo per raggiungere questi obiettivi, per realizzare quel sogno di dare un tetto, un quartiere dignitoso, un luogo dove sia realmente piacevole tornare ogni giorno, ai tanti che ne hanno bisogno. Un luogo dove sia bello poter festeggiare un Buon Natale perché davvero il Natale è la gioia di stare insieme, nel calore di una casa e nella consapevolezza di sentirsi amati. Un augurio a tutti voi. Domenico Zambetti Assessore alla Casa - Regione Lombardia Egregi Signori, festeggio con voi il mio primo Natale da Assessore alla Casa, Demanio, Lavori Pubblici. Colgo questa importante occasione per comunicare agli operatori dell'aler e ai nostri inquilini il mio impegno per migliorare la qualità della vita e la dignità dell'abitare in quartieri popolari, rendendo la città di Milano degna di una grande metropoli europea. In questi primi mesi del mio mandato ho avuto modi di visitare alcuni quartieri, di conoscere gli abitanti e di constatare, in molti casi, il degrado e la precarietà delle condizioni di vita. Insieme ad Aler combatteremo tutto questo, pur nella consapevolezza che l'eredità che ci hanno lasciato è molto pesante: 2000 alloggi sfitti e murati, 1400 appartamenti abitati abusivamente: sono dati già sufficienti a definire scandalosa questa situazione. Sono convinta che insieme ad Aler e a tutti gli inquilini ce la possiamo fare a rivoluzionare i quartieri popolari. Ho potuto constatare la grande volontà di riscatto di tanti Comitati Inquilini; questa sarà la leva principale per lavorare al cambiamento. E' una sfida entusiasmante anche se difficile. Ma noi non ci arrenderemo davanti alla esiguità dei fondi, cercheremo ogni possibile risorsa per migliorare la vita, quartiere per quartiere e cominceremo dal quartiere Niguarda. Daremo impulso in altre zone ai Comitati di Quartiere. Contiamo su tutti voi, operatori dell'aler e cittadini, per vincere questa importante battaglia di civiltà. Lucia Castellano Assessore alla Casa - Comune di Milano In occasione del Santo Natale, vorrei esprimere i miei più sinceri auguri ai lettori del periodico Il tetto, perché il nuovo anno porti serenità a voi e ai vostri cari. É proprio dal concetto cristiano di carità, la più grande delle virtù teologali, che si può risalire alla nostra tradizione ambrosiana di edilizia sociale, grazie alla quale molti milanesi hanno trovato in passato un riparo sicuro. Associando questo concetto a progetti d avanguardia, attenti agli aspetti urbanistici, ambientali e alla qualità architettonica abbiamo sviluppato il nuovo Piano Casa provinciale: all interno della Città di Milano, in particolare, si costruiranno due quartieri modello, Affori e Cimiano, e s interverrà su parte di via Messina, destinando circa il 35% delle nuove residenze all housing sociale. È un Piano pensato per le famiglie, giovani coppie, anziani e forze dell Ordine, una preziosa risorsa da tutelare e assistere. Abbiamo rivolto lo sguardo verso quella fascia di popolazione ritenuta troppo ricca per accedere all edilizia popolare, ma non abbastanza per acquistare o affittare un immobile a prezzo di mercato. Con la speranza che, anche grazie al nostro impegno, i vostri sogni possano presto realizzarsi, non posso che farvi i migliori auguri di buon Natale e di un nuovo anno ricco di grandi soddisfazioni, gioia e serenità. Fabio Altitonante Assessore alla Casa - Provincia di Milano

7 7 3 NEI QUARTIERI Sicurezza, risposte concrete: sgomberi in Testi-Sarca e Alzaia Ormai da diversi anni Aler combatte il fenomeno dell abusivismo nei quartieri, rispondendo al bisogno di sicurezza e serenità espresso dai residenti e restituendo, a chi è in attesa nella graduatoria delle assegnazioni, il proprio diritto alla casa. In questo periodo, abbiamo quasi sconfitto le nuove occupazioni abusive, attraverso il sistema dei recuperi in flagranza e ora stiamo attuando un piano di recupero degli appartamenti occupati negli anni passati, avvalendoci di un programma e una metodologia mirata all azione nei quartieri più critici e pericolosi, garantendo la giusta sensibilità sui casi di rilevanza sociale. In linea con questa politica, durante gli ultimi mesi di quest anno, Aler, in stretta collaborazione con le Forze dell Ordine, ha eseguito una serie di sgomberi, con la volontà di individuare e riqualificare le zone di Milano più vessate da problemi legati alla legalità e alla pacifica convivenza tra cittadini. Nel mese di ottobre, è stato effettuato un primo significativo intervento di sgombero proprio in una delle zone più critiche della città: via Fulvio Testi e viale Sarca. Gli Ispettori e i Tutor di Aler, insieme alle Forze dell Ordine, hanno inizialmente allontanato 6 famiglie dagli alloggi che avevano occupato abusivamente. Si tratta di nuclei, che in questi anni hanno creato continue situazioni di disturbo nei caseggiati, con atteggiamenti di violenza e sopraffazione, segnalati dagli stessi residenti. In seguito, un nuovo intervento sempre in Fulvio Testi, ha permesso l estromissione da altri 5 alloggi occupati abusivamente, sgomberando dagli stabili i nuclei che creavano disordini e che, in alcuni casi, erano già noti alle Autorità. Il piano di riqualificazione sociale nei quartieri di edilizia residenziale pubblica di Aler, è proseguito con un intervento mirato nel triangolo di via Gola, Borsi e Pichi, zona nota per l alto tasso di abusivismo consolidato e conosciuta anche dalla Questura, per via della radicata presenza dei centri sociali che, ormai da anni, impediscono il rispetto della legalità e il normale corso di tutte le attività di recupero degli alloggi occupati. Nonostante l immediato arrivo e la reazione degli esponenti dei centri sociali che si sono raggruppati a decine per impedire lo sgombero, la presenza dei Tutor e di un ingente numero di agenti delle Forze dell Ordine, ha permesso che l operazione andasse a buon fine e che 5 alloggi occupati abusivamente fossero liberati e restituiti agli aventi diritto. Le contestazioni sono proseguite durante i giorni seguenti, quando è stata addirittura colpita una macchina dell Azienda con un sasso che ha frantumato un finestrino. Come da prassi, agli occupanti è stata offerta una sistemazione provvisoria presso centri di accoglienza. Prosegue dunque la linea di fermezza e determinazione sui temi della sicurezza e della lotta all abusivismo, che promuove la legalità, la presenza di Aler e delle Istituzioni all interno dei quartieri, evitando che sia compromessa la qualità della vita degli inquilini regolari, che rappresentano la stragrande maggioranza degli inquilini Aler. IL SALUTO DEL NUOVO MEMBRO CdA, LUCA BELTRAMI GADOLA Da più di quarant anni mi occupo di edilizia ed ho fatto l imprenditore edile, proseguendo una tradizione famigliare nata nella seconda metà dell ottocento. Mi sono dedicato con particolare interesse alla ricerca scientifica nel settore ed ai problemi legati all inquinamento domestico ed alla tecnologia dedicata al suo abbattimento. Da quando ho preso in mano le redini dell azienda di famiglia ho lavorato per molti anni per quello che allora chiamavano Istituto per le case popolari. Molti cantieri, molto lavoro, molta esperienza anche in settori come furono i tentativi di edilizia industrializzata e prefabbricata. Da sempre ritengo che Milano sia stata una città fortunata per aver potuto realizzare durante la sua storia recente e meno recente molti edifici di edilizia popolare tra Istituto, ora Aler, edilizia comunale e di cooperative. Questa felice stagione è finita, eppure io continuo a ritenere che solo con l intervento diretto di capitali pubblici si possa dare una risposta alla domanda di abitazioni per chi non può permettersi di andare sul libero mercato. Per questa ragione ho accettato di buon grado la designazione da parte del Comune di Milano a membro del Consiglio di Amministrazione di Aler, sperando di poter rivedere tempi nei quali la mano pubblica non si tiri indietro nel soddisfare quello che giustamente è ritenuto un diritto: il diritto alla casa. Il patrimonio di edilizia residenziale pubblica è una ricchezza insostituibile per un Paese civile quale vuole essere l Italia e in particolare la città di Milano e l intera Regione Lombardia. Dobbiamo dunque sempre avere chiaro che chi lavora per dare la casa agli altri svolge non solo un lavoro ma in qualche misura viene caricato di un ruolo sociale. Ricordando questo penso che il lavoro all Aler possa e debba gratificare chi con maggior entusiasmo vi si dedica. Come ultimo arrivato non posso che augurare a tutti buon lavoro comune. Luca Beltrami Gadola Nasce a Milano il 25/01/1938. Nel 1957 consegue il Diploma di Maturità Classica e s iscrive alla Facoltà di Architettura. Dal 1963 al 2006 assume la guida quale presidente dell Impresa Gadola SPA. Nel 1978 è eletto Presidente di IDOM - Impresa Domani, un associazione tra imprenditori. Nel 1981 vicepresidente fino all 84 della Società italiana per le belle arti ed esposizione permanente Nel 1982 è nominato vicepresidente dell'assimpredil - Associazione Imprese Edili e Affini della Provincia di Milano per il triennio Nel 1989 è Responsabile Scientifico per il progetto "Qualità e innovazione tecnologica" nell'ambito del Progetto Finalizzato Edilizia del CNR - ed è nominato Coordinatore responsabile della Sottocommissione Tecnologica per i problemi dell'inquinamento interno del Ministero dell'ambiente. Nel 2003 è Professore incaricato per gli anni accademici 2003/ / / / / / /2010 presso il Politecnico di Milano, facoltà di Architettura sede Bovisa, con l incarico di docente del Corso di Estimo. Nel 2003 Inizia la collaborazione, ancora in corso, con il quotidiano La Repubblica nelle pagine milanesi. Nel 2009 fonda e da allora dirige il settimanale online ARCIPELAGOMILANO.

8 48 NUOVI PROGETTI L isola felice di via Quarenghi, tra accoglienza ed assistenza Terapie, socializzazione e ascolto: dal 2007 la residenza sanitaria assistenziale del quartiere Gallaratese offre servizi ad anziani e persone non autosufficienti Per Aler rispondere ai bisogni significa applicare le proprie competenze in tutti gli ambiti e i progetti che necessitano del sostegno del pubblico per essere sviluppati. Una sfida che ci ha coinvolto quando, insieme alla cooperativa sociale Coopselios, abbiamo pensato di creare dei centri polifunzionali aperti al territorio, in grado di offrire una molteplicità di risposte a bisogni diversificati e capaci di integrare diverse tipologie di utenza. Volontà che si è concretizzata con la costruzione delle residenze sanitarie per anziani nei quartieri Gallaratese e Gratosoglio. La residenza sanitaria assistenziale di via Quarenghi nasce all interno del quartiere Gallaratese, particolarmente caratterizzato dall alta presenza di ultrassessantacinquenni. L edificio, inaugurato nella primavera del 2007, si inserisce in un contesto comprensivo di un Centro diurno in grado di accogliere 30 persone, un nucleo per anziani con problemi cognitivi, 19 alloggi protetti e un asilo nido per 72 bambini. La residenza anziani dispone complessivamente di 140 posti letto: 84 camere di cui 56 doppie e 28 singole, tutte dotate di bagni indipendenti, servizi di erogazione dell ossigeno, telefono e predisposizione all utilizzo del televisore, per ricreare un ambiente confortevole per gli utenti. All interno è presente una palestra, un ampio giardino per le attività all aperto e numerosi spazi interni riservati alla cura della persona e alla vita di relazione e socializzazione. La Residenza si rivolge principalmente alle persone anziane che siano giunte allo stato di non autosufficienza fisica e/o psichica. Ma non solo. Il ricovero è affiancato da diversi servizi terapeutici e di animazione, per il recupero delle capacità mentali, relazionali, attività ricreativo-culturali. La Residenza Anziani al Gallaratese, grazie alle diverse funzionalità che offre, non si limita a mettere a disposizione un servizio ad anziani, malati e genitori con figli, ma migliora la vivibilità del quartiere, variando la tipologia dei residenti e valorizzando la qualità della zona. Corsi di ginnastica gratuiti, sport per gli inquilini over65 Lo sport e l attività fisica procurano ad ogni età, ed in particolare nell anziano, benefici a livello fisico, psichico, fisico e cognitivo, prevenendo molte patologie, aiutando il permanere di condizioni di autosufficienza e offrendo l opportunità di creare dei momenti di socializzazione e rafforzamento del benessere psicologico. Da questo presupposto nasce la volontà di Aler, Regione Lombardia e Federazione Ginnastica di Italia di studiare insieme un progetto che, da un lato, promuovesse la pratica sportiva e dall altro favorisse la funzione sociale dell esercizio fisico. A questo proposito, durante il mese di novembre il Presidente di Aler, insieme All assessore regionale allo Sport Monica Rizzi, l Assessore regionale alla Casa, Domenico Zambetti e il Presidente della Federazione Ginnastica d Italia, Luisa Riboli, ha firmato un protocollo d intesa che sancisce ufficialmente l avvio dell iniziativa Sempre in forma nel quartiere. Il progetto prevede l organizzazione di corsi gratuiti di ginnastica dolce di un ora alla settimana al Gratosoglio, a scelta tra mercoledì o venerdì, tra le 8 e le 10, aperti a tutti gli inquilini Aler che superano i 65 anni. Dalla fine di novembre e per i successivi 7 mesi gli istruttori professionisti qualificati faranno allenare tutti i partecipanti al corso, che saranno seguiti anche dai custodi sociali di Aler, sia per le modalità di iscrizione che per tutta la durata del corso. Vista l alta presenza di anziani nei quartieri di edilizia residenziale pubblica, l iniziativa sarà un ottima occasione di aggregazione per gli utenti Aler che potranno socializzare all interno del quartiere, oltre che sperimentare e giovarsi degli effetti benefici dello sport.

9 9 3 LAVORI IN CORSO Riqualificazione in via Russoli, un anno di bonifiche e controlli Come annunciato e promesso agli inquilini alcuni mesi fa, gli stabili di via Russoli sono stati restituiti ai residenti, bonificati dalla presenza di amianto. A seguito delle attività di monitoraggio avviate nel 1997 da Aler sul patrimonio immobiliare, è emerso che le quattro torri di proprietà dell Azienda del Quartiere Moncucco, via Russoli 14/16/18/20, contenevano amianto di matrice compatta nei pannelli di rivestimento delle facciate. Poiché l amianto risultava in buono stato di conservazione, non comportava di per sé un pericolo per la salute degli occupanti dei fabbricati e pertanto gli immobili sono stati inseriti tra gli interventi da programmare. Nell aggiornamento del censimento, effettuato nel 2007, i materiali sono risultati ancora in buono stato di conservazione e, pertanto, si è stabilito un programma di controllo e manutenzione, avente lo scopo di ridurre al minimo il pericolo di esposizione degli occupanti degli edifici all eventuale rilascio e/o dispersione secondaria di fibre di amianto. Tale programma, che periodicamente consentiva il monitoraggio dello stato di conservazione dei manufatti, prevedeva l intervento immediato qualora si fosse verificato il rilascio di fibre o il deterioramento delle parti interessate. Nel gennaio 2011, si è programmato l intervento di rimozione. Aler ha quindi predisposto il progetto per lo smaltimento dell amianto sulle facciate delle quattro torri per un importo complessivo di e, a seguito dell ottenimento del titolo autorizzativo comunale, del parere favorevole della Soprintendenza e dell ASL ai piani di lavoro, a maggio ha dato avvio ai cantieri per la bonifica. I lavori, ad oggi ultimati, hanno previsto: la rimozione completa delle facciate ventilate costituite da una pannellatura esterna in fibrocemento, contenente amianto di matrice compatta, dalla sottostruttura in metallo e da uno strato coibente in polistirene di 3 cm di spessore, e, in seguito, alla posa dell intonaco civile per esterni. I lavori sono stati eseguiti nel rispetto della normativa vigente sotto la supervisione costante dei tecnici Asl. Prima dell avvio e durante l esecuzione delle opere, Aler ha tenuto inoltre assemblee con i residenti del quartiere per formare ed informare gli abitanti sulle attività di cantiere e sul conseguente comportamento da tenere per evitare inutili rischi. Tale attività è stata ben recepita dall inquilinato, che ha manifestato a più riprese soddisfazione sul comportamento delle imprese e sulla gestione dei cantieri. L intervento di rimozione delle facciate contenenti manufatti di amianto ai civici di via Russoli rappresenta in realtà solo la prima fase di un progetto più complesso di riqualificazione e valorizzazione dell intero quartiere che prevede la riqualificazione energetica e l adeguamento impiantistico degli edifici, la riqualificazione degli spazi esterni (piazza e piano parcheggi), il sopralzo di due piani delle quattro torri per la realizzazione di residenze temporanee per studenti, per circa cento posti letto e servizi connessi. Riscaldamento negli edifici, monitoraggio ed interventi Dal 15 di ottobre è iniziata la stagione del -Call Center dedicato al Riscaldamento riscaldamento in tutti gli edifici di proprietà di Tel CONTATTI + NUOVO NUMERO DA Aler e del Comune di Milano in gestione. AGGIUNGERE L Azienda ha suddiviso l intero patrimonio delle Call Center Riscaldamento centrali termiche della città in 9 lotti, e quelle fax Tel: della Provincia in 2, affidando ad altrettante -Call Center alloggi di proprietà Aler imprese l erogazione del servizio fax: Alcuni giorni prima dell accensione, si è svolto -Call Call Center Center alloggi alloggi di proprietà di proprietà del Comune Aler: di un incontro tra l Azienda di viale Romagna e i Milano Sindacati degli inquilini. Al fine di garantire un Call Center alloggi di proprietà del servizio sempre migliore, Aler ha concordato Sunia Comune di Milano: con Sunia, Sicet, Unione Inquilini, Conia e Via del Giambellino, 115 Uniat, l Istituzione di un Osservatorio sul tel. COMITATI 02/ INQUILINI Riscaldamento dedicato a garantire l ottimizzazione del servizio a tutte le famiglie che abi- Via Via Tadino, del Giambellino, Sicet Sunia tano nei quartieri di edilizia residenziale pubblica. L iniziativa prevede l immediata raccolta, Unione SicetInquilini anche da parte dei Sindacati, di tutte le even- Via Via Belinzaghi Tadino, tel. tel / tuali segnalazioni di disservizi che dovessero tel. tel /1797 verificarsi durante la stagione invernale e la Conia Unione Inquilini conseguente trasmissione ad Aler delle problematiche, per concordare le modalità migliori di Uniat tel Via Belinzaghi 11 intervento e ridurre i tempi di sistemazione dei Via Conia Campanini, 7 possibili malfunzionamenti. Gli inquilini potranno rivolgersi anche alle Organizzazioni sinda- tel tel. Viale Monza, 137 cali dell utenza per segnalare eventuali disservizi al fine di sollecitare e accelerare i tempi di Via Campanini, 7 Uniat risoluzione dei problemi. tel ALTRI INTERVENTI Sono in corso, come di consueto, diversi interventi di manutenzione straordinaria sul patrimonio Aler. Proseguono, in particolare su un lotto, i lavori al Molise-Calvairate, alcuni degli interventi sono già in atto e altri ancora inizieranno entro la fine dell anno per dare corso al rinnovamento complessivo degli stabili. Entro il mese partirà il frazionamento di 10 abitazioni a Ponte Lambro, occasione utile per ridurre appartamenti molto grandi e difficilmente assegnabili, in alloggi di dimensioni più ridotte, per aumentare l offerta abitativa. Sull amianto sono stati consegnati i lavori per la bonifica in via San Dionigi a Milano, via Fontanile a Cernusco, via Villoresi a Garbagnate e via Don Minzoni a Buccinasco. Sono invece in corso di appalto i lavori in via Mar Jonio 3 a San Siro e la ristrutturazione con il recupero dei sottotetti in via Gabrio Rosa 9/11. Inoltre, a breve saranno avviati i lavori di recupero edilizio nell ambito del programma di recupero urbano a Legnano, in via Carlo Porta 114.

10

11 113 LA PAROLA AGLI INQUILINI Aler risponde alle domande degli propri inquilini Scriveteci: IO SOTTOSCRITTO INQUILINO ALER FACCIO RIChIESTA DI INTE- RESSARVI DEL CASO ChE VI FACCIO PRESENTE. ho PAGATO UN BOLLETTINO POSTALE DI 595 MILA LIRE PER PRA- TIChE DI VENDITA DELL ALLOGGIO AVVENUTO 15 ANNI FA. ChE FINE hanno FATTO QUEI SOLDI VISTO ChE NON SE NE è FATTO NULLA? ho FATTO RIChESTA DI RIMBORSO ALL UFFICIO CESSIO- NI ALLOGGI MA MI hanno DETTO ChE LI ho PERSI. FATEMI SAPERE GRAZIE. LETTERA FIRMATA Gentile inquilino, per risponderle con precisione, abbiamo trasmesso all Ufficio Cessione Alloggi il suo quesito. Si cita testualmente uno stralcio della comunicazione di Aler del 20/06/1995 inviata agli inquilini per spiegare le procedure di manifestazione d interesse di acquisto del proprio alloggio: se Ella è intenzionata ad acquistare l alloggio occupato dovrà far pervenire mediante raccomandata la domanda, compilata e sottoscritta, con i relativi allegati, tra cui in particolare il versamento, a favore di questo Istituto, di L per spese di istruttoria non rimborsabili, con l allegato modulo c/c postale entro 90 gg. dalla data della presente. Come si evince dal testo, l importo che lei aveva versato 15 anni fa non era soggetto a restituzione in caso di mancato acquisto, poiché è stato acquisito e utilizzato dall Azienda, per assolvere alle spese amministrative, tale somma non è dunque rimborsabile. SONO ARRIVATA A MILANO QUALChE MESE FA, IN CERCA DI UN LAVORO ChE SONO FINALMENTE RIUSCITA A TROVARE. AL MOMENTO SONO OSPITE DA MIA ZIA, IN UNA CASA ALER VICI- NO A LORENTEGGIO. LA CASA NON è MOLTO GRANDE, STIAMO STRETTE E VORREI ANDARMENE, MA POSSO PERMETTERMI SOLO QUALChE STANZA IN CONDIVISIONE LONTANISSIMA DALLA CITTà. ho LETTO ChE DATE DEI MONOLOCALI A BASSO PREZZO AI LAVORATORI DELL'ATM, CI SONO POSSIBILITà ANChE PER ChI COME ME LAVORA IN UN'AZIENDA PRIVATA? LETTERA FIRMATA Gentile signora, abbiamo chiesto al Settore assegnazioni e contratti fuori ERP di illustrarci quali sono le possibilità al momento percorribili. Attualmente è aperto il bando della Locazione Temporanea, destinato a diverse categorie, tra le quali rientrano anche i lavoratori a tempo determinato, con residenza fuori dalla provincia di Milano. Per tutte le informazioni utili, per consultare e scaricare il bando insieme a tutta la documentazione e alla domanda di partecipazione, può collegarsi al sito di Aler Milano (www.aler.mi.it, alla voce Bandi e graduatorie), oppure recarsi presso la nostra sede in viale Romagna 26. Dopo aver compilato il modulo potrà spedirlo tramite raccomandata a/r oppure consegnarlo all Ufficio protocollo, in attesa che venga pubblicata la graduatoria il 1 febbraio. I NOSTRI QUARTIERI FANNO FESTA I NUMERI UTILI DI ALER MILANO CENTRALINO CALL CENTER PATRIMONIO ALER (24 ORE SU 24-7 GIORNI SU 7) CALL CENTER PATRIMONIO COMUNE DI MILANO (24 ORE SU 24-7 GIORNI SU 7) OCCUPAZIONI ABUSIVE (24 ORE SU 24-7 GIORNI SU 7) FILIALI MILANO ZONA1 (via Saponaro, 24) ZONA2 (via Gentile Bellini, 15) ZONA3 (via Newton, 15) ZONA4 (via Salemi, 25) ZONA5 (via Costa, 20) ZONA6 (via Lulli, 28) Un immagine della festa tenutasi in via Satta lo scorso 9 ottobre. Protagonisti i bambini con giochi e disegni. IL TETTO Periodico Aler Milano, Azienda lombarda edilizia residenziale Anno 13 - numero 4 dicembre 2011 Registrato presso il tribunale di Milano in data 19/3/1999 al n 178 Direzione e redazione Viale Romagna, 26, milano Tel. 02/ , Fax 02/ Direttore responsabile Loris Zaffra Coordinamento editoriale Gianandrea Zagato Redazione Claudia Caselli Segreteria di redazione Nunzio Conversano Progetto grafico Luca Scanni Stampa Pixel, Novate Milanese (MI) Tiratura Chiuso in redazione il 25 novembre 2011 Si ringrazia il personale dell Aler per la collaborazione nella scelta dei testi e del materiale fotografico

12

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Per chi ha bisogno: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Catalogo 2013

Per chi ha bisogno: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Catalogo 2013 Per chi ha bisogno: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Catalogo 2013 Per i tuoi regali di Natale scegli di essere al fianco del WFP: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Scegli i tuoi regali aziendali

Dettagli

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno..

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Comune di Modena ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI SANITARIE E ABITATIVE non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Cerchi casa e stai vivendo un momento

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO In base all art. 256 del D. Lgs. 81/2008, così come modificato dal D. Lgs. 106/2009, i

Dettagli

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Divisione Studenti Servizi agli Studenti Divisione Studenti ISU BOCCONI Università Commerciale Luigi Bocconi Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Questo documento riassume le caratteristiche principali

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI

PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI ASSOCIAZIONE ROS ACCOGLIENZA ONLUS Piazza del Popolo, 22 Castagneto Carducci (LI) Tel. 0565 765244 FAX 0586 766091 PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI Target I beneficiari del progetto saranno circa

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO in collaborazione con Il contesto di riferimento BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO L obiettivo fissato dall Unione Europea che si prefiggeva di raggiungere una ricettività del 33% dei nidi e in generale

Dettagli

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali AMBITO TERRITORIALE DI AGNONE AGNONE BELMONTE DEL SANNIO CAPRACOTTA CAROVILLI CASTEL DEL GIUDICE CASTELVERRINO PESCOPENNATARO PIETRABBONDANTE POGGIO SANNITA SAN PIETRO AVELLANA SANT ANGELO DEL PESCO VASTOGIRARDI

Dettagli

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO Consigli e trucchi da esperti del settore IN QUESTA GUIDA: I. COME ORGANIZZARE UN TRASLOCO II. PRIMA DEL TRASLOCO III. DURANTE IL TRASLOCO IV. DOPO IL TRASLOCO V. SCEGLIERE

Dettagli

IL PIANO CASA PER LA TRANSIZIONE E L AVVIO DELLA RICOSTRUZIONE GUIDA PER IL CITTADINO

IL PIANO CASA PER LA TRANSIZIONE E L AVVIO DELLA RICOSTRUZIONE GUIDA PER IL CITTADINO dopo il TERREMOTO IL PIANO CASA PER LA TRANSIZIONE E L AVVIO DELLA RICOSTRUZIONE GUIDA PER IL CITTADINO Assicurare la ricostruzione di case e imprese secondo tempi certi e procedure snelle, garantendo

Dettagli

Opportunità e agevolazioni per gli studenti alla ricerca di casa

Opportunità e agevolazioni per gli studenti alla ricerca di casa Affitti in nero: convenienza ZERO Opportunità e agevolazioni per gli studenti alla ricerca di casa A cura del Comando Provinciale Guardia di Finanza Studia e vivi Roma Studia e vivi Roma è una guida di

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI COMUNE DI ALA REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd. 19.06.2003 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd.

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD CHIARA DE CANDIA chiaradecandia@libero.it 1 IL CONCETTO DI SE È la rappresentazione delle proprie caratteristiche e capacità in relazione

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO SULL'INTEGRAZIONE E LA PREVENZIONE DEL DISAGIO E DELL'ABBANDONO SCOLASTICO PRECOCE

PROGETTO EDUCATIVO SULL'INTEGRAZIONE E LA PREVENZIONE DEL DISAGIO E DELL'ABBANDONO SCOLASTICO PRECOCE PROGETTO EDUCATIVO SULL'INTEGRAZIONE E LA PREVENZIONE DEL DISAGIO E DELL'ABBANDONO SCOLASTICO PRECOCE PREMESSA La Dispersione Scolastica è un fenomeno complesso che riunisce in sé: ripetenze, bocciature,

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP:

Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: CODICE PRATICA *CODICE FISCALE*GGMMAAAAHH:MM Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' ATTIVITA' DI ASILO

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Delibera n.12/2013: Requisiti e procedimento per la nomina dei

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti.

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti. INDICE Informazioni per i cittadini - 3 Campagna di controllo degli impianti termici - 3 Responsabile dell impianto termico - 4 La manutenzione degli impianti: frequenze temporali delle operazioni - 4

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

RESIDENZA LE ROSE SCHEDA SERVIZIO DATI ANAGRAFICI STRUTTURA. Residenza LE ROSE. Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD. info@residenzalerose.

RESIDENZA LE ROSE SCHEDA SERVIZIO DATI ANAGRAFICI STRUTTURA. Residenza LE ROSE. Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD. info@residenzalerose. RESIDENZA LE ROSE DATI ANAGRAFICI STRUTTURA SCHEDA SERVIZIO Residenza LE ROSE DENOMINAZIONE Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD INDIRIZZO CAP CITTÀ PROVINCIA 0429 644544 TELEFONO info@residenzalerose.net

Dettagli

AMIANTO PIANO DI LAVORO

AMIANTO PIANO DI LAVORO AMIANTO PIANO DI LAVORO Piano di lavoro [art. 256 D. Lgs. 81/2008] I lavori di demolizione o rimozione dei materiali contenenti amianto possono essere effettuati solo da imprese iscritte all Albo nazionale

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

Istruzioni per la compilazione

Istruzioni per la compilazione ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL RICORSO - RISOLUZIONE STRAGIUDIZIALE DELLE CONTROVERSIE RICORSO ALL ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO Istruzioni per la compilazione ATTENZIONE:

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito RISOLUZIONE N. 69/E Roma, 16 ottobre 2013 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Consulenza giuridica Art. 2, comma 5, d.l. 25 giugno 2008, n. 112 IVA - Aliquota agevolata - Opere di urbanizzazione primaria

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Attività soggette al controllo dei VV.F. nei condomini

Attività soggette al controllo dei VV.F. nei condomini Attività soggette al controllo dei VV.F. nei condomini Innocenzo Mastronardi, Ingegnere Civile, professionista antincendio, PhD student in S.O.L.I.P.P. XXVI Ciclo Politecnico di Bari INTRODUZIONE Con l

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza Dipartimento di Sanità Pubblica S a l u t e è S a p e r e Azioni di Prevenzione n. 2 28 Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Indice Presentazione Strutture Sanitarie Introduzione Contesto Risultati

Dettagli

EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI

EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI PER INIZIARE EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI Dicesi dirigente un signore che dovrebbe non dirigere ma animare; non solo animare ma testimoniare, non solo testimoniare, ma motivare. Insomma,

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

10 passi. verso la salute mentale.

10 passi. verso la salute mentale. 10 passi verso la salute mentale. «La salute mentale riguarda tutti» La maggior parte dei grigionesi sa che il movimento quotidiano e un alimentazione sana favoriscono la salute fisica e che buone condizioni

Dettagli

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove I love Ci C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove poter crescere con gioia e buon senso, contribuendo

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Venga il Tuo Regno! COMISSIONE CENTRALE PER LA REVISIONE DEGLI STATUTI DEL REGNUM CHRISTI Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Cari promotori

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli