Il finanziamento pubblico alle fondazioni lirico-sinfoniche

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il finanziamento pubblico alle fondazioni lirico-sinfoniche"

Transcript

1 alle fondazioni lirico-sinfoniche Economia e gestione delle amministrazioni pubbliche A.A. 2014/2015 Prof. Giuseppe Catalano Alice D Ambrosio Martina Gregori Claudia Muzi

2 Indice 1. Il servizio Opera lirica 2. Il quadro normativo 3. Le modalità dell intervento pubblico 4. Le altre fonti di finanziamento 5. Le fondazioni lirico sinfoniche 6. Il confronto con l estero 7. Le conclusioni e le proposte 8. La Prima alla Scala, stagione 2014/

3 La tassonomia del servizio Tab. 1. Tipologia del bene Opera lirica Rivale Non rivale Escludibile Servizio privato Servizio tariffabile Non escludibile Servizio comune Servizio pubblico Servizio Meritorio: in mancanza dell intervento dello Stato, tale bene sarebbe sottoprodotto e sotto-consumato Servizio di Club: in particolare in riferimento alle prime di ogni spettacolo Pagina 3/26

4 Le motivazioni dell intervento pubblico Esternalità Positive Benefici culturali sulla società Incremento turismo Immagine internazionale Allargamento a tutte le fasce di reddito L intervento pubblico è giustificato dall art 1 della L. 800/67: «Lo Stato considera l attività lirica e concertistica di rilevante interesse generale, in quanto intesa a favorire la formazione musicale, culturale e sociale della collettività nazionale. Per la tutela e lo sviluppo di tali attività lo Stato interviene con idonee provvidenze.» Pagina 4/26

5 Il quadro Normativo L. 14 agosto 1967, n. 800/67 ( Legge Corona ) Formalizza i motivi dell intervento pubblico Istituisce 13 enti di importanza nazionale, cui si aggiunge l Accademia di Santa Cecilia L. 30 aprile 1985, n. 163/85, (art.1, 15) Viene creato il Fus e ogni anno viene rifinanziato con la legge finanziaria (ora legge di stabilità in Tabella C) D.Lgs. 29 giugno 1996, n. 367/96 ( Legge Veltroni ) Art. 1 «Gli en' di prioritario interesse nazionale che operano nel se2ore musicale devono trasformarsi in fondazioni di diri2o privato secondo le disposizioni previste dal presente decreto.» Senza scopo di lucro Possono svolgere attività commerciali ed accessorie, ma devono garantire diffusione dell arte musicale, competenza professionale ed educazione musicale della collettività Devono rispettare i vincoli di bilancio Pagina 5/26

6 Il quadro Normativo Problema: si è creato un sistema di finanziamento misto senza aver introdotto un sistema incentivante Legge Bray D.L. 8 agosto 2013, n. 91 (art. 11, 15, 20) ( Legge Bray ) Autorizza ad erogare, per il 2013, tutte le somme residue a valere sul Fondo unico per lo spettacolo (Fus), a favore delle fondazioni, allo scopo di fronteggiare lo stato di crisi del settore e salvaguardarne i lavoratori. Introduce obbligo di pareggio di bilancio ( ) Regolamentazione statuti à governance complessa con scarsa autonomia gestionale Introduce un sistema incentivante, fissando criteri di ripartizione dei fondi premianti il merito Pagina 6/26

7 Il quadro Normativo D.M. 3 febbraio 2014 (G.U. 21 maggio 2014, n.116) Contiene i criteri di assegnazione del contributo Fus vigenti D.M. 1 luglio 2014 (G.U. 19 agosto 2014, n.191, Fransceschini ) Introduce ArtBonus che prevede la deducibilità del 65% delle donazioni devolute anche per gli investimenti delle fondazioni lirico sinfoniche à incentivo ai privati Prosegue il risanamento delle fondazioni lirico sinfoniche iniziata da Bray e in particolare la fondazione Teatro dell Opera di Roma assume il nome di Teatro dell Opera di Roma Capitale Fondo unico per lo spettacolo (Fus) I contributi vengono concessi per progetti triennali, su programmi annuali A partire dall esercizio 2015 cambiano le modalità di concessione dei contributi Fus Pagina 7/26

8 Le modalità dell intervento pubblico Sussidi Statali: Fus Estrazioni lotto infrasettimanale Fondi società Arcus Spa Provvedimenti specifici 5 x Mille e 8 x Mille dell Irpef In maniera indiretta attraverso crediti d imposta e detassazione utili rinvestiti. Fig. 1. Tipologie di finanziamento!"#"#$%& '()%*+#$%&,-*.%+/%#& 0*12+%&,-%.#"(& 32"*4+#+5%#1(+"*& Piccoli teatri non sovvenzionati a livello statale Pagina 8/26

9 Il Fondo Unico per lo Spettacolo Fig. 2. Andamento dello stanziamento Fus ( ) in mln di a prezzi correnti e costanti Fus 2014: Opera lirica: Fonte: Elaborazione Osservatorio dello Spettacolo su dati Mibact e Istat. Calcolo prezzi costanti: utilizzato l indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati al netto dei tabacchi Pagina 9/26

10 Il Fondo Unico per lo Spettacolo Fonte: AC2679 Atti della Camera n. 2679, Tabella C della legge di stabilità Pagina 10/26

11 Il fondo Unico per lo Spettacolo Fig. 3. Aliquote di riparto del Fus complessivo Spese funzionamento Comitati e Commissioni Osservatorio dello spettacolo 0,01% 0,16% Attività cinematografiche 20,20% Attività circensi e spettacolo viaggiante 1,30% Attività teatrali di prosa 15,83% Attività di danza 2,60% Attività musicali 13,90% Fondazioni liriche 46% Fonte: D.M. 3 febbraio 2014 (G.U. 21 maggio 2014, n.116) Pagina 11/26

12 La ripartizione Fus tra le fondazioni D.M. 3 febbraio 2014 (G.U. 21 maggio 2014, n.116) 50% cos( di produzione derivan( dai programmi di a5vità realizzata nell'anno precedente Incentivi Fare più rappresentazioni con molti elementi in scena e in buca Punteggio ottenuto / Punteggio tot. assegnato 25% miglioramento dei risulta( della ges(one a;raverso la capacità di reperire risorse Aumentare fonti privati e autofinanziamento Valore della produzione / Valore contributi dello Stato 25% qualità ar(s(ca dei programmi validità e varietà del progetto compositori nazionali coordinamento con altre fondazioni estere produzione nazionale agevolazioni per accesso agli spettacoli Pagina 12/26

13 Le altre fonti di finanziamento Autofinanziamento Vendita biglietti e abbonamenti Attività commerciali accessorie (vendita CD, DVD, programmi di sala, materiale fotografico, diritti televisivi e distribuzione online) Proventi dei servizi bar e guardarobe Noleggio sala del teatro Finanziamenti privati Fondatore privato: qualsiasi soggetto diverso dai fondatori obbligatori (d.lgs. n. 367/1996) Socio sostenitore et similia: figure previste dai singoli statuti, non dal legislatore Privato Mecenate Sponsorizzatore Pagina 13/26

14 Le fondazioni lirico-sinfoniche Tab. 2. Elenco Fondazioni lirico-sinfoniche TOTALE FUS 2013 ( ) STANZIAMENTO 2013 ( ) Fond. Teatro Comunale di Bologna , ,79 Fond. Teatro del Maggio Musicale Fiorentino , ,43 Fond. Teatro Carlo Felice di Genova , ,99 Fond. Teatro alla Scala di Milano , ,58 Fond. Teatro di S. Carlo in Napoli , ,79 Fond. Teatro Massimo di Palermo , ,12 Fond. Teatro dell Opera di Roma , ,75 Fond. Teatro Regio di Torino , ,05 Fond. Teatro Lirico G. Verdi di Trieste , ,21 Fond. Teatro La Fenice di Venezia , ,85 Fond. Arena di Verona , ,64 Fond. Accademia Nazionale di S. Cecilia , ,00 Fond. Teatro Lirico di Cagliari , ,17 Fond. Petruzzelli e Teatri di Bari , ,35 TOTALE , ,72 Pagina 14/26

15 I fondatori e i partners Milano Fondatori di diritto: Repubblica Italiana, Regione Lombardia, Comune di Milano Fondatori pubblici: Provincia di Milano, Camera di Commercio di Milano Fondatori privati permanenti: Fondazione Cariplo, Eni, Fininvest, Pirelli, Generali, Enel, Fondazione Banca del monte di Lombardia, Banca popolare di Milano, Tod's, Mapei, Telefonica Fondatori privati ordinari: Sea, Intesa San Paolo, a2a Fondatori emeriti: Milano per La Scala, Assolombarda Verona Fondatori di diritto: Repubblica Italiana, Regione Veneto, Comune di Verona Fondatori principali: Provincia di Verona, Camera di Commercio di Verona Major Partner: Unicredit Official sponsor: Intimissimi Official partners: veronabooking.com, Verona fiere, AirDolomiti, Douglas, Grana Padano, Acqua Naturale minerale Dolomia, Infracom, Sartori di Verona, MAC, Matilde Vicenzi, Saba parcheggi, Rubelli, Fidenza Village, eismann, VeronaBresciaGarda aeroporti. Automotive partner: Volksvagen Group Italia spa Mobility partner: DB Bahn Pagina 15/26

16 La vendita dei biglietti Tab. 3. Prezzo del biglietto (il più caro ed il meno caro) - Informazioni aggregate Fondazione Posto Prima Altre Incremento rappresentazioni bene di club Teatro alla Scala Platea % Ingressi ,30% San Carlo di Napoli Platea ,66% Balconata % Teatro dell Opera di Roma Platea ,40% Galleria ,29% da 120 a da 110 8,00% Platea Arena di Verona 188 a 174 Non numerati % Spettacoli Ingressi a pagamento Spesa al botteghino ,35 Fonte: siti ufficiali delle Fondazioni e Rapporto Mibact 2013 Pagina 16/26

17 Le agevolazioni Tab. 4. Tipologie per ciascuna Fondazione Fondazione Giovani / Studen5 Anziani Portatori di handicap Famiglia Ulteriori Teatro alla Scala Teatro dell'opera Arena di Verona Riduzione under 18 Studen( under 26 Promozione Under 30 (abbonamento 3 opere al costo di 1, anteprime) Riduzione under 25 (25%) Studen( under 30 (25%) Riduzione scuole e università, ed al personale in servizio (docente e non) Riduzione over 65 Riduzione over 65 (25%) Si Si Scala famiglia (1 adulto più un minore dai 6 ai 18 anni) Riduzioni per "Consulta lavoratori per promozione culturale" e "Servizio promozionale culturale" Cral, Convezioni, Associazioni culturali (10%) Teatro San Carlo Riduzione under 30 Cral e associazioni convenzionate Gruppi di 10 persone Fonte: siti ufficiali delle Fondazioni Pagina 17/26

18 La situazione economico-finanziaria Il pareggio di bilancio è condizione minima di stabilità finanziaria, ma scopo principale non è l utile ma la soddisfazione degli stakeholder (finanziatori, donatori, pubblico) Somma risultati d'esercizio , ,86 Stato di emergenza permanente che induce lo Stato a finanziare sempre e comunque gli enti, anche quelli che agiscono prescindendo da criteri di economicità. Legge Bray : i soggetti che nel triennio hanno raggiunto il pareggio di bilancio avranno una quota aggiuntiva (del 5%) sul Fus. previsto per il 2014 un fondo a rotazione di 75 mln, per la concessione di finanziamenti di durata massima trentennale, oltre a un altro fondo di 25 mln (Teatro dell Opera e per La Scala) Costo allo Stato per ogni replica (2013) Ricavo medio per ogni replica (2013) , ,23 Fonte: Rapporto Mibact 2013 e siti ufficiali delle fondazioni Pagina 18/26

19 Tab. 5. Voci significative RICAVI DALLA VENDITA E DALLE PRESTAZIONI Il confronto tra i bilanci ROMA MILANO NAPOLI VERONA CONTRIBUTI ALLA GESTIONE RICAVI TOTALI COSTO DEL PERSONALE COSTI TOTALI RIS. FINALE DELL'ESERCIZIO RICAVI DALLA VENDITA E DALLE PRESTAZIONI CONTRIBUTI ALLA GESTIONE RICAVI TOTALI COSTO DEL PERSONALE COSTI TOTALI RIS. FINALE DELL'ESERCIZIO Pagina 19/26

20 Roma I costi del personale Napoli 38% 45% 62% 55% Verona Per tutte le Fondazioni il personale rappresenta circa il 50% dei costi iper-sindacalizzato Milano 45% 43% 55% 45% 55% Altri costi 57% Costi del personale Pagina 20/26

21 La capacità di fundraising Fig. 5. Entrate da privati per ogni di finanziamento pubblico Fonte: Elaborazione dati da Turrini, Cancellieri, Un opera da finanziare in privato, in lavoce.it, 2012 Pagina 21/26

22 Il confronto dell'opera lirica con l estero MODELLO EUROPEO Forte intervento statale sia a livello di finanziamento che di gestione MODELLO STATUNITENSE Sostegno irrisorio del governo federale, degli Stati e delle autorità locali rispetto all'ammontare dei finanziamenti elargiti dai privati (cittadini e imprese) Pagina 22/26

23 IL confronto europeo Legislazione: Legislazione: Legislazione: FRANCIA manca una legislazione nazionale. Opéra en region, Opéra National en region Finanziamento: sovvenzioni pubbliche 85-90% entrate proprie circa il 15% mecenatismo irrilevante Gestione: governo centrale solo in due casi su 30 varietà degli statuti giuridici (Epic, Epa) GERMANIA anni '80: enti totalmente integrati nella Pa anni '90: crescente autonomia Finanziamento: preponderante il pubblico 80% entrate proprie 20% quasi irrilevanti i finanziamenti privati. Gestione: la maggior parte dei teatri sono a titolarità pubblica ma ne esistono alcuni interamente privati REGNO UNITO manca una legislazione nazionale. Si attua controllo per via indiretta tramite gli Arts Councils Finanziamento: Importanti finanziamenti pubblici ma in trend crescente quelli privati. I Fondi vengono elargiti agli Arts Councils che hanno ampia libertà di distribuzione. Gestione: la maggior parte dei teatri sono organizzazioni non profit con titolarità privata Pagina 23/26

24 Le conclusioni e le proposte (!!" '!!" &!!" %!!" $!!" #!!"!" Fig. 6. Numero di recite per città 2012/2013 )*+,-./"" " 3/.4+1"" /"9/.1:/" 4-" )1;-*+1" L Opera lirica italiana <*.*=-1" 9-,1./" )*+,-./"" " 3/.4+1"" /" 9/.1:/"4-")1;-*+1" <*.*=-1" 9-,1./" Num. Teatri Fonte: Cognata A., Opera lirica. La Traviata in testa, l Italia giù, il Sole 24ore, 8 dicembre 2013 La Traviata è l opera più rappresentata al mondo (553) 15 opere su 20 sono in italiano Tra i 10 compositori più programmati al mondo 4 sono italiani (primo Verdi, secondo Puccini) à 3 à 3 à 2 à 1 à 3 à 1 à 1 Pagina 24/26

25 Le conclusioni e le proposte L abbassamento del prezzo del biglietto non garantisce l attrazione di pubblico di fasce di reddito basse Pagina 25/26

26 La Prima alla Scala Stagione 2014/2015 Milano, 7 dicembre Prima della Scala a Milano, sono durati dodici minuti circa gli applausi al termine del Fidelio di Beethoven. L'opera diretta dal maestro Daniel Barenboim per la regia di Deborah Warner ha conquistato il teatro. Unanimi consensi agli interpreti, al maestro e alla regia. Nemmeno un fischio dalla sala gremita: era da tempo che non si ricordava una tale unanimità. (IL GIORNO, Milano) Manifestanti fuori dal teatro: Case popolari #CulturaGratis Incassi 2,3 milioni di euro Prezzo biglietto (platea): 2000 Pagina 26/26

27 Bibliografia Bosi, P., Corso di scienza delle finanze, il Mulino, 2012, pp Cerrina Ferroni, G., Organizzazione, gestione e finanziamento dei teatri d opera in Europa. Un quadro comparato, in Organizzazione, gestione e finanziamento dei teatri d'opera. Esperienze europee a confronto, a cura di G. Ferrina Cerroni, E. Negri, K. Froboese, Giappichelli, 2014, pp Baraldi, M., Schema di Regolamento recante nuovo assetto ordinamentale e organizzativo delle fondazioni lirico-sinfoniche, già enti di prioritario interesse nazionale operanti nel settore musicale, trasformati in fondazioni di diritto privato ai sensi del decreto legislativo 29 giugno 1996, n. 367, a norma dell articolo1, comma 1 ed 1-bis, del decreto-legge 30 aprile 2012, n.64, convertito, con modificazioni, in legge 29 giugno 2010, n. 100, 2010, pp Ravenna, M., Il sistema delle Fondazioni Lirico-sinfoniche in Italia, in «Tafter Journal», 2010, n. 22. Pagina I / IV

28 Bibliografia Turrini, A., Cancellieri, G., Un opera da finanziare in privato, in Turrini, A., Lo spettacolo? Un dramma, in Finanziatori privati in scena, in L opera da tre soldi. Pubblici?, in Redazione di Milano, Prima della scala 12 minuti di applausi per il Fidelio diretto da Barenboim, 7 dicembre 2014, Cognata, A., Opera lirica. La Traviata in testa, l Italia giù, in il Sole 24ore, 8 dicembre 2013 Rapporto Mibact (Segretariato generale), Minicifre della cultura 2013, Gangemi Editore Mibact, Relazione sull'utilizzazione del Fondo unico per lo spettacolo 2013, Osservatorio dello spettacolo Pagina II / IV

29 Bibliografia Quadro Normativo: Riparto Fus 2014, D.M. 3 febbraio 2014 Criteri Fls 2014, D.M. 3 febbraio 2014 L. 14 agosto 1967, n. 800/67 L. 30 aprile 1985, n. 163/85 D.Lgs. 29 giugno 1996, n. 367/96 D.L. 8 agosto 2013, n. 91 (art. 11, 15, 20) D.M. 3 febbraio 2014 (G.U. 21 maggio 2014, n.116) D.M. 1 luglio 2014 (G.U. 19 agosto 2014, n.191, Fransceschini ) Pagina III / IV

30 Sitografia Pagina IV / IV

CONFERENZA STAMPA. 10 dicembre 2014. laverdi e i (mancati) contributi pubblici

CONFERENZA STAMPA. 10 dicembre 2014. laverdi e i (mancati) contributi pubblici CONFERENZA STAMPA 10 dicembre 2014 laverdi e i (mancati) contributi pubblici Quante orchestre sono state create negli ultimi vent anni? Quante orchestre sono state chiuse negli ultimi vent anni? Quanti

Dettagli

Fondazioni lirico-sinfoniche e stato di avanzamento dell applicazione dell art.11 L.112/2013

Fondazioni lirico-sinfoniche e stato di avanzamento dell applicazione dell art.11 L.112/2013 ex Fondazioni lirico-sinfoniche e stato di avanzamento dell applicazione dell art.11 L.112/2013 21/10/2014 Agenda Le Fondazioni lirico-sinfoniche Applicazione dell art.11 della Legge 112: avanzamento 2

Dettagli

Camera dei Deputati 9 Senato della Repubblica

Camera dei Deputati 9 Senato della Repubblica Camera dei Deputati 9 Senato della Repubblica Determinazione e relazione della Sezione del controllo sugli enti sul risultato del controllo eseguito sulla gestione finanziaria delle Fondazioni lirico-sinfoniche

Dettagli

Relatore: Consigliere Andrea Zacchia. Hanno collaborato per l istruttoria e l analisi gestionale il dott. Raffaele Ficociello e il rag.

Relatore: Consigliere Andrea Zacchia. Hanno collaborato per l istruttoria e l analisi gestionale il dott. Raffaele Ficociello e il rag. Determinazione e relazione della Sezione del controllo sugli enti sul risultato del controllo eseguito sulla gestione finanziaria delle Fondazioni lirico-sinfoniche per gli esercizi 2011-2012 Relatore:

Dettagli

Relazione sulla Utilizzazione del Fondo Unico dello Spettacolo

Relazione sulla Utilizzazione del Fondo Unico dello Spettacolo MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI Dipartimento dello Spettacolo Osservatorio dello Spettacolo Relazione sulla Utilizzazione del Fondo Unico dello Spettacolo 2000 INDICE PREFAZIONE PRIMA PARTE

Dettagli

Relazione sull utilizzazione del Fondo Unico per lo Spettacolo 2013

Relazione sull utilizzazione del Fondo Unico per lo Spettacolo 2013 MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO Relazione sull utilizzazione del Fondo Unico per lo Spettacolo 2013 OSSERVATORIO DELLO SPETTACOLO Proprietà letteraria riservata Ministero dei

Dettagli

FARE FUND RAISING IN BIBLIOTECA. Fiscalità italiana: poche idee e ben confuse

FARE FUND RAISING IN BIBLIOTECA. Fiscalità italiana: poche idee e ben confuse FARE FUND RAISING IN BIBLIOTECA La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e della ricerca scientifica e tecnica. Tutela e valorizza il patrimonio storico e artistico della nazione. (Art. 9 della

Dettagli

Art Bonus Mecenati di oggi per l Italia di domani. Carolina Botti Direttore Centrale ARCUS

Art Bonus Mecenati di oggi per l Italia di domani. Carolina Botti Direttore Centrale ARCUS Art Bonus Mecenati di oggi per l Italia di domani Carolina Botti Direttore Centrale ARCUS Cos è l Art Bonus Ai sensi dell'art.1 del D.L. 31.5.2014, n. 83 e s.m.i., è stato introdotto un credito d'imposta

Dettagli

, DEL DECRETO-LEGGE 30 APRILE 2010, N. 64, CONVERTITO, CON MODIFICAZIONI, DALLA LEGGE 29 GIUGNO 2010, N.

, DEL DECRETO-LEGGE 30 APRILE 2010, N. 64, CONVERTITO, CON MODIFICAZIONI, DALLA LEGGE 29 GIUGNO 2010, N. SCHEMA DI DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA CONCERNENTE REGOLAMENTO RECANTE NUOVO ASSETTO ORDINAMENTALE E ORGANIZZATIVO DELLE FONDAZIONI LIRICO- SINFONICHE, A NORMA DELL'ARTICOLO 1, COMMI 1 ED 1-BIS,

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE ISTRUZIONE AUDIZIONE INFORMALE AS 1014 (DISPOSIZIONI URGENTI PER LA TUTELA LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO

SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE ISTRUZIONE AUDIZIONE INFORMALE AS 1014 (DISPOSIZIONI URGENTI PER LA TUTELA LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE ISTRUZIONE AUDIZIONE INFORMALE AS 1014 DL 8 AGOSTO 2013 N. 91 (DISPOSIZIONI URGENTI PER LA TUTELA LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI

Dettagli

Determinazione e relazione sul risultato del controllo eseguito sulla gestione finanziaria delle FONDAZIONI LIRICO - SINFONICHE

Determinazione e relazione sul risultato del controllo eseguito sulla gestione finanziaria delle FONDAZIONI LIRICO - SINFONICHE SEZIONE DEL CONTROLLO SUGLI ENTI Determinazione e relazione sul risultato del controllo eseguito sulla gestione finanziaria delle FONDAZIONI LIRICO - SINFONICHE 2013 Adunanza del 24 aprile 2015 Relatore:

Dettagli

Valore Cultura Decreto legge recante disposizioni urgenti per la tutela, la valorizzazione e il rilancio dei Beni e delle Attività Culturali

Valore Cultura Decreto legge recante disposizioni urgenti per la tutela, la valorizzazione e il rilancio dei Beni e delle Attività Culturali Valore Cultura Decreto legge recante disposizioni urgenti per la tutela, la valorizzazione e il rilancio dei Beni e delle Attività Culturali Roma 2 agosto 2013 1) Valore Grandi Progetti Disposizioni urgenti

Dettagli

Relazione sull utilizzazione del Fondo Unico per lo Spettacolo 2012

Relazione sull utilizzazione del Fondo Unico per lo Spettacolo 2012 Relazione sull utilizzazione del Fondo Unico per lo Spettacolo 2012 Osservatorio dello Spettacolo Relazione sull utilizzazione del Fondo Unico per lo Spettacolo Anno 2012 Indice Premessa... 3 Introduzione

Dettagli

INFORMAZIONI BIGLIETTERIA

INFORMAZIONI BIGLIETTERIA INFORMAZIONI BIGLIETTERIA BIGLIETTERIA DEL TEATRO REGIO DI PARMA Biglietteria del Teatro Regio di Parma Strada Garibaldi, 16/A - 43121 Parma Tel. 0521 203999 - Fax 0521 504224 biglietteria@teatroregioparma.it

Dettagli

MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA CULTURALI Dirigente - Direttore Generale per lo Spettacolo dal Vivo

MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA CULTURALI Dirigente - Direttore Generale per lo Spettacolo dal Vivo INFORMAZIONI PERSONALI Nome Nastasi Salvatore Data di nascita 14/05/1973 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia Dirigente - Direttore Generale per lo Spettacolo

Dettagli

NUOVA DISCIPLINA DEGLI INTERVENTI DELLO STATO A FAVORE DELLO SPETTACOLO. LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO;

NUOVA DISCIPLINA DEGLI INTERVENTI DELLO STATO A FAVORE DELLO SPETTACOLO. LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; LEGGE 30 APRILE 1985, N. 163. NUOVA DISCIPLINA DEGLI INTERVENTI DELLO STATO A FAVORE DELLO SPETTACOLO. LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Dettagli

Il valore generato dal teatro alla Scala

Il valore generato dal teatro alla Scala Il valore generato dal teatro alla Scala Paola Dubini Centro ASK Università Bocconi Sintesi dei risultati Nello scorso mese di gennaio, il teatro alla Scala ha affidato al centro ASK dell Università Bocconi

Dettagli

CIRCOLARE N. 24/E. Roma, 31 luglio 2014

CIRCOLARE N. 24/E. Roma, 31 luglio 2014 CIRCOLARE N. 24/E Direzione Centrale Normativa Roma, 31 luglio 2014 OGGETTO: Articolo 1 del decreto-legge 31 maggio 2014, n. 83 Credito di imposta per favorire le erogazioni liberali a sostegno della cultura

Dettagli

Relatore: Consigliere Andrea Zacchia. Hanno collaborato per l istruttoria e l analisi gestionale il dr. Raffaele Ficociello e il rag.

Relatore: Consigliere Andrea Zacchia. Hanno collaborato per l istruttoria e l analisi gestionale il dr. Raffaele Ficociello e il rag. Determinazione e relazione della Sezione del controllo sugli enti sul risultato del controllo eseguito sulla gestione finanziaria delle Fondazioni lirico-sinfoniche per gli esercizi 2007-2010 Relatore:

Dettagli

Art-Bonus Credito d imposta per le erogazioni liberali a sostegno della cultura

Art-Bonus Credito d imposta per le erogazioni liberali a sostegno della cultura Art-Bonus Credito d imposta per le erogazioni liberali a sostegno della cultura 1 PREMESSA L art. 1 del DL 31.5.2014 n. 83, entrato in vigore l 1.6.2014 e convertito nella L. 29.7.2014 n. 106, ha introdotto

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Nastasi Salvatore Data di nascita 14/05/1973

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Nastasi Salvatore Data di nascita 14/05/1973 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Nastasi Salvatore Data di nascita 14/05/1973 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente di I fascia ai sensi dell'art. 19, comma 6 del

Dettagli

SOSTIENI L'OPERA GIOCOSA

SOSTIENI L'OPERA GIOCOSA SOSTIENI L'OPERA GIOCOSA AMICI DEL TEATRO Il Culturale Sperimentale Lirico Sinfonico - Teatro dell'opera Giocosa ONLUS è un organismo di diritto privato ch opera per la promozione di lirica, concertistica

Dettagli

Seconda relazione semestrale dell anno 2015. Periodo gestionale di riferimento: I semestre - 2015

Seconda relazione semestrale dell anno 2015. Periodo gestionale di riferimento: I semestre - 2015 Relazione del Commissario straordinario del Governo sul monitoraggio semestrale dello stato di attuazione dei piani di risanamento delle fondazioni lirico-sinfoniche ex art 11, comma 3, lett. b), del decreto-legge

Dettagli

Grafico 17. Distribuzione regionale dei contributi alle Attività Promozionali v.a. e variazione % (anni 2004-2005) - 50 100 150 200 250 300 350

Grafico 17. Distribuzione regionale dei contributi alle Attività Promozionali v.a. e variazione % (anni 2004-2005) - 50 100 150 200 250 300 350 Camera dei Deputati 81 Senato della Repubblica Grafico 17. Distribuzione regionale dei contributi alle Attività Promozionali v.a. e variazione % (anni 040) Migliaia 0 0 10 0 20 300 30 Piemonte 0,0 Valle

Dettagli

Art-bonus: credito di imposta per favorire le erogazioni liberali a sostegno della cultura. Alessandria, 15 aprile 2015

Art-bonus: credito di imposta per favorire le erogazioni liberali a sostegno della cultura. Alessandria, 15 aprile 2015 Art-bonus: credito di imposta per favorire le erogazioni liberali a sostegno della cultura Alessandria, 15 aprile 2015 1 Art-bonus CREDITO D IMPOSTA di natura temporanea, introdotto dal decreto-legge 31

Dettagli

Art bonus. (Art. 1 del D.L. 31.05.2014 n. 83 convertito in Legge n. 106 del 29.07.2014)

Art bonus. (Art. 1 del D.L. 31.05.2014 n. 83 convertito in Legge n. 106 del 29.07.2014) Art bonus (Art. 1 del D.L. 31.05.2014 n. 83 convertito in Legge n. 106 del 29.07.2014) Credito d imposta per le erogazioni liberali in denaro a sostegno della cultura e dello spettacolo, quale sostegno

Dettagli

LA DIMENSIONE DELLO SPETTACOLO COREUTICO

LA DIMENSIONE DELLO SPETTACOLO COREUTICO 1 La danza in Italia: la produzione e la fruizione di balletti e concerti dal 2008 al 2010 La produzione e la fruizione dei balletti classici, moderni e dei concerti è classificata dalla S.I.A.E. (Società

Dettagli

ALLEGATO 1 (decreto-legge 8 agosto 2013, n.91 convertito con modificazioni in Legge 7 ottobre 2013, n.112 art.11.)

ALLEGATO 1 (decreto-legge 8 agosto 2013, n.91 convertito con modificazioni in Legge 7 ottobre 2013, n.112 art.11.) ALLEGATO 1 alla Relazione Semestrale sull applicazione dei Piani di Risanamento delle fondazioni lirico-sinfoniche (decreto-legge 8 agosto 2013, n.91 convertito con modificazioni in Legge 7 ottobre 2013,

Dettagli

Prot. n. 56 /14 UL/RG/dlm Roma, 29 maggio 2014

Prot. n. 56 /14 UL/RG/dlm Roma, 29 maggio 2014 Prot. n. 56 /14 UL/RG/dlm Roma, 29 maggio 2014 Alle Aziende ed Enti Associati Loro Sedi FEDERCULTURE SERVIZIO LEGISLATIVO CIRCOLARE 3/14 Oggetto: Disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale,

Dettagli

INFORMAZIONI BIGLIETTERIA

INFORMAZIONI BIGLIETTERIA INFORMAZIONI BIGLIETTERIA BIGLIETTERIA DEL TEATRO REGIO DI PARMA Biglietteria del Teatro Regio di Parma Strada Garibaldi, 16/A - 43121 Parma Tel. 0521 203999 - Fax 0521 504224 biglietteria@teatroregioparma.it

Dettagli

L'Accademia Nazionale di Arte Drammatica "Silvio D'Amico"

L'Accademia Nazionale di Arte Drammatica Silvio D'Amico Camera dei Deputati 161 Senato della Repubblica Nel quinquennio in esame il finanziamento destinato all ETI, comprendente le quote FUS e quelle extra-fus, ha registrato una fase crescente fino al 2003

Dettagli

RENDICONTO GESTIONALE ESERCIZIO 2012

RENDICONTO GESTIONALE ESERCIZIO 2012 RENDICONTO GESTIONALE ESERCIZIO 2012 Fondazione Teatro Rossini - Piazzale Cavour, 17 48022 Lugo (RA) Partita iva e codice fiscale: 02073240398 Soci fondatori: Comune di Lugo Fondazione Cassa di Risparmio

Dettagli

STATUTO DELLA FONDAZIONE TEATRO BESOSTRI. 1) Per iniziativa del Comune di Mede, è costituita la Fondazione Teatro Besostri.

STATUTO DELLA FONDAZIONE TEATRO BESOSTRI. 1) Per iniziativa del Comune di Mede, è costituita la Fondazione Teatro Besostri. Articolo 1 COSTITUZIONE SEDE STATUTO DELLA FONDAZIONE TEATRO BESOSTRI 1) Per iniziativa del Comune di Mede, è costituita la Fondazione Teatro Besostri. 2) La Fondazione ha sede in Mede, Piazza della Repubblica

Dettagli

Corso Marketing Sociale, a.a. 2010-2011 Dott. Giuseppe Fattori

Corso Marketing Sociale, a.a. 2010-2011 Dott. Giuseppe Fattori Laurea Magistrale in Scienze della Comunicazione Pubblica e Sociale, Unversità di Bologna Corso Marketing Sociale, a.a. 2010-2011 Dott. Giuseppe Fattori Laurea Magistrale in Scienze della Comunicazione

Dettagli

IL MOBILITY MANAGEMENT

IL MOBILITY MANAGEMENT IL MOBILITY MANAGEMENT L. BERTUCCIO, E. CAFARELLI Euromobility Associazione Mobility Manager Dei 24 capoluoghi di provincia con un numero di abitanti superiore a 150.000 unità non tutti hanno fornito l

Dettagli

INFORMAZIONI BIGLIETTERIA

INFORMAZIONI BIGLIETTERIA INFORMAZIONI BIGLIETTERIA BIGLIETTERIA DEL TEATRO REGIO DI PARMA Biglietteria del Teatro Regio di Parma Strada Garibaldi, 16/A - 43121 Parma Tel. 0521 203999 - Fax 0521 504224 biglietteria@teatroregioparma.it

Dettagli

REGOLAMENTO CONCESSIONE FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI E PRIVATI ART. 1 1 FINALITA

REGOLAMENTO CONCESSIONE FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI E PRIVATI ART. 1 1 FINALITA ART. 1 1 FINALITA 1. Il presente regolamento contiene le procedure, i criteri e le modalità inerenti la disciplina per la concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari e l attribuzione

Dettagli

Il Servizio Sanitario in Italia

Il Servizio Sanitario in Italia Il Servizio Sanitario in Italia Corso di Economia e Gestione delle Amministrazioni Pubbliche A.A. 2014/2015 Docente: Prof. Giuseppe Catalano 17/12/2014 A cura di: Silvia Danella Gemma Oranges Marco Salvatore

Dettagli

Camera dei Deputati - 49 - Senato della Repubblica

Camera dei Deputati - 49 - Senato della Repubblica Camera dei Deputati - 49 - Senato della Repubblica Il Decreto M inisteriale 29 ottobre 2007 detta, all'articolo 1, i criteri generali e le percentuali di ripartizione dei contributi tra le diverse Fondazioni

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2014 PARERE CONTABILE DEL RESPONSABILE DI RAGIONERIA

BILANCIO DI PREVISIONE 2014 PARERE CONTABILE DEL RESPONSABILE DI RAGIONERIA Allegato PR PROVINCIA DI SAVONA BILANCIO DI PREVISIONE 2014 PARERE CONTABILE DEL RESPONSABILE DI RAGIONERIA Dott.ssa Patrizia Gozzi A cura del Servizio Bilancio e Programmazione Finanziaria Il Dirigente

Dettagli

Largo alle detrazioni fiscali per le erogazioni liberali, nuova stretta sulle sponsorizzazioni.

Largo alle detrazioni fiscali per le erogazioni liberali, nuova stretta sulle sponsorizzazioni. Mecenate dove sei? Fatti trovare! Largo alle detrazioni fiscali per le erogazioni liberali, nuova stretta sulle sponsorizzazioni. Cambio di rotta sulle detrazioni fiscali per i mecenati. Il decreto legge

Dettagli

160 10 maggio 2010. IBL Focus. Fondazioni lirico-sinfoniche Una riforma senza gloria (ma necessaria) Filippo Cavazzoni. idee per il libero mercato

160 10 maggio 2010. IBL Focus. Fondazioni lirico-sinfoniche Una riforma senza gloria (ma necessaria) Filippo Cavazzoni. idee per il libero mercato 160 idee per il libero mercato IBL Focus Fondazioni lirico-sinfoniche Una riforma senza gloria (ma necessaria) Filippo Cavazzoni Tutto, ogni sovvenzione va soppressa. Ognuno deve fare da sé ciò di cui

Dettagli

CINEMA E INDUSTRIA. Capitali Privati e Benefici Fiscali

CINEMA E INDUSTRIA. Capitali Privati e Benefici Fiscali CINEMA E INDUSTRIA Capitali Privati e Benefici Fiscali LA FILIERA CINEMATOGRAFICA SVILUPPO PRODUZIONE PROMOZIONE DISTRIBUZIONE PRE PRODUZIONE PRODUZIONE (RIPRESE) POST PRODUZIONE ITALIA SALA H.E. TV ALTRE

Dettagli

concessionari il tempo di trasmissione dedicato a tali forme di offerte non deve comunque superare un'ora e 12 minuti al giorno. 9- ter.

concessionari il tempo di trasmissione dedicato a tali forme di offerte non deve comunque superare un'ora e 12 minuti al giorno. 9- ter. Testo del decreto-legge 19 ottobre 1992, n. 408 coordinato con la legge di conversione 17 dicembre 1992, n. 483 recante: "Disposizioni urgenti in materia di pubblicità radiotelevisiva". Le modifiche apportate

Dettagli

FISCALITÀ, MECENATISMO CULTURALE & ART BONUS. Relatore: Prof. Stefano DARRA

FISCALITÀ, MECENATISMO CULTURALE & ART BONUS. Relatore: Prof. Stefano DARRA FISCALITÀ, MECENATISMO CULTURALE & ART BONUS Relatore: Prof. Stefano DARRA MECENATISMO CULTURALE IL MECENATISMO È IL SOSTEGNO AD ATTIVITÀ ARTISTICHE E CULTURALI. Chi sostiene queste attività è detto mecenate,

Dettagli

SOSTIENI IL MASSIMO. SOSTENITORE EFFETTIVO: donazioni da 100 a 1.000 euro

SOSTIENI IL MASSIMO. SOSTENITORE EFFETTIVO: donazioni da 100 a 1.000 euro SOSTIENI IL MASSIMO Lo statuto della Fondazione Teatro Massimo prevede, all'art. 4, diversi livelli di partecipazione di soggetti pubblici e privati cui corrisponde l istituzione dei seguenti albi: FONDATORI

Dettagli

Il complesso Auditorium Parco della Musica si estende per 94.000 metri quadri, ed è ubicato nel quartiere Flaminio di Roma (fig. 1).

Il complesso Auditorium Parco della Musica si estende per 94.000 metri quadri, ed è ubicato nel quartiere Flaminio di Roma (fig. 1). L'auditorium Parco della Musica: la gestione dei servizi commerciali di Gabriele Coppa e Carlo Fuortes gennaio 2006 Introduzione La Società Musica per Roma è stata costituita dal Comune di Roma, il 28

Dettagli

Registratevi sul sito www.napoliteatrofestival.it oppure su www.myteatrofestival.eu e scegliete la MyCARD più adatta a voi.

Registratevi sul sito www.napoliteatrofestival.it oppure su www.myteatrofestival.eu e scegliete la MyCARD più adatta a voi. Da quest anno il Napoli Teatro Festival Italia offre a tutto il pubblico le MyCARD per poter assistere alle iniziative e agli spettacoli dell edizione 2009 a condizioni vantaggiose e beneficiare di sconti

Dettagli

PRIMO ESEMPIO: TASI ALIQUOTA AL 2,5 PER MILLE SULLA PRIMA CASA E 0,8 PER MILLE SULLE SECONDE CASE (ALIQUOTA 11,4 PER MILLE)

PRIMO ESEMPIO: TASI ALIQUOTA AL 2,5 PER MILLE SULLA PRIMA CASA E 0,8 PER MILLE SULLE SECONDE CASE (ALIQUOTA 11,4 PER MILLE) PRIMO ESEMPIO: TASI ALIQUOTA AL 2,5 PER MILLE SULLA E 0,8 PER MILLE SULLE SECONDE CASE (ALIQUOTA 11,4 PER MILLE) ALIQUOTA AL TASI 2,5 PER MILLE SENZA CON Bari 254 331 106 225-29 Bologna 321 411 131 280-41

Dettagli

I SOGGETTI DI SPETTACOLO DELLA PROVINCIA DI RAVENNA

I SOGGETTI DI SPETTACOLO DELLA PROVINCIA DI RAVENNA I SOGGETTI DI SPETTACOLO DELLA PROVINCIA DI RAVENNA Censimento. Anno 2007. La ricerca ha come obiettivo quello di fotografare il sistema dello spettacolo nella Provincia di Ravenna, attraverso il monitoraggio

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA RELAZIONE

SENATO DELLA REPUBBLICA RELAZIONE SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA Doc. RELAZIONE SULLA UTILIZZAZIONE DEL FONDO UNICO PER LO SPETTACOLO E SULL ANDAMENTO COMPLESSIVO DELLO SPETTACOLO n. 1 LVI (Anno 2005) (Articolo 6 della legge 30

Dettagli

TAX CREDIT E TERRITORI Film Commission training. Italian Film Commissions Torino, 15 dicembre 2012

TAX CREDIT E TERRITORI Film Commission training. Italian Film Commissions Torino, 15 dicembre 2012 TAX CREDIT E TERRITORI Film Commission training Italian Film Commissions Torino, 5 dicembre 202 Le agevolazioni fiscali in Italia: Percorso normativo 2007 Introduzione Legge Finanziaria 2008 24 dicembre

Dettagli

MODELLI DI INTERVENTO PUBBLICO NEL SETTORE ARTISTICO - CULTURALE. Dott.ssa Teresa Fiorita teresa.fiorita@unisalento.it

MODELLI DI INTERVENTO PUBBLICO NEL SETTORE ARTISTICO - CULTURALE. Dott.ssa Teresa Fiorita teresa.fiorita@unisalento.it 1 MODELLI DI INTERVENTO PUBBLICO NEL SETTORE ARTISTICO - CULTURALE Dott.ssa Teresa Fiorita teresa.fiorita@unisalento.it L ANALISI COMPARATA DELLE POLITICHE CULTURALI NAZIONALI 1 APPROCCIO Cummings and

Dettagli

L ANDAMENTO DELLO SPETTACOLO NEL PRIMO SEMESTRE 2006

L ANDAMENTO DELLO SPETTACOLO NEL PRIMO SEMESTRE 2006 L ANDAMENTO DELLO SPETTACOLO NEL PRIMO SEMESTRE 2006 CRITERI DI ESPOSIZIONE DEI DATI L analisi che segue espone i dati dello spettacolo relativi alle manifestazioni avvenute nel primo semestre 2006 rilevati

Dettagli

FEDERCONSUMATORI FEDERAZIONE NAZIONALE CONSUMATORI E UTENTI

FEDERCONSUMATORI FEDERAZIONE NAZIONALE CONSUMATORI E UTENTI 17 Novembre 2014 V Rapporto sui costi degli Atenei italiani II parte: lo studente fuori sede Introduzione Gli studenti universitari in Italia sono circa 1.663.800 1. Questo significa che ci sono altrettante

Dettagli

I SERVIZI CULTURALI A BERLINO

I SERVIZI CULTURALI A BERLINO I SERVIZI CULTURALI A BERLINO Introduzione La Città di Berlino è un Land Autonomo. I suoi abitanti eleggono il parlamento cittadino, il Senatskanzlei; questo elegge il sindaco di Berlino che, dietro approvazione

Dettagli

UNIONE MUSICALE ONLUS. Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2013

UNIONE MUSICALE ONLUS. Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2013 UNIONE MUSICALE ONLUS Rea 878729 Sede in PIAZZA CASTELLO N.29-10123 TORINO (TO) Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2013 Premessa Signori Associati, il presente bilancio, sottoposto al Vostro

Dettagli

Annuario Statistico della Sardegna

Annuario Statistico della Sardegna Annuario Statistico della Sardegna CULTURA Attività culturali e sociali varie Il dominio di riferimento delle statistiche culturali è definito e articolato sulla base del quadro generale raccomandato dall

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Tabella dei titoli valutabili nei concorsi per titoli ed esami per l accesso ai ruoli del personale docente della scuola dell infanzia, primaria, secondaria di primo e secondo grado e ripartizione dei

Dettagli

STATUTO DELLA FONDAZIONE ORCHESTRA DI PADOVA E DEL VENETO

STATUTO DELLA FONDAZIONE ORCHESTRA DI PADOVA E DEL VENETO STATUTO DELLA FONDAZIONE ORCHESTRA DI PADOVA E DEL VENETO Art. 1 - Natura e fondatori La Fondazione Orchestra di Padova e del Veneto (di seguito indicata come Fondazione) è un istituzione di alta cultura,

Dettagli

Associazione Generale Italiana dello Spettacolo

Associazione Generale Italiana dello Spettacolo Associazione Generale Italiana dello Spettacolo COSTITUITA IL 7 DICEMBRE 1945 SEDE SOCIALE ROMA, VIA DI VILLA PATRIZI, 10 ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA A.N.E.C. Esercenti Cinema A.N.E.S.V. Esercenti Spettacoli

Dettagli

Teatro. VerdiTrieste FONDAZIONE TEATRO LIRICO GIUSEPPE VERDI - TRIESTE STATUTO

Teatro. VerdiTrieste FONDAZIONE TEATRO LIRICO GIUSEPPE VERDI - TRIESTE STATUTO VerdiTrieste Teatro FONDAZIONE TEATRO LIRICO GIUSEPPE VERDI - TRIESTE STATUTO Ministero per i Beni e le Attività Culturali COMUNICATO Modificazioni allo statuto della Fondazione Teatro Giuseppe Verdi di

Dettagli

L emergenza sfratti in Italia

L emergenza sfratti in Italia L emergenza sfratti in Italia Indagine sul sull andamento delle procedure di sfratto effettuata dall Ufficio Studi del Sunia Nazionale su dati del Ministero dell Interno Roma 17 giugno 2009 Sunia Cgil

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E L ATTRIBUZIONE DI VANTAGGI ECONOMICI PER LA CULTURA, LO SPORT E LE MANIFESTAZIONI DI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E L ATTRIBUZIONE DI VANTAGGI ECONOMICI PER LA CULTURA, LO SPORT E LE MANIFESTAZIONI DI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E L ATTRIBUZIONE DI VANTAGGI ECONOMICI PER LA CULTURA, LO SPORT E LE MANIFESTAZIONI DI SPETTACOLO ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Dettagli

COMUNE DI CALCI Provincia di Pisa

COMUNE DI CALCI Provincia di Pisa COMUNE DI CALCI Provincia di Pisa REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI COMUNALI E PER IL SOSTEGNO ALLE LIBERE FORME ASSOCIATIVE Approvato con deliberazione del C.C. n. 8 del 14.02.13 1 Art. 1 -

Dettagli

I BONUS PREVISTI DAL DECRETO CULT-TURISMO : ANALISI DELLE VARIE TIPOLOGIE

I BONUS PREVISTI DAL DECRETO CULT-TURISMO : ANALISI DELLE VARIE TIPOLOGIE I BONUS PREVISTI DAL DECRETO CULT-TURISMO : ANALISI DELLE VARIE TIPOLOGIE a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Il Decreto Cult-Turismo n.83-2014, convertito nella Legge n.106-2014, ha introdotto

Dettagli

COMUNE DI ROVIGO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA COMUNALE DLGC/2015/7

COMUNE DI ROVIGO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA COMUNALE DLGC/2015/7 COMUNE DI ROVIGO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA COMUNALE DLGC/215/7 O G G E T T O Approvazione Programma e preventivo finanziario Stagione di Prosa 215.

Dettagli

Indice della Presentazione

Indice della Presentazione VILLA ANNONI: PONTE CULTURALE TRA XVIII E XXI SECOLO Un progetto del territorio Il Ticino e l Area Metropolitana di Milano Cuggiono 31 Ottobre 2015 Indice della Presentazione Breve storia di Villa Annoni

Dettagli

Al momento attuale tutte le regioni con l esclusione del Trentino Alto Adige dove non trova applicazione hanno recepito la legge 36/94.

Al momento attuale tutte le regioni con l esclusione del Trentino Alto Adige dove non trova applicazione hanno recepito la legge 36/94. Il riordino dei servizi idrici è stato avviato in Italia con la legge 36/94 (c.d. Legge Galli) che al fine di superare la frammentazione gestionale e ridurre i livelli di inefficienza produttivi ed infrastrutturali

Dettagli

Oggetto: ASSOCRAL Newsletter n 144 15 Giugno 2015. Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui

Oggetto: ASSOCRAL Newsletter n 144 15 Giugno 2015. Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui Oggetto: ASSOCRAL Newsletter n 144 15 Giugno 2015 Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui NEWSLETTER 15 GIUGNO 2015 CONVENZIONI UTILI PER L'ESTATE : TURISMO E VIAGGI EUROP ASSISTANCE ITALIA

Dettagli

Progetto Proprio della

Progetto Proprio della La Chigiana Oggi 2 L evoluzione dell istituzione Chigiana: da Accademia a Fondazione a Fondazione MPS L Accademia Musicale Chigiana fu fondata dal Conte Guido Chigi Saracini nel 1932 con il fine di organizzare

Dettagli

4.1 La disciplina del patto di stabilità per il triennio 2009/2011

4.1 La disciplina del patto di stabilità per il triennio 2009/2011 4.1 La disciplina del patto di stabilità per il triennio 2009/2011 Il testo normativo vigente in materia di patto di stabilità discende dall art. 77 bis del D.L. 112/2008, convertito in L. 133/2008 e s.m.i.

Dettagli

Champions League 2009/2010: Inter Bayern Monaco, aspetti economici della finale di Madrid. maggio 2010

Champions League 2009/2010: Inter Bayern Monaco, aspetti economici della finale di Madrid. maggio 2010 Champions League 2009/2010: Inter Bayern Monaco, aspetti economici della finale di Madrid maggio 2010 Sommario Introduzione pag.3 La Finale in cifre pag.4 Le sfidanti a confronto pag.9 Analisi dei Premi

Dettagli

Tipo di azienda o settore Uffici di diretta collaborazione del Ministro Ufficio Legislativo Tipo di impiego Legale - Amministrativo

Tipo di azienda o settore Uffici di diretta collaborazione del Ministro Ufficio Legislativo Tipo di impiego Legale - Amministrativo F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Rossino Ester Giuseppa Rosa Indirizzo Via Filippo Antonio Gualterio 70 00139 Roma Telefono 338 9772841 Nazionalità Italiana Data di

Dettagli

Il fundraising per le biblioteche - Venezia 26 marzo 2015

Il fundraising per le biblioteche - Venezia 26 marzo 2015 60 61 62 63 64 65 66 67 68 68 69 69 70 TEM PO AZI EN DE O R GANI ZZ AZI ON E ANNO 0 GENNAIO - APRILE ANNO 0 MAGGIO- AGOSTO ANNO 0 SETTEMBRE - DICEMBRE Elaborazione delle linee guida di investimento. Elaborazione

Dettagli

ROMA: NON C E ECONOMIA SENZA CULTURA. - dati e tendenze* -

ROMA: NON C E ECONOMIA SENZA CULTURA. - dati e tendenze* - ROMA: NON C E ECONOMIA SENZA CULTURA Proposte per un nuovo modello di città - dati e tendenze* - La dotazione culturale e l offerta L area della Capitale si distingue nel panorama nazionale, e non solo,

Dettagli

DISPOSIZIONI URGENTI PER LA TUTELA DEL PATRIMONIO CULTURALE, LO SVILUPPO DELLA CULTURA E IL RILANCIO DEL TURISMO

DISPOSIZIONI URGENTI PER LA TUTELA DEL PATRIMONIO CULTURALE, LO SVILUPPO DELLA CULTURA E IL RILANCIO DEL TURISMO DISPOSIZIONI URGENTI PER LA TUTELA DEL PATRIMONIO CULTURALE, LO SVILUPPO DELLA CULTURA E IL RILANCIO DEL TURISMO ARTBONUS (Misure urgenti per favorire il mecenatismo culturale) Credito d imposta del 65%

Dettagli

AUDIZIONE INFORMALE AC. 2426

AUDIZIONE INFORMALE AC. 2426 CAMERA DEI DEPUTATI VII COMMISSIONE CULTURA, SCIENZA E ISTRUZIONE AUDIZIONE INFORMALE AC. 2426 DECRETO LEGGE MAGGIO 2014, N. 83 (DISPOSIZIONI URGENTI PER LA TUTELA DEL PATRIMONIO CULTURALE, LO SVILUPPO

Dettagli

L INTERVENTO PUBBLICO SUL MERCATO DELL ARTE IL CASO ITALIANO

L INTERVENTO PUBBLICO SUL MERCATO DELL ARTE IL CASO ITALIANO L INTERVENTO PUBBLICO SUL MERCATO DELL ARTE L intervento pubblico in campo artistico deriva da un fallimento del mercato che riduce il benessere della società. Il fallimento del mercato dell arte può essere

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE

DIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE DIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE LE AMMINISTRAZIONI LOCALI E LA VALORIZZAZIONE E GESTIONE DEI BENI CULTURALI Esperienze ed applicazioni della normativa nazionale in materia di spending review alle istituzioni

Dettagli

Risposte innovative a livello locale nella prospettiva di secondo welfare

Risposte innovative a livello locale nella prospettiva di secondo welfare Risposte innovative a livello locale nella prospettiva di secondo welfare Franca Maino Dipartimento di Scienze Sociali e Politiche, Università di Milano Laboratorio Percorsi di secondo welfare, Centro

Dettagli

Il Car Sharing come business development area: analisi del settore, strategie di impresa e ricadute socioeconomiche

Il Car Sharing come business development area: analisi del settore, strategie di impresa e ricadute socioeconomiche Il Car Sharing come business development area: analisi del settore, strategie di impresa e ricadute socioeconomiche IX Riunione Scientifica SIET Economia dei trasporti e Logistica economica: ricerca per

Dettagli

IN QUESTO NUMERO. Autorità anticorruzione: modalità operative per lo svolgimento delle attività istituzionali dell Autorità.

IN QUESTO NUMERO. Autorità anticorruzione: modalità operative per lo svolgimento delle attività istituzionali dell Autorità. N. 21 26 maggio 2014 Reg. Tribunale di Milano n. 51 del 1 marzo 2013 IN QUESTO NUMERO Autorità anticorruzione: modalità operative per lo svolgimento delle attività istituzionali dell Autorità. Ministero

Dettagli

omissis (2) omissis (3)

omissis (2) omissis (3) 9(1(72 /HJJHUHJLRQDOHVHWWHPEUHQ%85Q 1250(,10$7(5,$',35202=,21((',))86,21(',$77,9,7 $57,67,&+(086,&$/,7($75$/,(&,1(0$72*5$),&+( 7LWROR, 2JJHWWRHILQDOLWjGHOODOHJJH $UW3ULQFLSLJHQHUDOL La Regione Veneto promuove

Dettagli

INDICE I NORMATIVA SOVRANAZIONALE

INDICE I NORMATIVA SOVRANAZIONALE INDICE Presentazione alla seconda edizione... Presentazione alla prima edizione... XV XVII I NORMATIVA SOVRANAZIONALE 1. L. 4 agosto 1955, n. 848. Ratifica ed esecuzione della Convenzione per la salvaguardia

Dettagli

(Pubblicato nella Gazz. Uff. 21 settembre 2005, n. 220)

(Pubblicato nella Gazz. Uff. 21 settembre 2005, n. 220) Decreto Ministero del lavoro e delle politiche sociali 22 luglio 2005 Ripartizione delle risorse finanziarie affluenti al Fondo nazionale per le politiche sociali, per l'anno 2005. (Pubblicato nella Gazz.

Dettagli

COMUNE DI SANTA MARIA LA CARITA. Provincia di Napoli REGOLAMENTO DEI RAPPORTI CON LE LIBERE FORME ASSOCIATIVE E ALBO COMUNALE DEI SOGGETTI BENEFICIARI

COMUNE DI SANTA MARIA LA CARITA. Provincia di Napoli REGOLAMENTO DEI RAPPORTI CON LE LIBERE FORME ASSOCIATIVE E ALBO COMUNALE DEI SOGGETTI BENEFICIARI COMUNE DI SANTA MARIA LA CARITA Provincia di Napoli REGOLAMENTO DEI RAPPORTI CON LE LIBERE FORME ASSOCIATIVE E ALBO COMUNALE DEI SOGGETTI BENEFICIARI DI PROVVIDENZE ECONOMICHE CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012 2014

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012 2014 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012 2014 Approvato con D.G. n. 93 del 19 luglio 2012 INDICE Introduzione 1 Selezione dei dati da pubblicare Categorie di dati e contenuti specifici

Dettagli

A cura di Marco MAGRINI 1

A cura di Marco MAGRINI 1 1 CONTRATTI, CONTRIBUTI O LIBERALITA ALLE UNIVERSITA VANTAGGI FISCALI La leva fiscale può costituire un importante riferimento per avvicinare il mondo imprenditoriale al mondo accademico per sostegno alla

Dettagli

Cinema e Industria Capitali Privati e Benefici Fiscali. Bari 17 novembre 2011

Cinema e Industria Capitali Privati e Benefici Fiscali. Bari 17 novembre 2011 Cinema e Industria Capitali Privati e Benefici Fiscali Bari 17 novembre 2011 LA FILIERA CINEMATOGRAFICA SVILUPPO PRODUZIONE PROMOZIONE DISTRIBUZIONE PRE PRODUZIONE PRODUZIONE (RIPRESE) POST PRODUZIONE

Dettagli

LICENZA PER L UTILIZZAZIONE DELLE OPERE MUSICALI AMMINISTRATE DALLA SIAE IN SITI WEB NON MUSICALI n. /I/... URL DEL SITO OGGETTO DELLA LICENZA...

LICENZA PER L UTILIZZAZIONE DELLE OPERE MUSICALI AMMINISTRATE DALLA SIAE IN SITI WEB NON MUSICALI n. /I/... URL DEL SITO OGGETTO DELLA LICENZA... Questo contratto di licenza è visualizzato per informazione. La licenza deve essere richiesta attraverso i servizi on line. Si attiva così la procedura automatizzata di emissione MAV. A pagamento avvenuto,

Dettagli

COMUNE DI CHIASSO DISPOSIZIONI INTERNE E TARIFFARIO RIGUARDANTE L UTILIZZO DEL CINEMA TEATRO

COMUNE DI CHIASSO DISPOSIZIONI INTERNE E TARIFFARIO RIGUARDANTE L UTILIZZO DEL CINEMA TEATRO COMUNE DI CHIASSO DISPOSIZIONI INTERNE E TARIFFARIO RIGUARDANTE L UTILIZZO DEL CINEMA TEATRO Edizione 2012/2013 Cinema Teatro di Chiasso CONTRATTO D UTILIZZO Il Comune di Chiasso mette a disposizione di

Dettagli

La Ripartizione del Fondo Finanziamento Ordinario nell anno 2011

La Ripartizione del Fondo Finanziamento Ordinario nell anno 2011 Università degli Studi di Firenze Area Servizi Economici e Finanziari Ufficio Programmazione, Pianificazione Risorse Finanziarie e Controllo di Gestione a cura di Laura Bartolini La Ripartizione del Fondo

Dettagli

Programma Triennale della Trasparenza e l Integrità della Associazione Sistema Musica - 2015/2018

Programma Triennale della Trasparenza e l Integrità della Associazione Sistema Musica - 2015/2018 Programma Triennale della Trasparenza e l Integrità della Associazione Sistema Musica - 2015/2018 A cura del Responsabile della Trasparenza, Dott. Mario Bonada Approvato dal Consiglio d Amministrazione

Dettagli

Il Piccolo Teatro di Milano un mondo per le aziende

Il Piccolo Teatro di Milano un mondo per le aziende Il Piccolo Teatro di Milano un mondo per le aziende Ultimo aggiornamento, 22/05/2014 (mfp) INDICE Un Teatro d'arte per Tutti il teatro gli spazi del Piccolo i numeri del Piccolo multimedia Sostieni il

Dettagli

REGIONE SARDEGNA. LEGGE REGIONALE n. 18 del 06 dicembre 2006. Disciplina delle attività di spettacolo in Sardegna. Art. 1 Finalità

REGIONE SARDEGNA. LEGGE REGIONALE n. 18 del 06 dicembre 2006. Disciplina delle attività di spettacolo in Sardegna. Art. 1 Finalità REGIONE SARDEGNA LEGGE REGIONALE n. 18 del 06 dicembre 2006 Disciplina delle attività di spettacolo in Sardegna Art. 1 Finalità 1. La Regione autonoma della Sardegna promuove la tutela, la valorizzazione

Dettagli