Il finanziamento pubblico alle fondazioni lirico-sinfoniche

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il finanziamento pubblico alle fondazioni lirico-sinfoniche"

Transcript

1 alle fondazioni lirico-sinfoniche Economia e gestione delle amministrazioni pubbliche A.A. 2014/2015 Prof. Giuseppe Catalano Alice D Ambrosio Martina Gregori Claudia Muzi

2 Indice 1. Il servizio Opera lirica 2. Il quadro normativo 3. Le modalità dell intervento pubblico 4. Le altre fonti di finanziamento 5. Le fondazioni lirico sinfoniche 6. Il confronto con l estero 7. Le conclusioni e le proposte 8. La Prima alla Scala, stagione 2014/

3 La tassonomia del servizio Tab. 1. Tipologia del bene Opera lirica Rivale Non rivale Escludibile Servizio privato Servizio tariffabile Non escludibile Servizio comune Servizio pubblico Servizio Meritorio: in mancanza dell intervento dello Stato, tale bene sarebbe sottoprodotto e sotto-consumato Servizio di Club: in particolare in riferimento alle prime di ogni spettacolo Pagina 3/26

4 Le motivazioni dell intervento pubblico Esternalità Positive Benefici culturali sulla società Incremento turismo Immagine internazionale Allargamento a tutte le fasce di reddito L intervento pubblico è giustificato dall art 1 della L. 800/67: «Lo Stato considera l attività lirica e concertistica di rilevante interesse generale, in quanto intesa a favorire la formazione musicale, culturale e sociale della collettività nazionale. Per la tutela e lo sviluppo di tali attività lo Stato interviene con idonee provvidenze.» Pagina 4/26

5 Il quadro Normativo L. 14 agosto 1967, n. 800/67 ( Legge Corona ) Formalizza i motivi dell intervento pubblico Istituisce 13 enti di importanza nazionale, cui si aggiunge l Accademia di Santa Cecilia L. 30 aprile 1985, n. 163/85, (art.1, 15) Viene creato il Fus e ogni anno viene rifinanziato con la legge finanziaria (ora legge di stabilità in Tabella C) D.Lgs. 29 giugno 1996, n. 367/96 ( Legge Veltroni ) Art. 1 «Gli en' di prioritario interesse nazionale che operano nel se2ore musicale devono trasformarsi in fondazioni di diri2o privato secondo le disposizioni previste dal presente decreto.» Senza scopo di lucro Possono svolgere attività commerciali ed accessorie, ma devono garantire diffusione dell arte musicale, competenza professionale ed educazione musicale della collettività Devono rispettare i vincoli di bilancio Pagina 5/26

6 Il quadro Normativo Problema: si è creato un sistema di finanziamento misto senza aver introdotto un sistema incentivante Legge Bray D.L. 8 agosto 2013, n. 91 (art. 11, 15, 20) ( Legge Bray ) Autorizza ad erogare, per il 2013, tutte le somme residue a valere sul Fondo unico per lo spettacolo (Fus), a favore delle fondazioni, allo scopo di fronteggiare lo stato di crisi del settore e salvaguardarne i lavoratori. Introduce obbligo di pareggio di bilancio ( ) Regolamentazione statuti à governance complessa con scarsa autonomia gestionale Introduce un sistema incentivante, fissando criteri di ripartizione dei fondi premianti il merito Pagina 6/26

7 Il quadro Normativo D.M. 3 febbraio 2014 (G.U. 21 maggio 2014, n.116) Contiene i criteri di assegnazione del contributo Fus vigenti D.M. 1 luglio 2014 (G.U. 19 agosto 2014, n.191, Fransceschini ) Introduce ArtBonus che prevede la deducibilità del 65% delle donazioni devolute anche per gli investimenti delle fondazioni lirico sinfoniche à incentivo ai privati Prosegue il risanamento delle fondazioni lirico sinfoniche iniziata da Bray e in particolare la fondazione Teatro dell Opera di Roma assume il nome di Teatro dell Opera di Roma Capitale Fondo unico per lo spettacolo (Fus) I contributi vengono concessi per progetti triennali, su programmi annuali A partire dall esercizio 2015 cambiano le modalità di concessione dei contributi Fus Pagina 7/26

8 Le modalità dell intervento pubblico Sussidi Statali: Fus Estrazioni lotto infrasettimanale Fondi società Arcus Spa Provvedimenti specifici 5 x Mille e 8 x Mille dell Irpef In maniera indiretta attraverso crediti d imposta e detassazione utili rinvestiti. Fig. 1. Tipologie di finanziamento!"#"#$%& '()%*+#$%&,-*.%+/%#& 0*12+%&,-%.#"(& 32"*4+#+5%#1(+"*& Piccoli teatri non sovvenzionati a livello statale Pagina 8/26

9 Il Fondo Unico per lo Spettacolo Fig. 2. Andamento dello stanziamento Fus ( ) in mln di a prezzi correnti e costanti Fus 2014: Opera lirica: Fonte: Elaborazione Osservatorio dello Spettacolo su dati Mibact e Istat. Calcolo prezzi costanti: utilizzato l indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati al netto dei tabacchi Pagina 9/26

10 Il Fondo Unico per lo Spettacolo Fonte: AC2679 Atti della Camera n. 2679, Tabella C della legge di stabilità Pagina 10/26

11 Il fondo Unico per lo Spettacolo Fig. 3. Aliquote di riparto del Fus complessivo Spese funzionamento Comitati e Commissioni Osservatorio dello spettacolo 0,01% 0,16% Attività cinematografiche 20,20% Attività circensi e spettacolo viaggiante 1,30% Attività teatrali di prosa 15,83% Attività di danza 2,60% Attività musicali 13,90% Fondazioni liriche 46% Fonte: D.M. 3 febbraio 2014 (G.U. 21 maggio 2014, n.116) Pagina 11/26

12 La ripartizione Fus tra le fondazioni D.M. 3 febbraio 2014 (G.U. 21 maggio 2014, n.116) 50% cos( di produzione derivan( dai programmi di a5vità realizzata nell'anno precedente Incentivi Fare più rappresentazioni con molti elementi in scena e in buca Punteggio ottenuto / Punteggio tot. assegnato 25% miglioramento dei risulta( della ges(one a;raverso la capacità di reperire risorse Aumentare fonti privati e autofinanziamento Valore della produzione / Valore contributi dello Stato 25% qualità ar(s(ca dei programmi validità e varietà del progetto compositori nazionali coordinamento con altre fondazioni estere produzione nazionale agevolazioni per accesso agli spettacoli Pagina 12/26

13 Le altre fonti di finanziamento Autofinanziamento Vendita biglietti e abbonamenti Attività commerciali accessorie (vendita CD, DVD, programmi di sala, materiale fotografico, diritti televisivi e distribuzione online) Proventi dei servizi bar e guardarobe Noleggio sala del teatro Finanziamenti privati Fondatore privato: qualsiasi soggetto diverso dai fondatori obbligatori (d.lgs. n. 367/1996) Socio sostenitore et similia: figure previste dai singoli statuti, non dal legislatore Privato Mecenate Sponsorizzatore Pagina 13/26

14 Le fondazioni lirico-sinfoniche Tab. 2. Elenco Fondazioni lirico-sinfoniche TOTALE FUS 2013 ( ) STANZIAMENTO 2013 ( ) Fond. Teatro Comunale di Bologna , ,79 Fond. Teatro del Maggio Musicale Fiorentino , ,43 Fond. Teatro Carlo Felice di Genova , ,99 Fond. Teatro alla Scala di Milano , ,58 Fond. Teatro di S. Carlo in Napoli , ,79 Fond. Teatro Massimo di Palermo , ,12 Fond. Teatro dell Opera di Roma , ,75 Fond. Teatro Regio di Torino , ,05 Fond. Teatro Lirico G. Verdi di Trieste , ,21 Fond. Teatro La Fenice di Venezia , ,85 Fond. Arena di Verona , ,64 Fond. Accademia Nazionale di S. Cecilia , ,00 Fond. Teatro Lirico di Cagliari , ,17 Fond. Petruzzelli e Teatri di Bari , ,35 TOTALE , ,72 Pagina 14/26

15 I fondatori e i partners Milano Fondatori di diritto: Repubblica Italiana, Regione Lombardia, Comune di Milano Fondatori pubblici: Provincia di Milano, Camera di Commercio di Milano Fondatori privati permanenti: Fondazione Cariplo, Eni, Fininvest, Pirelli, Generali, Enel, Fondazione Banca del monte di Lombardia, Banca popolare di Milano, Tod's, Mapei, Telefonica Fondatori privati ordinari: Sea, Intesa San Paolo, a2a Fondatori emeriti: Milano per La Scala, Assolombarda Verona Fondatori di diritto: Repubblica Italiana, Regione Veneto, Comune di Verona Fondatori principali: Provincia di Verona, Camera di Commercio di Verona Major Partner: Unicredit Official sponsor: Intimissimi Official partners: veronabooking.com, Verona fiere, AirDolomiti, Douglas, Grana Padano, Acqua Naturale minerale Dolomia, Infracom, Sartori di Verona, MAC, Matilde Vicenzi, Saba parcheggi, Rubelli, Fidenza Village, eismann, VeronaBresciaGarda aeroporti. Automotive partner: Volksvagen Group Italia spa Mobility partner: DB Bahn Pagina 15/26

16 La vendita dei biglietti Tab. 3. Prezzo del biglietto (il più caro ed il meno caro) - Informazioni aggregate Fondazione Posto Prima Altre Incremento rappresentazioni bene di club Teatro alla Scala Platea % Ingressi ,30% San Carlo di Napoli Platea ,66% Balconata % Teatro dell Opera di Roma Platea ,40% Galleria ,29% da 120 a da 110 8,00% Platea Arena di Verona 188 a 174 Non numerati % Spettacoli Ingressi a pagamento Spesa al botteghino ,35 Fonte: siti ufficiali delle Fondazioni e Rapporto Mibact 2013 Pagina 16/26

17 Le agevolazioni Tab. 4. Tipologie per ciascuna Fondazione Fondazione Giovani / Studen5 Anziani Portatori di handicap Famiglia Ulteriori Teatro alla Scala Teatro dell'opera Arena di Verona Riduzione under 18 Studen( under 26 Promozione Under 30 (abbonamento 3 opere al costo di 1, anteprime) Riduzione under 25 (25%) Studen( under 30 (25%) Riduzione scuole e università, ed al personale in servizio (docente e non) Riduzione over 65 Riduzione over 65 (25%) Si Si Scala famiglia (1 adulto più un minore dai 6 ai 18 anni) Riduzioni per "Consulta lavoratori per promozione culturale" e "Servizio promozionale culturale" Cral, Convezioni, Associazioni culturali (10%) Teatro San Carlo Riduzione under 30 Cral e associazioni convenzionate Gruppi di 10 persone Fonte: siti ufficiali delle Fondazioni Pagina 17/26

18 La situazione economico-finanziaria Il pareggio di bilancio è condizione minima di stabilità finanziaria, ma scopo principale non è l utile ma la soddisfazione degli stakeholder (finanziatori, donatori, pubblico) Somma risultati d'esercizio , ,86 Stato di emergenza permanente che induce lo Stato a finanziare sempre e comunque gli enti, anche quelli che agiscono prescindendo da criteri di economicità. Legge Bray : i soggetti che nel triennio hanno raggiunto il pareggio di bilancio avranno una quota aggiuntiva (del 5%) sul Fus. previsto per il 2014 un fondo a rotazione di 75 mln, per la concessione di finanziamenti di durata massima trentennale, oltre a un altro fondo di 25 mln (Teatro dell Opera e per La Scala) Costo allo Stato per ogni replica (2013) Ricavo medio per ogni replica (2013) , ,23 Fonte: Rapporto Mibact 2013 e siti ufficiali delle fondazioni Pagina 18/26

19 Tab. 5. Voci significative RICAVI DALLA VENDITA E DALLE PRESTAZIONI Il confronto tra i bilanci ROMA MILANO NAPOLI VERONA CONTRIBUTI ALLA GESTIONE RICAVI TOTALI COSTO DEL PERSONALE COSTI TOTALI RIS. FINALE DELL'ESERCIZIO RICAVI DALLA VENDITA E DALLE PRESTAZIONI CONTRIBUTI ALLA GESTIONE RICAVI TOTALI COSTO DEL PERSONALE COSTI TOTALI RIS. FINALE DELL'ESERCIZIO Pagina 19/26

20 Roma I costi del personale Napoli 38% 45% 62% 55% Verona Per tutte le Fondazioni il personale rappresenta circa il 50% dei costi iper-sindacalizzato Milano 45% 43% 55% 45% 55% Altri costi 57% Costi del personale Pagina 20/26

21 La capacità di fundraising Fig. 5. Entrate da privati per ogni di finanziamento pubblico Fonte: Elaborazione dati da Turrini, Cancellieri, Un opera da finanziare in privato, in lavoce.it, 2012 Pagina 21/26

22 Il confronto dell'opera lirica con l estero MODELLO EUROPEO Forte intervento statale sia a livello di finanziamento che di gestione MODELLO STATUNITENSE Sostegno irrisorio del governo federale, degli Stati e delle autorità locali rispetto all'ammontare dei finanziamenti elargiti dai privati (cittadini e imprese) Pagina 22/26

23 IL confronto europeo Legislazione: Legislazione: Legislazione: FRANCIA manca una legislazione nazionale. Opéra en region, Opéra National en region Finanziamento: sovvenzioni pubbliche 85-90% entrate proprie circa il 15% mecenatismo irrilevante Gestione: governo centrale solo in due casi su 30 varietà degli statuti giuridici (Epic, Epa) GERMANIA anni '80: enti totalmente integrati nella Pa anni '90: crescente autonomia Finanziamento: preponderante il pubblico 80% entrate proprie 20% quasi irrilevanti i finanziamenti privati. Gestione: la maggior parte dei teatri sono a titolarità pubblica ma ne esistono alcuni interamente privati REGNO UNITO manca una legislazione nazionale. Si attua controllo per via indiretta tramite gli Arts Councils Finanziamento: Importanti finanziamenti pubblici ma in trend crescente quelli privati. I Fondi vengono elargiti agli Arts Councils che hanno ampia libertà di distribuzione. Gestione: la maggior parte dei teatri sono organizzazioni non profit con titolarità privata Pagina 23/26

24 Le conclusioni e le proposte (!!" '!!" &!!" %!!" $!!" #!!"!" Fig. 6. Numero di recite per città 2012/2013 )*+,-./"" " 3/.4+1"" /"9/.1:/" 4-" )1;-*+1" L Opera lirica italiana <*.*=-1" 9-,1./" )*+,-./"" " 3/.4+1"" /" 9/.1:/"4-")1;-*+1" <*.*=-1" 9-,1./" Num. Teatri Fonte: Cognata A., Opera lirica. La Traviata in testa, l Italia giù, il Sole 24ore, 8 dicembre 2013 La Traviata è l opera più rappresentata al mondo (553) 15 opere su 20 sono in italiano Tra i 10 compositori più programmati al mondo 4 sono italiani (primo Verdi, secondo Puccini) à 3 à 3 à 2 à 1 à 3 à 1 à 1 Pagina 24/26

25 Le conclusioni e le proposte L abbassamento del prezzo del biglietto non garantisce l attrazione di pubblico di fasce di reddito basse Pagina 25/26

26 La Prima alla Scala Stagione 2014/2015 Milano, 7 dicembre Prima della Scala a Milano, sono durati dodici minuti circa gli applausi al termine del Fidelio di Beethoven. L'opera diretta dal maestro Daniel Barenboim per la regia di Deborah Warner ha conquistato il teatro. Unanimi consensi agli interpreti, al maestro e alla regia. Nemmeno un fischio dalla sala gremita: era da tempo che non si ricordava una tale unanimità. (IL GIORNO, Milano) Manifestanti fuori dal teatro: Case popolari #CulturaGratis Incassi 2,3 milioni di euro Prezzo biglietto (platea): 2000 Pagina 26/26

27 Bibliografia Bosi, P., Corso di scienza delle finanze, il Mulino, 2012, pp Cerrina Ferroni, G., Organizzazione, gestione e finanziamento dei teatri d opera in Europa. Un quadro comparato, in Organizzazione, gestione e finanziamento dei teatri d'opera. Esperienze europee a confronto, a cura di G. Ferrina Cerroni, E. Negri, K. Froboese, Giappichelli, 2014, pp Baraldi, M., Schema di Regolamento recante nuovo assetto ordinamentale e organizzativo delle fondazioni lirico-sinfoniche, già enti di prioritario interesse nazionale operanti nel settore musicale, trasformati in fondazioni di diritto privato ai sensi del decreto legislativo 29 giugno 1996, n. 367, a norma dell articolo1, comma 1 ed 1-bis, del decreto-legge 30 aprile 2012, n.64, convertito, con modificazioni, in legge 29 giugno 2010, n. 100, 2010, pp Ravenna, M., Il sistema delle Fondazioni Lirico-sinfoniche in Italia, in «Tafter Journal», 2010, n. 22. Pagina I / IV

28 Bibliografia Turrini, A., Cancellieri, G., Un opera da finanziare in privato, in Turrini, A., Lo spettacolo? Un dramma, in Finanziatori privati in scena, in L opera da tre soldi. Pubblici?, in Redazione di Milano, Prima della scala 12 minuti di applausi per il Fidelio diretto da Barenboim, 7 dicembre 2014, Cognata, A., Opera lirica. La Traviata in testa, l Italia giù, in il Sole 24ore, 8 dicembre 2013 Rapporto Mibact (Segretariato generale), Minicifre della cultura 2013, Gangemi Editore Mibact, Relazione sull'utilizzazione del Fondo unico per lo spettacolo 2013, Osservatorio dello spettacolo Pagina II / IV

29 Bibliografia Quadro Normativo: Riparto Fus 2014, D.M. 3 febbraio 2014 Criteri Fls 2014, D.M. 3 febbraio 2014 L. 14 agosto 1967, n. 800/67 L. 30 aprile 1985, n. 163/85 D.Lgs. 29 giugno 1996, n. 367/96 D.L. 8 agosto 2013, n. 91 (art. 11, 15, 20) D.M. 3 febbraio 2014 (G.U. 21 maggio 2014, n.116) D.M. 1 luglio 2014 (G.U. 19 agosto 2014, n.191, Fransceschini ) Pagina III / IV

30 Sitografia Pagina IV / IV

Fondazioni lirico-sinfoniche e stato di avanzamento dell applicazione dell art.11 L.112/2013

Fondazioni lirico-sinfoniche e stato di avanzamento dell applicazione dell art.11 L.112/2013 ex Fondazioni lirico-sinfoniche e stato di avanzamento dell applicazione dell art.11 L.112/2013 21/10/2014 Agenda Le Fondazioni lirico-sinfoniche Applicazione dell art.11 della Legge 112: avanzamento 2

Dettagli

Camera dei Deputati 9 Senato della Repubblica

Camera dei Deputati 9 Senato della Repubblica Camera dei Deputati 9 Senato della Repubblica Determinazione e relazione della Sezione del controllo sugli enti sul risultato del controllo eseguito sulla gestione finanziaria delle Fondazioni lirico-sinfoniche

Dettagli

Relatore: Consigliere Andrea Zacchia. Hanno collaborato per l istruttoria e l analisi gestionale il dott. Raffaele Ficociello e il rag.

Relatore: Consigliere Andrea Zacchia. Hanno collaborato per l istruttoria e l analisi gestionale il dott. Raffaele Ficociello e il rag. Determinazione e relazione della Sezione del controllo sugli enti sul risultato del controllo eseguito sulla gestione finanziaria delle Fondazioni lirico-sinfoniche per gli esercizi 2011-2012 Relatore:

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE ISTRUZIONE AUDIZIONE INFORMALE AS 1014 (DISPOSIZIONI URGENTI PER LA TUTELA LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO

SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE ISTRUZIONE AUDIZIONE INFORMALE AS 1014 (DISPOSIZIONI URGENTI PER LA TUTELA LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE ISTRUZIONE AUDIZIONE INFORMALE AS 1014 DL 8 AGOSTO 2013 N. 91 (DISPOSIZIONI URGENTI PER LA TUTELA LA VALORIZZAZIONE E IL RILANCIO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI

Dettagli

, DEL DECRETO-LEGGE 30 APRILE 2010, N. 64, CONVERTITO, CON MODIFICAZIONI, DALLA LEGGE 29 GIUGNO 2010, N.

, DEL DECRETO-LEGGE 30 APRILE 2010, N. 64, CONVERTITO, CON MODIFICAZIONI, DALLA LEGGE 29 GIUGNO 2010, N. SCHEMA DI DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA CONCERNENTE REGOLAMENTO RECANTE NUOVO ASSETTO ORDINAMENTALE E ORGANIZZATIVO DELLE FONDAZIONI LIRICO- SINFONICHE, A NORMA DELL'ARTICOLO 1, COMMI 1 ED 1-BIS,

Dettagli

Determinazione e relazione sul risultato del controllo eseguito sulla gestione finanziaria delle FONDAZIONI LIRICO - SINFONICHE

Determinazione e relazione sul risultato del controllo eseguito sulla gestione finanziaria delle FONDAZIONI LIRICO - SINFONICHE SEZIONE DEL CONTROLLO SUGLI ENTI Determinazione e relazione sul risultato del controllo eseguito sulla gestione finanziaria delle FONDAZIONI LIRICO - SINFONICHE 2013 Adunanza del 24 aprile 2015 Relatore:

Dettagli

Relazione sull utilizzazione del Fondo Unico per lo Spettacolo 2013

Relazione sull utilizzazione del Fondo Unico per lo Spettacolo 2013 MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO Relazione sull utilizzazione del Fondo Unico per lo Spettacolo 2013 OSSERVATORIO DELLO SPETTACOLO Proprietà letteraria riservata Ministero dei

Dettagli

FARE FUND RAISING IN BIBLIOTECA. Fiscalità italiana: poche idee e ben confuse

FARE FUND RAISING IN BIBLIOTECA. Fiscalità italiana: poche idee e ben confuse FARE FUND RAISING IN BIBLIOTECA La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e della ricerca scientifica e tecnica. Tutela e valorizza il patrimonio storico e artistico della nazione. (Art. 9 della

Dettagli

Il valore generato dal teatro alla Scala

Il valore generato dal teatro alla Scala Il valore generato dal teatro alla Scala Paola Dubini Centro ASK Università Bocconi Sintesi dei risultati Nello scorso mese di gennaio, il teatro alla Scala ha affidato al centro ASK dell Università Bocconi

Dettagli

LA DIMENSIONE DELLO SPETTACOLO COREUTICO

LA DIMENSIONE DELLO SPETTACOLO COREUTICO 1 La danza in Italia: la produzione e la fruizione di balletti e concerti dal 2008 al 2010 La produzione e la fruizione dei balletti classici, moderni e dei concerti è classificata dalla S.I.A.E. (Società

Dettagli

MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA CULTURALI Dirigente - Direttore Generale per lo Spettacolo dal Vivo

MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA CULTURALI Dirigente - Direttore Generale per lo Spettacolo dal Vivo INFORMAZIONI PERSONALI Nome Nastasi Salvatore Data di nascita 14/05/1973 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia Dirigente - Direttore Generale per lo Spettacolo

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Nastasi Salvatore Data di nascita 14/05/1973

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Nastasi Salvatore Data di nascita 14/05/1973 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Nastasi Salvatore Data di nascita 14/05/1973 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente di I fascia ai sensi dell'art. 19, comma 6 del

Dettagli

Corso Marketing Sociale, a.a. 2010-2011 Dott. Giuseppe Fattori

Corso Marketing Sociale, a.a. 2010-2011 Dott. Giuseppe Fattori Laurea Magistrale in Scienze della Comunicazione Pubblica e Sociale, Unversità di Bologna Corso Marketing Sociale, a.a. 2010-2011 Dott. Giuseppe Fattori Laurea Magistrale in Scienze della Comunicazione

Dettagli

SOSTIENI L'OPERA GIOCOSA

SOSTIENI L'OPERA GIOCOSA SOSTIENI L'OPERA GIOCOSA AMICI DEL TEATRO Il Culturale Sperimentale Lirico Sinfonico - Teatro dell'opera Giocosa ONLUS è un organismo di diritto privato ch opera per la promozione di lirica, concertistica

Dettagli

160 10 maggio 2010. IBL Focus. Fondazioni lirico-sinfoniche Una riforma senza gloria (ma necessaria) Filippo Cavazzoni. idee per il libero mercato

160 10 maggio 2010. IBL Focus. Fondazioni lirico-sinfoniche Una riforma senza gloria (ma necessaria) Filippo Cavazzoni. idee per il libero mercato 160 idee per il libero mercato IBL Focus Fondazioni lirico-sinfoniche Una riforma senza gloria (ma necessaria) Filippo Cavazzoni Tutto, ogni sovvenzione va soppressa. Ognuno deve fare da sé ciò di cui

Dettagli

Art-bonus: credito di imposta per favorire le erogazioni liberali a sostegno della cultura. Alessandria, 15 aprile 2015

Art-bonus: credito di imposta per favorire le erogazioni liberali a sostegno della cultura. Alessandria, 15 aprile 2015 Art-bonus: credito di imposta per favorire le erogazioni liberali a sostegno della cultura Alessandria, 15 aprile 2015 1 Art-bonus CREDITO D IMPOSTA di natura temporanea, introdotto dal decreto-legge 31

Dettagli

SOSTIENI IL MASSIMO. SOSTENITORE EFFETTIVO: donazioni da 100 a 1.000 euro

SOSTIENI IL MASSIMO. SOSTENITORE EFFETTIVO: donazioni da 100 a 1.000 euro SOSTIENI IL MASSIMO Lo statuto della Fondazione Teatro Massimo prevede, all'art. 4, diversi livelli di partecipazione di soggetti pubblici e privati cui corrisponde l istituzione dei seguenti albi: FONDATORI

Dettagli

Art-Bonus Credito d imposta per le erogazioni liberali a sostegno della cultura

Art-Bonus Credito d imposta per le erogazioni liberali a sostegno della cultura Art-Bonus Credito d imposta per le erogazioni liberali a sostegno della cultura 1 PREMESSA L art. 1 del DL 31.5.2014 n. 83, entrato in vigore l 1.6.2014 e convertito nella L. 29.7.2014 n. 106, ha introdotto

Dettagli

CIRCOLARE N. 24/E. Roma, 31 luglio 2014

CIRCOLARE N. 24/E. Roma, 31 luglio 2014 CIRCOLARE N. 24/E Direzione Centrale Normativa Roma, 31 luglio 2014 OGGETTO: Articolo 1 del decreto-legge 31 maggio 2014, n. 83 Credito di imposta per favorire le erogazioni liberali a sostegno della cultura

Dettagli

IL MOBILITY MANAGEMENT

IL MOBILITY MANAGEMENT IL MOBILITY MANAGEMENT L. BERTUCCIO, E. CAFARELLI Euromobility Associazione Mobility Manager Dei 24 capoluoghi di provincia con un numero di abitanti superiore a 150.000 unità non tutti hanno fornito l

Dettagli

I SERVIZI CULTURALI A BERLINO

I SERVIZI CULTURALI A BERLINO I SERVIZI CULTURALI A BERLINO Introduzione La Città di Berlino è un Land Autonomo. I suoi abitanti eleggono il parlamento cittadino, il Senatskanzlei; questo elegge il sindaco di Berlino che, dietro approvazione

Dettagli

L ANDAMENTO DELLO SPETTACOLO NEL PRIMO SEMESTRE 2006

L ANDAMENTO DELLO SPETTACOLO NEL PRIMO SEMESTRE 2006 L ANDAMENTO DELLO SPETTACOLO NEL PRIMO SEMESTRE 2006 CRITERI DI ESPOSIZIONE DEI DATI L analisi che segue espone i dati dello spettacolo relativi alle manifestazioni avvenute nel primo semestre 2006 rilevati

Dettagli

COMUNE DI ROVIGO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA COMUNALE DLGC/2015/7

COMUNE DI ROVIGO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA COMUNALE DLGC/2015/7 COMUNE DI ROVIGO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA COMUNALE DLGC/215/7 O G G E T T O Approvazione Programma e preventivo finanziario Stagione di Prosa 215.

Dettagli

Il Servizio Sanitario in Italia

Il Servizio Sanitario in Italia Il Servizio Sanitario in Italia Corso di Economia e Gestione delle Amministrazioni Pubbliche A.A. 2014/2015 Docente: Prof. Giuseppe Catalano 17/12/2014 A cura di: Silvia Danella Gemma Oranges Marco Salvatore

Dettagli

Annuario Statistico della Sardegna

Annuario Statistico della Sardegna Annuario Statistico della Sardegna CULTURA Attività culturali e sociali varie Il dominio di riferimento delle statistiche culturali è definito e articolato sulla base del quadro generale raccomandato dall

Dettagli

ROMA: NON C E ECONOMIA SENZA CULTURA. - dati e tendenze* -

ROMA: NON C E ECONOMIA SENZA CULTURA. - dati e tendenze* - ROMA: NON C E ECONOMIA SENZA CULTURA Proposte per un nuovo modello di città - dati e tendenze* - La dotazione culturale e l offerta L area della Capitale si distingue nel panorama nazionale, e non solo,

Dettagli

DISPOSIZIONI URGENTI PER LA TUTELA DEL PATRIMONIO CULTURALE, LO SVILUPPO DELLA CULTURA E IL RILANCIO DEL TURISMO

DISPOSIZIONI URGENTI PER LA TUTELA DEL PATRIMONIO CULTURALE, LO SVILUPPO DELLA CULTURA E IL RILANCIO DEL TURISMO DISPOSIZIONI URGENTI PER LA TUTELA DEL PATRIMONIO CULTURALE, LO SVILUPPO DELLA CULTURA E IL RILANCIO DEL TURISMO ARTBONUS (Misure urgenti per favorire il mecenatismo culturale) Credito d imposta del 65%

Dettagli

FEDERCONSUMATORI FEDERAZIONE NAZIONALE CONSUMATORI E UTENTI

FEDERCONSUMATORI FEDERAZIONE NAZIONALE CONSUMATORI E UTENTI 17 Novembre 2014 V Rapporto sui costi degli Atenei italiani II parte: lo studente fuori sede Introduzione Gli studenti universitari in Italia sono circa 1.663.800 1. Questo significa che ci sono altrettante

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 191 del 19 agosto 2014 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Martedì, 19 agosto 2014

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 191 del 19 agosto 2014 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Martedì, 19 agosto 2014 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 191 del 19 agosto 2014 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

art. 3 condizioni per la concessione e il pagamento dell anticipazione

art. 3 condizioni per la concessione e il pagamento dell anticipazione Regolamento in materia di anticipazioni di cassa degli incentivi statali alla Fondazione Teatro lirico Giuseppe Verdi di Trieste, ai teatri nazionali, ai teatri di rilevante interesse culturale, alle imprese

Dettagli

AVVISO PUBBLICO. Invito alla presentazione di progetti di residenza in materia di teatro e circo contemporaneo PREMESSO CHE

AVVISO PUBBLICO. Invito alla presentazione di progetti di residenza in materia di teatro e circo contemporaneo PREMESSO CHE AVVISO PUBBLICO PROGETTO TRIENNALE INTERREGIONALE 2015/2017 ai sensi dell INTESA STATO/REGIONI sancita il 18.12.2014 in attuazione dell articolo 45 (Residenze) del D.M. 1.7.2014 Invito alla presentazione

Dettagli

TABELLA DI VALUTAZIONE TITOLI ESPERTI ESTERNI

TABELLA DI VALUTAZIONE TITOLI ESPERTI ESTERNI TABELLA DI VALUTAZIONE TITOLI ESPERTI ESTERNI OBIETTIVO F: Promuovere il successo scolastico, le pari opportunità e l inclusione sociale AZIONE F1: Interventi per promuovere il successo scolastico per

Dettagli

9/5137/26. Chiaromonte, Grignaffini, Carli,

9/5137/26. Chiaromonte, Grignaffini, Carli, Atti Parlamentari 113 Camera dei Deputati condo i calcoli del MIUR, prevede un finanziamento pari a 47 euro a ragazzo all anno; la spesa per insegnanti, aule, banchi, riscaldamento, luce, trasporto, libri

Dettagli

LICENZA PER L UTILIZZAZIONE DELLE OPERE MUSICALI AMMINISTRATE DALLA SIAE IN SITI WEB NON MUSICALI n. /I/... URL DEL SITO OGGETTO DELLA LICENZA...

LICENZA PER L UTILIZZAZIONE DELLE OPERE MUSICALI AMMINISTRATE DALLA SIAE IN SITI WEB NON MUSICALI n. /I/... URL DEL SITO OGGETTO DELLA LICENZA... Questo contratto di licenza è visualizzato per informazione. La licenza deve essere richiesta attraverso i servizi on line. Si attiva così la procedura automatizzata di emissione MAV. A pagamento avvenuto,

Dettagli

3335650869 0835550046 Scenografa-Regista-Sceneggiatrice. Fondatore Ass.Cult. Accademia Grandi Eventi. nunzia.decollanz@gmail.com

3335650869 0835550046 Scenografa-Regista-Sceneggiatrice. Fondatore Ass.Cult. Accademia Grandi Eventi. nunzia.decollanz@gmail.com FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Professione email Nazionalità Data di nascita Luogo DECOLLANZ NUNZIA Via Don. Donato Gallucci n.3 75010 Miglionico

Dettagli

Teatro. VerdiTrieste FONDAZIONE TEATRO LIRICO GIUSEPPE VERDI - TRIESTE STATUTO

Teatro. VerdiTrieste FONDAZIONE TEATRO LIRICO GIUSEPPE VERDI - TRIESTE STATUTO VerdiTrieste Teatro FONDAZIONE TEATRO LIRICO GIUSEPPE VERDI - TRIESTE STATUTO Ministero per i Beni e le Attività Culturali COMUNICATO Modificazioni allo statuto della Fondazione Teatro Giuseppe Verdi di

Dettagli

Lo spettacolo dal vivo in Sardegna. Rapporto di ricerca 2014

Lo spettacolo dal vivo in Sardegna. Rapporto di ricerca 2014 Lo spettacolo dal vivo in Sardegna Rapporto di ricerca 2014 2014 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Redazione a cura della Presidenza Direzione generale della Programmazione unitaria e della Statistica regionale

Dettagli

Il Car Sharing come business development area: analisi del settore, strategie di impresa e ricadute socioeconomiche

Il Car Sharing come business development area: analisi del settore, strategie di impresa e ricadute socioeconomiche Il Car Sharing come business development area: analisi del settore, strategie di impresa e ricadute socioeconomiche IX Riunione Scientifica SIET Economia dei trasporti e Logistica economica: ricerca per

Dettagli

Oggetto: ASSOCRAL Newsletter n 144 15 Giugno 2015. Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui

Oggetto: ASSOCRAL Newsletter n 144 15 Giugno 2015. Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui Oggetto: ASSOCRAL Newsletter n 144 15 Giugno 2015 Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui NEWSLETTER 15 GIUGNO 2015 CONVENZIONI UTILI PER L'ESTATE : TURISMO E VIAGGI EUROP ASSISTANCE ITALIA

Dettagli

COMUNE DI CALCI Provincia di Pisa

COMUNE DI CALCI Provincia di Pisa COMUNE DI CALCI Provincia di Pisa REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI COMUNALI E PER IL SOSTEGNO ALLE LIBERE FORME ASSOCIATIVE Approvato con deliberazione del C.C. n. 8 del 14.02.13 1 Art. 1 -

Dettagli

FENICE EDUCATION scuola secondaria 2 grado a.s. 2014/2015

FENICE EDUCATION scuola secondaria 2 grado a.s. 2014/2015 FONDAZIONE TEATRO LA FENICE DI VENEZIA Area formazione&multimedia FENICE EDUCATION scuola secondaria 2 grado a.s. 2014/2015 In collaborazione con PREMESSA Anche per l anno scolastico 2014/2015 La Fondazione

Dettagli

Statuto FONDAZIONE PER LA CULTURA TORINO - ONLUS

Statuto FONDAZIONE PER LA CULTURA TORINO - ONLUS n. mecc. 2012 03137/45 allegato 2 [testo coordinato con gli emendamenti approvati, ai sensi articolo 44 comma 2 del Regolamento Consiglio Comunale]. Statuto FONDAZIONE PER LA CULTURA TORINO - ONLUS Titolo

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA TRIENNIO 2013-2015 Approvato dal Consiglio di Amministrazione del 29/01/2013 con delibera n. 9 SOMMARIO Premessa Trasparenza come libertà di informazione

Dettagli

Arti Sceniche in Compagnia Last Edition.

Arti Sceniche in Compagnia Last Edition. Con questa edizione si conclude il ciclo di sostegno della Compagnia alle Performing Arts attraverso il bando Arti Sceniche. Il nostro prossimo impegno sarà quindi di rimodulare questo strumento d intervento

Dettagli

FROM VESUVIO TO SILICON VALLEY UNITE THE TWO BAYS

FROM VESUVIO TO SILICON VALLEY UNITE THE TWO BAYS FROM VESUVIO TO SILICON VALLEY UNITE THE TWO BAYS Progetto del Teatro di San Carlo di Napoli in coproduzione con Camera di Commercio di Napoli 02. Dal Vesuvio alla Silicon Valley Una nuova frontiera, un

Dettagli

La Legge di Stabilità e le disposizioni di interesse per le persone con sclerosi multipla. Commenti a cura dell Osservatorio AISM diritti e servizi

La Legge di Stabilità e le disposizioni di interesse per le persone con sclerosi multipla. Commenti a cura dell Osservatorio AISM diritti e servizi SINTESI RAGIONATA DELLA LEGGE 27 DICEMBRE 2013, n. 147 DISPOSIZIONI PER LA FORMAZIONE DEL BILANCIO ANNUALE E PLURIENNALE DELLO STATO (LEGGE DI STABILITA 2014) La Legge di Stabilità e le disposizioni di

Dettagli

PROFESSIONISTI ASSOCIATI

PROFESSIONISTI ASSOCIATI INTERVENTI DELLE IMPRESE AL NON PROFIT TRA CONTRIBUTI, SPONSORIZZAZIONI ED EROGAZIONI LIBERALI: FORMALITÀ CIVILISTICHE E REQUISITI DI DEDUCIBILITÀ FISCALE LUCA GAIANI DOTTORE COMMERCIALISTA MODENA 18 SETTEMBRE

Dettagli

I BONUS PREVISTI DAL DECRETO CULT-TURISMO : ANALISI DELLE VARIE TIPOLOGIE

I BONUS PREVISTI DAL DECRETO CULT-TURISMO : ANALISI DELLE VARIE TIPOLOGIE I BONUS PREVISTI DAL DECRETO CULT-TURISMO : ANALISI DELLE VARIE TIPOLOGIE a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Il Decreto Cult-Turismo n.83-2014, convertito nella Legge n.106-2014, ha introdotto

Dettagli

Biglietteria del Teatro Regio di Parma Orari di apertura Fino al 27 giugno e dal 31 agosto 2015 Dal 29 giugno al 29 agosto 2015

Biglietteria del Teatro Regio di Parma Orari di apertura Fino al 27 giugno e dal 31 agosto 2015 Dal 29 giugno al 29 agosto 2015 BIGLIETTERIA BIGLIETTERIA Biglietteria del Teatro Regio di Parma Via Garibaldi, 16/A 43121 Parma Tel. 0521 203999 - Fax 0521 504224 biglietteria@teatroregioparma.it www.teatroregioparma.it Orari di apertura

Dettagli

EMILIA ROMAGNA TEATRO FONDAZIONE STATUTO (gennaio 2015)

EMILIA ROMAGNA TEATRO FONDAZIONE STATUTO (gennaio 2015) EMILIA ROMAGNA TEATRO FONDAZIONE STATUTO (gennaio 2015) Art. 1 Natura giuridica e durata E Istituita dal Comune di Modena, dal Comune di Cesena, dal Comune di Bologna, dalla Regione Emilia Romagna, una

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia/254/2014/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Andrea Luberti Presidente f.f. (relatore) dott. Paolo Bertozzi

Dettagli

Champions League 2009/2010: Inter Bayern Monaco, aspetti economici della finale di Madrid. maggio 2010

Champions League 2009/2010: Inter Bayern Monaco, aspetti economici della finale di Madrid. maggio 2010 Champions League 2009/2010: Inter Bayern Monaco, aspetti economici della finale di Madrid maggio 2010 Sommario Introduzione pag.3 La Finale in cifre pag.4 Le sfidanti a confronto pag.9 Analisi dei Premi

Dettagli

Foglio Informativo AnSe

Foglio Informativo AnSe Foglio Informativo AnSe Anno 2015 - Numero 5 11 febbraio 2015 Anno13 - Numero 2013 ANSE Associazione Nazionale Seniores Enel Viale Regina Margherita, 125-00198 ROMA Tel. 0683057390-0683057422 Fax 0683057440

Dettagli

Il fundraising per le biblioteche - Venezia 26 marzo 2015

Il fundraising per le biblioteche - Venezia 26 marzo 2015 60 61 62 63 64 65 66 67 68 68 69 69 70 TEM PO AZI EN DE O R GANI ZZ AZI ON E ANNO 0 GENNAIO - APRILE ANNO 0 MAGGIO- AGOSTO ANNO 0 SETTEMBRE - DICEMBRE Elaborazione delle linee guida di investimento. Elaborazione

Dettagli

Il calcio: lo sport e il business. Estratto da un analisi. Roma, 14 Maggio 2004

Il calcio: lo sport e il business. Estratto da un analisi. Roma, 14 Maggio 2004 Il calcio: lo sport e il business Estratto da un analisi Roma, 14 Maggio 2004 Obiettivi L obiettivo del progetto è di esaminare l effettivo andamento dell Azienda calcio, intesa come insieme delle società

Dettagli

4.1 La disciplina del patto di stabilità per il triennio 2009/2011

4.1 La disciplina del patto di stabilità per il triennio 2009/2011 4.1 La disciplina del patto di stabilità per il triennio 2009/2011 Il testo normativo vigente in materia di patto di stabilità discende dall art. 77 bis del D.L. 112/2008, convertito in L. 133/2008 e s.m.i.

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI SCIENZE STORICHE, FILOSOFICO-SOCIALI, DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN SONIC ARTS (in modalità didattica

Dettagli

STATUTO DEL TEATRO STABILE DEL FRIULI VENEZIA GIULIA - TRIESTE

STATUTO DEL TEATRO STABILE DEL FRIULI VENEZIA GIULIA - TRIESTE STATUTO DEL TEATRO STABILE DEL FRIULI VENEZIA GIULIA - TRIESTE Art. 1 DENOMINAZIONE SEDE NATURA GIURIDICA DURATA 1. Il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, di seguito detto l Ente, è una Associazione

Dettagli

Cinema e Industria Capitali Privati e Benefici Fiscali. Bari 17 novembre 2011

Cinema e Industria Capitali Privati e Benefici Fiscali. Bari 17 novembre 2011 Cinema e Industria Capitali Privati e Benefici Fiscali Bari 17 novembre 2011 LA FILIERA CINEMATOGRAFICA SVILUPPO PRODUZIONE PROMOZIONE DISTRIBUZIONE PRE PRODUZIONE PRODUZIONE (RIPRESE) POST PRODUZIONE

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 17 aprile 2015, n. 798

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 17 aprile 2015, n. 798 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 17 aprile 2015, n. 798 Approvazione Piano 2015 delle attività ammesse a finanziamento nel settore dello Spettacolo (Regolamento Regionale del 13.04.2007 n. 11 e s.m.,

Dettagli

L andamento delle raccolte fondi: bilanci 2012 e proiezioni 2013

L andamento delle raccolte fondi: bilanci 2012 e proiezioni 2013 L andamento delle raccolte fondi: bilanci 2012 e proiezioni 2013 10^ rilevazione semestrale Giugno 2013 La metodologia Compilazione questionario Campione: 170 ONP intervistate nel mese di luglio-agosto

Dettagli

Biglietteria del Teatro Regio di Parma Orari di apertura Fino al 27 giugno e dal 31 agosto Dal 29 giugno al 29 agosto

Biglietteria del Teatro Regio di Parma Orari di apertura Fino al 27 giugno e dal 31 agosto Dal 29 giugno al 29 agosto BIGLIETTERIA BIGLIETTERIA Biglietteria del Teatro Regio di Parma Via Garibaldi, 16/A 43121 Parma Tel. 0521 203999 - Fax 0521 504224 biglietteria@teatroregioparma.it www.teatroregioparma.it Orari di apertura

Dettagli

Sintesi dello stato patrimoniale riclassificato - Serie A TIM 30/06/1998 30/06/1999 30/06/2000 30/06/2001 30/06/2002 30/06/2003 30/06/2004

Sintesi dello stato patrimoniale riclassificato - Serie A TIM 30/06/1998 30/06/1999 30/06/2000 30/06/2001 30/06/2002 30/06/2003 30/06/2004 Centro Studi Nota metodologica L analisi si riferisce ai dati di sintesi relativi alla situazione economico-finanziaria della Serie A TIM e della Serie B TIM e compara i dati a partire dalla stagione 1997-1998

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA N. 1832 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori GARRAFFA, BARATELLA, BATTAGLIA Giovanni, BATTISTI, COLETTI, DATO, FASSONE, FILIPPELLI, FLAMMIA, FORMISANO, LIGUORI,

Dettagli

Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali

Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali Cod. ISTAT INT 00023 AREA: Amministrazioni pubbliche e Servizi sociali Settore di interesse: Istituzioni Pubbliche e Private Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali Titolare: Dipartimento per

Dettagli

La Cgil, pur non condividendo le Linee Guida ha dichiarato che parteciperà al tavolo di confronto allargato sulla riforma del modello contrattuale.

La Cgil, pur non condividendo le Linee Guida ha dichiarato che parteciperà al tavolo di confronto allargato sulla riforma del modello contrattuale. LA RIFORMA DELLA STRUTTURA DELLA CONTRATTAZIONE: IL DOCUMENTO SULLE LINEE DI RIFORMA DELLA STRUTTURA DELLA CONTRATTAZIONE SOTTOSCRITTO DA CISL, UIL E CONFINDUSTRIA La riforma del modello contrattuale La

Dettagli

AVVISO PUBBLICO MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER SPONSOR

AVVISO PUBBLICO MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER SPONSOR AVVISO PUBBLICO MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER SPONSOR Il Consorzio Teatro Pubblico Pugliese (di seguito Consorzio/TPP), con sede legale sita in Bari alla Via Imbriani, 67 70121 Bari, C.F.: 01071540726

Dettagli

DELLA REGIONE PUGLIA

DELLA REGIONE PUGLIA REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE PUGLIA Sped. in abb. Postale, Art. 2, comma 20/c - Legge 662/96 - Aut. DC/215/03/01/01 - Potenza Anno XXXV BARI, 30 APRILE 2004 N. 53 Il Bollettino

Dettagli

COMUNE DI OTRICOLI PROVINCIA DI TERNI

COMUNE DI OTRICOLI PROVINCIA DI TERNI COMUNE DI OTRICOLI PROVINCIA DI TERNI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI, AUSILI FINANZIARI, IN RELAZIONE ALLE INIZIATIVE SPORTIVE, TURISTICHE, CULTURALI E RICREATIVE DI

Dettagli

Project meeting. La possibilità delle partnership pubblico-privato (PPP) per il Patrimonio Storico Artistico 11.3.2014. Sergio Calò.

Project meeting. La possibilità delle partnership pubblico-privato (PPP) per il Patrimonio Storico Artistico 11.3.2014. Sergio Calò. Project meeting Progetto Standard bando n. - 2/2009: PROFILI Creazione di una piattaforma transfrontaliera di servizi per il miglioramento dei processi della filiera allargata delle costruzioni edili Standardnih

Dettagli

GLI STANDARD SUGLI ASSETTI FINANZIARI DEI MUSEI. IL CASO FONDAZIONE TORINO MUSEI

GLI STANDARD SUGLI ASSETTI FINANZIARI DEI MUSEI. IL CASO FONDAZIONE TORINO MUSEI Convegno Standard per i musei della Regione Piemonte GLI STANDARD SUGLI ASSETTI FINANZIARI DEI MUSEI. IL CASO FONDAZIONE TORINO MUSEI Adriano Da Re Torino, 3 Dicembre 2007 Agenda La Fondazione Torino Musei

Dettagli

La spesa pubblica nella Regione Sardegna. Francesca Piras Coordinatrice Nucleo Regionale CPT Sardegna

La spesa pubblica nella Regione Sardegna. Francesca Piras Coordinatrice Nucleo Regionale CPT Sardegna La spesa pubblica nella Regione Sardegna Francesca Piras Coordinatrice Nucleo Regionale CPT Sardegna Definizione dei soggetti nei livelli di governo del SPA AMMINISTRAZIONI CENTRALI STATO.... IMPRESE PUBBLICHE

Dettagli

Bando per le attività annuali dello Spettacolo dal vivo in Piemonte, Liguria e Valle d Aosta

Bando per le attività annuali dello Spettacolo dal vivo in Piemonte, Liguria e Valle d Aosta RASSEGNE Piemonte Liguria Valle d Aosta STAGIONI MUSICA DANZA TEATRO Bando per le attività annuali dello Spettacolo dal vivo in Piemonte, Liguria e Valle d Aosta CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE AL BANDO 2014

Dettagli

Confronto con altre città

Confronto con altre città Il turismo a Torino, dopo i Giochi Confronto con altre città A cura di Piervincenzo Bondonio Dipartimento di Economia e OMERO Due ricerche connesse 1. La vocazione turistica di Torino, dopo i Giochi olimpici

Dettagli

IV EDIZIONE NAZIONALE DEI CORTI TEATRALI

IV EDIZIONE NAZIONALE DEI CORTI TEATRALI IV EDIZIONE NAZIONALE DEI CORTI TEATRALI 1997/1998/2015... DAL 31 MAGGIO AL 3 APRILE 2016 I-DESCRIZIONE DELLA MANIFESTAZIONE La Manifestazione dei Corti Teatrali si terrá come di consueto al TEATRO DELL

Dettagli

SET DI INDICATORI PROXY PER L INQUINAMENTO INDOOR

SET DI INDICATORI PROXY PER L INQUINAMENTO INDOOR SET DI INDICATORI PROXY PER L INQUINAMENTO INDOOR A. LEPORE, V. UBALDI APAT Dipartimento Stato dell Ambiente e Metrologia Ambientale La conoscenza delle problematiche relative all inquinamento indoor,

Dettagli

Gestione delle risorse ed economia delle biblioteche. Paola Dubini

Gestione delle risorse ed economia delle biblioteche. Paola Dubini Gestione delle risorse ed economia delle biblioteche Paola Dubini Di che cosa parleremo Alcune premesse L individuazione delle funzioni obiettivo La configurazione dei processi e le scelte di presidio

Dettagli

SHARING ECONOMY E NUOVA MOBILITÀ Rimini 7 Novembre 2014

SHARING ECONOMY E NUOVA MOBILITÀ Rimini 7 Novembre 2014 STATI GENERALI della Green Economy Percorsi e strumenti per la diffusione dell ecoinnovazione e del consumo sostenibile SHARING ECONOMY E NUOVA MOBILITÀ Rimini 7 Novembre 2014 Nicola Tiezzi ICARO Srl Sharing

Dettagli

IL FINANZIAMENTO DELLA POLITICA IN ITALIA, FRANCIA, GERMANIA, SPAGNA, REGNO UNITO, STATI UNITI

IL FINANZIAMENTO DELLA POLITICA IN ITALIA, FRANCIA, GERMANIA, SPAGNA, REGNO UNITO, STATI UNITI IL FINANZIAMENTO DELLA POLITICA IN ITALIA, FRANCIA, GERMANIA, SPAGNA, REGNO UNITO, STATI UNITI La presente pubblicazione raccoglie schede di sintesi relative a finanziamento della politica nei principali

Dettagli

C O M U N E DI M I R A Provincia di Venezia Città Veneta della Cultura 2004 Città d Arte

C O M U N E DI M I R A Provincia di Venezia Città Veneta della Cultura 2004 Città d Arte C O M U N E DI M I R A Provincia di Venezia Città Veneta della Cultura 2004 Città d Arte 30034 Mira (VE) - Piazza IX Martiri - Tel. 0415628211 (centralino) - Fax 0415628350 - cod. fisc. 00368570271 Indirizzo

Dettagli

Dagli anni 80 ha iniziato ad espandersi oltre la Lombardia, aprendo filiali in Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Liguria e Lazio.

Dagli anni 80 ha iniziato ad espandersi oltre la Lombardia, aprendo filiali in Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Liguria e Lazio. Banca Popolare di Bergamo, fondata nell aprile 1869 come Banca Mutua Popolare della città e della Provincia di Bergamo ha avuto una rapida crescita e un forte rafforzamento della sua presenza territoriale

Dettagli

LA SOGGETTIVITA DELLE ASSOCIAZIONI DI AZIONE CATTOLICA

LA SOGGETTIVITA DELLE ASSOCIAZIONI DI AZIONE CATTOLICA LA SOGGETTIVITA DELLE ASSOCIAZIONI DI AZIONE CATTOLICA 1 Persone giuridiche e soggetti no profit nel sistema giuridico italiano Nel sistema giuridico italiano sono previsti enti che hanno una soggettività

Dettagli

AFFARE ASSEGNATO MUSICA (N. 409)

AFFARE ASSEGNATO MUSICA (N. 409) SENATO DELLA REPUBBLICA VII COMMISSIONE ISTRUZIONE PUBBLICA, BENI CULTURALI, RICERCA SCIENTIFICA, SPETTACOLO E SPORT AUDIZIONE AFFARE ASSEGNATO MUSICA (N. 409) 1 OFFERTA CULTURALE NEL SETTORE MUSICALE,

Dettagli

L intervento pubblico nel settore dell energia elettrica

L intervento pubblico nel settore dell energia elettrica L intervento pubblico nel settore Corso di Economia e Gestione delle Amministrazioni Pubbliche Prof. Giuseppe Catalano 17/12/2014 Fabiola Fraccascia Eugenia Mundi Niccolò Siani Indice 2/24 Le caratteristiche

Dettagli

STUDIO BALLARDINI http://www.studioballardini.it/ LE NOVITA' DELLA DICHIARAZIONE 730/2015 - Parte 1 -

STUDIO BALLARDINI http://www.studioballardini.it/ LE NOVITA' DELLA DICHIARAZIONE 730/2015 - Parte 1 - STUDIO BALLARDINI http://www.studioballardini.it/ LE NOVITA' DELLA DICHIARAZIONE 730/2015 - Parte 1 - INTRODUZIONE Con provvedimento del direttore dell'agenzia delle Entrate del 15 gennaio 2015, è stato

Dettagli

M a s t e r d i P r i m o L i v e l l o a p p r o v a t o c o n n o t a M U R - A F A M p r o t. 4 3 9 d e l 4 l u g l i o 2 0 0 6

M a s t e r d i P r i m o L i v e l l o a p p r o v a t o c o n n o t a M U R - A F A M p r o t. 4 3 9 d e l 4 l u g l i o 2 0 0 6 Regione Puglia I s t i t u t o d i A l t a F o r m a z i o n e M u s i c a l e e A r t i s t i c a CON IL CONTRIBUTO DEL FSE, DELLO STATO E DELLA REGIONE PUGLIA POR PUGLIA 2000-2006 Ob.1 Mis. 3.7 Formazione

Dettagli

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO DECRETO 6 novembre 2014 Disciplina dei presupposti e dei requisiti richiesti alle fondazioni lirico-sinfoniche ai fini del riconoscimento del

Dettagli

MARIANNA MARTINONI Bologna, 26 maggio 2015

MARIANNA MARTINONI Bologna, 26 maggio 2015 Fundraising per la cultura MARIANNA MARTINONI Bologna, 26 maggio 2015 1 DI COSA PARLEREMO OGGI? Fundraising e crowfundingsostenitori/ Donatori/Prospects Processo di col+vazione del donatore Comunicazione

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA'

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' TRIENNIO 2014-2016 Approvato dal Consiglio di Amministrazione del 21/01/2014 con delibera n. 1 SOMMARIO Premessa Trasparenza come libertà di informazione

Dettagli

anno III n. 1-15.1.2000 Scadenze Fiscali

anno III n. 1-15.1.2000 Scadenze Fiscali anno III n. 1-15.1.2000 Scadenze Fiscali NOVITA FISCALI LEGGE FINANZIARIA 2000 ED ALTRI PROVVEDIMENTI Forniamo di seguito brevi informazioni relative ad alcune novità fiscali che possono interessare direttamente

Dettagli

IL SOLISTA E L ATTIVITA CONCERTISTICA: organizzazione, gestione e promozione della professione musicale oggi

IL SOLISTA E L ATTIVITA CONCERTISTICA: organizzazione, gestione e promozione della professione musicale oggi ISTITUTO DI ALTA FORMAZIONE MUSICALE E ARTISTICA ANNO ACCADEMICO 2011-2012 Bando di Ammissione IL TUO FUTURO NEL MONDO MUSICALE Master di I Livello approvato dal MUR-AFAM approvato con Deliberazione del

Dettagli

COMUNE DI MONTECCHIA DI CROSARA (Provincia di Verona)

COMUNE DI MONTECCHIA DI CROSARA (Provincia di Verona) COMUNE DI MONTECCHIA DI CROSARA (Provincia di Verona) SISTEMA DI APPROVAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE ART. 7 COMMA 1 DEL D.LGS 150/2009. INTEGRAZIONE AL VIGENTE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEGLI

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER L ALTA FORMAZIONE ARTISTICA, MUSICALE E COREUTICA

DIREZIONE GENERALE PER L ALTA FORMAZIONE ARTISTICA, MUSICALE E COREUTICA Decreto Ministeriale 12 marzo 2007 prot. n. 39/2007 D.M. 12 marzo 2007, n. 39 - Riconoscimento dei titoli finali da rilasciare a conclusione dei corsi biennali sperimentali attivati presso la Accademie

Dettagli

NUOVA NORMATIVA DEL DIRITTO ALLO STUDIO

NUOVA NORMATIVA DEL DIRITTO ALLO STUDIO Legge regionale 26 aprile 1985, n. 30 NUOVA NORMATIVA DEL DIRITTO ALLO STUDIO TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Finalità La Regione, al fine di concorrere alla realizzazione del diritto allo studio,

Dettagli

Disegno di legge Disciplina degli interventi regionali di promozione dello spettacolo. Titolo I Principi, definizioni e funzioni.

Disegno di legge Disciplina degli interventi regionali di promozione dello spettacolo. Titolo I Principi, definizioni e funzioni. Disegno di legge Disciplina degli interventi regionali di promozione dello spettacolo. Titolo I Principi, definizioni e funzioni. Art. 1 Principi generali 1. La Regione Campania riconosce ogni forma di

Dettagli

Disegno di Legge di stabilità 2016 A.C. 3444. Emendamenti

Disegno di Legge di stabilità 2016 A.C. 3444. Emendamenti Disegno di Legge di stabilità 2016 A.C. 3444 Emendamenti 26 novembre 2015 BILANCIO AUTORIZZATORIO SOLO ANNUALE 2016 UTILIZZO AVANZO LIBERO E DESTINATO ARTICOLO 1, COMMA 389 Dopo il comma 389 è inserito

Dettagli

LA NUOVA DEFINIZIONE DI BENEFICENZA E IL SUO IMPATTO SULLE FONDAZIONI DI EROGAZIONE. Stresa 27 novembre 2009

LA NUOVA DEFINIZIONE DI BENEFICENZA E IL SUO IMPATTO SULLE FONDAZIONI DI EROGAZIONE. Stresa 27 novembre 2009 LA NUOVA DEFINIZIONE DI BENEFICENZA E IL SUO IMPATTO SULLE FONDAZIONI DI EROGAZIONE Stresa 27 novembre 2009 EVOLUZIONE STORICA DELLA NOZIONE DI BENEFICENZA art. 10, comma 1, lett. a), n. 3, D. lgs. 460/1997

Dettagli

FONDAZIONE TEATRO DELLA CITTA DI LIVORNO C. GOLDONI DISCIPLINARE D USO DEL TEATRO GOLDONI E DEL RIDOTTO LA GOLDONETTA

FONDAZIONE TEATRO DELLA CITTA DI LIVORNO C. GOLDONI DISCIPLINARE D USO DEL TEATRO GOLDONI E DEL RIDOTTO LA GOLDONETTA FONDAZIONE TEATRO DELLA CITTA DI LIVORNO C. GOLDONI DISCIPLINARE D USO DEL TEATRO GOLDONI E DEL RIDOTTO LA GOLDONETTA Livorno, aprile 2005 e successiva modifica marzo 2006 TEATRO GOLDONI E RIDOTTO LA GOLDONETTA

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE: COMPRAVENDITE E MUTUI DI FONTE NOTARILE

MERCATO IMMOBILIARE: COMPRAVENDITE E MUTUI DI FONTE NOTARILE 24 Luglio 2015 I trimestre 2015 MERCATO IMMOBILIARE: COMPRAVENDITE E MUTUI DI FONTE NOTARILE Nel I trimestre 2015 le convenzioni notarili di compravendita per unità immobiliari tornano a registrare variazioni

Dettagli

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D.

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. Convegno del 7 dicembre 2010 Dott. ssa Mariangela Brunero Il rendiconto: criteri e modalità di redazione ed approvazione Introduzione Attività

Dettagli