La Posta Elettronica: concetti fondamentali

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La Posta Elettronica: concetti fondamentali"

Transcript

1 Indice generale La Posta Elettronica: concetti fondamentali...1 Riservatezza ed identificazione del mittente...4 SPAM...5 PHISHING...7 La Posta Elettronica: concetti fondamentali 1 Il servizio di Posta Elettronica rappresenta probabilmente il fattore che ha maggiormente contribuito alla diffusione dell'utilizzo di Internet, soprattutto da parte dell'utenza non particolarmente tecnica. Alcune caratteristiche fondamentali di tale servizio sono le seguenti: La casella di posta elettronica, ossia lo spazio disco nel quale, fisicamente, vengono memorizzati i messaggi che si ricevono, viene generalmente assegnata da un provider, un'azienda che vende servizi Internet. Tale casella viene generalmente identificata mediante un indirizzo espresso nella forma L' dell'autore di questo capitolo è, ad esempio, dove nome identifica la casella di posta e dominio.it il dominio Internet dal quale è possibile risalire al server che gestisce fisicamente quella casella; Nei messaggi di posta elettronica è oggi possibile includere uno o più allegati, ossia qualunque file disponibile in formato digitale, tipicamente memorizzato sul proprio PC (immagini, PDF, file ZIP, etc.); Il servizio di posta elettronica non richiede la disponibilità immediata del destinatario: è possibile spedire messaggi ad un utente che non è fisicamente davanti al PC nel momento in cui il messaggio viene spedito. Il servizio, tecnicamente, si definisce asincrono ; Esistono diverse modalità attraverso le quali è possibile inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. Nel corso degli ultimi anni si sono diffusi i cosiddetti servizi di WebMail, ossia siti web appositamente progettati per offrire all'utente di interfacciarsi con i servizi di posta elettronica. Oltre ai servizi di WebMail, la gestione della posta elettronica può essere effettuata attraverso opportuni programmi da installare sul proprio PC: Outlook Express, Thunderbird, Eudora, Mozilla Messenger, sono solo alcuni di essi L'infrastruttura che consente il funzionamento del servizio di Posta Eletronica affonda le sue radici su tecnologie progettate e sviluppate al termine degli anni '60. In origine il servizio era molto diverso da quello che conosciamo oggi: l'invio e la lettura dei messaggi necessitavano di complesse operazioni tecniche, appannaggio esclusivo della ristretta cerchia di tecnici del tempo. Nel corso degli anni il servizio è stato profondamente cambiato ma, anziché riprogettarlo dalle radici, si è via via scelto di adeguarlo alle esigenze che man mano si presentavano. Ad oggi tale servizio potrebbe essere visto come una sorta di vestito di Arlecchino, dove per ogni nuova necessità si è scelto di aggiungere una pezza piuttosto che pensare ad un vestito nuovo ed il numero di pezze presenti è tale da rendere quasi invisibile il vestito originale. È proprio questo approccio che, se da un lato consente una interoperabilità totale fra tutti gli utenti di posta elettronico (è oggi possibile inviare e ricevere da chi ha una casella creata trenta anni fa...), dall'altro comporta una serie di problematiche, fra le quali spiccano recentemente lo spam, il phishing e la diffusione di virus via , con le quali tutti gli utilizzatori di posta elettronica sono costretti a convivere. Il funzionamento del servizio di Posta Elettronica è incentrato su tre fasi fondamentali: Preparazione e Spedizione: è la fase nella quale il mittente scrive il messaggio sul proprio PC e lo affida al sistema, all'infrastruttura di posta elettronica presente su Internet, affinché tale messaggio venga gestito opportunamente;

2 Trasporto: è la fase in cui l'infrastruttura di posta elettronica riceve dal mittente il messaggio ed attiva tutte le procedure necessarie per recapitarlo al server che gestisce la casella di posta del destinatario e, quindi, è l'unico che può materialmente depositare il messaggio nella casella di destinazione; Recupero e Gestione: è la fase in cui il destinatario preleva, fisicamente, il messaggio dalla propria casella e si organizza per gestirlo opportunamente. Abbiamo detto gestirlo anziché leggerlo perché in realtà il destinatario può tranquillamente cancellare in messaggio senza leggerlo. Si può osservare come queste tre fasi siano perfettamente analoghe alle procedure seguite quotidianamente per l'utilizzo dei servizi di Poste Italiane. A pensarci bene, infatti, ogni volta che ci poniamo l'obiettivo di spedire una cartolina, ci preoccupiamo di redigerla ed imbucarla in una qualche cassetta postale (Preparazione e Spedizione). Entro qualche ora un postino provvederà a recuperarla, portarla all'ufficio postale per l'avvio delle procedure di instradamento verso l'ufficio postale di destinazione, il quale a sua volta procederà attraverso un altro postino a recapitarla nella cassetta postale del nostro destinatario (Trasporto). Quest'ultimo, infine, quando lo riterrà opportuno, provvederà ad aprire la cassetta e prelevarne il contenuto (Recupero e Gestione). Anche in questo caso, non è detto che la cartolina venga letta in quanto potrebbe finire direttamente nel cestino della spazzatura, magari appositamente predisposto proprio vicino alla cassetta postale per consentire di liberarsi più facilmente della posta indesiderata (volantini pubblicitari, depliant di supermercati o di negozi, etc.). Le similitudini fra il servizio di Posta Elettronica ed il servizio di posta tradizionale ci offrono lo spunto per alcune altre considerazioni particolarmente interessanti. Prima di discuterne, però, è necessario descrivere le modalità di funzionamento della Posta Elettronica. In figura fig.1 è visualizzata, a grandi linee, l'architettura che è alla base del servizio di Posta Elettronica. Si distinguono: il mittente, rappresentato dal personaggio di sinistra, che attraverso il suo PC ed un apposito programma di Posta Elettronica (nell'esempio, Thunderbird) redige il messaggio che intende inviare al destinatario; il destinatario, rappresentato dal personaggio di destra, che sempre attraverso il proprio PC leggerà il messaggio che avrà ricevuto; un server di invio (il primo, da sinistra), ossia il server che riceverà fisicamente il messaggio dal PC del mittente ed avvierà la fase di trasporto affinchè il messaggio possa essere correttamente recapitato a destinazione; un certo numero di server intermedi, ossia server che non interagiscono ne con il mittente, ne con il destinatario, ma che prendono parte alla fase di trasporto consentendo al messaggio di giungere al server di destinazione. un server di ricezione (l'ultimo a destra), ossia il server che gestisce un certo numero di caselle di posta (rappresentate dai quadratini in figura), una delle quali è associata proprio al destinatario del messaggio. I server intermedi provvederanno a consegnare il messaggio a tale server che lo depositerà nella casella dell'utente. L'utente, successivamente, provvederà a scaricare tali messaggi sul proprio PC. 2

3 3 Fig. 1 Tutti gli elementi qui presentati si riferiscono allo scenario nel quale mittente e destinatario utilizzano, per la preparazione e per la lettura del messaggio, un programma ad-hoc. Abbiamo già accennato al fatto che recentemente si registra una tendenza crescente ad utilizzare i servizi di WebMail. Si tratta di applicazioni web che, anziché essere installate sul PC dell'utente, risiedono sui server del provider e vengono utilizzate dall'utente attraverso un comune browser internet, ossia un programma comunemente utilizzato per la navigazione sui siti internet. Di servizi di WebMail ne esistono migliaia; il primo a raggiungere una diffusione di massa è stato HotMail alla fine degli anni '90. Recentemente, per quanto riguarda i servizi rivolti alla comunità italiana, tutti i principali provider (es.: Tiscali, Libero, Virgilio, Alice,Tin) forniscono alla propria utenza un servizio di WebMail. Rispetto agli elementi di cui al precedente elenco, i servizi di WebMail non alterano l'architettura di posta elettronica. Tali servizi, come già segnalato, vengono utilizzati dagli utenti attraverso il comune browser (ad es. Internet Explorer) di navigazione internet (cfr. figura al centro, in basso, in figura 1 con il quale si accede al Server di WebMail. Sarà tale server ad interfacciarsi ad opportuni server di invio e di ricezione per eseguire quelle operazioni che l'utente avrà richiesto attraverso il proprio browser. Di tutta l'architettura presentata, due aspetti richiedono una trattazione più approfondita: 1. la fase di consegna al server di invio : si tratta di una operazione piuttosto elementare, anche dal punto di vista tecnico. Dal punto di vista del programma di posta elettronica in esecuzione sul PC del mittente, per consegnare il messaggio al server di invio è necessaria una unica informazione: il nome del server di invio. Si tratta di un nome Internet, ossia un nome che identifica univocamente tutti i vari server collegati ad internet e che, pertanto, sarà certamente associato anche al server di invio. box.clubnet.tin.it, smtp.tiscali.it, smtp.cineca.com sono alcuni esempi di nomi di server di invio, così come sono esempi di nomi di server web, ossia di server i cui contenuti sono consultabili con un browser. Il nome del server di invio, detto anche Server SMTP, viene comunicato all'utente dal proprio provider e, se non lo si conosce, va richiesto a quest'ultimo. Per quanto riguarda il nome e l'indirizzo del mittente, queste due informazioni vengono generalmente richieste dal programma di posta elettronica ma unicamente per agevolare la scrittura dei messaggi. Serviranno, in particolare, per indicare automaticamente il nome e l'indirizzo del mittente in tutti i messaggi di posta spediti;

4 2. la fase di prelievo dal server di ricezione : analogamente alla consegna, un'informazione fondamentale per il prelievo dal server di ricezione è il nome del server di ricezione (detto anche Server POP3 ). Tuttavia, a differenza del caso precedenze, questa informazione non è sufficiente. Il server di ricezione, infatti, riceve la posta indirizzata a più utenti e sui suoi dischi saranno presenti più caselle di posta. Per il prelievo della propria posta, pertanto, è necessario fornire indicazioni circa la casella dalla quale si vuole prelevare i messaggi. Analogamente alla chiave di una comune cassetta postale, al server di ricezione andranno fornite una username (per identificare univocamente la casella) ed una password (per impedire l'accesso alla casella da parte dell'utenza non autorizzata) Tornando alle analogie fra Posta Elettronica e Posta Ordinaria, alla luce dei concetti appena introdotti, in tabella Tab.1 è possibile osservare come entrambi i servizi basino il proprio funzionamento sugli stessi principi. Posta Elettronica Posta Ordinaria Preparazione e spedizione: il mittente prepara, con il suo PC, il messaggio da spedire e o si consegna al server SMTP del proprio provider; Trasporto: il server SMTP si organizza per consegnare il messaggio a destinazione, eventualmente tramite server (SMTP) intermedi; Recupero e gestione: il destinatario, con il suo client, scarica dal server POP3, previa indicazione del proprio username e della propria password, la posta presente nella sua casella (mailbox) È interessante osservare come Tab 1 4 Preparazione e spedizione: il mittente scrive la lettera e la imbuca in una cassetta postale (tipicamente, quella sotto casa o presso il locale ufficio postale); Trasporto: il postino svuota la cassetta ed avvia le procedure di smistamento (che possono coinvolgere anche uffici postali intermedi). Alla fine la lettera arriva nella buca delle lettere del destinatario; Recupero e gestione: l'utente apre la buca (con la chiave) e preleva il contenuto. nessuno dei due sistemi garantisce che i messaggi vengano effettivamente letti! Così come è perfettamente possibile aprire la propria buca delle lettere, prelevarne il contenuto e buttarlo nella spazzatura senza leggerlo oppure dimenticarselo in mezzo alle altre lettere, allo stesso modo è perfettamente possibile prelevare un messaggio di posta elettronica dal proprio server POP3 e cestinarlo oppure scordarselo in mezzo agli altri messaggi ricevuti. Invero molti web mail offrono altri servizi per sapere se ad esempio l' è stata ricevuta e se è stata aperta. Riservatezza ed identificazione del mittente Il servizio di Posta Elettronica è caratterizzato da due aspetti fondamentali, tra l'altro perfettamente condivisi con il servizio di Posta Ordinaria: Riservatezza della comunicazione: nel tragitto fra mittente e destinatario, il messaggio può essere intercettato e letto da occhi indiscreti; così come il postino può leggere il testo di qualunque cartolina (e non solo), allo stesso modo il gestore di uno qualunque dei server coinvolti (SMTP o POP3) può leggere tutta la corrispondenza in transito da quel server. Se da un lato questo aspetto deve portare l'utente a prestare la dovuta attenzione quando scambia messaggi con i propri interlocutori, dall'altro il problema non va estremizzato e confinato esclusivamente al mondo elettronico : se in tutte le buste e in tutti i pacchi che quotidianamente si ricevono o si spediscono c'è ben evidenziata la dicitura: lato apribile per ispezione postale vorrà pur dire qualcosa; Identificazione del mittente: è evidente che il servizio di Posta Ordinaria non offra alcuna garanzia rispetto al mittente riportato sulla busta delle lettera o sulle cartoline che si ricevono. L'identificazione del mittente, nel mondo della corrispondenza fisica, viene spesso basata sullo stile della scrittura o sulla firma riportata in calce ai documenti. Tuttavia entrambi questi aspetti sono facilmente aggirabili, da parte di un malintenzionato, a fronte di investimenti in

5 tecnologia di qualche decina di euro. Allo stesso modo è perfettamente possibile alterare l'identità del mittente dei comuni messaggi . Abbiamo già accennato al fatto che, per l'invio al server di invio, il nome e l'indirizzo del mittente non siano necessari. È evidente, quindi, che tali informazioni possono essere alterate senza alcun tipo di difficoltà tecnica. Rispetto ai problemi citati, va segnalato che le azioni di intercettazione e quelle di falsificazione (siano esse applicate al mondo della Posta Ordinaria, sia a quello della Posta Elettronica) producono delle implicazioni giuridiche che possono facilmente sconfinare in ambito penale. Non è certo questa la sede più appropriata per analizzare in dettaglio la relazione fra la semplicità tecnica di tali azioni e le loro conseguenze sul piano del diritto civile e penale. L'unica cosa che si vuole rimarcare è l'invito a prestare anche per la Posta Elettronica tutte quelle cautele che normalmente si applicano nella gestione della Porta Ordinaria: la Posta Elettronica non aumenta né diminuisce i vari rischi, se non per un fattore di moltiplicazione dovuto al numero di messaggi inviati/ricevuti che, con il passare degli anni, sarà destinato a surclassare il numero dei messaggi ordinari Tornando all'analisi tecnica dei due problemi citati (riservatezza della comunicazione ed identificazione del mittente), le tecnologie applicative oggi disponibili consentono agevolmente di risolverle. In particolare, relativamente al solo servizio di Posta Elettronica: Garanzia di riservatezza: attraverso un opportuno utilizzo di crittografia è possibile far si che il messaggio risulti illeggibile a tutti, tranne che al legittimo destinatario. Va osservato come la crittografia impedisca l'intercettazione del messaggio durante il suo trasporto, dal PC del mittente al PC del destinatario. Ciononostante il messaggio resta intercettabile direttamente sui PC di entrambi: un virus o un qualunque software costruito ad-hoc ed installato sul PC del mittente o del destinatario può sicuramente intercettare il messaggio prima che questo venga criptato (sul PC del mittente) o subito dopo che è stato decriptato (dal PC del destinatario); Garanzia dell'identità del mittente: nel corso degli ultimi anni, specialmente nell'ambito della diffusione dei cosiddetti servizi di egovernment, si è sempre più parlato della cosiddetta Firma Digitale. Tutte le Pubbliche Amministrazioni, tutti i Dottori Commercialisti, tutti i Notai, oggi, inviano e ricevono quotidianamente un numero consistente di messaggi elettronici e, per questi, si è certi, assolutamente certi, dell'identità del mittente. Tale certezza viene ottenuta proprio dalle tecnologia di Firma Digitale che, tra l'altro, dal punto di vista tecnico, poggiano le basi proprio su quelle tecniche di crittografia utilizzate per garantire la riservatezza nella fase di trasporto. È interessante osservare come questi due ultimi aspetti creino la prima, vera, distinzione fra i servizi di Posta Elettronica e quelli di Posta Ordinaria. Per quest'ultima, infatti, la garanzia di riservatezza può essere ottenuta racchiudendo il proprio messaggio (cartolina, lettera, pacco) all'interno di una cassaforte e spedendo la cassaforte stessa. Per quanto riguarda l'identità del mittente, invece, perfino una raccomandata con ricevuta di ritorno non può garantire che il mittente sia esattamente chi dice di essere. SPAM Con il termine SPAM ci si riferisce alla attività di diffusione di messaggi di posta elettronica il cui contenuto è esclusivamente di tipo pubblicitario e che non siano stati in alcun modo sollecitati, richiesti, dal destinatario. A grandi linee, il fenomeno dello SPAM riprende quello del volantinaggio applicato alla corrispondenza ordinaria: così come ci vengono recapitati i volantini cartacei che pubblicizzano supermercati, palestre o negozi di vario genere (voltantini che noi non abbiamo mai richiesto), allo stesso modo qualcuno spedisce messaggi pubblicitari analoghi ma, anziché fisicamente, attraverso la posta elettronica. Tuttavia, fra queste due situazioni, esistono differenze profonde che analizzeremo nei prossimi paragrafi. Tecnicamente, i messaggi di SPAM sono conosciuti con il nome UCE - Unsolicited Commercial 5

6 6 ( commerciali non-sollecitate) oppure Junk Mail (Posta spazzatura). A tali nomi è stato successivamente associato il termine SPAM che, storicamente, rappresentava la marca di una famosa carne in scatola (SPAM Spiced Ham) che negli Stati Uniti veniva fornita ai soldati dell'esercito americano impegnati nelle missioni estere e che, per questo motivo, si guadagnò una fama piuttosto negativa. Le attività di promozione di prodotti e servizi che oggi vedono nello SPAM il principale protagonista, affondano le proprie radici in settori diversi dall'information-technology. La prima forma di questo genere di promozione trova origine negli Stati Uniti, dove sfruttando il fatto che le telefonate urbane erano completamente gratuite, si diede origine a delle vastissime campagne di invio di FAX e di telefonate fatte con messaggi preregistrati il cui obiettivo era quello di promuovere un certo prodotto o un certo servizio. Tuttavia, essendo tali azioni circoscritte ad una determinata zona geografica o, comunque, ad una certa nazione, fu piuttosto semplice bloccarle: attraverso l'emanazione di una apposita legge, il problema fu risolto non dal punto di vista tecnico, ma da quello giuridico. Nel caso dello SPAM questo approccio non è attuabile: la natura dello SPAM è assolutamente transnazionale ed oggi è perfettamente normale che un utente europeo o statunitense invii qualche milione di messaggi utilizzando computer e server dislocati in paesi asiatici con i quali non esistono relazioni diplomatiche. Uno degli elementi caratterizzanti dello SPAM è che il costo delle relative campagne è particolarmente basso per chi le promuove, e, viceversa, particolarmente alto per la comunità di utenti e provider che le subisce. In altri termini, la gran parte dei costi di una campagna di SPAM grava sulle spalle di chi riceve, e non di chi trasmette. Chi riceve, infatti, paga per la gestione di quei messaggi che, nonostante non siano stati richiesti da nessuno, vanno gestiti dalle proprie apparecchiature che a tutti gli effetti vengono abusate e vanno messi a disposizione degli utenti finali i quali li scaricheranno sui propri PC e li leggeranno spendendo minuti preziosi della propria attività lavorativa. Se si considera che in Europa, attualmente, oltre il 50% dei messaggi in circolazione è relativo a messaggi di SPAM, si capisce facilmente come la quantità di tempo che la comunità perde per leggere/cancellare tali messaggi è veramente significativa. Non solo ma il surplus di dati circolanti, fra l'altro a bassissimo costo, occupa spazio nei canali e crea problemi di espansione e di velocità di trasmissione La battaglia contro lo SPAM è una battaglia difficile. Alcuni utenti provano ad inviare al mittente delle false risposte di casella inesistente; altri provano a bloccare i messaggi in funzione del server di provenienza oppure del mittente stesso o del dominio Internet di partenza. Tali approcci, però, sono pressoché inutili in quanto gli SPAMmer più evoluti utilizzano tecniche tali da rendere casuale l'indicazione del mittente e da distribuire l'invio dei messaggi non su un singolo server (che potrebbe essere agevolmente filtrato) ma attraverso una pluralità di server. È chiaro, comunque, che la lotta allo SPAM consiste in una attività di filtraggio dei messaggi in ingresso; attività che per essere comoda deve necessariamente essere effettuata da programmi automatici che sollevino l'utente dalle attività di consultazione e cancellazione manuale dei messaggi indesiderati. Queste attività, però, espongono l'utente al rischio di perdere dei messaggi buoni che, per qualche motivo, vengono erroneamente riconosciuti come SPAM. Di fatto, la battaglia contro lo SPAM può essere ricondotta alla definizione di una sorta di soglia di sopportazione : più si è disposti a sopportare lo SPAM e meno si sentirà l'esigenza di filtrare i messaggi in ingresso e, in ultima analisi, più basso sarà il rischio di perdere messaggi corretti. Viceversa, meno si è disposti a sopportare lo SPAM, più sarà necessario filtrare i messaggi in ingresso e, quindi, maggiore sarà la possibilità di vedersi filtrati i messaggi corretti. Una tecnica piuttosto diffusa per limitare il numero di messaggi di SPAM è quella di evitare di riportare il proprio indirizzo su pagine web e/o in messaggi di posta elettronica che in un qualche modo hanno una visibilità pubblica. Gli spammer, infatti, generano il database di indirizzi a cui inviare i messaggi di SPAM andando a cercare su internet tutti gli indirizzi che

7 7 compaiono nelle pagine web o nei documenti che sono liberamente disponibili su internet. Va segnalato, comunque, che tutti gli sforzi tesi a prevenire la diffusione impropria del proprio indirizzo diventano vani a causa dell'azione, sempre più frequente, di veri e propri virus informatici scritti appositamente per recuperare indirizzi a cui inviare SPAM. È sempre più frequente, infatti, la diffusione di virus che nel momento in cui infettano un computer provvedono ad analizzare il contenuto della rubrica degli indirizzi del programma di posta elettronica prelevando l'elenco di tutti gli indirizzi presenti per poi comunicarli ad un server centrale che provvederà ad inserire tali indirizzi nella lista dai destinatari cui inviare futuri messaggi di SPAM. Aldilà di questi aspetti, è comunque consigliabile utilizzare servizi di posta elettronica che forniscono un servizio antispam direttamente sul server del provider oppure, in alternativa o anche in concomitanza, utilizzare un programma di posta elettronica che offre un qualche strumento di gestione dello SPAM. A tal riguardo si invita il lettore a considerare l'ottimo Thunderbird, un programma di posta elettronica Open Source, liberamente scaricabile da Internet, disponibile anche per sistemi Windows ed in lingua Italiana nonché dotato di un comodo ed efficace filtro antispam. In figura Fig.2 è riportato un messaggio di SPAM che ci invita a cliccare sul link presente nel messaggio per accedere ad un catalogo di software. Nella parte alta, subito sotto la barra dei bottoni, è possibile osservare la segnalazione di Thunderbird che ci segnala come questo messaggio sembri essere SPAM. Oltre a tale segnalazione Thunderbird può anche procedere alla cancellazione automatica di tali messaggi oppure al loro spostamento in qualche cartella ad-hoc. PHISHING Fig.2 Il Phishing rappresenta la forma più aggressiva di SPAM e, a tutti gli effetti, costituisce un vero e proprio tentativo di frode informatica. Attraverso dei messaggi di Posta Elettronica costruiti ad arte, il truffatore falsifica il mittente ed il contenuto dei messaggio per cercare di appropriarsi dei dati personali dell'utente (chiavi di accesso al servizio di home banking, numero di carta di credito, etc.) L'obiettivo del Phisher, ossia di colui che gestisce la campagna di Phishing, è quello di portare l'utente a cliccare su un collegamento che è stato appositamente predisposto all'interno del messaggio e che, una volta cliccato, mostra all'utente un sito Internet del tutto simile a quello della società imitata ma che è sotto il controllo del Phisher. che potrà successivamente utilizzarle a proprio piacimento. L'inserimento di username e password su tale pagina significa l'automatica comunicazione delle stesse al Phisher. Per evitare di incappare in queste situazioni, si consiglia di seguire sempre le solite precauzioni:

8 8 Diffidare sempre da chiunque richieda tramite di inviare dati personali/riservati quali codice fiscale e numero di conto o codici di accesso come codice cliente, PIN e password. In caso di dubbi, contattare il Servizio Clienti o un riferimento dell'azienda mittente. Non accedere a siti internet, specie a quelli di home-banking o di e-commerce, attraverso il click fatto su collegamenti presenti all'interno di messaggi , anche se apparentemente inviate da una fonte affidabile. Piuttosto, aprire il browser e digitare direttamente l'indirizzo del sito che desidera visitare. Privilegiare, specialmente per i servizi di ecommerce e di Home-Banking, quei siti che utilizzano la crittografia e che consentono una qualche forma di identificazione del sito di destinazione. Tali siti sono riconoscibili dal prefisso https:// dell'indirizzo e da un lucchetto visualizzato nella parte bassa del browser.

LA POSTA ELETTRONICA

LA POSTA ELETTRONICA LA POSTA ELETTRONICA Nella vita ordinaria ci sono due modi principali di gestire la propria corrispondenza o tramite un fermo posta, creandosi una propria casella postale presso l ufficio P:T., oppure

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica: WebMail Una Webmail è un'applicazione web che permette di gestire uno o più account di posta elettronica attraverso un Browser.

Dettagli

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account

Dettagli

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail Configurare un programma di posta con l account PEC di Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account ii nel programma di

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

Gestione Nuova Casella email

Gestione Nuova Casella email Gestione Nuova Casella email Per accedere alla vecchia casella questo l indirizzo web: http://62.149.157.9/ Potrà essere utile accedere alla vecchia gestione per esportare la rubrica e reimportala come

Dettagli

Procedura accesso e gestione Posta Certificata OlimonTel PEC

Procedura accesso e gestione Posta Certificata OlimonTel PEC Procedura accesso e gestione Posta Certificata OlimonTel PEC Informazioni sul documento Revisioni 06/06/2011 Andrea De Bruno V 1.0 1 Scopo del documento Scopo del presente documento è quello di illustrare

Dettagli

Come difendersi dai VIRUS

Come difendersi dai VIRUS Come difendersi dai VIRUS DEFINIZIONE Un virus è un programma, cioè una serie di istruzioni, scritte in un linguaggio di programmazione, in passato era di solito di basso livello*, mentre con l'avvento

Dettagli

G e s t i o n e U t e n z e C N R

G e s t i o n e U t e n z e C N R u t e n t i. c n r. i t G e s t i o n e U t e n z e C N R G U I D A U T E N T E Versione 1.1 Aurelio D Amico (Marzo 2013) Consiglio Nazionale delle Ricerche - Sistemi informativi - Roma utenti.cnr.it -

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

ISTRUZIONI PER L INVIO TRAMITE PEC (POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA) DI ISTANZE, COMUNICAZIONI E DOCUMENTI

ISTRUZIONI PER L INVIO TRAMITE PEC (POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA) DI ISTANZE, COMUNICAZIONI E DOCUMENTI ISTRUZIONI PER L INVIO TRAMITE PEC (POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA) DI ISTANZE, COMUNICAZIONI E DOCUMENTI Firenze, mercoledì 10 Maggio 2011 VERSIONE 1.2 DEL 10 Maggio2011 Pagina 2 di 8 In queste pagine

Dettagli

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione)

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione) CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA La consultazione della casella di posta elettronica predisposta all interno del dominio patronatosias.it può essere effettuata attraverso l utilizzo dei

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

Seconda Università degli studi di Napoli Servizi agli studenti Servizio di Posta Elettronica Guida estesa

Seconda Università degli studi di Napoli Servizi agli studenti Servizio di Posta Elettronica Guida estesa Seconda Università degli studi di Napoli Servizi agli studenti Servizio di Posta Elettronica Guida estesa A cura del Centro Elaborazione Dati Amministrativi 1 INDICE 1. Accesso ed utilizzo della Webmail

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Dipartimento Comunicazione. Guida all Identificazione al Portale di Roma Capitale

Dipartimento Comunicazione. Guida all Identificazione al Portale di Roma Capitale Dipartimento Comunicazione Guida all Identificazione al Portale di Roma Capitale Sommario 1. Premessa... 3 2. Identificazione al Portale di Roma Capitale tramite documento d identità... 4 2.1 Registrazione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA Gestione della E-mail Ottobre 2009 di Alessandro Pescarolo Fondamenti di Informatica 1 CAP. 5 GESTIONE POSTA ELETTRONICA 5.1 CONCETTI ELEMENTARI Uno dei maggiori vantaggi

Dettagli

La Posta con Mozilla Thunderbird

La Posta con Mozilla Thunderbird La Posta con Mozilla Thunderbird aggiornato alla versione di Thunderbird 1.5 versione documento 1.0 06/06/06 I love getting mail. It's just another reminder you're alive. Jon Arbuckle, Garfield April 16

Dettagli

Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser.

Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser. Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser. Se vogliamo accedere alla nostra casella di posta elettronica unipg.it senza usare un client di posta (eudora,

Dettagli

Client PEC Quadra Guida Utente

Client PEC Quadra Guida Utente Client PEC Quadra Guida Utente Versione 3.2 Guida Utente all uso di Client PEC Quadra Sommario Premessa... 3 Cos è la Posta Elettronica Certificata... 4 1.1 Come funziona la PEC... 4 1.2 Ricevuta di Accettazione...

Dettagli

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email.

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email. Mail da Web Caratteristiche generali di Virgilio Mail Funzionalità di Virgilio Mail Leggere la posta Come scrivere un email Giga Allegati Contatti Opzioni Caratteristiche generali di Virgilio Mail Virgilio

Dettagli

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA Ottimizzazione dei processi aziendali Con il modulo E-mail Integrata, NTS Informatica ha realizzato uno strumento di posta elettronica

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 Con questo aggiornamento sono state implementate una serie di funzionalità concernenti il tema della dematerializzazione e della gestione informatica dei documenti,

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Gestione della posta elettronica e della rubrica.

Gestione della posta elettronica e della rubrica. Incontro 2: Corso di aggiornamento sull uso di internet Gestione della posta elettronica e della rubrica. Istituto Alberghiero De Filippi Via Brambilla 15, 21100 Varese www.istitutodefilippi.it Tel: 0332-286367

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Guida all'installazione di SLPct Manuale utente Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Premessa Il redattore di atti giuridici esterno SLpct è stato implementato da Regione

Dettagli

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com Guida alla configurazione della posta elettronica bassanonet.com 02 Guida alla configurazione della posta elettronica I programmi di posta elettronica consentono di gestire una o più caselle e-mail in

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0)

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0) Indice generale PREMESSA... 2 ACCESSO... 2 GESTIONE DELLE UTENZE... 3 DATI DELLA SCUOLA... 6 UTENTI...7 LISTA UTENTI... 8 CREA NUOVO UTENTE...8 ABILITAZIONI UTENTE...9 ORARI D'ACCESSO... 11 DETTAGLIO UTENTE...

Dettagli

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S.

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. All accensione del Tab e dopo l eventuale inserimento del codice PIN sarà visibile la schermata iniziale. Per configurare

Dettagli

Programma Servizi Centralizzati s.r.l.

Programma Servizi Centralizzati s.r.l. Via Privata Maria Teresa, 11-20123 Milano Partita IVA 09986990159 Casella di Posta Certificata pecplus.it N.B. si consiglia di cambiare la password iniziale assegnata dal sistema alla creazione della casella

Dettagli

TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia.

TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia. TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia.it Firenze,.18. (?D.-l ~ AI SIGG.RI PRESIDENTIDEGLI ORDINI

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi.

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Guida all uso Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Legenda Singolo = Fax o SMS da inviare ad un singolo destinatario Multiplo = Fax o SMS da inviare a tanti destinatari

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Leg@lCom EasyM@IL. Manuale Utente. 1 Leg@lcom 2.0.0

Leg@lCom EasyM@IL. Manuale Utente. 1 Leg@lcom 2.0.0 Leg@lCom EasyM@IL Manuale Utente 1 Sommario Login... 5 Schermata Principale... 6 Posta Elettronica... 8 Componi... 8 Rispondi, Rispondi tutti, Inoltra, Cancella, Stampa... 15 Cerca... 15 Filtri... 18 Cartelle...

Dettagli

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK LA TUA POSTA IN UN CLICK Clicca&Posta è una soluzione software per la gestione della

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2011 Progetto Istanze On Line 21 febbraio 2011 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 PROGETTO ISTANZE ON LINE... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4)

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4) Guida al nuovo sistema di posta CloudMail UCSC (rev.doc. 1.4) L Università per poter migliorare l utilizzo del sistema di posta adeguandolo agli standard funzionali più diffusi ha previsto la migrazione

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Microsoft Windows 30/10/2014 Questo manuale fornisce le istruzioni per l'utilizzo della Carta Provinciale dei Servizi e del lettore di smart card Smarty sui sistemi operativi

Dettagli

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio Deutsche Bank db Corporate Banking Web Guida al servizio INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. SPECIFICHE DI SISTEMA... 4 3 MODALITÀ DI ATTIVAZIONE E DI PRIMO COLLEGAMENTO... 4 3. SICUREZZA... 5 4. AUTORIZZAZIONE

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA SEDE: ORDINE DEI MEDICI E DEGLI ODONTOIATRI DELLA PROVINCIA DI LECCE Via Nazario Sauro, n. 31 LECCE Presentazione Progetto: Dal 9 Novembre 2013

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

AUTENTICAZIONE CON CERTIFICATI DIGITALI MOZILLA THUNDERBIRD

AUTENTICAZIONE CON CERTIFICATI DIGITALI MOZILLA THUNDERBIRD AUTENTICAZIONE CON CERTIFICATI DIGITALI MOZILLA THUNDERBIRD 1.1 Premessa Il presente documento è una guida rapida che può aiutare i clienti nella corretta configurazione del software MOZILLA THUNDERBIRD

Dettagli

Indice. http://www.fe.infn.it/documenti/mail.pdf

Indice. http://www.fe.infn.it/documenti/mail.pdf http://www.fe.infn.it/documenti/mail.pdf Indice Indice 1. Introduzione...2 2. Primi passi... 3 2.1 Quale programma di posta... 3 2.2 Lasciare i messaggi sul server centrale?... 3 2.3 Spam e dintorni...4

Dettagli

PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO

PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO Informazioni generali Il programma permette l'invio di SMS, usufruendo di un servizio, a pagamento, disponibile via internet. Gli SMS possono essere

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

Servizio Posta Elettronica Certificata P.E.C. Manuale Operativo

Servizio Posta Elettronica Certificata P.E.C. Manuale Operativo Servizio Posta Elettronica Certificata P.E.C. Manuale Operativo Informazioni sul documento Redatto da Ruben Pandolfi Responsabile del Manuale Operativo Approvato da Claudio Corbetta Amministratore Delegato

Dettagli

Outlook Express. Dalla barra del menu in alto, selezionare STRUMENTI e successivamente ACCOUNT :

Outlook Express. Dalla barra del menu in alto, selezionare STRUMENTI e successivamente ACCOUNT : OutlookExpress Dallabarradelmenuinalto,selezionare STRUMENTI esuccessivamente ACCOUNT : Siapriràfinestra ACCOUNTINTERNET. Sceglierelascheda POSTAELETTRONICA. Cliccaresulpulsante AGGIUNGI quindilavoce POSTAELETTRONICA

Dettagli

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità Zucchetti Software Giuridico srl - Viale della Scienza 9/11 36100 Vicenza tel 0444 346211 info@fallco.it

Dettagli

I vostri documenti sempre disponibili e sincronizzati.

I vostri documenti sempre disponibili e sincronizzati. gestione documentale I vostri documenti sempre disponibili e sincronizzati. In qualsiasi momento e da qualsiasi parte del mondo accedendo al portale Arxidoc avete la possibilità di ricercare, condividere

Dettagli

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA HOTSPOT Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA Hotspot è l innovativo servizio che offre ai suoi clienti accesso ad Internet gratuito, in modo semplice e veloce, grazie al collegamento

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Introduzione generale Autenticazione dell operatore https://sebina1.unife.it/sebinatest Al primo accesso ai servizi di Back Office, utilizzando

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Guida alla WebMail Horde

Guida alla WebMail Horde Guida alla WebMail Horde La funzione principale di un sistema Webmail è quella di gestire la propria posta elettronica senza dover utilizzare un programma client installato sul computer. Il vantaggio è

Dettagli

USO DEGLI STRUMENTI DI PAGAMENTO ELETTRONICO

USO DEGLI STRUMENTI DI PAGAMENTO ELETTRONICO USO DEGLI STRUMENTI DI PAGAMENTO ELETTRONICO LA POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI La Polizia Postale e delle Comunicazioni si occupa della prevenzione e repressione di tutti i reati commessi per il

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Indice. Pannello Gestione Email pag. 3. Accesso da Web pag. 4. Configurazione Client: Mozilla Thunderbird pagg. 5-6. Microsoft Outlook pagg.

Indice. Pannello Gestione Email pag. 3. Accesso da Web pag. 4. Configurazione Client: Mozilla Thunderbird pagg. 5-6. Microsoft Outlook pagg. POSTA ELETTRONICA INDICE 2 Indice Pannello Gestione Email pag. 3 Accesso da Web pag. 4 Configurazione Client: Mozilla Thunderbird pagg. 5-6 Microsoft Outlook pagg. 7-8-9 Mail pagg. 10-11 PANNELLO GESTIONE

Dettagli

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati.

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati. Disclaimer: "# $%&'(&)'%# *("# +,(-(&'(# *%$).(&'%#,/++,(-(&'/# 0"#.(1"0%# *(""20&3%,./40%&(# /# &%-',/# disposizione. Abbiamo fatto del nostro meglio per assicurare accuratezza e correttezza delle informazioni

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

WEB Conference, mini howto

WEB Conference, mini howto Prerequisiti: WEB Conference, mini howto Per potersi collegare o creare una web conference è necessario: 1) Avere un pc con sistema operativo Windows XP o vista (windows 7 non e' ancora certificato ma

Dettagli

Portale Unico dei Servizi NoiPA

Portale Unico dei Servizi NoiPA Portale Unico dei Servizi NoiPA Guida all accesso al portale e ai servizi self service Versione del 10/12/14 INDICE pag. 1 INTRODUZIONE... 3 2 MODALITÀ DI PRIMO ACCESSO... 3 2.1 LA CONVALIDA DELL INDIRIZZO

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

PRIVACY POLICY MARE Premessa Principi base della privacy policy di Mare Informativa ai sensi dell art. 13, d. lgs 196/2003

PRIVACY POLICY MARE Premessa Principi base della privacy policy di Mare Informativa ai sensi dell art. 13, d. lgs 196/2003 PRIVACY POLICY MARE Premessa Mare Srl I.S. (nel seguito, anche: Mare oppure la società ) è particolarmente attenta e sensibile alla tutela della riservatezza e dei diritti fondamentali delle persone e

Dettagli

Accordo d Uso (settembre 2014)

Accordo d Uso (settembre 2014) Accordo d Uso (settembre 2014) Il seguente Accordo d uso, di seguito Accordo, disciplina l utilizzo del Servizio on line 4GUEST, di seguito Servizio, che prevede, la creazione di Viaggi, Itinerari, Percorsi,

Dettagli

Manuale Operativo Pro-net

Manuale Operativo Pro-net Manuale Operativo Pro-net Protocollo Informatico a norme CNIPA Tutti i diritti riservati. Aggiornato alla rel. 9.11 A.P.Systems. S.r.l. Versione 1.3 Pagina n. 1 Introduzione alla Procedura La procedura

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

DIFENDERSI DAI MODERNI ATTACCHI DI PHISHING MIRATI

DIFENDERSI DAI MODERNI ATTACCHI DI PHISHING MIRATI DIFENDERSI DAI MODERNI ATTACCHI DI PHISHING MIRATI DIFENDERSI DAI MODERNI ATTACCHI DI PHISHING MIRATI 2 Introduzione Questa email è una truffa o è legittima? È ciò che si chiedono con sempre maggiore frequenza

Dettagli

Fattura elettronica Vs Pa

Fattura elettronica Vs Pa Fattura elettronica Vs Pa Manuale Utente A cura di : VERS. 528 DEL 30/05/2014 11:10:00 (T. MICELI) Assist. Clienti Ft. El. Vs Pa SOMMARIO pag. I Sommario NORMATIVA... 1 Il formato della FatturaPA... 1

Dettagli

Selezionare Account di posta e cliccare su avanti

Selezionare Account di posta e cliccare su avanti Per configurare una casella di posta elettronica certificata su Mozilla Thunderbird e' necessario aprire il programma di posta cliccare su >STRUMENTI >IMPOSTAZIONI ACCOUNT >AGGIUNGI ACCOUNT Selezionare

Dettagli

Guida al sistema Bando GiovaniSì

Guida al sistema Bando GiovaniSì Guida al sistema Bando GiovaniSì 1di23 Sommario La pagina iniziale Richiesta account Accesso al sistema Richiesta nuova password Registrazione soggetto Accesso alla compilazione Compilazione progetto integrato

Dettagli

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone è pronto per le aziende. Supporta Microsoft Exchange ActiveSync, così come servizi basati su standard, invio e ricezione di e-mail, calendari

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

Virtualizzazione e installazione Linux

Virtualizzazione e installazione Linux Virtualizzazione e installazione Linux Federico De Meo, Davide Quaglia, Simone Bronuzzi Lo scopo di questa esercitazione è quello di introdurre il concetto di virtualizzazione, di creare un ambiente virtuale

Dettagli

Invio di SMS con FOCUS 10

Invio di SMS con FOCUS 10 Sommario I Sommario 1 1 2 Attivazione del servizio 1 3 Server e-service 3 4 Scheda anagrafica 4 4.1 Occhiale... pronto 7 4.2 Fornitura... LAC pronta 9 4.3 Invio SMS... da Carico diretto 10 5 Videoscrittura

Dettagli

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond EBOOK la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond.it indice Capitolo 1 Metodo #1 per aumentare i Mi piace su Facebook: Concorsi 5 Capitolo 5 Metodo #5 per aumentare

Dettagli

SOGEAS - Manuale operatore

SOGEAS - Manuale operatore SOGEAS - Manuale operatore Accesso La home page del programma si trova all indirizzo: http://www.sogeas.net Per accedere, l operatore dovrà cliccare sulla voce Accedi in alto a destra ed apparirà la seguente

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA STRUMENTI DI GESTIONE BIBLIOGRAFICA I software di gestione bibliografica permettono di raccogliere, catalogare e organizzare diverse tipologie di materiali, prendere appunti, formattare

Dettagli

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail Xerox WorkCentre M118i Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail 701P42705 Questa guida fornisce un riferimento rapido per l'impostazione della funzione Scansione su e-mail su Xerox WorkCentre

Dettagli

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE 1 SOMMARIO 1 OBIETTIVI DEL DOCUMENTO...3 2 OFFERTA DEL FORNITORE...4 2.1 LOG ON...4 2.2 PAGINA INIZIALE...4 2.3 CREAZIONE OFFERTA...6 2.4 ACCESSO AL DOCUMENTALE...8

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

Manuale di gestione file di posta Ver4.00

Manuale di gestione file di posta Ver4.00 AreaIT - Servizio Servizi agli Utenti Ufficio Office Automation Manuale di gestione file di posta Ver4.00 Introduzione: Per un corretto funzionamento del programma di posta elettronica, presente nella

Dettagli

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key.

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key. 1 Indice 1 Indice... 2 2 Informazioni sul documento... 3 2.1 Scopo del documento... 3 3 Caratteristiche del dispositivo... 3 3.1 Prerequisiti... 3 4 Installazione della smart card... 4 5 Avvio di Aruba

Dettagli

Privacy Policy del sito http://www.plastic-glass.com

Privacy Policy del sito http://www.plastic-glass.com Cos'è una PRIVACY POLICY Privacy Policy del sito http://www.plastic-glass.com Questo documento, concernente le politiche di riservatezza dei dati personali di chi gestisce il sito Internet http://www.plastic-glass.com

Dettagli

Tutela dei dati personali Vi ringraziamo per aver visitato il nostro sito web e per l'interesse nella nostra società. La tutela dei vostri dati privati riveste per noi grande importanza e vogliamo quindi

Dettagli