Indice. 1. Introduzione Pag Quadro generale» Centro per l impiego di Lauria» Centro per l impiego di Melfi» 17

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Indice. 1. Introduzione Pag. 3. 2. Quadro generale» 4. 3. Centro per l impiego di Lauria» 14. 4. Centro per l impiego di Melfi» 17"

Transcript

1 AGOSTO 2007

2 Indice 1. Introduzione Pag Quadro generale» 4 3. Centro per l impiego di Lauria» Centro per l impiego di Melfi» Sportello integrato polivalente di Genzano» Sportello integrato polivalente di Baragiano» Centro per l impiego di Potenza» Centro per l impiego di Senise» Centro per l impiego di Villa D Agri» Sportello integrato polivalente di Lurenzana» Centro per l impiego di Lavello» Spazi di occupabilità nei comuni» Conclusioni» 41 Allegato» 46 2

3 1. INTRODUZIONE La presente analisi è condotta al fine di fornire elementi di supporto alla programmazione/progettazione di percorsi formativi nell ambito dell intervento di cittadinanza solidale, con specifico riferimento alla provincia di Potenza. I dati utilizzati provengono dalle aziende che hanno manifestato la propria disponibilità ad accogliere tirocinanti e da 65 Comuni della provincia di Potenza, che hanno indicato dei spazi occupazionali nel proprio territorio. Lo studio intende, dunque, orientare la progettazione di percorsi professionali, destinati a soddisfare le richieste delle imprese e a facilitare l incontro tra domanda e offerta di lavoro; vuole contribuire alla creazione di un giusto collegamento tra l attività di progettazione formativa e il mercato delle imprese, onde evitare che la progettazione sia, come spesso accade, avulsa dal contesto produttivo a cui fa riferimento. Ciò concorre a comporre non solo lo scenario relativo alla specifica azione denominata Cittadinanza solidale ma, seppure in modo incompleto, fornisce una panoramica delle attuali tendenze del tessuto imprenditoriale potentino; infatti, le 533 aziende analizzate, costituiscono un campione piuttosto rappresentativo, anche se non in termini statisticamente rigorosi, dell universo delle piccole e medie imprese (la quasi totalità delle imprese in oggetto appartiene infatti a questa categoria). La disamina dei dati ha condotto all approfondimento dei seguenti aspetti: Individuazione di spazi occupazionali in settori consolidati o emergenti e di figure professionali innovative o da (ri)qualificare; Delineamento dei caratteri distintivi di una formazione in linea con le richieste aziendali; Valutazione della spendibilità dell offerta formativa nel mercato del lavoro. L intento non è stato quello di rincorrere e definire tutti i profili professionali che potrebbero crearsi nei prossimi anni, con il rischio di parcellizzazione e superspecializzazione delle competenze, ma quello di definire la fisionomia unitaria e distintiva delle professioni, caratterizzate dall esigenza di intrecciare discipline e saperi diversi e da una forte integrazione a monte e a valle dei processi produttivi, attraverso la condivisione di competenze e finalità. I risultato della ricerca consiste in un contributo all implementazione di una formazione che si inserisce ponderatamente nello scenario produttivo della provincia di Potenza, riducendo il gap tra esigenze dell offerta ed aspirazioni della domanda. 3

4 2. QUADRO GENERALE L analisi effettuata ha lo scopo di supportare il Programma regionale di promozione della Cittadinanza solidale attraverso l elaborazione dei dati forniti dai Centri per l impiego della provincia di Potenza e riguardanti la disponibilità delle aziende ad ospitare tirocinanti. I dati esaminati sono relativi a Marzo Complessivamente, le aziende considerate risultano essere 533. La tabella di seguito riportata (tabella 1) mostra la distribuzione, in termini sia assoluti che relativi, delle aziende in base ai Centri per l impiego osservati. Il numero più alto di aziende pertiene al Centro per l Impiego di Lauria, ed è pari a 90, ovvero a circa il 17% del totale. Al Centro per l impiego di Potenza afferiscono, invece, 83 aziende, ovvero più del 15% del totale. Tuttavia, relativamente a questo dato, bisogna precisare che il numero effettivo di imprese afferenti al Centro per l Impiego del capoluogo diventa 208, ovvero il 39% del totale, se si considerano gli sportelli polivalenti di Baragiano, Genzano e Laurenzana, facenti capo proprio al CPI di Potenza. I valori parziali sono riportati in corsivo nella tabella 1. Tabella 1: Distribuzione delle aziende rispetto ai Centri per l impiego (valori assoluti e valori relativi) CPI N. Aziende % * Centro per l Agricoltura Villa D Agri 68 12,8% Potenza: ,0% di cui: Baragiano (S.I.P.) 37 6,9% Genzano (S.I.P.) 30 5,6% Laurenzana (S.I.P.) 58 10,9% Melfi 48 9,0% Lauria 90 16,9% Senise 46 8,6% Lavello* 73 13,7% TOT ,0% 4

5 Grafico 1: Distribuzione delle aziende rispetto ai Centri per l impiego 16% 13% 7% 14% 15% 9% 9% 11% 6% Villa D'Agri Baragiano Potenza Genzano Laurenzana Senise Melfi Lavello Lauria Per ciascun Centro, è stata effettuata un analisi in base a tre elementi: il settore di appartenenza delle aziende, il Comune ed i profili professionali richiesti. Di seguito, riportiamo i risultati dell osservazione relativi al totale delle aziende, per poi passare ad un analisi quantitativa che descriva lo scenario in cui si colloca ogni singolo Centro per l impiego. La tabella 2 mostra la distribuzione, in base al settore di appartenenza, delle 533 aziende analizzate. Il settore Industria e artigianato è risultato essere quello più diffuso, con un valore pari a circa il 30% del totale, seguito dal Commercio, con circa il 24%. E interessante notare che, in ambito industriale, solo l 1,3% del totale delle aziende opera nel distretto della produzione alimentare. La stessa quota si ritrova anche per il commercio alimentare (7 imprese sulle complessive 533). I servizi alle persone totalizzano l 11,3%. Cifre significative si riscontrano anche per l Artigianato, per il settore Agricoltura, caccia e pesca e per il settore turistico e alberghiero. Più ridotte le presenze in settori quali la ristorazione, l edilizia, i servizi socio-assistenziali, i servizi alle imprese, che hanno fatto registrare rispettivamente il 3,2% (ristorazione e servizi), il 2% e l 1% circa di presenze. Nell ambito dei servizi socio-assistenziali, si collocano le attività di volontariato, di consulenza e tutela, ma anche di formazione rivolta ai soggetti svantaggiati, nonché attività di promozione sociale dei lavoratori e dei cittadini. Per quanto riguarda, invece, i servizi alle imprese, tra questi sono menzionati le imprese di pulizia e i centri di elaborazione dati. Scarsissimo rilievo hanno, al contrario, numerosi altri settori (riportati in tabella 2), quali trasporti, attività sportive, zootecnia, edilizia artigiana. Infine, una presenza del tutto marginale si rileva per 5

6 settori quali l apicultura, l ambiente, il settore cultura e spettacolo, la consulenza e il settore minerario. Tabella 2: Distribuzione del totale delle aziende in base al settore di appartenenza (valori assoluti e valori relativi) SETTORE V. A. % INDUSTRIA E ARTIGIANATO ,8% AGRICOLTURA CACCIA E PESCA 33 6,2% COMMERCIO ,8% SERVIZI ALLE PERSONE 60 11,3% ALBERGHI E TURISMO 37 6,9% RISTORAZIONE 17 3,2% SERVIZI 4 0,8% SERVIZI SOCIO ASSISTENZIALI 10 1,9% INDUSTRIA: PRODUZIONE ALIMENTARE 7 1,3% SERVIZI ALLE IMPRESE 7 1,3% ARTIGIANATO 26 4,9% AGRICOLTURA E ZOOTECNIA 5 0,9% COMMERCIO ALIMENTARE 7 1,3% EDILIZIA 17 3,2% EDILIZIA ARTIGIANA 4 0,8% MINERARIO 1 0,2% APICULTURA 1 0,2% ATTIVITA' SPORTIVE 2 0,4% TRASPORTI 6 1,1% AMBIENTE 1 0,2% CULTURA E SPETTACOLO 1 0,2% CONSULENZA 1 0,2% TOT ,0% Il secondo elemento considerato, come abbiamo accennato, è il comune di appartenenza delle aziende. La tabella 3 fornisce la distribuzione del totale delle aziende considerate in base al comune. Ai comuni di Lavello e Potenza afferisce la percentuale maggiore di imprese, ovvero circa il 7% del totale, immediatamente seguito dal 6,6% del comune di Lauria, dal 5,4% di Venosa e dal 4,3% di Muro Lucano. 6

7 Tabella 3: Distribuzione del totale delle imprese in base al comune di appartenenza (valori assoluti e valori relativi) COMUNE V. A. % CASTELLUCCIO SUP. 2 0,4% CASTELLUCCIO INF. 11 2,1% LAURIA 35 6,6% NEMOLI 7 1,3% VIGGIANELLO 7 1,3% ROTONDA 10 1,9% MARATEA 4 0,8% TRECCHINA 3 0,6% LAGONEGRO 4 0,8% EPISCOPIA 2 0,4% LATRONICO 2 0,4% CASTELSARACENO 1 0,2% CHIAROMONTE 1 0,2% RIVELLO 1 0,2% ATELLA 2 0,4% BARILE 3 0,6% FORENZA 1 0,2% MELFI 18 3,4% PALAZZO SAN GERVASIO 3 0,6% RAPOLLA 3 0,6% RAPONE 3 0,6% RIONERO IN VULTURE 16 3,0% ACERENZA 9 1,7% BANZI 1 0,2% BARLETTA 1 0,2% FORENZA 7 1,3% GENZANO DI LUCANIA 6 1,1% PALAZZO SAN GERVASIO 6 1,1% BALVANO 1 0,2% BARAGIANO 5 0,9% BELLA 1 0,2% CASTELGRANDE 4 0,8% MURO LUCANO 23 4,3% PESCOPAGANO 3 0,6% ABRIOLA 9 1,7% AVIGLIANO 3 0,6% BALVANO 1 0,2% BELLA 2 0,4% CASTELGRANDE 2 0,4% LAURENZANA 21 3,9% MURO LUCANO 5 0,9% PIETRAGALLA 1 0,2% POTENZA 36 6,8% TITO 1 0,2% TOLVE 10 1,9% CALVERA 1 0,2% CARBONE 1 0,2% CHIAROMONTE 1 0,2% 7

8 FARDELLA 2 0,4% FRANCAVILLA IN SINNI (11+2) 13 2,4% NOEPOLI 2 0,4% ROCCANOVA 5 0,9% SAN SEVERINO LUCANO 1 0,2% SANT'ARCANGELO 3 0,6% SENISE 16 3,0% TERRANOVA DI POLLINO 1 0,2% BRIENZA 1 0,2% GALLICCHIO 10 1,9% GRUMENTO NOVA 2 0,4% GUARDIA PERTICARA 8 1,5% MARSICONUOVO 4 0,8% MARSICOVETERE 16 3,0% MARSICOVETERE FRAZ. VILLA D'AGRI 1 0,2% MISSANELLO 4 0,8% MOLITERNO 3 0,6% MONTEMURRO 1 0,2% PATERNO 3 0,6% TRAMUTOLA 5 0,9% VIGGIANO 2 0,4% VILLA D'AGRI 8 1,5% ANZI 14 2,6% ARMENTO 12 2,3% CALVELLO 11 2,1% CASTELMEZZANO 3 0,6% CORLETO P. 10 1,9% GAUDIANO DI L. 1 0,2% LAVELLO 36 6,8% MONTEMILONE 6 1,1% VENOSA 29 5,4% TOT ,0% Per quanto riguarda la distribuzione in base al terzo elemento, ovvero i profili professionali richiesti, l elaborazione dei dati forniti dai Centri per l impiego ha prodotto la tabella 4. Il totale dei profili è pari a 847 e il profilo più domandato dalle aziende è quello di tecnico di produzione, con un valore pari a 139, ovvero poco più del 16% del totale, seguito dall addetto al marketing (circa il 12%) e dall addetto all amministrazione e alla segreteria (11,5%). Il profilo di riparatore, montatore, manutentore e assistente tecnico ha totalizzato il 7,4% del totale delle richieste, mentre il 7,2% corrisponde ad una figura generica ovvero le imprese, pur segnalando la necessità di personale, non hanno specificato il profilo da ospitare. L addetto alla logistica, al magazzino e ai trasporti ha raggiunto quasi il 4%, mentre l addetto assistenza disabili e soggetti svantaggiati il 3%. Seppure con percentuali più basse, dobbiamo evidenziare la richiesta di profili quali l addetto alle vendite, l addetto alla progettazione e alla programmazione della produzione, il cameriere, l operaio, l addetto alla comunicazione e alla pubblicità, l addetto alla finanza e contabilità, 8

9 l informatico. Per questi ultimi profili menzionati, si passa da un valore minimo dell 1,4% ad un valore massimo del 2,6% dell addetto alle vendite. I profili che hanno totalizzato dalle 5 alle 9 richieste sono i seguenti: addetto qualità e sicurezza, animatore e istruttore, addetto fabbricazione e assemblaggio porte in legno ed affini, muratore, addetto assistenza clienti, addetto servizi di orientamento, addetto organizzazione e gestione risorse umane, addetto agli scaffali, addetto alle pulizie, autista, addetto settore commerciale, addetto attività di pasticceria-gelateria-bar. Tra gli altri profili, con percentuali inferiori all 1%, vi sono anche figure di apprendisti, quali apprendista pizzaiolo, barman, aiuto cuoco, muratore e carpentiere. Alcune aziende, inoltre, hanno dichiarato la propria disponibilità ad ospitare attività di tirocinio, in relazione a profili assai specifici e particolari, quali: 1. tirocinio presso cantieri del comune, nel quale si insegnano gli elementi fondamentali sulle costruzioni e con tà di una continuità lavorativa del tirocinante (1 richiesta); 2. tirocinio in servizi di informazione e di promozione delle prestazioni previdenziali, assistenziali e socio sanitarie (2 richieste); 3. tirocinio formativo in lavori d ufficio relativi a pratiche agricole forestali e lavori di campagna relativi a rilievi (1 richiesta); 4. tirocinio per formazione nell attività commerciale e nel lavoro (2 richieste); 5. tirocinio nel settore commerciale e formazione nella preparazione di composizioni di fiori e piante (1 richiesta); 6. tirocinio nella preparazione di addobbi e consegne a domicilio (1 richiesta); 7. tirocinio per lavori d ufficio e guida turistica (1 richiesta). Tabella 4: I profili professionali richiesti dal totale delle aziende (valori assoluti e valori relativi) PROFILI PROFESSIONALI V. A. % Tecnico di produzione ,4% Barista 10 1,2% Addetto amministrazione e segreteria 97 11,5% Informatico 17 2,0% Addetto logistica, magazzino, trasporti 33 3,9% Addetto marketing 99 11,7% Addetto qualità e sicurezza 9 1,1% Addetto alle vendite 22 2,6% Riparatore, montatore, manutentore, assistente tecnico 63 7,4% Addetto progettaz. e programmaz. della produzione 13 1,5% Addetto Eco-Audit e Ambiente 4 0,5% Addetto servizi alle persone 3 0,4% Cameriere 15 1,8% Cuoco 4 0,5% Operaio generico 13 1,5% Apprendista pizzaiolo 1 0,1% Apprendista barman 1 0,1% 9

10 Apprendista aiuto cuoco 1 0,1% Animatore e istruttore 5 0,6% Addetto comunicazione e pubblicità 13 1,5% Addetto fabbricazione e assemblaggio porte in legno ed affini 7 0,8% Pizzaiolo 1 0,1% Generico 68 8,0% Parrucchiera 1 0,1% Estetista 1 0,1% Muratore 9 1,1% Gessista 1 0,1% Carpentiere 3 0,4% Imbianchino 1 0,1% Impiegato 2 0,2% Addetto promozione sociale dei diritti dei lavoratori e dei cittadini 1 0,1% Addetto lavori di campagna, custodia animali e manutenzione azienda 3 0,4% Addetto produzione e confezionamento 3 0,4% Addetto lavorazione per la produzione di pane e biscotti 1 0,1% Istruttore di nuoto 1 0,1% Addetto ricerca e sviluppo 1 0,1% Addetto Centro diurno disabili 3 0,4% Addetto assistenza clienti 5 0,6% Aiuto tipografo 1 0,1% Addetto finanza e contabilità 12 1,4% Addetto servizi di orientamento 6 0,7% Addetto attività creative 2 0,2% Addetto organizzazione e gestione risorse umane 5 0,6% Aiuto fotografo 2 0,2% Operaio meccanico 1 0,1% Legale 1 0,1% Addetto agli scaffali 9 1,1% Aiuto pasticciere 2 0,2% Cameriere ai tavoli - aiuto barista 1 0,1% Addetto servizi ai bambini 1 0,1% Addetto catalogazione, riordino archivio, inserimento domanda su pc 2 0,2% Addetto assistenza e attività ausiliarie alla produzione 1 0,1% Addetto preparazione e posa in opera tendaggi 1 0,1% Manovale 3 0,4% Tiroc. presso cantieri comunali, insegnando gli elementi fondamentali sulle costruzioni 1 0,1% Addetto produzione apicultura 1 0,1% Tiroc. in servizi di informaz. e promoz. prestazioni previdenziali, assist. e socio- sanitarie 2 0,2% Addetto settore commerciale 5 0,6% Addetto lavorazione marmo 1 0,1% Addetto lavorazione ferro e alluminio 2 0,2% Addetto montaggio grondaie 1 0,1% Pasticcere, banconista 3 0,4% Barista/cameriere 4 0,5% Stiratrice 2 0,2% Escavatorista in possesso di patente c 1 0,1% Addetto alla cucina e alla sala 1 0,1% Addetto alla produzione 3 0,4% Pizzaiolo/cuoco 1 0,1% Addetto alle pulizie 7 0,8% Addetto al confezionamento dei prodotti 1 0,1% Addetto prod. infissi in legno 1 0,1% Apprendista muratore 1 0,1% Apprendista carpentiere 1 0,1% Tirocinante pratiche agricole - forestali e lavori di campagna relativi a rilievi e varie 1 0,1% Segretario d'azienda e operatore Ced 2 0,2% 10

11 Falegname 2 0,2% Aiuto cuoco 1 0,1% Addetto assistenza disabili e soggetti svantaggiati 25 3,0% Benzinaio 1 0,1% Autotrasportatore 1 0,1% Addetto amministrazione pasti 1 0,1% Sarto/a 3 0,4% Autista 7 0,8% Addetto manutenzione e autolavaggio 1 0,1% Affiancamento tutor progetto social point 1 0,1% Collaboratore di segreteria e assistente allestimento di spettacoli teatrali 2 0,2% Receptionist 1 0,1% Aiutante del commercio, art. da regalo e fiori 1 0,1% Meccanico - gommista 2 0,2% Insegnante 1 0,1% Addetto alle pubbliche relazioni 1 0,1% Grafico 1 0,1% Istruttore sportivo 1 0,1% Custode 1 0,1% Assistente fabbro 1 0,1% Montatore mobili, addetto alle consegne 1 0,1% Geometra 1 0,1% Ragioniere 1 0,1% Assistente domiciliare anziani 1 0,1% Addetto ricerca e sviluppo 1 0,1% Intermediatore immobiliare e creditizio 1 0,1% Add. pulizia, manutenz. e custodia campo sportivo comunale "M. Lorusso" di Venosa 3 0,4% Commessa all'esercizio di bar 2 0,2% Tirocinante per formazione nell'attività commerciale e nel lavoro 2 0,2% Addetto attività di pasticceria, gelateria, barista 6 0,7% Tiroc. settore commercio e formazione nella preparaz. di composizioni di fiori e piante 1 0,1% Add. distr. pasti a domicilio x anziani, contatti in mensa per distrib. pasti al Self-Service 2 0,2% Tirocinante nella preparazione di addobbi e consegne a domicilio 1 0,1% Tirocinante per lavori d'ufficio e guida turistica 1 0,1% TOT ,0% Per alcuni profili, che hanno totalizzato le percentuali più significative o la cui collocazione potrebbe prevedere scelte non univoche, abbiamo ritenuto opportuno verificare la distribuzione rispetto al settore. La tabella 5 mostra, appunto, come si ripartiscono i 139 profili richiesti dalle aziende e che riguardano la figura più domandata in assoluto, ovvero il tecnico di produzione. Il 56% circa è da inserire nel settore dell industria e artigianato, seguito da quello dell agricoltura, caccia e pesca, con poco più del 22%. Più basse le quote relative al commercio (quasi il 9%), ai servizi alle persone (6,5%), al settore turistico alberghiero (4,3%). Solo 3 le presenze nel settore dell artigianato. 11

12 Tabella 5: Il profilo di tecnico di produzione nei diversi settori (valori assoluti e valori relativi) SETTORE V. A. % INDUSTRIA E ARTIGIANATO 78 56,1% AGRICOLTURA CACCIA E PESCA 31 22,3% ALBERGHI E TURISMO 6 4,3% COMMERCIO 12 8,6% SERVIZI ALLE PERSONE 9 6,5% ARTIGIANATO 3 2,2% TOT ,0% Le domande relative al profilo di addetto alla progettazione e alla programmazione della produzione (tabella 6) si distribuiscono in ugual misura tra il settore dell industria e artigianato e quello commerciale (entrambi con quasi il 31% del totale delle richieste). Due le domande che si inseriscono sia nel comparto dell agricoltura, caccia e pesca che in quello delle attività culturali. Una sola richiesta riguardante i servizi alle persone. Tabella 6: Il profilo di addetto alla progettazione e alla programmazione della produzione nei diversi settori (valori assoluti e valori relativi) SETTORE V. A. % INDUSTRIA E ARTIGIANATO 4 30,8% AGRICOLTURA CACCIA E PESCA 2 15,4% CULTURA E SPETTACOLO 2 15,4% COMMERCIO 4 30,8% SERVIZI ALLE PERSONE 1 7,7% TOT ,0% Per quanto riguarda il profilo di riparatore, montatore, manutentore e assistente tecnico, quasi l 80% delle richieste ad esso associate si colloca nel settore dell industria e dell artigianato. Negli altri settori, riportati nella tabella 7, rientra una quota molto bassa di domande da parte delle aziende esaminate: meno del 10% per il settore commerciale e poco più del 6% per il settore dell agricoltura, caccia e pesca. Richieste del tutto marginali per quanto concerne il comparto turistico alberghiero, i servizi alle persone e i trasporti. 12

13 Tabella 7: Il profilo di riparatore, montatore, manutentore e assistente tecnico nei diversi settori (valori assoluti e valori relativi) SETTORE V. A. % INDUSTRIA E ARTIGIANATO 50 79,4% AGRICOLTURA CACCIA E PESCA 4 6,3% ALBERGHI E TURISMO 1 1,6% COMMERCIO 6 9,5% SERVIZI ALLE PERSONE 1 1,6% TRASPORTI 1 1,6% TOT ,0% Sulla base di quanto abbiamo mostrato, a nostro avviso la scelta dei corsi di formazione professionale da attivare verterà sulla considerazione dei profili su cui sono confluite le percentuali più alte di richieste da parte delle aziende. Di seguito elenchiamo le figure suggerite per il percorso formativo con il relativo numero di domande rilevate: 1. Tecnico di produzione (139); 2. Addetto marketing (99); 3. Addetto amministrazione e segreteria (97); 4. Riparatore, montatore, manutentore, assistente tecnico (63); 5. Generico (61); 6. Addetto logistica, magazzino, trasporti (33); 7. Addetto assistenza disabili e soggetti svantaggiati (25); 8. Addetto alle vendite (22). Tuttavia, il fatto che ci siano numerosi altri profili, così come è indicato nella tabella 4, induce comunque ad ulteriori considerazioni. Infatti, se da un lato non è pensabile l attivazione di corsi professionali destinati a figure la cui richiesta è del tutto marginale, si potrebbero però concepire dei percorsi formativi atti a sviluppare competenze trasversali, il cui utilizzo sarebbe funzionale alla costruzione di differenti tipologie di profili. Si pensi, ad esempio, all addetto all amministrazione e alla segreteria, all informatico, all addetto catalogazione, riordino archivio, inserimento domanda su PC, al tirocinante nei lavori d ufficio e al collaboratore di segreteria. In tutti questi casi, è evidente la necessità di formare un profilo caratterizzato soprattutto da competenze informatiche ed archivistiche. Dunque, la progettazione formativa potrebbe considerare l ipotesi di attivare un corso che fornisca tali competenze spendibili trasversalmente. 13

14 3. CENTRO PER L'IMPIEGO DI LAURIA Dopo aver fornito un quadro complessivo di tutte le aziende considerate dal presente studio, passiamo ad analizzare le aziende per ciascun singolo Centro per l impiego, iniziando da quello di Lauria, a cui sono associate 90 imprese. Come si legge nella tabella 8, il 31% circa delle aziende appartiene al settore dell industria e dell artigianato, immediatamente seguito dal commercio, in cui confluisce quasi il 29% del totale e dai servizi alle persone, con il 18% circa. Il 10% delle imprese opera nel settore turistico - alberghiero e il 7% circa in quello dell agricoltura, caccia e pesca. Scarso rilievo hanno i settori dell artigianato, della ristorazione e dei servizi. Il settore artigianato comprende 2 aziende, di cui una operante nell ambito della produzione del legno, e l altra nell ambito della riparazione di autoveicoli. Tabella 8: Distribuzione delle aziende afferenti al Centro per l impiego di Lauria in base al settore di appartenenza (valori assoluti e valori relativi) SETTORE V. A. % INDUSTRIA E ARTIGIANATO 28 31,11% AGRICOLTURA CACCIA E 6 6,67% PESCA COMMERCIO 26 28,89% SERVIZI ALLE PERSONE 16 17,78% ALBERGHI E TURISMO 9 10,00% ARTIGIANATO 2 2,22% SERVIZI 1 1,11% RISOTRAZIONE 2 2,22% TOT ,00% Per quanto riguarda i comuni di appartenenza, quasi il 39% delle imprese si trova nel comune di Lauria, seguito dal 12% circa del comune di Castelluccio Inferiore e dall 11% circa del comune di Rotonda. 14

15 Tabella 9: Distribuzione delle aziende afferenti al Centro per l impiego di Lauria in base al comune di appartenenza (valori assoluti e valori relativi) COMUNE V. A. % CASTELLUCCIO SUP. 2 2,22% CASTELLUCCIO INF ,22% LAURIA 35 38,89% NEMOLI 7 7,78% VIGGIANELLO 7 7,78% ROTONDA 10 11,11% MARATEA 4 4,44% TRECCHINA 3 3,33% LAGONEGRO 4 4,44% EPISCOPIA 2 2,22% LATRONICO 2 2,22% CASTELSARACENO 1 1,11% CHIAROMONTE 1 1,11% RIVELLO 1 1,11% TOT ,00% Anche in questo caso, come accadeva considerando il totale delle aziende, il profilo professionale più richiesto è quello di tecnico di produzione (vedi tabella 10). Su un totale di 157 figure domandate dalle aziende, 69 corrispondono appunto al tecnico di produzione, ovvero quasi il 44%. Non sono state rilevate percentuali altrettanto alte per altri profili; il secondo valore più alto è quello relativo all addetto all amministrazione e alla segreteria con l 8,3% e all addetto al marketing con il 7,6%. Il profilo di riparatore, montatore, manutentore e assistente tecnico, insieme all addetto alla fabbricazione e all assemblaggio delle porte in legno ed affini ed al cameriere, totalizzano il 4,5% del totale delle richieste. Per i numerosi restanti profili, le percentuali ottenute sono molto basse, come si può vedere dalla tabella

16 Tabella 10: I profili professionali richiesti dalle aziende afferenti al Centro per l impiego di Lauria (valori assoluti e valori relativi) PROFILI PROFESSIONALI V. A. % Tecnico di produzione 69 43,9% Barista 1 0,6% Addetto amministrazione e segreteria 13 8,3% Informatico 4 2,5% Addetto logistica, magazzino, trasporti 4 2,5% Addetto marketing 12 7,6% Addetto qualità e sicurezza 2 1,3% Addetto alle vendite 3 1,9% Riparatore, montatore, manutentore, assistente tecnico 7 4,5% Addetto progettaz. e programmaz. della produzione 2 1,3% Addetto Qualità, Sicurezza, 1 0,6% Addetto Eco-Audit e Ambiente 1 0,6% Addetto servizi alle persone 2 1,3% Cameriere 7 4,5% Cuoco 3 1,9% Operaio 3 1,9% Apprendista pizzaiolo 1 0,6% Apprendista barman 1 0,6% Apprendista aiuto cuoco 1 0,6% Animatore e istruttore 5 3,2% Comunicazione e pubblicità 1 0,6% Addetto fabbricazione e assemblaggio porte in legno ed affini 7 4,5% Autista 1 0,6% Addetto finanza e contabilità aziendale 1 0,6% Pizzaiolo 1 0,6% Generico 4 2,5% Tot ,0% 16

17 4. CENTRO PER L'IMPIEGO DI MELFI Il numero totale delle imprese, per quanto riguarda il Centro per l impiego di Melfi, è pari a 48. La tabella n. 11 mostra la distribuzione delle aziende afferenti al Centro per l impiego di Melfi in base al settore di appartenenza. Come già riscontrato sin ora, il settore più diffuso è quello dell industria e dell artigianato, con il 56,3% del totale, ovvero 27 aziende. Gli altri settori sono presenti in proporzioni molto inferiori; il commercio rappresenta quasi il 19%, mentre per gli altri settori i valori si abbassano al 4% o al 2% circa. Tabella 11: Distribuzione delle aziende afferenti al Centro per l impiego di Melfi in base al settore di appartenenza (valori assoluti e valori relativi) SETTORE V. A. % Agricoltura e Zootecnia 2 4,2% Alberghi e turismo 1 2,1% Commercio 9 18,8% Edilizia artigiana 1 2,1% Industria e artigianato 27 56,3% Industria: Produzione alimentare 2 4,2% Servizi alle imprese 2 4,2% Servizi alle persone 2 4,2% Servizi socio-assistenziali 2 4,2% Tot ,0% Per quanto riguarda i comuni (tabella 12), alla città di Melfi è associata la percentuale più alta, pari al 37,5%, seguita dal comune di Rionero in Vulture con il 33,3%. Tabella 12: Distribuzione delle aziende afferenti al Centro per l impiego di Melfi in base al comune di appartenenza (valori assoluti e valori relativi) COMUNE V. A. % ATELLA 2 4,2% BARILE 2 4,2% FORENZA 1 2,1% MELFI 18 37,5% PALAZZO SAN GERVASIO 3 6,3% RAPOLLA 3 6,3% RAPONE 3 6,3% RIONERO IN VULTURE 16 33,3% TOT ,0% 17

18 Il totale dei profili rilevati è 72 (vedi tabella 13); in questo caso, il valore più alto corrisponde all addetto al marketing (più del 19%), seguito dal tecnico di produzione con il 15,3% che, fino ad ora, aveva sempre mostrato la percentuale maggiore. Quasi il 14% è associato al profilo di riparatore, montatore, manutentore e assistente tecnico, mentre poco più dell 8% corrisponde all addetto all amministrazione e alla segreteria. Tabella 13: I profili professionali richiesti dalle aziende afferenti al Centro per l impiego di Melfi (valori assoluti e valori relativi) PROFILO PROFESSIONALE V. A. % Parrucchiera 1 1,4% Estetista 1 1,4% Riparatore, montatore, manutentore, assistente tecnico 10 13,9% Addetto marketing 14 19,4% Addetto alle vendite 3 4,2% Addetto amministrazione e segreteria 6 8,3% Tecnico di produzione 11 15,3% Muratore 5 6,9% Gessista 1 1,4% Carpentiere 1 1,4% Imbianchino 1 1,4% Pasticciere 1 1,4% Impiegato 2 2,8% Addetto promozione sociale dei diritti dei lavoratori e dei cittadini 1 1,4% Addetto lavori di campagna, custodia animali e manutenzione azienda 3 4,2% Addetto produzione e confezionamento 3 4,2% Addetto lavorazione per la produzione di pane e biscotti 1 1,4% Istruttore di nuoto 1 1,4% Addetto ricerca e sviluppo 1 1,4% Generico 2 2,8% Addetto Centro diurno disabili 3 4,2% Tot ,0% 18

19 5. SPORTELLO INTEGRATO POLIVALENTE DI GENZANO Allo Sportello integrato polivalente di Genzano fanno capo 30 imprese, di cui più della metà (il 53% circa), appartiene al settore dell industria e dell artigianato. Anche nel caso di Genzano, si tratta del settore prevalente, seguito, con percentuali molto inferiori, dal commercio (quasi il 17%), dai servizi alle persone (più del 13%), dall agricoltura, caccia e pesca (10%) e dal settore alberghiero (quasi il 7%). I dati sono riportati nella tabella 14. Tabella 14: Distribuzione delle aziende afferenti allo Sportello integrato polivalente di Genzano in base al settore di appartenenza (valori assoluti e valori relativi) SETTORE V. A. % Agricoltura caccia e pesca 3 10,0% Alberghi e turismo 2 6,7% Commercio 5 16,7% Industria e artigianato 16 53,3% Servizi alle persone 4 13,3% Tot ,0% Relativamente ai comuni di appartenenza (tabella 15), Acerenza risulta avere la quota maggiore di aziende, pari al 30%, seguita da Forenza con più del 23% e dai comuni di Genzano di Lucania e di Palazzo San Gervasio, con il 20%. Soltanto il 3,3% per i comuni di Banzi e Barletta. Tabella 15: Distribuzione delle aziende afferenti allo Sportello integrato polivalente di Genzano in base al comune di appartenenza (valori assoluti e valori relativi) COMUNE V. A. % ACERENZA 9 30,0% BANZI 1 3,3% BARLETTA 1 3,3% FORENZA 7 23,3% GENZANO DI LUCANIA 6 20,0% PALAZZO SAN GERVASIO 6 20,0% TOT ,0% Alquanto simile, anche per Genzano, lo scenario dei profili professionali richiesti (vedi tabella16). Su un totale di 58 figure rilevate, poco più del 17%, il valore più alto, corrisponde al tecnico di produzione, seguito da quasi il 14% relativo all addetto all amministrazione e alla segreteria. Valori non molto distanti da questi ultimi sono quelli relativi al profilo di riparatore, montatore, manutentore e assistente tecnico e all addetto alla logistica, al magazzino e ai trasporti (12% circa). 19

20 L addetto al marketing, in questo contesto, ha una rilevanza leggermente inferiore, solo 3 su 58, ovvero poco più del 5%. Tabella 16: I profili professionali richiesti dalle aziende afferenti allo Sportello integrato polivalente di Genzano (valori assoluti e valori relativi) PROFILI PROFESSIONALI V. A. % Addetto comunicazione e pubblicità 4 6,9% Addetto progettaz. e programmaz. della produzione 4 6,9% Addetto amministrazione e segreteria 8 13,8% Tecnico di produzione 10 17,2% Riparatore, montatore, assistente tecnico, manutentore 7 12,1% Addetto logistica, magazzino, trasporti 7 12,1% Addetto Marketing 3 5,2% Addetto assistenza clienti 1 1,7% Operaio 2 3,4% Aiuto tipografo 1 1,7% Cameriere 2 3,4% Addetto servizi alla persona 1 1,7% Addetto finanza e contabilità 3 5,2% Addetto qualità, sicurezza, Addetto Eco-Audit e ambiente 1 1 1,7% 1,7% Generico 3 5,2% Tot ,0% 20

L adozione internazionale in Basilicata

L adozione internazionale in Basilicata 4 Basilicata Regione Notizie Viaggio tra le norme L adozione internazionale in Basilicata 995000 I dati del Gruppo del Volontariato Solidarietà 000 8 9 4 Basilicata Regione Notizie Viaggio tra le norme

Dettagli

Prot. 164 Potenza, lì 14 Febbraio 2012 Ai Signori Allevatori Loro Sedi

Prot. 164 Potenza, lì 14 Febbraio 2012 Ai Signori Allevatori Loro Sedi Prot. 164 Potenza, lì 14 Febbraio 2012 Ai Signori Allevatori Loro Sedi Oggetto: servizio di raccolta e smaltimento delle carcasse animali. Le APA di Potenza e di Matera comunicano di aver stipulato un

Dettagli

Mese di Settembre 2015. Area C** veterinario reperibile Potenza Venosa Lagonegro Villa d Agri

Mese di Settembre 2015. Area C** veterinario reperibile Potenza Venosa Lagonegro Villa d Agri Dipartimento di Prevenzione Sanità e Benessere Animale DIREZIONE telefax 0972. 39382 Prot. n. 20150111680 Data, 31.08.2015 SERVIZIO VETERINARIO CALENDARIO DI PRONTA DISPONIBILITA Mese di 2015 giorno 01

Dettagli

Località Codice UI Foglio Particella Sub. Cat. Classe Rendita Catastale Canone annuo Abriola 16838 3 700 3 A/3 1 82,63 Abriola 16839 3 700 4 A/3 1

Località Codice UI Foglio Particella Sub. Cat. Classe Rendita Catastale Canone annuo Abriola 16838 3 700 3 A/3 1 82,63 Abriola 16839 3 700 4 A/3 1 Località Codice UI Foglio Particella Sub. Cat. Classe Rendita Catastale Canone annuo Abriola 16838 3 700 3 A/3 1 82,63 Abriola 16839 3 700 4 A/3 1 82,63 Abriola 16840 3 700 5 A/3 1 82,63 812,95 Abriola

Dettagli

900.000,00 7 342.000,00 313.600,00 base ai limiti stabiliti dal D.Lgs. 192/2005 e ss.mm.ii

900.000,00 7 342.000,00 313.600,00 base ai limiti stabiliti dal D.Lgs. 192/2005 e ss.mm.ii Avviso Pubblico Bando per la concessione di agevolazioni per la progettazione e realizzazione di interventi per il contenimento dei consumi energetici degli edifici pubblici e degli impianti di illuminazione

Dettagli

DATI DI PRODUZIONE R.S.U. E RACCOLTA DIFFERENZIATA IN BASILICATA NELL'ANNO 2013- RAPPORTO SINTETICO

DATI DI PRODUZIONE R.S.U. E RACCOLTA DIFFERENZIATA IN BASILICATA NELL'ANNO 2013- RAPPORTO SINTETICO UFFICIO COMMISSARIO GESTIONE INTEGRATA RIFIUTI REGIONE BASILICATA DATI DI PRODUZIONE R.S.U. E RACCOLTA DIFFERENZIATA IN BASILICATA NELL'ANNO 2013- RAPPORTO SINTETICO EX AATO Premessa La presente analisi

Dettagli

Cittadinanza sociale, la persona torna al centro dell attenzione

Cittadinanza sociale, la persona torna al centro dell attenzione Cittadinanza sociale, la persona torna al centro dell attenzione Con la legge sulla Rete regionale integrata dei servizi di cittadinanza sociale si punta ad un maggiore coordinamento degli interventi di

Dettagli

APPROVAZIONE IPOTESI DI ACCORDO NUOVO CCNL

APPROVAZIONE IPOTESI DI ACCORDO NUOVO CCNL SALA DEL PRINCIPE DI PIEMONTE POTENZA GIOVEDI 28 MAGGIO 2015 ore 15.00 BANCA APULIA SPA: ACERENZA AVIGLIANO MURO LUCANO PIGNOLA LE FILIALI DI POTENZA CITTA VIETRI DI POTENZA BANCA CARIME SPA: GENZANO DI

Dettagli

ELENCO COMPARTI / AREE PROFESSIONALI

ELENCO COMPARTI / AREE PROFESSIONALI ELENCO COMPARTI / AREE PROFESSIONALI COMPARTO LAVORI D'UFFICIO STUDI PROFESSIONALI AREA PROFESSIONALE Segreteria e area impiegatizia Impiegato d'ordine in genere Segretario Segretario cassa ed amm.ne Impiegato

Dettagli

All. 4 ELENCO COMPARTI / AREE PROFESSIONALI

All. 4 ELENCO COMPARTI / AREE PROFESSIONALI All. 4 ELENCO COMPARTI / AREE PROFESSIONALI COMPARTO LAVORI D'UFFICIO STUDI PROFESSIONALI Segreteria e area impiegatizia Addetto ai lavori di amministrazione e contabilità Addetto all'ufficio tecnico Studi

Dettagli

PROSPETTO POSTI DISPONIBILI A.S. 2014/2015 - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PROVINCIA DI POTENZA

PROSPETTO POSTI DISPONIBILI A.S. 2014/2015 - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PROVINCIA DI POTENZA A028 - EDUCAZIONE ARTISTICA Tipologia Istituzione Scolastica Denominazione Comune Prov. Indirizzo PZMM814016 Istituto Comprensivo BELLA PZ Scuola Media "Mario Pagano" via Sottotenente Matone - BELLA 0

Dettagli

ALLEGATO A DEFINIZIONI

ALLEGATO A DEFINIZIONI ALLEGATO A DEFINIZIONI a) Start up: l operazione ed il periodo durante il quale si avvia un iniziativa imprenditoriale, caratterizzata da processi organizzativi ancora in corso e investimenti fissi da

Dettagli

Ufficio Scolastico Regionale per la Basilicata Direzione Generale

Ufficio Scolastico Regionale per la Basilicata Direzione Generale 1 - SCUOLA POLO LICEO SCIENTIFICO GENZANO DI LUCANIA DISTRETTO SCOLASTICO N.1 LAVELLO 1. I.C. - Tolve 2. I.C. - Acerenza 3. I.C. Palazzo 4. D.D.1 Venosa 5. D.D.2 Venosa 6. S.M.S. De Luca - Venosa 7. I.C.

Dettagli

[WEB] in tutto il mondo, www.radiotour.fm [DTT] CH 777 del digitale terrestre in Basilicata

[WEB] in tutto il mondo, www.radiotour.fm [DTT] CH 777 del digitale terrestre in Basilicata COPERTURA (aggiornata al 01/08/2012) in digitale [WEB] in tutto il mondo, www.radiotour.fm [DTT] CH 777 del digitale terrestre in Basilicata in analogico [FM] nei seguenti comuni Provincia di AVELLINO

Dettagli

Uno degli annosi problemi

Uno degli annosi problemi I SERVIZI INFORMATIVI DEL DIPARTIMENTO AGRICOLTURA di Michelangelo Lovelli Palmino Rago Nicola Petrizzi BASILICATA REGIONE Notizie Uno degli annosi problemi che limita l evoluzione dell amministrazione

Dettagli

Tabella: Istanze di permessi di ricerca per idrocarburi in Basilicata

Tabella: Istanze di permessi di ricerca per idrocarburi in Basilicata Tabella: Istanze di permessi di ricerca per idrocarburi in Basilicata Arrivo Nome istanza Società Kmq Comuni Fase 1 01/09/2005 ANZI Eni 117,4 Abriola, Anzi, Brindisi Montagna, Calvello, Pignola, Potenza,

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO DEL MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA SS-13-HO-EXO02 SCUOLA PRIMARIA - ORGANICO DI DIRITTO A.S.COMP.!!

SISTEMA INFORMATIVO DEL MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA SS-13-HO-EXO02 SCUOLA PRIMARIA - ORGANICO DI DIRITTO A.S.COMP.!! MODULI DI RILEVAZIONE PER I PLESSI DELL'UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE PAG. 1!IST.COMP.:PZIC814005-BELLA VIA SOTTOTENENTE MATONE DIST:002!!PLESSO :PZEE814017-BELLA CAPOLUOGO VIA PROVINCIALE CAP:85051 DIST:002!!COMUNE

Dettagli

PROCEDURA APERTA AI SENSI DEL D.LGS. N. 163/2006 E S.M.I.

PROCEDURA APERTA AI SENSI DEL D.LGS. N. 163/2006 E S.M.I. MISURA III.4 SISTEMI ITS UNIONE EUROPEA REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, OPERE PUBBLICHE E MOBILITA UFFICIO TRASPORTI PROCEDURA APERTA AI SENSI DEL D.LGS. N. 163/2006 E S.M.I. PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Prot. n. 1415 B/32 A Potenza, 10.03.2006. Ai Dirigenti Scolastici delle Scuole di ogni ordine e grado della Regione LORO SEDI

Prot. n. 1415 B/32 A Potenza, 10.03.2006. Ai Dirigenti Scolastici delle Scuole di ogni ordine e grado della Regione LORO SEDI Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Basilicata Direzione Generale Piazza delle Regioni - 85100 - Potenza - Tel. 0971/ 449911 Fax 0971/445103 e-mail:

Dettagli

PROGRAMMA REGIONALE DI CONTRASTO DELLE CONDIZIONI

PROGRAMMA REGIONALE DI CONTRASTO DELLE CONDIZIONI Offerta formativa di Apof-il (interventi e servizi di inclusione lavorativa) in attuazione del PROGRAMMA REGIONALE DI CONTRASTO DELLE CONDIZIONI DI POVERTÀ E DI ESCLUSIONE SOCIALE Art. 24 L.R. n. 31 del

Dettagli

Classe di Con. DOCENTE ASSEGNATO ISTITUZIONE SCOLASTICA A002 IPSIA POTENZA 7 A012 ITAS LAVELLO 8 ITAS MARSICOVETERE 6

Classe di Con. DOCENTE ASSEGNATO ISTITUZIONE SCOLASTICA A002 IPSIA POTENZA 7 A012 ITAS LAVELLO 8 ITAS MARSICOVETERE 6 A002 IPSIA POTENZA 7 A012 ITAS LAVELLO 8 ITAS MARSICOVETERE 6 A013 IPC LAURIA 4 IPC POTENZA 2 IPC VENOSA 4 IPSIA MOLITERNO + IPSIA TRAMUTOLA 1COE 13+6 IPSIA PESCOPAGANO 2 IPSIA TRAMUTOLA 2 IPSIA VENOSA

Dettagli

ALBO DELLA REGIONE BASILICATA - ENTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE. Classe Attribuita. Nr.Sedi Attuazione

ALBO DELLA REGIONE BASILICATA - ENTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE. Classe Attribuita. Nr.Sedi Attuazione ALBO DELLA REGIONE BASILICATA - ENTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE Cod.Ente Denominazione Tipologia Classe Attribuita Nr.Sedi Attuazione Web Email Telefono Fax 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 NZ03714 NZ03675 NZ02807

Dettagli

Prot. n. 1545 Potenza, 11.03.2010

Prot. n. 1545 Potenza, 11.03.2010 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Basilicata Direzione Generale Piazza delle Regioni - 85100 - Potenza - Tel. 0971/ 449911 Fax 0971/445103 e-mail:

Dettagli

DENOMINAZIONE DEL CORSO: QUALIFICA E INDIRIZZI

DENOMINAZIONE DEL CORSO: QUALIFICA E INDIRIZZI NOTE ESPLICATIVE: DENOMINAZIONE DEL CORSO: QUALIFICA E INDIRIZZI 1. La presente tabella indica i codici, le denominazioni e le durate (se definite) di ogni qualifica / specializzazione / frequenza / patente

Dettagli

AVVISO PUBBLICO FINANZIAMENTO DI PROGETTI DI FORMAZIONE CONTINUA PER PICCOLE E MEDIE IMPRESE

AVVISO PUBBLICO FINANZIAMENTO DI PROGETTI DI FORMAZIONE CONTINUA PER PICCOLE E MEDIE IMPRESE Pubblicato il 31/07/2012 AVVISO PUBBLICO FINANZIAMENTO DI PROGETTI DI FORMAZIONE CONTINUA PER PICCOLE E MEDIE IMPRESE Pagina 1 Art.1 Riferimenti normativi e programmatici La Provincia di Potenza adotta

Dettagli

Rapporto 2002 dell Osservatorio Regionale sull Artigianato

Rapporto 2002 dell Osservatorio Regionale sull Artigianato Unioncamere Basilicata Artigianato/artigianati in regione Basilicata Rapporto 2002 dell Osservatorio Regionale sull Artigianato Marzo 2003 pp. 1 Il presente Rapporto è stato curato dal Centro Studi Unioncamere

Dettagli

Profili professionali di "addetto" del repertorio regionale. PROFILI PROFESSIONALI DEL REPERTORIO REGIONALE - ADDETTO (II livello)

Profili professionali di addetto del repertorio regionale. PROFILI PROFESSIONALI DEL REPERTORIO REGIONALE - ADDETTO (II livello) ACCONCIATURA ESTETICA Acconciatura ADDETTO PARRUCCHIERE UNISEX 1800 ACCONCIATURA ESTETICA Estetica, massaggio ESTETISTA (ADDETTO) 1800 ACCONCIATURA ESTETICA Estetica, massaggio ADDETTO AL TRUCCO CON DERMOPIGMENTAZIONE

Dettagli

Dimensionamento delle Istituzioni scolastiche Triennio 2015-2018 PROVINCIA DI POTENZA

Dimensionamento delle Istituzioni scolastiche Triennio 2015-2018 PROVINCIA DI POTENZA PROVINCIA DI POTENZA PROPOSTA DI DIMENSIONAMENTO DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE DELLA PROVINCIA DI POTENZA A.S. 2015/2016, 2016/2017, 2017/2018 RELAZIONE Elaborati: Relazione Allegato A Allegato B 1 Premessa

Dettagli

Elenco Profili per Area Economico-Professionale

Elenco Profili per Area Economico-Professionale Elenco Profili per Area Economico-Professionale AEP - Agricoltura, zootecnia, silvicoltura Florovivaista Giardiniere Operatore agricolo Operatore della manutenzione dei boschi Operatore di allevamento

Dettagli

A R C H I V I O D I S T A T O D I

A R C H I V I O D I S T A T O D I ARCHIVIO DI STATO DI P O T E N Z A Corso Garibaldi 4/a (cod. Post. 85100); tel. 0971/21186. Consistenza totale: bb., fasci, ~011. e regg. 90.248; pergg. 592; timbri e clichés 227. Biblioteca: voll., opuscoli

Dettagli

UNA OPPORTUNITA IN PIU PER LE AZIENDE

UNA OPPORTUNITA IN PIU PER LE AZIENDE UNA OPPORTUNITA IN PIU PER LE AZIENDE Provincia di Bologna Unione Europea Fondo Sociale Europeo Servizio lavoro Centri per l impiego Dipartimento per le politiche del lavoro e dell occupazione e tutele

Dettagli

CANTINANDO WINE & ART BARILE 35000 20.000,00 20.000,00 VINANDUM BARILE 32000 10.000,00

CANTINANDO WINE & ART BARILE 35000 20.000,00 20.000,00 VINANDUM BARILE 32000 10.000,00 ALLEGATO 2 - Iniziative che, pur non rappresentando uno specifico bene culturale intangibile e unanimemente riconoscibile, si configurano comunque come provviste di una dimensione almeno latamente culturale,

Dettagli

ELENCO "A" PROGETTI PERVENUTI PROGETTI PRESENTATI 1 R17NZ0369008112934NR17 FORCOPIM 2 R17NZ0213508108208NR17

ELENCO A PROGETTI PERVENUTI PROGETTI PRESENTATI 1 R17NZ0369008112934NR17 FORCOPIM 2 R17NZ0213508108208NR17 ELENCO "A" PROGETTI PERVENUTI PROGETTI PRESENTATI Codice Progetto Denominazione Titolo Bando Settore/Area Intervento Competenza 1 R17NZ0369008112934NR17 FORCOPIM 2 R17NZ0213508108208NR17 PROTEZIONE CIVILE

Dettagli

********************************************************************************** * SI-13-SM-PDO2B * * * * SISTEMA INFORMATIVO MINISTERO DELLA

********************************************************************************** * SI-13-SM-PDO2B * * * * SISTEMA INFORMATIVO MINISTERO DELLA ********************************************************************************** * SI-13-SM-PDO2B * * * * SISTEMA INFORMATIVO MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE * * * * * * SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO

Dettagli

GRADUATORIA PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE ELENCO D

GRADUATORIA PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE ELENCO D GRADUATORIA PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE ELENCO D Codice Ente Denominazione Ente Codice Progetto Titolo Progetto Settore Area di Intervento Volontari Richiesti Volontari Effettivi Punteggio Limitazioni

Dettagli

1. Ragioneria Indirizzo tradizionale, amministrativo e mercantile

1. Ragioneria Indirizzo tradizionale, amministrativo e mercantile 1. Ragioneria Indirizzo tradizionale, amministrativo e mercantile Fanno parte di questo gruppo i seguenti titoli: Ragioniere Ragioniere, indirizzo amministrativo- Aziende che assumono I settori coinvolti

Dettagli

ISFOL ORFEO - archivio Corsi Settori Isfol/Istat

ISFOL ORFEO - archivio Corsi Settori Isfol/Istat SUB-SETT 0101 AGRICOLTURA: CONDUZIONE AMMINISTRAZIONE COMMERCIALIZZAZIONE A01 AGRICOLTURA, CACCIA E RELATIVI SEVIZI 0102 AGRICOLTURA: ZOOTECNICA A01 AGRICOLTURA, CACCIA E RELATIVI SEVIZI 0103 AGRICOLTURA:

Dettagli

DGR 1678/10. Fase 4: Il Laboratorio delle Professioni di domani Elenco completo figure per Commissione di Concertazione e successiva DGR)

DGR 1678/10. Fase 4: Il Laboratorio delle Professioni di domani Elenco completo figure per Commissione di Concertazione e successiva DGR) DGR 1678/10 Fase 4: Il Laboratorio delle Professioni di domani Elenco completo figure per Commissione di Concertazione e successiva DGR) Gennaio 2012 Lista Completa del Repertorio delle Figure Professionali

Dettagli

Dimensionamento delle Istituzioni scolastiche Triennio 2015-2018

Dimensionamento delle Istituzioni scolastiche Triennio 2015-2018 PROVINCIA DI POTENZA DOCUMENTO PRELIMINARE AL DIMENSIONAMENTO DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE DELLA REGIONE BASILICATA A.S. 2015/2016, 2016/2017, 2017/2018 BOZZA Premesse Il presente documento è redatto

Dettagli

Un Repertorio delle professioni da cui ripartire per allineare domanda e offerta di lavoro

Un Repertorio delle professioni da cui ripartire per allineare domanda e offerta di lavoro www.fareapprendistato.it, 19 dicembre 2011 Un Repertorio delle professioni da cui ripartire per allineare domanda e offerta di lavoro di Francesca Fazio Uno dei principali problemi del mercato del lavoro

Dettagli

CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DEI TIROCINI ATTIVATI IN PROVINCIA DI PIACENZA

CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DEI TIROCINI ATTIVATI IN PROVINCIA DI PIACENZA CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DEI TIROCINI ATTIVATI IN PROVINCIA DI PIACENZA In questa analisi vengono presi in esame i dati relativi alle comunicazioni obbligatorie pervenute al Sistema Informativo Lavoro

Dettagli

RELAZIONE DI ARPA BASILICATA

RELAZIONE DI ARPA BASILICATA TAVOLO TECNICO INTERAGENZIALE GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE IDRICHE RELAZIONE DI ARPA BASILICATA Lydia Lamorgese (Referente di ARPA Basilicata nel Tavolo Tecnico) PREMESSA La Regione Basilicata, pur

Dettagli

ECCO I LAVORI IN ITALIA CHE NESSUNO VUOLE FARE

ECCO I LAVORI IN ITALIA CHE NESSUNO VUOLE FARE Tel. 0392807511 0392807471 Oggi Renzi a Milano si confronta con i partner europei sul tema del lavoro ECCO I LAVORI IN ITALIA CHE NESSUNO VUOLE FARE In Lombardia non piacciono i mestieri antichi: difficile

Dettagli

Per ulteriori informazioni: ufficio.stampa@unioncamere.it - 06.4704 264-370-287-350 / 348.9025607-3480163758 www.unioncamere.gov.

Per ulteriori informazioni: ufficio.stampa@unioncamere.it - 06.4704 264-370-287-350 / 348.9025607-3480163758 www.unioncamere.gov. Unioncamere, occupazione: 65mila introvabili nel 2012 La bandierina degli irreperibili ai Termoidraulici nel Lazio, ai progettisti informatici in Lombardia e ai camerieri in Trentino Alto Adige Roma, 23

Dettagli

FORMAZIONE ESTERNA PER APPRENDISTI

FORMAZIONE ESTERNA PER APPRENDISTI FORMAZIONE ESTERNA PER APPRENDISTI Riconoscimento dei crediti formativi per la frequenza dei corsi DOCUMENTO della Provincia di Varese per il RICONOSCIMENTO dei CREDITI FORMATIVI Il Decreto Ministeriale

Dettagli

L ALTRA SFIDA Relazione sulle attività di prevenzione e di contrasto all usura svolte nel 2006 nel territorio della provincia di Potenza

L ALTRA SFIDA Relazione sulle attività di prevenzione e di contrasto all usura svolte nel 2006 nel territorio della provincia di Potenza L ALTRA SFIDA Relazione sulle attività di prevenzione e di contrasto all usura svolte nel 2006 nel territorio della provincia di Potenza 1. Un anno fa Appena un anno fa registravamo un preoccupante e generalizzato

Dettagli

C U R R I C U M V I T A E. Informazioni personali

C U R R I C U M V I T A E. Informazioni personali C U R R I C U M V I T A E Informazioni personali Nome Cognome Altro Indirizzo Andrea Pellegrino Nato a Venosa (PZ) il 29/11/1956 Cittadinanza italiana Coniugato C/da Campo di Giorgio, 37-85010 Pignola

Dettagli

COMUNE DI RICCIONE REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E SERVIZI (ART. 24, COMMA 2)

COMUNE DI RICCIONE REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E SERVIZI (ART. 24, COMMA 2) COMUNE DI RICCIONE REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E SERVIZI (ART. 24, COMMA 2) RIDEFINIZIONE DEI PROFILI PROFESSIONALI Legenda: NUOVI PROFILI Profili esistenti **** qualifica Dirigenziale DIRIGENTE

Dettagli

c o m u n i c a t o s t a m p a

c o m u n i c a t o s t a m p a c o m u n i c a t o s t a m p a Unioncamere, occupazione: 65mila introvabili nel 2012 La bandierina degli irreperibili ai Termoidraulici nel Lazio, ai progettisti informatici in Lombardia e ai camerieri

Dettagli

SEDI COMUNALI UIL BASILICATA DI POTENZA E MATERA

SEDI COMUNALI UIL BASILICATA DI POTENZA E MATERA SEDI COMUNALI UIL BASILICATA DI POTENZA E MATERA UIL Acerenza Via dei Gracchi, 14 85011 Acerenza PZ E-mail: studiolombardi@email.it Lombardi Luca Cell. 338.6207510 UIL Armento Via Vittorio Emanuele 85010

Dettagli

PROGETTI SERVIZIO CIVILE NON AMMESSI A VALUTAZIONE ELENCO B

PROGETTI SERVIZIO CIVILE NON AMMESSI A VALUTAZIONE ELENCO B 1 2 3 Codice Progetto Denominazione Titolo Bando Settore/Area Intervento RNZ0367507102471NR ANGLAT ASSOCIAZIONE NAZIONALE GUIDA LEGISLAZIONE ANDICAPPATI TRASPORTI Accompagna ANGLAT Stato Progetto Volontari

Dettagli

OPPORTUNITA' LAVORATIVE E FORMATIVE INFORMAGIOVANI - INFORMADONNA DI VENOSA OPPORTUNITA' IN ITALIA

OPPORTUNITA' LAVORATIVE E FORMATIVE INFORMAGIOVANI - INFORMADONNA DI VENOSA OPPORTUNITA' IN ITALIA OPPORTUNITA' LAVORATIVE E FORMATIVE INFORMAGIOVANI - INFORMADONNA DI VENOSA OPPORTUNITA' IN ITALIA Rif. 1. 302 IKEA - NUOVA APERTURA A RIMiNi lkea, azienda svedese specializzata nel settore vendita di

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'ESECUZIONE DEI CONTROLLI ISPETTIVI SULLO STATO DI ESERCIZIO E DI MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI.

REGOLAMENTO PER L'ESECUZIONE DEI CONTROLLI ISPETTIVI SULLO STATO DI ESERCIZIO E DI MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI. REGOLAMENTO PER L'ESECUZIONE DEI CONTROLLI ISPETTIVI SULLO STATO DI ESERCIZIO E DI MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI. Approvato con deliberazione del Consiglio provinciale n. 15 del 21 marzo 2012 Pag.

Dettagli

Le assunzioni dei lavoratori per figura professionale e Centro per l impiego MONFALCONE

Le assunzioni dei lavoratori per figura professionale e Centro per l impiego MONFALCONE Le assunzioni dei lavoratori per figura professionale e Centro per l impiego MONFALCONE INTRODUZIONE Informare i giovani studenti sulle opportunità che una scelta mirata e consapevole del percorso universitario

Dettagli

Analisi delle Dichiarazioni di Immediata Disponibilità al lavoro. Provincia di Mantova. Rapporto a cura di:

Analisi delle Dichiarazioni di Immediata Disponibilità al lavoro. Provincia di Mantova. Rapporto a cura di: Osservatorio del Mercato del Lavoro della Provincia di Mantova Analisi delle Dichiarazioni di Immediata Disponibilità al lavoro Provincia di Mantova Rapporto a cura di: Centro di Ricerca Interuniversitario

Dettagli

Servizio Sanitario Regionale Basilicata Azienda Sanitaria Locale di Potenza

Servizio Sanitario Regionale Basilicata Azienda Sanitaria Locale di Potenza Servizio Sanitario Regionale Basilicata Azienda Sanitaria Locale di Potenza Dipartimento di Prevenzione della Sanità e del Benessere Animale - FUNZIONAMENTO - - ORGANIGRAMMA - - RIFERIMENTI E RECAPITI

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO EXCELSIOR

SISTEMA INFORMATIVO EXCELSIOR MONITORAGGIO TRIMESTRALE DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI DELLE IMPRESE ITALIANE A LIVELLO PROVINCIALE Sintesi dei principali risultati SISTEMA INFORMATIVO EXCELSIOR La domanda di lavoro delle imprese nel

Dettagli

PROSPETTIVE FUTURE PER SCELTE CONSAPEVOLI. La chiave per il tuo futuro

PROSPETTIVE FUTURE PER SCELTE CONSAPEVOLI. La chiave per il tuo futuro PROSPETTIVE FUTURE PER SCELTE CONSAPEVOLI La chiave per il tuo futuro IMPEGNO INFORMAZIONE CURIOSITA RESPONSABILITA PASSIONE RICERCA RESPONSABILITA PASSIONI DA COLTIVARE COLLOCAZIONE SUL TERRITORIO SCELTE

Dettagli

Presentazione del progetto

Presentazione del progetto REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA MINISTERO DELL ISTRUZIONE, UNIVERSITA e RICERCA Progetto SiS Scuola e integrazione in Sardegna REALIZZAZIONE DI PERCORSI E PROGETTI SPERIMENTALI PER IL SUCCESSO FORMATIVO

Dettagli

Elenco qualificazioni standard organizzate per AEP

Elenco qualificazioni standard organizzate per AEP AEP dei contenuti trasversali Operatore telefonico addetto alle informazioni alla clientela e agli uffici relazioni col pubblico AEP - Agricoltura, zootecnia, silvicoltura Addetto all allevamento Operatore

Dettagli

Indagine sui fabbisogni professionali e formativi di un campione di imprese piacentine

Indagine sui fabbisogni professionali e formativi di un campione di imprese piacentine Indagine sui fabbisogni professionali e formativi di un campione di imprese piacentine a cura di Elena Bensi, Davide Fanzini e Claudia Rossi Osservatorio Mercato del Lavoro, Provincia di Piacenza 1. Premessa

Dettagli

SOMMARIO SUPPORTI AGGIUNTIVI A TARGET SPECIFICI...11 DISABILI...11 STRANIERI...11

SOMMARIO SUPPORTI AGGIUNTIVI A TARGET SPECIFICI...11 DISABILI...11 STRANIERI...11 Allegato A alla DGP n del Provincia di Pistoia Dipartimento Lavoro e Politiche Sociali Servizio Lavoro PIANO PROVINCIALE PER LA FORMAZIONE ESTERNA DELL APPRENDISTATO 2008-2010 Manuale di indirizzo per

Dettagli

LA RIDUZIONE DELLA BOLLETTA DEL GAS DELLA REGIONE BASILICATA 1

LA RIDUZIONE DELLA BOLLETTA DEL GAS DELLA REGIONE BASILICATA 1 LA RIDUZIONE DELLA BOLLETTA DEL GAS DELLA REGIONE BASILICATA 1 La Misura per la riduzione del costo dell energia è stata prevista dall art. 12 della LR 28/2007 (Legge Finanziaria 2008), successivamente

Dettagli

SCUOLA MEDIA STATALE G. PUECHER - ERBA ANNO SCOLASTICO 2012-2013 SCELTE E PERCORSI DOPO LA TERZA MEDIA

SCUOLA MEDIA STATALE G. PUECHER - ERBA ANNO SCOLASTICO 2012-2013 SCELTE E PERCORSI DOPO LA TERZA MEDIA SCUOLA MEDIA STATALE G. PUECHER - ERBA ANNO SCOLASTICO 2012-2013 SCELTE E PERCORSI DOPO LA TERZA MEDIA 1 LA SCUOLA ITALIANA 10 ANNI DI DIRITTO-DOVERE DI FORMAZIONE: dalla SCUOLA PRIMARIA fino a 17 o 18

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO DEL MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE SS-13-HA-SXO06 PIANO DI DIMENSIONAMENTO SCUOLE SECONDARIE DI SECONDO GRADO - A.S.

SISTEMA INFORMATIVO DEL MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE SS-13-HA-SXO06 PIANO DI DIMENSIONAMENTO SCUOLE SECONDARIE DI SECONDO GRADO - A.S. UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI POTENZA PAG. 1 PZIS001007 - ISTITUTO D'ISTRUZIONE SUP."F. DE SARLO" - VIA: VIA S. ANTUONO, 192 - COMUNE: E409 - LAGONEGRO DISTRETTO: 004 - PZPM00101P - FRANCESCO DE SARLO

Dettagli

REGIONE LIGURIA LA CORRELAZIONE TRA LE QUALIFICHE DEI CCNL E LE QUALIFICHE PROFESSIONALI

REGIONE LIGURIA LA CORRELAZIONE TRA LE QUALIFICHE DEI CCNL E LE QUALIFICHE PROFESSIONALI REGIONE LIGURIA DIPARTIMENTO ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO SETTORE SISTEMA SCOLASTICO- EDUCATIVO REGIONALE APPRENDISTATO PER LA QUALIFICA E IL DIPLOMA PROFESSIONALE AI SENSI DELLA D.G.R. 18.05.2012 N.

Dettagli

DRNGPP63D51I610T. Mediatore in materia Civile e Commerciale. Percorso di aggiornamento Tributario (N. 15 ore) Ordine Dottori Commercialisti

DRNGPP63D51I610T. Mediatore in materia Civile e Commerciale. Percorso di aggiornamento Tributario (N. 15 ore) Ordine Dottori Commercialisti C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome [D ARANNO GIUSEPPINA ] Indirizzo [ S.N.C., VIA NICOLA MELFI, 85038, SENISE (PZ) ] Telefono 0973/686329 3388553312 Fax 0973/686329 E-mail daranno@libero.it

Dettagli

Attività di monitoraggio esiti occupazionali della formazione professionale 2000-2001 Sintesi - Giugno 2004

Attività di monitoraggio esiti occupazionali della formazione professionale 2000-2001 Sintesi - Giugno 2004 Attività di monitoraggio esiti occupazionali della formazione professionale 2-21 Sintesi - Giugno 24 1. Costruzione banca dati allievi, partendo dall archivio corsi FP 2 2. Realizzazione indagine censuaria

Dettagli

DGR 404/2010 Progetto Regionale Laboratorio delle Professioni di domani

DGR 404/2010 Progetto Regionale Laboratorio delle Professioni di domani DGR 404/2010 Progetto Regionale Laboratorio delle Professioni di domani Repertorio Ligure delle Figure Professionali Elenco n. 188 Figure Professionali VISTO il Piano Triennale regionale dell istruzione

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA N. 3 POTENZA

AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA N. 3 POTENZA AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA N. 3 POTENZA Via L. Da Vinci n 11 85037 Sant Arcangelo (PZ) tel. 0973/611416 AUTODISCPLINA PER LA GESTIONE FAUNISTICO VENATORIA DEL CINGHIALE PER LA PROVINCIA DI POTENZA DI

Dettagli

I PERCORSI di ISTRUZIONE e di FORMAZIONE PROFESSIONALE in REGIONE LOMBARDIA

I PERCORSI di ISTRUZIONE e di FORMAZIONE PROFESSIONALE in REGIONE LOMBARDIA I PERCORSI di ISTRUZIONE e di FORMAZIONE PROFESSIONALE in REGIONE LOMBARDIA Il sistema educativo L assolvimento del diritto dovere di istruzione e formazione è possibile all interno di tre sistemi : Il

Dettagli

AVVIAMENTI ISCRITTI IN MOBILITA' stranieri. La tipologia di iscrizione consente di evidenziare le motivazioni per

AVVIAMENTI ISCRITTI IN MOBILITA' stranieri. La tipologia di iscrizione consente di evidenziare le motivazioni per FEBBRAIO 2009 I flussi delle iscrizioni: In aumento, nel mese di febbraio, il numero degli iscritti presso i tre centri per l impiego provinciali (14.975 unità). La variazione percentuale degli iscritti

Dettagli

Orientamento Scuole Medie. Scheda personale

Orientamento Scuole Medie. Scheda personale Orientamento Scuole Medie Scheda personale IL CONTENUTO DI QUESTA SCHEDA E VINCOLATO DA SEGRETO PROFESSIONALE a) Dati Personali Cognome Nome Data di nascita Luogo di nascita Indirizzo Tel. Città _ Provincia

Dettagli

Lo «stato di salute» delle figure professionali in provincia di Cremona

Lo «stato di salute» delle figure professionali in provincia di Cremona Lo «stato di salute» delle figure professionali in provincia di Cremona Claudia Graziani, Gloria Ronzoni 6 Marzo 2014 CRISP Interuniversity Research centre On public services University of Milano - Bicocca

Dettagli

INDAGINE SUI BISOGNI FORMATIVI, ANNO 2006

INDAGINE SUI BISOGNI FORMATIVI, ANNO 2006 INDAGINE SUI BISOGNI FORMATIVI, ANNO 2006 Obbiettivi: L indagine si propone di verificare le esigenze di formazione della imprenditoria della Provincia di Arezzo, con particolare riferimento alla zona

Dettagli

Andrea. andrea.pellegrino1

Andrea. andrea.pellegrino1 C U R R I C U M V I T A E Informazioni personali Nome Cognome Altro Indirizzo Andrea Pellegrino Nato a Venosa (PZ) il 29/11/1956 Cittadinanza italiana Coniugato C/da Campo di Giorgio, 37-85010 Pignola

Dettagli

L Insegnamento delle discipline geografiche nell istruzione e formazione professionale Maria Teresa di Palma

L Insegnamento delle discipline geografiche nell istruzione e formazione professionale Maria Teresa di Palma ISTITUTI PROFESSIONALI Statali Denominazione materia Abilitazione 1 anno 2 anno 3 anno 4 anno 5 anno Insegnamenti COMUNI Scienze della Terra e biologia 60 3 3 - - - Materie di indirizzo: Settore agro-alimentare

Dettagli

Allegato A: Settore Economico

Allegato A: Settore Economico Allegato A: Settore Economico Codice Settore Economico 0Pesca 1Agricoltura e caccia 2Foreste 4Attività connesse con l'agricoltura 11Ind. estrazione agglomerazione di combustibili sol 12Cokerie (anche annesse

Dettagli

Massimo De Fino Giovanni Battista Bochicchio Cristiana Mecca

Massimo De Fino Giovanni Battista Bochicchio Cristiana Mecca DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Servizio Sanitario Regionale Basilicata Azienda Sanitaria Locale di Potenza NUMERO 2015/00389 DEL 22/06/2015 Collegio Sindacale il 22/06/2015 OGGETTO Deliberazione

Dettagli

Io lavoro qui. 2008_09. Prospettive di lavoro in Valtellina. Provincia di Sondrio. Società di Sviluppo Locale S.p.A.

Io lavoro qui. 2008_09. Prospettive di lavoro in Valtellina. Provincia di Sondrio. Società di Sviluppo Locale S.p.A. Io lavoro qui. Prospettive di lavoro in Valtellina Provincia di Sondrio Società di Sviluppo Locale S.p.A. 2008_09 Io lavoro qui. L intento del progetto è di creare un modello valtellinese di valorizzazione

Dettagli

Prot. n. 910 Potenza, 6.02.2014

Prot. n. 910 Potenza, 6.02.2014 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Basilicata Direzione Generale Piazza delle Regioni - 85100 - Potenza - Tel. 0971/ 449911 Fax 0971/445103 e-mail:

Dettagli

REPERTORIO DELL OFFERTA DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE DI SECONDO CICLO REGIONE LOMBARDIA

REPERTORIO DELL OFFERTA DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE DI SECONDO CICLO REGIONE LOMBARDIA Allegato A REPERTORIO DELL OFFERTA DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE DI SECONDO CICLO REGIONE LOMBARDIA A PARTIRE DALL ANNO FORMATIVO 2015-2016 Pagina 1 di 9 2 AREA PROFESSIONALE 1 3 4 5 6 1 AGRO-ALIMENTARE

Dettagli

Lavoratori dipendenti Italiani Stranieri Totale Maschi Femmine Totale Maschi Femmine Totale Maschi Femmine Totale 2011

Lavoratori dipendenti Italiani Stranieri Totale Maschi Femmine Totale Maschi Femmine Totale Maschi Femmine Totale 2011 Tav. 1 - Provincia di Ferrara. Saldo tra i lavoratori dipendenti assunti e quelli licenziati per classe di età, tipologia aziendale, genere e cittadinanza nel biennio 2011/12 Lavoratori dipendenti Italiani

Dettagli

TABELLA A Allegata alla Deliberazione G.M. n. del

TABELLA A Allegata alla Deliberazione G.M. n. del Codice categoria Descrizione Categoria Tariffe anno 2006-2007-2008 100 ABITAZIONI 1,21 102 CANTINE- GARAGE-MAGAZZINI-TINELLI 0,61 1100 MUSEI 1,11 1200 BIBLIOTECHE 1,11 1300 SCUOLE 1,11 1400 ASSOCIAZIONI

Dettagli

Lì, 06 febbraio 2014. BACHECA LAVORO - Richiesta lavoro:

Lì, 06 febbraio 2014. BACHECA LAVORO - Richiesta lavoro: Il Sindaco Riccardo Lotto COMUNE DI MONTEGALDA PROVINCIA DI VICENZA C.F. e Partita I.V.A. 00545030249 TELEFONO 0444/736415-736413 FAX 0444/636567 Piazza Marconi 40-36047 Montegalda e-mail segreteria@comune.montegalda.vi.it

Dettagli

REPERTORIO DELL OFFERTA DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE DI SECONDO CICLO DELLA REGIONE LOMBARDIA

REPERTORIO DELL OFFERTA DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE DI SECONDO CICLO DELLA REGIONE LOMBARDIA Allegato A) REPERTORIO DELL OFFERTA DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE DI SECONDO CICLO DELLA REGIONE LOMBARDIA a partire dall anno formativo 2013-14 Pagina 1 di 7 SECONDO CICLO - DDIF 2 PERCORSI

Dettagli

Tassi di crescita del tessuto imprenditoriale. Anni 2002-2012 2002 2003 2004 2005 2006* 2007* 2008* 2009* 2010* 2011*

Tassi di crescita del tessuto imprenditoriale. Anni 2002-2012 2002 2003 2004 2005 2006* 2007* 2008* 2009* 2010* 2011* Si attenua la dinamica imprenditoriale Scende, anche se di poco, per la prima volta in 10 anni il numero di imprese registrate a Torino e provincia. Cala il tasso di natalità e sale quello di mortalità.

Dettagli

AVVOLTOI SULLA CRISI. Relazione sulle attività di prevenzione e di contrasto all usura svolte nel 2008 nel territorio della provincia di Potenza

AVVOLTOI SULLA CRISI. Relazione sulle attività di prevenzione e di contrasto all usura svolte nel 2008 nel territorio della provincia di Potenza AVVOLTOI SULLA CRISI Relazione sulle attività di prevenzione e di contrasto all usura svolte nel 2008 nel territorio della provincia di Potenza Potenza, febbraio 2009 Edizioni Ce.St.Ri.M. Via Ciccotti,

Dettagli

Elenco degli Annunci Trovati

Elenco degli Annunci Trovati Elenco degli Annunci Trovati Riepilogo Limiti Impostati: Da Data Scadenza 01/03/2016 A Data Scadenza 12/03/2016 Riepilogo Filtri Impostati: Inviato al Periodico: Internet Categoria Selezionata: CERCO LAVORO

Dettagli

Repertorio Profili REPERTORIO DELL OFFERTA DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE 2011-12 SECONDO CICLO - DDIF PERCORSI TRIENNALI 2 QUARTO ANNO 3

Repertorio Profili REPERTORIO DELL OFFERTA DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE 2011-12 SECONDO CICLO - DDIF PERCORSI TRIENNALI 2 QUARTO ANNO 3 Repertorio Profili REPERTORIO DELL OFFERTA DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE 2011-12 AREA PROFESSIONALE 1 SECONDO CICLO - DDIF PERCORSI TRIENNALI 2 QUARTO ANNO 3 QUALIFICA PROFESSIONALE Profilo

Dettagli

REPERTORIO REGIONALE DEI PROFILI PROFESSIONALI

REPERTORIO REGIONALE DEI PROFILI PROFESSIONALI REPERTORIO REGIONALE DEI PROFILI PROFESSIONALI per L ATTIVAZIONE DEI TIROCINI (a seguito della direttiva del DG del Dip.Lavoro prot 43881/US1/2013 del 25/07/2013: tirocini formativi direttiva applicativa

Dettagli

COMUNICATO STAMPA N. 19 DEL 18 SETTEMBRE 2015

COMUNICATO STAMPA N. 19 DEL 18 SETTEMBRE 2015 COMUNICATO STAMPA N. 19 DEL 18 SETTEMBRE 2015 Lo ha comunicato il presidente Unioncamere Marche Graziano Di Battista, che ha presentato i dati marchigiani dell indagine Excelsior sulla domanda di professioni

Dettagli

Progetto Analisi del Fabbisogno Formativo In funzione dell Obbligo Formativo

Progetto Analisi del Fabbisogno Formativo In funzione dell Obbligo Formativo PROVINCIA DI COSENZA SERVIZIO FORMAZIONE PROFESSIONALE Progetto Analisi del Fabbisogno Formativo In funzione dell Obbligo Formativo Gruppo di Lavoro Servizio Formazione Professionale Mercoledì 23 marzo

Dettagli

Aprile 2008. Analisi dell andamento del mercato del lavoro e dei fabbisogni formativi nella provincia di Livorno

Aprile 2008. Analisi dell andamento del mercato del lavoro e dei fabbisogni formativi nella provincia di Livorno FABBISOGNI FORMATIVI E MERCATO DEL LAVORO Aprile 2008 Analisi dell andamento del mercato del lavoro e dei fabbisogni formativi nella provincia di Livorno L economia provinciale All interno dell economia

Dettagli

Indice analitico per attività

Indice analitico per attività Indice analitico per attività ATTIVITA Affissione di manifesti pubblicitari conto terzi Par. 18/02 Allestimento feste, manifestazioni ed eventi vari Par. 47/03 Allevamento Avicolo Del. 88 Equino con maneggio

Dettagli

Andrea. andrea.pellegrino1

Andrea. andrea.pellegrino1 C U R R I C U L U M V I T A E Informazioni personali Nome Cognome Altro Indirizzo Andrea Pellegrino Nato a Venosa (PZ) il 29/11/1956 Cittadinanza italiana Coniugato C/da Campo di Giorgio, 37-85010 Pignola

Dettagli

1. La Legge 108/96: finalmente un confine

1. La Legge 108/96: finalmente un confine 1. La Legge 108/96: finalmente un confine Il 1996 è stato un anno importante per la lotta all usura: il 7 marzo di quell anno vide la luce la Legge 108, in seguito meglio conosciuta come la legge antiusura.

Dettagli

Spett. le PROGRAMMA SVILUPPO Via Amendola 162/1 Bari e- mail: bari@programmasviluppo.it

Spett. le PROGRAMMA SVILUPPO Via Amendola 162/1 Bari e- mail: bari@programmasviluppo.it Allegato 1: DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA FORMAZIONE PER L APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE ai sensi del D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167 e s.m.i. e della L.R. 22 ottobre 2012, n. 31 Spett. le PROGRAMMA

Dettagli

ORIENTANDO 1999/2000

ORIENTANDO 1999/2000 Comune di Brescia Unità di staff Statistica Settore Pubblica Istruzione e Politiche Giovanili Servizio Gioventù ORIENTANDO 999/000 Giornate per l orientamento scolastico e professionale BRESCIA, 0-- ottobre

Dettagli