LOGSTASH Introduzione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LOGSTASH Introduzione"

Transcript

1 LOGSTASH

2 LOGSTASH Introduzione Logstash è un tool per la gestione di eventi e log: è possibile utilizzarlo per l'acquisizione di log (o più genericamente di file), il loro parsing e la conservazione per un uso futuro. Logstash è scritto in JRuby e funziona all'interno di una JVM. La sua architettura è orientata ai messaggi ed è piuttosto semplice: è costituito da un agent che viene configurato per combinare tra loro differenti funzioni (client / server).

3 LOGSTASH Architettura L'ecosistema nel quale viene utilizzato Logstash è composto da 4 componenti fondamentali: - lo Shipper: invia gli eventi a Logstash (tipicamente un agent remoto utilizza unicamente questo componente); - il Broker e l'indexer: riceve e indicizza gli eventi; - il Search and Storage: permette di cercare e memorizzare gli eventi; - una Web Interface. Tipicamente i server Logstash sono composti da uno o più di questi componenti: è possibile combinarli indipendentemente l'uno dall'altro secondo le proprie necessità.

4 LOGSTASH Agent Shipper All'interno del file di configurazione dell'agent Shipper Logstash dobbiamo specificare i parametri di: - input: corrisponde a ciò che arriva all'agent in ingresso (standard input o il contenuto di un file); - filter: opzione in grado di gestire il parsing dell'event in input, filtrare o aggiungere informazioni; - output: permette di specificare dove saranno inviati gli event (come, ad esempio, standard output o ElasticSearch).

5 LOGSTASH Filter I filtri vengono utilizzati per filtrare ma anche per modificare i contenuti dei diversi events. permettono anche di analizzare gli events (via grok ad esempio) per migliorare poi la fase di indicizzazione e memorizzazione. Possibili strategie di filtraggio: - filtrare gli event con l'agent; - filtrare gli event sul server centrale; - emettere gli event nel formato più indicato. Se si filtra a livello locale si riduce il carico sul server e ci si assicura la memorizzazione nel formato desiderato: ciò comporta una configurazione più complessa dei diversi agent. Viceversa se il filtraggio avviene sul server centrale si dovrà disporre di risorse hardware superiori in maniera da poter processare una grande mole di informazioni.

6 LOGSTASH Cenni su Grok Grok è lo strumento principale con il quale vengono eseguiti i filtri all'interno di Logstash in quanto combinando i suoi comandi base e l'insieme delle diverse regular expressions consente di ottenere facilmente la modifica del messaggio secondo quanto desiderato. Ad esempio, utilizzando i comandi base possiamo: - aggiungere/rimuovere campi o tag in base a determinati pattern; - terminare il parsing non appena una data condizione è verificata; - cancellare/ignorare determinati messaggi sulla base di pattern.

7 LOGSTASH Architettura Nella maggior parte dei casi, Logstash viene così configurato: - un (o più) agent Logstash Shipper è in esecuzione all'interno degli host ed emette informazioni quali eventi, registri delle applicazioni, servizi, log verso il server centrale. - il server centrale Logstash sarà responsabile per l'esecuzione del Broker, Indexer, Search, Storage e Web Interface per ricevere, processare e conservare i registri degli eventi. Shipper Shipper Broker Indexer Indexer Indexer Search & Storage Shipper client server

8 LOGSTASH Architettura Ecosistema LOGSTASH LOGSTASH REDIS Indexer Indexer LOGSTASH LOGSTASH client server KIBANA

9 LOGSTASH Architettura Ecosistema Alternativa SYSLOG SYSLOG Indexer Indexer LOGSTASH SYSLOG client server KIBANA

10 LOGSTASH Scalabilità broker Indexer Indexer LOGSTASH Search & storage LOGSTASH broker Indexer Indexer LOGSTASH

11

12 Introduzione Elasticsearch è un motore di ricerca open source costruito su Apache Lucene. Lucene è la più avanzata e più completa (ma complessa) libreria per il search engine tra tutte quelle presenti sia open source che proprietarie. Lucene resta comunque una libreria: per sfruttare le sue potenzialità è necessario lavorare in Java integrando Lucene direttamente nell'applicazione. Elasticsearch, anch'esso scritto in Java, utilizza Lucene internamente per tutta l'indicizzazione e la ricerca, ma mira a rendere facile la ricerca full-text nascondendo la complessità di Lucene dietro una semplice API RESTful.

13 Introduzione Elasticsearch non è solo Lucene, non si limita infatti a essere uno strumento per la ricerca Full Text. possiamo descriverlo come: - un document store real time distribuito dove ogni campo è indicizzato e ricercabile; - un motore di ricerca distribuito con analisi in tempo reale; - scalabile in centinaia di server e capace di trattare petabytes di dati strutturati e non strutturati. Combina queste funzionalità in un server standalone alla quale un'applicazione terza può interfacciarsi utilizzando delle API RESTful, utilizzando un client web (utilizzando dei JSON) o anche la riga di comando.

14 Breve storia

15 Ulteriori integrazioni

16 Architettura: componenti In Elasticsearch sono presenti differenti componenti: - un cluster è composto da uno o più nodi (istanze in esecuzione di Elasticsearch) che condividono lo stesso cluster.name e che lavorano assieme condividendo i propri dati e il carico di lavoro. Poiché i nodi possono essere aggiunti o rimossi dal cluster esso si riorganizza per distribuire in maniera uniforme i dati; - un indice è lo spazio logico, che indica uno o più shards fisici, dove vengono immagazzinati i dati all'interno dei nodi; - uno shard è l'unità di lavoro di basso livello che contiene una porzione dei dati facenti parti dell'indice ed è costituito da una singola istanza di Lucene; - il document rappresenta la porzione di dati strutturati da immagazzinare appartenenti a un singolo oggetto.

17 Architettura: nodi All'interno del cluster uno dei nodi viene eletto come master node e si occupa della gestione del cluster (creazione o eliminazione di un indice o aggiunta o rimozione di un nodo). Ogni nodo di un cluster può essere designato per essere un nodo master e, come utenti, possiamo parlare a ognuno dei nodi presenti nel cluster. Ciascun nodo conosce infatti la localizzazione di ogni document e può inoltrare la nostra richiesta direttamente ai nodi che contengono il dato che ci interessa: sarà lo stesso nodo che abbiamo interrogato a fornirci il risultato della ricerca astraendo la complessità dell'architettura sottostante.

18 Architettura: gli shards Uno shard può essere un primary shard o un replica shard: ogni document nell'indice appartiene a un singolo shard primario. Un replica shard è una copia del primary shard: le repliche sono utilizzate per fornire una ridondanza dei dati e vengono utilizzate anche per effettuare delle letture degli stessi. Il numero degli shards primari viene fissato al momento in cui viene creato l'indice ma il numero delle repliche può essere modificato in qualsiasi momento. Quando il cluster cresce o si riduce di dimensione, Elasticsearch sposterà i dati tra i diversi nodi per garantire un corretto bilanciamento. Ogni nuovo document inserito nell'indice viene prima memorizzato nel primary shard e poi spostato nei replica shards associati.

19 Architettura: Document - cenni All'interno di Elasticsearch il Document rappresenta la porzione di dati strutturati da immagazzinare appartenenti a un singolo oggetto. Il Document è costituito da due componenti fondamentali: - l'oggetto che rappresenta, serializzato in un JSON; - dei specifici metadati relativi al Document stesso. I metadati presenti all'interno di un Document devono essere almeno i tre seguenti: - _index - _type - _id Vi è la possibilità di utilizzare numerosi altri metadati qui non indicati.

20 Architettura: Metadati - cenni _index Questo metadato identifica univocamente la collezione di dati, l'indice (assimilabile al concetto di database negli RDBMS o di collection in MongoDB), dove salviamo e indicizziamo i dati. _type Il metadato rappresenta la classe alla quale l'oggetto JSON appartiene. Ogni _type è mappato su una differente definizione di schema: nello stesso indice possono infatti essere presenti document di diversi tipi. _id Una stringa che, assieme all'_index e al _type identifica univocamente il Document in Elasticsearch: quando creiamo un nuovo Document se non forniamo un _id sarà il sistema stesso a generarne uno al posto nostro

21 Architettura Quando avviamo per la prima volta Elasticsearch in un nodo senza dati né indici ci troviamo in una situazione di questo tipo: NODE 1 CLUSTER MASTER

22 Architettura Creando un indice, per impostazione predefinita, esso viene assegnato a cinque shards primari. Ipotizziamo di aver configurato il nostro Elasticsearch per avere tre shards e una replica per ciascuno di essi. NODE 1 P0 MASTER P1 P2 CLUSTER In questo caso la replica non viene realizzata in quanto non avrebbe senso duplicare i dati sulla stessa macchina. Utilizzando una configurazione single node abbiamo un single point of failure in quanto non è presente alcuna ridondanza.

23 Architettura È sufficiente lanciare un ulteriore nodo, configurato con lo stesso cluster.name, per ottenere la ridondanza desiderata NODE 1 P0 MASTER P1 P2 NODE 2 R0 R1 R2 CLUSTER Il secondo nodo viene aggiunto automaticamente al cluster e vengono creati i replica shards.

24 Architettura Aggiungendo un ulteriore nodo al cluster, dal nodo 1 e dal nodo 2 vengono spostati degli shards in maniera automatica per garantire la scalabilità orizzontale: NODE 1 MASTER P1 CLUSTER P2 NODE 2 R0 NODE 3 R1 P0 R2

25 Architettura Incrementando poi il fattore di replica incrementiamo ulteriormente la robustezza del sistema: NODE 1 R0 MASTER P1 CLUSTER P2 NODE 2 R0 NODE 3 R1 R2 P0 R1 R2

26 Architettura Qualora uno dei nodi diventi inutilizzabile, ad esempio il nodo master, gli altri nodi provvederanno ad eleggere un nuovo master e a ridistribuire gli shards: NODE 2 R0 CLUSTER MASTER R1 R2 P2 NODE 3 P0 R1 P1 R2

27 Linguaggio di interrogazione - cenni All'interno di Elasticsearch è presente un apposito linguaggio di interrogazione Query DSL: esso combina la potenza di ricerca di Lucene con una semplice interfaccia di interrogazione di tipo JSON. La generica query viene quindi espressa tramite una serie di coppie chiave valore eventualmente annidate. Il linguaggio Query DSL è in realtà costituito da due componenti: - filter DSL - query DSL

28 Linguaggio di interrogazione - cenni - filter DSL pone una domanda la cui risposta è si/no in base al valore che assume uno specifico campo / insieme di campi nel Document: il Document ha data creazione nel range ? Il campo _status contiene il termine 'pubblicato'? - query DSL simile al filter, risponde alla domanda: quanto bene il Document effettua il match? Ad esempio: Document con miglior matching con le parole 'full text search' Document che contiene la parola run, ma forse anche 'runs running jog sprint' Una query calcola quindi quanto ogni Document è rilevante alla query associandolo a un metadato di rilevanza _score il quale viene di seguito utilizzato per effettuare un sort dei risultati della ricerca. Il concetto di rilevanza si adatta bene alla ricerca full-text dove raramente è possibile identificare una risposta completamente corretta.

29 Demo l Architecture - Generale

30 Demo l Architecture - Generale

31 Demo Caso affrontato Log Log Log

32 Demo Caso affrontato: il generatore di Log Il generatore di Log che viene utilizzato in questa demo, LogProducer.jar, è un semplice programma JAVA che simula, in base a differenti parametri d'ingresso casuali, le variazioni che possono subire degli AccessLog del webserver Apache2/Httpd. I file di log finali prodotti saranno nel formato: host1.dassia.crs4.it - - [16/04/2015:15:05: ] "POST HTTP/1.0" LogProducer.jar ha fondamentalmente due funzioni: - crea delle timeline di richieste previste - processa le timeline generando quindi i file di log richiesti

33 Demo Creazione della timeline La timeline rappresenta l'andamento del numero delle richieste a un certo server web al passare del tempo. In particolare con LogProducer.jar è possibile creare delle timeline con alcuni andamenti prestabiliti Flat # r Square # step ht lt s # Triangular i ht lt s s # SawTooth i ht lt s

34 Demo Creazione della timeline Il file contenente la timeline assegna una serie di parametri che verranno poi utilizzati per generare delle righe di log pseudo casuali con: - tipo di comando richiesto con differente probabilità di uscita (POST / GET / DELETE) - risorsa richiesta in differenti sottocartelle BigData/ tutorial/ files.tar.gz HadoopScripting/ webinar/ page.html NoSQL/ Slides/ crs4_logo.png DataStreaming/ - risposta del server 200 (ok) 400 (bad request) 403 (forbidden) 404 (not found) - dimensione restituita variabile in base al tipo del file / tipo comando / risposta del server

35 Demo LogProducer.jar - Logstash Una volta lanciata l'elaborazione delle timeline il sistema inizierà a scrivere nella cartella, indicata come destinazione dei log, un file di log per ogni timeline sorgente. A questo punto LogStash potrà andare a leggere i file di log, filtrarli e interpretarli come da configurazione e inoltrare il JSON Log Log Log derivante verso i sistemi opportuni (nel nostro caso kafka e elasticsearch).

36 Demo Configurazione di Logstash - Input Nella configurazione dell'input assegneremo a uno specifico input una stringa identificativa del tipo in ingresso e indicheremo a Logstash in quale cartella dovrà andare a leggere i file di input. input { file { type => "apache-access" path => "/data/simulated_logs/*" } }

37 Demo Configurazione di Logstash Filter Grok Nella sezione filter andremo ad indicare a Logstash come filtrare ed effettuare il parsing dei diversi tipi in ingresso. filter { grok { type => "apache-access" patterns_dir => "/opt/logstash/1.5.0.rc2/pattern" pattern => "%{IPORHOST:clientip} %{USER:ident} %{USER:client} \[% {MYHTTPDATE:messageTimestamp} %{INT:timezone}\] \"%{WORD:verb} % {NOTSPACE:request} *HTTP/%{NUMBER:httpversion}\" %{NUMBER:response} (?: %{NUMBER:bytes} -)" }

38 Demo Configurazione di Logstash Grok Pattern personalizzati Il contenuto della cartella patterns_dir ls /opt/logstash/1.5.0.rc2/pattern timepattern MYHTTPDATE %{MONTHDAY:giorno}/%{MONTHNUM:mese}/%{YEAR:anno}:%{TIME:ora} NAME RULE MyPattern.foo NAME RULE

39 Demo Configurazione di Logstash Filter Date date { locale => "it" timezone => "Europe/Rome" match => [ "messagetimestamp","dd/mm/yyyy:hh:mm:ss.sss"] target => "messagetimestamp" } }

40 Demo Configurazione di Logstash - Output Nella sezione output andremo ad indicare a Logstash dove inoltrare i JSON risultanti dal filtro appena effettuato. output { elasticsearch { cluster => elasticsearch } kafka { topic_id => "logstash_logs" client_id => "logstash" } stdout { } }

41 Demo Configurazione di Logstash input { file { type => "apache-access" path => "/data/simulated_logs/*" filter { grok { } type => "apache-access" } patterns_dir => "..." pattern => "..." } date {... target => "messagetimestamp" } output { } kafka { topic_id => "logstash_logs" client_id => "logstash" } }

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN)

Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN) Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN) System Overview di Mattia Bargellini 1 CAPITOLO 1 1.1 Introduzione Il seguente progetto intende estendere

Dettagli

Zabbix 4 Dummies. Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it

Zabbix 4 Dummies. Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it Zabbix 4 Dummies Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it Relatore Nome: Biografia: Dimitri Bellini Decennale esperienza su sistemi operativi UX based, Storage Area Network, Array Management e tutto

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello del sistema 4 2.1 Requisiti hardware........................ 4 2.2 Requisiti software.........................

Dettagli

CA Process Automation

CA Process Automation CA Process Automation Glossario Release 04.2.00 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente (d'ora in avanti indicata come

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

Lezione III: Oggetti ASP e interazione tramite form HTML

Lezione III: Oggetti ASP e interazione tramite form HTML Lezione III: Oggetti ASP e interazione tramite form HTML La terza lezione, come le precedenti, ha avuto una durata di due ore, di cui una in aula e l altra in laboratorio, si è tenuta alla presenza della

Dettagli

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP FileMaker Server 13 Pubblicazione Web personalizzata con PHP 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker

Dettagli

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it SMS API Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it INDICE DEI CONTENUTI Introduzione... 2 Autenticazione & Sicurezza... 2 Username e Password... 2 Connessione

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

Le funzionalità di un DBMS

Le funzionalità di un DBMS Le funzionalità di un DBMS Sistemi Informativi L-A Home Page del corso: http://www-db.deis.unibo.it/courses/sil-a/ Versione elettronica: DBMS.pdf Sistemi Informativi L-A DBMS: principali funzionalità Le

Dettagli

EndNote Web è un servizio online per la gestione di bibliografie personalizzate integrabili nella redazione di testi: paper, articoli, saggi

EndNote Web è un servizio online per la gestione di bibliografie personalizzate integrabili nella redazione di testi: paper, articoli, saggi ENDNOTE WEB EndNote Web è un servizio online per la gestione di bibliografie personalizzate integrabili nella redazione di testi: paper, articoli, saggi EndNote Web consente di: importare informazioni

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte)

CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte) Corso ForTIC C2 LEZIONE n. 10 CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte) WEB SERVER PROXY FIREWALL Strumenti di controllo della rete I contenuti di questo documento, salvo diversa indicazione, sono rilasciati

Dettagli

CMN4i (Vers. 1.1.0 del 27/02/2014)

CMN4i (Vers. 1.1.0 del 27/02/2014) CMN4i (Vers. 1.1.0 del 27/02/2014) Il monitoring che permette di avere la segnalazione in tempo reale dei problemi sul vostro sistema IBM System i Sommario Caratterisitche... Errore. Il segnalibro non

Dettagli

RefWorks Guida all utente Versione 4.0

RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Accesso a RefWorks per utenti registrati RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Dalla pagina web www.refworks.com/refworks Inserire il proprio username (indirizzo e-mail) e password NB: Agli utenti remoti

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server FileMaker Server 13 Guida di FileMaker Server 2010-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

Import Dati Release 4.0

Import Dati Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import Dati Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

Indicizzazione terza parte e modello booleano

Indicizzazione terza parte e modello booleano Reperimento dell informazione (IR) - aa 2014-2015 Indicizzazione terza parte e modello booleano Gruppo di ricerca su Sistemi di Gestione delle Informazioni (IMS) Dipartimento di Ingegneria dell Informazione

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

Introduzione alle applicazioni di rete

Introduzione alle applicazioni di rete Introduzione alle applicazioni di rete Definizioni base Modelli client-server e peer-to-peer Socket API Scelta del tipo di servizio Indirizzamento dei processi Identificazione di un servizio Concorrenza

Dettagli

1 EJB e Portal Component Object http://desvino.altervista.org

1 EJB e Portal Component Object http://desvino.altervista.org 1 EJB e Portal Component Object http://desvino.altervista.org In questo tutorial studiamo come sfruttare la tecnologia EJB, Enterprise JavaBean, all interno del SAP Netweaver Portal. In breve, EJB è un

Dettagli

DBMS (Data Base Management System)

DBMS (Data Base Management System) Cos'è un Database I database o banche dati o base dati sono collezioni di dati, tra loro correlati, utilizzati per rappresentare una porzione del mondo reale. Sono strutturati in modo tale da consentire

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory FILE SYSTEM : INTERFACCIA 8.1 Interfaccia del File System Concetto di File Metodi di Accesso Struttura delle Directory Montaggio del File System Condivisione di File Protezione 8.2 Concetto di File File

Dettagli

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace:

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Overview tecnica Introduzione E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Introduce un architettura ESB nella realtà del cliente Si basa su standard aperti Utilizza un qualsiasi Application

Dettagli

GARR WS9. OpenSource per l erogazione di servizi in alta disponibilità. Roma 17 giugno 2009

GARR WS9. OpenSource per l erogazione di servizi in alta disponibilità. Roma 17 giugno 2009 GARR WS9 OpenSource per l erogazione di servizi in alta disponibilità Roma 17 giugno 2009 Mario Di Ture Università degli Studi di Cassino Centro di Ateneo per i Servizi Informatici Programma Cluster Linux

Dettagli

Introduzione a MySQL

Introduzione a MySQL Introduzione a MySQL Cinzia Cappiello Alessandro Raffio Politecnico di Milano Prima di iniziare qualche dettaglio su MySQL MySQL è un sistema di gestione di basi di dati relazionali (RDBMS) composto da

Dettagli

RedDot Content Management Server Content Management Server Non sottovalutate il potenziale della comunicazione online: usatela! RedDot CMS vi permette di... Implementare, gestire ed estendere progetti

Dettagli

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate.

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate. Comandi filtro: sed Il nome del comando sed sta per Stream EDitor e la sua funzione è quella di permettere di editare il testo passato da un comando ad un altro in una pipeline. Ciò è molto utile perché

Dettagli

sed: editor non interattivo di file di testo (1974 nei Bell Labs come evoluzione di grep, Lee E. McMahon)

sed: editor non interattivo di file di testo (1974 nei Bell Labs come evoluzione di grep, Lee E. McMahon) Sed & Awk Sed e Awk sed: editor non interattivo di file di testo (1974 nei Bell Labs come evoluzione di grep, Lee E. McMahon) awk: linguaggio per l'elaborazione di modelli orientato ai campi (1977, Bell

Dettagli

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1 Tutorial Configuration Managment Configurare il servizio EC2 su AWS Pagina 1 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. PROGRAMMI NECESSARI... 4 3. PANNELLO DI CONTROLLO... 5 4. CONFIGURARE E LANCIARE UN ISTANZA...

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY Interfaccia Full Ascii Con questa interfaccia è possibile inviare i dati al Server utilizzando solo caratteri Ascii rappresentabili e solo i valori che cambiano tra un sms e l altro, mantenendo la connessione

Dettagli

Protocollo HTTP. Alessandro Sorato

Protocollo HTTP. Alessandro Sorato Un protocollo è un insieme di regole che permettono di trovare uno standard di comunicazione tra diversi computer attraverso la rete. Quando due o più computer comunicano tra di loro si scambiano una serie

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux DNS (Domain Name System) Gruppo Linux Luca Sozio Matteo Giordano Vincenzo Sgaramella Enrico Palmerini DNS (Domain Name System) Ci sono due modi per identificare un host nella rete: - Attraverso un hostname

Dettagli

I file di dati. Unità didattica D1 1

I file di dati. Unità didattica D1 1 I file di dati Unità didattica D1 1 1) I file sequenziali Utili per la memorizzazione di informazioni testuali Si tratta di strutture organizzate per righe e non per record Non sono adatte per grandi quantità

Dettagli

ESEMPI DI FORM (da www.html.it)

ESEMPI DI FORM (da www.html.it) ESEMPI DI FORM (da www.html.it) Vediamo, nel particolare, tutti i tag che HTML 4.0 prevede per la creazione di form. Questo tag apre e chiude il modulo e raccoglie il contenuto dello stesso,

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

SPOSTAMENTO SITEMANAGER DA SERVER DIREL A SERVER PROPRIETARIO

SPOSTAMENTO SITEMANAGER DA SERVER DIREL A SERVER PROPRIETARIO SPOSTAMENTO SITEMANAGER DA SERVER DIREL A SERVER PROPRIETARIO La seguente guida mostra come trasferire un SiteManager presente nel Server Gateanager al Server Proprietario; assumiamo a titolo di esempio,

Dettagli

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE JDBC Java DataBase Connectivity Anno Accademico 2002-2003 Accesso remoto al DB Istruzioni SQL Rete DataBase Utente Host client Server di DataBase Host server Accesso

Dettagli

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP BOOTP e DHCP a.a. 2002/03 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Inizializzazione degli Host Un

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org.

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Nuovo documento Anteprima di stampa Annulla Galleria Apri Controllo ortografico Ripristina Sorgente dati Salva Controllo

Dettagli

Piattaforma Applicativa Gestionale. Import dati. Release 7.0

Piattaforma Applicativa Gestionale. Import dati. Release 7.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import dati Release 7.0 COPYRIGHT 2000-2012 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare a utilizzare Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition.

Dettagli

La piattaforma IBM Cognos

La piattaforma IBM Cognos La piattaforma IBM Cognos Fornire informazioni complete, coerenti e puntuali a tutti gli utenti, con una soluzione economicamente scalabile Caratteristiche principali Accedere a tutte le informazioni in

Dettagli

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client Versione 25.4.05 Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori): appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client 1 Architetture client/server: un esempio World wide web è un

Dettagli

Web Conferencing Open Source

Web Conferencing Open Source Web Conferencing Open Source A cura di Giuseppe Maugeri g.maugeri@bembughi.org 1 Cos è BigBlueButton? Sistema di Web Conferencing Open Source Basato su più di quattordici componenti Open-Source. Fornisce

Dettagli

Firma Digitale Remota. Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo

Firma Digitale Remota. Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo Firma Digitale Remota Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo Versione: 0.3 Aggiornata al: 02.07.2012 Sommario 1. Attivazione Firma Remota... 3 1.1 Attivazione Firma Remota con Token YUBICO... 5

Dettagli

La soluzione open source per l'it Asset Management: CMDB, workflow, interoperabilità www.cmdbuild.org

La soluzione open source per l'it Asset Management: CMDB, workflow, interoperabilità www.cmdbuild.org 1 La soluzione open source per l'it Asset Management: CMDB, workflow, interoperabilità www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com www.tecnoteca.com Il progetto CMDBuild CMDBuild è nato nel

Dettagli

APRS su Linux con Xastir, installazione dai sorgenti

APRS su Linux con Xastir, installazione dai sorgenti APRS su Linux con Xastir Installazione dai sorgenti L installazione di Xastir Per installare Xastir non è richiesto essere un guru di Linux, anche se una conoscenza minima della piattaforma è necessaria.

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Introduzione I destinatari di questa guida sono gli amministratori di sistema che configurano IBM SPSS Modeler Entity Analytics (EA) in modo

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

EESSI. Electronic Exchange of Social Security Information PROGETTO EESSI. Direzione centrale Pensioni Convenzioni Internazionali

EESSI. Electronic Exchange of Social Security Information PROGETTO EESSI. Direzione centrale Pensioni Convenzioni Internazionali Electronic Exchange of Social Security Information PROGETTO 1 Il passato appena trascorso 2006 Studio di fattibilità 2007 Accordo sull Architettura di Alto Livello di Il presente Basi Legali Articolo 78

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

Manipolazione di testi: espressioni regolari

Manipolazione di testi: espressioni regolari Manipolazione di testi: espressioni regolari Un meccanismo per specificare un pattern, che, di fatto, è la rappresentazione sintetica di un insieme (eventualmente infinito) di stringhe: il pattern viene

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA STRUMENTI DI GESTIONE BIBLIOGRAFICA I software di gestione bibliografica permettono di raccogliere, catalogare e organizzare diverse tipologie di materiali, prendere appunti, formattare

Dettagli

REAL WORLD AND VIRTUAL WORLD ARCHITECTURE FOR INTERCONN INTERCONNECTING FIRST AND SECOND LIFE

REAL WORLD AND VIRTUAL WORLD ARCHITECTURE FOR INTERCONN INTERCONNECTING FIRST AND SECOND LIFE REAL WORLD AND VIRTUAL WORLD ARCHITECTURE FOR INTERCONNECTING FIRST AND SECOND LIFE Università degli studi di Catania Facoltà di Ingegneria 26 Gennaio 2009 Sommario 1 Introduzione 2 Middleware Middleware:

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone SQL: il DDL Parti del linguaggio SQL Definizione di basi di dati (Data Definition Language DDL) Linguaggio per modificare

Dettagli

Guida dell amministratore

Guida dell amministratore Guida dell amministratore Maggiori informazioni su come poter gestire e personalizzare GFI FaxMaker. Modificare le impostazioni in base ai propri requisiti e risolvere eventuali problemi riscontrati. Le

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

1) Le Espressioni regolari

1) Le Espressioni regolari ESPRESSIONI REGOLARI e FILTRI SED, GREP e AWK 1) Le Espressioni regolari Un'espressione regolare è un modello che descrive un insieme di stringhe. Le espressioni regolari sono costruite, in maniera analoga

Dettagli

Principali funzionalità di Tustena CRM

Principali funzionalità di Tustena CRM Principali funzionalità di Tustena CRM Importazione dati o Importazione da file dati di liste sequenziali per aziende, contatti, lead, attività e prodotti. o Deduplica automatica dei dati importati con

Dettagli

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO Francesco Marchione e Dario Richichi Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Sezione di Palermo Indice Introduzione...

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Text mining ed analisi di dati codificati in linguaggio naturale. Analisi esplorative di dati testualilezione

Text mining ed analisi di dati codificati in linguaggio naturale. Analisi esplorative di dati testualilezione Text mining ed analisi di dati codificati in linguaggio naturale Analisi esplorative di dati testualilezione 2 Le principali tecniche di analisi testuale Facendo riferimento alle tecniche di data mining,

Dettagli

Manuale di KDE su Geert Jansen Traduzione del documento: Dario Panico Traduzione del documento: Samuele Kaplun Traduzione del documento: Daniele Micci

Manuale di KDE su Geert Jansen Traduzione del documento: Dario Panico Traduzione del documento: Samuele Kaplun Traduzione del documento: Daniele Micci Geert Jansen Traduzione del documento: Dario Panico Traduzione del documento: Samuele Kaplun Traduzione del documento: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Usare KDE su 6 3 Funzionamento interno 8

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Esperti nella gestione dei sistemi informativi e tecnologie informatiche Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Docente: Email: Sito: Eduard Roccatello eduard@roccatello.it http://www.roccatello.it/teaching/gsi/

Dettagli

Principali caratteristiche piattaforma web smsmobile.it

Principali caratteristiche piattaforma web smsmobile.it SmsMobile.it Principali caratteristiche piattaforma web smsmobile.it Istruzioni Backoffice Post get http VERSION 2.1 Smsmobile by Cinevision srl Via Paisiello 15/ a 70015 Noci ( Bari ) tel.080 497 30 66

Dettagli

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti Parallels Plesk Automation Primo trimestre, 2013 Domande tecniche più frequenti Questo documento ha come scopo quello di rispondere alle domande tecniche che possono sorgere quando si installa e si utilizza

Dettagli

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis 2 Intervento immediato con Bosch Intelligent Video Analysis Indipendentemente da quante telecamere il sistema utilizza, la sorveglianza

Dettagli

Gestione Nuova Casella email

Gestione Nuova Casella email Gestione Nuova Casella email Per accedere alla vecchia casella questo l indirizzo web: http://62.149.157.9/ Potrà essere utile accedere alla vecchia gestione per esportare la rubrica e reimportala come

Dettagli

Data warehouse.stat Guida utente

Data warehouse.stat Guida utente Data warehouse.stat Guida utente Versione 3.0 Giugno 2013 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 Il browser 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

MailStore Server PANORAMICA

MailStore Server PANORAMICA MailStore Server PANORAMICA Lo standard per archiviare e gestire le Email Le aziende possono beneficiare legalmente, tecnicamente, finanziariamente ed in modo moderno e sicuro dell'archiviazione email

Dettagli

BPEL: Business Process Execution Language

BPEL: Business Process Execution Language Ingegneria dei processi aziendali BPEL: Business Process Execution Language Ghilardi Dario 753708 Manenti Andrea 755454 Docente: Prof. Ernesto Damiani BPEL - definizione Business Process Execution Language

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

Manuale installazione KNOS

Manuale installazione KNOS Manuale installazione KNOS 1. PREREQUISITI... 3 1.1 PIATTAFORME CLIENT... 3 1.2 PIATTAFORME SERVER... 3 1.3 PIATTAFORME DATABASE... 3 1.4 ALTRE APPLICAZIONI LATO SERVER... 3 1.5 ALTRE APPLICAZIONI LATO

Dettagli

Oggetti Lezione 3. aspetti generali e definizione di classi I

Oggetti Lezione 3. aspetti generali e definizione di classi I Programmazione a Oggetti Lezione 3 Il linguaggio Java: aspetti generali e definizione di classi I Sommario Storia e Motivazioni Definizione di Classi Campi e Metodi Istanziazione di oggetti Introduzione

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Le funzioni di shell La bash supporta la programmazione procedurale e prevede la possibilità di definire funzioni utilizzando le sintassi

Le funzioni di shell La bash supporta la programmazione procedurale e prevede la possibilità di definire funzioni utilizzando le sintassi Le funzioni di shell La bash supporta la programmazione procedurale e prevede la possibilità di definire funzioni utilizzando le sintassi alternative: function nome { lista-comandi } oppure nome ( ) {

Dettagli

Marco Giorgi. Palazzo di Giustizia di Torino 30 marzo 2012

Marco Giorgi. Palazzo di Giustizia di Torino 30 marzo 2012 Marco Giorgi Palazzo di Giustizia di Torino 30 marzo 2012 Post mortem (Dopo lo spegnimento del sistema) Si smonta il dispositivo e lo si collega ad un PC dedicato all'acquisizione Live forensics (Direttamente

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli