Capitolo IV. Esercizi

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Capitolo IV. Esercizi"

Transcript

1 Capitolo IV. Esercizi 1) L'Unione europea nacquea seguito: a. del Trattato di Roma b. del Trattato di Maastricht c. dell'atto unico europeo 2) La prima Comunità europea venne istituitanel: a b c ) Fra le tappe dell'integrazione europea, nel 1979 si arrivò: a. alla totale fusione degli organi istituzionali delle Comunità b. all'elezione diretta del Parlamento europeo c. al finanziamento della Comunità tramite un sistema di risorse proprie 4) Quando venne firmato il Trattato sull'unione europea, gli stati membri erano: a. sei b. dodici c. quindici 5) Quali di questi stati sono oggi membri dell'unione europea? a. Slovacchia, Cipro, Malta, Estonia, Irlanda, Romania b. Lituania, Croazia, Finlandia, Repubblica Ceca, Islanda, Bulgaria c. Slovenia, Svezia, Svizzera, Norvegia, Polonia, Lettonia 6) Quale dei seguenti Paesi è oggi tra i candidati membri dell'unione europea? a. Israele b. Ucraina c. Turchia Pagina 1

2 7) Il Trattato di Maastricht del 1992: a. introdusse nel Trattato della Cee, ridenominata Ce, la cooperazione in politica estera b. istituì un unico soggetto dotato di personalità giuridica internazionale con il nome "Unione europea" c. aggiunse un nuovo trattato dando vita a una struttura organizzativa peculiare a tre pilastri 8) Con l'entrata in vigore del Trattato di Lisbona la Comunità europea: a. sostituisce e succede all'unione europea b. non esiste più c. costituisce il primo pilastro dell'unione europea 9) Tutto ciò che faceva parte del secondo e del terzo pilastro dell'unione europea prima del Trattato di Lisbona era gestito: a. secondo il metodo della cooperazione intergovernativa fra stati b. secondo le norme del diritto comunitario c. secondo le regole del diritto internazionale, senza il coinvolgimento degli organi comunitari 10) Dopo l'entrata in vigore del Trattato di Lisbona: a. i trattati Ue e Ce sono stati abrogati e sostituiti da un trattato costituzionale unico b. sono rimasti due distinti trattati, incisivamente modificati c. il Tue ha cambiamento denominazione in Trattato sul funzionamento dell'unione europea 11) L'allargamento del primo decennio del Duemila ha portato nell'unione europea: a. quindici nuovi stati membri b. dieci nuovi stati membri c. dodici nuovi stati membri 12) La "Costituzione per l'europa" è: a. un trattato ratificato da gran parte degli stati membri dell'ue, ma poi abbandonato b. un trattato predisposto da una speciale Convenzione, ma non sottoscritto dagli stati membri c. un trattato firmato il 13 dicembre 2007 ed entrato in vigore il 1 dicembre 2009 Pagina 2

3 13) In quale paese un referendum popolare respinse il Trattato di Lisbona? a. In Francia b. Nei Paesi Bassi c. In Irlanda 14) L'organo di indirizzo politico dell'unione europea è: a. la Commissione b. il Consiglio dei ministri c. il Consiglio europeo 15) Il Consiglio europeo è presieduto: a. da un presidente eletto dal Consiglio per un mandato di due anni e mezzo b. dal capo di stato o di governo di ciascuno stato membro a rotazione semestrale c. dall'alto rappresentante per gli affari esteri e la politica di sicurezza 16) Il Consiglio dell'unione europea è composto: a. dai capi di stato o di governo degli stati membri b. dai ministri degli esteri o degli affari europei c. da un rappresentante per ogni stato membro a livello di ministro 17) La presidenza delle formazioni del Consiglio dell'unione europea è affidata: a. a un presidente permanente e a tempo pieno b. ai ministri secondo un sistema di rotazione paritaria, tranne il Consiglio affari generali c. ai rappresentanti di ciascuno stato membro a turno per un periodo di sei mesi, tranne il Consiglio affari esteri 18) Nella maggior parte dei casi il Consiglio dell'unione europea decide: a. all'unanimità b. per consenso c. a maggioranza qualificata Pagina 3

4 19) La maggioranza qualificata nel Consiglio dell'unione europea si ottiene, in base alle regole vigenti fino al 2014: a. con il 55% degli stati membri i quali rappresentino almeno il 65% della popolazione dell'unione b. con 255 voti sul totale di 345 assegnando a ogni stato membro un voto ponderato c. con due terzi degli stati membri corrispondenti al 62% della popolazione 20) Fra le istituzioni dell'unione europea, non esercita funzioni legislative: a. il Consiglio b. il Parlamento europeo c. il Consiglio europeo 21) Fra le istituzioni dell'unione europea, l'iniziativa degli atti legislativi spetta: a. al Parlamento europeo b. alla Commissione c. al Consiglio 22) I membri del Parlamento europeo sono (legislatura ): a. 754, di cui 73 i seggi spettanti all'italia b. 736, di cui 72 i seggi spettanti all'italia c. 785, di cui 78 i seggi spettanti all'italia 23) L'elezione del Parlamento avviene attualmente: a. sulla base delle leggi elettorali nazionali, fermo restando il principio proporzionale b. sulla base di una legge elettorale uniforme c. sulla base delle leggi elettorali nazionali, con formule proporzionali o maggioritarie 24) Le sedute plenarie e delle commissioni del Parlamento europeo si tengono: a. a Strasburgo e Bruxelles b. nella sede unica di Strasburgo c. in tre sedi diverse: Strasburgo, Bruxelles, Lussemburgo Pagina 4

5 25) La Commissione europea è attualmente composta: a. da 18 membri b. da un membro per ogni stato c. da un numero di membri pari ai due terzi degli stati 26) Il presidente della Commissione europea è: a. eletto dal Parlamento europeo b. nominato dal Consiglio europeo c. proposto dagli stati e sottoposto all'approvazione del Parlamento europeo 27) Può il Parlamento europeo obbligare alle dimissioni l'intera Commissione? a. Sì, approvando una mozione di censura a maggioranza qualificata b. No, il Parlamento europeo ha solo il potere di rivolgere interrogazioni c. No, ma può sfiduciare individualmente i singoli commissari 28) L'organo che promuove l'interesse generale dell'unione europea è: a. il Consiglio europeo b. la Corte di giustizia c. la Commissione 29) Quale istituzione dell'unione europea garantisce il coordinamento e la sorveglianza delle politiche economiche? a. La Banca centrale europea b. La Corte dei conti c. Il Consiglio 30) Ha la funzione di vigilare sull'applicazione del diritto dell'unione europea: a. la Commissione b. il Parlamento europeo c. la Corte di giustizia 31) Le decisioni relative alla politica estera e di sicurezza comune dell'unione europea sono prese: a. dal Consiglio europeo b. dal Consiglio dei ministri c. dall'alto rappresentante per gli affari esteri e la politica di sicurezza Pagina 5

6 32) Quale fra le seguenti funzioni è esercitata dalla Commissione europea? a. Assicurare il rispetto del diritto nell'interpretazione e nell'applicazione dei trattati b. Approvare il bilancio annuale dell'unione c. Iniziare una procedura d'infrazione o una procedura per disavanzo eccessivo 33) La Corte di giustizia dell'unione europea ha sedea: a. Strasburgo b. Lussemburgo c. Bruxelles 34) Attraverso quale competenza la Corte di giustizia assicura l'uniforme interpretazione del diritto dell'unione europea? a. Il giudizio sulle controversie fra stati membri o fra l'unione e uno stato membro contro le infrazioni compiute dagli stati membri b. Il giudizio in via pregiudiziale sulle questioni sollevate davanti al tribunale di uno stato membro per le quali si ritenga necessaria una decisione della Corte c. Il giudizio sulle controversie fra le istituzioni dell'unione o fra persone fisiche o giuridiche e l'unione contro gli atti adottati dalle istituzioni dell'unione 35) In quali casi un tribunale nazionale deve rivolgersi alla Corte di giustizia dell'unione europea? a. Ogni volta che una questione di interpretazione del diritto dell'unione sia sollevata davanti a esso b. Se è giudice di ultima istanza c. In nessun caso 36) Il governatore della Banca centrale europea è nominato: a. per 8 anni, con mandato non rinnovabile b. per 6 anni, con mandato non rinnovabile c. per 5 anni, con mandato rinnovabile 37) L'euro è moneta unica circolante: a. in tutti gli stati membri dell'unione europea b. in ventiquattro stati membri c. in diciassette stati membri Pagina 6

7 38) Il principio di attribuzione a livello Ue significa che: a. l'unione interviene solo se e in quanto i suoi obiettivi non possono essere conseguiti in misura sufficiente dagli stati b. l'azione dell'unione non deve andare al di là di quanto necessario al conseguimento dell'obiettivo c. l'unione esercita solo le competenze previste nei trattati, tutto il resto appartenendo agli stati 39) Il compito di vigilare sul rispetto del principio di sussidiarietà, in base all'art. 12 Tue, è assegnato: a. al Parlamento europeo b. ai parlamenti nazionali c. alla Commissione europea 40) Per richiedere alla Commissione di presentare una proposta in una determinata materia, i cittadini dell'unione europea hanno: a. il diritto di iniziativa popolare b. il diritto di petizione c. il diritto all'elettorato attivo e passivo nello stato in cui si risiede 41) La Carta dei diritti fondamentali dell'unione europea, proclamata nel 2000: a. è stata inglobata e riprodotta nel Tue dal Trattato di Lisbona b. non è espressamente riconosciuta dal Tue, a eccezione dei diritti direttamente connessi con la cittadinanza europea c. ha lo stesso valore giuridico dei trattati 42) La politica estera e di sicurezza comune dell'unione europea: a. è soggetta alle norme e alle procedure specifiche del Tue b. trova disciplina nella parte quinta del Tfue, salvo alcune disposizioni generali del Tue c. è ora disciplinata nel titolo V della parte terza del Tfue 43) Per cooperazione rafforzata si intende la possibilità di instaurare forme di integrazione maggiori fra gli stati membri dell'unione europea: a. con la partecipazione di non meno di nove stati, attraverso procedure non disciplinate dai trattati b. con la partecipazione di una parte degli stati, se il Consiglio l'autorizza con decisione all'unanimità c. con la partecipazione di tutti gli stati, in determinati settori di non esclusiva competenza dell'unione Pagina 7

8 44) Le modifiche ai trattati Ue richiedono: a. la ratifica di tutti gli stati membri b. la ratifica di almeno due terzi degli stati membri c. l'assenso del Parlamento europeo e della Commissione 45) Secondo la procedura semplificata di revisione dei trattati Ue, le modifiche sono adottate: a. da una conferenza intergovernativa b. dal Consiglio europeo c. da una convenzione 46) Costituiscono fonti derivate dell'unione europea, elencate dall'art. 288 Tfue: a. i trattati, i principi generali del diritto dell'unione b. i regolamenti, le direttive, le decisioni c. le raccomandazioni e i pareri, gli accordi internazionali 47) I regolamenti dell'unione europea sono atti che: a. possono avere o non avere portata generale, rivolti nel secondo caso a destinatari specificamente individuati b. vincolano gli stati membri in vista di un risultato da raggiungere, entro un certo termine, con gli strumenti giuridici più opportuni c. hanno portata generale, direttamente applicabili in tutti gli stati membri, senza necessità di recepimento interno 48) Le direttive dell'unione europea: a. possono avere efficacia diretta b. sono direttamente applicabili c. non sono mai autoapplicative 49) Nella maggior parte dei casi gli atti legislativi dell'unione europea sono adottati: a. dal Consiglio con la partecipazione del Parlamento europeo b. congiuntamente dal Parlamento europeo e dal Consiglio c. dal Parlamento europeo con la partecipazione del Consiglio Pagina 8

9 50) Nella procedura legislativa ordinaria per l'adozione degli atti dell'unione europea, se in seconda lettura il Consiglio non approva gli emendamenti del Parlamento: a. l'iter dell'atto proposto si interrompe b. il testo torna al Parlamento c. viene convocato un comitato di conciliazione 51) I trattati istitutivi delle Comunità europee e il trattato sull'unione europea sono stati ratificati dall'italia: a. con legge ordinaria ex art. 80 Cost. b. con legge costituzionale ex art. 138 Cost. c. con referendum ex art. 75 Cost. 52) Parlando dei rapporti fra ordinamento Ue e ordinamento italiano con riferimento alla cosiddetta "fase ascendente", si pone la questione: a. del fondamento costituzionale dell'assunzione degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'italia all'unione europea b. della partecipazione degli organi e soggetti costituzionali italiani alla formazione del diritto dell'unione europea c. dell'attuazione del diritto dell'unione europea dal punto di vista dell'ordinamento giuridico italiano 53) Primato del diritto dell'unione europea vuol dire che il diritto dell'unione: a. ha come destinatari tutti i soggetti degli stati membri b. ha il suo unico interprete legittimo nella Corte di giustizia c. prevale sul diritto interno dei singoli stati 54) I governi degli stati membri dell'unione europea sono rappresentati: a. nella Commissione b. nel Parlamento europeo c. nel Consiglio 55) Quali istituzioni dell'ue non possono accettare o sollecitare istruzioni dai singoli governi? a. L'Eurogruppo e la Banca centrale europea b. La Corte di giustizia e la Corte dei conti c. Il Consiglio europeo e il Consiglio Pagina 9

10 56) Altri stati europei diventano membri dell'unione europea una volta che: a. l'ammissione sia stata deliberata dagli organi dell'unione b. le relative condizioni siano state sottoscritte dallo stato richiedente c. ciascuno degli stati membri abbia ratificato l'accordo di adesione 57) Può uno stato membro dell'ue recedere dall'unione? a. No, i trattati hanno durata illimitata b. Sì, ma solo con un accordo ratificato da tutti gli altri stati membri c. Sì, attraverso un accordo tra l'unione e lo stato membro recedente 58) L'Unione europea può essere definita: a. una organizzazione sovranazionale b. un ordinamento federativo c. una vera e propria comunità politica 59) In occasione della ratifica del Trattato di Lisbona, ha affermato che gli stati restano i "padroni dei trattati": a. il Tribunale costituzionale tedesco b. la Corte costituzionale italiana c. il Consiglio costituzionale francese 60) Quali tra le seguenti decisioni sono state prese dall'unione europea nel 2011 di fronte alla crisi della zona euro? a. La riforma dei trattati per rafforzare il ruolo della Banca centrale europea b. Il ricorso a massicci interventi di sostegno ai paesi più in difficoltà c. L'emissione di titoli obbligazionari comunidei paesi euro Pagina 10

LE ISTITUZIONI DELL UNIONE EUROPEA

LE ISTITUZIONI DELL UNIONE EUROPEA LE ISTITUZIONI DELL UNIONE EUROPEA L UE è uno Stato, una confederazione, una federazione, un organizzazione internazionale? È un organizzazione internazionale dotata di ampi poteri che configurano cessioni

Dettagli

LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE

LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE GOVERNO ITALIANO Dipartimento Politiche Comunitarie COMMISSIONE EUROPEA PARLAMENTO EUROPEO LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE

Dettagli

L Unione Europea e le sue istituzioni: un introduzione

L Unione Europea e le sue istituzioni: un introduzione L Unione Europea e le sue istituzioni: un introduzione un po di storia le istituzioni e gli organi dell UE alcune informazioni di base sui paesi membri PAUE 05/06 I / 1 Cronologia dell Unione Europea 1951

Dettagli

Banca e Finanza in Europa

Banca e Finanza in Europa Università degli Studi di Parma Banca e Finanza in Europa Prof. 1 2. EUROPA: PROFILI ISTITUZIONALI Le tappe Le istituzioni La Banca centrale europea 2 2. Europa: profili istituzionali 3 2. Europa: profili

Dettagli

LA REVISIONE DEI TRATTATI. Articolo 48 TUE

LA REVISIONE DEI TRATTATI. Articolo 48 TUE LA REVISIONE DEI TRATTATI Articolo 48 TUE 1. I trattati possono essere modificati conformemente a una procedura di revisione ordinaria. Possono inoltre essere modificati conformemente a procedure di revisione

Dettagli

Trattato di Maastricht.

Trattato di Maastricht. Trattato di Maastricht. Il trattato sull'unione segna una nuova tappa nell'integrazione europea poiché consente di avviare l'integrazione politica. L'Unione europea da esso creata comporta tre pilastri:

Dettagli

Le Istituzioni dell UE

Le Istituzioni dell UE Le Istituzioni dell UE Il Parlamento europeo 754 Membri del Parlamento Potere legislativo condiviso con il Consiglio Potere di bilancio condiviso con il Consiglio Potere di controllo politico Il Consiglio

Dettagli

Direzione degli affari europei DAE L Unione europea

Direzione degli affari europei DAE L Unione europea Dipartimento federale degli affari esteri DFAE Direzione degli affari europei DAE L Unione europea Giugno 2015 Contenuto 1. Grandi linee 2. Funzionamento 3. Trattati 4. Organi e istituzioni European Union,

Dettagli

LA STORIA DELL UNIONE EUROPEA. L INTEGRAZIONE EUROPEA: 50 anni di storia

LA STORIA DELL UNIONE EUROPEA. L INTEGRAZIONE EUROPEA: 50 anni di storia LA STORIA DELL UNIONE EUROPEA L INTEGRAZIONE EUROPEA: 50 anni di storia Che cos è l'unione europea L Ue èun soggetto politico a carattere sovranazionale ed intergovernativo Èformato da 27paesi membri indipendenti

Dettagli

IL NUOVO ASSETTO ISTITUZIONALE DELL UNIONE EUROPEA

IL NUOVO ASSETTO ISTITUZIONALE DELL UNIONE EUROPEA LE INNOVAZIONI INTRODOTTE DALLA RIFORMA DI LISBONA PROF.SSA MARIA TERESA STILE Indice 1 IL NUOVO ASSETTO ISTITUZIONALE DELL UNIONE EUROPEA ------------------------------------------ 3 2 INTEGRAZIONE EUROPEA

Dettagli

Le istituzioni politiche dell Unione europea. Le funzioni delle istituzioni politiche CONSIGLIO EUROPEO

Le istituzioni politiche dell Unione europea. Le funzioni delle istituzioni politiche CONSIGLIO EUROPEO Le istituzioni politiche dell Unione europea Le funzioni delle istituzioni politiche Riflettono il loro carattere rappresentativo delle istanze che coesistono nell UE Il centro nevralgico dell Unione europea

Dettagli

Glossario dell Unione europea

Glossario dell Unione europea Glossario dell Unione europea Fonte: www.europa.eu Realizzazione e aggiornamenti a cura di: Giulia Vassallo 'Acquis' comunitario L "acquis comunitario" corrisponde alla piattaforma comune di diritti ed

Dettagli

Approfondimento su Schengen

Approfondimento su Schengen Approfondimento su Schengen INFORMAZIONI SUL DIRITTO COMUNITARIO INTRODUZIONE Le disposizioni dell accordo di Schengen prevedono l abolizione dei controlli alle frontiere interne degli Stati membri facenti

Dettagli

INDICE. Premessa... Pag. 1. Nota informativa...» 5. Trattato che adotta una Costituzione per l Europa...» 11

INDICE. Premessa... Pag. 1. Nota informativa...» 5. Trattato che adotta una Costituzione per l Europa...» 11 Premessa... Pag. 1 Nota informativa...» 5 Trattato che adotta una Costituzione per l Europa...» 11 Preambolo...» 13 Parte I...» 15 Titolo I - Definizione e obiettivi dell Unione...» 15 Titolo II - Diritti

Dettagli

Progetto di Trattato che modifica il Trattato sull'unione europea

Progetto di Trattato che modifica il Trattato sull'unione europea SENATO Dossier a cura dell Ufficio per i rapporti con le istituzioni dell'unione europea, 12 dicembre 2007 Progetto di Trattato che modifica il Trattato sull'unione europea Testo a fronte del Trattato

Dettagli

Comunità europea. Le Comunità europee. La Comunità economica europea. Comunità europea - Wikipedia. Unione europea

Comunità europea. Le Comunità europee. La Comunità economica europea. Comunità europea - Wikipedia. Unione europea Pagina 1 di 6 Comunità europea Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. La Comunità europea costituisce il "Primo pilastro" dell'unione europea. La Comunità europea, la più importante delle Comunità europee,

Dettagli

1. I TRATTATI DI PARIGI E DI ROMA

1. I TRATTATI DI PARIGI E DI ROMA 1. I TRATTATI DI PARIGI E DI ROMA 1.1 I TRATTATI DI PARIGI E DI ROMA Nel secondo dopoguerra il problema di un riassetto pacifico del continente europeo si colloca al centro del dibattito politico di tutti

Dettagli

Il trattato di Lisbona parte IV La nuova architettura istituzionale europea prevista dal trattato di Lisbona

Il trattato di Lisbona parte IV La nuova architettura istituzionale europea prevista dal trattato di Lisbona Il trattato di Lisbona parte IV La nuova architettura istituzionale europea prevista dal trattato di Lisbona Le nuove istituzioni europee Con l introduzione del trattato di Lisbona e la conseguente soppressione

Dettagli

NOI E L UNIONE EUROPEA

NOI E L UNIONE EUROPEA VOLUME 1 PAGG. IX-XV MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE NOI E L UNIONE EUROPEA 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: paese... stato... governo...

Dettagli

Cos'è l'unione europea? Una partnership economica e politica unica al mondo che unisce 27 paesi democratici europei.

Cos'è l'unione europea? Una partnership economica e politica unica al mondo che unisce 27 paesi democratici europei. Cos'è l'unione europea? Una partnership economica e politica unica al mondo che unisce 27 paesi democratici europei. Quali sono i suoi obiettivi? Pace, prosperità e libertà per i suoi 495 milioni di cittadini

Dettagli

Ruolo, funzionamento e politiche dell Unione europea oggi

Ruolo, funzionamento e politiche dell Unione europea oggi Ruolo, funzionamento e politiche dell Unione europea oggi Il Trattato di Lisbona Padova, 19 marzo 2010 Istituto Tecnico Einaudi Matteo Fornara LA STORIA DELL UNIONE EUROPEA Storia breve: 50 anni Obiettivi

Dettagli

ALLEGATO IV MODELLO DI ACCORDO FINANZIARIO TRA ISTITUTO E PARTECIPANTE PER LA MOBILITÀ DEL PERSONALE DELLA SCUOLA ACCORDO N.

ALLEGATO IV MODELLO DI ACCORDO FINANZIARIO TRA ISTITUTO E PARTECIPANTE PER LA MOBILITÀ DEL PERSONALE DELLA SCUOLA ACCORDO N. ALLEGATO IV MODELLO DI ACCORDO FINANZIARIO TRA ISTITUTO E PARTECIPANTE PER LA MOBILITÀ DEL PERSONALE DELLA SCUOLA ACCORDO N. e: L Istituto (Denominazione istituto di appartenenza): Indirizzo completo:

Dettagli

Il diritto comunitario del lavoro. 27 gennaio 2004

Il diritto comunitario del lavoro. 27 gennaio 2004 Il diritto comunitario del lavoro 27 gennaio 2004 Di Seri 1 Nozione Con il termine diritto comunitario si fa riferimento al complesso normativo costituito dai trattati istitutivi delle tre Comunità Europee

Dettagli

Diritto dell Unione Europea. Indice. 1 Le procedure per l adozione degli atti comunitari ------------------------------------------------- 3

Diritto dell Unione Europea. Indice. 1 Le procedure per l adozione degli atti comunitari ------------------------------------------------- 3 INSEGNAMENTO DI DIRITTO DELL UNIONE EUROPEA LEZIONE V I PROCEDIMENTI PREVISTI DAI TRATTATI PER L ADOZIONE DEGLI ATTI NORMATIVI PROF. GIUSEPPE RUBERTO Indice 1 Le procedure per l adozione degli atti comunitari

Dettagli

La moneta. La definizione di moneta esula dalla forma fisica assunta dalla stessa.

La moneta. La definizione di moneta esula dalla forma fisica assunta dalla stessa. La moneta La definizione di moneta esula dalla forma fisica assunta dalla stessa. ECONOMIA MONETARIA E FINANZIARIA La moneta e le istituzioni monetarie Le forme fisiche assunte dalla moneta sono diverse,

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

Lettura Laboratorio CLIL

Lettura Laboratorio CLIL Lettura Laboratorio CLIL Politica economica e monetaria con il Trattato di Lisbona INTRODUZIONE. Il Trattato di Lisbona rafforza il ruolo della Commissione nella politica economica dell Unione europea

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 13.09.2005 COM(2005) 426 definitivo Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO concernente la firma, a nome della Comunità europea, della convenzione n. 198 del Consiglio

Dettagli

Statistiche matrimonio e divorzio Da Eurostat - Statistics Explained http://ec.europa.eu/eurostat/statistics-explained/index.php. Dati di maggio 2014.

Statistiche matrimonio e divorzio Da Eurostat - Statistics Explained http://ec.europa.eu/eurostat/statistics-explained/index.php. Dati di maggio 2014. Statistiche matrimonio e divorzio Da Eurostat - Statistics Explained http://ec.europa.eu/eurostat/statistics-explained/index.php Dati di maggio 2014. Questo articolo presenta gli sviluppi che hanno avuto

Dettagli

Speciale Trattato di Lisbona

Speciale Trattato di Lisbona Speciale Trattato di Lisbona Direzione Segreteria dell Assemblea Regionale Adriana Garabello A cura di Aurelia Jannelli, Antonella Boffano (Settore Studi, documentazione e supporto giuridico legale) Francesco

Dettagli

Piano di Attuazione Abruzzo 2014-2015

Piano di Attuazione Abruzzo 2014-2015 ORGANISMO INTERMEDIO REGIONE ABRUZZO Dipartimento Sviluppo Economico, Politiche del Lavoro, Istruzione, Ricerca e Università PON Iniziativa Occupazione Giovani Piano di Attuazione Abruzzo 2014-2015 Tirocini

Dettagli

LE POL ITIC HE DELL'UNIONE E U ROPEA. Come funziona l Unione. europea. Guida del cittadino alle istituzioni dell'ue.

LE POL ITIC HE DELL'UNIONE E U ROPEA. Come funziona l Unione. europea. Guida del cittadino alle istituzioni dell'ue. LE POL ITIC HE DELL'UNIONE E U ROPEA Come funziona l Unione Guida del cittadino alle istituzioni dell'ue europea Unione europea LE POLITICHE DELL'UNIONE EUROPEA La presente pubblicazione fa parte di una

Dettagli

IT Prezzo: Gazzetta ufficiale. C 115 dell Unione europea. Comunicazioni e informazioni. 51 o anno. Edizione in lingua italiana.

IT Prezzo: Gazzetta ufficiale. C 115 dell Unione europea. Comunicazioni e informazioni. 51 o anno. Edizione in lingua italiana. Gazzetta ufficiale ISSN 1725-2466 C 115 dell Unione europea Edizione in lingua italiana Comunicazioni e informazioni 51 o anno 9 maggio 2008 Numero d informazione Sommario Pagina 2008/C 115/01 Versione

Dettagli

PREAMBOLO SUA MAESTÁ IL RE DEI BELGI, IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DI BULGARIA, IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA CECA, LA REGINA DI DANIMARCA,

PREAMBOLO SUA MAESTÁ IL RE DEI BELGI, IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DI BULGARIA, IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA CECA, LA REGINA DI DANIMARCA, Trattato di Lisbona che modifica il trattato sull'unione europea e il trattato che istituisce la Comunità europea TRATTATO DI LISBONA CHE MODIFICA IL TRATTATO SULL'UNIONE EUROPEA E IL TRATTATO CHE ISTITUISCE

Dettagli

Statuto. Servizio Cure a Domicilio del Luganese

Statuto. Servizio Cure a Domicilio del Luganese Statuto Servizio Cure a Domicilio del Luganese CAPITOLO 1 Scopo, sede e durata Denominazione Art. 1 Con la denominazione Servizio cure a domicilio del Luganese - SCuDo è costituita a Lugano un Associazione

Dettagli

Gazzetta ufficiale dell'unione europea. (Atti non legislativi) DECISIONI

Gazzetta ufficiale dell'unione europea. (Atti non legislativi) DECISIONI 1.12.2014 L 345/1 II (Atti non legislativi) DECISIONI DECISIONE DEL CONSIGLIO del 1 o dicembre 2014 relativa alla notifica da parte del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord che desidera partecipare

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI. Art.1 Finalità. Art. 2 Competenze. 2. Il CCR svolge le proprie funzioni in modo libero ed autonomo.

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI. Art.1 Finalità. Art. 2 Competenze. 2. Il CCR svolge le proprie funzioni in modo libero ed autonomo. REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI Art.1 Finalità 1. Allo scopo di promuovere i diritti, accrescere le opportunità e favorire una idonea crescita socio-culturale dei ragazzi, nella piena consapevolezza

Dettagli

20 anni di cittadinanza europea

20 anni di cittadinanza europea 20 anni di cittadinanza europea Nel 2013 ricorre il ventesimo anniversario della cittadinanza dell Unione, istituita dal Trattato di Maastricht, entrato in vigore il 1 novembre 1993. I diritti connessi

Dettagli

- C 115 51 9 2008 VERSIONE CONSOLIDATA DEL TRATTATO SULL'UNIONE EUROPEA E DEL TRATTATO SUL FUNZIONAMENTO DELL'UNIONE EUROPEA (2008/C

- C 115 51 9 2008 VERSIONE CONSOLIDATA DEL TRATTATO SULL'UNIONE EUROPEA E DEL TRATTATO SUL FUNZIONAMENTO DELL'UNIONE EUROPEA (2008/C Gazzetta ufficiale dell Unione europea - C 115 51 anno 9 maggio 2008 VERSIONE CONSOLIDATA DEL TRATTATO SULL'UNIONE EUROPEA E DEL TRATTATO SUL FUNZIONAMENTO DELL'UNIONE EUROPEA (2008/C 115/01) Sommario

Dettagli

LE ISTITUZIONI. Articolo 13 TUE

LE ISTITUZIONI. Articolo 13 TUE LE ISTITUZIONI Articolo 13 TUE 1. L'Unione dispone di un quadro istituzionale che mira a promuoverne i valori, perseguirne gli obiettivi, servire i suoi interessi, quelli dei suoi cittadini e quelli degli

Dettagli

(GU L 164 del 14.7.1995, pag. 1)

(GU L 164 del 14.7.1995, pag. 1) 1995R1683 IT 18.10.2013 005.001 1 Trattandosi di un semplice strumento di documentazione, esso non impegna la responsabilità delle istituzioni B REGOLAMENTO (CE) N. 1683/95 DEL CONSIGLIO del 29 maggio

Dettagli

LE POLITICHE DELL UNIONE EUROPEA. Come funziona l Unione. europea. Guida del cittadino alle istituzioni dell UE. Unione europea

LE POLITICHE DELL UNIONE EUROPEA. Come funziona l Unione. europea. Guida del cittadino alle istituzioni dell UE. Unione europea LE POLITICHE DELL UNIONE EUROPEA Come funziona l Unione Guida del cittadino alle istituzioni dell UE europea Unione europea LE POLITICHE DELL UNIONE EUROPEA Questa pubblicazione fa parte di una serie che

Dettagli

1. Concetti chiave della formazione

1. Concetti chiave della formazione 1. Concetti chiave della formazione Obiettivi di apprendimento I partecipanti acquisiranno una conoscenza di base su: - l ONU e le istituzioni internazionali competenti sulla disabilità ed i diritti -

Dettagli

LA BANCA EUROPEA PER GLI INVESTIMENTI

LA BANCA EUROPEA PER GLI INVESTIMENTI LA BANCA EUROPEA PER GLI INVESTIMENTI La Banca europea per gli investimenti (BEI) promuove gli obiettivi dell'unione europea fornendo finanziamenti, garanzie e consulenza a lungo termine in relazione a

Dettagli

MECCANISMO EUROPEO DI STABILITÀ: CHI ERA COSTUI?

MECCANISMO EUROPEO DI STABILITÀ: CHI ERA COSTUI? 105 i dossier www.freefoundation.com MECCANISMO EUROPEO DI STABILITÀ: CHI ERA COSTUI? 12 luglio 2012 a cura di Renato Brunetta INDICE 2 Il Meccanismo Europeo di Stabilità Lo stato dell arte in Europa Lo

Dettagli

Costituzione della Repubblica Italiana

Costituzione della Repubblica Italiana Artt. 123, 127, 134, 135, 136, 137 della Costituzione Costituzione della Repubblica Italiana (Gazzetta Ufficiale 27 dicembre 1947, n. 298) [ ] TITOLO V LE REGIONI, LE PROVINCIE, I COMUNI Art. 123 Ciascuna

Dettagli

Unione Europea Trattato che adotta una Costituzione per l'europa

Unione Europea Trattato che adotta una Costituzione per l'europa Trattato che adotta una Costituzione per l'europa www.liberliber.it QUESTO E-BOOK: Questo e-book è stato realizzato anche grazie al sostegno di: E-text Editoria, Web design, Multimedia http://www.e-text.it/

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE DELLA PROVINCIA DI MANTOVA

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE DELLA PROVINCIA DI MANTOVA PROVINCIA DI MANTOVA Servizio Protezione Civile REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE DELLA PROVINCIA DI MANTOVA REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ORGANIZZAZIONI

Dettagli

Articolo 1 Nuovo tenore della Convenzione

Articolo 1 Nuovo tenore della Convenzione PROTOCOLLO DEL 3 GIUGNO 1999 RECANTE MODIFICA DELLA CONVENZIONE RELATIVA AI TRASPORTI INTERNAZIONALI FERROVIARI (COTIF) DEL 9 MAGGIO 1980 (PROTOCOLLO 1999) In applicazione degli articoli 6 e 19 2 della

Dettagli

IL NUOVO TRATTATO SULL UNIONE EUROPEA (TUE)

IL NUOVO TRATTATO SULL UNIONE EUROPEA (TUE) LE MODIFICHE DEL TRATTATO DI LISBONA AL SISTEMA UE PROF.SSA MARIA TERESA STILE Indice 1 INTRODUZIONE --------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Progetto di Regolamento del Circolo PD di Bruxelles

Progetto di Regolamento del Circolo PD di Bruxelles Progetto di Regolamento del Circolo PD di Bruxelles Approvato dall Assemblea del Circolo PD di Bruxelles il XXX PREAMBOLO Il presente Regolamento (in prosieguo: "Regolamento PD Bruxelles") ha per scopo

Dettagli

Delega al Governo in materia di riordino degli enti di ricerca - - Art. 1. Art. 1.

Delega al Governo in materia di riordino degli enti di ricerca - - Art. 1. Art. 1. DISEGNO DI LEGGE presentato dal Ministro dell università e della ricerca (MUSSI) di concerto col Ministro per le riforme e le innovazioni nella pubblica amministrazione (NICOLAIS) e col Ministro dell economia

Dettagli

LA PREFETTURA. Slides a cura della Prefettura di Alessandria. Prefettura di Alessandria

LA PREFETTURA. Slides a cura della Prefettura di Alessandria. Prefettura di Alessandria LA PREFETTURA Prefettura di Alessandria Organo periferico del Ministero dell'interno e sede di rappresentanza del governo in ogni provincia Nel 1999, con la riforma dell'organizzazione del governo è stata

Dettagli

Statuto dell associazione nazionale di promozione sociale. Art. 1 Costituzione

Statuto dell associazione nazionale di promozione sociale. Art. 1 Costituzione Statuto dell associazione nazionale di promozione sociale Art. 1 Costituzione 1. E costituita l associazione di promozione sociale a carattere nazionale denominata ANTEAS Servizi (Associazione nazionale

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI ANCONA. Regolamento della Commissione Contratti della Camera di Commercio di Ancona

CAMERA DI COMMERCIO DI ANCONA. Regolamento della Commissione Contratti della Camera di Commercio di Ancona CAMERA DI COMMERCIO DI ANCONA Regolamento della Commissione Contratti della Camera di Commercio di Ancona Approvato con Deliberazione del Consiglio camerale n. 17 del 30 giugno 2014 Sezione I Principi

Dettagli

Le Convenzioni Internazionali. Sede Regionale Piemonte Team Convenzioni Internazionali

Le Convenzioni Internazionali. Sede Regionale Piemonte Team Convenzioni Internazionali Le Convenzioni Internazionali Sede Regionale Piemonte Team Convenzioni Internazionali La normativa internazionale in materia di sicurezza sociale Regolamenti comunitari Accordi e Convenzioni Bilaterali

Dettagli

Consultazione how-to. Guida alla consultazione pubblica sulle Riforme Costituzionali

Consultazione how-to. Guida alla consultazione pubblica sulle Riforme Costituzionali Consultazione how-to Guida alla consultazione pubblica sulle Riforme Costituzionali 1 2 3 4 5 Autonomie Territoriali Forma di Governo e Parlamento Parlamentarismo o Presidenzialismo? Secondo te, l attuale

Dettagli

Approvata all unanimità

Approvata all unanimità Approvata all unanimità Nella sesta conferenza della CALRE del 28 e 29 ottobre 2002 a Bruxelles è stato discusso il funzionamento contenutistico dei Parlamenti regionali a potere legislativo ed è stata

Dettagli

Verona, 02/12/2015 Prot. n.4965/f3 A tutto il personale docente e tecnico amministrativo

Verona, 02/12/2015 Prot. n.4965/f3 A tutto il personale docente e tecnico amministrativo Verona, 02/12/2015 Prot. n.4965/f3 A tutto il personale docente e tecnico amministrativo Albo di Istituto Sito istituzionale Accademia Oggetto: Bando Erasmus+ Mobilità del personale per docenza o per formazione

Dettagli

La C arta sociale in breve

La C arta sociale in breve LaCarta in breve sociale La Carta sociale europea Diritti umani, insieme, tutti i giorni La Carta sociale europea (qui di seguito denominata «la Carta») è un trattato del Consiglio d Europa che enuncia

Dettagli

4.5) ISTITUZIONE DEL CENTRO INTERDIPARTIMENTALE DI RICERCA SULLE FIBROSI POLMONARI E MALATTIE RARE DEL POLMONE. ESPRIME

4.5) ISTITUZIONE DEL CENTRO INTERDIPARTIMENTALE DI RICERCA SULLE FIBROSI POLMONARI E MALATTIE RARE DEL POLMONE. ESPRIME I DIVISIONE 4.5) ISTITUZIONE DEL CENTRO INTERDIPARTIMENTALE DI RICERCA SULLE FIBROSI POLMONARI E MALATTIE RARE DEL POLMONE. OMISSIS ESPRIME parere favorevole alla istituzione del Centro Interdipartimentale

Dettagli

Documentazione e ricerche. L attività delle Commissioni nella XV legislatura. Commissione Politiche dell Unione europea. n. 1/14 parte seconda

Documentazione e ricerche. L attività delle Commissioni nella XV legislatura. Commissione Politiche dell Unione europea. n. 1/14 parte seconda Documentazione e ricerche L attività delle Commissioni nella XV legislatura Commissione Politiche dell Unione europea n. 1/14 parte seconda Maggio 2008 Camera dei deputati XVI LEGISLATURA SERVIZIO STUDI

Dettagli

ALLEGATI. alla COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE. sull'iniziativa dei cittadini europei "Uno di noi"

ALLEGATI. alla COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE. sull'iniziativa dei cittadini europei Uno di noi COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 28.5.2014 COM(2014) 355 final ANNEXES 1 to 5 ALLEGATI alla COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE sull'iniziativa dei cittadini europei "Uno di noi" IT IT ALLEGATO I: ASPETTI PROCEDURALI

Dettagli

La Carta sociale in breve

La Carta sociale in breve La Carta sociale in breve La Carta sociale europea Un trattato del Consiglio d Europa che protegge i diritti dell uomo 5 La Carta sociale europea (qui di seguito denominata «la Carta») sancisce dei diritti

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE COMMISSIONE DELLE COMUNÀ EUROPEE Bruxelles, 21/VIII/2007 C(2007) 3926 def. DECISIONE DELLA COMMISSIONE del 21/VIII/2007 recante applicazione della decisione 2007/435/CE del Consiglio per quanto riguarda

Dettagli

TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI - TIPOLOGIE DI AUTORIZZAZIONI RICHIESTE - Con i fac-simile delle varie autorizzazioni

TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI - TIPOLOGIE DI AUTORIZZAZIONI RICHIESTE - Con i fac-simile delle varie autorizzazioni TRASPORTO INTERNAZIONALE DI MERCI - TIPOLOGIE DI AUTORIZZAZIONI RICHIESTE - Con i fac-simile delle varie autorizzazioni di Franco MEDRI* e Maurizio PIRAINO Premesso che per effettuare qualsiasi autotrasporto

Dettagli

Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO

Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 27.10.2015 COM(2015) 549 final 2015/0255 (NLE) Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO relativa alla posizione da adottare, a nome dell'unione europea, nel Comitato europeo per

Dettagli

Convenzione europea sull esercizio dei diritti dei fanciulli

Convenzione europea sull esercizio dei diritti dei fanciulli Convenzione europea sull esercizio dei diritti dei fanciulli Approvata dal Consiglio d Europa a Strasburgo il 25 gennaio 1996 e ratificata dall Italia con la legge 20 marzo 2003 n. 77 Preambolo Gli Stati

Dettagli

Crisi economica in Europa

Crisi economica in Europa Crisi economica in Europa Alla ricerca di un approccio sovranazionale Bologna, 30 novembre 2015 L Unione economica e monetaria: un disegno incompiuto Il ruolo (e i poteri) della Banca Centrale Europea

Dettagli

Direzione generale Direzione centrale rischi Direzione centrale prestazioni economiche. Circolare n. 28. Roma, 6 febbraio 2015.

Direzione generale Direzione centrale rischi Direzione centrale prestazioni economiche. Circolare n. 28. Roma, 6 febbraio 2015. Direzione generale Direzione centrale rischi Direzione centrale prestazioni economiche Circolare n. 28 Roma, 6 febbraio 2015 Al Ai Direttore generale vicario Responsabili di tutte le Strutture centrali

Dettagli

Corte di giustizia dell Unione europea COMUNICATO STAMPA n. 180/14

Corte di giustizia dell Unione europea COMUNICATO STAMPA n. 180/14 Corte di giustizia dell Unione europea COMUNICATO STAMPA n. 180/14 Lussemburgo, 18 dicembre 2014 Stampa e Informazione Parere 2/13 La Corte si pronuncia sul progetto di accordo sull adesione dell Unione

Dettagli

Banca centrale europea. a cura di G.Garofalo

Banca centrale europea. a cura di G.Garofalo Banca centrale europea a cura di G.Garofalo Tanti acronimi, un unica Banca BCE [Francia, Spagna, Irlanda, Italia, Portogallo, Malta] ECB [Inghilterra, Danimarca, Olanda, Svezia, Slovenia, Slovacchia] EZB

Dettagli

Può essere migliorato il funzionamento del mutuo riconoscimento?

Può essere migliorato il funzionamento del mutuo riconoscimento? Può essere migliorato il funzionamento del mutuo riconoscimento? Rispondo in qualità di : % Consumatore 41 ( 31.1%) Organizzazione rappresentativa 30 ( 22.7%) Impresa 26 ( 19.7%) Organismo pubblico nazionale/regionale

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV 404 B

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV 404 B Legislatura 14º - Disegno di legge N. 404-B SENATO DELLA REPUBBLICA XIV 404 B Attesto che la 12ª Commissione permanente (Igiene e sanità), il 15 giugno 2005, ha approvato, con modificazioni, il seguente

Dettagli

Gazzetta ufficiale. Comunicazioni e informazioni

Gazzetta ufficiale. Comunicazioni e informazioni Gazzetta ufficiale dell Unione europea ISSN 1725-2466 C 83 Edizione in lingua italiana Comunicazioni e informazioni 53 o anno 30 marzo 2010 Numero d'informazione Sommario Pagina 2010/C 83/01 Versione consolidata

Dettagli

PROPOSTE DI REVISIONE COSTITUZIONALE DEL SENATO PRIMA DELLA XVI LEGISLATURA

PROPOSTE DI REVISIONE COSTITUZIONALE DEL SENATO PRIMA DELLA XVI LEGISLATURA PROPOSTE DI REVISIONE COSTITUZIONALE DEL SENATO PRIMA DELLA XVI LEGISLATURA PROPOSTE DI REVISIONE COSTITUZIONALE DEL SENATO PRIMA DELLA XVI LEGISLATURA Nel presente dossier si confrontano i testi delle

Dettagli

Università degli Studi di Perugia DR n. 345. Il Rettore

Università degli Studi di Perugia DR n. 345. Il Rettore Università degli Studi di Perugia DR n. 345 Il Rettore Oggetto: Avviso di selezione per l attribuzione di n. 10 contributi di mobilità per docenza (Staff mobility for teaching) Programma Erasmus+ A.A.

Dettagli

Il sintomatico caso degli stage alla Commissione europea e della massiccia presenza di candidature italiane

Il sintomatico caso degli stage alla Commissione europea e della massiccia presenza di candidature italiane Il sintomatico caso degli stage alla Commissione europea e della massiccia presenza di candidature italiane di Francesca Fazio Uno stage presso la Commissione europea? È il sogno di molti ragazzi italiani

Dettagli

REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA

REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA Adottato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 74 del 29 Settembre 2006 Modificato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 66

Dettagli

DELLA CONSULTA COMUNALE PER LO SPORT

DELLA CONSULTA COMUNALE PER LO SPORT COMUNE di BRUGHERIO Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO DELLA CONSULTA COMUNALE PER LO SPORT Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 6 del 04/02/2005 Modificato con Deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEL CONSIGLIO DEI BAMBINI E DEI RAGAZZI

REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEL CONSIGLIO DEI BAMBINI E DEI RAGAZZI REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEL CONSIGLIO DEI BAMBINI E DEI RAGAZZI PREMESSA 1. La Regione Lazio, in attuazione dei principi statutari e al fine della concreta applicazione della Carta europea riveduta di partecipazione

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Approvato dall Assemblea Straordinaria dei Soci del 17 maggio 2008

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Approvato dall Assemblea Straordinaria dei Soci del 17 maggio 2008 STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE COOPERAZIONE INTERNAZIONALE Approvato dall Assemblea Straordinaria dei Soci del 17 maggio 2008 DENOMINAZIONE SEDE DURATA Art. 1 E' costituita l'associazione "COOPERAZIONE INTERNAZIONALE",

Dettagli

Costituzione della Federazione di Russia (1993)

Costituzione della Federazione di Russia (1993) Costituzione della Federazione di Russia (1993) La Perestrojka Con l'avvento di Gorbaciov al potere, come Segretario generale del PCUS nel marzo 1985, la nuova dirigenza sovietica cercò di modernizzare

Dettagli

DG Éducation et culture L autonomie scolaire en Europe Politiques et mécanismes de mise en œuvre

DG Éducation et culture L autonomie scolaire en Europe Politiques et mécanismes de mise en œuvre DG Éducation et culture L autonomie scolaire en Europe Politiques et mécanismes de mise en œuvre Commission européenne Comunicato stampa L autonomia scolastica in Europa Politiche e modalità attuative

Dettagli

STATUTO DELLA CAMERA PENALE DI FIRENZE

STATUTO DELLA CAMERA PENALE DI FIRENZE STATUTO DELLA CAMERA PENALE DI FIRENZE (aggiornato al 14.4.2008) Articolo 1 (Associazione) La Camera Penale di Firenze é la libera associazione dei penalisti fiorentini. Essa aderisce all'unione delle

Dettagli

IL DISEGNO DI LEGGE DI RIFORMA DELLA PARTE SECONDA DELLA COSTITUZIONE

IL DISEGNO DI LEGGE DI RIFORMA DELLA PARTE SECONDA DELLA COSTITUZIONE IL DISEGNO DI LEGGE DI RIFORMA DELLA PARTE SECONDA DELLA COSTITUZIONE APPROVATO IN SEDE REFERENTE DALLA 1 a COMMISSIONE DEL SENATO NELLA SEDUTA DEL 10 LUGLIO 2014 WWW.RIFORMECOSTITUZIONALI.GOV.IT ELEMENTI

Dettagli

REGOLAMENTO DEI GIOVANI IMPRENDITORI EDILI DELL ANCE

REGOLAMENTO DEI GIOVANI IMPRENDITORI EDILI DELL ANCE REGOLAMENTO DEI GIOVANI IMPRENDITORI EDILI DELL ANCE - Approvato dal Consiglio Direttivo dell ANCE il 28 aprile 1992 - Modificato dal Consiglio Direttivo dell ANCE il 29 aprile 1993 - Modificato dal Comitato

Dettagli

STATUTO. dell Associazione di associazioni Volontà Solidale

STATUTO. dell Associazione di associazioni Volontà Solidale STATUTO dell Associazione di associazioni Volontà Solidale Art. 1 COSTITUZIONE E' costituita con sede legale a Cosenza l'associazione Volontà Solidale, di seguito denominata Associazione. Volontà Solidale

Dettagli

REGOLAMENTO del CENTRO UNIVERSITARIO di MEDIAZIONE. Articolo 1 Costituzione del Centro

REGOLAMENTO del CENTRO UNIVERSITARIO di MEDIAZIONE. Articolo 1 Costituzione del Centro UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI Centro Universitario di Mediazione n. 209 registro Ministero della Giustizia REGOLAMENTO del CENTRO UNIVERSITARIO di MEDIAZIONE Articolo 1 Costituzione del Centro Il presente

Dettagli

Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali

Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali DIPARTIMENTO DELLA PREVENZIONE E COMUNICAZIONE DIREZIONE GENERALE PER I RAPPORTI CON L'UNIONE EUROPEA E PER I RAPPORTI INTERNAZIONALI UFFICIO

Dettagli

STATUTO della ASTAD ASSOCIAZIONE MARIA NORA ECONOMO PER LA TUTELA DELL ANIMALE DOMESTICO SCOPI

STATUTO della ASTAD ASSOCIAZIONE MARIA NORA ECONOMO PER LA TUTELA DELL ANIMALE DOMESTICO SCOPI STATUTO della ASTAD ASSOCIAZIONE MARIA NORA ECONOMO PER LA TUTELA DELL ANIMALE DOMESTICO SCOPI Art. 1) L ASTAD ASSOCIAZIONE MARIA NORA ECONOMO PER LA TUTELA DELL ANIMALE DOMESTICO è un associazione di

Dettagli

Convenzione europea sulla soppressione delia legalizzazione di atti compilati dagli agenti diplomatici o consolari

Convenzione europea sulla soppressione delia legalizzazione di atti compilati dagli agenti diplomatici o consolari COUHCI1. OF tub-lpi CONSEll D t LTUPOf t Convenzione europea sulla soppressione delia legalizzazione di atti compilati dagli agenti diplomatici o consolari Londra, 7 giugno 1968 Traduzione ufficiale della

Dettagli

LE LINGUE NELL UNIONE EUROPEA IL MULTILINGUISMO

LE LINGUE NELL UNIONE EUROPEA IL MULTILINGUISMO LE LINGUE NELL UNIONE EUROPEA IL MULTILINGUISMO Perché una questione linguistica per l Unione europea? Il multilinguismo è oggi inteso come la capacità di società, istituzioni, gruppi e cittadini di relazionarsi

Dettagli

Sintesi statistiche sul turismo

Sintesi statistiche sul turismo Sintesi statistiche sul turismo Estratto di Sardegna in cifre 2014 Sommario Le fonti dei dati e degli indicatori... 3 Capacità degli esercizi ricettivi... 3 Movimento dei clienti negli esercizi ricettivi...

Dettagli

CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN DIRITTO COMUNITARIO EUROPEO

CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN DIRITTO COMUNITARIO EUROPEO Iscritta presso il Ministero della Giustizia al n. 234 del Registro degli Organismi di Mediazione Programma CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN DIRITTO COMUNITARIO EUROPEO Direzione scientifica: Avv. Andrea Sirotti

Dettagli

$662&,$=,21(()$ (WLFD)LQDQ]DH$PELHQWH 67$7872

$662&,$=,21(()$ (WLFD)LQDQ]DH$PELHQWH 67$7872 $662&,$=,21(()$ (WLFD)LQDQ]DH$PELHQWH 67$7872 Costituzione e sede I signori comparenti convengono di costituire tra loro un associazione culturale di volontariato ONLUS sotto la denominazione E.F.A. (Etica,

Dettagli

Comunicato stampa. Focus sulle strutture dell'istruzione superiore in Europa 2004/05. La struttura in due cicli: una realtà in Europa

Comunicato stampa. Focus sulle strutture dell'istruzione superiore in Europa 2004/05. La struttura in due cicli: una realtà in Europa Focus sulle strutture dell'istruzione superiore in Europa 2004/05 Tendenze nazionali nel Processo di Bologna Comunicato stampa In occasione della Conferenza dei Ministri dell'istruzione superiore di Bergen

Dettagli

TRATTATO SULL'UNIONE EUROPEA (VERSIONE CONSOLIDATA)

TRATTATO SULL'UNIONE EUROPEA (VERSIONE CONSOLIDATA) 26.10.2012 Gazzetta ufficiale dell Unione europea C 326/13 TRATTATO SULL'UNIONE EUROPEA (VERSIONE CONSOLIDATA) 26.10.2012 Gazzetta ufficiale dell Unione europea C 326/15 PREAMBOLO SUA MAESTÀ IL RE DEI

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

SISTEMI SANITARI EUROPEI. Il sistema sanitario italiano

SISTEMI SANITARI EUROPEI. Il sistema sanitario italiano SISTEMI SANITARI EUROPEI MODELLI A CONFRONTO Il sistema sanitario italiano Domenico Iscaro Presidente Nazionale Anaao-Assomed Firenze, 13 febbraio 2015 IN ITALIA PRIMA DEL 1978 Sistema mutualistico (modello

Dettagli