COMPOSITE SOLUTION PARAPETTI IN PRFV PARAPETTI IN PRFV. M.M. S.r.l.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMPOSITE SOLUTION PARAPETTI IN PRFV PARAPETTI IN PRFV. M.M. S.r.l."

Transcript

1 COMPOSITE SOLUTION Pagina 1

2 SOMMARIO 1. APPLICAZIONI E CARATTERISTICHE 3 2. SETTORI DI IMPIEGO 4 3. MATERIALI PROFILI ACCESSORI PER FISSAGGIO E COLLEGAMENTO 5 4. TIPOLOGIE 6 5. ISTRUZIONI PER IL PROGETTISTA 8 6. ISTRUZIONI DI MONTAGGIO ANCORAGGIO VERTICALE ANCORAGGIO ORIZZONTALE APPLICAZIONE CORRIMANO APPLICAZIONE PARAFIANCO APPLICAZIONE FERMAPIEDE GIUNZIONI 12 Pagina 2

3 1. APPLICAZIONI E CARATTERISTICHE I parapetti realizzati con profili pultrusi in resina poliestere isoftalica e fibre di vetro offrono una notevole serie di vantaggi rispetto ai normali parapetti metallici. a. Elevata resistenza agli aggressivi chimici ed atmosferici b. Alto rapporto resistenza meccanica/peso c. Durata illimitata d. Leggerezza e. Stabilità dimensionale f. Elevate proprietà dielettriche g. Assenza di manutenzione h. Facilità di installazione Tutti i profili sono di colore giallo come richiesto dall A.R.P.A., organo competente a verificare se il manufatto è realizzato in conformità a quanto prescritto dall art. 7 del D.P.R n 547 o AFNOR NF E C. I parapetti sono progettati e costruiti secondo la norma ISO Pagina 3

4 2. SETTORI DI IMPIEGO I PARAPETTI della possono essere installati in qualsiasi impianto. Dove però le loro caratteristiche vengono maggiormente esaltate e ne consentono una razionalità d'impiego è negli ambienti corrosivi. Principalmente in quegli impianti dove i materiali classici, per la loro stessa natura, o hanno vita breve oppure debbono essere continuamente verniciati o protetti con notevoli costi di manutenzione e comunque in ogni caso non garantendo all'operatore una sicurezza sul posto di lavoro. Industrie che utilizzano con successo i PARAPETTI della sono: Industrie chimiche Impianti galvanici Industrie minerarie Industrie tessili Industrie alimentari Stazioni elettriche Cabine di distribuzione elettrica Impianti petroliferi Concerie Impianti trattamento acque Settore marino/navale Cartiere ed altro. Pagina 4

5 3. MATERIALI 3.1 PROFILI PROFILI DESCRIZIONE ELEMENTI ORRIZZONTALI DIMENSIONI mm LUNGHEZZA BARRE m PESO Kg/m COLORE Corrimano/rinforzo 60x50x Giallo/grigio Corrimano ergonomico 60x Giallo/grigio Corrente intermedio grecato 55x Giallo/grigio Parafianco tubolare Ø 25,4x Giallo/grigio Profilo piatto 40x Giallo/grigio Arresto al piede grecato 150x Giallo/grigio ELEMENTI VERTICALI Montante quadro 50x50x5 1,00 1,330 oppure Giallo/grigio 3.2 ACCESSORI PER FISSAGGIO E COLLEGAMENTO - Staffa orizzontale in acciaio INOX (vedi Fig. 6 ); - collegamento a 90 con angolare INOX o in PRFV (ve di Fig ); - elementi per la giunzione d angolo per il profilo tubolare intermedio in PRFV (vedi Fig. 21); - collegamento d angolo diverso da 90 con angolare INOX spessore 2 mm; - rivetti in lega inossidabile diametro 4 mm. Pagina 5

6 4. TIPOLOGIE I parapetti della sono progettati e realizzati secondo la normativa UNI EN ISO PVST01 Parapetto verticale tipo STANDARD PVERG01 Parapetto verticale tipo ERGONOMICO POST01 Parapetto orizzontale tipo STANDARD POERG01 Parapetto orizzontale tipo ERGONOMICO Pagina 6

7 L elasticità dei profili in PRFV permette di realizzare anche parapetti circolari ideali per cisterne e serbatoi. PCIRC Parapetto circolare Il parapetto circolare è cosi composto: - passamano con doppio profilo piatto 40x5 fissato con rivetti in lega inossidabile; - parafianco con una singolo profilo piatto 40x5; - fermapiede con triplo profilo piatto 40x5. Pagina 7

8 5. ISTRUZIONI PER IL PROGETTISTA 1. Il parapetto deve essere previsto per altezza di un eventuale caduta superiore a 500 mm. (rif. norma ). 2. L altezza minima del parapetto deve essere 1100 mm (rif. norma ) 3. Il parapetto deve includere almeno un corrente intermedio. Lo spazio libero tra il corrimano e il corrente intermedio e tra quest ultimo e il battipiede non deve essere superiore a 500 mm. 4. Il battipiede deve essere installato ad un altezza massima di 10 mm dal piano di calpestio. 5. La distanza tra gli assi dei montanti deve essere massimo di 1400 mm. Pagina 8

9 6. ISTRUZIONI DI MONTAGGIO 6.1 ANCORAGGIO VERTICALE I montanti verticali possono essere ancorati alla struttura portante in diversi modi, generalmente per usare tutto lo spazio disponibile si preferisce fissarlo sulla faccia esterna della struttura. i. Ancoraggi su supporto a parete piena Quando la trave di supporto della struttura è un profilato a C o tubolare oppure una trave in calcestruzzo l ancoraggio è estremamente semplice. Sulla parte inferiore del montante, quella che va ancorata, si applica uno spezzone, lungo circa 200 mm, di profilato ad C 60x50x5 mm che funge da ripartitore di sforzo (Fig. 1). I piantoni verticali vanno posti ad un interasse variabile tra 1,20 e 1,50 m. Si fora in accoppiamento montante e spezzone di ripartizione e poi, usandolo come dima, si fora la struttura portante per applicare i due bulloni di fissaggio M8 in AISI 316 (Fig. 2). Se il supporto è in calcestruzzo, a posto dei bulloni si userà tasselli ad espansione (Fig. 3). Fig. 1 Fig. 2 Fig. 3 ii. Ancoraggi su supporto senza parete piena Questo caso si verifica quanto il corrente di appoggio è un profilo tipo IPE o HE o comunque con ali. In tal caso è necessario fissare al profilo un fazzoletto in lamiera o uno spessore interno in maniera da creare una superficie di appoggio e poi si procede come indicato al paragrafo i (Figg. 4 e 5). Fig. 4 Fig. 5 Pagina 9

10 6.1 ANCORAGGIO ORIZZONTALE Quando il piantone va fissato ad una superficie piana preesistente si rende necessario l uso di una staffa in acciaio inox; se invece il montante va fissato ad un cordolo in calcestruzzo ancora da realizzare si può prevedere di annegare i montanti nel getto. Nel caso di ancoraggi orizzontali l interasse tra i montanti consigliato va da 1,2 a 1,30 m. i. Ancoraggio con staffa La staffa in acciaio inox, va fissata al piano orizzontale con quattro tasselli ad espansione M8. Poi si infila il montante nel suo alloggiamento e lo si fissa alla staffa (Fig 6). Fig. 6 Esempio di montaggio ii. Ancoraggio per annegamento Il montante verticale può venire cementato in una sede predisposta. E necessario prestare attenzione affinché le teste dei montanti siano alla stessa quota e siano tutti orientati correttamente altrimenti potrebbero esserci problemi ad installare il corrimano (Fig. 7). iii. Ancoraggio amovibile Può esserci la necessità che una parte o tutto il parapetto debba di tanto in tanto essere rimosso: in questo caso, se i montanti fissi sono annegati nel calcestruzzo, quelli amovibili verranno infilati in spezzoni di tubo circolare annegati nel getto. Il tubo, di diametro interno pari alla diagonale del montante permette di sfilare agevolmente la parte di parapetto mobile e di riposizionarla con altrettanta facilità. In questo caso, indipendentemente dagli interassi, va previsto un montante all inizio ed uno alla fine per rendere la parte mobile completamente indipendente dal resto del parapetto (Fig. 8). Fig. 7 Fig. 8 Pagina 10

11 6.3 APPLICAZIONE CORRIMANO Terminate le operazioni di fissaggio dei montanti, il resto diventa veramente facile. Il profilo ad U da mm 60x50x5 o il profilo ergonomico che si usano come corrimano si applicano con estrema facilità. Entrambi vanno incastrati sui montanti verticali spingendolo finché si trovano a livello e appoggiano completamente sui montanti. Si procede alla verifica della verticalità dei montanti e poi al fissaggio del corrimano ai montanti applicando rivetti in lega adeguata all aggressività dell ambiente generalmente in cupronichel. Si applicano due rivetti all interno, diagonalmente, ed uno all esterno. Le barre di profilo vengono fornite della lunghezza di m 6, nel caso dovessero essere utilizzati pezzi più corti il profilo si taglia semplicemente con un disco o con un seghetto alternativo. 6.4 APPLICAZIONE PARAFIANCO Le norme antinfortunistiche prevedono che i parapetti abbiano un interruzione orizzontale della luce libera. Il profilo sagomato da 55x5 mm e il tubolare 25,4x19 mm, sempre forniti in barre da 6 m, vanno applicati ad un altezza tale da dimezzare la luce libera del parapetto. Il profilo sagomato da 55x5 mm appoggia sulla parte interna del parapetto e lo si blocca con dei morsetti. Dopo averne verificato l orizzontalità, si procede al fissaggio applicando due rivetti per montante. Il tubolare viene fatto passare all interno del montante attraverso un foro di diametro 26 mm posizionato al centro del montante e non necessita di fissaggio. 6.5 APPLICAZIONE FERMAPIEDE Nella parte inferiore del parapetto a 1 cm dal piano di calpestio va applicato il fermapiede. Il profilo sagomato da mm 150x5 va posizionato all altezza voluta, messo al livello, bloccato e poi fissato con tre rivetti per montante. Il profilo fermapiede viene fornito in barre da 6 m, nel caso servissero lunghezze minori si taglia facilmente (Fig. 9). Fig. 9 Pagina 11

12 6.6 GIUNZIONI Nell eventualità che la lunghezza del parapetto ecceda i 6 m si rende necessario collegare i profili che lo compongono al fine di assicurare la continuità del manufatto. Il caso più semplice si verifica quando la giunzione avviene in corrispondenza di un montante. In questo caso è sufficiente fissare le due parti concorrenti al montante. i. Giunzioni lineari senza montante Quando la giunzione è effettuata non in corrispondenza di un montante è necessario usare degli spezzoni di profilo di collegamento. Nel caso del corrimano si usa uno spezzone (circa 10 cm) di profilo tubolare quadro da mm 50x50x5 in pratica un pezzo di montante verticale. Si incastra lo spezzone nel corrimano in corrispondenza della giunzione e si blocca il tutto con rivetti. E necessario fare attenzione affinché i due estremi del corrimano siano perfettamente allineati per non creare fastidiosi saltini sul corrimano (Fig. 10). Per collegare parafianco o fermapiede si usano delle piastre in PRFV di spessore 5 mm fissate con rivetti (Figg. 11 e 13). Per la giunzione del corrente intermedio tubolare si utilizza uno spezzone di profilo delle dimensioni di 5 cm circa (Fig.12). Fig. 10 Fig. 11 Fig. 12 Fig. 13 ii. Giunzioni lineari sul montante Quando la giunzione è effettuata in corrispondenza di un montante è necessario che i profili siano collegati con rivetti sul montante. Nel caso del corrimano i due profili vengono incastrati sul montante e bloccati con due rivetti. E necessario fare attenzione affinché i due estremi del corrimano siano perfettamente allineati per non creare fastidiosi saltini. Se si tratta di collegare parafianco o fermapiede la procedura è identica si fissano entrambi al montate utilizzando un numero adeguato di rivetti. (Figg ). Fig. 14 Fig. 15 Fig. 16 Fig. 17 Fig. 18 Pagina 12

13 iii. Giunzioni ad angolo retto Nel caso che la giunzione avvenga in un punto in cui i profili concorrenti si incontrano ad angolo retto si utilizzano angolari inox o in PRFV. Il corrimano dopo essere tagliato a 45 viene fissato utilizzando angolari 4 0x40 in inox invece per parafianco e fermapiede si utilizzano angolari standard in PRFV fissati con rivetti (Figg. 19, 20 e 22). Nel caso di parafianco tubolare l angolo viene ottenuto grazie a un profilo in BMC a L che si inserisce all interno dei due tubolari tagliati (Fig. 21). In ogni caso quando il parapetto compie un angolo di 90 è sempre consigliabile prevedere il posiziona mento di una coppia di montanti nel punto d angolo a un distanza dall angolo di circa 100 mm. Fig. 19 Fig. 20 Fig. 21 Fig. 22 iv. Giunzioni ad angolo qualsiasi Quando l angolo ha un ampiezza diversa da 90 vengo no fornite squadrette di collegamento in INOX di spessore 2 mm che consentono di adeguarsi all angolo richiesto con le quali effettuare i collegamenti dei profili con rivetti. L angolo può essere modificato secondo le esigenze di cantiere. Anche in questo caso il corrimano va sagomato per avere una giunzione corretta. E consigliato il posizionamento di una coppia di montanti in prossimità del punto d angolo al fine di assicurare una perfetta tenuta del parapetto. Pagina 13

SCALE INCLINATE IN PRFV

SCALE INCLINATE IN PRFV IN PRFV COMPOSITE SOLUTION Pagina 1 SOMMARIO 1. APPLICAZIONI E CARATTERISTICHE 3 2. SETTORI DI IMPIEGO 4 3. MATERIALI 5 3.1 5 3.1 TABELLA PROFILI STRUTTURA 6 3.2 TABELLA PROFILI PARAPETTO 7 4. ISTRUZIONI

Dettagli

CANCELLI MM08 CANCELLI IN PRFV. 30.07.2015 Rev. 2 COMPOSITE SOLUTION PAGINA 1

CANCELLI MM08 CANCELLI IN PRFV. 30.07.2015 Rev. 2 COMPOSITE SOLUTION PAGINA 1 CANCELLI MM08 30.07.2015 Rev. 2 CANCELLI IN PRFV COMPOSITE SOLUTION PAGINA 1 SOMMARIO 1. APPLICAZIONI E CARATTERISTICHE... 3 2. SETTORI DI IMPIEGO... 4 3. MATERIALI... 5 3.1. TABELLA PROFILI E ACCESSORI

Dettagli

RECINZIONI IN PRFV MM05 RECINZIONI IN PRFV. 30.07.2015 Rev. 3 COMPOSITE SOLUTION PAGINA 1

RECINZIONI IN PRFV MM05 RECINZIONI IN PRFV. 30.07.2015 Rev. 3 COMPOSITE SOLUTION PAGINA 1 RECINZIONI IN PRFV MM05 30.07.2015 Rev. 3 RECINZIONI IN PRFV COMPOSITE SOLUTION PAGINA 1 SOMMARIO 1. APPLICAZIONI E CARATTERISTICHE... 3 2. SETTORI DI IMPIEGO... 4 3. MATERIALI... 5 3.1 TABELLA PROFILI

Dettagli

SCALE VERTICALI IN PRFV

SCALE VERTICALI IN PRFV IN PRFV COMPOSITE SOLUTION Pagina 1 SOMMARIO 1. APPLICAZIONI E CARATTERISTICHE... 3 2. RIFERIMENTI NORMATIVI... 4 3. SETTORI DI IMPIEGO... 5 4. MATERIALI... 6 4.1 COMPONENTI... 6 4.2 TABELLA PROFILI MONTANTI...

Dettagli

SCALE FISSE A DUE MONTANTI IN PRFV PER POZZETTI DI ISPEZIONE A MARCATURA CE

SCALE FISSE A DUE MONTANTI IN PRFV PER POZZETTI DI ISPEZIONE A MARCATURA CE SCALE VERTICALI CE MM13 30.07.2015 Rev. 3 SCALE FISSE A DUE MONTANTI IN PRFV PER POZZETTI DI ISPEZIONE A MARCATURA CE COMPOSITE SOLUTION PAGINA 1 SOMMARIO 1. APPLICAZIONI E CARATTERISTICHE... 3 2. RIFERIMENTI

Dettagli

PARAPETTI IN PRVF MM09 PARAPETTI IN PRFV. 26.11.2015 Rev. 3 COMPOSITE SOLUTION PAGINA 1

PARAPETTI IN PRVF MM09 PARAPETTI IN PRFV. 26.11.2015 Rev. 3 COMPOSITE SOLUTION PAGINA 1 PARAPETTI IN PRVF MM09 26.11.2015 Rev. 3 PARAPETTI IN PRFV COMPOSITE SOLUTION PAGINA 1 SOMMARIO 1. APPLICAZIONI E CARATTERISTICHE... 3 2. SETTORI DI IMPIEGO... 4 3. MATERIALI... 5 3.1 PROFILI... 5 3.2

Dettagli

PASSERELLE IN PRFV COMPOSITE SOLUTION. M.M. S.r.l. PASSERELLE

PASSERELLE IN PRFV COMPOSITE SOLUTION. M.M. S.r.l. PASSERELLE IN PRFV COMPOSITE SOLUTION Pagina 1 SOMMARIO 1. APPLICAZIONI E CARATTERISTICHE 3 2. SETTORI DI IMPIEGO 4 3. MATERIALI 5 3.1 PASSERELLA 5 3.2 TABELLA PROFILI STRUTTURA 6 3.3 TABELLA PROFILI PARAPETTO 7

Dettagli

SCALE INCLINATE MM07 SCALE INCLINATE IN PRFV. 23.12.2015 Rev. 4 COMPOSITE SOLUTION PAGINA 1

SCALE INCLINATE MM07 SCALE INCLINATE IN PRFV. 23.12.2015 Rev. 4 COMPOSITE SOLUTION PAGINA 1 SCALE INCLINATE MM07 23.12.2015 Rev. 4 SCALE INCLINATE IN PRFV COMPOSITE SOLUTION PAGINA 1 SOMMARIO 1. APPLICAZIONI E CARATTERISTICHE... 3 2. SETTORI DI IMPIEGO... 4 3. MATERIALI... 5 3.1 SCALI INCLINATE...

Dettagli

CANCELLI IN FRP COMPOSITE SOLUTION. M.M. S.r.l. CANCELLI

CANCELLI IN FRP COMPOSITE SOLUTION. M.M. S.r.l. CANCELLI IN FRP COMPOSITE SOLUTION Pagina 1 SOMMARIO 1. APPLICAZIONI E CARATTERISTICHE... 2. SETTORI DI IMPIEGO... 3. MATERIALI... 3.1 Tabella profili e accessori strutturali 3.2 Tabelle grigliati, profili, laminati

Dettagli

PARAPETTI SISTEMI ANTICADUTA DISPOSITIVI DI ANCORAGGIO LINEE VITA PARAPETTI DISTRIBUTORE AUTORIZZATO

PARAPETTI SISTEMI ANTICADUTA DISPOSITIVI DI ANCORAGGIO LINEE VITA PARAPETTI DISTRIBUTORE AUTORIZZATO PARAPETTI SISTEMI ANTICADUTA DISPOSITIVI DI ANCORAGGIO LINEE VITA PARAPETTI DISTRIBUTORE AUTORIZZATO 2 indice INTRODUZIONE PARAPETTI NORMATIVE DI RIFERIMENTO PARAPETTO P - STOP ORIZZONTALE configurazioni

Dettagli

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 ESEDRA ENERGIA S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 La decennale esperienza di Esedra nel mondo delle energie rinnovabili ha dato vita alla linea

Dettagli

ZEBRA ZEBRA. Panchina. su basi semisferiche Revisione: 01_05/10/2011. Codice scheda: PAME002 Codice disegno: AP18070202. Designer: Bellitalia srl

ZEBRA ZEBRA. Panchina. su basi semisferiche Revisione: 01_05/10/2011. Codice scheda: PAME002 Codice disegno: AP18070202. Designer: Bellitalia srl Panchina ZEBRA ZEBRA Codice scheda: PAME002 Codice disegno: AP18070202 su basi semisferiche Revisione: 01_05/10/2011 Designer: Bellitalia srl Tipo di prodotto: panchina lineare mod. ZEBRA con seduta e

Dettagli

EUROGRATE GRIGLIATI EUROGRATE PROFILI E VETRORESINA

EUROGRATE GRIGLIATI EUROGRATE PROFILI E VETRORESINA EUROG EUROGRATE GRIGLIATI EUROGRATE PROFILI E strutture IN VETRORESINA CARATTERISTICHE I profili strutturali sono realizzati con processo di pultrusione, (polimerizzazione a caldo di un profilo tirato

Dettagli

Varie in vetroresina. OEC Catalogo Prodotti

Varie in vetroresina. OEC Catalogo Prodotti Colonnina Serie LTE/TX COLONNINA TAXI in VETRORESINA Codice Articolo: T0PL0037 Ricevitore Serratura Altezza (mm) Diametro (mm) Dimensioni d ingombro 1950 320 Vetroresina centrifugata di colore Giallo.

Dettagli

m60-90 - 120 La risposta alle vostre esigenze di stoccaggio

m60-90 - 120 La risposta alle vostre esigenze di stoccaggio m60 90 120 La risposta alle vostre esigenze di stoccaggio m6090120 LA QUALITÀ, LA RAPIDITÀ, LA DURATA, LA Le scaffalature della serie M6090120 sono sistemi flessibili e versatili, capaci di rispondere

Dettagli

CORRIMANO INDUSTRIALI SISTEMI DI CORRIMANO IN FIBRA DI VETRO INDUSTRIALI

CORRIMANO INDUSTRIALI SISTEMI DI CORRIMANO IN FIBRA DI VETRO INDUSTRIALI CORRIMANO INDUSTRIALI SISTEMI DI CORRIMANO IN FIBRA DI VETRO INDUSTRIALI Sistemi di corrimano in fibra di vetro industriali SAFRAIL Il sistema SAFRAIL negli impianti chimici. Le connessioni interne consentono

Dettagli

PRODOTTI. SOSTEGNI GENERICI... pag. 4. PALI TELESCOPICI... pag. 5. PALI CON PIASTRA GIREVOLE CLASSE A1... pag. 5. PIASTRA A PARETE... pag.

PRODOTTI. SOSTEGNI GENERICI... pag. 4. PALI TELESCOPICI... pag. 5. PALI CON PIASTRA GIREVOLE CLASSE A1... pag. 5. PIASTRA A PARETE... pag. PRODOTTI SOSTEGNI GENERICI... pag. 4 PALI TELESCOPICI... pag. 5 PALI CON PIASTRA GIREVOLE CLASSE A1... pag. 5 PIASTRA A PARETE... pag. 5 DOPPIA PIASTRA REGOLABILE... pag. 8 GANCIO ANTIPENDOLO E ANCORAGGIO...

Dettagli

SCHEDA TECNICA TRABATTELLO PROFESSIONAL

SCHEDA TECNICA TRABATTELLO PROFESSIONAL GARANZIA TRABATTELLI E SCALE DI QUALITA' BAGNATICA (BG) - via delle Groane, 13 - tel. 035/681104 - fax 035/681034 SCHEDA TECNICA TRABATTELLO PROFESSIONAL Trabattello professionale in acciaio FE360 zincato

Dettagli

Parapetti. come protezione di accessi fissi ad impianti e macchinari

Parapetti. come protezione di accessi fissi ad impianti e macchinari Parapetti come protezione di accessi fissi ad impianti e macchinari Questo opuscolo descrive le regole tecniche da osservare nella costruzione di parapetti posti a protezione di macchinari e impianti.

Dettagli

ALLEGATO II Dispositivi di attacco

ALLEGATO II Dispositivi di attacco ALLEGATO II Dispositivi di attacco. : il testo compreso fra i precedenti simboli si riferisce all aggiornamento di Maggio 2011 Nel presente allegato sono riportate le possibili conformazioni dei dispositivi

Dettagli

SISTEMI DI SICUREZZA ANTICADUTA

SISTEMI DI SICUREZZA ANTICADUTA PARAPETTO PERMANENTE MH CERTIFICATO Modello ELITE Parapetto modulare permanente per la messa in sicurezza di macchinari in quota contro la caduta dall alto secondo la normativa EN 14122-3 MANUALE D USO

Dettagli

LINEE VITA DESCRIZIONE DEL SISTEMA

LINEE VITA DESCRIZIONE DEL SISTEMA catalogo linee vita LINEE VITA DESCRIZIONE DEL SISTEMA Sistema di sicurezza a fune orizzontale All in One Minore perforazione della copertura Per interventi di manutenzione: facile da verificare Pretensionamento

Dettagli

BARRIERA A MURETTO IN CAV PROFILO NEW JERSEY TESTATA CON LA NORMA EUROPEA EN1317 parte 1-2-3-4-5

BARRIERA A MURETTO IN CAV PROFILO NEW JERSEY TESTATA CON LA NORMA EUROPEA EN1317 parte 1-2-3-4-5 BARRIERA A MURETTO IN CAV PROFILO NEW JERSEY TESTATA CON LA NORMA EUROPEA EN1317 parte 1-2-3-4-5 BORDO PONTE CON CORRIMANO IN ACCIAIO MODELLO ABESCA NJBPH4 OMOLOGATA IN CLASSE DI CONTENIMENTO H4b Pagina

Dettagli

Cappa da cucina tradizionale confort

Cappa da cucina tradizionale confort Cappa da cucina tradizionale confort Prezzi a richiesta Vantaggi Compensazione integrata. Filtri a labirinto in acciao inox montati. Illuminazione ad incasso in opzione. Gamma Due altezze disponibili:

Dettagli

NORMATIVE D.L. 81 ISO 14122 PASSERELLE DI SICUREZZA

NORMATIVE D.L. 81 ISO 14122 PASSERELLE DI SICUREZZA SICUREZZA GARANZIA 10 anni Una soluzione totale per la messa in conformità dei camminamenti e dei cambiamenti di livello nelle aree di lavoro o di passaggio! Un sistema strutturale combinato di robuste

Dettagli

PONTEGGIO FRACASSO NTB 1800 / 2500 Geometria:

PONTEGGIO FRACASSO NTB 1800 / 2500 Geometria: PONTEGGIO FRACASSO NTB 1800 / 20 Geometria: Profondità Altezza Campata Spinotto Innesti Materiale Zincatura Telaio: Caratteristiche 10 mm 2000 mm 1800 mm / 20 mm 1 mm A boccole Acciaio S235 JR (ex Fe360)

Dettagli

LINEA VITA CADUTE DALLA COPERTURA PERCHE LEGARSI ALLA VITA

LINEA VITA CADUTE DALLA COPERTURA PERCHE LEGARSI ALLA VITA LINEA VITA CADUTE DALLA COPERTURA PERCHE LEGARSI ALLA VITA Linea vita cosa sono Sono elementi metallici che vengono ancorati alla copertura, tramite appositi fissaggi, per permettere l aggancio di uno

Dettagli

sistemi orizzontali di ancoraggio provvisorio

sistemi orizzontali di ancoraggio provvisorio Flash protection I sistemi di ancoraggio provvisorio sono utilizzati per la messa in sicurezza dei cantieri o per interventi di manutenzioni su impianti o macchinari. Questi prodotti sono studiati in modo

Dettagli

Le transenne in legno impiegate devono essere conformi alla norma UNI EN 338.

Le transenne in legno impiegate devono essere conformi alla norma UNI EN 338. SISTEMI DI PROTEZIONE MARGINE ANTICADUTA I sistemi di protezione margine temporanei sono impiegati nei cantieri edili per impedire che persone e oggetti cadano ad un livello inferiore da tetti, balconi,

Dettagli

PONTEGGIO FRACASSO PS 1800

PONTEGGIO FRACASSO PS 1800 PONTEGGIO FRACASSO PS 1800 Caratteristiche Geometria: Profondità Altezza Campata Spinotto Innesti Materiale Zincatura 10 mm 2000 mm 1800 mm 1 mm A perni Acciaio S275 JR (ex Fe430) A caldo, secondo norma

Dettagli

SISTEMI DI SICUREZZA ANTICADUTA

SISTEMI DI SICUREZZA ANTICADUTA RECINZIONE FISSA MODELLO AUTOPORTANTE Recinzione modulare permanente per la messa in sicurezza di macchinari in quota contro la caduta dall alto secondo la normativa EN 14122-3 MANUALE D USO E MANUTENZIONE

Dettagli

LAVORI PER LA REALIZZAZIONE DI STRUTTURE DI ACCOGLIENZA PER L UTENZA PORTUALE

LAVORI PER LA REALIZZAZIONE DI STRUTTURE DI ACCOGLIENZA PER L UTENZA PORTUALE AUTORITA PORTUALE DI MESSINA Sistema Portuale di Messina e Milazzo DISCIPLINARE TECNICO LAVORI PER LA REALIZZAZIONE DI STRUTTURE DI ACCOGLIENZA PER L UTENZA PORTUALE Il Redattore Ing. Domenico F. Ciricosta

Dettagli

ANCORAGGI PUNTIALI FISSI CLASSE A1 COD. DESCRIZIONE O3000 ANELLO IN ALLUMINIO AM 200

ANCORAGGI PUNTIALI FISSI CLASSE A1 COD. DESCRIZIONE O3000 ANELLO IN ALLUMINIO AM 200 CLASSE A O3000 ANELLO IN ALLUMINIO AM 200 5 Il punto di ancoraggio cod 03000 può essere utilizzato come ancoraggio strutturale per linee di ancoraggio temporanee. R=30 kn nella direzione sotto riportata.

Dettagli

PUNTI D ANCORAGGIO Classe A e Classe E

PUNTI D ANCORAGGIO Classe A e Classe E PUNTI D ANCORAGGIO Cla se A e Cla se E classe A e classe E punti d ancoraggio Duomo di MIlano Punti d ancoraggio in classe A ed E per la messa in sicurezza di coperture e pareti classe A e classe E punti

Dettagli

PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DELL'ISOLA CIMITERIALE "C3" - "C4"

PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DELL'ISOLA CIMITERIALE C3 - C4 PROVINCIA DI LATINA PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DELL'ISOLA CIMITERIALE "C3" - "C4" -CIMITERO URBANO DI SABAUDIA- TAV. 21/E PROGETTISTA: ARCH. VITTORIO D'ARGENIO V.Le P.L. Nervi * Torre 4 _ 04100 LATINA

Dettagli

CITTÀ di FABRIANO PROVINCIA DI ANCONA

CITTÀ di FABRIANO PROVINCIA DI ANCONA CITTÀ di FABRIANO PROVINCIA DI ANCONA Settore Assetto e Tutela del Territorio Oggetto: Attidium: l area archeologica diviene luogo di fruibilità turistica Importo dell opera 133.000,00 Importo del cofinanziamento

Dettagli

SCALE. Scale professionali. scala semplice in acciaio inox e alluminio con gancio Tipo C1

SCALE. Scale professionali. scala semplice in acciaio inox e alluminio con gancio Tipo C1 scala semplice in acciaio inox e alluminio con gancio Tipo C1 Particolarmente adatta per scaffalature, è realizzata con montante di acciaio inox a doppio tubo e gradini in alluminio. Gradini non saldati

Dettagli

Guida. Sistemi di Supporto per pannelli fotovoltaici. energia dalla natura

Guida. Sistemi di Supporto per pannelli fotovoltaici. energia dalla natura Guida Sistemi di Supporto per pannelli fotovoltaici energia dalla natura La Gaia Energy offre accurate strutture e vari sistemi di montaggio per pannelli fotovoltaici Strutture e Sistemi di Supporto Veste

Dettagli

built build to ponteggi

built build to ponteggi uilt build to ponteggi Ponteggi e Coperture PONTEGGI Ponteggi prefabbricati K-KZ 110 PE 120 SE 132 Ponteggi multidirezionali Tubo e Giunto 144 Multidirezionale MP 150 Piazzole di carico MP 162 Scale di

Dettagli

LE STRUTTURE DI SOSTEGNO PER I PANNELLI FOTOVOLTAICI

LE STRUTTURE DI SOSTEGNO PER I PANNELLI FOTOVOLTAICI UNAE Seminario Tecnico GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI Novità legislative (nuovo conto energia), problematiche tecniche, problematiche di installazione, rapporti con gli Enti LE STRUTTURE DI SOSTEGNO PER I PANNELLI

Dettagli

Classic. Click. Forte. Titan

Classic. Click. Forte. Titan Click Titan Classic Forte DOVE SIAMO KIT è il sistema di scaffalatura leggera del tipo a bullone. A seconda del tipo di configurazione può essere impiegata nel caso occorra una scaffalatura in cui la portata

Dettagli

Morsetto di accoppiamento KL Gruppo 1357. Tappi di insonorizzazione 41 Gruppo 1610

Morsetto di accoppiamento KL Gruppo 1357. Tappi di insonorizzazione 41 Gruppo 1610 Morsetto di accoppiamento KL Gruppo 1357 Per l'assemblaggio di profilati doppi. Questo sistema permette di assemblare rapidamente in una seconda fase due profilati. Per essere sicuri di ottenere i valori

Dettagli

EU EN 1004. Altezza max mt. 11,84. Altezza max mt. 7,91. D.lgs 81/2008

EU EN 1004. Altezza max mt. 11,84. Altezza max mt. 7,91. D.lgs 81/2008 Certif. n. 00/670 TÜVRheinland Certif. n. R 6003033 CLASSE 3 Portata 400 kg. carico ripartito su un solo piano (00kg/m : EN 004) Dimensione alla base:.0 x.80 mm. UNI EN 004 ROPEAN NORM TRABATTELLO PROFESSIONALE

Dettagli

Acustiko. Pannello antirumore. Insonorizzazione per l edilizia - Acustiko

Acustiko. Pannello antirumore. Insonorizzazione per l edilizia - Acustiko Acustiko Pannello antirumore Pannello antirumore Acustiko Cos è? Acustiko è un pannello antirumore, modulare e versatile, nato per realizzare barriere acustiche nei cantieri. Le barriere realizzate con

Dettagli

ALLEGATO A FORNITURA DI FERRO

ALLEGATO A FORNITURA DI FERRO ALLEGATO A FORNITURA DI FERRO DESCRIZIONE DEL MATERIALE Unità. Mis. Costo Unitario I ferri sotto descritti debbono rispondere alle vigenti norme UNI e consegnate nelle lunghezze commerciali: 1 Canaletta

Dettagli

5 REGOLE PER LA LEGATURA E LA POSA IN OPERA DELLE ARMATURE

5 REGOLE PER LA LEGATURA E LA POSA IN OPERA DELLE ARMATURE Il Manuale della Presagomatura 49 5 REGOLE PER LA LEGATURA E LA POSA IN OPERA DELLE ARMATURE La posa in opera delle armature è un operazione di grande importanza dal punto di vista della qualità, durabilità

Dettagli

DESCRIZIONE TECNICA: SOPPALCO MULTISPAZIO

DESCRIZIONE TECNICA: SOPPALCO MULTISPAZIO DESCRIZIONE TECNICA: SOPPALCO MULTISPAZIO INTRODUZIONE La logistica ha oggi una rilevanza particolare nelle aziende produttive e di distribuzione, e la sua ottimizzazione comporta notevoli vantaggi all

Dettagli

Indice. 2 L Azienda. 3 Profili in alluminio. 6 Profili in acciaio zincato a fuoco. 9 Staffe per tetti a falda

Indice. 2 L Azienda. 3 Profili in alluminio. 6 Profili in acciaio zincato a fuoco. 9 Staffe per tetti a falda Indice 2 Azienda 3 Profili in alluminio 6 Profili in acciaio zincato a 9 Staffe per tetti a falda Staffe per fissaggio moduli su profili 3 Cavallette e zavorre per tetti piani 5 Staffe per coperture grecate

Dettagli

MANUALE STRUTTURE DI MONTAGGIO SU TETTO

MANUALE STRUTTURE DI MONTAGGIO SU TETTO MANUALE STRUTTURE DI MONTAGGIO SU TETTO REV 01-05/2014 INDICE 1 Premessa 1.1 Avvertenze 1.2 Norme tecniche di riferimento 1.3 Caratteristiche dei materiali 1.4 Caratteristiche tecniche dei profili maggiormente

Dettagli

SICUREZZA CANTIERE ED. 2013. MATERIALI: acciaio FE430/S275 zincato UNI ISO 2081. NORME DI RIFERIMENTO: D.Lgs 81/08 art. 13; UNI EN 13374 Classe A

SICUREZZA CANTIERE ED. 2013. MATERIALI: acciaio FE430/S275 zincato UNI ISO 2081. NORME DI RIFERIMENTO: D.Lgs 81/08 art. 13; UNI EN 13374 Classe A ATLAS CATALOGO ILLUSTRATIVO PRODOTTI SICUREZZA CANTIERE ED. 2013 GC/02EN MONTANTE PER GUARDACORPO DA SOLETTA su tre mensole per ogni montante SUPPORTO E APPLICAZIONI: solai o solette in c.a. piani o con

Dettagli

manuale di utilizzo e manutenzione

manuale di utilizzo e manutenzione Dispositivo classe A2 su tetti inclinati manuale di utilizzo e manutenzione CONFORME ALLA NORMA UNI EN 795-2005 CLASSE A2 Dispositivo classe A2 su tetti inclinati Indice 1. NOTE GENERALI DI SICUREZZA pag.

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE DEL COMMISSARIATO E DEI SERVIZI GENERALI I Reparto - 3 a Divisione

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE DEL COMMISSARIATO E DEI SERVIZI GENERALI I Reparto - 3 a Divisione MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE DEL COMMISSARIATO E DEI SERVIZI GENERALI I Reparto - 3 a Divisione S.T. 174/U.I. Di reg.ne - Class. CAS Diramazione disp. n. 3/ 32496 del 30/05/2000 SPECIFICHE

Dettagli

GRONDE E PLUVIALI. Materiale tetti. Vantaggi: Utilizzo. Dati tecnici

GRONDE E PLUVIALI. Materiale tetti. Vantaggi: Utilizzo. Dati tecnici Il nuovo sistema di gronde Erre Gross, supera il concetto di mera utilità, che vede la gronda come un semplice dispositivo per l evacuazione delle acque meteoriche. L innovazione si sviluppa su quattro

Dettagli

Linea Classica - Dissuasori

Linea Classica - Dissuasori BELLITALIA COLLECTION DISSUASORI Linea Ghisa Linea Pietre preziose Linea Metaldesign Linea Classica Linea Classica - Dissuasori mm 515 mm 406 mm 255 DISSUASORE BASSO con sommità arrotondata e disponibile

Dettagli

Utilizza i TIRAFONDI PEIKKO!

Utilizza i TIRAFONDI PEIKKO! Sostituisce la brochure del 10/ 01 05 / 06 Utilizza i TIRAFONDI PEIKKO! www.peikko.it 1. DESCRIZIONE DEL SISTEMA... 3 2. DIMENSIONI E MATERIALI... 4 3. PRODUZIONE... 5 3.1 Metodi di produzione... 5 3.2

Dettagli

SERIE DOPPIA SERIE DP CANNA FUMARIA INOX DOPPIA PARETE

SERIE DOPPIA SERIE DP CANNA FUMARIA INOX DOPPIA PARETE SERIE DP CANNA FUMARIA INOX DOPPIA PARETE Le canne fumarie della serie DP rappresentano la soluzione piu avanzata per l evacuazione dei fumi di generatori di calore alimentati con qualsiasi tipo di combustibile.

Dettagli

safeladder scale Scala SAFELADDER con binario integrato a norma EN 353/1 SAL004 RHF014 SAL009

safeladder scale Scala SAFELADDER con binario integrato a norma EN 353/1 SAL004 RHF014 SAL009 safeladder scale Scala SAFELADDER con binario integrato a norma EN 353/1 La scala Safeladder è un sistema di protezione contro le cadute che integra ai montanti verticali della scala un binario e garantisce

Dettagli

ALLEGATO A CATALOGO PUNTI SPORT

ALLEGATO A CATALOGO PUNTI SPORT ALLEGATO A CATALOGO PUNTI SPORT Attrezzo per addominali Attrezzatura composta da: 2 pali altezza fuori terra cm.140 ca. 2 sbarre a diverse altezze pedana per appoggio con doghe in legno doghe per pedana

Dettagli

ATTREZZATURE DI SICUREZZA E PRODUZIONE PER L EDILIZIA

ATTREZZATURE DI SICUREZZA E PRODUZIONE PER L EDILIZIA ATTREZZATURE DI SICUREZZA E PRODUZIONE PER L EDILIZIA tel +33 (0)4 77 500 614 fax +33 (0)4 77 500 615 mail info@alsolu.com sito web www.alsolu.it CATALOGO 2012 2 LA NOSTRA ATTIVITÀ ALSOLU, ufficio di studi,

Dettagli

BARRIERA DI SICUREZZA SINGOLA SU TERRA H4b-A-W5 (3n31679)

BARRIERA DI SICUREZZA SINGOLA SU TERRA H4b-A-W5 (3n31679) BARRIERA DI SICUREZZA SINGOLA SU TERRA Hb-A-W (n679) Prestazioni Livello di contenimento Indice di severità accelerazione ASI Larghezza di lavoro Intrusione del veicolo Deflessione dinamica Hb A W (.70

Dettagli

PORTAPALLET 80-115 PORTAPALLET PORTAPALLET

PORTAPALLET 80-115 PORTAPALLET PORTAPALLET 80-115 Scaffalatura interamente realizzata in lamiera di acciaio di prima scelta certificata 3.1 e profilata a freddo con acciaio zincato secondo procedimento SENDZIMIR. La verniciatura viene eseguita

Dettagli

DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE

DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Servizio di Prevenzione e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro La progettazione degli edifici e della sicurezza integrazione del regolamento locale di igiene OBIETTIVO: introdurre

Dettagli

VarioSole SE. Manuale di installazione

VarioSole SE. Manuale di installazione Manuale di installazione VarioSole SE Integrazione parziale Moduli con telaio Disposizione verticale Disposizione orizzontale Carico di neve zona I-IV Copertura in cemento Tegole Tegole piane Tegole in

Dettagli

MM Grigliati. we support your needs

MM Grigliati. we support your needs MM Grigliati we support your needs MM GRIGLIATI we support your needs L AZIENDA La M.M. srl opera da oltre 30 anni nel settore dei Plastici Rinforzati con Fibra di Vetro. L impresa, in continua crescita,

Dettagli

TSafe D A T I G E N E R A L I : Linea vita SCHEDA TECNICA. Certificazione UNI EN 795:2012 tipo C e UNI CEN/TS 16415:2013 Marcatura CE

TSafe D A T I G E N E R A L I : Linea vita SCHEDA TECNICA. Certificazione UNI EN 795:2012 tipo C e UNI CEN/TS 16415:2013 Marcatura CE D A T I G E N E R A L I : Certificazione UNI EN 795:2012 tipo C e UNI CEN/TS 16415:2013 Marcatura CE Garanzia prodotto Numero massimo utilizzatori Materiale Dispositivo Lunghezza linea Cavo Assorbitore

Dettagli

Via Emilia Ovest, 21/A 42048 Rubiera (R.E.) Tel. 0522/629909; fax. 626229 e.mail: pfollo@tin.it - P.IVA 01207970359 C.F.

Via Emilia Ovest, 21/A 42048 Rubiera (R.E.) Tel. 0522/629909; fax. 626229 e.mail: pfollo@tin.it - P.IVA 01207970359 C.F. Via Emilia Ovest, 1/A 4048 Rubiera (R.E.) Tel. 05/69909; fax. 669 e.mail: pfollo@tin.it - P.IVA 0107970359 C.F. FLLPLA48L06I496U MONTANTE PER ANCORAGGIO DISPOSITIVI INDIVIDUALI CONTRO LA CADUTA DAI TETTI,

Dettagli

Tomasino Metalzinco s.r.l.

Tomasino Metalzinco s.r.l. Tomasino Metalzinco s.r.l. C.da Passo Barbiere z.i. 92022 Cammarata (AG) Italy Tel 0039 0922 900153 Fax 0039 0922 902597 e-mail : ufficiotecnico@metalzinco.it Web site: http://www.metalzinco.it Descrizione

Dettagli

SCHEDA TECNICA TRABATTELLO MILLENIUM E MILLENIUM S

SCHEDA TECNICA TRABATTELLO MILLENIUM E MILLENIUM S TRABATTELLI E SCALE DI QUALITA' BAGNATICA (BG) - via delle Groane, 13 - tel. 035/681104 - fax 035/681034 SCHEDA TECNICA TRABATTELLO MILLENIUM E MILLENIUM S Trabattello professionale MILLENIUM è costituito

Dettagli

SOMMARIO FER METAL 2012 SUPPORTI IN ACCIAIO AISI 304 PER CORRIMANO A PARETE 2 SUPPORTI IN ACCIAIO AISI 304 PER CORRIMANO A PARETE SERIE E 7

SOMMARIO FER METAL 2012 SUPPORTI IN ACCIAIO AISI 304 PER CORRIMANO A PARETE 2 SUPPORTI IN ACCIAIO AISI 304 PER CORRIMANO A PARETE SERIE E 7 SOMMARIO SUPPORTI IN ACCIAIO AISI 304 PER CORRIMANO A PARETE 2 SUPPORTI IN ACCIAIO AISI 304 PER CORRIMANO A PARETE SERIE E SUPPORTI IN ACCIAIO AISI 304 PER CORRIMANO SU MURETTO 9 SUPPORTI ROSETTA TELESCOPICI

Dettagli

Manuale Tecnico S H PRODUCTION. Collegamento a scomparsa STH204 SOLTECH. Valori a Taglio con installazione Cemento - Legno. Ed.13

Manuale Tecnico S H PRODUCTION. Collegamento a scomparsa STH204 SOLTECH. Valori a Taglio con installazione Cemento - Legno. Ed.13 S RODUCTION Ed.13 Manuale Tecnico 1121/11 Collegamento a scomparsa ST204 1 I vantaggi di utilizzare i i collegamenti ST204 Ricerca tecnica Costruita in Acciaio 35 questo garantisce un elevato valore di

Dettagli

Riferimenti NORMATIVI

Riferimenti NORMATIVI REALIZZAZIONE DI SCALE FISSE CON PROTEZIONE NORMA UNI EN ISO 14122-4 : 2010 DISTANZA TRA LA SCALA E OSTRUZIONI PERMANENTI: La distanza tra la scala e le ostruzioni permanenti deve essere: - Di fronte alla

Dettagli

Superportapallet MAMMUTH

Superportapallet MAMMUTH INDICE Norme di riferimento. pag. 3 Limiti d'impiego del soppalco pag. 4 Attenzione pag. 4 Preparativi per il montaggio pag. 5 Utensili per il montaggio pag. 5 Movimentazione pag. 6 Sequenza di montaggio

Dettagli

PORTE TAGLIAFUOCO PORTE SU MISURA CON PARETI IN CARTONGESSO

PORTE TAGLIAFUOCO PORTE SU MISURA CON PARETI IN CARTONGESSO METALLICA TAGLIAFUOCO CARTONGESSO con telaio abbracciante ad angolo arrotondato ed altri vantaggi aggiuntivi: Resistenza REI 120 Una e due ante Formati standard ed a misura fino a 2545 x 2500 H Senza o

Dettagli

Normative La Normativa e conformità dei prodotti SVELT

Normative La Normativa e conformità dei prodotti SVELT Normative La Normativa e conformità dei prodotti SVELT Le scale di dicurezza con gabbia SVELT sono costruite e progettate secondo le disposizioni della NORMA ITALIANA: Decreto Legislativo n.81 del 9/4/2008

Dettagli

KIT COPPO STAFFA COMPLETO APPLICAZIONE SU TETTI A COPPO MATERIALE: ACCIAIO INOX REGOLAZIONE DA 6 A 12CM IN DUE SENSI KIT COPPO STAFFA FISSA

KIT COPPO STAFFA COMPLETO APPLICAZIONE SU TETTI A COPPO MATERIALE: ACCIAIO INOX REGOLAZIONE DA 6 A 12CM IN DUE SENSI KIT COPPO STAFFA FISSA KIT COPPO STAFFA COMPLETO K100D00 SU TETTI A COPPO MATERIALE: ACCIAIO INOX REGOLAZIONE DA 6 A 12CM IN DUE SENSI ARTICOLO BREVETTATO PECULIARITA : PERMETTE UNA RAPIDA INSTALLAZIONE RIDUCENDO I TEMPI E IL

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO Rinforzo reticolari copertura, tubolari di supporto copertura e rivestimenti

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO Rinforzo reticolari copertura, tubolari di supporto copertura e rivestimenti Rinforzo reticolari copertura, tubolari di supporto copertura e rivestimenti A - Rinforzo reticolari copertura, tubolari di supporto copertura e rivestimenti 1 01.A18.A25 Carpenteria varia per piccoli

Dettagli

lunghezza 3000 mm larghezza 310 mm spessore 70 mm (T1 = 40 mm) 5 microns con smalto epossidico spessore minimo 20 mm.

lunghezza 3000 mm larghezza 310 mm spessore 70 mm (T1 = 40 mm) 5 microns con smalto epossidico spessore minimo 20 mm. 75 I pannelli Flexophone sono elementi modulari, autoportanti, costituiti da un involucro in lamiera s=5/10 preverniciata nel colore bianco simile Le dimensioni STANDARD del pannello sono le seguenti:

Dettagli

ESPLOSO ASSONOMETRICO - PARETE (leggere con attenzione le spiegazioni sottoriportate)

ESPLOSO ASSONOMETRICO - PARETE (leggere con attenzione le spiegazioni sottoriportate) ESPLOSO ASSONOMETRICO - PARETE (leggere con attenzione le spiegazioni sottoriportate) Profilo policarbonato Profilo fermavetro Carter di copertura Piede di regolazione Profilo fisso PARETE MONOLITICA:

Dettagli

Tecnologia made in Italy

Tecnologia made in Italy cemento & calcestruzzo Zoom su un progetto internazionale Tecnologia made in Italy Marco Costa L impresa Pizzarotti partecipa alla realizzazione, a Marsiglia, di un importante terminal per la ricezione

Dettagli

S.P.6 "di Comeno", S.P. 7 "di Gabrovizza" MESSA A NORMA DELLE BARRIERE DI SICUREZZA IN CORRISPONDENZA DELL'INCROCIO TRA LE DUE STRADE PROVINCIALI

S.P.6 di Comeno, S.P. 7 di Gabrovizza MESSA A NORMA DELLE BARRIERE DI SICUREZZA IN CORRISPONDENZA DELL'INCROCIO TRA LE DUE STRADE PROVINCIALI V.A. 1 DECESPUGLIAMENTO E ABBATTIMENTO ALBERATURE Esecuzione di decespugliamento di rovi, arbusti, cespugli in macchie e abbattimento di alberature comprese nell'area di cantiere. Intervento comprensivo

Dettagli

ANALISI DEI PREZZI. Nei prezzi relativi ai lavori da compensarsi a misura o a corpo sono sempre

ANALISI DEI PREZZI. Nei prezzi relativi ai lavori da compensarsi a misura o a corpo sono sempre ANALISI DEI PREZZI Nei prezzi relativi ai lavori da compensarsi a misura o a corpo sono sempre comprese tutte le spese per la fornitura, carico, trasporto, scarico manipolazione e posa in opera dei vari

Dettagli

Balconi - Théatron. Applicazioni

Balconi - Théatron. Applicazioni Balconi Théatron Balconi - Théatron Essenzialità, durata e sicurezza. Il sitema ringhiere Théatron è stato creato per completare la gamma dei serramenti METRA. Théatron prevede un ampia scelta di modelli

Dettagli

Guida alla scelta della Tecnica di collegamento

Guida alla scelta della Tecnica di collegamento Guida alla scelta della Tecnica di collegamento 03/2014 1 Sistemi di serraggio flessibili Collegare in modo affidabile e stabile tubi esattamente tondi e quadri e contemporaneamente staccarli senza sforzo

Dettagli

15% sul prezzo finale! Acquista la scala con gabbia smontata e risparmierai fino al. Scale fisse con gabbia di sicurezza

15% sul prezzo finale! Acquista la scala con gabbia smontata e risparmierai fino al. Scale fisse con gabbia di sicurezza L'unica scala con gabbia di sicurezza completamente smontabile e adattabile in opera! Le scale con gabbia di sicurezza Frigerio, offrono combinazioni versatili adatte a molteplici impieghi e costituiscono

Dettagli

INDICE 1 DESCRIZIONE DELL OPERA... 3 2 NORMATIVA DI RIFERIMENTO... 4 3 MATERIALI... 7 4 TRAVE IN C.A. - ANALISI DEI CARICHI... 8

INDICE 1 DESCRIZIONE DELL OPERA... 3 2 NORMATIVA DI RIFERIMENTO... 4 3 MATERIALI... 7 4 TRAVE IN C.A. - ANALISI DEI CARICHI... 8 2/6 INDICE 1 DESCRIZIONE DELL OPERA... 3 2 NORMATIVA DI RIFERIMENTO... 4 3 MATERIALI... 7 4 TRAVE IN C.A. - ANALISI DEI CARICHI... 8 5 CALCOLO DELLE SOLLECITAZIONI TRAVE... 9 6 CALCOLO DELLE SOLLECITAZIONI

Dettagli

Dimensioni Altezza del telaio di protezione dai supporti: Larghezza del telaio di protezione:

Dimensioni Altezza del telaio di protezione dai supporti: Larghezza del telaio di protezione: Scheda 23: TELAIO ANTERIORE ABBATTIBILE SALDATO PER MOTOAGRICOLE CON STRUTTURA PORTANTE DI TIPO ARTICOLATO O RIGIDO CON POSTO DI GUIDA ARRETRATO CON MASSA MAGGIORE DI 2000 kg E FINO A 3500 kg SPECIFICHE

Dettagli

Monoblocchi, cabine, containers, casermaggio

Monoblocchi, cabine, containers, casermaggio Monoblocchi Monoblocchi coibentati Strutture modulari ideali per: uffici spogliatoi dormitori per cantieri e campi di lavoro Queste strutture si prestano a diverse misure e soluzioni in base alle esigenze

Dettagli

PARTE IV LAMIERE RETI ONDULATE

PARTE IV LAMIERE RETI ONDULATE PARTE IV LAMIERE RETI ONDULATE 9 PALI TUBOLARI per illuminazione - zincati e verniciati Altezze mt 7 - - 9 - -11 - con mensole a 1-2 bracci tipo 1 tipo 2 PROFILVIA (Guardrail) Descrizione Materiale: acciaio

Dettagli

SISTEMI DI FISSAGGIO PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI REALIZZATI IN ALLUMINIO - ACCIAIO ZINCATO A CALDO - ACCIAIO INOX

SISTEMI DI FISSAGGIO PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI REALIZZATI IN ALLUMINIO - ACCIAIO ZINCATO A CALDO - ACCIAIO INOX Serie ST SISTEMI DI FISSAGGIO PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI SISTEMI DI FISSAGGIO PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI REALIZZATI IN ALLUMINIO - ACCIAIO ZINCATO A CALDO - ACCIAIO I sistemi di fissaggio per impianti fotovoltaici

Dettagli

B U L L O N E R IE R IU N IT E R O M A G N A S.p.A. SOLAR LINE

B U L L O N E R IE R IU N IT E R O M A G N A S.p.A. SOLAR LINE B U L L O N E R IE R IU N IT E R O M A G N A S.p.A. SOLAR LINE Articoli tecnici per l esecuzione, il montaggio ed il fissaggio di impianti fotovoltaici Via I. Golfarelli n.151 47122 Zona Ind.le - Forlì

Dettagli

Comune di Civitavecchia Provincia di Roma

Comune di Civitavecchia Provincia di Roma Comune di Civitavecchia Provincia di Roma Ufficio Viabilità ELENCO DEI PREZZI UNITARI Nei prezzi sottoindicati sono compresi tutti gli oneri necessari per avere la fornitura e/o la fornitura e posa in

Dettagli

APPOGGI NEOARM APPOGGI NEOARM B04

APPOGGI NEOARM APPOGGI NEOARM B04 APPOGGI NEOARM APPOGGI NEOARM B04 DESCRIZIONE PRODOTTO La serie Neoarm è una linea di apparecchi d appoggio strutturali in elastomero armato, costituiti cioè da un blocco in elastomero nel quale sono inseriti

Dettagli

DIFFUSORI METALLICI FORATI

DIFFUSORI METALLICI FORATI QUANDO SERVE ARIA PULITA DIFFUSORI METALLICI FORATI DOCUMENTAZIONE TECNICA ZEPHYR S.r.l. Via Carso, 8 37124 Verona www.zephyr-canali.it info@zephyr-canali.it 1 INDICE 1.0. PREMESSA pag. 3 2.0. CARATTERISTICHE

Dettagli

DIMENSIONI: 350 x 800 x 2250 H mm 488 x 1250 x 4300 H mm 600 x 1650 x 6300 H mm PENSILINE

DIMENSIONI: 350 x 800 x 2250 H mm 488 x 1250 x 4300 H mm 600 x 1650 x 6300 H mm PENSILINE PENSILINE ACCESSORI 182 TIMPANO PENSILINA DESCRIZIONE DIMENSIONI 3 MODULI 4 MODULI Policarbonato alveolare trasparente con telaio in alluminio Policarbonato alveolare trasparente con telaio in alluminio

Dettagli

Piano di Manutenzione delle Parte Strutturale dell Opera

Piano di Manutenzione delle Parte Strutturale dell Opera Piano di Manutenzione delle Parte Strutturale dell Opera (Ai sensi del D.M. 14.01.2008, art. 10.1) 1. Premessa Il presente Piano di manutenzione è relativo alle opere strutturali da eseguire per il ripristino

Dettagli

bocche da lupo BOCCHE DA LUPO

bocche da lupo BOCCHE DA LUPO bocche da lupo BOCCHE DA LUPO 41 in poliestere in poliestere prodotti innovativi per l edilizia moderna Oggi materiali e tecnologie d avanguardia entrano in cantiere. Dopo l utilizzo nella costruzione

Dettagli

CALCOLO DI STRUTTURA PER PALCO ARENA-CLASSIC 2,00 X 2,00 ml.

CALCOLO DI STRUTTURA PER PALCO ARENA-CLASSIC 2,00 X 2,00 ml. CALCOLO DI STRUTTURA PER PALCO ARENA-CLASSIC,00 X,00 ml. SIXTEMA S.r.l. Loc. Mezzano Passone, 11 6846 Corno Giovine (LO) Italy tel-fax +39 0377 69370 r.a. info@sixtema-line.com sixtema-line.com 1) PREMESSE:

Dettagli

DESCRIZIONE DEI PALCHI SELVOLINE

DESCRIZIONE DEI PALCHI SELVOLINE DESCRIZIONE DEI PALCHI SELVOLINE Il palco della linea di produzione SELVOLINE è costituito da una struttura metallica portante modulare protetta con un trattamento superfi ciale di antiossidazione: zincatura

Dettagli

ZEBRA SOLAR. Dott. Ing. Federico Masin

ZEBRA SOLAR. Dott. Ing. Federico Masin ZEBRA SOLAR Sistema di fissaggio per pannelli fotovoltaici Dott. Ing. Federico Masin Fissaggio su copertura Collegamenti di base ed orditure Tipologie di fissaggio Ganci per tetti Vite di congiunzione

Dettagli

- Accidentali: per edifici scolastici: 300 Kg/mq

- Accidentali: per edifici scolastici: 300 Kg/mq I PREMESSA La presente relazione riporta i calcoli e le verifiche relativi alle nuove strutture in progetto. Sono previste opere in acciaio (scale di sicurezza esterne, spazi calmi, passerelle) e in c.a.

Dettagli