Dipartimento di Scienze Politiche, Scienze della Comunicazione e Ingegneria dell'informazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dipartimento di Scienze Politiche, Scienze della Comunicazione e Ingegneria dell'informazione"

Transcript

1 U N I V E R S I TA D E G L I S T U D I D I S A S S A R I S e t t o r e O r g a n i C o l l e g i a l i e A f f a r i G e n e r a l i U f f i c i o A f f a r i G e n e r a l i PROPOSTA COSTITUZIONE DIPARTIMENTO DENOMINAZIONE del Dipartimento Dipartimento di Scienze Politiche, Scienze della Comunicazione e Ingegneria dell'informazione PROGETTO SCIENTIFICO E DIDATTICO In linea con esperienze maturate in contesti accademici europei e nordamericani il Dipartimento di Scienze Politiche, Scienze della Comunicazione e Ingegneria dell'informazione si propone di incoraggiare e sviluppare nuove esperienze di ricerca e di alta formazione nel campo dei sistemi complessi. Il paradigma della complessità ha infatti consolidato, tanto nel campo delle scienze applicate quanto nel campo delle scienze sociali, una nuova prospettiva per affrontare i problemi della conoscenza e formare competenze che si situano a cavallo tra diversi approcci disciplinari. Esso è servito a superare i confini tradizionali tra le discipline e a intraprendere nuovi percorsi teorici e metodologici per analizzare le proprietà delle strutture complesse, non ultimo utilizzando le risorse offerte dalle nuove tecnologie. Rispetto a questa prospettiva, sono riconoscibili più livelli che legano le scienze sociali e l ingegneria informatica. Un livello metodologico, che vede espandersi la possibilità di condividere gli approcci e gli stessi strumenti di ricerca in un'ottica interdisciplinare. Si pensi agli approcci della simulazione per la progettazione e per la governance, oppure a quelli per l'analisi dei cosiddetti Multi-Agent Systems (MAS), modelli analitici e predittivi fondamentali per interpretare, progettare e governare i sistemi complessi. Rilevante sotto il profilo metodologico è lo sviluppo di software e hardware per analizzare fenomeni complessi multimodali; si tratta di strumenti utili per avanzare il limite della conoscenza in un quadro interdisciplinare che consente nuove prospettive di analisi per lo studio sistemico, dai livelli situati locali al livello globale. Un livello ontologico, che rinvia al fatto che quelli che nelle scienze sociali erano studiati, nella tradizione positivista, come organismi e, in seguito, come aggregati coerenti e ordinati (organizzazioni, istituzioni o ordinamenti), corrispondono in realtà a sistemi complessi (cosiddetti sistemi astratti o esperti). Ciò si collega a processi storici quali la crisi degli stati nazionali, la tendenziale "liquidità" delle relazioni sociali, l'accresciuta riflessività dei sistemi sociali (la

2 conoscenza e la produzione di senso come elementi costitutivi delle proprietà sistemiche). Inoltre, è ormai riconosciuto il ruolo delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (ITC) nel determinare l'evoluzione dei rapporti sociali e la condizione umana nel suo complesso. In questo ambito, l ingegneria dell'informazione e le scienze sociali collaborano quindi all'introduzione di nuove tecnologie nei diversi contesti umani e le tecnologie, a loro volta, contribuiscono a determinare nuove condizioni applicative a livello sociale. Si assiste perciò, sotto questo profilo, a una coevoluzione dei sistemi tecnologici e sociali. Il Dipartimento di Scienze Politiche, Scienze della Comunicazione e Ingegneria dell'informazione si articola i due sezioni. Scienze Politiche e della Comunicazione La sezione di Scienze Politiche e della Comunicazione intende svolgere un ruolo strategico - tanto nella ricerca scientifica quanto nella formazione universitaria - per lo studio della complessità delle società globalizzate e in continuo mutamento del terzo millennio. L interdisciplinarietà intrinseca nella tradizione e nei più recenti sviluppi degli studi delle scienze politiche in Italia si fonda sull incontro e sul dialogo tra le discipline giuridiche, storiche, economiche, politologiche, sociologiche, psicologiche e della comunicazione, nonché quelle trasversali, metodologiche e quantitative. Tale interdisciplinarietà è costitutiva, in quanto gli studiosi delle diverse discipline che si riconoscono in questa tradizione sono continuamente chiamati, nel processo di comprensione e spiegazione del loro oggetto di ricerca, ad aprirsi programmaticamente al confronto con le teorie, i metodi e le prospettive che provengono dagli altri ambiti disciplinari. L approccio interdisciplinare è necessario per fornire risposta a trasformazioni complesse che mettono oggi in crisi i paradigmi e gli strumenti consolidati con cui si è cercato finora di comprendere e governare le società. Il progetto scientifico e didattico si sviluppa quindi secondo alcune linee di ricerca che privilegiano fenomeni quali: la sempre più marcata consunzione della prospettiva temporale che caratterizza il cittadino del terzo millennio, che si traduce al tempo stesso in oblio del passato e in assenza di sguardo verso il futuro, rispetto alla quale appare imprescindibile il ruolo delle discipline storiche; la crisi della democrazia, che si manifesta nell esaurimento delle forme novecentesche della mobilitazione politica, nella crescente apatia dei cittadini di fronte alla rappresentanza e nella personalizzazione della politica; la fine della centralità dell Occidente e la conseguente necessità di riconsiderare le storie e le culture dei popoli, anche alla luce dei processi di mescolamento indotti dalla globalizzazione, in particolare tenendo conto del ruolo che la Sardegna può svolgere come snodo delle relazioni tra i Paesi del bacino del Mediterraneo; il processo di individualizzazione delle società contemporanee, nelle quali sempre più spesso i soggetti sono chiamati a dare senso al proprio agire e a prendere autonome decisioni, all interno dei reti di interdipendenze sempre più ampie; il ruolo crescente che ha assunto la comunicazione mediata in seguito allo sviluppo delle tecnologie digitali e di Rete, che devono essere al tempo stesso comprese nelle loro eccezionali potenzialità, come piattaforme espressive e di interazione volte a definire il tessuto odierno delle relazioni sociali, e governate nei loro effetti perversi; la partecipazione dei cittadini alle scelte pubbliche, con conseguente sviluppo di empowerment e di efficacia collettiva nei processi di inclusione, di contrasto delle marginalità, di gestione dei conflitti; la ridefinizione del rapporto tra globale e locale, per cui fenomeni che hanno origine su scala globale producono effetti determinanti su scala locale e viceversa, di fronte ai quali le società sono impegnate nella ricerca di strumenti giuridici e politici inediti di governo e di governance, soprattutto nella dimensione internazionale e in quella sopranazionale; la sfida epocale rappresentata dalla sostenibilità, intesa come paradigma che impone oggi un complessivo ripensamento dei criteri con i quali vengono operate le scelte pubbliche e quelle private nei settori dell ambiente, dell economia e della sicurezza sociale; la crescente tecnicizzazione dei saperi e l avvertita necessità di ricostituire il rapporto tra le scienze e il dibattito civile-politico.

3 Ingegneria dell'informazione La sezione di Ingegneria dell'informazione intende svolgere un ruolo strategico - tanto nella ricerca scientifica quanto nella formazione universitaria - per lo studio di sistemi e dati complessi, ove la multidimensionalità costituisce un tratto distintivo dei problemi, amplificandone complessità e difficoltà di trattamento. L interdisciplinarietà intrinseca nella materia informatica è ben testimoniata dal settimo programma quadro della Comunità Europea, che sottolinea l'importanza di alcune aree tematiche nelle quali le università sono tenute a contribuire attivamente; tra queste, l'ict (Information and Communication Technology) continua ad essere un punto di riferimento inequivocabile. Ma non solo. Molte delle altre aree tematiche di punta per la ricerca europea (salute, biotecnologie, nanoscienze, energia) fanno leva, direttamente o indirettamente, su applicazioni informatiche e/o dispositivi di automazione e controllo avanzati. Trovano quindi possibilità di realizzazione solo in contesti dove le scienze dell'ingegneria sono disponibili e di buon livello. I ricercatori attivi presso l'ateneo di Sassari sono riusciti negli anni a mantenere e consolidare conoscenze in alcune nicchie ICT (bioingegneria della riabilitazione, biometria, interazione uomomacchina, visione artificiale) che si appoggiano in larga misura su tecniche di elaborazione di dati bi e tridimensionali (immagini, grafica avanzata, modelli virtuali, modelli logici e formali d'interazione). Tale patrimonio, peraltro condiviso da alcune altre figure presenti nel nostro ateneo (fisici, matematici e biologi) costituisce il nucleo di partenza sul quale si intende sviluppare il progetto scientifico. L'impatto delle tecniche ICT in ambito sociale e in altri ambiti presenti nell'ateneo (architettura, economia, medicina, scienze della terra per citarne alcuni) è di notevole portata e garantisce ai ricercatori di mantenere e rafforzare le collaborazioni esistenti. D'altra parte, la presenza di un progetto scientifico ben focalizzato nell'area delle scienze dell'ingegneria consentirà di guardare con forza al mercato della ricerca europea, contando sulla presenza di una riconoscibile identità dipartimentale che potrà avvalersi di tutte le competenze disponibili. Le attività di ricerca si svolgeranno complessivamente attorno alle attrezzature della piattaforma AIMA (advanced imaging and motion analysis) che includono: sistemi di acquisizione avanzati (immagini da microscopia, immagini infrarosso); sistemi per l'analisi del movimento umano in tempo reale; sistemi di ricostruzione automatica tridimensionale; sistemi per il processamento e l'analisi di dati biometrici su larga scala. A questa piattaforma si aggiungono le attrezzature per il tracciamento del moto oculare e per la generazione di realtà virtuale in corso di acquisizione. Di seguito vengono elencati i filoni preminenti del progetto scientifico proposto. Elaborazione di immagini e sequenze video Sviluppo di metriche e algoritmi per il confronto, la ricerca e la classificazione automatica di immagini, filtraggi, trattamento di sequenze, estrazione di informazioni caratterizzanti a partire da sequenze o singole immagini. Analisi multitelecamera, analisi del movimento. Tecnologie avanzate per l'analisi tridimensionale Rilevamento tridimensionale di corpi e strutture, analisi tridimensionale del movimento umano, tecniche strumentali topografiche, fotogrammetriche e laser, gestione e georeferenziazione dei dati. Applicazione di tecniche 3D in campo medico e nel campo del restauro dei beni culturali. Biometria Utilizzo di sistemi multimodali per l'identificazione dell'identità personale, analisi di impronte, immagini del viso. Utilizzo di tecniche multifotogrammetriche per la ricostruzione 3D del viso e il riconoscimento, analisi comportamentale dei soggetti.

4 Metodi formali dell informatica Programmazione sequenziale e concorrente, algebre di processi, equivalenze comportamentali e logiche modali. Valutazione delle prestazioni e della sicurezza di sistemi di elaborazione e reti di calcolatori. Fondamenti di architettura e ingegneria del software per sistemi basati su componenti e servizi web. Ragionamento automatico, metodi di verifica formale per circuiti elettronici, software, sistemi critici. Informatica applicata ai processi di apprendimento e all'interazione uomo-macchina Accessibilità ed efficacia della didattica a distanza; sviluppo interattivo di contenuti tematici, insegnamento congiunto di lingua veicolare e semantica del linguaggio; rappresentazioni iconiche e loro semantica nei processi di apprendimento; monitoraggio, valutazione e certificazione dei processi di apprendimento. Matematica e matematica applicata Equazioni alle derivate parziali e calcolo delle variazioni come strumenti fondamentali e affini fra loro per modellizzare e studiare sistemi spazio e tempo-varianti. Problemi non lineari di interesse per la modellizzazione di fenomeni di interesse fisico. Gruppi di simmetrie e loro rappresentazioni. Teoria dei giochi differenziali. Aspetti peculiari dell'algebra e della geometria, algebre di Lie, superficie complesse. Fisica e fisica applicata Interazione della radiazione con la materia. Analisi non distruttiva per i beni culturali e campioni industriali mediante fluorescenza e tomografia a raggi X. Applicazione della radiazione X a campioni biologici e alla medicina. Sviluppo di algoritmi per l'analisi e la ricostruzione dei dati sperimentali. Laboratori di ricerca Laboratorio AIMA (advanced imaging and motion analysis): il laboratorio, dotato di strumenti avanzati per l'imaging e l'analisi del movimento, consentirà di sviluppare ricerca di punta in ambito biomedico, nonché su tematiche di visione artificiale e biometria. Laboratorio Raggi X: il laboratorio, dotato di strumentazione avanzata per la microtomografia a raggi X e per la fluorescenza a raggi X, consentirà di sviluppare ricerca nel campo dell'analisi non distruttiva per l'industria, la medicina, la biologia e per i beni culturali. Laboratorio F (fisica): il laboratorio, di valenza anche didattica, consentirà di sviluppare ricerca ed esperimenti nell'ambito delle scienze fisiche. Laboratorio EM (elettronica e microelettronica): il laboratorio, di valenza anche didattica, consentirà la realizzazione di semplici schede e architetture a microprocessore. Laboratorio CEL (comunicazione istituzionale e e-learning): il Laboratorio di ricerca per la comunicazione istituzionale e l e-learning consentirà di sperimentare nuove metodologie di comunicazione e organizzazione della conoscenza in ambiti complessi. Biblioteche Il Dipartimento si avvarrà del Sistema bibliotecario d Ateneo con particolare riferimento ai materiali posseduti dalla Biblioteca interfacoltà A. Pigliaru, dalla biblioteca del polo delle Scienze, dalla Biblioteca ex Dip. di Storia e dalla Biblioteca ex DEIS, mantenendo, per le esigenze della ricerca e della didattica, la disponibilità dei volumi attualmente collocati presso la sede di Palazzo Zirolia dell ex DEIS. Per le discipline di ambito informatico si ritiene inoltre utile un graduale potenziamento della dotazione libraria esistente.

5 Centri di ricerca interni, interdipartimentali, interateneo All interno del Dipartimento opererà: il Centro studi urbani; il Centro studi internazionali di politica e diritto; il Centro "Franco Basaglia" ricerca e progettazione sociale; l Osservatorio MediaMonitor Politica. Collaborazioni internazionali Il Dipartimento intende proseguire le attività in essere sul piano della internazionalizzazione della ricerca e della didattica. In particolare intende migliorare gli interscambi degli studenti attraverso i programmi Erasmus student, Erasmus placement, MAE-CRUI, Ulisse, intensificare la partecipazione al programma Visiting professor, confermare e sviluppare collaborazioni con Università straniere anche al fine di giungere a conferire diplomi congiunti (o doppi diplomi) al livello di Lauree magistrali, Master e di Dottorato. Collane di pubblicazioni: E prevista la pubblicazione di una rivista on line denominata Quaderni di ricerca, che si propone di raccogliere i risultati, definitivi o provvisori, totali o parziali, del lavoro teorico ed empirico sviluppato nell ambito del Dipartimento. I lavori pubblicati saranno preventivamente valutati secondo criteri nazionali e internazionali. Attività di formazione L obiettivo del Dipartimento di Scienze Politiche, Scienze della Cominicazione e Ingegneria dell'informazione è duplice. Da un lato, consiste nel consolidamento (ma secondo una prospettiva di sempre maggiore adeguamento agli scenari politico-sociali locali e globali) dell offerta formativa di base, magistrale e di terzo livello finora promossa dalla Facoltà di Scienze Politiche. L offerta didattica, articolata in quattro Corsi di studio, alcuni Master e un Dottorato di ricerca, è progettata con la finalità di formare figure professionali ai diversi livelli in possesso di competenze di tipo multidisciplinare e quindi in grado di rispondere alle esigenze espresse dal mercato del lavoro. Il significativo riscontro di tale offerta formativa si è manifestato negli anni scorsi nel numero costante di immatricolazioni, negli sbocchi occupazionali dei laureati e dall interesse espressamente mostrato dalle istituzioni e dal sistema produttivo del territorio. Tali elementi inducono a confermare le direttrici della proposta didattica sinora sviluppata, con la necessaria costante attenzione al potenziamento e alla razionalizzazione dell offerta formativa, alla luce delle linee di ricerca strategiche sopra indicate. Dall altro lato, consiste nella proposta innovativa di istituire un corso di laurea triennale in Ingegneria dell Informazione, recuperando un gap preoccupante che, nel corso degli anni si è venuto a creare presso l'ateneo di Sassari. Da un punto di vista geografico, infatti, l offerta formativa di ambito ingegneristico-informatico copre pressoché tutte le regioni italiane, inclusa la Sicilia (presente con corsi di laurea a Catania, Palermo e Messina) ma è solo parzialmente presente in Sardegna presso l'ateneo Cagliaritano (due lauree triennali interclasse L-8 ed L-9, ingegneria biomedica e ingegneria elettrica ed elettronica, di recente attivazione). La situazione sopra evidenziata è preoccupante se si considera che le tecnologie dell informazione assumono un ruolo chiave anche in molte discipline tradizionali (medicina, scienze della vita, chimica, agraria), nei processi produttivi, nelle comunicazioni e nelle attività a maggior valore aggiunto che caratterizzeranno l imminente futuro. Infine, tali tecnologie sono ampiamente compatibili con il contesto ambientale e sociale che caratterizza il territorio sardo; l'ingegneria dell'immateriale, così come vengono a volte definite le tecnologie ICT, annulla le distanze, elimina i problemi logistici, ricolloca l'isola al centro di una rete internazionale che non conosce limiti territoriali. Da sottolineare infine che la notevole omogeneità dell offerta formativa di natura ingegneristica

6 presso vari atenei nazionali garantisce una semplice configurazione del percorso didattico e un facile e ugualmente omogeneo accesso alle lauree di secondo livello, indipendentemente dalle sedi considerate. Corsi di laurea: Scienze della politica e dell amministrazione (L-16 / L-36); Scienze della comunicazione (L-20); Ingegneria dell informazione (L-8) Corsi di laurea magistrale: Politiche pubbliche e governance (LM-62); Comunicazione e pubbliche amministrazioni (LM-59 / LM-63) Dottorato: Dottorato in Governance e sistemi complessi (all interno della scuola di dottorato in Scienze sociali) Master: Master biennale di primo livello in Giornalismo Master di primo livello in Politiche Attive del lavoro e gestione delle risorse umane; Master di primo livello in Statistica applicata Master di primo livello in Economia e Finanza etica per lo sviluppo e la cooperazione Master di secondo livello in Valutazioni di politiche Spazi di lavoro, aule e laboratori didattici Il Dipartimento di Scienze Politiche, Scienze della Comunicazione e Ingegneria dell'informazione, in attesa che si rendano disponibili i locali attualmente occupati dalla facoltà di Farmacia, chiede per il proprio funzionamento la disponibilità: delle aule, laboratori didattici, informatici e multimediali e dei locali attualmente occupati dalla Facoltà di Scienze politiche, siti in viale Mancini 5; dei locali del Palazzo Zirolia (piazza Università) attualmente occupati dal DEIS; dei locali, siti al primo piano del Palazzo Segni (viale Umberto) attualmente occupati da una parte del Dipartimento di storia, nell ipotesi che i docenti attualmente afferenti al Dipartimento di Storia aderiscono al progetto di istituzione del Dipartimento di Scienze Politiche, Scienze della Comunicazione e Ingegneria dell'informazione. di ulteriori tre aule da almeno 60 posti più due aule da destinarsi ad attività seminariali e di laboratorio didattico (20-30 posti) presso il nuovo complesso didattico di Piandanna. dei locali attualmente occupati da parte dei proponenti presso il nuovo complesso didattico di Piandanna; di ulteriori spazi di lavoro (ufffici per otto docenti e circa sei assegnisti/dottorandi) presso il nuovo complesso didattico di Piandanna.

7 U N I V E R S I TA D E G L I S T U D I D I S A S S A R I S e t t o r e O r g a n i C o l l e g i a l i e A f f a r i G e n e r a l i U f f i c i o A f f a r i G e n e r a l i PERSONALE DOCENTE SEZIONE SCIENZE POLITICHE E DELLA COMUNICAZIONE COGNOME NOME SETTORI CONCORSUALI QUALIFICA 1. ANTENORE MARZIA 14/C2 RU 2. ARLACCHI GIUSEPPE 14/C1 PO 3. BANO FABRIZIO 12/B2 PA 4. BIANCO GIOVANNI 12/C1 PA 5. CIONI ELISABETTA 14/C2 PO 6. DERIU ROMINA 14/C1 RU 7. FADDA ANTONIO 14/C1 PO 8. GAGLIANO YVETTE 10/H1 Inc. 9. GARAU GIORGIO 13/D2 PO 10. GIANNICHEDDA MARIA G. 14/C1 RU 11. MAGRIN GABRIELE 14/B1 RU 12. MAZZETTE ANTONIETTA 14/D1 PO 13. MURA VIRGILIO 14/A1 PO 14. NIEDDU ANNA 14/B1 RU 15. PATRIZI PATRIZIA 11/E3 PO 16. PODDIGHE ELENA 12/E2 PA 17. PUDDINU PAOLO 14/B2 PO 18. RAGIONIERI RODOLFO 14/A2 PA 19. ROSENKRANZ LAURA 10/M2 RU 20. SANNA GUGLIELMO 11/A2 RU 21. SANNA PIERO 11/A2 PA 22. SANNA SILVIA 12/E1 PA 23. SAU RAFFAELLA 14/A1 PA 24. SODDU FRANCESCO 14/B1 PO 25. TEBALDI MAURO 14/A2 PA 26. TIDORE CAMILLO 14/D1 PA 27. TORIELLO FABIO 12/A1 PA 28. VITTORIA ALBERTINA 11/A3 PO

8 U N I V E R S I TA D E G L I S T U D I D I S A S S A R I S e t t o r e O r g a n i C o l l e g i a l i e A f f a r i G e n e r a l i U f f i c i o A f f a r i G e n e r a l i PERSONALE DOCENTE SEZIONE INGEGNERIA DELL'INFORMAZIONE COGNOME NOME SETTORI CONCORSUALI QUALIFICA 29. BELLAZZINI JACOPO 01/A3 RU 30. BRODO LINDA 01/B1 RU 31. BRUNETTI ANTONIO 02/B3 PA 32. CEREATTI ANDREA 09/G2 RU 33. DELLA CROCE UGO 09/G2 PO 34. GLADIALI FRANCESCA 01/A3 RU 35. GOLOSIO BRUNO 02/B3 RU 36. GROSSO ENRICO 09/H1 PO 37. LAGORIO ANDREA 09/H1 RU 38. PULINA LUCA 09/H1 RU 39. STEGEL GIOVANNI 01/A3 RU 40. STEGER TIM 01/A3 PO 41. TISTARELLI MASSIMO 09/H1 PO

9 U N I V E R S I TA D E G L I S T U D I D I S A S S A R I S e t t o r e O r g a n i C o l l e g i a l i e A f f a r i G e n e r a l i U f f i c i o A f f a r i G e n e r a l i Elenco dei Corsi di studio che il Dipartimento si propone di attivare - Corsi di laurea triennale: Scienze della politica e dell amministrazione (L-16 L-36); Scienze della comunicazione (L-20); Ingegneria dell informazione (L-8). - Corsi di laurea magistrale: Politiche pubbliche e governante (LM-62); Comunicazione e amministrazione (LM-59- LM-63). - Dottorato: Dottorato in Governance e sistemi complessi (all interno della scuola di dottorato in Scienze sociali) - Master: Master biennale di primo livello in Giornalismo Master di primo livello in Politiche Attive del lavoro e gestione delle risorse umane; Master di primo livello in Statistica applicata Master di primo livello in Economia e Finanza etica per lo sviluppo e la cooperazione Master di secondo livello in Valutazioni di politiche

Anno Accademico 2012-2013. Corso di laurea in Scienze della politica e dell amministrazione

Anno Accademico 2012-2013. Corso di laurea in Scienze della politica e dell amministrazione Università degli Studi di Sassari Facoltà di Scienze Politiche Dipartimento di Scienze Politiche, Scienze della Comunicazione e Ingegneria dell Informazione Anno Accademico 2012-2013 Corso di laurea in

Dettagli

Anno Accademico 2012-2013. Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione (Classe L-20 Scienze della comunicazione)

Anno Accademico 2012-2013. Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione (Classe L-20 Scienze della comunicazione) Università degli Studi di Sassari Facoltà di Scienze Politiche Dipartimento di Scienze Politiche, Scienze della Comunicazione e Ingegneria dell Informazione Anno Accademico 2012-2013 Corso di Laurea in

Dettagli

Facoltà di Scienze Politiche, Sociologia, Comunicazione

Facoltà di Scienze Politiche, Sociologia, Comunicazione a.a. 2014/2015 1 Facoltà di Scienze Politiche, Sociologia, Comunicazione La Facoltà si articola in tre Dipartimenti e offre venti corsi di laurea, fra triennali e magistrali. I corsi di laurea offerti

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale In Ingegneria Informatica Facoltà di Ingegneria Università degli Studi del Sannio

Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale In Ingegneria Informatica Facoltà di Ingegneria Università degli Studi del Sannio Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale In Ingegneria Informatica Facoltà di Ingegneria Università degli Studi del Sannio ART. 1 Definizioni 1. Ai sensi del presente Regolamento s intende:

Dettagli

f a c o l t à d i INGEGNERIA

f a c o l t à d i INGEGNERIA f a c o l t à d i INGEGNERIA UNIVERSITÀ politecnica delle marche facoltà di Via Brecce Bianche, 12 60131 Tel. 071 2204778 INGEGNERIA Per informazioni più approfondite relative alla didattica dei singoli

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA. Corso di laurea magistrale in Ingegneria Informatica e dell'automazione. Dipartimento di Ingegneria

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA. Corso di laurea magistrale in Ingegneria Informatica e dell'automazione. Dipartimento di Ingegneria UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Corso di laurea magistrale in Ingegneria Informatica e dell'automazione Dipartimento di Ingegneria Obiettivo didattico INGEGNERIA INFORMATICA E DELL'AUTOMAZIONE La Laurea

Dettagli

Università degli Studi di Perugia Dipartimento di Matematica e Informatica. Corso di Laurea Magistrale in Informatica. CLASSE LM18 (Informatica)

Università degli Studi di Perugia Dipartimento di Matematica e Informatica. Corso di Laurea Magistrale in Informatica. CLASSE LM18 (Informatica) Università degli Studi di Perugia Dipartimento di Matematica e Informatica Corso di Laurea Magistrale in Informatica CLASSE LM18 (Informatica) Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016 (Regolamento didattico

Dettagli

Percorso formativo in: Ingegneria gestionale. Corso di laurea triennale in: Corso di laurea magistrale in:

Percorso formativo in: Ingegneria gestionale. Corso di laurea triennale in: Corso di laurea magistrale in: Percorso formativo in: Ingegneria gestionale Corso di laurea triennale in: Ingegneria gestionale Corso di laurea magistrale in: Ingegneria gestionale CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INGEGNERIA GESTIONALE

Dettagli

Studiare alla Facoltà di Scienze Politiche, Sociologia, Comunicazione

Studiare alla Facoltà di Scienze Politiche, Sociologia, Comunicazione Studiare alla Facoltà di Scienze Politiche, Sociologia, Comunicazione a.a. 2012/2013 1 Facoltà di Scienze Politiche, Sociologia, Comunicazione La Facoltà si compone di tre aree didattiche. Ogni area eroga

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di INGEGNERIA

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di INGEGNERIA Università degli Studi di Bergamo Facoltà di INGEGNERIA Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Classe di appartenenza: L-8 Ingegneria dell Informazione Computer Science and Engineering REGOLAMENTO DIDATTICO

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di Scienze della Formazione

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di Scienze della Formazione Università degli Studi di Bergamo Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Laurea Magistrale in Scienze Pedagogiche Classe di appartenenza: LM - 85 Pedagogical Studies REGOLAMENTO DIDATTICO Art. 1

Dettagli

DOSSIER. Laurea Magistrale in

DOSSIER. Laurea Magistrale in DOSSIER Laurea Magistrale in Biologia e Tecnologie Cellulari Siti attuali: http://elearning2.uniroma1.it/course/index.p hp?categoryid=640 http://corsidilaurea.uniroma1.it/biologia-etecnologie-cellulari/il-corso

Dettagli

Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO

Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO del Corso di Laurea magistrale in DESIGN (Classe LM - 12 ) Anno Accademico di istituzione: 2009-2010 Art. 1. Organizzazione del corso di studio

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di INGEGNERIA

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di INGEGNERIA Università degli Studi di Bergamo Facoltà di INGEGNERIA Corso di Laurea Magistrale in INGEGNERIA INFORMATICA Classe di appartenenza: LM-32 INGEGNERIA INFORMATICA COMPUTER SCIENCE AND ENGINEERING REGOLAMENTO

Dettagli

Dipartimento Economia e Impresa

Dipartimento Economia e Impresa Dipartimento Economia e Impresa 1 Dipartimento Economia e Impresa Il Dipartimento Economia e Impresa dell Università di Catania articola la propria offerta formativa in corsi di laurea, corsi di laurea

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SULLE PROPOSTE DI ISTITUZIONE DEI NUOVI CORSI DI LAUREA SPECIALISTICA (articolo 2, comma 4 D.P.R. n.25/98)

RELAZIONE TECNICA SULLE PROPOSTE DI ISTITUZIONE DEI NUOVI CORSI DI LAUREA SPECIALISTICA (articolo 2, comma 4 D.P.R. n.25/98) UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI RELAZIONE TECNICA SULLE PROPOSTE DI ISTITUZIONE DEI NUOVI CORSI DI LAUREA SPECIALISTICA (articolo 2, comma 4 D.P.R. n.25/98) ANNO ACCADEMICO 2003-2004 Nucleo di Valutazione

Dettagli

I requisiti minimi per i corsi di studio universitari

I requisiti minimi per i corsi di studio universitari MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Comitato nazionale per la valutazione del sistema universitario I requisiti minimi per i corsi di studio universitari - dicembre 2005 - DOC 19/05

Dettagli

LAUREA e LAUREA MAGISTRALE in INGEGNERIA INFORMATICA D.M. 270/04. a cura di Letizia Leonardi, Presidente Consiglio Interclasse

LAUREA e LAUREA MAGISTRALE in INGEGNERIA INFORMATICA D.M. 270/04. a cura di Letizia Leonardi, Presidente Consiglio Interclasse LAUREA e LAUREA MAGISTRALE in INGEGNERIA INFORMATICA D.M. 270/04 a cura di Letizia Leonardi, Presidente Consiglio Interclasse POSTER (1/2) Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Facoltà di Ingegneria

Dettagli

Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/2015. Senato Accademico 21/07/2015. Comitato Esecutivo 23/07/2015

Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/2015. Senato Accademico 21/07/2015. Comitato Esecutivo 23/07/2015 Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/2015 Senato Accademico 21/07/2015 Comitato Esecutivo 23/07/2015 REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA BIOMEDICA INDICE

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI di MESSINA Dipartimento di Ingegneria Elettronica, Chimica e Ingegneria Industriale Contrada Di Dio, 98166 - Messina (ITALIA)

UNIVERSITA' DEGLI STUDI di MESSINA Dipartimento di Ingegneria Elettronica, Chimica e Ingegneria Industriale Contrada Di Dio, 98166 - Messina (ITALIA) UNIVERSITA' DEGLI STUDI di MESSINA Dipartimento di Ingegneria Elettronica, Chimica e Ingegneria Industriale Contrada Di Dio, 98166 - Messina (ITALIA) DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA ELETTRONICA, CHIMICA E INGEGNERIA

Dettagli

Internazionalizzazione dell Offerta Formativa. Programmi di studio integrati e Corsi di studio in lingua inglese

Internazionalizzazione dell Offerta Formativa. Programmi di studio integrati e Corsi di studio in lingua inglese Internazionalizzazione dell Offerta Formativa Programmi di studio integrati e Corsi di studio in lingua inglese Negli ultimi decenni, la riforma universitaria ha modificato in modo radicale la visione

Dettagli

Politiche di Ateneo e Programmazione Università di Ferrara

Politiche di Ateneo e Programmazione Università di Ferrara Politiche di Ateneo e Programmazione Università di Ferrara Le linee di indirizzo dell Università di Ferrara sono state definite già a partire dal piano strategico triennale 2010-2012: garantire la qualità

Dettagli

Regolamento Didattico. Corso di Laurea Magistrale Interateneo (Università del Sannio e Università Federico II di Napoli) in Ingegneria Energetica

Regolamento Didattico. Corso di Laurea Magistrale Interateneo (Università del Sannio e Università Federico II di Napoli) in Ingegneria Energetica Regolamento Didattico Corso di Laurea Magistrale Interateneo (Università del Sannio e Università Federico II di Napoli) in Ingegneria Energetica Sede amministrativa: Università degli Studi del Sannio ART.

Dettagli

Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/2015. Senato Accademico 21/07/2015. Comitato Esecutivo 23/07/2015

Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/2015. Senato Accademico 21/07/2015. Comitato Esecutivo 23/07/2015 Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/2015 Senato Accademico 21/07/2015 Comitato Esecutivo 23/07/2015 REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA INDUSTRIALE INDICE TITOLO

Dettagli

È possibile caratterizzare un percorso formativo per gli studenti sulla base di due aree di specializzazione (indirizzi):

È possibile caratterizzare un percorso formativo per gli studenti sulla base di due aree di specializzazione (indirizzi): Percorsi per la Laurea Magistrale in Informatica Percorso Video Game Docenti di riferimento: Dario Maggiorini, Laura Anna Ripamonti Sede di erogazione: Milano LIKE THIS! Obiettivi generali Il mercato dei

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Regolamento didattico del corso di studio per il conseguimento della laurea in Scienza dei Materiali. Art.1 - Norme generali...1 Art.2 - Obiettivi formativi...2 1. Obiettivi specifici del corso...2 2.

Dettagli

LA FACOLTA DI SCIENZE COGNITIVE 17

LA FACOLTA DI SCIENZE COGNITIVE 17 LA FACOLTA DI SCIENZE COGNITIVE 17 INTERVISTA A REMO JOB, COORDINATORE DEL POLO DI ROVERETO Presso il Polo di Rovereto dell Università degli Studi di Trento è stata recentemente istituita la Facoltà di

Dettagli

Università Telematica Internazionale Uninettuno Nucleo di Valutazione. Rilevazione sulle opinioni degli studenti a.a. 2011/12 aprile 2013

Università Telematica Internazionale Uninettuno Nucleo di Valutazione. Rilevazione sulle opinioni degli studenti a.a. 2011/12 aprile 2013 Università Telematica Internazionale Uninettuno Nucleo di Valutazione Rilevazione sulle opinioni degli studenti a.a. 2011/12 aprile 2013 1. IL QUESTIONARIO E LA SOMMINISTRAZIONE AGLI STUDENTI... 2 1.1

Dettagli

Università degli Studi di Firenze. Laurea Magistrale in INGEGNERIA DELLE TELECOMUNICAZIONI

Università degli Studi di Firenze. Laurea Magistrale in INGEGNERIA DELLE TELECOMUNICAZIONI Università degli Studi di Firenze Laurea Magistrale in INGEGNERIA DELLE TELECOMUNICAZIONI D.M. 22/10/2004, n. 270 Regolamento didattico - anno accademico 2014/2015 1 Premessa Denominazione del corso Denominazione

Dettagli

Percorso Video Game. Percorsi per la Laurea Magistrale in Informatica. Obiettivi generali. Sbocchi professionali

Percorso Video Game. Percorsi per la Laurea Magistrale in Informatica. Obiettivi generali. Sbocchi professionali Percorsi per la Laurea Magistrale in Informatica Percorso Video Game Docenti di riferimento: Dr. Dario Maggiorini, Dr. Laura Anna Ripamonti Sede di erogazione: Milano Obiettivi generali Il mercato dei

Dettagli

SCIENZE FILOSOFICHE E DELLA COMUNICAZIONE

SCIENZE FILOSOFICHE E DELLA COMUNICAZIONE 66 Corso di Laurea Magistrale in SCIENZE FILOSOFICHE E DELLA COMUNICAZIONE (Classe LM-78 - ex D.M. 270/04) Obiettivi formativi qualificanti della classe: LM-78 Scienze filosofiche I laureati nei corsi

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI CAGLIARI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI CAGLIARI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO Prot. n. 3553/2011 Cagliari, 18/11/2011 Ai Dirigenti Scolastici Istituzioni Scolastiche degli Istituti Secondari Superiori della

Dettagli

Corso di Formazione in Cyber Security. Edizione 2014-2015 Cosenza

Corso di Formazione in Cyber Security. Edizione 2014-2015 Cosenza Corso di Formazione in Cyber Security Edizione 2014-2015 Cosenza Introduzione Il miglior minuto che si spende è quello investito nelle persone Nella società interconnessa che basa su Internet quasi tutti

Dettagli

INTERNATIONAL HR MANAGEMENT

INTERNATIONAL HR MANAGEMENT MASTER IHRM INTERNATIONAL HR MANAGEMENT Gestire Persone e Culture nelle Imprese Internazionali Building Global Talents. Yours. Master universitario di primo livello Facoltà di Economia Facoltà di Scienze

Dettagli

FACOLTÀ DI INGEGNERIA MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2012/2013 CONFORME AL D.M. 270

FACOLTÀ DI INGEGNERIA MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2012/2013 CONFORME AL D.M. 270 4 FACOLTÀ DI INGEGNERIA MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 20/2013 CONFORME AL D.M. 270 Il Consiglio della Facoltà di Ingegneria, nella seduta del 31 maggio 20, ha approvato il seguente Manifesto annuale degli

Dettagli

Nell ambito dei vari corsi caratterizzanti l indirizzo saranno promosse attività di gruppo e seminariali.

Nell ambito dei vari corsi caratterizzanti l indirizzo saranno promosse attività di gruppo e seminariali. Indirizzi Laurea Magistrale in Matematica INDIRIZZO di LOGICA MATEMATICA L indirizzo logico si propone un duplice obiettivo: 1) la formazione di un laureato in grado di affrontare problemi di natura combinatoriale,

Dettagli

Relazione sul soddisfacimento dei requisiti necessari dei corsi di studio della Facoltà di Ingegneria. Anno Accademico 2008-2009

Relazione sul soddisfacimento dei requisiti necessari dei corsi di studio della Facoltà di Ingegneria. Anno Accademico 2008-2009 Relazione sul soddisfacimento dei requisiti necessari dei corsi di studio della Facoltà di Ingegneria Anno Accademico 2008-2009 Premessa Con il recente D.M. n. 544/2007, il MiUR ha definito i requisiti

Dettagli

Scuola di Scienze e Tecnologie. corso di laurea (I livello) Matematica e applicazioni

Scuola di Scienze e Tecnologie. corso di laurea (I livello) Matematica e applicazioni Scuola di Scienze e Tecnologie corso di laurea (I livello) Matematica e applicazioni L-35 3 anni sede UNICAM: Camerino crediti complessivi da acquisire: 180 www.unicam.mat.it www.sst.unicam.it/sst/ Presentazione

Dettagli

Università Federico II, Napoli Facoltà di Scienze Corsi di Studio in Fisica

Università Federico II, Napoli Facoltà di Scienze Corsi di Studio in Fisica Università Federico II, Napoli Facoltà di Scienze Corsi di Studio in Fisica I Corsi di Studio in Fisica comprendono quattro percorsi didattici. Al termine di ciascun percorso si consegue uno dei seguenti

Dettagli

Università degli Studi di Firenze. Laurea Magistrale in INGEGNERIA INFORMATICA

Università degli Studi di Firenze. Laurea Magistrale in INGEGNERIA INFORMATICA Università degli Studi di Firenze Laurea Magistrale in INGEGNERIA INFORMATICA D.M. 22/10/2004, n. 270 Regolamento didattico - anno accademico 2014/2015 1 Premessa Denominazione del corso Denominazione

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

Sede: Dipartimento di Fisica, via Madonna delle Carceri 9, tel (+39) 0737 402529, fax (+39) 0737 402853

Sede: Dipartimento di Fisica, via Madonna delle Carceri 9, tel (+39) 0737 402529, fax (+39) 0737 402853 Classe: 25 - Scienze e Tecnologie Fisiche Sede: Dipartimento di Fisica, via Madonna delle Carceri 9, tel (+39) 0737 402529, fax (+39) 0737 402853 Indirizzo Internet di riferimento: https://didattica.unicam.it/esse3/corsodistudio.do?cod_lingua=ita&cds_id=67

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA DELLE TELECOMUNICAZIONI

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA DELLE TELECOMUNICAZIONI CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA DELLE TELECOMUNICAZIONI PARTE PRIMA DATI GENERALI Facoltà di Ingegneria dell Università degli Studi di Cagliari Corso di Laurea Magistrale in: Ingegneria delle

Dettagli

INTERFACOLTÀ IN SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE

INTERFACOLTÀ IN SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE Anno accademico 2010/2011 ECONOMIA FARMACIA GIURISPRUDENZA INGEGNERIA LETTERE E FILOSOFIA MEDICINA E CHIRURGIA MUSICOLOGIA SCIENZE MM. FF. NN. SCIENZE POLITICHE http://cim.unipv.it/web/ INTERFACOLTÀ IN

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA Allegato 1-bis Requisiti minimi - docenza di ruolo I requisiti minimi di docenza di ruolo sono stabiliti in relazione ai criteri, appresso indicati, sulla base dei documenti del Comitato doc. 17/01, doc.

Dettagli

Bando per il Master Universitario di 2 livello in e-health

Bando per il Master Universitario di 2 livello in e-health Bando per il Master Universitario di 2 livello in e-health L Università degli Studi di Camerino (UNICAM), Anno accademico 2010/2011 VISTO lo Statuto, emanato con Decreto Rettorale n. 148 del 25 febbraio

Dettagli

COME CAMBIA L UNIVERSITA. Liceo Giulio Casiraghi

COME CAMBIA L UNIVERSITA. Liceo Giulio Casiraghi COME CAMBIA L UNIVERSITA Liceo Giulio Casiraghi La legislazione Decreto Quadro 509 del 3 novembre 1999 (G.U. 4 gennaio 2000) Decreto Ministeriale 245 del 4 agosto 2000 - Determinazione delle classi delle

Dettagli

Università degli Studi di Firenze. Laurea Magistrale in INGEGNERIA BIOMEDICA

Università degli Studi di Firenze. Laurea Magistrale in INGEGNERIA BIOMEDICA Università degli Studi di Firenze Laurea Magistrale in INGEGNERIA BIOMEDICA D.M. 22/10/2004, n. 270 Regolamento didattico - anno accademico 2014/2015 1 Premessa Denominazione del corso Denominazione del

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO. Professione docente e disabilità

REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO. Professione docente e disabilità REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO Professione docente e disabilità Direttore del corso: Giuseppe Bertagna Direttore del Centro di Ateneo per la Qualità dell Insegnamento

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Regolamento didattico del corso di studio per il conseguimento della laurea in Ingegneria Informatica in vigore dall'anno accademico 2010/2011 Art.1 - Norme generali...1 Art.2 - Obiettivi formativi...2

Dettagli

Guida di orientamento. Preside Prof. Girolamo cirrincione

Guida di orientamento. Preside Prof. Girolamo cirrincione Guida di orientamento FAcoltA di FArmAciA Preside Prof. Girolamo cirrincione Roberto Lagalla Lettera del Rettore dell Università degli Studi di Palermo In questa prospettiva si sono incrementate le occasioni

Dettagli

Manifesto degli Studi A.A. 2013-2014 per Studenti a Tempo Pieno

Manifesto degli Studi A.A. 2013-2014 per Studenti a Tempo Pieno UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO Manifesto degli Studi A.A. 2013-2014 per Studenti a Tempo Pieno Classe delle Lauree n. L-31 Scienze e tecnologie informatiche LAUREA IN: INFORMATICA sede di Brindisi

Dettagli

Corso di laurea triennale in Disegno industriale e multimedia classe L-4 a.a. 2013-2014 Rapporto 2014

Corso di laurea triennale in Disegno industriale e multimedia classe L-4 a.a. 2013-2014 Rapporto 2014 Corso di laurea triennale in Disegno industriale e multimedia classe L-4 a.a. 2013-2014 Rapporto 2014 Direttore del corso: prof.ssa Laura Badalucco Servizio Quality Assurance e gestione banche dati ministeriali

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale Interateneo in Fisica Manifesto degli Studi A.A. 2015/2016

Corso di Laurea Magistrale Interateneo in Fisica Manifesto degli Studi A.A. 2015/2016 Corso di Laurea Magistrale Interateneo in Fisica Manifesto degli Studi A.A. 2015/2016 Indice: Premessa, Borse di studio, Internazionalizzazione 1) Titoli accademici 2) Requisiti di ammissione 3) Periodo

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO SCHEDA RELATIVA ALLA PROPOSTA DI ISTITUZIONE DI MASTER UNIVERSITARIO BIENNALE A.A. 2013-2014 e 2014-2015 DENOMINAZIONE DEL CORSO ORGANIZZAZIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE LIVELLO DEL MASTER (selezionare

Dettagli

FOTO. Facoltà di Lettere XXXXX e Filosofia. Laurea magistrale. Servizio orientamento. Brescia a.a. 2014-2015. www.unicatt.it. Percorsi Formativi

FOTO. Facoltà di Lettere XXXXX e Filosofia. Laurea magistrale. Servizio orientamento. Brescia a.a. 2014-2015. www.unicatt.it. Percorsi Formativi Percorsi Formativi Facoltà di Lettere XXXXX e Filosofia Servizio orientamento FOTO Brescia - Via Trieste, 17 Scrivi a orientamento-bs@unicatt.it Telefona al numero 030 2406 246 Siamo aperti lunedì, martedì,

Dettagli

Scienze XXXXX linguistiche e letterature straniere FOTO. Facoltà di. Laurea triennale. Servizio orientamento. Milano a.a. 2013-2014. www.unicatt.

Scienze XXXXX linguistiche e letterature straniere FOTO. Facoltà di. Laurea triennale. Servizio orientamento. Milano a.a. 2013-2014. www.unicatt. Percorsi Formativi Facoltà di Scienze XXXXX linguistiche e letterature straniere Servizio orientamento FOTO Milano - Largo A. Gemelli, 1 Scrivi a servizio.orientamento@unicatt.it Telefona al numero 02

Dettagli

Scaricato da http://www.italiaoggi.it Tutti i diritti riservati ai legittimi titolari

Scaricato da http://www.italiaoggi.it Tutti i diritti riservati ai legittimi titolari D i s c i p l i n a C o r s i d i l a u r e a m a g i s t r a l i Art. 1 1. Il presente decreto definisce, ai sensi dell'articolo 4 del decreto ministeriale 22 ottobre 2004, n. 270, le classi dei corsi

Dettagli

CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE (L-24)

CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE (L-24) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE (L-24) LAUREA TRIENNALE INTERATENEO TRA L UNIVERSITÀ DI MODENA E REGGIO EMILIA (SEDE AMMINISTRATIVA) E L UNIVERSITÀ

Dettagli

Studiare alla Facoltà di Architettura

Studiare alla Facoltà di Architettura Studiare alla Facoltà di Architettura a.a. 2012/2013 1 Facoltà di Architettura Indice dei corsi Architettura c.u. Scienze dell Architettura, con curricula in Architettura e Paesaggio Disegno Industriale

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA INFORMATICA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA DELL AUTOMAZIONE

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA INFORMATICA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA DELL AUTOMAZIONE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI LECCE FACOLTA DI INGEGNERIA Corso di Laurea in Ingegneria Informatica/Automazione (Ad esaurimento) Sbocchi occupazionali Le ragioni che hanno spinto ad attivare questo corso di

Dettagli

SPECIFICAZIONI SUL RICONOSCIMENTO DEI REQUISITI DEI SOGGETTI ABILITATI ALLA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI.

SPECIFICAZIONI SUL RICONOSCIMENTO DEI REQUISITI DEI SOGGETTI ABILITATI ALLA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI. SPECIFICAZIONI SUL RICONOSCIMENTO DEI REQUISITI DEI SOGGETTI ABILITATI ALLA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI. il Referente - Arch. Patrizia Ferrarotti Il DPR 16-04-, n.75 disciplina all art. 2 l

Dettagli

Noto Città Universitaria

Noto Città Universitaria Noto Città Universitaria Università di Messina - Sede di Noto Un occasione da non perdere Vademecum Offerta Formativa Lauree Triennali Scienze dell Educazione e della Formazione (classe L-19) Scienze della

Dettagli

Conferenza di Ateneo sulla Didattica La valutazione della qualità della didattica 26 febbraio 2015 Dipartimento di Filosofia Comunicazione Spettacolo

Conferenza di Ateneo sulla Didattica La valutazione della qualità della didattica 26 febbraio 2015 Dipartimento di Filosofia Comunicazione Spettacolo Conferenza di Ateneo sulla Didattica La valutazione della qualità della didattica 26 febbraio 2015 Dipartimento di Filosofia Comunicazione Spettacolo All interno del Dipartimento di Filosofia, Comunicazione

Dettagli

Orientamento Universitario

Orientamento Universitario 1 Orientamento Universitario Moduli di Orientamento Simulazioni e Test per l accesso alle Facoltà a numero chiuso Corsi di Preparazione ai Test di ammissione la chiave per il numero chiuso 2 Indice Orientamento

Dettagli

La Scuola Superiore Sant Anna e il Concorso per Allievo Ordinario.

La Scuola Superiore Sant Anna e il Concorso per Allievo Ordinario. La Scuola Superiore Sant Anna e il Concorso per Allievo Ordinario. STUDIARE AL SANT ANNA I Corsi ordinari e il concorso di ammissione La Scuola Superiore Sant Anna è un università speciale, un istituto

Dettagli

Mantova, città universitaria a misura di studente. Comune Universitario proponente/capofila: Comune di Mantova

Mantova, città universitaria a misura di studente. Comune Universitario proponente/capofila: Comune di Mantova ALLEGATO E PROGETTO ESECUTIVO Mantova, città universitaria a misura di studente Comune Universitario proponente/capofila: Comune di Mantova 1. DATI PROGETTO Nome del Progetto: Mantova, città universitaria

Dettagli

CLASSI DI LAUREA MAGISTRALE

CLASSI DI LAUREA MAGISTRALE Allegato D CLASSI DI LAUREA MAGISTRALE CLASSI DI LAUREA MAGISTRALE INDIRIZZO DI LAUREA MACROAREA ASSEGNATA LM-1 ANTROPOLOGIA CULTURALE ED ETNOLOGIA LM-2 ARCHEOLOGIA LM-3 ARCHITETTURA DEL PAESAGGIO LM-4

Dettagli

Comunicare il Turismo Sostenibile

Comunicare il Turismo Sostenibile UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA DIPARTIMENTO DI SOCIOLOGIA E RICERCA SOCIALE Comunicare il Turismo Sostenibile Master di primo livello Università degli Studi di Milano-Bicocca a.a. 2012-2013 /

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Chimiche

Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Chimiche Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Chimiche Articolo 1 - Denominazione del Corso e Classe di appartenenza È istituito presso l Università degli Studi della Basilicata il Corso

Dettagli

I4M LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA MECCANICA

I4M LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA MECCANICA Ordine degli Studi a.a. 2015/201 I4M LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA MECCANICA 1. CARATTERISTICHE DEL CORSO CLASSE DI CORSO: LM-33 Ingegneria meccanica NORMATIVA DI RIFERIMENTO: DM 270/2004 DIPARTIMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DELLA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE

REGOLAMENTO DIDATTICO DELLA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE REGOLAMENTO DIDATTICO DELLA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE SEZIONE I - NORME GENERALI E COMUNI CAPO I - DENOMINAZIONE E ORGANI Art. 1 - Denominazione dei corsi di laurea e classi di riferimento Art.

Dettagli

Polo funzionale 11 Università

Polo funzionale 11 Università Polo funzionale 11 Università Comune: Ravenna Fig.1 INQUADRAMENTO TERRITORIALE Polo n. 11-1 Fig.2 INQUADRAMENTO URBANO Scala 1:10.000 ELENCO UNITÀ DEL POLO FUNZIONALE: Famiglia attività (l.r. 20/2000):

Dettagli

Il successo degli studenti del liceo Cornaro all Università di Padova nell anno accademico 2010-11

Il successo degli studenti del liceo Cornaro all Università di Padova nell anno accademico 2010-11 Il successo degli studenti del liceo Cornaro all Università di Padova nell anno accademico 2010-11 Materiali per l autovalutazione e la rendicontazione sociale Settembre 2011 Il successo degli studenti

Dettagli

Scuola di Scienze e Tecnologie. corso di laurea (I livello) Fisica

Scuola di Scienze e Tecnologie. corso di laurea (I livello) Fisica Scuola di Scienze e Tecnologie corso di laurea (I livello) Fisica L-30 3 anni sede: Camerino via Madonna delle Carceri 9 crediti complessivi da acquisire: 180 www.unicam.it www.sst.unicam.it/sst Presentazione

Dettagli

Cara Studentessa Caro Studente

Cara Studentessa Caro Studente Cara Studentessa Caro Studente questo fascicolo vuole offrirti le informazioni essenziali per iscriverti all Università di Enna. Il fatto che tu lo abbia già tra le mani indica che hai pensato di potere

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Psicologia

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Psicologia UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA Facoltà di Psicologia Corso di laurea interclasse in Comunicazione e Psicologia Laurea in comunicazione (L-20) Laurea in psicologia (L-24) DESCRIZIONE E' istituito

Dettagli

UNIVERSITÀ DI CATANIA REGOLAMENTO DIDATTICO

UNIVERSITÀ DI CATANIA REGOLAMENTO DIDATTICO UNIVERSITÀ DI CATANIA REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO di LAUREA MAGISTRALE in INGEGNERIA MECCANICA approvato dal Senato Accademico nella seduta del 22 ottobre 2013 1. DATI GENERALI 1.1 Dipartimento Dipartimento

Dettagli

LINEE GUIDA PER L ISTITUZIONE E L ATTIVAZIONE DEI CORSI DI STUDIO AI SENSI DEL D.M. 270/04 OBIETTIVI GENERALI OBIETTIVI SPECIFICI

LINEE GUIDA PER L ISTITUZIONE E L ATTIVAZIONE DEI CORSI DI STUDIO AI SENSI DEL D.M. 270/04 OBIETTIVI GENERALI OBIETTIVI SPECIFICI LINEE GUIDA PER L ISTITUZIONE E L ATTIVAZIONE DEI CORSI DI STUDIO AI SENSI DEL D.M. 270/04 primo livello: OBIETTIVI GENERALI - incrementare il numero dei laureati - ridurre gli abbandoni avvicinando la

Dettagli

Documento di Programmazione strategica triennale del Dipartimento di Scienze della Formazione, Scienze Umane e della Comunicazione Interculturale

Documento di Programmazione strategica triennale del Dipartimento di Scienze della Formazione, Scienze Umane e della Comunicazione Interculturale Documento di Programmazione strategica triennale del Dipartimento di Scienze della Formazione, Scienze Umane e della Comunicazione Interculturale 1 1. Il Dipartimento Il DSFUCI, dopo un processo di riprogettazione

Dettagli

La laurea giusta per trovare

La laurea giusta per trovare La laurea giusta per trovare un lavoro stabile e soddisfacente Diplomati e laureati: quanti trovano lavoro Con un titolo di studio elevato si riesce a trovare lavoro più facilmente. Lo confermano i risultati

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SEGRETERIA DIREZIONE GENERALE DR/2014/1027 del 11/04/2014 Firmatari: MARRELLI Massimo IL RETTORE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SEGRETERIA DIREZIONE GENERALE DR/2014/1027 del 11/04/2014 Firmatari: MARRELLI Massimo IL RETTORE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II DR/2014/1027 del 11/04/2014 Firmatari: MARRELLI Massimo U.S.R. IL RETTORE VISTO VISTO VISTO VISTO VISTA VISTA VISTA VISTA VISTA VISTA il vigente Statuto dell

Dettagli

ATTIVITA DI AGGIORNAMENTO E FORMAZIONE DOCENTI

ATTIVITA DI AGGIORNAMENTO E FORMAZIONE DOCENTI ATTIVITA DI AGGIORNAMENTO E FORMAZIONE DOCENTI RESPONSABILITÀ EDUCATIVA Perseguire l innovazione didattica con efficacia, praticando sperimentazioni e attivando corsi di formazione che consentano alla

Dettagli

QUESTIONARIO. Grazie

QUESTIONARIO. Grazie QUESTIONARIO Il questionario, anonimo, serve a rilevare in modo sistematico le opinioni degli studenti che hanno completato un corso di studi. Queste conoscenze potranno aiutare a valutare la qualità dei

Dettagli

7. IULM: REPORT STATISTICO

7. IULM: REPORT STATISTICO 7. IULM: REPORT STATISTICO D A T I D I S I N T E S I 13 Aprile 2015 - Inaugurazione a.a. 2014/15 2 Area Statistica, Valutazione e Qualità Università IULM Via Carlo Bo, 1 20143 Milano Tel. 02.89141.2393

Dettagli

INTERNATIONAL HR MANAGEMENT (Master IHRM) Gestire persone e culture nelle Imprese Internazionali

INTERNATIONAL HR MANAGEMENT (Master IHRM) Gestire persone e culture nelle Imprese Internazionali Facoltà di Economia Facoltà di Scienze Linguistiche e Letterature Straniere Corso di Master Universitario Interfacoltà di primo livello in INTERNATIONAL HR MANAGEMENT (Master IHRM) Gestire persone e culture

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL AQUILA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA LM / 85 BIS

UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL AQUILA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA LM / 85 BIS UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL AQUILA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA LM / 85 BIS PROGETTO DI TIROCINIO L istituzione del nuovo Corso di Laurea in Scienze

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16

PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16 PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16 SECONDO BIENNIO Disciplina: INFORMATICA La disciplina Informatica concorre a far conseguire allo

Dettagli

A. Tarsia in Curia/Turismo e Psicologia 2 (2009) 365-372

A. Tarsia in Curia/Turismo e Psicologia 2 (2009) 365-372 La formazione turistica universitaria in Italia 365 Amedeo Tarsia in Curia Touring Club Italiano Abstract: Il boom dei corsi di laurea in turismo sembra essersi esaurito. Dopo anni di entusiasmo, l attuale

Dettagli

Business Administration for Arts and Cultural Events

Business Administration for Arts and Cultural Events Master Courses 2012/2013 Business Administration for Arts and Cultural Events Istituto Europeo di Design Business Administration for Arts and Cultural Events OBIETTIVI Il mondo dell arte e i suoi mercati

Dettagli

! "!! # $! % $ % &!!! '( & )* ' &!! '( +,! "! - $%!!!.! / &!' &% 0 '(!!!! )* $! " &!! 0 '

! !! # $! % $ % &!!! '( & )* ' &!! '( +,! ! - $%!!!.! / &!' &% 0 '(!!!! )* $!  &!! 0 ' " # $ % $ % & '( & )* ' & '( & ' +, " - $%. / & ' &% 0 '( )* $ " & 0 ' -, " - $ 10 2 " + ", &32' &456' - % 6, 2 +, " 524+& ' " 7 8 " $ - # " % 9 & ' ( & ' : " 2 ", " - % )* 0 ; 6: : " # ". / - 0, ) "#

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di INGEGNERIA

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di INGEGNERIA Università degli Studi di Bergamo Facoltà di INGEGNERIA Corso di Laurea Magistrale in INGEGNERIA MECCANICA Classe di appartenenza: LM-33 - INGEGNERIA MECCANICA MECHANICAL ENGINEERING REGOLAMENTO DIDATTICO

Dettagli

Corso di laurea in Scienze della Comunicazione

Corso di laurea in Scienze della Comunicazione 12-nov-15 12.52 Calendario lezioni I semestre Facoltà di Scienze Politiche Corso di laurea in Scienze della Comunicazione Comunicazione internazionale SC-L20 Schirru Carlo 02/11/2015 17.00.00 19.00.00

Dettagli

II Facoltà di Ingegneria

II Facoltà di Ingegneria II Facoltà di Ingegneria La II Facoltà di Ingegneria è una Facoltà giovane come te, in continua evoluzione, dove le nuove idee sono di casa. Ti offre la possibilità di seguire, sin dal primo anno, un percorso

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN DIGITAL CONTENT CREATION A.A. 2015/16

MASTER UNIVERSITARIO IN DIGITAL CONTENT CREATION A.A. 2015/16 MASTER UNIVERSITARIO IN DIGITAL CONTENT CREATION A.A. 2015/16 Livello I ANAGRAFICA DEL CORSO - A Durata Annuale CFU 60 Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Dipartimento/Ente di appartenenza/professione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA INTERDIPARTIMENTALE IN SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE. Communication sciences

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA INTERDIPARTIMENTALE IN SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE. Communication sciences UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA INTERDIPARTIMENTALE IN SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE Communication sciences CLASSE DI LAUREA L-20 Ai sensi del D.M. n.270/2004

Dettagli

INGEGNERIA dell INFORMAZIONE

INGEGNERIA dell INFORMAZIONE INGEGNERIA dell INFORMAZIONE 1 L ingegneria dell Informazione è ovunque!!! o Comunicazione: o Internet: o Intrattenimento: o Elettromedicale: o Automotive: ABS, EPS, Dov`è l ingegneria dell informazione?

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA. Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Industriale Classe LM-33 a.a.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA. Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Industriale Classe LM-33 a.a. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Industriale Classe LM-33 a.a. 2014-2015 TITOLO I Dati generali ARTICOLO 1 Funzioni e struttura del Corso

Dettagli

Università degli Studi di Siena

Università degli Studi di Siena Università degli Studi di Siena Corsi di Laurea Magistrale per l insegnamento nella scuola secondaria di primo grado istituiti in base al D.M. 249 del 10 settembre 2010 Estratti dagli Ordinamenti Didattici

Dettagli