REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA"

Transcript

1 C O M U N E D I L U G O D I V I C E N Z A PROVINCIA DI VICENZA Piazza XXV Aprile, 28 REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Approvato con delibera di C.C. n. 14 del 31/03/2015

2 INDICE TITOLO I FINALITA E DESCRIZIONE DEL SERVIZIO Art. 1 Oggetto pag. 3 Art. 2 Destinatari del servizio pag. 3 Art. 3 Organizzazione e funzionamento pag. 3 Art. 4 Menu pag. 4 TITOLO II SERVIZIO MENSA SCUOLA DELL INFANZIA Art. 5 Utenza e servizi offerti pag. 4 Art. 6 Accesso al servizio e modalità di prenotazione dei pasti pag. 4 Art. 7 Tariffe, modalità di pagamento, morosità pag. 5 TITOLO III SERVIZIO MENSA SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI 1^ GRADO Art. 8 Utenza e servizi offerti pag. 5 Art. 9 Accesso al servizio e modalità di prenotazione dei pasti pag. 5 Art. 10 Tariffe, modalità di pagamento, morosità pag. 6 TITOLO IV COMMISSIONE MENSA Art. 11 Commissione mensa pag. 6 Art. 12 Composizione e funzionamento della Commissione mensa pag. 6 Art. 13 Funzioni della Commissione mensa pag. 6 TITOLO V ALTRE DISPOSIZIONI Art. 14 Norme comportamentali pag. 7 Art. 15 Accettazione del Regolamento pag. 7 Art. 16 Rinvio pag. 7 Art. 17 Entrata in vigore pag. 7 2

3 TITOLO I FINALITA E DESCRIZIONE DEL SERVIZIO Art. 1 Oggetto 1. Il presente Regolamento disciplina l organizzazione e i criteri di accesso al servizio di mensa scolastica fornito agli alunni che frequentano le scuole statali dell infanzia, primaria e secondaria di 1 grado del Comune di Lugo di Vicenza, laddove il servizio è istituito e funzionante. 2. La refezione scolastica è un servizio pubblico a domanda individuale finalizzato a favorire l adempimento dell obbligo scolastico e ad assicurare agli alunni la partecipazione all attività scolastica per l intera giornata. 3. Il servizio si propone inoltre obiettivi di educazione alimentare con la predisposizione di diete elaborate da esperti della nutrizione e della dietetica e studiate nel rispetto dell età e della salute degli alunni, delle linee di indirizzo nazionale per la ristorazione scolastica e delle Linee guida per il miglioramento della sicurezza e della qualità nutrizionale nella ristorazione scolastica della Regione Veneto, compatibilmente con le disposizioni previste dalle Leggi Finanziarie e con le effettive disponibilità di bilancio. 4. L Amministrazione comunale si impegna affinché la corretta gestione mantenga alto il livello del servizio offerto e vengano promosse iniziative volte a sviluppare una corretta educazione alimentare negli alunni e nei genitori. ART. 2 Destinatari del servizio 1. Sono ammessi ad usufruire del Servizio Mensa Scolastica: a) gli alunni delle scuole statali del Comune di Lugo di Vicenza, frequentanti le strutture scolastiche dove è funzionante il Servizio Mensa Scolastica; b) i ragazzi iscritti ad attività educative e formative extrascolastiche realizzate dall Amministrazione Comunale o concordate tra Comune, Scuola, Associazioni, nell ambito di un programma formativo integrato; c) i docenti delle suindicate scuole impegnati nelle attività di vigilanza educativa che consumino il pasto insieme agli alunni; d) il personale ATA delle suindicate scuole addetto alla distribuzione dei pasti, all assistenza e alla vigilanza degli alunni durante l erogazione del servizio mensa; e) altri utenti autorizzati alla fruizione del servizio in base a regolamenti, normative vigenti o ad espressa disposizione di Giunta Comunale. Art. 3 Organizzazione e funzionamento 1. Il servizio di mensa scolastica è gestito mediante affidamento ad una ditta specializzata nella ristorazione scolastica con impiego di proprio personale in regola con quanto disposto dalle vigenti leggi sanitarie e sulla sicurezza nei luoghi di lavoro. 2. Il funzionamento della refezione scolastica è garantito, con il coordinamento dell ufficio comunale di Pubblica Istruzione, in sinergia, secondo le rispettive competenze, con la Ditta appaltatrice del Servizio, con l Ufficio comunale di Ragioneria, con l Istituzione Scolastica e ogni altro soggetto ritenuto indispensabile al corretto e regolare svolgimento del servizio stesso. 3. Il servizio è erogato in conformità al calendario scolastico regionale e all articolazione dell orario delle singole scuole. Il servizio di refezione scolastica può essere erogato anche durante i Centri Estivi, con le modalità e criteri stabiliti dall Amministrazione Comunale e nel rispetto del capitolato speciale d appalto. 4. Ogni plesso scolastico è dotato di un locale adibito a sala mensa. L accesso alle sale mensa è consentito, oltre che agli alunni frequentanti, al personale dell Istituto comprensivo, al personale docente, al personale ATA, al personale e agli amministratori comunali, al personale dell Azienda ULSS competente per territorio, alla ditta appaltatrice del servizio, ai rappresentanti dei genitori nelle forme previste dagli accordi interistituzionali vigenti. 5. Il personale docente o ausiliario in servizio presso ogni scuola provvede alla rilevazione delle presenze giornaliere degli alunni, di quelli che usufruiscono della dieta speciale e degli insegnanti e alla prenotazione dei relativi pasti presso il centro preparazione pasti entro le ore 9:00 di ogni mattina. Qualora un alunno si assenti da scuola dopo la prenotazione dei pasti, e senza che ne sia stato dato preventivo avviso, il personale addetto comunicherà la variazione al centro preparazione pasti entro le ore 10:00; nel caso non fosse più possibile modificare il numero dei pasti prenotati, dovrà comunque essere corrisposta la quota relativa al pasto prenotato anche se non consumato. 3

4 6. Nel refettorio non è consentito consumare cibi diversi rispetto a quelli previsti dalle tabelle dietetiche. Per motivi igienico-sanitari, nonché per una corretta educazione alimentare, è vietato consumare pasti non forniti dall Amministrazione Comunale. Art. 4 Menu 1. I menu serviti nelle mense scolastiche vengono predisposti dalla dietista della ditta che effettua il servizio e sono validati dai competenti uffici dell Azienda ULSS 4 (Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione). Al fine di garantire l inserimento di alimenti che più si adeguano all andamento delle stagioni, sono previste due tipologie di menu: estivo e invernale. La quantità delle porzioni di cibo dovrà rispettare le disposizioni previste dal Capitolato d Appalto. I menù non sono modificabili. Sono consentite variazioni, in via temporanea e straordinaria, nei casi previsti dal capitolato speciale d appalto. 2. Le diete speciali sono pasti che richiedono alcune modifiche rispetto ai menù standard e sono garantiti, esclusivamente su autorizzazione dell Ufficio Pubblica Istruzione, con le seguenti modalità: a. dieta per motivi di salute: la richiesta di dieta speciale deve essere presentata all Ufficio Pubblica Istruzione corredata da apposito certificato medico attestante le restrizioni alimentari e la terapia dietetica da seguire; b. dieta in bianco: la richiesta di dieta in bianco può essere presentata in caso di indisposizione temporanea dell alunno, documentata da apposita richiesta scritta del genitore e adeguata certificazione medica in caso di durata superiore a 5 giorni. La dieta in bianco sarà così composta: - primo piatto: pasta o riso in bianco; - secondo piatto: carne magra al vapore, formaggi magri o in caso di allergie verso un componente specifico, prosciutto cotto; - contorno: patate o carote lessate; c. dieta per motivi etico/religiosi: la richiesta di dieta speciale deve essere presentata all Ufficio Pubblica Istruzione specificando gli alimenti che non possono essere somministrati. 3. I moduli per la richiesta di diete speciali sono reperibile presso l Ufficio Pubblica Istruzione o scaricabile dal sito internet istituzionale. Tutte le richieste di diete speciali sono successivamente inoltrate a cura dell Ufficio Pubblica Istruzione ai seguenti destinatari: al Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione (SIAN) dell Azienda ULSS 4, all Istituto comprensivo statale per le necessarie misure organizzative, alla ditta che effettua il servizio di ristorazione scolastica e per conoscenza ai genitori che ne hanno fatto richiesta. Allo scopo di consentire la migliore organizzazione del servizio mensa, l Ufficio Pubblica Istruzione può stabilire dei termini entro i quali le richieste di diete speciali, sia per motivi sanitari che etico/religiosi, devono essere presentate. 4. Le richieste di diete speciali dovranno essere ripresentate ogni anno. TITOLO II SERVIZIO MENSA SCUOLA DELL INFANZIA Art. 5 Utenza e servizi offerti 1. Il servizio di refezione scolastica viene offerto agli alunni frequentanti la scuola dell infanzia e prevede il pranzo dal lunedì al venerdì secondo il calendario dell attività scolastica fissato dalle autorità competenti. 2. Il pasto per gli alunni della scuola dell infanzia è composto da primo piatto, secondo piatto, contorno o doppio contorno, pane, frutta/yogurt/dolce. 3. I menu mensili sono affissi presso la scuola dell infanzia e possono essere scaricati dal sito internet del Comune di Lugo di Vicenza. Art. 6 Accesso al servizio e modalità di prenotazione dei pasti 1. Il Comune richiede annualmente l iscrizione al servizio inviando a tutti gli utenti apposita circolare contenente le modalità di erogazione del servizio e di pagamento dello stesso e il modulo di domanda per l accesso al servizio. Tale modulistica è reperibili anche sul sito internet o presso l Ufficio Pubblica Istruzione del Comune. 2. La domanda deve essere presentata in forma scritta, entro il termine indicato nella lettera di cui al comma precedente. Con la sottoscrizione della domanda di iscrizione la famiglia si impegna a 4

5 rispettare il regolamento e ad accettare tutte le condizioni e le modalità di pagamento ivi contenute. La presentazione della domanda potrà avvenire con modalità telematica ove previsto. 3. La domanda di accesso al servizio si considera immediatamente accettata, salvo comunicazione specifica da parte dell ufficio competente; l accettazione dell iscrizione è comunque subordinata al regolare pagamento delle quote dovute per gli anni scolastici precedenti. 4. L eventuale ritiro dal servizio deve essere obbligatoriamente comunicato in forma scritta all Ufficio Pubblica Istruzione del Comune. Art. 7 Tariffe, modalità di pagamento, morosità 1. Le tariffe vengono determinate ogni anno con deliberazione della Giunta Comunale che fissa la quota del pasto. 2. Per la scuola dell infanzia il costo totale dei pasti è determinato mensilmente in base ai giorni di presenza dell alunno e gli stessi devono essere pagati con le modalità ed entro la data di scadenza indicata nella circolare di inizio anno. 3. In caso di mancato pagamento del servizio il Responsabile del Servizio pubblica istruzione: a) verifica che l interessato non rientri nella tipologia delle persone prese in carico dai Servizi Sociali e quindi già destinatari di esenzione dal pagamento; b) invia un 1 sollecito scritto ai genitori con indicazione del termine di pagamento entro 15 giorni dal ricevimento della comunicazione; c) invia un 2 sollecito scritto ai genitori con richiesta di regolarizzare la posizione entro il termine prescritto comunicando che in mancanza di pagamento si provvederà alla riscossione coattiva ai sensi di legge; d) previo ulteriore esame da parte dell Ufficio Servizi Sociali delle eventuali situazioni sociali delle quali farsi carico, convoca per un colloquio, presso le scuole o presso il comune, in accordo con la dirigenza scolastica, gli utenti per i quali sia stato emesso il sollecito di cui al punto c) e) ove il colloquio non vada a buon fine, comunica ai genitori la sospensione del minore dal servizio con l obbligo di ritirare l alunno da scuola prima del pasto. L utente verrà nuovamente ammesso al servizio dopo la regolarizzazione della posizione; f) provvede alla riscossione coattiva del credito scaduto; 4. Gli utenti non in regola con i pagamenti dovuti per il servizio mensa nell'anno scolastico precedente dovranno provvedere a regolarizzare la propria situazione debitoria prima dell'inizio del servizio per il nuovo anno scolastico, in caso contrario non verranno ammessi al servizio. TITOLO III SERVIZIO MENSA SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI 1^ GRADO Art. 8 Utenza e servizi offerti 1. Il servizio di refezione scolastica viene offerto agli alunni frequentanti la scuola primaria e secondaria di 1^ grado nei giorni di rientro stabiliti dalla scuola e nei giorni in cui viene attivato il servizio di doposcuola, secondo il calendario dell attività scolastica fissato dalle autorità competenti. 2. Il pasto per gli alunni della scuola primaria e secondaria di 1^ grado è composto da piatto unico di primo oppure piatto unico di secondo, contorno di verdure, pane, frutta/yogurt/dolce. 3. I menu mensili sono affissi presso l Istituto comprensivo e possono essere scaricati dal sito internet del Comune di Lugo di Vicenza. Art. 9 Accesso al servizio e modalità di prenotazione dei pasti 1. Il Comune richiede annualmente l iscrizione al servizio inviando a tutti gli utenti apposita circolare contenente le modalità di erogazione del servizio e di pagamento dello stesso e il modulo di domanda per l accesso al servizio. Tale modulistica è reperibili anche sul sito internet o presso l Ufficio Pubblica Istruzione del Comune. 2. La domanda deve essere presentata in forma scritta, entro il termine indicato nella lettera di cui al comma precedente. Con la sottoscrizione della domanda di iscrizione la famiglia si impegna a rispettare il regolamento e ad accettare tutte le condizioni e le modalità di pagamento ivi contenute. 3. La domanda di accesso al servizio si considera immediatamente accettata, salvo comunicazione specifica da parte dell ufficio competente; l accettazione dell iscrizione è comunque subordinata al regolare pagamento delle quote dovute per gli anni scolastici precedenti. 5

6 4. L eventuale ritiro dal servizio deve essere obbligatoriamente comunicato in forma scritta all Ufficio Pubblica Istruzione. 5. L accesso al servizio viene effettuato mediante presentazione di buoni pasto cartacei acquistabili presso il Comune di Lugo di Vicenza e negli esercizi commerciali indicati nella circolare di inizio anno. Art. 10 Tariffe, modalità di pagamento, morosità 1. Le tariffe vengono determinate ogni anno con deliberazione della Giunta Comunale che fissa la quota del pasto. 2. Il pasto deve essere pagato anticipatamente mediante acquisto di blocchetti da 10 buoni pasto. I buoni pasto devono essere consegnati giornalmente al personale ausiliario preposto. Il personale ausiliario provvede a trasmettere mensilmente all Ufficio Pubblica Istruzione l elenco degli alunni che non hanno effettuato la consegna del buono. 3. In caso di mancata presentazione dei buoni pasti il Responsabile del Servizio pubblica istruzione: a) verifica che l interessato non rientri nella tipologia delle persone prese in carico dai Servizi Sociali e quindi già destinatari di esenzione dal pagamento; b) invia un 1 sollecito scritto ai genitori con indicazione del termine di pagamento entro 15 giorni dal ricevimento della comunicazione; c) invia un 2 sollecito scritto ai genitori con richiesta di regolarizzare la posizione entro il termine prescritto comunicando che in mancanza di pagamento si provvederà alla riscossione coattiva ai sensi di legge; d) previo ulteriore esame da parte dell Ufficio Servizi Sociali delle eventuali situazioni sociali delle quali farsi carico, convoca per un colloquio, presso le scuole o presso il comune, in accordo con la dirigenza scolastica, gli utenti per i quali sia stato emesso il sollecito di cui al punto c) e) ove il colloquio non vada a buon fine, comunica ai genitori la sospensione del minore dal servizio con l obbligo di ritirare l alunno da scuola prima del pasto e a riportarlo per il proseguimento delle lezioni pomeridiane. L utente verrà nuovamente ammesso al servizio dopo la regolarizzazione della posizione; f) provvede alla riscossione coattiva del credito scaduto. 4. Gli utenti non in regola con i pagamenti dovuti per il servizio mensa nell'anno scolastico precedente dovranno provvedere a regolarizzare la propria situazione debitoria prima dell'inizio del servizio per il nuovo anno scolastico, in caso contrario non verranno ammessi. TITOLO IV COMMISSIONE MENSA Art. 11 Commissione mensa 1. Il Comune, qualora ne ravvisasse la necessità, potrà concordare con l Istituto Comprensivo Statale B. Nodari la costituzione di una Commissione Mensa. 2. La Commissione Mensa è un organo prettamente consultivo che funge da strumento di relazione tra gli utenti del servizio e gli organi preposti alla gestione e al controllo del medesimo. Art. 12 Composizione e funzionamento della Commissione mensa 1. La Commissione Mensa è composta da: a) Assessore all Istruzione del Comune o suo delegato, in qualità di Presidente; b) Responsabile del Servizio pubblica istruzione del Comune o suo delegato; c) dietista della ditta che effettua il servizio di ristorazione scolastica; d) n. 1 o più rappresentanti dei genitori per ogni plesso scolastico; e) n. 1 persona per plesso scelta tra il personale ATA che effettua il servizio di scodellamento pasti; f) n. 1 docente per ogni plesso scolastico; 2. La Commissione, dura in carica due anni scolastici. I rappresentanti dei genitori sono eletti in concomitanza con le elezioni degli organismi collegiali scolastici. 3. La Commissione mensa si riunisce su richiesta del Presidente o di almeno un terzo dei componenti mediante formale convocazione da parte dell Ufficio Pubblica Istruzione. La convocazione delle riunioni deve essere fatta dall Ufficio Pubblica Istruzione del Comune con un preavviso di almeno 5 giorni rispetto alla data della riunione, o di almeno 24 ore in caso di 6

7 massima urgenza. Le funzioni di segretario sono svolte da un impiegato comunale, con le seguenti mansioni: a) redigere i verbali delle sedute; b) fornire ai componenti documenti ed informazioni, nel rispetto della normativa vigente, riguardanti l ordine del giorno. Art. 13 Funzioni della Commissione mensa 1. La Commissione Mensa svolge le seguenti funzioni: a) verifica la quantità, la qualità e il livello di gradimento dei singoli piatti, il rispetto dei menù e delle tabelle dietetiche vigenti; b) verifica il rispetto delle norme igienico-sanitarie dei locali e delle attrezzature utilizzate per la preparazione, il trasporto e la distribuzione dei pasti; c) propone soluzioni migliorative dell organizzazione complessiva del servizio; d) collabora col Comune e con altri eventuali soggetti ad iniziative tese alla promozione di una sana educazione alimentare nei confronti degli alunni. 2. Ai fini dello svolgimento delle suddette funzioni, i membri della Commissione possono accedere ai refettori della mensa previo avviso all Ufficio Pubblica Istruzione, in numero massimo di due per volta, e procedere agli assaggi dei piatti del giorno. Non è consentito loro il contatto con le attrezzature della cucina né con gli alimenti. Ciascuno dei membri può richiedere l assaggio di qualsiasi pietanza prevista nel menù del giorno, prelevata dallo stesso contenitore dei pasti destinati agli utenti. Non è consentito effettuare gli assaggi direttamente dai piatti distribuiti all utenza. L assaggio verrà servito dal personale addetto alla preparazione e/o alla distribuzione dei pasti. Non è consentito rivolgere osservazioni al personale addetto alla preparazione e alla distribuzione dei pasti. 3. Alla fine di ogni sopralluogo, i membri della Commissione sono tenuti a rivolgere eventuali osservazioni sulle modalità di erogazione del servizio riscontrate all Ufficio Istruzione del Comune, in forma scritta. In caso di fondato sospetto di possibili irregolarità che comportino un grave pericolo per la salute degli utenti, dovrà essere trasmessa specifica segnalazione all Ufficio Pubblica Istruzione del Comune affinché questi provveda, previo proprio riscontro d ufficio, alla relativa segnalazione al competente servizio della A.S.L. e all adozione di tutte le necessarie misure previste dalla legge. 4. I sopralluoghi dei membri della Commissione Mensa non possono in alcun modo intralciare il regolare funzionamento del servizio o creare rischi di tipo igienico-sanitario in ordine alla fornitura dei pasti. TITOLO V ALTRE DISPOSIZIONI Art. 14 Norme comportamentali 1. Nel caso in cui si dovessero verificare atti di indisciplina da parte degli utenti, gli addetti al servizio segnaleranno l accaduto al Dirigente Scolastico e al Comune; quest ultimo provvederà ad avvisare le relative famiglie. Nel caso si continuassero a verificare atti di indisciplina il Comune, in accordo con il Dirigente Scolastico, potrà provvedere a comminare all alunno la sospensione temporanea dal servizio (per un numero di giorni dipendente dalla gravità del fatto) con motivata comunicazione scritta alla famiglia. Dopo due sospensioni temporanee è facoltà dell Amministrazione sospendere definitivamente l utente dal servizio. 2. In caso di violazione delle norme del presente regolamento o di compimento di azioni comportanti pericolo, danni e/o disagi all operatività del servizio da parte dell utenza, su segnalazione dei competenti organi scolastici, il Comune in accordo con questi ultimi e previa informazione agli esercenti la potestà o ai genitori affidatari, assume gli opportuni provvedimenti di tutela e di risarcimento. 3. Qualora la famiglia riscontrasse comportamenti gravi in violazione del presente articolo da parte di altri utenti è tenuta a darne immediata comunicazione scritta al Comune. Art. 15 Accettazione del Regolamento 1. La materiale fruizione del servizio di refezione scolastica comporta l integrale ed incondizionata accettazione di tutte le disposizioni di cui al presente Regolamento. 7

8 Art. 16 Rinvio 1. Per tutto quanto non espressamente previsto dal presente Regolamento si rinvia alle disposizioni legislative e regolamentari vigenti. Art. 17 Entrata in vigore 1. Il presente Regolamento entra in vigore dall anno scolastico 2015/

COMUNE DI SCALENGHE Provincia di Torino

COMUNE DI SCALENGHE Provincia di Torino COMUNE DI SCALENGHE Provincia di Torino Via Umberto I, 1 C.A.P. 10060 Tel. (011) 9861721 Fax (011) 9861882 Partita IVA 02920980014 - Codice fiscale 85003410017 http://www.comune.scalenghe.to.it e.mail:

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA 1 REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA ART. 1 OGGETTO E FINALITA DEL SERVIZIO Il servizio di refezione scolastica è realizzato dal Comune nell ambito delle proprie competenze. Il servizio

Dettagli

REGOLAMENTO MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO MENSA SCOLASTICA COMUNE DI GERMAGNANO PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO MENSA SCOLASTICA Approvato con deliberazione C.C. n. 25 del 29.07.2010 ART. 1 - FINALITÀ' DEL SERVIZIO La refezione scolastica è un servizio comunale

Dettagli

COMUNE DI TAVERNERIO Regolamento Comunale della Mensa Scolastica

COMUNE DI TAVERNERIO Regolamento Comunale della Mensa Scolastica COMUNE DI TAVERNERIO Regolamento Comunale della Mensa Scolastica Art. 1 Finalità Il servizio di mensa scolastica è realizzato dal Comune nell ambito delle proprie competenze stabilite dalla legislazione

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Approvata con deliberazione C.C. n. 4 del 18.02.1999 integrata con deliberazione C.C. n. 18 del 09.03.1999. ART. 1 FINALITA ART. 2 FUNZIONAMENTO ART. 3 MODALITA

Dettagli

CITTÀ DI ARZIGNANO PROVINCIA DI VICENZA REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

CITTÀ DI ARZIGNANO PROVINCIA DI VICENZA REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA CITTÀ DI ARZIGNANO PROVINCIA DI VICENZA REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Approvato con deliberazione di C.C. n 88 del 20/12/2010 1 2 ART. 1 - OGGETTO 1. La mensa scolastica

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Comune di Saletto Provincia di Padova --==ooooo== ==ooooo==-- REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 29 del 03/08/2009 TITOLO I ISTITUZIONE DEL

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Adottato con delibera del Consiglio Comunale n. 18 del 21/07/2010 1/7 TITOLO PRIMO SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA.. pag.3 Art. 1 - FINALITA' DEL SERVIZIO

Dettagli

Comune di CASIRATE D ADDA Provincia di Bergamo

Comune di CASIRATE D ADDA Provincia di Bergamo Comune di CASIRATE D ADDA Provincia di Bergamo REGOLAMENTO SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA E COMMISSIONE MENSA Approvato con deliberazione del C.C. n.43 del 28.11.2000 Modificato con deliberazione

Dettagli

COMUNE DI MONTICELLI D ONGINA REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

COMUNE DI MONTICELLI D ONGINA REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA COMUNE DI MONTICELLI D ONGINA REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 31 del 29/11/2013 Indice Art. 1. Oggetto e finalità del servizio

Dettagli

Comune di Airuno REGOLAMENTO SERVIZIO MENSA SCOLASTICA

Comune di Airuno REGOLAMENTO SERVIZIO MENSA SCOLASTICA Comune di Airuno REGOLAMENTO SERVIZIO MENSA SCOLASTICA Deliberazione di Consiglio Comunale 31 25.09.2002 Approvazione Deliberazione di Consiglio Comunale 14 29.06.2005 Modifica Deliberazione di Consiglio

Dettagli

COMUNE DI MONTICELLO D ALBA - Provincia di Cuneo- REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO MENSA SCOLASTICA

COMUNE DI MONTICELLO D ALBA - Provincia di Cuneo- REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO MENSA SCOLASTICA COMUNE DI MONTICELLO D ALBA - Provincia di Cuneo- REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO MENSA SCOLASTICA APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 41 DEL 22/12/2010 MODIFICATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO RISTORAZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO SERVIZIO RISTORAZIONE SCOLASTICA COMUNE DI LONATE POZZOLO PROVINCIA DI VARESE REGOLAMENTO SERVIZIO RISTORAZIONE SCOLASTICA Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 15 del 30/03/2016, divenuta esecutiva in data 29/04/2016

Dettagli

COMUNE DI MONTELANICO PROVINCIA DI ROMA REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

COMUNE DI MONTELANICO PROVINCIA DI ROMA REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA COMUNE DI MONTELANICO PROVINCIA DI ROMA REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n 22 dell 8/10/2013 1 INDICE TITOLO I CONTENUTI E FINALITA DEL

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE PRESSO LA MENSA COMUNALE DI CUCCIAGO COMUNE DI CUCCIAGO APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE PRESSO LA MENSA COMUNALE DI CUCCIAGO COMUNE DI CUCCIAGO APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI CUCCIAGO ASSESSORATO ALLA PUBBLICA ISTRUZIONE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE PRESSO LA MENSA COMUNALE DI CUCCIAGO APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 29 DEL 26.09.2008 MODIFICATO

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO MENSA COMUNALE

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO MENSA COMUNALE REGOLAMENTO DEL SERVIZIO MENSA COMUNALE Approvato con delibera Consiglio Comunale n. 47 del 30.09.2003 pubblicata in data 06.10.2003 Modificato con delibera Consiglio Comunale n. 49 del 03.11.2004 pubblicata

Dettagli

COMUNE DI CREAZZO PROVINCIA DI VICENZA REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

COMUNE DI CREAZZO PROVINCIA DI VICENZA REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA COMUNE DI CREAZZO PROVINCIA DI VICENZA REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA INDICE ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO ART. 2 MODALITA DI GESTIONE ART. 3 SERVIZIO A DOMANDA INDIVIDUALE ART. 4 CRITERI

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA

REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA Comune di Castellanza REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA Approvato con Deliberazione di C.C. n. 70 del 27/11/2003 I N D I C E ARTICOLO 1 - COSTITUZIONE OBIETTIVI DELLA COMMISSIONE MENSA ARTICOLO 2 - COMPOSIZIONE

Dettagli

COMUNE DI SEZZE ISTITUZIONE COMITATO MENSA SCOLASTICA MODALITA DI CONTROLLO REFEZIONE SCOLASTICA

COMUNE DI SEZZE ISTITUZIONE COMITATO MENSA SCOLASTICA MODALITA DI CONTROLLO REFEZIONE SCOLASTICA ART. 1 - Finalità COMUNE DI SEZZE ISTITUZIONE COMITATO MENSA SCOLASTICA MODALITA DI CONTROLLO REFEZIONE SCOLASTICA Il Comune di Sezze gestisce la mensa scolastica della scuola dell infanzia. Il Comune

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DI COMMISSIONE MENSA

REGOLAMENTO COMUNALE DI COMMISSIONE MENSA COMUNE di PORTO MANTOVANO REGOLAMENTO COMUNALE DI COMMISSIONE MENSA Approvato con Deliberazione Consiglio Comunale n. del 2 Art. 1 - Finalità La Commissione Mensa ha la finalità di favorire la partecipazione,

Dettagli

CAPO I NORME GENERALI

CAPO I NORME GENERALI COMUNE DI MERCATO SARACENO Provincia di Forlì Cesena REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Approvato con deliberazione C.C. n. 30 del 21.04.2009 Modificato con deliberazione C.C. n. 43

Dettagli

COMUNE DI CERRO AL LAMBRO REGOLAMENTO COMMISSIONE MENSA

COMUNE DI CERRO AL LAMBRO REGOLAMENTO COMMISSIONE MENSA COMUNE DI CERRO AL LAMBRO REGOLAMENTO COMMISSIONE MENSA ARTICOLO 1 Istituzione e finalità della Commissione mensa La Commissione Mensa Comunale (di seguito CMC) è una forma democratica di partecipazione

Dettagli

COMUNE DI CASPERIA R E G O L A M E N T O SERVIZIO MENSA SCOLASTICA

COMUNE DI CASPERIA R E G O L A M E N T O SERVIZIO MENSA SCOLASTICA COMUNE DI CASPERIA R E G O L A M E N T O SERVIZIO MENSA SCOLASTICA Approvato con delibera Consiglio comunale n.36 del 29/09/2009 così come modificato con deliberazione di C.C. n.48 del 29/09/2014 SOMMARIO

Dettagli

Comune di Figline Valdarno (Provincia di Firenze) REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA

Comune di Figline Valdarno (Provincia di Firenze) REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA Comune di Figline Valdarno (Provincia di Firenze) REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 46 del 13.4.2010 ART. 1 FINALITA 1. Il servizio

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA COMUNE DI BUDRIO Provincia di Bologna Settore Servizi alla Persona e alla Famiglia REGOLAMENTO SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA Approvato con deliberazione consiliare n. 66 in data 13 luglio 2005 Indice 1.

Dettagli

COMUNE DI CARIATI (Prov. COSENZA) REGOLAMENTO COMMISSIONE MENSA SCOLASTICA

COMUNE DI CARIATI (Prov. COSENZA) REGOLAMENTO COMMISSIONE MENSA SCOLASTICA COMUNE DI CARIATI (Prov. COSENZA) REGOLAMENTO COMMISSIONE MENSA SCOLASTICA Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 12 del 16/02/2012 Articolo 1 Costituzione La Commissione Mensa scolastica

Dettagli

COMUNE DI SARMATO Provincia di Piacenza

COMUNE DI SARMATO Provincia di Piacenza COMUNE DI SARMATO Provincia di Piacenza SERVIZIO SOCIALE PUBBLICA ISTRUZIONE REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 19 del 29.06.2012 regolamento

Dettagli

COMUNE DI CARNAGO. (Provincia di Varese) Regolamento per il servizio di refezione. scolastica Scuola Elementare E.Fermi

COMUNE DI CARNAGO. (Provincia di Varese) Regolamento per il servizio di refezione. scolastica Scuola Elementare E.Fermi COMUNE DI CARNAGO (Provincia di Varese) Regolamento per il servizio di refezione scolastica Scuola Elementare E.Fermi Approvato con deliberazione di C.C. n. 44 del 20.12.2005 e modificato con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA REGOLAMENTO SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA INDICE ART. 1 FINALITA DEL SERVIZIO ART. 2 MODALITA DI GESTIONE ART. 3 - DESTINATARI ART. 4 ACCESSO AL SERVIZIO ART. 5 PARTECIPAZIONE DEGLI UTENTI AL COSTO DEL

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA ED ASSISTENZA ALLA MENSA PER L ISTITUTO COMPRENSIVO DI VILLA GUARDIA

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA ED ASSISTENZA ALLA MENSA PER L ISTITUTO COMPRENSIVO DI VILLA GUARDIA COMUNE DI VILLA GUARDIA Provincia di Como REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA ED ASSISTENZA ALLA MENSA PER L ISTITUTO COMPRENSIVO DI VILLA GUARDIA Approvato con deliberazione del Consiglio

Dettagli

COMUNE DI BREBBIA PROVINCIA DI VARESE REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

COMUNE DI BREBBIA PROVINCIA DI VARESE REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA COMUNE DI BREBBIA PROVINCIA DI VARESE REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 40 del 25.11.2013 INDICE ART. 1 ART. 2 ART. 3 ART. 4 ART. 5 ART.

Dettagli

Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione

Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 26 del 25.09.2008 Articolo 1 Oggetto e finalità Il presente Regolamento disciplina il servizio di refezione scolastica che il Comune gestisce nell

Dettagli

COMUNE DI CASPERIA ( Provincia di Rieti ) CAP 02041 e-mail: comunedicasperia@libero.it Tel. (0765) 63026-63064 / Fax 63710 REGOLAMENTO

COMUNE DI CASPERIA ( Provincia di Rieti ) CAP 02041 e-mail: comunedicasperia@libero.it Tel. (0765) 63026-63064 / Fax 63710 REGOLAMENTO COMUNE DI CASPERIA ( Provincia di Rieti ) CAP 02041 e-mail: comunedicasperia@libero.it Tel. (0765) 63026-63064 / Fax 63710 REGOLAMENTO SERVIZIO MENSA SCOLASTICA APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N. 36 DEL

Dettagli

COMUNE DI CREAZZO PROVINCIA DI VICENZA REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA STATALE

COMUNE DI CREAZZO PROVINCIA DI VICENZA REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA STATALE COMUNE DI CREAZZO PROVINCIA DI VICENZA REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA STATALE INDICE ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO ART. 2 MODALITA DI GESTIONE ART. 3 SERVIZIO A DOMANDA

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COMMISSIONE MENSA DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA. approvato con delibera di C.C. n.

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COMMISSIONE MENSA DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA. approvato con delibera di C.C. n. REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COMMISSIONE MENSA DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA approvato con delibera di C.C. n. 53 del 9/06/2008 Art. 1 Oggetto e finalità del regolamento 1. Il presente regolamento

Dettagli

C O M U N E D I C A L A T A B I A N O PROVINCIA DI CATANIA REGOLAMENTO SUL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

C O M U N E D I C A L A T A B I A N O PROVINCIA DI CATANIA REGOLAMENTO SUL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA C O M U N E D I C A L A T A B I A N O PROVINCIA DI CATANIA REGOLAMENTO SUL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA 1 I N D I C E ART. 1 - FINALITA ART. 2 - UTENZA ART. 3 - FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO ART. 4 - ACCESSO

Dettagli

REGOLAMENTO PER USUFRUIRE DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO PER USUFRUIRE DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA COMUNE DI AIRASCA Città Metropolitana di Torino REGOLAMENTO PER USUFRUIRE DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 8 del 26/03/2015 INDICE INDICE... 2

Dettagli

COMUNE DI SAMATZAI Provincia di Cagliari REGOLAMENTO SERVIZIO MENSA SCOLASTICA

COMUNE DI SAMATZAI Provincia di Cagliari REGOLAMENTO SERVIZIO MENSA SCOLASTICA COMUNE DI SAMATZAI Provincia di Cagliari REGOLAMENTO SERVIZIO MENSA SCOLASTICA - Approvato con delibera C.C. n. 33 del 03/09/2010 IL SINDACO (F.to Alberto PILLONI) IL SEGRETARIO COMUNALE (F.to D.ssa Giovanna

Dettagli

COMUNE DI PADERNO FRANCIACORTA PROVINCIA DI BRESCIA

COMUNE DI PADERNO FRANCIACORTA PROVINCIA DI BRESCIA COMUNE DI PADERNO FRANCIACORTA PROVINCIA DI BRESCIA REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA SCOLASTICA Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 24 del 29/10/2013

Dettagli

CITTA DI MONOPOLI Provincia di Bari RIPARTIZIONE CULTURA E PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO REFEZIONE SCOLASTICA

CITTA DI MONOPOLI Provincia di Bari RIPARTIZIONE CULTURA E PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO REFEZIONE SCOLASTICA CITTA DI MONOPOLI Provincia di Bari RIPARTIZIONE CULTURA E PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO REFEZIONE SCOLASTICA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COSTITUZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA SCOLASTICA

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA REGOLAMENTO SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Approvato con deliberazione consiliare n. 9 del 4.02.2010 PRIMA PARTE FINALITÀ E ORGANIZZAZIONE Art. 1 Finalità Il Comune di Pont Canavese predispone un servizio

Dettagli

COMUNE DI LA MADDALENA Provincia di Olbia Tempio Area Amministrativa Settore Cultura, Pubblica Istruzione e Sport

COMUNE DI LA MADDALENA Provincia di Olbia Tempio Area Amministrativa Settore Cultura, Pubblica Istruzione e Sport COMUNE DI LA MADDALENA Provincia di Olbia Tempio Area Amministrativa Settore Cultura, Pubblica Istruzione e Sport REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA CAPO I NORME GENERALI

Dettagli

C O M U N E D I S E N O R B I Provincia di Cagliari REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

C O M U N E D I S E N O R B I Provincia di Cagliari REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA C O M U N E D I S E N O R B I Provincia di Cagliari REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Approvato con delibera di C.C. n 28 del 29.05.2003 1 INDICE ART. 1 Finalita'.. Pag. 3 ART. 2 - Modalita

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L USO DELLE MENSE SCOLASTICHE

REGOLAMENTO COMUNALE PER L USO DELLE MENSE SCOLASTICHE REGOLAMENTO COMUNALE PER L USO DELLE MENSE SCOLASTICHE APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N.36 DEL 30.09.2010 Art. 1- FINALITA E istituito, presso il Comune di Torre de Passeri, il servizio

Dettagli

Comune di Cento. Regolamento del Servizio di Mensa Scolastica, testo coordinato, approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n.

Comune di Cento. Regolamento del Servizio di Mensa Scolastica, testo coordinato, approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. Comune di Cento REGOLAMENTO MENSA SCOLASTICA.doc REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA 1 ART. 1 FINALITA 1. Il servizio di mensa scolastica è finalizzato a rendere effettivo il diritto allo studio

Dettagli

CITTÀ DI ALBANO LAZIALE

CITTÀ DI ALBANO LAZIALE CITTÀ DI ALBANO LAZIALE Provincia di Roma REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COSTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA SCOLASTICA INDICE 1. Funzioni...2 2. Costituzione e composizione della commissione...2

Dettagli

COMUNE DI RAVELLO PROVINCIA DI SALERNO REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

COMUNE DI RAVELLO PROVINCIA DI SALERNO REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA COMUNE DI RAVELLO PROVINCIA DI SALERNO REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Allegato A alla delibera di C. C. n. 14 del 30.08.2012 INDICE Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art.

Dettagli

Regolamento per l attuazione del servizio di Mensa Scolastica

Regolamento per l attuazione del servizio di Mensa Scolastica www.comune.bottanuco.bg.it Regolamento per l attuazione del servizio di Mensa Scolastica (Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale nr. 40 del 29.9.2005 e modificato con deliberazione di Consiglio

Dettagli

COMUNE DI MASSAROSA Ufficio Pubblica Istruzione REGOLAMENTO SERVIZIO RISTORAZIONE SCOLASTICA

COMUNE DI MASSAROSA Ufficio Pubblica Istruzione REGOLAMENTO SERVIZIO RISTORAZIONE SCOLASTICA COMUNE DI MASSAROSA Ufficio Pubblica Istruzione REGOLAMENTO SERVIZIO RISTORAZIONE SCOLASTICA INDICE Art. 1 FINALITA Pag. 3 Art. 2 MODALITA DI GESTIONE... Pag. 3 Art. 3 DESTINATARI DEL SERVIZIO. Pag. 3

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA IC8 (Approvato dal Consiglio d Istituto nella seduta del 30/06/2015)

REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA IC8 (Approvato dal Consiglio d Istituto nella seduta del 30/06/2015) ISTITUTO COMPRENSIVO N. 8 VIA CA' SELVATICA,11-40123 BOLOGNA Tel 051333384 Fax 0516143898 Sito Web: http://www,ottovolante.org e-mail: comprensivo8@gmail.com boic85100g@istruzione.it REGOLAMENTO DELLA

Dettagli

Regolamento per il servizio di refezione scolastica

Regolamento per il servizio di refezione scolastica Regolamento per il servizio di refezione scolastica Approvato con deliberazione di C.C. n. 24 del 26.06.2003 Modificato con deliberazione di C.C. n. 10 del 16.03.2004-1 - Indice pag. ART. 1 - FINALITA...3

Dettagli

Comune di Morlupo Provincia di Roma REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA

Comune di Morlupo Provincia di Roma REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Comune di Morlupo Provincia di Roma REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Approvato con delibera di consiglio comunale n 33 del 08.08.2007 INDICE Art. 1 Oggetto del servizio Art.

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE ACCESSO E FRUIZIONE DEL SERVIZIO DI

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE ACCESSO E FRUIZIONE DEL SERVIZIO DI COMUNE DI SAN FERDINANDO PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA AREA AMMINISTRATIVA- DEMOGRAFICA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE ACCESSO E FRUIZIONE DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA PER LA SCUOLA DELL INFANZIA,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA COMUNALE.

REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA COMUNALE. REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA COMUNALE. Approvato con deliberazione di C.C. n. 30 del 27.3.1998 Modificato con deliberazioni di C.C.: n. 49 del 29.5.1998 n.

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Città Metropolitana di Roma Capitale REGOLAMENTO SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Adottato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 50 del 22 luglio 2015 1 INDICE Art. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Pag.

Dettagli

REGOLAMENTO COMMISSIONE MENSA

REGOLAMENTO COMMISSIONE MENSA REGOLAMENTO COMMISSIONE MENSA I N D I C E Articolo 1 - Oggetto del Regolamento Articolo 2 - Composizione e nomina della Commissione Mensa Articolo 3 - Durata e funzionamento Articolo 4 - Modalità di comportamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLA MENSA SCOLASTICA ED ISTITUZIONE DELLA COMMISSIONE MENSA

REGOLAMENTO PER L USO DELLA MENSA SCOLASTICA ED ISTITUZIONE DELLA COMMISSIONE MENSA C I T T A D I (Provincia di Venezia) C A O R L E REGOLAMENTO PER L USO DELLA MENSA SCOLASTICA ED ISTITUZIONE DELLA COMMISSIONE MENSA Foglio notizie: APPROVATO con deliberazione del Consiglio Comunale n.

Dettagli

Comune di Castagneto Carducci Provincia di Livorno REGOLAMENTO SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA

Comune di Castagneto Carducci Provincia di Livorno REGOLAMENTO SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA REGOLAMENTO SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 37 del 18 aprile 2012 Regolamento del Servizio di Ristorazione Scolastica Art. 1 Finalità... 2 Art. 2 Modalità

Dettagli

COMUNE DI MOGORO REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE PER LA MENSA SCOLASTICA

COMUNE DI MOGORO REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE PER LA MENSA SCOLASTICA COMUNE DI MOGORO REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE PER LA MENSA SCOLASTICA Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 31 del 25.09.2014 Articolo 1 Oggetto.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA COMUNE DI MARCIGNAGO Prov. Pavia REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 7 del 13.03.2006 INDICE ART.1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO RISTORAZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO SERVIZIO RISTORAZIONE SCOLASTICA COMUNE DI CIVATE P R O V I N C I A D I L E C C O REGOLAMENTO SERVIZIO RISTORAZIONE SCOLASTICA Versioni precedenti Allegato alla delibera di Consiglio n. 35 del 10/09/2007 Allegato alla delibera di Consiglio

Dettagli

COMUNE DI FOLIGNANO Provincia di Ascoli Piceno NUOVO REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA

COMUNE DI FOLIGNANO Provincia di Ascoli Piceno NUOVO REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA COMUNE DI FOLIGNANO Provincia di Ascoli Piceno NUOVO REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA Approvato con deliberazione di C.C. n. 04 del 09/02/2012 ART. 1 - FINALITA Il Comune di Folignano,

Dettagli

CITTA DI MELFI SERVIZI AREA ALLA CITTADINANZA REGOLAMENTO COMUNALE SERVIZIO MENSA SCOLASTICA

CITTA DI MELFI SERVIZI AREA ALLA CITTADINANZA REGOLAMENTO COMUNALE SERVIZIO MENSA SCOLASTICA CITTA DI MELFI SERVIZI AREA ALLA CITTADINANZA REGOLAMENTO COMUNALE SERVIZIO MENSA SCOLASTICA ART. 1 FINALITA 1. Il servizio di mensa scolastica è finalizzato a rendere effettivo il diritto allo studio

Dettagli

COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari Settore - Servizio Istruzione e Cultura

COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari Settore - Servizio Istruzione e Cultura COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari Settore - Servizio Istruzione e Cultura Approvato con deliberazione della G.C. n. 68 del 13.05.2015 MODALITA DI ACCESSO AL SERVIZIO MENSA SCUOLA DELL INFANZIA

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA SCOLASTICA REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA SCOLASTICA Art. 1 Finalità La Commissione mensa è un organismo consultivo che si propone di : a) migliorare la qualità della refezione scolastica;

Dettagli

REGOLAMENTO per l EROGAZIONE del SERVIZIO di RISTORAZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO per l EROGAZIONE del SERVIZIO di RISTORAZIONE SCOLASTICA COMUNE DI CAMPOSANTO PROVINCIA DI MODENA Via F. Baracca, 11-41031 Camposanto (MO) Tel. 0535-80903-4 - Fax: 0535-80917 E-mail: servizi.socioculturali@comune.camposanto.mo.it AREA SOCIO-CULTURALE Ufficio

Dettagli

COMUNE DI SANTO STEFANO DI MAGRA Provincia della Spezia

COMUNE DI SANTO STEFANO DI MAGRA Provincia della Spezia COMUNE DI SANTO STEFANO DI MAGRA Provincia della Spezia Approvato con delibera C.C. n 58 del 19.12.2006 Entrato in vigore il 26 gennaio 2007 DEFINIZIONE DI COMMISSIONE MENSA La Commissione Mensa è un

Dettagli

R E G O L A M E N T O

R E G O L A M E N T O SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA RISTORAZIONE SCOLASTICA R E G O L A M E N T O REGOLAMENTO RISTORAZIONE SCOLASTICA - DALL ANNO SCOLASTICO 2013/2014 1 PREMESSA L ambiente scolastico, in quanto comunità

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA DEGLI ALUNNI DELLA SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA DEGLI ALUNNI DELLA SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA CITTA DI TRAVAGLIATO (Provincia di Brescia) REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA DEGLI ALUNNI DELLA SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI 1 GRADO (Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

Comune di Rovello Porro Prov. di Como

Comune di Rovello Porro Prov. di Como Comune di Rovello Porro Prov. di Como REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA 1. Oggetto del Regolamento e finalità del servizio. Le norme del presente Regolamento si applicano al servizio

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO COMUNALE DI MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO COMUNALE DI MENSA SCOLASTICA COMUNE DI TRIGOLO (Provincia di Cremona) Allegato alla delibera C.C. n. 33 del 28.08.2007 REGOLAMENTO DEL SERVIZIO COMUNALE DI MENSA SCOLASTICA IL SEGRETARIO COMUNALE IL SINDACO DOTT.SSA VINCENZA ZUMBOLO

Dettagli

COMUNE DI BORGHETTO LODIGIANO Provincia di Lodi REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE MENSA SCOLATICA

COMUNE DI BORGHETTO LODIGIANO Provincia di Lodi REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE MENSA SCOLATICA COMUNE DI BORGHETTO LODIGIANO Provincia di Lodi REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE MENSA SCOLATICA Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. 45 del 27/11/2007 Art.1 Art.2 Art.3 Art.4 Art.5 Art.6

Dettagli

ART. 2 COMPOSIZIONE DELLA COMMISSIONE MENSA COMUNALE...2 ART. 3 PRESIDENZA E MODALITA DI CONVOCAZIONE...3

ART. 2 COMPOSIZIONE DELLA COMMISSIONE MENSA COMUNALE...2 ART. 3 PRESIDENZA E MODALITA DI CONVOCAZIONE...3 REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA COMUNALE PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA E SOCIALE INDICE SOMMARIO: ART. 1 FINALITA...2 ART. 2 COMPOSIZIONE DELLA COMMISSIONE MENSA COMUNALE...2 ART. 3 PRESIDENZA

Dettagli

COMUNE DI PASSIRANO PROVINCIA DI BRESCIA REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA SCOLASTICA COMUNALE

COMUNE DI PASSIRANO PROVINCIA DI BRESCIA REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA SCOLASTICA COMUNALE COMUNE DI PASSIRANO PROVINCIA DI BRESCIA REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA SCOLASTICA COMUNALE Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 52 del 29.11.2010

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA SCOLASTICA REGOLAMENTO COMUNALE PER IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA SCOLASTICA Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n.4 in data 10.03.2003 In vigore dal 01.04.2003 Il Sindaco: Alberto Bartesaghi

Dettagli

COMUNE DI LAURIANO (Provincia di Torino) CAP. 10020 REGOLAMENTO COMUNALE PER IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA SCOLASTICA.

COMUNE DI LAURIANO (Provincia di Torino) CAP. 10020 REGOLAMENTO COMUNALE PER IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA SCOLASTICA. COMUNE DI LAURIANO (Provincia di Torino) CAP. 10020 REGOLAMENTO COMUNALE PER IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA SCOLASTICA. INDICE Art. 1 - Oggetto del regolamento Art. 2 Composizione e nomina Art.

Dettagli

REGOLAMENTO Servizio di ristorazione scolastica

REGOLAMENTO Servizio di ristorazione scolastica SETTORE DIPARTIMENTALE 3 U.O. 3.2 Servizi sciolastici All. A) REGOLAMENTO Servizio di ristorazione scolastica Approvato con atto di Giunta Comunale n 66 del 3.04.2012 Integrato con atto di Giunta Comunale

Dettagli

Allegato B alla deliberazione di Consiglio Comunale n. 79 del 27/11/2007 REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA

Allegato B alla deliberazione di Consiglio Comunale n. 79 del 27/11/2007 REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA Allegato B alla deliberazione di Consiglio Comunale n. 79 del 27/11/2007 REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA Indice Articolo Oggetto 1 Natura e finalità del servizio 2 Modalità di gestione

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CIRCOLO DI QUALITÀ del Comune di Opera. Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 28 del 17.07.2014

REGOLAMENTO DEL CIRCOLO DI QUALITÀ del Comune di Opera. Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 28 del 17.07.2014 REGOLAMENTO DEL CIRCOLO DI QUALITÀ del Comune di Opera Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 28 del 17.07.2014 ARTICOLO 1 - Istituzione e finalità del Circolo di Qualità Il Circolo di Qualità

Dettagli

REGOLAMENTO COMMISSIONE MENSA. Dipartimento Cultura e Politiche Sociali febbraio 2014

REGOLAMENTO COMMISSIONE MENSA. Dipartimento Cultura e Politiche Sociali febbraio 2014 REGOLAMENTO COMMISSIONE MENSA Dipartimento Cultura e Politiche Sociali febbraio 2014 PREMESSA La Commissione Mensa (C.M.) è un organo operativo volontario legittimamente riconosciuto, previsto sia dalle

Dettagli

COMUNE di ACI CASTELLO Libero Consorzio di Catania

COMUNE di ACI CASTELLO Libero Consorzio di Catania COMUNE di ACI CASTELLO Libero Consorzio di Catania Regolamento per l erogazione del servizio di mensa scolastica. 1 Indice Art. 1 Art. 2 Oggetto del Regolamento e finalità del servizio Destinatari del

Dettagli

AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CAIVANO

AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CAIVANO AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CAIVANO Anno Scolastico 2013 2014 Il servizio di refezione scolastica è destinato agli alunni delle scuole statali e comunali di Caivano, iscritti alla scuola dell infanzia

Dettagli

Regolamento per la Commissione Mensa Comunale

Regolamento per la Commissione Mensa Comunale Regolamento per la Commissione Mensa Comunale Approvato con Deliberazione Consiliare n. 28 del 30 maggio 2015 1 ART. 1 COSTITUZIONE E COMPOSIZIONE La Commissione Mensa è composta da: a. un numero di rappresentanti

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA SCOLASTICA REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA SCOLASTICA Approvato con deliberazione consiliare n. 12 del 17/04/2013 INDICE Pag. Art. 1 Finalità 2 Art. 2 Composizione 2 Art. 3 Nomina 2 Art. 4 Durata dell incarico

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DI ORGANIZZAZIONE E DI ACCESSO AI SERVIZI SCOLASTICI DI MENSA E TRASPORTO

REGOLAMENTO COMUNALE DI ORGANIZZAZIONE E DI ACCESSO AI SERVIZI SCOLASTICI DI MENSA E TRASPORTO Allegato A) COMUNE DI SANT'AGOSTINO Provincia di Ferrara REGOLAMENTO COMUNALE DI ORGANIZZAZIONE E DI ACCESSO AI SERVIZI SCOLASTICI DI MENSA E TRASPORTO Aggiornato alla Delibera di Consiglio Comunale n.

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COSTITUZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA COMUNALE (C.M.) Approvato con Delibera C.C n.

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COSTITUZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA COMUNALE (C.M.) Approvato con Delibera C.C n. REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COSTITUZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA COMUNALE (C.M.) Approvato con Delibera C.C n. 13 del 11/02/2005 ART. 1 FUNZIONI La Commissione Mensa Comunale (d ora

Dettagli

Regolamento. per la Commissione Mensa. del servizio. di ristorazione scolastica

Regolamento. per la Commissione Mensa. del servizio. di ristorazione scolastica Regolamento per la Commissione Mensa del servizio di ristorazione scolastica Delibera di Giunta Comunale n 20 del 27/01/2011 Art. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO La Commissione Mensa esercita, nell interesse

Dettagli

COMUNE DI INCISA IN VAL D ARNO Provincia di Firenze

COMUNE DI INCISA IN VAL D ARNO Provincia di Firenze COMUNE DI INCISA IN VAL D ARNO Provincia di Firenze REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 87 del 30.11.2006 IL SEGRETARIO COMUNALE (Dott. Aldo

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA Indice Articolo Oggetto 1 Natura e finalità del servizio 2 Modalità di gestione 3 Destinatari del servizio 4 Requisiti e presupposti per l'accesso al

Dettagli

Comune di Taglio di Po

Comune di Taglio di Po Comune di Taglio di Po Regolamento di organizzazione, accesso e fruizione del servizio di refezione scolastica -approvato con deliberazione del consiglio comunale n.20 del 27.06.2013 -modificato con deliberazione

Dettagli

Comune di Azzano Mella Provincia di Brescia REGOLAMENTO MENSA SCOLASTICA

Comune di Azzano Mella Provincia di Brescia REGOLAMENTO MENSA SCOLASTICA Comune di Azzano Mella Provincia di Brescia REGOLAMENTO MENSA SCOLASTICA con delibera del C.C. n 29 del 21 maggio 2012 con delibera del C.C. n 12 del 24 aprile 2013 1 - FINALITA DEL SERVIZIO Il servizio

Dettagli

MODALITA FUNZIONAMENTO COMMISSIONE CONTROLLO MENSA SCOLASTICA

MODALITA FUNZIONAMENTO COMMISSIONE CONTROLLO MENSA SCOLASTICA MODALITA FUNZIONAMENTO COMMISSIONE CONTROLLO MENSA SCOLASTICA ART.1 OBIETTIVI Il Comune di Montereale Valcellina istituisce una Commissione Consultiva per il controllo del servizio mensa, con l obiettivo

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA COMUNE DI FALCADE (Provincia di Belluno) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA (TESTO DEFINITIVO APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 5 DEL 17.02.2005) ART. 1 - FINALITA... 2 ART. 2 -

Dettagli

Ciò premesso, si conviene e si stipula quanto segue: Art. 1 Istituzione della Commissione Mensa Scolastica d'istituto

Ciò premesso, si conviene e si stipula quanto segue: Art. 1 Istituzione della Commissione Mensa Scolastica d'istituto PROTOCOLLO D'INTESA TRA L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CAPANNORI E GLI ISTITUTI COMPRENSIVI DEL TERRITORIO PER L'ISTITUZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLE COMMISSIONI MENSA PREMESSO CHE: allo scopo di promuovere

Dettagli

Articolo 1 - Natura e finalità del servizio

Articolo 1 - Natura e finalità del servizio Comune di Novedrate Provincia di Como SCUOLA PRIMARIA NOVEDRATE REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA Settembre 2007 - Approvato Novembre 2010 - Modificato Marzo AGOSTO 2013 Modificato 2013

Dettagli

CITTA DI LAMEZIA TERME

CITTA DI LAMEZIA TERME CITTA DI LAMEZIA TERME Regolamento del servizio di refezione scolastica per gli alunni della scuola statale dell infanzia, primaria e secondaria di I grado. ~ 1 ~ Art. 1 - Oggetto del Regolamento. Il presente

Dettagli

CRITERI PER IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA COMUNALE DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA

CRITERI PER IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA COMUNALE DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA CRITERI PER IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA COMUNALE DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA Art. 1 Oggetto e finalità 1. Il presente documento ha per oggetto le modalità di funzionamento la COMMISSIONE

Dettagli

Comune di Como REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLE COMMISSIONI MENSA

Comune di Como REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLE COMMISSIONI MENSA Comune di Como REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLE COMMISSIONI MENSA Approvato con Deliberazione C.C. n. 47 del 20/07/2004 Modificato con Deliberazione C.C. n. 68 del 16/12/2013 PREMESSA Il Servizio

Dettagli

Comune di Cuneo Settore Socio Educativo Approvato dal Consiglio comunale con deliberazione n. 29 in data 2 marzo 2004

Comune di Cuneo Settore Socio Educativo Approvato dal Consiglio comunale con deliberazione n. 29 in data 2 marzo 2004 Comune di Cuneo Settore Socio Educativo Approvato dal Consiglio comunale con deliberazione n. 29 in data 2 marzo 2004 Indice Articolo Oggetto 1 Natura e finalità del servizio 2 Modalità di gestione 3 Destinatari

Dettagli

Comune di Caselle Landi Provincia di Lodi REGOLAMENTO TRASPORTO E MENSA SCOLASTICA

Comune di Caselle Landi Provincia di Lodi REGOLAMENTO TRASPORTO E MENSA SCOLASTICA Comune di Caselle Landi Provincia di Lodi REGOLAMENTO TRASPORTO E MENSA SCOLASTICA anno 2007 TITOLO I NORME GENERALI Articolo 1 I servizi di trasporto e mensa scolastica nella fascia di istruzione dalla

Dettagli