Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 12 Web Security. Chiara Braghin. SSL e TLS

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 12 Web Security. Chiara Braghin. SSL e TLS"

Transcript

1 Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 12 Web Security Chiara Braghin SSL e TLS 1

2 TLS/SSL: Storia (1) Protocollo Secure Socket Layer (SSL): Introdotto nel 1994 da Netscape Communications per il browser Netscape Navigator Obiettivo: proteggere il traffico del Web Protocollo Transport Layer Security (TLS) IETF standards track protocol, TLS v1.0: RFC 2246 TLS v1.1: RFC 4346 TLS v1.2: RFC 5246 TLS v1.0 quasi identico a SSL v3.0 (anche se TLS v1.0 non compatibile con SSL v3.0), quindi di solito si parla di TLS/SSL 2 TLS/SSL: Storia (2) Initial Design SSL v2.0 SSLRef 2.0 SSL IETF SSL v3.0 SSL BOF IETF TLS Draft TLS v1.0 TLS v1.1 TLS v1.2 Independent Implementations Hardware, Toolkits, Applications BoF: Birds of Feather, gruppo di discussione informale IETF: Internet Engineering Task Force 3 2

3 IETF (1) Comunità di tecnici e ricercatori interessati all'evoluzione tecnica e tecnologica di Internet struttura aperta: il lavoro svolto da gruppi di lavoro che operano tramite mailing list, aperte alla partecipazione di chiunque sia interessato I gruppi di lavoro si riuniscono 3 volte l anno Producono documenti denominati RFC (Request For Comments) che vengono sottoposti alla IESG (Internet Engineering Steering Group) per il loro avanzamento a standard ufficiale Obiettivi: sviluppare standard Internet (TCP/IP e la suite di protocolli Internet) Motto: Rough consensus and running code (Consenso diffuso e codice funzionante) 4 IETF (2) 5 3

4 IETF (3) 6 TLS/SSL in breve Obiettivo: comunicazione sicura Autenticazione delle parti Sempre: autenticazione del server Opzionale: autenticazione del client Confidenzialità dei dati Integrità dei dati Autenticazione origine dei dati Basato su TCP, servizio affidabile orientato alla connessione Garantisce servizi sicuri per un qualsiasi protocollo a livello application che sia basato su TCP (e.g., HTTP, FTP, TELNET, etc.) Indipendente dallʼapplicazione 7 4

5 Sicurezza e TCP/IP HTTP FTP TCP IPSec SMTP HTTP FTP SMTP SSL o TSL TCP IP Kerberos UDP S/MIME PGP SET FTP SMTP TCP IP (a) Livello rete (b) Livello trasporto (c) Livello applicazione 8 TLS/SSL: Architettura 9 5

6 TLS/SSL: Connessione vs Sessione Connessione Connessione tra due host (peer-to-peer) Ciascuna connessione è associata ad una sessione Sessione Unʼassociazione tra un client e un server Definisce un insieme di parametri crittografici che possono venire condivisi tra connessioni multiple Usata per evitare la (costosa!) negoziazione di nuovi parametri di sicurezza per ciascuna connessione 10 TLS/SSL: gestione dello stato (1) Una sessione TLS è stateful TLS deve inizializzare e mantenere informazioni relative allo stato della sessione per ciascuna direzione della comunicazione (dettagli in seguito) Una sessione TLS può venire usata da più connessioni Deve venire memorizzata anche lʼinformazione relativa allo stato delle connessioni 11 6

7 TLS/SSL: gestione dello stato (2) Parametri per la sessione: Session ID: sequenza di bit arbitraria scelta dal server per identificare lo stato di una sessione attiva o ancora utilizzabile Peer certificate: certificato X509.v3 del peer Compression method: algoritmo di compressione dei dati prima della cifratura Cipher spec: descrizione degli algoritmi di cifratura dati e Message Authentication Code (MAC) Master secret: segreto condiviso tra client e server di 48 byte, serve per generare le chiavi di sessione Is resumable: flag che indica se la sessione puoʼ venire utilizzata per altre connessioni 12 SSL/TLS: gestione dello stato (3) Parametri per la connessione: Server and client random: sequenza di bit arbitraria scelta dal server e dal client per identificare ciascuna connessione Server write MAC secret: segreto usato per il MAC dei dati del server Client write MAC secret: segreto usato per il MAC dei dati del client Server write key: chiave condivisa usata per la cifratura dei dati lato- server e decifratura lato-client Client write key: chiave condivisa usata per la cifratura dei dati lato- client e decifratura lato-server Initialization vector: per CBC block ciphers (concatenazione) Sequence number: per i messaggi trasmessi e ricevuti, memorizzato da entrambi 13 7

8 TLS/SSL: gestione dello stato (4) 14 TLS/SSL: gestione dello stato (5) 15 8

9 TLS/SSL: Handshake protocol (1) La parte più complessa di TLS/SSL Fase del protocollo che precede la trasmissione dei dati provenienti dall application level Obiettivi: Mutua autenticazione di client e server Negoziazione parametri di sicurezza: Algoritmo di cifratura - da utilizzare in fase di trasmissione dati e di handshake Algoritmo di hashing (MAC) - per creare il message digest Chiavi di sessione (per cifratura e hash con chiave) NB: le chiavi che proteggono il traffico dal client al server sono diverse dalle chiavi che proteggono il traffico dal server al client, in questo modo i partecipanti riescono a distinguere tra messaggi che hanno spedito e messaggi che hanno ricevuto (no reflection attack) 16 TLS/SSL: Handshake protocol (2) M1 M2 parti opzionali protocollo separato per evitare stalli nella pipeline M3 M4 17 9

10 TLS/SSL: Handshake protocol (3) - M1 ClientHello Message: Messaggio iniziale Client -> Server Version Number: versione di TLS più recente supportata Randomly Generated Data: DataClientRandom[32], numero di 4 byte che specifica data e ora del client + numero casuale di 28 byte generato dal client Session Identification (se presente): permette al client di proporre al server di riutilizzare una sessione precedente Cipher Suite: lista di algoritmi di cifratura supportati dal client TLS_RSA_WITH_DES_CBC_SHA TLS versione del protocollo RSA algoritmo utilizzato per lo scambio della chiave DES_CBC algoritmo di cifratura (utilizza una chiave di 56-bit key in CBC mode) SHA hash function Compression Algorithm: algoritmo di compressione (nessuno supportato per ora) 18 M1 - Esempio ClientVersion 3,1 ClientRandom[32] SessionID: None (new session) Suggested Cipher Suites: TLS_RSA_WITH_3DES_EDE_CBC_SHA TLS_RSA_WITH_DES_CBC_SHA Suggested Compression Algorithm: NONE 19 10

11 TLS/SSL: Handshake protocol (4) - M2 ServerHello Message: Server -> Client Version Number: versione di TLS più recente supportata da entrambi Randomly Generated Data ServerRandom[32]: numero di 4 byte che specifica data e ora del server + numero casuale di 28 byte generato dal server Session Identification (se presente): new session-id resumed session-id, lo stesso indicato dal ClientHello. Indica che il server è d accordo nel riutilizzare una sessione precedente. Null, si tratta di una nuova sessione e il server non vuole che venga riutilizzata in seguito, quindi non le viene associato nessun ID. Cipher Suite: il server sceglie l algoritmo di cifratura più forte supportato da entrambi Nel caso in cui non ci sia nessun algoritmo condiviso, la sessione termina con un messaggio di alert handshake failure Compression Algorithm: algoritmo di cifratura (nessuno supportato per ora) 20 TLS/SSL: Handshake protocol (5) - M2 Server Certificate Certificato del server che contiene la sua chiave pubblica (chiave che viene utilizzata dal client per autenticare il server e per cifrare il pre-master secret) Il client controlla anche che il nome del server nel certificato corrisponda a quello da lui usato per la connessione. Per esempio, se l utente ha inserito l URL nel browser, il certificato dovrebbe contenere o *.contoso.com. Internet Explorer avverte l utente nel caso in cui i 2 nomi non corrispondano. Server Key Exchange Fase opzionale in cui il server crea e spedisce una chiave temporanea al client. Spedita SOLO SE il certificato del server non contiene informazioni tali da permettere al client di spedire il pre-master secret in modo sicuro Client Certificate Request Fase opzionale in cui il server richiede di autenticare il client. Questa fase viene utilizzata dai siti Web delle banche in cui il server deve verificare l identità del cliente prima di rilasciare informazione sensibile. 21 Server Hello Done 11

12 M2 - Esempio Version 3,1 ServerRandom[32] SessionID: bd608869f0c629767ea7e3ebf7a63bdcff b0ef58b1b941e6b0c044acb6820a77 Use Cipher Suite: TLS_RSA_WITH_3DES_EDE_CBC_SHA Compression Algorithm: NONE 22 TLS/SSL: Handshake protocol (6) - M3 Client -> Server Client Certificate (opzionale) Client Key Exchange Il premaster secret (numero casuale generato dal client) viene cifrato con la chiave pubblica del server e poi viene trasmesso al server. Entrambi i partecipanti (client e server) calcolano il master secret localmente e da quello generano la chiave di sessione Certificate Verify (opzionale) Il client spedisce un messaggio che contiene i precedenti messaggi firmati con la propria chiave privata. In questo modo il server, verificando la firma con la chiave pubblica presente nel certificato del client, verifica esplicitamente che il client abbia accesso alla chiave privata del certificato

13 TLS/SSL: Handshake protocol (7) - M3 Client -> Server Change Cipher Spec Questo messaggio conferma al server che tutti i messaggi che seguiranno saranno autenticati e verranno cifrati usando le chiavi e gli algoritmi appena negoziati Client Finished Primo messaggio sicuro (cifrato e con hash) Questo messaggio è l hash di quanto scambiato fino ad ora usando la chiave di sessione e il MAC secret 24 TLS/SSL: Handshake protocol (8) - M4 Server -> Client Change Cipher Spec Message Questo messaggio conferma al client che tutti i messaggi che seguiranno verranno cifrati usando le chiavi appena negoziate Server Finished Message Questo messaggio è l hash di quanto scambiato fino ad ora usando la chiave di sessione e il MAC secret Se il client è in grado di decifrare con successo questo messaggio e di validare gli hash che contiene ha la garanzia che l handshake TLS/SSL è terminata con successo e che le chiavi calcolate localmente coincidono 25 13

14 TLS/SSL: Abbreviated handshake (1) Detto anche Restart handshake, usa un vecchio session ID Il client associa un session ID con l indirizzo IP del server e la porta TCP. Memorizza inoltre il master secret associato al session ID Il server memorizza il session ID, i parametri negoziati precedentemente, e il master secret NB: La chiave generata nella nuova connessione è diversa grazie ai numeri casuali utilizzati per generarla e che sono diversi per ogni connessione 26 TLS/SSL: Abbreviated handshake (2) 27 14

15 Computazione chiave (1) NB: Il master secret è sempre di 48 byte, mentre la lunghezza del pre-master secret dipende dagli algoritmi negoziati. 28 Computazione chiave (2) 29 15

16 TLS/SSL: Handshake protocol (7) - Revisited 30 TLS/SSL: Record protocol (1) Obiettivo: Recuperare i blocchi ricevuti da un protocollo di livello superiore (application level) e: Frammentare i blocchi Applicare le trasformazioni crittografiche prima della trasmissione dei blocchi Ovviamente a lato receiver compiere le operazioni complementari (decifrare, merge e passaggio al livello superiore) 31 16

17 TLS/SSL: Record protocol (2) 32 TLS/SSL: Record protocol (3) 33 17

18 Differenze tra le versioni (1) TLS 1.0 definito nel Gennaio 1999 come un upgrade di SSL Version 3.0 "the differences between this protocol and SSL 3.0 are not dramatic, but they are significant enough that TLS 1.0 and SSL 3.0 do not interoperate." In genere l implementazione di TLS 1.0 permette di fare il downgrading della connessione a SSL Differenze tra le versioni (2) TLS 1.1 (SSL 3.2) Aprile 2006 Aggiunta protezione contro attacchi al Cipher block chaining (CBC) L Initialization Vector (IV) implicito rimpiazzato da uno esplicito TLS 1.2 (SSL 3.3) Agosto 2008 Aggiunto il supporto a nuovi algoritmi di cifratura e hash 35 18

19 TLS/SSL: uso comune (1) HTTPS Simple Mail Transfer Protocol (SMTP) OpenVPN Voice over IP (in particolare Session Initiation Protocol - SIP) Implementazioni: Progetti di free e open source software: CyaSSL, OpenSSL, NSS, o GnuTLS 36 TLS/SSL: uso comune (2) Dopo la fase di TLS/SSL handshacking: 37 19

20 TLS/SSL: supporto browser Safari supporta TLS, anche se non è specifiato quale versione Mozilla Firefox, versione 2 e superiori, supporta TLS 1.0 Fino a Dicembre 2010, Firefox non supportava TLS 1.1 o 1.2 Microsoft Internet Explorer 8 in Windows 7 supporta TLS 1.2. Opera supporta TLS TLS/SSL: siamo sicuri? A vulnerability of the renegotiation procedure was discovered in August 2009 that can lead to plaintext injection attacks against SSL 3.0 and all current versions of TLS it allows an attacker who can hijack an https connection to splice their own requests into the beginning of the conversation the client has with the web server. The attacker can't actually decrypt the client-server communication, so it is different from a typical man-in-the-middle attack A short-term fix is for web servers to stop allowing renegotiation, which typically will not require other changes unless client certificate authentication is used (RFC 5746 e OpenSSL) 39 20

21 SSL/TLS: Riferimenti W. Stallings, Cryptography and Network Security, 3rd Edition, Prentice Hall Garfinkel, S., and Spafford, G. Web Security & Commerce. O Reilly and Associates, 1997 RFC 5246: The Transport Layer Security (TLS) Protocol Version 1.2 OpenSSL website:

Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 13 Web Security - SSL/TLS

Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 13 Web Security - SSL/TLS Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 13 Web Security - SSL/TLS Chiara Braghin chiara.braghin@unimi.it Sicurezza e TCP/IP HTTP FTP TCP IPSec SMTP HTTP FTP SMTP SSL o TLS TCP IP Kerberos UDP S/MIME

Dettagli

Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 12 Web Security (4) SSL/TLS e IPSec

Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 12 Web Security (4) SSL/TLS e IPSec Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 12 Web Security (4) SSL/TLS e IPSec Chiara Braghin chiara.braghin@unimi.it! Internet ISP Backbone ISP Routing locale e tra domini w TCP/IP: gestisce routing e

Dettagli

Elementi di Sicurezza informatica

Elementi di Sicurezza informatica Elementi di Sicurezza informatica Secure Socket Layer Università degli Studi di Perugia Indice 1 1.Introduzione 2 3 Perché SSL Funzionalità Storia di SSL Introduzione Introduzione Perché SSL; Funzionalità;

Dettagli

SECURE SOCKET LAYER FEDERICO REALI

SECURE SOCKET LAYER FEDERICO REALI SECURE SOCKET LAYER FEDERICO REALI Sommario. In questo articolo vengono esposte le principali caratteristiche del protocollo SSL. Esso è stato introdotto sin dal 1994 e rappresenta una delle soluzioni

Dettagli

La suite di protocolli SSL

La suite di protocolli SSL Network Security Elements of Security Protocols Secure Socket Layer (SSL) Architettura Il protocollo Record Il protocollo Handshake Utilizzo di SSL nei pagamenti elettronici Limiti di SSL Sicurezza nella

Dettagli

La sicurezza del Web SSL

La sicurezza del Web SSL La sicurezza del Web SSL Politiche delle Reti e Sicurezza 2006 M.L.Maggiulli 2006 1 Web Security Grazie alla facilita di utilizzo dei web browser grafici, Internet sta sempre piu diventando un mezzo per

Dettagli

SSL: applicazioni telematiche SSL SSL SSL. E-commerce Trading on-line Internet banking... Secure Socket Layer

SSL: applicazioni telematiche SSL SSL SSL. E-commerce Trading on-line Internet banking... Secure Socket Layer : applicazioni telematiche Secure Socket Layer E-commerce Trading on-line Internet banking... Protocollo proposto dalla Netscape Communications Corporation Garantisce confidenzialità e affidabilità delle

Dettagli

Sicurezza interna alle applicazioni. Sicurezza esterna alle applicazioni. SSL: introduzione. Sicurezza nei Sistemi Informativi

Sicurezza interna alle applicazioni. Sicurezza esterna alle applicazioni. SSL: introduzione. Sicurezza nei Sistemi Informativi Sicurezza nei Sistemi Informativi La sicurezza nei protocolli di rete Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Università di

Dettagli

Approfondimento di Marco Mulas

Approfondimento di Marco Mulas Approfondimento di Marco Mulas Affidabilità: TCP o UDP Throughput: banda a disposizione Temporizzazione: realtime o piccoli ritardi Sicurezza Riservatezza dei dati Integrità dei dati Autenticazione di

Dettagli

Corso di Sicurezza Informatica. Sicurezza Web. Ing. Gianluca Caminiti

Corso di Sicurezza Informatica. Sicurezza Web. Ing. Gianluca Caminiti Corso di Sicurezza Informatica Sicurezza Web Ing. Gianluca Caminiti SSL Sommario Considerazioni sulla Sicurezza del Web Secure Socket Layer (SSL) 3 Brevi Considerazioni sulla Sicurezza del Web Web come

Dettagli

Internet Security: Secure Sockets Layer

Internet Security: Secure Sockets Layer Internet layered architecture Internet Security: Secure Sockets Layer Ozalp Babaoglu Internet protocols are layered Each layer provides services to the layer above hiding details of layers below Logical

Dettagli

IL SECURE SOCKETS LAYER (SSL) E LA SICUREZZA NEL PROTOCOLLO TCP/IP

IL SECURE SOCKETS LAYER (SSL) E LA SICUREZZA NEL PROTOCOLLO TCP/IP IL SECURE SOCKETS LAYER (SSL) E LA SICUREZZA NEL PROTOCOLLO TCP/IP Mini lezione di reti Per comprendere a fondo l ambito nel quale ci stiamo muovendo, è fondamentale spiegare seppur brevemente e in maniera

Dettagli

La sicurezza nelle reti di calcolatori

La sicurezza nelle reti di calcolatori La sicurezza nelle reti di calcolatori Contenuti del corso La progettazione delle reti Il routing nelle reti IP Il collegamento agli Internet Service Provider e problematiche di sicurezza Analisi di traffico

Dettagli

Vallarino Simone. Corso di sicurezza A.A. 2003/2004 HTTPS

Vallarino Simone. Corso di sicurezza A.A. 2003/2004 HTTPS Vallarino Simone Corso di sicurezza A.A. 2003/2004 HTTPS INTRODUZIONE Per cominciare a parlare di https è necessario aprire la discussione ricordando le caratteristiche dell http: HTTP Nel sistema telematico

Dettagli

Cenni sulla Sicurezza in Ambienti Distribuiti

Cenni sulla Sicurezza in Ambienti Distribuiti Cenni sulla Sicurezza in Ambienti Distribuiti Cataldo Basile < cataldo.basile @ polito.it > Politecnico di Torino Dip. Automatica e Informatica Motivazioni l architettura TCP/IPv4 è insicura il problema

Dettagli

Sicurezza in rete SSL

Sicurezza in rete SSL Elementi di crittografia AA. 2004/2005 Sicurezza in rete SSL Patrizio ANGELINI Alessio BROZZI Giulia MASSIMI Roberto TURCHETTI Introduzione Con il crescente sviluppo di Internet e dei servizi ad esso collegati

Dettagli

Una Introduzione a TLSv1.0

Una Introduzione a TLSv1.0 ICT Security n. 32 e 34, Marzo/Maggio 2005 p. 1 di 8 Una Introduzione a TLSv1.0 In questa rubrica abbiamo già avuto modo di descrivere protocolli ed applicazioni che sfruttano SSL/TLS (Secure Socket Layer

Dettagli

Sommario. Introduzione alla Sicurezza Web

Sommario. Introduzione alla Sicurezza Web Sommario Introduzione alla Sicurezza Web Considerazioni generali IPSec Secure Socket Layer (SSL) e Transport Layer Security (TLS) Secure Electronic Transaction (SET) Introduzione alla crittografia Introduzione

Dettagli

Appendice C. C. Protocolli per comunicazioni sicure

Appendice C. C. Protocolli per comunicazioni sicure C. C.1 IPSec Il protocollo IPSec (Internet Protocol Security) è costituito da un insieme di elementi che realizzano un architettura di sicurezza a livello IP in modo trasparente rispetto alle applicazioni,

Dettagli

Comunicazioni sicure su Internet: https e SSL. Fisica dell Informazione

Comunicazioni sicure su Internet: https e SSL. Fisica dell Informazione Comunicazioni sicure su Internet: https e SSL Fisica dell Informazione Il servizio World Wide Web (WWW) Come funziona nel dettaglio il Web? tre insiemi di regole: Uniform Resource Locator (URL) Hyper Text

Dettagli

Principi di crittografia Integrità dei messaggi Protocolli di autenticazione Sicurezza nella pila di protocolli di Internet: PGP, SSL, IPSec

Principi di crittografia Integrità dei messaggi Protocolli di autenticazione Sicurezza nella pila di protocolli di Internet: PGP, SSL, IPSec Crittografia Principi di crittografia Integrità dei messaggi Protocolli di autenticazione Sicurezza nella pila di protocolli di Internet: PGP, SSL, IPSec Elementi di crittografia Crittografia: procedimento

Dettagli

Sicurezza delle applicazioni di rete

Sicurezza delle applicazioni di rete Sicurezza delle applicazioni di rete Antonio Lioy < lioy @ polito.it > Politecnico di Torino Dip. Automatica e Informatica Sicurezza di canale autenticazione (singola o mutua), integrità e segretezza solo

Dettagli

Sicurezza delle email, del livello di trasporto e delle wireless LAN

Sicurezza delle email, del livello di trasporto e delle wireless LAN Sicurezza delle email, del livello di trasporto e delle wireless LAN Damiano Carra Università degli Studi di Verona Dipartimento di Informatica La sicurezza nello stack protocollare TCP/IP Livello di rete

Dettagli

IPsec e TLS a confronto: funzioni, prestazioni ed estensioni

IPsec e TLS a confronto: funzioni, prestazioni ed estensioni IPsec e TLS a confronto: funzioni, prestazioni ed estensioni di Davide Cerri Ottobre 2001 Il materiale contenuto in questo documento è interamente tratto dalla tesi dal titolo I protocolli IPsec e TLS

Dettagli

SETEFI. Marco Cantarini, Daniele Maccauro, Domenico Marzolla. 19 Aprile 2012

SETEFI. Marco Cantarini, Daniele Maccauro, Domenico Marzolla. 19 Aprile 2012 e VIRTUALCARD 19 Aprile 2012 e VIRTUALCARD Introduzione Il nostro obiettivo é quello di illustrare la struttura e le caratteristiche di fondo che stanno alla base delle transazioni online operate tramite

Dettagli

Sicurezza degli accessi remoti. La sicurezza degli accessi remoti

Sicurezza degli accessi remoti. La sicurezza degli accessi remoti Sicurezza degli accessi remoti Antonio Lioy < lioy @ polito.it > Politecnico di Torino Dip. Automatica e Informatica Situazione standard autenticazione ed autorizzazione basate su password problema: password

Dettagli

Sicurezza dei sistemi e delle reti 1. Lezione VI: IPsec. IPsec. La suite TCP/IP. Mattia Monga. a.a. 2014/15

Sicurezza dei sistemi e delle reti 1. Lezione VI: IPsec. IPsec. La suite TCP/IP. Mattia Monga. a.a. 2014/15 Sicurezza dei sistemi e delle 1 Mattia Lezione VI: Dip. di Informatica Università degli Studi di Milano, Italia mattia.monga@unimi.it a.a. 2014/15 1 cba 2011 15 M.. Creative Commons Attribuzione Condividi

Dettagli

Side Channel Attack contro il protocollo SSL

Side Channel Attack contro il protocollo SSL Side Channel Attack contro il protocollo SSL Giuliano Bertoletti E-Security Manager gb@intrinsic.it Webb.it Padova, 10 maggio 2003 Il protocollo SSL/TLS Comunicazione sicura client-server su protocollo

Dettagli

Secure socket layer (SSL) Transport layer security (TLS)

Secure socket layer (SSL) Transport layer security (TLS) Servizi Sicuri per le comunicazioni in rete Secure socket layer (SSL) Transport layer security (TLS) Applicaz. TTP TCP Applicaz. TTP SSL/TLS TCP SSL: Netscape TLS:RFC 2246 Applicaz. TTPS TCP andshake Change

Dettagli

Sicurezza delle applicazioni di rete. Sicurezza di canale. Sicurezza di messaggio (o dei dati) Antonio Lioy - Politecnico di Torino (1995-2011) 1

Sicurezza delle applicazioni di rete. Sicurezza di canale. Sicurezza di messaggio (o dei dati) Antonio Lioy - Politecnico di Torino (1995-2011) 1 Sicurezza delle applicazioni di rete Antonio Lioy < lioy @ polito.it > Politecnico di Torino Dip. Automatica e Informatica Sicurezza di canale autenticazione (singola o mutua), integrità e segretezza solo

Dettagli

Tecnologie per la gestione delle transazioni su Internet 19/04/06

Tecnologie per la gestione delle transazioni su Internet 19/04/06 E-business sicuro Tecnologie per la gestione delle transazioni su Internet 19/04/06 Ecommerce: problematiche Differenze con il commercio tradizionale dati importanti viaggiano su Internet (numero di carta

Dettagli

L IDENTITY MANAGEMENT

L IDENTITY MANAGEMENT L IDENTITY MANAGEMENT Le 3 A È pratica consueta riferirsi all insieme delle tecniche di autenticazione, autorizzazione e accounting come alle 3A. Il motivo di questo accostamento non risiede semplicemente

Dettagli

Programmazione in Rete

Programmazione in Rete Programmazione in Rete a.a. 2005/2006 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/prog-rete/prog-rete0506.htm dott.ssa Francesca A. Lisi lisi@di.uniba.it Orario di ricevimento: mercoledì ore 10-12 Sommario della

Dettagli

Sicurezza in E-Commerce

Sicurezza in E-Commerce Sicurezza in E-Commerce Corso di Laurea Magistrale Scienze e Tecnologie Informatiche Sicurezza dei Sistemi Informatici A. A. 2008/2009 Luca Assirelli - Mirco Gamberini Gruppo 6 E-Commerce Internet, ha

Dettagli

E-business sicuro. Tecnologie per la gestione delle transazioni su Internet 05/06/06

E-business sicuro. Tecnologie per la gestione delle transazioni su Internet 05/06/06 E-business sicuro Tecnologie per la gestione delle transazioni su Internet 05/06/06 Ecommerce: problematiche Differenze con il commercio tradizionale dati importanti viaggiano su Internet (numero di carta

Dettagli

Stunnel & port forwarding

Stunnel & port forwarding Eliminazione della trasmissione di passwords in chiaro Stunnel & port forwarding Enrico M.V. Fasanelli I.N.F.N. - Lecce Firenze, 19-20 Settembre 2000 Enrico M.V. Fasanelli - Stunnel & port forwarding Sommario

Dettagli

CRITTOGRAFIA, CERTIFICATI DIGITALI E PROTOCOLLI DI SICUREZZA

CRITTOGRAFIA, CERTIFICATI DIGITALI E PROTOCOLLI DI SICUREZZA CRITTOGRAFIA, CERTIFICATI DIGITALI E PROTOCOLLI DI SICUREZZA SU COSA SI BASANO I CERTIFICATI DIGITALI...2 Che cos è la Crittografia? E come viene applicata?...2 Crittografia a chiave simmetrica o segreta......2

Dettagli

Protezione dei Dati Digitali: Scenari ed Applicazioni

Protezione dei Dati Digitali: Scenari ed Applicazioni Protezione dei Dati Digitali: Scenari ed Applicazioni 1 Sommario Parte I : Scenari Parte II : La Teoria Parte III: La Pratica 2 Parte I: Scenari 3 Applicazioni quotidiane (1/2) Transazioni finanziarie

Dettagli

Security protocols: : TLS

Security protocols: : TLS Location of security facilities in the TCP/IP stack Security protocols: : Luca Veltri (mail.to: luca.veltri veltri@unipr.it) Network level transport/session level Application level Corso di Sicurezza nelle

Dettagli

Sicurezza della comunicazione. Proprietà desiderabili. Segretezza. Autenticazione

Sicurezza della comunicazione. Proprietà desiderabili. Segretezza. Autenticazione Sicurezza della comunicazione Proprietà desiderabili Segretezza Autenticazione 09CDUdc Reti di Calcolatori Sicurezza nelle Reti Integrità del messaggio Segretezza Il contenuto del messaggio può essere

Dettagli

Sicurezza della posta elettronica

Sicurezza della posta elettronica Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 15 Sicurezza della posta elettronica Chiara Braghin chiara.braghin@unimi.it! Sicurezza della posta elettronica 1 Posta elettronica (1) Una mail è un messaggio

Dettagli

Meccanismi di autenticazione sicura. Paolo Amendola GARR-CERT

Meccanismi di autenticazione sicura. Paolo Amendola GARR-CERT Meccanismi di autenticazione sicura Paolo Amendola GARR-CERT Argomenti Crittografazione del traffico Identita digitali One-time passwords Kerberos Crittografazione del traffico Secure Shell SASL SRP sftp

Dettagli

Web (1) Internet. Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 9 Web Security (1) Chiara Braghin. chiara.braghin@unimi.it! 20/11/12. browser.

Web (1) Internet. Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 9 Web Security (1) Chiara Braghin. chiara.braghin@unimi.it! 20/11/12. browser. Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 9 Web Security (1) Chiara Braghin chiara.braghin@unimi.it! Web (1) File HTML browser Internet URL Server web server Client il protocollo: HTTP 1 1 Web (2) Server

Dettagli

Problemi legati alla sicurezza e soluzioni

Problemi legati alla sicurezza e soluzioni Corso DOMOTICA ED EDIFICI INTELLIGENTI UNIVERSITA DI URBINO Docente: Ing. Luca Romanelli Mail: romanelli@baxsrl.com Accesso remoto ad impianti domotici Problemi legati alla sicurezza e soluzioni Domotica

Dettagli

Sicurezza nelle applicazioni multimediali: lezione 8, sicurezza ai livelli di rete e data-link. Sicurezza ai livelli di rete e data link

Sicurezza nelle applicazioni multimediali: lezione 8, sicurezza ai livelli di rete e data-link. Sicurezza ai livelli di rete e data link Sicurezza ai livelli di rete e data link Sicurezza a livello applicativo Ma l utilizzo di meccanismi di cifratura e autenticazione può essere introdotto anche ai livelli inferiori dello stack 2 Sicurezza

Dettagli

Introduzione alle applicazioni di rete

Introduzione alle applicazioni di rete Introduzione alle applicazioni di rete Definizioni base Modelli client-server e peer-to-peer Socket API Scelta del tipo di servizio Indirizzamento dei processi Identificazione di un servizio Concorrenza

Dettagli

Analysis of the Logjam attack

Analysis of the Logjam attack Technical Report on Analysis of the Logjam attack (IEIIT-CNR-150608) Luca Patti, Ernesto Schiavo, Enrico Cambiaso, Gianluca Papaleo, Paolo Farina, Maurizio Aiello (Network Security Group) IEIIT-CNR Istituto

Dettagli

Reti di calcolatori. Lezione del 25 giugno 2004

Reti di calcolatori. Lezione del 25 giugno 2004 Reti di calcolatori Lezione del 25 giugno 2004 Tecniche di attacco Denial of Service : impedisce ad una organizzazione di usare i servizi della propria rete; sabotaggio elettronico Gli attacchi DoS possono

Dettagli

TCP/IP un introduzione

TCP/IP un introduzione TCP/IP un introduzione Introduzione Il successo di Internet (rate di crescita annuo > 200 %) e dovuto all uso di protocolli standard aperti (IETF) TCP/IP (Transmission Control Protocol/Internet Protocol)

Dettagli

Livello Applicazione. Davide Quaglia. Motivazione

Livello Applicazione. Davide Quaglia. Motivazione Livello Applicazione Davide Quaglia 1 Motivazione Nell'architettura ibrida TCP/IP sopra il livello trasporto esiste un unico livello che si occupa di: Gestire il concetto di sessione di lavoro Autenticazione

Dettagli

Reti di Calcolatori:

Reti di Calcolatori: Reti di Calcolatori: Internet, Intranet e Mobile Computing a.a. 2007/2008 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/reti/reti0708.htm dott.ssa Francesca A. Lisi lisi@di.uniba.it Orario di ricevimento: mercoledì

Dettagli

Crittografia e sicurezza delle reti

Crittografia e sicurezza delle reti Crittografia e sicurezza delle reti IPSEC Scambio di chiavi (Diffie Hellman) SSL/TLS SET Architettura di sicurezza Applicaz. (SHTTP) SSL/TLS TCP IPSEC IP applicazioni sicure (ad es. PGP, SHTTP, SFTP, ecc.)

Dettagli

Reti di Telecomunicazioni LB Introduzione al corso

Reti di Telecomunicazioni LB Introduzione al corso Reti di Telecomunicazioni LB Introduzione al corso A.A. 2005/2006 Walter Cerroni Il corso Seguito di Reti di Telecomunicazioni LA Approfondimento sui protocolli di Internet TCP/IP, protocolli di routing,

Dettagli

Benvenuti. Luca Biffi, Direttore Supporto Tecnico di Achab supporto@achab.it. Achab techjam Gateway PEC per MDaemon

Benvenuti. Luca Biffi, Direttore Supporto Tecnico di Achab supporto@achab.it. Achab techjam Gateway PEC per MDaemon Benvenuti Luca Biffi, Direttore Supporto Tecnico di Achab supporto@achab.it Achab techjam Gateway PEC per MDaemon Protocolli di sicurezza per la posta elettronica... inclusa la PEC Achab 2 Agenda Acronimi

Dettagli

Università di Pisa Facoltà di Informatica Corso di Tecnologie di convergenza su IP a.a. 2005/2006. Gaspare Sala

Università di Pisa Facoltà di Informatica Corso di Tecnologie di convergenza su IP a.a. 2005/2006. Gaspare Sala Università di Pisa Facoltà di Informatica Corso di Tecnologie di convergenza su IP a.a. 2005/2006 Gaspare Sala Introduzione Una rete pubblica è un insieme di sistemi indipendenti che si scambiano dati

Dettagli

Sicurezza a livello IP: IPsec e le reti private virtuali

Sicurezza a livello IP: IPsec e le reti private virtuali Sicurezza a livello IP: IPsec e le reti private virtuali Davide Cerri Sommario L esigenza di proteggere l informazione che viene trasmessa in rete porta all utilizzo di diversi protocolli crittografici.

Dettagli

OpenVPN: un po di teoria e di configurazione

OpenVPN: un po di teoria e di configurazione Università degli Studi di Milano Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica 10 dicembre 2004 Sommario 1 Introduzione: definizione e utilizzo delle VPN 2 3 4 5 Sommario

Dettagli

Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 17 Protocolli di rete e vulnerabilità. Chiara Braghin

Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 17 Protocolli di rete e vulnerabilità. Chiara Braghin Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 17 Protocolli di rete e vulnerabilità Chiara Braghin Dalle news 1 Internet ISP Backbone ISP Routing locale e tra domini TCP/IP: routing, connessioni BGP (Border

Dettagli

Crittografia. Crittografia Definizione. Sicurezza e qualità dei servizi su internet. 2009 Università degli Studi di Pavia, C.

Crittografia. Crittografia Definizione. Sicurezza e qualità dei servizi su internet. 2009 Università degli Studi di Pavia, C. Definizione La crittografia è la scienza che utilizza algoritmi matematici per cifrare e decifrare i dati. La criptoanalisi è la scienza che analizza e decifra i dati crittografati senza conoscerne a priori

Dettagli

La Sicurezza delle Reti. La Sicurezza delle Reti. Il software delle reti. Sistemi e tecnologie per la multimedialità e telematica.

La Sicurezza delle Reti. La Sicurezza delle Reti. Il software delle reti. Sistemi e tecnologie per la multimedialità e telematica. Sistemi e tecnologie per la multimedialità e telematica Fabio Burroni Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Siena burronif@unisi unisi.itit La Sicurezza delle Reti La presentazione

Dettagli

MANUALE UTENTE INTERNET - ISTRUZIONI TECNICHE PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO

MANUALE UTENTE INTERNET - ISTRUZIONI TECNICHE PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO Rev. n 02 Pag. 1 di 25 SERVIZIO DI CERTIFICAZIONE TERNA L UTILIZZO DEL SERVIZIO Storia delle revisioni Rev. n Data Descrizione 01 23/08/2010 Prima emissione del documento. 02 24/09/2010 Aggiornamento printscreen

Dettagli

RC4 RC4. Davide Cerri. Davide Cerri CEFRIEL - Politecnico di Milano cerri@cefriel.it http://www.cefriel.it/~cerri/

RC4 RC4. Davide Cerri. Davide Cerri CEFRIEL - Politecnico di Milano cerri@cefriel.it http://www.cefriel.it/~cerri/ POLITECNICO DI MILANO CEFRIEL - Politecnico di Milano cerri@cefriel.it http://www.cefriel.it/~cerri/ è un cifrario a flusso progettato da Ron Rivest (la R di RSA) nel 1987. Era un segreto commerciale della

Dettagli

Universita' di Ferrara Dipartimento di Matematica e Informatica. Algoritmi e Strutture Dati. Funzioni Hash e Network Security

Universita' di Ferrara Dipartimento di Matematica e Informatica. Algoritmi e Strutture Dati. Funzioni Hash e Network Security Universita' di Ferrara Dipartimento di Matematica e Informatica Algoritmi e Strutture Dati Funzioni Hash e Network Security Vedi: A.S. Tanenbaum, Computer Networks, 4th ed., Prentice Hall: sez. 8, pagg.

Dettagli

Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Corso di Reti di Calcolatori II Docente: Simon Pietro Romano spromano@unina.

Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Corso di Reti di Calcolatori II Docente: Simon Pietro Romano spromano@unina. Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Corso di Reti di Calcolatori II Docente: Simon Pietro Romano spromano@unina.it Sicurezza di rete Parte seconda Nota di copyright per le slide di

Dettagli

Sicurezza nelle reti IP

Sicurezza nelle reti IP icurezza nelle reti IP L architettura IPsec IPsec Proposta IETF per fare sicurezza al livello IP (livello 3) Compatibile con IPv4 e IPV6 (RFC-2401) Permette di Creare VPN su reti pubbliche Fare sicurezza

Dettagli

Servizi Applicativi su Internet SMTP/POP/IMAP. La posta elettronica. Pierluigi Gallo, Domenico Garlisi, Fabrizio Giuliano

Servizi Applicativi su Internet SMTP/POP/IMAP. La posta elettronica. Pierluigi Gallo, Domenico Garlisi, Fabrizio Giuliano Servizi Applicativi su Internet SMTP/POP/IMAP La posta elettronica Pierluigi Gallo, Domenico Garlisi, Fabrizio Giuliano E-mail - Indice 2 Introduzione Formato del messaggio Server Protocolli Comandi SMTP

Dettagli

SICUREZZA. Sistemi Operativi. Sicurezza

SICUREZZA. Sistemi Operativi. Sicurezza SICUREZZA 14.1 Sicurezza Il Problema della Sicurezza Convalida Pericoli per i Programmi Pericoli per il Sistema Difendere i Sistemi Scoperta di Intrusioni Cifratura Esempio: Windows NT 14.2 Il Problema

Dettagli

Sistemi Operativi SICUREZZA. Sistemi Operativi. D. Talia - UNICAL 14.1

Sistemi Operativi SICUREZZA. Sistemi Operativi. D. Talia - UNICAL 14.1 SICUREZZA 14.1 Sicurezza Il Problema della Sicurezza Convalida Pericoli per i Programmi Pericoli per il Sistema Difendere i Sistemi Scoperta di Intrusioni Cifratura Esempio: Windows NT 14.2 Il Problema

Dettagli

Crittologia. Obiettivi della crittografia. Autenticazione dell utente (1.) Riservatezza dei dati

Crittologia. Obiettivi della crittografia. Autenticazione dell utente (1.) Riservatezza dei dati Crittologia Obiettivi della crittografia crittologia = kryptos + logos crittografia crittoanalisi testo in chiaro (M) => testo cifrato (C) processo di cifratura (E) riservatezza dei dati; autenticazione

Dettagli

TCP/IP. Principali caratteristiche

TCP/IP. Principali caratteristiche TCP/IP Principali caratteristiche 1 TCP/IP Caratteristiche del modello TCP/IP Struttura generale della rete Internet IL MONDO INTERNET Reti nazionali e internazionali ROUTER Rete Azienade ROUTER ROUTER

Dettagli

Elements of Security Protocols Secure Socket Layer (SSL)

Elements of Security Protocols Secure Socket Layer (SSL) Network Security Elements of Security Protocols Secure Socket Layer (SSL)!!"#$%&'&&(")! *+,-".&.#.++.,/'#."0! *+,-".&.#.++.,1)203$)4'! 5&%+%66.,0%,778,2'%,-)9):'2&%,'+'&&".2%#%! 8%:%&%,0%,778 Sicurezza

Dettagli

FORSETI BLOG. Readcast. Aprile 2014 Speciale Heartbleed. http://blog.forseti.it/

FORSETI BLOG. Readcast. Aprile 2014 Speciale Heartbleed. http://blog.forseti.it/ FORSETI BLOG Readcast Aprile 2014 Speciale Heartbleed http://blog.forseti.it/ Indice di 3 Forseti Blog - Aprile 2014 3 di Dottore in Sicurezza dei Sistemi e delle Reti Informatiche, Dottore Magistrale

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Parte II Lezione 5

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Parte II Lezione 5 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Parte II Lezione 5 Martedì 18-03-2014 1 Livello di applicazione Architetture

Dettagli

Introduzione. Livello applicativo Principi delle applicazioni di rete. Stack protocollare Gerarchia di protocolli Servizi e primitive di servizio 2-1

Introduzione. Livello applicativo Principi delle applicazioni di rete. Stack protocollare Gerarchia di protocolli Servizi e primitive di servizio 2-1 Introduzione Stack protocollare Gerarchia di protocolli Servizi e primitive di servizio Livello applicativo Principi delle applicazioni di rete 2-1 Pila di protocolli Internet Software applicazione: di

Dettagli

CONCETTI DI NAVIGAZIONE IN RETE

CONCETTI DI NAVIGAZIONE IN RETE CONCETTI DI NAVIGAZIONE IN RETE Internet (La rete delle reti) è l insieme dei canali (linee in rame, fibre ottiche, canali radio, reti satellitari, ecc.) attraverso cui passano le informazioni quando vengono

Dettagli

Sicurezza nelle applicazioni multimediali: lezione 7, sicurezza dei protocolli. Sicurezza dei protocolli (https, pop3s, imaps, esmtp )

Sicurezza nelle applicazioni multimediali: lezione 7, sicurezza dei protocolli. Sicurezza dei protocolli (https, pop3s, imaps, esmtp ) Sicurezza dei protocolli (https, pop3s, imaps, esmtp ) Stack di protocolli nella trasmissione della posta elettronica 2 Sicurezza a livello applicativo Ma l utilizzo di meccanismi di cifratura e autenticazione

Dettagli

Reti: cenni storici. Who s who

Reti: cenni storici. Who s who 1967: DoD ARPAnet 1970: ALOHAnet Reti: cenni storici 1975: TCP/IP model per internetwork 1976: Ethernet 198: TCP/UDP/IP standard per ARPAnet 1987: la rete cresce DNS 1989-1991: web guiding principles:

Dettagli

SSL, se non ci fosse bisognerebbe (re)inventarlo -

SSL, se non ci fosse bisognerebbe (re)inventarlo - Application Security: internet, mobile ed oltre SSL, se non ci fosse bisognerebbe (re)inventarlo Gianluca Salvalaggio Venezia, 3 ottobre 2014 1 SSL, se non ci fosse bisognerebbe (re)inventarlo v. 1.2 2

Dettagli

L architettura di TCP/IP

L architettura di TCP/IP L architettura di TCP/IP Mentre non esiste un accordo unanime su come descrivere il modello a strati di TCP/IP, è generalmente accettato il fatto che sia descritto da un numero di livelli inferiore ai

Dettagli

Sicurezza delle applicazioni web: protocollo HTTP

Sicurezza delle applicazioni web: protocollo HTTP Università degli Studi di Milano Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Sicurezza delle applicazioni web: protocollo HTTP Alessandro Reina Aristide Fattori

Dettagli

Parte prima Cifratura simmetrica 27 Introduzione alla Parte prima 27

Parte prima Cifratura simmetrica 27 Introduzione alla Parte prima 27 Indice Prefazione XV Capitolo 0 Guida alla lettura 1 0.1 Contenuti generali del volume 1 0.2 Struttura generale 2 0.3 Risorse su Internet e sul Web 3 Siti Web per questo volume 3 Altri siti Web 4 I gruppi

Dettagli

Servizio Sistemi Informativi SPERIMENTAZIONE DI RETI PRIVATE VIRTUALI CON L'UTILIZZO DI SOFTWARE OPEN SOURCE

Servizio Sistemi Informativi SPERIMENTAZIONE DI RETI PRIVATE VIRTUALI CON L'UTILIZZO DI SOFTWARE OPEN SOURCE Servizio Sistemi Informativi SPERIMENTAZIONE DI RETI PRIVATE VIRTUALI CON L'UTILIZZO DI SOFTWARE OPEN SOURCE Redatto: Nucleo Gestione Innovazione e fornitori IT Versione: 1.0 Data emissione: 9/11/2006

Dettagli

E-commerce sicuro. Le problematiche del pagamento elettronico. Acquisto on-line sicuro. Tecnologie per la gestione dei pagamenti su Internet

E-commerce sicuro. Le problematiche del pagamento elettronico. Acquisto on-line sicuro. Tecnologie per la gestione dei pagamenti su Internet E-commerce sicuro Tecnologie per la gestione dei pagamenti su Internet 02/06/03 P. Cremonesi L. Muttoni S. Zanero Anno Accademico 2002-2003 Le problematiche del pagamento elettronico Acquisto on-line sicuro

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Servizi di Messaggistica

Servizi di Messaggistica Servizi di Messaggistica Generalità Messaggistica Introduzione I servizi di messaggistica sono servizi di comunicazione bidirezionale sincroni tra due o più soggetti in rete. Caratteristiche. Sincronismo

Dettagli

OpenVPN: un po di teoria e di configurazione

OpenVPN: un po di teoria e di configurazione OpenVPN: un po di teoria e di configurazione Andrea Lanzi, Davide Marrone, Roberto Paleari Università degli Studi di Milano Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Anno Accademico 2006/2007

Dettagli

Servizi di rete e web. Prof. Maurizio Naldi A.A. 2015/16

Servizi di rete e web. Prof. Maurizio Naldi A.A. 2015/16 Servizi di rete e web Prof. Maurizio Naldi A.A. 2015/16 Applicazione Unità di trasmissione dati a livello applicazione Applicazione Presentazione Unità di trasmissione dati a livello presentazione Presentazione

Dettagli

LBSEC. http://www.liveboxcloud.com

LBSEC. http://www.liveboxcloud.com 2014 LBSEC http://www.liveboxcloud.com LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi garanzia espressa o implicita di commerciabilità

Dettagli

Appendice:: Spunti sulla sicurezza e Internet Materiale fuori programma dedicato rigorosamente solo ai curiosi. prof.

Appendice:: Spunti sulla sicurezza e Internet Materiale fuori programma dedicato rigorosamente solo ai curiosi. prof. Operatore Informatico Giuridico Informatica Giuridica di Base A.A 2003/2004 I Semestre Appendice:: Spunti sulla sicurezza e Internet Materiale fuori programma dedicato rigorosamente solo ai curiosi prof.

Dettagli

Software SMART Bridgit

Software SMART Bridgit Caratteristiche tecniche Software SMART Bridgit Versione 4.5 Descrizione prodotto Il software SMART Bridgit è un software per conferenze client/server efficace dal punto di vista dei costi che consente

Dettagli

Architetture Web Protocolli di Comunicazione

Architetture Web Protocolli di Comunicazione Architetture Web Protocolli di Comunicazione Alessandro Martinelli alessandro.martinelli@unipv.it 10 Maggio 2011 Architetture Web Architetture Web Protocolli di Comunicazione Il Client Side Il Server Side

Dettagli

Robustezza crittografica della PEC

Robustezza crittografica della PEC Robustezza crittografica della PEC Prof. Massimiliano Sala Università degli Studi di Trento, Lab di Matematica Industriale e Crittografia Trento, 21 Novembre 2011 M. Sala (Università degli Studi di Trento)

Dettagli

MAIL ORDER E TELEPHONE ORDER Integrazione server to server

MAIL ORDER E TELEPHONE ORDER Integrazione server to server Procedura di adesione e utilizzo del servizio X-Pay - Specifiche Tecniche MAIL ORDER E TELEPHONE ORDER Integrazione server to server Versione 1 Data 04.2012 Pag. 1/13 INDICE 1. GLOSSARIO... 3 2. SCOPO...

Dettagli

Dettaglio attività e pianificazione. snamretegas.it. San Donato Milanese Aprile 2014

Dettaglio attività e pianificazione. snamretegas.it. San Donato Milanese Aprile 2014 Evoluzioni tecnologiche nelle integrazioni B2B introdotte dalla Nuova Piattaforma informatica per la Gestione dei processi commerciali di Programmazione e Bilancio Dettaglio attività e pianificazione San

Dettagli

VPN. e Sicurezza: IPSec

VPN. e Sicurezza: IPSec VPN e Sicurezza: IPSec Tesina di: Claudio Alberto Pisapia Emanuel Weitschek Indice VPN: rapida introduzione WAN e Intranet: accenni VPDN e ESP VPN: Security Firewall AAA Server Crittografia IPSec Molte

Dettagli

Sicurezza: credenziali, protocolli sicuri, virus, backup

Sicurezza: credenziali, protocolli sicuri, virus, backup Sicurezza: credenziali, protocolli sicuri, virus, backup La sicurezza informatica Il tema della sicurezza informatica riguarda tutte le componenti del sistema informatico: l hardware, il software, i dati,

Dettagli

Esercitazione 02. Sommario. Un po di background (1) Un certificato digitale in breve. Andrea Nuzzolese

Esercitazione 02. Sommario. Un po di background (1) Un certificato digitale in breve. Andrea Nuzzolese Sommario Esercitazione 02 Andrea Nuzzolese Certificati Descrizione esercitazione Free Secure Email Certificates (con InstantSSL) ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITA DI BOLOGNA Un certificato digitale in breve

Dettagli

La sicurezza nel Web

La sicurezza nel Web La sicurezza nel Web Protezione vs. Sicurezza Protezione: garantire un utente o un sistema della non interazione delle attività che svolgono in unix ad esempio i processi sono protetti nella loro esecuzione

Dettagli

Dal protocollo IP ai livelli superiori

Dal protocollo IP ai livelli superiori Dal protocollo IP ai livelli superiori Prof. Enrico Terrone A. S: 2008/09 Protocollo IP Abbiamo visto che il protocollo IP opera al livello di rete definendo indirizzi a 32 bit detti indirizzi IP che permettono

Dettagli

Randomizzazione di chiavi crittografiche. mediante funzioni hash: un prototipo

Randomizzazione di chiavi crittografiche. mediante funzioni hash: un prototipo CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INFORMATICA Randomizzazione di chiavi crittografiche mediante funzioni hash: un prototipo Relatore: Correlatore: Prof. Astasia C. Pagnoni Prof. Andrea Visconti Tesi di Laurea

Dettagli