La struttura interna di un calcolatore elettronico è fondamentalmente quella rappresentata nel seguente schema: Dispositivi di ingresso-uscita

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La struttura interna di un calcolatore elettronico è fondamentalmente quella rappresentata nel seguente schema: Dispositivi di ingresso-uscita"

Transcript

1 INTRODUZIONE Hardware e SO Luca Casotti Come è fatto un computer La struttura interna di un calcolatore elettronico è fondamentalmente quella rappresentata nel seguente schema: Processore (CPU) Memoria principale Memoria di massa Dispositivi di ingresso-uscita (I/O) Il processore esegue le operazioni di calcolo sui dati che si trovano nella memoria principale; i risultati delle operazioni vengono scritti sempre nella memoria principale. La memoria principale (detta anche RAM) è molto veloce e può essere letta e scritta direttamente dal processore; per contro, è piuttosto costosa ed è volatile (quando il computer viene spento i dati si perdono). Si ricorre pertanto all'uso della memoria di massa (più lenta, ma più economica e soprattutto non volatile): le informazioni, una volta che sono state elaborate, vengono trasferite qui dalla memoria principale. I dispositivi di ingresso e uscita (o Input/Output) servono per interfacciare l'operatore e il calcolatore (ad esempio la tastiera, il mouse, il monitor, le casse acustiche). L'aspetto fisico del processore e della memoria principale è quello tipico dei circuiti elettronici integrati (un rettangolo di materiale rigido con diversi piedini di contatto); la memoria di massa può invece variare moltissimo a seconda del tipo: rientrano infatti nella categoria i dischi rigidi (hard disk, vedi illustrazione seguente), i dischi floppy (detti comunemente dischetti ), i CD e i DVD. 1/42

2 La gestione della memoria di massa Utilizzando i normali programmi applicativi l'operatore non deve preoccuparsi di cosa succede a livello di proccessore o di memoria principale. Sarà invece nessaria una seppur minima interazione con le unità di memoria di massa, in quanto i dati elaborati dal programma applicativo dovranno essere scritti (o, come si dice in gergo, salvati ) all'interno della memoria di massa stessa al fine di non perderli con lo spegnimento della macchina o la chiusura dell'applicativo che li ha generati; questa operazione dovrà essere richiesta esplicitamente dall'operatore. Ad esempio, dopo aver scritto una lettera utilizzando un programma di videoscrittura, l'operatore dovrà ordinare al programma di salvare i dati relativi a quella lettera all'interno di una particolare unità di memoria di massa; in particolare sceglierà probabilmente di salvare il documento su hard disk se non ci sono necessità che i dati vengano utilizzati al di fuori di quel computer; lo salverà invece su dischetto o su cd o su memoria flash qualora ci sia necessità di trasportare i dati su altre macchine, oppure di tenere i dati con sé. Nota: l'operazione di salvataggio è bene che sia fatta non solo alla fine del lavoro ma anche, periodicamente, nelle varie fasi intermedie; è infatti sempre possibile perdere il contenuto della memoria principale per motivi diversi come ad esempio black out, sovraccarichi dovuti a condizioni atmosferiche avverse, instabilità del sistema, problemi hardware ecc.; in questi casi è bene ricordare che tutto il lavoro eseguito dopo l'ultimo salvataggio viene purtroppo perduto. Il sistema operativo Quando un calcolatore viene acceso parte automaticamente un programma (o, per meglio dire, un sistema di programmi) senza il quale il calcolatore stesso non potrebbe eseguire nemmeno le più semplici operazioni di interazione con il mondo esterno. Questo programma è il sistema operativo (SO), che gestisce direttamente tutte le operazioni basilari relative a processore, memoria e dispositivi I/O. Ad esempio, senza sistema operativo, non potremmo nemmeno utilizzare il mouse, la tastiera o il monitor. Il SO costituisce la base sopra la quale vengono eseguiti tutti i programmi applicativi 2/42

3 (videoscrittura, browser web, client di posta elettronica); ognuno di questi programmi utilizza le funzioni di base del SO per eseguire tutte le operazioni riguardanti i dispositivi che costituiscono la struttura del calcolatore (ad esempio per utilizzare il mouse e la tastiera, salvare i dati su disco ecc.) e non possono interagire direttamente con essi. Questa struttura a livelli garantisce una maggiore stabilità, nonché la possibilità di eseguire più programmi contemporaneamente; inoltre permette una gestione più razionale delle risorse. Esistono diversi tipi di SO; i più diffusi sono sicuramente quelli appartenenti alla famiglia Microft Windows, ma ne esistono molti altri (Mac Os, Linux, Unix, Solaris). Il miglior pregio di Windows è sicuramente la sua larga diffusione; per quanto riguarda i difetti citiamo la necessità di frequenti e spesso pesanti aggiornamenti e il gran numero di attacchi alla sicurezza (tramite virus e simili) che attira su di sé. Alcuni prezzi Windows xp Home OEM 86,00 Windows Xp Pro OEM 134,00 Mac OS X v10.4 Tiger 129,00 Linux Solaris gratuito gratuito Lo schermo di windows Lo schermo di windows appare in una forma simile alla seguente: 3/42

4 E' presente un'area centrale piuttosto estesa, chiamata Desktop, che rappresenta il piano di lavoro dell'operatore (la scrivania). All'interno di quest'area possiamo notare alcuni oggetti (piccole immagini con un nome scritto sotto) chiamati icone; si tratta di immagini associate a oggetti presenti nella memoria di massa (che possono essere documenti, programmi applicativi ecc.). La possibilità di associare immagini a oggetti della memoria di massa facilita le operazioni su questi oggetti, in quanto permette di associarli ad una immagine e di gestirli tramite il mouse anziché con complicati comandi impartiti da tastiera. Oltre alla zona del desktop è visibile, in basso, una zona orizzontale allungata e stretta che inizia con il pulsante Start e finisce con l'orologio, detta barra delle applicazioni. Il pulsante Start, se cliccato col mouse, apre un menu contenente varie voci (fra le quali una delle più importanti è Tutti i programmi ). Sulla destra di Start sono presenti delle piccole icone che servono a far partire, con un solo click del mouse, i programmi che si utilizzano più comunemente, come ad esempio il browser per i siti internet (è la zona chiamata Avvio veloce ); ancora a destra troviamo i richiami relativi ai programmi attualmente in esecuzione; infine troviamo l' Area di notifica, contenente alcune icone fra cui quella relativa all'orologio. Il file system Il file system è il sistema che gestisce le informazioni nelle memorie di massa. Ogni informazione o insieme di informazioni che vogliamo registrare su memoria di massa viene 4/42

5 detta file ; se creiamo un documento con un programma di videoscrittura e vogliamo salvare questo documento, dovremo creare un file. Ogni file deve avere un nome (che serve ad identificarlo in maniera univoca). Una cartella (detta anche directory o folder ) serve a raggruppare i file fra loro, allo stesso modo in cui le cartelline cartacee servono per raggruppare dei fogli. Una cartella può contenere file e/o cartelle, oppure essere vuota. Ogni unità di memoria di massa (ad esempio un dischetto o un hard disk) può contenere soltanto file e/o cartelle. Non possono esistere due file con lo stesso nome nella stessa cartella (perché non sarebbe possibile distinguerli); possono esistere file con lo stesso nome in cartelle o unità diverse. L'esistenza delle cartelle e la possibilità di creare cartelle all'interno di altre cartelle danno origine ad una struttura gerarchica (ad albero). Un esempio di questo tipo di struttura è il seguente: 5/42

6 La struttura ad albero è evidenziata dal seguente disegno: desktop documenti Adobe Fax Immagini h2w Spf Le operazioni fondamentali che possono essere eseguite su un file o una cartella sono: creazione cancellazione spostamento copia cambiamento del nome Esplora risorse Le operazioni sui file e sulle cartelle possono essere effettuate in diversi modi; in generale, in qualsiasi contesto in cui siano disponibili le icone di file o cartelle, è possibile compiere operazioni (spostamento, copia, cancellazione ecc.) sugli oggetti ad esse associate utilizzando il mouse. 6/42

7 In particolare esiste però una applicazione del SO appositamente realizzata per gestire le operazioni sui file; questa applicazione si chiama Esplora risorse. Per farla partire occorre cliccare su: Start/Tutti i programmi/accessori/esplora risorse (oppure usare la scorciatoia Windows + E ). Si apre così una finestra divisa in due zone: a sinistra mostra la struttura ad albero delle cartelle, a destra mostra il contenuto della cartella che abbiamo selezionato nella parte sinistra. Per selezionare un elemento è sufficiente cliccare una sola volta con il mouse (se non diversamente specificato, il clic si intende riferito al tasto sinistro); per accedere all'elemento bisogna cliccare due volte (coppio clic) con il mouse. Per espandere la rappresentazione dell'albero (nella zona sinistra di Esplora risorse) è necessario cliccare sul simbolo + ; per comprimerla, invece, cliccare sul segno -. Per avere una visione più chiara scegliamo Visualizza/Dettagli (provare anche come cambia la visualizzazione scegliendo le altre opzioni); clicchiamo poi su Strumenti/Opzioni cartella..., scegliamo la scheda Visualizzazione, togliamo il segno di spunta dalla voce Nascondi le estensioni per i tipi di file conosciuti, clicchiamo su Applica a tutte le cartelle e infine clicchiamo su Ok. E' importante notare come tutte le unità di memoria di massa siano raggruppate all'interno della voce Risorse del computer. Creare una nuova cartella Vogliamo creare una nuova cartella all'interno della cartella Documenti ; selezioniamo quindi la cartella documenti (zona sinistra) con un clic del mouse; dal menu scegliamo File/Nuovo/Cartella ; appare una nuova cartella (zona destra) chiamata appunto Nuova cartella ; il nome è già selezionato e pronto per essere cambiato (appare su sfondo blu e con un sottile bordo nero), quindi è sufficiente scrivere direttamente da tastiera il nuovo nome e poi premere il tasto Invio. Esercizio 1 All'interno della cartella documenti creiamo le cartelle C1 e C2. Creare un file di testo Per creare un nuovo file di testo all'interno di una cartella seguiamo questi passi: 1. Apriamo Esplora risorse e portiamoci nella cartella desiderata (nel nostro caso la cartella C1 ). 2. Scegliamo File/Nuovo/Documento di testo ; nella cartella comparirà l'icona associata al nuovo file, con il nome Nuovo Documento di testo.txt. 3. Con il mouse selezioniamo la parte del nome prima dell'estensione (ovvero Nuovo Documento di testo, lasciando non selezionata la parte.txt ) e digitiamo il nome prova. 7/42

8 4. Il nome completo del file è ora prova.txt. 5. Premiamo il tasto Invio. Abbiamo così creato un file di testo vuoto; per aggiungere o modificare il contenuto del file è sufficiente fare doppio clic sulla sua icona; in questo modo si apre il programma Blocco note e il file viene caricato all'interno dello stesso. Facendo doppio clic su un qualsiasi file con estensione.txt, il sistema operativo (Windows) apre il programma Blocco note e caricandovi il file stesso, in quanto all'estensione.txt è associato il programma Blocco note. Operazioni analoghe avvengono per tutte le altre estensioni registrate (ad esempio, facendo doppio clic su un file con estensione.doc, viene aperto il programma Microsoft Word e il file viene caricato al suo interno). Analogamente è possibile aprire un file.txt in maniera esplicita, ovvero lanciando il programma Blocco note richiamandolo tramite il menu Start/Tutti i programmi/accessori/blocco note, scegliendo poi File/Apri..., selezionando la cartella e il file che desideriamo nella finestra di dialogo che si apre e infine cliccando sul pulsante Apri. Esercizio 2 Apriamo il file con la tecnica del doppio clic, scriviamoci dentro il nostro nome, salviamolo e chiudiamo il blocco note. Apriamo di nuovo il file utilizzando il comando Apri del programma Blocco note. Rinominare un oggetto Se decidiamo di cambiare nome nuovamente possiamo utilizzare la procedura standard per cambiare nomi agli oggetti: clicchiamo con il tasto destro sopra l'oggetto voluto, scegliamo Rinomina, scriviamo il nuovo nome con la tastiera e poi schiacciamo il tasto Invio. Esercizio 3 Rinominiamo il file creato precedentemente ( prova.txt ) assegnandogli il nome prova-testo.txt. Trascinamento e rilascio (drag & drop) Le icone possono di norma essere spostate tramite il mouse; questa operazione può essere utile per effettuare rapidamente copie di file o cartelle. Per trascinare un'icona è necessario cliccare su di essa e non rilasciare il pulsante; a questo punto l'icona seguirà i movimenti del mouse; una volta raggiunta la posizione dove intendiamo rilasciare l'icona stessa dovremo rilasciare il pulsante del mouse. Quando un oggetto viene trascinato da una cartella all'altra all'interno di una stessa unità si ha di default (ovvero: se non diversamente specificato) una operazione di spostamento; quando invece il trascinamento non avviene all'interno di una stessa unità si ha (di default) una operazione di copia. Per forzare la copia o lo spostamento indipendentemente dai casi è possibile tenere premuto il tasto "Maiusc" (spostamento) oppure il tasto CRTL (copia). 8/42

9 Annullamento dell'ultima operazione Può facilmente succedere di compiere una operazione per errore, ad esempio lo spostamento o la cancellazione di un file (soprattutto se si utilizza la tecnica del trascinamento e rilascio). In questo caso può essere utile tornare indietro di un passo utilizzando la funzione Annulla ultima operazione. Questa funzione richiama dal menu Modifica/Annulla <ultima operazione> (dove <ultima operazione> può essere spostamento, ridenominazione ecc. Esercizio 4 1. Copiamo il file prova-testo.txt dalla cartella C1 alla cartella C2. 2. Verifichiamo che il file sia presente sia nella cartella C1 che nella cartella C2. 3. Annulliamo l'operazione di copia. 4. Verifichiamo che il file non sia più presente nella cartella C2. 5. Spostiamo il file dalla cartella C1 alla cartella C2. 6. Verifichiamo che il file sia presente nella cartella C2 e che non lo sia nella cartella C1. 7. Copiamo il file prova-testo.txt dalla cartella C2 al floppy disc (dischetto da 3,5 ). 8. Verifichiamo che il file sia presente sia nella cartella C2 che nel floppy. 9. Annulliamo l'operazione di copia. 10. Verifichiamo che il file non sia più presente nel floppy. 11. Spostiamo il file dalla cartella C2 al floppy. 12. Verifichiamo che il file sia presente nel floppy e che non lo sia nella cartella C2. Selezione multipla Per selezionare più oggetti è possibile utilizzare il tasto "Maiusc" (per selezionare un intervallo) oppure il tasto CRTL (selezione libera). Esercizio 5 1. Portiamoci nella cartella es_02/foto. 2. Selezioniamo tutti i file a partire dal secondo e fino al penultimo utilizzando il tasto Maiusc. 3. Selezioniamo il primo, il terzo, il quarto e il sesto file elencati utilizzando il tasto CTRL. Copia e spostamento L'operazione di copia di un file è in realtà composta da due sotto-operazioni: copia e incolla. Quando viene impartito il comando copia, infatti, non facciamo altro che specificare quale elemento dovrà essere copiato; sarà necessario anche il successivo comando incolla, che specifica la posizione in cui vogliamo che l'oggetto sia copiato, affinché l'operazione venga effettuata realmente. La differenza fra copia e taglia è che l'operazione di taglia e incolla effettua uno spostamento dell'oggetto da una posizione a un'altra anziché una copia. I comandi Copia, Taglia e Incolla si trovano nel menu Modifica di Esplora risorse, oppure cliccando con il tasto destro sull'oggetto desiderato (menu contestuale), oppure con le scorciatoie 9/42

10 CRTL+C (copia), CTRL+X (taglia), CTRL+V (incolla). Esercizio 6 Copiamo il file prova-testo.txt dalla cartella C2 alla cartella C1 utilizzando il menu Modifica di Esplora risorse anziché la tecnica del trascinamento e rilascio. Il cestino Trascinando un oggetto sopra il cestino (che si trova sul desktop) l'oggetto stesso viene cancellato; se l'oggetto in questione non è eccessivamente grande (non occupa cioé troppo spazio su disco) questo potrà essere recuperato dal cestino finché non verrà effettuata una operazione di svuotamento del cestino. L'operazione di svuotamento del cestino può essere richiamata cliccando sul cestino stesso con il tasto destro; per ripristinare oggetti cestinati è invece necessario fare doppio clic sul cestino, attendere l'apertura di una finestra contenente tutti gli oggetti cestinati, selezionare gli oggetti voluti dalla finestra, cliccare con il tasto destro e scegliere ripristina. Gli oggetti possono essere cancellati anche tramite il menu contestuale (che si apre cliccandoci sopra con il tasto destro) e scegliendo la voce elimina, oppure selezionandoli e poi schiacciando il tasto Canc. Esercizio 7 1. Cancelliamo il file prova-testo.txt dalla cartella C2. 2. Verifichiamo che il file non sia più presente nella cartella C2. 3. Ripristiniamo il file. 4. Verifichiamo che il file sia nuovamente presente nella cartella C2. Esercizio 8 Disegnare la struttura dell'albero del filesystem partendo dalla cartella specificata. Esercizio 9 1. Creare la cartella Es02 all'interno di Documenti 2. Creare le cartelle Case e Viaggi all'interno di Es02 3. Copiare le immagini presenti nella cartella foto all'interno delle cartelle appropriate. Esercizio 10 Con l'aiuto di Esplora risorse, rispondere alle seguenti domande: 1. In quale cartella è contenuta la cartella Documenti? 2. In quale cartella è contenuta la cartella Immagini? 3. Dove si trova la cartella Programmi? 4. Dove si trova il disco C:\ (hard disk principale)? 10/42

11 Alcune impostazioni del SO Luca Casotti Personalizzare il desktop E' possibile personalizzare alcuni aspetti dell'ambiente di lavoro attraverso il pannello di controllo; per attivarlo selezioniamo "Start/Pannello di controllo". Nel caso in cui il pannello sia visualizzato in modalità "Classica", clicchiamo sulla voce "Passa alla visualizzazione per categorie" posta in alto a sinistra (se invece è presente la scritta "Passa alla visualizzazione classica" vuol dire che siamo già in modalità "categorie"). Scegliamo "Aspetto e temi" e poi clicchiamo su "Cambiare il tema del computer"; si aprirà la finestra di dialogo "Proprietà Schermo", impostato sulla scheda "Temi"; nel menu a tendina "Tema:" è possibile scegliere un tema di Windows, ovvero un insieme di impostazioni integrato comprendente sfondo, stile e colori delle finestre, screensaver, caratteri di sistema ecc. E' possibile reperire in rete diversi temi su Internet, sia gratuiti che a pagamento; è possibile inoltre impostare separatamente a nostro piacimento le varie caratteristiche (sfondo, colori ecc.) e poi salvarle in un nuovo tema scegliendo "Salva con nome" (in questo modo è possibile realizzare da soli un tema di Windows). Passando alla scheda "Desktop" è possibile scegliere l'immagine di sfondo tramite il pulsante "Sfoglia" (nella scelta dell'immagine è utile consultare la risoluzione dello schermo, visibile tramite la scheda "Impostazioni"); è anche possibile abilitare e disabilitare alcune icone speciali tramite la scheda alla quale si accede premendo il pulsante "Presonalizza desktop...". Selezionando la scheda "Screen saver" è possibile scegliere e impostare lo Screen Saver, l'eventuale password al rientro e le opzioni di alimentazione del monitor. Selezionando la scheda "Aspetto" è possibile scegliere lo stile di finestre e pulsanti. Selezionando la scheda "Impostazioni" è possibile scegliere la risoluzione dello schermo e il numero dei colori. Personalizzare i suoni Dal pannello di controllo scegliamo "Suoni, voce e periferiche audio" e poi "Cambiare le combinazioni di suoni". Si apre una finestra di dialogo a schede, con la scheda "Suoni" già selezionata. E' possibile scegliere una combinazione di suoni predefinita oppure associare a ciascun evento un suono a scelta (in formato ".wav") tramite il pulsante "Sfoglia"; analogamente ai temi del desktop è possibile salvare una combinazione dopo averla creata elemento per elemento. 11/42

12 I programmi per la videoscrittura: Microsoft Word Luca Casotti Il programma Microsoft Word Utilizzeremo il programma Microsoft Word per la realizzazione di documenti di testo formattato; a differenza del programma "Blocco note", fornito con Windows, Word permette di controllare la forma, la dimensione e il colore del carattere, l'impaginazione del testo, l'inserimento di immagini; non consente la realizzazione di strutture avanzate, per le quali è necessario ricorrere a programmi professionali come ad esempio Adobe indesign. Microsoft Word non è fornito in dotazione con il sistema operativo Windows, ma deve essere acquistato a parte. Una valida alternativa a questo programma è data dalla suite Open Office, disponibile con licenza gratuita e scaricabile dal sito Creare un documento nuovo Apriamo il programma Microsoft Word selezionando "Start/Tutti i programmi/microsoft Word" oppure su "Start/Tutti i programmi/microsoft Office/Microsoft Office Word". All'apertura il programma ci mostra un documento nuovo; qualora questo non accadesse, oppure nel caso in cui comunque dovessimo creare un nuovo documento, sarà sufficiente selezionare "File/Nuovo..." e poi scegliere Documento vuoto nella colonna Nuovo documento. La visualizzazione del documento E' possibile visualizzare il documento in diversi modi, così come è possibile personalizzare il menu abilitando e/o disabilitando gruppi di strumenti. Per impostare queste opzioni occorre selezionare la voce opportuna dal menu "Visualizza". Nota: i menu di Microsoft Word utilizzano una funzione automatica per cui vengono mostrate, quando si apre un menu, soltanto le voci più frequentemente utilizzate; può quindi capitare che la voce che stiamo cercando sia temporaneamente "nascosta"; in questo caso è sufficiente attendere qualche secondo oppure cliccare sul simbolo "espandi", che si trova in fondo al menu, per avere nuovamente a disposizione tutte le voci. Scegliendo la voce "Visualizza/Barre degli strumenti" è possibile abilitare e disabilitare le diverse barre degli strumenti; di norma sono abilitate le barre "Standard" e formattazione, che contengono le funzioni solitamente più utilizzate. La visualizzazione del documento si può invece controllare scegliendo una delle prime cinque voci del menu "Visualizza", e cioè "Normale", "Layout Web", "Layout di stampa", "Layout lettura", "Struttura". Durante i nostri esercizi utilizzeremo la modalità di visualizzazione "Layout di stampa", che consente di visualizzare sullo schermo il documento in una forma molto vicina a quella che avrà il documento stampato. E' possibile regolare lo zoom con cui si visualizza il documento (per avvicinare o allontanare la visuale) scegliendo "Visualizza/Zoom" e selezionando il valore desiderato, oppure selezionando direttamente il valore nel menu a tendina della barra degli strumenti "Standard". Uno dei valori più comodi per lavorare è "Larghezza pagina", che adatta l'ingrandimento alla larghezza della pagina. Inserimento manuale del testo Il testo può essere inserito semplicemente digitandolo sulla tastiera; le lettere verranno inserite nella posizione in cui si trova il cursore (il cursore è la barretta verticale nera intermittente che vediamo 12/42

13 quando apriamo un qualsiasi documento o ne creiamo uno nuovo) al momento della digitazione. Per inserire i simboli presenti sulla parte alta di un tasto è necessario tenere premuto il tasto "Maiusc" (ad esempio per inserire il simbolo "%" oppure il simbolo "?"). Per inserire i simboli presenti in basso a destra su un tasto è necessario tenere premuto il tasto "Alt Gr" (ad esempio per inserire il simbolo " " oppure il simbolo Per andare a capo è necessario premere il tasto "Invio". Per spostare il cursore in un punto del testo è sufficiente spostare il puntatore del mouse nella posizione desiderata e fare clic; è altrimenti possibile spostare il cursore con i tasti "freccia" che si trovano in basso a destra sulla tastiera. Selezionare il testo Il testo che forma un documento può essere selezionato tutto o in parte; quando un testo è selezionato, lo sfondo appare evidenziato invertendone il colore (dato che solitamente si lavora con caratteri neri su sfondo bianco, la parte di testo selezionata risulterà con caratteri bianchi su sfondo nero). Per selezionare tutto il testo che compone un documento è sufficiente scegliere "Modifica/Seleziona tutto". Per selezionare una parte di testo arbitraria è possibile operare in diversi modi: 1. Per trascinamento 1.1. Posizionare il cursore all'inizio del testo che vogliamo selezionare Tenere premuto il tasto del mouse e spostare il puntatore fino alla fine del testo che vogliamo selezionare Rilasciare il pulsante del mouse 2. Con il tasto "Maiusc" 2.1. Posizionare il cursore all'inizio del testo che vogliamo selezionare Posizionare il puntatore del mouse (senza cliccare sul testo) alla fine del testo che vogliamo selezionare; per spostarsi nella giusta posizione è possibile (se necessario) trascinare le maniglie di scorrimento della finestra in cui il testo si trova Tenere premuto il tasto "Maiusc", cliccare con il mouse e rilasciare il tasto "Maiusc" 3. In modalità "Seleziona riga" 3.1. Portare il puntatore del mouse sulla sinistra della riga selezionata finché non cambia forma diventando una piccola freccia che punta in alto a destra Fare clic con il pulsante del mouse per selezionare la riga in corrispondenza della quale ci troviamo; tenere premuto il pulsante del mouse e trascinare verticalmente verso il basso (o verso l'alto) per selezionare porzioni di testo riga per riga. Esercizio 1 Apriamo il documento barbari.doc presente nella cartella es01 ed effettuiamo le seguenti operazioni di selezione: 1. Selezioniamo la prima riga dell'articolo (escluso il titolo) con la tecnica della selezione per righe. 2. Selezioniamo tutto il primo paragrafo (escluso il titolo) con la tecnica della selezione per righe. 3. Selezioniamo, utilizzando la tecnica del trascinamento, il testo nel quarto paragrafo compreso fra quello che in Google e il movimento. 4. Selezioniamo, utilizzando la tecnica del tasto Maiusc, il testo compreso fra l'inizio del documento (incluso il titolo) e il secondo paragrafo della seconda pagina. 13/42

14 Controllare il carattere Possiamo controllare la forma, la grandezza e il colore del carattere che compone un testo; selezioniamo "Formato/Carattere..." per scegliere il tipo, lo stile, la dimensione, il colore e altri eventuali effetti. I parametri così impostati verranno applicati al testo che verrà scritto dopo l'impostazione stessa; per applicare i parametri voluti ad un testo già scritto è invece necessario selezionare prima il testo desiderato e poi effettuare le impostazioni. Le impostazioni principali del carattere (ad es. la famiglia e la dimensione) possono anche essere modificate direttamente attraverso la barra degli strumenti "Formattazione". Controllare i paragrafi Un paragrafo è una parte di testo compresa fra due "a capo"; ogni volta che si preme il tasto "Invio" per andare a capo si crea un nuovo paragrafo. Possono essere associate ad un paragrafo diverse impostazioni, che possiamo controllare tramite il menu "Formato/Paragrafo"; in particolare è molto importante l'allineamento ("A sinistra", "A destra", "Centrato" o "Giustificato"); è inoltre spesso richiesto il controllo dei rientri (ad esempio per impostare un margine maggiore per la prima riga di ogni paragrafo) e della spaziatura (per separare maggiormente un paragrafo dal successivo, oppure per controllare l'interlinea ovvero lo spazio verticale fra righe successive). Le impostazioni relative all'allineamento possono anche essere modificate direttamente attraverso la barra degli strumenti "Formattazione". Quando impostiamo un parametro di paragrafo, l'impostazione che scegliamo viene applicata al paragrafo in cui si trova il cursore; se vogliamo invece applicarla a più paragrafi, dobbiamo prima selezionare i paragrafi desiderati. Esercizio 2 Apriamo il documento libri_digitali.doc e formattiamo il carattere in modo da ottenere il seguente aspetto (se incontriamo difficoltà possiamo consultare la soluzione): Parte dalla California la nuova rivoluzione scolastica ideata dall'editore Pearson. Compiti a casa con i supporti digitali Cartelle e libri di testo addio il futuro è il sussidiario digitale LONDRA - La cartella resterà un ricordo legato a vecchie fotografie. Negli Stati Uniti, Pearson, editore londinese numero uno al mondo nella produzione di testi scolastici, ha avviato il primo esperimento su larga scala per la diffusione di libri di testo in formato digitale. La rivoluzione scolastica americana parte dalla California. Domani, forse, si faranno su programmi informatici anche i compiti a casa. Soluzione: 1. Selezionare le prime due righe e impostare il carattere Arial, corpo 16 ; centrare il paragrafo. 14/42

15 2. Selezionare le due righe successive e impostare il carattere Arial, corpo 28, stile grassetto ; centrare il paragrafo. 3. Selezionare la parola Londra e applicare lo stile grassetto. Impaginare il testo a colonne Se vogliamo impaginare un testo su più colonne (come un articolo di giornale) possiamo ricorrere alla funzione automatica nel seguente modo: 1. Selezioniamo il testo che vogliamo disporre su più colonne 2. Selezioniamo Formato/Colonne... e scegliamo il numero di colonne desiderato. 3. Clicchiamo su Ok. Esercizio 3 Apriamo il documento libri_digitali_2.doc impaginiamo il testo (escluso il titolo) su due colonne. Le interruzioni di testo In alcuni casi può essere necessario far sì che una certa parte di testo venga spostata a pagina nuova (ad esempio, se stiamo scrivendo un testo diviso in capitoli, questo accade se iniziamo a scrivere un nuovo capitolo). Analogamente può essere necessario che una parte di testo venga spostata all'inizio della colonna successiva, qualora il testo sia impaginato a colonne. Per forzare il testo a spostarsi a pagina nuova selezioniamo "Inserisci/Interruzione...", scegliamo "Di pagina" e clicchiamo su "Ok". Per forzare il testo a spostarsi nella colonna successiva selezioniamo "Inserisci/Interruzione...", scegliamo "Di colonna" e clicchiamo su "Ok". Esercizio 4 Apriamo il documento barbari_1e2.doc e facciamo sì che il capitolo 2 inizi a pagina nuova. Copiare e incollare un testo Per copiare e incollare (oppure tagliare e incollare) un testo da un punto all'altro di un documento (oppure da un documento a un altro) è sufficiente: 1. Selezionare il testo desiderato. 2. Scegliere "Modifica/Copia" oppure "Modifica/Taglia". 3. Portarsi con il cursore nella posizione in cui si vuole incollare il testo. 4. Scegliere "Modifica/Incolla". Copiare un testo da un sito internet La copia di un testo da un sito internet si effettua utilizzando le normali funzioni di copia e incolla, ma può presentare particolari difficoltà in quanto l'impaginazione presente nei siti internet può essere particolarmente ricca e strutturata, per cui possiamo trasportare all'interno del nostro documento Word una serie di elementi di formattazione, tabelle, cornici e immagini che rendono difficile il controllo del nostro testo. Se vogliamo che il testo incollato all'interno del nostro documento sia privo di qualsiasi elemento "distrubatore" possiamo procedere in questo modo: 1. Selezioniamo sul sito internet il testo che vogliamo copiare. 2. Attiviamo la funzione "Copia" sul browser (se si tratta di Internet Explorer scegliamo "Modifica/Copia"). 3. Passiamo a Microsoft Word e portiamo il cursore nella zona in cui vogliamo che il testo 15/42

16 venga incollato. 4. Scegliamo "Modifica/Incolla". 5. Alla fine del testo appena incollato possiamo notare una piccola icona che rappresenta l'operazione "incolla"; clicchiamo con il mouse su questa icona e scegliamo "Mantieni solo il testo". Esercizio 5 Copiare il testo di un articolo dal sito e ripulirlo da tutte le eventuali formattazioni tramite la funzione automatica. Esercizio 6 Aprire il file testo.txt, copiarne il contenuto all'interno di un documento Word e impostare i caratteri e i paragrafi in modo da ottenere il seguente aspetto: 16/42

17 Uomini consonantici Uno sviluppo del gioco di lasciare le consonanti e mettere vocali libere viene da Franco Poletto, che applica il gioco a nomi e cognomi. I suoi esempi sono molto belli, e a volte sorprendenti: Elio Vittorini: La vita eterna Eugenio Montale: Ogni uomo è inutile Susanna Tamaro: Assennati amori Elsa Morante: Il suo amore è noto Umberto Eco: Mai bere tocai Goffredo Paride: Gaffeur de Paris Mi scrive Poletto (il cui Eugenio Montale non dimenticherò tanto presto): "l'ideale sarebbe un nesso logico tra le caratteristiche peculiari dell'autore e il titolo ricavato. Per esempio: Oriana Fallaci: Arno: e fu la luce ". Beh, a volerla chiamare luce... Alessandro Brunetti (che firma anche Leo Burnett, che funziona come consonantismo se abbreviate Alessandro in Ale) ha un altro esempio del genere, decisamente affascinante: Dacia Maraini: Decameron. (19 luglio 2005) 17/42

18 Inserire le immagini Per inserire un'immagine in un documento Word procediamo secondo i seguenti passi: 1. Portiamo il cursore all'inizio della riga di testo in corrispondenza della quale vogliamo effettuare l'inserimento e scegliamo "Inserisci/Immagine/Da file..."; 2. Utilizzando la consueta finestra di dialogo per la gestione dei file che apparirà in primo piano, portiamoci nella cartella contenente il file che vogliamo inserire, selezioniamolo e clicchiamo su inserisci. 3. Se vogliamo cambiare le dimensioni dell'immagine, clicchiamo all'interno dell'immagine stessa per selezionarla e portiamo il puntatore del mouse sopra l'angolo in basso a sinistra (oppure sopra l'angolo in basso a destra) finché non assume la forma di una freccia diagonale nera a due punte. 4. Teniamo premuto il pulsante del mouse e trasciniamo l'angolo fino alla posizione desiderata. Una immagine così inserita può essere trattata come testo, ovvero è possibile effettuare su di essa operazioni di taglia, copia e incolla e risente delle impostazioni del paragrafo in cui si trova (ad esempio l'allineamento a sinistra, a destra o al centro). Impostare il bordo Per impostare il bordo di una immagine è sufficiente: 1. Selezionarla. 2. Scegliere Formato/Bordi e sfondo Nella scheda Bordi scegliere il tipo di bordo desiderato (ad esempio: Riquadro ). 4. Cliccare su Ok. Testo attorno alle immagini E' possibile far sì che il testo scorra attorno ad una immagine, così come avviene spesso sulle pagine dei giornali e delle riviste. Per farlo occorre: 1. Selezionare l'immagine. 2. Scegliere Formato/Immagine Selezionare la scheda Layout. 4. Scegliere lo stile Incorniciato. 5. Scegliere l'allineamento orizzontale desiderato ( A sinistra, Centrato o A destra ). 6. Cliccare su Ok. Esercizio 7 Aprire il file testo.txt, copiarne il contenuto all'interno di un documento Word e impaginarlo in modo da ottenere il seguente aspetto (l'immagine è fornita nella cartella): 18/42

19 Parla Michel Platini, candidato ufficiale alla presidenza Uefa, ex campione bianconero: "Bisogna rispettare le sentenze" "Se la Juventus ha sbagliato è giusto che vada in serie B" di FULVIO BIANCHI ROMA - Niente vacanze: prima tappa Kishinev, capitale della Moldova. "E' l'unico paese d'europa, insieme con l'armenia, dove non sono mai stato: lì in agosto inizierà la mia campagna elettorale". Michel Platini è ufficialmente candidato alla presidenza dell'uefa: si voterà il 26 gennaio 2007 a Dusseldorf. L'ex campione della Juventus, 51 anni, avrà un duro rivale: lo svedese Lennart Johansson, 76 anni, in carica dal Platini, come mai è uscito adesso allo scoperto? "Beh, per la verità è già da oltre un anno che avevo dichiarato di volermi candidare. Ora la Federcalcio francese ha presentato all'uefa la richiesta ufficiale, così in agosto posso iniziare già a girare: sono 52 i Paesi che visiterò. Anzi, per la precisione 51: la Francia la conosco...". E l'italia? Quando verrà? "E' presto: non avete il nuovo presidente della Federcalcio, siete in corsa per gli Europei 2012 (decisione in dicembre, ndr) e poi c'è un processo in corso, no? A proposito: che si sa?". Si attende il verdetto di appello: per la sua Juventus non sono belle notizie. Ben che vada ripartirà dalla B, e con una forte penalizzazione... "Povera Juve, lo so, lo so. Beh, un po' di giustizia però non è male: chi ha sbagliato è giusto che paghi. Chiunque sia... Se il club bianconero ha davvero sbagliato, è giusto che vada in serie B: ma ho seguito poco questa vicenda e io, poi, le sentenze le rispetto sempre. Si ricomincia, comunque: la storia del calcio è infinita. Forza Juventus". Ma in Italia qualcuno parla anche di amnistia dopo il titolo mondiale. "Per favore, che c'entra? Sono due cose ben diverse". Scudetto 2005-'06: penalizzate Juventus e Milan, tocca alla terza classificata. Cioè all'inter. "E perché mai? Gli scudetti si vincono sul campo: che senso avrebbe vincerli a tavolino? No, meglio lasciare un buco nell'albo d'oro: aiuterà a non dimenticare tutto quello che è successo in questi anni". Sentenza Zidane-Materazzi: c'è chi sostiene che ci sia anche lo zampino di Platini in questo verdetto. "Che significa lo zampino?". Significa che lei avrebbe influenzato la Fifa. "Non scherziamo. Io non mi immischierò mai in un giudizio disciplinare". 19/42

20 Ma lei consigliò Zidane all'avvocato Gianni Agnelli. "E allora? Il mio pensiero sul giocatore Zidane è noto e arcinoto, ma questa è una sentenza e io sono abbastanza grande da sapere cosa devo fare e anche cosa non devo fare". Tre giornate a Zizou e due a Materazzi: non c'è sproporzione? "Non ho detto niente in Francia, figuriamoci se dico qualcosa in Italia". Tornando all'uefa: è certo ormai che sarà uno scontro a due, lei e Johansson. Beckenbauer non si candiderà. "Non so chi c'è d'altro. Io vado avanti per la mia strada". Lei disse: "Difenderò il gioco e i valori del calcio". Conferma? "Confermo, certo: ma del mio programma adesso non voglio parlare. Aspettiamo: a settembre sarà pronto". Platini contro il calcio-business? Platini contro lo strapotere del G 14? "Ripeto: parliamo più avanti del mio programma. Ci sto lavorando. C'è molto da viaggiare, e io ho un sacco di entusiasmo". Pensa che la Federazione italiana la voterà? "Non lo so. Lo spero. Quando finirà tutto quello che sta succedendo verrò in Italia". (25 luglio 2006) 20/42

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org.

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Nuovo documento Anteprima di stampa Annulla Galleria Apri Controllo ortografico Ripristina Sorgente dati Salva Controllo

Dettagli

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005 Appunti sugli Elaboratori di Testo D. Gubiani Università degli Studi G.D Annunzio di Chieti-Pescara 19 Luglio 2005 1 Cos è un elaboratore di testo? 2 3 Cos è un elaboratore di testo? Cos è un elaboratore

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

Guida pratica di base

Guida pratica di base Adolfo Catelli Guida pratica di base Windows XP Professional Dicembre 2008 Sommario Accedere a Windows XP 4 Avviare Windows XP 4 Uscire da Windows XP 5 L interfaccia utente di Windows XP 6 Il desktop di

Dettagli

I Grafici. La creazione di un grafico

I Grafici. La creazione di un grafico I Grafici I grafici servono per illustrare meglio un concetto o per visualizzare una situazione di fatto e pertanto la scelta del tipo di grafico assume notevole importanza. Creare grafici con Excel è

Dettagli

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT 1 1 Introduzione al programma 3 2 La prima volta con Powerpoint 3 3 Visualizzazione

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 G. Pettarin ECDL Modulo 2: Sistema Operativo 2 Modulo 2 Il sistema operativo Windows

Dettagli

OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM

OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM SPOSTARE un file o una sottodirectory da una directory ad un altra COPIARE un file o una directory da una directory all altra RINOMINARE un file o una directory CANCELLARE un file o una directory CREARE

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD WORD SOMMARIO 1. Muoversi nel testo... 1 2. Taglia, copia e incolla... 2 3. Aprire, salvare e chiudere... 3 4. Trovare e sostituire... 4 5. Visualizzare in modi diversi... 6 6. Formattare e incolonnare...

Dettagli

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE Access permette di specificare una maschera che deve essere visualizzata automaticamente all'apertura di un file. Vediamo come creare una maschera di

Dettagli

Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto

Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate

Dettagli

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso Parte 5 Adv WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso 1 di 30 Struttura di un Documento Complesso La realizzazione di un libro, di un documento tecnico o scientifico complesso, presenta

Dettagli

con software libero Modulo 4 Spreadsheets (Fogli elettronici) Pag. 1

con software libero Modulo 4 Spreadsheets (Fogli elettronici) Pag. 1 con software libero Modulo 4 Spreadsheets (Fogli elettronici) Pag. 1 Indice generale GUIDA A CALC 3.5... 3 1 Utilizzo dell'applicazione... 3 1.1 LAVORARE CON IL FOGLIO ELETTRONICO...3 1.2 MIGLIORARE LA

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento.

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. Excel: le funzioni Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. DEFINIZIONE: Le funzioni sono dei procedimenti

Dettagli

Se il corso non si avvia

Se il corso non si avvia Se il corso non si avvia Ci sono quattro possibili motivi per cui questo corso potrebbe non avviarsi correttamente. 1. I popup Il corso parte all'interno di una finestra di popup attivata da questa finestra

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO

AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO Con questa esercitazione guidata imparerai a realizzare una macro. Una macro è costituita da una serie di istruzioni pre-registrate che possono essere

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Non tutto, ma un po di tutto

Non tutto, ma un po di tutto ALFREDO MANGIA Non tutto, ma un po di tutto Nozioni fondamentali per conoscere e usare un foglio di calcolo. Corso di alfabetizzazione all informatica Settembre 2004 SCUOLA MEDIA GARIBALDI Genzano di Roma

Dettagli

FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL

FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL Inserire una funzione dalla barra dei menu Clicca sulla scheda "Formule" e clicca su "Fx" (Inserisci Funzione). Dalla finestra di dialogo "Inserisci Funzione" clicca sulla categoria

Dettagli

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Alex Gotev 1 Contenuti Che cos'è Puppy Linux? Come posso averlo? Come si avvia? Che programmi include? Installazione su Chiavetta USB Domande

Dettagli

REGEL - Registro Docenti

REGEL - Registro Docenti REGEL - Registro Docenti INFORMAZIONI GENERALI Con il Registro Docenti online vengono compiute dai Docenti tutte le operazioni di registrazione delle attività quotidiane, le medesime che si eseguono sul

Dettagli

LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC

LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC Barra di Formattazione Barra Standard Barra del Menu Intestazione di colonna Barra di Calcolo Contenuto della cella attiva Indirizzo della cella attiva Cella attiva Intestazione

Dettagli

Client PEC Quadra Guida Utente

Client PEC Quadra Guida Utente Client PEC Quadra Guida Utente Versione 3.2 Guida Utente all uso di Client PEC Quadra Sommario Premessa... 3 Cos è la Posta Elettronica Certificata... 4 1.1 Come funziona la PEC... 4 1.2 Ricevuta di Accettazione...

Dettagli

Virtualizzazione e installazione Linux

Virtualizzazione e installazione Linux Virtualizzazione e installazione Linux Federico De Meo, Davide Quaglia, Simone Bronuzzi Lo scopo di questa esercitazione è quello di introdurre il concetto di virtualizzazione, di creare un ambiente virtuale

Dettagli

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop...

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop... Kobo Desktop Manuale Utente INDICE Informazioni Generali... 4 Installare Kobo Desktop su Windows... 5 Installare Kobo Desktop su Mac... 6 Comprare ebook con Kobo Desktop... 8 Usare la Libreria di Kobo

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

Nitro Reader 3 Guida per l' utente

Nitro Reader 3 Guida per l' utente Nitro Reader 3 Guida per l' utente In questa Guida per l'utente Benvenuti in Nitro Reader 3 1 Come usare questa guida 1 Trovare rapidamente le informazioni giuste 1 Per eseguire una ricerca basata su parole

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

GUIDA ALL USO CORRETTO DI MICROSOFT OFFICE WORD 2007 PER LA REALIZZAZIONE E LA FORMATTAZIONE DI DOCUMENTI PROFESSIONALI

GUIDA ALL USO CORRETTO DI MICROSOFT OFFICE WORD 2007 PER LA REALIZZAZIONE E LA FORMATTAZIONE DI DOCUMENTI PROFESSIONALI GUIDA ALL USO CORRETTO DI MICROSOFT OFFICE WORD 2007 PER LA REALIZZAZIONE E LA FORMATTAZIONE DI DOCUMENTI PROFESSIONALI Francesca Plebani Settembre 2009 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. WORD E L ASPETTO

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

Dipartimento del Tesoro

Dipartimento del Tesoro Dipartimento del Tesoro POWER POINT AVANZATO Indice 1 PROGETTAZIONE DELL ASPETTO...3 1.2 VISUALIZZARE GLI SCHEMI...4 1.3 CONTROLLARE L ASPETTO DELLE DIAPOSITIVE CON GLI SCHEMI...5 1.4 SALVARE UN MODELLO...6

Dettagli

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory.

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory. @ PC (Personal computer): Questa sigla identificò il primo personal IBM del 1981 a cura di R.Mangini Archiviazione: Il sistema operativo si occupa di archiviare i file. Background (sfondo): Cursore: Nei

Dettagli

MANUALE DOS INTRODUZIONE

MANUALE DOS INTRODUZIONE MANUALE DOS INTRODUZIONE Il DOS è il vecchio sistema operativo, che fino a qualche anno fa era il più diffuso sui PC, prima dell avvento di Windows 95 e successori. Le caratteristiche principali di questo

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

ITCG Cattaneo via Matilde di canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (RE) SEZIONE I.T.I. - Corso di Fisica - prof. Massimo Manvilli

ITCG Cattaneo via Matilde di canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (RE) SEZIONE I.T.I. - Corso di Fisica - prof. Massimo Manvilli ITCG C. CATTANEO via Matilde di Canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (Reggio Emilia) Costruzione del grafico di una funzione con Microsoft Excel Supponiamo di aver costruito la tabella riportata in figura

Dettagli

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 1) Introduzione Pg 3 2) L area amministratore Pg 3 2.1) ECM Pg 4 2.1.1) Sezione Struttura Pg 5 2.1.2) Sezione Documento Pg 7 2.1.3) Sezione Pubblicazione

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file

Uso del computer e gestione dei file 1 di 1 Uso del computer e gestione dei file Argomenti trattati: Sistema operativo Microsoft Windows: interfaccia grafica e suoi elementi di base Avvio e chiusura di Windows Le FINESTRE e la loro gestione:

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

Data warehouse.stat Guida utente

Data warehouse.stat Guida utente Data warehouse.stat Guida utente Versione 3.0 Giugno 2013 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 Il browser 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer,

Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer, Guida Introduttiva Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer, Heike Schilling. Data di rilascio:

Dettagli

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Introduzione generale Autenticazione dell operatore https://sebina1.unife.it/sebinatest Al primo accesso ai servizi di Back Office, utilizzando

Dettagli

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento minilector/usb minilector/usb...1 Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento...1 1. La segnalazione luminosa (led) su minilector lampeggia?... 1 2. Inserendo una smartcard il led si accende

Dettagli

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione.

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Indice Trovare le informazioni necessarie... 3 Ripristino e backup... 4 Cos'è il ripristino

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Meeting

TeamViewer 8 Manuale Meeting TeamViewer 8 Manuale Meeting Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni

Dettagli

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni ADOBE READER XI Guida ed esercitazioni Guida di Reader Il contenuto di alcuni dei collegamenti potrebbe essere disponibile solo in inglese. Compilare moduli Il modulo è compilabile? Compilare moduli interattivi

Dettagli

Cos è. un programma di presentazione. Strumenti di presentazione. Che cos è. una presentazione. Diapositive

Cos è. un programma di presentazione. Strumenti di presentazione. Che cos è. una presentazione. Diapositive Cos è un programma di presentazione Strumenti di presentazione Impostare e creare una presentazione Le applicazioni software per organizzare e presentare in pubblico informazioni multimediali Organizzazione

Dettagli

La finestra di Avvio di Excel

La finestra di Avvio di Excel Con Excel si possono fare molte cose, ma alla base di tutto c è il foglio di lavoro. Lavorare con Excel significa essenzialmente immettere numeri in un foglio di lavoro ed eseguire calcoli sui numeri immessi.

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

guida all'utilizzo del software

guida all'utilizzo del software guida all'utilizzo del software Il software Gestione Lido è un programma molto semplice e veloce che permette a gestori e proprietari di stabilimenti balneari di semplificare la gestione quotidiana dell?attività

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

Gestione Nuova Casella email

Gestione Nuova Casella email Gestione Nuova Casella email Per accedere alla vecchia casella questo l indirizzo web: http://62.149.157.9/ Potrà essere utile accedere alla vecchia gestione per esportare la rubrica e reimportala come

Dettagli

INFORMATIVA FINANZIARIA

INFORMATIVA FINANZIARIA Capitolo 10 INFORMATIVA FINANZIARIA In questa sezione sono riportate le quotazioni e le informazioni relative ai titoli inseriti nella SELEZIONE PERSONALE attiva.tramite la funzione RICERCA TITOLI è possibile

Dettagli

Laboratorio Database. Docente Prof. Giuseppe Landolfi

Laboratorio Database. Docente Prof. Giuseppe Landolfi Laboratorio Database Docente Prof. Giuseppe Landolfi Manuale Laboratorio Database Scritto dal Prof.Giuseppe Landolfi per S.M.S Pietramelara Access 2000 Introduzione Che cos'è un Database Il modo migliore

Dettagli

Creazione di un disegno realistico con CorelDRAW

Creazione di un disegno realistico con CorelDRAW Creazione di un disegno realistico con CorelDRAW Hugo Hansen L'autore L'autore Hugo Hansen vive appena fuori dalla splendida città di Copenhagen. Esperto professionista nell'ambito del design grafico,

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

C O M E I N I Z I A R E A U S A R E U N T A B L E T A N D R O I D

C O M E I N I Z I A R E A U S A R E U N T A B L E T A N D R O I D C O M E I N I Z I A R E A U S A R E U N T A B L E T A N D R O I D Se avete un tablet android, ma non avete la minima idea di come accenderlo, usarlo e avviarlo, seguite queste nostre indicazioni 1. ATTIVAZIONE

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

Guida rapida. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole

Guida rapida. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole Guida rapida Cos è GeoGebra? Un pacchetto completo di software di matematica dinamica Dedicato all apprendimento e all insegnamento a qualsiasi livello scolastico Riunisce geometria, algebra, tabelle,

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Che cos è la LIM? L utilizzo didattico della LIM La LIM consente di andare incontro a diversi stili

Che cos è la LIM? L utilizzo didattico della LIM La LIM consente di andare incontro a diversi stili Che cos è la LIM? La LIM, Lavagna Interattiva Multimediale, è una lavagna arricchita da potenzialità digitali e multimediali. Si tratta di una periferica collegata al computer, che rende possibile visualizzare

Dettagli

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA STRUMENTI DI GESTIONE BIBLIOGRAFICA I software di gestione bibliografica permettono di raccogliere, catalogare e organizzare diverse tipologie di materiali, prendere appunti, formattare

Dettagli

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) Ver. 1.0 (marzo 2009) ultimo aggiornamento aprile 2009 Easy Peasy è una distribuzione

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

Gestione Studio Legale

Gestione Studio Legale Gestione Studio Legale Il software più facile ed efficace per disegnare l organizzazione dello Studio. Manuale operativo Gestione Studio Legale Il software più facile ed efficace per disegnare l organizzazione

Dettagli

Manuale d uso. Gestione Aziendale. Software per l azienda. Software per librerie. Software per agenti editoriali

Manuale d uso. Gestione Aziendale. Software per l azienda. Software per librerie. Software per agenti editoriali Manuale d uso Gestione Aziendale Software per l azienda Software per librerie Software per agenti editoriali 1997-2008 Bazzacco Maurizio Tutti i diritti riservati. Prima edizione: settembre 2003. Finito

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

Invio di SMS con FOCUS 10

Invio di SMS con FOCUS 10 Sommario I Sommario 1 1 2 Attivazione del servizio 1 3 Server e-service 3 4 Scheda anagrafica 4 4.1 Occhiale... pronto 7 4.2 Fornitura... LAC pronta 9 4.3 Invio SMS... da Carico diretto 10 5 Videoscrittura

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

IN BASSO NELLA FINESTRA C È LA BARRA DI DISEGNO. SE NON È VISIBILE, FARE CLIC SUL MENU IN ALTO: VISUALIZZA / BARRE DEGLI STRUMENTI / DISEGNO

IN BASSO NELLA FINESTRA C È LA BARRA DI DISEGNO. SE NON È VISIBILE, FARE CLIC SUL MENU IN ALTO: VISUALIZZA / BARRE DEGLI STRUMENTI / DISEGNO FARE UNA MAPPA CON OPENOFFICE IMPRESS START/PROGRAMMI APRIRE IMPRESS SCEGLIERE PRESENTAZIONE VUOTA. POI CLIC SU AVANTI E DI NUOVO SU AVANTI. QUANDO AVANTI NON COMPARE PIÙ, FARE CLIC SU CREA CHIUDERE LE

Dettagli

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno La Vista CAS L ambiente di lavoro Le celle Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione

Dettagli

CAPITOLO 6 Colore e trasparenza

CAPITOLO 6 Colore e trasparenza 6 CAPITOLO 6 Colore e trasparenza... Fireworks offre un'ampia gamma di opzioni per la scelta dei colori di un grafico. Si possono usare i campioni di colore predefiniti per conservare quanto più possibile

Dettagli

Porta di Accesso versione 5.0.12

Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 1 di 22 Controlli da effettuare in seguito al verificarsi di ERRORE 10 nell utilizzo di XML SAIA Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 2 di 22 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. VERIFICHE DA ESEGUIRE...3

Dettagli

Mini manuale di Audacity.

Mini manuale di Audacity. Mini manuale di Audacity. Questo mini manuale è parte del corso on-line Usare il software libero di Altrascuola. Il corso è erogato all'interno del portale per l'e-learning Altrascuola con la piattaforma

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA Gestione della E-mail Ottobre 2009 di Alessandro Pescarolo Fondamenti di Informatica 1 CAP. 5 GESTIONE POSTA ELETTRONICA 5.1 CONCETTI ELEMENTARI Uno dei maggiori vantaggi

Dettagli

per Scanner Serie 4800/2400

per Scanner Serie 4800/2400 Agosto, 2003 Guida d installazione e guida utente per Scanner Serie 4800/2400 Copyright 2003 Visioneer. Tutti i diritti riservati. La protezione reclamata per il copyright include tutte le forme, gli aspetti

Dettagli