Notiziario n. 4. Dicembre CASPUR c/o CICS - Università "La Sapienza" - P.le Aldo Moro, Roma Codice Fiscale/Partita IVA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Notiziario n. 4. Dicembre 1994. CASPUR c/o CICS - Università "La Sapienza" - P.le Aldo Moro,5-00185 Roma Codice Fiscale/Partita IVA 04332611005"

Transcript

1 Notiziario n. 4 Dicembre 1994 CASPUR c/o CICS - Università "La Sapienza" - P.le Aldo Moro, Roma Codice Fiscale/Partita IVA

2

3 Indice Riconoscimento della personalità giuridica del CASPUR Riduzione del numero di CPU sul mainframe IBM Acquisto di una macchina parallela IBM SP2 con 8 processori Andrew File System (AFS) AFS: concetti e terminologia Come AFS è utilizzato al CASPUR Appendice AFS Selected Features... 7 clause Access Control Lists Protection Groups Comandi AFS Contenuti della directory principale CASPUR AFS Servizi NIR presenti al CASPUR Un nuovo accesso a dati bibliografici Banche Dati dello Stato Modalità di accesso Stampa Richiesta delle password di accesso AVS/UNIRAS al CASPUR Distribuzione di prodotti software IBM per piattaforme AIX Modulo per l'acquisto di software IBM AIX Quadrics Users Group What is the QUG? Internet Support to the QUG Tariffe d'uso per il Tariffe d'uso e regole di accesso per IBM Ambiente Unix Ambiente Unix per piccole utenze Quadrics Software Accesso a Guritel Tariffe d'uso e regole di accesso per VAXRMA Appendice: Moduli di richiesta di un account sui diversi sistemi di calcolo Modulo A1 riservato agli Enti Consorziati Modulo A2 riservato agli Enti non appartenenti al Consorzio Modulo B1 di richiesta di una macchina virtuale sull'ibm Modulo B2 di richiesta di operazioni sui sistemi UNIX Modulo B3 di richiesta di un codice utente sui sistemi UNIX Modulo B4 di richiesta di servizio di backup per workstation UNIX Modulo B5 di richiesta di una username su VAXRMA Modulo B6 di richiesta di un codice utente sui sistemi UNIX per piccole utenze Modulo C di richiesta del "group manager" per l'ibm 3090/600J Modulo D di richiesta di accesso alle Banche Dati dello Stato... 45

4 Riconoscimento della personalità giuridica del CASPUR. Nel marzo 1989 il MURST ha promosso, tra gli altri, il progetto NIC-Italia allo scopo di costituire un centro di competenza sul calcolo numerico intensivo ed al tempo stesso promuovere un polo di aggregazione rivolto in particolare alle università dell'italia centromeridionale. Il progetto ha avuto un buon successo e, come previsto nella convenzione iniziale, è sfociato, nel giugno 1992, nella costituzione del consorzio CASPUR. Esso eredita le motivazioni ed arricchisce gli scopi dell'originario progetto NIC nella direzione dello sviluppo del calcolo parallelo nonché nella fornitura di servizi qualificati nel campo della tecnologia dell'informazione. Il consorzio interuniversitario CASPUR ha ora ottenuto dal MURST il riconoscimento della personalità giuridica come pubblicato sulla G.U. del 4 novembre Si è così conclusa una lunga fase di gestazione e si può affermare che il progetto iniziato nel 1989 è arrivato alla sua compiuta realizzazione. L'ambiente accademico e della ricerca ed il MURST possono ora contare su di un terzo consorzio interuniversitario di calcolo. Esso è ancora in parte immaturo e con non pochi problemi, ma ci sembra di poter dire che ha raggiunto un buon livello di qualità ed una sua capacità di iniziativa dimostrando di essere un attore ben vivo sulla scena del calcolo numerico intensivo e della tecnologia dell'informazione. 2 CASPUR - Notiziario n. 4 - Dicembre 1994

5 1-Riduzione del numero di CPU sul mainframe IBM 3090 Lo scorso mese di ottobre il calcolatore IBM J è stato ridotto da sei a tre CPU, sono stati disinstallati tre dei sei cooprocessori vettoriali, la memoria espansa è stata portata da 256 a 128 MB. L'attuale configurazione è quindi un J con 128 MB di memoria centrale, 128 MB di memoria espansa e 65 GB di memoria disco. La riduzione di questo sistema si inquadra in un progetto che vede un progressivo spostamento delle applicazioni di supercalcolo dai sistemi tradizionali basati sui "grossi calcolatori centrali" ai nuovi sistemi di calcolo distribuiti basati su tecnologia RISC. Sono stati, quindi, disdetti i più costosi tra i pacchetti software a pagamento presenti sulla macchina, che sono di seguito elencati (tra parentesi la data di scadenza del contratto, dopo la quale il software non sarà più disponibile): SAS (30/4/95) SPSS (30/6/95) Nastran (30/4/95) IMSL (12/1/95) BMDP (scaduto) Il CASPUR sta esaminando insieme con l'utenza la possibilità di mantenere attivi alcuni di questi pacchetti su altre piattaforme. Gli interessati sono invitati a mandare un mail a Nel '93 era entrato in funzione il cluster di macchine Alpha e nel corso di questi due anni la maggior parte degli utenti ha trasferito le proprie applicazioni di calcolo numerico intensivo su questo nuovo sistema. Anche per gli utenti che utilizzano il calcolatore principalmente come casella di posta elettronica è previsto un graduale trasferimento in altri ambienti. Il ruolo che si sta delineando per questa macchina sarà sempre meno quello di un sistema utilizzato per il calcolo scientifico, e sempre più un sistema di supporto e di servizio per applicazioni specifiche. Il 3090 ospita il sistema di catalogazione SBN/SQL con il quale attualmente dà servizio ad alcune biblioteche de "La Sapienza", questo servizio sarà esteso ad altre biblioteche sia universitarie che non, che hanno chiesto di poter utilizzare questo sistema di catalogazione. Il 3090 gestisce attraverso l'interfaccia con il robot tutto il sistema di backup, restore e archive, sia per le macchine UNIX della rete Caspur che per quelle della rete universitaria e INFN. Una ulteriore funzione di servizio che il 3090 svolge per l'intera comunità accademica e della ricerca italiana è quella di essere il punto di comunicazione tra la rete GARR ed altre reti pubbliche SNA ed in particolare la rete del Provveditorato Generale dello Stato, attraverso la quale è possibile raggiungere le banche dati in essa presenti, e la rete dell'istituto Centrale per il Catalogo Unico (ICCU), che consente sia la catalogazione che la consultazione in ambiente SBN. Infine nel corso del '95 il CASPUR diverrà il punto di terminazione della maggior parte dei collegamenti SNA attualmente presenti su tutta la rete GARR. CASPUR - Notiziario n.4 - Dicembre

6 2-Acquisto di una macchina parallela IBM SP2 con 8 processori Il CASPUR ha acquistato una macchina parallela IBM SP2. Essa ha 8 nodi con 128 MB di memoria RAM e 2 GB di disco locale ciascuno, tranne un nodo dotato di 4 GB di disco. I nodi sono del tipo "thin" cioè POWER2 390 e sono connessi tra loro da un HPF (High Performance Switch) con una bandwidth di picco di 80 Mbyte/s tra ogni coppia di nodi. L'installazione della macchina avrà luogo nel corso del prossimo mese di gennaio. Informazioni sul software disponibile e sulle modalità d'uso della macchina saranno fornite al termine della fase di installazione. 4 CASPUR - Notiziario n. 4 - Dicembre 1994

7 3-Andrew File System (AFS) Dallo scorso mese di febbraio è in funzione al CASPUR la prima cella italiana di AFS. Dopo un periodo di prova di 2 mesi essa è diventata pienamente operativa nel maggio 1994; nel prossimo futuro intendiamo migrare tutto lo spazio utenti Unix sotto AFS. Questo articolo intende illustrare cosa è e come funziona questo software che ha assunto un ruolo assai importante nell'ambiente Unix del CASPUR. 3.1-AFS: concetti e terminologia AFS è un sistema di file distribuito per il sistema operativo Unix; è un prodotto proprietario realizzato e distribuito dalla Transarc Corp. (Pittsburg, USA). Il sistema può funzionare sulle principali piattaforme Unix (SUN, HP, DEC, IBM, SG), recentemente è stata annunciata anche la versione per MsDos. Esiste anche una versione per il sistema operativo di pubblico dominio Linux (per PC), sviluppata al MIT. In AFS si distinguono due tipi di software: Client e Server. Le macchine Client AFS sono delle normali stazioni di lavoro con dello spazio disco locale non condiviso dedicato al funzionamento del software Client; su queste macchine sono attivi i demoni AFS Cache Manager che presentano all'utente finale una directory in più: "/afs". Tutti i file e le directory che costituiscono /afs sono fisicamente presenti sulle macchine File Server di AFS, geograficamente disperse per il mondo. La funzione del Cash Manager locale è di comunicare con queste macchine e fornire localmente all'utente i file remoti. AFS è strutturato in "celle". Ogni cella è un insieme di Server con una amministrazione comune. Di norma le celle seguono l'usuale schema Internet di denominazione: la nostra cella si chiama "caspur.it", quella della Transarc "transarc.com", quella della Organizzazione Europea per la Fisica delle Particelle (CERN) in Ginevra è "cern.ch" e così via. Tutte le celle sono visibili al secondo livello dell'albero AFS e si può dare il comando "cd" verso ogni cella, esattamente come si cambia directory in Unix. Dal punto di vista dell'utente finale la directory /afs non differisce da una qualsiasi altra directory Unix. La sola differenza è nel fatto che AFS consente uno schema di autorizzazioni più raffinato e quindi un controllo degli accessi più selettivo che nelle normali directory Unix. Il proprietario delle directory AFS può, per esempio, chiudere completamente l'accesso ai suoi file, limitare l'accesso alla sola lettura dei nomi dei file, può consentire la lettura o la scrittura o l'esecuzione, può proibire o consentire la cancellazione, può infine aprire alcun delle sue directory a chiunque nel mondo AFS. In particolare un utente AFS può eseguire sulla sua macchina un qualunque programma il cui eseguibile sia presente in una directory AFS. Il comando di esecuzione fa sì che il programma sia dapprima copiato dal Cache Manager sul disco locale e quindi eseguito localmente: tranne un breve tempo di attesa iniziale l'utente non percepisce alcuna differenza rispetto alla situazione in cui il programma sia installato a sua cura sulla macchina locale ma ha eliminato completamente tutti i problemi connessi con il reperimento, l'installazione e la manutenzione del software, con significativi risparmi di tempo e di spazio disco locale. Particolare attenzione è stata posta in AFS al problema della sicurezza. Di tutte le directory /home sotto AFS viene fatto un backup automatico notturno e nel periodo tra due backup successivi c'è la possibilità di accedere agevolmente ai file cancellati per errore in quanto essi restano disponibili in uno speciale ramo di AFS fino alla successiva operazione di backup. Inoltre l'utente di AFS è soggetto alla autenticazione attraverso il Kerberos Autentication Server. L'autenticazione ha una durata limitata nel tempo (default 25 ore) in modo da CASPUR - Notiziario n.4 - Dicembre

8 assicurare una ulteriore protezione nel caso che una sessione venga dimenticata aperta. La autenticazione è fatta automaticamente al momento del login ed in qualsiasi istante l'utente può rinnovare l'autenticazione estendendone così il periodo di validità. 3.2-Come AFS è utilizzato al CASPUR Attualmente al CASPUR si ha un insieme di 3 File Server con circa 20 GB di spazio disco AFS che è logicamente diviso nelle due parti Read-Only e Read-Write. Nella parte Read-Only abbiamo una ampia raccolta di software di pubblico dominio pronto per l'uso sulle macchine Cient per tutte le piattaforme Unix a cui viene dato appoggio. Questa raccolta è chiamata ASIS ed è stata descritta nel precedente numero del nostro bollettino. Nella stessa parte Read-Only sono contenuti anche i prodotti proprietari acquistati da CASPUR e da noi ridistribuiti agli utenti autorizzati. La parte Read-Write di AFS contiene invece le directory Home degli utenti; abbiamo in programma di migrarli tutti da NFS ad AFS agli inizi del Qualsiasi possessore di workstation nei domini: caspur.it, uniroma1.it, uniroma3.it, uniba.it, poliba.it, unile.it e infn.it può richiederci di installare il software Client AFS sulla sua macchina e puntare sulla cella caspur.it. In questo caso si ha anche accesso alla nostra raccolta di software di pubblico dominio nonché, se autorizzati, al software commerciale da noi acquistato. Per questo servizio richiediamo per ogni workstation un contributo di lire/anno per coprire i costi dell'hardware e del software necessari per i funzionamento dei server. Qualora lo preferisca l'utente può far puntare il suo Client verso una qualsiasi altra cella AFS su cui abbia un account, in questo caso la distribuzione del client è gratuita. Qualora lo desideri la workstation Client può anche ottenere spazio disco sull'area Read-Write di AFS al costo di lire/gb anno. Questo spazio disco è accessibile all'utente (o agli utenti) autorizzato da una qualunque macchina dotata di Client AFS e la sua integrità è garantita dal backup giornaliero prima descritto. 6 CASPUR - Notiziario n. 4 - Dicembre 1994

9 3.3-Appendice AFS Selected Features clause in è sostituito dal Cache Manager, a seconda del tipo di sistema sarà: alpha_osf20, hp700_ux90, rs_aix32, sun4m_412 etc. Esempi: 1) sarà uguale a: /afs/caspur.it/system/alpha_osf20/usr su ALPHA/OSF1; 2) /afs/caspur.it/group/bb/zannoni/bin sarà /afs/caspur.it/group/bb/zannoni/.rs_aix32/bin su IBM RS6000 e /afs/caspur.it/group/bb/zannoni/.alpha_osf20/bin su ALPHA/OSF1 (se l'utente con id=zannoni definisce bin come in /afs/caspur.it/group/bb/zannoni) Access Control Lists ogni directory in /afs ha l'access Control List (ACL), composta da 7 campi che definiscono il modo di accesso di ogni sottodirectory AFS: l - lookup (comandi ls e cd; check-acl) r - mostra il contenuto dei files i - crea nuovi file/sottodirectory (create, cp) w - modifica il contenuto dei file, chmod d - rm, mv (per mv deve essere garantita l'operazione di inserimento per la directory di destinazione) k - permesso per programmi di "flock" files nella directory a - cambia l'acl Esempio: gli ACL nella directory principale di CASPUR AFS dell'utente con id=zannoni: ~zannoni: zannoni rlidwka (zannoni ha tutti i diritti, tutti gli utenti system:anyuser l possono vedere i nomi dei file) ~zannoni/private: zannoni rlidwka (zannoni ha tutti i diritti, nessuno può vedere la sua sottodirectory privata) ~zannoni/public: zannoni rlidwka (zannoni ha tutti i diritti, tutti gli utenti system:anyuser rl possono vedere i nomi dei file e leggere i file) CASPUR - Notiziario n.4 - Dicembre

10 3.3.3-Protection Groups ogni utente ha la facoltà di creare i cosiddetti "Protection Groups" e popolarli con gli id degli altri utenti; i gruppi allora possono essere utilizzati nelle ACL delle directory che l'utente utilizza. Se qualche accesso AFS è garantito al gruppo nell'insieme, è automaticamente garantito a tutti i membri del gruppo Comandi AFS klog, unlog, tokens, kpasswd, fs, pts (collocati in /usr/afsws/bin e /usr/afsws/etc su ogni macchina client; alcuni comandi sono permessi solo ad utenti autorizzati) klog <username> - per ottenere un nuovo token (=per autentificarsi) unlog <cell name> - per distruggere token tokens - per elencare i token posseduti kpasswd - per cambiare la password AFS fs help - help on-line su fs fs whereis <dir/path> - riporta il nome della macchina file server della [whe] directory specificata fs checkservers - riporta lo stato del file server [checks] fs listquota <path> - riporta la disk quota per il path specificato [lq] fs quota <path> - riporta la percentuale di quota usata per il path [q] specificato fs listacl <path> - mostra l'acl per il path specificato [la] fs setacl <path> <ACL entry> [sa] -dir <path>+ -acl <ACL entry>+ - definisce l'acl per il path specificato fs copyacl <source dir> <dest dir>+ [co] - copia l'acl della directory sorgente a una o più directory di destinazione pts help - help on-line su pts pts creategroup <user:group> - crea un utente [cg] pts adduser <user> <group> - aggiunge un utente ad un gruppo [ad] pts removeuser <user> <group> - rimuove un utente da un gruppo pts delete <group> [del] pts rename <oldname> <newname> [ren] - cancella il gruppo - cambia il nome di un gruppo 8 CASPUR - Notiziario n. 4 - Dicembre 1994

11 3.3.5-Contenuti della directory principale CASPUR AFS /asis /group /egroup /local /project /system - copia di /afs/cern.ch/asis per specificate piattaforme - collezione di Public Domain Software accesso : caspur:nodes, caspur:externalnodes - contiene r/w CASPUR group volumes, con quota on per-group basis accesso : individuale - contiene r/w group volumes per utenti esterni, con quota on per-group basis accesso : individuale - collezione di prodotti installati localmente, include anche tutti i prodotti vendor acquistati dal CASPUR accesso : caspur:nodes, caspur:externalnodes (per CASPUR public domain) - contiene software sviluppato al CASPUR (nstage, ControlHost, mirdir etc e speciale software dedicato) accesso : a sviluppatori/proprietari - contiene il software di sistema accesso : limitato secondo le regole delle Transarc /backup - contiene la "fotografia" dei volumi dei gruppi dell'ultima notte accesso - individuale CASPUR - Notiziario n.4 - Dicembre

12 4-Servizi NIR presenti al CASPUR Sono stati attivati presso il CASPUR alcuni servizi di Network Information Retrieval per il reperimento di informazioni sulla rete. Sul calcolatore SUN Sparc 2, itaca, sono stati installati i seguenti server: FTP, Gopher, Worl- Wide Web e News. Il server FTP permette il trasferimento, sul proprio host, di applicazioni public domain, i relativi sorgenti e la loro documentazione, da noi installati e provati sugli elaboratori del CASPUR. E possibile anche reperire i Request For Comments attualmente pubblicati. Gopher è un termine utilizzato nel Nord America ed in Canada per indicare diverse specie di roditori che passano il loro tempo a scavare gallerie nel terreno. Il Gopher di cui parliamo qui, è un software public domain che permette l accesso a molti host computer nel mondo (Gopher server), attraverso i quali l utente può consultare documenti on-line senza dover conoscere l indirizzo del server o la locazione dei file, ma ricorrendo ai soli titoli o ad una sintetica descrizione del contenuto. Attraverso la rete Internet, l utente del Gopher Client interroga il primo Gopher Server e, tramite opportuni menù, può navigare attraverso il Gopher-space alla ricerca delle informazioni, può leggere le notizie trovate e, se desidera, può salvarle nella propria area utente. Il server Gopher installato presso il CASPUR, attraverso il menù principale (vedi fig.1), gestisce: il collegamento e la consultazione di alcuni cataloghi bibliografici (ALMAnet, CERN Library Server ALICE, CINECA Library Catalogs Access, The Library of Congress (USA), Yale Library Catalogs List, Washington & Lee Univ. Libraries...); la ricerca attraverso Veronica delle informazioni attualmente disponibili nel gopher-space ed il loro accesso; il collegamento con il nostro sito FTP e la visualizzazione di abstract sul calcolo parallelo. Per aver accesso a questo servizio l'utente deve installare il client di gopher sulla propria macchina; sul nostro sito FTP è possibile reperire client gopher per le seguenti piattaforme: PC con sistema operativo DOS, MAC, IBM Risc System/6000, Sun Sparc Station, Digital OSF1. E'possibile raggiungere il nostro host (gopher.caspur.it) collegandosi alla lista dei gopher server in Italia, gestita dal gruppo di lavoro GARR-NIR, o, se si preferisce, attraverso un Veronica Server. Veronica è l acronimo di Very Easy Rodent-Oriented Net-wide Index to Computerized Archives. E un particolare Gopher che ha la funzione di ricercare un informazione attraverso parole chiave digitate dall utente in tutti i Gopher server attualmente disponibili nel mondo. Se la ricerca dà esito positivo, Veronica costruisce un menù operativo, di tipo Gopher, di tutto quello che è riuscita a trovare su quel determinato argomento. Le chiavi di ricerca per raggiungere il nostro server gopher sono: libraries, parallel computing, ftp, mathematical periodicals. 10 CASPUR - Notiziario n. 4 - Dicembre 1994

13 Fig. 1 Il World-Wide Web (WWW) è uno strumento che, come Gopher, consente un facile accesso a OPAC (Online Public Access Catalog), banche dati ed altri servizi presenti su Internet. E una applicazione ipertestuale, costituita da menù che raggruppano documenti, indici sui quali eseguire delle ricerche, possibilità di collegamento con altre risorse e link (agganci con altri punti dell ipertesto). Il menù principale permette un collegamento con i servizi offerti dalle Università consorziate, dal CASPUR stesso e la possibilità di accedere alle informazioni rese disponibili dal Quadrics User Group (vedi fig.2). Continuando nella navigazione, attraverso il link CASPUR è possibile: - reperire informazioni sul centro di calcolo; - consultare i Notiziari del CASPUR pubblicati fino ad ora; - essere informati sui corsi che si tengono presso la nostra sede e, se ancora possibile, effettuare la registrazione; - accedere ai client Archie, Wais e X.500; - ricercare informazioni su conferenze, seminari, convegni, che si terranno nei prossimi mesi, sui relativi abstract e, dove possibile, effettuare la registrazione online; - consultare gli atti del First European PVM Users Group Meeting ; - accedere ad altri servers CASPUR - Notiziario n.4 - Dicembre

14 Fig. 2 E anche stato realizzato un gateway che permette la consultazione, da client Mosaic, di dati catalografici presenti sul data base BASIS+ residente su una postazione IBM-RS6000, il cui utilizzo è illustrato più avanti. L utilizzazione di WWW è resa possibile dalla installazione di due tipi di clients: Mosaic e Lynx. Il client Mosaic può essere utilizzato se si ha a disposizione uno schermo grafico X11. Se ciò non è possibile, è necessario servirsi del client Lynx. Il client Mosaic è disponibile sulle seguenti piattaforme: PC con sistema operativo DOS e Windows 3.1, MAC, IBM Risc System/6000, Sun Sparcstation, Digital OSF1 e VMS. Il client Lynx è disponibile sulle seguenti piattaforme: PC con sistema operativo DOS, MAC, IBM RS/6000, Digital OSF1 e VMS. Se si è già in possesso di un client Mosaic o Lynx, o comunque di un client che permetta la consultazione di server WWW, il nostro host può essere raggiunto ai seguenti indirizzi: (home page grafica) (home page a caratteri). Il NEWS server permette la consultazione di notizie ed il dibattito, attraverso un sistema di mail, sui più svariati argomenti con altri utenti Internet. Gli articoli, le discussioni, gli annunci, sono suddivisi per argomento ed in sottogruppi. I gruppi principali e le loro tematiche sono : comp (computer, incluso sorgenti, informazioni sui sistemi hardware e software...); misc (miscellanea di diversi argomenti); news (il sistema news, sia dal punto di vista software che hardware); rec (hobby, attività ricreative e arte); sci (ricerca scientifica ed applicazioni); 12 CASPUR - Notiziario n. 4 - Dicembre 1994

15 soc (argomenti a carattere sociale); talk (attualità). Ci sono, inoltre, gruppi denominati gruppi alternativi, i principali sono: alt, bionet, new, vmsnet. Esistono due tipologie di gruppo: moderato e non moderato. Nel primo caso, viene designata una persona, che partecipa al gruppo, con il compito di verificare il contenuto delle news prima di renderle disponibili. Nel secondo caso, invece, le news compaiono in linea non appena inviate. La spedizione delle news al nostro server viene effettuata dal server News dell Università di Milano (Dipartimento di Scienze dell Informazione) che ha un "bulk-transfer" con siti in USA (Rensealler Polytechnic e Cornell University) ed in Francia (Univ. Lyon1), e dal server News dell Università di Pisa (Servizi Rete Ateneo) che ha un "bulk-transfer" con siti in Svizzera per i gruppi di fisica delle alte energie. Giornalmente, arrivano nel nostro sito circa 50 Mb di news che vengono registrate nel data base "DBZ" e rese disponibili per un tempo variabile da 1 a 10 giorni (a seconda del news group a cui si riferiscono). I gruppi attualmente gestiti sono 3500 circa e si prevede di aumentare lo spazio disco disponibile per gestire nuovi newsgroup. Per la lettura delle news e la partecipazione alle discussioni si utilizzano dei specifici newsreader come nn, rtin, emacs, tin, rnews... Un modo alternativo, per la loro consultazione è data dal client Mosaic, in cui i documenti che gestiscono tale operazione sono aggiornati automaticamente, in quest'ultimo caso non è possibile vedere immediatamente in linea i nuovi newsgroup creati poiché l'aggiornamento avviene una volta al mese. Sono abilitati alla lettura delle news tutti gli utenti CASPUR, e gli utenti delle università consorziate; altri che siano interessati ad utilizzare il nostro server, possono farne richiesta inviando una mail a: Oltre ai server precedentemente descritti è stata resa disponibile la consultazione dei database WAIS ed ARCHIE attualmente presenti su Internet. Per chi ha l esigenza di utilizzare frequentemente il servizio di FTP, è molto utile il software ARCHIE. Quest ultimo infatti svolge per i nodi di FTP anonymous la stessa funzione di indice che VERONICA assolve per i Gopher server. Archie è un archivio consultabile on-line che viene aggiornato automaticamente con frequenza mensile, e che contiene informazioni su quanto disponibile in più di 800 nodi FTP. Se la ricerca dà esito positivo, Archie invia l elenco dei diversi host sui quali è disponibile ciò che si vuole reperire, completo di indirizzo internet e di percorso, della data del suo aggiornamento e dello spazio disco occupato. I data base Archie sono consultabili, oltre che con Mosaic, anche attraverso i seguenti clients: archie, xarchie. Il client Archie é utilizzabile dalle seguenti piattaforme: PC DOS, IBM Risc System/6000, Sun Sparcstation, Digital OSF1, MAC. Se si ha a disposizione uno schermo grafico X11 è possibile avvalersi di questo servizio attraverso il client Xarchie (vedi fig.3) installato sulle workstation Digital OSF1. CASPUR - Notiziario n.4 - Dicembre

16 Fig.3 I WAIS (Wide Area Information Server), disponibili on-line, consentono l esecuzione di ricerche per parole chiave su circa 400 diverse banche dati, divise per soggetto, con argomenti che spaziano tra agricoltura e scienze sociali. Sono raggiungibili sia per mezzo dei clients MXWAIS, per le workstation Digital OSF1, e XWAIS, per IBM Risc System/6000, sia attraverso il client Mosaic. Per orientarsi tra i vari strumenti di Network Information Retrieval, precedentemente descritti, sono disponibili delle guide specifiche per ogni software, che possono essere facilmente ricercate sulla rete. Chi non possiede ancora un utenza sulle nostre workstation unix e vuole usufruire di questi servizi, oltre a quelli di posta elettronica, può richiedere un account per piccole utenze unix (vedi 10 sulle tariffe d'uso). Durante il 1994, è stato anche organizzato, presso la nostra sede, un corso, dalla durata di due giorni, per familiarizzare con i software installati. Per 1995 si prevedono i seguenti corsi: servizi di network information: strumenti di information retrieval; installazione e gestione di server WWW/HTTPD; introduzione al linguaggio inpertestuale HTML; programmazione avanzata in HTML. 14 CASPUR - Notiziario n. 4 - Dicembre 1994

17 5-Un nuovo accesso a dati bibliografici Il CASPUR si è dotato di un servizio di consultazione di archivi bibliografici (OPAC, Online Public Access Catalog) accessibile attraverso la rete Internet, da un client Mosaic, ad interfaccia grafica o a caratteri. Il sistema è stato sviluppato con una architettura Client-Server e prevede la presenza del prodotto BASISPLUS. Questo prodotto è stato installato su una workstation IBM/RS6000 modello 370 con sistema operativo AIX 3.2 ed è stato ampliato il database TECHLIB, per l'inserimento dei dati bibliografici. Le Banche dati originarie vengono trasferite sul nostro database, ciò permette di avere un interfaccia unica per dati provenienti da fonti catalografiche differenti, di non intralciare le operazioni di catalogazione ed infine di non esporre i dati originari ad accessi non autorizzati. Tale servizio, attualmente in fase di espansione e sviluppo, permette di accedere agli archivi bibliografici del polo SBN/SQL (Servizio Bibliotecario Nazionale) dell'università di Roma "La Sapienza" ed i dati bibliografici dell'archivio Storico Capitolino. Le biblioteche che, attualmente fanno parte del polo SBN/SQL, ed i cui archivi sono disponibili, sono: la Biblioteca del Dipartimento di Economia e Commercio "E.Barone", la Biblioteca del Dipartimento di Fisica, la Biblioteca del Dipartimento di Farmacia "G. Giacomello", la Biblioteca del Dipartimento di Ingegneria Strutturale e Geotecnica, la Biblioteca del Dipartimento di Ingegneria Elettronica. Stiamo realizzando la conversione dei dati del Catalogo Collettivo dei Periodici di Scienze Matematiche (SINM-ISRDS), del Catalogo delle Biblioteche dell'università di Lecce, della Biblioteca del Dipartimento di Matematica dell'università di Roma "La Sapienza" e i dati catalografici delle biblioteche comunali del Comune del Roma. Il Catalogo Collettivo dei Periodici di Scienze Matematiche contiene i dati relativi alle pubblicazioni periodiche possedute dalle biblioteche matematiche italiane, gli indici degli ultimi fascicoli dei periodici di scarsa reperibilità e di maggiore interesse per i matematici, ed i segmenti informativi derivati dagli schemi di classificazione AMS, ZDM e CR. Il catalogo delle Biblioteche dell'università di Lecce contiene i dati catalografici delle seguenti biblioteche: la Biblioteca del Dipartimento di Beni Culturali, la Biblioteca Centrale, la Biblioteca del Dipartimento di Biologia, la Biblioteca dell'istituto di Filosofia (Facoltà di Lettere e Filosofia), la Biblioteca del Dipartimento di Filosofia, la Biblioteca del Dipartimento di Fisica, la Biblioteca del Dipartimento di Filologia Classica e Medioevale; la Biblioteca del Dipartimento di Filologia, Linguistica e Letteratura; la Biblioteca del Dipartimento di Scienze Storiche, Geografiche e Sociali, la Biblioteca del Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere, la Biblioteca del Dipartimento di Matematica, la Biblioteca del Dipartimento di Scienze dell'antichità, la Biblioteca del Dipartimento di Scienza dei Sistemi Sociali e della Comunicazione, la Biblioteca del Dipartimento di Scienze Pedagogiche, Psicologiche e Didattiche, la Biblioteca del Dipartimento di Studi Storici dal MedioEvo all'età Contemporanea, la Biblioteca della Scuola Diretta a Fini Speciali per Assistenti Sociali, la Biblioteca della Facoltà di Economia e Commercio, la Biblioteca Didattica della Facoltà di Ingegneria. Il servizio può essere consultato collegandosi alla Home Page del server MOSAIC del CASPUR, al seguente indirizzo: L'interfaccia grafica guida l'utente nella costruzione dell'interrogazione da compiere. Nella maschera principale (fig.1), è possibile selezionare il tipo di opera da consultare: monografie o periodici. CASPUR - Notiziario n.4 - Dicembre

18 Fig.1 Le maschere relative alle due selezioni presentano una struttura simile: una serie di campi per l'inserimento delle chiavi di ricerca; alcuni menù a discesa per la selezione del tipo di ordinamento dei dati estratti, per il numero massimo di record da estrarre e la fonte catalografica nella quale effettuare la ricerca; due pulsanti: uno per la cancellazione dei valori inseriti ed uno per l'esecuzione dell'interrogazione. I valori dei menù a tendina sono già preimpostati, l'utente può scegliere di variarli o lasciarli inalterati. La costruzione dell'interrogazione avviene inserendo alcune chiavi di ricerca nei campi opportuni. Nella maschera per le monografie, è possibile inserire chiavi nei campi Autore, Titolo, Pubblicazione (Anno, Luogo e Casa Editrice), Soggetto, ISBN e limitare la ricerca temporale con i campi Da Anno e A Anno (fig. 2); 16 CASPUR - Notiziario n. 4 - Dicembre 1994

19 Fig.2 nella maschera per i periodici, è possibile inserire chiavi nei campi Ente Autore, Titolo, Pubblicazione e ISSN. Le chiavi di ricerca che è possibile inserire possono essere nomi o parti di nome con alcuni caratteri "jolly". Per esempio: per ricercare tutti gli autori il cui nome inizia per "bas", si inserisce la chiave "bas*" nel campo Autore; per ricercare tutte le opere che contengono nel titolo le parole "mela" o "mele", si inserisce nel campo Titolo la chiave "mel?". È possibile anche inserire chiavi composte da più parole e saranno estratti tutti i record che contengono le parole date nella stessa sequenza anche se non adiacenti. Non è possibile inserire all'interno di un campo il solo simbolo "*", il programma riconoscerà la situazione e segnalerà un messaggio di errore. Affinchè una interrogazione venga eseguita, è necessario che sia riempito almeno un campo di ricerca. Nella maschera per le interrogazioni sulle monografie, è possibile effettuare una ricerca sui soggetti presenti negli archivi, selezionando il link Ricerca Soggetti. La maschera di interrogazione per i soggetti, mantiene la struttura delle precedenti, presentando però unicamente un campo di ricerca "Soggetto". CASPUR - Notiziario n.4 - Dicembre

20 A seguito dell'interrogazione, la richiesta verrà trasmessa al server MOSAIC che provvederà a codificarla in un linguaggio di interrogazione opportuno ed a demandare l'esecuzione al database BasisPlus TechLib. La risposta a tale interrogazione potrebbe segnalare eventuali errori, quanti record soddisfano le condizioni impostate e quanti record sono stati estratti in accordo con la selezione dell'utente (fig. 3). Fig.3 18 CASPUR - Notiziario n. 4 - Dicembre 1994

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Introduzione generale Autenticazione dell operatore https://sebina1.unife.it/sebinatest Al primo accesso ai servizi di Back Office, utilizzando

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1 Tutorial Configuration Managment Configurare il servizio EC2 su AWS Pagina 1 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. PROGRAMMI NECESSARI... 4 3. PANNELLO DI CONTROLLO... 5 4. CONFIGURARE E LANCIARE UN ISTANZA...

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

RefWorks Guida all utente Versione 4.0

RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Accesso a RefWorks per utenti registrati RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Dalla pagina web www.refworks.com/refworks Inserire il proprio username (indirizzo e-mail) e password NB: Agli utenti remoti

Dettagli

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Il software descritto nel presente

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA STRUMENTI DI GESTIONE BIBLIOGRAFICA I software di gestione bibliografica permettono di raccogliere, catalogare e organizzare diverse tipologie di materiali, prendere appunti, formattare

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare a utilizzare Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition.

Dettagli

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory FILE SYSTEM : INTERFACCIA 8.1 Interfaccia del File System Concetto di File Metodi di Accesso Struttura delle Directory Montaggio del File System Condivisione di File Protezione 8.2 Concetto di File File

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

EndNote Web è un servizio online per la gestione di bibliografie personalizzate integrabili nella redazione di testi: paper, articoli, saggi

EndNote Web è un servizio online per la gestione di bibliografie personalizzate integrabili nella redazione di testi: paper, articoli, saggi ENDNOTE WEB EndNote Web è un servizio online per la gestione di bibliografie personalizzate integrabili nella redazione di testi: paper, articoli, saggi EndNote Web consente di: importare informazioni

Dettagli

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1 UBUNTU SERVER Installazione e configurazione di Ubuntu Server M. Cesa 1 Ubuntu Server Scaricare la versione deisiderata dalla pagina ufficiale http://www.ubuntu.com/getubuntu/download-server Selezioniare

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Web Conferencing Open Source

Web Conferencing Open Source Web Conferencing Open Source A cura di Giuseppe Maugeri g.maugeri@bembughi.org 1 Cos è BigBlueButton? Sistema di Web Conferencing Open Source Basato su più di quattordici componenti Open-Source. Fornisce

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) Ver. 1.0 (marzo 2009) ultimo aggiornamento aprile 2009 Easy Peasy è una distribuzione

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation Guida introduttiva 1 Informazioni sul documento Questo documento descrive come installare e iniziare ad utilizzare

Dettagli

Web Solution 2011 EUR

Web Solution 2011 EUR Via Macaggi, 17 int.14 16121 Genova - Italy - Tel. +39 010 591926 /010 4074703 Fax +39 010 4206799 Cod. fisc. e Partita IVA 03365050107 Cap. soc. 10.400,00 C.C.I.A.A. 338455 Iscr. Trib. 58109 www.libertyline.com

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

Simplex Gestione Hotel

Simplex Gestione Hotel Simplex Gestione Hotel Revisione documento 01-2012 Questo documento contiene le istruzioni per l'utilizzo del software Simplex Gestione Hotel. E' consentita la riproduzione e la distribuzione da parte

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

Virtualizzazione e installazione Linux

Virtualizzazione e installazione Linux Virtualizzazione e installazione Linux Federico De Meo, Davide Quaglia, Simone Bronuzzi Lo scopo di questa esercitazione è quello di introdurre il concetto di virtualizzazione, di creare un ambiente virtuale

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA

LA POSTA ELETTRONICA LA POSTA ELETTRONICA Nella vita ordinaria ci sono due modi principali di gestire la propria corrispondenza o tramite un fermo posta, creandosi una propria casella postale presso l ufficio P:T., oppure

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Informatica. Scopo della lezione

Informatica. Scopo della lezione 1 Informatica per laurea diarea non informatica LEZIONE 1 - Cos è l informatica 2 Scopo della lezione Introdurre le nozioni base della materia Definire le differenze tra hardware e software Individuare

Dettagli

Esperienza di interoperabilità tra servizi bibliotecari tramite protocollo ISO-ILL. Colloquio standard ILL- SBN/Aleph e ILL-SBN /Sebina Open Library

Esperienza di interoperabilità tra servizi bibliotecari tramite protocollo ISO-ILL. Colloquio standard ILL- SBN/Aleph e ILL-SBN /Sebina Open Library Esperienza di interoperabilità tra servizi bibliotecari tramite protocollo ISO-ILL. Colloquio standard ILL- SBN/Aleph e ILL-SBN /Sebina Open Library A. Bardelli (Univ. Milano Bicocca), L. Bernardis (Univ.

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE

ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE Guida d uso per la registrazione e l accesso Ver 3.0 del 22/11/2013 Pag. 1 di 16 Sommario 1. Registrazione sul portale GSE... 3 2. Accesso al Portale... 8 2.1 Accesso alle

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

www.queen.it info@mbox.queen.it Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001

www.queen.it info@mbox.queen.it Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001 Listino Gennaio 2001 pag. 1 Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001 Profilo aziendale Chi è il Gruppo Queen.it Pag. 2 Listino connettività Listino Connettività RTC Pag. 3 Listino Connettività

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

AVCP Generatore di XML

AVCP Generatore di XML AVCP Generatore di XML Perché è necessario... 2 Come Funziona... 3 Appalto... 3 Indice... 5 Anagrafiche... 6 Lotto... 7 Partecipanti... 9 Partecipante in Solitario (Partecipante)... 9 Partecipante in Raggruppamento...

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Introduzione I destinatari di questa guida sono gli amministratori di sistema che configurano IBM SPSS Modeler Entity Analytics (EA) in modo

Dettagli

FAQ sul prestito locale, interbibliotecario (ILL) e intersistemico (ISS) in SOL

FAQ sul prestito locale, interbibliotecario (ILL) e intersistemico (ISS) in SOL FAQ sul prestito locale, interbibliotecario (ILL) e intersistemico (ISS) in SOL PRESTITO LOCALE 1. Dove posso trovare informazioni dettagliate sul prestito locale e sulla gestione dei lettori? 2. Come

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

DEFT Zero Guida Rapida

DEFT Zero Guida Rapida DEFT Zero Guida Rapida Indice Indice... 1 Premessa... 1 Modalità di avvio... 1 1) GUI mode, RAM preload... 2 2) GUI mode... 2 3) Text mode... 2 Modalità di mount dei dispositivi... 3 Mount di dispositivi

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2

BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2 BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2 Premessa. In questa nuova versione è stata modificata la risoluzione (dimensione) generale delle finestre. Per gli utenti che navigano nella modalità a Finestre, la dimensione

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

Installazione LINUX 10.0

Installazione LINUX 10.0 Installazione LINUX 10.0 1 Principali passi Prima di iniziare con l'installazione è necessario entrare nel menu di configurazione del PC (F2 durante lo start-up) e selezionare nel menu di set-up il boot

Dettagli

GUIDA alla configurazione di un DVR o Router su dyndns.it. in modalità compatibile www.dyndns.org

GUIDA alla configurazione di un DVR o Router su dyndns.it. in modalità compatibile www.dyndns.org GUIDA alla configurazione di un DVR o Router su dyndns.it in modalità compatibile www.dyndns.org Questa semplice guida fornisce le informazioni necessarie per eseguire la registrazione del proprio DVR

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Reti di Telecomunicazione Lezione 7

Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Marco Benini Corso di Laurea in Informatica marco.benini@uninsubria.it Il protocollo Programma della lezione file transfer protocol descrizione architetturale descrizione

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Profilo Commerciale Collabor@

Profilo Commerciale Collabor@ Profilo Commerciale Collabor@ 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO E REQUISITI Collabor@ è un servizio di web conferenza basato sulla piattaforma Cisco WebEx, che consente di organizzare e svolgere riunioni web,

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica: WebMail Una Webmail è un'applicazione web che permette di gestire uno o più account di posta elettronica attraverso un Browser.

Dettagli

Import Dati Release 4.0

Import Dati Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import Dati Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Guida all'installazione di SLPct Manuale utente Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Premessa Il redattore di atti giuridici esterno SLpct è stato implementato da Regione

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE GUIDA DELL UTENTE IN RETE Memorizza registro di stampa in rete Versione 0 ITA Definizione delle note Nella presente Guida dell'utente viene utilizzata la seguente icona: Le note spiegano come intervenire

Dettagli

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY Interfaccia Full Ascii Con questa interfaccia è possibile inviare i dati al Server utilizzando solo caratteri Ascii rappresentabili e solo i valori che cambiano tra un sms e l altro, mantenendo la connessione

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Manuale installazione DiKe Util

Manuale installazione DiKe Util Manuale installazione DiKe Util Andare sul sito Internet: www.firma.infocert.it Cliccare su software nella sezione rossa INSTALLAZIONE: comparirà la seguente pagina 1 Selezionare, nel menu di sinistra,

Dettagli

Il World Wide Web: nozioni introduttive

Il World Wide Web: nozioni introduttive Il World Wide Web: nozioni introduttive Dott. Nicole NOVIELLI novielli@di.uniba.it http://www.di.uniba.it/intint/people/nicole.html Cos è Internet! Acronimo di "interconnected networks" ("reti interconnesse")!

Dettagli

Il compilatore Dev-C++

Il compilatore Dev-C++ Il compilatore Dev-C++ A cura del dott. Marco Cesati 1 Il compilatore Dev-C++ Compilatore per Windows: http://www.bloodshed.net/devcpp.html Installazione Configurazione Utilizzazione 2 1 Requisiti di sistema

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

Manuale dell'amministratore

Manuale dell'amministratore Manuale dell'amministratore di LapLink Host 2 Introduzione a LapLink Host 4 Requisiti per LapLink Host 6 Esecuzione dell'installazione silent di LapLink Host 8 Modifica del file di procedura per l'installazione

Dettagli

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE Versione 1.0 Via della Fisica 18/C Tel. 0971 476311 Fax 0971 476333 85100 POTENZA Via Castiglione,4 Tel. 051 7459619 Fax 051 7459619

Dettagli

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura Dev-Pascal 1.9.2 1 Dev-Pascal è un ambiente di sviluppo integrato per la programmazione in linguaggio Pascal sotto Windows prodotto dalla Bloodshed con licenza GNU e liberamente scaricabile al link http://www.bloodshed.net/dev/devpas192.exe

Dettagli

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT Web Meeting Quick Start Guide V4_IT Indice 1 INFORMAZIONI SUL PRODOTTO... 3 1.1 CONSIDERAZIONI GENERALI... 3 1.2 SISTEMI OPERATIVI SUPPORTATI E LINGUE... 3 1.3 CARATTERISTICHE... 3 2 PRENOTARE UNA CONFERENZA...

Dettagli

Finanziamenti on line -

Finanziamenti on line - Finanziamenti on line - Manuale per la compilazione dei moduli di Gestione dei Progetti Finanziati del Sistema GEFO Rev. 02 Manuale GeFO Pagina 1 Indice 1. Introduzione... 4 1.1 Scopo e campo di applicazione...

Dettagli

G e s t i o n e U t e n z e C N R

G e s t i o n e U t e n z e C N R u t e n t i. c n r. i t G e s t i o n e U t e n z e C N R G U I D A U T E N T E Versione 1.1 Aurelio D Amico (Marzo 2013) Consiglio Nazionale delle Ricerche - Sistemi informativi - Roma utenti.cnr.it -

Dettagli

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP Università degli Studi di Pisa Facoltà di Scienze Matematiche,Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica Michela Chiucini MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito:

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito: Autore : Giulio Martino IT Security, Network and Voice Manager Technical Writer e Supporter di ISAServer.it www.isaserver.it www.ocsserver.it www.voipexperts.it - blogs.dotnethell.it/isacab giulio.martino@isaserver.it

Dettagli

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS)

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) EZChrom Edition e ChemStation Edition Requisiti hardware e software Agilent Technologies Informazioni legali Agilent Technologies, Inc. 2013 Nessuna parte

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2011 Progetto Istanze On Line 21 febbraio 2011 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 PROGETTO ISTANZE ON LINE... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET Programmi Outlook Express Internet Explorer 72 DNS Poiché riferirsi a una risorsa (sia essa un host oppure l'indirizzo di posta elettronica di un utente) utilizzando un

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli