EUROPA informa Newsletter quindicinale a cura di EUROPE DIRECT TRENTINO Fondazione E. Mach

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "EUROPA informa Newsletter quindicinale a cura di EUROPE DIRECT TRENTINO Fondazione E. Mach"

Transcript

1 EUROPA informa Newsletter quindicinale a cura di EUROPE DIRECT TRENTINO Fondazione E. Mach Commissione europea DG Comunicazione Anno 16 n 11 del 20 giugno ALL INTERNO ECONOMIA -Grecia vs Germania -PE e agenzie di rating AGRICOLTURA -PE e riforma PAC -Corte dei conti e OCM vino AMBIENTE -Acque pulite -Capitale verde EUROPE DIRECT Comune sostenibile Fondazione E. Mach Diciamo la nostra sui diritti come cittadini europei C è tempo fino al prossimo 9 settembre per partecipare alla consultazione pubblica sui diritti dei cittadini lanciata dalla Commissione europea lo scorso 9 maggio. Si tratta della più vasta consultazione mai condotta nell'unione e ha l obiettivo di definire l'agenda politica dei prossimi anni e delineare il futuro dell'europa sul tema, appunto, dei diritti dei cittadini. Nel corso di questi quattro mesi ogni europeo, sia come privato cittadino che come organizzazione di qualsiasi tipo, ha la possibilità di dire quali sono gli ostacoli che impediscono l'esercizio della cittadinanza dell'unione, ad esempio quando viaggiano in Europa, quando votano o si candidano alle elezioni o ancora quando fanno acquisti online. La consultazione prelude alla proclamazione del 2013 "Anno europeo dei cittadini" e la Commissione si avvarrà dei risultati che emergeranno per definire l'agenda politica ed elaborare la relazione sulla cittadinanza europea del 2013, che verrà presentata il 9 maggio prossimo, in coincidenza con la Giornata dell Europa. Il 2013 sarà quindi un anno dedicato in pieno ai cittadini, celebrando così al meglio il 20 anniversario della cittadinanza europea, introdotta ad inizio 1993 con l entrata in vigore del Trattato di Maastricht. "Sono passati vent'anni da quando la cittadinanza europea ha visto la luce nella cittadina di frontiera di Maastricht e spetta a noi oggi ridare vitalità al progetto europeo, con l'aiuto diretto dei cittadini di tutta l'unione", ha affermato Viviane Reding, vicepresidente e prima Commissaria europea responsabile della cittadinanza UE. "L'Unione europea esiste grazie ai suoi cittadini ed è al loro servizio. I cittadini si aspettano risultati concreti dall'europa ed è quello che facciamo ad esempio riducendo le tariffe roaming, tutelando meglio i diritti delle vittime di reati o ancora rendendo più facili gli acquisti online. Per continuare a fare la nostra parte e a farla nel modo migliore vogliamo sapere cosa ne pensano i diretti interessati ed è per questo che chiedo a tutti di dedicare qualche minuto per far sentire la loro voce: si tratta dei loro diritti e del loro futuro." La prima relazione sulla cittadinanza europea è stata adottata dalla Commissione nel 2010, individuando 25 interventi concreti da realizzare nel triennio per risolvere i problemi che ostacolano l'esercizio dei diritti dei cittadini europei; le iniziative programmate toccano i turisti e i residenti all estero, i consumatori, le coppie, i lavoratori e i proprietari di auto. A questo programma la Commissione ha dato sistematicamente seguito ottenendo diversi risultati: ad esempio, migliorando la tutela dei diritti di circa 75 milioni di persone vittime di reati in tutta l'unione, riducendo le pratiche per l'immatricolazione dei veicoli in un altro Stato membro a vantaggio di 3,5 milioni di persone ogni anno e con un abbattimento totale dei costi di 1,5 miliardi di euro, eliminando le spese extra per l'uso della carta di credito, tutelando meglio il diritto a un processo equo per tutti i cittadini dell'unione, che interessa circa 8 milioni di procedimenti l'anno, chiarendo i diritti di proprietà per 16 milioni di coppie internazionali nell UE. Alla pagina Internet commission_ /reding/factsheets/index_en.htm è possibile seguire i progressi finora realizzati e cosa bolle ancora in pentola. Non tutto però va ancora al meglio; tuttora permangono infatti ostacoli all'esercizio della cittadinanza europea e la Commissione si mette all'ascolto dei cittadini per conoscere i problemi che questi incontrano quando circolano nell'unione per motivi di lavoro, studio o vacanza, o quando esercitano i loro diritti elettorali e di consumatori. La Commissione vuole inoltre sapere come i cittadini immaginano l'unione europea del Ecco allora la consultazione pubblica, alla quale è possibile partecipare rispondendo ad un breve questionario in rete, disponibile all indirizzo: in tutte le lingue ufficiali dell UE. Si tratta di 25 domande che riguardano la libera circolazione e la residenza, la nostra vita quotidiana (studio, lavoro, acquisiti, ecc.) e la conoscenza dei nostri diritti. La compilazione del questionario è molto veloce e vi ruberà pochi minuti. Ricordiamo che la cittadinanza europea che integra e non sostituisce quella nazionale conferisce a tutti i cittadini dei 27 Stati membri dell'ue una serie di diritti in più. Il cittadino europeo ha il diritto di votare e candidarsi alle elezioni amministrative e europee nello Stato membro UE in cui risiede, gode della tutela consolare delle autorità di un qualsiasi Stato membro se il suo non è rappresentato all'estero, può presentare una petizione al Parlamento europeo, rivolgersi al Mediatore europeo e, dal 2012, partecipare ad un iniziativa dei cittadini europei. Questi diritti non si applicano solo se decidiamo di stabilirci in un altro paese dell'ue, ma anche nel caso di viaggi o brevi soggiorni (in quanto turisti, studenti, tirocinanti, lavoratori frontalieri, pendolari settimanali, pazienti, per viaggi d'affari, ecc.), o anche quando effettuiamo acquisti internet. Un sondaggio Eurobarometro del 2011 ci dice che la libertà di movimento è il più apprezzato tra i diritti derivanti dalla cittadinanza europea;ogni anno i cittadini europei compiono infatti più di un miliardo di spostamenti nell'unione e sono sempre più numerosi quelli che esercitano il diritto di vivere in uno Stato membro UE diverso dal proprio: da 11,9 milioni nel 2009, i cittadini che vivono in uno Stato dell'unione diverso da quello di origine sono passati a 12,3 milioni nel Questi dati sono ancor più significativi se si tiene conto dei cittadini UE che circolano liberamente all'interno dell'unione per brevi periodi di tempo. Quanto agli acquisti online, si contano circa 40 milioni di cittadini che comprano via internet in Stati membri diversi dal proprio. La relazione sulla cittadinanza dell'unione che uscirà dalla consultazione in corso sarà un piano d'azione inteso ad eliminare i rimanenti ostacoli che impediscono ai cittadini dell'unione di godere pienamente dei propri diritti. GO

2 Germania vs Grecia E il quarto di finale del campionato europeo di calcio in programma venerdì sera, ma è anche un po il leit motiv di questi giorni della politica e dell economia europea e mondiale. Da una parte la Grecia che alle elezioni di domenica scorsa ha scelto l Europa e l euro, dall altra la Germania che con Angela Merkel sembra mettere ostacoli ad una soluzione europea della crisi economica. A riguardo della posizione tedesca pubblichiamo un articolo a firma Jakob Augstein - che riprendiamo da Presseurop.eu - pubblicato ieri, 19 giugno, sul giornale di Amburgo Der Spiegel. La Germania contromano Mentre la stampa e i politici tedeschi, a cominciare da Angela Merkel, ripetono con insistenza che tutto il mondo vuole il loro denaro, è giunto il momento che la Germania si renda conto che questo discorso è non solo falso, ma pericoloso per l Europa e la democrazia. Un automobilista si sbaglia e imbocca l autostrada contromano. La cosa viene segnalata alla radio. Una macchina contromano?, si dice l interessato, ma se ce ne sono centinaia! Questo automobilista è Angela Merkel, e la macchina che conduce è la Germania. Stiamo andando contromano rispetto alla ragione politica ed economica e ne siamo anche orgogliosi. Diciamo che tutti vogliono il nostro denaro, ma non è vero, è qualcosa di molto di più importante del nostro denaro a essere in gioco. Angela Merkel lavora a un progetto pericoloso, indebolire l impegno europeo dei tedeschi. La cancelliera cerca di farci credere che l Europa consiste in quello che la Germania vuole accettare o meno, a seconda dei suoi interessi a breve termine. In questo modo l Europa diventa res publica amissa, una cosa pubblica abbandonata. Abbiamo già conosciuto questa situazione e sappiamo cosa ha prodotto. L Europa è come la repubblica di Weimar. E quando il popolo tedesco ha abbandonato Weimar, ha abbandonato anche la democrazia. Tutti i discorsi sul nostro denaro che tutti ci invidierebbero sono solo chiacchiere disgustose. La cancelliera non lo dice apertamente ma affida questo compito al quotidiano popolare Bild. Né Merkel né quest ultimo si preoccupano veramente dell Europa. Il loro cuore e la loro testa sono per la Nato. Tuttavia l America ha perso parte della sua superbia e non è più un partner affidabile. La cancelliera e la Bild commettono un grave sbaglio seppellendo la grande idea del dopoguerra della Germania come potenza media destinata ad avere un futuro solo nell ambito della comunità europea. Si comportano come se potessimo scegliere fra la via tedesca e quella europea. Con la differenza che non esiste la via tedesca. Che cosa farà Merkel quando l euro sarà scomparso, così come lo spazio Schengen e tutti i vantaggi comunitari, frutto di sessant anni di integrazione europea? Punterà sulla Cina? Subito dopo l arrivo al potere di Hitler, [lo scrittore e storico antinazista] Sebastian Haffner scriveva: Non vi sono altre parole per dirlo: molti tedeschi si sentono sollevati e liberati dalla democrazia. Quale sentimento si impadronirebbe dell Europa se l euro dovesse scomparire e con lui la stessa Unione? Sarebbe ora che i tedeschi cominciassero a considerare in questi termini la crisi attuale. La grande incerta Ma cerchiamo di rimanere calmi. Nessuno in Germania vuole seriamente che i tedeschi paghino i debiti dell - Europa. L epoca del cambio su base aurea quando la compensazione dei pagamenti fra banche centrali si faceva a Fort Knox [dove sono conservate le riserve auree degli Stati Uniti] e i lingotti d oro transitavano da una camera blindata all altra è finita. Un unione bancaria e l emissione di euro-bond dovrebbero far entrare la Germania in un sistema di garanzie reciproche. È l unico mezzo per evitare la dissoluzione dell Europa. Dal punto di vista storico è triste vedere che a capo di questa crisi si trovi una cancelliera che non sembra tenere all Europa. Anche nei momenti che possiamo definire storici, è importante riconoscere la realtà politica. Ma solo per cambiarla in meglio. È quindi utile chiedersi che cosa sarebbe potuto succedere in altre circostanze. La questione che cosa sarebbe successo se questa o quella cosa non si fosse verificata è quasi sempre rifiutata, eppure è proprio qui il punto essenziale, scriveva Nietzsche. Spesso attribuiamo alle grandi istituzioni (stati, imperi e così via) l evoluzione della storia, ma nei momenti decisivi è l individuo a essere al centro della storia. Se Federico III non fosse morto per un tumore della laringe dopo solo 99 giorni di regno e se Bismarck fosse rimasto più a lungo al suo fianco, si sarebbe forse potuta evitare la prima guerra mondiale. Si può quindi ipotizzare che fin dall inizio della crisi un cancelliere socialdemocratico non si sarebbe comportato come Merkel, la grande incerta. E si può sperare che un nuovo cancelliere uomo o donna che sia si comporterà diversamente dopo le prossime elezioni. Un piccolo indizio lascia ben sperare: la socialdemocratica Hannelore Kraft ha preso il posto di Merkel come politica preferita dai tedeschi. L Europa potrebbe ben presto vedere la fine delle sue pene. Il PE stringe sulle agenzie di rating Tripla A o no? Le agenzie di rating del credito hanno spesso causato delle immense perdite finanziarie alle istituzioni: nonostante le misure di austerità applicate negli scorsi mesi da diversi Stati, le agenzie hanno rivisto al ribasso la valutazione dei paesi e la prima conseguenza è che il rimborso dei loro debiti avviene a tassi più elevati. E la maggior parte di questi costi si sono riversati direttamente sulle spalle dei cittadini. Il 19 giugno la commissione affari economici e monetari del Parlamento europeo ha approvato nuove disposizioni che responsabilizzano le agenzie di rating facendole rispondere direttamente delle conseguenze legate ad un declassamento da loro deciso; la norma introduce inoltre maggiore competitività tra le agenzie. E necessario prevedere la responsabilità civile delle agenzie per evitare che si ripeta ciò che è successo, ad esempio, all inizio della crisi ora in atto, quando queste avevano indicato che alcuni strumenti finanziari altamente rischiosi erano invece degli investimenti sicuri. Nonostante ciò, gli investitori non sono mai stati rimborsati. La Commissione europea per un uso più efficiente delle risorse E' stata inaugurata a Bruxelles il 5 giugno la nuova piattaforma europea sull'efficienza nell'impiego delle risorse, dove un gruppo di esperti esaminerà possibili soluzioni per l'unione per orientare l'economia verso un modello di crescita più sostenibile. ECONOMIA In collaborazione con: Progetto di relazione sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica il regolamento (CE) n. 1060/2009 relativo alle agenzie di rating del Credito. Commissione per i problemi economici e monetari Relatore: Leonardo Domenici SVILUPPO

3 Questa iniziativa si inserisce nella più ampia strategia europea "Europa 2020", che punta a rilanciare l'economia dell'ue nel prossimo decennio in modo più intelligente, sostenibile e solidale. All'interno di "Europa 2020" è stata elaborata una tabella di marcia, che fissa in modo più specifico gli obiettivi che l'europa deve porsi, gli strumenti per raggiungerli e l'importanza di un approccio integrato che attui le modifiche necessarie in diverse aree e settori verso la creazione di un'economia sostenibile. Il comitato di 34 esperti (cinque commissari europei, quattro membri del Parlamento europeo, nove dirigenti aziendali di vari settori, quattro ministri dell ambiente e membri di organizzazioni e istituzioni internazionali, della società civile e del mondo accademico) dovrà definire come realizzare le tappe previste nella "Tabella di marcia verso un Europa efficiente nell impiego delle risorse" della Commissione, compreso l obiettivo ultimo di dissociare dalla crescita economica l uso delle risorse e i suoi effetti e di trasformare l economia europea in un economia sostenibile entro il La piattaforma rispecchia inoltre la più ampia tendenza della Commissione volta a riunire le parti interessate e a promuovere il dialogo sulle sfide e le opportunità dell efficienza nell uso delle risorse. Chiunque sia interessato a contribuire al dibattito potrà infatti partecipare attraverso una piattaforma online, che ospiterà nei prossimi mesi una serie di scambi e consulenze. Riforma della PAC: 700 le controproposte del Parlamento europeo Sono state circa 700 le controproposte presentate il 18 e 19 giugno dai quattro relatori della commissione Agricoltura del Parlamento europeo (PE) relativamente alla relazione sulla nuova PAC del dopo 2013 formulata dall esecutivo di Bruxelles. Fra questa anche una diversa ridistribuzione dei finanziamenti agli agricoltori europei che permetterebbe, se accettata, di ridurre di 50 milioni di euro i tagli all'italia proposti dalla Commissione europea per riequilibrare il livello di aiuti che l'ue versa ai produttori: attualmente infatti i finanziamenti sono più alti per i vecchi Stati membri come l'italia e più bassi per i nuovi partner. In caso di approvazione di questa modifica l'italia ridurrebbe la sua perdita da circa 280 milioni di euro a 230. Di fronte all'enorme mole di lavoro che si profila, il presidente della commissione parlamentare, l italiano Paolo De Castro, lancia un appello ai ministri, invitandoli ad utilizzare come loro base di partenza le proposte dal Parlamento, altrimenti sarà molto difficile raggiungere un accordo in tempo utile. La Corte dei conti sulla riforma dell OCM vino Una recente relazione della Corte dei conti europea ha valutato i progressi finora compiuti dalla riforma del settore vitivinicolo introdotta nel Il controllo di gestione della Corte si è concentrato sulle misure estirpazione e ristrutturazione e riconversione dei vigneti, che rappresentano i due settori di spesa più importanti. La dotazione di bilancio disponibile per il regime di estirpazione nel corso del triennio di applicazione della misura (dalla campagna vinicola a quella ) è stata di 1,074 miliardi di euro, mentre nel corso del decennio , alle misure di ristrutturazione e di riconversione sono stati destinati 4,2 miliardi di euro. Inizialmente, al momento in cui è stata predisposta la riforma, la Commissione stimava che l eccedenza strutturale di vino fosse pari a 18,5 milioni di ettolitri. Alla fine, il regime di estirpazione ha ridotto la produzione UE nel periodo di soli 10,2 milioni di ettolitri l anno, soprattutto perché non si sono concretizzate le ipotesi su cui si basava l obiettivo iniziale. La Corte ritiene anche che i tassi di aiuto siano stati fissati a livelli troppo elevati e che il regime avrebbe pertanto potuto essere più efficiente, conseguendo risultati più significativi con le risorse messe a disposizione. La misura di ristrutturazione e riconversione, che ha l obiettivo di accrescere la competitività dei produttori di vino, ha avuto un impatto significativo per grandi superfici a vigneti in tutta Europa. Tuttavia, gli incrementi delle rese derivanti da una ristrutturazione senza alcun impatto percepibile sul consumo complessivo hanno parzialmente compensato gli effetti dell estirpazione. La Corte dei conti europea osserva che, mentre da un lato l UE finanzia la misura di estirpazione per ridurre la produzione eccedente di vino, dall altro le misure di ristrutturazione e riconversione comportano incrementi delle rese dei vigneti e, di conseguenza, della produzione in volume, che contrastano con l'obiettivo dell'equilibrio tra l'offerta e la domanda se non si garantiscono nuovi sbocchi di mercato. Invita pertanto la Commissione a fare in modo che un adeguato mix di misure sia disponibile per risolvere questo contrasto. La tendenza delle rinnovabili nell UE Arrivare ad utilizzare complessivamente nell UE entro il 2020 il 20% di energia prodotta da fonti rinnovabili sul totale dell energia consumata era l obiettivo della strategia adottata dalla Commissione europea nel I dati riferiti al 2010 e pubblicati a fine giugno da Eurostat, l ufficio statistico europeo, ci dicono che ce la possiamo fare, malgrado le grosse, grossissime differenze da paese a paese: complessivamente nel 2010 l energia da fonti rinnovabili ha contribuito per il 12,4% al consumo totale energetico dell UE, con un aumento del 3,4% rispetto al 2006 e dello 0,7% rispetto al Le migliori performances sono quelle dei paesi nordici con la Svezia oltre il 40% e Finlandia e Lettonia oltre il 30%. Fanalino di coda fra gli Stati membri è Malta con un indecoroso 0,4%, ben lontano dal 10% di consumi da fonti rinnovabili che deve raggiungere nel decennio successivo al Un dato alquanto sconcertante, se si pensa ai potenziali di sfruttamento dell energia solare ed eolica nell isola del Mediterraneo. Tra il 2006 e il 2010 gli Stati membri dell UE cresciuti di più in termini percentuali sono stati l Estonia che è passata dal 16.1% nel 2006 al 24.3% nel 2010, la Romania dal 17.1% al 23.4%, la Danimarca dal 16.5% al 22.2%, la Svezia dal 42.7% al 47.9% e la Spagna dal 9.0% al 13.8%. Seguono altri diversi paesi con percentuali cresciute intorno al 4%. Irlanda e Regno Unito dovranno, invece, impegnarsi maggiormente per una crescita dei consumi da rinnovabili più intensa: il loro gap rispetto all obiettivo della direttiva in materia di rinnovabili supera il 10% e il trend di Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio, al Comitato economico e sociale e al Comitato delle regioni Tabella di marcia verso un Europa efficiente nell'impiego delle risorse (COM(2011) 571 del 20 settembre 2011) Per partecipare: environment/ resource_efficiency AGRICOLTURA Progetto di relazione sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio sul finanziamento, sulla gestione e sul monitoraggio della politica agricola comune Relatore: Giovanni La Via Relazione speciale n.7/2012 La riforma dell organizzazione commune del mercato vitivinicolo: i progressi sinora compiuti ENERGIA Per informazioni sulle energie rinnovabili nell UE: renewables/index_en.htm

4 crescita di questi anni non ha seguito un andamento rassicurante. L Italia con il suo 10,1% ha fatto registrare un ottimo +1,2% rispetto all anno precedente, rendendo così plausibile il proprio obiettivo nazionale del 17% entro il 2020, anche perché, dando un occhiata indietro, l incremento registrato dal 2006 è di quattro punti percentuali. Siamo quindi sulla buona strada. Bagni tranquilli nelle acque europee Come ormai facciamo da alcuni anni, anche in vista delle vacanze estive 2012, diamo un occhiata alla situazione delle acque di balneazione europee, illustrata nella recente relazione annuale dell Agenzia europea dell - ambiente. Ebbene, anche quest anno i bagnanti possono stare tranquilli: il 92,1% delle acque di balneazione dell'unione europea soddisfano attualmente gli standard minimi di qualità fissati dalla Direttiva sulle acque di balneazione; fra queste anche il Serpentine Lake di Londra, il lago che ospiterà le gare olimpiche di gran fondo di nuoto. Il documento ci dice che il 77,1% degli oltre siti di balneazione analizzati, sia di mare che di fiume e lago, presenta un'acqua di eccellente qualità, vale a dire conforme ai più rigorosi valori guida, con un miglioramento di 3,5 punti percentuali rispetto allo scorso anno, mentre meno del 2% delle acque di balneazione è risultato non conforme ai limiti meno rigorosi. Le spiagge di Cipro, Croazia, Malta e Grecia sono state giudicate eccellenti, con oltre il 90% delle acque di balneazione rispondenti ai più rigorosi valori guida e il resto conforme ai valori imperativi. All'estremità opposta i Paesi Bassi, la Bulgaria, la Lettonia, il Lussemburgo e il Belgio con una percentuale relativamente bassa di siti conformi ai valori guida più rigorosi, in particolare per le acque interne. Quale sarà la Capitale verde europea 2015? La Commissione ha iniziato a metà giugno la ricerca per trovare la città che vincerà il titolo di Capitale verde europea per il Il premio individua le città all avanguardia nel proporre uno stile di vita urbano rispettoso dell ambiente e in grado di proporsi come un modello di ispirazione per altre città. Il riconoscimento annuale è stato istituito con l intento di stimolare le città europee a diventare luoghi più gradevoli e salubri, in altri termini, città vivibili. I tre obiettivi principali del premio mirano a ricompensare le città che hanno già conseguito obiettivi ambientali di rilievo, a stimolare le città a impegnarsi in iniziative ambiziose per il miglioramento ambientale e lo sviluppo sostenibile, a creare un modello in grado di ispirare altre città e promuovere le migliori prassi ed esperienze in tutte le altre città europee. Tutte le città europee di oltre abitanti possono entrare in lizza per il titolo per il I paesi dove non vi sono città di oltre abitanti possono candidare la città più grande. Le candidature saranno valutate in base a 12 parametri: contributo locale al cambiamento climatico globale, trasporti sostenibili, uso sostenibile del suolo nelle aree verdi urbane, promozione della natura e della biodiversità, qualità dell aria, livelli di inquinamento acustico, gestione dei rifiuti, consumo di acqua, trattamento delle acque reflue, eco-innovazione e occupazione sostenibile, gestione ambientale delle autorità locali e prestazione energetica. Fra il 2010 e il 2013 le città vincitrici sono state nell ordine Stoccolma, Amburgo, Vitoria-Gasteiz e Nantes, mentre la Capitale verde per il 2014 sarà annunciata il prossimo 29 giugno. RegioStars premia le regioni Sono stati 107 i progetti realizzati con il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale presentati dalle varie regioni europee per concorrere al premio RegioStars Awards Fra i cinque vincitori ad esempio un progetto che ha contribuito ad accrescere in Stiria (Austria) il numero di imprese nel settore delle eco-tecnologie puntando a creare un cluster di circa 180 imprese che funga da polo mondiale dell'eco-innovazione. Dal suo inizio il progetto ha generato nuovi posti di lavoro. Iniziativa Comune sostenibile La nuova iniziativa proposta dal Consorzio BIM Brenta in collaborazione con gli altri Consorzi BIM della provincia di Trento e con Europe Direct Trentino è un evoluzione dei campionati Serie A solare e Serie A-cqua andati in scena in Trentino dal 2008 al 2010 ed è inserita nella campagna europea volta alla sensibilizzazione verso le energie rinnovabili e verso l oculato consumo delle risorse. Si chiama Comune sostenibile ed è nata con l obiettivo di valorizzare i Comuni del Trentino che dimostreranno di aver gestito nel corso del 2012 in maniera oculata le risorse idriche ed energetiche. Nei mesi scorsi il Campionato ha preso il suo avviso ufficiale con l invito ai Comuni consorziati da parte dei Consorzi BIM a partecipare all iniziativa. In una prima fase sarà sufficiente che le amministrazioni comunali interessate inviino a Europe Direct Trentino, l impegno ad aderire. A partire dai primi mesi del 2013, verrà poi richiesto ai Comuni aderenti di segnalare un insieme di dati riferiti ai consumi idrici, a quelli di energia elettrica (delle strutture comunali e dell illuminazione pubblica) e alle installazioni di pannelli solari che serviranno per definire la classifica di Comune sostenibile Ricordiamo in breve i riconoscimenti e i premi previsti dal campionato: il Comune vincitore a livello provinciale sarà premiato con un trofeo che sarà collocato all esterno in modo da segnalare la sostenibilità del Comune sia ai cittadini che agli ospiti. Gli altri tre Comuni primi classificati negli altri tre territori BIM saranno premiati con una riproduzione in piccolo dello stesso trofeo. Significativo è il riconoscimento in denaro che ciascuno dei Comuni primi classificati di ogni Consorzio BIM riceverà dal Consorzio stesso: euro. Tutti i Comuni dei BIM del Trentino interessati ora sono invitati a mettersi in gioco, valutando quanto la loro gestione in termini energetici e idrici possa essere sostenibile. AMBIENTE Scadenza per le candidature: 15 ottobre eu REGIONI regional_policy/cooperate/ regions_for_economic_chang e/regiostars_12_en.cfm EUROPE DIRECT Per informazioni: Europe Direct Trentino tel

5 BANDI PARTNERSHIP HERCULES II: Al fine di combattere la frode, la corruzione e ogni altra attività illecita e di elaborare politiche di prevenzione, il presente bando invita a presentare progetti di: - assistenza tecnica alle autorità nazionali, attraverso la fornitura di conoscenze, attrezzature e tecnologie dell informazione che facilitino la cooperazione con l OLAF (Ufficio europeo anti frodi); - sostegno ad operazioni congiunte; - promozione degli scambi di personale. Si fornirà assistenza tecnica in una delle seguenti modalità: - sostegno per potenziare le ispezioni di container e camion alle frontiere esterne dell UE, con riguardo alla lotta al contrabbando e alla contraffazione di sigarette; - dispositivi che consentano di migliorare l individuazione di partite illecite di prodotti derivanti dal tabacco; - apparecchiature anti-sofisticazione e contraffazione. Il contributo finanziario, che assumerà forma di convenzione, non potrà superare il 50% dei costi ammessi. Scadenza: 31 agosto 2012 GUUE C 162 dell 8 giugno 2012 Borse di studio EIBURS: L Istituto della Banca europea per gli investimenti concentra la maggior parte dei rapporti istituzionali con le università nel quadro del programma Saperė, articolato a sua volta in tre programmi distinti: EIBURS, STAREBEI, EIB University Networks. EIBURS offre borse di studio a centri di ricerca universitaria impegnati in filoni o temi di ricerca di significativo interesse per la Banca. Le borse di studio BEI, con una dotazione complessiva di 100 mila euro all anno per un periodo triennale, sono assegnate con una procedura selettiva a facoltà o a istituti di ricerca collegati a università nei Paesi dell UE, nei Paesi candidati o nei potenziali Paesi candidati che presentano un comprovato know-how in ambiti d interesse della BEI, consentendo loro di ampliare le attività in tali aree. Le proposte ritenute più valide saranno costituite da una varietà di prodotti (studi di ricerca, organizzazione di corsi e seminari, attività di collegamento, diffusione dei risultati, ecc.) che rientreranno nell'accordo contrattuale con la Banca. Per il periodo , il programma EIBURS ha prescelto i seguenti tre filoni di ricerca: 1. misurare l impatto degli investimenti oltre il rendimento finanziario; 2. alfabetizzazione finanziaria; 3. analisi dei costi-benefici nel settore della ricerca, sviluppo e innovazione. Scadenza: 14 settembre 2012 GUUE C 162 dell 8 giugno 2012 Access City Award 2013: Questo concorso punta a premiare le città che si sono distinte nello sforzo di creare spazi ed ambienti urbani accessibili a tutti, anche alle persone disabili o con problemi di mobilità. Il premio si inserisce nel più ampio sforzo dell UE per creare un - Europa senza barriere. Possono partecipare al concorso le città con almeno abitanti che abbiano adottato, nei propri centri urbani, iniziative incisive e innovative per migliorare l accessibilità alle persone con disabilità. Le iniziative potranno inserirsi in quattro ambiti distinti: architettura e spazi pubblici; trasporti e relative infrastrutture; informazione, comunicazione e nuove tecnologie (TIC); strutture e servizi pubblici. La selezione si compone di due fasi: una preselezione a livello nazionale, seguita da una selezione finale a livello europeo. In questa seconda fase, una giuria formata da esperti in materia di accessibilità, tra cui alcuni rappresentanti del Forum europeo sulla disabilità, selezionerà i quattro finalisti che parteciperanno alla cerimonia di assegnazione del premio a Bruxelles. Scadenza: 5 settembre PROGRAMMA LLP: L obiettivo generale dell invito è promuovere l attuazione di quattro obiettivi strategici in materia di istruzione e formazione: istruzione e formazione permanenti e mobilità; qualità ed efficacia dell insegnamento; equità, coesione sociale e cittadinanza attiva; creatività e innovazione,. Da raggiungere attraverso attività volte a migliorare l impegno istituzionale, il coordinamento e il partenariato con tutti i soggetti interessati a livello nazionale/regionale/ locale. La cooperazione transnazionale può essere avviata a livello nazionale, regionale o locale e può interessare diversi tipi (formale, non formale, informale) e livelli di apprendimento (prescolare, primario, secondario, terziario, per adulti, istruzione e formazione professionale iniziale e continua), compresi i collegamenti con altri settori (per esempio, l occupazione e le imprese). I beneficiari possono essere ministeri nazionali o regionali responsabili delle politiche di istruzione, formazione e apprendimento permanente, e altri organismi/autorità e organizzazioni di parti interessate attivi nello sviluppo e nell attuazione delle politiche di apprendimento permanente. Scadenza: 1 ottobre 2012 GUUE C 169 del 15 giugno 2012 In Turchia con urgenza! Un associazione giovanile turca è alla disperata ricerca di un gruppo italiano per un progetto già approvato ed ormai imminente (25 giugno 1 luglio). Il gruppo dovrebbe essere composto da 5 giovani, tra i 18 e 25 anni ed un animatore (anche di età maggiore). Lo scambio avrà luogo a Konya e avrà come tema centrale la difesa dell ambiente e la lotta ai cambiamenti climatici. Sono previsti sia laboratori teorici sia attività all aperto e comunque sempre seguendo metodologie informali. Allo scambio partecipano altri 4 gruppi, provenienti da Lituania, Lettonia, Portogallo e, ovviamente, Turchia. Per maggiori info: Olcay ATBIN Eco-Land E sempre per rimanere in tema di ambiente, un associazione ambientalista norvegese organizza uno scambio giovanile a Gran (non lontano da Oslo), dal 6 al 13 agosto. E aperto ai ragazzi di età compresa tra i 18 e 25 anni. Obiettivo principale dello scambio è stimolare i giovani alla salvaguardia della natura in modo creativo. Verrà creato una Terra Ecologica, con laboratori pratici (cucina, riciclo artistico, agricoltura, eco-turismo, raccolta frutta) e visite guidate. Per maggiori info: Francesco Leone Don t let the kids hear L Experimental Training centre di Mut,Mersin ricerca un gruppo partner italiano per uno scambio che avrà luogo dal 1 al 9 luglio p.v. Il tema del progetto è la violenza domestica, guardata dalla prospettiva dei bambini e dei ragazzi. Lo scambio prevede la visione di cortometraggi a tema e laboratori a cura di ONG e autorità locali. Ci si concentrerà anche sull utilizzo dei nuovi mezzi di comunicazione per aumentare la sensibilità sul tema. Il gruppo dovrà essere composta da cinque persone (18-25 anni) e da un accompagnatore (anche adulto). Per maggiori info: Engin ÇAVUŞ

6 LE NOSTRE PUBBLICAZIONI Negli ultimi quindici giorni la biblioteca dello Europe Direct si è arricchita delle pubblicazioni sotto riportate, disponibili per la consultazione. Possiamo invece inviarvi (gratuitamente e senza necessità che ce le restituiate) quelle con il titolo sottolineato. Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro, NAPO: safety with a smile. Un volantino per presentarci NAPO, l eroe scelto dall agenzia per sensibilizzare ai temi della sicurezza e salubrità dei luoghi di lavoro in Europa. Commissione europea (a cura della rete europea dei centri per i consumatori), Get help and advice on your purchase abroad. Una sintetica presentazione dell attività della rete ECC-Net, in difesa dei consumatori europei. Commissione europea, Giovani in cerca di lavoro. Facilitare la mobilità e il lavoro in Europa, con la collaborazione della rete EURES. Parlamento europeo, Benvenuti al Parlamento europeo, Commissione europea, Research.eu - Focus magazine, n. 13, maggio Commissione europea, Science for environment policy - Thematic issue, n. 30, marzo Commissione europea, Science for environment policy - Thematic issue, n. 31, aprile Corte dei conti europea, Relazione annuale di attività Corte dei conti europea, Assistenza dell Unione europea alla comunità turco - cipriota, relazione speciale n. 6, Corte dei conti europea, Aiuti mirati all ammodernamento delle aziende agricole, relazione speciale n. 8, Mediatore europeo, Compendio 2011, (a luglio sarà disponibile la relazione annuale 2011, in tutte le 23 lingue ufficiali). Rete Eurodesk, Eurodesk, a snapshop of action and good practice. Una rassegna di alcune delle principali attività di Eurodesk, la rete europea di informazione per i giovani. Commissione europea, Single market news, n. 63, Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, Fse News, n. 11, novembre Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, Fse News, n. 12, dicembre Commissione europea, I tuoi diritti alla pensione se hai vissuto o lavorato in più paesi europei, collana Europa sociale. Eurostat, Enlargement countries: economic developments, collana Compact guides. Emcdda, Drugnet Europe, n. 78, Commissione europea, Panorama Inforegio, n. 41, primavera In primo piano: come misurare risultati e progressi della politica europea di coesione; le conclusioni del semestre di presidenza danese; alcuni esempi di progetti in Estonia, Paesi Bassi, Polonia e Spagna; il sostegno del fondo europeo di sviluppo regionale all e-government. Rete rurale nazionale, RRN magazine, n. 3, marzo Europa Informa è un periodico quindicinale distribuito gratuitamente a mezzo posta elettronica. Per essere inseriti nella mailing list è sufficiente farne richiesta a Europe Direct TRENTINO via della Val, 2, loc. Costa di Casalino Pergine Valsugana (TN) Tel Fax: E mail: Disponibile su Internet al sito Autorizz. Trib. Trento N. 984 dell' Hanno curato questo numero Giancarlo Orsingher, Alessandro Cavagna, Paolo Pezzin, con la collaborazione di Europe Direct Emilia Direttore responsabile: Silvia Ceschini

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

ECC-Net: Travel App2.0

ECC-Net: Travel App2.0 ECC-Net: Travel App2.0 In occasione del 10 anniversario dell ECC- Net, la rete dei centri europei per i consumatori lancia la nuova versione dell ECC- Net Travel App. Quando utilizzare questa applicazione?

Dettagli

Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014

Quadro di valutazione L'Unione dell'innovazione 2014 Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014 Quadro di valutazione dei risultati dell'unione dell'innovazione per la ricerca e l'innovazione Sintesi Versione IT Imprese e industria Sintesi Quadro

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda!

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda! Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA Informati, ti riguarda! 3 La SEPA (Single Euro Payments Area, l Area unica dei pagamenti in euro) include 33 Paesi: 18 Paesi della

Dettagli

Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893)

Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893) N. 26 - Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893) 1. IL NUMERO DEI PARLAMENTARI NELLE DIVERSE COSTITUZIONI La scelta del numero dei parlamentari è un

Dettagli

Tavola 1 Incidenti stradali, morti e feriti

Tavola 1 Incidenti stradali, morti e feriti PRINCIPALI EVIDENZE DELL INCIDENTALITÀ STRADALE IN ITALIA I numeri dell incidentalità stradale italiana Nel 2011, in Italia si sono registrati 205.638 incidenti stradali, che hanno causato 3.860 morti

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO LA NOSTRA VISIONE COMUNE Noi, governi locali europei, sostenitori della Campagna delle Città Europee Sostenibili, riuniti alla conferenza di Aalborg+10, confermiamo la nostra

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

VERSO UN'AUTENTICA UNIONE ECONOMICA E MONETARIA Relazione del presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy

VERSO UN'AUTENTICA UNIONE ECONOMICA E MONETARIA Relazione del presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy CONSIGLIO EUROPEO IL PRESIDENTE Bruxelles, 26 giugno 2012 EUCO 120/12 PRESSE 296 PR PCE 102 VERSO UN'AUTENTICA UNIONE ECONOMICA E MONETARIA Relazione del presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy

Dettagli

L Assemblea delle Regioni d Europa (ARE La missione dell ARE

L Assemblea delle Regioni d Europa (ARE La missione dell ARE L Assemblea delle Regioni d Europa (ARE) é un'organizzazione indipendente di regioni e la più importante rete di cooperazione interregionale nella Grande Europa. Rappresenta 12 organizzazioni interregionali

Dettagli

ELENA. European Local Energy Assistance

ELENA. European Local Energy Assistance ELENA European Local Energy Assistance SOMMARIO 1. Obiettivo 2. Budget 3. Beneficiari 4. Azioni finanziabili 5. Come partecipare 6. Criteri di selezione 7. Contatti OBIETTIVI La Commissione europea e la

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO. relativa ad orientamenti strategici comunitari per lo sviluppo rurale

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO. relativa ad orientamenti strategici comunitari per lo sviluppo rurale COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 5.7.2005 COM(2005) 304 definitivo 2005/0129 (CNS) Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO relativa ad orientamenti strategici comunitari per lo sviluppo rurale

Dettagli

Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa

Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa 03 NOV 2014 Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa Da oggi Artoni Europe, servizio internazionale di Artoni Trasporti, raggiunge ben 32 paesi Europei con

Dettagli

TRATTATO SULLA STABILITÀ, SUL COORDINAMENTO E SULLA GOVERNANCE NELL'UNIONE ECONOMICA E MONETARIA TRA IL REGNO DEL BELGIO, LA REPUBBLICA DI BULGARIA,

TRATTATO SULLA STABILITÀ, SUL COORDINAMENTO E SULLA GOVERNANCE NELL'UNIONE ECONOMICA E MONETARIA TRA IL REGNO DEL BELGIO, LA REPUBBLICA DI BULGARIA, TRATTATO SULLA STABILITÀ, SUL COORDINAMENTO E SULLA GOVERNANCE NELL'UNIONE ECONOMICA E MONETARIA TRA IL REGNO DEL BELGIO, LA REPUBBLICA DI BULGARIA, IL REGNO DI DANIMARCA, LA REPUBBLICA FEDERALE DI GERMANIA,

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

scolastici europei dellõ istruzione in Europa2012 Sistemi scolastici europei 2012 Sistemi di valutazione ALCUNI PAESI A CONFRONTO

scolastici europei dellõ istruzione in Europa2012 Sistemi scolastici europei 2012 Sistemi di valutazione ALCUNI PAESI A CONFRONTO n n u u m e r r o m o n o g r a nf i u c m o e r o m Sistemi scolastici europei Sistemi 2012 Sistemi di valutazione scolastici europei Sistemi sc dellõ istruzione in Europa2012 ALCUNI PAESI A CONFRONTO

Dettagli

PROGETTO DI RELAZIONE

PROGETTO DI RELAZIONE PARLAMENTO EUROPEO 2014-2019 Commissione per i diritti della donna e l'uguaglianza di genere 12.11.2014 2014/0000(INI) PROGETTO DI RELAZIONE sulla parità tra donne e uomini nell'unione europea nel 2013

Dettagli

Domande e risposte sull Europa

Domande e risposte sull Europa Domande e risposte sull Europa A cura del PD Bruxelles Cosa fa l Europa per noi? Come sta lavorando per uscire dalla crisi e per rafforzare i nostri diritti? Brevi domande/risposte su alcuni dei temi più

Dettagli

Si accludono per le delegazioni le conclusioni adottate dal Consiglio europeo nella riunione in oggetto.

Si accludono per le delegazioni le conclusioni adottate dal Consiglio europeo nella riunione in oggetto. Consiglio europeo Bruxelles, 26 giugno 2015 (OR. en) EUCO 22/15 CO EUR 8 CONCL 3 NOTA DI TRASMISSIONE Origine: Destinatario: Segretariato generale del Consiglio delegazioni Oggetto: Riunione del Consiglio

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

10 PROPOSTE IN FAVORE DELL EDUCAZIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE IN EUROPA

10 PROPOSTE IN FAVORE DELL EDUCAZIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE IN EUROPA 1 10 PROPOSTE IN FAVORE DELL EDUCAZIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE IN EUROPA MEMORANDUM SULL EASS L' Educazione all Ambientale e allo Sviluppo Sostenibile, una necessità! L'Educazione Ambientale

Dettagli

LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI

LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI OPUSCOLO Opportunità di ricerca transnazionale Vi interessa la ricerca europea? Research*eu è il mensile della direzione generale della Ricerca per essere

Dettagli

Strategia per rafforzare le norme sulla protezione dei dati dell'ue

Strategia per rafforzare le norme sulla protezione dei dati dell'ue NEWS Unione Europea Ultimo aggiornamento 10/11/2010 La sezione NEWS Unione Europea, del servizio informativo Eurodesk, di cui ARCES è Punto Locale Decentrato a Palermo, informa su tutte le novità provenienti

Dettagli

Vivere e lavorare in Italia

Vivere e lavorare in Italia Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali EURES - Italia Vivere e lavorare in Italia Una breve guida per cittadini EU interessati a trasferirsi in Italia Marzo 2010 VIVERE E LAVORARE IN ITALIA L Italia

Dettagli

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI.

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. BancoPosta www.bancoposta.it numero gratuito: 800 00 33 22 COME CAMBIANO INCASSI E PAGAMENTI CON LA SEPA PER I TITOLARI DI CONTI CORRENTI BANCOPOSTA DEDICATI

Dettagli

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT Perché l'ue disciplina gli appalti pubblici? La disciplina degli appalti fa parte degli obiettivi del mercato interno. Si

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE Le piccole imprese sono la spina dorsale dell'economia europea. Esse sono una fonte primaria di posti di lavoro e un settore in cui fioriscono le idee commerciali.

Dettagli

LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri

LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri La ricerca promossa da ImpresaLavoro, avvalsasi della collaborazione di ricercatori e studiosi di dieci diversi Paesi europei,

Dettagli

Comitato economico e sociale europeo

Comitato economico e sociale europeo Scopri cosa il CESE può fare per te Comitato economico e sociale europeo Cover Architecture: Art & Build + Atelier d architecture Paul Noël Conoscere il Comitato economico e sociale europeo Cos'è la società

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA Dear Mr. Secretary General, I m pleased to confirm that ALKEDO ngo supports the ten principles of the UN Global Compact, with the respect to the human

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

I QUADERNI DI EURYDICE N. 28

I QUADERNI DI EURYDICE N. 28 Ministero d e l l i s t r u z i o n e, d e l l università e della r i c e r c a (MIUR) Di r e z i o n e Ge n e r a l e p e r g l i Affari In t e r n a z i o n a l i INDIRE Un i t à It a l i a n a d i Eu

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente Articolo 1 (Principi generali) 1. Ogni persona ha diritto all apprendimento permanente. 2. Per apprendimento permanente si

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

La nuova Pac 2014-2020

La nuova Pac 2014-2020 La nuova Pac 2014-2020 Un analisi delle proposte della Commissione A cura di Fabrizio De Filippis Contributi di: Ferdinando Albisinni, Giovanni Anania, Giuseppe Blasi, Vasco Boatto, Gabriele Canali, Mario

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE. del 7.1.2014

REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE. del 7.1.2014 COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 7.1.2014 C(2013) 9651 final REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE del 7.1.2014 recante un codice europeo di condotta sul partenariato nell'ambito dei fondi strutturali

Dettagli

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA procede alla raccolta di domande al fine di effettuare selezioni per eventuali assunzioni con contratto subordinato, a tempo determinato, relativamente al Festival Areniano

Dettagli

Nuove tecnologie per l inclusione

Nuove tecnologie per l inclusione Nuove tecnologie per l inclusione Sviluppi e opportunità per i paesi europei EUROPEAN AGENCY for S p e c ia l N e e d s a n d I n c lus i ve Ed u cati o n NUOVE TECNOLOGIE PER L INCLUSIONE Sviluppi e

Dettagli

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF)

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) di A. Sveva Balduini ISFOL Agenzia Nazionale LLP Nell aprile del 2008, al termine di un lungo lavoro preparatorio e dopo un ampio processo di consultazione che

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE?

QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE? TERRITORIO BENE COMUNE IN MOVIMENTO Camerano, 30 GENNAIO 2015 QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE? Maurizio Sebastiani Italia Nostra Marche 1 I RISCHI DELLO «SBLOCCA ITALIA» Sblocca Italia, allarme di Bankitalia:

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Informazioni su CheBanca! Denominazione Legale: CheBanca! S.p.A. Capitale Sociale: Euro 220.000.000 i.v. Sede Legale: Via Aldo Manuzio, 7-20124 MILANO

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

BANDO DEV REPORTER NETWORK

BANDO DEV REPORTER NETWORK BANDO DEV REPORTER NETWORK Premessa La Federazione Catalana delle Ong per lo Sviluppo (FCONGD), il Consorzio delle Ong Piemontesi (COP) e la Rete Rhône-Alpes di appoggio alla cooperazione (RESACOOP) realizzano

Dettagli

IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA E I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI DEGLI STATI MEMBRI, I. INTRODUZIONE

IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA E I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI DEGLI STATI MEMBRI, I. INTRODUZIONE C 183/12 IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea 14.6.2014 Risoluzione del Consiglio e dei rappresentanti dei governi degli Stati membri, riuniti in sede di Consiglio, del 21 maggio 2014, sul piano di

Dettagli

LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO NELL'UNIONE EUROPEA

LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO NELL'UNIONE EUROPEA LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO NELL'UNIONE EUROPEA Da dove nasce l'esigenza, per l'unione, di occuparsi di sicurezza sul lavoro? La sicurezza e la salute sul lavoro è uno degli aspetti più importanti

Dettagli

Culture Programme. Nuoro, 9 Novembre 2010. Marzia Santone-CCP Italy

Culture Programme. Nuoro, 9 Novembre 2010. Marzia Santone-CCP Italy Culture Programme 2007- -2013 Nuoro, 9 Novembre 2010 Marzia Santone-CCP Italy Intro From a cultural point of view Perché l UE si interessa alla cultura? Fattori simbolici L Unità nella Diversità L UE caratterizzata

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

5 %>"G: (JPWFOU} JO NPWJNFOUP * 08*/>0 Mµ&VSPQB TPTUJFOF J HJPWBOJ -67 6 D3"G: 63 & E"G& > 5J * * 5 6 1G:/ &G& "34 7 / "3*D 83: & in & U 3 OP "

5 %>G: (JPWFOU} JO NPWJNFOUP * 08*/>0 Mµ&VSPQB TPTUJFOF J HJPWBOJ -67 6 D3G: 63 & EG& > 5J * * 5 6 1G:/ &G& 34 7 / 3*D 83: & in & U 3 OP in U OP Né la Commissione europea né alcuna persona che agisca a nome della Commissione europea è responsabile dell uso che dovesse essere fatto delle informazioni contenute nella presente pubblicazione.

Dettagli

Aggiornamento 2010. Assumere in Europa. una guida per i datori di lavoro. eures.europa.eu. Commissione europea

Aggiornamento 2010. Assumere in Europa. una guida per i datori di lavoro. eures.europa.eu. Commissione europea Aggiornamento 2010 Assumere in Europa una guida per i datori di lavoro eures.europa.eu Commissione europea Né la Commissione europea né alcuna persona che agisca a nome della Commissione europea è responsabile

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti L EUROPA E LE RISORSE AMBIENTALI, ENERGETICHE E ALIMENTARI BOLOGNA, 16 MARZO 2015 LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA Silva Marzetti Scuola di Economia, Management e Statistica Università

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE PARERE DELLA COMMISSIONE

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE PARERE DELLA COMMISSIONE COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 28.11.2006 COM(2006)759 definitivo 2004/0218 (COD) PARERE DELLA COMMISSIONE a norma dell'articolo 251, paragrafo 2, terzo comma, lettera c) del trattato CE,

Dettagli

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica Cassa di

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Piano Giovani di Zona Quattro Vicariati Comuni di Ala, Avio, Brentonico, Mori e Ronzo-Chienis

Piano Giovani di Zona Quattro Vicariati Comuni di Ala, Avio, Brentonico, Mori e Ronzo-Chienis Piano Giovani di Zona Quattro Vicariati Comuni di Ala, Avio, Brentonico, Mori e Ronzo-Chienis BANDO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI PER LA FORMAZIONE DEL PIANO OPERATIVO GIOVANI (POG) Anno 2015 PREMESSA:

Dettagli

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione titolo della form di ricerca Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca CATEGORIA TITOLO AREA GEOGRAFICA Vigneto/produzione/consumi Superfici vitate

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA PROTOCOLLO DI INTESA TRA L Associazione Fare Ambiente, Movimento Ecologista Europeo, già riconosciuta con Decreto del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare del 27 febbraio 2009,

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

EUROPA informa Newsletter quindicinale a cura di EUROPE DIRECT TRENTINO Fondazione E. Mach

EUROPA informa Newsletter quindicinale a cura di EUROPE DIRECT TRENTINO Fondazione E. Mach EUROPA informa Newsletter quindicinale a cura di EUROPE DIRECT TRENTINO Fondazione E. Mach Commissione europea DG Comunicazione Anno 15 n 23 del 7 dicembre 2011 338 ALL INTERNO CONSUMATORI -Contenziosi

Dettagli

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO La ricerca europea in azione IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO (7º PQ) Portare la ricerca europea in primo piano Per alzare il livello della ricerca europea Il Settimo programma quadro per la ricerca e lo sviluppo

Dettagli

1 I PRIMI PASSI DELLA COMUNITÀ E LA SUA EVOLUZIONE

1 I PRIMI PASSI DELLA COMUNITÀ E LA SUA EVOLUZIONE 1 I PRIMI PASSI DELLA COMUNITÀ E LA SUA EVOLUZIONE Per secoli l Europa è stata teatro di conflitti, tensioni e divisioni, ma dopo gli orrori della seconda Guerra Mondiale il continente ha visto risorgere

Dettagli

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Anno Scolastico 2013-2014 PERSONE IN CAMMINO OLTRE LE FRONTIERE PER RICONQUISTARE IL FUTURO Premessa Il Concorso Sulle vie dell Europa è promosso

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

Repower guarda al futuro con fiducia

Repower guarda al futuro con fiducia Repower guarda al futuro con fiducia Giovanni Jochum Quale membro della Direzione di Repower, società con sede a Poschiavo, desidero presentare il mio punto di vista sui fattori che stanno cambiando radicalmente

Dettagli

XIII. B4b OL: DE ANLAGE/ANNEXE/ALLEGATO/PRILOGA

XIII. B4b OL: DE ANLAGE/ANNEXE/ALLEGATO/PRILOGA Tagung der Alpenkonferenz Réunion de la Conférence alpine Sessione della Conferenza delle Alpi Zasedanje Alpske konference XIII TOP / POJ / ODG / TDR B4b IT OL: DE ANLAGE/ANNEXE/ALLEGATO/PRILOGA 1 ACXIII_B4b_1_it

Dettagli

PACCHETTO DI SOSTEGNO ALL UCRAINA

PACCHETTO DI SOSTEGNO ALL UCRAINA PACCHETTO DI SOSTEGNO ALL UCRAINA PACCHETTO DI SOSTEGNO ALL UCRAINA Il presente documento contiene le principali misure concrete a breve-medio termine proposte dalla Commissione per contribuire a stabilizzare

Dettagli

Cos è la Banca europea per gli investimenti?

Cos è la Banca europea per gli investimenti? Cos è la Banca europea per gli investimenti? La BEI è la banca dell Unione europea. Come principale mutuatario e finanziatore multilaterale, eroghiamo finanziamenti e consulenze tecniche per progetti d

Dettagli

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari + CON Il bando AMNU e STET promuovono un bando rivolto alle scuole di ogni ordine e grado del territorio dell Alta Valsugana e Bersntol. Il bando sollecita l attivazione di progetti finalizzati al risparmio

Dettagli

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE 1 aprile 2014 1 PREMESSA Il Consorzio camerale per il credito e la finanza, in accordo con Unioncamere Lombardia, intende individuare professionalità da

Dettagli

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione)

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione) Raccomandazione CM/Rec(2010)7 del Comitato dei Ministri agli stati membri sulla Carta del Consiglio d Europa sull educazione per la cittadinanza democratica e l educazione ai diritti umani * (adottata

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO 150 BONIFICI ITALIA ED ESTERO (import/export) Aggiornamento al 03 novembre 2014

FOGLIO INFORMATIVO 150 BONIFICI ITALIA ED ESTERO (import/export) Aggiornamento al 03 novembre 2014 INFORMAZIONI SU CREDIVENETO Denominazione e forma giuridica CREDITO COOPERATIVO INTERPROVINCIALE VENETO Società Cooperativa Società Cooperativa per Azioni a Resp. Limitata Sede Legale e amministrativa:

Dettagli

L Europa in 12 lezioni. di Pascal Fontaine

L Europa in 12 lezioni. di Pascal Fontaine L Europa in 12 lezioni di Pascal Fontaine Potete trovare questo opuscolo e altre chiare e brevi spiegazioni sull Unione europea sul sito ec.europa.eu/publications/ Commissione europea Direzione generale

Dettagli

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP Ufficio federale di giustizia UFG Ambito direzionale Diritto pubblico Settore di competenza Progetti e metodologia legislativi 1 gennaio 2015 Aiuto alle

Dettagli

Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te

Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te Lo spettacolo di una vecchia fatiscente imbarcazione da diporto, sia in decomposizione nel suo ormeggio che mezza affondata con gli alberi che spuntano dall acqua

Dettagli

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte DOCUMENTI 2013 Premessa 1. Sul quadro istituzionale gravano rilevanti incertezze. Se una situazione di incertezza è preoccupante

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli