DAL 27 LUGLIO AL 5 SETTEMBRE LA SEDE OSSERVERA IL CONSUETO PERIODO DI CHIUSURA PER LE FERIE ESTIVE.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DAL 27 LUGLIO AL 5 SETTEMBRE LA SEDE OSSERVERA IL CONSUETO PERIODO DI CHIUSURA PER LE FERIE ESTIVE."

Transcript

1 Sede Sociale Via Monte Albergian, 20 Sede Legale Via Cordero di Pamparato, 5 TORINO Mese Luglio 2010 Periodico n 149 Immagine di repertorio delle indimenticabili vacanze estive anni 60 DAL 27 LUGLIO AL 5 SETTEMBRE LA SEDE OSSERVERA IL CONSUETO PERIODO DI CHIUSURA PER LE FERIE ESTIVE. La sede riaprirà regolarmente Lunedì 6 Settembre per raccogliere le ultime iscrizioni al XV Incontro per vetture Classico Sportive, (max.25 coupè e spider) previsto a Imperia, Loano e Toirano il Settembre. Questo numero di ASVAFLASH esce appositamente prima della fine di Luglio perché tutti i soci possano venire a conoscenza con ampio anticipo del ricco programma di attività in sede e di raduni della seconda parte dell anno ed organizzarsi per poter prendere parte al maggior numero di eventi possibile. Né chi è già in vacanza (beato lui) né chi partirà per l agognato riposo nel mese di Agosto potrà dire di non sapere cosa fare, con l ASVA, da Settembre in poi!

2 CALENDARIO SETTEMBRE DICEMBRE 2010 DATA EVENTO Settembre XVI Incontro per Vetture Classico Sportive Settembre Raduno CATEAS a Grazzano Visconti 6 Ottobre Serate Culturali ASVA: L evoluzione del sistema frenante applicato all automobile 17 Ottobre Raduno di Chiusura 27 Ottobre Serate Culturali ASVA: Musei e collezioni di automobili storiche in Italia e all estero: presentazione di diapositive e visite virtuali 7 Novembre Gita in Autopullman al Museo Nicolis di Villafranca di Verona 12 Dicembre Pranzo Sociale di Fine anno Settembre - Incontro per vetture classico sportive Programmi e schede di iscrizione sono stati già inviati a tutti i soci possessori di autovetture coupè o spider rispondenti ai requisiti previsti (coupè e spider costruite prima del 1985). Ricordiamo che il numero delle adesioni è limitato a 25 equipaggi e che, benché la data limite sia prevista per il 9 settembre, se il ritmo si manterrà quello attuale, si raggiungerà il numero massimo già alla fine di Luglio (le presenti note sono scritte il 20 Luglio e gli equipaggi iscritti sono già oltre 15). Invitiamo dunque chi fosse interessato ad affrettarsi a perfezionare la propria iscrizione Settembre Raduno del 30 anniversario CATEAS In occasione del 30 anno di attività del club, il CATEAS ha organizzato il raduno annuale a Grazzano Visconti, tornando nello stesso luogo dove fu effettuato il primo raduno del club trent'anni fa. La manifestazione si svolgerà in due giornate per dare la possibilità a tutti di arrivare con le proprie auto con la massima tranquillità e per stare insieme per una serata. E' però possibile la partecipazione anche per un solo giorno, come si vede dal programma da molto tempo ormai affisso in bacheca in sede. Queste le quote di partecipazione: Sabato e Domenica, tutto compreso, 100 a persona; solo Domenica con pranzo e visita al parco 40,00 a persona. 6 Ottobre - Serate Culturali ASVA: L evoluzione del sistema frenante applicato all automobile Tutti sappiamo come sono composti e come funzionano i freni delle nostre automobili, recenti o storiche che siano: la serata però sono sicuro insegnerà qualcosa anche ai più esperti. Un giovane ingegnere ha discusso l anno scorso la tesi per la laurea triennale in Ingegneria dell Automobile, Corso di laurea, come sapete, esistente in poche Università italiane tra cui il Politecnico di Torino. Gli abbiamo chiesto di venircela a presentare e di parlarci un po di quello che ha letto, studiato e scoperto. La collaborazione con il Politecnico di Torino, anche solo per dare risalto alle tesi dei suoi studenti più meritevoli, ci sembra una buona occasione per dimostrare quanto il movimento dell automobilismo storico sia attento alla realtà culturale ed occupazionale del momento e dare alla prestigiosa Istituzione piemontese un chiaro segnale di disponibilità da parte del nostro Club a divulgare eventuali iniziative di restauro, conservazione e valorizzazione del patrimonio storico automobilistico. Mercoledì sera, ore 21, in sede. 17 Ottobre Raduno di Chiusura Memorial Ferrandi Quest anno le nostre automobili saranno uno dei momenti caratterizzanti la tradizionale Fera dj subjèt di Moncalieri nella giornata di Domenica 17 Ottobre. Grazie all interessamento del nostro Presidente che si è messo in contatto con il Presidente della Pro Loco Moncalierese, un intera via del centro storico della città - proprio di fianco al Palazzo Comunale ed al centro della Festa sarà riservata alle nostre vetture che rimarranno a disposizione del pubblico, protette dalla Protezione Civile per tutta la giornata, mentre noi avremo la possibilità di visitare il Museo dei Fischietti e visitare le bancarelle del centro storico di Moncalieri. L edizione di quest anno del Raduno di Chiusura darà il via ad una serie di manifestazioni dedicate a soci che si sono particolarmente distinti nella loro attività sociale e, visto il luogo di svolgimento, sarà dedicato al Socio Guglielmo Ferrandi scomparso alcuni mesi orsono, moncalierese DOC, alla cui memoria verrà consegnata una coppa in Suo ricordo. 2

3 Anche il pranzo sociale si svolgerà in un locale che è strettamente legato alla storia del nostro sodalizio: ci ritroveremo tutti a tavola al Ristorante La Darsena, quello stesso locale in cui nell ormai lontano 1978 si è costituita l ASVA e, pochi anni più tardi, ha visto la luce l ANTEAS. Sono previsti al momento della nostra partenza da Moncalieri momenti di particolare emozione e premiazioni per ogni singolo equipaggio partecipante da parte dei rappresentanti della città. La chiusura della manifestazione è prevista per le ore Poiché il programma della Festa è ancora in via di definizione, anche quello del raduno non è ancora pronto: non appena possibile lo affideremo al sito internet, lo affiggeremo in bacheca e lo spediremo a quanti ne facciano richiesta. Siete tutti invitati a venire a fare un salto in sede per prenderne visione, dopo il 9 di Settembre. Saranno accettati massimo 35 equipaggi, tutti iscritti secondo le regole in vigore; non saranno considerate prenotazioni senza la consegna della scheda di iscrizione regolarmente compilata e firmata e senza il pagamento anticipato della quota di 35 a persona ( 45 non soci). Data ultima improrogabile per l iscrizione: 5 Ottobre Ottobre - Serate Culturali ASVA: Musei e collezioni di auto storiche in Italia e all estero: presentazioni e visite virtuali In preparazione della visita organizzata al museo Nicolis, di cui leggerete in seguito, Edoardo CIMA grazie alla preziosa collaborazione di alcuni soci e con l ausilio di Internet, ci guiderà, attraverso la proiezione di diapositive o vere e proprie visite virtuali on line, nei più prestigiosi musei e nelle più famose collezioni di auto storiche italiane e straniere. Dal Museo Peugeot, recentemente rimodernato, ampliato e dotato di officina dedicata al restauro, al Museo Volkswagen, dal mitico Museo Bugatti al PorscheMuseum, dalla Galleria Ferrari, al Museo Alfa Romeo, al Museo Lamborghini, al sogno del Museo Lancia e del Museo Fiat: parleremo un po di tutto e, se volete, discuteremo anche su che cosa possiamo fare perché l Italia e Torino soprattutto, possa seguire l esempio illuminato di Francia, Germania, Inghilterra nel dedicare spazi ed investimenti alle auto storiche. Mercoledì sera, ore 21, in sede. 7 Novembre - Gita in autopullman al Museo Nicolis di Villafranca (VR) E già tutto organizzato ed opzionato: il trasferimento in autopullman, così possiamo stare tranquilli anche se ci sarà nebbia, la visita al Museo (automobili, motociclette, biciclette, macchine da scrivere, macchine fotografiche, aerei, motori, curiosità d epoca: una vera e propria summa del collezionismo), il pranzo caratteristico in un locale aperto eccezionalmente per noi, la visita - lungo il ritorno - a Bassano del Grappa per una passeggiata sullo storico ponte ed una visita (altrettanto d obbligo) alle distillerie che hanno reso famosa la località forse ancor più del ponte. Il pullman è da 54 posti: a mezzo completo il costo, tutto compreso, sarà di 30 a persona. Numero minimo necessario per lo svolgimento dell evento è di 40 persone, con iscrizione completata entro il 6 Ottobre Dicembre Pranzo Sociale di Fine anno Stiamo lavorando per offrirvi un pranzo in un Ristorante di indiscutibile prestigio e con ottima cucina, ad un costo orientativo di 40 Euro a persona, con adeguato intervento anche in omaggi e premi da parte del Club. Alla riapertura a Settembre sarà tutto definito: passate in sede per visionare il programma. LA SEDE RIMARRA CHIUSA PER LE FESTIVITA NATALIZIE DAL 21/12/2010 AL 9/01/2011 In quarta pagina troverete l estratto del verbale dell Assemblea Ordinaria dello scorso Marzo e nelle due pagine centrali aggiuntive quelli delle due Assemblee Straordinarie del La pubblicazione di questi documenti avviene con un certo ritardo rispetto al passato, dovuto sia alla molteplicità dei documenti stessi, sia alla notevole mole di incombenze che l apertura della nuova sede sociale ha comportato. Certi della Vostra comprensione, ricordiamo la possibilità di consultare gli originali di tali verbali secondo quanto espressamente specificato in calce a quello dell Assemblea Ordinaria

4 ASSEMBLEA GENERALE DEI SOCI DELL A.S.V.A. TORINO IN SEDUTA ORDINARIA PER L ANNO 2010 VERBALE DI 2 CONVOCAZIONE AI TERMINI DELLA CIRCOLARE RELATIVA IN DATA 9 FEBBRAIO 2010 REDATTO IN FORMA RIASSUNTIVA Il giorno 21 Marzo 2010 alle ore 9.30 in Torino Via Monte Albergian, 20, nei locali della nuova Sede Sociale sono presenti i Sigg.ri NICCO Celso con delega di PEDRINI Enrico, VIORA Ugo con delega di FERRARIS Claudio, GALLIZIA Luca, GALLIZIA Carlo Alberto con delega di FIORE Carlo, PERILLI Luciano con delega di FAVOT Adriano, ELMASTRO Mauro con delega di GIORDANO Alessandro e Domenico, MARCELLI Paolo, CESANO Ezio, SCARFO Andrea, PIGNOCCO Massimo con delega di BELLEZZA PRINSI Elio, CONTI Guido, ZAIO Giorgio, BENEDETTO Claudio con delega di MORANO Giovanni, BORRIONE Marzio con delega di TIZZANI Claudio, MACRI Tommaso con delega di BOTTA Ferruccio, REGIS Sergio, PECORARO Maurilio, GIRARDO Daniela Graziella con delega di PALAZZO Francesco. Il numero dei Soci presenti e rappresentati è dunque di 29. Alle 9.50 sopraggiunge il Socio BO MILONE Matteo, il numero sale dunque a 30. L Assemblea è atta a deliberare ex.art.7 dello Statuto Sociale. Vengono nominati Presidente dell Assemblea la signora GIRARDO D. Graziella e Segretario GALLIZIA Carlo Alberto. Il Presidente GIRARDO dà lettura dell O.d.G. e dà inizio ai lavori Assembleari. Vengono distribuiti i rendiconti Consuntivo 2009 e Preventivo Il Vice Presidente GALLIZIA dà lettura del Rendiconto Consuntivo Il Presidente NICCO chiarisce alcuni aspetti riguardo al Consuntivo: l esercizio 2009 si trova ad avere un bimestre ulteriore (corrispondente all ultimo bimestre 2009) in accordo con la modifica statutaria che fa iniziare l Esercizio Sociale in corrispondenza con l anno solare. Aggiungendo il 6 bimestre 2009 che ha visto già le spese di locazione della nuova Sede Sociale, il saldo dell Esercizio 2009 risulta essere di Euro (Seguono dettagli sulle voci di rendiconto). Il socio CESANO lascia l Assemblea e firma delega a Ugo VIORA, pertanto il numero dei Soci resta invariato. Alle ore sopraggiunge il Socio SAVANT ROS Danilo, il numero dei Soci sale dunque a 31. Viene messo ai voti il Consuntivo 2009 con il seguente esito: Contrari 0, Favorevoli 24, Astenuti 7 (SAVANT ROS, NICCO con delega PEDRINI, GALLIZIA L., GALLIZIA C.A. con delega FIORE, BO MILONE). Il Consuntivo 2009 è dunque approvato. Il Vice Presidente GALLIZIA dà lettura del Preventivo La voce altre entrate riguarda il rimborso delle spese di Segreteria per pratiche ASI dell anno 2009; la voce targhe e trofei cala ad , l integrazione alle manifestazioni sale ad Spese Sede Sociale , Automotoretrò (già fatturati). Nella voce rimborsi in via forfetaria, su proposta del Presidente NICCO, si includeranno le spese per recarsi in ASI per l espletamento delle pratiche. L Assemblea concorda in linea di massima con la proposta del Presidente, dando mandato al Consiglio di valutare le modalità specifiche di erogazione dei contributi. Viene messo ai voti il Preventivo 2010: Contrari 0, astenuti 0, Favorevoli 31. Il Preventivo viene approvato all unanimità. Il Presidente NICCO relaziona sull andamento dell Associazione nel trascorso Anno (crescita costante degli iscritti, volta ormai al traguardo n. 600, attività burocratica con A.S.I. che assorbe gran quantità di risorse umane ed organizzative, esigenza di un maggior numero di Soci coinvolti nell organizzazione degli eventi) ed auspica un ampliamento della Biblioteca e delle attività di divulgazione della cultura dell Automobilismo Storico. Il Vice Presidente GALLIZIA ringrazia pubblicamente tutti coloro che hanno lavorato per l apertura della nuova Sede Sociale. Per quanto riguarda le comunicazioni postali ed ASVAFLASH, si propone di favorire il più possibile la via telematica stampando e lasciando disponibili in sede le copie cartacee. Il Presidente NICCO propone di inviare inviti specifici a quanti nel 2009 hanno maggiormente partecipato; SAVANT ROS propone di dare comunicazioni specifiche a persone sul territorio che siano buoni conoscitori dei Soci locali. Come rappresentanti dell ASVA all Assemblea dei Delegati ASI 2010 del 24/4/2010 vengono nominati i componenti del Direttivo, ed inoltre i Soci MACRI, VIORA, PIGNOCCO, CONTI, PERILLI, SCARFO ed ELMASTRO, compatibilmente con i voti disponibili. Alle ore 12.35, non essendovi alcun intervento riguardo alle varie ed eventuali, si chiudono i lavori Assembleari. Seguono le firme del Segretario C.A. GALLIZIA e del Presidente dell Assemblea Daniela G. GIRARDO. Gli originali dei Verbali Assembleari, al pari dei rendiconti Consuntivo e Preventivo, sono consultabili presso la Sede Legale ove sono custoditi previo appuntamento (ore pomeridiane) 4

5 ASSEMBLEA GENERALE DEI SOCI DELL A.S.V.A. TORINO IN SEDUTA STRAORDINARIA PER L ANNO 2009 VERBALE DI 2 CONVOCAZIONE AI TERMINI DELLA CIRCOLARE RELATIVA IN DATA 28/9/2009 già allegata al verbale di prima convocazione. redatto in forma riassuntiva Il giorno 30 Ottobre 2009, Venerdì, alle ore 20.30, nella Sede Sociale dell ASVA Torino sita in Via Fattori 23 A Torino, si riunisce in seconda convocazione l Assemblea Straordinaria dei Soci. Sono presenti i Soci: NICCO Celso con delega di REGIS Sergio, TIZZANI Claudio con delega di BRUNO Rocco, GALLIZIA Carlo Alberto, VIORA Ugo con delega di BELLEZZA PRINSI Elio, CIMA Edoardo con delega di PELAGATTI Graziano, CONTI Guido con delega di ZAMPIERI Fiorentino, PIGNOCCO Massimo con delega di PELLOCCHIU Marino, MACRI Tommaso con delega di PECORARO Maurilio, GALLIZIA Luca, ROLANDO Michele con delega di MARTINO Giovanni, GARINO Sergio con delega di MOLINARO Mario, BO MILONE Matteo con delega di VERZINO Candido, SCARFO Andrea, VERCELLINO Pietro e PANARO Franco. Il numero dei Soci presenti e rappresentati è dunque di 25. Viene eletto Presidente dell Assemblea VIORA Ugo e Segretario GALLIZIA Carlo Alberto. Il Presidente dell Assemblea Viora afferma che l Assemblea non raggiunge il quorum (di 280 soci tra presenti e rappresentati) per deliberare sulle modifiche statutarie per cui se ne potrà parlare per via solo informale. L Assemblea pertanto è atta a deliberare solo sull adeguamento di quota. Lascia pertanto la parola al Presidente ASVA NICCO per illustrare questo punto. L avvocato NICCO fa presente come l aumento di quota attraverso l unificazione delle quote di Nuova Iscrizione e di Rinnovo fosse già in programma da tempo, tuttavia facendo riferimento alla circolare ASI pubblicata su La Manovella nel numero di Ottobre 2009, la richiesta dell ASI è di portare la somma della quota del Club ASVA più la quota sociale ASI ad almeno , salvo sanzioni. La quota sarebbe dunque di ma nell ultimo Consiglio Direttivo ASVA del 27/10/2009 il Consiglio propone di portare la quota unica ad Il Presidente Nicco informa l Assemblea che l aumento imposto dall ASI permetterà di offrire maggiori risorse per la uova Sede Sociale e per le attività sociali da offrire ai Soci. Il locale scelto è quello intestato alla Società CIDONIA di cui il Socio MACRI Tommaso è unico rappresentante legale, ed è situato n Via Monte Albergian, 20. Premesso dal Presidente NICCO che la sede futura non dovrà essere solo un luogo più spazioso ma un centro della vita associativa del Club e l opportunità per organizzare eventi culturali e ricreativi, la previsione del costo ordinario della sede sarà di circa annui, ma per il primo anno a causa delle spese di primo impianto, sarà di circa, già accantonati. Il contratto è di durata di anni 6 (sei). A domanda dei Soci perché sia stato proposto e non 58.68, il Vicepresidente GALLIZIA dice che il Consiglio ASVA, avente autonomia decisionale, non accetta di conformarsi supinamente al minimo, ma di proporre Il Presidente NICCO chiede che sia chiaro come l accettazione dell aumento di quota non corrisponda all accettazione future di altre imposizioni da parte dell ASI che non abbiano un chiaro supporto legale nello Statuto dell ASI stesso. Viene messa i voti la proposta di aumento di quota: voti contrari 0, astenuti 0, favorevoli 25. La proposta viene approvata all unanimità. Riguardo il secondo punto dell O.d.G. diviene necessario procedere ad una nuova convocazione. La proposta allegata di modifica statutaria viene esposta all Assemblea che pare concordare (modifica degli artt.6,19,20 Let.A, 26). La proposta di modifica viene integrata anche con l Art.8 laddove le deleghe possibili in Assemblea passerebbero da 1 a max. 3 per ogni Socio. La prossima Assemblea si terrà in data 3/12/2009 in prima convocazione ed in data 4/12/2009 in seconda convocazione. Alle ore si chiude l Assemblea Il Presidente dell Assemblea Ugo VIORA Il Segretario Carlo Alberto GALLIZIA 5

6 ASSEMBLEA GENERALE DEI SOCI DELL A.S.V.A. TORINO IN SEDUTA STRAORDINARIA PER L ANNO 2009 VERBALE DI 2 CONVOCAZIONE AI TERMINI DELLA CIRCOLARE DI CONVOCAZIONE RELATIVA IN DATA 31/10/2009 REDATTO IN FORMA RIASSUNTIVA Il giorno 4 Dicembre 2009 alle ore 20.30, in Torino - Via Fattori 23 A c/o l A.SD.C Pozzo Strada, si riunisce in seconda convocazione l Assemblea Straordinaria dei Soci. Sono presenti i Sigg.ri: NICCO Celso con delega di TORCHIO Valter, SCARFO Andrea con delega di PLEITAVINO Mario, ALESSIO Silvio con delega di TURCO Rosario, CARELLA Matteo, PIGNOCCO Massimo con delega di BECHIS Teresa, CONTI Guido con delega di MANFRINO Giuseppe, CIMA Edoardo, TIZZANI Claudio con delega di BOTTINI Roberto, CERVO Francesco, VERCELLINO Pietro con delega di ZAIO Giorgio, CERCHIO Giuseppe con delega di BUCCI Cataldo, GALLIZIA Luca, GALLIZIA Carlo Alberto, MACRI Tommaso, BO MILONE Matteo e VIORA Ugo. Il numero dei Soci presenti e rappresentati è dunque di 24. Si premette che essendo i Soci effettivi in n. 32 l Assemblea è atta a deliberare, in quanto sono presenti e rappresentati 24 soci ex art. 7 u.c. Statuto Sociale che prescrive per l Assemblea Straordinaria chiamata a deliberare su modifiche Statutarie almeno la metà dei Soci in regola con il pagamento della quota. L Assemblea è dunque atta a deliberare sull argomento posto all O.d.G. Viene nominato Presidente dell Assemblea Luca GALLIZIA e Segretario Carlo Alberto GALLIZIA. Il Presidente dell Assemblea dà lettura dell O.d.G. e passa ad illustrare il 2 punto, ossia la Proposta di modifiche statutarie ; la proposta viene distribuita a tutti i soci presenti, letta pubblicamente e commentata nella sua articolazione. La proposta succitata viene allegata come Allegato1. Nessuno si oppone a che vengano votate anche proposte di modifica di articoli non citati nell O.d.G. Riepilogando, gli articoli di cui verrà messa ai voti la modifica sono sono gli articoli 5,8,10,26 e conseguentemente a questi anche gli articoli 19 e 20 lett.a. Viene domandato pubblicamente se la proposta sia stata illustrata in modo esaustivo e viene lasciato spazio per domande e chiarimenti eventuali. Il Socio MACRI auspica che, in riferimento all art. 5 che nella sua modifica prevede uno spostamento per l ultima data utile per l Assemblea al 30 Aprile, nonostante la modifica si continui a fare l Assemblea a Marzo. Il Socio CERCHIO propone di modificare l art. 8 anche al punto relativo ai tempi minimi per inserire argomenti all O.d.G. dell Assemblea, portandoli da 15 a 10. Nessuno si oppone a tale ulteriore proposta, pertanto la proposta di modifica succitata viene integrata con questa ulteriore variazione: sostituzione del 1 comma dell art.8 almeno 15 giorni prima della data fissata per l Assemblea con almeno 10 giorni prima della data fissata per l Assemblea di 1 Convocazione Il Presidente dell Assemblea propone di mettere ai voti il documento Proposta di modifica Statutaria (All.1), integrato dalla sopra citata ulteriore variazione, nella sua interezza; l Assemblea accoglie le modalità di voto. Vengono nominati scrutatori Matteo BO MILONE e Claudio TIZZANI. Si procede alla votazione; voti astenuti 0, contrari 0. La proposta viene pertanto approvata all unanimità. Per verifica si chiede all Assemblea quanti votano a favore: voti 24 Si passa dunque all ultimo punto dell O.d.G., non ci sono varie ed eventuali proposte dai Soci. Il Presidente dell Assemblea aggiorna in merito allo stato di avanzamento dei lavori di preparazione per l allestimento della nuova sede di Via Monte Albergian n.20. Alle ore si chiude l Assemblea Seguono le firme del Segretario C. Alberto GALLIZIA e del Presidente Luca GALLIZIA, nonché quelle di tutti i Soci presenti già menzionati nella parte introduttiva del presente verbale. 6

TRIBUTO AL GRAN PREMIO PARCO VALENTINO

TRIBUTO AL GRAN PREMIO PARCO VALENTINO TRIBUTO AL Fai sfilare la tua passione tra le strade di Torino. Iscrivi la tua vettura al DOMENICA, 14 GIUGNO 2015 la parata celebrativa delle automobili più importanti di sempre PARCO VALENTINO - SALONE

Dettagli

Il Mobile Significante 2015 XII edizione

Il Mobile Significante 2015 XII edizione Internazionale Fondazione Aldo Morelato sull arte applicata nel mobile. Il Mobile Significante XII edizione I Luoghi del relax 2.0 oggetti d arredo per il relax domestico Art. 1 Tema del concorso Lo spazio

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE V. BACHELET

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE V. BACHELET VERBALE n. 8 DEL CONSIGLIO DI ISTITUTO dell Istituto di Istruzione Superiore V. Bachelet di Abbiategrasso in data 11 ottobre 2013 Il giorno 11 ottobre 2013 alle ore 18.00 nella Sala Professori dell Istituto,

Dettagli

CAPITOLO I - COSTITUZIONE

CAPITOLO I - COSTITUZIONE CAPITOLO I - COSTITUZIONE ART. 1- FONDAZIONE E' fondata per coloro che aderiscono e aderiranno al presente statuto, che prende vigore immediato, un' associazione per la pratica e la diffusione del Viet

Dettagli

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA PROVINCIA DI VERONA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 70 O G G E T T O AFFIDAMENTO INCARICO ALLA SIG.RA CARLA GANZAROLI DEL COMUNE DI LEGNAGO PER PRESTAZIONI

Dettagli

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta)

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 Articolo -1 Denominazione e sede sociale STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 - E costituita con sede in. ( ) Via un Associazione sportiva, ai sensi degli art. 36 e ss. Codice Civile denominata

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via 1 ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via Pitagora n. 7 alle ore 20,00 si sono riuniti i Sigg.: - Iacobellis

Dettagli

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AMMINISTRATIVA RESPONSABILE: GIANGRANDI TIZIANA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

UFF. REGISTRO IMPRESE giugno 2013

UFF. REGISTRO IMPRESE giugno 2013 L accertamento delle cause di scioglimento ai sensi dell art. 2484 c.c. e gli adempimenti pubblicitari conseguenti per Società di Capitali e Cooperative. 1 L art. 2484 c.c., rubricato Cause di scioglimento,

Dettagli

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno di martedì trenta del mese di giugno, alle ore 10 e

Dettagli

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento?

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento? IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI A chi mi rivolgo? L' dell garantisce a tutti i soggetti interessati l'esercizio dei diritti d informazione e di accesso ai documenti amministrativi, e favorisce la conoscenza

Dettagli

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE di FORMIA Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.77 del 17.04.2015 OGGETTO: DELIBERA G.M. 68 DEL 10.04.2015 - APPROVAZIONE PROPOSTA RENDICONTO 2014 E RELAZIONE ILLUSTRATIVA

Dettagli

PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015

PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015 Poschiavo, 14 febbraio 2014 PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015 L assemblea generale ordinaria del 2015 si è svolta presso il ristorante La Tana del Grillo a Pedemonte, in data 31 gennaio

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

COMUNE DI MARUGGIO. (Provincia di Taranto) REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI MARUGGIO. (Provincia di Taranto) REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MARUGGIO (Provincia di Taranto) N. 231 del Reg. delib. REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE Oggetto: Riqualificazione dell area comunale in Campomarino denominata Parco Comunale Via

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART.

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART. STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART. 1 E costituita, nello spirito della Costituzione della Repubblica

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale 100 METRI MASTER F SERIE - RISULTATI. Clas. Cors. Pett. Atleta Anno Cat. Società Prestazione Punti

CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale 100 METRI MASTER F SERIE - RISULTATI. Clas. Cors. Pett. Atleta Anno Cat. Società Prestazione Punti CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale CDS Master Organizzazione: Trionfo Ligure - Genova RISULTATI 100 METRI MASTER F Serie Unica VILLA GENTILE - 18 Maggio 2013 Ora Inizio: 16:26 - Vento: +0.4 1 4

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

VERBALE N 2/11. In apertura di seduta, previa lettura, viene approvato il verbale n. 1 del 71/02/11.

VERBALE N 2/11. In apertura di seduta, previa lettura, viene approvato il verbale n. 1 del 71/02/11. VERBALE N 2/11 L anno 2011 il giorno 4 del mese di marzo alle ore 12,00 previa osservanza di tutte le formalità prescritte dalle vigenti norme, nella sede del Conservatorio G. Martucci di Salerno si riunisce

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013)

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013) Municipio Roma V (ex VI e VII) Unità di Direzione Servizio di Assistenza agli Organi Istituzionali Ufficio Consiglio Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1

REGOLAMENTO. Articolo 1 REGOLAMENTO Il presente Regolamento disciplina, a norma di quanto disposto dallo Statuto, le norme applicative per l organizzazione ed il funzionamento del CRAL e dei suoi organismi, e stabilisce, in prima

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 031 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 031 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento Via Roma, 60 - C.A.P. 38064 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it PEC: comune@pec.comune.folgaria.tn.it

Dettagli

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969).

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969). Il commento 1. Premessa La sospensione feriale dei termini è prevista dall art. 1, co. 1, della L. 07/10/1969, n. 742 1, il quale dispone che: Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni

Dettagli

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011 COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011 ================================================================= OGGETTO: CORREZIONE ERRORE MATERIALE

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 37 del 16.12.2013 OGGETTO: Legge Regionale N. 1 Del 03/01/1986, Art. 8. Alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico edificati o edificabili.

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014)

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) Protocollo RC n. 28105/14 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) L anno duemilaquattordici, il giorno di martedì trenta del mese di dicembre, alle

Dettagli

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D.

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. Convegno del 7 dicembre 2010 Dott. ssa Mariangela Brunero Il rendiconto: criteri e modalità di redazione ed approvazione Introduzione Attività

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Provincia di Bologna COPIA n. 28 del 30.04.2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Il giorno 30 aprile 2014 alle ore 20.30 nella sala consiliare del Municipio, previa l'osservanza di tutte le formalità

Dettagli

- GIOVEDÌ 9 APRILE DOMENICA 19 APRILE 2015 -

- GIOVEDÌ 9 APRILE DOMENICA 19 APRILE 2015 - COMUNICATO STAMPA PRESENTAZIONE DI UN ECCEZIONALE INSIEME DI CREAZIONI DI JEAN PROUVÉ E DI UNA SELEZIONE DI GIOIELLI E OROLOGI DA COLLEZIONE CHE SARANNO PROPOSTI NELLE PROSSIME ASTE. - GIOVEDÌ 9 APRILE

Dettagli

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Servizio Attività del Tempo Libero 1 REALIZZATA A CURA DI: Servizio Attività del Tempo Libero Comune di Bolzano Michela Voltani Elena Bettini Anita Migl COORDINAMENTO PROGETTO Cristina

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Statuto della CIIP - Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione

Statuto della CIIP - Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione Statuto della CIIP - Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione Articolo 1 - Costituzione E' costituita una Associazione denominata: Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione (CIIP)

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

D.R. n. 15 del 26.01.2015

D.R. n. 15 del 26.01.2015 IL RETTORE Vista la legge 30 dicembre 2010, n. 240 Norme in materia di organizzazione delle Università, di personale accademico e reclutamento, nonché delega al Governo per incentivare la qualità e l efficienza

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 -AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 Arcore 26/03/2015 REGOLAMENTO Art. 1 - ORGANIZZAZIONE Il GILERA CLUB ARCORE con sede in Arcore via N. Sauro 12 (mail : motoclubarcore@gmail.com) e il MOTO CLUB BIASSONO con

Dettagli

Verbale di deliberazione della Giunta Municipale. Registro delibere di Giunta COPIA N. 94

Verbale di deliberazione della Giunta Municipale. Registro delibere di Giunta COPIA N. 94 COMUNE DI TREPPO GRANDE Medaglia d Oro al Merito Civile PROVINCIA DI UDINE COMUN DI TREP GRANT Medae d Aur al Merit Civil PROVINCIE DI UDIN Verbale di deliberazione della Giunta Municipale Registro delibere

Dettagli

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT LEAR ITALIA MES/LES PROJECT La peculiarità del progetto realizzato in Lear Italia da Hermes Reply è quello di integrare in un unica soluzione l execution della produzione (con il supporto dell RFID), della

Dettagli

STATUTO DELLA S.I.A.

STATUTO DELLA S.I.A. STATUTO DELLA S.I.A. Art. 1 È costituita a tempo indeterminato una Associazione sotto la denominazione Società Italiana di Agopuntura S.I.A. Art. 2 La Società Italiana di Agopuntura ha lo scopo di dare

Dettagli

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof.

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CESARE BECCARIA ISTITUTO TECNICO - SETTORE ECONOMICO - ISTITUTO PROFESSIONALE per l AGRICOLTURA e l AMBIENTE Sedi associate di - SANTADI e VILLAMASSARGIA VERBALE N. SCRUTINIO

Dettagli

S T A T U T O ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. Affiliata FIPSAS - CONI

S T A T U T O ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. Affiliata FIPSAS - CONI S T A T U T O Art. 1 - Al fine di collaborare con g1i Organi preposti alla tutele dell ambiente lagunare, nonché per conservare e razionalizzare le attività sportive che in esso vengono svolte durante

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013 OGGETTO: Recepimento verbale commissione trattante aziendale del 15.10.2013. L anno Duemilatredici, il giorno ventiquatto del mese di

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti STATUTO del CNCP Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti ARTICOLO 1 DENOMINAZIONE E costituita ai sensi degli articoli 36 e seguenti del codice civile un Associazione di rappresentanza,

Dettagli

Comune di Bagnara di Romagna

Comune di Bagnara di Romagna CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR009 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. SEGRETERIA GENERALE AREA AMMINISTRATIVA (URP E SERVIZI DEMOGRAFICI - UFFICIO SEGRETERIA) CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione

Dettagli

Foglio1. PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI Art. 23, comma 1, lettera a) del D.Lgs. 14 Marzo 2013, n. 33 (Ufficio Tributi)

Foglio1. PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI Art. 23, comma 1, lettera a) del D.Lgs. 14 Marzo 2013, n. 33 (Ufficio Tributi) PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI Art. 23, comma 1, lettera a) del D.Lgs. 14 Marzo 2013, n. 33 (Ufficio Tributi) Autorizzazione/Atto Contenuto Destinatario Documentazione ANNA MARCHI MAZZINI Autorizzazione

Dettagli

Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi.

Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE n. 1 2 OGGETTO: Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi. L anno 2012 (Duemiladodici) addì 27 (Ventisette) del mese

Dettagli

INCARICHI DI AMMINISTRAZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI CONFERITI DAL COMUNE DI DESIO

INCARICHI DI AMMINISTRAZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI CONFERITI DAL COMUNE DI DESIO Area Affari Generali Servizio Società Partecipate INCARICHI DI AMMINISTRAZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI CONFERITI DAL COMUNE DI DESIO Di seguito si riportano i dati relativi alle partecipazioni in società

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 C OMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO PROVINCIA DI TREVISO Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Dettagli

VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d);

VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d); VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d); VISTO il Regolamento delle attività culturali, sociali e ricreative degli studenti, emanato con decreto rettorale

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 039 del Consiglio comunale. OGGETTO: nomina del Revisore dei Conti del Comune per il triennio 2014 2017.

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 039 del Consiglio comunale. OGGETTO: nomina del Revisore dei Conti del Comune per il triennio 2014 2017. Comune di Folgaria Provincia di Trento Via Roma, 60 - C.A.P. 38064 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it PEC: comune@pec.comune.folgaria.tn.it

Dettagli

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROGETTO PER LO SVILUPPO DELLA RIFORMA ISTITUZIONALE ELEZIONE DEGLI ORGANI DEL COMUN GENERAL DE FASCIA COMUNI DI CAMPITELLO DI FASSA/CIAMPEDEL-CANAZEI/CIANACEI- MAZZIN/MAZIN-MOENA/MOENA-

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO

MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO Allegato A alla deliberazione n. 11 dell 08/06/2012 MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO 1. COMPITI E FINALITA

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

Statuti CAS Sezione Bregaglia

Statuti CAS Sezione Bregaglia Statuti CAS Sezione Bregaglia Art. 1 Costituzione Sotto il nome Club Alpino Svizzero (detto in seguito CAS) Sezione Bregaglia è costituita un associazione retta dal presente statuto e dagli art. 60 e seguenti

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Istituzione della figura di Agente Ambientale.

Istituzione della figura di Agente Ambientale. Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 7 21 gennaio 2015 Oggetto : Istituzione della figura di Agente Ambientale. Il giorno 21 gennaio 2015 in Cremona, con

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI Art. 1 - Fonti 1. Il presente Regolamento disciplina la composizione, la durata e le modalità di funzionamento del Collegio dei Revisori

Dettagli

OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA SEGGIANO D.O.P. (EX CONSORZIO OLIVASTA SEGGIANESE)

OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA SEGGIANO D.O.P. (EX CONSORZIO OLIVASTA SEGGIANESE) STATUTO DI CONSORZIO DI TUTELA VOLONTARIO OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA SEGGIANO D.O.P. (EX CONSORZIO OLIVASTA SEGGIANESE) ART. 1 (Denominazione e Sede) E costituito il Consorzio tra produttori di Olio extravergine

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

Comune di Massa Lombarda

Comune di Massa Lombarda CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AFFARI GENERALI RESPONSABILE: CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Affari Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE.

ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE. ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE. Parte prima Premessa Il presente accordo assume la disciplina generale

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

LE DECISIONI DEI SOCI E LE ASSEMBLEE NELLA NUOVA SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA Le competenze e i nuovi quorum costitutivi e deliberativi

LE DECISIONI DEI SOCI E LE ASSEMBLEE NELLA NUOVA SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA Le competenze e i nuovi quorum costitutivi e deliberativi LE DECISIONI DEI SOCI E LE ASSEMBLEE NELLA NUOVA SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA Le competenze e i nuovi quorum costitutivi e deliberativi di Claudio Venturi Sommario: - 1. Le decisioni dei soci. 1.1.

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

COMUNE DI PREGNANA MILANESE Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI

COMUNE DI PREGNANA MILANESE Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI 1 OGGETTO DEL PREMIO l Amministrazione Comunale di Pregnana Milanese Assessorato alla Cultura istituisce un premio annuale di laurea intitolato alla memoria

Dettagli

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA Collegno, 17 novembre 2014 CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA PROPOSTA DI TRENO STORICO RIEVOCATIVO DA TORINO A UDINE progetto per la realizzazione di una tradotta militare rievocativa, da Torino a Udine

Dettagli

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015!

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA L'Archeotour, giunto quest'anno alla sua XI edizione, è un'iniziativa del Rotary Club Cagliari per far conoscere

Dettagli

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI BERGAMO

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO DEL DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI D.P.R. 12 aprile 2006 n. 184 in relazione al capo V della L. 7 agosto 1990 n. 241 e successive modificazioni (Delibere del Consiglio dell

Dettagli

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AL VIA LA CAMPAGNA AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO 1. ESSERE UN AGRONOMO E FORESTALE WAA for EXPO2015 Il grande appuntamento dell EXPO MILANO 2015 dal

Dettagli

... DELIDERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE

... DELIDERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE CITTÀ DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani... DELIDERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE n.ili: del 2 8 MRR. 2014 OGGETTO: Concessione di no 2 borse di studio intilolate alla memoria del dotto Mauri zio Vi

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI Approvato con deliberazione G.C. n. 45 del 27/11/2008 esecutiva il 10/01/2009 Depositato in Segreteria Generale con avviso

Dettagli

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO C O M U N E D I A L A N N O (PROVINCIA DI PESCARA) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AREA AFFARI GENERALI - UFFICIO PERSONALE N. 162 del Reg. Oggetto: PROCEDURA DI MOBILITA, PER TITOLI E COLLOQUIO

Dettagli

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9 Indice BEST in Europa 3 BEST Rome Tor Vergata 4 ibec 7 Le Giornate 8 Contatti 9 Chi Siamo BEST è un network studentesco europeo senza fini di lucro, di stampo volontario ed apolitico. Gli obiettivi dell

Dettagli

GUIDA AGLI ADEMPIMENTI FISCALI E TRIBUTARI DELLE SOCIETA ED ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE

GUIDA AGLI ADEMPIMENTI FISCALI E TRIBUTARI DELLE SOCIETA ED ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE GUIDA AGLI ADEMPIMENTI FISCALI E TRIBUTARI DELLE SOCIETA ED ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE INTRODUZIONE Uno degli obiettivi che il nuovo consiglio federale si è posto all atto del proprio insediamento

Dettagli

RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA

RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA Il giorno 23 del mese di aprile dell anno 2013,

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 COMUNE DI TAINO Provincia di Varese Prot. N. 3207 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Copia N. 6 del 28/04/2014 OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 L'anno

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014/2015. CLASSE - 4^A MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA (elettr./elettronico) MATERIA D INSEGNAMENTO

ANNO SCOLASTICO 2014/2015. CLASSE - 4^A MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA (elettr./elettronico) MATERIA D INSEGNAMENTO CLASSE - 4^A MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA (elettr./elettronico) BATTAGLIA FRANCESCO MATEMATICA Giovedì / 08.58 09.56 CECCHINI ANTONELLA INGLESE Riceve su appuntamento CEOTTO PIETRO TECN MECC ed APPLIC

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

DELIBERAZIONE N IX / 3153 Seduta del 20/03/2012

DELIBERAZIONE N IX / 3153 Seduta del 20/03/2012 DELIBERAZIONE N IX / 3153 Seduta del 20/03/2012 Presidente ROBERTO FORMIGONI Assessori regionali ANDREA GIBELLI Vice Presidente VALENTINA APREA DANIELE BELOTTI GIULIO BOSCAGLI LUCIANO BRESCIANI RAFFAELE

Dettagli

1) Sono fuori dai termini per cancellare/prenotare un esame, come posso rimediare?

1) Sono fuori dai termini per cancellare/prenotare un esame, come posso rimediare? 1) Sono fuori dai termini per cancellare/prenotare un esame, come posso rimediare? 2) Non ho prenotato, posso chiedere al docente di sostenere ugualmente l'esame? 3) La regola dell'appello alternato vale

Dettagli

Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA

Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA Graduatoria Docenti aspiranti all UTILIZZAZIONE nei LICEI MUSICALI Anno Scolastico 0/ Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA sul posto o sulla quota orario assegnata nell anno scolastico 0/ (docenti titolari

Dettagli

"UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE

UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE GREST 2015 L estate ormai si avvicina e l Unità Pastorale Madre Teresa di Calcutta, organizza e propone il GrEst (Oratorio estivo), rivolto ai ragazzi delle classi elementari e medie delle nostre parrocchie.

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

GARA CICLISTICA per ELITE e UNDER 23

GARA CICLISTICA per ELITE e UNDER 23 GARA CICLISTICA per ELITE e UNDER 23 domenica 7 Ottobre 2012 - ore 9.45 GORLE - BERGAMO ARRIVEDERCI alla 42a Settimana Ciclistica Bergamasca dal 2 al 7 settembre 2013 REGOLAMENTO SPECIALE DI CORSA SU STRADA

Dettagli