Epilessia e assicurazioni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Epilessia e assicurazioni"

Transcript

1 Lega contro l Epilessia Epilessia e assicurazioni Lega Svizzera contro l Epilessia Schweizerische Liga gegen Epilepsie Ligue Suisse contre l Epilepsie Swiss League Against Epilepsy

2 L epilessia può colpire chiunque Almeno il cinque percento delle persone hanno una crisi epilettica una volta nella vita. Poco meno dell uno percento della popolazione si ammala di epilessia nel corso della vita. In Svizzera sono circa persone, di cui approssimativamente bambini. Per circa due terzi dei pazienti si arriva alla completa guarigione, oppure, sottoposti ad un trattamento farmacologico, possono condurre una vita pressoché senza disturbi; per quasi un terzo l epilessia rimane difficilmente curabile. In caso di una crisi epilettica si verifica una temporanea disfunzione del cervello. Ci sono numerose forme di crisi epilettiche. I sintomi vanno da isolati turbamenti della coscienza con crisi di assenza (piccole crisi generalizzate o piccolo male), a brevi convulsioni involontarie dove la coscienza è conservata (mioclonie), fino a grandi crisi con convulsioni e perdita di conoscenza (grande male). Le epilessie possono essere di natura ereditaria o legate a patologie ereditarie, inoltre possono insorgere per esempio dopo apoplessie, lesioni alla testa o in caso di tumori al cervello e malattie degenerative come il morbo di Alzheimer. Spesso però la causa rimane poco chiara. Lega contro l epilessia: attiva in molti modi La Lega Svizzera contro l Epilessia si occupa della ricerca, dell assistenza e dell informazione dal Ricerca Promuove lo sviluppo del sapere in tutti i campi legati all epilessia. Assistenza Informazioni e consulenze: per professionisti nei campi più disparati per malati e congiunti Informazione La Lega contro l Epilessia informa e sensibilizza l opinione pubblica nei confronti della malattia e appoggia così l integrazione delle persone colpite da epilessia. Lega Svizzera contro l Epilessia Seefeldstrasse 84 Casella postale Zurigo T F CP

3 Epilessia e assicurazioni A cura di: Lega Svizzera contro l Epilessia, Zurigo Redatto da: lic. jur. Evalotta Samuelsson, avvocato, Zurigo Questa Guida non vuole essere un trattato scientifico, ma vuole fornire all utente una panoramica della situazione attuale delle prestazioni dell assicurazione sociale in Svizzera, allo scopo di consentire alle persone colpite da epilessia di riconoscere e rivendicare tempestivamente i loro diritti. Inoltre vuole indicare, alle persone colpite da epilessia o ai loro congiunti, a chi possono rivolgersi per problematiche particolari. Le prestazioni dell assicurazione sociale qui indicate si basano sulla legislazione in materia alla data dell Attualmente è in corso un ulteriore revisione dell assicurazione invalidità. La proposta di revisione non era ancora disponibile al momento della stampa di questa Guida, pertanto non è contemplata. 3

4 Indice I Epilessia congenita A. Cure mediche B. Provvedimenti sul piano scolastico e provvedimenti sul piano professionale C. Istruzione scolastica speciale D. Prestazioni complementari E. Prestazioni delle rendite della previdenza professionale F. Prestazioni delle assicurazioni contro gli infortuni G. Prestazioni dell assicurazione contro la disoccupazione II Grande invalidità e stato di non autosufficienza dei bambini A. Prestazioni dell assicurazione invalidità B. Prestazioni delle assicurazioni malattia III Posizione giuridico assicurativa del bambino al raggiungimento della maggiore età A. Prestazioni dell assicurazione invalidità B. Prestazioni complementari C. Previdenza professionale IV Epilessia dovuta a malattia A. Definizione B. Prestazioni delle casse malati C. Prestazioni in caso di incapacità al lavoro di breve durata 4 V Epilessia traumatica A. Assoggettamento B. Definizione

5 C. Prestazioni dell assicurazione obbligatoria contro gli infortuni 1. Cura medica 2. Prestazioni in denaro in caso di incapacità al guadagno di breve durata 3. Assegno per grandi invalidi VI Prestazioni in caso di incapacità al guadagno di lunga durata (si applica per tutte le persone malate di epilessia indipendentemente dalla causa) A. Principio B. Metodi di calcolo dell invalidità C. Regole/gradi di invalidità D. Importo delle rendite di invalidità E. Sistema di calcolo dei singoli settori 1. Assicurazione invalidità 2. Previdenza professionale 3. Assicurazione obbligatoria e facoltativa contro gli infortuni VII Prestazioni complementari VIII Richiesta di riscossione della prestazione A. Assicurazione invalidità B. Assicurazione contro gli infortuni C. Previdenza professionale IX Raggiungimento dell età di pensionamento senza invalidità A. Rendite AVS B. Rendite della previdenza professionale X Raggiungimento dell età di pensionamento con invalidità A. Rendite AI B. Rendite della previdenza professionale C. Rendite dell assicurazione contro gli infortuni Indirizzi importanti Bibliografia 5

6 Introduzione Lo scopo di un assicurazione è la copertura contro le conseguenze finanziarie del verificarsi di diversi rischi. I rischi assicurati che possono verificarsi sono: vecchiaia, malattia, infortunio, morte, servizio militare, stato di non autosufficienza ecc. L assicurazione sociale svizzera copre un ampio ventaglio di rischi e prevede una gamma di prestazioni piuttosto differenziata. Le leggi svizzere sull assicurazione sociale riconoscono quasi 100 tipi di prestazioni, tra cui rendite, indennità giornaliere, assegni per grandi invalidi, provvedimenti professionali (come l orientamento professionale della AI, la prima formazione e le riformazioni professionali), indennità per spese funerarie, indennità di disoccupazione, mezzi ausiliari, terapie, cure mediche ecc.). Queste prestazioni offerte dalle diverse assicurazioni sociali sono coordinate fra loro, per cui non è semplice averne una visione d insieme. Il sistema delle assicurazioni sociali è integrato dalle assicurazioni private, in concreto dalle assicurazioni private contro gli infortuni e la malattia, dalle assicurazioni sulla vita e dalle assicurazioni contro la responsabilità civile. Per le persone malate di epilessia, da un punto di vista giuridico, si verifica il rischio malattia, raramente l infortunio; talvolta è presente già alla nascita, allora si parla in determinate circostanze di infermità congenita (il momento in cui l infermità congenita è accertata non è rilevante). Modalità ed entità delle prestazioni assicurative dipendono però dalla causa dell epilessia. In primo piano troviamo l Assicurazione svizzera per l invalidità con il suo ampio ventaglio di prestazioni. Ma anche questa non riesce a garantire una piena copertura assicurativa. Soltanto l interazione e la coordinazione delle singole assicurazioni crea una sorta di rete di sicurezza sociale per i malati di epilessia in Svizzera. 6

7 Contribuiscono a questa rete sociale: l assicurazione invalidità le casse malati le assicurazioni di indennità giornaliera secondo il diritto delle assicurazioni malattie o il diritto delle assicurazioni private l assicurazione obbligatoria contro gli infortuni le assicurazioni private contro gli infortuni la previdenza professionale le prestazioni complementari l assicurazione contro la disoccupazione I tipi di prestazioni assicurative dipendono dalla causa e dal momento del verificarsi del danno alla salute. Pertanto non possiamo evitare di distinguere tra epilessia dovuta a malattia o epilessia dovuta a infortunio. Per i bambini e i giovani in determinate circostanze l epilessia può essere considerata un infermità congenita. Per l attuazione si rimanda alle disposizioni di legge applicabili. Qui di seguito le abbreviazioni relative alle leggi indicate: LPGA = Legge federale sulla parte generale del diritto delle assicurazioni sociali (in vigore dal ) LAMal = Legge federale sull assicurazione malattie LCA = Legge federale sul contratto d assicurazione LAINF = Legge sull assicurazione contro gli infortuni OAINF= Ordinanza sull assicurazione contro gli infortuni LPP = Legge federale sulla previdenza professionale OPP = Ordinanza sulla previdenza professionale LPC = Legge sulle prestazioni complementari LADI = Legge sulla disoccupazione LAI = Legge sull assicurazione invalidità OAI = Ordinanza sull assicurazione invalidità OIC = Ordinanza sulle infermità congenite = parte della OAI OMAI = Ordinanza sulla consegna di mezzi ausiliari = parte della OAI 7

8 II Epilessia congenita Se l epilessia si manifesta già alla nascita di un bambino è considerata infermità congenita (per analogia secondo LPGA 3 par. 2). Le infermità congenite che giustificano un diritto alla prestazione nei confronti della AI non sono determinate dalla LPGA 3 par. 2, bensì dalla singola legge, in questo caso dall art. 13 par. 1 LAI. La definizione di un infermità congenita rilevante innanzitutto in caso di assicurazione invalidità per garantire i provvedimenti di integrazione sanitaria di bambini e giovani fino ai 20 anni recita: Per infermità congenite giusta l articolo 13 LAI si intendono le infermità esistenti a nascita avvenuta. La sola predisposizione a una malattia non è considerata infermità congenita. Il momento in cui l infermità è accertata non ha importanza (OIC art. 1). L epilessia congenita è considerata infermità congenita (IC 387, OIC elenco delle infermità congenite), a eccezione delle forme per le quali una terapia anticonvulsiva non è necessaria oppure è necessaria soltanto durante una crisi. Per i bambini e i giovani affetti da epilessia si aggiungono forse anche altre infermità congenite, come ad es. la SPO IC 404 o in caso di minorazione plurima la IC 390 paralisi cerebrale congenita o la IC 395 leggero disturbo motorio cerebrale. Quando l epilessia è congenita? Il problema pratico sta nel fatto che alla nascita e immediatamente dopo non in tutti i casi sono già accertabili i sintomi che fanno presagire l epilessia. Quindi se le crisi epilettiche, che possono essere inquadrate nell epilessia, si presentano solo nel corso dell infanzia, si pone la domanda se si tratti effettivamente di epilessia congenita. Ciò si presuppone nella pratica se non possono essere dimostrate altre cause post-natali inequivocabili. Il Tribunale federale delle assicurazioni, in una sentenza del 1984, ha stabilito che per la diagnosi di una epilessia congenita non devono necessariamente presentarsi crisi. Può trattarsi ugualmente di epilessia, che si manifesta con disturbi della parola, della scrittura, dell apprendimento o del comportamento, se questi disturbi nell EEG possono essere messi in relazione con fenomeni epilettici. 8

9 A. Cure mediche Se si tratta di epilessia nel senso di un infermità congenita, per i bambini e i giovani trova applicazione innanzitutto l assicurazione invalidità, che con i provvedimenti di integrazione sanitaria prevede un ampia gamma di prestazioni (LAI 14). L assicurazione invalidità (OIC 3) fornisce le necessarie prestazioni mediche per la cura dell infermità congenita e dei danni conseguenti (come ad es. cure dentistiche in caso di caduta durante una crisi o la necessaria psicoterapia) fino al compimento del 20 anno di età. Allo stesso tempo l assicurato in linea di principio ha diritto al rimborso di tutti i costi delle cure mediche e del trattamento terapeutico prescritto da un medico, compresi i controlli EEG. Sono comprese anche le prestazioni prescritte da un medico come fisioterapia, psicoterapia, ergoterapia e cure a domicilio. Se l epilessia rende necessaria la degenza in una clinica, l assicurazione invalidità deve assumere anche questi costi secondo le convenzioni tariffali tra l assicurazione stessa e le cliniche, persino quando si tratta di una lunga degenza. Naturalmente possono essere messe in conto soltanto le spese nel reparto comune. Al compimento del 20 anno di età il diritto alle prestazioni dell assicurazione invalidità per la cura dell infermità congenita decade. Le infermità congenite sono considerate malattie (LPGA 3). Per le infermità congenite non coperte dall assicurazione invalidità, le casse malati sostengono i costi per le stesse prestazioni come per la malattia (LAMal 27). Di conseguenza la cassa malati assume le cure mediche dei giovani adulti al termine dei provvedimenti di integrazione sanitaria AI dai 20 anni in poi. Ciò può essere importante anche prima del raggiungimento del 20 anno di età per i figli che al momento della nascita non erano coperti dall assicurazione invalidità, come per esempio in determinate circostanze i figli provenienti dall estero (STF 126 V 104). Per i figli provenienti dall area UE o da Paesi con i quali la Svizzera ha una convenzione per l assicurazione sociale, si applicano disposizioni particolari e vantaggiose. Le prestazioni dei provvedimenti sanitari AI sono più ampie rispetto alle prestazioni della cassa malati. Per esempio la AI non ha aliquote percentuali. Le spese di viaggio verso il luogo di esecuzione di tutti i provvedimenti di integrazione AI sono rimborsate. Nota: Le casse malati hanno l obbligo di ammettere nell assicurazione base tutte le persone residenti in CH, senza riserve o clausola d esclusione. Per i cittadini svizzeri residenti in un Paese UE esistono disposizioni particolari. 9

10 B. Provvedimenti sul piano scolastico e provvedimenti sul piano professionale L assicurazione invalidità garantisce prestazioni su vasta scala per l istruzione scolastica speciale (LAI 19), per l assistenza in caso di grande invalidità (LAI 42) e per l integrazione professionale (LAI 15 segg.). C. Istruzione scolastica speciale L assicurazione invalidità assume i contributi per l istruzione speciale di bambini affetti da epilessia, che non abbiano ancora compiuto il 20 anno di età e per i quali, a seguito dell invalidità, non sia possibile o adeguato frequentare la scuola pubblica (LAI 19). I sussidi comprendono le spese scolastiche, le spese di pensione (se il bambino per seguire l istruzione speciale deve mangiare e alloggiare fuori casa), tenendo conto di un equa partecipazione da parte dei genitori; assegni speciali per provvedimenti di natura pedagogico-terapeutica eventualmente necessari oltre all istruzione speciale, (o in ambito minore per consentire la frequenza alla scuola pubblica) come ad esempio corsi di ortofonia per assicurati colpiti da gravi difficoltà di eloquio, (esempio: STF 114 V 22), logoterapia, insegnamento per la psicomotricità o dislessia, ed eventualmente assegni speciali per le spese connesse con il trasporto alla scuola, causate dall invalidità. Il sussidio per le spese scolastiche ammonta (nel 2005) a CHF 44. per ogni giorno di scuola. Il sussidio per le spese di pensione oscilla tra CHF 7. nell esternato e CHF 56. per pernottamento nell internato (OAI 8-12). Al compimento del 18 anno di età l assicurato affetto da epilessia ha diritto eventualmente ad una rendita AI. Diritto poi da verificare (LAI 29 par. 2); l importo della rendita ammonta almeno al 133 1/3% dell importo minimo della corrispondente rendita intera (LAI 37 par. 2), se si tratta della rendita straordinaria di un invalido precoce. D. Prestazioni complementari In linea di principio i bambini non hanno diritto a prestazioni complementari (eccetto il diritto a un rendita per gli orfani della AVS). Se al compimento del 18 anno di età è assegnata una rendita di invalidità, bisogna verificare il diritto alle prestazioni complementari. Per gli stranieri non provenienti dall area UE sussistono termini di carenza. E. Prestazioni delle rendite della previdenza professionale Se un epilessia già esistente in un lavoratore sottoposto alla previdenza professionale porta successivamente ad un invalidità, si può partire dal presupposto che esista un obbligo alla prestazione della previdenza professionale sulla rendita di invalidità. Tuttavia soltanto nel caso in cui il malato di epilessia prima dell ingresso nella previdenza professionale non abbia presentato lunghe incapacità al lavoro come conseguenza dell epilessia, oppure l incapacità al lavoro dovuta ad epilessia causa dell invalidità non si sia verificata nell ambito di una prova di lavoro. 10

11 Secondo la prassi qui si pongono complesse questioni giuridiche nel caso di rifiuto della prestazione da parte di fondazioni di previdenza professionale. F. Prestazioni delle assicurazioni contro gli infortuni I bambini non sono obbligati all assicurazione contro gli infortuni. Sono assicurati contro gli infortuni tramite l assicurazione malattie obbligatoria. Sono inclusi obbligatoriamente nell assicurazione contro gli infortuni solo quei minorenni che esercitano un attività dipendente. In questo caso l assicurazione obbligatoria contro gli infortuni assume le spese di cura e di perdita di guadagno. G. Prestazioni dell assicurazione contro la disoccupazione 1) Le prestazioni della ADI comprendono la consulenza, la mediazione, provvedimenti nel mercato del lavoro e l indennizzo della perdita di guadagno. Tuttavia una persona deve essere disposta e idonea al collocamento per accettare un lavoro. 2) Se l epilessia congenita porta successivamente ad un impedimento, per l assicurazione contro la disoccupazione si applica una descrizione agevolata dell idoneità al collocamento (LADI 15 par.2). 11

12 II Grande invalidità e stato di non autosufficienza dei bambini Le prestazioni assicurative sono particolarmente importanti per i bambini che a seguito di un epilessia congenita sono invalidi o devono essere costantemente accuditi (stato di non autosufficienza). In primo piano troviamo le prestazioni dell assicurazione invalidità. Qualche volta queste prestazioni sono integrate da quelle delle assicurazioni complementari (sempre che esistano). A. Prestazioni dell assicurazione invalidità Oltre alle già descritte prestazioni mediche e prestazioni prescritte dal medico, che rientrano tra i provvedimenti sanitari, l assicurazione invalidità prevede un assegno per grandi invalidi (AGI) per i bambini affetti da epilessia e che rispetto ai coetanei sani hanno un maggiore bisogno di aiuto (assistenza, sorveglianza o cura). L assegno per grandi invalidi può essere corrisposto durante l infanzia fino all età adulta e all età AVS. Se un bambino ha bisogno di assistenza intensiva, oltre all assegno per grandi invalidi viene corrisposto un supplemento per cure intensive (SCI), il cui ammontare dipende dall entità dell assistenza causata dall invalidità (LAI 42ter par. 3). Il supplemento per cure intensive può essere corrisposto solo fino al 18 anno di età. Come ulteriore prestazione dell assicurazione invalidità anche per adulti ci sono i mezzi ausiliari considerati provvedimenti autonomi d integrazione (Ordinanza sui mezzi ausiliari dell assicurazione invalidità OAI). Nell elenco dei mezzi ausiliari si trovano tra l altro caschi per epilettici (15.08) oppure sedie a rotelle (9), che possono essere importanti per le persone affette da epilessia con una disabilità plurima. La necessità di portare il casco deve essere confermata e motivata dal medico. Sono considerati semplici e funzionali i caschi da ciclista o per altri sport. ll medico deve eventualmente indicare il motivo per cui questi non soddisfano i requisiti. Inoltre anche nella LAMal e nella LAINF c è l elenco dei mezzi ausiliari. 12

13 B. Prestazioni delle assicurazioni malattia Le casse malati assumono determinati provvedimenti sanitari nel caso di stato di non autosufficienza dei bambini. Si tratta innanzitutto di cure mediche, cure medicinali, cure su indicazione medica, degenze in ospedale, degenze in case di cura ecc. non coperte dai provvedimenti sanitari della AI. 13

14 III Posizione giuridico assicurativa al raggiungimento della maggiore età Un giovane adulto affetto da epilessia quando raggiunge la maggiore età, cioè dal 18 anno, come è assicurato contro il verificarsi di altri rischi (come l incapacità al guadagno ecc.) e quali prestazioni possono essere richieste se la sua affezione peggiora? A. Prestazioni dell assicurazione invalidità Se al raggiungimento della maggiore età è già presente un invalidità, ne deriva il diritto ad una rendita di invalidità senza ulteriori tempi di attesa (LAI 29 par. 2). Viene inoltre garantito un importo minimo del 133 1/3% della corrispondente rendita intera (LAI 37 par. 3). Se in futuro l invalidità peggiora, cioè se il grado d invalidità aumenta, la rendita viene adeguata (LPGA 17). Se a 18 anni esiste già una grande invalidità, l assicurazione invalidità continua a corrispondere l assegno per grandi invalidi (LAI 42 par. 1). B. Prestazioni complementari Chi percepisce una rendita dell assicurazione invalidità ovvero un assegno per grandi invalidi oppure per almeno sei mesi un indennità giornaliera dell assicurazione invalidità, può rivendicare il diritto alle prestazioni complementari (LPC 2c) se le uscite riconosciute superano le entrate computabili. Per gli stranieri bisogna osservare il periodo di carenza. C. Previdenza professionale Se un giovane adulto malato di epilessia svolge un lavoro dipendente e raggiunge un reddito annuo di almeno CHF deve essere obbligatoriamente assicurato con la previdenza professionale. La previdenza professionale obbligatoria al momento dell iscrizione non deve applicare clausole restrittive. Nel caso di una prestazione (invalidità) si può però eccepire che l invalidità verificatasi risale ad un momento in cui non esisteva ancora la copertura della previdenza professionale obbligatoria. Al riguardo è importante stabilire in quale momento si sia verificata l incapacità al lavoro che ha portato all invalidità, e se a quell epoca la persona fosse già assicurata. Si può immaginare anche il caso di invalidi precoci che non godono di alcuna copertura nell ambito della previdenza professionale. 14

15 IV Epilessia dovuta a malattia A. Definizione Le crisi epilettiche sono improvvise alterazioni, di durata relativamente breve, della coscienza, del pensiero, del comportamento, della memoria, del senso e della sensibilità o della sollecitazione della muscolatura, a causa di una temporanea disfunzione delle cellule nervose nel cervello, sotto forma di scariche elettriche ripetute e contrapposte. Per i due terzi o anche i tre quarti delle persone malate non è possibile determinare la causa dell epilessia. Dal punto di vista attuariale tutte le epilessie sono considerate dovute a malattia, sempre che non si presentino come conseguenza di un trauma cranico dovuto ad infortunio. Per i bambini e i giovani adulti fino a 20 anni l epilessia dovuta a malattia si distingue ancora tra epilessia come infermità congenita ed epilessia dovuta a malattia (come ad esempio encefalite virale o batterica, che non può essere presa in carico dall assicurazione invalidità vd. paragrafo sui provvedimenti di integrazione sanitaria). B. Prestazioni delle casse malati Sulla base della distinzione tra assicurazione malattie e assicurazione contro gli infortuni, per stabilire quale assicurazione debba erogare la prestazione è decisivo determinare se l epilessia è dovuta a malattia o ad infortunio. Tutte le persone sono obbligatoriamente assicurate contro gli infortuni almeno tramite la LAMal, quando non sono lavoratori dipendenti. Se l epilessia insorge come conseguenza di una malattia, in primo luogo ci sono le prestazioni dell assicurazione malattie (obbligatoria e, se esistono, le assicurazioni malattie private). La cassa malati deve assumere tutte le prestazioni delle cure medico sanitarie. In questo caso si tratta di prestazioni utili alla diagnosi o alla cura di un pregiudizio alla salute o delle sue conseguenze (LAMal 25 par. 1). Comprendono tra l altro cure mediche, cure medicinali, cure su indicazione medica, spese per degenze ospedaliere nel caso ci sia una necessità di cura ospedaliera e degenza in casa di cura. 15

16 C. Prestazioni in caso di incapacità al lavoro di breve durata L incapacità al lavoro può verificarsi per diversi motivi dovuti a malattia o ad infortunio. Nel caso di epilessia come conseguenza di un infermità congenita o di una malattia o di un infortunio non coperto da assicurazione obbligatoria, il diritto all indennità giornaliera sussiste solo se il malato stesso ha stipulato privatamente un assicurazione di indennità giornaliera presso un assicurazione malati o una compagnia di assicurazione, oppure se il suo datore di lavoro lo ha inserito in una assicurazione collettiva. Attualmente non esiste alcun obbligo di stipulare un assicurazione di indennità giornaliera per malattia. Nel caso di assicuratori privati non esiste alcun diritto legale all adesione. Nel caso di un assicurazione malattie secondo il diritto delle assicurazioni malattie, esiste un diritto legale (LAMal 68 par. 1), tuttavia soltanto importi giornalieri bassi sono assicurabili con l assicurazione malattie obbligatoria. Nelle assicurazioni private di indennità giornaliera sono possibili clausole restrittive senza limitazioni. Nel caso di un assicurazione di indennità giornaliera secondo il diritto delle assicurazioni malattie sono possibili clausole restrittive solo per le malattie già esistenti o per quelle malattie con un particolare rischio di ricaduta (LAMal 69 par. 1). Nelle assicurazioni private di indennità giornaliera la clausola restrittiva è possibile senza limitazione temporale. Nel caso di un assicurazione di indennità giornaliera secondo il diritto delle assicurazioni malattie tale clausola è limitata ad un massimo di cinque anni (LAMal 69 par.2). L esperienza ci insegna che per persone malate di epilessia non è possibile stipulare un assicurazione complementare (es. indennità giornaliera per malattia). Semmai solo con una clausola restrittiva che esclude prestazioni a seguito di epilessia. 16

17 V Epilessia traumatica A. Assoggettamento Se l epilessia insorge come conseguenza di un infortunio (cfr. anche comma IV lettera A) ai fini della prestazione è determinante se la persona infortunata era assicurata contro gli infortuni. Sono assoggettate all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni tutte le persone esercitanti un attività lucrativa dipendente che lavorano in Svizzera (anche disabili che lavorano in laboratori protetti). Il reddito massimo assicurato ammonta a CHF (OAI 22 par. 1). Se una persona lavora almeno otto ore alla settimana come lavoratore dipendente, è assicurata oltre che per gli infortuni professionali anche per gli infortuni nel tempo libero (OAI 13 par. 1), altrimenti soltanto per gli infortuni sul posto di lavoro e durante il tragitto per recarsi al lavoro. Il problema spesso è che l epilessia non si manifesta immediatamente in coincidenza di un infortunio. Da qui ne deriva la controversia giuridica. L epilessia può essere qualificata di natura traumatica quando ha una naturale relazione causale con l infortunio. In altre parole deve essere palese dal punto di vista medico che l infortunio abbia causato l epilessia. C. Prestazioni dell assicurazione obbligatoria contro gli infortuni Secondo l Ordinanza sulla Legge sull assicurazione contro gli infortuni (art. 11 OAINF) le prestazioni assicurative sono erogate anche per ricadute e postumi tardivi. Si parla di postumi tardivi quando una malattia apparentemente guarita durante un periodo più lungo provoca alterazioni organiche o psichiche che possono portare ad un quadro clinico spesso completamente diverso, come ad esempio l epilessia posttraumatica (cfr. anche STF 105 V 35 E 1c). B. Definizione 17

18 1. Cura medica L assicurazione contro gli infortuni deve farsi carico delle prestazioni appropriate (LAINF 10 par. 1). La scelta del medico e dell ospedale è libera (LAI 10 par. 2). In ospedale si assumono solo le spese del reparto comune. Contrariamente all assicurazione malattie, l assicurazione contro gli infortuni non prevede alcuna partecipazione alle spese da parte della persona assicurata (franchigia e aliquota percentuale). Si assumono le spese per la cura medica solo fino a quando lo stato di salute può essere migliorato con le cure mediche o queste ne possono impedire un notevole peggioramento. 2. Prestazioni in denaro in caso di incapacità al guadagno di breve durata Se una persona è coperta da assicurazione contro gli infortuni obbligatoria o facoltativa ha diritto alla indennità giornaliera della stessa. Il diritto al pagamento inizia il terzo giorno successivo a quello dell infortunio (LAINF 16 par. 2) e continua fintanto che perdura la cura medica. L indennità giornaliera ammonta all 80% del guadagno assicurato. Per guadagno assicurato si intende l ultimo salario riscosso prima dell infortunio. La 13a mensilità è aggiunta (LAINF 15 par. 2). Se dopo la cura medica e la reintegrazione professionale esiste ancora un invalidità (parziale), l assicurazione contro gli infortuni deve esaminare la possibilità di garantire una rendita. Se il grado di invalidità è superiore al 10%, deve fornire una rendita di invalidità. Per i particolari vedere paragrafo VI. Cosa si applica quando non esiste l assicurazione obbligatoria contro gli infortuni? Se bambini, giovani in età scolare, casalinghe o casalinghi come pure persone senza un attività lucrativa o persone con attività lucrativa a tempo parziale e persone con un attività lucrativa indipendente (anche infortunio professionale) subiscono un infortunio non professionale, devono attenersi all assicurazione malattie (per le prestazioni nel dettaglio vedere il precedente paragrafo IV). Costoro ricevono le indennità giornaliere solo nell ambito di eventuali provvedimenti di integrazione professionale tramite l assicurazione invalidità, sempre che non esistano diritti alla prestazione nei confronti di assicurazioni private. Il diritto all indennità giornaliera AI continua ad esistere. Tuttavia ci si chiede se decadano le indennità giornaliere dell assicurazione privata di indennità giornaliera. Dipende dal tipo di indennità giornaliera dell assicurazione privata. Se si tratta di un assicurazione contro i sinistri, conta la congruenza; nel qual caso le indennità giornaliere AI vengono conteggiate. Se si tratta di un assicurazione a somma fissa, le indennità giornaliere private devono essere corrisposte in aggiunta. Se si tratti di un assicurazione contro i sinistri o a somma fissa lo si desume in primo luogo dal contratto, di regola dalla polizza stessa o dalle relative Condizioni Generali di Assicurazione. 18

19 3. Assegno per grandi invalidi (LPGA 9) E considerata grande invalida la persona che, a causa del pregiudizio alla salute, per gli atti della vita quotidiana necessita costantemente dell aiuto di terzi o di costante sorveglianza personale. Questa definizione si applica ora per tutti i rami dell assicurazione sociale che prevedono prestazioni in caso di grande invalidità (AVS, AI, AINF e assicurazione militare). I presupposti per il pagamento dell assegno continuano ad essere determinati dalle singole leggi sopra menzionate. Così recita l attuale giurisprudenza: Le persone malate di epilessia, nonostante le crisi periodiche, sono considerate grandi invalide solo in presenza di particolari circostanze. Non è considerato grande invalido un epilettico, il quale dipende dall aiuto di terzi durante le crisi ma non continuativamente, per il quale i medici nel corso di otto anni circa abbiano osservato all incirca solo dieci crisi acute, ma che è in grado di mangiare, camminare, vestirsi e lavarsi, scrivere, telefonare, modellare e dipingere senza aiuto esterno (decisione del TFA seg). 19

20 VI Prestazioni in caso di incapacità al guadagno di lunga durata (si applica per tutte le persone malate di epilessia indipendentemente dalla causa) A. Principio Integrazione prima della rendita è il principio sommo delle assicurazioni sociali svizzere. Se una persona, per via del suo stato di salute, è limitata a lungo termine nelle sue possibilità di guadagno, nonostante i tentativi di integrazione, allora è considerata invalida. B. Metodi di calcolo dell invalidità Le rendite di invalidità sono previste dall assicurazione invalidità, dalla previdenza professionale ma anche dall assicurazione contro gli infortuni. Si applica un concetto di invalidità unitario (LPGA 8 par. 1, e LPP 23). Per stabilire il grado di invalidità di norma si raffrontano i redditi (LPGA 16). Dapprima si definisce il reddito che la persona assicurata avrebbe conseguito se non si fosse verificato il pregiudizio alla salute. Quindi si accerta quanto sarebbe stato alto il reddito totale se la persona fosse stata del tutto sana (reddito di persona valida). Quindi si determina il reddito che la persona assicurata può ancora ragionevolmente ottenere sul mercato del lavoro compensato, tenendo effettivamente conto del pregiudizio alla salute e dopo avere effettuato le cure mediche ed eventuali provvedimenti di integrazione (reddito di persona invalida). Questo potrebbe essere il reddito effettivo ancora ottenuto se la persona assicurata svolge un attività con cui esercita pienamente e adeguatamente l incapacità al lavoro rimasta. Tuttavia il presupposto è che il relativo rapporto di lavoro sia sufficientemente stabile. Non deve trattarsi soltanto di una prova di lavoro. Se così non fosse, il reddito di persona invalida è determinato sulla base delle statistiche salariali. I redditi così determinati vengono messi a confronto: reddito di persona valida meno reddito di persona invalida moltiplicato 100 diviso per il reddito di persona valida si ottiene il grado di invalidità, che quindi determina il diritto alla rendita. Un conteggio diverso deve essere fatto per le persone che senza pregiudizio alla salute sarebbero totalmente o parzialmente occupate nell economia domestica. Si valuta per quali attività e in che misura la persona è limitata (LAI 28 par. 2bis). 20

n Tumore n Infiammazione n Decadimento senile n Danno congenito n Infortunio n Colpo apoplettico n Idiopatico/criptogeno = senza una causa accertabile

n Tumore n Infiammazione n Decadimento senile n Danno congenito n Infortunio n Colpo apoplettico n Idiopatico/criptogeno = senza una causa accertabile Le cause più frequenti nelle diverse fasce d età Le indicazioni sulle singole cause citate nel capitolo precedente si riferivano a tutte le persone affette da epilessia, senza tener conto dell età delle

Dettagli

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale obbligatoria (LPP) in Svizzera Stato gennaio 2015 Sommario Il 2 pilastro nel sistema previdenziale svizzero 3 Obbligo

Dettagli

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI 4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) gli assicurati cui un danno alla salute di lunga

Dettagli

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere 2.09 Contributi Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Questo promemoria fornisce informazioni sui contributi che i lavoratori indipendenti

Dettagli

Qual è la mia copertura assicurativa? Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti

Qual è la mia copertura assicurativa? Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti 2 Questo opuscolo La informa sulla Sua situazione assicurativa spiegandole se e in che misura Lei è coperto

Dettagli

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI)

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) 4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Tutte le persone che abitano o esercitano un attività lucrativa in Svizzera sono per principio

Dettagli

1.03 Stato al 1 gennaio 2012

1.03 Stato al 1 gennaio 2012 1.03 Stato al 1 gennaio 2012 Accrediti per compiti assistenziali Base legale 1 Le disposizioni legali prevedono che, per il calcolo delle rendite, possano essere conteggiati anche accrediti per compiti

Dettagli

6.02 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità

6.02 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità 6.02 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Le donne che esercitano un attività lucrativa hanno diritto all indennità di maternità

Dettagli

Capire il certificato di previdenza

Capire il certificato di previdenza Previdenza professionale Capire il certificato di previdenza Questo foglio informativo illustra la struttura del certificato di previdenza. Fornisce spiegazioni e contiene informazioni utili su temi importanti.

Dettagli

Informazioni sull assicurazione malattia per persone titolari di una pensione svizzera che si trasferiscono in uno stato dell UE o dell AELS

Informazioni sull assicurazione malattia per persone titolari di una pensione svizzera che si trasferiscono in uno stato dell UE o dell AELS Informazioni sull assicurazione malattia per persone titolari di una pensione svizzera che si trasferiscono in uno stato dell UE o dell AELS Gettiamo dei ponti Istituzione comune LAMal Gibelinstrasse 25

Dettagli

Indennità di perdita di guadagno. Persone aventi diritto alle indennità

Indennità di perdita di guadagno. Persone aventi diritto alle indennità 6.01 Stato al 1 gennaio 2009 perdita di guadagno Persone aventi diritto alle indennità 1 Hanno diritto alle indennità di perdita di guadagno (IPG) le persone domiciliate in Svizzera o all estero che: prestano

Dettagli

Regolamento FAR. Valido dal 1.1.2014

Regolamento FAR. Valido dal 1.1.2014 Regolamento FAR Regolamento concernente le prestazioni e i contributi della Fondazione per il pensionamento anticipato nel settore dell edilizia principale (Fondazione FAR) Valido dal 1.1.2014 STIFTUNG

Dettagli

2. Quali persone sono assoggettate all imposta alla fonte? 3. Quali prestazioni sono assoggettate all imposta alla fonte?

2. Quali persone sono assoggettate all imposta alla fonte? 3. Quali prestazioni sono assoggettate all imposta alla fonte? Kanton Zürich Finanzdirektion Scheda informativa per i dipendenti assoggettati all imposta alla fonte nel Cantone di Zurigo Valida dal 1 gennaio 2015 Kantonales Steueramt Dienstabteilung Quellensteuer

Dettagli

3.01 Prestazioni dell AVS Rendite di vecchiaia e assegni per grandi invalidi dell'avs

3.01 Prestazioni dell AVS Rendite di vecchiaia e assegni per grandi invalidi dell'avs 3.01 Prestazioni dell AVS Rendite di vecchiaia e assegni per grandi invalidi dell'avs Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a una rendita di vecchiaia le persone che hanno raggiunto l'età ordinaria

Dettagli

3.04 Prestazioni dell AVS Età flessibile di pensionamento

3.04 Prestazioni dell AVS Età flessibile di pensionamento 3.04 Prestazioni dell AVS Età flessibile di pensionamento Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a una rendita di vecchiaia le persone che hanno raggiunto l età ordinaria di pensionamento. Gli

Dettagli

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS)

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS) CANTONE TICINO DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ E DELLA SOCIALITÀ Istituto delle assicurazioni sociali TEL: 0041 / (0)91 821 92 92 FAX: 0041 / (0)91 821 93 99 DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE

Dettagli

5.01 Prestazioni complementari Prestazioni complementari all'avs e all'ai

5.01 Prestazioni complementari Prestazioni complementari all'avs e all'ai 5.01 Prestazioni complementari Prestazioni complementari all'avs e all'ai Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Le prestazioni complementari (PC) all'avs e all'ai sono d'ausilio quando le rendite e gli altri

Dettagli

Informazione per persone che hanno la loro dimora abituale in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS.

Informazione per persone che hanno la loro dimora abituale in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS. Informazione per persone che hanno la loro dimora abituale in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS. Gettiamo dei ponti Istituzione comune LAMal Gibelinstrasse 25 casella

Dettagli

Legge federale su l assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti

Legge federale su l assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti Legge federale su l assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti (LAVS) 1 831.10 del 20 dicembre 1946 (Stato 1 gennaio 2013) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto l articolo 34

Dettagli

www.integration.zh.ch

www.integration.zh.ch Cantone di Zurigo Dipartimento della giustizia e degli interni Ufficio cantonale per l integrazione Informazioni per i nuovi arrivati dall estero www.integration.zh.ch Indice 03 Immigrazione e diritto

Dettagli

1.2015 Generalità Cambiamenti a partire dal 1 gennaio 2015

1.2015 Generalità Cambiamenti a partire dal 1 gennaio 2015 1.2015 Generalità Cambiamenti a partire dal 1 gennaio 2015 Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Il presente promemoria informa su quanto cambia in merito a contributi e prestazioni a partire dal 1 gennaio

Dettagli

Istruzioni sull attestazione dei giorni di corso per i corsi per la formazione dei quadri di Gioventù+Sport (G+S)

Istruzioni sull attestazione dei giorni di corso per i corsi per la formazione dei quadri di Gioventù+Sport (G+S) Istruzioni sull attestazione dei giorni di corso per i corsi per la formazione dei quadri di Gioventù+Sport (G+S) 318.703 i 01.15 2 di 11 Indice 1. Scopo del questionario... 3 2. Compiti degli organizzatori(trici)

Dettagli

4.03 Stato al 1 gennaio 2013

4.03 Stato al 1 gennaio 2013 4.03 Stato al 1 gennaio 2013 Mezzi ausiliari dell AI Professione e vita quotidiana 1 Gli assicurati dell AI hanno diritto, nei limiti fissati in un elenco allestito dal Consiglio federale, ai mezzi ausiliari

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

Procedura di conteggio semplificata per i datori di lavoro

Procedura di conteggio semplificata per i datori di lavoro 2.07 Contributi Procedura di conteggio semplificata per i datori di lavoro Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve La procedura di conteggio semplificata rientra nel quadro della legge federale concernente

Dettagli

Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia

Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia Informazione sul prodotto e condizioni contrattuali Edizione 2010 La vostra sicurezza ci sta a cuore. 2 Informazione

Dettagli

Direttive della CAV PP D 02/2013

Direttive della CAV PP D 02/2013 italiano Commissione di alta vigilanza della previdenza professionale CAV PP Direttive della CAV PP D 02/2013 Indicazione delle spese di amministrazione del patrimonio Edizione del: 23.04.2013 Ultima modifica:

Dettagli

Promemoria 21. Maggiore età

Promemoria 21. Maggiore età Promemoria 21 Molte persone in formazione compiono 18 anni durante la formazione professionale di base, diventando quindi maggiorenni. Questo comporta diversi cambiamenti a livello giuridico, sia per le

Dettagli

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INAIL, IL DATORE DI LAVORO, IL LAVORATORE, COSA DEVONO FARE COSA DEVE SAPERE IL LAVORATORE QUANDO SUBISCE UN INFORTUNIO O

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

Retribuzioni versate al termine del rapporto di lavoro

Retribuzioni versate al termine del rapporto di lavoro 2.05 Contributi Retribuzioni versate al termine del rapporto di lavoro Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Per principio, qualsiasi attività derivante da un'attività dipendente viene considerata come salario

Dettagli

Accrediti per compiti educativi

Accrediti per compiti educativi 1.07 Generalità Accrediti per compiti educativi Valido dal 1 gennaio 2015 1 Panoramica introduttiva Le disposizioni legali prevedono che, nel calcolo delle rendite, si possano eventualmente conteggiare

Dettagli

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF A cura di Adelmo Mattioli Direttore regionale Inca-Cgil Emilia Romagna Silverio Ghetti Segretario regionale Spi-Cgil Romagna L ASSEGNO

Dettagli

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP Ufficio federale di giustizia UFG Ambito direzionale Diritto pubblico Settore di competenza Progetti e metodologia legislativi 1 gennaio 2015 Aiuto alle

Dettagli

Rimborso delle spese di viaggio nell AI

Rimborso delle spese di viaggio nell AI 4.05 Stato al 1 gennaio 2008 Rimborso delle spese di viaggio nell AI In generale 1 L assicurazione invalidità (AI) rimborsa le spese di viaggio giudicate appropriate e necessarie all attuazione dei provvedimenti

Dettagli

Informazione per persone che soggiornano temporaneamente in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS.

Informazione per persone che soggiornano temporaneamente in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS. Informazione per persone che soggiornano temporaneamente in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS. Gettiamo dei ponti Istituzione comune LAMal Gibelinstrasse 25 casella

Dettagli

4.06 Stato al 1 gennaio 2013

4.06 Stato al 1 gennaio 2013 4.06 Stato al 1 gennaio 2013 Procedura nell AI Comunicazione 1 Le persone che chiedono l intervento dell AI nell ambito del rilevamento tempestivo possono inoltrare una comunicazione all ufficio AI del

Dettagli

Assicurazione invalidità: fatti e cifre 2014 Lotta efficace agli abusi assicurativi nell'ai

Assicurazione invalidità: fatti e cifre 2014 Lotta efficace agli abusi assicurativi nell'ai Assicurazione invalidità: fatti e cifre 2014 Lotta efficace agli abusi assicurativi nell'ai Nel 2014 l'ai ha avviato indagini in 2200 casi per sospetto abuso assicurativo e ne ha concluse 2310. In 540

Dettagli

LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI)

LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI) LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI) La pensione di reversibilità (introdotta in Italia nel 1939 con il Rdl. n. 636) spetta ai: Superstiti del pensionato per invalidità, vecchiaia o anzianità,

Dettagli

Fondazione collettiva Swiss Life Invest, Zurigo. Atto di fondazione. (Fondazione) Entrata in vigore: 1 dicembre 2011

Fondazione collettiva Swiss Life Invest, Zurigo. Atto di fondazione. (Fondazione) Entrata in vigore: 1 dicembre 2011 Swiss Life SA, General-Guisan-Quai 40, Casella postale, 8022 Zurigo Fondazione collettiva Swiss Life Invest, Zurigo (Fondazione) Atto di fondazione Entrata in vigore: 1 dicembre 2011 web1486 / 04.2012

Dettagli

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 19 OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 2 Prefazione IL CAMMINO DELLA QUALITÀ Inps, come le altre pubbliche Amministrazioni

Dettagli

Risposte alle domande più frequenti concernenti la partecipazione ai costi «Frequently Asked Questions» (FAQ)

Risposte alle domande più frequenti concernenti la partecipazione ai costi «Frequently Asked Questions» (FAQ) Dipartimento federale dell interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Unità di direzione assicurazione malattia e infortunio Risposte alle domande più frequenti concernenti la partecipazione

Dettagli

l inabilità temporanea, l invalidità permanente

l inabilità temporanea, l invalidità permanente Inabilità temporanea e invalidità permanente Quali sono le tutele che intervengono in questi casi? Ecco il primo articolo di approfondimento sul tema degli eventi da esorcizzare Con questo primo articolo

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

Legge federale sul Tribunale federale dei brevetti

Legge federale sul Tribunale federale dei brevetti Legge federale sul Tribunale federale dei brevetti (Legge sul Tribunale federale dei brevetti; LTFB) Avamprogetto del... L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto l articolo 191a capoverso

Dettagli

Contributi all assicurazione contro la disoccupazione

Contributi all assicurazione contro la disoccupazione 2.08 Contributi Contributi all assicurazione contro la disoccupazione Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve L assicurazione contro la disoccupazione (AD) è un assicurazione sociale svizzera obbligatoria come

Dettagli

Certificazione dei redditi - 1/6

Certificazione dei redditi - 1/6 PR O TOC OL L O Mod. RED - COD. AP15 Certificazione dei redditi - 1/6 ALL UFFICIO INPS DI COGNOME NOME CODICE FISCALE NATO/A IL GG/MM/AAAA A PROV. STATO RESIDENTE IN PROV. STATO INDIRIZZO CAP TELEFONO

Dettagli

PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI

PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI COS E A CHI E RIVOLTA COSA OFFRE RC PROFESSIONALE È un programma assicurativo studiato per offrire una copertura completa e personalizzabile in base alle specifiche esigenze. Sono previste garanzie in

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

Struttura giuridica e sede del Tribunale

Struttura giuridica e sede del Tribunale Bundesgericht Tribunal fédéral Benvenuti! Visita del Tribunale federale Tribunale federale Tribunal federal Vista della facciata frontale, Tribunale federale Losanna Foto: Philippe Dudouit L organizzazione

Dettagli

Contratto normale di lavoro per il personale di vendita al dettaglio (di seguito CNLV)

Contratto normale di lavoro per il personale di vendita al dettaglio (di seguito CNLV) 1 Estratto dal Foglio ufficiale n. 50 del 22 giugno 2001 e no. 27 del 4 aprile 2003 (Testo unico aggiornato al 1. gennaio 2015, FU 101/2014 del 19.12.2014) Contratto normale di lavoro per il personale

Dettagli

Questa pubblicazione presenta

Questa pubblicazione presenta Un Quadro Un Quadro Questa pubblicazione presenta un quadro delle più importanti caratteristiche dei programmi Social Security, Supplemental Security Income (SSI) e Medicare. Potrete trovare informazioni

Dettagli

La sua cartella sanitaria

La sua cartella sanitaria La sua cartella sanitaria i suoi diritti All ospedale, lei decide come desidera essere informato sulla sua malattia e sulla sua cura e chi, oltre a lei, può anche essere informato Diritto di accesso ai

Dettagli

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP)

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) Riscatto anni di studio e servizio militare ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) ENPAM Riscatto di Laurea, Specializzazione, Servizio militare o civile Requisiti generali Età inferiore a quella di pensionamento di vecchiaia

Dettagli

Paghe. Lavoro part-time: il minimale ai fini contributivi Fabio Licari - Consulente del lavoro

Paghe. Lavoro part-time: il minimale ai fini contributivi Fabio Licari - Consulente del lavoro Lavoro part-time: il minimale ai fini contributivi Fabio Licari - Consulente del lavoro Obblighi contributivi Calcolo dei contributi Con l instaurazione del rapporto di lavoro, sorge anche l obbligazione

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

Le assicurazioni private svizzere. Guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni LAINF

Le assicurazioni private svizzere. Guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni LAINF Le assicurazioni private svizzere Guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni LAINF 3 a edizione completamente rielaborata Giugno 2004 Sigla editoriale Guida all assicurazione obbligatoria

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

Note esplicative Rassegne stampa cartacee/elettroniche

Note esplicative Rassegne stampa cartacee/elettroniche A f f i n c h é l a t t o c r e a t i v o o t t e n g a i l g i u s t o r i c o n o s c i m e n t o ProLitteris Società svizzera per i diritti degli autori d arte letteraria e visuale, cooperativa Note

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

Paghe. La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro

Paghe. La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro Il luogo della prestazione lavorativa è un elemento fondamentale del contratto di lavoro subordinato. Per quanto nella maggior

Dettagli

Riscatto degli anni di laurea

Riscatto degli anni di laurea Riscatto degli anni di laurea Riscatto degli anni di laurea scuola Chi è giovane e fresco di laurea, di regola, non vede l ora di mettersi a lavorare e, certamente, per prima cosa non pensa alla pensione.

Dettagli

Che cosa provoca una commozione cerebrale?

Che cosa provoca una commozione cerebrale? INFORMAZIONI SULLE COMMOZIONI CEREBRALI Una commozione cerebrale è un trauma cranico. Tutte le commozioni cerebrali sono serie. Le commozioni cerebrali possono verificarsi senza la perdita di conoscenza.

Dettagli

Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera

Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera (Legge sulla cittadinanza, LCit) 1 141.0 del 29 settembre 1952 (Stato 1 gennaio 2013) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera,

Dettagli

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Ai gentili clienti Loro sedi Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, in assenza di provvedimenti sul punto da parte della L.

Dettagli

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa Le parti, nel ritenere che il rapporto di lavoro a tempo parziale possa essere mezzo idoneo ad agevolare l incontro fra domanda e offerta di lavoro, ne confermano

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

MATERNITA E CONGEDI PARENTALI. Indice

MATERNITA E CONGEDI PARENTALI. Indice MATERNITA E CONGEDI PARENTALI Indice Interdizione.pag. 2 Interruzione della gravidanza.pag. 3 Astensione obbligatoria..pag. 4 Astensione obbligatoria della madre....pag. 4 Astensione obbligatoria del padre....pag.

Dettagli

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna PREVIDENZA COMPLEMENTARE E TFR Guida al Lavoro Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna 14 Confronto di convenienza, anche fiscale,

Dettagli

LA PENSIONE DI VECCHIAIA

LA PENSIONE DI VECCHIAIA Le pensioni di vecchiaia e di invalidità specifica per i lavoratori dello spettacolo (Categorie elencate nei numeri da 1 a 14 dell art. 3 del Dlgs CPS n.708/1947) Questa scheda vuole essere un primo contributo

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA NOTE ILLUSTRATIVE PER LA DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI IN AUTOLIQUIDAZIONE - MOD. 5/2015 (Comunicazione obbligatoria ex artt. 17 e 18 della Legge n. 576/1980, artt. 9 e 10 della legge n. 141/1992

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 Documento aggiornato 28 maggio 2015 Via Savoia, 82-00198 Roma,

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti Domanda per i lavoratori dipendenti Per ottenere il congedo parentale, oltre a possedere i requisiti di legge, è necessario compilare il modulo in tutte le sue parti e consegnarlo sia al datore di lavoro

Dettagli

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento del lavoro occasionale accessorio, cioè di quelle prestazioni di lavoro svolte

Dettagli

Quando il tempo non è galantuomo. A cura di S. Martorelli & P. Zani Corso aggiornamento Agenti sociali FNP CISL Milano Aggiornato al giugno 2014

Quando il tempo non è galantuomo. A cura di S. Martorelli & P. Zani Corso aggiornamento Agenti sociali FNP CISL Milano Aggiornato al giugno 2014 Prescrizione e decadenza in materia di contributi e prestazioni INPS Quando il tempo non è galantuomo. A cura di S. Martorelli & P. Zani Corso aggiornamento Agenti sociali FNP CISL Milano Aggiornato al

Dettagli

INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE

INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE AREA LAVORO E PREVIDENZA INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE (a cura di Ernesto Murolo) Indice QUANDO SI MANIFESTA UN INFORTUNIO SUL LAVORO...5 1. Se l infortunio ha prognosi fino a 3 giorni...5

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

D.P.R. 30 maggio 1955, n. 797. Testo unico delle norme concernenti gli assegni familiari (G.U. 7-9-1955, n. 206 - S.O.) STRALCIO

D.P.R. 30 maggio 1955, n. 797. Testo unico delle norme concernenti gli assegni familiari (G.U. 7-9-1955, n. 206 - S.O.) STRALCIO D.P.R. 30 maggio 1955, n. 797. Testo unico delle norme concernenti gli assegni familiari (G.U. 7-9-1955, n. 206 - S.O.) STRALCIO TITOLO I DISCIPLINA GENERALE DELLE PRESTAZIONI E DEI CONTRIBUTI CAPO I -

Dettagli

5 Contributo Autonoma Sistemazione

5 Contributo Autonoma Sistemazione 5 Contributo Autonoma Sistemazione CAS A valere sulle risorse finanziarie di cui all articolo 3 dell Ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile (OCDPC) n. 232 del 30 marzo 2015 viene stimata

Dettagli

Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza

Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza di Pietro Gremigni Consulente aziendale in Milano in breve Argomento Il mese di agosto è considerato di solito il periodo classico di utilizzazione delle

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO. guida alla richiesta di benefici e agevolazioni

DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO. guida alla richiesta di benefici e agevolazioni DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO guida alla richiesta di benefici e agevolazioni Disabilità e invalidità guida alla richiesta di benefici e agevolazioni ultimi decenni il mondo della disabilità

Dettagli

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002)

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) Legge federale sul credito al consumo (LCC) 221.214.1 del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 97 e 122 della Costituzione federale

Dettagli

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Discriminazione sul posto di lavoro Quando una persona viene esclusa o trattata peggio delle altre a causa del sesso, della

Dettagli

I CONTRIBUTI FIGURATIVI

I CONTRIBUTI FIGURATIVI I CONTRIBUTI FIGURATIVI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Olindo Daliana Giuseppe Manzi Simone Parola Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo Rizzuti

Dettagli

La depressione può colpire chiunque. Fattori di rischio, autoesame e interlocutori in breve

La depressione può colpire chiunque. Fattori di rischio, autoesame e interlocutori in breve La depressione può colpire chiunque Fattori di rischio, autoesame e interlocutori in breve «Faccio fatica a prendere qualsiasi decisione, seppur minima. Addirittura facendo la spesa. Ho sempre paura di

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

Le professioni nello studio medico dentistico

Le professioni nello studio medico dentistico Le professioni nello studio medico dentistico L assistente dentale AFC L assistente di profilassi La segretaria odontoiatrica L igienista dentale SSS L assistente dentale AFC Requisiti Buona formazione

Dettagli

Decorrenza della prescrizione dei crediti retributivi per i lavoratori cui si applicano le tutele crescenti

Decorrenza della prescrizione dei crediti retributivi per i lavoratori cui si applicano le tutele crescenti Decorrenza della prescrizione dei crediti retributivi per i lavoratori cui si applicano le tutele crescenti 08 Giugno 2015 Elisa Noto, Mariateresa Villani Sommario La prescrizione breve in materia di rapporto

Dettagli

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio.

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Che cos è la Degenerazione Maculare correlata all Età (DME)? La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Essa porta a una limitazione o alla perdita

Dettagli

L Operatore Locale di Progetto OLP

L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto CHI E? Qualcuno piu esperto del volontario, con il quale stabilisce un rapporto da apprendista a maestro, dal quale imparera, sara seguito,

Dettagli