Allineamento Elettronico Archivi - A.E.A. CBI - Standard tecnici

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Allineamento Elettronico Archivi - A.E.A. CBI - Standard tecnici"

Transcript

1 Riferimenti Oggetto: Documento: : v. Pagine 64 Nome File: _6_10 Ultimo aggiornamento: creazione: Autore: Consorzio CBI Revisore: GdL Standard Il contenuto del presente documento costituisce materiale sottoposto alla disciplina del marchio CBI.

2 2/64 Aggiornamenti e revisioni ELENCO DELLE MODIFICHE APPORTATE ALLE PRECEDENTI RELEASE (Release maggio 2013) Le modifiche al documento relative alla versione precedete sono evidenziate tramite la modalità revisione. Ver. Entrata in vigore Comunicazio ne CBI mag 2005 Circolare 1/2005 AEA Funzione Paragrafo Titolo Paragrafo Descrizione modifica Flussi da 3.9 Tipo record Inserimento campo paese (44-45) e a 12 check digit (46 47) per consentire l utilizzo delle coordinate IBAN Flussi da 3.9 Tipo record Modifica descrizione campo Conto debitore 12 (80 91) per consentire l acquisizione a dell autorizzazione tramite la carta PagoBancomat Flussi da a 3.12 Tipo record 45 Flussi da a 3.13 Tipo record 50 Flussi da a Flussi da a Tipo record 70 per causale Inserimento campo paese (55-56), check digit (57-58) e CIN della coordinata bancaria (59) per consentire l utilizzo delle coordinate IBAN Modifica descrizione campo riferimenti originari (11-100) (eliminazione del fatto che il campo è obbligatorio solo per la causale 90310) ed inserimento del controllo F Cambiamento descrizione campo codice divisa (97) ed inserimento specifiche di quando il campo deve essere assente 3.14 Tipo record Inserimento campo autorizzazione 70 per ( ) causale Inserimento causale 90600, Diniego per mancata risposta da parte della banca domiciliataria 4.10 Tipo record 12 Inserimento campo paese (44-45) e check digit (46 47) per consentire l utilizzo delle coordinate IBAN Tipo record Va controllato che il campo codifica fiscale

3 3/ mag 2005 Messaggio Rete lug 2005 Messaggio Rete Ver. Entrata in vigore 18/01/ aprile 2006 Comunicazio ne CBI Circolare 1/2006 AEA 30 (85-100) del sottoscrittore del modulo sia valorizzato con 16 caratteri 4.13 Tipo record 45 Inserimento campo paese (55-56), check digit (57-58) e CIN della coordinata bancaria (59) per consentire l utilizzo delle coordinate IBAN 4.15 Tipo record Inserimento valore 4 nel campo flag di 70 per storno (96) causale Flussi da a 3.13 Tipo record 50 AEA Flussi da a 3.12 Tipo record Tipo record 45 Eliminazione modifica intervenuta sul campo riferimenti originari (11-100) (reinserimento dell obbligatorietà del campo per la causale 90310) Inserimento controllo N sui campi paese (55-56), check digit (57-58) e CIN della coordinata bancaria (59) Inserimento controllo N sui campi paese (55-56), check digit (57-58) e CIN della coordinata bancaria (59) Flussi da 3.10 Tipo record Nessun controllo sul campo codifica fiscale a 30 (85-100) per le disposizioni destinate a banca domiciliataria di S. Marino Flussi da a Flussi da a AEA 3.14 Tipo record Cambiamento regole di obbligatorietà del 70 per campo codice divisa (97) causale Tipo record Cambiamento regole di obbligatorietà del 70 per campo codice divisa (97) causale Funzione Paragrafo Titolo Paragrafo Descrizione modifica Flussi da 3.9 Introduzione nuova causale 90740, valida per un periodo di tempo limitato, da a utilizzare per l adeguamento delle deleghe alla non opponibilità relative ai rapporti dei clienti di una determinata categoria di società Flussi da 3.14 Tipo record Controllo N sul campo codice divisa (97)

4 4/64 Ver. Entrata in vigore luglio 2006 Ver. Entrata in vigore Avvio servizio Porting Comunicazio ne CBI Messaggio di AEA Rete del Comunicazio ne CBI Circolare 7/2006 a 70 per causale Flussi da 3.15 Tipo record Inserimento apposita integrazione 70 per chiarificatoria nella nota a piè di pagina a causale Utilizzo della causale per comunicare lo storno della richiesta dell di adeguamento deleghe alla non opponibilità 4.11 Tipo record Tipo record Tipo record 30 Controllo da V a N sul campo check digit (pos ) e obbligatorietà e controllo di validità del campo per le causali: 90210, 90212, Controllo da V a N sul campo Fiscale sottoscrittore del modulo (pos ) Controllo da V a N sul campo fiscale titolare del conto (pos ) 4.16 Tipo record Controllo N sul campo codice divisa (97) 70 per causale Tipo record Inserimento apposita integrazione 70 per chiarificatoria nella nota a piè di pagina causale Funzione Paragrafo Titolo Paragrafo Descrizione modifica Flussi da 3.10 Tipo record Inserimento di nuovi codici ABI per cui non a 30 è previsto alcun controllo sul campo codifica fiscale (85-100) Funzione Paragrafo Titolo Paragrafo Descrizione modifica Inserimento dei riferimenti alla Nuova Architettura CBI ed in particolare al Directory (cfr. documento DIRECTORY-MO-001). Eliminazione dei riferimenti al precedente modello operativo del Servizio CBI. Flussi da 3.10 Tipo record12 Inserimento precisazione relativa al controllo sul campo codice paese (pos. 44-

5 5/64 Ver. Entrata in vigore febbraio 2007 Comunicazio ne CBI Circolare 8/2006 a 4.11 Tipo record12 Funzione Paragrafo Titolo Paragrafo 2.2 Modalità di adesione dell' 4.6 Variazione delle coordinate bancarie addebito di 45) Inserimento precisazione relativa al controllo sul campo codice paese (pos ) Descrizione modifica Aggiornamento tabelle con l inserimento delle nuove causali 90830, 90840, Inserimento nuova causale Dinieghi e Inserimento nuova causale storni effettuati dalla Domiciliatar ia 4.9 Storno della richiesta dell' Variazione delle coordinate d di 4.11 Tipo record Tipo record Tipo record Tipo record Tipo record 45 Inserimento nuova causale Obbligatorietà campo paese per causale 90830, 90212, 90430, Obbligatorietà campo check digit per causale Obbligatorietà CAB conto di addebito (11-15) per causale Obbligatorietà conto di addebito (11-15) per causale Obbligatorietà codice individuale vecchio (28-43) per causale 90840

6 6/64 Ver. Entrata in vigore Comunicazio ne CBI ott 2007 Circolare 6/2007 Ver. Entrata in vigore gennaio 2008 Comunicazio ne CBI Circolare 9/ Tipo record Tipo record Tipo record 45 Funzione Paragrafo Titolo Paragrafo Flussi da a 3.11 Tipo record 12 Obbligatorietà codice azienda (44-48) per causale Obbligatorietà tipo codice individuale (49) per causale Obbligatorietà codice ABI (50-54) per causale Descrizione modifica Eliminazione refuso: il controllo sul campo CIN Coordinate rie (pos. 69) è di tipo F 5 Appendice A Inserimento Appendice A - Funzione Allineamento Elettronico Archivi IBAN 6 Appendice H Inserimento Appendice H - Funzione Allineamento Elettronico Archivi IBAN Funzione Paragrafo Titolo Paragrafo Flussi da a 3.10 Tipo record Tipo record Tipo record 12 Descrizione modifica Il campo CIN Coordinate rie (pos. 69) diventa obbligatorio per la causale Il campo Paese (pos ) diventa obbligatorio per la causale Il campo check digit (pos ) diventa obbligatorio per la causale Al fine di allineare le presenti specifiche tecniche ai corrispondenti standard interbancari, si eliminano le istruzioni per la gestione della domiciliazione tramite carta PagoBancomat: Flussi da a 3.15 Tipo record Eliminazione campo autorizzazione 70 per ( ) causale Flussi da 3.10 Tipo record Modifica descrizione campo Conto debitore 12 (80 91) per consentire l acquisizione a dell autorizzazione PagoBancomat tramite la carta

7 7/64 Ver. Entrata in vigore giugno 2008 Comunicazio ne CBI Messaggio Rete Funzione Paragrafo Titolo Paragrafo Descrizione modifica Nessun nuovo controllo. Procrastinamento della data di entrata in vigore delle ultime modifiche precedentemente comunicate mediante la Circolare 9/2007 (segnate in neretto) alla data del 3 giugno Ver. Entrata in vigore 27/05/ 2010 Comunicazio ne CBI lug 2010 Messaggio di rete Funzione Paragrafo Titolo Paragrafo Adeguamenti PSD Descrizione modifica Flussi da 3.07 Storno della Inserita causale Storno della revoca e comunicazione di autorizzazione ricevuta a della dalla banca per flag storno non accettabile. comunicazio ne di autorizzazio ne ricevuta dalla banca 3.15 Record 70 Per i campi da pos.27 a pos. 95 eliminata la per causale frase Obbligatoriamente assente nel caso in cui il codice presente nel record 12 della disposizione (pos. da 92 a 96), sia abilitato ad effettuare richieste d incasso della tipologia RID Utenze 3.15 Record 70 Campo a pos (importo prefissato) per causale aggiunto controllo: se Flag Facoltà di storno (pos. 96) = 9 il campo è obbligatoriamente presente Record 70 Campo a pos 96 (flag facoltà di storno): per causale modificate valorizzazioni e definizioni delle valorizzazioni 4.8 Dinieghi e Inserita causale Diniego alla storni della richiesta di autorizzazione all addebito in banca conto per flag storno non accettabile domicialiatar ia 4.16 Record 70 Per i campi da pos.27 a pos. 95 eliminata la per causale frase Obbligatoriamente assente nel caso in cui il codice presente nel record 12 della disposizione (pos. da 92 a 96), sia abilitato ad effettuare richieste d incasso della tipologia RID Utenze 4.16 Record 70 Campo a pos (importo prefissato) per causale aggiunto controllo: se Flag Facoltà di storno (pos. 96) = 9 il campo è obbligatoriamente presente Record 70 Campo a pos 96 (flag facoltà di storno): per causale modificate valorizzazioni e definizioni delle valorizzazioni

8 8/64 27/05/ /06/ /07/ /10/ lug 2010 Aggiornamenti ordinari Flussi da 3.9 Eliminata causale 90740, valida per un periodo di tempo limitato, era da utilizzare a per l adeguamento delle deleghe alla non opponibilità relative ai rapporti dei clienti di una determinata categoria di società 4.10 Eliminato il paragrafo relativo all utilizzo della causale come storno della causale 90740, valida per un periodo di tempo limitato, era da utilizzare per l adeguamento delle deleghe alla non opponibilità relative ai rapporti dei clienti di una determinata categoria di società 4.11 Record 12 Campo a pos (data creazione disposizione) inserito controllo formale secondo quanto indicato in procedura ICI AEA Record 12 Campo Ceck Digit (pos ) inserito controllo formale secondo quanto indicato in procedura ICI AEA Record 12 Campo CIN(pos. 69) reso obbligatorio per coerenza con controlli con altre coordinate bancarie di addebito lug 2010 Correzione refusi Flussi da 3.15 Record 70 Corretta tipologia controllo su campo a pos. per causale (importo prefissato) a Record 50 Corretto refuso con riferimento alla causale e relativo controllo Record 70 Corretta tipologia controllo su campo a pos. per causale (importo prefissato) lug 2010 Correzione refusi ott 2010 Messaggio di Rete /06/ nov 2012 Messaggio di 4.11 Record 12 Corretto disallineamento del campo CIN rispetto ai tracciati AEA interbancari 4.16 Record 70 Nuova struttura del record per inserimento per causale campo flag facoltà di storno 90316

9 9/ /06/2 013 Rete ott 2013 messaggio di rete del 13 giugno 2013 Flussi da 3.5 Richiesta Nuova causale informazioni a deleghe per migrazione a SDD Flussi da a Flussi da a Flussi da a 3.10 Record 12 Causale 91211: Coordinate conto addebito facoltative 3.16 Record 70 Cod. riferimento obbligatorio per causale Comunicazio Nuova causale ne informazioni deleghe per migrazione a SDD 4.11 Diniego comunicazio ne informazioni deleghe per Nuova causale migrazione a SDD 4.12 Record 12 Modifiche su IBAN addebito per causali e Record 70 Inserito in modalità facoltativa flag classificazione conto per causale Record 70 Nuova struttura del record per causale Record 70 Nuova struttura del record per causale Premessa Inserito chiarimento relativo alle presentazioni da regolare su canale SEPA 3.1 Struttura e contenuto dei flussi 3.4 Richiesta di autorizzazio ne all addebito in conto acquisita dall 3.6 Revoche dell autorizz azione all addebito Inserito chiarimento relativo alle presentazioni da regolare su canale SEPA Inserito nuovo tipo record XX nella struttura della disposizione Inserito nuovo tipo record XX nella struttura della disposizione

10 10/64 Flussi da 3.7 Variazione coordinate a d azienda Inserito il tipo record 30 e il nuovo tipo record XX nella struttura della disposizione Flussi da 3.8 Storno della Inseriti tipi record 30,40 e il nuovo tipo revoca e record XX nella struttura della disposizione a della comunicazio ne d autorizzazi one ricevuta dalla d Allineame nto Flussi da a Flussi da a 3.9 Storno della variazione delle coordinate bancarie 3.10 Struttura del record codice fisso 12 Inseriti tipi record 30,40 e il nuovo tipo record XX nella struttura della disposizione Inseriti nuovi campi tipo mandato (pos ) e tipo incasso (pos ). Inserite inoltre nuove regole di obbligatorietà sui campi CIN, codice paese e check digit Flussi da 3.11 Struttura del Inserita nota relativa alle regole di presenza record del campo codice fiscale a codice fisso 30 Flussi da 3.15 Struttura del Inserito nuovo campo data sottoscrizione record (pos ) a codice fisso 70 per la causale Flussi da a 3.17 Struttura del record codice fisso XX 4.1 Struttura e contenuto dei flussi Inserito nuovo tipo record finalizzato al completamento dei dati minimi per presentazioni da regolare su canale SEPA Inserito chiarimento relativo alle presentazioni da regolare su canale SEPA 4.4 Comunicazio Inserito nuovo tipo record XX nella struttura ne di della disposizione autorizzazio ne all addebito in conto acquisita dalla Domiciliatari a 4.5 Revoche dell autorizz Inserito nuovo tipo record XX nella struttura della disposizione

11 11/64 azione all addebito in conto 4.6 Variazione coordinate bancarie addebito di Inserito il tipo record 30 e il nuovo tipo record XX nella struttura della disposizione 4.7 Accettazione Inseriti tipi record 30,40 e il nuovo tipo della record XX nella struttura della disposizione Richiesta di autorizzazio ne all addebito in conto 4.8 Dinieghi e storni effettuati dalla Domiciliatari a 4.8 Dinieghi e storni effettuati dalla Domiciliatari a 4.9 Storno della richiesta dell Variazione delle coordinate d di 4.12 Struttura del record codice fisso 12 Inserita nota relativa alla causale e alla sua presentazione per richiesta allineamento SEDA. Modificata la struttura della disposizione: inseriti tipi record 30,40 e il nuovo tipo record XX Inserita la una nuova causale 99999, utilizzabile nella sola tratta CBI, atta a consentire il diniego alla richiesta di conversione in SEDA da parte della di Allineamento/ Passiva CBI. È stato altresì modificato il titolo del paragrafo in Dinieghi e storni effettuati dalla Domiciliataria/Allineamento. Inserita nota relativa alla causale e alla sua presentazione per richiesta allineamento SEDA Inseriti nuovi campi tipo mandato (pos ) e tipo incasso (pos ). Inserite inoltre nuove regole di obbligatorietà sui campi CIN, codice paese e check digit 4.13 Struttura del Inserita nota relativa alle regole di presenza record del campo codice fiscale codice fisso Struttura del record codice fisso 45 Inserito nuove precisazioni in merito all obbligatorietà dei campi relativi alle Coordinate d azienda da variare (pos ) 4.17 Struttura del Inserito nuovo campo data sottoscrizione record (pos ) codice fisso 70 per la causale

12 12/ Struttura del record codice fisso XX Inserito nuovo tipo record finalizzato al completamento dei dati minimi per presentazioni da regolare su canale SEPA 7 Appendice I Inserita tabella con le relazioni tra causali A.E.A. e messaggi SEDA

13 13/64 Indice dei contenuti 1 PREMESSA FUNZIONE ALLINEAMENTO ELETTRONICO ARCHIVI R.I.D Soggetti Modalità di adesione dell SEZIONE I: FLUSSI DA AZIENDA CLIENTE A BANCA D ALLINEAMENTO Struttura e contenuto dei flussi Struttura del record di testa codice fisso AL Struttura del record di coda codice fisso EF Richiesta di autorizzazione all addebito in conto acquisita dall Richiesta informazioni deleghe per migrazione a SEPA Direct Debit Revoche dell autorizzazione all addebito Variazione coordinate d Storno della revoca e della comunicazione d autorizzazione ricevuta dalla Storno della variazione delle coordinate bancarie Struttura del record codice fisso Struttura del record codice fisso Struttura del record codice fisso Struttura del record codice fisso Struttura del record codice fisso Struttura del record codice fisso 70 per la causale Struttura del record codice fisso 70 per le altre causali Struttura del record codice fisso XX SEZIONE II: FLUSSI DA BANCA D ALLINEAMENTO AD AZIENDA CLIENTE Struttura e contenuto dei flussi... 37

14 14/ Struttura del record di testa codice fisso AL Struttura del record di coda codice fisso EF Comunicazione di autorizzazione all addebito in conto acquisita dalla Domiciliataria Revoche dell Autorizzazione all addebito in conto Variazione delle coordinate rie di addebito Accettazione della Richiesta di autorizzazione all addebito in conto Diniego per mancata risposta da parte della banca domiciliataria Dinieghi e storni effettuati dalla Domiciliataria Storno della richiesta dell di Variazione delle coordinate d Comunicazione informazioni deleghe per migrazioni a SEPA Direct Debit Diniego alla comunicazione informazioni deleghe per migrazioni a SEPA Direct Debit Struttura del record codice fisso Struttura del record codice fisso Struttura del record codice fisso Struttura del record codice fisso Struttura del record codice fisso Struttura del record codice fisso 70 per causale Struttura del record codice fisso 70 per causale Struttura del record codice fisso 70 per causale Struttura del record codice fisso 70 per causale Struttura del record - codice fisso 70 per altre causali Struttura del record codice fisso XX APPENDICE A: FUNZIONE ALLINEAMENTO ELETTRONICO ARCHIVI - IBAN Introduzione Struttura del record di testa - codice fisso AL Struttura del record di coda - codice fisso EF Flussi da a - Messaggio di richiesta Struttura del record - codice fisso

15 15/ Struttura del record - codice fisso Struttura del record - codice fisso Messaggi di risposta Accettazione della richiesta di allineamento IBAN (causale 90713) Comunicazione di mancato allineamento IBAN (causale 90721) Struttura del record - codice fisso Struttura del record - codice fisso 70 per le causali e APPENDICE H: TABELLA ESITI FUNZIONE ALLINEAMENTO ELETTRONICO ARCHIVI IBAN APPENDICE I: CAUSALI A.E.A. E CORRISPETTIVI MESSAGGI SEDA... 64

16 16/64 1 Premessa Il presente documento, che definisce gli standard tecnici dei flussi relativi alla funzione Allineamento Elettronico Archivi, è suddiviso in due sezioni: Sezione I: flussi da a ; Sezione II: flussi da. In particolare sono trattate le specifiche relative a: Flussi da a - Richiesta di autorizzazione all addebito in conto acquisita dall - Revoche dell autorizzazione all addebito - Variazione coordinate d - Storno della revoca ricevuta dalla - Storno della comunicazione d autorizzazione ricevuta dalla - Storno della comunicazione d autorizzazione ricevuta dalla per Flag storno non accettabile - Storno della variazione delle coordinate bancarie. - Richiesta informazioni deleghe per migrazione a SEPA Direct Debit - Comunicazione di autorizzazione all addebito in conto acquisita dalla Domiciliataria - Revoche dell Autorizzazione all addebito in conto - Variazione delle coordinate rie di addebito - Accettazione della Richiesta di autorizzazione all addebito in conto - Dinieghi e storni effettuati dalla Domiciliataria - Storno della richiesta dell di Variazione delle coordinate d - Comunicazione informazioni deleghe per migrazioni a SEPA Direct Debit - Diniego alla comunicazione informazioni deleghe per migrazioni a SEPA Direct Debit Nell ambito delle attività di migrazione alla SEPA, si sottolinea che le presentazioni A.E.A. dovranno contenere disposizioni omogenee in base al canale di regolamento cui sono destinate. Le richieste di allineamento A.E.A. siano esse inizializzate dal cliente o dalla banca - destinate al canale SEPA, ossia mediante procedura SEDA (SEPA Electronic Alignment), dovranno essere caratterizzate da uno specifico tipo record XX (descritto in dettaglio nelle successive sezioni). Contrariamente nel caso di utilizzo della procedura interbancaria AEA, il tipo record richiamato poc anzi dovrà essere obbligatoriamente assente. Per una visione d insieme circa la relazione logica che intercorre tra le causali A.E.A e i corrispondenti messaggi SEDA, si faccia riferimento alla tabella presente nell appendice del paragrafo 7. Per quanto riguarda i profili normativi che regolano la funzione, nonché gli aspetti attinenti al funzionamento delle infrastrutture tecnologiche e delle applicazioni ad esse correlate, si rimanda a quanto emanato in materia dai competenti organismi. Si richiama, per quanto concerne le regole di rappresentazione e composizione dei flussi che sono scambiati nell ambito del servizio Corporate Banking Interbancario CBI, la consultazione del documento CBI-STD-

17 17/64 001, il quale deve essere preso a riferimento da tutti i documenti che descrivono le varie funzioni attive in CBI ed all interno dei quali, peraltro, possono essere presenti eventuale eccezioni o particolarità

18 18/64 2 Funzione Allineamento Elettronico Archivi R.I.D. 2.1 Soggetti E il Soggetto creditore che si avvale della procedura Allineamento Elettronico Archivi per trasmettere/ricevere, per il tramite della, alla/dalla Domiciliataria, le informazioni relative alle autorizzazioni all addebito in conto rilasciate da un proprio cliente debitore. d allineamento Assuntrice di disposizioni d incasso RID per mezzo della quale l : inoltra le richieste di autorizzazione all addebito in conto, le revoche delle richieste di autorizzazione all addebito in conto e le variazioni coordinate d alla Domiciliataria; riceve il flusso elettronico per il perfezionamento dell autorizzazione all addebito in conto, le richieste di autorizzazione all addebito in conto le variazioni coordinate del debitore le revoche delle richieste di autorizzazione all addebito in conto dalla Domiciliataria. Domiciliataria E la presso la quale è intrattenuto il conto corrente d addebito. Debitore E il soggetto titolare del conto da addebitare. Sottoscrittore E il soggetto che sottoscrive il modulo RID; coincide con il soggetto titolare del conto (debitore) ovvero con il soggetto autorizzato ad operare sul conto. 2.2 Modalità di adesione dell La procedura permette di trattare le autorizzazioni all addebito in conto rilasciate dal debitore sia presso la propria Domiciliataria, sia presso il creditore, lasciando alle Aziende, quindi, la scelta tra le tre seguenti opzioni: Procedura con modalità esclusivamente ad iniziativa dell Procedura con modalità sia iniziativa, sia Procedura con modalità esclusivamente ad iniziativa Detta scelta, che dovrà essere comunicata dall alla, impegna l a gestire, a fronte della modalità di adesione prescelta, le disposizioni contraddistinte dalle causali elencate nelle tabelle di seguito riportate:

19 19/64 Modalità iniziativa Modalità iniziativa azienda cliente Richiesta di autorizzazione all addebito in conto Flusso di andata Flusso di risposta Causale Descrizione Effettuata da Causale Descrizione Effettuata da Richiesta di autorizzazione all addebito in conto Accettazione della richiesta di autorizzazione acquisita dall azienda cliente all addebito in conto acquisita dall azienda cliente Richiesta di autorizzazione all addebito in conto acquisita dall azienda cliente Richiesta di autorizzazione all addebito in conto acquisita dall azienda cliente Richiesta di autorizzazione all addebito in conto acquisita dall azienda cliente Richiesta di autorizzazione all addebito in conto acquisita dall azienda cliente Richiesta di autorizzazione all addebito in conto acquisita dall azienda cliente Richiesta di autorizzazione all addebito in conto acquisita dall azienda cliente Diniego alla richiesta di autorizzazione all addebito in conto acquisita dall azienda cliente Diniego alla richiesta di autorizzazione all addebito in conto acquisita dall azienda cliente per CAB errato Diniego alla richiesta di autorizzazione all addebito in conto acquisita dall azienda cliente per n. conto corrente errato Diniego alla richiesta di autorizzazione all addebito in conto acquisita dall azienda cliente perché il sottoscrittore non può trarre sul conto corrente indicato Storno della richiesta di autorizzazione all addebito in conto acquisita dall azienda cliente per delega già presente in archivio Diniego alla Richiesta di autorizzazione all addebito in conto per Flag di storno non accettabile Revoche e proposte di revoche dell autorizzazione all addebito in conto Flusso di andata Flusso di risposta Causale Descrizione Effettuata da Causale Descrizione Effettuata da Revoca dell autorizzazione all addebito su Storno della revoca dell autorizzazione all addebito iniziativa del sottoscrittore su iniziativa del sottoscrittore 19

20 20/ Revoca dell autorizzazione all addebito su iniziativa del sottoscrittore Proposta di revoca dell autorizzazione all addebito su iniziativa dell azienda Proposta di revoca dell autorizzazione all addebito su iniziativa dell azienda Proposta di revoca dell autorizzazione all addebito per cessazione del contratto Revoca dell autorizzazione all addebito su iniziativa della banca Revoca dell autorizzazione all addebito su iniziativa dell intestatario del conto di addebito Storno della richiesta di revoca per trasferimento deleghe Storno della proposta di revoca dell autorizzazione all addebito su iniziativa dell azienda Storno della proposta di revoca per trasferimento deleghe Storno della proposta di revoca per cessazione del contratto comunicata dall azienda Storno della revoca Storno della revoca Variazione di coordinate Flusso di andata Flusso di risposta Causale Descrizione Effettuata da Causale Descrizione Effettuata da Variazione delle coordinate bancarie del Storno della variazione delle coordinate bancarie sottoscrittore Variazione delle coordinate d azienda Storno della richiesta dell azienda di variazione delle coordinate Variazione delle coordinate d azienda Storno della richiesta dell di Variazione delle coordinate per trasferimento domiciliazione in corso Variazione delle coordinate rie a seguito Storno della variazione delle coordinate bancarie della trasferibilità

21 21/64 Modalità iniziativa Modalità iniziativa Richiesta di autorizzazione all addebito in conto Flusso di andata Flusso di risposta Causale Descrizione Effettuata da Causale Descrizione Effettuata da Comunicazione di autorizzazione all addebito in conto su richiesta diretta del cliente sottoscrittore Storno della comunicazione di autorizzazione ricevuta dalla banca domiciliata ria per flag storno Comunicazione di autorizzazione all addebito in conto su richiesta diretta del cliente sottoscrittore non accettabile Storno della comunicazione di autorizzazione ricevuta dalla banca domiciliataria Revoche e proposte di revoche dell autorizzazione all addebito in conto Flusso di andata Flusso di risposta Causale Descrizione Effettuata da Causale Descrizione Effettuata da Revoca dell autorizzazione all addebito su Storno della revoca dell autorizzazione all addebito iniziativa del sottoscrittore su iniziativa del sottoscrittore Revoca dell autorizzazione all addebito su iniziativa del sottoscrittore Proposta di revoca dell autorizzazione all addebito su iniziativa dell azienda Proposta di revoca dell autorizzazione all addebito su iniziativa dell azienda Proposta di revoca dell autorizzazione all addebito per cessazione del contratto Revoca dell autorizzazione all addebito su iniziativa della banca Revoca dell autorizzazione all addebito su iniziativa dell intestatario del conto di addebito Flusso di andata Variazione di coordinate Storno della richiesta di revoca per trasferimento deleghe Storno della proposta di revoca dell autorizzazione all addebito su iniziativa dell azienda Storno della proposta di revoca per trasferimento deleghe Storno della proposta di revoca per cessazione del contratto comunicata dall azienda Storno della revoca Storno della revoca Flusso di risposta 21

22 22/64 Causale Descrizione Effettuata da Causale Descrizione Effettuata da Variazione delle coordinate bancarie del Storno della variazione delle coordinate bancarie sottoscrittore Variazione delle coordinate d azienda Variazione delle coordinate d azienda Variazione delle coordinate rie a seguito della trasferibilità Storno della richiesta dell azienda di variazione delle coordinate Storno della richiesta dell di Variazione delle coordinate per trasferimento domiciliazione in corso Storno della variazione delle coordinate bancarie 22

Rapporti Interbancari Diretti - R.I.D. CBI - Standard tecnici

Rapporti Interbancari Diretti - R.I.D. CBI - Standard tecnici Riferimenti Oggetto: Documento: : v. Nome File: 6_05 Ultimo aggiornamento: 14-07-2010 creazione: 31-01-2005 Autore: Segreteria Tecnica Revisore: D.ssa Liliana Fratini Passi Il contenuto del presente documento

Dettagli

Rapporti Interbancari Diretti - R.I.D. CBI - Standard tecnici

Rapporti Interbancari Diretti - R.I.D. CBI - Standard tecnici Riferimenti Oggetto: Documento: : v. Pagine 39 Nome File: 6_09 Ultimo aggiornamento: creazione: 31-01-2005 Autore: Consorzio CBI Revisore: GdL Standard Il contenuto del presente documento costituisce materiale

Dettagli

CONVERSIONE AEA - SEDA

CONVERSIONE AEA - SEDA CONVERSIONE AEA - SEDA Regole per impostare il tracciato arricchito CBI 1. Premessa 2. Attività propedeutiche 3. Modalità di conversione 4. Sezione I : flussi da Azienda Cliente a Banca di Allineamento

Dettagli

Ricevute Bancarie - Ri.Ba. CBI - Standard tecnici

Ricevute Bancarie - Ri.Ba. CBI - Standard tecnici Riferimenti Oggetto: Documento: CBI-ICI-001 : v. Pagine 20 Nome File: 5_01.doc Ultimo aggiornamento: 08-04-2005 creazione: 31-01-2005 Autore: Segreteria Tecnica Revisore: D.ssa Liliana Fratini Passi Il

Dettagli

SEPA PUNTO DELLA SITUAZIONE. Sepa Direct Debit (SDD) Date

SEPA PUNTO DELLA SITUAZIONE. Sepa Direct Debit (SDD) Date SEPA PUNTO DELLA SITUAZIONE Sepa Direct Debit (SDD) Date Dal 1/09/13: - Da questa data non sarà più possibile presentare gli odierni RID con data scadenza oltre il 31/01/014. Per effetti con scadenza successiva

Dettagli

Pagamenti - Bonifici CBI - Standard tecnici

Pagamenti - Bonifici CBI - Standard tecnici Riferimenti Oggetto: Documento: : v. 6_17 Pagine 4643 Nome File: _6_17.doc Ultimo aggiornamento: 07-05-2015 Data creazione: 31-01-2005 Autore: Consorzio CBI Revisore: GdL Standard Il contenuto del presente

Dettagli

CONVERSIONE RID >> SDD Regole per impostare il tracciato arricchito CBI

CONVERSIONE RID >> SDD Regole per impostare il tracciato arricchito CBI CONVERSIONE RID >> SDD Regole per impostare il tracciato arricchito CBI Attività propedeutiche all utilizzo del convertitore Limite di utilizzo Premessa Le novità sul tracciato Record di testa IR Record

Dettagli

AOS SEDA (SEPA Compliant Electronic Database Alignment)

AOS SEDA (SEPA Compliant Electronic Database Alignment) AOS SEDA (SEPA Compliant Electronic Database Alignment) 1 Obiettivo Gli Schemi SEPA Direct Debit (SDD) Core e B2B definiti dall EPC consentono di addebitare in modo automatico il conto del Debitore sulla

Dettagli

Sezione II - Area Incassi

Sezione II - Area Incassi http://www.acbi.it Riferimenti Oggetto: Modello Documento: Nome File: Normal.dot Rel. -.doc : v. Pagine 88 Ultimo aggiornamento: 20/12/2002 15.00.00 creazione: 08/02/2002 Autore: Revisore: Segreteria Tecnica

Dettagli

Pagamenti - Bonifici CBI - Standard tecnici

Pagamenti - Bonifici CBI - Standard tecnici Riferimenti Oggetto: Documento: : v. 6_13 Pagine 44 Nome File: _6_13 Ultimo aggiornamento: 18-04-2013 Data creazione: 31-01-2005 Autore: Consorzio CBI Revisore: GdL Standard Il contenuto del presente documento

Dettagli

Le riposte Creval: dove la Banca può essere d aiuto. Raffaella Cristini Responsabile Direzione Prodotti Credito Valtellinese

Le riposte Creval: dove la Banca può essere d aiuto. Raffaella Cristini Responsabile Direzione Prodotti Credito Valtellinese Le riposte Creval: dove la Banca può essere d aiuto Raffaella Cristini Responsabile Direzione Prodotti Credito Valtellinese Indice del documento 1. Sepa End Date: key points 2. Le risposte CREVAL 3. I

Dettagli

Sommario. Pag. - 1 - Rev. 1 del 16/12/2013

Sommario. Pag. - 1 - Rev. 1 del 16/12/2013 Sommario 1. INTRODUZIONE GESTIONE SDD (SEPA Direct Debit)... - 2-2. DATI RID/SDD IN ANAGRAFICA CLIENTI... - 4-3. DATI SDD IN ANAGRAFICA BANCHE... - 6-4. GESTIONE ARCHIVIO EFFETTI... - 8-5. PRESENTAZIONE

Dettagli

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.2.2 Avvertenza Principali novità introdotte

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.2.2 Avvertenza Principali novità introdotte Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.2.2 Avvertenza In questo documento sono contenute informazioni tecniche riservate ai distributori ZUCCHETTI. Tali informazioni sono ad uso esclusivo del destinatario della

Dettagli

Il percorso di migrazione alla SEPA degli strumenti di addebito diretto RID. Reggio nell Emilia, 25 Settembre 2013

Il percorso di migrazione alla SEPA degli strumenti di addebito diretto RID. Reggio nell Emilia, 25 Settembre 2013 Il percorso di migrazione alla SEPA degli strumenti di addebito diretto RID. Reggio nell Emilia, 25 Settembre 2013 1 L area unica dei pagamenti in euro Le tappe di un percorso Inserire testo 01/01/2002

Dettagli

Se il Creditore non possiede tali informazioni o ha il dubbio di non avere nei propri archivi i dati aggiornati ha due possibilità:

Se il Creditore non possiede tali informazioni o ha il dubbio di non avere nei propri archivi i dati aggiornati ha due possibilità: Istruzioni Operative ADDEBITI DIRETTI SEPA RECUPERARE L'IBAN DI ADDEBITO DELLA PROPRIA CLIENTELA La prima condizione indispensabile affinché il Creditore possa gestire Addebiti Diretti SEPA è che disponga

Dettagli

PIANO PENSIONISTICO INDIVIDUALE DI TIPO ASSICURATIVO FONDO PENSIONE (ISCRITTO ALL ALBO COVIP CON IL N. 5005) COGNOME NOME SESSO LAVORATORE DIPENDENTE

PIANO PENSIONISTICO INDIVIDUALE DI TIPO ASSICURATIVO FONDO PENSIONE (ISCRITTO ALL ALBO COVIP CON IL N. 5005) COGNOME NOME SESSO LAVORATORE DIPENDENTE PIANO PENSIONISTICO INDIVIDUALE DI TIPO ASSICURATIVO FONDO PENSIONE (ISCRITTO ALL ALBO COVIP CON IL N. 5005) MODULO DI ADESIONE N.. QUESTO MODULO DI ADESIONE È PARTE INTEGRANTE E NECESSARIA DELLA NOTA

Dettagli

Bonifici e Incassi COSA CAMBIA PER LE IMPRESE CON LA NUOVA DIRETTIVA SUI SERVIZI DI PAGAMENTO BONIFICI INCASSI

Bonifici e Incassi COSA CAMBIA PER LE IMPRESE CON LA NUOVA DIRETTIVA SUI SERVIZI DI PAGAMENTO BONIFICI INCASSI Bonifici e Incassi COSA CAMBIA PER LE IMPRESE CON LA NUOVA DIRETTIVA SUI SERVIZI DI PAGAMENTO BONIFICI INCASSI guida_psd_impresa_def.indd 1 11/06/10 10.51 Indice I BONIFICI: cosa cambia 1 Ricezione ed

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del provvedimento, Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del provvedimento, Dispone: Prot. RU n.75159 del 30.5.2014 Comunicazione dei dati relativi ai pagamenti effettuati a mezzo bonifico per interventi di recupero del patrimonio edilizio ai fini della detrazione di cui all'articolo 1,

Dettagli

Nuovi standard SEPA per i pagamenti

Nuovi standard SEPA per i pagamenti Area Amministrativa e Finanziaria Nuovi standard SEPA per i pagamenti (versione B) - 7 Gennaio 2014 Come anticipato con la ns. comunicazione dello scorso luglio 2013 relativa all introduzione dei nuovi

Dettagli

SEPA Single Euro Payments Area. Impatti generali del passaggio alla SEPA

SEPA Single Euro Payments Area. Impatti generali del passaggio alla SEPA SEPA Single Euro Payments Area Impatti generali del passaggio alla SEPA Il passaggio alla SEPA comporta impatti sui processi o sui sistemi della mia azienda? Dal punto di vista dei processi, gli impatti

Dettagli

R.I.D. AUTORIZZAZIONE PERMANENTE DI ADDEBITO IN C/C

R.I.D. AUTORIZZAZIONE PERMANENTE DI ADDEBITO IN C/C 14/03/2012 R.I.D. AUTORIZZAZIONE PERMANENTE DI ADDEBITO IN C/C Azienda creditrice Banca Agenzia Banca del debitore Coordinate dell'azienda creditrice (1) Coordinate bancarie del conto corrente da addebitare

Dettagli

ADDEBITO DIRETTO SEPA (SDD- SEPA DIRECT DEBIT)

ADDEBITO DIRETTO SEPA (SDD- SEPA DIRECT DEBIT) Gentile cliente, facciamo riferimento alle nostre precedenti comunicazioni di recepimento della Direttiva Europea sui Servizi di Pagamento (P.S.D. Payment Services Directive) per segnalarle che la Banca

Dettagli

Pagamenti - Bonifici CBI - Standard tecnici

Pagamenti - Bonifici CBI - Standard tecnici Riferimenti Oggetto: Documento: : v. 6_00 Pagine 35 Nome File: 6_00 Ultimo aggiornamento: 28-07-2006 creazione: 31-01-2005 Autore: Segreteria Tecnica Revisore: D.ssa Liliana Fratini Passi Il contenuto

Dettagli

SEPA Single Euro Payments Area. Introduzione al SEPA Direct Debit

SEPA Single Euro Payments Area. Introduzione al SEPA Direct Debit SEPA Single Euro Payments Area Introduzione al Introduzione al Il (c.d. SDD) è il servizio di addebito diretto che consente di disporre incassi in euro all'interno della SEPA sulla base di un accordo preliminare

Dettagli

Single Euro Payments Area

Single Euro Payments Area Single Euro Payments Area COME CAMBIANO I PAGAMENTI E GLI INCASSI DELLE IMPRESE Versione 8 2 marzo 2015 SOMMARIO 1. SEPA, che fare? in breve.... 2 2. Cos è la SEPA... 3 3. La END-DATE il Primo Febbraio

Dettagli

Circolare ABI - Serie Tecnica n. 26-8 novembre 2013

Circolare ABI - Serie Tecnica n. 26-8 novembre 2013 461,25 Circolare ABI - MIGRAZIONE AL SEPA DIRECT DEBIT Mantenimento, nel passaggio alla SEPA, dell iniziativa promossa dall ABI relativa alla gratuità degli addebiti diretti eseguiti in favore di organizzazioni

Dettagli

F O G L I O I N F O R M A T I V O SERVIZIO INCASSO EFFETTI, DISPOSIZIONI ELETTRONICHE E DOCUMENTI I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE

F O G L I O I N F O R M A T I V O SERVIZIO INCASSO EFFETTI, DISPOSIZIONI ELETTRONICHE E DOCUMENTI I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE - BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Società per Azioni - Sede legale e Direzione Generale: Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Tel +390647021 http://www.bnl.it - Codice ABI

Dettagli

AUTORIZZA DATA DI EFFICACIA DEL TRASFERIMENTO. Il trasferimento ha effetto in data / / (di seguito: Data di efficacia)

AUTORIZZA DATA DI EFFICACIA DEL TRASFERIMENTO. Il trasferimento ha effetto in data / / (di seguito: Data di efficacia) TRASFERIMENTO DEI SERVIZI DI PAGAMENTO ai sensi dell art. 2 del DL 24 gennaio 2015, n.3, convertito, con modificazioni, dalla Legge 24 marzo 2015, n. 33 Con la sottoscrizione del presente modulo, il Cliente

Dettagli

GUIDA PRATICA ALLA SEPA END DATE: COME CAMBIANO GLI INCASSI E I PAGAMENTI DELLE IMPRESE

GUIDA PRATICA ALLA SEPA END DATE: COME CAMBIANO GLI INCASSI E I PAGAMENTI DELLE IMPRESE GUIDA PRATICA ALLA SEPA END DATE: COME CAMBIANO GLI INCASSI E I PAGAMENTI DELLE IMPRESE INDICE 1. Cos è la SEPA... 3 2. I benefici e i vantaggi della SEPA.. 3 3. Il nuovo servizio di Bonifico SEPA (SCT)...

Dettagli

Deleghe F24 telematiche

Deleghe F24 telematiche Deleghe F24 telematiche C.B.I. Ordine dei Dottori Commercialisti 28/9/2006 OBIETTIVI DELLA PRESENTAZIONE 1. Il Corporate Banking Interbancario C.B.I. 2. Deleghe F24 telematiche 3. Gli sviluppi futuri del

Dettagli

Applicativo PAGHE PROJECT

Applicativo PAGHE PROJECT Applicativo PAGHE PROJECT Paghe per Aziende, Banche ed Assicurazioni, Enti Pubblici Versione 04.03.01 del 31 Gennaio 2014 Elenco contenuti 1 - Disposizioni di pagamento CBI / SEPA...1 1.1 Introduzione...1

Dettagli

CODICE. M F SESSO DATA DI NASCITA LUOGO DI NASCITA (Comune) PROV. NAZ.

CODICE. M F SESSO DATA DI NASCITA LUOGO DI NASCITA (Comune) PROV. NAZ. N. di Proposta CAP. SOC. EURO 87.720.000 I. V. - R.E.A. (MI) 842196 - COD. FISC./PART. IVA/NUMERO DI REGISTRO DELLE IMPRESE DI MILANO 01749470157 - SOCIETÀ CON UNICO SOCIO - SOCIETÀ SOGGETTA ALL ATTIVITÀ

Dettagli

AUTOMOBILE CLUB D ITALIA. DIREZIONE CENTRALE AMMINISTRAZIONE E FINANZA Ufficio Contabilità Periferiche. Sigg. DIRETTORI UFFICI PROVINCIALI

AUTOMOBILE CLUB D ITALIA. DIREZIONE CENTRALE AMMINISTRAZIONE E FINANZA Ufficio Contabilità Periferiche. Sigg. DIRETTORI UFFICI PROVINCIALI AUTOMOBILE CLUB D ITALIA DIREZIONE CENTRALE AMMINISTRAZIONE E FINANZA Ufficio Contabilità Periferiche Sigg. DIRETTORI UFFICI PROVINCIALI e, p.c. Sigg. DIRETTORI REGIONALI E INTERREGIONALI Sigg. DIRETTORI

Dettagli

http://www.abicloud.it/articolo?urn=urn:abi:abi:cir.tec:2013;14&pr=idx,0;artic,1;artic...

http://www.abicloud.it/articolo?urn=urn:abi:abi:cir.tec:2013;14&pr=idx,0;artic,1;artic... Page 1 of 12 CIRCOLARIABI SERIE TECNICA N. 14-10 GIUGNO 2013 SEPA COMPLIANT ELECTRONIC DATABASE ALIGNMENT (SEDA): IL SERVIZIO OPZIONALE AGGIUNTIVO DEGLI SCHEMI SEPA DIRECT DEBIT Premessa Con circolari

Dettagli

Internet Banking. Novità della release 6.0.0 Martedì 03 Marzo 2009

Internet Banking. Novità della release 6.0.0 Martedì 03 Marzo 2009 Internet Banking Novità della release 6.0.0 Martedì 03 Marzo 2009 SEZIONE SALDI E MOVIMENTI Posizione azienda Nella posizione azienda, in presenza di numerosi conti, gli ultimi saldi non verranno più frazionati

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DOPO INCASSO EFF/RIBA/RID INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DEL SERVIZIO CONDIZIONI ECONOMICHE

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DOPO INCASSO EFF/RIBA/RID INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DEL SERVIZIO CONDIZIONI ECONOMICHE INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA ALTO VICENTINO CREDITO COOPERATIVO DI SCHIO E PEDEMONTE SOCIETA COOPERATIVA Sede Legale, Amministrativa e Direzione Generale Via Pista dei Veneti, 14 36015 Schio (VI) Tel.:

Dettagli

PROPOSTA DI POLIZZA DI ASSICURAZIONE VITA

PROPOSTA DI POLIZZA DI ASSICURAZIONE VITA CAP. SOC. EURO 87.720.000 I. V. - R.E.A. (MI) 842196 - COD. FISC./PART. IVA/NUMERO DI REGISTRO DELLE IMPRESE DI MILANO 01749470157 - SOCIETÀ CON UNICO SOCIO - SOCIETÀ SOGGETTA ALL ATTIVITÀ DI DIREZIONE

Dettagli

Gli impatti della end-date sui servizi CBI. Fabio Sorrentino. Manager Area Standard e Architettura Consorzio CBI. Firenze, 22 giugno 2012.

Gli impatti della end-date sui servizi CBI. Fabio Sorrentino. Manager Area Standard e Architettura Consorzio CBI. Firenze, 22 giugno 2012. Gli impatti della end-date sui servizi CBI Fabio Sorrentino Manager Area Standard e Architettura Consorzio CBI Firenze, 22 giugno 2012 Luogo, Data Regolamento SEPA end-date Ambito di applicazione (art.1)

Dettagli

Manuale operativo (ver. 1.0)

Manuale operativo (ver. 1.0) Manuale operativo (ver. 1.0) 1 Il Servizio di conversione 1.1 Caratteristiche funzionali... 2 1.2 Tempi e modalità di utilizzo... 2 2 Attivazione/disattivazione del Servizio 2.1 Attivazione del periodo

Dettagli

SEPA Single Euro Payments Area. Guida rapida per la composizione di una distinta di Bonifico XML SEPA

SEPA Single Euro Payments Area. Guida rapida per la composizione di una distinta di Bonifico XML SEPA SEPA Single Euro Payments Area Guida rapida per la composizione di una distinta di Bonifico XML SEPA Introduzione Lo scopo di questo documento è quello di fornire le indicazioni pratiche per poter generare

Dettagli

Pagamenti - Bonifici CBI - Standard tecnici

Pagamenti - Bonifici CBI - Standard tecnici Riferimenti Oggetto: Documento: : v. Pagine 37 Nome File: 5_01.doc Ultimo aggiornamento: 26-09-2005 creazione: 31-01-2005 Autore: Segreteria Tecnica Revisore: D.ssa Liliana Fratini Passi Il contenuto del

Dettagli

BONIFICO E RID LASCIANO IL POSTO AI NUOVI STRUMENTI DI PAGAMENTO SEPA. Sai cosa cambia? Informati, ti riguarda! Bancaria Editrice 2013 - Bozza.

BONIFICO E RID LASCIANO IL POSTO AI NUOVI STRUMENTI DI PAGAMENTO SEPA. Sai cosa cambia? Informati, ti riguarda! Bancaria Editrice 2013 - Bozza. BONIFICO E RID LASCIANO IL POSTO AI NUOVI STRUMENTI DI PAGAMENTO SEPA Sai cosa cambia? Informati, ti riguarda! logo 2 QUALI PAESI FANNO PARTE DELLA SEPA 3 La SEPA include 33 Paesi: 17 Paesi della UE che

Dettagli

Documento: Accordo interbancario dell AOS SEDA Versione 1.0 Data 07/08/2013 16:56 Pag. 1/44

Documento: Accordo interbancario dell AOS SEDA Versione 1.0 Data 07/08/2013 16:56 Pag. 1/44 Accordo interbancario per l offerta del servizio opzionale aggiuntivo (AOS) degli Schema SEPA Direct Debit denominato SEPA compliant Electronic Database Alignment (SEDA) Documento: Accordo interbancario

Dettagli

SIPAF Sistema Informatizzato Prevenzione Amministrativa Frodi Carte di Pagamento

SIPAF Sistema Informatizzato Prevenzione Amministrativa Frodi Carte di Pagamento SIPAF Sistema Informatizzato Prevenzione Amministrativa Frodi Carte di Pagamento Manuale Operativo Controlli Allegato B4 al Disciplinare di Gara Codice documento: SIPAF-RI-003 Versione 1.1 Manuale Operativo

Dettagli

Numero Tel. Numero Fax 035 7757903 035 7757902 Contratto di adesione app "PizzUp", Web3king Snc di concludere un contratto per l'utilizzo dell'applicazione "PizzUp" secondo i termini e le condizioni riportate.

Dettagli

DESCRIZIONE PROCESSI E REQUISITI SERVIZIO HOME BANKING

DESCRIZIONE PROCESSI E REQUISITI SERVIZIO HOME BANKING Allegato B DESCRIZIONE PROCESSI E REQUISITI SERVIZIO HOME BANKING 1. INTRODUZIONE Il presente allegato ha lo scopo di descrivere gli aspetti del collegamento telematico tra Istituto Cassiere ed Automobile

Dettagli

F24 WEB PAGAMENTO ELETTRONICO IMPOSTE E CONTRIBUTI

F24 WEB PAGAMENTO ELETTRONICO IMPOSTE E CONTRIBUTI F24 WEB PAGAMENTO ELETTRONICO IMPOSTE E CONTRIBUTI NOTE OPERATIVE 1. PRESENTAZIONE DEL SERVIZIO F24 WEB 1.1 Descrizione del Servizio 1.2 A chi si rivolge 1.3 Principali vantaggi 2. SOGGETTI COINVOLTI NEL

Dettagli

Convegno CBI 2009 - Sessione Parallela I. SEPA e PSD: compliance CBI. Le evoluzioni del Servizio CBI in ambito europeo ed internazionale

Convegno CBI 2009 - Sessione Parallela I. SEPA e PSD: compliance CBI. Le evoluzioni del Servizio CBI in ambito europeo ed internazionale Convegno CBI 2009 - Sessione Parallela I SEPA e PSD: compliance CBI Le evoluzioni del Servizio CBI in ambito europeo ed internazionale Roma, 11 dicembre 2009 Luogo, Data 1. Stato dell arte relativo alle

Dettagli

Specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei Modelli F24 da parte degli intermediari

Specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei Modelli F24 da parte degli intermediari Specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei Modelli F24 da parte degli intermediari 1. AVVERTENZE GENERALI Gli intermediari abilitati ai servizi telematici Entratel che compilano il modello

Dettagli

COMUNE DI SESTU PROCEDURA APERTA SOPRA SOGLIA PER L'AFFIDAMENTO QUINQUENNALE DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

COMUNE DI SESTU PROCEDURA APERTA SOPRA SOGLIA PER L'AFFIDAMENTO QUINQUENNALE DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO COMUNE DI SESTU PROCEDURA APERTA SOPRA SOGLIA PER L'AFFIDAMENTO QUINQUENNALE DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PREMESSE ART. 1 - Oggetto dell appalto ART. 2 Modalità di affidamento

Dettagli

Roma, 13/12/2007. Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. A tutte le Amministrazioni/Enti con personale iscritto all INPDAP

Roma, 13/12/2007. Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. A tutte le Amministrazioni/Enti con personale iscritto all INPDAP istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell'amministrazione pubblica Direzione Centrale Pensioni Ufficio I Normativa Tel. 0651017626 Fax. 0651017625 e-mail: dctrattpensuff1@inpdap.it Roma, 13/12/2007

Dettagli

SEPA Single Euro Payments Area. Introduzione alla SEPA

SEPA Single Euro Payments Area. Introduzione alla SEPA SEPA Single Euro Payments Area Introduzione alla SEPA La SEPA in sintesi Dal 1 febbraio 2014 bonifici nazionali in euro e RID sono stati sostituiti dai corrispondenti servizi europei che potranno essere

Dettagli

CONTENUTI DOCUMENTO. SEPA (Single Euro Payments Area) SEPA Credit Transfer. SEPA Direct Debit. Glossario

CONTENUTI DOCUMENTO. SEPA (Single Euro Payments Area) SEPA Credit Transfer. SEPA Direct Debit. Glossario LA SEPA IN BREVE CONTENUTI DOCUMENTO SEPA (Single Euro Payments Area) SEPA Credit Transfer SEPA Direct Debit SEDA Glossario 2 COS È SEPA SEPA La SEPA, Single Euro Payments Area (Area Unica dei Pagamenti

Dettagli

Emissione, Conferma e Stampa dei Bonifici

Emissione, Conferma e Stampa dei Bonifici Release 5.20 Manuale Operativo BONIFICI Emissione, Conferma e Stampa dei Bonifici La gestione dei bonifici consente di automatizzare le operazioni relative al pagamento del fornitore tramite bonifico bancario,

Dettagli

LA DIRETTIVA La PSD (Payment Service Directive) - Direttiva sui Servizi di Pagamento è stata recepita dall ordinamento giuridico italiano con decorrenza 1 marzo 2010. La Direttiva intende unificare il

Dettagli

Requisiti: Le informazioni riportate all interno dei file di tipo testo devono seguire fedelmente i tracciati record allegati alla presente;

Requisiti: Le informazioni riportate all interno dei file di tipo testo devono seguire fedelmente i tracciati record allegati alla presente; Allegato 1bis REQUISITI GENERALI PER LA GENERAZIONE DEI FILE PER LO SCAMBIO DATI ISTITUTO CASSIERE SCUOLA Nel presente documento sono riportati i requisiti indispensabili per la corretta predisposizione

Dettagli

SEPA END DATE II - 1 FEBBRAIO 2016

SEPA END DATE II - 1 FEBBRAIO 2016 SEPA END DATE II - 1 FEBBRAIO 2016 COSA CI ASPETTA E COME ARRIVARE PREPARATI CONFERENCE CALL 14 Gennaio 2016 SEPA: il percorso (in sintesi) Forti criticità di sistema (banche, infrastrutture tecniche,

Dettagli

Servizi di pagamento SEPA

Servizi di pagamento SEPA Servizi di pagamento SEPA CT-1306-0165, del 28/06/2013 1. Premessa... 2 1.1. Bonifici domestici/esteri... 2 1.2. Rid... 2 2. Interventi su Business NET... 3 2.1. Business net 2013 e business net 2014...

Dettagli

RISCOSSIONE TRAMITE MODELLO F24 IMPOSTA SUI PREMI DELLE ASSICURAZIONI RC AUTO CONTRIBUTO SSN SUI PREMI DELLE ASSICURAZIONI RC AUTO

RISCOSSIONE TRAMITE MODELLO F24 IMPOSTA SUI PREMI DELLE ASSICURAZIONI RC AUTO CONTRIBUTO SSN SUI PREMI DELLE ASSICURAZIONI RC AUTO IMPOSTA SUI PREMI DELLE ASSICURAZIONI RC AUTO CONTRIBUTO SSN SUI PREMI DELLE ASSICURAZIONI RC AUTO IMPOSTA E CSSN SUI PREMI DELLE ASSICURAZIONI RC AUTO PAG. 2 DI 13 INDICE 1. GENERALITÀ 3 2. STRUTTURA

Dettagli

Modulo di adesione all'abbonamento 1 di 5

Modulo di adesione all'abbonamento 1 di 5 Modulo di adesione all'abbonamento 1 di 5 REGISTRAZIONE 1- UTENZA In caso di iscrizione come azienda compilare tutti i campi e firmare il consenso. Il nome utente verrà comunicato successivamente Dati

Dettagli

Pagamenti Mediante Avviso - M.Av.

Pagamenti Mediante Avviso - M.Av. Riferimenti Oggetto: Documento: CBI-ICI- : v. Pagine 19 Nome File: 6_01 Ultimo aggiornamento: 23-06-08 creazione: 31-01-2005 Autore: Segreteria Tecnica Revisore: D.ssa Liliana Fratini Passi Il contenuto

Dettagli

INSERIRE LA PROPRIA BANCA E LE TIPOLOGIE DI PAGAMENTO

INSERIRE LA PROPRIA BANCA E LE TIPOLOGIE DI PAGAMENTO INSERIRE LA PROPRIA BANCA E LE TIPOLOGIE DI PAGAMENTO Per gestire i tuoi incassi e pagamenti, occorre innanzitutto inserire i conti concorrenti che hai aperto in banca. Per generare correttamente le scadenze

Dettagli

GUIDA OPERATIVA PER LA PRIMA FORMAZIONE DEL REGISTRO

GUIDA OPERATIVA PER LA PRIMA FORMAZIONE DEL REGISTRO REGISTRO DEI REVISORI LEGALI DEI CONTI GUIDA OPERATIVA PER LA PRIMA FORMAZIONE DEL REGISTRO PER I REVISORI LEGALI E LE SOCIETA DI REVISIONE Versione 1.0 del 31 maggio 2013 Sommario PREMESSA... 4 LA PROCEDURA

Dettagli

I T INTESTAZIONE CONTRATTO. Indirizzo Provincia CAP. CF/P. IVA Tel. Fax INTESTAZIONE FATTURA. Indirizzo Provincia CAP. CF/P. IVA Tel.

I T INTESTAZIONE CONTRATTO. Indirizzo Provincia CAP. CF/P. IVA Tel. Fax INTESTAZIONE FATTURA. Indirizzo Provincia CAP. CF/P. IVA Tel. MO3154 ed. 6 del 01.06.2012 pag 1-5 INTESTAZIONE CONTRATTO CF/P. IVA Tel. Fax INTESTAZIONE FATTURA La posta elettronica certificata (PEC) è uno strumento che permette di dare, ad un messaggio di posta

Dettagli

- - - - - - - - - 1/2

- - - - - - - - - 1/2 - - - - - - - - - 1. 2. 3. 1 Le pagine inviate a numeri nazionali eccedenti le 20 incluse nel mese saranno fatturate al prezzo riportato nella sezione Invio Fax. L eventuale numero di pagine in invio non

Dettagli

RISCOSSIONE TRAMITE MODELLO F24 TRACCIATO DI FORNITURA DATI TRIBUTI COMUNALI

RISCOSSIONE TRAMITE MODELLO F24 TRACCIATO DI FORNITURA DATI TRIBUTI COMUNALI RISCOSSIONE TRAMITE MODELLO F24 TRACCIATO DI FORNITURA DATI TRIBUTI COMUNALI TRACCIATO DI FORNITURA DATI TRIBUTI COMUNALI PAG.2 DI 27 INDICE 1. GENERALITÀ 3 2. STRUTTURA DEL FLUSSO INFORMATIVO 5 2.1 FLUSSO

Dettagli

Autorizzazione per l addebito in conto corrente delle disposizioni SEPA CORE DIRECT DEBIT

Autorizzazione per l addebito in conto corrente delle disposizioni SEPA CORE DIRECT DEBIT Autorizzazione per l addebito in conto corrente delle disposizioni SEPA CORE DIRECT DEBIT Cognome e Nome / Ragione sociale del Debitore Indirizzo N N CAP Provincia Località Paese Nome e cognome del sottoscrittore

Dettagli

PROCESSO DI NUOVA ADESIONE, VARIAZIONE E CANCELLAZIONE DAL SERVIZIO SEDA FAQ

PROCESSO DI NUOVA ADESIONE, VARIAZIONE E CANCELLAZIONE DAL SERVIZIO SEDA FAQ PROCESSO DI NUOVA ADESIONE, VARIAZIONE E CANCELLAZIONE DAL SERVIZIO SEDA FAQ 1. I Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP) sono obbligati ad aderire al servizio SEDA? Gli Associati ABI che partecipano

Dettagli

Le confermeremo l avvenuta gestione tramite un contatto ai recapiti che ci indicherà nel modulo.

Le confermeremo l avvenuta gestione tramite un contatto ai recapiti che ci indicherà nel modulo. Gentile Cliente, con il presente documento, Lei ha la possibilità di diventare cliente Sorgenia, subentrando al contratto di fornitura in essere di un Nostro cliente, secondo le modalità previste dall

Dettagli

Manuale operativo (ver. 1.1)

Manuale operativo (ver. 1.1) Manuale operativo (ver. 1.1) 1 Il Servizio di conversione... 2 1.1 Caratteristiche funzionali... 2 1.2 Tempi e modalità di utilizzo... 2 2 Attivazione/disattivazione del Servizio... 4 2.1 Attivazione del

Dettagli

SEPA Single Euro Payments Area. Introduzione alla SEPA

SEPA Single Euro Payments Area. Introduzione alla SEPA SEPA Single Euro Payments Area Introduzione alla SEPA La SEPA in sintesi Da agosto 2014 è entrata pienamente in vigore la normativa SEPA che ha l'obiettivo di offrire ai cittadini, alle imprese e alle

Dettagli

Manuale Amministratore

Manuale Amministratore Manuale Amministratore Indice 1. Amministratore di Sistema...3 2. Accesso...3 3. Gestione Azienda...4 3.1. Gestione Azienda / Dati...4 3.2. Gestione Azienda /Operatori...4 3.2.1. Censimento Operatore...5

Dettagli

I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E ADDEBITO DIRETTO Come cambiano pagamenti e incassi con la SEPA GUIDA PER LE AZIENDE LA SEPA INCLUDE 33 PAESI 17 Paesi UE che utilizzano l Euro come loro valuta: Italia Germania

Dettagli

Roma, 13/12/2007. Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. A tutte le Amministrazioni/Enti con personale iscritto all INPDAP

Roma, 13/12/2007. Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. A tutte le Amministrazioni/Enti con personale iscritto all INPDAP istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell'amministrazione pubblica Direzione Centrale Pensioni Ufficio I Normativa Tel. 0651017626 Fax. 0651017625 e-mail: dctrattpensuff1@inpdap.it Roma, 13/12/2007

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZI DI INCASSO PORTAFOGLIO

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZI DI INCASSO PORTAFOGLIO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca: Banca del Fucino S.p.A. Indirizzo: Via Tomacelli 107-00186 Roma Telefono: 06.68976.1 Fax: 06.68300129 Sito internet: www.bancafucino.it E-mail: info@bancafucino.net Codice

Dettagli

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale Prot. n. 2012/140335 Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base

Dettagli

I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E

I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E ADDEBITO DIRETTO COME CAMBIANO PAGAMENTI E INCASSI CON LA SEPA Guida per le aziende Versione 3.0 febbraio 2014 Versione 2.0 La SEPA include 33 Paesi: 17 Paesi UE che utilizzano

Dettagli

AUTORIZZAZIONE PERMANENTE DI ADDEBITO IN CONTO PER RICHIESTE DI INCASSO NUMERO MASSIMO DI DISPOSIZIONI DI INCASSO VALUTA DI PAGAMENTO EURO (C.A.P.

AUTORIZZAZIONE PERMANENTE DI ADDEBITO IN CONTO PER RICHIESTE DI INCASSO NUMERO MASSIMO DI DISPOSIZIONI DI INCASSO VALUTA DI PAGAMENTO EURO (C.A.P. I, (Data e luogo) ALLA BANCA _ SCHRODER INTERNATIONAL SELECTION FUND _ 5, RUE HÖHENHOF _ L-1736 SENNINGERBERG _ GRAN DUCATO DEL LUSSEMBURGO FILIALE DI AGENZIA N. INDIRIZZO R.I.D. AUTORIZZAZIONE PERMANENTE

Dettagli

NORME OPERATIVE SERVIZI DI INCASSO INDICE

NORME OPERATIVE SERVIZI DI INCASSO INDICE NORME OPERATIVE SERVIZI DI INCASSO Il presente documento è parte integrante del contratto dei Servizi di Incasso e servizi connessi alla presentazione di fatture sottoscritto dal Cliente INDICE SERVIZIO

Dettagli

Guida alla SEPA - Single Euro Payments Area. Ver. 3.2 del 10 ottobre 2013

Guida alla SEPA - Single Euro Payments Area. Ver. 3.2 del 10 ottobre 2013 Guida alla SEPA - Single Euro Payments Area Ver. 3.2 del 10 ottobre 2013 1 Agenda Introduzione alla SEPA e alla PSD End Date 1/2/2014 SCT - Funzionamento SDD - Funzionamento Migrazione R.I.D. a SDD 2 Area

Dettagli

RICHIESTA ADESIONE SERVIZI

RICHIESTA ADESIONE SERVIZI RICHIESTA ADESIONE SERVIZI AZIENDA COD: CODICE RIVENDITORE DATA / / *Denominazione Sociale *Indirizzo *Città *Pr *CAP *P.Iva *E-Mail *Cell. *Tel / Fax Indirizzo di consegna Kit: La spedizione del Kit è

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. SERVIZIO DI INCASSO EFFETTI, ASSEGNI ED ALTRI DOCUMENTI (dopo incasso)

FOGLIO INFORMATIVO. SERVIZIO DI INCASSO EFFETTI, ASSEGNI ED ALTRI DOCUMENTI (dopo incasso) SERVIZIO DI INCASSO EFFETTI, ASSEGNI ED ALTRI DOCUMENTI (dopo incasso) INFORMAZIONI SULLA BANCA: DENOMINAZIONE e FORMA GIURIDICA SEDE LEGALE SEDE AMMINISTRATIVA INDIRIZZO TELEMATICO Banca delle Marche

Dettagli

RISCOSSIONE TRAMITE MODELLO F24 TRACCIATO DI FORNITURA DATI TRIBUTI COMUNALI

RISCOSSIONE TRAMITE MODELLO F24 TRACCIATO DI FORNITURA DATI TRIBUTI COMUNALI RISCOSSIONE TRAMITE MODELLO F24 TRACCIATO DI FORNITURA DATI TRIBUTI COMUNALI TRACCIATO DI FORNITURA DATI TRIBUTI COMUNALI PAG.2 DI 29 INDICE 1. GENERALITÀ 3 2. STRUTTURA DEL FLUSSO INFORMATIVO 5 2.1 FLUSSO

Dettagli

L applicazione è frutto dell esperienza maturata da CAB, nel corso degli ultimi quindici anni, nell ambito dei sistemi di pagamento.

L applicazione è frutto dell esperienza maturata da CAB, nel corso degli ultimi quindici anni, nell ambito dei sistemi di pagamento. PREMESSA OPPIO-SERVICE è una procedura espressamente realizzata per normalizzare le disposizioni di portafoglio, bonifico ed F24 provenienti dalla clientela bancaria. L applicazione è frutto dell esperienza

Dettagli

Incassi e pagamenti SEPA via EBA e internazionali via SWIFT

Incassi e pagamenti SEPA via EBA e internazionali via SWIFT Incassi e pagamenti SEPA via EBA e internazionali via SWIFT Università di Bergamo, 19 marzo 2014 Flavio Caricasole Responsabile Estero Commerciale e Sistemi di Pagamento flavio.caricasole@ubibanca.it PSD

Dettagli

Censire Utenti. Codice Identificazione: Titolo Documento: Tipologia Documento: Manuale Winweb. Data Emissione: 2003-09-02.

Censire Utenti. Codice Identificazione: Titolo Documento: Tipologia Documento: Manuale Winweb. Data Emissione: 2003-09-02. Titolo Documento: Censire Utenti Tipologia Documento: Manuale Winweb Codice Identificazione: Data Emissione: 2003-09-02 Pagina 1/23 Nominativo Funzione Data Firma Redazione N.A. Settore Virtual 2003-09-02

Dettagli

Applicativo PAGHE PROJECT

Applicativo PAGHE PROJECT Applicativo PAGHE PROJECT Paghe per Aziende, Banche ed Assicurazioni, Enti Pubblici Versione 03.11.00 del 6 Settembre 2013 Elenco contenuti 1 - Nuova modalità di aggiornamento...2 2 - Disposizioni di pagamento

Dettagli

Pagamento rateizzato tasse e contributi universitari A. A. 2009/2010 Dati dello studente. Il sottoscritto Cognome nome.matricola

Pagamento rateizzato tasse e contributi universitari A. A. 2009/2010 Dati dello studente. Il sottoscritto Cognome nome.matricola Pagamento rateizzato tasse e contributi universitari A. A. 2009/2010 Dati dello studente Il sottoscritto Cognome nome.matricola nat_ a (Prov ) il residente in Via n.località. Cap. Città...(Prov. ) Tel

Dettagli

Autorizzazione di addebito Piano Ricaricabile Business

Autorizzazione di addebito Piano Ricaricabile Business DATI DEL CLIENTE Denominazione/Ragione Sociale Forma giuridica Partita IVA Numero di Iscrizione al REA Anno di Iscrizione al REA Provincia del REA SEDE LEGALE Indirizzo N. Comune Nazione (Dato opzionale)

Dettagli

Data di deposito in Consob del Modulo di sottoscrizione: 29 giugno 2012 - Data di validità del Modulo di sottoscrizione: dal 2 luglio 2012.

Data di deposito in Consob del Modulo di sottoscrizione: 29 giugno 2012 - Data di validità del Modulo di sottoscrizione: dal 2 luglio 2012. 2 cointestatario (*) Cognome e nome di nascita Prov. di nascita 3 cointestatario (*) Cognome e nome di nascita Prov. di nascita 4 cointestatario (*) Cognome e nome di nascita Prov. di nascita cumulativo

Dettagli

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3 FAQ 2015 Flusso telematico dei modelli 730-4 D.M. 31 maggio 1999, n. 164 Comunicazione dei sostituti d imposta per la ricezione telematica, tramite l Agenzia delle entrate, dei dati dei 730-4 relativi

Dettagli

Manuale per il Cliente Relaxbanking

Manuale per il Cliente Relaxbanking Manuale per il Cliente Relaxbanking Note Applicative Sezione F24 Gentile cliente, in linea generale, Le comunichiamo che per poter effettuare disposizioni di Pagamento Deleghe F24 dovrà seguire il seguente

Dettagli

UTILIZZO DELLO SCADENZARIO OPERAZIONI PRELIMINARI

UTILIZZO DELLO SCADENZARIO OPERAZIONI PRELIMINARI Pagina 1 di 29 UTILIZZO DELLO SCADENZARIO Di seguito vengono indicate le operazioni preliminari necessarie per poter gestire lo Scadenzario, e alcuni esempi di utilizzo. OPERAZIONI PRELIMINARI impostare

Dettagli

29 febbraio 2008 Prot. CR/PR/OC/LG/OF/001421

29 febbraio 2008 Prot. CR/PR/OC/LG/OF/001421 Roma 29 febbraio 2008 Prot. CR/PR/OC/LG/OF/001421 Alle Direzioni Generali di tutte le Banche Loro sedi Allineamento archivi trasferibilità dei dati del mutuo nell ambito della procedura di portabilità

Dettagli

I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO

I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E ADDEBITO DIRETTO COME CAMBIANO PAGAMENTI E INCASSI CON LA SEPA GUIDA PER LE IMPRESE Pagina 1 di 10 Un supporto alle imprese Premesso che il progetto SEPA introduce notevoli

Dettagli

Regime IVA Moss. Premessa normativa

Regime IVA Moss. Premessa normativa Nota Salvatempo Contabilità 13.0 15 GENNAIO 2014 Regime IVA Moss Premessa normativa La Direttiva 12 febbraio 2008, n. 2008/8/CE, art. 5 prevede che dal 1 gennaio 2015 i servizi elettronici, di telecomunicazione

Dettagli

Guida utente alle principali funzionalità release gennaio 2007

Guida utente alle principali funzionalità release gennaio 2007 Guida utente alle principali funzionalità release gennaio 2007 Sommario Movimenti e Saldo: Consolidato e Tempo reale....pagina 3 Come disporre: Disposizioni e Distinte...........Pagina 4 Disposizioni:

Dettagli

PSD. Direttiva europea sui servizi di pagamento. Novità ed effetti sull operatività bancaria

PSD. Direttiva europea sui servizi di pagamento. Novità ed effetti sull operatività bancaria PSD Direttiva europea sui servizi di pagamento Novità ed effetti sull operatività bancaria Documento destinato alla clientela della Cassa Rurale Alta Vallagarina BCC Giugno 2010 Cos è la PSD Definisce

Dettagli

Rapporti Interbancari Diretti - R.I.D.

Rapporti Interbancari Diretti - R.I.D. Riferimenti Oggetto: Documento: : v. Pagine 25 Nome File: 5_01.doc Ultimo aggiornamento: 08-04-2005 creazione: 31-01-2005 Autore: Segreteria Tecnica Revisore: D.ssa Liliana Fratini Passi Il contenuto del

Dettagli

Descrizione delle Funzionalità. Core Banking Retail

Descrizione delle Funzionalità. Core Banking Retail Descrizione delle Funzionalità Core Banking Retail Sommario 1. PAGAMENTI 4 1.1.1 Come inserire un nuovo Bonifico Italia 5 1.1.2 Come inserire un Bonifico Sepa 9 1.1.3 Come eseguire il pagamento di un

Dettagli