Rapporto e inventario sullo stabile di via Carrata 24, Catania (C.S.O.A. Ziqqurat)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rapporto e inventario sullo stabile di via Carrata 24, Catania (C.S.O.A. Ziqqurat)"

Transcript

1 Collettivo Aleph Rapporto e inventario sullo stabile di via Carrata 24, Catania (C.S.O.A. Ziqqurat) Gennaio 202 pagina di 6

2 Indice: Descrizione generale della struttura e dei danni pagina 3 Descrizione particolare dei danni alla struttura pagina 4 Descrizione particolare dei danni agli arredi pagina 4 Inventario degli oggetti, degli impianti, degli apparati e degli arredi pagina 5 Fotografie pagina 6 e seguenti pagina 2 di 6

3 . Descrizione generale della struttura e dei danni La struttura è composta da un corpo centrale indipendente ed isolato su terrapieno, rialziato rispetto al livello della strada (via Verona) di circa cinque metri. Presenta un accesso su via Guglielmo Oberdan, costituito da un cancelletto di recente costruzione. Su via Carrata, al civico 24, vi è l ingresso principale costituito da un grande cancello. Il muro di cinta che divide via Carrata dall edificio, presenta ai lati del cancello due piccoli vani indipendenti, vuoti. Entrando dal civico 24 di via Carrata si accede ad un cortile interno con pavimentazione in basole laviche, presumibilmente originale. Sul lato di via Oberdan è stata realizzata una rampa di accesso per disabili, e tra questa e il cancelletto di cui sopra vi è un piccolo spazio di terra. Il corpo centrale indipendente è circondato su tre lati (compreso il lato ovest) da un giardino. Al piano terra del corpo centrale vi è un vano inutilizzato e non rifinito che corre lungo tutto il lato est (via Oberdan) di altezza non superiore ai 2 metri. Il soffitto di tale vano è costituito dall affaccio/terrazza del lato est del corpo centrale, su piano rialzato. Alla destra del portoncino d ingresso del piano rialzato, vi è un vano adibito a locale pompe idriche e vasca, e ospita il quadro elettrico generale e il quadro rete lan/ethernet/wi-fi. Entrando dal portoncino centrale si accede al piano rialzato per mezzo di una rampa di scale. Dal primo pianerottolo è possibile accedere, a sinistra, a tutti gli altri vani, mentre di fronte vi è l antibagno che collega ai servizi igienici composti da tre ambienti (lavabi, wc e wc disabili). Il primo vano a cui si accede entrando dalla sinistra del pianerottolo è di circa 5 mq. Dal primo vano si accede, a sinistra e a destra a due vani più piccoli (rispettivamente terzo e quarto vano), mentre proseguendo di fronte, è collegato al secondo vano da un arco rampante portante. Il secondo vano è di ampiezza simile al primo, e presenta alla sua destra e alla sua sinistra altri due vani (rispettivamente quinto e sesto). Di fronte al secondo vano, proseguendo dritto, vi è la parete esterna che dà sul terrazzino tramite una porta-finestra. Il terrazzino circonda i lati est, sud ed ovest del corpo centrale. Il terzo e il quinto vano (lato est) sono collegati da una porta e sono ampi circa 0 mq ciascuno. Il quarto e il sesto vano (lato ovest) non sono collegati tra loro e sono ampi approssimativamente 0 mq ciascuno. I vani antibagno, wc e disabili, primo e secondo, presentano una nuova pavimentazione con piastrelle in ceramica smaltata, mentre i vani terzo, quarto, quinto e sesto presentano una pavimentazione in cotto rustico antico, gravemente danneggiata in più punti. Il quarto vano presenta sulla volta un piccolo accesso al vano sottotetto. Le pareti dei vani sopramenzionati presentano segni evidenti di umidità e muffa, inoltre non sono state rifinite e richiedono una o più mani di fissativo, poiché l intonaco di base rilascia continuamente polvere. pagina 3 di 6

4 2. Descrizione particolare dei danni alla struttura Portoncino principale e vano scale: umidità evidente, crepa apparentemente non strutturale e orizzontale sull architrave dell ingresso all antibagno, con muffa e calcinacci sul pavimento. (Fotografie da a 0) Bagni: le porte strisciano a terra rendendone disagevole la chiusura. Le chiavi delle porte sono piegate all interno delle porte. Le tazze non sono dotate di copriwater. Nel wc la finestra è mancante ed è stata sostituita da fogli di giornale. Lo scaldabagno elettrico presenta un avviso scritto a penna nel quale si legge che non è funzionante, perde acqua e va in cortocircuito. Nel wc disabili il davanzale della finestra è danneggiato e il campanello d allarme non è funzionante. Inoltre vi è una lampadina rotta. (Fotografie da a 8) Vani, 2, 3, 4, 5, 6: umidità diffusa e di grave entità. Non sono state collocate le mascherine a copertura delle prese e degli interruttori. (Fotografie da 9 a 23, 25, 26, 28, 29) Tutti i vani del corpo centrale: sono presenti in ogni stanza unità interne a pavimento per la climatizzazione. Nella maggior parte di essi mancano le alette verticali per dirigere il flusso d aria. Non ne è stato verificato il funzionamento. (Fotografie 24, 27 e da 30 a 32) Antibagno: finestra con pomello mancante. (Fotografia 33) Vani 3, 4, 5, 6: pavimenti gravemente danneggiati, umidità e muffa diffusa. (Fotografie da 34 a 37) 3. Descrizione particolare dei danni agli arredi Tutti gli armadi sono stati trovati raggruppati al centro di ogni stanza, non adeguatamente coperti e/o protetti da polvere e usura. I mobili, impiallacciati, di non notevole qualità e di fabbricazione industriale, sono tuttavia nuovi ma assemblati con poca cura e spesso in maniera tale da non preservarne la funzione nel tempo (viti estranee ad unione di più pannelli). Essi per la maggior parte presentano piedini in plastica rotti e angoli lineati. Inoltre sono in quantità palesemente sovrabbondante rispetto alla grandezza dell immobile (Fotografie da 4 a 44). Il resto della mobilia non sembra presentare danni a parte una singola poltrona che ha i sostegni rotti (Fotografie da 38 a 40). Il quadro elettrico presenta un malfunzionamento alla voce split esterni. Azionando l interruttore, l impianto va in corto-circuito. pagina 4 di 6

5 4. Inventario degli oggetti e degli arredi Oggetto Q.tà Armadio 4 ante (due superiori grandi in vetro satinato e due inferiori in legno) 8 Armadio 4 ante (in legno) 3 Sedia in legno con braccioli 45 Tavolo 7 Armadio basso a 6 ante Scrivania presidenziale 2 Cassettiera grande 2 Cassettiera piccola 2 Poltrona blu da ufficio con ruote 2 Televisore Philips ultrapiatto 40 circa HD ready Impianto Philips Home Theater System 5. (Cinque altoparlanti + Subwoofer) Telecomando 2 Antenna radio Specchiera per bagno 3 WC (normale e disabile) + Lavabo (normale e disabile) 2+ Doccetta disabile Scaldabagno Poltrona nera Mascherine per prese e interruttori 0 Interruttore d allarme antincendio, segnalatore antincendio, luce d emergenza Sirena esterna antincendio Split a pavimento per aria condizionata x stanza x stanza Telefono/centralino VOIP Citofono Switch Ethernet professionale Cisco Systems serie Catalyst Quadro elettrico 2 Serbatoio 3000 lt circa Pompa idraulica Unità centrale esterna di climatizzazione Faro d illuminazione interna 2-3 x stanza Faro d illuminazione esterna n.d. ( > 4) Impianto elettrico, idrico e per tv terrestre e satellitare completi - pagina 5 di 6

6 5. Fotografie pagina 6 di 6

7 pagina 7 di 6

8 pagina 8 di 6

9 pagina 9 di 6

10 pagina 0 di 6

11 pagina di 6

12 pagina 2 di 6

13 43 44 Parete intonacata e faro Sedie in legno con braccioli Altoparlante del sistema Home Theater Pavimento in cotto pagina 3 di 6

14 Pavimento in cotto e prese Porta finestra vano 2 Porta finestra vano 2 Faro coperto Davanzale finestra vano 6 Home Theater pagina 4 di 6

15 Televisore Subwoofer Accesso sottotetto vano 4 Esterno lato est Esterno lato est Esterno lato est pagina 5 di 6

16 Esterno lato est Esterno lato est Esterno lato est Unità esterna di condizionamento Unità esterna di condizionamento Vano inutilizzato pagina 6 di 6

Allegato D2) COMUNE DI CREMONA. SCHEDA TECNICA IMMOBILE A DESTINAZIONE RESIDENZIALE posto in Comune di Cremona via Agazzina n. 6

Allegato D2) COMUNE DI CREMONA. SCHEDA TECNICA IMMOBILE A DESTINAZIONE RESIDENZIALE posto in Comune di Cremona via Agazzina n. 6 COMUNE DI CREMONA SCHEDA TECNICA IMMOBILE A DESTINAZIONE RESIDENZIALE posto in Comune di Cremona via Agazzina n. 6 DESCRIZIONE DEL BENE Ubicazione L edificio oggetto di stima è posto nel Comune di Cremona,

Dettagli

Chiesa e Canonica di Santa Maria a Bagnano, Comune di Certaldo

Chiesa e Canonica di Santa Maria a Bagnano, Comune di Certaldo Chiesa e Canonica di Santa Maria a Bagnano, Comune di Certaldo Il complesso immobiliare si trova in località Bagnano in aperta campagna, poco distante da Certaldo ed è composto da Chiesa, Canonica e alcuni

Dettagli

ALLEGATO 1 SCHEDA DESCRITTIVA DEI BENI

ALLEGATO 1 SCHEDA DESCRITTIVA DEI BENI ALLEGATO 1 SCHEDA DESCRITTIVA DEI BENI 1. IMMOBILE IN VIA SANTA MARIA 50, PIANO TERRA 2. APPARTAMENTO IN VIA SANTA MARIA 50, PIANO PRIMO LATO SX 3. APPARTAMENTO IN VIA SANTA MARIA N. 50, PRIMO PIANO LATO

Dettagli

LISTA DI CONTROLLO PER I SERVIZI IGIENICI. Rilevatore: Referente sede. Edificio Codice edificio Piano Unità organizzativa Servizio Igienico

LISTA DI CONTROLLO PER I SERVIZI IGIENICI. Rilevatore: Referente sede. Edificio Codice edificio Piano Unità organizzativa Servizio Igienico LISTA DI CONTROLLO PER I SERVIZI IGIENICI Rilevatore: Referente sede Edificio Codice edificio Piano Unità organizzativa Servizio Igienico Dipartimento di Altezza dei locali REQUISITI L altezza del locale,

Dettagli

Provincia: Palermo Lotto: PA 2. Chiostro di San Giovanni degli Eremiti. La documentazione ha valore indicativo e non esaustivo.

Provincia: Palermo Lotto: PA 2. Chiostro di San Giovanni degli Eremiti. La documentazione ha valore indicativo e non esaustivo. La documentazione ha valore indicativo e non esaustivo. Provincia: Palermo Lotto: PA 2 Chiostro di San Giovanni degli Eremiti Via dei Benedettini 20. Palermo Tel. 091 6515019 La documentazione ha valore

Dettagli

1) E previsto un trasferimento adattato per il trasporto dei clienti con mobilità ridotta? SI NO A richiesta a

1) E previsto un trasferimento adattato per il trasporto dei clienti con mobilità ridotta? SI NO A richiesta a NOME STRUTTURA Hotel Domina Cassia LOCALITA Roma TELEFONO 0039 063035931 E-MAIL romacassia@domina.it DATA 11/02/2006 RESPONSABILE STRUTTURA SITO WEB www.dominaromacassia.com RILEVATORE Passetto L. LA STRUTTURA

Dettagli

COUNE DI CITTA METROPOLITANA DI TORINO UFFICIO TECNICO COMUNALE

COUNE DI CITTA METROPOLITANA DI TORINO UFFICIO TECNICO COMUNALE COUNE DI CITTA METROPOLITANA DI TORINO UFFICIO TECNICO COMUNALE BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA SOCIALE DISPONIBILI PER RISULTA IN UNO DEI COMUNI DELL AMBITO TERRITORIALE

Dettagli

NUOVA COSTRUZIONE RECANATI VIA DEL DONATORE

NUOVA COSTRUZIONE RECANATI VIA DEL DONATORE NUOVA COSTRUZIONE RECANATI VIA DEL DONATORE A due passi dal centro storico, immobili in fase di realizzazione con finiture di pregio. Possibilità di scegliere materiali e disposizione interna. Pannelli

Dettagli

LOTTO n. 19 San Marco 2511/A

LOTTO n. 19 San Marco 2511/A LOTTO n. 19 San Marco 2511/A Ubicazione Planimetria Stato dell immobile Caratteristiche estrinseche: Trattasi di fabbricato di forma regolare con struttura portante in muratura, copertura a falde e rivestimento

Dettagli

23.03.2012) CARATTERISTICHE GENERALI DELL INTERVENTO

23.03.2012) CARATTERISTICHE GENERALI DELL INTERVENTO ALLEGATO B Imm.re EDILVIT srl Paderno Dugnano CAPITOLATO DEGLI ELEMENTI DI FINITURA edificio A (aggiornamento del 23.03.2012) CARATTERISTICHE GENERALI DELL INTERVENTO Edificio a basso consumo energetico

Dettagli

NUOVA COSTRUZIONE RECANATI VIA DEL DONATORE

NUOVA COSTRUZIONE RECANATI VIA DEL DONATORE NUOVA COSTRUZIONE RECANATI VIA DEL DONATORE A due passi dal centro storico, immobili in fase di realizzazione con finiture di pregio. Possibilità di scegliere materiali e disposizione interna. Pannelli

Dettagli

LOTTO n. 24 San Polo 965

LOTTO n. 24 San Polo 965 LOTTO n. 24 San Polo 965 Ubicazione Planimetria Stato dell immobile Caratteristiche estrinseche: Trattasi di fabbricato, esternamente in stato manutentivo mediocre, ubicato tra la Calle della Donzella

Dettagli

RISTORANTE E CAFFETTERIA DEL MUSEO D ARTE CONTEMPORANEA M.A.C.RO DI ROMA ALLEGATO 2 A

RISTORANTE E CAFFETTERIA DEL MUSEO D ARTE CONTEMPORANEA M.A.C.RO DI ROMA ALLEGATO 2 A RISTORANTE E CAFFETTERIA DEL MUSEO D ARTE CONTEMPORANEA M.A.C.RO DI ROMA ALLEGATO 2 A RELAZIONE DESCRITTIVA DEI LOCALI ADIBITI A BAR- CAFFETTERIA ELENCO DI ARREDI ED ATTREZZATURE. PARTE 1- Descrizione

Dettagli

LOTTO n. 26 San Polo 1535

LOTTO n. 26 San Polo 1535 LOTTO n. 26 San Polo 1535 Ubicazione Planimetria Stato dell immobile Caratteristiche estrinseche: Trattasi di fabbricato, esternamente in stato manutentivo mediocre, con struttura portante in muratura,

Dettagli

Scheda Tecnica Servizi al Pubblico

Scheda Tecnica Servizi al Pubblico Scheda Tecnica Servizi al Pubblico Sito Parco Archeologico di Solunto. S. Flavia. Locale/spazio destinato al Servizio di destinazione attuale condizioni di manutenzione caratteristiche dimensionali struttura

Dettagli

DESCRIZIONE DELLE OPERE

DESCRIZIONE DELLE OPERE SOC. IMMOBILIARE VIALE CALLET S.R.L. INTERVENTO DI EDILIZIA RESIDENZIALE VIA OSOPPO N 41 TORINO DESCRIZIONE DELLE OPERE Soc.Immobiliare viale Callet s.r.l. C.so Stati Uniti n. 41 10129 Torino tel. 011-390389

Dettagli

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA Allegato A 12 REPARTO INFRASTRUTTURE - Comando - P.zza 1 Maggio, 28 33100 UDINE Tel. 0432-504341-2-3 Fax 0432-414050 RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA Alloggio codice Via Trento, 97 UDINE (UD) 1 Allegato

Dettagli

LOTTO n. 6 Castello 1964

LOTTO n. 6 Castello 1964 LOTTO n. 6 Castello 1964 Ubicazione Planimetria Stato dell immobile Caratteristiche estrinseche: Trattasi di fabbricato, esternamente in stato manutentivo normale, con struttura portante in muratura,

Dettagli

ALLEGATO N 2 Procedure di igienizzazione

ALLEGATO N 2 Procedure di igienizzazione REGIONE CALABRIA Azienda Ospedaliera Bianchi Melacrino Morelli ALLEGATO N 2 Procedure di igienizzazione Servizio pulizie - ALLEGATO N 2 Pagina 1 di 6 PULIZIA GIORNALIERA AREE AD ALTO RISCHIO 1 Servizi

Dettagli

ALLEGATO B. Capitolato delle Rifiniture allegato alla scrittura privata. -, nato a il. residente in Via. n., C.F.:

ALLEGATO B. Capitolato delle Rifiniture allegato alla scrittura privata. -, nato a il. residente in Via. n., C.F.: ALLEGATO B Capitolato delle Rifiniture allegato alla scrittura privata intercorsa in data tra le parti: - DI RENZO COSTRUZIONI S.r.l. con sede in Cepagatti, Fraz. Vallemare, Via Bonifica n.27, P.IVA: 01657200687;

Dettagli

Descrizione di costruzione. per. St. Ulrich s high class chalets

Descrizione di costruzione. per. St. Ulrich s high class chalets Descrizione di costruzione per St. Ulrich s high class chalets 1/A. INFORMAZIONI GENERALI : CHALET A L abitazione viene costruita su un terreno di circa 734 m2 in leggero pendio. L intera abitabilità ammonta

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DI DOCUMENTAZIONE INNOVAZIONE E RICERCA EDUCATIVA Palazzo Gerini Via Michelangelo Buonarroti n 10 Firenze

ISTITUTO NAZIONALE DI DOCUMENTAZIONE INNOVAZIONE E RICERCA EDUCATIVA Palazzo Gerini Via Michelangelo Buonarroti n 10 Firenze ISTITUTO NAZIONALE DI DOCUMENTAZIONE INNOVAZIONE E RICERCA EDUCATIVA Palazzo Gerini Via Michelangelo Buonarroti n 10 Firenze Progetto Definitivo Esecutivo Sistemazione degli uffici ex IRRE Campania in

Dettagli

CAPITOLATO DEGLI ELEMENTI DI FINITURA

CAPITOLATO DEGLI ELEMENTI DI FINITURA ALLEGATO N.2 RESIDENZA ORCHIDEA CAPITOLATO DEGLI ELEMENTI DI FINITURA 28 APRILE 2014 CARATTERISTICHE GENERALI DELL INTERVENTO L imm.re in questo intervento realizza edifici residenziali secondo standards

Dettagli

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA Allegato A ETS0148 12 REPARTO INFRASTRUTTURE - Comando - P.zza 1 Maggio, 28 33100 UDINE Tel. 0432-504341-2-3 Fax 0432-414050 RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA Alloggio codice ETS0148 Via Rota, 9 TRIESTE

Dettagli

INTERVENTO DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA EDIFICIO VIA SEBASTIANO DEL PIOMBO 6 MILANO

INTERVENTO DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA EDIFICIO VIA SEBASTIANO DEL PIOMBO 6 MILANO INTERVENTO DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA EDIFICIO VIA SEBASTIANO DEL PIOMBO 6 MILANO CAPITOLATO D APPALTO E DESCRIZIONE LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE PARTI COMUNI I render grafici hanno scopo puramente indicativo

Dettagli

Indaco Immobiliare S.r.l. VIA SANT ANATALONE 5 - MILANO

Indaco Immobiliare S.r.l. VIA SANT ANATALONE 5 - MILANO VIA SANT ANATALONE 5 - MILANO CARATTERISTICHE DELL EDIFICIO - Certificazione energetica in classe B; - Muratura perimetrale esterna ad elevato isolamento termico ed acustico; - Box al piano terra con accesso

Dettagli

RELAZIONE. Giardino del castello

RELAZIONE. Giardino del castello RELAZIONE L intervento si pone l obiettivo di consentire la realizzare nuovi servizi nella città storica (laboratori urbani partecipati) attraverso la rifunzionalizzazione di manufatti di pregio storico

Dettagli

LA STORIA DELL EDIFICIO A1 CONTESTO, TIPO INSEDIATIVO E TIPO EDILIZIO

LA STORIA DELL EDIFICIO A1 CONTESTO, TIPO INSEDIATIVO E TIPO EDILIZIO 18 - scuola in via Montona 3-5 MATRICOLA EDIFICIO.. MUNICIPIO II ARCHIVIO CONSERVATORIA POS. 2713 CATASTO foglio part. TIPO DI SCUOLA asilo nido DENOMINAZIONE ATTUALE Peter Pan DENOMINAZIONE ORIGINALE.

Dettagli

Under the Mango Tree project - Tabora Tanzania Casa di ospitalità per volontari e ospiti

Under the Mango Tree project - Tabora Tanzania Casa di ospitalità per volontari e ospiti Under the Mango Tree project - Tabora Tanzania Casa di ospitalità per volontari e ospiti maggio 2014 90 10,10 m 2,84 m 1,56 m 1,40 m 3,00 m comodino tavolino WC doccia tavolo per 6 persone container NOTE

Dettagli

DOTT. ING. ALESSANDRO ZITO

DOTT. ING. ALESSANDRO ZITO PREMESSA La presente relazione è stata predisposta secondo quanto esplicitamente indicato, per la redazione del Progetto Esecutivo, dall art. 35. Relazioni specialistiche del D.P.R. 5 ottobre 2010, n.

Dettagli

ALLEGATO A TERMINI DI CONSEGNA

ALLEGATO A TERMINI DI CONSEGNA TERMINI DI CONSEGNA L immobile dovrà essere consegnato entro il 01/07/2016. Il canone di locazione verrà corrisposto a far data dal giorno successivo alla consegna. INFORMAZIONI GENERALI Il presente documento

Dettagli

SCUOLA MATERNA MARY POPPINS Via Pesaro - Rivalta

SCUOLA MATERNA MARY POPPINS Via Pesaro - Rivalta PER TUTTE LE SCUOLE 1. Fornire di TARGHE TUTTE LE SCUOLE con il relativo nome 2. Individuare un responsabile che faccia la manutenzione delle aree verdi (sostituzione sabbia nelle sabbiere) e perlustri

Dettagli

DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE OPERE

DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE OPERE Centro Residenziale Vicus Cecilianus DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE OPERE APPARTAMENTI IN VILLA 1 OPERE ESTERNE Facciate esterne: Le facciate esterne dell edificio saranno rifinite con intonaco fine colorato,

Dettagli

PIANTA Stato Attuale

PIANTA Stato Attuale Lezione del corso svolta da Laura Fabiani. Descrizione Sommaria degli interventi L unità immobiliare destinata alla ridistribuzione degli spazi in funzione di una nuova destinazione d uso è attualmte adibita

Dettagli

DIREZIONE DEL GENIO MILITARE PER LA MARINA LA SPEZIA RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA COMUNE DI CHIAVARI (GE)

DIREZIONE DEL GENIO MILITARE PER LA MARINA LA SPEZIA RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA COMUNE DI CHIAVARI (GE) DIREZIONE DEL GENIO MILITARE PER LA MARINA LA SPEZIA RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA COMUNE DI CHIAVARI (GE) Via Parma, 14 ALLOGGIO ASI MGE0071 1 Indice 1. OGGETTO E SCOPO DELLA RELAZIONE 2. UBICAZIONE

Dettagli

Dottori Commercialisti e Consulenti d'impresa Associati - Novembre 2011

Dottori Commercialisti e Consulenti d'impresa Associati - Novembre 2011 Camera 500 - piano SECONDO PIANO singola con bagno interno con condizionatore Armadio in legno a due ante : h,0 m, larg. cm e profondità 56 cm. Interno 4 cassetti e ripiani (con possibile terzo) Posavaligie

Dettagli

LOTTI n. 9-10 Dorsoduro 434

LOTTI n. 9-10 Dorsoduro 434 LOTTI n. 9-10 Dorsoduro 434 Ubicazione Planimetria sub 7 LOTTO N. 9 Planimetria sub 8 LOTTO N. 10 Stato dell immobile sub 7 LOTTO N. 9 Caratteristiche estrinseche: Trattasi di fabbricato di forma rettangolare

Dettagli

DESCRIZIONE TECNICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICE COSTRUTTIVE E FINIZIONI DEL FABBRICATO IN RIVOLI TETTI NEIROTTI Via Rossano 11.

DESCRIZIONE TECNICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICE COSTRUTTIVE E FINIZIONI DEL FABBRICATO IN RIVOLI TETTI NEIROTTI Via Rossano 11. DESCRIZIONE TECNICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICE COSTRUTTIVE E FINIZIONI DEL FABBRICATO IN RIVOLI TETTI NEIROTTI Via Rossano 11. ALLEGATO B CAPITOLO I PREMESSA La presente descrizione ha per oggetto

Dettagli

ALLEGATO A DESCRIZIONE E GESTIONE DELLE STRUTTURE

ALLEGATO A DESCRIZIONE E GESTIONE DELLE STRUTTURE ALLEGATO A DESCRIZIONE E GESTIONE DELLE STRUTTURE FORESTERIA DI VIA VOLTURNO La struttura è composta da n. 18 stanze singole e n. 17 stanze doppie, climatizzate e con servizio indipendente, dislocate su

Dettagli

PIACENZA VIA EMILIA PAVESE, 112 ALLOGGIO EPC0104

PIACENZA VIA EMILIA PAVESE, 112 ALLOGGIO EPC0104 ISPETTORATO DELLE INFRASTRUTTURE DELL ESERCITO 6 REPARTO INFRASTRUTTURE RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA PIACENZA VIA EMILIA PAVESE, 112 ALLOGGIO EPC0104 1 Indice 1. OGGETTO E SCOPO DELLA RELAZIONE 2. UBICAZIONE

Dettagli

AREE AD INTERVENTO GARE NAZIONALI

AREE AD INTERVENTO GARE NAZIONALI Allegato F Gara tipo B Monza, agosto 2014 Gare Nazionali di medio livello AREE AD INTERVENTO GARE NAZIONALI ELENCO ZONE DI INTERVENTO gara tipo B 1. TRIBUNA D ONORE 2. CENTRO MEDICO 3. TENDA VERIFICHE

Dettagli

Esempi degli interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef

Esempi degli interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef Accorpamenti di locali o di altre unità immobiliari Allargamento porte Allargamento porte e finestre esterne Allarme finestre esterne Ampliamento con formazione di volumi tecnici Apertura interna Ascensore

Dettagli

INFORMAZIONI ACCESSIBILITÀ PUNTO INFORMATIVO E FORESTERIA DI S. ANTONIO MAVIGNOLA

INFORMAZIONI ACCESSIBILITÀ PUNTO INFORMATIVO E FORESTERIA DI S. ANTONIO MAVIGNOLA Parco Adamello Brenta INFORMAZIONI ACCESSIBILITÀ PUNTO INFORMATIVO E FORESTERIA DI S. ANTONIO MAVIGNOLA La struttura è costituita da un unico edificio di quattro piani, in cui sono collocate sia le attività

Dettagli

Optional OPERE MURARIE OPERE IN CARTONGESSO IMPIANTO IDRAULICO IMPIANTO ELETTRICO PAVIMENTI RIVESTIMENTI INFISSI ESTERNI ED INTERNI TINTEGGIATURE

Optional OPERE MURARIE OPERE IN CARTONGESSO IMPIANTO IDRAULICO IMPIANTO ELETTRICO PAVIMENTI RIVESTIMENTI INFISSI ESTERNI ED INTERNI TINTEGGIATURE Optional OPERE MURARIE OPERE IN CARTONGESSO IMPIANTO IDRAULICO IMPIANTO ELETTRICO PAVIMENTI RIVESTIMENTI INFISSI ESTERNI ED INTERNI TINTEGGIATURE OPERE MURARIE 0 Esecuzione di tramezzi interni, realizzati

Dettagli

Le scale di accesso alle zone soppalcate sono tutte in metallo a giorno, gli infissi esterni ed interni sono in legno e, nella generalità, originari.

Le scale di accesso alle zone soppalcate sono tutte in metallo a giorno, gli infissi esterni ed interni sono in legno e, nella generalità, originari. UNITÀ IMMOBILIARE: Sita in Roma via Giacomo Venezian, 22, piano primo interno 1 con asservito posto auto via Gaetano Sacchi,19 - DESTINAZIONE D USO: abitazione Prezzo Appartamento più Garage: 870.000 Euro

Dettagli

INFORMAZIONI ACCESSIBILITÀ CENTRO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E CENTRO DI SOGGIORNO DI PRA CATINAT (EDIFICIO E. AGNELLI)

INFORMAZIONI ACCESSIBILITÀ CENTRO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E CENTRO DI SOGGIORNO DI PRA CATINAT (EDIFICIO E. AGNELLI) Parco Orsiera Rocciavrè e riserve di Chianocco e Foresto INFORMAZIONI ACCESSIBILITÀ CENTRO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E CENTRO DI SOGGIORNO DI PRA CATINAT (EDIFICIO E. AGNELLI) La struttura, immersa in boschi

Dettagli

S C H E D A T E C N I C A

S C H E D A T E C N I C A S C H E D A T E C N I C A Aggiornamento OTT.11 TEATRO REMONDINI GENERALITA Il complesso del teatro è dotato dei seguenti impianti: climatizzazione in ogni locale; trattamento dell aria; illuminazione ausiliaria

Dettagli

SCUOLA SICURA RAPPORTO SUI DATI RACCOLTI NELL INDAGINE SULLA SICUREZZA DEGLI EDIFICI SCOLASTICI anno scolastico 2001-2002

SCUOLA SICURA RAPPORTO SUI DATI RACCOLTI NELL INDAGINE SULLA SICUREZZA DEGLI EDIFICI SCOLASTICI anno scolastico 2001-2002 Scuola di cittadinanza attiva SCUOLA SICURA RAPPORTO SUI DATI RACCOLTI NELL INDAGINE SULLA SICUREZZA DEGLI EDIFICI SCOLASTICI anno scolastico 2001-2002 settembre 2002 1 PREMESSA Poiché il tema della sicurezza

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO

PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO COMUNE DI BOLZANO Progetto: PROGETTO PER LAVORI DI ADEGUAMENTO FUNZIONALE, ANTINCENDIO E DI SUPERAMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE DELLA SCUOLA ELEMENTARE RODARI IN VIA

Dettagli

D.Lgs. 85/2010 - Programma di valorizzazione TORRIONE degli SPAGNOLI - Carpi (MO)

D.Lgs. 85/2010 - Programma di valorizzazione TORRIONE degli SPAGNOLI - Carpi (MO) Settore A4 - Restauro e conservazione del patrimonio immobiliare artistico e storico D.Lgs. 85/2010 - Programma di valorizzazione TORRIONE degli SPAGNOLI - Carpi (MO) Qual è la pietra che sostiene il ponte?

Dettagli

Allegato h) Relazione tecnica sul locale ad uso Caffetteria-Ristoro all interno dell ex Convento delle Oblate, via dell Oriuolo 26, Firenze

Allegato h) Relazione tecnica sul locale ad uso Caffetteria-Ristoro all interno dell ex Convento delle Oblate, via dell Oriuolo 26, Firenze Allegato h) Relazione tecnica sul locale ad uso Caffetteria-Ristoro all interno dell ex Convento delle Oblate, via dell Oriuolo 26, Firenze A. Caratteristiche del locale caffetteria ristoro. Il locale

Dettagli

INFORMAZIONI ACCESSIBILITÀ AREA DIDATTICA E PERCORSO PER DISABILI MOTORI DI RONSINAGGIO

INFORMAZIONI ACCESSIBILITÀ AREA DIDATTICA E PERCORSO PER DISABILI MOTORI DI RONSINAGGIO Parco Rocchetta Tanaro INFORMAZIONI ACCESSIBILITÀ AREA DIDATTICA E PERCORSO PER DISABILI MOTORI DI RONSINAGGIO L area didattica, spesso utilizzata per l attività di educazione ambientale con le scuole,

Dettagli

GUIDA ALLE VARIANTI PREMESSA INTRODUTTIVA OPERE EDILI PORTATA DELLE PARETI

GUIDA ALLE VARIANTI PREMESSA INTRODUTTIVA OPERE EDILI PORTATA DELLE PARETI GUIDA ALLE VARIANTI PREMESSA INTRODUTTIVA Poiché la nostra figura professionale in questa situazione è solo quella di tecnico-esecutivista e non di consulente progettuale, durante gli incontri che si terranno,

Dettagli

RESIDENZA Formentini. Via Rismondo - Seregno. In cemento armato, con solai e tetto in calcestruzzo e laterizio.

RESIDENZA Formentini. Via Rismondo - Seregno. In cemento armato, con solai e tetto in calcestruzzo e laterizio. RESIDENZA Formentini Via Rismondo - Seregno STRUTTURA PORTANTE In cemento armato, con solai e tetto in calcestruzzo e laterizio. COPERTURA TETTO Copertura in tegole di cemento colorato. Lattoneria e canali

Dettagli

VILLINO SIMON VIOLET INTERVENTO DI FRAZIONAMENTO E VENDITA DESCRIZIONE

VILLINO SIMON VIOLET INTERVENTO DI FRAZIONAMENTO E VENDITA DESCRIZIONE VILLINO SIMON VIOLET INTERVENTO DI FRAZIONAMENTO E VENDITA DESCRIZIONE L immobile è ubicato nella primissima periferia cittadina in un contesto di alta qualità, con abitazioni circostanti prevalentemente

Dettagli

REQUISITI OBBLIGATORI PER LA CLASSIFICA DEGLI ALBERGHI

REQUISITI OBBLIGATORI PER LA CLASSIFICA DEGLI ALBERGHI Servizio 3 Politiche del Lavoro, I - 61121 Pesaro - Via Mazzolari, 4 della Formazione, Sociali, Tel. 0721.3592531/2507/2503 Culturali e Turismo Fax 0721.33930 PEC: provincia.pesarourbino@legalmail.it P.O.

Dettagli

CONSULENZA TECNICA PER L EDILIZIA

CONSULENZA TECNICA PER L EDILIZIA ALLEGATI All. 1 Individuazione geografica dell immobile All. 2 Documentazione fotografica dell immobile All. 3 Visura storica e planimetria catastale dell unità immobiliare abitativa All. 4 Visura storica

Dettagli

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF 5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF Ecco un elenco esemplificativo di interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef. In ogni caso, deve essere verificata la conformità

Dettagli

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA 3 REPARTO INFRASTRUTTURE Ufficio Lavori Sezione Gestione Alloggi RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA COMUNE DI BRESCIA VIA CUCCA, 16 PALAZINA DEMANIALE ALLOGGIO EBS0034 1 Indice 1. OGGETTO E SCOPO DELLA RELAZIONE

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 3/07. Art. 9 - Barriere Architettoniche

LEGGE REGIONALE N. 3/07. Art. 9 - Barriere Architettoniche LEGGE REGIONALE N. 3/07 Art. 9 - Barriere Architettoniche GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLE SCHEDE INDICE SCHEDA A1 Parte I. Pag. 2 SCHEDA A1 Parte II Pag. 6 SCHEDA B1.. Pag. 10 Si prega di non riferirsi più

Dettagli

Guida per l utente Come realizzare un corretto rilievo metrico della vostra abitazione

Guida per l utente Come realizzare un corretto rilievo metrico della vostra abitazione ARCHITETTURE d INTERNI servizi di progettazione professionale on-line Guida per l utente Come realizzare un corretto rilievo metrico della vostra abitazione La presente guida intende fornire le indicazioni

Dettagli

AREA COMMERCIALE VERCELLI Corso Torino 56. Capitolato di massima delle opere.

AREA COMMERCIALE VERCELLI Corso Torino 56. Capitolato di massima delle opere. AREA COMMERCIALE VERCELLI Corso Torino 56 Capitolato di massima delle opere. CAPITOLATO DI MASSIMA. L edificio è composto da un piano fuori terra di circa mq. 3.000 frazionabili. L aspetto architettonico,

Dettagli

SEDE MUNICIPALE PIAZZA UMBERTO I (Servizio a canone)

SEDE MUNICIPALE PIAZZA UMBERTO I (Servizio a canone) SEDE MUNICIPALE PIAZZA UMBERTO I (Servizio a canone) N. ORARIO D UFFICIO LUNEDÌ, MERCOLEDI, VENERDI 8:00 14:00 MARTEDI: 8:00 13:00 14:00 18:30 GIOVEDÌ: 8.00-13.00; 14.00-17.30 SABATO: 8.00-13.00 SUPERFICI

Dettagli

CAPITOLATO EDIFICIO RESIDENZIALE IN ROMA VIA DI GENEROSA

CAPITOLATO EDIFICIO RESIDENZIALE IN ROMA VIA DI GENEROSA CAPITOLATO EDIFICIO RESIDENZIALE IN ROMA VIA DI GENEROSA 1. FONDAZIONI E STRUTTURA Le fondazioni dirette sono state realizzate in cemento armato opportunamente armate e la struttura in elevazione sempre

Dettagli

unità D I M E N S I O N I I M P O R T I DESIGNAZIONE DEI LAVORI di Quantità misura par.ug. lung. larg. H/peso unitario TOTALE

unità D I M E N S I O N I I M P O R T I DESIGNAZIONE DEI LAVORI di Quantità misura par.ug. lung. larg. H/peso unitario TOTALE pag. 2 R I P O R T O LAVORI A CORPO SICUREZZA (SpCat 1) 1 / 1 NUCLEO ABITATIVO per servizi di cantiere. 28.A05.D05.005 Prefabbricato monoblocco ad uso ufficio, spogliatoio e servizi di cantiere. Caratteristiche:

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SULLE FINITURE. relativa alla sistemazione interna e risanamento conservativo

RELAZIONE TECNICA SULLE FINITURE. relativa alla sistemazione interna e risanamento conservativo EVARISTO s.r.l. RELAZIONE TECNICA SULLE FINITURE relativa alla sistemazione interna e risanamento conservativo di un Fabbricato Commerciale e Residenziale in Ravenna Borgo San Rocco Via Castel San Pietro

Dettagli

Studio Geom. Marco Pettorali via Generale Giuseppe Govone, 56 20155 Milano tel. 02/3311963-3311615 - 3313953 fax e-mail pettoralimarco@tin.

Studio Geom. Marco Pettorali via Generale Giuseppe Govone, 56 20155 Milano tel. 02/3311963-3311615 - 3313953 fax e-mail pettoralimarco@tin. Studio Geom. Marco Pettorali via Generale Giuseppe Govone, 56 20155 Milano tel. 02/3311963-3311615 - 3313953 fax e-mail pettoralimarco@tin.it TRIBUNALE DI MILANO 2 SEZIONE FALLIMENTI *** *** *** N. 4 6

Dettagli

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA BOLOGNA VIA SABOTINO 27 ALLOGGIO EBO 0213

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA BOLOGNA VIA SABOTINO 27 ALLOGGIO EBO 0213 ISPETTORATO DELLE INFRASTRUTTURE DELL ESERCITO 6 REPARTO INFRASTRUTTURE RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA BOLOGNA VIA SABOTINO 27 ALLOGGIO EBO 0213 1 Indice 1. OGGETTO E SCOPO DELLA RELAZIONE 2. UBICAZIONE

Dettagli

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA Allegato A 12 REPARTO INFRASTRUTTURE - Comando - P.zza 1 Maggio, 28 33100 UDINE Tel. 0432-504341-2-3 Fax 0432-414050 RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA Alloggio codice Via Casimiro Donadoni 19/23, TRIESTE

Dettagli

ABACO TIPOLOGIA INTERVENTI EDILIZI

ABACO TIPOLOGIA INTERVENTI EDILIZI ABACO TIPOLOGIA INTERVENTI EDILIZI L'eventuale presenza di vincoli normativi può comportare modifiche al titolo edilizio di base specificato nel seguente Abaco. Nel caso si rimanda alla specifica normativa

Dettagli

INFORMAZIONI GENERALI

INFORMAZIONI GENERALI TERMINI DI CONSEGNA L immobile dovrà essere consegnato entro il 31/10/2015. Il canone di locazione verrà corrisposto a far data dal giorno successivo alla consegna. INFORMAZIONI GENERALI Il presente documento

Dettagli

UFFICIO TECNICO COMUNALE

UFFICIO TECNICO COMUNALE UFFICIO TECNICO COMUNALE COMUNE DI TRIGGIANO P.IVA: 00865250724 - Tel. 0804628.206 - Fax: 0804628.203 e-mail: llpp@comune.triggiano.bari.it SERVIZIO DI PULIZIA IMMOBILI COMUNALI, CUSTODIA E MANUTENZIONE

Dettagli

DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE PRINCIPALI. Casa di 9 unità immobiliari in classe energetica A e struttura antisismica come da norme vigenti

DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE PRINCIPALI. Casa di 9 unità immobiliari in classe energetica A e struttura antisismica come da norme vigenti ALLEGATO B DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE PRINCIPALI Casa di 9 unità immobiliari in classe energetica A e struttura antisismica come da norme vigenti Struttura portante della casa in cemento armato con tamponamenti

Dettagli

MODELLO UNICO INFORMATICO DI AGGIORNAMENTO DEGLI ATTI CATASTALI ACCERTAMENTO DELLA PROPRIETA' IMMOBILIARE URBANA

MODELLO UNICO INFORMATICO DI AGGIORNAMENTO DEGLI ATTI CATASTALI ACCERTAMENTO DELLA PROPRIETA' IMMOBILIARE URBANA MODELLO UNICO INFORMATICO DI AGGIORNAMENTO DEGLI ATTI CATASTALI mod. D1 Quadro B Dichiarazione di variazione presentata ai sensi dell'art. 20 del RDL 13 aprile 1939, n. 652 Tipo Mappale n. del Unita' a

Dettagli

Residenza Matrix LUGANO. pagina 1 / 12 14.03.2014

Residenza Matrix LUGANO. pagina 1 / 12 14.03.2014 LUGANO 14.03.2014 pagina 1 / 12 UBICAZIONE pagina 2 / 12 PIANO SITUAZIONE SCALA 1:500 Via M. Boschetti Alberti Entrata autorimessa Via Giuseppe Bagutti RESIDENZA CONCHIGLIA via alla Campagna Via Ferri

Dettagli

SEZIONE ESECUZIONI IMMOBILIARI

SEZIONE ESECUZIONI IMMOBILIARI TRIBUNALE DI TREVISO SEZIONE ESECUZIONI IMMOBILIARI ESEC. IMMOB. N 432/2009 RELAZIONE DI CONSULENZA TECNICA D UFFICIO LOTTO UNICO N.C.E.U. - COMUNE DI MESER Sez. A - Foglio 2 - Mappale n. 475 sub. 144,

Dettagli

Soc...a r.l., con sede in., via., n.., CF. .., iscritto all ordine, della provincia di.., al n.. RELAZIONE TECNICA

Soc...a r.l., con sede in., via., n.., CF. .., iscritto all ordine, della provincia di.., al n.. RELAZIONE TECNICA OGGETTO: Progetto per la costruzione di un edificio residenziale, in zona sottoposta a vincolo paesaggistico, composto da n.. alloggi, da realizzare nella zona di, in via, denominata. Ditta: Soc...a r.l.,

Dettagli

RESIDENZA I GIARDINI DI VIA INGANNI

RESIDENZA I GIARDINI DI VIA INGANNI RESIDENZA I GIARDINI DI VIA INGANNI Milano, Via Murialdo 3 angolo Lorenteggio CARATTERISTICHE DELL IMMOBILE - Certificazione energetica classe A; - Certificazione acustica; - Murature esterne ad elevato

Dettagli

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA 12 REPARTO INFRASTRUTTURE - Comando - P.zza 1 Maggio, 28 33100 UDINE Tel. 0432-504341-2-3 Fax 0432-414050 RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA Alloggio codice Via Tullio, 24 - UDINE (UD) 1 Indice 1. OGGETTO

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA ISPETTORATO DELL INFRASTRUTTURE DELL ESERCITO 8 REPARTO INFRASTRUTTURE

MINISTERO DELLA DIFESA ISPETTORATO DELL INFRASTRUTTURE DELL ESERCITO 8 REPARTO INFRASTRUTTURE MINISTERO DELLA DIFESA ISPETTORATO DELL INFRASTRUTTURE DELL ESERCITO 8 REPARTO INFRASTRUTTURE VIA TODI N. 6 00181 ROMA RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA Unità Immobiliare ERM 0049 Viale Angelico n. 120 CITTÀ

Dettagli

b) RELAZIONE TECNICA E SPECIALISTICA

b) RELAZIONE TECNICA E SPECIALISTICA COMUNE DI CUREGGIO (NO) LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DI RISANAMENTO IGIENICO E ADEGUAMENTO DEI SERVIZI DELLA SCUOLA DELL INFANZIA b) RELAZIONE TECNICA E SPECIALISTICA - a) Relazione tecnica delle

Dettagli

(ESEMPIO DI DATI E INFORMAZIONI UTILI ALLA DEFINIZIONE DELL OGGETTO DELL APPALTO DELLE PULIZIE DI IMMOBILI A PREVALENTE USO UFFICI)

(ESEMPIO DI DATI E INFORMAZIONI UTILI ALLA DEFINIZIONE DELL OGGETTO DELL APPALTO DELLE PULIZIE DI IMMOBILI A PREVALENTE USO UFFICI) (ESEMPIO DI DATI E INFORMAZIONI UTILI ALLA DEFINIZIONE DELL OGGETTO DELL APPALTO DELLE PULIZIE DI IMMOBILI A PREVALENTE USO UFFICI) Tabella A - Quantificazione aree su cui effettuare il servizio Tipologia

Dettagli

STRUTTURE RICETTIVE ALBERGHIERE AD UNA STELLA

STRUTTURE RICETTIVE ALBERGHIERE AD UNA STELLA Allegato n. 1 - Circolare AVA n. 38/08 PROSPETTO DI DEFINIZIONE DEGLI STANDARD MINIMI NAZIONALI DEI SERVIZI E DELLE DOTAZIONI PER LA CLASSIFICAZIONE DELLE STRUTTURE RICETTIVE ALBERGHIERE STRUTTURE RICETTIVE

Dettagli

U N I V E R S I T A' D E G L I S T U D I D I F I R E N Z E. AREA SERVIZI TECNICI SICUREZA E PATRIMONIO Ufficio Patrimonio Immobiliare

U N I V E R S I T A' D E G L I S T U D I D I F I R E N Z E. AREA SERVIZI TECNICI SICUREZA E PATRIMONIO Ufficio Patrimonio Immobiliare U N I V E R S I T A' D E G L I S T U D I D I F I R E N Z E AREA SERVIZI TECNICI SICUREZA E PATRIMONIO Alloggio di civile abitazione ubicato in Firenze Via dei Serragli n. 76. (N.C.E.U. Foglio di mappa

Dettagli

PERIZIA TECNICO ESTIMATIVA

PERIZIA TECNICO ESTIMATIVA PERIZIA TECNICO ESTIMATIVA RICHIEDENTE: COMUNE DI LARI - UFFICIO TECNICO; OGGETTO: APPARTAMENTO PER CIVILE ABITAZIONE, ANNESSO LOCALE AUTORIMESSA E QUOTA DI UN TERZO SUL RESEDE. ALLEGATI: Estratto di Mappa;

Dettagli

Scheda Tecnica Servizi al Pubblico - Dicembre 2010. Museo Interdisciplinare Regionale Maria Accascina di Messina

Scheda Tecnica Servizi al Pubblico - Dicembre 2010. Museo Interdisciplinare Regionale Maria Accascina di Messina Scheda Tecnica Servizi al Pubblico - Dicembre 2010 Museo Interdisciplinare Regionale Maria Accascina di Messina Locale/spazio destinato al Servizio di Biglietteria All. A destinazione attuale condizioni

Dettagli

Gentilissima signora Susanna Reisinger Via San Sebastiano n 6 34100 TRIESTE. Oggetto: preventivo lavori di ristrutturazione alloggi e vano scala.

Gentilissima signora Susanna Reisinger Via San Sebastiano n 6 34100 TRIESTE. Oggetto: preventivo lavori di ristrutturazione alloggi e vano scala. Gentilissima signora Susanna Reisinger Via San Sebastiano n 6 34100 TRIESTE Oggetto: preventivo lavori di ristrutturazione alloggi e vano scala. Con riferimento agli intercorsi colloqui Le comunico di

Dettagli

Centri Servizi Immobiliari Integrati. Propone in vendita CERMENATE. Ville. Proprietà e diritti riservati

Centri Servizi Immobiliari Integrati. Propone in vendita CERMENATE. Ville. Proprietà e diritti riservati Centri Servizi Immobiliari Integrati Propone in vendita CERMENATE Ville Proprietà e diritti riservati Vietata la diffusione e riproduzione anche parziale senza autorizzazione STRUTTURA DELL EDIFICIO La

Dettagli

CRITERIO DA RISPETTARE

CRITERIO DA RISPETTARE SCHEDA DI RILEVAZIONE STRUTTURE ALBERGHIERE LIVELLO ARGENTO Esercizio: Indirizzo: Telefono: Fax: Email: Web site: Referente: STRUTTURA ESTERNA CRITERIO DA RISPETTARE DEVE ESSERE UN PARCHEGGIO PRIVATO.

Dettagli

C A P I T O L A T O Documento riservato. La sua circolazione è limitata ai soggetti autorizzati.

C A P I T O L A T O Documento riservato. La sua circolazione è limitata ai soggetti autorizzati. Comitur s.r.l. Studio Tecnico : Piazza E. De Angeli, 7 20146 Milano - Tel. +39.02.48011823 Fax +39.02.463087 - E-mail: info@ferrerocostruzioni.com Premessa L'immobile di cui all oggetto è il risultato

Dettagli

LOTTO 11: Edificio di civile abitazione in via Macerata n. 13, Castelfidardo (AN)

LOTTO 11: Edificio di civile abitazione in via Macerata n. 13, Castelfidardo (AN) V = 450 x 20 = 9.000 Euro ed il valore totale del lotto a 110.400 Euro, per cui il valore della quota di proprietà sarà, arrotondato pari a: V = 55.000 Euro Divisibilità Le unità non sono divisibili LOTTO

Dettagli

RESIDENZA LA VIGNA Via Legobbe CH - 6710 Biasca

RESIDENZA LA VIGNA Via Legobbe CH - 6710 Biasca RESIDENZA LA VIGNA Via Legobbe CH - 6710 Biasca 9 APPARTAMENTI ECOLOGICI MINERGIE SU MISURA PER TE CONSEGNA PREVISTA FINE 2016 Appartamenti da 2 1/2 & 4 1/2 locali Gennaio 2015 LA VIGNA Progettazione,

Dettagli

Comune di Stazzano. Provincia di Alessandria

Comune di Stazzano. Provincia di Alessandria Comune di Stazzano Provincia di Alessandria RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA OGGETTO: Edilizia residenziale pubblica Programma casa: 10.000 alloggi entro il 2012 I e 2 Biennio Progetto di recupero edilizio

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA CAROLI STEZZANO. ALLEGATO DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI Anno scolastico 2014/2015

SCUOLA PRIMARIA CAROLI STEZZANO. ALLEGATO DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI Anno scolastico 2014/2015 M i n i s t e r o d e l l I s t r u z i o n e, d e l l a R i c e r c a e d e l l U n i v e r s i t à Istituto Comprensivo CAROLI Via Vallini n. 23 24040 STEZZANO (BG) Tel: 035 591529 - Fax: 035 592335

Dettagli

PROGETTO PRELIMINARE PER L ALLESTIMENTO DI UN CENTRO PER LA DIVULGAZIONE SCIENTIFICA PRESSO I LOCALI DELL EDIFICIO 10 DI POLARIS PULA.

PROGETTO PRELIMINARE PER L ALLESTIMENTO DI UN CENTRO PER LA DIVULGAZIONE SCIENTIFICA PRESSO I LOCALI DELL EDIFICIO 10 DI POLARIS PULA. PROGETTO PRELIMINARE PER L ALLESTIMENTO DI UN CENTRO PER LA DIVULGAZIONE SCIENTIFICA PRESSO I LOCALI DELL EDIFICIO 10 DI POLARIS PULA. RELAZIONE TECNICO-ILLUSTRATIVA STUDIO ASSOCIATO degli Ingg. Salvatore

Dettagli

C.T.U. NELLA PROCEDURA ESECUTIVA N.227/2009 R.G. ESECUZIONI TRIBUNALE DI LUCERA, PROMOSSA DALLA BANCA NAZIONALE DEL LAVORO S.P.A., CONTRO??????????

C.T.U. NELLA PROCEDURA ESECUTIVA N.227/2009 R.G. ESECUZIONI TRIBUNALE DI LUCERA, PROMOSSA DALLA BANCA NAZIONALE DEL LAVORO S.P.A., CONTRO?????????? ALLEGATO N. 37 C.T.U. NELLA PROCEDURA ESECUTIVA N.227/2009 R.G. ESECUZIONI TRIBUNALE DI LUCERA, PROMOSSA DALLA BANCA NAZIONALE DEL LAVORO S.P.A., CONTRO?????????? FOTO SCATTATE AL SOPRALLUOGO DEL 30 APRILE

Dettagli

EX-DIREZIONE DELLE SALINE NEL CENTRO STORICO DI CERVIA

EX-DIREZIONE DELLE SALINE NEL CENTRO STORICO DI CERVIA EX-DIREZIONE DELLE SALINE NEL CENTRO STORICO DI CERVIA Complesso di proprietà di Pentagramma Romagna Spa in via XX Settembre n.38 e Corso Mazzini n.41, sito nel Comune di Cervia (RA). OPERE DI RESTAURO

Dettagli

CRITERIO DA RISPETTARE

CRITERIO DA RISPETTARE SCHEDA DI RILEVAZIONE STRUTTURE ALBERGHIERE LIVELLO BRONZO Esercizio: Indirizzo: Telefono: Fax: Email: Web site: Referente: CRITERIO DA RISPETTARE STRUTTURA ESTERNA DEVE ESSERE PRESENTE UN PARCHEGGIO PRIVATO.

Dettagli

PROGRAMMA DI CONTROLLO DEI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO PROCEDURE PER LE ATTIVITÀ DI CUSTODIA E DI MANUTENZIONE Decreto Ministeriale 6 settembre 1994

PROGRAMMA DI CONTROLLO DEI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO PROCEDURE PER LE ATTIVITÀ DI CUSTODIA E DI MANUTENZIONE Decreto Ministeriale 6 settembre 1994 PROGRAMMA DI CONTROLLO DEI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO PROCEDURE PER LE ATTIVITÀ DI CUSTODIA E DI MANUTENZIONE Decreto Ministeriale 6 settembre 1994 1.00 IDENTIFICAZIONE DELL IMMOBILE: Comune... Prov...

Dettagli