G. CAIMI ELEVATORI SRL

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "G. CAIMI ELEVATORI SRL"

Transcript

1 G. CAIMI ELEVATORI SRL Nel 1925 la famiglia Caimi fonda la società G. Caimi & C. diventando in breve tempo, per professionalità ed organizzazione, il punto di riferimento per il mercato degli elevatori a Milano e in provincia. Negli anni dello sviluppo economico del mercato la G. Caimi & C. installa migliaia di impianti a Milano fino a raggiungere l'obiettivo per cui l'ascensore "diventa" sinonimo di Caimi. Gli anni '80 e '90 vedono il consolidamento e lo sviluppo dell'azienda nella gestione dei servizi di manutenzione e nei lavori di ammodernamento degli impianti continuando, comunque, l'opera di installazione di nuovi impianti. L'esperienza maturata nei decenni ed il successo ottenuto portano a modificare l'assetto azionario della società con l'acquisizione di alcune aziende artigianali del settore operant i soprattutto nella provincia milanese. Negli anni la società si trasforma in G. Caimi Elevatori srl e nel 1999 ottiene la certificazione ISO 9002 e l'abilitazione al collaudo degli ascensori come da Allegato 13 della Direttiva 95/16/CE passando nel 2003 alla Vision In un'ottica di miglioramento del servizio ed in ottemperanza al le normative vigenti, nel 2001 la G. Caimi Elevatori srl ottiene l'attestato di qualificazione per l'esecuzione di lavori pubblic i SAO 0092/2001 per la categoria OS4 II che nel corso del 2008 aumenta in OS4 III. Nel 2006, in seguito all'acquisizione per incorporazione della s ocietà "3SA Ascensori" di Gorgonzola, l'azienda diventa una delle leader di mercato della Lombardia, sia per le migliaia di impianti gest iti in manutenzione (oltre 3.500) che per il volume di fatturato annuo. La G. Caimi Elevatori srl è assicurata per il servizio di manutenzione sulla responsabilità civile verso terzi con un massimale comples sivo di ,00 per ogni sinistro, qualunque sia il numero de lle persone coinvolte che abbia subito lesioni fisiche o danni a cos e ed animali di loro proprietà. La società ha oggi oltre 50 dipendenti con un " Servizio Manutenzione e Servizi" organizzato con 20 tecnici manutentori ed un "Servizio Modernizzazione e Nuovi Impianti" in grado di fornire un servizio di assistenza tecnica tempestivo ed altamente professio nale.

2 Inoltre la società può oggi offrire un servizio "Chiavi in mano" in grado di soddisfare ogni esigenza, dalla gestione delle opere murarie o impiantistiche, alla gestione di ogni pratica amministrativa con gli Enti preposti al rilascio delle necessarie autorizzazioni al funzionamento degli impianti. La gamma di prodotti nuovi completa l'offerta di G. Caimi Elevatori srl grazie ai modelli HI-FLEX e HYDRO. La serie HI-FLEX, è stata sviluppata secondo alcuni criteri innovativi: tecnologia MRL ("Machine Room Less") che non necessità di un locale macchina presente nello stabile; flessibilità (da cui il nome HI-FLEX) con possibilità di adattare la nuova cabina al vano ascensore presente; risparmio con riduzione dei consumi di energia elettrica di oltre il 25% sui normali consumi annui. La serie HYDRO, soluzione "su misura", per tutti gli edifici con azionamento oleodinamico ad azione indiretta con pistone laterale e autolivellamento alle fermate. Il quadro di manovra è contenuto in un comodo armadio posizionato in prossimità del vano corsa, l'impianto non necessità quindi di alcun locale macchina. La G. Caimi Elevatori srl è in grado infine di fornire ed installare ascensori in incastellatura metallica per interni ed esterni; piattaforme elevatrici a direttiva macchine ideali per l'abbattimento delle barriere architettoniche e montavivande e montalibri per tutte le esigenze. L'offerta della nostra società si completa con la possibilità di usufruire di un servizio di finanziamento fino a 60 mesi, IVA al 4% per l'abbattimento delle barriere architettoniche ed usufruire delle detrazioni al 36%. Per informazioni e contatti:

3 Per la G. Caimi Elevatori srl la SICUREZZA è la priorità numero 1. In quest ottica si colloca la volontà da parte della scrivente società di eseguire oltre alle visite di manutenzione ordinaria, semestrali, anche ulteriori due visite denominate Ispezione 1 e Ispezione 5. La prima viene eseguiti con cadenza annuale mentre la seconda ha una cadenza quinquennale. Di seguito riteniamo opportuno elencare le verifiche eseguite durante tali visite: 1 Bottoniera di cabina: chiamate, indicatori, fissaggi 2 Illuminazione cabina e diffusore 3 Dispositivi di sicurezza porta cabina: pulsante riapertura porte, fotocellula, limitatore di forza di chiusura 4 Precisione di arresto al piano, rumori (corsa in salita e discesa) 5 Piani: chiamata di piano, indicatori ottici ed acustici 6 Quadro di manovra: coperchio di protezione, serrature, documentazione 7 Operazioni RAM / consultare le liste di controllo aggiuntive

4 8 Dispositivi di emergenza della cabina: sistema di allarme, dispositivo di comunicazione bidirezionale, unita' di illuminazione, accumulatori 9 Collegamenti, terminali, connettori ad innesto 10 Connettori, rele' 11 Indicatori di livello di piano, controllo LED 12 Protezione elettriche, fusibili 13 Libretto di controllo delle visite di manutenzione e delle avarie secondo le norme locali Interruttori di finecorsa superiore ed inferiore, (utilizzare la 14 manovra di richiamo ESE-91) 15 Illuminazione del vano corsa 16 Dispositivo di evacuazione d'emergenza 17 Controllo funzionale paracadute (ESE 91) 18 Tetto di cabina, piattaforma di lavoro 19 Dispositivo CBD 20 Manovra di ispezione 21 Manovra KSERE 22 Fissaggi macchina a funi, livello macchina, ventilatori di raffreddamento, puleggia di trazione, encoder 23 Freno, parti mobili, rumori, contatto KB 24 Limitatore di velocita' 25 Variatore d frequenza

5 26 Dispositivo di sospensione cabina, contrappeso nella testata del vano 27 Contatto fune allentata 28 Collegamenti estremita' cinghia 29 Condizioni cinghia 30 Pattini o rulli di guida cabina 31 Oliatore automatico della guida 32 Fissaggio cabina in alto (montanti) 33 Parte superiore del contrappeso: telaio, pattini delle guide, sospensione 34 Puleggia a cinghia, passaggio cinghia, fermi cinghia 35 Partte inferiore del telaio contrappeso, blocchi, sistema antirimbalzo, pattini inferiori delle guide 36 Fune del limitatore 37 Cabina e contrappeso: guide e fissaggi 38 Piastra di arresto TSD 39 Porte di vano corsa: rulli, guide, pattini 40 Porte di vano corsa: contatti KTS, serrature porte, controllo meccanico ed elettrico 41 Collegamenti ad innesto nel cablaggio del vano corsa 42 Informazioni di vano 43 Sotto la cabina: paracadute, dispositivo TSD, fermi cinghia, pulegge, fissaggi cabina (montanti) 44 Dispositivo per la misurazione del carico 45 Piastra ammortizzatore, pattini delle guide 46 Vano di corsa, fossa del vano di corsa, raccogli olio 47 Contatti di sicurezza della fossa del vano di corsa 48 Puleggia di tensionamento della fune del limitatore e contatto

6 49 Ammortizzatori 50 Cavo flessibile e attacchi 51 Distanza contrappeso-ammortizzatore con l'ascensore in cima >40 mm 52 Operatore porte, tensione della cinghia, camma della pinza di accoppiamento, contatti 53 Contatto KTC porta cabina 54 Guide della porta della cabina, pattini, rulli : camma pinza di accoppiamento rispetto alle 55 rotelle di accoppiamento 56 Manovra antincendio, manovra opzioni, HCU 57 Prova di isolamento 58 Annotazione della visita sul libretto dell'ascensore Inoltre nell agosto 2012 la G. Caimi Elevatori srl ha sottoscritto una partnership con una società partecipata dal Politecnico di Torino, per il controllo e la verifica delle funi. La società è la AMC Instruments test srl che ha brevettato un sistema di controllo funi (utilizzato fino ad oggi per le Funivie) che sfrutta il sistema magneto-induttivo. Il principio del metodo magneto induttivo si basa sulla misura di un flusso magnetico principale e di un flusso magnetico disperso mediante schiere di sonde ad effetto Hall. Nel caso del flusso magnetico principale, le sonde che rilevano una indicazione proporzionale al numero di fili interrotti; il segnale è noto con la sigla LF: localised fault. Successivamente la necessità di rilevare anche difetti non localizzati, dovuti ad esempio alla corrosione, richiede di effettuare una misura di tipo integrale come quella del flusso principale che attraversa la fune. Tale tipo di segnale è noto con la sigla LMA (Loss Metallic Area) e rileva direttamente il valore assoluto del campo magnetico e non la sua variazione e quindi fornisce il valore assoluto dell area mancate nella sezione della fune. Il risultato di tale controllo sarà un report semplicissimo da leggere, nel quale saranno riportati tutti i controlli effettuati ed i relativi risultati. G. Caimi Elevatori srl

7 Alcune REFERENZE La G. Caimi Elevatori srl società che opera nel settore ascensoristico da oltre cinquant anni, ha il piacere di annoverare tra i propri clienti KEY: AMSA Milano BNP Paribas Mediolanum Gestione Fondi SGR Manital Idea srl Manutencoop Facility Management SpA IPI Servizi srl ARVAL Spa Berendhson Italiana Spa Beta Trans Spa Bio-Rad Laboratories Srl Bio-Lab srl Bolton Alimentare Spa Bras Internazionale Spa Butangas Spa Carlo Gavazzi Space Spa Disa Spa Ditta Special Industries Spa Dompe' Farmaceutica Spa Form Spa Frigoriferi Milanesi Spa GranMilano Spa Guna Spa I.M.E. Spa Industrie Chimiche Forestali Spa Italmatch Chemicals Spa Koprom Spa Luigi Zaini Spa Novotex Italiana Spa Noreco Chimica Spa Parmalat Spa Plamac Spa Unifar Spa Univer Spa Comuni della Provincia di Milano e Monza Provincia di Milano

Manutenzione Edifici: scheda mensile delle operazioni programmate da contratto per impianti elevatori fissi

Manutenzione Edifici: scheda mensile delle operazioni programmate da contratto per impianti elevatori fissi Manutenzione Edifici: scheda mensile delle operazioni programmate da contratto per impianti elevatori fissi Edificio 03 Scuola elementare Barbusi Quadro sinottico delle attività Mese di Giugno Anno 2015

Dettagli

Più sicuri. www.allegraimpianti.it. Decreto 23 luglio 2009. In ascensore. con la nuova normativa nazionale per la sicurezza

Più sicuri. www.allegraimpianti.it. Decreto 23 luglio 2009. In ascensore. con la nuova normativa nazionale per la sicurezza Più sicuri Via C. Perazzi, 54-28100 Novara Tel. 0321 467313 Fax 0321 491434 Mail: info@allegraimpianti.it www.allegraimpianti.it In ascensore con la nuova normativa nazionale per la sicurezza Decreto 23

Dettagli

IMPIANTI ASCENSORI PAG. 1

IMPIANTI ASCENSORI PAG. 1 Cap. XII IMPIANTI ASCENSORI PAG. 1 12.2 OPERE COMPIUTE I prezzi comprendono fornitura dei materiali, trasporto in cantiere, prestazioni di tecnico specializzato montatore; gli accessori ed il fissaggio

Dettagli

Come funziona un ascensore: guida pratica!

Come funziona un ascensore: guida pratica! Come funziona un ascensore: guida pratica Milo Patruno Ascensori www.miloascensori.it info@miloascensori.it INDICE Prefazione 3 L ascensore 3 Introduzione 3 Tipologie di ascensori 3 L ascensore elettrico

Dettagli

CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA FORENSE CONDUZIONE E MANUTENZIONE TRIENNALE DEGLI IMPIANTI ELEVATORI ASSERVITI AGLI STABILI IN ROMA

CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA FORENSE CONDUZIONE E MANUTENZIONE TRIENNALE DEGLI IMPIANTI ELEVATORI ASSERVITI AGLI STABILI IN ROMA CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA FORENSE CONDUZIONE E MANUTENZIONE TRIENNALE DEGLI IMPIANTI ELEVATORI ASSERVITI AGLI STABILI IN ROMA REGISTRO D IMPIANTO Allegato 4 Gennaio 2014 SCHEDA TECNICA

Dettagli

Spett.le Amministrazione... CONTRATTO DI MANUTENZIONE PREVENTIVA ASCENSORE

Spett.le Amministrazione... CONTRATTO DI MANUTENZIONE PREVENTIVA ASCENSORE NOVA EMILIA LIFT Parma, 07/03/11 Spett.le Amministrazione La presente per confermarvi, nei termini e alle condizioni sotto indicate, il Servizio di Manutenzione Preventiva del seguente impianto: Indirizzo:

Dettagli

La tecnica Magneto Induttiva per il controllo delle funi metalliche

La tecnica Magneto Induttiva per il controllo delle funi metalliche La tecnica Magneto Induttiva per il controllo delle funi metalliche A. Canova Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Politecnico di Torino, Corso Duca degli Abruzzi 24, 10129 Torino, tel. 011 0907158 fax.

Dettagli

Istruzioni per l'uso dell'ascensore. DPR 30prile 1999, n. 162. Allegato I, comma 6.2. A) - Prescrizioni della direttiva

Istruzioni per l'uso dell'ascensore. DPR 30prile 1999, n. 162. Allegato I, comma 6.2. A) - Prescrizioni della direttiva Istruzioni per l'uso dell'ascensore DPR 30prile 1999, n. 162 Allegato I, comma 6.2 A) - Prescrizioni della direttiva Estratto delle prescrizioni del Decreto 162/99 Ogni ascensore deve essere accompagnato

Dettagli

Un indagine oggettiva dello

Un indagine oggettiva dello di Aldo Canova dipartimento di Ingegneria Elettrica Politecnico di Torino aldo.canova@polito.it La tecnica magneto-induttiva per il controllo delle funi metalliche Le funi metalliche sono oggi utilizzate

Dettagli

Miglioramento della sicurezza per gli ascensori esistenti

Miglioramento della sicurezza per gli ascensori esistenti Miglioramento della sicurezza per gli ascensori esistenti Ascensoristi 1INDICE DELLE SCHEDE 1 2 3 4 5 6 7 8 Possibile apertura porta, con cabina non al piano Assenza del dispositivo contro la velocità

Dettagli

Funzione Commessa Tipo Rev. 00 Numero Progressivo

Funzione Commessa Tipo Rev. 00 Numero Progressivo Il sistema informatico prevede la firma elettronica pertanto l'indicazione delle strutture e dei nominativi delle persone associate certifica l'avvenuto controllo. Elaborato del 24/06/2015 Pag. 1 di 11

Dettagli

CONTRATTO "A" - ABBONAMENTO ALLA MANUTENZIONE PREVENTIVA ORDINARIA

CONTRATTO A - ABBONAMENTO ALLA MANUTENZIONE PREVENTIVA ORDINARIA M 7.2.1.7.a "CONTRATTO DI MANUTENZIONE" - Ed. 4 del 25/08/08 pag. 1/4 GOODS & PASSENGER LIFTS Parma, 04/06/2010 Spett.le Amministrazione AZIENDA CON SISTEMA QUALITA CERTIFICATO ISO 29001 N. 1 SQ 0627-IT

Dettagli

Amministrazione Provinciale di Catanzaro Piazza Rossi,1-88100 Catanzaro

Amministrazione Provinciale di Catanzaro Piazza Rossi,1-88100 Catanzaro Amministrazione Provinciale di Catanzaro Piazza Rossi,1-88100 Catanzaro PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE ISTITUTO SCOLASTICO OGGETTO D INTERVENTO LICEO SCIENTIFICO L. SICILIANI - CATANZARO CODICE MECCANOGRAFICO:

Dettagli

ALLEGATO III. Elenco prezzi. Azienda Ospedaliera Nazionale SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo Alessandria

ALLEGATO III. Elenco prezzi. Azienda Ospedaliera Nazionale SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo Alessandria S.C. Gestione Patrimonio Tecnologico ed Immobiliare Direttore : Arch. Claudio Pesce Tel. 0131 20 6749/ 6902 - Fax 0131 44 45 05 1 SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA DEGLI IMPIANTI ELEVATORI DELL AZIENDA

Dettagli

COMUNE di TARANTO Direzione Lavori Pubblici

COMUNE di TARANTO Direzione Lavori Pubblici COMUNE DI TARANTO Direzione Lavori Pubblici Servizio Progettazione Esecuzione e Manutenzione Opere Relative alla Pubblica Illuminazione ed Energia OGGETTO: OGGETTO: Appalto per l affidamento di lavori

Dettagli

COMUNE DI FAGNANO CASTELLO (Provincia di Cosenza) Committente

COMUNE DI FAGNANO CASTELLO (Provincia di Cosenza) Committente . ing. Marina Ivano Corso Garibaldi, 42/C 87050 Piane Crati Tel. 0984 422789 Studio Professionale COMUNE DI FAGNANO CASTELLO (Provincia di Cosenza) Committente PROGRAMMA STRAORDINARIO STRALCIO DI INTERVENTI

Dettagli

Capitolato Piattaforma elevatrice My Lift

Capitolato Piattaforma elevatrice My Lift Capitolato Piattaforma elevatrice My Lift Le piattaforme elevatrici sono costruite a regola d arte per permettere il superamento di un dislivello alle persone anche con mobilità ridotta o impedita. Tali

Dettagli

CONOSCERE IL PROPRIO IMPIANTO LIFT

CONOSCERE IL PROPRIO IMPIANTO LIFT N Reg 22334 RS 819.13 Allegato 9 CONOSCERE IL PROPRIO IMPIANTO LIFT Con queste poche righe e con l aiuto di qualche illustrazione vogliamo attirare la sua attenzione nella complessa realtà del suo impianto

Dettagli

FASCICOLO DELLA MANUTENZIONE

FASCICOLO DELLA MANUTENZIONE Comune di Capoterrra Provincia di Cagliari FASCICOLO DELLA MANUTENZIONE Legge 81/2008 D.P.R. 222/2003 OGGETTO: COMMITTENTE: Fornitura e montaggio di ascensore interno alla casa padronale in località Su

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ALLEGATO III

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ALLEGATO III Azienda certificata in conformità alla norma UNI EN ISO 9001:2000 Sede Legale : 15121 Alessandria - Via Venezia, n. 16 - C. F. - Partita I.V.A.: 01640560064 S.C. GESTIONE PATRIMONIO TECNOLOGICO E IMMOBILIARE

Dettagli

Programma Save. Programma SAVE. Ascensori senza locale macchina

Programma Save. Programma SAVE. Ascensori senza locale macchina Programma Save Programma SAVE Ascensori senza locale macchina IGV progetta e produce ascensori e componenti dal 1966 mettendo il cliente al centro della propria missione. Passione e competenza degli uomini

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA MANUTENZIONE DELL IMPIANTO A FUNE

ISTRUZIONI PER LA MANUTENZIONE DELL IMPIANTO A FUNE ISTRUZIONI PER LA MANUTENZIONE DELL IMPIANTO A FUNE QUESTO MANUALE DEE ESSERE A DISPOSIZIONE DEGLI ADDETTI ALLA MANUTENZIONE DELL ASCENSORE E CONSERATO IN LUOGO SICURO, NOTO AL RESPONSABILE DELL ELEATORE,

Dettagli

Soluzioni Tecniche ed estetiche

Soluzioni Tecniche ed estetiche Orona 3G Soluzioni Tecniche ed estetiche segmento residenziale Soluzioni tecniche Orona 3G 00 Orona 3G 05 Orona 3G 020 Orona 3G 025 Orona 3G 030 Orona 3G Opzioni SOLUZIONI ESTETICHE - Orona 3G DOMO SERIES

Dettagli

S I N T E S I. L ascensore amico del sole

S I N T E S I. L ascensore amico del sole S I N T E S I L ascensore amico del sole Da oltre 60 anni il Gruppo Ceam si evolve ricercando la migliore tecnologia al vostro servizio, per garantire efficienza ed affidabilità. Una storia segnata dal

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti PROVVEDITORATO INTERREGIONALE PER LE OPERE PUBBLICHE EMILIA ROMAGNA - MARCHE BOLOGNA CAPITOLO 16

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti PROVVEDITORATO INTERREGIONALE PER LE OPERE PUBBLICHE EMILIA ROMAGNA - MARCHE BOLOGNA CAPITOLO 16 ANA REPV BBLICA Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti PROVVEDITORATO INTERREGIONALE PER LE OPERE PUBBLICHE EMILIA ROMAGNA - MARCHE BOLOGNA ITALI CAPITOLO 16 IMPIANTI ASCENSORI MONTACARICHI MONTALETTIGHE

Dettagli

COMUNE DI GORLAGO PROVINCIA DI BERGAMO

COMUNE DI GORLAGO PROVINCIA DI BERGAMO PRESTAZIONALE IMPIANTI ELEVATORI E ASCENSORI, ANTINCENDIO, ANTIFURTO CITTOFONO E CONTROLLO ACCESSO 1. IMPIANTI ELEVATORI, ASCENSORI, Le prestazioni richieste sono: A- conduzione degli impianti; B- controlli

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI INTRODUZIONE Le dimensioni delle cabine degli ascensori devono rispettare valori minimi stabiliti dalle normative vigenti, dipendenti dalla particolare

Dettagli

Conquistate i vostri spazi con i nostri mini elevatori.

Conquistate i vostri spazi con i nostri mini elevatori. Conquistate i vostri spazi con i nostri mini elevatori. L esperienza insegna. Garaventa Lift Leader nell accessibilità. La leadership tecnologica Garaventa arriva dall alto. Dalle vette più impegnative

Dettagli

Controllo e verifica di funi per il settore ascensoristico www.aemmeci.com

Controllo e verifica di funi per il settore ascensoristico www.aemmeci.com Controllo e verifica di funi per il settore ascensoristico www.aemmeci.com AMC Instruments Progettazione, industrializzazione e vendita di prodotti legati all analisi non distruttiva di manufatti metallici

Dettagli

A L P I. Gruppo Organismi Notificati. Direttiva Ascensori 95/16/CE. Direttiva 95/16/CE - Allegato VI - Allegato X ASCENSORE ELETTRICO

A L P I. Gruppo Organismi Notificati. Direttiva Ascensori 95/16/CE. Direttiva 95/16/CE - Allegato VI - Allegato X ASCENSORE ELETTRICO ON-A A L P I Gruppo Organismi tificati Direttiva Ascensori 95/16/CE Direttiva 95/16/CE - Allegato VI - Allegato X ASCENSORE ELETTRICO L'installazione è basata su: un ascensore con Attestato di Esame di

Dettagli

INDICE MANUALE ATTENZIONE

INDICE MANUALE ATTENZIONE INDICE MANUALE 1) Dati di identificazione macchina e costruttore pag. 2 2) Servizio assistenza pag. 2 3) Descrizione della macchina pag. 3 4) Caratteristiche tecniche pag. 5 5) Usi previsti e non previsti

Dettagli

Sistemi di controllo idraulici ed elettronici garantiscono un maggior comfort di marcia ed un preciso livellamento ai piani della cabina.

Sistemi di controllo idraulici ed elettronici garantiscono un maggior comfort di marcia ed un preciso livellamento ai piani della cabina. MINIASCENSORE DE 07 ACCESSIBILITÀ E SOLUZIONI Quando i vincoli di un edifi cio non consentono l installazione di un tradizionale ascensore e quando la necessità di abbattere le barriere architettoniche

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO IMPIANTO A FUNE

ISTRUZIONI PER L USO IMPIANTO A FUNE ISTRUZIONI PER L USO IMPIANTO A FUNE QUESTO MANUALE DEVE ESSERE A DISPOSIZIONE DEGLI UTENTI DELL ASCENSORE E CONSERVATO IN LUOGO SICURO, NOTO AL RESPONSABILE DELL ELEVATORE, PER TUTTA LA VITA DELL IMPIANTO.

Dettagli

T. I. = TIPO IMPIANTO: AF ascensore funi, AI ascensore Idr. S-T scala/tappeto mobile, M - montacarichi, V - montavivande, X - altro

T. I. = TIPO IMPIANTO: AF ascensore funi, AI ascensore Idr. S-T scala/tappeto mobile, M - montacarichi, V - montavivande, X - altro TECNO TECNOLOGIA NELL ELEVAZIONE Offerta n. ASCENSORI SCALE MOBILI TECNO Srl Via F.lli Bandiera, 12-20016 Pero (MI) Tel. + 39 02 3390 285 Fax. + 39 02 3390 651 Sito web: www.tecno-lift.com E-mail : assistenza@tecno-lift.com

Dettagli

prodotti QUADRI PER IMPIANTI OLEODINAMICI QUADRI PER IMPIANTI ELETTRICI quadro VVVF quadro VVVF MRL QUADRI PER PIATTAFORME HOME LIFT

prodotti QUADRI PER IMPIANTI OLEODINAMICI QUADRI PER IMPIANTI ELETTRICI quadro VVVF quadro VVVF MRL QUADRI PER PIATTAFORME HOME LIFT azienda BEG nasce nel 1989 come studio di progettazione elettronica. Dal 1990, collaborando con alcune aziende, approfondisce le proprie esperienze e conoscenze nel settore ascensoristico.nel 1993 viene

Dettagli

Pag. . 2. brevettato. le batterie. (balck out) Simplex. Offerta. Modello. Velocità. : 10,3 m. Corsa. Macchina Vano di corsa. : 3450 mm : 1000 mm

Pag. . 2. brevettato. le batterie. (balck out) Simplex. Offerta. Modello. Velocità. : 10,3 m. Corsa. Macchina Vano di corsa. : 3450 mm : 1000 mm Offerta n : RDO2013-13TV7-ITN28832 CARATTERISTICHE TECNICHE Group 1 N Modello Portata - Capienza Velocità Corsa Fermatee - Accessi Macchina Vano di corsa Testata Fossa Minima Alimentazione Azionamento

Dettagli

FOGLIO RIEPILOGATIVO PER MAGAZZINO

FOGLIO RIEPILOGATIVO PER MAGAZZINO FOGLIO RIEPILOGATIVO PER MAGAZZINO COMMESSA N.: AAAA IMPIANTO N.: AAAA N 2 Colonne guide tipo complete Fornitore Monteferro Tipo T 82/A (82,5 x 68,25 x 9mm) Lunghezza cad. colonna 25 m Composte complessivamente

Dettagli

LISTINO IM - IMPIANTI DI SOLLEVAMENTO

LISTINO IM - IMPIANTI DI SOLLEVAMENTO IM.380.30 ASCENSORI PER EDIFICI PRIVATI, per nuove costruzioni non residenziali IM.380.30.10 ASCENSORE PER EDIFICI PRIVATI, per nuove costruzioni non residenziali PER EDIFICI PRIVATI, per nuove costruzioni

Dettagli

CONTROLLO MAGNETICO INDUTTIVO DELLE FUNI DI ACCIAIO

CONTROLLO MAGNETICO INDUTTIVO DELLE FUNI DI ACCIAIO Riparazioni, Manutenzioni e Revamping per Gru a Ponte, Gru a Bandiera e Paranchi di qualsiasi marca e modello Controllo magneto induttivo per funi metalliche Preventivi gratuiti Revisioni e riparazioni

Dettagli

VERBALE DI VERIFICA del / / Periodica Straordinaria (DPR 162/99, Artt. 13-14)

VERBALE DI VERIFICA del / / Periodica Straordinaria (DPR 162/99, Artt. 13-14) ON n. 1791 VERBALE DI VERIFICA del / / Periodica Straordinaria (DPR 162/99, Artt. 13-14) 99999 precedente verifica con esito negativo a seguito di incidente modifiche costruttive PRD n 0138B Membro degli

Dettagli

Il piccolo montacarichi

Il piccolo montacarichi Pensiamo per un momento allo spazio che ci circonda come se per descriverlo bastassero i tre assi cartesiani. Ora lasciamo che un uomo si muova liberamente all interno di quello spazio. Per due dimensioni

Dettagli

La manovra manuale di ritorno al piano. Ing. Raffaele Sabatino 1

La manovra manuale di ritorno al piano. Ing. Raffaele Sabatino 1 La manovra manuale di ritorno al piano Ing. Raffaele Sabatino 1 La manovra manuale di ritorno al piano D.P.R. 30 aprile 1999, n. 162 (Regolamento recante norme per l'attuazione della direttiva 95/16/CE

Dettagli

ascensori - montacarichi - montascale - piattaforme elevatrici

ascensori - montacarichi - montascale - piattaforme elevatrici ASCENSORI ascensori - montacarichi - montascale - piattaforme elevatrici La A.R. S.r.l. è stata fondata nel 1987 da Renato e Walter Rupini, per realizzare alcune idee innovative nel campo degli ascensori,

Dettagli

INDICE MANUALE ! ATTENZIONE

INDICE MANUALE ! ATTENZIONE PIATTAFORMA IDRAULICA UNIKA MANUALE DI USO E MANUTENZIONE INDICE MANUALE 1) dati di identificazione macchina e costruttore pag. 03 2) servizio assistenza pag. 03 3) descrizione della macchina pag. 04 4)

Dettagli

consumatore e, come tale, legittimato a invocare tutta la normativa a favore dei consumatori.

consumatore e, come tale, legittimato a invocare tutta la normativa a favore dei consumatori. Pur nella certezza dell impossibilità di fissare un unico modello contrattuale, date le differenti caratteristiche tecniche dei vari impianti e delle condizioni ambientali di servizio, è comunque utile

Dettagli

Soluzioni Tecniche ed estetiche

Soluzioni Tecniche ed estetiche Orona 3G Soluzioni Tecniche ed estetiche segmento pubblico Soluzioni tecniche Orona 3G 205 Orona 3G 206 Orona 3G 2025 Orona 3G 2026 Orona 3G Opzioni SOLUZIONI ESTETICHE - Orona 3G PUBLIC SERIES Packs Reference

Dettagli

L ascensore energeticamente sostenibile adatto a qualsiasi edificio

L ascensore energeticamente sostenibile adatto a qualsiasi edificio L ascensore energeticamente sostenibile adatto a qualsiasi edificio ThyssenKrupp Elevator Italia = Ascensore + Sostenibile + Compatto + Modulare ThyssenKrupp Elevator Italia propone un nuovo concetto di

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE. PROGETTARE PER TUTTI Edizione 2015. IMPIANTI DI SOLLEVAMENTO 7^ Lezione Il Condominio - Modulo 14

CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE. PROGETTARE PER TUTTI Edizione 2015. IMPIANTI DI SOLLEVAMENTO 7^ Lezione Il Condominio - Modulo 14 CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PROGETTARE PER TUTTI Edizione 2015 IMPIANTI DI SOLLEVAMENTO 7^ Lezione Il Condominio - Modulo 14 NUOVI EDIFICI RESIDENZIALI D.M. 236/89 Paragrafo 8.1.12 b) Dimensioni

Dettagli

Gli interventi di adeguamento previsti dall allegato tecnico del Decreto Ministeriale 23 luglio 2009

Gli interventi di adeguamento previsti dall allegato tecnico del Decreto Ministeriale 23 luglio 2009 Gli interventi di adeguamento previsti dall allegato tecnico del Decreto Ministeriale 23 luglio 2009 Ing. Paolo Tattoli ISPESL Presidente della Commissione Ascensori del UNI Pubblicato sulla G.U. N 189

Dettagli

L ascensore su misura

L ascensore su misura L ascensore su misura ITALO Finalmente come lo vuoi tu...come un abito sartoriale ITALO è l ascensore pensato per soddisfare qualsiasi tua esigenza, sia estetica che dimensionale. Il punto di forza di

Dettagli

quadri per piattaforme home lift quadri per impianti oleodinamici quadri per impianti a fune VVVF

quadri per piattaforme home lift quadri per impianti oleodinamici quadri per impianti a fune VVVF azienda BEG nasce nel 1989 come studio di progettazione elettronica. Dal 1990, collaborando con alcune aziende, approfondisce le proprie esperienze e conoscenze nel settore ascensoristico.nel 1993 viene

Dettagli

Programma Save. Programma SAVE. Ascensori senza locale macchina

Programma Save. Programma SAVE. Ascensori senza locale macchina Programma Save Programma SAVE Ascensori senza locale macchina IGV progetta e produce ascensori e componenti dal 1966 mettendo il cliente al centro della propria missione. Passione e competenza degli uomini

Dettagli

Antonio Guerriero Giacomo Guerriero. Ascensori elettrici. Progettazione, installazione, collaudo e manutenzione

Antonio Guerriero Giacomo Guerriero. Ascensori elettrici. Progettazione, installazione, collaudo e manutenzione Antonio Guerriero Giacomo Guerriero Ascensori elettrici Progettazione, installazione, collaudo e manutenzione UAV - VENEZA AREA SERV. BBLOGRAFC E DOCUMENTAL H 9512 BBLOTECA CENTRALE QUADERNl PER LA PROGETTAZlONE

Dettagli

LISTA DI CONTROLLO APPARECCHI DI SOLLEVAMENTO DENOMINATI: Rif. UNI 12159 e LINEE GUIDA ISPESL

LISTA DI CONTROLLO APPARECCHI DI SOLLEVAMENTO DENOMINATI: Rif. UNI 12159 e LINEE GUIDA ISPESL LISTA DI CONTROLLO APPARECCHI DI SOLLEVAMENTO DEMINATI: Rif. UNI 12159 e LINEE GUIDA ISPESL ASCENSORI DA CANTIERE Ascensori installati temporaneamente, destinati all utilizzo da parte di persone a cui

Dettagli

Decreto PresidentedDella Repubblica 24 Dicembre 1951, N. 1767

Decreto PresidentedDella Repubblica 24 Dicembre 1951, N. 1767 Decreto PresidentedDella Repubblica 24 Dicembre 1951, N. 1767 Approvazione del regolamento per l'esecuzione della legge 24 ottobre 1942, n. 1415, concernente l'impianto e l'esercizio di ascensori e di

Dettagli

Capitolo 20 ASCENSORI SM2 CON TESTATA E/O FOSSA RIDOTTE (IN DEROGA)

Capitolo 20 ASCENSORI SM2 CON TESTATA E/O FOSSA RIDOTTE (IN DEROGA) Capitolo 20 ASCENSORI SM2 CON TESTATA E/O FOSSA RIDOTTE (IN DEROGA) Moris Italia s.r.l. Via Per Cadrezzate, 21/C 21020 Brebbia (VA) Italy Tel. ++39 0332 984211 Fax ++39 0332 984280 e mail moris@moris.it

Dettagli

REGISTRO DELLA MANUTENZIONE PROGRAMMATA DI MACCHINE ED ATTREZZATURE IN EDILIZIA

REGISTRO DELLA MANUTENZIONE PROGRAMMATA DI MACCHINE ED ATTREZZATURE IN EDILIZIA REGISTRO DELLA MANUTENZIONE PROGRAMMATA DI MACCHINE ED ATTREZZATURE IN EDILIZIA N Verifica Addetto al controllo 1 Gru a torre Verifica dei comandi, funi, freni, lubrificazione e microswitch di fine corsa

Dettagli

Consorzio Cimiteriale

Consorzio Cimiteriale Consorzio Cimiteriale tra i Comuni di Frattamaggiore Grumo Nevano Frattaminore Manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti ascensori esistenti negli edifici di loculi contrassegnati con le lettere

Dettagli

Milano, 19 Novembre 2010 Informazioni interne riservate CEAM S.r.l. - Distribuzione Vietata

Milano, 19 Novembre 2010 Informazioni interne riservate CEAM S.r.l. - Distribuzione Vietata 1 Il contributo innovativo di CEAM: l innovazione tecnologica a basso impatto ambientale Da oltre 60 anni il Gruppo Ceam si evolve ricercando la migliore tecnologia al servizio del Cliente, per garantire

Dettagli

L ascensore innovativo, sicuro ed affidabile. Tanto risparmio di energia in poco spazio

L ascensore innovativo, sicuro ed affidabile. Tanto risparmio di energia in poco spazio L ascensore innovativo, sicuro ed affidabile Tanto risparmio di energia in poco spazio SICUREZZA CONFORTEVOLE Chiamata di soccorso In conformità alla Direttiva Ascensori 95/16 CE e alla norma EN 81-28,

Dettagli

Dati Tecnici Piattaforma Elevatrice elettrica E10 ECOVimec

Dati Tecnici Piattaforma Elevatrice elettrica E10 ECOVimec Dati Tecnici Piattaforma Elevatrice elettrica E10 ECOVimec Sistema di sollevamento per persone con limitata capacità motoria Omologazioni Omologazione TÜV per il paracadute Omologazione TÜV per le serrature

Dettagli

in servizio LA SCELTA ECOLOGICA INTELLIGENTE

in servizio LA SCELTA ECOLOGICA INTELLIGENTE in servizio LA SCELTA ECOLOGICA INTELLIGENTE COMFORT Filosofia Prestazioni Estetica Opzioni COMFORT GARANZIA DI QUALITÀ Nel 1853 OTIS creò il primo ascensore sicuro della storia; da allora fino ad oggi,

Dettagli

NORME EN81.20 e EN81.50. www.giovenzana.com

NORME EN81.20 e EN81.50. www.giovenzana.com NORME EN81.20 e EN81.50 www.giovenzana.com La nuova EN 81-20 sostituisce EN 81-2 & EN 81-1. Contiene i requisiti per completare l installazione di ascensori per passeggeri e montacarichi indipendenti

Dettagli

Ascensori elettrici Progettazione, installazione, collaudo e manutenzione

Ascensori elettrici Progettazione, installazione, collaudo e manutenzione Ascensori elettrici Progettazione, installazione, collaudo e manutenzione Antonio Guerriero, Giacomo Guerriero Una guida completa per la progettazione, l installazione, la verifica periodica e il collaudo

Dettagli

A.C.E.R. Bologna - Impianto Ascensore Lotto 1334/I SAN LAZZARO DI SAVENA Via del Seminario CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ALLEGATO A

A.C.E.R. Bologna - Impianto Ascensore Lotto 1334/I SAN LAZZARO DI SAVENA Via del Seminario CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ALLEGATO A A.C.E.R. Bologna - Impianto Ascensore Lotto 1334/I SAN LAZZARO DI SAVENA Via del Seminario CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ALLEGATO A 1 Art. 1 RIFERIMENTI NORMATIVI La progettazione e la realizzazione delle

Dettagli

L efficienza energetica nel trasporto verticale. Fabrizio Vimercati Lecce, 17 ottobre 2014 Convegno ALAC

L efficienza energetica nel trasporto verticale. Fabrizio Vimercati Lecce, 17 ottobre 2014 Convegno ALAC L efficienza energetica nel trasporto verticale Fabrizio Vimercati Convegno ALAC 0 Profilo della United Technologies Corporation Otis Ascensori, montacarichi e scale mobili Pratt & Whitney Motori per aerei

Dettagli

DETERMINA N. 448 / 13

DETERMINA N. 448 / 13 COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D ARNO Via Francesco Guicciardini n 61-56020 - Montopoli in Val d'arno (PI) - ( 0571/44.98.11) SETTORE LAVORI PUBBLICI CODICE SERVIZIO LAVORI PUBBLICI DETERMINA N. 448 / 13 DEL

Dettagli

Schindler 3100 Semplice e pratico. Il nostro ascensore per piccoli edifici residenziali vi stupirà.

Schindler 3100 Semplice e pratico. Il nostro ascensore per piccoli edifici residenziali vi stupirà. Semplice e pratico. Il nostro ascensore per piccoli edifici residenziali vi stupirà. Ascensori per persone Schindler 2 Manteniamo sempre le nostre promesse. E sono molte. Nota Schindler Spa si riserva

Dettagli

L ascensore innovativo, sicuro ed affidabile. Tanto risparmio di energia in poco spazio

L ascensore innovativo, sicuro ed affidabile. Tanto risparmio di energia in poco spazio L ascensore innovativo, sicuro ed affidabile Tanto risparmio di energia in poco spazio SICUREZZA CONFORTEVOLE Chiamata di soccorso In conformità alla Direttiva Ascensori 95/16 CE e alla norma EN 81-28,

Dettagli

Acessibilità Una soluzione per ogni barriera. Le piattaforme elevatrici Silver Steppy

Acessibilità Una soluzione per ogni barriera. Le piattaforme elevatrici Silver Steppy Acessibilità Una soluzione per ogni barriera Le piattaforme elevatrici Silver Steppy Silver Accessibilità senza problemi, con i migliori standard di sicurezza e flessibilità La piattaforma elevatrice Silver

Dettagli

APPENDICE A LISTE DI CONTROLLO PER APPARECCHI DI SOLLEVAMENTO DI TIPO TRASFERIBILE E RELATIVI ACCESSORI DI SOLLEVAMENTO

APPENDICE A LISTE DI CONTROLLO PER APPARECCHI DI SOLLEVAMENTO DI TIPO TRASFERIBILE E RELATIVI ACCESSORI DI SOLLEVAMENTO APPENDICE A LISTE DI CONTROLLO PER APPARECCHI DI SOLLEVAMENTO DI TIPO TRASFERIBILE E RELATIVI ACCESSORI DI SOLLEVAMENTO [Articolo 71 comma 8 D.Lgs. 81/08 e s.m.i.] Le check-list riportate di seguito riassumono,

Dettagli

PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO DI UN ASCENSORE

PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO DI UN ASCENSORE rea PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO DI UN ASCENSORE 5 June 2009 Introduzione Come molti sapranno, nel settore ascensoristico la tecnologia elettromeccanica è ormai superata. Tuttavia molti impianti che la utilizzano

Dettagli

AGENZIA PER LA MOBILITA METROPOLITANA DI TORINO

AGENZIA PER LA MOBILITA METROPOLITANA DI TORINO Procedura comparativa per il conferimento di n. 1 incarico individuale di lavoro autonomo per l espletamento promemoria VERBALE PROVE SCALE MOBILI IDENTIFICAZIONE Scala Mobile situata presso N matricola

Dettagli

Il piccolo montacarichi

Il piccolo montacarichi Montacarichi per sole cose con portate da 12 kg a 300 kg Struttura portante di serie per agevolare e rendere veloce l installazione in qualsiasi contesto abitativo Soluzione ideale per l ottimazione della

Dettagli

Capitolato Speciale d Appalto. per la manutenzione straordinaria. dell impianto elevatore CIOCCA matricola 31899 n 14 CC004701,

Capitolato Speciale d Appalto. per la manutenzione straordinaria. dell impianto elevatore CIOCCA matricola 31899 n 14 CC004701, Allegato 1 Capitolato Speciale d Appalto per la manutenzione straordinaria dell impianto elevatore CIOCCA matricola 31899 n 14 CC004701, dell impianto elevatore CIOCCA matricola 31900 n 15 CC004702 e del

Dettagli

APPALTO DEI SERVIZI DI GESTIONE, CONTROLLO E MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI ELEVATORI INSTALLATI NEGLI EDIFICI DI COMPETENZA COMUNALE CAPITOLATO SPECIALE

APPALTO DEI SERVIZI DI GESTIONE, CONTROLLO E MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI ELEVATORI INSTALLATI NEGLI EDIFICI DI COMPETENZA COMUNALE CAPITOLATO SPECIALE COUNE DI ACI CASTELLO PROVINCIA DI CATANIA 4 a AREA Servizi al Patrimonio Ecologia - Ambiente APPALTO DEI SERVIZI DI GESTIONE, CONTROLLO E ANUTENZIONE DEGLI IPIANTI ELEVATORI INSTALLATI NEGLI EDIFICI DI

Dettagli

EKS 210/EKS 312. Commissionatore verticale (1000 kg/1200 kg) Sistema di navigazione in magazzino (opzionale) per un ottimizzazione dei tempi di arrivo

EKS 210/EKS 312. Commissionatore verticale (1000 kg/1200 kg) Sistema di navigazione in magazzino (opzionale) per un ottimizzazione dei tempi di arrivo Sistema di navigazione in magazzino (opzionale) per un ottimizzazione dei tempi di arrivo Duplice recupero di energia e gestione energetica efficiente Elevata flessibilità grazie alla struttura modulare

Dettagli

L ascensore innovativo, sicuro ed affidabile

L ascensore innovativo, sicuro ed affidabile s i n t e s i sicurezza L ascensore innovativo, sicuro ed affidabile Tanto risparmio di energia in poco spazio SICUREZZA CONFORTEVOLE Chiamata di soccorso In conformità alla Direttiva Ascensori 95/16 CE

Dettagli

PROGRAMMA D ESAME PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE ALLA MANUTENZIONE DEGLI ASCENSORI E DEI MONTACARICHI PROVINCIA DI LECCO

PROGRAMMA D ESAME PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE ALLA MANUTENZIONE DEGLI ASCENSORI E DEI MONTACARICHI PROVINCIA DI LECCO PROGRAMMA D ESAME PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE ALLA MANUTENZIONE DEGLI ASCENSORI E DEI MONTACARICHI PROVINCIA DI LECCO 1. PREMESSA Il candidato deve dimostrare di avere conseguito per suo studio

Dettagli

La sicurezza antincendio negli uffici

La sicurezza antincendio negli uffici G. Varisco C.T. ANIE AssoAscensori giovanni.varisco@kone.com Convegno La sicurezza antincendio negli uffici 13 marzo 2008 Istituto Superiore Antincendio Roma Le varie tipologie di ascensori previste dal

Dettagli

MANUALE D USO E MANUTENZIONE

MANUALE D USO E MANUTENZIONE MANUALE D USO E MANUTENZIONE PORTA BASCULANTE Manuale / Automatizzata A cura della : Sistema Qualità ISO MANUALE D USO E MANUTENZIONE Pagina 2 di 19 INDICE 1 - LETTERA ALLA CONSEGNA... 3 2 INFORMAZIONI

Dettagli

Rappresentante e distributore unico per l Italia

Rappresentante e distributore unico per l Italia Rappresentante e distributore unico per l Italia C O M P O N E N T I E L E T T R O M E C C A N I C I P E R A S C E N S O R I Le serrature Kronenberg sono universalmente riconosciute tra le più belle, precise

Dettagli

adeguamenti e Modernizzazioni

adeguamenti e Modernizzazioni adeguamenti e Modernizzazioni Oggi dotare il vostro condominio di ascensore o sostituire il vecchio impianto con uno nuovo è ancora più conveniente. Dalla Ricerca e Sviluppo SELE nasce una linea di ascensori

Dettagli

Silver-Steppy. piattaforme elevatrici

Silver-Steppy. piattaforme elevatrici Silver-Steppy piattaforme elevatrici SEMPLICI DA USARE VERSATILI SICURE SILVER La piattaforma elevatrice Silver rappresenta la soluzione ideale per assicurare l ACCESSIBILITÀ a: Strutture private (banche,

Dettagli

Incastellature metalliche Arcate

Incastellature metalliche Arcate GRUPPO Incastellature metalliche rcate abine La piattaforma elevatrice è un prodotto mirato a soddisfare le molteplici richieste di mercato grazie alla progettazione e alla realizzazione di una meccanica

Dettagli

I]nhhZc@gjee :azkvidg >iva^v. Latitude. L ultima generazione di ascensori gearless senza locale macchina

I]nhhZc@gjee :azkvidg >iva^v. Latitude. L ultima generazione di ascensori gearless senza locale macchina I]nhhZc@gjee :azkvidg >iva^v Latitude. L ultima generazione di ascensori gearless senza locale macchina Sviluppare prodotti di alta qualità è nella filosofia ThyssenKrupp. Il Latitude ne è un esempio.

Dettagli

L ASCENSORE INNOVATIVO, SICURO ED AFFIDABILE

L ASCENSORE INNOVATIVO, SICURO ED AFFIDABILE S I N T E S I SICUREZZA L ASCENSORE INNOVATIVO, SICURO ED AFFIDABILE TANTO RISPARMIO DI ENERGIA IN POCO SPAZIO SICUREZZA CONFORTEVOLE Chiamata di soccorso In conformità alla Direttiva Ascensori 95/16 CE

Dettagli

Caratteristiche e finiture - Componenti standard e opzionali

Caratteristiche e finiture - Componenti standard e opzionali Caratteristiche e finiture - Componenti standard e opzionali Caratteristiche standard Gruppo argano: Manovra: Portata: Fermate: Corsa: Cabina: Ingressi: Porte di piano: Pulsantiera di piano: A vite senza

Dettagli

Interruttori di piano e di livellamento

Interruttori di piano e di livellamento Interruttori di piano e di livellamento 6 Introduzione 6-2 AS 1 6-3 ASH 2 6-4 AFH 2 6-5 Tabella di confronto dei dati tecnici 6-6 Interruttori unitari 6-7 Interruttori di piano e di livellamento / Introduzione

Dettagli

BLADE S-MAX Armadio per alloggiamento di Server Blade

BLADE S-MAX Armadio per alloggiamento di Server Blade Armadio per alloggiamento di Server Blade Sommario Specifiche materiali Profilati verticali: acciaio 1.5 mm Intelaiature terminali: acciaio 1.5 mm Montanti 19 : acciaio 2.0 mm Supporti laterali per montanti:

Dettagli

Istruzioni per l'uso dell'ascensore e libretto d'impianto. DPR 30prile 1999, n. 162. Allegato I, comma 6.2

Istruzioni per l'uso dell'ascensore e libretto d'impianto. DPR 30prile 1999, n. 162. Allegato I, comma 6.2 Istruzioni per l'uso dell'ascensore e libretto d'impianto DPR 30prile 1999, n. 162 Allegato I, comma 6.2 LIBRETTO DI IMPIANTO Redatto secondo la Direttiva 95/16/CE e il DPR 30 aprile 1999, n. 162 Contiene

Dettagli

FAQ. Le domande più frequenti... sugli ascensori

FAQ. Le domande più frequenti... sugli ascensori FAQ Le domande più frequenti... sugli ascensori 1. Cosa devono appurare le verifiche periodiche? Le verifiche periodiche sono dirette ad accertare se le parti dalle quali dipende la sicurezza di esercizio

Dettagli

adeguamenti e Modernizzazioni

adeguamenti e Modernizzazioni adeguamenti e Modernizzazioni Oggi dotare il vostro condominio di ascensore o sostituire il vecchio impianto con uno nuovo è ancora più conveniente. Dalla Ricerca e Sviluppo SELE nasce una linea di ascensori

Dettagli

dislivelli Per superare

dislivelli Per superare Per superare dislivelli Soluzioni ad hoc per ogni necessità con costi, vincoli installativi e di portata diversi. Ideali per l eliminazione delle barriere architettoniche Antonella Pirovano Le diverse

Dettagli

SOLUZIONI PER L ABBATTIMENTOL DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE

SOLUZIONI PER L ABBATTIMENTOL DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE SOLUZIONI PER L ABBATTIMENTOL DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE Vimec s.r.l. Via Parri, 7 42045 Luzzara (RE) Tel. +39 0522 970666 Fax +39 0522 970677 www.vimec.biz comm@vimec.biz 1 Dislivelli in genere BARRIERE:

Dettagli

MANUALE D ESECUZIONE DEI LAVORI RELATIVI AGLI ASCENSORI

MANUALE D ESECUZIONE DEI LAVORI RELATIVI AGLI ASCENSORI Per rendere più efficiente la collaborazione, per essere i più chiari e rapidi possibili abbiamo riassunto le principali regole di esecuzione dei lavori relativi agli ascensori. MANUALE DI COSTRUZIONE

Dettagli

s t i l e L ascensore amico del sole

s t i l e L ascensore amico del sole s t i l e L ascensore amico del sole Da oltre 60 anni il Gruppo Ceam si evolve ricercando la migliore tecnologia al vostro servizio, per garantire efficienza ed affidabilità. Una storia segnata dal profondo

Dettagli

L AZIENDA Energy Zero S.r.l 50% 50% Energy Zero

L AZIENDA Energy Zero S.r.l 50% 50% Energy Zero Energy zero S.r.l. Stabilimento: Zona Industriale Termini Imerese (PA) 90018 - ITALY Ph: +39 091 8140385 - Fax: +39 091 8140176 E-mail: info@enerlift.com Sito Web: http://www.enerlift.com/ N.B. data descriptions

Dettagli