VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE"

Transcript

1 COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE Deliberazione n.376/2014 Rep. Gen. Atti n /10.5/2014/61 Oggetto: Realizzazione Mostra Robert Capa in Italia , approvazione della bozza di contratto con Fratelli Alinari Fondazione per la Storia della Fotografia e delle tariffe dei biglietti di ingresso alla mostra. Addì 16 dicembre 2014 alle ore 12.00, previa apposita convocazione, si è riunita la Giunta Provinciale nella consueta sala delle adunanze. Sono presenti i Sigg.: Presidente Vice Presidente Assessori Provinciali GUIDO PODESTA assente NOVO UMBERTO MAERNA STEFANO BOLOGNINI ROBERTO CASSAGO MAURIZIO COZZI FRANCO DE ANGELIS MARZIO FERRARIO assente MARILENA GANCI SILVIA GARNERO assente MARINA LAZZATI GIUSEPPE MARZULLO MASSIMO PAGANI CRISTINA STANCARI Presiede il Vice presidente Novo Umberto Maerna Partecipa, assistito dal personale del Servizio Giunta, il Vice Segretario Generale dott. Francesco Puglisi. E altresì presente il Vice Direttore Generale Vicario dott. Marcello Correra. LA GIUNTA PROVINCIALE VISTA la proposta di deliberazione redatta all interno; PRESO ATTO dei riferimenti normativi citati e dell obbligatorietà dell assunzione del presente provvedimento; VISTA la deliberazione di Giunta Provinciale n. 272/2014 del 30/09/2014 con la quale è stato approvato il P.E.G.; RITENUTO, ai sensi delle vigenti disposizioni di legge, statutarie e regolamentari di assumere decisioni al riguardo; VISTI i pareri di regolarità tecnica e di regolarità contabile espressi dai Dirigenti competenti, ai sensi dell art. 49 del T.U. 267/2000; A voti unanimi DELIBERA 1) di approvare la proposta di deliberazione redatta all interno, dichiarandola parte integrante del presente atto; 2) di incaricare i competenti Uffici di provvedere agli atti consequenziali; 3) di approvare l allegato schema di contratto, parte integrante del presente provvedimento, composto da n. 12 pagine; 4) data l urgenza di dichiarare la presente deliberazione, con gli stessi voti unanimi e con separata votazione, immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, del D.Lgs. 267/2000.

2 ASSESSORATO CULTURA BENI CULTURALI ED EVENTI CULTURALI DIREZIONE PROPONENTE AREA PROMOZIONE E COORDINAMENTO DELLO SVILUPPO ECONOMICO E SOCIALE SETTORE CULTURA MODA ECCELLENZE OGGETTO: Realizzazione Mostra Robert Capa in Italia , approvazione della bozza di contratto con Fratelli Alinari Fondazione per la Storia della Fotografia e delle tariffe dei biglietti di ingresso alla mostra. RELAZIONE TECNICA: Il Settore Cultura, Turismo, Moda, Eccellenze della Provincia di Milano, in linea con la propria competenza relativa alla promozione e valorizzazione del beni culturali e in linea con la RPP 2014/2016, attiva iniziative espositive principalmente presso la Sede dello Spazio Oberdan nonché in altre location della Provincia di Milano sia in proprio che in collaborazione con Comuni, Fondazioni, Associazioni e altri enti. Oltre a possedere una sua specifica competenza nella valorizzazione dei beni artistici in senso lato del proprio territorio, la Provincia di Milano da sempre è un punto di riferimento per interventi di promozione culturale allo scopo di consolidare e incrementare iniziative volte sia alla fruizione da parte del pubblico sia a creare occasioni di crescita e sviluppo del territorio provinciale. Le iniziative espositive della Provincia di Milano hanno come principale e ormai consolidato obiettivo una forte caratterizzazione dello Spazio Oberdan tramite la proposta di iniziative di alto livello culturale, tale da identificarlo come uno dei contenitori culturali più prestigiosi dell'area milanese. In base all'esperienza di operazioni sviluppate in partenariato, realizzate con grande successo di pubblico, in occasione di mostre dedicate a Hayez, Klimt e Doisneau, Izis la Provincia di Milano intende realizzare la mostra fotografica Robert Capa in Italia , in collaborazione con Fratelli Alinari Fondazione per la Storia della Fotografia, Firenze, i cui costi produttivi e organizzativi saranno totalmente a carico della suddetta. Robert Capa (1913/1954) è uno tra i più famosi fotografi del novecento, noto soprattutto per i suoi reportage di guerra, tra cui molti realizzati i Italia durante la Seconda guerra mondiale. Fondatore insieme a Cartier Bresson della Cooperativa Magnum, la più prestigiosa tra le agenzie fotografiche, Robert Capa si può considerare il capostipite dei fotoreporter di guerra, non curante del pericolo e temerario fino al punto di farsi paracadutare in Sicilia insieme alla truppe americane per riprendere da vivo i momenti più cruenti della conquista dell'isola di partecipare allo sbarco in Normandia. La mostra proporrà una ampia selezione dei suoi scatti più famosi, conosciuti anche dai non addetti ai lavori. Dopo essere stata esposta a Firenze al Museo Nazionale Alinari della Fotografia, la mostra che comprende 78 fotografie scattate tra il 1943 e il 1944 in Italia, viene proposta allo Spazio Oberdan con la curatela del Museo Nazionale Ungherese. 2

3 La mostra è prevista dal 12 febbraio al 6 aprile; la coproduzione della mostra non comporta alcun onere finanziario a carico della Provincia di Milano; l'accordo con Fondazione Alinari, dopo la condivisione della fase operativa, prevede la messa a disposizione degli spazi espositivi, dei servizi tecnici e del personale della Provincia già presente presso lo Spazio Oberdan, mente Fratelli Alinari Fondazione per la Storia della Fotografia si assume ogni onere organizzativo, produttivo e comunicativo valorizzato a preventivo in circa Euro ,00=. Inoltre Alinari provvederà a proprie spese ad assicurare la sorveglianza dello Spazio Oberdan durante i giorni di apertura della mostra di sabato e domenica dalle ore 9.00 alle ore 20.00, in sostituzione del personale della Provincia, incaricando una Società di Vigilanza di fiducia della Provincia di Milano; il suddetto personale dovrà farsi carico anche dell'attivazione e disattivazione del sistema di allarme all'apertura e alla chiusura dello Spazio Oberdan nelle giornate di sabato e domenica. La Provincia di Milano provvederà a consegnare alla Società di Vigilanza copia della chiavi di accesso allo Spazio Oberdan e i contatti telefonici per la disattivazione/attivazione del sistema di allarme. Alinari sarà responsabile degli eventuali danni a cose o persone che dovessero verificarsi nei giorni di sabato e domenica. La sostenibilità economica dell'intera esposizione è possibile per l'attribuzione della biglietteria, del bookshop e di eventuali sponsorizzazioni a Fratelli Alinari Fondazione per la Storia della Fotografia; il punto di pareggio economico è stimato al raggiungimento di circa visitatori paganti. In ragione di ciò la mostra in programmazione si inserisce tra gli eventi di maggior prestigio organizzate dalla Provincia di Milano negli ultimi anni, sia per il contenuto sia per l'affluenza attesa. Prosegue inoltre la prassi inaugurata in precedenza dalla Provincia di Milano con altre simili iniziative: la possibilità di offrire alla cittadinanza una significativa occasione culturale, senza incidere sul Bilancio della Provincia. I prezzi per l'ingresso mostra sono i seguenti: biglietto intero Euro 8,00; biglietto ridotto Euro 6.50; ridotto scuole 3,50;prenotazione individuale e gruppi Euro 1,00; prenotazione per alunno Euro 0,50 (classi scolastiche); ingresso gratuito minori di anni 6, accompagnatore gruppo, disabile e accompagnatore,personale ICOM, giornalisti e guide turistiche con tessera. Per l iniziativa in oggetto non sono previste ulteriori spese a carico della Provincia oltre quelle dell'ordinaria e consueta gestione dello Spazio Oberdan Vista la nota del 4 agosto del Direttore dell'area Programmazione risorse finanziarie e di bilancio avente ad oggetto Gestione del Bilancio 2014 ed atteso che, ai sensi dell'art. 1, comma 14, della Legge 56/2014 (come sostituito dall'art. 23 del Decreto Legge 90/2014, convertito in Legge 114/2014), il presente provvedimento viene adottato in quanto rientra nell'ordinaria amministrazione e inoltre la presente deliberazione non comporta riflessi diretti o indiretti sulla situazione economica-finanziaria dell'ente e pertanto non è dovuto il parere di Regolarità contabile. Per il presente atto dovrà essere richiesta la pubblicazione in Amministrazione Trasparente a sensi dell art. 23- comma 1- lettera d, del D.Lgs. 33/2013. Si attesta che il presente procedimento, con riferimento all'area funzionale di appartenenza, non è classificato a rischio dal'art. 5 del PTPC. Richiamati: 3

4 - l'art. 19 del D.Lgs 267/2000 che attribuisce alle Province funzioni amministrative di interesse provinciale in materia di valorizzazione dei beni culturali, - il D.L. n. 42 del 22 gennaio 2004 Codice dei beni culturali e del paesaggio artt 6/111/115 in cui sono indicati i principi e le attività per la valorizzazione del patrimonio culturale Per quanto sopra ricordato si ritiene di proporre alla Giunta Provinciale l'approvazione della realizzazione della mostra e contestualmente l'approvazione della bozza di contratto (Allegato A), parte integrante del presente provvedimento e delle relative tariffe di ingresso alla mostra. Milano, 09/12/2014 Il Direttore del Settore Cultura, Moda, Eccellenze F.to dr Roberto Mosseri 4

5 PROPOSTA DI DELIBERAZIONE: LA GIUNTA PROVINCIALE Vista la relazione che precede contenente le motivazioni che giustificano l adozione del presente provvedimento ed in particolare l'art. 1 comma 14 della Legge 56/2014 (come sostituito dall'art. 23 del Decreto Legge n. 90/2014, convertito in Legge n. 114/2014) Visti i riferimenti normativi richiamati nella relazione tecnica Direttore del Settore Cultura, Moda, Eccellenze. Dato atto che la mostra Robert Capa in Italia rappresenta un'importante occasione per portare al pubblico milanese, ma non solo, un nucleo di opere di alta qualità e notevole valore culturale e che la stessa non prevede spese aggiuntive all'ordinaria gestione dello Spazio Oberdan. Visti: - lo Statuto della Provincia di Milano; - il Regolamento sull Ordinamento degli Uffici e dei Servizi; - il Decreto Legislativo 18 agosto 2000 n. 267 Testo Unico delle leggi sull ordinamento degli Enti Locali ; DELIBERA 1) di approvare la realizzazione della mostra Robert Capa in Italia , di approvare altresì la bozza di contratto (Allegato A) parte integrante del presente provvedimento, da stipularsi con Fratelli Alinari Fondazione per la Storia della Fotografia, Firenze, nonché le tariffe dei biglietti di ingresso alla mostra; 2) di demandare al Direttore competente tutti i successivi adempimenti per l esecuzione della presente Deliberazione; 3) di attestare che, per le motivazione indicate nella relazione tecnica, il presente provvedimento è assunto in conformità alle disposizioni di cui alle Leggi n. 89/2014 e n. 114/2014 4) di dare atto che la presente deliberazione non comporta riflessi diretti o indiretti sulla situazione economica-finanziaria dell'ente e pertanto non è dovuto il parere di Regolarità Contabile 5) di demandare al direttore competente la pubblicazione del presente provvedimento in Amministrazione Trasparente a sensi dell art. 23- comma 1- lettera d, del D.Lgs. 33/2013; 6) di dare atto che il presente procedimento, con riferimento all'area funzionale di appartenenza, non è classificato a rischio dal'art. 5 del PTPC, come attestato nella relazione tecnica LA GIUNTA PROVINCIALE - rilevata l'urgenza di provvedere, onde consentire la sottoscrizione dell'allegato contratto nel corso del presente anno - visto l'art. 134 IV comma del D.Lgs n con unanime votazione, delibera di dichiarare la presente deliberazione immediatamente eseguibile 5

6 IL RELATORE: Novo Umberto Maerna data 09/12/2014 firmato Novo Umberto Maerna IL DIRETTORE PARERE FAVOREVOLE DI REGOLARITÀ TECNICA/AMMINISTRATIVA (inserito nell atto ai sensi dell art. 49 del D.Lgs. n. 267/00) IL DIRETTORE Nome Dott. Roberto Mosseri nome data 09/12/2014 firmato Roberto Mosseri data firma SI DICHIARA CHE L ATTO NON COMPORTA RIFLESSI DIRETTI O INDIRETTI SULLA SITUAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DELL ENTE E PERTANTO NON E DOVUTO IL PARERE DI REGOLARITA CONTABILE (inserito nell atto ai sensi dell art. 49 del D.Lgs. 267/00 e dell art. 11, comma 2, del Regolamento sul Sistema dei Controlli Interni) IL DIRETTORE Nome Dott. Roberto Mosseri data 09/12/2014 firmato Roberto Mosseri VISTO DEL DIRETTORE AREA PROMOZIONE E COORDINAMENTO DELLO SVILUPPO ECONOMICO (inserito nell atto ai sensi dell art.14 del Testo Unificato del regolamento sull ordinamento degli uffici e dei servizi) nome Dott. Marcello Correra data 09/12/2014 firmato Marcello Correra PARERE DI REGOLARITA CONTABILE (inserito nell atto ai sensi dell art. 49 del D.Lgs. n. 267/00) Favorevole Contrario IL DIRETTORE AREA PROGRAMMAZIONE RISORSE FINANZIARIE nome data firma 6

7 Letto, approvato e sottoscritto IL PRESIDENTE IL VICE SEGRETARIO GENERALE V. F.to Maerna F.to Puglisi PUBBLICAZIONE Il sottoscritto Segretario Generale dà disposizione per la pubblicazione della presente deliberazione mediante inserimento nell Albo Pretorio online della Provincia di Milano, ai sensi dell art.32, co.1, L. 18/06/2009 n. 69 e contestuale comunicazione ai Capi Gruppo Consiliari, ai sensi dell art.125 del D. Lgs. n.267/2000. Milano lì IL VICE SEGRETARIO GENERALE V. F.to Puglisi Si attesta l avvenuta pubblicazione della presente deliberazione all Albo Pretorio online della Provincia di Milano come disposto dall art.32 L. n.69/2009. Milano lì Firma ESECUTIVITA La presente deliberazione è divenuta esecutiva: in quanto dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi del 4 comma dell'art.134 del D. Lgs. n.267/2000. per decorrenza dei termini di cui al 3 comma dell'art.134 del D. Lgs. n.267/2000. Milano lì IL VICE SEGRETARIO GENERALE V. F.to Puglisi ESECUZIONE La presente deliberazione viene trasmessa per la sua esecuzione a: Milano lì IL DIRETTORE GENERALE 7

8 Contratto tra la Provincia di Milano Area Promozione e Coordinamento dello sviluppo economico e sociale, Settore cultura, moda, eccellenze via Vivaio Milano - C.F e Fratelli Alinari Fondazione per la storia della Fotografia con sede in Firenze, Largo Alianri 15 C. F e P. IVA , per la realizzazione della mostra ROBERT CAPA IN ITALIA Spazio Oberdan dal 30 gennaio al 26 aprile 2015, come da Determinazione Dirigenziale n del N PREMESSO CHE con determinazione Dirigenziale, settore VI, Cultura n... del., in attuazione di quanto previsto dalla Relazione Previsionale e Programmatica, è stata approvata la realizzazione della mostra indicata in oggetto, da organizzarsi in coproduzione da Provincia di Milano e Fratelli Alinari Fondazione per la storia della Fotografia presso lo Spazio Oberdan dal 30 gennaio al 26 aprile 2015; tutto ciò premesso, e costituendo le premesse parte integrante del presente Contratto, tra la Provincia di Milano (di seguito indicato come Provincia), rappresentato dal Dirigente del Settore Cultura, Moda, Eccellenze, dr. Roberto Mosseri, e Fratelli Alinari Fondazione per la storia della Fotografia con sede in Firenze C. F e P. IVA (di seguito indicata come Alinari) rappresentata dal Legale Rappresentante, Comm. Claudio de Polo Saibanti ART. 1 Oggetto del contratto. si conviene e si stipula quanto segue Il contratto ha per oggetto l organizzazio ne e la coproduzione della mostra ROBERT CAPA IN ITALIA da parte della Provincia e di Alinari e regola i rapporti tra le parti in base agli obblighi di seguito specificati. ART. 2 Diritti, curatela e progetto di allestimento pag. 1/all.

9 Il progetto scientifico e i diritti connessi con le opere esposte (Allegato 1) fanno capo a MUSEO NAZIONALE UNGHERESE con cui Alinari, ha sottoscritto una convenzione che regola tutti gli aspetti curatoriali, dai diritti al progetto di allestimento e ad ogni altro aspetto per la realizzazione della mostra, ivi comprese il diritto all uso di immagini per la campagna di promozione, la copertura assicurativa delle opere, la copertura delle spese di trasporto. I costi relativi a queste attività saranno sostenuti da Alinari con un importo stimato indicato nel budget allegato (Allegato 2). ART. 3 Sede, date, orari, tariffe. La mostra sarà allestita presso Spazio Oberdan, negli spazi risultanti dalla planimetria allegata (Allegato 3). Le operazioni di allestimento potranno iniziare a partire dal 26 gennaio 2015; il disallestimento dovrà concludersi entro il 27 aprile 2015 incluso. La mostra rimarrà aperta al pubblico dal 30 GENNAIO 2015 (inaugurazione 29 GENNAIO ORE 18) al 26 APRILE 2015, da martedì a domenica dalle alle 19.30, lunedì chiuso; la biglietteria chiuderà alle ore I prezzi dei biglietti di ingresso alla mostra, sono stabiliti dalla Provincia e da Alinari come segue: 8,00.= biglietto intero = biglietto ridotto: gruppi di almeno 15 persone, visitatori oltre i 65 anni, minori da 6 a 18 anni, studenti fino a 25 anni, dipendenti Provincia di Milano, titolari di apposite convenzioni e coupon 3.50.= ridotto speciale scuole Gratuito per minori di 6 anni, portatori di handicap e accompagnatori, giornalisti e guide turistiche, un accompagnatore per gruppo, due insegnanti accompagnatori per classe, Ingresso gratuito biglietto omaggio: minori di 6 anni, un accompagnatore per ogni gruppo, due accompagnatori per ogni gruppo scolastico, disabili e accompagnatori, personale ICOM, giornalisti e guide turistiche con tessera Resta inteso che eventuali, ulteriori, diverse condizioni potranno essere concordate in relazione ad accordi e convenzioni con Enti e/o altri terzi, previa approvazione delle parti. La pag. 2/all.

10 Provincia si riserva di decidere autonomamente su eventuali singole richieste di accredito, previa comunicazione ad Alinari. Per il servizio di prenotazione e prevendita sono stabilite le seguenti tariffe: 1,00 Prenotazione individuale (singoli e gruppi) 0,50 Prenotazione per alunno (classi scolastiche) ART. 4 - Obblighi di Alinari a) Alinari provvederà a proprie cure e spese, direttamente e/o tramite altre società, a quanto di seguito specificato: Garantire una propria segreteria organizzativa della mostra; Provvedere al pagamento del fee al Museo Nazionale Ungherese per la concessione del concept e relativi diritti, oltre a quanto specificato al precedente art. 2 Garantire il coordinamento e la gestione delle fasi organizzative della mostra con particolare riguardo all accoglienza dei prestatori e delle società impiegate per allestimento e disallestimento; Provvedere alla realizzazione dell allestimento della mostra, ivi incluso l eventuale adeguamento dell impianto illuminotecnico e la realizzazione della grafica; Garantire le attività di accrochage e decrochage, avvalendosi a tal fine di Società specializzate e attenendosi alle indicazioni del prestatore delle opere. Garantire, al termine della mostra, il ripristino dello spazio (comprensivo di eventuale tinteggiatura con colore bianco riportandolo alle condizioni di consegna). Consegnare, senza ritardo, sia per le operazioni di allestimento, sia per quelle di disallestimento dei lavori, l elenco delle ditte incaricate e dei nominativi di tutto il personale addetto ai lavori; Acquisire, se necessario, prima dell inaugurazione della mostra la licenza temporanea di pubblico spettacolo per l attività espositiva; Provvedere alla presenza di un restauratore durante le fasi di allestimento e disallestimento delle opere, addetto alla compilazione delle relative schede sanitarie; le bolle di consegna devono essere firmate dall operatore museale di Spazio Oberdan in servizio e la stessa procedura dovrà essere effettuata per la restituzione delle opere ai legittimi proprietari; Gestire un piano di promozione della mostra provvedendo alla definizione dell immagine coordinata, sottoposta preventivamente all approvazione della Provincia, comunicando la mostra sul web, sviluppando accordi di comarketing, garantendo la produzione di tutti i materiali promozionali che verranno diffusi secondo una strategia concordata e mirata a dare alla mostra il massimo rilievo nazionale, relazionando con cadenza mensile lo stato di attuazione del piano di pubblicità e promozione (la Provincia si riserva la facoltà di apporre sui materiali promozionali ed editoriali della mostra i logotipi dei soggetti con i quali la Provincia ha stabilito accordi contrattuali); Consegnare, a titolo gratuito, alla Provincia n. 30 cataloghi della mostra a scopi di comunicazione ed istituzionali pag. 3/all.

11 Gestire l attività di Ufficio stampa, d intesa con la Provincia e avvalendosi del proprio Ufficio stampa. Alinari si impegna a consegnare alla Provincia una copia della rassegna stampa completa entro 30 giorni dalla data di chiusura della mostra; Realizzare grafica e stampa di tutti i materiali ufficiali (inviti cartacei e web, manifesti 55x85, locandine, depliant, stendardo 230x185 e suo posizionamento, ecc ), secondo un progetto grafico approvato dalla Provincia, a cui Alinari garantirà la disponibilità di n. 600 biglietti d invito all inaugurazione, n pieghevoli illustrativi, n. 200 biglietti di ingresso omaggio e n. 100 a prezzo ridotto Provvedere al pagamento delle imposte di pubblicità e dei diritti sulle eventuali pubbliche affissioni; Garantire, a proprie spese, i servizi di accoglienza, biglietteria e bookshop con una postazione di proprio personale al piano terreno di Spazio Oberdan per l intero orario di apertura della mostra; Attuare un programma di manutenzione relativo alle strutture di allestimento, all impianto illuminotecnico eventualmente allestito ad integrazione dell esistente, ai testi didascalici e quant'altro, per garantire il massimo decoro dell'allestimento durante l'intero arco di durata della mostra (in nessun caso, le eventuali strutture di allestimento della mostra potranno occultare e incidere sul regolare funzionamento degli impianti dell aria condizionata, telecamere e rilevatori di presenze); Gestire il bookshop, dove sarà in vendita la pubblicazione dedicata alla mostra realizzata da Alinari oltre a un offerta editoriale e di merchandising attinente al soggetto; Gestire il servizio di biglietteria - con eventuale hardware e software - comprensivo di stampa dei biglietti, pratiche Siae e gestione amministrativa, oltre ad eventuale servizio telefonico e web di informazioni e prenotazioni (in rete con la biglietteria) dove sarà possibile prenotare l ingresso in mostra; Inviare alla Provincia con cadenza settimanale ed entro le ore di martedì, i rendiconti provvisori di vendita relativi al servizio di biglietteria (Alinari autorizza fin d ora la Provincia ad ispezionare i registratori di cassa e i registri dei corrispettivi) ed entro 20 giorni dalla data di chiusura della mostra un prospetto di documentazione dei risultati di vendita relativi alla biglietteria; Procurare a proprie spese una cassaforte in cui custodire l'incasso della giornata e provvedere al ritiro dello stesso con cadenza settimanale Alinari provvederà a proprie spese ad assicurare la sorveglianza dello Spazio Oberdan durante i giorni di apertura della mostra di sabato e domenica dalle ore 9.00 alle ore 20.00, in sostituzione del personale della Provincia, incaricando una Società di Vigilanza di fiducia della Provincia di Milano; il suddetto personale dovrà farsi carico anche dell'attivazione e disattivazione del sistema di allarme all'apertura e alla chiusura dello Spazio Oberdan nelle giornate di sabato e domenica. La Provincia di Milano provvederà a consegnare alla Società di Vigilanza copia della chiavi di accesso allo Spazio Oberdan e i contatti telefonici per la disattivazione/attivazione del sistema di allarme. Alinari sarà responsabile degli eventuali danni a cose o persone che dovessero verificarsi nei giorni di sabato e domenica. pag. 4/all.

12 Per tutti gli obblighi assunti al presente Art. 4, Alinari terrà la Provincia indenne e manlevato per qualsivoglia fatto inerente le attività in questo punto descritte, attività che restano di responsabilità esclusiva di Alinari. ART. 5 - Facoltà di Alinari Alinari ha facoltà di reperire finanziamenti a titolo di sponsorizzazione o di contributi, oltre a sponsorizzazioni tecniche finalizzate alla realizzazione della mostra. Le suddette proposte devono essere preventivamente approvate dalla Provincia, prima che Alinari possa formalizzare l accordo. La Provincia e Alinari decideranno di comune accordo in ordine all utilizzo dei finanziamenti reperiti a titolo di sponsorizzazione o di contribut i. Alinari potrà realizzare di concerto con la Provincia serate speciali riservate a enti, società, ecc. Le offerte economiche da avanzare ai soggetti interessati saranno formulate in accordo tra la Provincia e Alinari. Alinari potrà inoltre eventualmente concordare con la Provincia n 4 (quattro) serate riservate, con apertura straordinaria della mostra a titolo gratuito. ART. 6 - Obblighi e facoltà della Provincia La Provincia provvederà a proprie cure e spese a quanto di seguito specificato: Provvedere alla custodia per l intero orario di apertura, inclusi i giorni di allestimento e disallestimento, tranne nelle giornate di sabato e domenica, nelle quali la custodia dello Spazio Oberdan sarà curata, a proprie spese, da Alianri tramite una Società d i sorveglianza da lei incaricata. Garantire a partire dal 26 gennaio 2015 e fino al 26 aprile 2015 l ingresso agli allestitori della mostra in orari da concordare. Eventuali operazioni di allestimento precedenti dovranno essere concordate con il responsabile del Servizio Cultura della Provincia di Milano; Provvedere alla pulizia dello spazio espositivo durante il periodo di apertura della mostra; Attuare un programma di manutenzione relativo alle strutture fisse esistenti nello spazio espositivo; Prendere in carico le opere da esporre, con firma del relativo verbale di consegna per quanto di propria competenza, dopo che le opere saranno disimballate e constatato il loro stato conservativo, mediante schede sanitarie (di cui va consegnata copia alla Provincia sia al termine dell allestimento che al termine del disallestimento), alla presenza dei rappresentanti degli enti prestatori e dei responsabili incaricati dalla Provincia; Provvedere ai consumi e alle utenze telefoniche da attivare per i servizi di accoglienza e biglietteria; Controllare il corretto funzionamento degli impianti di allarme, illuminazione di emergenza, segnalazione antifumo, presidi antincendio con estintori a polvere in numero e di qualità sufficiente secondo le norme vigenti; Garantirà il servizio antincendio con proprio personale per tutte le giornate di apertura della mostra; pag. 5/all.

13 Per tutti gli obblighi assunti nel presente articolo 6 la Provincia terrà indenne e manlevata Alinari per qualsivoglia fatto inerente le attività in questo articolo descritte. ART. 7 Clausola di tracciabilità In attuazione degli obblighi previsti dalla legge 136/2010 Alinari dichiara di assumere tutti gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui alla citata legge 136/2010 Piano straordinario contro le mafie nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia. Le parti danno atto che le transazioni del presente contratto dovranno transitare solo ed esclusivamente per mezzo di banche ovvero della società Poste Italiane S.p.A. e che il presente atto può essere risolto in attuazione dell art c.c. laddove la stazione appaltante ritenga di avvalersi della clausola risolutiva espressa allorquando le transazioni oggetto del contratto vengano effettuate senza l utilizzo di banche o della società Poste Italiane S.p.A. In attuazione degli obblighi previsti Alinari dichiara che in ogni contratto di subappalto o subcontratto inerente il presente rapporto negoziale, conterrà, a pena di nullità, una espressa clausola di rispetto circa gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui alla suddetta legge. ART. 8 Validità e durata del contratto Il presente contratto diverrà esecutivo per Alinari dal momento della sua sottoscrizione. Il presente contratto durerà fino al termine di tutte le attività connesse con la mostra. ART. 9 - Allegati Le Parti prendono atto che formano parte integrante del presente contratto i seguenti allegati: il progetto scientifico della mostra (allegato A); il budget della mostra (allegato B); ART Foro competente Il Foro di Milano é competente per le controversie che dovessero sorgere in dipendenza del contratto che verrà stipulato con Alinari. ART. 11 Assicurazione Alinari è tenuta ad assicurare, mediante polizza che stipulerà direttamente e/o tramite terzi il proprio personale contro gli infortuni, nonché renderlo edotto dei rischi ai quali può andare soggetto. Si assume ogni responsabilità per danni che possono derivare al suo personale, al personale dell Amministrazione o a terzi, nonché ai beni della Provincia o di terzi in relazione allo svolgimento dell attività oggetto del presente appalto, essendo a suo carico la corresponsione dei relativi risarcimenti. A tal fine Alinari è tenuta ad assicurarsi contro i danni a cose o persone che venissero recati dal proprio personale nell espletamento del servizio. pag. 6/all.

14 ART Adempimenti a carico della parte relativi alla sicurezza Alinari deve assicurare l adempimento da parte dei propri dipendenti, o comunque, da parte del personale di imprese terze, che svolgano un attività connessa alla realizzazione della manifestazione nel luogo di lavoro concesso, di tutti gli obblighi previsti dal D.Lgs. 81/2008 e successive modificazioni ed integrazioni, con particolare riferimento agli artt..26, 28 e 29 del Decreto Legislativo richiamato. Alinari è tenuta ad informare, in forma scritta, i soggetti da Lei incaricati per la realizzazione della mostra sui rischi specifici del luogo di lavoro e delle attività svolte da Alinari. A comprova dell avvenuta informazio ne Alinari fornirà copia della comunicazione, controfirmata dai destinatari, alla Provincia prima dell inizio dell allestimento. ART Spese, imposte e tasse Tutte le spese, imposte e tasse inerenti al contratto sono a carico di Alinari. Per quanto riguarda l'iva si fa espresso rinvio alle disposizioni di legge in materia.. ART Registrazione Il presente contratto è soggetto a registrazione in caso d uso. ART. 15 Città Metropolitana Sono fatte salve diverse decisioni, modifiche, integrazioni che potrebbero essere assunte dalla Città Metropolitana al subentro della Provincia di Milano, in merito al presente contratto. Letto, confermato e sottoscritto. Milano, Fratelli Alinari Fondazione per la storia della Fotografia Comm. Claudio de Polo Saibanti Provincia di Milano Dr Roberto Mosseri pag. 7/all.

15 ALLEGATO A Capa100 Robert Capa in Italia Proposta di esposizione del Museo Nazionale Ungherese presso lo Spazio Oberdan Numerosi ungheresi sono presenti tra i fotografi meglio conosciuti al mondo. Per nominare solo i piú famosi: André Kertész, Brassaï, Martin Munkácsi e Robert Capa. Le fotografie di Kertész e Brassaï, due figure prominenti della fotografia universale, sono esposte in numerosi musei e spesso appaiono ad aste di alto rango. Fu il suo lavoro da fotoreporter a rendere famoso Martinn Munkácsi, rinomato anche come creatore della moderna fotografia di moda. Robert Capa, invece, era conosciuto già in vita come uno dei piú grandi reporter di guerra di tutti i tempi. Alla fine del 2008, il Museo Nazionale Ungherese acquistò una delle tre Master Selection rappresentanti la vita di Capa, consistente di 937 fotografie. Queste Master Selection furono preparate pag. 8/all.

16 negli anni 1990 dall International Center of Photography (ICP), responsabile dell eredità di Capa. Così oggi, oltre a New York e Tokyo, anche l Ungheria possiede una delle serie Master Selection del noto fotografo di origini ungheresi. La serie consiste di immagini di alta qualità fatte a mano ed ingrandite individualmente, rappresentanti il lavoro del grande reporter, selezionate dal suo biografo Richard Whelan ed il fratello Cornell Capa rovistando fra diverse migliaia. I lavori di Robert Capa appaiono nella collezione del Museo Nazionale Ungherese sia come lavori di un fotografo-artista-reporter ungherese, sia come reliquie storiche. Le immagini del passato, infatti, hanno sempre un forte effetto sull opinione pubblica dei periodi storici, e non lasciano affievolire i ricordi. Capa, nelle fotografie scattate in 23 paesi di 4 continenti, riuscí a catturare in un unico istante i momenti più drammatici, felici o sentimentali dell esistenza umana. Grazie a questa esposizione, il loro effetto può moltiplicarsi. Gli ingrandimenti di centimetri, preparati unicamente, permettono ai visitatori delle varie selezioni di comprendere come il talento fotografico di Capa si sia evoluto e completato, ma anche di ricevere un vero ricordo visuale dei grandi avvenimenti del ventesimo secolo, in contesto storico. Il 2013 é il centenario della nascita di Robert Capa. In quest anno l anno ungherese in Italia il Museo Nazionale Ungherese si prepara ad aprire un esposizione intitolata Capa100, dove desidera pag. 9/all.

17 esporre, oltre alle immagini meglio conosciute, anche una selezione delle fotografie scattate in Italia durante la Seconda Guerra Mondiale (Luglio 1943 Gennaio 1944), le quali costituiscono quasi un decimo della Master Selection. Nelle ultime esposizioni Capa in Italia (ICP, Milano 2009; Magnum, Verona 2012) solo alcune di queste immagini furono esposte, perció pensiamo che possano destare particolare curiositá. Se possibile, vorremmo esporre anche una selezione dei giornali illustrati dell epoca che pubblicarono anche fotografie di Capa (p.es. Life). Accanto alle foto scattate sui campi di battaglia italiani, ci piacerebbe anche presentare alcuni giornali illustrati italiani e ungheresi. In questo modo potremmo far scoprire ai visitatori cosa poteva sapere un lettore ungherese delle battaglie sulla frontiera italiana nel , e cosa ne scrivevano i giornalisti italiani, dal punto di vista delle loro truppe, che lottavano accanto ai tedeschi. così, resoconti paralleli ma in parte indipendenti potrebbero essere presentati all esposizione. In questo modo, l esposizione presenterebbe il lavoro di Capa in un contesto storico e spaziotemporale, prestando particolare attenzione al pubblico italiano e al fatto che le fotografie verrebbero esposte durante l anno ungherese, particolarmente importante per i rapporti culturali. Se possibile (sia per questioni economiche in Ungheria, sia per problemi di posto nella città ospite), l esposizione Capa100 composta da fotografie potrebbe essere accompagnata da un altra, di circa 50 fotografie. Queste verrebbero selezionate dall annuale esposizione (negli ultimi anni sempre nel Museo Nazionale) di fotoreportage, organizzata dall Unione dei Giornalisti Ungheresi; due pag. 10/all.

18 foto sarebbero scelte da ogni anno passato dal cambio di regime ungherese del Con l aiuto dei fotografi, il Museo Nazionale preparerebbe nuovi ingrandimenti delle stesse dimensioni dai negativi o file digitali originali. Con questa serie presenteremmo al pubblico italiano le magnifiche opere dei fotografi ungheresi contemporanei i quali, seguendo le orme di Capa, cercano di avvicinarsi al tema in modo da presentarci accuratamente gli avvenimenti. Le immagini sarebbero accompagnate da brevi frasi spiegative. Beatrix Lengyel PhD Curatrice dell Archivio Fotografico del Museo Nazionale Ungherese pag. 11/all.

19 pag. 12/all.

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza COPIA COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza N. 64 del Reg. Delib. N. 6258 di Prot. Verbale letto approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to Antecini IL SEGRETARIO COMUNALE f.to Scarpari N. 433 REP.

Dettagli

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 140 del 25.09.2013 OGGETTO:Accordo tra Comune di Sarzana e Consorzio Sviluppo Sarzana per la realizzazione dell'edizione 2013 del L anno duemilatredici,

Dettagli

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA PROVINCIA DI VERONA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 70 O G G E T T O AFFIDAMENTO INCARICO ALLA SIG.RA CARLA GANZAROLI DEL COMUNE DI LEGNAGO PER PRESTAZIONI

Dettagli

Partecipa il SEGRETARIO GENERALE Dr.ssa Adriana Morittu PAG. 1

Partecipa il SEGRETARIO GENERALE Dr.ssa Adriana Morittu PAG. 1 LA PRESENTE COPIA NON SOSTITUISCE L ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE N 133 DEL 08/10/2009 OGGETTO: ATTO D'INDIRIZZO PER PERFEZIONAMENTO AZIONI CONCLUSIVE PROGETTO ''LAVOR@BILE''. INSERIMENTO

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO PROVINCIA DI GROSSETO Piazza del Plebiscito, 1 58015 Orbetello (GR)

COMUNE DI ORBETELLO PROVINCIA DI GROSSETO Piazza del Plebiscito, 1 58015 Orbetello (GR) COMUNE DI ORBETELLO PROVINCIA DI GROSSETO Piazza del Plebiscito, 1 58015 Orbetello (GR) Tel. 0564 861111 Fax 0564 860648 C.F. 82001470531 P.I. 00105110530 DETERMINAZIONE N 722 DEL 27/10/2011 U.O. Politiche

Dettagli

Provincia di Udine. Copia. N. 120 Reg.

Provincia di Udine. Copia. N. 120 Reg. COMUNE DI PALMANOVA Provincia di Udine Verbale di deliberazione della Giunta Comunale Copia N. 120 Reg. OGGETTO: Integrazione del G.C. 34 dd. 11.04.2012 "Servizi pubblici a domanda individuale 2012 - determinazione

Dettagli

IL DIRIGENTE DI SERVIZIO

IL DIRIGENTE DI SERVIZIO Pag. 1 / 6 comune di trieste piazza Unità d Italia 4 34121 Trieste www.comune.trieste.it partita iva 00210240321 AREA CULTURA E SPORT SERVIZIO MUSEO ARTE MODERNA REVOLTELLA REG. DET. DIR. N. 5164 / 2011

Dettagli

COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195

COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195 COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 26 DEL 27.10.2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 26 DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE CULTURA - ISTRUZIONE - SPORT Istruzione - Cultura - Politiche Familiari

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE CULTURA - ISTRUZIONE - SPORT Istruzione - Cultura - Politiche Familiari Proposta nr. 113 del 08/07/2011 - OGGETTO: mostra «FOTOGRAFIA E RISORGIMENTO. TESORI DEI GRANDI MUSEI ITALIANI». Spese per fornitura di immagini digitali. Assunzione impegno di spesa. I L F U N Z I O N

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

COMUNE DI PERTICA ALTA PROVINCIA DI BRESCIA

COMUNE DI PERTICA ALTA PROVINCIA DI BRESCIA COMUNE DI PERTICA ALTA PROVINCIA DI BRESCIA Codice ente Protocollo n. 10388 DELIBERAZIONE N. 33 in data: 28.10.2014 Soggetta invio capigruppo Trasmessa al C.R.C. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE di FORMIA Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.77 del 17.04.2015 OGGETTO: DELIBERA G.M. 68 DEL 10.04.2015 - APPROVAZIONE PROPOSTA RENDICONTO 2014 E RELAZIONE ILLUSTRATIVA

Dettagli

Verbale di deliberazione della Giunta Municipale. Registro delibere di Giunta COPIA N. 96

Verbale di deliberazione della Giunta Municipale. Registro delibere di Giunta COPIA N. 96 COMUNE DI TREPPO GRANDE Medaglia d Oro al Merito Civile PROVINCIA DI UDINE COMUN DI TREP GRANT Medae d Aur al Merit Civil PROVINCIE DI UDIN Verbale di deliberazione della Giunta Municipale Registro delibere

Dettagli

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari - 2 COPIA- VERBALE DI ADUNANZA DEL CONSIGLIO COMUNALE Sessione Ordinaria Seduta Pubblica N. 2 Del 21.01.2010 OGGETTO: DETERMINAZIONE QUANTITA E QUALITA DELLE AREE

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento - C.A.P. 38064 Via Roma, 60 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 VERBALE DI DELIBERAZIONE N.

Dettagli

C O M U N E DI M O L I T E R N O

C O M U N E DI M O L I T E R N O C O M U N E DI M O L I T E R N O (Provincia di Potenza) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera consiliare n.05 del 6/02/2013 modificato con delibera consiliare n. 54 del 30/11/2013 Indice

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

N. 68/11 del 19 ottobre 2011

N. 68/11 del 19 ottobre 2011 COPIA EDUCATORIO DELLA PROVVIDENZA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE OGGETTO: N. 68/11 del 19 ottobre 2011 ADEGU DEGUAMENTO ALLA NORMATIVA A DI PREVENZIONE INCENDI ENDI: : IMPIANTO

Dettagli

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS Legge Regionale 28 giugno 2013 n. 15 - Disposizioni transitorie in materia di riordino delle province Legge Regionale 12 marzo 2015 n. 7 - Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROPONENTE Settore Cultura Musei e City Branding DIRETTORE QUAGLIA dott.ssa MAURIZIA Numero di registro Data dell'atto 849 10/06/2015 Oggetto : "Acquedotte" - Festival Musicale

Dettagli

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO COPIA Reg. pubbl. N. lì CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO DETERMINAZIONE N. 569 DEL 28-08-2013 - CORPO DI POLIZIA LOCALE - OGGETTO: Canone per utilizzo Pos gsm della Cassa di Risparmio del

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale COMUNE DI DIMARO Provincia di Trento Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale OGGETTO: A pprovazione disciplinare per il trasferimento volontario delle attività propedeutiche alla riscossione

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 37 del 16.12.2013 OGGETTO: Legge Regionale N. 1 Del 03/01/1986, Art. 8. Alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico edificati o edificabili.

Dettagli

Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi.

Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE n. 1 2 OGGETTO: Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi. L anno 2012 (Duemiladodici) addì 27 (Ventisette) del mese

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO RELATIVE ALL ACQUISTO DI DIRITTI DI UTILIZZAZIONE DELLE IMMAGINI DELL ARCHIVIO FOTOGRAFICO ON-LINE DEL SISTEMA MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE Premesso che La Sovrintendenza

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013 OGGETTO: Recepimento verbale commissione trattante aziendale del 15.10.2013. L anno Duemilatredici, il giorno ventiquatto del mese di

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI Art. 1 - Oggetto del Regolamento Il presente documento regolamenta l esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi in conformità a quanto

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013)

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013) Municipio Roma V (ex VI e VII) Unità di Direzione Servizio di Assistenza agli Organi Istituzionali Ufficio Consiglio Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO C O M U N E D I A L A N N O (PROVINCIA DI PESCARA) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AREA AFFARI GENERALI - UFFICIO PERSONALE N. 162 del Reg. Oggetto: PROCEDURA DI MOBILITA, PER TITOLI E COLLOQUIO

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in, alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito da in persona di ), e, nato a, il, residente in, alla

Dettagli

VERBALE DI DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE

VERBALE DI DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE COPIA Determinazione n. 812 del 28/11/2013 N. registro di area 139 VERBALE DI DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE Assunta nel giorno 28/11/2013 da Laura Dordi Responsabile del Settore AFFARI GENERALI

Dettagli

COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013

COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013 COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013 INDICE TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Articolo 1 Oggetto... 3 Articolo 2 Sistema

Dettagli

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni COMUNE DI BRIGNANO GERA D'ADDA (c_b178) - Codice AOO: AOOBRIGNANOADDA - Reg. nr.0001628/2013 del 18/02/2013 ALLEGATO A alla deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 04.02.2013 COMUNE DI BRIGNANO GERA

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

CONSORZIO VALLE CRATI

CONSORZIO VALLE CRATI CONSORZIO VALLE CRATI ART. 31 Dlgs 267/2000 87036 RENDE (CS) Nr. 17 DETERMINAZIONE DELL UFFICIO TECNICO Del 16.10.2014 Prot. nr. 1833 OGGETTO: Gestione tecnica, operativa ed amministrativa di manutenzione

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI Art. 1 - Fonti 1. Il presente Regolamento disciplina la composizione, la durata e le modalità di funzionamento del Collegio dei Revisori

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 COMUNE DI TAINO Provincia di Varese Prot. N. 3207 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Copia N. 6 del 28/04/2014 OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 L'anno

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966 con le modifiche della legge 4 novembre 2010, n. 183 (c.d. Collegato Lavoro) Legge 28 giugno

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A copia Codice Ente 11047 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE IMU ANNO 2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di Prima convocazione - seduta Pubblica. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2015 01215/069 Servizio Promozione della città e Turismo CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2015 01215/069 Servizio Promozione della città e Turismo CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2015 01215/069 Servizio Promozione della città e Turismo CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 22 approvata il 23 marzo 2015 DETERMINAZIONE:

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011 COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011 ================================================================= OGGETTO: CORREZIONE ERRORE MATERIALE

Dettagli

COMUNE DI MARUGGIO. (Provincia di Taranto) REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI MARUGGIO. (Provincia di Taranto) REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MARUGGIO (Provincia di Taranto) N. 231 del Reg. delib. REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE Oggetto: Riqualificazione dell area comunale in Campomarino denominata Parco Comunale Via

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE I REGOLAMENTI PROVINCIALI: N. 59 PROVINCIA DI PADOVA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE Approvato con D.G.P. in data 19.4.2012

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 C OMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO PROVINCIA DI TREVISO Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014)

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) Protocollo RC n. 28105/14 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) L anno duemilaquattordici, il giorno di martedì trenta del mese di dicembre, alle

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011)

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) Art. 1 Fonti 1. Il presente regolamento, adottato in attuazione dello Statuto, disciplina

Dettagli

CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI

CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI 6 Settore: Tutela Ambientale Servizio Proponente:Servizi per l'ambiente Responsabile del Procedimento:G.Laudicina Responsabile del Settore: R.Quatrosi DETERMINAZIONE

Dettagli

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi terzi il cui soggiorno è irregolare Adozione con delibera

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA

COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA REGOLAMENTO COMUNALE per la disciplina della concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari e l attribuzione di vantaggi economici 1 CAPO

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO Taviano Città dei Fiori (Lecce Italy) Decreto sindacale 02 lì 22 gennaio 2014 Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO VISTA la legge 191/98, recante modifiche

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI Approvato con deliberazione G.C. n. 45 del 27/11/2008 esecutiva il 10/01/2009 Depositato in Segreteria Generale con avviso

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

UFF. REGISTRO IMPRESE giugno 2013

UFF. REGISTRO IMPRESE giugno 2013 L accertamento delle cause di scioglimento ai sensi dell art. 2484 c.c. e gli adempimenti pubblicitari conseguenti per Società di Capitali e Cooperative. 1 L art. 2484 c.c., rubricato Cause di scioglimento,

Dettagli

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI Approvato con deliberazione di G.C. n. 232 in data 30.09.1998 Modificato con deliberazione di G.C. n. 102

Dettagli

Deliberazione n.57/pareri/2008

Deliberazione n.57/pareri/2008 Deliberazione n.57/pareri/2008 REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Nicola Mastropasqua Presidente dott. Giorgio Cancellieri

Dettagli

Regolamento. Regolamento Oltre le Mura di Roma 28 aprile 2015 1) PREMESSA

Regolamento. Regolamento Oltre le Mura di Roma 28 aprile 2015 1) PREMESSA Regolamento Oltre le Mura di Roma 28 aprile 2015 Regolamento 1) PREMESSA Oltre le Mura di Roma è un concorso di fotografia dedicato alle periferie di Roma organizzato dai Global Shapers (www.globalshapersrome.org),

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA Protocollo RC n. 4480/15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 20 FEBBRAIO 2015) L anno duemilaquindici, il giorno di venerdì venti del mese di febbraio, alle ore

Dettagli

... DELIDERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE

... DELIDERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE CITTÀ DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani... DELIDERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE n.ili: del 2 8 MRR. 2014 OGGETTO: Concessione di no 2 borse di studio intilolate alla memoria del dotto Mauri zio Vi

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

COMUNE DI ABBIATEGRASSO

COMUNE DI ABBIATEGRASSO Delibera N. 35 del 14/02/2013 COMUNE DI ABBIATEGRASSO Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale Oggetto: PROMOZIONE APPROFONDIMENTI SULL'EDILIZIA SOCIALE AI FINI DELL' AGGIORNAMENTO DEL P.G.T.. L'anno

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO. N 336 del 12 GIUGNO 2015

DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO. N 336 del 12 GIUGNO 2015 DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N 336 del 12 GIUGNO 2015 Struttura proponente: Servizio Provveditorato ed Economato Oggetto: Fornitura, articolata in lotti, di dispositivi dedicati ai Reni

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 039 del Consiglio comunale. OGGETTO: nomina del Revisore dei Conti del Comune per il triennio 2014 2017.

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 039 del Consiglio comunale. OGGETTO: nomina del Revisore dei Conti del Comune per il triennio 2014 2017. Comune di Folgaria Provincia di Trento Via Roma, 60 - C.A.P. 38064 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it PEC: comune@pec.comune.folgaria.tn.it

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 9306 LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 Norme per la sicurezza, la qualità e il benessere sul lavoro. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Dettagli

COMUNE DI FINALE EMILIA

COMUNE DI FINALE EMILIA COMUNE DI FINALE EMILIA PROVINCIA DI MODENA DETERMINAZIONE N. 398 DEL 17/05/2011 PROPOSTA N. 93 Centro di Responsabilità: Servizio Economato,patrimonio,servizi Informatici, Ambiente Servizio: Patrimonio

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli