LUBROTEC LINEA DOPPIA A GRASSO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LUBROTEC LINEA DOPPIA A GRASSO"

Transcript

1 cat LINEA DOPPIA A GRASSO

2 Il nostro programma Unser Programm Our Program Cat. 22 Cat. 23a Cat. 23b Cat. 23c Cat. 23d Cat. 24 Cat. 15 Cat. 26 Cat. 27 Distributori progressivi Progressiv Verteileren Progressive distributors Pompe multilinea - Bassa pressione oiio Mehr Leitungs Pumpe - nieder Druck Oel Multi-lines Pump - low pressure Oil Pompe multilinea - Bassa pressione oiio grasso Mehr Leitungs Pumpe - nieder Druck Oel Fett Multi-lines Pump - low pressure Oil Grease Pompe multilinea - Alta pressione grasso Mehr Leitungs Pumpe - mittel Druck Fett Multi-lines Pump - medium pressure Grease Pompe multilinea - Media pressione grasso Mehr Leitungs Pumpe - hoch Druck Fett Multi-lines Pump - high pressure Grease Pompe ed accessori per monolinea - 3 atm Pumpe und Zubehoer fuer Einleitung - 3 atm Pumps and fittings for single line - 3 atm Impianti a linea doppia Zwei Leitungs Anlage Two lines Plants Pompe ad ingranaggi Zahnradpumpen Gear pumps Accessori - Controlli - Livelli -Filtri Zubehoer - Uberwachtung - Verschraubung - Fuellstandschalter - Filter Fittings - Controls - Connections - Levels - Filters Cat. 28a Flussostati Druckschalter Flow indicators Cat. 28b Cat. 29 Pressostati - Vuotostati - Termostati Druckschalter - Vacuum Schalter - Temperatur Schalter Pressure switches - Vacuum switches - Temperature switches Impianti monolinea - 25 atm Einleitung Anlagen - 25 atm Single-lines plants - 25 atm

3 INDICE DEI PRODOTTI LUBROTEC Componenti per gli impianti di lubrificazione a grasso mediante linea doppia (bilinea) Pag. 4 Pag. 5 Pag. 6 Pag. 7-8 Pag Pag. 11 Pag. 12 Pag. 13 Pag. 14 Pag. 15 Pag. 16 Pag. 17 Pag. 18 Pag. 19 Pag. 20 Funzionamento della bilinea Pompa.SC1A5K - Disegno Funzionamento bilinea della pompa manuale SC1A5K Alimentatori per bilinea Al1-3 Pompa automatica KE20 SC20 M2 F20 Funzionamento della pompa KE 20 SC20M2F20 Invertitore a sovrapressione SP21- Disegno Invertitore a sovrapressione SP21 Collaudo della pompa SC20M2F20 Messa a punto Schema di inversione Schema di inversione Quadro elettrico QE3T 110M Pressostati Schema 3

4 Descrizione e principio di funzionamento degli impianti di lubrificazione mediante grassoa linea doppia (Bilinea) Il grasso, specie di consistenza superiore ad 1 è un lubrificante difficile da impiegare sia nella aspirazione dal serbatoio della pompa di lubrificazione che nella spinta; è quindi obbligatorio operare con elementi di pompaggio che raggiungano posizionamenti certe, non indeterminabili come accadrebbe se ci si affidasse ad elementi come sfere, molle ed altro,facilmente influenzabile dalle variabili occasionali del mezzo lubrificante. Gli elementi strutturali di un impianto sono: _La pompa di erogazione. _L invertitore di linea. _I cassetti di dosaggio (alimentatori). La pompa, manuale od elettrica deve essere in grado di superare almeno le 150 atmosfere, per i piccoli impianti ad azionamento manuale. 250 e 400 atm per i grandi impianti con pompe automatiche e con invertitore esterno alla pompa. Quanto sopra,in funzione della lunghezza dell impianto: maggiore è la lunghezza, maggiore, ovviamente è la pressione di cui disporre per sospingere il lubrificante. Ancora più oneroso sarà la soluzione di un impianto che deve svilupparsi verso l alto. La pompa deve essere dotata di un serbatoio con elementi che consentano di mantenere il grasso ben costipato verso il basso, senza che si creino cavità sul fondo, vicino all aspirazione, né, tanto meno,che si crei un cono di grasso, aderente alle pareti del serbatoio, verso l alto. L invertitore posto subito dopo la mandata della pompa alterna l erogazione alla Mandata 1 ed alla 2. L invertitore è dotato di una entrata, dalla pompa e da due mandate 1 e 2 Due valvole di regolazione, una per ogni linea deeviano il flusso da una via all altra, nell alternaza delle funzioni delle due linee. Tali valvole sono da regolare in ragione della pressione massima che deve avere l impianto per operare. Nel caso della pompa ad azionamento manuale SC1A5K, l invertitore è tutt uno con la pompa stessa. Gli Alimentatori, sono gli elementi di dosaggio del grasso, essi sono raggiunti dalle due linee 1 e 2 ed alternativamente erogano dalla mandata superiore e da quella inferiore. N.B: gli alimentatori sono costituiti da uno o più elementi di dosaggio indipendenti fra loro ( ),ognuno dei quali dispone di due mandate indipendenti ma regolabili assieme. N.B.: gli elementi degli alimentatori sono in derivazione, rispetto alla bilinea, non in cascata, quindi non sono consequenziali.(come i distributori progressivi), ciò significache escludendo le due mandate di un elemento, gli altri funzionano. La succitata caratteristica degli alimentatori e quindi della bilinea, nella sua essenza, non è, una limitazione né un difetto strutturale, in ragione dei seguenti vantaggi : Gli alimentatori sono costruiti con larghe fasce di tenuta alle pressioni del circuito, Le luci che si aprono e che si chiudono, per determinare i circuiti di erogazione, hanno buone distanze fra di loro, determinando buone tenute idrauliche. I fori (luci) sono ampi e quindi i circuiti non creano resistenze proprie al fluire del lubrificante. In ogni caso le resistenze, e quindi le pressioni dell impianto,sia pel funzionamento degli alimentatori sia per la minore resistenza nel punto da lubrificare (prossimo all alimentatore), essendo in derivazione, non si aggiungono, alla resistenza offerta dal grasso sospinto lungo la bilinea. 4

5 5

6 FUNZIONAMENTO DEL SISTEMA DI INVERSIONE COMPRESO NELLA POMPA STESSA SC1A5K( cod ) DESCRIZIONE Nella struttura a prisma di ghisa, posta sotto il serbatoio ed imperniata da una leva,sono collocate due valvole di inversione, una per ogni mandata, esse sono appaiate. (Cod ) L inversione dell alimentazione da una linea all altra avviene mediante l intervento di dette valvole. Attenzione, osservando l invertitore, alla linea di mandata si sinistra 1 corrisponde la valvola di destra e così viceversa per la linea di destra 2. La taratura di ciascuna valvola deve essere effettuata ad una pressione superiore a quella necessaria per azionare tutte le utenze corrispondenti alla linea di lubrificazione controllata dalla valvola medesima. Ogni valvola è tarata singolarmente, mediante la rotazione del cappellotto ad esagono. (ch 19). Man mano che si ruota, aumenta la forza della molla interna alla valvola e quindi aumenta, per conseguenza, la pressione di apertura della valvola stessa. FUNZIONAMENTO Funzionamento della bilinea. 1 La pompa sospinge il lubrificante attraverso l invertitore che devia il flussolungo la linea 1. La linea 1 man mano raggiunge tutti gli alimentatori (ricordiamoci che sono collegati in parallelo), ( vedi la sezione dell alimentatore nelle pagine successiva. fase 1, 2 ). 2. Allorquando tutti gli alimentatori hanno compiuto i cicli sopra descritti,si determina una sovrapressione nella linea 1 in quanto non ci sono più stantuffi da spostare negli alimentatori. OSSERVAZIONE Ovviamente se ci sono perdite di grasso sulla linea o negli alimentatori, la pressione non si eleverà mai e l invertitore non verrà attivato. Se tutto è conforme si attiveranno alternativamente le valvole sopradescritte: 3. Una valvola devia il grasso da una linea all altra, sin tanto che non si rinnovano le condizioni della linea 1 anche nella linea 2. CONSIGLI Gli inconvenienti che possono occorrere all utente sono dovuti unicamente alla sporcizia che mette in avaria il circuito idraulico. Si provveda pertanto ad una accurata pulizia in caso di malfunzionamento. Smontando la pompa, si abbia cura di ripristinare il tutto, osservando gli spessori delle guarnizioni dei tappi filettati di chiusura. Un montaggio non conforme, produce spostamenti lievi dei punti morti dello stantuffo-catenaccio; si determina, per conseguenza una non congruità dei circuiti. Si consiglia per un eventuale malfunzionamento di contattare il costruttore. Provvederemo ad inviare ulteriori disegni dei componenti, a fornire eventuali pezzi sostitutivi. 6

7 7

8 Il lubrificante in pressione della linea 1 sposta verso l alto lo stantuffino doppio invertitore il quale apre il circuito della mandata 2 già riempito di lubrificante dal ciclo precedente Per opera dell invertitore a mano o automatico entra subito in pressione la linea 2, lo stantuffino invertitore si sposta verso il basso e apre il circuito della mandata 1 riempito di lubrificante durante la fase precedente Anche lo stantuffino alimentatore si sposta verso l alto, limita la sua corsa contro la vite di regolazione ed effettua in tal modo la sua prima erogazione di lubrificante. Cessa l azione della linea 1 e termina così il primo mezzo ciclo. Lo stantuffino alimentatore sospinto verso i basso, si arresta contro il tappo di fondo ed effettua in tal modo la sua secondo erogazione. Cessa l azione della linea 2 e termina così il secondo mezzo ciclo di lubrificazione. 8

9 9

10 10

11 FUNZIONAMENTO DEL SISTEMA DI INVERSIONE CON POMPA KE20SC20 CON INVERTITORE SP21 DESCRIZIONE Nel la struttura a prisma di ghisa DELL INVERTITORE SP21,,sono collocate due valvole di inversione, una per ogni mandata, esse sono appaiate. (Cod ) L inversione dell alimentazione da una linea all altra avviene mediante l intervento di dette valvole. Attenzione, osservando l invertitore, alla linea di mandata si sinistra 1 corrisponde la valvola di destra e così viceversa per la linea di destra 2. La taratura di ciascuna valvola deve essere effettuata ad una pressione superiore a quella necessaria per azionare tutte le utenze corrispondenti alla linea di lubrificazione controllata dalla valvola medesima. Ogni valvola è tarata singolarmente,mediante la rotazione delcappellotto esagonale. (ch 19). Man mano che si ruota, aumenta la forza della molla interna alla valvola e quindi aumenta, per conseguenza, la pressione di apertura della valvola stessa. FUNZIONAMENTO Funzionamento della bilinea. 1 La pompa sospinge il lubrificante attraverso l invertitore che devia il flusso lungo la linea 1 La linea 1 man mano raggiunge tutti gli alimentatori (ricordiamoci che sono collegati in parallelo), ( vedi la sezione dell alimentatore nella pagina successiva. fase 1, 2 ). 2. Allorquando tutti gli alimentatori hanno compiuto i cicli sopra descritti,si determina una sovrapressione nella linea 1 in quanto non ci sono più stantuffi da spostare OSSERVAZIONE Ovviamente se ci sono perdite di grasso sulla linea o negli alimentatori, la pressione non si eleverà mai e l invertitore non verrà attivato. Se tutto è conforme si attiveranno alternativamente le valvole sopradescritte: 3. Una valvola devia il grasso da una linea, all altra, sin tanto che non si rinnovano le condizioni della linea 1 anche nella linea 2. CONSIGLI Gli inconvenienti che possono occorrere all utente sono dovuti unicamente alla sporcizia che mette in avaria il circuito idraulico dell inveritore Si provveda pertanto ad una accurata pulizia in caso di malfunzionamento. Smontando l invertitore, si abbia cura di ripristinare il tutto, osservando gli spessori delle guarnizioni dei tappi filettati d i chiusura. Un montaggio non conforme, produce spostamenti lievi dei punti morti dello stantuffo-catenaccio; si determina, per conseguenza una non congruità dei circuiti. Si consiglia per un eventuale malfunzionamento di contattare il costruttore. Provvederemo ad inviare ulteriori disegni dei componenti, a fornire eventuali pezzi sostitutivi. 11

12 12

13 INVERTITORE A SOVRAPRESSIONE SP21 (CODICE ) OPERANTE CON ELETTROPOMPA KE20SC20M2 -Attacchi di mandata 3/8 gas -Attacco di alimentazione 3/8 gas -Attacco di scarico 1/8 gas -Contropressione massima di azionamento 180 ate. -Dimensioni 125x78x46 DESCRIZIONE L invertitore SP21 si impiega negli impianti a linea doppia; Esso è costituito da un prisma di ghisa su cui sono collocate: _Due valvole di inversione, una per ogni mandata, appaiate. _Una valvola di massima già tarata al massimo per la sicurezza da sovrapressioni accidentali. L invertitore deve alternativamente inviare il lubrificante lungo una delle due linee di alimentazione e, allorquando una di esse è satura, spostare il flusso sulla seconda, ripetendo il ciclo (la saturazione viene indicata da una pressione oltre la quale la valvola di sicurezza scarica il flusso erogante). L inversione dell alimentazione da una linea all altra avviene mediante l intervento delle valvole di regolazione esterne. (Cod ) Attenzione, osservando l invertitore, alla linea di mandata si sinistra 1 corrisponde la valvola di destra e così viceversa per la linea di destra 2. FUNZIONAMENTO Ogni valvola è tarata singolarmente,mediante la rotazione del cappellotto esagonale.o (ch 19)- Man mano che si ruota, aumenta la forza della molla interna alla valvola e quindi aumenta, per conseguenza, la pressione di apertura della valvola stessa. La taratura di ciascuna valvola deve essere effettuata ad una pressione superiore a quella necessaria per azionare tutte le utenze corrispondenti alla linea di lubrificazione controllata dalla valvola medesima. SCARICO Il condotto di scarico, da collegarsi al serbatoio della pompa non registra alcuna pressione; il fluido evacuato è lo scarico dell azionamento meccanico idraulico che avviene all interno dell invertitore stesso. 13

14 MESSA A PUNTO E COLLAUDO DELL IMPIANTO A LINEA DOPPIA CON LA POMPA MANUALE SC1A5K E CON LA POMPA AUTOMATICA KE20SC20 CON INVERTITORE SP21 La pompa di azionamento sospinge il lubrificante e prosegue lungo la linea 1; man mano il lubrificante raggiungerà tutti gli alimentatori; l operatore potrò notare come sugli alimentatori AL1B2//AL2B4//AL 3B6 stessi, si sposteranno delle astine poste, ciascuna, in corrispondenza di ogni coppia di uscite; le astine sono atte alla regolazione ed al controllo. Agendo sui grani posti in testa delle astine, l operatore può limitarne la corsa e ridurre la portata della coppia di uscite corrispondenti. L operatore verificherà che in tutti gli alimentatori avvenga lo spostamento delle astine, a questo punto la pressione della linea 1 aumenta rapidamente. Occorre quindi le due valvole appaiate della pompa SC1 o dell invertitore SP21; agendo sulla valvola di regolazione relativa alla linea 1 essa si deve aprire solo dopo che tutte le astine degli alimentatori, posti lungo la linea di lubrificazione, si sono mossi. 1- si azzera la pressione lungo la linea 1; 2- l eventuale lubrificante superfluo torna al serbatoio 3- il lubrificante si avvia lungo la linea 2 Proseguendo lungo la linea 2 si rinnoverà il ciclo di lubrificazione come lungo la linea 1 come già precedentemente esposto. RIEMPIMENTO Aprire i catenacci del coperchio Sollevare il coperchio con la maniglia mentre si preme il pulsante disaeratore. Riempire con grasso PULITO, con cura ed evitando intrusioni di ARIA Ripristinare CHIUDENDO il coperchio 14

15 15

16 16

17 17

18 QE3T 110 (cod ) QUADRO ELETTRICO PER IMPIANTO A LINE DOPPIA DESCRIZIONE E FUNZIONAMENTO Il quadro, avente cassa con protezione IP65 opera su un invertitore a sovrapressione SP21 e su una pompa per linea doppia, con motore trifase da 375 watt, completa di segnalatore di minimo livello. Il quadro è dotato sul coperchio dei seguenti componenti: 1. Pulsante di emergenza 2. Interruttore generale 3. Pusante di marcia 4. Pulsante di arresto 5. Due lampadine, una per linea, indicanti il lavoro in opera, o meno sulla linea corrispondente 6. Una lampada di tensione nel quadro 7. Una lampada di allarme per il serbatoio vuoto. 8. Un temporizzatore con due funzioni, Tempo di lavoro per entrambe le linee e Tempo di pausa fra un aziona mento ed il successivo. Tali funzioni quindi determinano. OGNI QUANTO TEMPO si desidera lubrificare (lavoro) PER QUANTO TEMPO si desidera lubrificare. 9. Due temporizzatori di allarme e controllo ( uno per ogni linea). Ogni temporizzatore è collegato ad un pressostato, posto in fine linea. Se entro un conveniente periodo, funzione dell estensione dell impianto, una determinata pressione ( atm.minima) non viene segnalata, il temporizzatore invia l allarme. 10. Un telesalvamotore. 11. Un trasformatore monofase a bassa tensione per i comandi del quadro. 12. Fusibili. N.B. i due pressostati ed i relativi temporizzatori sono strumenti di semplice controllo della bilinea. Se non si desidera si può comunque operare con l impianto. 18

19 19

20 Lubrote c s.r.l. V ia Riva di Trento, M I L A N O - I TA LY Te l / F a x lubrotec.it w w w. lubrotec.it

Attuatori Pneumatici

Attuatori Pneumatici Gli attuatori pneumatici sono organi che compiono un lavoro meccanico usando come vettore di energia l aria compressa con indubbi vantaggi in termini di pulizia, antideflagranza, innocuità e insensibilità

Dettagli

USO E MANUTENZIONE. srl. CALDAIA A COMBUSTIBILI TRITI Mod. KL

USO E MANUTENZIONE. srl. CALDAIA A COMBUSTIBILI TRITI Mod. KL srl caldaie e bruciatori per combustibili triti stufe a legna e a pellet - caminetti termocamini - rivendita pellet e sansa sansificio - impianti solari - termici e fotovoltaici CALDAIA A COMBUSTIBILI

Dettagli

Renault Clio II 1.9 Motore Diesel F8Q 630 (98 05)

Renault Clio II 1.9 Motore Diesel F8Q 630 (98 05) Renault Clio II 1.9 Motore Diesel F8Q 630 (98 05) Sostituzione guarnizione della testa, rovinata a causa di una perdita dell acqua dal tubo inferiore del radiatore (la vettura ha circolato senza liquido

Dettagli

BWT SOLAR PUMPE. Gruppo di caricamento e lavaggio per impianti solari, geotermici e di riscaldamento tradizionali MANUTENZIONE ORDINARIA

BWT SOLAR PUMPE. Gruppo di caricamento e lavaggio per impianti solari, geotermici e di riscaldamento tradizionali MANUTENZIONE ORDINARIA BWT SOLAR PUMPE Gruppo di caricamento e lavaggio per impianti solari, geotermici e di riscaldamento tradizionali NOTE GENERALI DATI TECNICI INSTALLAZIONE AVVIAMENTO MANUTENZIONE ORDINARIA INTERVENTI STRAORDINARI

Dettagli

< Apparecchiatura di controllo di fiamma > RIVELAZIONE FIAMMA BI ELETTRODO. SAITEK srl

< Apparecchiatura di controllo di fiamma > RIVELAZIONE FIAMMA BI ELETTRODO. SAITEK srl Serie CF3q < Apparecchiatura di controllo di fiamma > SAITEK srl www.saitek.it info@saitek.it Casalgrande (RE) ITALY Tel. +39 0522 848211 Fax +39 0522 849070 CONTROLLO DI FIAMMA SERIE C F 3 Q pag. 1 di

Dettagli

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO GRUPPO IDRAULICO per SOLAR SYSTEM (COD. A00.650053)

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO GRUPPO IDRAULICO per SOLAR SYSTEM (COD. A00.650053) DATA: 07.11.08 PAG: 1 DI: 12 Il Gruppo idraulico racchiude tutti gli elementi idraulici necessari al funzionamento del circuito solare (circolatore, valvola di sicurezza a 6 bar, misuratore e regolatore

Dettagli

I sistemi a norma UNI EN 12845. Curva caratteristica Pompa principale per sistemi di pressurizzazione idrica antincendio a norme UNI EN 12845

I sistemi a norma UNI EN 12845. Curva caratteristica Pompa principale per sistemi di pressurizzazione idrica antincendio a norme UNI EN 12845 Curva caratteristica Pompa principale per sistemi di pressurizzazione idrica antincendio a norme UNI EN 12845 Tipologie di pompe ammesse: 1. Pompe base-giunto di tipo back Pull-out 2. Pompe base-giunto

Dettagli

SANITSON PREMIUM CAMPO DI IMPIEGO APPLICAZIONI VANTAGGI. Portata max: 62 m 3 /h

SANITSON PREMIUM CAMPO DI IMPIEGO APPLICAZIONI VANTAGGI. Portata max: 62 m 3 /h CAMPO DI IMPIEGO Portata max: 62 m 3 /h Prevalenza fino a: 25 mc.a. Temperatura d esercizio: +35 C* Tubazione di carico: DN 100 Tubazione di mandata: DN 32-65 Tubazione di aerazione: Ø 75 mm Canalina presa

Dettagli

Classificazione delle pompe. Pompe rotative volumetriche POMPE ROTATIVE. POMPE VOLUMETRICHE si dividono in... VOLUMETRICHE

Classificazione delle pompe. Pompe rotative volumetriche POMPE ROTATIVE. POMPE VOLUMETRICHE si dividono in... VOLUMETRICHE Classificazione delle pompe Pompe rotative volumetriche POMPE VOLUMETRICHE si dividono in... POMPE ROTATIVE VOLUMETRICHE Pompe rotative volumetriche Principio di funzionamento Le pompe rotative sono caratterizzate

Dettagli

GRUPPI ANTINCENDIO A NORME UNI 9490 E GRUPPI ANTINCENDIO A NORME UNI 9490 CON MOTOPOMPA DIESEL

GRUPPI ANTINCENDIO A NORME UNI 9490 E GRUPPI ANTINCENDIO A NORME UNI 9490 CON MOTOPOMPA DIESEL ISTRUZIONI PER L'INSTALLAZIONE E LA MANUTENZIONE GRUPPI ANTINCENDIO A NORME UNI 9490 E GRUPPI ANTINCENDIO A NORME UNI 9490 CON MOTOPOMPA DIESEL PER ALIMENTAZIONI IDRICHE DI IMPIANTI AUTOMATICI ANTINCENDIO

Dettagli

MODULO APPLICAZIONI DI POMPAGGIO

MODULO APPLICAZIONI DI POMPAGGIO 4377 it - 2010.09 / b Motor supply Mains supply Low/High pressure switches Low/high pressure input Questo manuale deve essere trasmesso all utente finale Water flow P Check valve MOTOR Temperature

Dettagli

CALEFFI. Valvola di scarico termico con reintegro incorporato. serie 544 01058/09. sostituisce dp 01058/07. Funzione

CALEFFI. Valvola di scarico termico con reintegro incorporato. serie 544 01058/09. sostituisce dp 01058/07. Funzione Valvola di scarico termico con reintegro incorporato serie 544 R EGI STERED BS EN ISO 9001:2000 Cert. n FM 21654 UNI EN ISO 9001:2000 Cert. n 0003 CALEFFI 01058/09 sostituisce dp 01058/07 Funzione La valvola

Dettagli

INDICE. 1. Scopo del piano di manutenzione pag. 2. 2. Azioni di manutenzione pag. 2

INDICE. 1. Scopo del piano di manutenzione pag. 2. 2. Azioni di manutenzione pag. 2 INDICE 1. Scopo del piano di manutenzione pag. 2 2. Azioni di manutenzione pag. 2 2.1 Azioni di manutenzione preventiva pag. 3 2.1.1 Ingrassaggio e lubrificazione organi in movimento pag. 3 2.1.2 Manutenzione

Dettagli

Manuale d istruzioni. 1 Sommario. 2 Introduzione 2 2.1 Uso della pompa 2 2.2 Aree di applicazione 2 2.3 Uso non corretto 2.

Manuale d istruzioni. 1 Sommario. 2 Introduzione 2 2.1 Uso della pompa 2 2.2 Aree di applicazione 2 2.3 Uso non corretto 2. Manuale d istruzioni 1 Sommario 2 Introduzione 2 2.1 Uso della pompa 2 2.2 Aree di applicazione 2 2.3 Uso non corretto 2 3 Sicurezza 2 4 Trasporto e immagazzinamento 2 4.1 Sollevamento 2 4.2 Immagazzinamento

Dettagli

ISTRUZIONI D USO 1/6 POMPE IDRAULICHE ELETTRICHE BAUDAT ARTICOLO SICUTOOL 760GV 8

ISTRUZIONI D USO 1/6 POMPE IDRAULICHE ELETTRICHE BAUDAT ARTICOLO SICUTOOL 760GV 8 ISTRUZIONI D USO 1/6 Istruzioni pubblicate sul sito www.sicutool.it POMPE IDRAULICHE ELETTRICHE BAUDAT ARTICOLO SICUTOOL 760GV 8 Costruttore: BAUDAT Gmbh & Co. KG Alte Poststr. 20 D 88525 Duermentingen

Dettagli

STAZIONI DI SOLLEVAMENTO

STAZIONI DI SOLLEVAMENTO 86 Divisione Depurazione STAZIONI ACCESSORI DEOLIATORI TRATTAMENTI SECONDARI SPINTI INDICAZIONI SUB-IRRIGAZIONE VASSOI PER FITODEPURAZIONE IMPIANTI DI PRIMA PIOGGIA STAZIONI POZZETTI firi percolatori IMPIANTI

Dettagli

www.watertech.it info@watertech.it Pagina 1 di 33

www.watertech.it info@watertech.it Pagina 1 di 33 Pagina 1 di 33 PRESSCONTROL è un dispositivo di nuova concezione che garantisce un ottimale controllo delle pompe domestiche. Derivato da un progetto idraulico e di logica elettronica, rileva contemporaneamente

Dettagli

Densostato per gas a doppio livello. Serie 5-1782-0-*

Densostato per gas a doppio livello. Serie 5-1782-0-* Densostato per gas a doppio livello Serie 5-1782-0-* Requisiti I densostati della serie 5-1782-0-* sono sostanzialmente dei pressostati a doppio livello compensati in temperatura studiati per tenere sotto

Dettagli

OFFICINE OROBICHE S.p.A. 1/8 MANUALE ISTRUZIONI PER INTERRUTTORI DI LIVELLO SERIE 80 Elettrici

OFFICINE OROBICHE S.p.A. 1/8 MANUALE ISTRUZIONI PER INTERRUTTORI DI LIVELLO SERIE 80 Elettrici OFFICINE OROBICHE S.p.A. 1/8 MANUALE ISTRUZIONI PER INTERRUTTORI DI LIVELLO SERIE 80 Elettrici 1. DESCRIZIONE STRUMENTO Gli interruttori di livello serie 80 sono progettati per essere montati sui lati

Dettagli

Sistema di controllo per iniezione sequenziale, montato su carrello

Sistema di controllo per iniezione sequenziale, montato su carrello Sistema di controllo per iniezione sequenziale, montato su carrello Componenti: "Sequentia" SE802E + Minicentrale oleodinamica F014/0050 F014/0050-IT Rev.0-15/12/2014 Pg. 1/5 Minicentrale oleodinamica

Dettagli

Istruzioni per la manutenzione

Istruzioni per la manutenzione Istruzioni per la manutenzione Caldaie murali a condensazione CGB-75 CGB-100 Caldaia solo riscaldamento Caldaia solo riscaldamento Wolf Italia S.r.l. Via 25 Aprile, 17 20097 S. Donato Milanese (MI) Tel.

Dettagli

SCHEDE DI MANUTENZIONE

SCHEDE DI MANUTENZIONE Comune di Bologna Provincia di Bologna pag. 1 SCHEDE DI MANUTENZIONE OGGETTO: Lavori di manutenzione da eseguirsi presso gli stabili di proprietà della Cassa siti in Strada Maggiore, 53 e Via Fondazza,

Dettagli

ALLEGATO - C ATTIVITA' DI CONDUZIONE IMPIANTI

ALLEGATO - C ATTIVITA' DI CONDUZIONE IMPIANTI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DELLA GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DELLA CONDUZIONE E DELLA MANUTENZIONE DEL MAXXI - MUSEO NAZIONALE DELLE ARTI DEL XXI SECOLO ALLEGATO - C Generatore di acqua

Dettagli

Gruppo di pressurizzazione senza motopompa Rif. Normativi UNI10779 - UNI 12845

Gruppo di pressurizzazione senza motopompa Rif. Normativi UNI10779 - UNI 12845 Allegato A05 - Impianti idrici-antincendio Scheda n. 1 Gruppo di pressurizzazione senza motopompa Rif. Normativi UNI10779 - UNI 12845 02.01 Lettura manometri acqua, condotte principali. Ispezione visiva

Dettagli

INDICE. Caratteristiche tecniche 1 Opzioni modulo idraulico 2 Versioni Accessorie 2 Accessori 3

INDICE. Caratteristiche tecniche 1 Opzioni modulo idraulico 2 Versioni Accessorie 2 Accessori 3 ALFA CF 4,9 65 kw Catalogo 202320A01 Emissione 09.03 Sostituisce 10.00 Refrigeratore d acqua ALFA CF Pompa di calore reversibile ALFA CF /HP Unità con serbatoio e pompa ALFA CF /ST Unità motocondensante

Dettagli

THE TOTAL SOLUTION PROVIDER

THE TOTAL SOLUTION PROVIDER Le CASSETTE STAGNE vengono usate per il comando a distanza di valvole a membrana di tipo VEM e sono disponibili in tre tipi di contenitori: -, da 1 a piloti montati all interno. - 8, da 6 a 8 piloti montati

Dettagli

Sistemi di espansione e pressurizzazione AUTROL 217

Sistemi di espansione e pressurizzazione AUTROL 217 I dati tecnici forniti non sono impegnativi per il costruttore che si riserva la facoltà di modificarli senza obbligo di preavviso. Copyright 009 5B.15 Ed. 7 IT - 015 Sistemi di espansione e pressurizzazione

Dettagli

e Universal PRO costituiscono i modelli di punta della

e Universal PRO costituiscono i modelli di punta della Le serie e Universal PRO costituiscono i modelli di punta della gamma Comparato per uso industriale. DENOMINAZIONE: Sul servocomando sono riportate le seguenti indicazioni: Marchio e nome della società

Dettagli

POWER ROD 1365 GENERATORE art. 252

POWER ROD 1365 GENERATORE art. 252 CEBORA S.p.A. 1 POWER ROD 1365 GENERATORE art. 252 MANUALE DI SERVIZIO CEBORA S.p.A. 2 SOMMARIO 1 - INFORMAZIONI GENERALI... 3 1.1 - Introduzione... 3 1.2 - Filosofia generale d assistenza.... 3 1.3 -

Dettagli

AC 46-56-86 SECONDA PARTE

AC 46-56-86 SECONDA PARTE SECONDA PARTE I modeli AC 46, AC 56 & AC 86 sono equipaggiati con una speciale Scheda Elettronica che ha la funzione di Promemoria Pulizia/ Manutenzione. Quando la temperatura di condensazione supera

Dettagli

SHS-SBS. POMPE SOMMERGIBILI Acque chiare, poco cariche e piovane SBS Bassa Pressione - SHS Alta Pressione 2 POLI - 50 Hz CAMPO DI IMPIEGO APPLICAZIONI

SHS-SBS. POMPE SOMMERGIBILI Acque chiare, poco cariche e piovane SBS Bassa Pressione - SHS Alta Pressione 2 POLI - 50 Hz CAMPO DI IMPIEGO APPLICAZIONI CAMPO DI IMPIEGO Portata max: 57 m 3 /h Prevalenza fino a: mc.a. Temperatura d esercizio: da +3 a +35 C* Granulometria max: Ø 1 mm Densità fluido max: 1,5 ph fluido: 6-11 Profondità d immersione max: 1

Dettagli

29 Circuiti oleodinamici fondamentali

29 Circuiti oleodinamici fondamentali 29 Circuiti oleodinamici fondamentali Fig. 1. Circuito oleodinamico: (1) motore elettrico; (2) pompa; (3) serbatoio; (4) filtro; (5) tubazione di mandata; (6) distributore; (7) cilindro; (8) tubazione

Dettagli

Modell 1256 03.0/2011. www.viega.com. Art.-Nr.

Modell 1256 03.0/2011. www.viega.com. Art.-Nr. Modell 1256 03.0/2011 Art.-Nr. 684112 560725 Fonterra Kleinflächenregelstation A 2 Fonterra Kleinflächenregelstation B C D E F G 3 Istruzioni per l uso della stazione di regolazione per superfici ridotte

Dettagli

SFA IL WC DOVE VUOI TU. Trituratori. WC con trituratore. classici. da incasso. Pompe. Stazioni di sollevamento. acque chiare.

SFA IL WC DOVE VUOI TU. Trituratori. WC con trituratore. classici. da incasso. Pompe. Stazioni di sollevamento. acque chiare. IL WC DOVE VUOI TU SFA Trituratori classici da incasso Pompe WC con trituratore acque chiare acque di condensa Stazioni di sollevamento acque chiare acque nere CATALOGO TECNICO TECNICO 2011 SANITRIT SANITRIT

Dettagli

SISTEMA DI POMPAGGIO (introduzione)

SISTEMA DI POMPAGGIO (introduzione) SISTEMA DI POMPAGGIO (introduzione) Si utilizzano le pompe, per il sollevamento dell acqua dai pozzi e per inviarla ai serbatoi o inviarla ad una rete di distribuzione e comunque per trasferire l acqua

Dettagli

SIR 900-1100. STAZIONI INTERMEDIE DI DRENAGGIO Acque cariche collettive 50 Hz CAMPO DI IMPIEGO APPLICAZIONI VANTAGGI

SIR 900-1100. STAZIONI INTERMEDIE DI DRENAGGIO Acque cariche collettive 50 Hz CAMPO DI IMPIEGO APPLICAZIONI VANTAGGI CAMPO DI IMPIEGO Volume utile fino a: 1100 00 L 900 60 L Temperatura ambiente: da 0 a + 0 C Temperatura max fluido: + 40 C* Passaggio libero pompa: 6 mm Ø entrata: 10 mm DN Ø uscita: 1 1/2 Ø ventilazione:

Dettagli

ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SBD (AB1 E )

ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SBD (AB1 E ) ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SBD (AB1 E ) ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO E LA MANUTENZIONE 1) CARATTERISTICHE GENERALI pag. 1 2) ATTENZIONE pag. 1 3) DATI TECNICI pag. 1 4) INSTALLAZIONE pag. 2 5) COLLEGAMENTI

Dettagli

Generatore di calore di potenza tra 35 kw e Tipo di apparecchiatura

Generatore di calore di potenza tra 35 kw e Tipo di apparecchiatura Scheda n. 1 Generatore di calore di potenza tra 35 kw e 350 kw e relativo impianto di Centrale. Pulizia generale della Centrale Termica, ovvero del locale di installazione, con verifica ed eventuale adeguamento

Dettagli

MULTI-HE MONOFASE CAMPO DI IMPIEGO APPLICAZIONI VANTAGGI. Portata max: 10 m 3 /h

MULTI-HE MONOFASE CAMPO DI IMPIEGO APPLICAZIONI VANTAGGI. Portata max: 10 m 3 /h CAMPO DI IMPIEGO Portata max: m 3 /h Prevalenza max: 8 mc.a. Pressione d esercizio max: bar Pressione in aspir. max: 6 bar Temperatura d esercizio: da a + 1 C* Temperatura ambiente max: + 4 C DN Attacchi:

Dettagli

Cos è uno scaricatore di condensa?

Cos è uno scaricatore di condensa? Cos è uno scaricatore di condensa? Una valvola automatica di controllo dello scarico di condensa usata in un sistema a vapore Perchè si usa uno scaricatore di condensa? Per eliminare la condensa ed i gas

Dettagli

14.4 Pompe centrifughe

14.4 Pompe centrifughe 14.4 Pompe centrifughe Le pompe centrifughe sono molto diffuse in quanto offrono una notevole resistenza all usura, elevato numero di giri e quindi facile accoppiamento diretto con i motori elettrici,

Dettagli

T 93 E H2 T 97 E H3 GEBRUIKSAANWIJZINGEN

T 93 E H2 T 97 E H3 GEBRUIKSAANWIJZINGEN NSTRUCTION MANUAL MODE D EMPLOI BETRIEBSANLEITUNGEN INSTRUCCIONES DE USO INSTRUÇÕES PARA A UTILIZAÇÃO UMIDIFICATORE ELETTRONICO COMPACT T 93 E H2 T 97 E H3 GEBRUIKSAANWIJZINGEN INSTRUKSJONSHÅNDBOK BRUKSANVISNING

Dettagli

IL WC DOVE VUOI TU. Pompe. acque di condensa. Trituratori. Stazioni di sollevamento. da incasso. classici. acque chiare. acque nere.

IL WC DOVE VUOI TU. Pompe. acque di condensa. Trituratori. Stazioni di sollevamento. da incasso. classici. acque chiare. acque nere. IL WC DOVE VUOI TU SF Trituratori classici da incasso Pompe WC con trituratore acque chiare acque di condensa Stazioni di sollevamento acque chiare acque nere CTLOGO C T L O GTECNICO O T E C N2012 I C

Dettagli

MANUALE D USO STAZIONE DI RECUPERO DI REFRIGERANTE

MANUALE D USO STAZIONE DI RECUPERO DI REFRIGERANTE MANUALE D USO STAZIONE DI RECUPERO DI REFRIGERANTE COD. 11131104-11131106 INDICE NORME GENERALI DI SICUREZZA 3 SPECIFICHE 4 PROCEDURA STANDARD PER IL RECUPERO DI FLUIDI/VAPORI 4 PROCEDURA DI SCARICO AUTOMATICO

Dettagli

ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SEF (AR2 )

ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SEF (AR2 ) ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SEF (AR2 ) ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO E LA MANUTENZIONE Leggere le istruzioni prima dell'uso. Questo dispositivo di controllo deve essere installato secondo i regolamenti

Dettagli

CIRCUITI OLEODINAMICI ELEMENTARI

CIRCUITI OLEODINAMICI ELEMENTARI CIRCUITI OLEODINAMICI ELEMENTARI Un esame sistematico dei circuiti completi, anche se limitato a pochi tipi di macchine e di attrezzature, sarebbe estremamente complesso e vasto. Il raggiungimento del

Dettagli

Generalità sulle elettropompe

Generalità sulle elettropompe Generalità sulle elettropompe 1) Introduzione Ne esistono diverse tipologie ma si possono inizialmente suddividere in turbopompe e pompe volumetriche. Le prime sono caratterizzate da un flusso continuo

Dettagli

Istruzioni di servizio per la caldaia a vapore della serie di produzione S 350

Istruzioni di servizio per la caldaia a vapore della serie di produzione S 350 Istruzioni di servizio per la caldaia a vapore della serie di produzione S 350 Posizione della caldaia 1. Per garantire un funzionamento perfetto della caldaia è necessario che la stessa, per mezzo della

Dettagli

Attrezzatura per apicoltura

Attrezzatura per apicoltura Attrezzatura per apicoltura trent anni di esperienza 2-9 AFFUMICATORI ED ACCESSORI 10-11 ABBIGLIAMENTO ED ACCESSORI 11-13 ARNIE ED ACCESSORI 9-13 - 21 DISOPERCOLAURA E TRATTAMENTO OPERCOLO - CERA 22-30

Dettagli

STAZIONI DI SOLLEVAMENTO. STAZIONI DI SOLLEVAMENTO Divisione Depurazione 97 E DISSABBIATORI DEGRASSATORI VASCHE BIOLOGICHE TIPO IMHOFF VASCHE SETTICHE

STAZIONI DI SOLLEVAMENTO. STAZIONI DI SOLLEVAMENTO Divisione Depurazione 97 E DISSABBIATORI DEGRASSATORI VASCHE BIOLOGICHE TIPO IMHOFF VASCHE SETTICHE FANGI ATTIVI VASCE SETTICE VASCE BIOLOGICE TIPO IMOFF Divisione Depurazione 97 Degrassatore Imhoff Stazione di sollevamento 1. CON SINGOLA POMPA 2. CON DOPPIA POMPA 98 Divisione Depurazione CARATTERISTICE

Dettagli

Refrigeratori d acqua condensati ad aria Pompe di calore aria/acqua reversibili da 270 kw a 1000 kw

Refrigeratori d acqua condensati ad aria Pompe di calore aria/acqua reversibili da 270 kw a 1000 kw R Refrigeratori d acqua condensati ad aria Pompe di calore aria/acqua reversibili da 270 kw a 1000 kw according to 97/23/CEE n 0496 Serie: LCAE V Catalogo: DI 84 Emissione: 05/06 Sostituisce: 08/05 LCAE-V

Dettagli

Lista di controllo revisione generatore neve. ÔÔCompressore Kaeser: pulire il filtro d aspirazione e il materassino filtrante con aria compressa

Lista di controllo revisione generatore neve. ÔÔCompressore Kaeser: pulire il filtro d aspirazione e il materassino filtrante con aria compressa PULIZIA o SOSTITUZIONE Scarico (sfera per chiusura) compressore Scarico (sfera per chiusura) corona ugelli e corona raffredd. aria solo M90/M20 Scarico (sfera per chiusura) gruppo acqua centralizzata solo

Dettagli

Posizione ufficiale CETOP sulla Direttiva Macchine (2006/42/CE)

Posizione ufficiale CETOP sulla Direttiva Macchine (2006/42/CE) Posizione ufficiale CETOP sulla Direttiva Macchine (2006/42/CE) 1 Componenti oleoidraulici e pneumatici e loro classificazione secondo la Direttiva 1 Macchine 1.1 Macchine 2 1.2 Quasi-macchine (PCM, Partly

Dettagli

Compressori Corso base

Compressori Corso base Compressori Funzione I compressori hanno la funzione di produrre la necessaria portata di aria compressa in un automezzo per alimentare tutti gli utilizzatori d'aria compressa. I compressori WABCO sono

Dettagli

Collettori per impianti di riscaldamento a pavimento Collettori a barra, dimensione 1

Collettori per impianti di riscaldamento a pavimento Collettori a barra, dimensione 1 Collettori per impianti di riscaldamento a pavimento Collettori a barra, dimensione 1 Scheda tecnica per 853X edizione 0207 - Set collettore a barra con gruppi otturatori di intercettazione e gruppi otturatori

Dettagli

VALVOLE ISO 5599/1 SERIE SAFE AIR

VALVOLE ISO 5599/1 SERIE SAFE AIR Partendo da una serie di valvole robusta ed affidabile come quelle a norma ISO 5599/1, sono state aggiunte alcune caratteristiche peculiari quali la presenza di un sistema di diagnostica dello stato della

Dettagli

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17)

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) FILTRI OLEODINAMICI Filtri sul ritorno con cartuccia avvitabile Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Corpo filtro Attacchi:

Dettagli

MANUALE D USO E MANUTENZIONE STIRATRICE EASY IRON

MANUALE D USO E MANUTENZIONE STIRATRICE EASY IRON MANUALE D USO E MANUTENZIONE STIRATRICE EASY IRON IMESA S.p.A. Via degli Olmi 22 31040 Cessalto (TV), Italia tel. +39.0421.468011 fax +39.0421.468000 www.imesa.it Indice AVVERTENZE 3 1. Descrizione dell'apparecchio

Dettagli

Impianto idraulico. Impianto idraulico AZIONAMENTO DI SISTEMI

Impianto idraulico. Impianto idraulico AZIONAMENTO DI SISTEMI Impianto idraulico 1 Impianto idraulico AZIONAMENTO DI SISTEMI 2 Caratteristiche positive Elevato rapporto potenza/peso Elevata accuratezza nel controllo Bassa inerzia, elevata risposta in frequenza Elevato

Dettagli

ACCESSORI POMPE SOMMERSE MOTORI SOMMERSI

ACCESSORI POMPE SOMMERSE MOTORI SOMMERSI POMPE SOMMERSE 273 Per una corretta giunzione utilizzare sezione cavo maggiore o uguale alla sezione presente sul cavo del motore. Dimensionare correttamente al sezione del cavo da giuntare in relazione

Dettagli

MANUALE TECNICO DEI COMMUTATORI

MANUALE TECNICO DEI COMMUTATORI MANUALE TECNICO DEI COMMUTATORI Tutte le informazioni presenti in questo manuale potranno essere modificate in qualsiasi momento dall'a.e.b. s.r.l. per aggiornarle con ogni variazione o miglioramento tecnologico

Dettagli

Prestazioni Rotore di taglio con effetto agitazione

Prestazioni Rotore di taglio con effetto agitazione Applicazioni Le pompe sommerse con sistema di taglio MultiCut vengono impiegate come stazioni fisse nella protezione di abitazioni singole e negli impianti di sollevamento. Sono indicate per l estrazione

Dettagli

Scheda tecnica prodotto

Scheda tecnica prodotto Le teste termoelettriche per il loro funzionamento sfruttano la dilatazione di un elemento termosensibile, che al momento in cui la valvola deve essere aperta è scaldato tramite una resistenza elettrica.

Dettagli

POMPA DOSATRICE A REGOLAZIONE MANUALE DOSAMATIC Variazione della portata massima della pompa dosatrice al variare della pressione nell impianto da trattare Principio di funzionamento Il funzionamento della

Dettagli

Istruzioni di montaggio

Istruzioni di montaggio Istruzioni di montaggio Accessori Collegamento di tubi Logano G5 con Logalux LT300 Logano G5/GB5 con bruciatore e Logalux LT300 Per l installatore Leggere attentamente prima del montaggio. 6066600-0/00

Dettagli

Oggetto: DENUNCIA DI IMPIANTO TERMICO AD ACQUA CALDA AI SENSI DELL ART. 18 D.M. 01/12/1975 UTENTE INDIRIZZO COMUNE (PROV. )

Oggetto: DENUNCIA DI IMPIANTO TERMICO AD ACQUA CALDA AI SENSI DELL ART. 18 D.M. 01/12/1975 UTENTE INDIRIZZO COMUNE (PROV. ) MARCA DA BOLLO Spett.le I.S.P.E.S.L. DIPARTIMENTO DI. via via cap. città Oggetto: DENUNCIA DI IMPIANTO TERMICO AD ACQUA CALDA AI SENSI DELL ART. 18 D.M. 01/12/1975 UTENTE INDIRIZZO COMUNE (PROV. ) Il sottoscritto

Dettagli

pompe grasso standard rapporto 100:1 3000 portata gr/min pompe grasso industriali - serie Power Bull 6000 portata gr/min

pompe grasso standard rapporto 100:1 3000 portata gr/min pompe grasso industriali - serie Power Bull 6000 portata gr/min GRASSO Le pompe pneumatiche FLEBIMEC per grasso si basano su di una concezione costruttiva provata nel tempo. Il motore ad aria compressa in lega ottone alluminio è di semplice e collaudato utilizzo. Il

Dettagli

GRUPPI DI RILANCIO PER LA REGOLAZIONE TERMICA

GRUPPI DI RILANCIO PER LA REGOLAZIONE TERMICA ST.01.01.00 GRUPPI DI RILANCIO PER LA REGOLAZIONE TERMICA Art. 2170 Gruppo di rilancio completo di: - Valvola miscelatrice con servocomando a 3 punti - Circolatore a tre velocità - Valvole d intercettazione

Dettagli

Centrale termica per EcoBongas

Centrale termica per EcoBongas Centrale termica per EcoBongas Istruzioni di montaggio Centrale termica per BCC 80 singola e in cascata Centrale termica per BCC 120 singola e in cascata Centrale termica per BCC 160 singola e in cascata

Dettagli

AZIENDA ALLEGATO 2 PIANO GUIDA MANUTENZIONE PROGRAMMATA IMPIANTI ELETTRICI E SPECIALI. ALLEGATO 2 - PIANO DI MANUTENZIONE pag.

AZIENDA ALLEGATO 2 PIANO GUIDA MANUTENZIONE PROGRAMMATA IMPIANTI ELETTRICI E SPECIALI. ALLEGATO 2 - PIANO DI MANUTENZIONE pag. ALLEGATO 2 PIANO GUIDA MANUTENZIONE PROGRAMMATA IMPIANTI ELETTRICI E SPECIALI ALLEGATO 2 - PIANO DI MANUTENZIONE pag.1 di 12 1A) QUADRO ELETTRICO GENERALE QUADRO ELETTRICO GENERALE DI BASSA TENSIONE SEZIONATORI

Dettagli

Flussostato per liquidi

Flussostato per liquidi 594 59P0 Flussostato per liquidi Per liquidi nelle tubazioni di DN 0 00. QE90 Portata contatti: Pressione nominale PN5 max. 30 AC, A, 6 A max. 48 DC, A, 0 W Contatto pulito tipo reed (NO / NC) Custodia

Dettagli

Descrizione del funzionamento

Descrizione del funzionamento Descrizione del funzionamento Laddomat 21 ha la funzione di......all accensione, fare raggiungere velocemente alla caldaia una temperatura di funzionamento elevata....durante il riempimento, preriscaldare

Dettagli

Sistemi solari termici Istruzioni di installazione

Sistemi solari termici Istruzioni di installazione Sistemi solari termici Istruzioni di installazione IT COMPONENTI DEL SUPPORTO DI BASE Per superfici di collettori di 4m 2 1 0 10 110 815 915 925 0 11,5 38,5 342,5 847,5 1151,5 1178,5 1190 0 134 204 279

Dettagli

IL COLLEGAMENTO IDRAULICO RACCOMANDAZIONI ED ESEMPI DI IMPIANTO

IL COLLEGAMENTO IDRAULICO RACCOMANDAZIONI ED ESEMPI DI IMPIANTO IL COLLEGAMENTO IDRAULICO RACCOMANDAZIONI ED ESEMPI DI IMPIANTO RACCOMANDAZIONI E consigliabile applicare schemi semplici e di provata efficacia e dotare il sistema di elementi utili a verificare il buon

Dettagli

AUTOMOBILI NON TRASFORMABILI

AUTOMOBILI NON TRASFORMABILI LINEE GUIDA PER IL MONTAGGIO GPL INIEZIONE SEQUENZIALE IN FASE GASSOSA AUTOMOBILI TRASFORMABILI AUTOMOBILI AD INIEZIONE CON MOTORE ASPIRATO AUTOMOBILI AD INIEZIONE CON MOTORE TURBO AUTOMOBILI NON TRASFORMABILI

Dettagli

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H 1. Aria compressa e attacco idraulico Fluido in pressione Azionamento Aria compressa,

Dettagli

Scheda Tecnica OLI74. Identificazione Prodotto. Applicazione CARATTERISTICHE TECNICHE CASSETTA

Scheda Tecnica OLI74. Identificazione Prodotto. Applicazione CARATTERISTICHE TECNICHE CASSETTA Scheda Tecnica OLI74 Identificazione Prodotto Applicazione (misure in millimetri) Cassetta OLI74 doppio scarico ad azionamento meccanico rivestita con foderina anticondensa e rete - Installabile in pareti

Dettagli

IL WC DOVE VUOI TU. Stazioni di sollevamento. acque nere. acque chiare. Trituratori. Pompe. da incasso. classici. acque chiare.

IL WC DOVE VUOI TU. Stazioni di sollevamento. acque nere. acque chiare. Trituratori. Pompe. da incasso. classici. acque chiare. IL WC DOVE VUOI TU SFA Trituratori classici da incasso Pompe WC con trituratore acque chiare acque di condensa Stazioni di sollevamento acque chiare acque nere CATALOGO C A T A L O GTECNICO O T E C N2012

Dettagli

Dati tecnici Pressione (bar) : max. 10 Temperatura ( C) : max. 200 Volume campione (ml) : 150 / 250 / 500 / 1000

Dati tecnici Pressione (bar) : max. 10 Temperatura ( C) : max. 200 Volume campione (ml) : 150 / 250 / 500 / 1000 NEOTECHA Dispositivo di campionamento sicuro e affidabile, in grado di soddisfare le esigenze del settore chimico e farmaceutico. Caratteristiche Estrazione di campioni rappresentativi da reattori in condizioni

Dettagli

GRUPPO DI MISCELAZIONE CODICE PRODOTTO PME03-12M e PME03-12D

GRUPPO DI MISCELAZIONE CODICE PRODOTTO PME03-12M e PME03-12D GRUPPI DI MISCELAZIONE GRUPPO DI MISCELAZIONE CODICE PRODOTTO PME03-12M e PME03-12D IMPIEGO Il GRUPPO DI MISCELAZIONE è un gruppo di regolazione che riunisce in un unico dispositivo un insieme di componenti

Dettagli

Quadro elettrico tipo ABS CP 151-254

Quadro elettrico tipo ABS CP 151-254 15975197IT (12/2014) Istruzioni di Installazione e Uso www.sulzer.com 2 Istruzioni di Installazione e Uso ABS Pannello di controllo CP 151 153 253 254 Sommario 1 Informazioni generali... 3 1.1 Unità di

Dettagli

SCHEMI IMPIANTI ELETTRICI

SCHEMI IMPIANTI ELETTRICI SCHEMI Di IMPIANTI ELETTRICI CEI EN 60617-2/7 1 GENERALITÀ La norma CEI 44-5 tratta all art.3.2 tratta della necessità della documentazione tecnica che deve accompagnare l equipaggiamento elettrico di

Dettagli

Electric Point Srl. Manuale d uso. TB serie E THERMBOIL. Energie Rinnovabili

Electric Point Srl. Manuale d uso. TB serie E THERMBOIL. Energie Rinnovabili Manuale d uso THERMBOIL TB serie E INDICE Pag. 1 AVVERTENZE DI SICUREZZA GENERALI...2 2 PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO...3 3 CARATTERISTICHE TECNICHE...4 4 INSTALLAZIONE...8 4.1 INSTALLAZIONE DEL PANNELLO

Dettagli

Scheda Tecnica. Sistemi Solari. Sistemi solari SOLARE TERMICO

Scheda Tecnica. Sistemi Solari. Sistemi solari SOLARE TERMICO Scheda Tecnica Sistemi Solari Sistemi solari SOLARE TERMICO SEZIONE Sistemi solari a circolazione naturale CNS 50/ - 00/ - 00/ - 00/. Guida al capitolato produzione solare di acqua calda sanitaria a circolazione

Dettagli

Impianto pneumatico. 25 mag. 07IMPIANTO PNEUMATICO-libro 1

Impianto pneumatico. 25 mag. 07IMPIANTO PNEUMATICO-libro 1 Impianto pneumatico La finalità di tale impianto è quella di fornire ad una serie di utenze aria a pressione e temperatura controllate. Queste sono raggiungibili con una rete di distribuzione, composta

Dettagli

Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie. Corso di Meccanica e. Meccanizzazione Agricola

Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie. Corso di Meccanica e. Meccanizzazione Agricola Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie Corso di Meccanica e Meccanizzazione Agricola Prof. S. Pascuzzi 1 Motori endotermici 2 Il motore endotermico L energia da legame chimico, posseduta dai combustibili

Dettagli

TARATURE VALVOLE: il martinetto

TARATURE VALVOLE: il martinetto TARATURE VALVOLE: il martinetto Riferimento al DECRETO 329/04 La verifica di funzionalità degli accessori di sicurezza può essere effettuata con prove a banco o con simulazioni, se non si va ad intaccare

Dettagli

SFA IL WC DOVE VUOI TU. Pompe. acque chiare. Trituratori. Stazioni di sollevamento. da incasso. classici. acque di condensa. acque nere.

SFA IL WC DOVE VUOI TU. Pompe. acque chiare. Trituratori. Stazioni di sollevamento. da incasso. classici. acque di condensa. acque nere. IL WC DOVE VUOI TU SFA Trituratori classici da incasso Pompe WC con trituratore acque chiare acque di condensa Stazioni di sollevamento acque chiare acque nere CATALOGO C A T A L O G TECNICO O T E C N2011

Dettagli

560 HY WS POWERSAFE. frizione idraulica brevettata PowerSafe. trasmissione idrostatica di avanzamento a variazione continua con 2 gamme di velocità.

560 HY WS POWERSAFE. frizione idraulica brevettata PowerSafe. trasmissione idrostatica di avanzamento a variazione continua con 2 gamme di velocità. 560 HY WS lingua 560 HY WS POWERSAFE Dalla tecnologia Ferrari e dall esperienza maturata in tanti anni di studio e di lavoro nasce la 560 HY WS PowerSafe, monoasse polivalente con trazione idrostatica

Dettagli

MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO

MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO Schede tecniche Moduli Solari MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO Il gruppo con circolatore solare da 1 (180 mm), completamente montato e collaudato, consiste di: RITORNO: Misuratore regolatore

Dettagli

UNITA PER RECUPERO & RICICLO DI REFRIGERANTE DAI SITEMI A/C. Manuale d uso ITALIANO rev. 1. w w w. w i g a m. c o m SOMMARIO

UNITA PER RECUPERO & RICICLO DI REFRIGERANTE DAI SITEMI A/C. Manuale d uso ITALIANO rev. 1. w w w. w i g a m. c o m SOMMARIO UNITA PER RECUPERO & RICICLO DI REFRIGERANTE DAI SITEMI A/C Manuale d uso ITALIANO rev. 1 w w w. w i g a m. c o m SOMMARIO Schema idraulico... 3 Schema elettrico... 5 Norme di sicurezza... 6 1. Introduzione

Dettagli

Capitolato Manutenzione Impianto Elettrico

Capitolato Manutenzione Impianto Elettrico Capitolato Manutenzione Impianto Elettrico Si descrivono le parti dell impianto elettrico e di trasformazione che sono presenti presso l incubatore di Catania Impianto Elettrico - Cabina Trasformazione

Dettagli

news PISTOLE PER ADBLUE ADATTATORI PINZA FRENI 3PZ Italia Marzo 2015

news PISTOLE PER ADBLUE ADATTATORI PINZA FRENI 3PZ Italia Marzo 2015 PISTOLE PER ADBLUE Pistola manuale caratterizzata da elevata efficienza, dovuta alla bassa resistenza al flusso, unita ad una notevole economicità. Erogazione massima 40 lt/min - ingresso 3/4 BSP - Uscita

Dettagli

Protezione delle acque sotterranee dall'inquinamento provocato da certe sostanze pericolose

Protezione delle acque sotterranee dall'inquinamento provocato da certe sostanze pericolose Protezione delle acque sotterranee dall'inquinamento provocato da certe sostanze pericolose In particolare: contenitori per il carburante e olio esausto Nell'ambito del PSR Campania 2007/2013 la misura

Dettagli

Sistemi di contabilizzazione 0402IT gennaio 2013

Sistemi di contabilizzazione 0402IT gennaio 2013 04U08 con profondità 0 mm - GE GEY4 GEY4 - GEY43 VISTA DEL PORTELLO GEY48 GEY49 GE Figura - serie GE Descrizione I moduli di contabilizzazione serie GE con profondità 0 mm sono utilizzati per la misurazione

Dettagli

Catalogo tecnico Pompe Drenaggio e Fognatura - 2011. Rotex 3

Catalogo tecnico Pompe Drenaggio e Fognatura - 2011. Rotex 3 Catalogo tecnico Pompe Drenaggio e Fognatura - 2011 Rotex Scheda tecnica Descrizione Pompe a gambo, con motore esterno al pozzetto di raccolta, per estrazione acque chiare e condensato Struttura della

Dettagli

Manometro differenziale con contatti elettrici Costruzione completamente saldata Modelli DPGS43.1x0, versione in acciaio inox

Manometro differenziale con contatti elettrici Costruzione completamente saldata Modelli DPGS43.1x0, versione in acciaio inox Misura di pressione meccatronica Manometro differenziale con contatti elettrici Costruzione completamente saldata Modelli DPGS43.1x0, versione in acciaio inox Scheda tecnica WIKA PV 27.05 Applicazioni

Dettagli

Montaggio impianto solare a Circolazione Naturale Collegamento Acqua Fredda Acqua calda e Kit scambio

Montaggio impianto solare a Circolazione Naturale Collegamento Acqua Fredda Acqua calda e Kit scambio Montaggio impianto solare a Circolazione Naturale Collegamento Acqua Fredda Acqua calda e Kit scambio -2- Alimentazione Monofase 230Vac Neutro Fase - 3 - Passo 1 MONTAGGIO SISTEMA 3 PANNELLI Per regolare

Dettagli

304.5. Miniescavatore idraulico. Motore Cat 3024 diesel ad aspirazione naturale. Peso operativo

304.5. Miniescavatore idraulico. Motore Cat 3024 diesel ad aspirazione naturale. Peso operativo 304.5 Miniescavatore idraulico Motore Cat 3024 diesel ad aspirazione naturale Potenza netta al volano 28 kw/38 hp Peso operativo Con cabina 4595 kg Con tettuccio 4475 kg Miniescavatore idraulico 304.5

Dettagli

GRUPPI DI POMPAGGIO ANTINCENDIO FFS-FFB UNI EN 12845

GRUPPI DI POMPAGGIO ANTINCENDIO FFS-FFB UNI EN 12845 GRUPPI DI POMPAGGIO ANTINCENDIO FFS-FFB UNI EN 12845 MANUALE D ISTRUZIONE ALL USO E ALLA MANUTENZIONE Cod. 442170124_Rev.A DA CONSERVARE A CURA DELL UTILIZZATORE 1 INTRODUZIONE Il presente manuale istruzioni

Dettagli