LUBROTEC LINEA DOPPIA A GRASSO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LUBROTEC LINEA DOPPIA A GRASSO"

Transcript

1 cat LINEA DOPPIA A GRASSO

2 Il nostro programma Unser Programm Our Program Cat. 22 Cat. 23a Cat. 23b Cat. 23c Cat. 23d Cat. 24 Cat. 15 Cat. 26 Cat. 27 Distributori progressivi Progressiv Verteileren Progressive distributors Pompe multilinea - Bassa pressione oiio Mehr Leitungs Pumpe - nieder Druck Oel Multi-lines Pump - low pressure Oil Pompe multilinea - Bassa pressione oiio grasso Mehr Leitungs Pumpe - nieder Druck Oel Fett Multi-lines Pump - low pressure Oil Grease Pompe multilinea - Alta pressione grasso Mehr Leitungs Pumpe - mittel Druck Fett Multi-lines Pump - medium pressure Grease Pompe multilinea - Media pressione grasso Mehr Leitungs Pumpe - hoch Druck Fett Multi-lines Pump - high pressure Grease Pompe ed accessori per monolinea - 3 atm Pumpe und Zubehoer fuer Einleitung - 3 atm Pumps and fittings for single line - 3 atm Impianti a linea doppia Zwei Leitungs Anlage Two lines Plants Pompe ad ingranaggi Zahnradpumpen Gear pumps Accessori - Controlli - Livelli -Filtri Zubehoer - Uberwachtung - Verschraubung - Fuellstandschalter - Filter Fittings - Controls - Connections - Levels - Filters Cat. 28a Flussostati Druckschalter Flow indicators Cat. 28b Cat. 29 Pressostati - Vuotostati - Termostati Druckschalter - Vacuum Schalter - Temperatur Schalter Pressure switches - Vacuum switches - Temperature switches Impianti monolinea - 25 atm Einleitung Anlagen - 25 atm Single-lines plants - 25 atm

3 INDICE DEI PRODOTTI LUBROTEC Componenti per gli impianti di lubrificazione a grasso mediante linea doppia (bilinea) Pag. 4 Pag. 5 Pag. 6 Pag. 7-8 Pag Pag. 11 Pag. 12 Pag. 13 Pag. 14 Pag. 15 Pag. 16 Pag. 17 Pag. 18 Pag. 19 Pag. 20 Funzionamento della bilinea Pompa.SC1A5K - Disegno Funzionamento bilinea della pompa manuale SC1A5K Alimentatori per bilinea Al1-3 Pompa automatica KE20 SC20 M2 F20 Funzionamento della pompa KE 20 SC20M2F20 Invertitore a sovrapressione SP21- Disegno Invertitore a sovrapressione SP21 Collaudo della pompa SC20M2F20 Messa a punto Schema di inversione Schema di inversione Quadro elettrico QE3T 110M Pressostati Schema 3

4 Descrizione e principio di funzionamento degli impianti di lubrificazione mediante grassoa linea doppia (Bilinea) Il grasso, specie di consistenza superiore ad 1 è un lubrificante difficile da impiegare sia nella aspirazione dal serbatoio della pompa di lubrificazione che nella spinta; è quindi obbligatorio operare con elementi di pompaggio che raggiungano posizionamenti certe, non indeterminabili come accadrebbe se ci si affidasse ad elementi come sfere, molle ed altro,facilmente influenzabile dalle variabili occasionali del mezzo lubrificante. Gli elementi strutturali di un impianto sono: _La pompa di erogazione. _L invertitore di linea. _I cassetti di dosaggio (alimentatori). La pompa, manuale od elettrica deve essere in grado di superare almeno le 150 atmosfere, per i piccoli impianti ad azionamento manuale. 250 e 400 atm per i grandi impianti con pompe automatiche e con invertitore esterno alla pompa. Quanto sopra,in funzione della lunghezza dell impianto: maggiore è la lunghezza, maggiore, ovviamente è la pressione di cui disporre per sospingere il lubrificante. Ancora più oneroso sarà la soluzione di un impianto che deve svilupparsi verso l alto. La pompa deve essere dotata di un serbatoio con elementi che consentano di mantenere il grasso ben costipato verso il basso, senza che si creino cavità sul fondo, vicino all aspirazione, né, tanto meno,che si crei un cono di grasso, aderente alle pareti del serbatoio, verso l alto. L invertitore posto subito dopo la mandata della pompa alterna l erogazione alla Mandata 1 ed alla 2. L invertitore è dotato di una entrata, dalla pompa e da due mandate 1 e 2 Due valvole di regolazione, una per ogni linea deeviano il flusso da una via all altra, nell alternaza delle funzioni delle due linee. Tali valvole sono da regolare in ragione della pressione massima che deve avere l impianto per operare. Nel caso della pompa ad azionamento manuale SC1A5K, l invertitore è tutt uno con la pompa stessa. Gli Alimentatori, sono gli elementi di dosaggio del grasso, essi sono raggiunti dalle due linee 1 e 2 ed alternativamente erogano dalla mandata superiore e da quella inferiore. N.B: gli alimentatori sono costituiti da uno o più elementi di dosaggio indipendenti fra loro ( ),ognuno dei quali dispone di due mandate indipendenti ma regolabili assieme. N.B.: gli elementi degli alimentatori sono in derivazione, rispetto alla bilinea, non in cascata, quindi non sono consequenziali.(come i distributori progressivi), ciò significache escludendo le due mandate di un elemento, gli altri funzionano. La succitata caratteristica degli alimentatori e quindi della bilinea, nella sua essenza, non è, una limitazione né un difetto strutturale, in ragione dei seguenti vantaggi : Gli alimentatori sono costruiti con larghe fasce di tenuta alle pressioni del circuito, Le luci che si aprono e che si chiudono, per determinare i circuiti di erogazione, hanno buone distanze fra di loro, determinando buone tenute idrauliche. I fori (luci) sono ampi e quindi i circuiti non creano resistenze proprie al fluire del lubrificante. In ogni caso le resistenze, e quindi le pressioni dell impianto,sia pel funzionamento degli alimentatori sia per la minore resistenza nel punto da lubrificare (prossimo all alimentatore), essendo in derivazione, non si aggiungono, alla resistenza offerta dal grasso sospinto lungo la bilinea. 4

5 5

6 FUNZIONAMENTO DEL SISTEMA DI INVERSIONE COMPRESO NELLA POMPA STESSA SC1A5K( cod ) DESCRIZIONE Nella struttura a prisma di ghisa, posta sotto il serbatoio ed imperniata da una leva,sono collocate due valvole di inversione, una per ogni mandata, esse sono appaiate. (Cod ) L inversione dell alimentazione da una linea all altra avviene mediante l intervento di dette valvole. Attenzione, osservando l invertitore, alla linea di mandata si sinistra 1 corrisponde la valvola di destra e così viceversa per la linea di destra 2. La taratura di ciascuna valvola deve essere effettuata ad una pressione superiore a quella necessaria per azionare tutte le utenze corrispondenti alla linea di lubrificazione controllata dalla valvola medesima. Ogni valvola è tarata singolarmente, mediante la rotazione del cappellotto ad esagono. (ch 19). Man mano che si ruota, aumenta la forza della molla interna alla valvola e quindi aumenta, per conseguenza, la pressione di apertura della valvola stessa. FUNZIONAMENTO Funzionamento della bilinea. 1 La pompa sospinge il lubrificante attraverso l invertitore che devia il flussolungo la linea 1. La linea 1 man mano raggiunge tutti gli alimentatori (ricordiamoci che sono collegati in parallelo), ( vedi la sezione dell alimentatore nelle pagine successiva. fase 1, 2 ). 2. Allorquando tutti gli alimentatori hanno compiuto i cicli sopra descritti,si determina una sovrapressione nella linea 1 in quanto non ci sono più stantuffi da spostare negli alimentatori. OSSERVAZIONE Ovviamente se ci sono perdite di grasso sulla linea o negli alimentatori, la pressione non si eleverà mai e l invertitore non verrà attivato. Se tutto è conforme si attiveranno alternativamente le valvole sopradescritte: 3. Una valvola devia il grasso da una linea all altra, sin tanto che non si rinnovano le condizioni della linea 1 anche nella linea 2. CONSIGLI Gli inconvenienti che possono occorrere all utente sono dovuti unicamente alla sporcizia che mette in avaria il circuito idraulico. Si provveda pertanto ad una accurata pulizia in caso di malfunzionamento. Smontando la pompa, si abbia cura di ripristinare il tutto, osservando gli spessori delle guarnizioni dei tappi filettati di chiusura. Un montaggio non conforme, produce spostamenti lievi dei punti morti dello stantuffo-catenaccio; si determina, per conseguenza una non congruità dei circuiti. Si consiglia per un eventuale malfunzionamento di contattare il costruttore. Provvederemo ad inviare ulteriori disegni dei componenti, a fornire eventuali pezzi sostitutivi. 6

7 7

8 Il lubrificante in pressione della linea 1 sposta verso l alto lo stantuffino doppio invertitore il quale apre il circuito della mandata 2 già riempito di lubrificante dal ciclo precedente Per opera dell invertitore a mano o automatico entra subito in pressione la linea 2, lo stantuffino invertitore si sposta verso il basso e apre il circuito della mandata 1 riempito di lubrificante durante la fase precedente Anche lo stantuffino alimentatore si sposta verso l alto, limita la sua corsa contro la vite di regolazione ed effettua in tal modo la sua prima erogazione di lubrificante. Cessa l azione della linea 1 e termina così il primo mezzo ciclo. Lo stantuffino alimentatore sospinto verso i basso, si arresta contro il tappo di fondo ed effettua in tal modo la sua secondo erogazione. Cessa l azione della linea 2 e termina così il secondo mezzo ciclo di lubrificazione. 8

9 9

10 10

11 FUNZIONAMENTO DEL SISTEMA DI INVERSIONE CON POMPA KE20SC20 CON INVERTITORE SP21 DESCRIZIONE Nel la struttura a prisma di ghisa DELL INVERTITORE SP21,,sono collocate due valvole di inversione, una per ogni mandata, esse sono appaiate. (Cod ) L inversione dell alimentazione da una linea all altra avviene mediante l intervento di dette valvole. Attenzione, osservando l invertitore, alla linea di mandata si sinistra 1 corrisponde la valvola di destra e così viceversa per la linea di destra 2. La taratura di ciascuna valvola deve essere effettuata ad una pressione superiore a quella necessaria per azionare tutte le utenze corrispondenti alla linea di lubrificazione controllata dalla valvola medesima. Ogni valvola è tarata singolarmente,mediante la rotazione delcappellotto esagonale. (ch 19). Man mano che si ruota, aumenta la forza della molla interna alla valvola e quindi aumenta, per conseguenza, la pressione di apertura della valvola stessa. FUNZIONAMENTO Funzionamento della bilinea. 1 La pompa sospinge il lubrificante attraverso l invertitore che devia il flusso lungo la linea 1 La linea 1 man mano raggiunge tutti gli alimentatori (ricordiamoci che sono collegati in parallelo), ( vedi la sezione dell alimentatore nella pagina successiva. fase 1, 2 ). 2. Allorquando tutti gli alimentatori hanno compiuto i cicli sopra descritti,si determina una sovrapressione nella linea 1 in quanto non ci sono più stantuffi da spostare OSSERVAZIONE Ovviamente se ci sono perdite di grasso sulla linea o negli alimentatori, la pressione non si eleverà mai e l invertitore non verrà attivato. Se tutto è conforme si attiveranno alternativamente le valvole sopradescritte: 3. Una valvola devia il grasso da una linea, all altra, sin tanto che non si rinnovano le condizioni della linea 1 anche nella linea 2. CONSIGLI Gli inconvenienti che possono occorrere all utente sono dovuti unicamente alla sporcizia che mette in avaria il circuito idraulico dell inveritore Si provveda pertanto ad una accurata pulizia in caso di malfunzionamento. Smontando l invertitore, si abbia cura di ripristinare il tutto, osservando gli spessori delle guarnizioni dei tappi filettati d i chiusura. Un montaggio non conforme, produce spostamenti lievi dei punti morti dello stantuffo-catenaccio; si determina, per conseguenza una non congruità dei circuiti. Si consiglia per un eventuale malfunzionamento di contattare il costruttore. Provvederemo ad inviare ulteriori disegni dei componenti, a fornire eventuali pezzi sostitutivi. 11

12 12

13 INVERTITORE A SOVRAPRESSIONE SP21 (CODICE ) OPERANTE CON ELETTROPOMPA KE20SC20M2 -Attacchi di mandata 3/8 gas -Attacco di alimentazione 3/8 gas -Attacco di scarico 1/8 gas -Contropressione massima di azionamento 180 ate. -Dimensioni 125x78x46 DESCRIZIONE L invertitore SP21 si impiega negli impianti a linea doppia; Esso è costituito da un prisma di ghisa su cui sono collocate: _Due valvole di inversione, una per ogni mandata, appaiate. _Una valvola di massima già tarata al massimo per la sicurezza da sovrapressioni accidentali. L invertitore deve alternativamente inviare il lubrificante lungo una delle due linee di alimentazione e, allorquando una di esse è satura, spostare il flusso sulla seconda, ripetendo il ciclo (la saturazione viene indicata da una pressione oltre la quale la valvola di sicurezza scarica il flusso erogante). L inversione dell alimentazione da una linea all altra avviene mediante l intervento delle valvole di regolazione esterne. (Cod ) Attenzione, osservando l invertitore, alla linea di mandata si sinistra 1 corrisponde la valvola di destra e così viceversa per la linea di destra 2. FUNZIONAMENTO Ogni valvola è tarata singolarmente,mediante la rotazione del cappellotto esagonale.o (ch 19)- Man mano che si ruota, aumenta la forza della molla interna alla valvola e quindi aumenta, per conseguenza, la pressione di apertura della valvola stessa. La taratura di ciascuna valvola deve essere effettuata ad una pressione superiore a quella necessaria per azionare tutte le utenze corrispondenti alla linea di lubrificazione controllata dalla valvola medesima. SCARICO Il condotto di scarico, da collegarsi al serbatoio della pompa non registra alcuna pressione; il fluido evacuato è lo scarico dell azionamento meccanico idraulico che avviene all interno dell invertitore stesso. 13

14 MESSA A PUNTO E COLLAUDO DELL IMPIANTO A LINEA DOPPIA CON LA POMPA MANUALE SC1A5K E CON LA POMPA AUTOMATICA KE20SC20 CON INVERTITORE SP21 La pompa di azionamento sospinge il lubrificante e prosegue lungo la linea 1; man mano il lubrificante raggiungerà tutti gli alimentatori; l operatore potrò notare come sugli alimentatori AL1B2//AL2B4//AL 3B6 stessi, si sposteranno delle astine poste, ciascuna, in corrispondenza di ogni coppia di uscite; le astine sono atte alla regolazione ed al controllo. Agendo sui grani posti in testa delle astine, l operatore può limitarne la corsa e ridurre la portata della coppia di uscite corrispondenti. L operatore verificherà che in tutti gli alimentatori avvenga lo spostamento delle astine, a questo punto la pressione della linea 1 aumenta rapidamente. Occorre quindi le due valvole appaiate della pompa SC1 o dell invertitore SP21; agendo sulla valvola di regolazione relativa alla linea 1 essa si deve aprire solo dopo che tutte le astine degli alimentatori, posti lungo la linea di lubrificazione, si sono mossi. 1- si azzera la pressione lungo la linea 1; 2- l eventuale lubrificante superfluo torna al serbatoio 3- il lubrificante si avvia lungo la linea 2 Proseguendo lungo la linea 2 si rinnoverà il ciclo di lubrificazione come lungo la linea 1 come già precedentemente esposto. RIEMPIMENTO Aprire i catenacci del coperchio Sollevare il coperchio con la maniglia mentre si preme il pulsante disaeratore. Riempire con grasso PULITO, con cura ed evitando intrusioni di ARIA Ripristinare CHIUDENDO il coperchio 14

15 15

16 16

17 17

18 QE3T 110 (cod ) QUADRO ELETTRICO PER IMPIANTO A LINE DOPPIA DESCRIZIONE E FUNZIONAMENTO Il quadro, avente cassa con protezione IP65 opera su un invertitore a sovrapressione SP21 e su una pompa per linea doppia, con motore trifase da 375 watt, completa di segnalatore di minimo livello. Il quadro è dotato sul coperchio dei seguenti componenti: 1. Pulsante di emergenza 2. Interruttore generale 3. Pusante di marcia 4. Pulsante di arresto 5. Due lampadine, una per linea, indicanti il lavoro in opera, o meno sulla linea corrispondente 6. Una lampada di tensione nel quadro 7. Una lampada di allarme per il serbatoio vuoto. 8. Un temporizzatore con due funzioni, Tempo di lavoro per entrambe le linee e Tempo di pausa fra un aziona mento ed il successivo. Tali funzioni quindi determinano. OGNI QUANTO TEMPO si desidera lubrificare (lavoro) PER QUANTO TEMPO si desidera lubrificare. 9. Due temporizzatori di allarme e controllo ( uno per ogni linea). Ogni temporizzatore è collegato ad un pressostato, posto in fine linea. Se entro un conveniente periodo, funzione dell estensione dell impianto, una determinata pressione ( atm.minima) non viene segnalata, il temporizzatore invia l allarme. 10. Un telesalvamotore. 11. Un trasformatore monofase a bassa tensione per i comandi del quadro. 12. Fusibili. N.B. i due pressostati ed i relativi temporizzatori sono strumenti di semplice controllo della bilinea. Se non si desidera si può comunque operare con l impianto. 18

19 19

20 Lubrote c s.r.l. V ia Riva di Trento, M I L A N O - I TA LY Te l / F a x lubrotec.it w w w. lubrotec.it

< Apparecchiatura di controllo di fiamma > RIVELAZIONE FIAMMA BI ELETTRODO. SAITEK srl

< Apparecchiatura di controllo di fiamma > RIVELAZIONE FIAMMA BI ELETTRODO. SAITEK srl Serie CF3q < Apparecchiatura di controllo di fiamma > SAITEK srl www.saitek.it info@saitek.it Casalgrande (RE) ITALY Tel. +39 0522 848211 Fax +39 0522 849070 CONTROLLO DI FIAMMA SERIE C F 3 Q pag. 1 di

Dettagli

Attuatori Pneumatici

Attuatori Pneumatici Gli attuatori pneumatici sono organi che compiono un lavoro meccanico usando come vettore di energia l aria compressa con indubbi vantaggi in termini di pulizia, antideflagranza, innocuità e insensibilità

Dettagli

Classificazione delle pompe. Pompe rotative volumetriche POMPE ROTATIVE. POMPE VOLUMETRICHE si dividono in... VOLUMETRICHE

Classificazione delle pompe. Pompe rotative volumetriche POMPE ROTATIVE. POMPE VOLUMETRICHE si dividono in... VOLUMETRICHE Classificazione delle pompe Pompe rotative volumetriche POMPE VOLUMETRICHE si dividono in... POMPE ROTATIVE VOLUMETRICHE Pompe rotative volumetriche Principio di funzionamento Le pompe rotative sono caratterizzate

Dettagli

RELAZIONE SPECIALISTICA STAZIONE DI POMPAGGIO ANTINCENDIO

RELAZIONE SPECIALISTICA STAZIONE DI POMPAGGIO ANTINCENDIO PROGETTO GESTIONE ORDINARIA EDIFICI SCOLASTICI II Codice Edificio: 2008 RELAZIONE SPECIALISTICA STAZIONE DI POMPAGGIO ANTINCENDIO OGGETTO: L.S. BRUNO, TORINO - INTERVENTI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Dettagli

Funzionamento del motore 4 tempi I componenti fondamentali del motore 4 tempi I componenti ausiliari del motore 4 tempi La trasmissione del moto Le innovazioni motoristiche L influenza dell aerodinamica

Dettagli

NEWS 61. Moltiplicatore di pressione Serie

NEWS 61. Moltiplicatore di pressione Serie NEWS 61 Componenti per l'automazione pneumatica Moltiplicatore di pressione www.pneumaxspa.com Generalità In alcune applicazioni, la spinta generata da un attuatore pneumatico è insufficiente a compiere

Dettagli

CIRCUITI OLEODINAMICI ELEMENTARI

CIRCUITI OLEODINAMICI ELEMENTARI CIRCUITI OLEODINAMICI ELEMENTARI Un esame sistematico dei circuiti completi, anche se limitato a pochi tipi di macchine e di attrezzature, sarebbe estremamente complesso e vasto. Il raggiungimento del

Dettagli

I sistemi a norma UNI EN 12845. Curva caratteristica Pompa principale per sistemi di pressurizzazione idrica antincendio a norme UNI EN 12845

I sistemi a norma UNI EN 12845. Curva caratteristica Pompa principale per sistemi di pressurizzazione idrica antincendio a norme UNI EN 12845 Curva caratteristica Pompa principale per sistemi di pressurizzazione idrica antincendio a norme UNI EN 12845 Tipologie di pompe ammesse: 1. Pompe base-giunto di tipo back Pull-out 2. Pompe base-giunto

Dettagli

GRUPPO DI MISCELAZIONE in polimero CODICE PRODOTTO PME03-12P e PME03-12R

GRUPPO DI MISCELAZIONE in polimero CODICE PRODOTTO PME03-12P e PME03-12R GRUPPI DI MISCELAZIONE GRUPPO DI MISCELAZIONE in polimero CODICE PRODOTTO PME03-12P e PME03-12R IMPIEGO Il gruppo di miscelazione in polimero è un gruppo di regolazione che riunisce in un unico dispositivo

Dettagli

La portata teorica corrisponde esattamente al volume fluido spostato dal pistone per il numero delle pistonate nell unità di tempo.

La portata teorica corrisponde esattamente al volume fluido spostato dal pistone per il numero delle pistonate nell unità di tempo. ISTRUZIONI CARATTERISTICHE GENERALI DELLE POMPE DOSATRICI Le pompe dosatrici sono pompe a movimento alternativo. La portata viene determinata dal movimento alternativo del pistone, azionato da un eccentrico

Dettagli

QUADRO ELETTRICO AUTOMATICO DI COMANDO E CONTROLLO PER GRUPPI ELETTROGENI

QUADRO ELETTRICO AUTOMATICO DI COMANDO E CONTROLLO PER GRUPPI ELETTROGENI QUADRO ELETTRICO AUTOMATICO DI COMANDO E CONTROLLO PER GRUPPI ELETTROGENI GENERALITA': il quadro elettrico, oggetto della presente specifica, è destinato al comando e controllo di gruppi elettrogeni automatici

Dettagli

CATALOGO PRODOTTI AZETA CONTATTACI PER PROCEDERE CON UN ORDINE! Siamo a completa disposizione per ulteriori informazioni, consulenza o assistenza!

CATALOGO PRODOTTI AZETA CONTATTACI PER PROCEDERE CON UN ORDINE! Siamo a completa disposizione per ulteriori informazioni, consulenza o assistenza! CATALOGO PRODOTTI AZETA CONTATTACI PER PROCEDERE CON UN ORDINE! Siamo a completa disposizione per ulteriori informazioni, consulenza o assistenza! Via Garavina, 2 - Loc. Piussogno - 23016 Cercino (SO)

Dettagli

Densostato per gas a doppio livello. Serie 5-1782-0-*

Densostato per gas a doppio livello. Serie 5-1782-0-* Densostato per gas a doppio livello Serie 5-1782-0-* Requisiti I densostati della serie 5-1782-0-* sono sostanzialmente dei pressostati a doppio livello compensati in temperatura studiati per tenere sotto

Dettagli

Unità automatica di scarico e pompaggio APT14, APT14HC e APT14SHC

Unità automatica di scarico e pompaggio APT14, APT14HC e APT14SHC Pagina 1 di 5 TI-P612-02 ST Ed. 7 IT - 2009, HC e SHC Descrizione Le unità automatiche di scarico e pompaggio Spirax Sarco, HC e SHC funzionano come pompe volumetriche e hanno attacchi filettati o flangiati

Dettagli

SISTEMA DI POMPAGGIO (introduzione)

SISTEMA DI POMPAGGIO (introduzione) SISTEMA DI POMPAGGIO (introduzione) Si utilizzano le pompe, per il sollevamento dell acqua dai pozzi e per inviarla ai serbatoi o inviarla ad una rete di distribuzione e comunque per trasferire l acqua

Dettagli

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO GRUPPO IDRAULICO per SOLAR SYSTEM (COD. A00.650053)

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO GRUPPO IDRAULICO per SOLAR SYSTEM (COD. A00.650053) DATA: 07.11.08 PAG: 1 DI: 12 Il Gruppo idraulico racchiude tutti gli elementi idraulici necessari al funzionamento del circuito solare (circolatore, valvola di sicurezza a 6 bar, misuratore e regolatore

Dettagli

Capitolato Speciale INDICE

Capitolato Speciale INDICE INDICE INDICE... 2 Art. 1 Descrizione attività di manutenzione... 3 Art. 2 Centraline oleodinamiche... 3 Art. 3 Sgrigliatori... 4 Art. 3.1 Sgrigliatori mobili... 4 Art. 3.2 Sgrigliatori fissi... 5 Art.

Dettagli

Renault Clio II 1.9 Motore Diesel F8Q 630 (98 05)

Renault Clio II 1.9 Motore Diesel F8Q 630 (98 05) Renault Clio II 1.9 Motore Diesel F8Q 630 (98 05) Sostituzione guarnizione della testa, rovinata a causa di una perdita dell acqua dal tubo inferiore del radiatore (la vettura ha circolato senza liquido

Dettagli

SANITSON PREMIUM CAMPO DI IMPIEGO APPLICAZIONI VANTAGGI. Portata max: 62 m 3 /h

SANITSON PREMIUM CAMPO DI IMPIEGO APPLICAZIONI VANTAGGI. Portata max: 62 m 3 /h CAMPO DI IMPIEGO Portata max: 62 m 3 /h Prevalenza fino a: 25 mc.a. Temperatura d esercizio: +35 C* Tubazione di carico: DN 100 Tubazione di mandata: DN 32-65 Tubazione di aerazione: Ø 75 mm Canalina presa

Dettagli

POMPA per VUOTO MANUALE OPERATIVO

POMPA per VUOTO MANUALE OPERATIVO POMPA per VUOTO MANUALE OPERATIVO 1. Componenti 2. Manuale operativo Tutti i motori sono stati progettati per operate ad un voltaggio del 10% inferiore o superiore rispetto alla tensione standard. I motori

Dettagli

Generalità sulle elettropompe

Generalità sulle elettropompe Generalità sulle elettropompe 1) Introduzione Ne esistono diverse tipologie ma si possono inizialmente suddividere in turbopompe e pompe volumetriche. Le prime sono caratterizzate da un flusso continuo

Dettagli

Gruppi pompe a ingranaggi

Gruppi pompe a ingranaggi -202-IT Gruppi pompe a ingranaggi per sistemi di lubrificazione centralizzata monolinea MFE5-KW3-2 MFE5-KW6 MFE5-BW7 Queste elettropompe della serie MFE sono adatte per erogare il lubrificante di sistemi

Dettagli

USO E MANUTENZIONE. srl. CALDAIA A COMBUSTIBILI TRITI Mod. KL

USO E MANUTENZIONE. srl. CALDAIA A COMBUSTIBILI TRITI Mod. KL srl caldaie e bruciatori per combustibili triti stufe a legna e a pellet - caminetti termocamini - rivendita pellet e sansa sansificio - impianti solari - termici e fotovoltaici CALDAIA A COMBUSTIBILI

Dettagli

file: OSIN1.ITA ver 2.1 [090600] OSIN1 DESCRIZIONE GENERALE

file: OSIN1.ITA ver 2.1 [090600] OSIN1 DESCRIZIONE GENERALE file: OSIN1.ITA ver 2.1 [090600] OSIN1 DESCRIZIONE GENERALE L'OSIN1 è uno strumento che permette di controllare e comandare un impianto di osmosi inversa. La sezione di controllo analizza i segnali provenienti

Dettagli

Impianto idraulico. Impianto idraulico AZIONAMENTO DI SISTEMI

Impianto idraulico. Impianto idraulico AZIONAMENTO DI SISTEMI Impianto idraulico 1 Impianto idraulico AZIONAMENTO DI SISTEMI 2 Caratteristiche positive Elevato rapporto potenza/peso Elevata accuratezza nel controllo Bassa inerzia, elevata risposta in frequenza Elevato

Dettagli

DISTRIBUTORI PROGRESSIVI

DISTRIBUTORI PROGRESSIVI DISTRIBUTORI PROGRESSIVI DESCRIZIONE Ilc lube è il sistema di lubrificazione che identifica la distribuzione ed il dosaggio del lubrificante con un movimento progressivo di pistoni, pilotati uno dall altro

Dettagli

MODELLO: MONOBLOCK MINI BOX VTP

MODELLO: MONOBLOCK MINI BOX VTP MODELLO: MONOBLOCK MINI BOX VTP Stazione di stoccaggio e pressurizzazione idrica per impianti antincendio IBRIDA composto da riserva idrica da interro vano tecnico con installato gruppo di pressurizzazione

Dettagli

Manuale d istruzioni. 1 Sommario. 2 Introduzione 2 2.1 Uso della pompa 2 2.2 Aree di applicazione 2 2.3 Uso non corretto 2.

Manuale d istruzioni. 1 Sommario. 2 Introduzione 2 2.1 Uso della pompa 2 2.2 Aree di applicazione 2 2.3 Uso non corretto 2. Manuale d istruzioni 1 Sommario 2 Introduzione 2 2.1 Uso della pompa 2 2.2 Aree di applicazione 2 2.3 Uso non corretto 2 3 Sicurezza 2 4 Trasporto e immagazzinamento 2 4.1 Sollevamento 2 4.2 Immagazzinamento

Dettagli

DISPENSA DI PNEUMATICA

DISPENSA DI PNEUMATICA DISENS DI NEUMTIC 1 RESSIONE La pressione è una grandezza fisica derivata dal rapporto tra forza e superficie. L unità di misura internazionale della pressione è il ascal, anche se è più comodo utilizzare

Dettagli

AUTOMOBILI NON TRASFORMABILI

AUTOMOBILI NON TRASFORMABILI LINEE GUIDA PER IL MONTAGGIO GPL INIEZIONE SEQUENZIALE IN FASE GASSOSA AUTOMOBILI TRASFORMABILI AUTOMOBILI AD INIEZIONE CON MOTORE ASPIRATO AUTOMOBILI AD INIEZIONE CON MOTORE TURBO AUTOMOBILI NON TRASFORMABILI

Dettagli

T 93 E H2 T 97 E H3 GEBRUIKSAANWIJZINGEN

T 93 E H2 T 97 E H3 GEBRUIKSAANWIJZINGEN NSTRUCTION MANUAL MODE D EMPLOI BETRIEBSANLEITUNGEN INSTRUCCIONES DE USO INSTRUÇÕES PARA A UTILIZAÇÃO UMIDIFICATORE ELETTRONICO COMPACT T 93 E H2 T 97 E H3 GEBRUIKSAANWIJZINGEN INSTRUKSJONSHÅNDBOK BRUKSANVISNING

Dettagli

29 Circuiti oleodinamici fondamentali

29 Circuiti oleodinamici fondamentali 29 Circuiti oleodinamici fondamentali Fig. 1. Circuito oleodinamico: (1) motore elettrico; (2) pompa; (3) serbatoio; (4) filtro; (5) tubazione di mandata; (6) distributore; (7) cilindro; (8) tubazione

Dettagli

Cos è uno scaricatore di condensa?

Cos è uno scaricatore di condensa? Cos è uno scaricatore di condensa? Una valvola automatica di controllo dello scarico di condensa usata in un sistema a vapore Perchè si usa uno scaricatore di condensa? Per eliminare la condensa ed i gas

Dettagli

ACQUEDOTTICA ELETTROPOMPE

ACQUEDOTTICA ELETTROPOMPE , AUTOADESCANTI, LOWARA Per acque pulite. Portate e prevalenze di seguito indicate con aspirazione max. 8m da conteggiare nella prevalenza. Bocca di aspirazione assiale e bocca di mandata radiale all asse

Dettagli

Scheda tecnica. Pressostato tipo CS 520B1237

Scheda tecnica. Pressostato tipo CS 520B1237 Agosto 2002 DKACT.PD.P10.A2.06 520B1237 Introduzione I pressostati della serie CS fanno parte della gamma dei prodotti Danfoss destinati al controllo della pressione. Tutti i pressostati CS sono dotati

Dettagli

ISTRUZIONI D USO 1/6 POMPE IDRAULICHE ELETTRICHE BAUDAT ARTICOLO SICUTOOL 760GV 8

ISTRUZIONI D USO 1/6 POMPE IDRAULICHE ELETTRICHE BAUDAT ARTICOLO SICUTOOL 760GV 8 ISTRUZIONI D USO 1/6 Istruzioni pubblicate sul sito www.sicutool.it POMPE IDRAULICHE ELETTRICHE BAUDAT ARTICOLO SICUTOOL 760GV 8 Costruttore: BAUDAT Gmbh & Co. KG Alte Poststr. 20 D 88525 Duermentingen

Dettagli

Serie 1700 Taglia 2 3.27

Serie 1700 Taglia 2 3.27 Serie 1700.27 Serie 1700 Trattamento aria Filtro 17201c.s.t c CONNESSIONI A = G 1/4" B = G /8" SOGLIA DI FILTRAZIONE A = 5 s B = 20 C = 50 t TIPOLOGIA S = Scarico automatico Esempio: 17201A.B Filtro con

Dettagli

Istruzioni per la manutenzione

Istruzioni per la manutenzione Istruzioni per la manutenzione Caldaie murali a condensazione CGB-75 CGB-100 Caldaia solo riscaldamento Caldaia solo riscaldamento Wolf Italia S.r.l. Via 25 Aprile, 17 20097 S. Donato Milanese (MI) Tel.

Dettagli

BWT SOLAR PUMPE. Gruppo di caricamento e lavaggio per impianti solari, geotermici e di riscaldamento tradizionali MANUTENZIONE ORDINARIA

BWT SOLAR PUMPE. Gruppo di caricamento e lavaggio per impianti solari, geotermici e di riscaldamento tradizionali MANUTENZIONE ORDINARIA BWT SOLAR PUMPE Gruppo di caricamento e lavaggio per impianti solari, geotermici e di riscaldamento tradizionali NOTE GENERALI DATI TECNICI INSTALLAZIONE AVVIAMENTO MANUTENZIONE ORDINARIA INTERVENTI STRAORDINARI

Dettagli

GRUPPI DI RILANCIO PER LA REGOLAZIONE TERMICA

GRUPPI DI RILANCIO PER LA REGOLAZIONE TERMICA ST.01.01.00 GRUPPI DI RILANCIO PER LA REGOLAZIONE TERMICA Art. 2170 Gruppo di rilancio completo di: - Valvola miscelatrice con servocomando a 3 punti - Circolatore a tre velocità - Valvole d intercettazione

Dettagli

ALLEGATO - C ATTIVITA' DI CONDUZIONE IMPIANTI

ALLEGATO - C ATTIVITA' DI CONDUZIONE IMPIANTI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DELLA GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DELLA CONDUZIONE E DELLA MANUTENZIONE DEL MAXXI - MUSEO NAZIONALE DELLE ARTI DEL XXI SECOLO ALLEGATO - C Generatore di acqua

Dettagli

Manuale d istruzioni. 1 Sommario. 2 Introduzione 2 2.1 Uso della pompa 2 2.2 Aree di applicazione 2 2.3 Uso non corretto 2.

Manuale d istruzioni. 1 Sommario. 2 Introduzione 2 2.1 Uso della pompa 2 2.2 Aree di applicazione 2 2.3 Uso non corretto 2. Manuale d istruzioni 1 Sommario 2 Introduzione 2 2.1 Uso della pompa 2 2.2 Aree di applicazione 2 2.3 Uso non corretto 2 3 Sicurezza 2 4 Trasporto e immagazzinamento 2 4.1 Sollevamento 2 4.2 Immagazzinamento

Dettagli

CTR* 96 000/112 ID CENTRALI OLEODINAMICHE CAPACITÀ SERBATOIO PORTATA POMPA. da 8 lt a 150 lt. da 1,6 lt a 41 lt

CTR* 96 000/112 ID CENTRALI OLEODINAMICHE CAPACITÀ SERBATOIO PORTATA POMPA. da 8 lt a 150 lt. da 1,6 lt a 41 lt 96 000/112 ID CTR* CENTRALI OLEODINAMICHE CAPACITÀ SERBATOIO da 8 lt a 150 lt PORTATA POMPA da 1,6 lt a 41 lt DESCRIZIONE Le centraline CTR*, sono realizzate con pompa ad ingranaggi immersa e con motore

Dettagli

6.2 Pompe volumetriche

6.2 Pompe volumetriche 6.2 Pompe volumetriche Le pompe volumetriche sfruttano gli stessi principi di funzionamento degli omonimi compressori, in questo caso però il fluido di lavoro è di tipo incomprimibile. Si distinguono in

Dettagli

Riparazione e Manutenzione

Riparazione e Manutenzione Riparazione e Manutenzione Ampia selezione in una singola marca. Esclusivi design duraturi. Prestazioni rapide e affidabili. Descrizione Versioni Pagina Pompe prova impianti 2 9.2 Congelatubi 2 9.3 Pompe

Dettagli

IL WC DOVE VUOI TU. Stazioni di sollevamento. acque nere. acque chiare. Trituratori. Pompe. da incasso. classici. acque chiare.

IL WC DOVE VUOI TU. Stazioni di sollevamento. acque nere. acque chiare. Trituratori. Pompe. da incasso. classici. acque chiare. IL WC DOVE VUOI TU SFA Trituratori classici da incasso Pompe WC con trituratore acque chiare acque di condensa Stazioni di sollevamento acque chiare acque nere CATALOGO C A T A L O GTECNICO O T E C N2012

Dettagli

Sistema di controllo per iniezione sequenziale, montato su carrello

Sistema di controllo per iniezione sequenziale, montato su carrello Sistema di controllo per iniezione sequenziale, montato su carrello Componenti: "Sequentia" SE802E + Minicentrale oleodinamica F014/0050 F014/0050-IT Rev.0-15/12/2014 Pg. 1/5 Minicentrale oleodinamica

Dettagli

ALL INTERNO DEL MOTORE, QUANDO UN PISTONE VIENE SPINTO VERSO IL BASSO PER COMPRESSIONE, VIENE IMPRESSO IL MOVIMENTO ALTERNATO ALL ALBERO MOTORE CHE VIENE QUINDI MESSO IN ROTAZIONE. PER EVITARE CHE L ALBERO

Dettagli

Refrigeratori d acqua condensati ad aria Pompe di calore aria/acqua reversibili da 270 kw a 1000 kw

Refrigeratori d acqua condensati ad aria Pompe di calore aria/acqua reversibili da 270 kw a 1000 kw R Refrigeratori d acqua condensati ad aria Pompe di calore aria/acqua reversibili da 270 kw a 1000 kw according to 97/23/CEE n 0496 Serie: LCAE V Catalogo: DI 84 Emissione: 05/06 Sostituisce: 08/05 LCAE-V

Dettagli

H N l. I o. A e A. L O G U o. catalogo

H N l. I o. A e A. L O G U o. catalogo C T a E t a C H N l I o C g A o L C catalogo MOLTIPLICATORI DI PRESSIONE- T A e T c A n i L O G bloccaggi c U Au o E INDICE 1 MOLTIPLICATORI DI PRESSIONE ARIA/OLIO MOLTIPLICATORI DI PRESSIONE OLIO/OLIO

Dettagli

Lista di controllo revisione generatore neve. ÔÔCompressore Kaeser: pulire il filtro d aspirazione e il materassino filtrante con aria compressa

Lista di controllo revisione generatore neve. ÔÔCompressore Kaeser: pulire il filtro d aspirazione e il materassino filtrante con aria compressa PULIZIA o SOSTITUZIONE Scarico (sfera per chiusura) compressore Scarico (sfera per chiusura) corona ugelli e corona raffredd. aria solo M90/M20 Scarico (sfera per chiusura) gruppo acqua centralizzata solo

Dettagli

02 Componenti per impianti solari pag.

02 Componenti per impianti solari pag. 02 02 Componenti per impianti solari pag. Miscelatore termostatico - Valvola di zona deviatrice - Raccordo 3 Pezzi 8 Gruppo solare 9 Valvola sfogo aria - Valvola di sicurezza - Disaeratore 62 Raccorderia

Dettagli

Manuale di manutenzione Opere elettromeccaniche

Manuale di manutenzione Opere elettromeccaniche Manuale di manutenzione Opere elettromeccaniche N Opera oggetto di manutenzione Risorse necessarie per l intervento manutentivo Livello minimo delle prestazioni Anomalie riscontrabili personale comune

Dettagli

JETSON. Pompa JET AUTO-ADESCANTI ACCIAIO INOX AISI 304 Modelli: standard, portatile, automatica 50 Hz CAMPO DI IMPIEGO APPLICAZIONI VANTAGGI

JETSON. Pompa JET AUTO-ADESCANTI ACCIAIO INOX AISI 304 Modelli: standard, portatile, automatica 50 Hz CAMPO DI IMPIEGO APPLICAZIONI VANTAGGI CAMPO DI IMPIEGO Portata max: 5 m 3 /h Prevalenza max: 50 mc.a. Pressione d esercizio max: 8 bar Altezza d aspirazione max: 8 m Temperatura fluido max: +35 C Temperatura ambiente max: +40 C DN Attacchi:

Dettagli

Compressori volumetrici a) Compressori alternativi

Compressori volumetrici a) Compressori alternativi Compressori volumetrici a) Compressori alternativi Il parametro fondamentale per la valutazione di un compressore alternativo è l efficienza volumetrica: η v = (Portata volumetrica effettiva) / (Volume

Dettagli

PRODUZIONE, DISTRIBUZIONE E TRATTAMENTO ARIA COMPRESSA

PRODUZIONE, DISTRIBUZIONE E TRATTAMENTO ARIA COMPRESSA PRODUZIONE, DISTRIBUZIONE E TRATTAMENTO ARIA COMPRESSA Comando pneumatico: è costituito da un insieme di tubazioni e valvole, percorse da aria compressa, che collegano una centrale di compressione ad una

Dettagli

PRODUZIONE E CONTROLLO DELL ENERGIA

PRODUZIONE E CONTROLLO DELL ENERGIA Quadri elettrici FOX PRODUZIONE E CONTROLLO DELL ENERGIA QUADRI ELETTRICI FOX INNOVAZIONE PRESTAZIONI VERSATILITÀ CONVENIENZA Un unico quadro per più applicazioni Svuotamento Riempimento Pressurizzazione

Dettagli

JETSON. Pompa JET AUTO-ADESCANTI ACCIAIO INOX AISI 304 4 Versioni : standard, portatile, automatica e Hydromini 50 Hz CAMPO DI IMPIEGO APPLICAZIONI

JETSON. Pompa JET AUTO-ADESCANTI ACCIAIO INOX AISI 304 4 Versioni : standard, portatile, automatica e Hydromini 50 Hz CAMPO DI IMPIEGO APPLICAZIONI CAMPO DI IMPIEGO Portata fino a: 5 m 3 /h Prevalenza fino a: 50 mc.a. Pressione d esercizio: 6 bar Temperatura fluido max: + 35 C Temperatura ambiente max: + 40 C DN Attacchi: G1 Altezza d aspirazione

Dettagli

Le pompe (Febbraio 2009)

Le pompe (Febbraio 2009) Le pompe (Febbraio 2009) Sommario Premessa 2 Classificazione e campi d impiego delle pompe 3 Prevalenza della pompa 4 Portata della pompa 6 Potenza della pompa 6 Cavitazione 6 Perdite di carico 6 Curve

Dettagli

14.4 Pompe centrifughe

14.4 Pompe centrifughe 14.4 Pompe centrifughe Le pompe centrifughe sono molto diffuse in quanto offrono una notevole resistenza all usura, elevato numero di giri e quindi facile accoppiamento diretto con i motori elettrici,

Dettagli

CTR29 MANUALE TECNICO GENERALE

CTR29 MANUALE TECNICO GENERALE CTR29 MANUALE TECNICO GENERALE A) - Destinazione dell apparecchiatura Quadro elettronico adibito al comando di 1 motore asincrono monofase alimentato a 230 vac destinato all automazione di una tapparella

Dettagli

MANUALE D USO STAZIONE DI RECUPERO DI REFRIGERANTE

MANUALE D USO STAZIONE DI RECUPERO DI REFRIGERANTE MANUALE D USO STAZIONE DI RECUPERO DI REFRIGERANTE COD. 11131104-11131106 INDICE NORME GENERALI DI SICUREZZA 3 SPECIFICHE 4 PROCEDURA STANDARD PER IL RECUPERO DI FLUIDI/VAPORI 4 PROCEDURA DI SCARICO AUTOMATICO

Dettagli

attrezzatura varia 5.2 carotaggi e perforazioni 5.2.1 carotatrici pag. 354

attrezzatura varia 5.2 carotaggi e perforazioni 5.2.1 carotatrici pag. 354 attrezzatura varia 5.2 carotaggi e perforazioni pag. 354 354 AT 244 Orientabile in ogni direzione perforatrici - en 12504-1 La gamma di macchine Tecnotest consente l esecuzione di qualsiasi tipo di perforazione

Dettagli

e Universal PRO costituiscono i modelli di punta della

e Universal PRO costituiscono i modelli di punta della Le serie e Universal PRO costituiscono i modelli di punta della gamma Comparato per uso industriale. DENOMINAZIONE: Sul servocomando sono riportate le seguenti indicazioni: Marchio e nome della società

Dettagli

UNITÀ DI LAVAGGIO LAVAPEZZI

UNITÀ DI LAVAGGIO LAVAPEZZI UNITÀ DI LAVAGGIO LAVAPEZZI Unità di lavaggio automatiche Unità di lavaggio manuali cod. 00118 TOPCLEANER EXAGON Struttura in acciaio inox. Vasca lavaggio 790 mm - 490 mm - h 240 mm. Pennello lavaggio

Dettagli

UNIVERSITA DI MESSINA. REGISTRO ANTINCENDIO DPR n 37/98

UNIVERSITA DI MESSINA. REGISTRO ANTINCENDIO DPR n 37/98 UNIVERSITA DI MESSINA REGISTRO ANTINCENDIO DPR n 37/98 CONTROLLI E MANUTENZIONE DI SISTEMI, DISPOSITIVI, ATTREZZATURE ED IMPIANTI ANTINCENDIO Struttura: DATA del Responsabile della struttura PAGINE Totali.

Dettagli

POZZETTI DI ASPIRAZIONE DN100-125-150

POZZETTI DI ASPIRAZIONE DN100-125-150 IT POZZETTI DI ASPIRAZIONE DN00--0 ISTRUZIONI ORIGINALI POZZETTO DI ASPIRAZIONE DN0 POZZETTO DI ASPIRAZIONE DN POZZETTO DI ASPIRAZIONE DN00 SCHEDA TECNICA COD. 80 09 0 80 09 0 COD. 80 07 0 80 07 0 COD.

Dettagli

Gruppo di pressurizzazione senza motopompa Rif. Normativi UNI10779 - UNI 12845

Gruppo di pressurizzazione senza motopompa Rif. Normativi UNI10779 - UNI 12845 Allegato A05 - Impianti idrici-antincendio Scheda n. 1 Gruppo di pressurizzazione senza motopompa Rif. Normativi UNI10779 - UNI 12845 02.01 Lettura manometri acqua, condotte principali. Ispezione visiva

Dettagli

ACCUMULATORI IDRAULICI

ACCUMULATORI IDRAULICI In generale, un accumulatore idraulico può accumulare liquido sotto pressione e restituirlo in caso di necessità; IMPIEGHI 1/2 Riserva di liquido Nei circuiti idraulici per i quali le condizioni di esercizio

Dettagli

Collettori per impianti di riscaldamento a pavimento Collettori a barra, dimensione 1

Collettori per impianti di riscaldamento a pavimento Collettori a barra, dimensione 1 Collettori per impianti di riscaldamento a pavimento Collettori a barra, dimensione 1 Scheda tecnica per 853X edizione 0207 - Set collettore a barra con gruppi otturatori di intercettazione e gruppi otturatori

Dettagli

POMPE TRAVASO BENZINA

POMPE TRAVASO BENZINA POMPE TRAVASO BENINA 6561 Pompa pneumatica rotativa a palette per travaso benzina, autoadescante, corpo in ghisa con trattamento anticorrosione e rotore in plastica. Fornita completa di cavo di messa a

Dettagli

FEKA VS - FEKA VX. DAB PUMPS si riserva il diritto di apportare modifiche senza obbligo di preavviso

FEKA VS - FEKA VX. DAB PUMPS si riserva il diritto di apportare modifiche senza obbligo di preavviso FEKA FEKA VS - FEKA VX Prodotto dal design innovativo e moderno Facilità e velocità di manutenzione Adattabile a qualsiasi tipologia di impiego Girante di ampia dimensione e alta efficienza Supporti cuscinetti

Dettagli

E-TECH W Mobile Caldaia elettrica 09 Mono 15 Tri 22 Tri. Istruzioni d installazione, uso e manutenzione

E-TECH W Mobile Caldaia elettrica 09 Mono 15 Tri 22 Tri. Istruzioni d installazione, uso e manutenzione E-TECH W Mobile Caldaia elettrica 09 Mono 15 Tri 22 Tri Istruzioni d installazione, uso e manutenzione ATTENZIONE! Eseguire accuratamente lo SFIATO DELL ARIA dell impianto secondo quanto riportato nel

Dettagli

STAZIONI DI SOLLEVAMENTO

STAZIONI DI SOLLEVAMENTO STAZIONI DI SOLLEVAMENTO CARATTERISTICE TECNICE Le stazioni di sollevamento per acque nere sono sistemi che permettono di sollevare e trasferire reflui verso stazioni poste a quote superiori (sistemi

Dettagli

MODULO APPLICAZIONI DI POMPAGGIO

MODULO APPLICAZIONI DI POMPAGGIO 4377 it - 2010.09 / b Motor supply Mains supply Low/High pressure switches Low/high pressure input Questo manuale deve essere trasmesso all utente finale Water flow P Check valve MOTOR Temperature

Dettagli

HQ03. pompa singola a palette tipo. 20 a 23 gpm) a 1000 rpm e 7 bar.

HQ03. pompa singola a palette tipo. 20 a 23 gpm) a 1000 rpm e 7 bar. HQ3 Descrizione generale Pompa a palette a cilindrata fissa, idraulicamente bilanciata, con portata determinata dal tipo di cartuccia utilizzato e dalla velocità di rotazione. La pompa è disponibile in

Dettagli

Gli attuatori. Breve rassegna di alcuni modelli o dispositivi di attuatori nel processo di controllo

Gli attuatori. Breve rassegna di alcuni modelli o dispositivi di attuatori nel processo di controllo Gli attuatori Breve rassegna di alcuni modelli o dispositivi di attuatori nel processo di controllo ATTUATORI Definizione: in una catena di controllo automatico l attuatore è il dispositivo che riceve

Dettagli

CSA 5,5-7,5-10 - 15-20 HP

CSA 5,5-7,5-10 - 15-20 HP COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSA 5,5-7,5-10 - 15-20 HP IT Schema di funzionamento 1 - Filtro olio 2 - Filtro separatore aria/olio 3 - Raffreddatore aria/olio 4 - Valvola di sicurezza 5 - Valvola termostatica

Dettagli

SFA IL WC DOVE VUOI TU. Pompe. acque chiare. Trituratori. Stazioni di sollevamento. da incasso. classici. acque di condensa. acque nere.

SFA IL WC DOVE VUOI TU. Pompe. acque chiare. Trituratori. Stazioni di sollevamento. da incasso. classici. acque di condensa. acque nere. IL WC DOVE VUOI TU SFA Trituratori classici da incasso Pompe WC con trituratore acque chiare acque di condensa Stazioni di sollevamento acque chiare acque nere CATALOGO C A T A L O G TECNICO O T E C N2011

Dettagli

Dispositivo compatto di controllo tenuta valvole. VDK 200 A S02 Esecuzione per H 2

Dispositivo compatto di controllo tenuta valvole. VDK 200 A S02 Esecuzione per H 2 Dispositivo compatto di controllo tenuta valvole Esecuzione per H 2 8.12 Printed in Germany Edition 02.10 Nr. 225 703 1 6 Caratteristiche tecniche Il H 2 è un apparecchio compatto di controllo di tenuta

Dettagli

Attrezzatura per apicoltura

Attrezzatura per apicoltura Attrezzatura per apicoltura trent anni di esperienza 2-9 AFFUMICATORI ED ACCESSORI 10-11 ABBIGLIAMENTO ED ACCESSORI 11-13 ARNIE ED ACCESSORI 9-13 - 21 DISOPERCOLAURA E TRATTAMENTO OPERCOLO - CERA 22-30

Dettagli

ASALAIR CARBO MOD. 1500 / F.A. COD. 29940036 MOD. 1500 / F.B. COD. 29940037 CODICE CIVAB CIRASA5F

ASALAIR CARBO MOD. 1500 / F.A. COD. 29940036 MOD. 1500 / F.B. COD. 29940037 CODICE CIVAB CIRASA5F CND W02070303 ASALAIR CARBO MOD. 1500 / F.A. COD. 29940036 MOD. 1500 / F.B. COD. 29940037 CODICE CIVAB CIRASA5F Questo apparecchio è stato progettato, costruito e testato secondo le norme e direttive europee:

Dettagli

L INNOVATIVO SISTEMA PER TINTEGGIARE LA TUA CASA

L INNOVATIVO SISTEMA PER TINTEGGIARE LA TUA CASA L INNOVATIVO SISTEMA PER TINTEGGIARE LA TUA CASA Il Goisa System Cos è il GOISA SYSTEM Il GOISA SYSTEM è un invenzione che rende più semplice, più facile e più efficiente tinteggiare. Il GOISA SYSTEM non

Dettagli

FT UNITANK / SISTEMA INTEGRATI ANTINCENDIO DA ESTERNO

FT UNITANK / SISTEMA INTEGRATI ANTINCENDIO DA ESTERNO Scheda Tecnica FT UNITANK / SISTEMA INTEGRATI ANTINCENDIO DA ESTERNO Sistema integrato per uso antincendio da esterno FTUNITANK composto da serbatoio di riserva idrica in acciaio al carbonio di prima scelta

Dettagli

ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SEF (AR2 )

ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SEF (AR2 ) ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SEF (AR2 ) ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO E LA MANUTENZIONE Leggere le istruzioni prima dell'uso. Questo dispositivo di controllo deve essere installato secondo i regolamenti

Dettagli

OFFICINE OROBICHE S.p.A. 1/8 MANUALE ISTRUZIONI PER INTERRUTTORI DI LIVELLO SERIE 80 Elettrici

OFFICINE OROBICHE S.p.A. 1/8 MANUALE ISTRUZIONI PER INTERRUTTORI DI LIVELLO SERIE 80 Elettrici OFFICINE OROBICHE S.p.A. 1/8 MANUALE ISTRUZIONI PER INTERRUTTORI DI LIVELLO SERIE 80 Elettrici 1. DESCRIZIONE STRUMENTO Gli interruttori di livello serie 80 sono progettati per essere montati sui lati

Dettagli

Impianti di propulsione navale

Impianti di propulsione navale Il circuito acqua di raffreddamento deve asportare e dissipare il calore generato dalle tre fonti principali, precisamente: Cilindri motore; Olio lubrificante; Aria di sovralimentazione. Il circuito è

Dettagli

FILTRI AUTOMATICI AUTOPULENTI CON ATTACCHI 8 14 PER PORTATE FINO A 1000 MC/H

FILTRI AUTOMATICI AUTOPULENTI CON ATTACCHI 8 14 PER PORTATE FINO A 1000 MC/H FILTRI AMIAD MODELLO EBS FLUXA Fluxa Filtri S.p.A. Via Alberto Mario, 19 20149 Milano Tel. 0243808.1 (15 linee) Fax 024817227-0248012614 e-mail: liquid@fluxafiltri.com sito-www:fluxafiltri.com Agente per

Dettagli

news PISTOLE PER ADBLUE ADATTATORI PINZA FRENI 3PZ Italia Marzo 2015

news PISTOLE PER ADBLUE ADATTATORI PINZA FRENI 3PZ Italia Marzo 2015 PISTOLE PER ADBLUE Pistola manuale caratterizzata da elevata efficienza, dovuta alla bassa resistenza al flusso, unita ad una notevole economicità. Erogazione massima 40 lt/min - ingresso 3/4 BSP - Uscita

Dettagli

KIT RIVELATORI DI GAS

KIT RIVELATORI DI GAS SEZIONE 4 KIT RIVELATORI DI GAS attivato guasto allarme sensore esaurito test Scaricabile dal sito www.urmetdomus.com nell area Manuali Tecnici. MT140-001_sez.4.pdf MT140-001 sez.4 1 INDICE SEZIONE 4 CONTROLLO

Dettagli

SCHEDE PREVENZIONE INCENDI

SCHEDE PREVENZIONE INCENDI Da consegnare ai collaboratori scolastici perché segnino l intervento delle ditte esterne che sarà poi riportato sul registro antincendio SCHEDE PREVENZIONE INCENDI Scuola ESTINTORI PORTATILI ESTINTORI

Dettagli

Impianto pneumatico. 25 mag. 07IMPIANTO PNEUMATICO-libro 1

Impianto pneumatico. 25 mag. 07IMPIANTO PNEUMATICO-libro 1 Impianto pneumatico La finalità di tale impianto è quella di fornire ad una serie di utenze aria a pressione e temperatura controllate. Queste sono raggiungibili con una rete di distribuzione, composta

Dettagli

Istruzioni di servizio per la caldaia a vapore della serie di produzione S 350

Istruzioni di servizio per la caldaia a vapore della serie di produzione S 350 Istruzioni di servizio per la caldaia a vapore della serie di produzione S 350 Posizione della caldaia 1. Per garantire un funzionamento perfetto della caldaia è necessario che la stessa, per mezzo della

Dettagli

Sistemi di alimentazione

Sistemi di alimentazione La centralina Idraulica con comando remoto "SafeQuip" Orbitalum è il nuovo standard di sicurezza per l impiego nella prefabbricazione industriale e manutenzione di tubazioni. 58 Centralina idraulica Funzioni

Dettagli

L AVVIAMENTO NEI MOTORI MARINI DI MEDIA E GRANDE POTENZA

L AVVIAMENTO NEI MOTORI MARINI DI MEDIA E GRANDE POTENZA L AVVIAMENTO NEI MOTORI MARINI DI MEDIA E GRANDE POTENZA Quando il motore è fermo, bisogna fornire dall'esterno l'energia necessaria per le prime compressioni, onde portare l'aria ad una temperatura sufficiente

Dettagli

QM, QT. Quadri elettrici

QM, QT. Quadri elettrici QM, QT Quadri elettrici 561 Indice limentazione Nr. pompe pplicazione TIPO 1 ~ 3 ~ 1 2 3 Sommersa Sommergibile Superficie QM M COMP PFC-M QML 1 FT T COMP PFC-T QTL 1 FT QTL 1 D FTE QTL 1 ST FT QTL 1 ST

Dettagli

SCHEDE DI MANUTENZIONE

SCHEDE DI MANUTENZIONE Comune di Bologna Provincia di Bologna pag. 1 SCHEDE DI MANUTENZIONE OGGETTO: Lavori di manutenzione da eseguirsi presso gli stabili di proprietà della Cassa siti in Strada Maggiore, 53 e Via Fondazza,

Dettagli

SIR 900-1100. STAZIONI INTERMEDIE DI DRENAGGIO Acque cariche collettive 50 Hz CAMPO DI IMPIEGO APPLICAZIONI VANTAGGI

SIR 900-1100. STAZIONI INTERMEDIE DI DRENAGGIO Acque cariche collettive 50 Hz CAMPO DI IMPIEGO APPLICAZIONI VANTAGGI CAMPO DI IMPIEGO Volume utile fino a: 1100 00 L 900 60 L Temperatura ambiente: da 0 a + 0 C Temperatura max fluido: + 40 C* Passaggio libero pompa: 6 mm Ø entrata: 10 mm DN Ø uscita: 1 1/2 Ø ventilazione:

Dettagli

GRUPPI ANTINCENDIO UNI 9490

GRUPPI ANTINCENDIO UNI 9490 GRUPPI ANTINCENDIO UNI 9490 NORMATIVE DI RIFERIMENTO q UNI 9490 q UNI 10779 q UNI ISO 2548 q CEI 17/13 q CEI 64/8 q Direttiva CE 89/392 q Direttiva CE 73/23 I gruppi antincendio TEK-UNI 9490 sono realizzati

Dettagli

CODICI COrSa 300 mm COrSa 500 mm COrSa 700 mm COrSa 1000 mm 40083L 40085N 40087P 40090K

CODICI COrSa 300 mm COrSa 500 mm COrSa 700 mm COrSa 1000 mm 40083L 40085N 40087P 40090K CIlINDrI PNeuMatICI Sistemi pneumatici per evacuazione fumo e calore Costruiti con materiali resistenti alla corrosione e caratterizzati da un elevato rendimento ottenuto grazie al minimo attrito generato

Dettagli